In Sala Rossa si celebra il Giorno del Ricordo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "In Sala Rossa si celebra il Giorno del Ricordo"

Transcript

1 Anno 8, n. 26 (1584) - Lunedì 10 febbraio Edizione delle ore 20 Anno 8, n. 26 (1584) - Lunedì 10 febbraio Edizione delle ore 20 In Sala Rossa si celebra il Giorno del Ricordo Gli interventi del Presidente Ferraris, del Sindaco Fassino e di Fulvio Aquilante dell Associazione Venezia Giulia e Dalmazia Nel primo pomeriggio di oggi, in occasione della Giornata del Ricordo - ricorrenza nazionale istituita dal nostro Parlamento dieci anni fa - si è svolta nella Sala Rossa di Palazzo Civico, con gli interventi del presidente del Consiglio comunale Giovanni Maria Ferraris, del sindaco Piero Fassino e del presidente del Comitato dell Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia di Torino La cerimonia in Sala Rossa Fulvio Aquilante la commemorazione delle vittime dei massacri delle foibe e dell esodo giuliano dalmata. Il 10 febbraio - ha sottolineato il sindaco Fassino, prendendo la parola dopo la testimonianza toccante di Aquilante - si ricordano fatti dolorosi della storia italiana, troppo a lungo negata e colpevolmente rimossa, per restituire dignità a chi ha pagato con la vita il disegno del genocidio. Non è immaginabile nell Europa unita quanto è accaduto alla conclusione della seconda guerra mondiale. Occorre tuttavia essere vigili perché, come ha ricordato Fassino, parafrasando un pensiero del drammaturgo Bertold Brecht il ventre che ha partorito il mostro è sempre fecondo. Il sindaco ha poi citato a esempio il 1995, quando a Srebrenica, nei Balcani, si compì l eccidio di settemila musulmani. E' importante che l'italia abbia saputo dare, con questa celebrazione, il rico- Il Sindaco Fassino alla commemorazione al cimitero Monumentale Questa mattina al Cimitero Monumentale, in occasione del Giorno del Ricordo, sono state commemorate le vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata. "Con la Giornata del Ricordo l'italia restituisce piena dignità e dovuto riconoscimento a una pagina di storia italiana per troppo tempo ignorata e negata. Fu pulizia etnica nei confronti di gruppi di donne e uomini "colpevoli" soltanto di essere italiani: rendere loro onore e ricordare la tragedia richiama il dovere morale e politico di agire perché quelle sofferenze non abbiano più a ripetersi e ogni popolo e ogni persona veda riconosciuta la propria identità" ha dichiarato il Sindaco Fassino. noscimento al sacrificio dei nostri connazionali, affinché il tempo non cancelli le tracce di quei drammatici eventi ha proseguito il sindaco.- Coltiviamo la memoria per ristabilire la verità, per richiamare pagine di storia drammatiche come questa, segnate dall'esodo di trecentocinquantamila profughi istriani, fiumani e dalmati, da una pulizia etnica che assassinò ventimila italiani. Di loro seimila furono infoibati. Si tratta di una pagina buia che l'italia per molto tempo ha rimosso. A Torino, negli anni del dopoguerra trovarono sistemazione, soprattutto nel quartiere Lucento - dopo l odissea dei campi profughi le famiglie di oltre diecimila istriani. Nella discrezione e nel lavoro duro quotidiano si sono affrancati, segnati però da un dolore profondo che li ha accompagnati per più di sessant anni, un tempo interminabile in cui sono rimaste insolute le ragioni che li ha espulsi irragionevolmente fuori dalla terra natia. Inconsolati dalle ricostruzioni degli storici, non sanno darsi pace di tanto odio, anche se il rancore dei primi decenni si è smorzato. Piera Villata, Gianni Ferrero

2 Pagina 2 Anno 8, n. 26 (1584) - Lunedì 10 febbraio Edizione delle ore 20 Con cinque insegnanti di madrelingua nella scuola europea per l infanzia si imparano inglese, francese e tedesco anche giocando Il progetto prevede la collocazione di piccole targhe davanti alle abitazioni delle vittime del nazismo In via Ludovica si imparano tre lingue Nella scuola dell'infanzia comunale europea in via Lodovica 2 (Circoscrizione 8), dove questa mattina si è recata Mariagrazia Pellerino, Assessora alle Politiche educative della Città, si e' sperimentata una positiva sinergia tra istituzione e famiglie. Due anni fa le mamme e i papà hanno istituito l'associazione "Madrelingua" per consentire ai loro piccoli di continuare a imparare l'inglese, il tedesco e il francese con insegnanti di madrelingua. L associazione collabora con la Città allo scopo di continuare a coprogettare l iniziativa. Il progetto era stato promosso nel 1995 dal Comune, in collaborazione con la Scuola internazionale europea "Altiero Spinelli" e prevede la compresenza nelle cinque sezioni di maestre di madrelingua e insegnanti comunali che lavorano con un intervento pedagogico integrato. Il progetto realizzato in questa scuola ha sottolineato Pellerino è di grande valore pedagogico perché l insegnamento delle lingue straniere avviene attraverso la proposta di linguaggi espressivi e creativi sviluppando, in particolare, il linguaggio della comunicazione. Stiamo valutando la possibilità di esportare questa importante esperienza in altre scuole dell infanzia della città. I 125 bambini e bambine il 40% dei posti sono riservati ai madrelingua - hanno a disposizione cinque maestre di madrelingua (due per la lingua inglese, altrettante per il tedesco, una per il francese) che affiancano gli insegnanti comunali per l'intero anno scolastico. A ciascuna di loro è affidata una sezione dove ogni mattina, per tre ore e mezza, giocano, raccontano favole e dialogano con i piccoli in lingua straniera. Mariella Continisio Anche a Torino le Stolpersteine tedesche Il Museo Diffuso della Resistenza, la Comunità Ebraica di Torino e il Goethe-Institut Turin stanno collaborando per definire un progetto finalizzato a installare anche a Torino e in Piemonte le Stolpersteine (pietre d'inciampo), il monumento diffuso e partecipato dell artista tedesco Gunter Demnig. Si tratta di piccole targhe di ottone poste su cubetti di pietra che vengono incastonate nel selciato davanti all ultima abitazione scelta liberamente dalla vittima del nazismo. A oggi si contano oltre pietre d'inciampo in più di 1100 località di 16 paesi europei, tra i quali l Italia (a Roma, Livorno, Prato, Ravenna, Brescia, Genova, L Aquila e Bolzano), l Ungheria, la Polonia e la Francia. Per preparare, accompagnare e documentare l installazione delle pietre d inciampo a Torino si vuole realizzare uno strumento digitale che permetta di coinvolgere i giovani e le scuole nel processo di creazione del sapere e della memoria pubblica e di condividere le fasi di ricerca e di sviluppo dell iniziativa con l intera cittadinanza. In quest'ottica martedì 18 febbraio alle ore 17 si terrà presso il Goethe-Institut, in piazza San Carlo 206, il workshop di avvio del progetto. L'incontro, aperto al pubblico, prevede la proiezione del documentario Stolperstein di Dörte Franke (RFT, 2008, 72 minuti) in versione originale con sottotitoli italiani e, a seguire, una tavola rotonda su Memoria della Shoah e forme partecipative di trasmissione della memoria. Mercoledì 19 febbraio dalle 9 alle 13,30 si svolgerà invece l incontro di aggiornamento rivolto agli insegnanti nell ambito del quale saranno presentati progetti partecipativi realizzati con le risorse del Web 2.0 sul tema della Shoah e, più in generale, le potenzialità della rete nella trasmissione della memoria e nell insegnamento storico. Il pomeriggio del 19 febbraio e la mattina successiva, i lavori proseguiranno a porte chiuse per elaborare lo strumento digitale che consentirà agli studenti delle scuole di partecipare attivamente alla creazione del patrimonio di informazioni e conoscenze su cui si baserà la posa delle pietre d inciampo. La prenotazione all incontro è obbligatoria. ISCRIZIONI E INFORMAZIONI: goethe.org; tel ; sito internet: ins/it/tur/ver/it v.htm Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Eliana Bert, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Claudio Mangiantini, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata. Edizione delle ore 20 a cura di Ezio Verna

3 Pagina 3 Anno 8, n. 26 (1584) - Lunedì 10 febbraio Edizione delle ore 20 Il Turin Design Workshop 2014 per il quartiere Aurora Il Sindaco con gli studenti di Haifa A sottolineare l importanza che duecento giovanotti molto motivati - non solo italiani, ma francesi e israeliani- trascorrano tutta la settimana a progettare, seppur sulla carta e per istruzione, soluzioni per rinnovare lo smalto del quartiere Aurora, borgo dove su aree industriali dismesse stanno prendendo fisionomia nuove forme di produrre e vivere, è intervenuto il sindaco Piero Fassino. Nella sala conferenze della Gam Fassino si è detto lusingato della presenza così massiccia di una platea interessata a immaginare un futuro di soluzioni positive atte a migliorare la vita della città, capitale della formazione, metropoli manifatturiera da vent anni in costante trasformazione, seconda area produttiva del Paese in fatto di export e di come il design possa contribuire a mantenere nel mondo il prestigio del made in Italy. Chiamati a Torino da Laura Milani, direttrice dell Istituto d arte applicata e design di via Pisa, si sono aggiunti ai ragazzi torinesi sei studenti del Tiltan College di Haifa accompagnati dalla coordinatrice Fassini interviene al Turin Design Workshop Mali Alon. Un nutrito gruppo ha lasciato l Ecole de Condé di Parigi per trascorrere nelle città della Mole, insieme a una pattuglia di iscritti alla Holden di Alessandro Baricco, proficue giornate di approfondimento sul tema del design applicato al contesto abitativo. L edizione 2014 dei sei workshop che annualmente lo Iaad organizza tra il primo e il secondo semestre, tenuti da una ventina di docenti architetti, designer e comunicatori - scandaglierà le nuove potenzialità di Aurora e di come la leva strategica del design, possa contribuire a migliorare la vita di famiglie e artigiani, di commercianti e attori della Torino produttiva, confortati da soluzioni innovative in fatto di energia smart. Proprio il capoluogo subalpino, nel 2008, era stato capitale mondiale del design. Una fertilizzazione che ha contribuito a un più 6% di fatturato piemontese, negli anni successivi. Le ragioni per cui a Torino, nel 20-05, era stata assegnato dal Consiglio Internazionale delle Società di Industrial Design il titolo di World Design Capital, sono da cercarsi, non a caso, nel processo di internazionalizzazione della città. Il Sindaco ha infine sottolineato come nella nostra regione siano 850 le imprese attive e gli studi professionali. Il 60% di essi opera nel campo del design, seguito dal campo grafico e della comunicazione (30%) e poi dalla moda. Negli ultimi cinque anni, inoltre, sono nate quaranta nuove attività. Gianni Ferrero Lavori stradali in strada Traforo del Pino ed in città Il Sindaco ha incontrato un gruppo di studenti del Titlan College di Haifa Iniziano oggi i lavori di rinforzo e risanamento di due degli otto viadotti della strada Traforo del Pino: i cantieri avranno la durata di circa tre mesi. In questo periodo la strada resterà chiusa al traffico dei mezzi superiori ai 35 quintali e si potrà circolare a senso unico alternato, regolato da un semaforo. Oggi avranno inizio anche interventi di risanamento realizzati da GTT sulle corsie utilizzate dai mezzi pubblici in rondò Rivella e corso XI Febbraio. Anche in questo caso (i cantieri dureranno circa un mese) sono previste limitazioni al traffico e restringimenti delle carreggiate. ev

4 Pagina 4 Anno 8, n. 26 (1584) - Lunedì 10 febbraio Edizione delle ore 20 A Palazzo Saluzzo Paesana mostra di Ray Caesar L appartamento padronale di Palazzo Saluzzo Paesana (via Della Consolata 1bis) comincerà la programmazione del 2014 con la mostra personale The Trouble with Angels" del londinese Ray Caesar. La rassegna, patrocinata dalla Città di Torino e realizzata in collaborazione con la Dorothy Circus Gallery (che rappresenta l artista in tutto il Sud Europa), si inaugurerà sabato 15 Febbraio e sarà visibile fino al 19 aprile I lavori di Ray Caesar, leader indiscusso della digital art, sono tutti di medie e grandi dimensioni, alcuni provenienti da collezioni private, altri - come Mother and Child, la più grande opera mai realizzata dall artista di recentissima produzione - esposti in esclusiva in assoluto proprio a Torino. Nato a Londra nel 1958, Caesar è un artista di fama mondiale. Fin da bambino ha espresso il suo interesse per le belle arti, disegnando incessantemente su qualsiasi cosa, comprese le pareti e i pavimenti. Ha lavorato in diversi ambiti, ha frequentato numerose scuole d arte, ha fatto lavori di progettazione di edifici per studi di architettura, agenzie di servizi digitali, computer modelling, animazione digitale e effetti visivi per televisione e cinema. Nel 2011 ha presentato i suoi lavori in una personale alla Jonathan LeVine Gallery di New York e nel 2012 ha partecipato a una collettiva presso il Musee de la Halle St Pierre a Parigi. Ray Caesar è collezionato da Riccardo Tisci designer di Givenchy, la famiglia Hearst (magnati dei media) e La chambre di Ray Caesas Madonna e seguito da numerose celebrità come, Christina Aguilera, Kate Moss, Sir Elton John, Mickey Rourke and Kate Beckinsale e ha recentemente attirato l attenzione dei media, per aver rifiutato una commissione per la pop star Madonna, che da tempo desidera essere ritratta da Caesar. Due lavori in mostra, Fallen (qui a lato) e La Chambre, sono recentemente apparsi sui profili Instagram e Facebook di Madonna. La cantante li ha pubblicati dichiarandosi una sua grande fan. Maestro assoluto della tecnica digitale e punto di riferimento per tutti gli artisti che guardano a questa disciplina, Caesar si avvale del software 3D Maya per creare le sue figure e le realtà nelle quali esse vivono: in un mix di art déco, stile vittoriano e codici visivi del primo 900. Come un abile sarto, veste di seducenti armonie i suoi angeli, ispirandosi alle epoche della sua memoria e del suo desiderio, cucendo enigmi e simboli misteriosi tra i raffinati dettagli delle sue opere perché esse ci investano di nuovi interrogativi e suggestioni. Il tempo e lo spazio creati dall artista ci attirano come una calamita, la vibrazione tecnologica ci appartiene, l'immaginario ricco di citazioni, da Fragonard a Hopper, passando per Watteau e Boldini, non fa rivivere il passato ma lo rende attuale e presente. Per informazioni sull artista: Luisa Cicero Il palazzo di via della Consolata ospiterà la mostra The Trouble with Angels dell artista londinese Visita di cortesia del generale Gino Micale, comandante della Legione carabinieri Rimonte e Valle d Aosta a Palazzo Civico. L alto ufficiale si è intrattenuto con il Sindaco Piero Fassino

5 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 I lavori riprenderanno a marzo, riavviando il cantiere dopo l espletamento delle pratiche necessarie Metro in piazza Bengasi, riapre il cantiere )Si sono conclusi in maniera positiva gli incontri tra Infra.To, la società della Città incaricata di realizzare la metropolitana, e la terza ditta classificata nella gara per l assegnazione dei lavori della tratta Lingotto-Bengasi, l ATI Edilmaco-C.C.C: i lavori riprenderanno a marzo, riavviando il cantiere dopo l espletamento delle pratiche necessarie. L ATI è costituita dalle ditte piemontesi Co.Ge.Fa, Mattioda, e C. C.C. (Consorzio Cooperative Costruzioni) e subentra al contratto precedente stipulato con Seli/ Coopsette alle stesse condizioni, come prevede la legge. I lavori per la realizzazione della tratta consistono nella costruzione di due stazioni, Italia 61- Regione Piemonte e Bengasi, di tre pozzi di ventilazione e di una galleria lunga un chilometro e 900 metri, che sarà scavata dalla talpa TBM. A marzo l impresa rimetterà in funzione il cantiere, che sarà pienamente operativo a maggio con tutti i macchinari necessari: i lavori dureranno circa 3 anni, e la nuova tratta della metro sarà messa in esercizio nel Via Nizza potrà essere normalmente riaperta al traffico tra un paio d anni circa, quando sarà finita la galleria. Infra.To ed il Comune hanno anche previsto di Il progetto di piazza Bengasi lavorare per accelerare il più possibile l esecuzione dei lavori, ridurre i tempi del cantiere e conclusione positiva di un accordo stato la loro soddisfazione per la contenere i disagi che ne derivano: che testimonia la volontà di proseguire negli investimenti in infra- un apertura anticipata della metro avrebbe infatti conseguenze positive per tutta la città, sia in termini Per info alla sezione strutture di trasporto pubblico. economici che sotto il profilo ambientale e della mobilità. confronto con i cittadini al tavolo lavori in corso. Prosegue anche il Positivi i commenti di cantiere istituito presso la Circoscrizione 9. dell amministratore di Infra.To Giancarlo Guiati e dell assessore Ezio Verna Claudio Lubatti, che hanno manife- Qualità dell aria, a Torino migliora In relazione al rapporto stilato da Legambiente Mal aria 2014 che assegna, come ormai ogni anno a Torino il primo posto tra le città italiane per inquinamento da Pm10, si precisa che il valore riportato dagli autori è riferibile alla sola stazione Grassi che ha sempre avuto il numero di superamenti maggiore in relazione alle altre stazioni; nella pagina di Informambiente all indirizzo ambiente/aria/aria_torino/ valori_annuali_pm10.shtml è possibile effettuare un confronto. Nel 2013 i superamenti erano 123 alla stazione Grassi e 68 alla stazione Lingotto; la media dei valori per la stazione Grassi nel mese di gennaio 2013 era di 81 mcg/mc, mentre nel gennaio 2014 è sceso a 68. Nella centralina Lingotto la media del gennaio 2013 era di 68 mcg/mc, scesa a 51 nel Dal confronto dei dati sottolinea l assessore Enzo Lavolta - si nota un miglioramento delle concentrazioni di polveri nel 2013 rispetto agli anni precedenti. In particolare, il valore medio del periodo considerato è diminuito, mediamente su Torino, del 22% rispetto allo scorso anno e il numero di superamenti del 10% con un picco di 32% nella stazione TO-Lingotto. Se poi si prendono in considerazione le stazioni di rilevamento Grassi e Consolata si nota che dal 2003 ad oggi c'è stata una riduzione di circa il 40% per i valori medi e di oltre il 50% per il numero di superamenti. La situazione della qualità dell aria nella Città di Torino è quindi da considerarsi ancora non buona, ma sicuramente in via di miglioramento. (mm)

6 Pagina 2 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 Palazzo Madama e piazza Castello saranno venerdì il focus delle iniziative per il decennale della campagna di sensibilizzazione promossa dalla trasmissione Caterpillar Altre iniziative in città Torino s illumina di meno Si ricordano nella stessa giornata altre iniziative collegate a "M'illumino di Meno": Il Politecnico di Torino organizza "M'illumino di Legno": - Foreste ed energia: sfide, dati e strumenti alle ore Castello del Valentino, Salone d'onore. Il Museo dello Sport spegne la sua illuminazione a led e propone un itinerario a lume di torcia per scoprire i segreti dei campioni rivivendo le emozioni sportive degli ultimi 100 anni; ingresso scontato del 30% per chi si presenta con torcia a dinamo e/o a batteria ricaricabile e del 50% per chi si presenta con bicicletta ToBike; la possibilità per chi si presenta in bicicletta di parcheggiarla all interno dello stadio; incontrare i volontari del gruppo locale di Greenpeace Torino per ricevere informazioni su efficienza e risparmio energetico. Inizio visita guidata ore 18, gradita la prenotazione allo o scrivendo a com. Museo dello Sport - Stadio Olimpico di Torino. Biglietteria Corso Agnelli angolo Corso Sebastopoli Alle ore 21, alla Casa Teatro Ragazzi (corso Galileo Ferraris 266), l'orchestra e il Coro Internazionali per la pace, Pequenas Huellas, in collaborazione con la trasmissione Caterpillar e le Officine Culturali di Catania, si esibiranno in un concerto ispirato alla giornata del risparmio energetico in condizioni di minima illuminazione con effetti luce solo su strumenti e cantori. Regia di Luca Valentino. Per informazioni chiamare il numero Ingresso libero fino esaurimento posti. (mm) Anche la Città di Torino e la Fondazione Torino Musei aderiscono all iniziativa M illumino di Meno, la più celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2. M illumino di Meno è giunta alla sua decima edizione. L invito consueto è quello di aderire ad un simbolico silenzio energetico nella Giornata del Risparmio e- nergetico, il 14 febbraio Si tratta di un gesto simbolico cui da qualche anno affianchiamo anche l'invito ad accendere, laddove possibile, luci pulite, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione. Quest anno il focus dell iniziativa è puntato sui musei, invitati a mostrare simbolicamente il proprio amore per il Pianeta spegnendo brevemente le luci su un proprio capolavoro, eventualmente illuminandolo a Led o con altre tecniche intelligenti, per sensibilizzare i propri visitatori su come una nuova cultura dell'energia intelligente possa rendere disponibili nuove risorse per la conservazione e valorizzazione del patrimonio. Il 14 febbraio, durante la trasmissione di Caterpillar a partire dalle ore 17, verranno spente le luci di piazza Castello, nell area pedonale davanti a via Garibaldi, fino alle 19,30, orario di fine trasmissione. Nel buio della piazza, venti radioascoltatori di Caterpillar parteciperanno a una singolare visita guidata al buio a Palazzo Madama in compagnia di un conservatore del Museo: la scoperta di alcuni capolavori in un atmosfera davvero unica. Grazie alle torce elettriche offerte da Iren i fortunati ascoltatori potranno visitare una sala e scoprire le sue opere sotto una luce nuova. I posti disponibili sono andati esauriti in pochissimo tempo. Contemporaneamente, il servizio di bike sharing ToBike farà circolare nella piazza al buio sei biciclette corredate dalle luci d artista di Martino Gamper. Sul retro del Palazzo, davanti a via Po, un faro illuminerà la scritta Torino s illumina di meno sulla facciata tra le due torri d epoca romana. Torino ha aderito fin dalla prima edizione a M illumino di Meno, dimostrando una piena consapevolezza del valore delle nostre a- zioni quotidiane sull ambiente ha sottolineato l assessore all Innovazione e all Ambiente, Enzo Lavolta il rispetto per l ambiente è un esigenza fondamentale per la qualità della vita e la salute di ciascuno di noi. Ma comporta l esigenza di fare un salto culturale, una cambiamento nelle abitudini che riveste ogni aspetto della nostra esistenza. La cura che il museo ha verso le opere d arte e verso i propri visitatori è la stessa che ci spinge a un attenzione per l ambiente dichiara Patrizia Asproni, Presidente della Fondazione Torino Musei - per ridurre la nostra impronta ecologica, migliorare la nostra efficienza e gestire al meglio le risorse a disposizione. Un museo è un luogo di bellezza, ma anche un luogo affascinante di alta tecnologia legata all illuminazione, agli impianti di controllo delle condizioni climatiche, alla sicurezza delle opere. (mm) Corso Taranto, spettacolo a luci spente Anche Atc Torino partecipa a M illumino di meno con un iniziativa che quest anno ha come location le case popolari di corso Taranto, nella zona Regio Parco. Venerdì 14 febbraio alle 17, la chiesetta di via Perosi 11 - spazio di aggregazione del quartiere - ospita uno spettacolo d improvvisazione teatrale realizzato in collaborazione con l associazione B-teatro che, per l occasione, offrirà gratuitamente agli abitanti del quartiere un ora di esibizione dal vivo. Con il Bshow gli attori della compagnia porteranno in scena proprio il risparmio energetico, con una performance di improvvisazione comica. Lo spettacolo sarà naturalmente illuminato con candele e torce elettriche. La scelta è caduta sul quartiere di corso Taranto perché qui si sta concludendo un importante intervento di riqualificazione mirato proprio al risparmio energetico: con i fondi europei dei Programmi Operativi Regionali, infatti, è stato possibile riqualificare 650 appartamenti.

7 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 Pagina 3 Piano per la prevenzione della corruzione Approvato dall'esecutivo di Palazzo di Città il Piano triennale di prevenzione della corruzione e il Programma di trasparenza. Con il provvedimento, che questa mattina ha ottenuto il via libera della Giunta comunale, Palazzo Civico ha rafforzato il sistema di prevenzione anticorruzione e, nell ottica della trasparenza amministrativa, la comunicazione ai cittadini sull'operato dell'ente. Nell'ambito della predisposizione del Piano di prevenzione alla corruzione, sono stati ad esempio individuati possibili rischi specifici che potrebbero presentarsi in alcuni macroprocedimenti (certificazioni di inizio attività in materia di commercio, permessi di edilizia privata, esecuzione di lavori pubblici, ecc.) e le azioni di risposta per ridurli. Sul fronte della comunicazione, il Piano assume come parte integrante il programma per la trasparenza, che tra gli obiettivi pone quello di consentire ad ogni cittadino di conoscere, fra l'altro, gli atti amministrativi i tempi di ciascun procedimento, l entità delle risorse impiegate e i relativi responsabili, permettendo in questo modo di esercitare una diffusa funzione collettiva di controllo. Nella sezione Amministrazione trasparente del sito web comunale, all indirizzo it/amministrazionetrasparente/ sono disponibili i curricula di dirigenti e funzionari, l articolazione degli uffici, gli incarichi amministrativi dei vertici, le deliberazione di Giunta e Consiglio comunale, le determinazioni dirigenziali e altro ancora. Nel Piano comunale anticorruzione è inserito anche un riferimento al "Codice di comportamento per i dipendenti della Città di Torino varato lo scorso dicembre, che definisce, in modo dettagliato, ciò che si può o non si può fare per non venir meno ai doveri di diligenza, lealtà, imparzialità e di buona condotta, a cui i lavoratori pubblici debbono sempre attenersi. Responsabile del Piano triennale di prevenzione della corruzione è il segretario generale, Mauro Penasso, e del Programma di trasparenza è il direttore delle Risorse umane, Emilio Agagliati. L adozione del provvedimento è richiesta ad ogni ente locale dalla legge 190/2012 in materia di contrasto ai fenomeni di corruzione e Teatro alla portata di tutti al Carignano La Fondazione del Teatro Stabile di Torino ha aderito al progetto Torino + Cultura Accessibile inserendo nella stagione teatrale cinque repliche accessibili per lo spettacolo Gl Innamorati al Teatro Gobetti di Torino, Via Rossini 8. Da mercoledì 12 a domenica 16 febbraio sono infatti previste le rappresentazioni rese accessibili con sottotitolazione e audiodescrizione facilitata grazie alla collaborazione con Sub-ti limited, Londra e Sub-ti Access, Roma. La serata di domani sarà anche tradotta in LIS (per il pubblico di non udenti segnanti). Frutto della collaborazione tra Sub-ti e la Compagnia Il Mulino di Amleto, per la prima volta il Teatro Stabile di Torino attraverso la Fondazione Carlo Molo onlus propone la resa accessibile al pubblico con disabilità sensoriale di una sua produzione, segnando così una volontà di totale inclusione e una svolta nel concepire la propria programmazione riservando una particolare attenzione a coloro che hanno deficit uditivi e visivi. Con questa iniziativa - voluta fortemente dalla Fondazione Molo, ente promotore del progetto Torino + Cultura Accessibile che persegue l idea di diffusione della cultura quale strumento reale di miglioramento della vita, bene comune a cui tutti devono poter accedere -, il Teatro Stabile di Torino affianca altre prestigiose istituzioni teatrali di livello internazionale che operano nel rispetto della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, promulgata dall'onu nel 200-6, e ratificata dall Italia nel 2009, illegalità nella pubblica amministrazione e dal decreto legislativo 33/2013 sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione delle informazioni. "Le misure contenute nel provvedimento varato questa mattina, dal rafforzamento dei controlli interni alla massima trasparenza sull'operato dell'amministrazione garantita dal web civico, contribuiscono ad alzare le "difese immunitarie" dell'ente al fine di prevenire fenomeni di corruzione e illegalità e - sottolinea l'assessore al Bilancio e al Personale, Gianguido Passoni - al contempo agevolano e rendono sempre più chiari i rapporti con i fruitori dei servizi pubblici. Inoltre - aggiunge Passoni - recependo il "Codice di comportamento per i dipendenti", il Piano anticorruzione assume anche il valore di strumento di garanzia per il personale comunale ad ogni livello, fugando ogni dubbio sulle modalità di comportamento da tenere sul posto di lavoro e nei rapporti con soggetti esterni all ente e con cui, a vario titolo professionale, il dipendente è chiamato relazionarsi. Mauro Gentile la quale riconosce il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di eguaglianza con gli altri alla vita culturale e invita a prendere tutte le misure appropriate per assicurare che le persone con disabilità godano dell accesso a programmi televisivi, film, teatro e altre attività culturali, in forme accessibili. (lc) Palazzo Civico ha rafforzato il sistema di prevenzione anticorruzione e, nell ottica della trasparenza amministrativa, la comunicazione ai cittadini sull'operato dell'ente La compagnia Il mulino di Amleto

8 Pagina 4 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 Sindone 2015, Tisi presiede il Consiglio Il comitato organizzatore dell Ostensione ha due organismi: l Assemblea, presieduta dall Arcivescovo, e il Consiglio con responsabilità operative La squadra che dovrà occuparsi di preparare l ostensione della Sindone, in calendario tra poco più di dodici mesi, è stata definita quest oggi con la costituzione del Comitato organizzatore, articolato in due organismi (l Assemblea e il Consiglio). L Assemblea, che ha compiti di indirizzo, è presieduta dall'arcivescovo di Torino e Custode alla Sindone, monsignor Cesare Nosiglia, e ne fanno il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, il sindaco di Torino Piero Fassino, il presidente della Provincia di Torino Antonino Saitta, don Enrico Stasi, ispettore dei Salesiani di don Bosco per il Piemonte e la Valle d'aosta, Antonio Maria Marocco, presidente della Fondazione Crt, Mario Turetta, direttore regionale per i Beni culturali e paesaggistici del Piemonte. Dopo aver deliberato nei propri organismi, aderirà all'assemblea anche la Compagnia di San Paolo. Il Consiglio ha invece più precise responsabilità operative di pianificazione e controllo. La presidenza è affidata al vicesindaco Elide Tisi, vicepresidente è don Roberto Gottardo, responsabile della Commissione diocesana per la Sindone. L'altro rappresentante della diocesi è don Marco Brunetti, direttore dell'ufficio diocesano per la Pastorale della Salute. Don Enrico Lupano rappresenta i Salesiani, mentre per gli enti locali sono stati indicati l'assessore Alberto Cirio (Regione Piemonte), Marco D'Acri (Provincia di Torino) e Alessandra Gianfrate (Comune di Torino). La Fondazione Crt è rappresentata dal segretario generale Massimo Lapucci e la Soprintendenza da Mario Turetta, ai quali si affiancherà un rappresentante della Compagnia di San Paolo. Direttore generale del Comitato è, come nell ostensione del 2010, Maurizio Baradello, e il ruolo di responsabile della comunicazione è affidato a Marco Bonatti. Sarà un ostensione a costi contenuti. Una volontà confermata anche oggi dagli organizzatori, che punteranno soprattutto alla valorizzazione di tutte le possibile risorse degli enti locali, del territorio, del volontariato, ecclesiale e civile. Un primo orientamento di bilancio, ancora non formalizzato, prevede una riduzione di circa il 23 per cento rispetto ai costi dell'ostensione Nessuna novità invece sulla data e la durata dell ostensione. E stato infatti confermato il periodo che va dalle settimane successive alla Pasqua fino al mese di giugno. Ma, invece di indicare subito scadenze precise, l'assemblea ha preferito oggi prendere ancora un po' di tempo per valutare attentamente tutte le possibilità di coinvolgere porzioni le più ampie possibile del mondo giovanile. Una decisione definitiva sarà presa prossimamente, dopo una valutazione attenta delle condizioni per un eventuale prolungamento oltre il periodo tradizionale di giorni. Papa Francesco ha riferito monsignor Nosiglia, che ieri era stato ricevuto dal pontefice - ha confermato la volontà di venire pellegrino a Torino nel periodo dell'ostensione della Sindone e nell'ambito del Giubileo salesiano. Mauro Gentile Stele per Pertinace Una stele ricorderà Publio Elvio Pertinace (Alba Pompeia 126 d.c Roma 193 d.c.), il Prefetto della Flotta del Reno e Governatore delle tre Dacie, della Mesia Superiore, della Siria e della Britannia, nonché Imperatore. L autorizzazione all apposizione della stele è stata decisa stamane dalla Giunta comunale, su proposta dell Assessore alla Toponomastica, Stefano Gallo. Per il collocamento del cippo, che ha già ricevuto l autorizzazione della Soprintendenza per i Beni ambientali ed Architettonici della Città, si attende l assenso del Prefetto il quale, a sua volta, dovrà udire il parere della Deputazione di Storia Patria. (rag) Lavori in corso Mortara Dal 13 al 17 febbraio dalle 9,30 alle 17 le rampe di uscita verso via Borgaro del sottopasso di corso Mortara saranno chiuse al traffico per la manutenzione. Il 18 ed il 19, con lo stesso orario, saranno invece chiuse le rampe che da via Borgaro danno accesso al sottopasso. Dal 17 al 28 febbraio saranno invece effettuati interventi di manutenzione dei binari del tram in corso Tassoni all angolo con via San Donato e via Migliora, con restringimento della carreggiata del corso. Anagrafe in strada Mirafiori L Anagrafe di via Negarville, 8/48 bis della Circoscrizione 10 si sposterà in strada comunale di Mirafiori 7. Al fine di consentire i lavori necessari al trasloco, l'anagrafe resterà chiusa da venerdì 14 a lunedì 24 febbraio. Gli sportelli torneranno ad essere attivi da martedì 25 febbraio, mantenendo gli orari attuali. Con lo spostamento degli uffici anagrafici, la Circoscrizione 10 intende mantenere tutti i servizi esistenti sul territorio ampliando i servizi forniti dallo Sportello PIÙ (Polifunzionale Integrato Unico) del Centro Civico. (pv)

9 Anno 8, n. 27 (1585) - martedì 11 febbraio Edizione delle ore 19 Pagina 5 Tutto esaurito per la Nazionale di pallanuoto Tutto esaurito per l incontro di domani sera tra Italia e Germania di pallanuoto. Gli azzurri, vicecampioni olimpici, tornano in città, dopo quasi 40 anni di assenza per un evento che rientra nel calendario di Torino La quarta partita, organizzata dalla FIN Piemonte & Valle d'aosta, in collaborazione con Makers ed Eurelab e il patrocinio di Coni, Regione Piemonte, Provincia e Città di Torino, è valida per la FINA Men's Water Polo World League 2014, sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 1. Il C.T. Alessandro Campagna ha convocato Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Alessandro Nora, Nicholas Presciutti, Giuseppe Valentino, Alessandro Velotto, Fabio Baraldi, Giovanni Bianco, Valentino Gallo, Vincenzo Renzuto Iodice, Matteo Aicardi, Pietro Figlioli, Stefano Tempesti, Andrea Fondelli, Alex Giorgetti e Francesco Coppoli. L Italia, inserita nel Gruppo C, vede attualmente il Montenegro, vicecampione europeo, attualmente primo, la Germania, terza, già battuta nell incontro di andata a Berlino, e la Slovacchia, ultima. Il Settebello si trova al momento al secondo posto, avendo subito una sola sconfitta a opera del Montenegro, ma ad accedere alle superfinal di Dubai, in programma tra il 17 e il 22 giugno, sarà solo la prima del girone. C è spazio anche per la solidarietà: la nazionale azzurra sostiene la Fondazione Simona Galletto Onlus, attraverso la vendita, al costo di 30 euro ciascuna, delle T-shirt della Onlus autografate da tutti i giocatori, il ricavato verrà devoluto a sostegno dei progetti della Fondazione, finalizzati al miglioramento Protocollo tra Città e Miur Consolidare l intesa tra la Città, assessorato allo Sport e il ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca (M.I.U.R.): questo è ciò che ha deciso la Giunta comunale, su proposta dell assessore Stefano Gallo. Nel presentare la delibera l assessore allo Sport, Stefano Gallo, ha sottolineato: Quanto sia importante migliorare il benessere psicofisico degli alunni e, nel contempo, promuovere lo sport inteso come sistema di valori positivi educando i ragazzi a stili di vita corretti. Anche alla luce del 2015 quando Torino sarà Capitale Europea dello Sport, l atto formale, che verrà sottoscritto tra i due Enti, sancisce, dunque, la volontà e l impegno alla collaborazione reciproca alfine di ottimizzare una programmazione condivisa rivolta alle scuole primarie e secondarie cittadine. (rag) della qualità della vita di coloro che sono rimasti gravemente invalidi a seguito di un trauma. Infine, in collaborazione con la Libra Concerti è stato lanciato anche il contest fotografico Uno scatto a fior d acqua 2, che premierà gli scatti migliori realizzati durante la manifestazione. Raffaela Gentile La partita è valida per la FINA Men's Water Polo World League 2014, sarà trasmessa in diretta su Rai Sport 1 La Lituania si presenta al Piemonte Nella sala del Centro Congressi TorinoIncontra si è svolta questa mattina la country presentation della Lituania. Il meeting, organizzato dalla Camera di Commercio di Torino e con la partecipazione del Consolato onorario lituano, della Camera di Commercio italo lituana, della Confindustria e della Città di Torino, ha dato l occasione a molti imprenditori e investitori torinesi e piemontesi di conoscere le opportunità di business di questo piccolo, ma dinamico, Paese del Nord Europa. La Lituania è la più grande tra le nazioni del Baltico e, per la sua posizione geografica, costituisce un ponte naturale fra Ovest ed Est. Il settore economico lituano più attivo è quello legato al comparto della tecnologia informatica (IT). All incontro è intervenuto l assessore comunale Stefano Lo Russo che ha sottolineato la vocazione internazionale di Torino, sia sotto gli aspetti economico-finanziari che culturali e turistici, che ne fanno una delle città più attente alle opportunità di crescita che provengono dall estero. (mc) Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Eliana Bert, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Claudio Mangiantini, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata. Edizione delle ore 19 a cura di Mauro Marras

10

11 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Vivo al venti, social housing nel palazzo di Juvarra Presentato questa mattina il progetto di restauro conservativo dello storico edificio di via Milano 20, che prevede la realizzazione di 46 appartamenti Uno degli appartamenti già ristrutturati Acquisto o affitto? La vendita è in corso da qualche settimana a prezzi che variano a seconda dell'esposizione, del piano e della tipologia di finiture (mosaici a pavimento, soffitti a cassettoni decorati, affreschi) tra i e i euro/mq. La procedura per la locazione invece sarà avviata in primavera con la raccolta delle manifestazioni d interesse. A titolo esemplificativo, il canone di locazione mensile per un trilocale da 80 mq sarà di circa 400 euro mensili, mentre un quadrilocale da 100 mq. sarà affittato a poco più di 500 euro. Operazioni di restauro su soffitto a cassettoni e su pavimento a mosaico. Dalle finestre si vedono le bancarelle del più grande mercato all aperto d Europa e, alzando appena lo sguardo, il profilo delle Alpi innevate. Le camere hanno soffitti a cassettoni decorati, mura affrescate e in qualche caso anche mosaici a pavimento. Nel palazzo juvarriano di via Milano 20 i segni del tempo si vedono ancora, ma gli interventi di restauro conservativo gli stanno già restituendo in fretta il fascino perduto. Stanze, corridoi e aree comuni sono al momento un cantiere in piena attività, ma tra solo qualche mese saranno pronte per ospitare uffici, negozi, appartamenti e spazi di socializzazione. Insomma, a breve nello storico palazzo di via Milano torneranno le persone, per abitarci, lavorare e, fatto non meno importante, semplicemente per stare insieme. E ciò accadrà grazie a Vivo al Venti: un progetto di restauro conservativo che coniuga la valorizzazione di un bene artistico cittadino con la necessità di rispondere alla crescente domanda di appartamenti e di spazi per servizi e altre attività. Due obiettivi apparentemente in antitesi tra loro. Da un lato ha spiegato nel corso della presentazione di Vivo al Venti alla stampa Fabio Carrozzo, amministratore delegato di Polaris Real Estate Sgr. - si ristruttura, restaura e valorizza un edificio di pregio, contribuendo a riqualificare una parte importante della città senza consumare territorio e senza utilizzare contributi pubblici; dall altro lato si riesce a dedicare il 70 per cento degli appartamenti all affitto da destinare a giovani coppie, single, professionisti. Vivo al Venti, infatti, offre la possibilità sia di affittare appartamenti a canone calmierato, sia di acquistarne sul libero mercato. Il 70 per cento della superficie commerciale delle unità abitative è destinata alla locazione, mentre il complementare 30 per cento alla vendita. Il piano terra ospita attività commerciali e progetti di promozione del territorio. "Quella condotta attraverso il progetto Vivo al Venti ha sottolineato il vicesindaco Elide Tisi si prefigura come una intelligente operazione di restauro conservativo, capace anche di generare importanti ricadute sociali. Un intervento che, nei fatti, restituisce al territorio e ai cittadini una risorsa molto preziosa in termini di spazi residenziali, commerciali o da destinare a servizi e ad altre funzioni. La scelta compiuta con Vivo al Venti ha aggiunto Tisi - risponde pienamente all esigenza di aumentare l offerta di soluzioni abitative a canone sostenibile in un momento in cui, anche a causa della crisi economica che fa sentire i suoi effetti sui redditi di tante giovani famiglie torinesi, la domanda di case risulta in crescita continua. E dunque più che benvenuto questo progetto che contribuisce a incrementare quel patrimonio cittadino costituito da modelli di abitare innovativi e sostenibili, ponendo attenzione anche alle relazioni tra le persone". Con il progetto di restauro del palazzo juvarriano vengono infatti offerte - a giovani coppie, famiglie con bimbi e single con meno di quarant anni - opportunità e spazi per sviluppare nuove attività e forme di abitare, incentivando in questo modo lo sviluppo di nuove relazioni, progetti e idee come, ad e- sempio, la possibilità di cercare insieme soluzioni ai problemi di vita quotidiana (cura dei bambini, acquisti in gruppo, ecc.) o condividere parte del tempo libero con attività ricreative, artistiche, culturali e altro ancora. Il progetto Vivo al Venti è promosso dal FASP (Fondo Abitare Sostenibile Piemonte), un fondo immobiliare etico nel quale confluiscono risorse provenienti da Cassa Depositi e Prestiti Investimenti SGR e dal patrimonio di fondazioni bancarie piemontesi. Il fondo ha durata 25ennale ed è gestito da Polaris Real Estate SGR. Mauro Gentile

12 Pagina 2 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Per iniziativa di Formez e Federculture si sono incontrati oggi A Roma i Ministri D'Alia e Bray, il sottosegretario al Turismo Simonetta Giordani il Sindaco Piero Fassino e l assessore torinese alla cultura, Maurizio Braccialarghe Un decalogo a sostegno del turismo culturale Un decalogo per sviluppare una strategia nazionale a sostegno del turismo culturale trasformandolo in una delle leve di sviluppo del Paese è stato presentato a roma questa mattina. Per iniziativa del Formez PA e di Federculture si sono incontrati i Ministri Gianpiero D'Alia e Massimo Bray, il sottosegretario al Turismo, Simonetta Giordani e i governatori di alcune Regioni del Mezzogiorno, il Sindaco Piero Fassino e l assessore alla Cultura della città, Maurizio Braccialarghe. Nei dieci punti presentati dal responsabile del Formez Carlo Flamment e dal presidente di Federculture, Roberto Grossi è emersa l importanza di creare una cabina di regia unica tra governo, ministeri e Regioni; la necessità di ridisegnare il sistema delle agenzie, valorizzando le competenze di Enit, Italia Trade Agency, PromuoviItalia, Invitalia, coinvolgere le eccellenze del mercato; creare un Fondo di progettualità culturale, per lavori integrati pubblico-privato e una "tourist card nazionale" con un'estesa gamma di servizi e convenzioni per il turista attraverso le nuove tecnologie; avviare un piano straordinario e immediato di manutenzione dei siti Unesco; rilanciare un servizio multilingue e multicanale su diritti, opportunità ed e- mergenze (progetto Easy Italia) e monitorare la domanda in lingua originale sui social media. Nel decalogo ci sono inoltre le proposte sul brand Italia" come la promozione del marchio nell'ambito dei grandi eventi nazionali e regionali, la creazione di una struttura permanente valida per tutto il Mediterraneo e le modalità di accompagnamento delle start up under 35 nei servizi culturali. Il penultimo punto indica di adottare standard di classificazione Ue e un marchio di qualità nazionale, migliorare l'accessibilità attraverso una mappatura delle strutture accessibili e potenziare 'accoglienza all'infanzia. L elenco termina col lavoro: bisogna inserire i giovani "tutor" e "tripadvisor" sul mercato. Nell ambito del convegno si è discusso poi delle potenzialità per l'italia nell'attrarre turisti provenienti dai BRICs (Brasile, Russia, India e Cina) rispetto ai diretti competitor quali Spagna e Francia. "Se il nostro Paese sarà in grado di recuperare parte della competitività persa ha commentato il presidente di Formez PA - nel 2016 il turismo potrà raggiungere almeno l'11,9% del Pil, creando 900 mila nuovi posti di lavoro. "Cultura e turismo insieme possono battere la crisi - ha aggiunto il presidente di Federculture, Roberto Grossi - chiediamo una strategia coordinata non solo a livello ministeriale ma anche regionale e degli enti locali per costruire reti, migliorare l'offerta, coinvolgere i privati nella gestione dei beni culturali e così valorizzare il più importante capitale del Paese". Luisa Cicero Ultimi giorni per ammirare i dipinti di Renoir Mancano dieci giorni alla chiusura della mostra dedicata a Renoir alla Galleria Civica d Arte Moderna e Contemporanea, aperta dal 23 ottobre scorso. Dal 24 febbraio infatti i sessanta capolavori esposti riprenderanno la strada per Parigi, per tornare al Musée d'orsay che ha concesso il prestito per oltre quattro mesi. Vista la straordinaria affluenza di pubblico - oltre 200mila presenze - sabato 15, domenica 16 e venerdì 21 febbraio la mostra chiuderà alle Infoline: (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle sabato dalle 9.00 alle 13.00) #Renoir2013 https://www.facebook.com/mostrarenoirtorino Biglietto d ingresso: solo mostra euro 12 intero, euro 9 ridotto; mostra e collezioni euro 15 intero, euro 11 ridotto L arte del design in Israele L Istituto Europeo di Design, la Città di Torino e l Ambasciata di Israele lanciano un ciclo di incontri dedicato alla cultura del design israeliano. Il primo di questi incontri si svolgerà domani, 13 febbraio Nell aula magna dello IED, in va San Quintino 39 alle dal titolo FARE DE- SIGN IN ISRAELE. Protagonisti, esperienze e nuovi orizzonti. Sarà presente Ely Rozenberg industrial designer e curatore, da 16 anni in IED Roma dove è coordinatore del corso in forniture Design. L appuntamento sarà un introduzione alla cultura del design in Israele spaziando dal product al fashion design, dall illustrazione al continuo sviluppo e moltiplicarsi di giovanissime e innovative start-up. Info: UvtEh0Zd6Ul (mc)

13 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Pagina 3 Informatici di 49 Paesi alle prese con il supercalcolo E stata inaugurata questa mattina alle 9.30 nell aula magna del Rettorato dell Università la ventiduesima conferenza internazionale di Informatica IEEE Parallel Distributed and network-based Processing Pdp Trecentocinquanta scienziati provenienti da 49 Paesi si incontrano per studiare le prospettive applicative del supercalcolo, ossia il calcolo parallelo ad alte prestazioni. La capacità di calcolare velocemente grandi quantità di dati è fondamentale per molte delle sfide tecnologiche. Capire e gestire eventi naturali potenzialmente catastrofici (inquinamento, bombe d acqua, terremoti), comprendere il Dna, le malattie e la loro origine genetica, costruire farmaci potenzialmente personalizzati per esprimere la massima efficacia e il minore rischio per ciascuno di noi, sono le sfide a cui gli scienziati sono chiamati quotidianamente. E ancora progettare e costruire infrastrutture dotate di servizi totalmente interconnessi per favorire i cittadini (smart city). Siamo in grado di costruire calcolatori abbastanza potenti per risolvere molti di questi problemi - precisa Marco Aldinucci, ricercatore del Dipartimento di Informatica dell Università di Torino e responsabile scientifico e organizzativo del PDP 2014, ma sono macchine velocissime, che non siamo ancora in grado di guidare in ogni condizione. Per questo è necessario raffinare sia la tecnica di guida (il software), sia la tecnica costruttiva (l hardware). La comunità europea chiama questa sfida hardware-software co-design ed è uno degli obiettivi più importanti per la ricerca scientifica nel settore del programma EU Horizon Da oggi - i lavori sono stati aperti dal rettore Ginmaria Ajani - a venerdì si svolgeranno undici sessioni di lavoro con 115 interventi. L obiettivo del meeting è trasmettere, soprattutto ai giovani, il sapere su come si costruiscono e programmano calcolatori superveloci. Infine Aldinucci cita Mario Tchou, responsabile dei progetti più innovativi nell azienda di Adriano Olivetti, Le cose nuove si fanno solo con i giovani. Solo i giovani ci si buttano dentro con entusiasmo, e collaborano in armonia senza personalismi e senza gli ostacoli derivanti da una mentalità consuetudinaria. L evento è stato organizzato dal Dipartimento di Informatica dell Università di Torino e patrocinato dalla Città e dall'european Association of Theoretical Computer Science con il supporto di NVidia Corp. (USA), IBM Corp. (Italy), Sistemi HS Torino (Italy) ed E4 Engineering (Italy). Vi partecipano personalità accademiche di rilievo ed esponenti di alto profilo internazionale del mondo dell industria. Tra gli interventi Pierò Altoè (E4 engineering, Italy) affronterà il tema "Soluzioni server emergenti basati su processori a basso consumo energetico"; Francois Thomas (IBM, France) su "Ottimizzazione dinamica e consumo energetico nei datacenter e cloud". Mariella Continisio Per info: Le lezioni proseguono, anche dopo la laurea Domani alle 18, nell aula magna del Rettorato, in via Verdi 8, il professor Gianmaria Ajani, Rettore dell Università, illustrerà ai rappresentanti degli enti e delle più significative imprese torinesi, le finalità e il programma 2014 dell Universitàchecontinua. Si tratta del primo e unico caso in Italia in cui il rapporto tra l ateneo e i laureati continua in modo sistematico anche dopo il termine del ciclo accademico, fornendo loro l esperienza e la conoscenza scientifica dei dipartimenti e delle scuole Universitarie. In questo contesto rientra il ciclo dei Lunedì dell Università, che prenderà il via il 27 marzo con Memoria, Città e Paesaggio, cui si affianca un ciclo di otto incontri dedicati alla prevenzione della salute che inizieranno anch essi a marzo. Una particolare attenzione sarà inoltre rivolta ai problemi legati alla ricerca del lavoro per i giovani neolaureati attraverso aggiornamenti sui servizi di job placement. Rientra poi nell iniziativa l invio mensile - ai neolaureati e a chi ne farà richiesta - di una newsletter contenente la segnalazione di tutte le iniziative aperte al pubblico promosse dall Università, dal Politecnico e dall Associazione Amici dell Università. Parteciperanno all incontro di domani esponenti della Camera di commercio e dell Unione Industriale di Torino, delle Fondazioni bancarie e delle principali Banche, di Reale Mutua Assicurazioni, Ferrero, Lavazza, Martini e Rossi, Prima Industrie, Recchi, Dylog, Aon, Alpitour, Alenia Aermacchi e altre a- ziende di eccellenza. Eliana Bert Info: Università degli Studi tel. 011/ ufficio. Amici Università degli Studi e- Trecentocinquanta scienziati si incontrano per studiare le prospettive applicative del calcolo parallelo ad alte prestazioni Nelle immagini il Rettorato di via Po

14 Pagina 4 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Concerto al buio dell orchestra Pequeñas Huellas Venerdì saranno molte le iniziative per il decennale della campagna di sensibilizzazione promossa dalla trasmissione di Rai Due Caterpillar Venerdì alla Casa Teatro Ragazzi (corso Galileo Ferraris 266), l'orchestra e il Coro Internazionali per la pace, Pequenas Huellas si esibiranno - in collaborazione con Caterpillar e le Officine Culturali di Catania - in un concerto ispirato alla giornata del risparmio energetico in condizioni di minima illuminazione con effetti luce solo su strumenti e cantori. La trasmissione radiofonica della Rai, invita i propri ascoltatori a spegnere, le luci per un ora. Partendo Anche Smat conferma la propria partecipazione alla giornata di mobilitazione internazionale M illumino di meno, che giunge alla decima edizione. Venerdì le insegne Smat e l'illuminazione della facciata d'ingresso della sede centrale di corso XI Febbraio e del centro ricerche, in corso Unità d Italia, resteranno spente. Un gesto simbolico che manifesterà l adesione della società alla ormai celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul risparmio energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, la trasmissione di Radio2. da questo spunto venerdì sera saranno realizzati, in contemporanea, due concerti, uno a Torino e l altro a Catania, unendo idealmente nella giornata, il Piemonte alla Sicilia. Si suonerà in condizioni di i- poilluminazione, con un sistema di luci a led e vernici fosforescenti che illuminerà solo i profili degli strumenti e i musicisti. Chi sarà in platea avrà occasione di assistere a un gioco di suggestioni sonore, visive e corporee legate alla musica. Il risultato atteso è la visualizzazione del movimento della musica che amplificherà l ascolto, completandolo. Nel programma troverà spazio anche l esecuzione di musica per percussioni: vibrazioni corporee da collegare alle sensoriali. L evento coinvolgerà anche Smat ormai da molti anni ha concretizzato l invito a investire sul cambiamento delle proprie abitudini e sviluppato progetti che perseguono il risparmio energetico attraverso il miglioramento dei processi, le modifiche agli impianti e alla loro gestione. Già a partire dal 1998, l azienda ha adottato un esercizio notturno degli impianti di sollevamento dell acqua potabile a pressione regolata, che ha permesso di conseguire vantaggi in termini di risparmio energetico e di riduzione delle rotture delle tubazioni e delle perdite di acqua. Smat è impegnata anche sul fronte del recupero e- nergetico: nel 2012 il 13% del fabbisogno complessivo di energia persone affette da disabilità fisiche, sensoriali e con deficit uditivi e visivi poiché, oltre al tema del risparmio energetico, l obiettivo del concerto è provare a trasformare, grazie alla musica, il rapporto tra i cosiddetti abili e la disabilità in un impegno comune e di reciproco arricchimento e scambio di competenze. Il concerto di Torino sarà realizzato dal Coro e dall Orchestra Internazionale Pequenas Huellas formata da bambini e ragazzi fra gli 8 e i 25 anni, affiancati da ospiti come l ensemble di percussioni Out of time. Il coro e l orchestra sono diretti da Margherita Pupulin, regia di Luca Valentino. L iniziativa è realizzata in collaborazione con le Officine Culturali che a Catania spegneranno il Monastero dei Benedettini e lo illumineranno con l energia della musica. (lc) Smat aderisce alla Giornata del risparmio energetico elettrica è stato soddisfatto attraverso l autoproduzione di energia presso l impianto di Castiglione Torinese e grazie all impianto fotovoltaico. Attraverso l uso del biogas derivante dalla digestione anaerobica dei fanghi di depurazione, nel 2012, sono stati prodotti oltre MWh di energia elettrica (4.000 in più rispetto all anno precedente) e altrettanti di energia termica (2.000 in più rispetto al 2011).

15 Anno 8, n. 28 (1586) - mercoledì 12 febbraio Edizione delle ore 17 Pagina 5 Al Regio la Turandot, metafora dell esistenza Il sontuoso allestimento, con la regia di Giuliano Montaldo, è proveniente dal Teatro Carlo Felice di Genova Fino al 27 febbraio è di scena al Teatro Regio la Turandot che, dopo Madama Butterfly a cui faranno seguito Tosca e Gianni Schicchi, compone un ideale Festival pucciniano all interno della Stagione , riservando in questo modo al grande compositore gli onori già tributati a Verdi. Il sontuoso allestimento della Turandot è quello proveniente dal Teatro Carlo Felice di Genova, con la regia di Giuliano Montaldo. Il regista genovese, autore di capolavori del cinema quali Sacco e Vanzetti, L Agnese va a morire e I demoni di San Pietroburgo, ha creato la sua Turandot con «un lavoro di squadra, come nei film». Di fatto, le imponenti scene di Luciano Ricceri, gli elaborati costumi di Elisabetta Montaldo, le luci di Andrea Anfossi e le coreografie di Giovanni di Cicco concorrono alla creazione di una regia quasi da kolossal cinematografico, per rendere pieno merito alla storia della gelida Turandot, ambientata a Pechino. Il maestro Pinchas Steinberg dirige l Orchestra del Teatro Regio, mentre le recite del 25, 26 e 27 febbraio saranno dirette dal giovane Giampaolo Bisanti. Il cast è formato da Johanna Rusanen, Roberto Aronica, Carmen Giannattasio, Giacomo Prestia, Antonello Ceron, Donato Di Gioia, Luca Casalin, Saverio Fiore, Ryan Milstead, Raffaella Angeletti, Walter Fraccaro ed Erika Grimaldi. L opera pucciniana richiede un importante presenza del coro. Istruito da Claudio Fenoglio, al Coro del Teatro Regio si unirà il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio G. Verdi. Questa produzione è realizzata con il contributo straordinario della Fondazione CRT. Michele Chicco Info: - Biglietteria del Teatro Regio, piazza Castello Tel /242 La Turandot al Regio Mercoledì 12 Febbraio ore 20 Giovedì 13 Febbraio ore 20 Venerdì 14 Febbraio ore 20 Sabato 15 Febbraio ore 20 Domenica 16 Febbraio ore 15 Giovedì 20 Febbraio ore 20 Sabato 22 Febbraio ore 15 Domenica 23 Febbraio ore 15 Martedì 25 Febbraio ore 15 Mercoledì 26 Febbraio ore 20 Giovedì 27 Febbraio ore 20 Nell immagine di Ramella & Giannese una scena del secondo atto della la Turandot di Giacomo Puccini con Roberto Aronica (Calaf), Johanna Rusanen (Turandot), Carmen Giannattasio (Liù) Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Eliana Bert, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Claudio Mangiantini, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata. Edizione delle ore 17 a cura di Gianni Ferrero

16

17 Anno 8, n. 29 (1587) - giovedì 13 febbraio Edizione delle ore 18 Anno 8, n. 29 (1587) - giovedì 13 febbraio Edizione delle ore 18 Palazzo Madama e piazza Castello saranno il focus delle iniziative per il decennale della campagna di sensibilizzazione promossa dalla trasmissione Caterpillar Domani Torino s illumina di meno Anche la Città di Torino e la Fondazione Torino Musei aderiscono all iniziativa M illumino di Meno, la più celebre campagna di sensibilizzazione radiofonica sul Risparmio Energetico e sulla razionalizzazione dei consumi, lanciata da Caterpillar, Rai Radio2. M illumino di Meno è giunta alla sua decima edizione. L invito consueto è quello di aderire ad un simbolico silenzio energetico nella Giornata del Risparmio e- nergetico, il 14 febbraio Si tratta di un gesto simbolico cui da qualche anno affianchiamo Altre iniziative in città Si ricordano nella stessa giornata altre iniziative collegate a "M'illumino di Meno": Il Politecnico di Torino organizza "M'illumino di Legno": - Foreste ed energia: sfide, dati e strumenti alle ore Castello del Valentino, Salone d'onore. Il Museo dello Sport spegne la sua illuminazione a led e propone un itinerario a lume di torcia per scoprire i segreti dei campioni rivivendo le emozioni sportive degli ultimi 100 anni; ingresso scontato del 30% per chi si pre- SEGUE A PAGINA 2 anche l'invito ad accendere, laddove possibile, luci pulite, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione. Quest anno il focus dell iniziativa è puntato sui musei, invitati a mostrare simbolicamente il proprio amore per il Pianeta spegnendo brevemente le luci su un proprio capolavoro, eventualmente illuminandolo a Led o con altre tecniche intelligenti, per sensibilizzare i propri visitatori su come una nuova cultura dell'energia intelligente possa rendere disponibili nuove risorse per la conservazione e valorizzazione del patrimonio. Il 14 febbraio, durante la trasmissione di Caterpillar a partire dalle ore 17, verranno spente le luci di piazza Castello, nell area pedonale davanti a via Garibaldi, fino alle 19,30, orario di fine trasmissione. Nel buio della piazza, venti radioascoltatori di Caterpillar parteciperanno a una singolare visita guidata al buio a Palazzo Madama in compagnia di un conservatore del Museo: la scoperta di alcuni capolavori in un atmosfera davvero SEGUE A PAGINA 2 Corso Taranto, spettacolo a luci spente Anche Atc Torino partecipa a M illumino di meno con un iniziativa che quest anno ha come location le case popolari di corso Taranto, nella zona Regio Parco. Venerdì 14 febbraio alle 17, la chiesetta di via Perosi 11 - spazio di aggregazione del quartiere - ospita uno spettacolo d improvvisazione teatrale realizzato in collaborazione con l associazione B-teatro che, per l occasione, offrirà gratuitamente agli abitanti del quartiere un ora di esibizione dal vivo. Con il Bshow gli attori della compagnia porteranno in scena proprio il risparmio energetico, con una performance di improvvisazione comica. Lo spettacolo sarà naturalmente illuminato con candele e torce elettriche. La scelta è caduta sul quartiere di corso Taranto perché qui si sta concludendo un importante intervento di riqualificazione mirato proprio al risparmio energetico: con i fondi europei dei Programmi Operativi Regionali, infatti, è stato possibile riqualificare 650 appartamenti.

18 Pagina 2 Anno 8, n. 29 (1587) - giovedì 13 febbraio Edizione delle ore 18 Domani Torino s illumina di meno Torino ha aderito fin dalla prima edizione a M illumino di Meno, dimostrando una piena consapevolezza del valore delle nostre azioni quotidiane sull ambiente,ha ricordato l assessore all Innovazione e all Ambiente, Enzo Lavolta (dalla prima pagina) unica. Grazie alle torce elettriche offerte da Iren i fortunati ascoltatori potranno visitare una sala e scoprire le sue opere sotto una luce nuova. I posti disponibili sono andati esauriti in pochissimo tempo. Contemporaneamente, il servizio di bike sharing ToBike farà circolare nella piazza al buio sei biciclette corredate dalle luci d artista di Martino Gamper. Sul retro del Palazzo, davanti a via Po, un faro illuminerà la scritta Torino s illumina di meno sulla Altre iniziative in città (dalla prima pagina) facciata tra le due torri d epoca romana. Torino ha aderito fin dalla prima edizione a M illumino di Meno, dimostrando una piena consapevolezza del valore delle nostre a- zioni quotidiane sull ambiente ha sottolineato l assessore all Innovazione e all Ambiente, Enzo Lavolta il rispetto per l ambiente è un esigenza fondamentale per la qualità della vita e la salute di ciascuno di noi. Ma comporta l esigenza di fare un salto culturale, una cambiamento nelle abitudini che riveste ogni aspetto della nostra esistenza. La cura che il museo ha verso le opere d arte e verso i propri visitatori è la stessa che ci spinge a un attenzione per l ambiente dichiara Patrizia Asproni, Presidente della Fondazione Torino Musei - per ridurre la nostra impronta ecologica, migliorare la nostra efficienza e gestire al meglio le risorse a disposizione. Un museo è un luogo di bellezza, ma anche un luogo affascinante di alta tecnologia legata all illuminazione, agli impianti di controllo delle condizioni climatiche, alla sicurezza delle opere. (mm) senta con torcia a dinamo e/o a batteria ricaricabile e del 50% per chi si presenta con bicicletta ToBike; la possibilità per chi si presenta in bicicletta di parcheggiarla all interno dello stadio; incontrare i volontari del gruppo locale di Greenpeace Torino per ricevere informazioni su efficienza e risparmio energetico. Inizio visita guidata ore 18, gradita la prenotazione allo o scrivendo a Museo dello Sport - Stadio Olimpico di Torino. Biglietteria Corso Agnelli angolo Corso Sebastopoli Per Legambiente a Torino l'appuntamento è con l'aperitivo illuminato (just for EcoLovers...) organizzato dal circolo Legambiente Molecola e dall'ecobottega Verdessenza, con degustazioni di prodotti biologici, di vini locali sfusi e con quiz illuminanti come spunto per parlare di sostenibilità. Alle ore 21, alla Casa Teatro Ragazzi (corso Galileo Ferraris 266), l'orchestra e il Coro Internazionali per la pace, Pequenas Huellas, in collaborazione con la trasmissione Caterpillar e le Officine Culturali di In occasione di M illumino di meno, il Museo dello Sport spegne la sua illuminazione a led e propone un itinerario a lume di torcia per scoprire i segreti dei campioni rivivendo le emozioni sportive degli ultimi 100 anni Catania, si esibiranno in un concerto ispirato alla giornata del risparmio energetico in condizioni di minima illuminazione con effetti luce solo su strumenti e cantori. Regia di Luca Valentino. Per informazioni chiamare il numero Ingresso libero fino esaurimento posti. (mm)

19 Anno 8, n. 29 (1587) - giovedì 13 febbraio Edizione delle ore 18 Pagina 3 Musei, il 14 febbraio si entra in due con un solo biglietto Domani sera, 14 febbraio, apertura straordinaria dalle 20 alle 24, per celebrare la Festa degli Innamorati, della mostra di pittura e scultura Doppio Sogno, nelle nuove sale espositive di Palazzo Chiablese (ingresso da piazzetta Reale). Il biglietto di ingresso si potrà acquistare alla biglietteria di Palazzo Reale dalle 20 alle 22.30, ma la mostra potrà essere visitata sino a mezzanotte. Nella stessa serata sarà anche possibile visitare la mostra di fotografia di Werner Bischof a Palazzo Reale e le collezioni di Palazzo Reale, Armeria Reale e Galleria Sabauda. Anche la Caffetteria Reale a Palazzo Reale resterà aperta sino alle I tre musei del Polo Reale di Torino (Palazzo Reale, Armeria Reale e Galleria Sabauda) per l'apertura serale saranno visitabili con un biglietto unico di 10 euro a coppia, mentre le mostre Doppio Sogno e Bischof saranno accessibili con il normale biglietto di ingresso e le riduzioni previste. Riservata a tutte le coppie di visitatori innamorati dell'arte e della cultura,indipendentemente dal sesso o dalla composizione della coppia, questa agevolazione sarà valida in tutti i musei statali del Piemonte anche nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 febbraio. Oltre ai tre musei del Polo Reale a Torino si potranno visitare: Palazzo Carignano (ingresso gratuito, il 14 febbraio apertura straordinaria dalle ore 10 alle ore 22 (ultimo ingresso alle 21); Villa della Regina (ingresso gratuito, il 14 febbraio apertura straordinaria dalle 10 alle 22 (ultimo ingresso ore 21) con visite guidate gratuite alle ore 11, 16, 18 e 20.; l Archivio di Stato con sede in via Piave 21 (ingresso libero, il 15 febbraio alle 17 concerto di ensemble d'archi dell'accademia di Solinghi. Musiche di Vivaldi e Bach. Sede di via Piave 21 a Torino). Tra i musei non statali che hanno aderito all iniziativa : la Pinacoteca Albertina (ingresso in coppia con un solo biglietto il 14, 15 e 16. Visite guidate a tema sabato Doppio Sogno 15 alle 16; domenica 16 alle 11 e alle 16); Palazzo Madama Museo Civico d Arte Antica (il 14 febbraio ingresso in coppia con un solo biglietto. La promozione non è valida per la mostra di Eve Arnold in corso presso la Corte Medievale); la GAM, Galleria Civica d Arte Moderna e Contemporanea (il 14 febbraio ingresso in coppia con un solo biglietto. La promozione non è valida per la mostra di Renoir in corso fino al 23 febbraio 2014); il MAO, Museo d Arte Orientale (il 14 febbraio ingresso in coppia con un solo biglietto); il Museo Egizio (dove venerdì 14 tutti coloro che si presenteranno in coppia alle biglietterie di entrare in Museo pagando un solo ingresso per due persone. L iniziativa non riguarda solo le coppie di sposi, fidanzati o innamorati, ma si estende anche, ad esempio, alle coppie di amici, parenti e conoscenti); il Museo Nazionale del Cinema (qui, venerdì 14 febbraio i visitatori che si presenteranno in coppia presso le biglietterie del Museo Nazionale del Cinema pagheranno un solo biglietto di ingresso al Museo); il Museo Nazionale del Risorgimento (che propone nelle giornate di venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio la visita guidata alle 15:30 al museo e alla mostra Belle époque: lo sguardo ironico di Dalsani con un solo biglietto (intero) per due persone); il Museo del Risparmio (il 14 febbraio ingresso in coppia con un biglietto); il Museo della Frutta Francesco Garnier Valletti (venerdì 14 e sabato 15 febbraio ingresso in coppia con un biglietto); il Museo di Anatomia (venerdì 14 e sabato 15 febbraio ingresso in coppia con un biglietto; alle 17 visita guidata gratuita); il Museo Cesare Lombroso (venerdì 14 e sabato 15 febbraio ingresso in coppia con un biglietto; alle 16 visita guidata gratuita) e il Museo Nazionale della Montagna (dove venerdì 14 dalle 21 alle 24 è in programma il Gran Ballo d Inverno, con ingresso gratuito). Per informazioni Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio, per celebrare la festa degli innamorati, in tutti i musei statali (e non solo) del Piemonte si entra in due con un solo biglietto Il Teatro Regio per San Valentino Anche quest anno il Teatro Regio, in occasione della Festa di San Valentino, aderisce alla iniziativa Due cuori un biglietto, promossa dalla Direzione Regionale per i Beni e le Attività Culturali del Piemonte, che prevede 1 biglietto omaggio per ogni coppia che vorrà visitare il Regio. L iniziativa è valida per le visite al Regio dietro le quinte in programma Venerdì 14 febbraio alle ore e Sabato 15 febbraio alle ore 11 e alle ore Gli itinerari porteranno il pubblico nella sartoria, nel sottopalco, nelle sale prova e soprattutto il palcoscenico. I biglietti per la visita costano 6 Euro e si possono acquistare alla Biglietteria a partire da mezz ora prima della visita: per chi si presenta in coppia, il secondo biglietto lo offre il Regio. Per informazioni: tel e (mc)

20 Pagina 4 Anno 8, n. 29 (1587) - giovedì 13 febbraio Edizione delle ore 18 Le fotografie di Cabras al Mirafiori Motor Village "Scraps. Quello che resta": una serie di scatti frutto di esperienze di lavoro e di viaggio, raccolti tra Israele, India, Palestina, Messico, Indonesia, Iraq Si è inaugurata stasera al Mirafiori Motor Village, nella galleria d arte all interno del polo di Fiat Chrysler in piazza Cattaneo, la mostra SCRAPS. Quello che resta del regista e fotografo Francesco Cabras. L esposizione, una serie di scatti frutto di esperienze di lavoro e di viaggio che rispondono ad un intento espressivo ed intimo e non documentaristico o di reportage è realizzata in collaborazione con Raffaella De Chirico Arte Contemporanea di Torino. Diversi sono i luoghi del mondo in cui Cabras ha trovato dei soggetti che rispondessero alla sua ricerca: Israele, India, Palestina, Messico, Indonesia, Iraq. Delle persone o dei luoghi che sceglie di immortalare, il fotografo registra il passaggio, che sia esso geografico o mentale non ha importanza, ama documentarne il transito e la possibile trasformazione. Ad esempio, lo scatto della bimba Kurda Irachena Who are you III. Iraq ritrae un essere umano che sembra essere tra Cielo e Terra, di un età per fisionomia appartenente all infanzia e per intensità espressiva all età adulta o l immagine Landscape with chair, scattata a Leh, in Ladak, per la quale diventa inevitabile per il fruitore chiedersi la storia passata e futura di quella seggiola che sembra essere posizionata nel mezzo del nulla. La scelta delle cornici segue lo stesso principio, di trasformazione. Da parte strutturale di un veicolo in movimento (vecchi camion merci), diventa cornice, contenitore statico ma che torna ad accogliere e accompagnare. È il senso complessivo della serie a emergere e a sedurre lo spettatore; la ricchezza di un lavoro variegato che sconfina dalla sua cornice per diventare di volta in volta rebus, collage, intervento pop, album di ritratti, racconto per dettagli, collezione di vedute, intervento di lettering, memoria in ordine sparso di tempo e di luogo, sottolinea Bruno di Marino nel suo testo critico dedicato a Scraps. Del progetto fotografico Cabras racconta: SCRAPS è quello che resta di viaggi, esperienze prolungate o estemporanee fuori dell ambiente in cui sono cresciuto. Le immagini di questo progetto sono contenute, o meglio si inseriscono, dentro degli oggetti molto speciali, tanto che io non ho ben chiaro cosa contenga cosa. Si tratta di tavole, pezzi unici, irripetibili e irriproducibili che insieme alle stampe delle fotografie compongono delle storie, che siano esse cromatiche o tematiche. Queste cornici, benché il termine sia riduttivo, sono gli assi di legno che per decenni hanno costituito le pareti dei camion merci che attraversavano le frontiere di quasi tutta l Asia, dall Iran al Bangladesh, dal Tibet allo Sri Lanka. Quei camion sono diventati pachidermi in via d estinzione, ne rimangono sempre meno sulle strade. La mostra sarà visibile a ingresso gratuito - fino al 9 marzo dal lunedì al venerdì 9 20, sabato , domenica / Luisa Cicero Registrazione del Tribunale di Torino numero 97 del 14 novembre 2007 Redazione: piazza Palazzo di Città Torino. Tel.: Fax: Direttore responsabile: Carla Piro Mander. Coordinamento redazionale: Mauro Marras. In redazione: Marco Aceto, Eliana Bert, Michele Chicco, Luisa Cicero, Mariella Continisio, Gianni Ferrero, Mauro Gentile, Raffaela Gentile, Antonella Gilpi, Mauro Giorcelli, Claudio Mangiantini, Paolo Miletto, Gino Strippoli, Ezio Verna, Piera Villata. Edizione delle ore 18 a cura di Paolo Miletto

SINTESI DEL PROGETTO

SINTESI DEL PROGETTO Ministero dell Economia e delle Finanze Ministero per i Beni e le Attività Culturali Società di Cultura La Biennale di Venezia ALLEGATO I PROGETTO PER LA PROMOZIONE E DIFFUSIONE DELL ARTE CONTEMPORANEA

Dettagli

Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Servizi Amministrativi 2014 01162/010 Area Sport e Tempo Libero MP 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 18 marzo 2014 Convocata la Giunta presieduta dal Vicesindaco Elide TISI,

Dettagli

Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 5 aprile 2016

Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 5 aprile 2016 Direzione Generale 2016 01585/066 GC 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 5 aprile 2016 Convocata la Giunta presieduta dal Sindaco Piero Franco Rodolfo FASSINO, sono presenti gli Assessori:

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 1 agosto 2014 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2014 03604/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti MP 1/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA

L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA COMUNICATO STAMPA L HOUSING SOCIALE A MILANO E REALTA VIA AL BANDO PER 124 ABITAZIONI CENNI DI CAMBIAMENTO SULLA CITTA Per la prima volta a Milano un bando per assegnare la abitazioni a canone calmierato.

Dettagli

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi

un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi conferenza stampa TORINO fa SCUOLA Urban Center Metropolitano, 27 maggio 2015 un percorso culturale, pedagogico e progettuale che condurrà alla riqualificazione di due scuole torinesi Il rinnovamento della

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03405/007 Area Servizi Educativi Servizio Acquisto Beni e Servizi GP 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 4 agosto 2015 Convocata la Giunta

Dettagli

A più voci contro la dispersione scolastica

A più voci contro la dispersione scolastica A più voci contro la dispersione scolastica 1. Contesto dell intervento Abbandoni, interruzioni formalizzate, frequenze irregolari, ripetenze, ritardi : hanno nomi diversi le disfunzioni che caratterizzano

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 03347/065 Servizio Arti Visive, Cinema e Teatro GP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 28 luglio 2015 Convocata la Giunta presieduta dal

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05749/027 CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 17 novembre 2015 Convocata la Giunta presieduta dal Sindaco Piero

Dettagli

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO

PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Comunicato stampa PROVINCIA, DISTRETTO CULTURALE, COMUNE E TERME: INSIEME PER UN PROGETTO DI RILANCIO TURISTICO Presentato a Darfo Boario Terme il programma che apre nuove opportunità turistiche Da cento

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 07080/027 Area Sistema Informativo GC 0/A CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 dicembre 2014 Convocata la Giunta presieduta

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 8 marzo 2016

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 8 marzo 2016 Stefano GALLO Stefano LO RUSSO Claudio LUBATTI Mariagrazia PELLERINO Giuliana Direzione TEDESCO Cultura, Educazione e Gioventù 2016 00925/069 Servizio Marketing, Promozione della Città e Turismo GP 0/B

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2014 06589/068 Area Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City GC 0/B CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 16 dicembre

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

"RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana

RoadTO2020: siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana "RoadTO2020": siglato l'accordo tra Bari e Torino per lo scambio di buone pratiche per la rigenerazione urbana È stato sottoscritto questa mattina un protocollo d intesa tra le città di Bari e Torino nell

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 31 marzo 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 31 marzo 2015 Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 01337/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Innovazione e Sviluppo Aree Pubbliche Sanità Amministrativa GC 4 CITTÀ DI TORINO

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 marzo 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 marzo 2015 Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 01168/130 Area Adolescenti, Giovani e Pari Opportunità Servizio Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GC 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 21 ottobre 2014

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 21 ottobre 2014 Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2014 04722/007 Area Adolescenti, Giovani e Pari Opportunità Servizio Orientamento, Adolescenti, Università e Inclusione GG 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2016 02251/019 Servizio Promozione della Sussidiarietà e della Salute, Famiglia GC 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Attività didattiche 2012-2013

Attività didattiche 2012-2013 Attività didattiche 2012-2013 VISITA TRADIZIONALE Lungo un percorso di 30 sale i ragazzi sono accompagnati a conoscere i fatti e i protagonisti che hanno portato all indipendenza e all unità d Italia.

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A

Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 00121/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Mercati MP 0/A CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 20 gennaio

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori

Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori Istituto F. Albert di Lanzo http://www.fedalbert.altervista.org info@istitutoalbert.it Notiziario dei Professori 19 OTTOBRE 2009 ANNO SCOLASTICO 2009-2010, NUMERO 3 Porta Chiusa, cortometraggio realizzato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA

PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA PROTOCOLLO D INTESA DIREZIONE GENERALE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA POTENZA DIREZIONE GENERALE AZIENDA OSPEDALIERA POTENZA AZIENDA SANITARIA UNITA SANITARIA LOCALE N. 4 DI MATERA COMUNE

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

Felice Età FINALITA :

Felice Età FINALITA : Felice Età L Organizzazione Mondiale della Sanità ha adottato il termine Invecchiamento Attivo, per esprimere un concetto d invecchiamento che ottimizza le possibilità di salute, partecipazione e sicurezza,

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI

PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Inserire il Logo del Comune PROTOCOLLO D INTESA PROGETTO CITTA SOSTENIBILI E AMICHE DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI Seconda annualità 2014/15 Premesso che i diritti dell Infanzia e dell Adolescenza sono

Dettagli

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 03615/030 Servizio Edifici Municipali CT CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 03615/030 Servizio Edifici Municipali CT CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2015 03615/030 Servizio Edifici Municipali CT 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 1 settembre 2015 Convocata la Giunta presieduta dal

Dettagli

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA

NOTA ANCAb SUL PIANO CASA NOTA ANCAb SUL PIANO CASA Il Piano Casa del Governo, istituito dall art. 11 della legge n 133 del 2008, rivolto all incremento del patrimonio immobiliare ad uso abitativo attraverso l offerta di abitazioni

Dettagli

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO

LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO LE TRASFORMAZIONI URBANISTICHE A TORINO La percezione del cambiamento della città negli ultimi vent anni IDENTITÀ GRAFICA: NOODLES Copertina: Ottobre 2015 Un progetto a cura di: Indagine realizzata da:

Dettagli

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio

XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero. Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio XXII Convention Mondiale delle Camere di Commercio Italiane all Estero Expo 2015, un opportunità e una sfida per le imprese e il Territorio Monza, 9 13 novembre 2013 ABSTRACT PREMESSA La crescita del nostro

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 05767/007 Direzione Servizi Educativi Servizio Orientamento e Formazione GG 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 26 novembre 2013 Convocata

Dettagli

L Agenzia CasaClima sensibilizza, informa e crea trasparenza per costruire in modo energeticamente efficiente e sostenibile.

L Agenzia CasaClima sensibilizza, informa e crea trasparenza per costruire in modo energeticamente efficiente e sostenibile. AGENZIA CASACLIMA L Agenzia CasaClima di Bolzano è un ente pubblico che si occupa della certificazione energetica e ambientale degli edifici, sia di nuova costruzione che risanati, e della formazione degli

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino

La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Brescia, 6 Ottobre 2008 COMUNICATO STAMPA La Filosofia dello Urban Center Una delegazione bresciana in viaggio a Torino Mercoledì 8 ottobre, una delegazione bresciana si recherà a Torino per incontrare

Dettagli

Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2

Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2 Direzione Centrale Ambiente, Sviluppo, Territorio e Lavoro 2012 04751/068 Servizio Fondi Europei, Innovazione e Sviluppo Economico CT 2 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 15 dicembre 2012

Dettagli

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR

Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra TOROC e MIUR COMUNICATO STAMPA 26/2003 Le Olimpiadi entrano nelle scuole Firmato il protocollo tra e MIUR (TORINO, 17 MARZO 2003) Valentino Castellani, presidente del e la senatrice Maria Grazia Siliquini, sottosegretario

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Direzione Servizi Amministrativi 2015 02814/010 Area Sport e Tempo Libero Marketing, Promozione e Progetti Speciali MP 4 CITTÀ DI TORINO

Direzione Servizi Amministrativi 2015 02814/010 Area Sport e Tempo Libero Marketing, Promozione e Progetti Speciali MP 4 CITTÀ DI TORINO Direzione Servizi Amministrativi 2015 02814/010 Area Sport e Tempo Libero Marketing, Promozione e Progetti Speciali MP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 30 giugno 2015 Convocata la

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015

OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 OPEN DAY LICEO 28 NOVEMBRE 2015 Presentazione degli indirizzi Dalle ore 9:30 alle ore 10:00 Presentazione Liceo Scienze Umane Dalle ore 10:00 alle ore 10.30 Presentazione Liceo Scienze Applicate Dalle

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 4 agosto 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 4 agosto 2015 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03471/019 Area Servizi Socio Sanitari, Outsourcing e Tutele Servizio Disabili GP 3 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Dettagli

Architettura Pianificazione Design

Architettura Pianificazione Design POLITECNICO DI TORINO 31 gennaio - 1 febbraio 2014 Castello del Valentino, Viale Mattioli 39, Torino ingresso libero Architettura Pianificazione Design Per riferimenti: tel. 011 090 6254 orienta@polito.it

Dettagli

World café con i professori

World café con i professori World café con i professori Il 29 aprile al pomeriggio, circa 40 docenti dell Istituto hanno partecipato all incontro loro riservato in questa prima fase di ascolto del percorso La scuola capovolta. L

Dettagli

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 196 del 7-12-2009 25631 LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31 Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione e alla formazione. La seguente legge:

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

Il risparmio energetico comincia da scuola

Il risparmio energetico comincia da scuola Il risparmio energetico comincia da scuola Progetto sperimentale promosso dalla Regione Piemonte sulla sensibilizzazione degli studenti al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale STEFANO PASQUINO

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

Fa La Cosa Giusta Fieramilanocity 30 marzo 1 aprile 2012 IL GRUPPO COOPERATIVO NAZIONALE CGM PER LA PRIMA VOLTA PARTNER DI FA LA COSA GIUSTA

Fa La Cosa Giusta Fieramilanocity 30 marzo 1 aprile 2012 IL GRUPPO COOPERATIVO NAZIONALE CGM PER LA PRIMA VOLTA PARTNER DI FA LA COSA GIUSTA Fa La Cosa Giusta Fieramilanocity 30 marzo 1 aprile 2012 IL GRUPPO COOPERATIVO NAZIONALE CGM PER LA PRIMA VOLTA PARTNER DI FA LA COSA GIUSTA CONSORZI E COOPERATIVE SOCIALI ESPORRANNO, IN UNO STAND DI 90MQ,

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2016 02591/130 Area Giovani e Pari Opportunità Pari Opportunità, Tempi e Orari della Città GG 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 31 maggio 2016

Dettagli

Piccolo Atlante della corruzione

Piccolo Atlante della corruzione Piccolo Atlante della corruzione Laboratorio d indagine sulla corruzione Progetto didattico per le Scuole Statali Secondarie di 2 grado Anno Accademico 2014/2015 Proposta di ampliamento su scala nazionale

Dettagli

A relazione dell'assessore Parigi: Premesso che:

A relazione dell'assessore Parigi: Premesso che: REGIONE PIEMONTE BU13 02/04/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 27-1124 Protocollo d'intesa fra la Regione Piemonte e la Citta' di Collegno per lo sviluppo di un centro di residenza,

Dettagli

Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Direzione Servizi Tecnici per l'edilizia Pubblica 2015 04842/031 Servizio Edilizia Scolastica GG 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 20 ottobre 2015 Convocata la Giunta presieduta dal

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base

progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra promuove il progetto per lo sviluppo culturale e sociale del territorio mediante la ricerca scientifica di base La Fondazione Cassa di Risparmio di Bra ha fra i

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 06716/069 Servizio Marketing, Promozione della Città e Turismo CT 5 CITTÀ DI TORINO

Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 06716/069 Servizio Marketing, Promozione della Città e Turismo CT 5 CITTÀ DI TORINO Direzione Cultura, Educazione e Gioventù 2015 06716/069 Servizio Marketing, Promozione della Città e Turismo CT 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 22 dicembre 2015 Convocata la Giunta

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE

PROTOCOLLO DI INTESA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE PROTOCOLLO DI INTESA TRA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E ENGINEERING INGEGNERIA INFORMATICA S.p.A.

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 30 giugno 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 30 giugno 2015 Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 02789/019 Servizio Prevenzione alle Fragilità Sociali e Sostegno agli Adulti in Difficoltà MP 4 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013. Social housing e qualità dell abitare

URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013. Social housing e qualità dell abitare URBANPROMO SOCIAL HOUSING 2013 Torino, 7 novembre 2013 Social housing e qualità dell abitare Innovazione, sperimentazione e retrofit energetico A Torino, il 7 novembre 2013, nell ambito di Urbanpromo Social

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a:

Con questo protocollo d intenti i soggetti firmatari si impegnano a: Protocollo di intesa tra la Regione Piemonte, la Città di Torino, l Università degli Studi di Torino, la Casa Circondariale Lorusso e Cutugno, l Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, l Ufficio Pio della

Dettagli

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE

REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Comune di Spilamberto REGOLAMENTO SPESE DI RAPPRESENTANZA CONCESSIONE PATROCINI ADESIONE A COMITATI D ONORE Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 45 del 28.05.2012, divenuta esecutiva ai

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Infrastrutture e Mobilità 2016 00416/119 Servizio Esercizio GP 0/C CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 9 febbraio 2016 Convocata la Giunta presieduta dal Vicesindaco Elide TISI,

Dettagli

Il fare impresa dei migranti in Italia

Il fare impresa dei migranti in Italia Il fare impresa dei migranti in Italia Natale Forlani direttore generale immigrazione ministero del Lavoro, Salute e Politiche Sociali L Italia è stata per quasi un secolo e mezzo un Paese a forte emigrazione.

Dettagli

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO

CENTRO SPORTIVO SCOLASTICO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO ANZIO III Via Machiavelli s.n.c. tel.06/9873212 - Fax 06/9873540 rmic8c700e@istruzione.it

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 29 settembre 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 29 settembre 2015 Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 04382/023 Area, Sviluppo, Fondi Europei, Innovazione e Smart City Servizio Politiche per il Lavoro ed Orientamento Professionale GP 5

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola

Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale. Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola COMUNE DI ROMA MIUR Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Direzione generale Progetto Attività Motoria e Sport nella Scuola Protocollo D Intesa 2002-2005 1 Visto l art.21 della Legge 15 Marzo 1997

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Il Futuro della nostra Città. Parlamento di Studenti

Il Futuro della nostra Città. Parlamento di Studenti Il Futuro della nostra Città Parlamento di Studenti Torino, 2-4 aprile 2014 Parlamento Europeo di Studenti»Il Futuro della nostra Città«Dal 2 al 4 aprile 2014 Torino ha ospitato il Parlamento degli Studenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE LORENZO BARTOLINI PERCORSI DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ Anno scolastico 2007/2008 L educazione alla legalità ha trovato spazio nella progettazione della scuola secondaria di

Dettagli

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria

Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria Affidi al servizio sociale, inserimenti in comunità, coinvolgimento autorità giudiziaria 2008 2009 2010 Decreti Affidi servizio sociale 172 210 195 Inserimenti in comunità 49 (+15 madri) 33 (+12 madri)

Dettagli

PIANO OFFERTA FORMATIVA

PIANO OFFERTA FORMATIVA PIANO OFFERTA FORMATIVA La scuola Falcone Borsellino appartiene all Istituto comprensivo Arbe Zara SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO FALCONE BORSELLINO scuola PRIMARIA S.T.Fabbri di viale Zara 96 ISTITUTO

Dettagli

VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO

VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO VDG Servizi Amministrativi 2013 04481/010 Direzione Sport e Tempo Libero Servizio Marketing Promozione Progetti Speciali FE 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 8 ottobre 2013 Convocata

Dettagli

Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans

Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans Comenius project: C. H. A. N. G. E. : Common habits among the new generation of Europeans Paesi partecipanti: ESTONIA ITALIA POLONIA SPAGNA SITO INTERNET: www.youthchange.eu Scuole partecipanti: ESTONIA:

Dettagli

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno

Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno Progetto di Mobilità Sostenibile per le Scuole Secondarie della Provincia di Livorno 1. Premessa ed obiettivi Nel mese di marzo 2007 con il Piano d Azione Una politica energetica per l Europa, l Unione

Dettagli

organizzato da sede espositiva

organizzato da sede espositiva organizzato da sede espositiva 3-5 novembre 2011 Torino Lingotto Fiere artistico e culturale Il primo market place i i per la valorizzazione e gestione del patrimonio Un salone non tradizionale, che crea

Dettagli

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI Progetto realizzato con il contributo di Regione Liguria Assessorato alla formazione, istruzione, scuola e università La nostra scuola, inoltre, deve formare cittadini italiani

Dettagli

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia

CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA. Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia CON-DIVIDERE PER MOLTIPLICARE FAMIGLIE E STILI DI VITA Forum Regionale delle Associazioni Familiari della Lombardia Obiettivi della serata Presentazione del contesto in cui si inserisce il percorso «Famiglie

Dettagli

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 novembre 2015

CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. 24 novembre 2015 Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo 2015 05895/016 Area Commercio e Attività Produttive Servizio Attività Economiche e di Servizio SUAP - Pianificazione Commerciale CT 5 CITTÀ

Dettagli

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015

Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria. 16 novembre 2015 Legge sulla crescita e gli investimenti Growth Act Liguria 16 novembre 2015 1 Vision La nuova maggioranza crede fermamente nello sviluppo sostenibile della propria economia e nella possibilità di portare

Dettagli

per una cultura dell integrazione

per una cultura dell integrazione la newsletter dell accoglienza per una cultura dell integrazione a Villafranca di Verona INAUGURAZIONE NUOVI SPAZI PARROCCHIALI DEDICATI ALLE ASSOCIAZIONI DI VILLAFRANCA 14 NOVEMBRE: conclusi i lavori

Dettagli

Il Kit del Turista per la valorizzazione dei beni culturali, lo sviluppo del turismo e dell impresa locale

Il Kit del Turista per la valorizzazione dei beni culturali, lo sviluppo del turismo e dell impresa locale Il Kit del Turista per la valorizzazione dei beni culturali, lo sviluppo del turismo e dell impresa locale Bruno Francesconi BancoPosta, Pm del progetto Poste Italiane (francesconb@posteitaliane.it) 27

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA tra

PROTOCOLLO DI INTESA tra PROTOCOLLO DI INTESA tra Comune di Bologna, con sede legale in Piazza Liber Paradisus n. 10, Bologna, nella persona di Virginio Merola in qualità di Sindaco della Città di Bologna; Asppi, con sede legale

Dettagli

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città.

Si apre un nuovo ciclo nella vita politico-amministrativa di Torino. Alle nostre spalle sta un periodo di trasformazioni della città. Desidero innanzitutto ringraziare il Presidente del Tribunale, dottor Luciano Panzani, la dottoressa Giovanna Dominici, Presidente dell Ufficio Centrale Elettorale e tutti i loro collaboratori per lo scrupolo

Dettagli

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani

LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento lavorativo, la disponibilità abitativa, lo sviluppo culturale, la partecipazione attiva dei giovani Consigliere provinciale MAURO MINNITI Via Perathoner, 10 39100 BOLZANO Tel. 0471-946209 www.minnitimauro.it info@minnitimauro.it DISEGNO DI LEGGE PROVINCIALE LEGGE GIOVANI: Provvedimenti per l inserimento

Dettagli

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti:

Progetti ad oggi finanziati Ad oggi, grazie al risparmio raccolto con Ethical Banking, è stato possibile finanziare i seguenti progetti: Premessa Ethical Banking è il nome che la Bcc di Filottrano ha dato ad una nuova proposta di finanza etica locale per un utilizzo solidale del credito e del risparmio. Cos è e come funziona Ethical Banking

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO

PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO PROTOCOLLO D INTESA TRA IL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI, IL MINISTERO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE E L ENTE NAZIONALE ITALIANO PER IL TURISMO Considerato che: - Il Ministero degli Affari Esteri ed il Ministero

Dettagli

COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia. Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013

COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia. Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013 COMUNE DI ROÉ VOLCIANO Provincia di Brescia REGOLAMENTO COMUNALE PER L EFFETTUAZIONE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Approvato con deliberazione n.4 del Consiglio Comunale del 30.01.2013 I N D I C E Art.

Dettagli

Torino: la grande trasformazione urbana e l opportunità Olimpica.

Torino: la grande trasformazione urbana e l opportunità Olimpica. Torino: la grande trasformazione urbana e l opportunità Olimpica. Una città che sta cambiando, un grande evento sportivo che non è un punto d arrivo, ma una tappa importante nel processo di trasformazione

Dettagli

Direzione Generale 2014 00301/064 Direzione Partecipazioni Comunali GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE.

Direzione Generale 2014 00301/064 Direzione Partecipazioni Comunali GG CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE. Direzione Generale 2014 00301/064 Direzione Partecipazioni Comunali GG 0 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 28 gennaio 2014 Convocata la Giunta presieduta dall Assessore Gianguido PASSONI

Dettagli