Settimanale della Diocesi di Senigallia - giovedì 2 giugno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settimanale della Diocesi di Senigallia - giovedì 2 giugno 2011-1"

Transcript

1 Icone di origine Greca Russa-Rumena ARTICOLI SACRI a Senigallia via Andrea Costa 31 tel n. 20 Icone di origine Greca Russa-Rumena ARTICOLI SACRI a Senigallia via Andrea Costa 31 tel Editoriale Settimanale della Diocesi di Senigallia - giovedì - 1 Poste Italiane spa - Spedizione in abbonamento postale - D.L. 353/2003 (conv. in L 27/02/2004 n 46) art. 1, comma 1, DCB Ancona - Taxe Perçue - Tassa riscossa ufficio PT di Senigallia - Mass media In questa domenica la Chiesa parla di comunicazione perché ha una Buona Notizia da comunicare a tutti e in tutto il mondo. Il Papa per questa 45a giornata ha parlato di Verità, annuncio e autenticità di vita nell era digitale. E la verità che cerchiamo di condividere non trae valore dalla sua popolarità o dalla quantità di attenzione che riceve. Una verità da far conoscere nella sua integrità, che deve diventare alimento quotidiano e non attrazione di un momento. Ecco perché dobbiamo valorizzare i nostri mezzi di comunicazione, anche quelli diocesani! Sono strumenti preziosi per trasmettere la verità del Vangelo incarnandola nel mondo reale e in rapporto ai volti concreti delle persone con cui condividiamo la vita quotidiana. Un invito a tutti, ma specialmente ai cristiani più impegnati nei settori della pastorale, nei gruppi, nel Sinodo diocesano... a leggere il nostro settimanale La Voce Misena o ad ascoltare la nostra Radio Duomo, diventandone protagonisti inviando notizie, riflessioni, comunicando quanto avviene nella propria parrocchia. Ne è un bell esempio in questa settimana la parrocchia di Casine e Pianello che fa sapere a tutti quanto sta vivendo. E vogliamo che questi mezzi diventino occasione di riflessione anche per tanti che stanno ai margini delle nostre comunità. Sapeste quante persone frequentano la nostra sala Gabbiano e quanto fanno riflettere tutti i nostri film e in particolare questi giorni un film come The tree of life che aiuta a mantenere vive le eterne domande dell uomo con il suo desiderio di trascendenza e la nostalgia di vita autentica, degna di essere vissuta. È proprio questa tensione spirituale che sta dietro alla nostra sete di verità e che ci spinge a continuare a lavorare in questi mezzi con integrità e onestà. Gesualdo Purziani All interno, quattro pagine dedicate alle parrocchie di Casine e Pianello di Ostra Cosa pubblica Festa della Repubblica italiana nel 150 dell Unità. Un mix perfetto a rischio della più scontata e polverosa retorica che ancora troppo spesso imbandiera le nostre strade. In questa occasione abbiamo pensato di cedere l onore della prima pagina ai ragazzi e le ragazze che stanno vivendo il loro anno di Servizio Civile nella nostra Caritas diocesana e alla Casa della Gioventù. L Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo che la esercita nella forme e nei limiti della costituzione. Ed è proprio la Costituzione che ripudia la guerra come strumento e mezzo di risoluzione delle controversie internazionali. Il servizio civile si inserisce proprio qui, promuovendo e credendo fortemente che la difesa non armata della patria sia l unica soluzione umanamente perseguibile per la risoluzione di ogni tipo di conflitto. E che, servire chi ha difficoltà o vive un disagio è un modo concreto per difendere la nostra Italia. Al servizio dell altro, al servizio degli ultimi: il Servizio Civile è una scelta coraggiosa, un anno Sinodo, seconda tappa Ci troviamo, quasi al termine di questo anno pastorale, a tirare le somme di tutto il tempo dedicato alla preghiera, all ascolto, agli incontri, alla stesura dei testi; ed è una gioia grande sperimentare come la nostra Chiesa di Senigallia sia viva e vivace!. Così scriveva qualche settimana fa il Vescovo Orlandoni ai sinodali invitandoli ai prossimi appuntamenti che porteranno la nostra chiesa a votare il documento sulla Chiesa comunione nelle prossime settimane. In questi ultimi giorni i sinodali sono stati impegnati in sette gruppi di lavoro per produrre ognuno un contributo che contribuirà al documento conclusivo di questo secondo anno di Sinodo. Il lavoro di crescita e di sacrifici, spendendosi totalmente per chi ha più bisogno, per servire un Paese, una Repubblica che ci richiede l adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà e per provare a costruire un Italia migliore, che nel 65 anniversario della sua costituzione dovrebbe sempre di più riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell uomo e perché il nostro Paese continui ad essere dimora accogliente per chi si trova in difficoltà. Nicola e Beatrice - Servizio civile Caritas Senigallia Forse non è immediato il collegamento tra il servizio civile e la festa della Repubblica, ma basta leggere il primo articolo della legge 64/2001, con la quale esso viene istiuito, e si capisce invece quanto esso sia intriso dei principi fondamentali della Costituzione che descrivono quali sono gli ideali a cui tende lo Stato. Infatti È istituito il servizio civile nazionale finalizzato a: favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale; promuovere la solidarietà e svolto dai sinodali nelle scorse settimane è stato veramente bello e consistente e i contributi arrivati articolati in sette parti come sette erano i gruppi necessitano ora una lettura calma e approfondita e testimoniano come il Sinodo lo si viva proprio in questi momenti. Ora la Segreteria del Sinodo sta facendo il lavoro di ricucitura dei testi eliminando le osservazioni contenute in più parti e dando una forma letteraria omogenea al documento così ottenuto. L assemblea sinodale al termine dell anno sulla comunione sarà come da programma il 6, 7 e, se serve 8 giugno dalle 19 alle presso l Auditorium Chiesa dei Cancelli. P.G. la cooperazione, a livello nazionale ed internazionale, con particolare riguardo alla tutela dei diritti sociali, ai servizi alla persona ed alla educazione alla pace fra i popoli; partecipare alla salvaguardia e tutela del patrimonio della Nazione, con particolare riguardo ai settori ambientale, anche sotto l aspetto dell agricoltura in zona di montagna, forestale, storico-artistico, culturale e della protezione civile; contribuire alla formazione civica, sociale, culturale e professionale dei giovani mediante attività svolte anche in enti ed amministrazioni operanti all estero, ma soprattutto concorrere, in alternativa al servizio militare obbligatorio, alla difesa della Patria con mezzi ed attività non militari mostrando un nuovo modo di servire il Paese in un periodo in cui, fortunatamente, non è necessario imbracciare armi per difendersi da nemici esterni, quanto piuttosto seminare, in tempo di pace, affinché la società progredisca in termini sociali, culturali e solidaristici. Andrea Servizio Civile presso il Centro Sociale Casa della Gioventù in questo numero Senigallia, sfida ambientale quotidiana pag. 4 Bicicletta etico - sportiva pag. 11

2 2 attualità I referendum saranno validi se volta il 50% più uno degli aventi diritto al voto La parola ai cittadini prossimi 12 e 13 giugno i cittadini italiani saranno chiamati ad esprimersi su quattro que- si vota contro, per semplificare, la possibilità che remunerazione del capitale investito. Votando sì I siti referendari; sono referendum di tipo abrogativo la cui efficacia o meno, in relazione ai sì e dell acqua, mentre se si vota no il cittadino ne il gestore possa trarre dei profitti dalla bolletta ai no, dipende dal raggiungimento o meno del dà il consenso. La disposizione che i referendari quorum, rappresentato dal 50% più uno degli vogliono abrogare, infatti, è quella che permette aventi diritto al voto. Se il cittadino è favorevole al gestore del servizio idrico di ottenere profitti per uno o più quesiti all abrogazione, allora voterà sì, altrimenti voterà no qualora sul 7% a remunerazione del capitale investito, senza garantiti sulla tariffa, caricando sulla bolletta un quesito preferisca che rimanga tutto inalterato, collegamento a reinvestimenti per il miglioramento del servizio. Abrogando questo comma si senza alcuna eliminazione parziale o totale della legge esistente. elimina lo strumento che ha aperto la strada ai privati nella gestione dei servizi idrici. Acqua 1. Il primo quesito riguarda l acqua pubblica e il referendum vuole cancellare un articolo di legge che stabilisce l affidamento del servizio idrico a società per azioni (spa) a capitale misto pubblico-privato oppure a capitale interamente pubblico. L abrogazione di questo articolo non consentirebbe né gare, né affidamenti di gestione a società di capitali, favorendo il percorso verso l obiettivo opposto: quello della gestione del servizio idrico attraverso enti di diritto pubblico con la partecipazione dei cittadini e delle comunità locali. Chi vuole cancellare la legge che affida la distribuzione dell acqua ai privati deve votare sì, chi è favorevole ad affidare il servizio idrico ai privati deve votare no. Acqua 2. Il secondo quesito riguarda sempre l acqua pubblica, e in particolare se le società che gestiscono il servizio idrico possano o non possano determinare le tariffe in base a un adeguata Impegni per il Paese Alcuni temi affrontanti nell assemblea generale dei vescovi italiani e riassunti in conferenza stampa dal cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana Europa, Lampedusa, pedofilia, unità nazionale. Sono alcuni dei temi affrontati il 27 maggio dal card. Angelo Bagnasco, presidente della Cei, alla fine della 63ª assemblea generale della Cei. Europa. L Europa non perda l appuntamento che le sta dando la storia con l emergenza umanitaria a Lampedusa, dove la situazione è dolorosa, ha detto il porporato, ribadendo che l Europa di fronte a questa situazione, che non è strettamente economica, finanziaria o burocratica, ma di tipo umanitario e valoriale, deve interrogare se stessa su chi vuole essere, se vuole essere l Europa delle unificazioni burocratiche, che sono anche necessarie, o delle procedure oppure se vuole essere l Europa come casa, come famiglia unica ma rispettosa delle diverse tradizioni e storie. Pedofilia. A proposito dei casi di pedofilia tra il clero, per il cardinale questi fatti evidenziano la necessità assoluta e imprescindibile da parte di ciascuno di custodire se stessi, con umiltà e concretezza. Perché vivere la fede è vivere un rapporto, un incontro non occasionale e passeggero, ma permanente e profondo con Dio. Il porporato ha anche illustrato ai giornalisti il percorso nazionale di attuazione delle indicazioni venute dalla Santa Sede dopo lo scandalo-pedofilia in diversi Paesi Mettere in regola un assistente è troppo oneroso per le famiglie Le badanti senza rete Sono circa un milione e 100 mila le badanti che lavorano in Italia. Di queste, Francia spende in questo settore non più sistema integrato - scrive Stoppini - la lavorano con un regolare contratto (sia a di 6 miliardi di euro l anno. Con un numero di badanti che è la metà del nostro. tempo pieno, sia a tempo parziale) circa 500 mila donne, secondo una stima di Tutte regolari, più formate, più integrate Andrea Stuppini, pubblicata sul portale La voce.info, relativa al Ce ne mente dipendenti da associazioni sociali. nei servizi e nella società, tendenzial- sono poi circa 400 mila (più di una su La sanatoria colf-badanti del settembre tre) che lavorano in condizioni di totale 2009 ha già esaurito i suoi effetti sul mercato del lavoro delle assistenti familiari. irregolarità: non hanno un contratto di lavoro e non hanno nemmeno un permesso di soggiorno. Un area che include centuale di badanti assunte con regolare Nei mesi successivi alla sanatoria, la per- generalmente le aree più disagiate tanto contratto di lavoro era passata dal 32% al dei datori di lavoro, tanto dei lavoratori, 46%. Oggi invece stiamo ritornando alla scrive Andrea Stuppini, rappresentante situazione precedente. Solo un assistente delle Regioni nel comitato tecnico nazionale sull immigrazione. tratto di lavoro, spiega Sergio Pasquinel- domiciliare su tre ha un regolare con- Infine, tra queste due categorie si colloca li dell Istituto per la ricerca sociale (Irs) una fascia intermedia, composta soprattutto da assistenti romene e polacche, o irregolari. Ma anche le donne assunte di Milano. Le altre sono senza contratto che risultano regolari in quanto cittadine regolarmente, spesso lavorano per un comunitarie (e quindi non possono essere espulse) ma che lavorano irregolar- E un film già visto, gli effetti delle sana- monte ore superiore a quello dichiarato. mente. E che si può stimare in torie si riassorbono nel giro di uno o due mila unità. anni, osserva Pasquinelli. Un sistema di welfare che costa alle famiglie italiane qualcosa come 12 miliardi di assistenti familiari è anche il costo dei A incidere sulla regolarizzazione delle euro all anno. Ben diversa la situazione contratti regolari di lavoro che, spesso, in Francia dove esiste un collegamento risultano essere troppo onerosi per le stabile tra le assistenti familiari e i servizi sul territorio, producendo una sorta fiscali aumenterebbero le assunzioni con famiglie. Se ci fossero più agevolazioni di badante collettiva. Grazie a questo contratti regolari. Nucleare. Il terzo quesito è sul nucleare; se l elettore vuole le centrali nucleari sul territorio italiano voterà no, altrimenti voterà sì se non vuole che l Italia torni al nucleare. Quella che i referendari vogliono abolire è una parte di un decreto legge ( Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, firmato il 25 giugno 2008 e convertito in legge con modificazioni il 6 agosto dello stesso anno) che permette la costruzione di nuove centrali atomiche in Italia. Con la recentissima approvazione da parte del Parlamento del c.d. decreto omnibus (legge di conversione n. 75/2011) spetta ora all Ufficio centrale della Cassazione per i referendum pronunciarsi per stabilire se le norme sullo stop al nucleare siano sufficienti o meno per dichiarare l annullamento del referendum in materia. Al riguardo, il provvedimento (articolo 5) abroga le disposizioni relative alla realizzazione di nuovi impianti nucleari. Lo scopo è quello di acquisire ulteriore evidenze scientifiche mediante il supporto dell Agenzia per la sicurezza nucleare sui profili relativi alla sicurezza, tenendo conto dello sviluppo tecnologico e delle decisioni assunte in ambito Ue. Entro 12 mesi dall entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto il Consiglio dei ministri, sentiti i dicasteri competenti e le Regioni e acquisito il parere del Parlamento, adotta la strategia energetica nazionale. Legittimo impedimento. Infine, il quarto quesito riguardante il cosiddetto legittimo impedimento del presidente del Consiglio dei ministri a comparire in udienza penale ; votando sì il cittadino chiede che il premier si presenti in ogni caso davanti al giudice, mentre con il no si mantiene l attuale status, ovvero il presidente del Consiglio, in caso d imputazione, può anche non presentarsi davanti al giudice se c è, appunto, un impedimento che lo giustifica. La norma sul legittimo impedimento è composta solo da due articoli, quindi il referendum in pratica ne chiede la cancellazione integrale. In origine la norma consentiva al premier e ai ministri di autocertificare il proprio impedimento a presentarsi in udienza: dopo una sentenza della Consulta, invece, l impedimento deve essere stabilito dal giudice (che tuttavia difficilmente può negarlo in caso d incontri internazionali, Consigli dei ministri ecc.). e delle linee-guida che le singole Conferenze episcopali nazionali dovranno stendere su questo argomento. Fincantieri. Il card. Bagnasco ha parlato pure della preoccupazione per la possibile chiusura della Fincantieri: Auspico e ho fiducia nella volontà e nella capacità di un apporto unitario e propositivo e guardo con fiducia all impresa e ai sindacati. So ha aggiunto il cardinale che c è un dialogo aperto e propositivo teso a individuare proposte e iniziative che possano salvaguardare l occupazione dei dipendenti che esprimono preoccupazione. ratteristiche di essere solida, organica ed approfondita attorno ai principi fondamentali della dottrina sociale cattolica. Unità nazionale. Non finiremo mai di ribadire che l unità nazionale è un valore imprescindibile, ha sostenuto, poi, il card. Bagnasco, per il quale l unità è una conquista irrinunciabile: guai a perdere questo senso. Non è solo un unità politica e gestionale, ma è qualcosa che nasce da un senso profondo di appartenenza a un unico popolo. Il prossimo convegno ecclesiale. Il cardinale ha annunciato che l anno 2015 costituirà una prima importante tappa: verrà infatti celebrato il convegno ecclesiale nazionale che avrà come tema L educazione cristiana e la città. Arrestato il presunto assassino, niente mandanti Giustizia per Anna In Cecenia è stato arrestato il presunto assassino di Anna Politkovskaya. Il suo nome è Rustam Makhmoudov. La notizia è stata resa nota dall avvocato del fratello di Makhmoudov e suo presunto complice. La giornalista russa, nota in tutto il mondo per le sue posizioni critiche verso Putin e il Cremlino, venne assassinata a Mosca il 7 ottobre Il presunto killer è stato fermato a casa dei suoi genitori in Cecenia, nel distretto di Achki-Martan, senza opporre resistenza, e sarà trasferito a Mosca. Finora gli inquirenti avevano sostenuto che Rustam Makhnudov si trovava in Europa. L avvocato Anna Stavitskaya, legale dei figli della Politkovskaya, ha detto che il caso non può considerarsi chiuso e l arresto di Makhmoudov non permette di parlare di crimine risolto. «Abbiamo ripetutamente detto che il reato sarà risolto quando saranno trovati e puniti coloro che hanno commissionato l omicidio. Vorrei vedere alla sbarra chi ha ordinato l uccisione di Anna». «Sono contento dell arresto perché Makhmoudov è una figura chiave nelle indagini. Ora il suo fermo può dare nuovo impulso alla prosecuzione dell inchiesta», è stato il commento di Ilia, uno dei figli della giornalista russa assassinata. Asteriski * IL PAPA: Dio assente? Si tenta di marginalizzare Dio dalla vita pubblica persino in Paesi di antica tradizione cristiana. La Chiesa ha bisogno oggi di un rinnovato vigore per convincere l uomo contemporaneo, spesso distratto e insensibile, e per avere spazio in società immerse in una generalizzata indifferenza nei confronti della stessa fede. * ELEZIONI: il + forte. Berlusconi ammette la sconfitta. L opposizione urla: Governo a casa. Ma centro destra e centro sinistra dovrebbero battersi il petto perché il partito più forte è quello dell astensione. Alla chiusura definitiva dei seggi, per le comunali, ha votato il 60,08% degli aventi diritto contro il 68,58% di due settimane fa. Il calo è ancora più consistente nella competizione per l elezione dei sei Presidenti di Provincia: ha votato il 45,26% degli aventi diritto contro il 61,26% di quindici giorni fa, con un calo di 16 punti percentuali rispetto al primo turno. A Napoli c è stato un vero e proprio tonfo: ha votato il 50,57% dei cittadini contro il 60,32% della volta precedente. * SENIGALLIA: TAC. Il Consiglio grande sulla Sanità, nella conferenza-stampa di sabato 28 maggio, ha comunicato che di fronte al taglio di 7 posti letto su 300, sono previste 50 assunzioni nel 2011, un piano investimenti, TAC per il pronto soccorso, un ambulanza, tecnologie, riqualificazioni in corso, nuovo Cup, pronto intervento ictus, acquisto palazzina nell ospedale. * ARCEVIA: premio Mannucci. Inaugurata la XVIII edizione del premio Edgardo Mannucci per la scultura, grazie alla collaborazione tra Istituzioni pubbliche e privati (Rotary Club Altavallesina, Grotte Frasassi), come ha detto il Sindaco A.Bomprezzi la mostra di scultura, presso il centro culturale San Francesco, rimarrà aperta fino al 31 luglio, con opere delle Accademie di Belle Arti di Macerata, Urbino, Tirana e Lecce. * CHIARAVALLE: l arco Tiro con l arco è la proposta dell ASD Arcieri Selva Castagnola di Chiaravalle che organizza nel mese di giugno, tutti i sabati, dalle 15 alle 17, un corso gratuito di tiro con l arco. Il corso è aperto a tutti a partire dagli 8 anni in poi. Le lezioni si terranno presso il campo di tiro con l arco che si trova poco prima del ponte sul fiume Esino alle porte di Chiaravalle, all interno di uno splendido parco. Ci sarà per chi vuole un corso avanzato nel mese di luglio con la gara conclusiva. * CORINALDO: per Angelucci. Intitolata al maresciallo capo Andrea Angelucci ucciso da un pregiudicato ad un posto di blocco la Caserma di Corinaldo, sabato 28 maggio. Giuseppe Cionchi

3 Eventi A Senigallia un convegno sul volontariato oggi Il bene che fa bene Il Pil (Prodotto interno lordo) non è un indicatore sufficiente a valutare il benessere di un paese e la stessa crisi economica ne ha evidenziato i limiti. Per misurare realmente il benessere di un territorio occorre includere altri indicatori - sostenibilità ambientale, capitale sociale, pari opportunità, diritti di cittadinanza - tanto che ormai da tempo si parla di Bil (Benessere interno lordo). In questo scenario, anche la presenza del volontariato, che pure non è misurato dal Pil, dà un importante contributo sociale, culturale e anche economico indiretto. E questo, in sintesi, il principale messaggio emerso dal convegno Volontariato, imprese ed istituzioni: quale contributo al benessere del territorio? promosso dal Centro servizi volontariato delle Marche, che giovedì scorso, alla Rotonda di Senigallia ha visto confrontarsi mondo non profit, enti locali e imprenditori. Ancor di più in questa fase ha dichiarato il presidente del Csv Marche Enrico Marcolini, aprendo i lavori occorre che Terzo settore, imprese ed enti uniscano le loro forze per creare le condizioni culturali del cambiamento. Se le Marche si distinguono per il viver bene lo si deve anche al volontariato, che contribuisce al bene comune non tanto e non solo dal punto di vista economico, ma prioritariamente da quello del capitale sociale generato. Secondo il Pil, le Marche sono all undicesimo posto in Italia ha spiegato Giulio Marcon, portavoce della campagna Sbilanciamoci! ma per il nostro indice Quars, elaborato per misurare la qualità dello sviluppo delle regioni italiane, salgono al settimo. Oltre il Pil, che da solo non rappresenta il benessere, servono altri indicatori di qualità sociale e ambientale per orientare politiche e risorse pubbliche. Fa bene dunque il volontariato a mettere in luce il proprio valore di attività gratuita, ma che produce comunque ricchezza. Il volontariato marchigiano continua infatti a coinvolgere un numero crescente di persone. Le associazioni sono oltre 1500, i volontari oltre , e con un rapporto di 26 unità ogni 1000 abitanti le Marche risultano una delle regioni con la più alta vocazione al volontariato. I volontari sono per lo più continuativi e in media dedicano a quest attività 4,3 ore di tempo ogni settimana. Da qui si può affermare che tutte le organizzazioni di volontariato marchigiane muovono un impegno mensile dei volontari, che equivale a quello di circa 2700 lavoratori dipendenti a tempo pieno, con un risparmio annuale stimato in 69,5 milioni di euro. Questi e altri dati sono stati illustrati, nel corso del convegno, dal direttore del Csv Marche Alessandro Fedeli e da Maria Elena Tartari del Sistema informativo statistico regionale. Con l occasione infatti, è stato presentato il volume Quanto conta il volontariato nelle Marche? I numeri, le caratteristiche ed il valore del volontariato marchigiano, che presenta i risultati, aggiornati al gennaio 2009, dell ultimo Censimento delle organizzazioni di volontariato marchigiane, esplorando anche la possibilità di una misurazione del valore sociale ed economico del volontariato, ed è il frutto di una collaborazione tra Regione Marche Ufficio Statistica e Osservatorio Regionale Politiche Sociali, Csv Marche e Università di Urbino Dipartimento di Economia, Società e Politica. Sul ruolo che impresa, ente pubblico e volontariato possono svolgere per lo sviluppo della comunità si sono confrontati in una tavola rotonda, Enrico Bracalente, amministratore unico di Nero Giardini SpA, Paolo Petrini, vice presidente Regione Marche, Luigino Quarchioni, qui in qualità di vicepresidente Avm (Associazione volontariato Marche), Benedetta Polini, docente all Università di Urbino e Pina De Angelis, responsabile formazione del Csv Marche. Il successo della mia azienda ha detto Bracalente, raccontando l ascesa del marchio Nero Giardini a livello nazionale e internazionale - lo devo ai miei collaboratori tutti, grazie a loro siamo arrivati dove siamo, nonostante la crisi. Un lavoratore che si sente realizzato produce qualità e l imprenditore deve saper coinvolgere e gratificare la forza lavoro, perché dovunque, dietro qualsiasi progetto, la differenza la fa il capitale umano. Credo ha aggiunto che gli imprenditori debbano dare risposte al territorio in cui operano. Ecco perché abbiamo scelto di non delocalizzare, ma piuttosto di reinvestire nel nostro territorio: una scelta che alla lunga si è rivelata vincente. Occorre ripensare un modello partecipativo ha spiegato Petrini - deve aumentare la capacità di governo nell allocare risorse che sono più scarse, c è bisogno di un municipalismo virtuoso, di valorizzare le risorse locali e di dare corso a un autentica sussidiarietà. Del valore dell associazionismo come palestra per allenare le persone alla cittadinanza attiva ha parlato invece Quarchioni. Più la società va verso l individualismo, più l associazionismo rappresenta una risposta al bisogno di essere un noi e non solo un io. a cura di Monica Cerioni Nasce la sezione marchigiana dell associazione Antigone Dignità e carcere Anche le Marche ora hanno l associazione Antigone, l onlus in difesa dei diritti e delle garanzie nel sistema penale. A Roma il 21 maggio scorso, l assemblea nazionale dell associazione, ha battezzato la nascita del gruppo marchigiano, che fin da subito ha stabilito la propria agenda con l organizzazione della prima assemblea regionale generale, prevista per giugno. La sede operativa dell associazione marchigiana è a Jesi, in via Pergolesi 8. I soci fondatori hanno designato come presidente Samuele Animali, già difensore civico regionale e garante dei diritti dei detenuti. Nelle prossime settimane verrà convocata l assemblea generale dei soci per puntualizzare il programma di lavoro. Nata nel 1991, Antigone rappresenta da sempre una coscienza critica rispetto alle politiche della giustizia in Italia, con particolare riguardo alla questione delle condizioni delle persone detenute (http://www. associazioneantigone.it/). Nelle Marche, l associazione si affianca a quanti già si occupano di questi temi, per approfondire il dibattito e promuovere iniziative a garanzia dei beni primari tutelati dalla Costituzione: vita, libertà, salute delle persone, dentro e fuori dal carcere. La Regione conta in totale 8 istituti penali che, pur nelle differenze da istituto a istituto, presentano un tasso di affollamento superiore alla media nazionale, con risorse insufficienti per garantire il personale, i servizi, la possibilità di accedere alla formazione e al lavoro. Ciò significa anche problemi nel garantire prestazioni sanitarie equivalenti a quelle assicurate all esterno e diversi decessi. Si tratta di situazioni già ampiamente denunciate che probabilmente non possono risolversi soltanto con l impegno garantito dagli operatori e dal personale di polizia penitenziaria commenta l associazione -. Occorrerebbero, invece, misure di carattere organizzativo e normativo precedute da un cambiamento di prospettiva sul piano culturale, che può essere promosso anche da Antigone. Dallo stato delle carceri si vede quanto un paese è civile. Per contatti e informazioni: Sito internet: Giulia Torbidoni Intesa tra Regione e Ufficio scolastico Scuola e salute La Regione Marche e l Ufficio Scolastico Regionale per le Marche hanno sottoscritto un protocollo d intesa in tema di educazione alla salute e della promozione di stili di vita sani in ambito scolastico. A sottoscrivere il Protocollo il presidente della Regione Gian Mario Spacca e il direttore generale dell USR Michele Calascibetta, alla presenza degli assessori alla Sanità Almerino Mezzolani e all Istruzione Marco Luchetti. L accordo si pone nell ambito di un percorso complessivo di condivisione di finalità e metodologie, rafforzata dalla partecipazione congiunta a progetti di respiro nazionali tra cui Scuola e Salute e Guadagnare Salute in Adolescenza. I dati evidenziano questa necessità - ha detto il presidente Spacca - : uno studio dell Istituto di statistica sanitaria testimonia come i nostri ragazzi, proprio per il loro stile comportamentale, rischiano di avere un aspettativa di vita inferiore rispetto ai loro genitori. Una regione come le Marche che vanta la speranza di vita tra le più alte al mondo, non può non intervenire con strumenti adeguati di fronte a una simile prospettiva L obiettivo è la definizione e l attivazione di progetti a carattere regionale, provinciale o locale capaci di contribuire a costruire, nel processo di apprendimento, competenze per la vita ( life skills ) trasversali, essenziali per la maturazione armonica delle competenze di cittadinanza attiva degli studenti, con il fine di sviluppare in essi la capacità di avere cura di se stessi e della loro salute in maniera autonoma. Per questo l intesa prevede, attraverso le consulte provinciali e le associazioni dei genitori, il coinvolgimento diretto e attivo degli stessi studenti e delle famiglie nella progettazione dei programmi d intervento, che riguarderanno i temi dell alimentazione, dell attivita` motoria, della prevenzione dell uso di tabacco, alcol e droghe, del rapporto tra alcol e guida sicura, della sessualità e prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, del benessere psicofisico e dell educazione all igiene orale. Per dare concreta attuazione a quanto previsto dall accordo, sarà costituito un comitato in cui, nel pieno rispetto della trasversalità che caratterizza le azioni di promozione della salute, saranno rappresentati i Servizi della Giunta Regionale individuati quali portatori d interesse principali ai fini di collaborazioni operative, e della Direzione Scolastica Regionale. Il Comitato si avvarrà quindi della preziosa collaborazione degli operatori delle Aziende Sanitarie del SSR e quindi, ai fini della programmazione integrata degli interventi e in base alle azioni previste, potrà coinvolgere gli altri soggetti che operano sul territorio quali Anci, Upi, Ambiti Territoriali, rappresentanze degli studenti e dei genitori.. Un progetto per ridurre emissioni CO 2 Aria più pulita Promosso dalla Svim e approvato dall Agenzia europea per la competitività e l innovazione nel settore energetico, prende il via nelle Marche il progetto City Sec, nell ambito del progetto Ue Energie intelligenti per l Europa. I Comuni che aderiscono al Protocollo, entro il 2020 dovranno superare l obiettivo del 20% di riduzione delle emissioni di CO2 attraverso azioni concrete e misurabili per la riduzione di emissioni inquinanti e per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il progetto City Sec coinvolge partner di sei Paesi europei. Il patto dei sindaci è stato firmato dai primi cittadini di Ancona, Fabriano, Jesi, Senigallia, Osimo, Pesaro, Urbino, Fano, Macerata, Civitanova Marche, Fermo, Ascoli e San Benedetto. Secondo l assessore regionale Sandro Donati, il protocollo firmato da Regione, Comuni e Università Politecnica delle Marche rientra nell impegno a favore della green economy. Inoltre, attraverso la Svim, anche in tempi di preoccupanti tagli alle risorse, possiamo accedere a nuovi finanziamenti europei. I Comuni aderenti formeranno una Sec (Sustainable energy community), una comunità per l energia sostenibile. La sfida ha detto il presidente della Community appena formata dal City Sec, lo jesino Daniele Olivi accompagnato in Regione anche dal suo vice, l assessore pesarese Giancarlo Parasecoli - è trasformare lo sviluppo sostenibile in uno sviluppo durevole. Il protocollo verrà esteso presto ad altri Comuni e Province. C.A. 3 enti locali Block Notes Randagi È in costante diminuzione il numero dei cani ospitati nelle strutture comunali della provincia di Ancona. È quanto emerge dal rapporto annuale sul randagismo presentato dall Assessorato provinciale agli Animali d affezione, che ha monitorato la situazione nei dieci canili del territorio, di cui tre pubblici e sette privati. Nel 2010 gli animali ospitati nei canili sono stati 855, contro i 1033 del 2008 e i 935 del Oltre ai cani che hanno trovato un nuovo padrone, a beneficiarne sono state le casse comunali con una spesa annua di gestione andata progressivamente diminuendo e passata dal milione di euro del 2008 agli 820 mila euro del Positivo anche il dato delle adozioni, largamente sopra le duecento unità (251 nel 2009 e 218 nel 2010 per una media inalterata di circa il 26%). A ciò contribuisce una accresciuta sensibilità sull argomento maturata dai nostri concittadini, ma anche le sovvenzioni per cibo e prestazioni veterinarie che molti comuni accordano a chi prende in un affido un cane. A offrire questo contributo sono le amministrazioni di Ancona, Agugliano, Arcevia, Barbara, Camerano, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Osimo, Cupramontana, Jesi, Ostra, Ostra Vetere, Ripe e Senigallia. Importante è anche il ruolo svolto da progetti varati dalla Provincia di Ancona come il portale Fidomicio (www.fidomicio. provincia.ancona.it ), che riceve oltre 30mila contatti mensili, lo Sportello telefonico per i Diritti degli animali (331/ ), a cui da oggi si aggiunge un nuovo strumento di comunicazione e di incentivazione delle adozioni: il blog Fidomicio, collocato all interno dell omonimo sito. Sono dati che ci confortano del lavoro svolto - afferma l assessore all Ambiente Marcello Mariani - e che ci indicano la strada su cui proseguire affinché crescano sempre più le adozioni e diminuiscano gli abbandoni. Da questo punto di vista è necessario insistere sull opera di sensibilizzazione della cittadinanza contro gli abusi sugli animali, ma importante è anche la costruzione di canali di comunicazione che permettano una capillare circolazione delle informazioni utili a coloro che intendono adottare un cane o un gatto. Fare la scelta giusta quando si decide di accogliere in casa un amico a quattro zampe ed evitare di farsi guidare da fattori meramente istintivi o emotivi è fondamentale affinché un adozione non si trasformi in un nuovo abbandono.

4 4 Senigallia Confartigianato sulle politiche commerciali Troppi supermercati 2,2 residenti per mq di superficie di vendita. In base ad una elaborazione di Confartigianato emerge che corrisponde a mq la superficie di vendita delle grandi strutture commerciali (superficie di vendita superiore a mq), delle medio-grandi strutture (superficie di vendita compresa tra e mq) e dei centri commerciali rilevata nei comuni di Barbara, Castel Colonna, Castelleone di Suasa, Corinaldo, Monterado, Ostra, Ostra Vetere, Ripe e Senigallia. Troppi. Una offerta commerciale sproporzionata se posta a confronto con il bacino di utenza. Nei comuni considerati secondo gli ultimi dati pubblicati da Istat risiedono complessivamente abitanti. Si calcolano quindi 2,2 residenti per mq di superficie di vendita di medio e grandi strutture commerciali. E evidente che tali esercizi commerciali si rivolgono a un mercato potenziale geograficamente più vasto rispetto ai comuni di localizzazione e a quelli limitrofi. Quella che si verifica è una sovrapposizione dell offerta delle medio grandi e grandi superfici di vendita. Per questo Confartigianato torna a esprimere, oltre alla necessità di una riflessione sull utilità o meno di nuovi megastore, anche la propria contrarietà al progetto dell outlet di Marotta, in quanto ritiene che una ulteriore installazione sia inutile e comporterebbe solo danno alla microimprenditorialità locale. Impossibile per il commercio al dettaglio e per gli artigiani reggere il confronto competitivo con questi grandi gruppi. Con riferimento alla popolazione residente va peraltro osservato che le grandi strutture di vendita, localizzate in aree extraurbane e connotate dalla presenza di reparti vendita a libero servizio (self-service), appaiono poco rispondenti alle esigenze di una fascia di popolazione che negli ultimi anni risulta in crescita significativa, quella degli utenti anziani. Questo target si caratterizza infatti per la minore mobilità e per la maggiore difficoltà di acquisto. I residenti di età superiore ai 65 anni rappresentano quasi un quarto dell intera popolazione dei Comuni considerati (stesso rapporto si rileva per l intera provincia di Ancona), e il loro peso è destinato a crescere. Le città hanno perso una precisa identità. Da nord a sud in ogni luogo troviamo gli stessi negozi. In questi centri globalizzati e artificiali la maggior parte degli esercizi appartiene a catene nazionali o internazionali che portano fuori i guadagni. Le piccole attività -precisa il presidente di Confartigianato Senigallia Marco Bazzucchi - hanno subìto traumi irreversibili e Comuni come Senigallia e il suo hinterland hanno bisogno più delle botteghe di paese che non di megastore per rendere vivibile il centro storico soprattutto ad anziani e bambini Paola Mengarelli La città ha bisogno di una politica ambientale Meno immagine! Domenica 22 maggio si è celebrata in tutta Italia la Giornata delle Oasi del W.W.F., cento ambienti naturali protetti sono stata aperti gratuitamente al pubblico e sono stati visitati da una moltitudine di visitatori. Nella nostra città, diversi soci e cittadini ci hanno chiesto perché da noi non veniva aperta l Oasi di San Gaudenzio e fosse così possibile visitarla. Abbiamo dovuto spiegare, ancora una volta, e non senza difficoltà, come S. Gaudenzio sia solo un oasi virtuale, esistente solo sulla carta, un ambiente naturale al momento assolutamente non fruibile. Purtroppo su questo sito la proprietà ha ben altri progetti che valorizzarne le sue peculiarità naturalistiche e l indifferenza della Amministrazione Comunale in merito è, negli ultimi tempi, palese. Gli impegni e le promesse emersi in convegni ed incontri non hanno avuto seguito. Ci chiediamo anche che fine abbia fatto il progetto di rilancio del C.E.A. (Centro di Educazione Ambientale), o Centro di Esperienza come dovrebbe chiamarsi ora, di cui oramai non si parla più da circa due anni. Eppure i Centri di Educazione Ambientale sono realtà vive ed importanti in grandi località, come in piccoli comuni. Un esempio ci viene dalla vicina Fano, dove il CEA di Casa Archilei costituisce sempre più un importante punto di riferimento, che ha registrato l anno scorso oltre visite, limitatamente alle prenotazioni di gruppi e scolaresche, senza contare le visite singole, sempre frequenti. Questo ci fa riflettere sulla mancanza di una reale politica ambientale della nuova Amministrazione Comunale di Senigallia, basata su fatti concreti e volta a valorizzare le specificità del nostro territorio. Ci si limita troppo spesso alle azioni di facciata, di immagine, quasi sempre basate sulla partecipazione a classifiche e chermesse promosse soprattutto da Legambiente, a volte solo propagandistiche, altre volte molto discutibili (come ci ha insegnato anche la nostra diretta partecipazione, in passato, a simili esperienze). Quello che auspichiamo per il futuro sono meno iniziative di pura immagine e mass mediatiche, ma più azioni concrete volte ad incidere sulla realtà locale. Gruppo Società e Ambiente Nel mese di luglio alla San Vincenzo Centro estivo bambini Avete fatto l iscrizione? Il Centro Estivo San Vincenzo riaprirà i battenti per vivere insieme un esperienza davvero singolare. Dal 4 luglio, per tutto il mese ci ritroveremo negli spazi della scuola per trascorrere in allegria e compagnia le calde giornate estive. Insieme organizzeremo divertenti attività ricreative, giochi d acqua in grandi piscine gonfiabili e rilassanti uscite sul territorio per degustare insieme ottime merende! Il centro estivo vi accoglie tutti, bambini che hanno frequentato la nostra scuola materna, quelli provenienti da altre scuole dell infanzia sino ai più grandi che hanno terminato il primo ciclo della scuola elementare. E possibile avere informazioni presso la scuola San Vincenzo, via Cavallotti n 12 oppure telefonate al n Ci troverete dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16. Catia Ferri notizie della settimana Succede a Senigallia * Primo ciclomotore sequestrato nella Ztl. A farne le spese una senigalliese del 1961, multata per aver transitato in scooter in via Fratelli Bandiera senza essere munita dell apposito permesso per circolare nella zona a traffico limitato. Il divieto infatti riguarda tutti i veicoli a motore. La signora, incappata nel controllo della polizia municipale, è risultata sprovvista del patentino, indispensabile anche per gli adulti che guidano un ciclomotore senza essere in possesso della patente di guida. * Rimossa l edicola di piazza Roma, ricollocata lungo il corso 2 giugno. La nuova postazione, lato Portici Ercolani, sarà quella definitiva per la rivendita di giornali che da oltre mezzo secolo si trovava nella piazza. Il piano chioschi prevede il trasloco di cinque strutture, tra cui tre edicole. L edicola di piazza Roma è stata rimossa e lo stesso accadrà per quella del lungofiume - dice il sindaco Mangialardi - e al loro posto rimarrà solo quella in prossimità dei Portici. * Il dirigente comunale Rodolfo Ratiglia lascia il testimone a Laura Filonzi. Da direttore del Cir33 a dirigente del personale del Comune, cui spetterà la settimana prossima incontrare la Rsu per l aggiornamento della delegazione trattante. Ratiglia per diversi anni ha ricoperto l incarico di direttore generale, finchè la figura di city manager è stata - finalmente - abolita. * Sabato 28 maggio presso il Teatro La Fenice, le classi terze e quarte della scuola primaria di Cesanella hanno preso parte, come coro di voci bianche, allo spettacolo La forza di Valviva, operina musicata dal M Roberta Silvestrini con testo di Roberto Piumini. E stata una splendida esecuzione nella quale tutti i bambini si sono esibiti con grande emozione e bravura davanti ad un pubblico piacevolmente coinvolto nello spettacolo che tratta di attuali problematiche legate alle energie rinnovabili. * Il nuovo porto di Senigallia dedicato ai Della Rovere. Il sindaco Maurizio Mangialardi e la sua giunta hanno deciso anche per la sua intitolazione. Si chiamerà Porto Della Rovere, in omaggio alla città che fu governata ininterrottamente dalla signoria dei Della Rovere dal 1474 al Più di 150 durante i quali la nobile casata gettò le basi per la rinascita prima e dello sviluppo cittadino poi, dotando Senigallia di Statuti e Catasti. a denti stretti Domande Il coordinatore comunale del Pdl, con rara chiarezza, commenta l esito dell ultimo voto amministrativo: Abbiamo preferito gettare fango e redigere dossier sui nostri antagonisti, anziché confrontarci sui temi e comprendere il disagio di alcuni amici che già nei mesi scorsi sollevavano dubbi e critiche e che invece sono stati liquidati come congiurati e traditori. Credo che l Italia avrebbe continuato a preferire o se non altro a tollerare, a parte tutto, il PDL se fossero state date in cambio risposte certe alla popolazione sui problemi veri. Mi chiedo se queste risposte siano state date. Mi chiedo se il mondo delle piccole attività produttive e commerciali, base fondamentale della forza elettorale del centro destra, schiacciato dalla crisi, dai debiti e dalle tasse abbia trovato queste risposte ed un aiuto dall azione del Governo. Mi chiedo se siano state date risposte al senso di paura e di malessere che regna in alcune città e se sull immigrazione e sulla sicurezza sia stato fatto qualcosa che meriti menzione. (...) Sinceramente non riesco a trovare, pur sforzandomi, risposte soddisfacenti a questi miei quesiti, così come non riesco a trovare soluzioni dietro l angolo (...)Tali considerazioni le lascio ai commentatori, ai giornalisti ed ai scienziati della politica. (...) Se queste non arriveranno, anche il mio impegno come coordinatore comunale del Pdl non avrà più ragion d essere e sarà giusto ed inevitabile che gli elettori continuino a punirci Qualche riflessione e domanda in più non guasterebbe, ogni tanto, anche dall altra parte, a sinistra. a cura di Giuseppe Nicoli Dill al monc in piazza Ragazzi, volontari spazzini del mare Spiagge più pulite Pulizie straordinarie in vista dell estate si sono tenute venerdì 27 maggio, sull arenile di Senigallia. Ha fatto tappa anche nella nostra città infatti Spiagge e fondali puliti, la storica campagna di Legambiente per la tutela delle spiagge e delle coste italiane. L iniziativa rientra nell ambito del progetto Classi per l ambiente - Senigallia, ideato per la sensibilizzazione e diffusione delle buone pratiche ambientali, realizzato con il contributo di Comune di Senigallia, Ipersimply, Legambiente Marche, Istituto Alberghiero Panzini e Cir33, e con il patrocinio della Regione Marche e Provincia di Ancona. Gli organizzatori ringraziano inoltre l Enel per la collaborazione nella realizzazione dell iniziativa. Alla mattinata di volontariato ambientale hanno preso parte circa 100 alunni di alcune scuole superiori, a cui è stata preparata una golosa merenda dai colleghi studenti dell Istituto Alberghiero Panzini. Gli studenti, oltre a raccogliere i rifiuti abbandonati, hanno partecipato a una divertente rivisitazione del gioco della bandiera, organizzata dai volontari di Legambiente con l obiettivo di differenziare correttamente il bottino della pulizia. In regalo, un gadget amico dell ambiente. SENIGALLIA E SEMPRE PIU SPORCA! Lungo via R.Sanzio, fra il semaforo e Villa Torlonia, senz altro la più trafficata della città da residenti, da non residenti e da turisti, stanno da tanto tempo in brutta mostra un materasso ed altri rifiuti. Per coloro che hanno la necessità di liberarsi con urgenza di un suppellettile, l Ufficio della nettezza urbana per il ritiro degli oggetti ingombranti, quando non può provvedere a portarli via al più presto, dovrebbe farli depositare lungo una stradina di campagna, dove non passa mai nessuno (foto Rino Girolimetti). Senigallia, dal 9 all 11 giugno, diventerà la capitale del pattinaggio, specialità corsa su pista. Con la nuova pista di pattinaggio, realizzata nel parco delle Saline, un impianto all avanguardia a livello internazionale, si vuole però anche ospitare il Centro Federale di pattinaggio per unire così sport e turismo. L organizzatore dell evento, con il supporto del Comune, della Provincia, della Regione e del Coni, oltre che con il patrocinio della Federazione, è il Team Roller Senigallia che con i suoi giovani atleti ha vinto titoli e medaglie a livello nazionale. L impianto realizzato, per le sue caratteristiche, è quasi unico in tutto il mondo. L 8 giugno ci sarà l inaugurazione che porterà nella nostra circa un migliaio di atleti e accompagnatori.

5 5 Senigallia

6 6 chiesa in agenda LA SETTIMANA DEL VESCOVO Appunti di vita ecclesiale Giovedì 2 giugno Ore 21.00: Segreteria del Sinodo diocesano Venerdì 3 giugno Ore 15.30: Incontro con cresimandi a Pongelli Sabato 4 giugno Ore 18.00: Ordinazione di fra Danilo Marinelli a Ripe Domenica 5 giugno Ore 9.15: S.Cresima a Marina Ore 11.15: S.Cresima a Ostra Vetere Ore 18.00: S.Cresima degli adulti in Cattedrale Lunedì 6 giugno Ore 19.00: Assemblea generale del Sinodo diocesano Martedì 7 giugno Ore 19.00: Assemblea generale del Sinodo diocesano Mercoledì 8 giugno Ore 11.00: S.Messa a S.Medardo di Arcevia Ore 19.00: Assemblea generale del Sinodo diocesano Giovedì 9 giugno Ore 9.45: Incontro con sacerdoti giovani a Ripe Venerdì 10 giugno Ore 15.30: Incontro con cresimandi di Brugnetto Sabato 11 giugno Ore 18.00: S.Cresima a Monte San Vito Ore 21.00: Veglia di Pentecoste in Cattedrale Domenica di Pentecoste 12 giugno Ore 9.30: S.Cresima a Brugnetto Ore 11.00: S.Cresima ad Arcevia Volontari per il Congresso Eucaristico All interno del Comitato Organizzatore del XXV Congresso Eucaristico Nazionale è istituito l Ufficio Volontari con il compito generale di reclutare, formare e coordinare i giovani e gli adulti che vorranno partecipare al congresso in spirito di gratuità e dono personale di sé. L adesione al Progetto Volontari del XXV Congresso eucaristico nazionale rappresenta così un occasione di crescita spirituale e umana che offre l opportunità di mettersi al servizio del prossimo avendo la consapevolezza di essere protagonisti di un progetto comune. Nello specifico sono previsti circa 800 volontari per l accoglienza dei congressisti ad Ancona e nei luoghi in cui si svolgeranno le iniziative e gli eventi. Il loro servizio è di supporto alle istituzioni e al Comitato Organizzatore; ogni squadra operativa, coordinata ognuna da un capo equipe, ha funzioni e compiti distinti in base alle necessità dell evento per cui sono chiamati, ovvero: - assistenza e informazioni ai congressisti - assistenza ai luoghi celebrazioni ed eventi - allestimento e gestione strutture - gestione di casa volontari. I candidati volontari possono scegliere di partecipare all evento in due diversi periodi, specificandolo nel modulo di candidatura. Per informazioni: Un convegno a Fano sui Cercatori di Dio Signore da chi andremo? Pellegrini, cercatori di Dio è il titolo del convegno che si terrà a Fano dal 2 al 4 giugno, organizzato dall Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport, dall Ufficio Liturgico Nazionale. Tre giorni, in preparazione al Congresso Eucaristico Nazionale, per riflettere sul tema dell educazione all accoglienza e alla solidarietà. Il convegno sarà diviso in quattro importanti sessioni. Si partirà giovedì 2 giugno, alle ore 15.30, con la prima dedicata al tema del camminare. Dopo l introduzione e i saluti di Mons. Armando Trasarti, Vescovo di Fano, le relazioni di don Luciano Macinini, segretario generale SP, della biblista Rosanna Virgili e di Mons. Bruno Forte, Arcivescovo di Chieti-Vasto. Seguirà la celebrazione del Vespro in aula. Alle ore 21,30, al Teatro della Fortuna, andrà in scena Il Giullare Pellegrino, racconto teatrale a cura del Jobel Teatro di Roma. Pellegrinaggi settimanali a Corinaldo Ogni lunedì, dal 13 giugno al 12 settembre, pellegrinaggi a Corinaldo. Partenze pullman: ore 14,45 Marotta Chiesa san Giuseppe, Eurospin, chiesa Cesano, Cesanella p.le Michelangelo; Senigallia chiesa Pace; stazione ferroviaria (lato Rocca Roveresca); ex pesa pubblica (viale Leopardi); 15,00 chiesa Portone, Hotel Cristallo, Istituto Palazzolo; Ore 15,15 chiesa Santa Maria Goretti (Hotel Continental); 15,20 Hotel Perla (fermata valida anche per chiesa Ciarnin), Hotel Diana, Hotel Ambasciatori, Hotel Atlantic, Hotel Rex, Sottopasso Marzocchetta. Programma: ore 15,45 arrivo a Corinaldo (Porta nova), proseguimento a piedi fino al Santuario di Santa Maria Goretti; ore 16,00 Santa Messa; ore 17,00 visita guidata al paese medievale di Corinaldo; ore 18,00 visita guidata alla casa natale di Santa Maria Goretti; ore 19,00 partenza per il rientro. Rientro previsto ore 19,30/20,00. Quota di partecipazione euro 10,00. Prenotazioni presso Socrate viaggi tel chiesa 5 giugno: la 45 a Giornata mondiale delle Comunicazioni Sociali Verità e annuncio nel digitale Il tema scelto dal Santo Padre per la Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali 2011 di domenica 5 giugno Verità annuncio e autenticità di vita nell era digitale - si caratterizza per porre al centro di tutti i processi della comunicazione, la persona. Chi è il mio prossimo?. Al dottore della legge, Gesù risponde con la parabola più graffiante del Vangelo. Narra di uno straniero un samaritano che a differenza di altri, forse anche più titolati, ha evitato di passare oltre rispetto a quell uomo spogliato dai briganti. Chi è il mio prossimo?. La domanda riaffiora nel Messaggio del Papa per la eventi A Loreto la firma dello statuto del Consiglio delle Chiese cristiane Nelle Marche l ecumenismo è vivo Al c u n e C o n f e s - sioni delle Chiese Cristiane, presenti nelle Marche, da circa tre anni hanno sentito la necessità di istituire un Organismo interecclesiale che offra un valido aiuto al cammino ecumenico ed un luogo di incontro, conoscenza e solidarietà tra cristiani. Con il contributo di tutti i Rappresentanti delle Comunità Cristiane siamo ormai giunti alla redazione condivisa dello Statuto che dà inizio al Consiglio delle Chiese Cristiane delle Marche offrendo i criteri per una collaborazione ecumenica organica. Venerdì 10 giugno 2011, vigilia della Pentecoste, culmine del Mistero Pasquale, ci sarà la cerimonia di firma dello Statuto presso il Centro Giovanni Paolo II di Loreto-Montorso, sede da alcuni anni del Meeting Ecumenico Europeo di giovani di diverse confessioni cristiane. Questo il programma: ore 17.30, interventi di saluto di Giovanni Tonucci, Arcivescovo di Loreto, Gianmario Spacca, Presidente della Regione Marche, Gennadios Zervos Patriarcato di Costantinopoli, Edoardo Menichelli, Chiesa Cattolica delle Marche, padre Ioan Radu, Chiesa Ortodossa Romena, 45 a Giornata mondiale delle comunicazioni sociali. Il contesto è cambiato, alle vie polverose della Palestina sono subentrate autostrade digitali, lungo le quali corre non solo il traffico delle informazioni, ma anche la possibilità di condividere pezzi di vita, visioni del mondo, speranze e ideali. Nel tempo dell interattività non si è più soltanto fruitori: il web oggi offre incredibili forme di partecipazione, consente di entrare in contatto, di esprimere la propria opinione, di postare con facilità un immagine, un video girato con il proprio telefonino, un file audio, un link... Questo ambiente collega tra loro i contenuti e ne estende il valore e il significato; si popola di forme nuove di relazione interpersonale, grazie sottolinea il Messaggio al coinvolgimento sempre maggiore nella pubblica arena digitale, quella creata dai cosiddetti social network. Non che l incontro sia scontato: oggi come ieri perdura il rischio di vedere e passare oltre. In Rete si può lasciarsi assorbire energie e tempo in maniera sproporzionata; si può finire prigionieri del proprio passato digitale, gestendo superficialmente la propria privacy; si può ridursi a misurare la verità con il suo indice di popolarità, quindi sulla base della quantità di attenzione che riceve ; si può cedere all illusione di costruire artificialmente il proprio profilo pubblico. Di qui gli interrogativi del Papa: Esiste il pericolo di essere meno presenti verso chi incontriamo nella nostra vita quotidiana ordinaria? Esiste il rischio di essere più distratti, perché la nostra attenzione è frammentata e assorta in un mondo differente rispetto a quello in cui viviamo? Abbiamo tempo di riflettere criticamente sulle nostre scelte e di alimentare rapporti umani che siano veramente profondi e duraturi? Rischi e pericoli non devono comunque portare alla rinuncia della responsabilità e della bellezza del viaggio: messi da parte pregiudizi e riserve, le potenzialità della Rete diventano spazio per stare in contatto e curare le relazioni; sono, come osserva Benedetto XVI, modalità per mantenere vive le eterne domande dell uomo, che testimoniano il suo desiderio di trascendenza e la nostalgia per forme di vita autentica. Ogni strada del mondo scende ancora da Gerusalemme a Gerico e non smette di interpellare a sentirsi partecipi di ciò che vi accade. Su ogni strada è possibile proporre la vita buona del Vangelo, articolandola come nel caso del samaritano attorno a dieci verbi: vide, ne ebbe compassione, gli si fece vicino, gli fasciò le ferite, versandovi olio e vino, lo caricò sulla sua cavalcatura, lo portò in un albergo, si prese cura di lui, tirò fuori due denari, s impegnò a ritornare. A ciascuno, anche nell era digitale, è affidato il compito di tradurre questo decalogo per una terra finalmente abitata da fratelli. Ivan Maffeis La Giornata Mondiale delle Comunicazioni Sociali, l unica celebrazione mondiale voluta dal Concilio Vaticano II (Inter mirifica, 1963) è celebrata in quasi tutti i Paesi, per decisione dei Vescovi del mondo, la domenica che precede la Pentecoste. L annuncio del tema avviene il 29 settembre, festa degli Arcangeli Michele, Raffaele e Gabriele, designato patrono di quanti lavorano nella radio. Tradizionalmente, il Messaggio del Santo Padre per la Giornata Mondiale viene reso pubblico il 24 gennaio, giorno dedicato alla memoria di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti. Pellegrinaggio Macerata - Loreto: oltre i volontari Fervono i preparativi in vista del 33 Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto in programma per sabato 11 giugno presso lo stadio Helvia Recina di Macerata con la S. Messa celebrata alle dall Arcivescovo Jean-Louis Bruguès, segretario della Congregazione per l Educazione Cattolica. A buon punto le strutture logistiche a supporto dell evento con il coinvolgimento di oltre volontari per garantire un efficace andamento dei vari servizi. Anche quest anno i numeri sono più alti rispetto al passato, a dimostrazione di una crescita sempre maggiore di impegno e di partecipazione anche all interno dell organizzazione. Nel quartier generale di piazza Strambi a Macerata stanno arrivando sempre più numerose le adesioni dei pullman: già oltre 120 i torpedoni iscritti, di cui ben 27 da Milano, ma non mancano presenze da Taranto, Lecco, Rovigo, Cuneo, Murge, Chioggia, Padova, oltre a quasi tutta l Italia centrale. Due pullman prenotati dalla Svizzera. Il comitato Pellegrinaggio anche quest anno mette a disposizione gratuitamente dieci pullman della Contram che riporteranno a Macerata i pellegrini che arrivano a Loreto. Inoltre sono dati in arrivo numerosi pellegrini in treno e saranno a disposizione in stazione bus navetta della Contram che accompagneranno le persone direttamente davanti allo stadio. Ma ecco nel dettaglio i numeri dei volontari. In segreteria sono state coinvolte 300 persone, mentre per il servizio d ordine è stata toccata quota 700, con giovani provenienti, oltre che dalle Marche, anche da Abruzzo, Emilia Romagna e Lombardia. Più di 100 le persone impiegate nel coro, 130 nel servizio liturgico (con oltre 20mila ostie da utilizzare), 30 per l accoglienza autorità ed ospiti, 90 per l allestimento allo stadio, 30 per l ufficio stampa, ben 400 volontari tra il personale medico e paramedico (tra cui 50 medici), con l impiego di 50 ambulanze e la presenza di otto postazioni mediche avanzate e 15 postazioni mobili; in più sono 40 i pulmini che verranno utilizzati, più due pullman di linea, senza contare le auto di servizio. L amplificazione sarà dotata di ben 16 squadre per oltre 250 persone, mentre sono 35 le persone, tra podisti, accompagnatori e speaker impiegate con la fiaccola della pace. Ben 170 le presenze che giungeranno da Pesaro per curare il servizio di ristoro-colazione la mattina prima di raggiungere Loreto, con la preparazione di litri di thè, caffè, 40mila merendine, 15mila bottigliette d acqua. Un esercito di volontari giovani e meno giovani che rappresenta da sempre un punto di forza di questo Pellegrinaggio che anche quest anno si preannuncia da grandi numeri. Anche come presenze di partecipanti. Pellegrinaggio a piedi Macerata Loreto Tel: Fax: pastora Maria Bonafede, Moderatora della Tavola Valdese, pastore Michele Abiusi, Chiesa Avventista del settimo giorno, rev. Jonathan Boardman Chiesa Anglicana, pastore Raffaele Volpe, Chiesa Battista, Pastore Marco Sammartino, Chiesa Ev. Apostolica in Italia, pastore Giueseppe Mascari, Chiesa Ev. Pieno Vangelo Marche, diacona Alessandra Trotta, Chiesa Evangelica Metodista. Ore celebrazione ecumenica della Parola di Dio e firma dello statuto. Ore Note di festa insieme. Concerto di musica medievale e celtica con violino, arpa, chitarra, percussione, tastiera e con la recitazione di testi di autori delle diverse confessioni cristiane. G.P.

7 7 chiesa Due comunità, un cammino Insieme, pagine di vita dalle parrocchie di Pianello e Casine di Ostra Gruppo Famiglie Casine di Ostra Da oltre 10 anni nell amicizia, nella condivisione e ora nella solidarietà Quando il nostro Gruppo Giovani Famiglie di Casine nel 2000 ha iniziato a riunirsi eravamo pochissime famiglie, fatte di coppie giovani con bambini piccoli. Don Ciro, a quei tempi, sosteneva che il Gruppo Giovani Famiglie era una delle risorse più importanti della Parrocchia e che ci avrebbe sempre incoraggiato; ogni nostro incontro era per il parroco motivo di soddisfazione, orgoglio e felicità. Essendo anche più giovani e senza nessuna esperienza di questo tipo, non capivamo veramente l importanza del nostro camminare insieme e sinceramente pensavamo che all interno della Parrocchia vi erano gruppi molto più importanti del nostro, in quanto erano impegnati in qualcosa di più concreto, mentre noi discutevamo solo. Ma saggiamente Don Ciro ci ripeteva L importante è che vi incontriate, che diventiate amici! Pian piano con il trascorrere del tempo e del passa voce il gruppo è cresciuto probabilmente più di come noi ci aspettavamo e, con l entrata di altre coppie con figli dell età dei nostri, si è creata in modo sorprendente una sorta di affiatamento e di fiducia, che ci ha portato a vivere momenti veramente unici. Ricordiamo bellissimi giorni di condivisione di vita e di fede vissuti insieme a: Fabriano, Preci, Oasi del Vento, Acquasanta Terme, San Ginesio, S. Elia, Santuario La Verna, Ussita. Ogni volta prima la fatica di trovare un posto per contenerci tutti, con d obbligo un prato per dare due calci a un pallone, o gare di salti alla corda Una cucina di tipo industriale per preparare viveri per 70 persone! Dopo risate, divertimento, la voglia di scherzare, celebrazioni liturgiche speciali in cui Gesù ci è sembrato essere più vicino. E vero! E sempre nostalgico ripercorrere i tempi passati, anche perché spesso con malinconia ci si rende conto di aver vissuto momenti di pura gioia e, a volte, di non avere saputo apprezzarne interamente la bellezza! Ora a distanza di 10 anni ci ritroviamo cresciuti, e purtroppo anche con qualche capello bianco in più! Così, a dire il vero, abbiamo dovuto per forza, obbligati dalla contingenza dei fatti, adeguare il nome del gruppo in Gruppo Famiglie. I nostri bambini nel frattempo sono diventati adolescenti e ora, con nostro profondo rammarico, non sono troppo contenti di partecipare ai nostri incontri e questo di sicuro è un ulteriore ostacolo per organizzare i tempi e gli spazi per gli impegni di tutta la famiglia. Comunque innanzitutto va detto che dopo tanti anni di incontri parlati, indispensabili per riflettere su noi sposi cristiani, sui figli e sul nostro cammino di fede come famiglie, in questi ultimi anni il gruppo Famiglie è diventato socialmente operativo con l adesione al Progetto Gemma terminato nel mese di Ottobre A questo impegno hanno partecipato assiduamente per 8 mesi 21 famiglie della Parrocchia, a cui va tutto il nostro ringraziamento. Atre due appuntamenti hanno valorizzato l attività caritativa del Gruppo Famiglie di Casine nel mese di Dicembre. Il primo, il 7 Dicembre con la Tombola di fine anno al Circolo Acli Falco di Casine. L intero incasso è stato devoluto in beneficenza alla Caritas, all associazione Salvagente di Ostra e a Don Alex per l orfanotrofio in India. Ringraziamo tutti quelli che hanno partecipato e contribuito alla buona riuscita della serata. Il secondo, in occasione del 31 Dicembre: il Gruppo Famiglie di Casine ha voluto festeggiare assieme l arrivo del 2011 nei locali della Palestra di Casine, migliorando il precedente primato e raggiungendo quest anno circa 90 partecipanti, non solo di Casine, ma di Pianello, di Senigallia, di Ostra Vetere ecc. Ad aprile alla mattina ci siamo incontrati alla Messa parrocchiale; nel pomeriggio siamo partiti insieme per una rilassante passeggiata tra le nostre magnifiche colline, per goderci il nostro paesaggio e guardarlo con occhi diversi. Al termine, come consuetudine, incontro in parrocchia per riflettere sul Sinodo diocesano, guidati dai referenti parrocchiali. E per finire cena insieme con l ormai classico slogan Chi può porti un dolce!! Purtroppo ora la realtà delle nostre famiglie non ci consente più una cadenza regolare dei nostri incontri, ma l amicizia cresciuta tra noi in questi anni di cammino ci permette di sentirci vicini e di sostenerci nei momenti di cambiamento e di difficoltà. Mettendo a disposizione la nostra esperienza auguriamo ad altre coppie di giovani sposi della Parrocchia di percorrere un cammino come il nostro, nella condivisione, nella fede e nell amicizia sincera, sostenuti dal nostro parroco Don Paolo. Fabio Beciani e Novella Novelli

8 il paginone 3 enti locali Un avventura vissuta a misura di ragazzi Il salvagente In - tendiamoci con Gesù Mi è stato chiesto di raccontare qualcosa di questa avventura. Sì perché, secondo me, è stata veramente una bella avventura! In-tendiamoci con Gesù, slogan preso in prestito, non ricordo più, da chissà quale parte, è stato sicuramente la frase che ha fatto accendere dentro di noi, catechisti delle parrocchie di Pianello e Casine di Ostra, la scintilla che ha scatenato il tutto. Organizzare questa breve avventura di due giorni, 21 e 22 maggio 2011, uscendo dai soliti schemi della vita quotidiana non è stato così semplice come sembrerebbe. Abbiamo proposto ai ragazzi di 1 a, 2 a e 3 a media di uscire due giorni in tenda nella maniera più semplice possibile, solamente a 2 o 3 km lontano dalle nostre parrocchie, nelle colline attorno all antica chiesa di San Gregorio, nel cui piazzale antistante ormai da più di un anno è stata posta la statua della Madonna di Lourdes, dono ed eredità spirituale dell ex parroco don Aldo Piergiovanni. In-tendiamoci con Gesù ha subito creato molta curiosità nei ragazzi e le motivazioni per un iniziativa del genere certo non mancavano: dare fiducia ai ragazzi, ravvivare i rapporti tra ragazzo-catechista e, perché no, stimolare anche noi catechisti a condividere un intera giornata, 24 ore su All interno della nostra comunità parrocchiale il gruppo Caritas è presente ormai da circa venti anni. Nasce principalmente per andare incontro alle esigenze delle famiglie del nucleo parrocchiale che si trovano in difficoltà. Oggi le attività principali del gruppo nella nostra piccola realtà sono diverse: Aiuti a persone in difficoltà, a livello economico, alimentare e di vestiario principalmente. Portiamo avanti da un anno il progetto diocesano della Social Caritas con 64 famiglie aderenti a tutt oggi. In occasione della solennità di San Giuseppe si organizza, ogni anno, nei locali parrocchiali, la Pesca di Sinodo diocesano, occasione per tutti Con il prossimo incontro dell assemblea dei sinodali del 6 e 7 giugno si concluderà il cammino del 2 anno del Sinodo, dedicato alla Chiesa-Comunione. La nostra parrocchia, come tante nella nostra Diocesi, ha inviato i propri contributi, espressione dei momenti ed incontri vissuti insieme. Ora questi interventi saranno il frutto del documento conclusivo di questo cammino annuale e che poi ritornerà nelle nostre parrocchie per essere elaborato e discusso nelle varie realtà parrocchiale. Ecco allora che il Sinodo non è un tempo perso, dove alla fine non cambia nulla ma un modo importante di relazione e comunione viva nella Diocesi e nella Chiesa, dove i suoi fedeli possono dare le loro idee, possono parlare delle loro preoccupazioni o delle loro speranze e sono fonte di condivisione con tanti altri fratelli. Ho avuto la possibilità e il piacere di partecipare ad uno dei 7 gruppi di lavoro che ha elaborato tutti i contributi arrivati alla segreteria del Sinodo. E stato un bel momento di fratellanza e di comunione che ci ha permesso di conoscerci e di stare insieme per gustare la ricchezza degli interventi. Mi hanno fatto riflettere su quante persone vogliono bene alla Le attività della Caritas parrochiale Vicini agli altri Beneficenza aperta per circa due settimane. Altro appuntamento è per celebrare la Festa della mamma Organizziamo una merenda per tutta la comunità con panini e bibite. Prepariamo giochi per grandi e piccoli. Alla fine della festa a tutte le mamme che partecipano viene data in omaggio una piantina. Anche per la Festa dei nonni si organizza un pomeriggio insieme. Prima la messa e poi un momento di ritrovo con dolci e doni.. Si offre assistenza ospedaliera gratuita ai malati che non hanno possibilità di essere assistiti o semplicemente per aiutare i familiari nei turni. 24, con i figlioli affidati alla nostra responsabilità. A questa iniziativa hanno aderito ben 40 ragazzi e posso dire che è stato veramente un grande gioco di squadra, riuscito proprio bene, grazie alla presenza di tutti. E stato molto bello vedere questi ragazzi partire a piedi, con lo zaino in spalla, per raggiungere il campo, ripulito a puntino dai giovani della parrocchia; altrettanto bello il senso di responsabilità da loro dimostrato nei vari ambiti di impegno. Un ringraziamento grande, a questo proposito, va fatto al Reparto Orione degli Scout Agesci di Pongelli per la loro indispensabile collaborazione! Hanno insegnato ai ragazzi a montare le tende per il riposo (?!?) della notte. Bellissima, inoltre, la veglia sotto le stelle, da loro guidata: non di poco conto, infatti, sono state le belle spiegazioni offerte a noi sulla volta celeste, sdraiati sull erba, facendoci avvertire nel silenzio della notte la presenza di Dio. Avevamo modo, così, di renderci conto quanti e quali doni fantastici fossero presenti nella natura attorno a noi: dai milioni di stelle alle tante lucciole, che da anni non vedevamo così numerose nelle nostre campagne. Il riposo della notte è stato poi contrassegnato dalla veglia davanti al fuoco : a turni di 10 minuti, nel silenzio della notte, un/a ragazzo/a (che poi avrebbe svegliato il compagno del turno successivo) raccoglieva impressioni e sensazioni, buttate giù a penna e rilette, poi, tutti insieme la mattina seguente. Il programma prevedeva, infine, per la domenica pomeriggio l arrivo di tutti gli altri ragazzi del catechismo con i loro genitori, che hanno partecipato a giochi di squadra organizzati molto bene dai nostri catechisti più giovani! Questi giochi, naturalmente, hanno visto una squadra vincitrice, che, come premio ha avuto uno dei premi più belli: un grande applauso!!! Un grande grazie va anche ai genitori dei ragazzi che, in modi diversi, hanno collaborato negli aspetti più concreti (acqua, alimenti, cucina, servizio a tavola, dolci ) a questa iniziativa e al nostro Parroco, che ci ha sostenuto in questa avventura. Questa esperienza, dobbiamo riconoscere che è servita anche a noi adulti, per farci capire che dobbiamo guidare e sostenere i nostri piccoli ed i nostri giovani, dando loro fiducia, dando loro la possibilità di esprimere le loro potenzialità. Abbiamo capito i bambini, i ragazzi ed i giovani sono l orgoglio, la gioia ed il futuro delle nostre comunità! Stefano Staccioli Chiesa anche se sempre più spesso è in discussione, su quante persone credono nelle scritture anche se c è sempre meno spazio nelle nostre famiglie e comunità per la riflessione sul Vangelo e su quante persone credono nel Signore anche se sempre più spesso poniamo il nostro io prima di ogni altra cosa. E stato bello vedere l impegno di tanti laici in questo cammino per cercare di portare un piccolo contributo alla Chiesa di Senigallia per rinnovarsi e adeguarsi ad un mondo che cambia. Ora, con questo documento conclusivo, saremo interpellati a vivere nuovi valori e stili di vita come la corresponsabilità e la comunione, che ci coinvolgono in prima persona come comunità e come fedeli. Avremo l occasione di affrontare questi argomenti non solo nella nostra realtà comunitaria ma anzi sarà necessario allargare i nostri impegni e orizzonti con la comunità di Casine, con la vicaria di Ostra e con tutte le opportunità che ci dona la nostra Diocesi ben guidata dal nostro Vescovo Giuseppe. Giordano Lenci Distribuiamo alimenti dell Agea ma anche raccolti da noi in parrocchia. Coinvolgiamo adulti volenterosi nell appuntamento semestrale della preparazione e nel servizio a tavola del pranzo domenicale alla Mensa dei poveri al Centro di Prima Accoglienza della Caritas Diocesana. In questo periodo molti membri del nostro gruppo hanno seguito un Corso di formazione incentrato sull accoglienza, la conoscenza della persona, o famiglia, e dei suoi bisogni. Ci sarà utile per avere un contatto con le persone che si trovano in situazioni di bisogno e per essere all altezza di offrire un aiuto concreto. I volontari Da circa un anno opera nel Comune di Ostra la associazione di volontariato IL SALVAGENTE onlus: i principi fondanti sono la dottrina sociale della Chiesa, la solidarietà e la sussidiarietà. Da tali presupposti è facile intuire quanto siano forti i legami con le altre realtà di volontariato cattoliche già esistenti nel territorio, prime fra tutte CARITAS e SAN VINCENZO DE PAOLI. Sia Casine che Pianello hanno contribuito in modo importante alla nascita di questa associazione ed infatti un numero rilevante sia di soci che di fondatori proviene da queste Parrocchie, senza dimenticare che vari soggetti attualmente fanno parte sia della CARITAS che de IL SALVAGENTE. A livello concreto questa nuova associazione non vuole duplicare servizi che già esistono, al contrario vuole mettere in rete tutti i soggetti che hanno a cuore le persone e le famiglie del territorio che si trovano in difficoltà, si cerca di reperire nuove risorse e di coordinarsi per una loro ottimale ripartizione; è stato creato un comitato ristretto a cui partecipano solo i responsabili delle associazioni e l assistente sociale del Comune (questo anche per motivi di privacy) dove insieme si raccordano le informazioni e si concordano le modalità di intervento. A breve si spera anche di poter aprire un Centro di Ascolto CARITAS, gestito e coordinato dalle associazioni presenti nel comune di Ostra. Al centro di tutto, al di là dell impegno e della necessaria concretezza per dare una risposta ai bisogni reali delle famiglie in difficoltà, resta la volontà di impegnarsi in prima persona ed il punto di partenza sono la consapevolezza e la gratitudine di sentirsi cristiani ed aver trovato una possibile modalità per testimoniare la propria fede. Il presidente Luca Birarelli UNA GIORNATA SPECIALE La Riconciliazione Il 10 Aprile nella chiesa di Pianello noi, ragazzi di 3 elementare, abbiamo ricevuto il Sacramento della Riconciliazione. Eravamo tutti molto emozionati e qualcuno impaurito, anche se non lo facevamo vedere. Terminata la celebrazione ognuno di noi si sentiva dentro qualcosa di particolare: chi più bello e orgoglioso, chi più tranquillo,chi con un peso in meno dentro di sé, altri con pensieri più leggeri, chi rassicuratoe chi si sentiva meglio nonostante la febbre. La sera, poi, siamo andati a mangiare tutti insieme ( chi poteva ). Don Paolo ci ha fatto divertire con giochi e canti, il tutto ha reso la giornata davvero speciale. Letizia, Lorenzo, Gianmarco, Maila, Massimiliano, Michela, Linda, Alessia, Diego, Elisa, Chiara, Matteo, Michele, Francesca, Denis e Martina. Impressioni di una catechista Sono alcuni anni che faccio catechismo ai bambini della 3 classe in preparazione al Sacramento della Riconciliazione. E un dono di Dio per me, perché ogni anno rivivo con loro l emozione del mio primo incontro con Gesù Misericordioso: parlare con lui delle mie mancanze, anche se ancora piccola mi faceva sentire libera dal peso del peccato, una gioia indescrivibile. Quando si celebrano i Sacramenti sempre il volto della chiesa rivela la presenza di Gesù ancor più forte. Gesù ha voluto istituire questi segni, per manifestare il Suo amore nei momenti particolari della vita degli uomini.anche quest anno nel volto dei bambini si leggeva chiaramente la gioia e l emozione, per essere riconciliati con Dio. Anche a cena con i loro genitori si sono manifestati nella gioia esplosiva del canto e della festa. Maria Francesca Torreggiani Catechesi per gli adulti Sto in questi giorni leggendo un libro che mi è stato donato dal nostro parroco don Paolo, in occasione della visita per la benedizione delle famiglie. S intitola La Verità vi farà liberi. E il testo del catechismo per gli adulti della CEI, Conferenza Episcopale Italiana, preparato per chi si avvicina ai sacramenti da adulto, o per coloro che si vogliono riavvicinare al cammino cristiano, recuperando e risvegliando quella fede sopita, la stessa da cui ci si distacca presi dal quel ritmo frenetico che è la vita di tutti i giorni. Per affermare l importanza di questa catechesi, nella presentazione del Card. Ruini si legge:..e necessario che la catechesi degli adulti, <<la principale forma di catechesi>>, diventi tra noi sempre più sistematica, capillare e organica (Giovanni Paolo II, Catechesi tradendae, 43). Nella nostra parrocchia ci sono delle persone che si occupano anche di quest aspetto, non secondario quindi, della catechesi. Io mi sono avvicinato a questo servizio qualche anno fa, spinto devo dire ad onor del vero, più dal bisogno di conoscere e di risvegliare quella fede sopita di cui si diceva prima, che dal voler essere catechista. Faccio parte di un gruppo di persone a livello vicariale, guidate dal nostro diacono Giovanni Di Ventura, con la supervisione preziosa del vicario foraneo don Umberto Gasparini, che si fanno carico di raccogliere le domande di chi si presenta, mosso dal desiderio di avvicinarsi alla sequela di Gesù ed al suo messaggio di pace, vita e speranza. Le persone che incontriamo e che si accostano alla catechesi sono di diversa età, estrazione sociale, razza, religione, e mosse da diverse motivazioni. La più generica è quella di ricevere la cresima per sposarsi in chiesa, qualcuno non ha mai ricevuto il battesimo, qualch altro ha bisogno di pace, di una parola buona. C è anche chi vuol abbracciare la fede cristiana da altre religioni (Testimone di Geova, ecc.). Devo dire che è un servizio affascinante, che si fa con soddisfazione. Come si può immaginare, tanto sono molteplici e variegate le esperienze di vita di chi si accosta, magari per la prima volta, alla fede cristiana, magari di diversa religione, altrettante sono le domande a cui siamo chiamati a rispondere. Certamente per me, sentendomi io, solo accompagnatore e non catechista, con una formazione non proprio adeguata, è abbastanza difficile, ma per fortuna nella Parola di Dio si possono trovare tutte le risposte che l uomo cerca, e quindi con l aiuto dello Spirito Santo e del gruppo, tante difficoltà svaniscono, anche talvolta semplicemente leggendo qualche riga dai Vangeli, e cercando di attualizzare il più possibile il messaggio di verità che Gesù ci rivela. Infatti, è vero che <<Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi>> (Gv 8,31-32). Di una cosa sono certo. Nonostante le nostre incertezze, nonostante qualche attimo di smarrimento per qualcuno che abbandona, gli incontri sempre dopo cena magari stanchi dal lavoro, nonostante ciò quando ci si ritrova insieme è sempre una gioia. Come sono altrettanto sicuro che è sempre molto di più quello che si riceve di quel poco che possiamo donare. In quest anno di sinodo sulla comunione, non poteva certo mancare un respiro diocesano. Alcuni di noi fanno parte della commissione per la catechesi dell ufficio catechistico diocesano e sempre sotto la spinta del nostro parroco don Paolo, che è anche direttore di quest ufficio, e spinti dalla voglia di allargare lo sguardo anche al di fuori della nostra parrocchia, abbiamo partecipato, come animatori, ad una serie d incontri in tutte le vicarie della nostra diocesi. Anche questa si è rivelata un esperienza bellissima. Ho avuto la netta sensazione che, quando ci si trova in armonia con delle persone il cui scopo è solo quello di far conoscere la Parola, di farsi in qualche modo missionari, anche solo all interno della nostra piccola diocesi, non valgono più le differenze d età, di preparazione, di formazione, ma prevale la bellezza e la felicità di sentirsi parte di un unica famiglia, l essere fratelli in Cristo. Arduino Testaguzza Dopo la Cresima Continuare il cammino di fede anche dopo aver ricevuto il Sacramento della Cresima è importante, è per questo che si è appena concluso dopo una serie di incontri, l appuntamento serale con i nostri ragazzi del primo superiore. Si tratta dei nostri ragazzi di sempre, di quei ragazzi che conosciamo e seguiamo fin dalla prima elementare, essendo state da sempre le loro catechiste; da questo si può desumere quando uno a uno oramai li conosciamo, e che rapporto di amicizia e di confidenza si è venuto a instaurare tra di noi. Ci siamo incontrati da Settembre a Maggio con una periodicità di ogni due settimane e abbiamo sempre cercato di affrontare discorsi che toccano il mondo dei giovani da molto vicino : la droga, l alcool, il rapporto con i genitori, l amicizia, la fede, il mondo dell amore e della sessualità. Non sempre siamo state sole, infatti, siamo state onorate e ben felici di aver accolto per ben due incontri Don Andrea Franceschini, Responsabile diocesano per la Pastorale Giovanile. Sono stati due appuntamenti veramente affascinanti dove i ragazzi hanno potuto vedere con occhi diversi la realtà dell amore e della sessualità, lasciandoli molto colpiti. C è stata poi una serata animata da un responsabile OIKOS per affrontare e discutere l argomento DRO- GA, e un altra ancora con la partecipazione di un ex tossicodipendente con cui i ragazzi hanno faccia a faccia affrontato l argomento, rimanendone molto colpiti e toccati. Possiamo sicuramente ritenerci soddisfatte di questa esperienza, certo, ci sono state delle serate (fortunatamente poche) in cui l affluenza dei ragazzi è stata inferiore e in quei casi ci siamo sentite un po scoraggiate, ma la fede ci ha aiutato anche a superare quei momenti di sconforto, e a trovare la forza per affrontare con più grinta l incontro successivo. Ci auguriamo vivamente di poter continuare anche il prossimo anno questo cammino, e speriamo che i ragazzi dopo questa pausa estiva siano ben disponibili a riprendere i nostri incontri. Monica Pianelli e Angela Maria Belogi Fidanzati... in corso Anche quest anno, prima della pausa estiva, ci ritroveremo con altre famiglie della Vicaria di Ostra per tracciare un bilancio dei due Percorsi in preparazione al Matrimonio che si sono tenuti nelle nostre parrocchie nell autunno e nella primavera scorsi. Perché due corsi in una stessa Vicaria? La risposta è molto semplice, e cioè per poter meglio distribuire gli incontri nelle varie Parrocchie ed avere un numero non troppo elevato di partecipanti in modo da poter instaurare un rapporto di condivisione migliore. Gli obiettivi sono stati raggiunti in quanto venticinque coppie abbastanza equamente divise tra i due corsi, hanno frequentato il corso: in autunno gli incontri si sono tenuti nelle Parrocchie di Pianello, Pongelli e Barbara, in primavera ad Ostra, Belvedere Ostrense e Morro d Alba. Il Percorso è suddiviso in tre parti: la prima è sicuramente più personale e riguarda la riscoperta della fede. E un momento in cui ognuno può fare un bilancio della propria esistenza, riflettere sul progetto che Dio ha pensato per ognuno di noi. E anche un modo, per alcuni, di riannodare dei fili che si erano interrotti, e che anche grazie al fidanzamento, visto come tempo di grazia, crescita e responsabilità, ci invita a scoprire nuovi orizzonti nella nostra vita, nella vita della nostra comunità e nella Chiesa. La seconda parte del percorso ci ha portato a riflettere sul progetto che Dio ha sulla coppia, quindi l importanza del dono dell Eucarestia come esempio di Amore totale, i coniugi che nel Matrimonio Sacramento diventano immagine dell Amore di Dio, anche attraverso il Perdono e la Riconciliazione dedicando una domenica pomeriggio a questo Sacramento. La terza parte riguarda la famiglia Cristiana costituita attraverso il Sacramento del Matrimonio, quindi le caratteristiche dell Amore coniugale per un cammino verso la santità, la paternità e la maternità responsabile, e poi il Cantico dei Cantici, un esempio, un icona per le nostre famiglie. L esperienza, di per se faticosa, è stata esaltante perchè le famiglie che collaborano alla realizzazione cercano di essere presenti a tutti gli incontri del percorso e non soltanto a quelle in cui debbono presentare l argomento della serata. Questo ci permette di instaurare con le coppie che frequentano il percorso un rapporto di amicizia e di diventare nelle Parrocchie, se lo vorranno, un punto di contatto e di aggancio. I ragazzi che incontriamo in queste serate hanno la capacità di motivarti di stimolarti di farti anche riflettere sulla bellezza di questa esperienza e capisci che magari con difficoltà, criticandoci, chiedendoci spiegazioni più ampie hanno bisogno che qualcuno parli con loro di Dio con argomenti, tematiche esperienze ecc. che purtroppo fuori da questi ambienti non trovano spazio. Aiutarli ad apprezzare sempre di più ogni momento gioioso della vita e dire loro che ci sono modalità belle che permettono di affrontarla meglio qualora si presentassero dei problemi, delle sofferenze, ecc. rassicurandoli che c è Qualcuno accanto che ti aiuta, ti accompagna e ti sostiene sempre, basta che noi lo vogliamo e lo sappiamo riconoscere ed accogliere. Proprio per questo progetto che Lui ha su di noi e che con noi vuole realizzare ci pone accanto una persona che ci completa e che ci rende specchio dell Amore che Lui ha per noi. Con questo spirito ci prepareremo anche per i Percorsi del prossimo anno, con la speranza di incontrare ancora questi giovani, magari dopo il loro matrimonio per poter continuare insieme il cammino. Alberto Agarbati e Tina Torreggiani

9 10 territorio Oratorio San Giuseppe a Pianello di Ostra, attività a pieno ritmo L Oratorio san Giuseppe di Pianello di Ostra opera nella frazione da 12 anni, proponendo un ampia gamma di attività che accompagnano circa 300 soci tra bambini, giovani e giovanissimi. Ciò che preme agli educatori è la formazione umana costruita attraverso varie dimensioni quali quella della formazione, del divertimento e della solidarietà, dove si inseriscono perfettamente tutti i progetti dell Oratorio. Per far ciò, come primo step, si è cercato di dividere i ragazzi per età in maniera da soddisfare a pieno le esigenze di ognuno di loro: il giovedì pomeriggio ampio spazio ai bambini più piccoli, con Elena, una psicologa infantile che si dedica a loro proponendo attività artistico-creative, in un percorso di crescita delle competenze manuali. I più grandi invece trovano il loro spazio il martedì e il sabato quando Marco, dottore in scienze motorie, passa con loro del tempo utile alla crescita personale ed educativa e attraverso attività formative e sportive, sprona i ragazzi ad affacciarsi al mondo con spirito di aggregazione e solidarietà. In tutto questo il rendimento scolastico non va dimenticato: alcune ore del periodo invernale sono dedicate all aiuto compiti per fare in modo che anche un momento così noioso diventi un momento condiviso. Questa è la struttura base del periodo invernale, nella quale poi si inseriscono feste e attività di ogni tipo come ad esempio l accensione dell albero di Natale annessa alla preghiera di paese e l invio della letterina a Babbo Natale, la Tombolata in famiglia nel periodo Natalizio, la festa di carnevale con tanto di carro del paese e la partecipazione ai vari tornei organizzati dal Csi quali il torneo di tennis tavolo e di calcio a 5. E sono proprio questi che quest anno hanno regalato più emozioni perché le due squadre di calcetto dell Oratorio si sono classificate 2 a e 3 a nella fase regionale e 1^ nella coppa disciplina. Mentre il tennis tavolo ha visto primeggiare a livello regionale due delle nostre ragazze. Una vittoria per gli educatori in quanto essi credono fortemente che lo sport sia una disciplina necessaria ai giovani per promuovere attitudini socialmente vantaggiose in un contesto divertente e stimolante. Oltre allo sport, Pianello vanta una compagnia teatrale Rumori fuori scena con la quale l Oratorio collabora da anni e con la quale ha inscenato commedie, musical e spettacoli teatrali di vario genere. Ampio spazio al teatro nella compagnia ma anche nel salone dell Oratorio: i ragazzi, assieme agli educatori, hanno messo in scena una piccola commedia che mostreranno a tutti il giorno della festa di chiusura invernale, dove assieme a loro, saliranno sul palco anche le bambine più piccine con dei simpatici balletti. Nel periodo estivo invece tutto cambia in quanto fino all anno scorso la struttura base non c era più, favorendo in questo modo le attività serali per tutta la famiglia, ma quest anno invece non sarà così perché anche d estate l Oratorio proporrà attività ludico-motorie all aperto e uscite di vario genere. Non mancherà il classico torneo di pallavolo giunto ormai alla sua 11^ edizione, importante per l Oratorio in quanto è un occasione, per il bambino come per l adulto,di svolgere un attività che riscuote grande successo grazie allo spirito di amicizia e sana competizione che lo caratterizza da sempre. Come non parlare poi della vendita di dolci, un altra proposta accolta con piacere da tutto il paese: all uscita delle sante mese viene allestita una bancarella di dolci, il cui ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza. Queste sono solo alcune attività che l Oratorio propone annualmente in quanto l obiettivo primario è quello di fare festa assieme 365 giorni l anno. I volontari Oratorio San Giuseppe Azione Cattolica ragazzi, giovanissimi e giovani protagonisti Anche per quest anno si sta concludendo il cammino di Azione Cattolica. L AC è un associazione di laici impegnati a vivere, ciascuno a propria misura ed in forma comunitaria, l esperienza di fede e l annuncio del Vangelo, accompagnati sempre dai nostri sacerdoti e dal nostro parroco. A Casine l associazione esiste da più di 30 anni, ma in questo ultimo periodo esiste con diversi gruppi di differenti età che si vedono con regolarità in parrocchia e tengono viva la loro fede, crescendo e vivendo insieme numerose esperienze. Quest anno si è aggiunto un nuovo gruppo di ACR: i ragazzi di quinta elementare e prima media cha hanno avuto come educatrici Arianna Marini, Samuela Crostelli e Jessica Abbrugiati. Il loro cammino si è aperto con una domanda: siete coscienti di fare parte della Chiesa? I ragazzi si sono resi conto che, anche partecipando attivamente alla vita parrocchiale (per esempio facendo i chierichetti durante la messa domenicale) sono una parte importante della Chiesa che si impegna e si mette al servizio degli altri. Poi, tramite la visione del film Giuseppe re dei sogni hanno aperto un altra discussione relativa al perdono e all amicizia. Infine, sempre durante il corso dell anno associativo, quando le giornate si sono fatte più belle, i loro educatori li hanno accompagnati al Boschetto, luogo in cui hanno sperimentato la bellezza del creato e l importanza di rispettarlo, tutto questo tramite anche cartelloni, giochi e attività. Durante l anno poi, in occasioni di tempi forti come la Quaresima e l Avvento l associazione diocesana ci invita a partecipare a degli incontri per crescere insieme e riflettere su quel tema per fare in modo di vivere il Natale o la Pasqua coscienti del grande dono che Dio ci fa. Un altro gruppo di ACR che ormai si vede per il terzo anno sono i ragazzi di seconda e terza media, accompagnati come educatori da Giulia Pesaresi ed Emanuele Landi. Loro hanno fatto incontri basati su varie discussioni di temi attuali come il rapporto con gli altri compagni, con gli stranieri, l immigrazione, il bullismo, le prese in giro nei riguardi degli altri. I ragazzi hanno poi partecipato ad una Via Crucis in spiaggia, incontro organizzato sempre a livello diocesano. Anche loro hanno affrontato i vari temi con la discussione, con cartelloni, giochi e attività insieme. A fine anno poi l AC diocesana ci invita a partecipare ai campiscuola: una settimana di vita insieme. Questo ci serve molto come esperienza per sperimentare sulla nostra pelle l amicizia con Dio e con gli altri, per crescere nella fede e conoscere nuovi amici. A Casine c è poi un altro gruppo di Giovanissimi che ormai si vede da circa 5 anni: i ragazzi di prima e seconda superiore, la loro animatrice è Alessia Agarbati. Quest anno hanno basato i loro incontri su un tema molto attuale per loro: il rispetto del corpo, affrontando temi importanti come il valore dei gesti, l affettività e la sessualità. Si sono fatti aiutare anche da persone che conoscono meglio questi argomenti come Gabriella Baldarelli e don Andrea Franceschini. Poi hanno riflettuto anche sui loro sogni e su quanto è importante puntare in alto ma avere sempre nel cuore Gesù. Il gruppo dei più grandi (terza, quarta, quinta superiore e primo anno di università) con Susanna Cervi e Andrea Abbrugiati hanno organizzato una convivenza e su quella hanno basato il cammino annuale. L ultimo gruppo di AC (quello dei giovani di 28 anni) invece hanno avuto il compito di coordinare le varie attività parrocchiali, l animazione della messa domenicale (sempre insieme ai ragazzi più piccoli), di organizzare al meglio i vari incontri vicariali (come la Via Crucis di Quaresima), le uscite, le confessioni per i giovani a Natale e a Pasqua, ecc.insomma, a Casine esite per noi ragazzi e giovani una bella realtà ricca di vita comunitaria e di esperienze di crescita! L impegno è molto ma i suoi frutti, con l aiuto di Gesù, ce ne sono in abbondanza! Un ultima cosa... non mancate per l uscita di settembre in Toscana! Quella ci darà il via per il nuovo cammino ! Alessia Agarbati Il centro San Gregorio Non è possibile parlare della parrocchia di Pianello e non pensare alla bella realtà o meglio, alla bella esperienza che la contraddistingue: il Centro San Gregorio. Da dieci anni la nostra parrocchia ospita il Centro nei locali della vecchia sede parrocchiale di San Gregorio, locali interamente ristrutturati e messi a disposizione in comodato gratuito. Il Centro San Gregorio è nato infatti nell anno 2000 come Opera Segno del Giubileo al fine di dare una risposta concreta alle famiglie presenti sul nostro territorio (e non solo) dei ragazzi diversamente abili. Il Centro Diurno è frequentato da una decina di ragazzi/e seguiti da diversi educatori della Cooperativa Casa della Gioventù. La cosa bella e particolare è che il Centro è aperto alla realtà esterna e alla comunità perché vede la presenza dei volontari che, durante la settimana, a seconda del tempo disponibile si recano a far visita ai ragazzi e condividono le loro attività programmate per la giornata. Nei fine settimana (un sabato si e uno no) quando non è prevista la presenza degli educatori e il centro resterebbe altrimenti chiuso, due volontari con alcuni di questi ragazzi, vanno al Centro, parlano con loro, fanno le pulizie, e cosa importante che non può mancare, fanno una bella merenda a base di pizza e dolci gentilmente offerta dalla pasticceria Fabbri..Nel mese di dicembre 2010 abbiamo festeggiato il Decennale di questa bella realtà promuovendo una serie di eventi per valorizzare la ricorrenza. E ancora viva in noi, ma credo in molti, la gioia e l emozione nel rivedere, attraverso le foto e i filmati, il cammino di questi 10 anni, un cammino fatto insieme ai ragazzi che frequentano il Centro, agli educatori, ai volontari e a tutta la comunità. Il 3 dicembre di ogni anno viene celebrata la Giornata internazionale delle persone con disabilità (evento ufficialmente promosso dall ONU fin dal 1998), proprio venerdì 3 dicembre anniversario dell inaugurazione, è stata organizzata presso la Sala Grande del Comune di Ostra una tavola rotonda dal tema La Giostra, dieci anni al Centro San Gregorio - la vicinanza del volontariato sociale - La serata promossa dalla parrocchia, dalla Cooperativa Casa della Gioventù e dal Comune di Ostra è stata molto partecipata, ha valorizzato certamente il cammino fatto ma è stata un occasione preziosa di riflessione sulle tematiche del volontariato e sulle nuove istanze che la società pone a ciascuno. Sabato sera, presso i locali parrocchiali, i ragazzi del Centro accompagnati dai volontari, hanno partecipato allo spettacolo C è posto anche per te, la serata ha visto la partecipazione dell Avis di Ostra che ha offerto a tutti i partecipanti della buona cioccolata calda... Domenica pomeriggio il Centro di San Gregorio è stato aperto per dare la possibilità a quanti, accorsi numerosi, hanno avuto il desiderio di visitare i locali e passare un allegro pomeriggio in compagnia dei ragazzi, degli educatori e dei volontari: L Oratorio ha preparato la Tombola con simpatici premi, il Gruppo Sportivo ha offerto castagne e vin brulé (dato che era freddo ci voleva proprio) il Circolo A.C.L.I ha partecipato con le bibite. Molto bello è stato il coinvolgimento delle associazioni presenti sul territorio, tutti hanno collaborato per la buona riuscita di questo evento e tutto è andato molto bene, meglio di quanto potessimo immaginare. Domenica 29 Maggio davanti al piazzale del Centro San Gregorio, il gruppo della Caritas parrocchiale ha organizzato la festa della Mamma : il ritardo è stato voluto di proposito per la chiusura del Mese Mariano davanti all edicola della Madonna di Lourdes, inaugurata lo scorso anno. Per l occasione non potevano certo mancare i ragazzi con i loro educatori, è stato per loro un momento di gioia, hanno partecipato ai diversi giochi organizzati e degustato degli ottimi panini a base di prosciutto e formaggio. Collegato al Centro Diurno c è il Centro Residenziale predisposto per far fronte ad eventuali bisogni che si potrebbero presentare in un prossimo futuro. San Gregorio è una vera ricchezza per la nostra comunità, oltre ai locali messi a disposizione gratuitamente del Comune a beneficio di questi ragazzi, altri locali vengono utilizzati per incontri e ritrovi, come quello del fine settimana scorsa durante il quale i ragazzi delle medie delle parrocchie di Casine e Pianello hanno festeggiato con i genitori la conclusione del Catechismo. La nostra Fede è sorretta da tre pilastri fondamentali, la Fede, la Speranza e la Carità. Il Centro per la nostra comunità cristiana, è l occasione per esercitare e mettere in pratica la Carità. E veramente un dono vivere e sperimentare la Gioia che questi ragazzi sanno trasmettere perché è l Amore di Dio che si manifesta attraverso di loro. Mirella e Roberta - Volontarie

10 11 territorio A Mondolfo gli studenti si mettono in gioco Finale in bellezza Un fine dell anno da protagonista, quello dell Istituto Comprensivo Statale Enrico Fermi di Mondolfo che, per la conclusione delle lezioni, lancia fra le altre - due iniziative pubbliche di grande impatto culturale e sociale. Primo appuntamento quello in programma sabato 4 giugno nella tarda mattinata con l iniziativa Miniguide. Tale progetto è rivolto agli alunni delle classi seconde frequentanti la Scuola secondaria di primo grado attraverso la realizzazione di un corso di formazione teoricopratico sulla storia, sull arte e sulle tradizioni di Mondolfo, interviene il preside Vito Antonio Laurino. Ecco dunque che gli alunni, dopo aver condotto ricerche e studi, recuperando materiale pure in Biblioteca e su Internet, hanno effettuato lezioni frontali e visite guidate con i volontari dell Archeoclub, così da poter divenire delle Miniguide turistiche di Mondolfo e del suo territorio. Il corso di MiniGuide, nello specifico sono intervenute le docenti Santini e Sbrollini referenti del progetto - si è posto come obiettivo prioritario quello di far conoscere ai ragazzi le peculiarità artistiche e storiche del territorio in modo piacevole e coinvolgente. Oltre a favorire dunque negli alunni A Loreto una tappa di un tour ciclistico speciale Verde, etica e sport L ultima importante tessera del significativo mosaico ha avuto nella piazza della Madonna il proprio suggestivo palcoscenico ed in Giovanni Tonucci il principale animatore nonché il carismatico starter. All ombra del Santuario mariano, l arcivescovo di Loreto ha infatti abbracciato e lanciato la carovana della Duegiorni Marchigiana, intrattenendosi volentieri con i giovani atleti della blasonata manifestazione, che ha festeggiato la trentesima edizione. Il monsignore lauretano ha dato di più, nel senso che ha volentieri tradotto in preziosa occasione di prolungato commercio umano e spirituale l inghippo tecnico per cui la partenza dell evento sportivo è stata data con vari minuti di ritardo. Le immagini dei ragazzi in simpatico e sorgivo interscambio con il loro sacerdote hanno fatto bellamente il giro dei mezzi di informazione, grazie alla concertata visibilità promozionale, curata con la preziosa collaborazione del fotografo Gianfranco Soncini. Il Progetto Verde era e rimane quello dell Educazione Etica attraverso lo Sport, che si avvale del sudore quale filtro essenziale, nella direzione della costruzione di sé e della rete socio-civica attraverso l impegno duro e contemporaneamente gratificante. Per questo monsignor Tonucci ha parlato di vero giardino sociale in grado di esprimere quella meglio gioventù di cui sempre troppo poco si parla. La delegazione misena era robustamente rappresentata, per un itinerario che costantemente da Loreto passa per Recanati, planando sulla Spiaggia di Velluto per risalire attraverso l entroterra, coinvolgendo Barbara ed Arcevia. In prima fila: il Velo Club Senigallia del team manager Emilio Mistichelli. Ad organizzare nello specifico: lo Sporting Club del tandem un atteggiamento di consapevolezza e attenzione nei confronti del territorio e del patrimonio artistico, sono stati potenziati anche altri importanti obiettivi di carattere formativo quali la capacità di manifestare i propri interessi attraverso linguaggi diversi; di stimolare l autonomia personale e l assunzione di responsabilità; di accrescere il senso di autostima, di identità e d appartenenza al gruppo; di sperimentare le modalità di funzionamento di un gruppo e di promuovere lo spirito cooperativo, la socializzazione e l integrazione. Dunque, sia per i famigliari, così come per gli amici studenti e tutti i cittadini, sabato mattina Mondolfo si potrà conoscere nei principali siti grazie proprio ai ragazzi delle scuole. E, sempre gli alunni del Fermi, sezione ad indirizzo musicale, saranno i protagonisti del grande Concerto per il 150 del Unità d Italia che si terrà nella piazza del Comune, giovedì 9 giugno alle ore 21. L orchestra della scuola riprende il dirigente scolastico vuole rendere un omaggio speciale a questo 150 anniversario dalla proclamazione dell Unità d Italia. Guidati dai rispettivi docenti, gli alunni saluteranno la città con questo concerto, che ha visto i ragazzi lavorare con grande passione, sia nelle ore del mattino che nelle ore pomeridiane, con numerose prove. L ICS E.Fermi ha infatti una sezione ad indirizzo musicale di grande prestigio, dove gli studenti possono studiare gratuitamente diversi strumenti, fra i quali pianoforte, violino, clarinetto e chitarra, seguiti da docenti diplomati presso i conservatori dello Stato. Ringraziamo tutte le istituzioni, le associazioni e le famiglie ha concluso il preside Laurino per l immancabile appoggio sempre prestato. Info: Alessandro Berluti Bruno Cantarini - Luciano Angelelli. A supportare, in primis: l associazione Ruote e Cultura presieduta da Antonio Romagnoli (la cui prima edizione dell omonimo Premio ha voluto focalizzare il genio creativo dell ottantenne barbarino Americo Severini). L ottimistico realismo viene alimentato dal basso delle più giovani generazioni, che vanno sollecitate ed indirizzate in un verace e dialettico interscambio intergenerazionale in cui ognuno viene considerato come essenziale, dal primo all ultimo respiro vitale. Per il Progetto Verde non ci sarà vacanza (se non costruttiva). L estate si prospetta ricca di appuntamenti, con un occhio rivolto ai programmi scolastici (innanzitutto quei diritti-doveri a cui fa riferimento Cittadinanza e Costituzione ), con l altro attento a comprendere e testimoniare il senso dei comportamenti relazionali positivi della collaborazione e del far play. La solidarietà infine, quella espressa dalla Triade Monturano Civitanova Cascinare (sostenuta dalla Simam di patron Tommaso Rossi e dalla Fondazione Balducci e Rossi). Il sodalizio, nel proprio sito, sollecita la concreta risposta all appello per l emergenza in Costa d Avorio dove la grave situazione politica ha portato ad una vera e propria guerra civile ancora in atto dal novembre La Fondazione ricorda che il proprio è uno dei pochi presidi sanitari ancora attivi all interno di quel Paese, ma il numero di persone che si riversano nel centro di accoglienza è aumentato in maniera esponenziale a causa dell esodo dalle città, dove da mesi si spara e si muore senza conoscere nemmeno il proprio nemico. Umberto Martinelli Giugno a Barbara Dopo maggio, anche il mese di giugno si profila ricco di appuntamenti. Grazie allo spirito organizzativo delle associazioni e delle istituzioni paesane è stato elaborato un cartellone ricco di proposte, che spaziano dal divertimento alla cultura, dalle tradizioni alla religione. Si comincerà mercoledì 1 giugno con il torneo di bocce promosso dal centro sociale Santa Barbara e con l anticipazione della Festa della Repubblica ( 2/6): alle ore 10,30 dell 1/6 gli amministratori comunali ed il dirigente scolastico consegneranno copie della Costituzione Italiana agli alunni della classe 5^. Giovedì 2 Festa della Famiglia presso la colonia Capotondi, a cura della Parrocchia, mentre da lunedì 6 a giovedì 9 torneo di bocce, sempre su iniziativa del centro sociale. Da domenica 12 a giovedì 16 l associazione Il tintinnio proporrà De qua contro de là, competizione alla riscoperta degli antichi giochi per le vie del paese ( la finalissima e le relative premiazione avranno luogo sabato 18). Martedì 14 Festa del donatore, organizzata dalla sezione AVIS di Ostra Vetere-Barbara, mentre venerdì 17 e 24 Ballando sotto le stelle, presso la pista polivalente.domenica 19 gita all Italia in miniatura, su iniziativa delle Barbamamme e dal 20 al 26 campo-scuola per i ragazzi dell Oratorio parrocchiale presso l eremo di S. Silvestro. Dal 20 al 23 Giugno e dal 27 al 30 di nuovo appuntamento con il torneo di bocce, organizzato del centro sociale Santa Barbara. Domenica 26 Giugno festa religiosa del Corpus Domini. LeonardoPasqualini Differenziata ad Ostra Il consorzio Cir33 e il Comune di Ostra hanno pianificato a partire dal 1 giugno, l avvio della raccolta differenziata dei rifiuti porta a porta anche nelle zone di Via delle Selve e Via Massa. Considerati gli ottimi risultati ottenuti nella parte della Città già servita, è volonta dell Amministrazione comunale estendere tale tipologia di raccolta alla più vasta area territoriale possibile. Oggi grazie al porta a porta ed alla Stazione Ecologia di via Medi a Casine, attivati a partire dal 2007, il Comune ha raggiunto il 58% di raccolta differenziata. Grazie pertanto alla collaborazione della cittadinanza, sono stati pienamente conseguiti l obiettivo di aumentare la percentuale di raccolta differenziata e l obiettivo di ridurre la quantità di rifiuti portati in discarica. Il nuovo sistema di raccolta e smaltimento dei rifiuti, che sarà introdotto nelle zone di via delle Selve e di Via Massa, prevede la scomparsa dei cassonetti stradali del grigio, il porta a porta per l indifferenziato e l introduzione di ulteriori isole di prossimità per la consegna di carta, plastica, vetro e organico. In questi giorni alle nuove famiglie verranno consegnati i contenitori dell indifferenziato che dovranno essere esposti lungo la via pubblica per la raccolta nella giornata di mercoledì. Impianto a biogas Inaugurato presso la Stalla Cooperativa San Fortunato un impianto a biogas. L impianto, prodotto da Archea Italia con sede a Corporeno di Cento, ha esordito il presidente Bruno Chiappa - sfruttando la trasformazione delle deiezioni liquide e solide dei bovini, con una piccola aggiunta di essenze vegetali, è in grado di produrre metano che tramite un cogeneratore è capace di produrre energia fino a kw annui. Si tratta di un importante e lungimirante operazione che ci consentirà, tra l altro, la produzione di energia elettrica compiendo una scelta significativa nel campo delle energie rinnovabili. La Stalla Cooperativa San Fortunato è la più grande cooperativa di latte delle Marche con 140 soci provenienti da diversi Comuni e con oltre capi bovini e 16 dipendenti. Da oltre un anno ha iniziato la vendita diretta di latte con quattro distributori automatici (2 a Serra de Conti e 2 a Senigallia) e di carne con un punto vendita a Serra de Conti. Si tratta di iniziative che ci consentono di essere più visibili ed apprezzati sul territorio del senigalliese proponendo le nostre tipicità. L.R. Il movimento turistico a Corinaldo cresce di anno in anno Fine anno a Piticchio Il gruppo delle catechiste di Piticchio si è formato tanti anni fa per decisiva volontà di don Giancarlo, quando venne a sostituire il parroco don Amedeo, morto quasi improvvisamente. Don Giancarlo cercò e chiamò, con scrupolosità, le catechiste, a cui affiancò giovanissimi e giovanissime perché imparassero e si entusiasmassero, anch essi, a trasmettere la fede. Don Giancarlo si adoperò molto anche a trovare i locali più adatti per le lezioni di catechismo dei vari gruppi, in modo che l attività religiosa si svolgesse con serenità e profitto. Col trascorrere degli anni, il gruppo degli insegnanti di catechismo si è consolidato sempre più con l aiuto dei successivi Parroci: don Mauro e don Marco, anche se c è stata qualche inevitabile sostituzione, dovuta a motivi di studio, di lavoro o a cambiamento di sede di alcuni catechisti. C è stata, però, l aggiunta delle catechiste di Montale, da quando questa frazione arceviese è entrata a far parte della parrocchia Piticchio-Ripalta. Le catechiste ed i catechisti hanno sempre lavorato con entusiasmo e desiderio di trasmettere gli insegnamenti religiosi in modi sempre migliori e fruttuosi. Per questo si sono adoperati,continuamente, ad approfondire la personale preparazione, anche se per essa veniva sottratto tempo prezioso alle molteplici attività della loro vita giornaliera. Il gruppo dei catechisti, in prevalenza catechiste, è oggi ancora più compatto, collaborativo, amico, deciso nel trasmettere la fede. Ciò si è constatato ancor di più in quest ultimo anno catechistico, all inizio del quale c è stata la chiusura della casa parrocchiale di Piticchio. Nonostante i disagi conseguenti ed il senso di abbandono che tarda a diminuire, l anno catechistico si è svolto con piena regolarità ed è culminato nel dono dei sacramenti della Cresima e della Prima Comunione, amministrati rispettivamente a Piticchio e a Montale. Va aggiunta anche la soddisfazione di aver potuto lavorare ancora col gruppo del Dopo Cresima : un esperienza lodevole che ci auguriamo possa continuare negli anni successivi. Sabato, 28 maggio 2011, si è festeggiato il termine dell anno catechistico con una Messa pomeridiana nella chiesa di Piticchio, a cui hanno partecipato i bambini, i ragazzi, i familiari e la gente del paese. E stata una celebrazione eucaristica animata anche dai bambini e dai ragazzi, durante la quale il nuovo Parroco, don Stefano, ha fatto sentire molto viva la presenza del Signore. Terminata la Messa, nella piazzetta antistante la chiesa, c è stato un abbondante rinfresco offerto dai familiari dei ragazzi e dalle catechiste, le quali hanno poi intrattenuto per diverso tempo i bambini con giochi divertenti. Così l allegria della piazzetta della chiesa si è diffusa in tutti i vicoli di Piticchio. Prima di tornare nelle loro case, i bambini e i ragazzi hanno ricevuto il dono-ricordo di questo anno catechistico da parte di don Stefano: una piccola immagine sacra e una preghiera, che parlano alla mente e al cuore in modo gentile e significativo. Carla Carignani

11 12 Cultura mostresarà inaugurata il prossimo 11 giugno alla Manifattura Tabacchi di Chiaravalle e ad Ancona La bellezza delle cose Far dialogare gli oggetti tra loro e metterli in relazione al proprio territorio di provenienza per restituirne il senso della bellezza, quella piena, quella che traduce la forma nella sostanza e l estetica nell etica: della vita, delle cose appunto. Torna a distanza di otto anni infatti, alla Manifattura Italiana Tabacco di Chiaravalle e alla Mole Vanvitelliana, dal prossimo 11 giugno al 3 luglio La bellezza delle cose. Territori di risorse: le Marche, la mostra promossa da Adi Marche, in collaborazione con Regione Marche, Camera di Commercio di Ancona, Comune di Ancona, Manifattura Italiana Tabacco, Progemadue, Tecnoprint arti grafiche e Fondazione Chiaravalle Montessori. Una mostra che vuole riproporre l innovazione come forza motrice della quotidianità, ritagliarli ancora e meglio la funzione di filo conduttore per le dinamiche che muovono la società attuale: economiche, ambientali e culturali. Quattro le aree tematiche individuate nel percorso artistico: il rapporto esistente tra prodotto realizzato e servizio offerto, ampliando la funzionalità degli oggetti; la sensorialità dei materiali e delle tecnologie; la valenza sostenibile dei prodotti; quella tecnologica che sottende i prodotti consentendo uno sguardo ampio verso il futuro. Una sottolineatura fondamentale è riportata nel sottotitolo dell evento: Le Marche: territorio di risorse. Proprio perché il territorio rappresenta una linfa vitale per se stesso, per il proprio sviluppo, per il proprio futuro. Al centro di tutto la valorizzazione del design, ovvero delle cose, frutto del lavoro quotidiano, quello imprenditoriale che ricerca, investe e sviluppa e quello manuale di chi concretamente li realizza, gli oggetti. Essi stessi a loro volta risorse: è una risorsa la ricerca sui prodotti, quella sulle nuove tecnologie, sui nuovi processi di produzione e sui nuovi materiali. Così come risorse sono anche gli eventi paralleli organizzati nell ambito della mostra: previsti il Forum della qualità; Porte aperte: le fabbriche aprono le porte ai visitatori; il format del parco lento proposto dalla Fondazione Montessori a Chiaravalle, il partenariato con Symbola, il concorso/performance per progettisti (ma ulteriori aggiornamenti verranno effettuati in itinere nel sito www. labellezzadellecose.org e nei principali social network). Eccoli allora alcuni esempi degli oggetti protagonisti della mostra: gli edifici a bilancio energetico zero, il controllo dei circuiti d aria interni alle fabbriche e degli edifici commerciali per migliorare le condizioni di lavoro e di fruizione, i veicoli alimentati in maniera elettrica, l esperienza del food design dove alimenti ed utensili diventano un unico insieme progettuale per ridare forma agli oggetti appunto ma anche ai cibi. Tutto questo nelle Marche vero territorio di risorse a dispetto e in reazione ad una crisi economica che ne ha in parte mutato i cromosomi tradizionali. Ma in questo caso il design, può e vuole rappresentare un momento di rilancio, sentirsi complice di una possibile ripresa e di riscatto. Insomma alla Mole e alla Manifattura sarà tracciata la mappa delle risorse di un territorio che vuole ripensarsi e tra i molteplici strumenti a disposizione, in questo caso, ha scelto quello degli oggetti, purché - come nel caso di questa installazione - restino pienamente aderenti al valore più autentico della propria bellezza perché essa, come sottolineano i curatori della mostra Marco Migliari ed Alceo Serafini, diventa appunto una risorsa solo quando implica il processo del pensare e del fare, quando cioè non si limita alla sola apparenza. Airport day, qui Estate tutta da ridere con grandi comici, molti direttamente dal palco di Zelig, per la rassegna di cabaret. Alessandra Faiella, Niba e Lella Costa sono i primi grandi nomi di un ricco calendario che verrà definito in corso d opera. Vecchia gloria di Zelig e reduce dalle Invasioni Barbariche, Alessandra Faiella sarà presente il 21 luglio alle alla Rotonda con lo spettacolo Sesso? Grazie tanto per gradire!, di Dario Fo, Franca Rame e Jacopo Fo. In attesa di conferma la presenza di Lella Costa, anche lei abituè del palco degli Arcimboldi. Il terzo nome della rassegna, ancora in itinere, è quello del comico Niba, lanciato sempre da Zelig. Sarà lui uno dei volti noti di un altra grande iniziativa. Il 18 giugno approda a Senigallia Zelig Lab sezione vacanze, un iniziativa promessa da Aerdorica in cinque piazze delle Marche, tra cui appunto il Foro Annonario. L evento rientra nelle cinque giornate di Airport Day che ha lo scopo di avvicinare l aeroporto delle Marche ai passeggeri, di far conoscere meglio la realtà aeroportuale e di promuovere la mobilità aerea. La giornata avrà inizio alle 11 con l apertura dei giochi e la possibilità di cimentarsi in prova dirette. Dalle 18 lo spettacolo continua con Andrea Prada che presenterà uno spettacolo di cabaret dove gli artisti di Zelig. Parteciperanno, tra gli altri, Beppe Braida, Bruce Ketta, Alfredo Minutoli, Alessandro Politi Grande Mago e Niba. C.A. Volontariato Un corso per le associazioni Comunicazione efficace Aperte le iscrizioni al terzo percorso formativo del Csv Marche per il Il corso La Comunicazione efficace si svolge on line sulla piattaforma di Fad (Formazione a distanza) del Csv. Il corso vuole migliorare le competenze dei partecipanti in riferimento alle modalità di comunicazione con i mass-media e a quelle attraverso il sito web dell associazione. Si svolge interamente on-line sulla piattaforma di Fad (Formazione a distanza) del Csv (http://fad. csv.marche.it) e si sviluppa su due moduli di video-lezioni ed esercitazioni. A chi è rivolto il corso - In particolare a: quei volontari che si occupano di comunicazione o sono stati individuati come referente della comunicazione dell associazione, che hanno una competenza di base nell uso di internet e che si interessano o si occuperanno del sito dell associazione. Considerato che lo svolgimento del corso è interamente on line sulla piattaforma di Fad del Csv, gli iscritti devono avere un accesso ad internet veloce (es. Adsl) presso la propria associazione o il proprio domicilio o, previo accordo, presso lo sportello del Csv. Durata e sede Il corso si sviluppa in due moduli di video-lezioni, più forum ed esercitazioni che si svolgeranno tutti integralmente on line per un totale di 10 ore Compatibilmente con le iscrizioni ricevute, il corso si terrà nelle date sottoindicate: I modulo: dal 13 al 18 giugno sulla piattaforma Fad del Csv; II modulo: dal 20 al 25 giugno sulla piattaforma Fad del Csv. Scadenza e modalità iscrizioni Per volontari e operatori delle associazioni di volontariato marchigiane le iscrizioni sono on line tramite l area riservata del sito Csv (previa avvenuta registrazione dell associazione): si aprono il 13 maggio e scadono il 6 giugno Per tutti gli altri, l iscrizione è tramite scheda di partecipazione da richiedere al n (h.9-13) o scrivendo a M.C. senigallia E iniziata M arcord Mario La vita di un pittore Alla Rocca Roveresca dal 21 maggio al 10 luglio 2011 Vita del Pittore Bastari, primo evento di una serie di iniziative che per tutta l estate la città di Senigallia dedica a Mario Giacomelli. M arcord Mario. I luoghi, i volti e le parole di Mario Giacomelli è il nome del percorso promosso e curato dal Comune di Senigallia in occasione del decennale della morte del grande fotografo e illustre cittadino, pensato in collaborazione con il museo d arte moderna, della fotografia e dell informazione e con il museo di storia della mezzadria Sergio Anselmi. Le varie iniziative espositive e gli eventi programmati nell ambito di questo cartellone troveranno casa nella Rocca Roveresca, al palazzo del Duca e al Museo di storia della Mezzadria. I luoghi che hanno segnato la sua esperienza artistica, i volti che l hanno attraversata, i poeti che l hanno ispirata, saranno raccontati attraverso un viaggio nel suo universo artistico, nella sua terra e nel suo mare. Vita del pittore Bastari La mostra è un ciclo di 150 fotografie in cui Mario Giacomelli ritrae l amico artista. L esposizione ripercorre la mostra idea da Achille Bonito Oliva e curata da Eduardo Cycelin già allestita nel 2003 al Museo di Capodimonte a Napoli. M.B. Lo sportivo dell anno Sabato 4 giugno alle ore 21, nella splendida cornice del Foro Annonario, in coincidenza del 150 Anniversario dell Unità d Italia, si svolgerà la serata per premiare lo sportivo dell anno e fra questi verrà dato un riconoscimento al Presidente dello Sci Club Senigallia Alessandro Frattesi per l attività sportiva svolta negli anni. Sono stati invitati alla serata alcuni personaggi che hanno portato grande lustro al nostro Paese con i loro risultati sportivi; saranno infatti presenti alla manifestazione alcuni grandi campioni: Francesco Moser, Samuele Papi, Walter Magnifico e Lucia Morico. Condurranno la serata Ciro Montanari e Fabio Girolimetti di Nero su Bianco e ci saranno anche due importanti giornalisti, Maurizio Compagnoni di Sky e Nicoletta Grifoni della Rai, oltre all arbitro internazionale di calcio Emidio Morganti, che proprio quest anno concluderà la sua brillantissima carriera. Premio Parola mia, Scapezzano Il Borgo Scapezzano propone Il Premio Parola mia che si articola in quattro sezioni: A Poesia Junior; B Narrativa Junior; C Poesia Senior; D Narrativa Senior. Le sezioni Junior sono riservate ai ragazzi nati dal 1 gennaio 1995 al 31 dicembre Le sezioni Senior sono riservate a chiunque sia nato prima del Il tema delle opere: - potrà essere libero (per tutte le sezioni) oppure - per le sezioni Poesia, potrà ispirarsi a: Dopo tanta / nebbia / a una / a una / si svelano / le stelle. Giuseppe Ungaretti, Sereno Bosco di Courton luglio per le sezioni Narrativa, potrà ispirarsi a: Da quel punto la sua stessa esistenza parve farsi più piena quasi si fosse accasato quasi egli non fosse più solo Nikolàj Gogol, Il cappotto. È possibile partecipare, nella propria fascia di età, a entrambe le sezioni (Poesia e Narrativa). In tal caso, andranno fatti due invii distinti. Si partecipa inviando una sola opera, inedita, per ciascuna sezione a cui si concorre. Sezione Poesia: una poesia di lunghezza libera. Sezione Narrativa: un racconto breve. Le opere dovranno essere inviate in unica copia, anonima, insieme al tagliando di partecipazione compilato, firmato e inserito in una busta chiusa priva di indicazioni. Per i minori, il tagliando dovrà essere firmato da chi ne esercita la patria potestà. I testi inviati non saranno restituiti. La partecipazione al Premio è gratuita. I testi dovranno essere inviati entro il 9 luglio 2011 a: Premio letterario Parola mia, Casella postale Senigallia (An). La consegna degli attestati avverrà in occasione della cerimonia di premiazione, alla quale sono invitati tutti i partecipanti all iniziativa. Gli attestati non ritirati la sera della premiazione saranno inviati per posta agli autori. L.M. Concerto finale della Marchetti La Scuola Media G. Marchetti ha già festeggiato i 30 anni del Corso ad Indirizzo Musicale, ma ora manca un ultimo evento di particolare importanza per suggellare il traguardo storico, il prossimo 4 giugno. Tutti gli alunni, ma soprattutto gli ex-alunni, sono caldamente invitati a partecipare e a diffondere la notizia. Per iniziativa dell ex Preside della Marchetti prof. Mario Cavallari e dei professori Nadia Gianfranceschi e Vittorio Farinelli è stato redatto un libro che raccoglie le testimonianze degli allievi, foto, esperienze musicali, eventi dell Istituto, rassegna stampa e tanto altro. Tale volume, o meglio testo-documento, sarà presentato in una conferenza stampa ad hoc, ma sarà anche mostrato al pubblico sabato 4 giugno 2011 presso la Chiesa dei Cancelli alle ore 21 nel corso del consueto Concerto finale degli Allievi. E sarà anche messo in vendita per chi vorrà.

12 13 Spettacolo teatro Un originale appuntamento al Valle di Chiaravalle La storia di due donne Racconta la storia di due donne. Melissa a 18 anni studiava alla facoltà di agraria, certo (o forse) non pensava che un giorno avrebbe lavorato come regista a teatro. Fiorisa è invece un attrice. Lei che ha sempre fatto l insegnante, con passione e estro, e a teatro ci andava solo. E così tutti gli altri ragazzi della compagnia di teatro per adulti di Chiaravalle. Per tutti loro il grande debutto è stato o f f e r t o dall occasione di dar vita ad uno spettacolo che si c h i a m a L e mp o - rio. Si chiama così perchè è nato dentro il gruppo e per questo è interessante perché il testo è del tutto autografo. Nasce 5 anni fa all interno della palestra di Chiaravalle (per adulti e specifica per anziani ) Oasi Dance, ad opera degli istruttori Marco Favi e Giorgia Mancinelli in primis, e poi di Flavio in veste di organizzatore, il gruppo è un momento ludico-ricreativo per le persone che frequentano la palestra. Per tre anni si lavora insieme con una regista, poi lei li lascia ed entra Melissa Conigli. L arte è sempre un concetto grande, in realtà ogni cosa che facciamo contiene arte perché ha un che di estetico e una finalità dettati dall esigenza di creatività. Melissa: All inizio abbiamo lavorato su alcune loro esigenze e richieste. Quest anno siamo alla terza de L emporio al teatro Valle di Chiaravalle. Lo riproporremo il 15 giugno. Parla di un negozio che appunto si chiama l emporio, dove, per risollevare le sorti economiche, vengono proposte delle bambole come prodotti. Trattasi di bambole umane, che nel corso dello spettacolo, hanno destini diversi: c è la bambola che vede finalmente realizzato il suo sogno, c è la bambola che invece si ribella alla vita che le era stata preconfezionata, e c è la bambola che viene sovrastata dal desiderio umano e quindi va un pò così Abbiamo voluto mettere a fuoco la realtà. Isolare queste possibilità e svilupparle sotto forma di bambole, che erano proprio la personificazione di quello che noi vivevamo nell ambiente esterno. Col tempo e in controtendenza, il gruppo è aumentato e siamo arrivati a 18 attori. La prima è andata bene, la gente sorride. Dura un ora e minuti. A me piace raccontare la storia tutta d un fiato, uno deve entrare e uscire ed essersi portato a casa una riflessione, un immagine, qualcosa comunque. La gente ha amato lo spettacolo anche perchè è attuale, si riscopriva nelle situazioni in modalità a tratti parallela o più fantastica. La mia visione di teatro è che ognuno possa trovare la sua dimensione e possa portarsi più avanti nel suo percorso di vita. Il limite di autoconoscenza va conosciuto e a volte anche superato. Fiorisa: un campione d attrice. Incredibile la gente mi fermava per strada meravigliati di tutta questa mia vis in scena - così dicevano con affetto di pubblico. Ho sempre amato il teatro, sin da giovane jesina quando salivo su nel loggione per vedere sia lirica che prosa con amici e poi compagni di università. Ho fatto corsi e in seguito, a scuola, c è stata una ricaduta facendo laboratori con i ragazzi. Dopo la pensione mi sono buttata, però, oltre la curiosità spinta dal voler sperimentare me stessa. Confesso entrambe: tanta paura ma altrettanta determinazione a superarmi. Devo dire che è una bellissima esperienza umana a livello corale, profonda e leggera. L emozione del palcoscenico è tremenda, ti trema tutto, ti parte la memoria. Ma ci si ride su, e s improvvisa la vita! Legare la socialità all arte non è giocare al ribasso.. La gente comincia a vedere l efficacia e la validità perché è un teatro-reale, una terza possibilità rispetto a quello professionale o dilettante. Mi parla dal vero e vuole lanciarmi un messaggio. Il teatro reale è un arte autoptica, diversa dalla teatroterapia però senz altro curativa e fonte di benessere. Giulia Falaschi eventi E partito il primo festival senigalliese Hip hop festival E partito il primo Festival Hip Hop di Senigallia, uno degli eventi e delle novità assolute della stagione turistica senigalliese. Si è aperto lunedì scorso con la proiezione di film a tema al cinema Gabbiano e durerà fino a sabato, coinvolgendo sia le piazze pubbliche che alcuni locali di ritrovo, dal pomeriggio fino a tarda notte. Un evento che non vuole essere una meteora ma diventare un vero e proprio appuntamento fissodi grande spessore. L Hip Hop è un movimento culturale nato alla fine degli anni Settanta nelle comunità afroamericane del Bronx e poi diffusosi rapidamente in tutto il mondo negli ultimi decenni: anche a Senigallia, perché in città già da qualche anno c è Stile Balneare, scuola di danza della quale fa parte Paolo Montesi, uno degli organizzatori di questa prima edizione del Festival, assieme a Pikta Eventi: Quello che vorremmo è coinvolgere il pubblico che interverrà diffondendo la cultura legata all Hip Hop che non è soltanto musica ma anche tanto altro spiega Montesi. Ci saranno anche ballo (con gare di breakdance che varranno anche come selezione nazionale per una competizione internazionale prevista a Dakar, in Senegal); writing, cinema, intrattenimento. E a rendere il tutto ancor più professionale ed internazionale l organizzazione degli stages da parte della coreografa Alberta Allegrezza. Il gran finale è previsto nei giorni venerdì e sabato: venerdì in Piazza Del Duca dalle 15 alle 20 stage di House e Newstyle con l artista internazionale David Bellay, con Lizhard, e con Electro Lock; dalle alle rassegna coreografica di danze Hip Hop e quindi musica fino alle 3 del mattino al Qubetti di Sabbia. Sabato, dalle ore 16 lunga serie di Writing session con ospiti del settore, sempre in Piazza Del Duca, con a seguire la prova di breakdance che fungerà da selezione italiana per una gara internazionale in Senegal; quindi dalle musica nel limitrofo Cafè Bicchia. Giornata dello sport ad Arcevia Anche quest anno, con la finalità di diffondere lo sport ed i suoi valori e al fine di sensibilizzare l opinione pubblica sull utilità e sui benefici che la pratica sportiva apporta in termini di benessere e forma fisica, il Coni ha istituito, sulla base di una direttiva della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 27 novembre 2003, la Giornata Nazionale dello Sport, appuntamento istituzionale destinato allo Sport per Tutti, prevista per domenica 5 giugno. L Assessorato allo Sport del Comune di Arcevia ha deciso di aderire a questa manifestazione con l intento di partecipare alla promozione dei valori del mondo dello Sport. Niente da capire, concluso il progetto Si è conclusa l edizione 2011 di Niente da capire, dodicesimo appuntamento di una rassegna di cinema dedicata alle scuole secondarie di secondo grado e in particolare al biennio. Il progetto si è ancora una volta proposto l obiettivo di discutere e far discutere con i ragazzi, attraverso l arte cinematografica, sui temi legati alla condizione adolescenziale e giovanile, alle relazioni tra pari, con i genitori, alle relazioni amorose, al loro punto di vista sul mondo. Quest anno Niente da capire è stato inoltre legato ai temi dello sballo positivo, il progetto sulla sicurezza che da un anno si sta declinando in diverse manifestazioni, nei luoghi e nelle piazze della città. Oltre 500 ragazzi di 21 diverse classi del Liceo Perticari, dell Istituto professionale B. Padovano, dell Ipssart Panzini e dell Istituto Tecnico Corinaldesi hanno visto assieme quattro film: La 25a ora, Fucking Amal, Paranoid Park e In un mondo Migliore. Ne hanno poi discusso dopo la proiezione con il supporto di operatori, sociologi e psicologi, per sintetizzare in una presentazione finale ognuna delle mattinate passate insieme. I ragazzi coinvolti hanno anche prodotto dei cartelloni che verranno affissi in città nelle piazze che ospiteranno il progetto sballo positivo durante la prossima festa della musica. Questi cartelloni, unitamente ai video delle presentazioni, sono stati pubblicati sul blog del progetto niente da capire: com Un libro per l ambiente Un mare di applausi ha accolto i libri vincitori del Premio Nazionale Un libro per l ambiente, il concorso di editoria ambientale promosso da Legambiente e editoriale La Nuova Ecologia. Per la prima volta, alla sua XIII edizione, la festa finale si è svolta in vidoconferenza da una rappresentanza di territori che hanno partecipato e sostenuto il concorso di quest anno. Telecamere accese ad Ancona, Camerano, Camerino, Fabriano e Pesaro, dove hanno atteso con ansia la proclamazione dei vincitori, gli autori dei libri finalisti e gli studenti marchigiani. libri La semplicità che nutre la santità dei piccoli portoghesi I tre pastorelli di Fatima Manuel Fernando Silva I pastorelli di Fatima, euro 23, pagg. 448, ed. Paoline Le apparizioni di Fatima, un evento che ha segnato la storia del XX secolo, sono il tema di questa biografia che muove i passi dalla semplice quotidianità di tre ragazzini, i veggenti, che sono qui semplicemente bambini prima di essere i Pastorelli che la tradizione ci ha consegnato. L Autore ci offre un testo lontano sia da uno sterile sensazionalismo sia da un freddo e distaccato devozionalismo. Storico di formazione, attinge a piene mani alle fonti il taccuin per tratteggiare il quadro della franca semplicità che nutre la santità dei protagonisti di questo grande mistero. Qui si radica la bellezza del testo: non si vuole dimostrare niente. Non è un testo scientifico né storico nel senso proprio del termine. Ma sono pagine che, grazie anche a uno stile fluido e discorsivo, penetrano nel contesto familiare di Lucia, Francesco e Giacinta, nella vita bella, buona e vera, di semplici famiglie di pastori. Cinema multisala Gabbiano - tel da venerdì 3 giugno THE TREE OF LIFE Un film di Terrence Malick. Con Brad Pitt, Sean Penn, Joanna Going, Fiona Shaw, Jessica Chastain - India, Gran Bretagna Jack, il protagonista del film, è un bambino di undici anni e ha altri due fratelli. Cresciuto nel Midwest dai genitori, prende rispettivamente le due diverse attitudini di guardare alla vita; sua madre, Jessica Chastain, vede con gli occhi dell anima, ovvero è paladina di una visione piena di amore e grazia. Suo padre, Brad Pitt, al contrario tenta di crescere il figlio con l insegnamento di mettere la propria persona davanti a tutto. Jack però troppo presto viene a conoscenza del lato oscuro della vita ammalandosi, e diventando quindi una persona molto delicata. È per questo motivo che quando lo ritroviamo cresciuto, interpretato da Sean Penn, è un anima persa nel mondo ma riesce a intravedere qualche spiraglio di fiducia nelle parole del padre, considerate prima come troppo dure. Inizia, quindi, a capire il vero senso delle parole paterne e affronta la vita in maniera adulta. CONCORSI Senigallia - Il circolo Acli di San Silvestro organizza il 6 concorso di Poesia Cesare Vedovelli. Il concorso si articola in tre sezioni: 1 Poesia in lingua italiana 2 Poesia in dialetto 3 Sezione speciale ragazzi. I lavori dovranno essere inviati entro e non oltre il 31 maggio 2011 (farà fede il timbro postale) a: Circolo A.C.L.I. San Silvestro c/o Anna Maria Bernardini Via Intercomunale San Silvestro 12/b Senigallia (An) (cell. 339/ dal lunedì al venerdì). Senigallia - Il 2011 è l Anno europeo del Volontariato. Per l occasione, la Caritas diocesana di Senigallia, la Fondazione Caritas Senigallia - Onlus e l Associazione di Volontraiato Il Seme, hanno organizzato un concorso fotografico Scatta il volontariato. il 5 giugno prossimo è fissata la scadenza per la presentazione delle opere. CULTURA Castelleone - Sono state riaperte le strutture del Parco Archeologico e del Museo Civico Archeologico A. Casagrande di Castelleone di Suasa ed il Museo Civico del Territorio di San Lorenzo in Campo. Fino al 30 giugno, avranno il seguente orario: sabato, domenica e festivi dalle ore 15,30 alle ore 19,30. EVENTI Senigallia - M arcord Mario. I luoghi, i volti e le parole di Mario Giacomelli, dal 21 maggio al 10 luglio alla Rocca Roveresca. Senigallia - Nei e 5 giugno l importante appuntamento con la Sagra del Pesce di Cesano giunta quest anno alla sua 52 a edizione, storia e la tradizione. L ALTRA VERITA Un film di Ken Loach. Con Mark Womack, Andrea Lowe, John Bishop, Geoff Bell, Jack Fortune. 109 Liverpool. Fergus e Frankie sono stati amici sin dall infanzia sognando, sul traghetto che attraversa il fiume Mersey, viaggi impossibili. Divenuti adulti Fergus ha viaggiato come membro della SAS, le forze armate speciali britanniche. Una volta congedato ha convinto l amico Frankie (ex paracadutista) ad andare in Iraq con lui. Entrambi operano come contractors (i guardiaspalle armati fino ai denti ingaggiati per proteggere privati). Nel settembre 2007 Frankie viene ucciso sulla Route Irish, la strada più pericolosa del mondo che si trova a Baghdad. Fergus, sconvolto dall accaduto, non crede alla versione ufficiale e prende ad indagare sulla morte dell amico. Al suo fianco ha Rachel, la vedova.

13 14 sport vigor Ospite del Panathlon club di Senigallia porta il saluto per i novanta anni rossoblu Anche rivera festeggia la Vigor Non Basket maschile serie c 2 - PlAY OFF Promozione raggiunta! MARZOCCA 93 TOLENTINO 81 Davanti a oltre 500 spettatori, mai successo durante tutto il campionato, il Marzocca in questo quarto incontro decisivo per il passaggio di categoria ha superato il Tolentino con un secco 93 a 81, rimandando gli ospiti all anno successivo. Sostenuto da un folto gruppo di sostenitori il Tolentino parte col piede giusto, mettendo in difficoltà i biancorossi; al 2 : 4-9, poi parità; al 4 : 11-11, quindi ancora in vantaggio gli ospiti all 8 : 16-28; chiusura del primo quarto: 25 a 29. Inizio secondo quarto col Marzocca in rimonta e mai più sarà raggiunto. 11 : 29-29; 18 : 43-38, chiusura al riposo: 48 a 38. Alla ripresa del gioco i biancorossi, ben sistemati in difesa, aumentano i punti; al 27 : 46-38, per poi chiuderlo sul 74 a 61. Nella quarta frazione il Tolentino si fa intraprendente, anche per un calo biancorosso, 31 : 78-61, poi si passa ad un pericoloso 34 : 78 a 73, ma la riscossa non si fa attendere: Pasquinelli e Del Cadia non danno scampo chiudendo la serata sul 93 a 81 ed è il passaggio nel Campionato di C1. L ulteriore partita non è più necessaria, avendone il Marzocca vinte 3 su 5. Immaginate quel che è successo sul parquet: giocatori, dirigenti, spettatori: tutti abbracciati, mentre bottiglie di spumante inondano tutti. Il finiscono i festeggiamenti in casa vigorina dopo la promozione nel campionato d Eccellenza e la conquista del titolo di Campione marchigiano con la vittoria sulla Monturanese, ora si vuole ricordare anche il 90 anno di fondazione. In collaborazione con Panathlon Senigallia si è pensato di riunire questo evento in un unica serata da effettuarsi presso il ristorante Finis Africae venerdì 27 maggio. In occasione di questo evento il Presidente del Panathlon Senigallia, dott.pâolo Pizzi, è riuscito dopo diversi tentativi a portare a Senigallia il Pallone d oro, il milanista On.Gianni Rivera, l indimenticabile mezzala che tutti ricordano per il quarto gol messo a segno contro la Germania al campionato del mondo. Ad ossequiare l ospite d onore, Gianni Rivera, i politici della città: il Sindaco Mangialardi, il vice Sindaco Memé, il rappresentante del CONI delle Marche, l ex Sindaco di Ancona Sturani, i governatori di vari Distretti, diversi Presidenti dei Panathlon della Regione, il Presidente della Vigor Mandolini, con diversi consiglieri, ed infine oltre 160 partecipanti fra cui tante vecchie glorie vigorine che a suo tempo hanno indossato la gloriosa casacca rossoblù. A inizio cerimonia, Paolo Pizzi ha raccontato la carriera di Gianni Rivera come giocatore, le sue imprese, mentre un video a parte descriveva la vecchia storia e quella nuova della Vigor. Infine, sono stati chiamati capitan Ganzetti, euforico per la promozione raggiunta, dice: Dopo tante traversie, capitateci durante il torneo, non posso che essere felice per i miei compagni, per i dirigenti, per il pubblico così numeroso questa sera e per il tecnico Nobili. Il Presidente Monachesi: Un grosso risultato che c impegna per il prossimo campionato. Sicuramente confermerò questi ragazzi. Del Cadia, non più giovanissimo ma dalle sempre grandi prestazioni, dice: Posso ancora giocare qualora le mie gambe mi sorreggano. Una volta tanto, indipendentemente dal risultato, un elogio va fatto alla coppia arbitrale per come ha saputo condurre l incontro non facile per la posta in palio: Borri di Sassoferrato e il giovane promettente Paialunga di Fabriano. Ora la pallacanestro va in ferie; se ne riparlerà diffusamente a settembre. MARZOCCA: Del Cadia 25, Ganzetti 9, Vico 11, Spadoni ne, Ferretti 0, Papa ne, Alessandroni 12, Pasquinelli 24, Piloni 10, Briscoli 2. All. Nobili. TOLENTINO: Malchiorre ne, Pellacchia 15, Servadio 9, Laguzzi 15, Bass ne, Pelliccioni 8, Lancioni 13, Mazzoleni 4, Reggio 8, Principi 9. All. Agnani. Arbitri: Borri di Sassoferrato e Paialunga di Fabriano. G.M. retrocessione senza traumi pochi giorni dal rompete le righe, la Goldengas continua a mantenersi in forma con A sedute costanti di allenamento. L intero mese di maggio ha visto Regini e i suoi ragazzi senza nessun impegno agonistico a causa del ridicolo regolamento di quest anno che non si sa ancora bene in cosa sfocierà. E andata così in scena la consueta partita a ranghi misti, con tifosi, dirigenti ed appassionati, conclusasi con una salsicciata. Il ritorno in B dilettanti non ha scalfito l umore di staff societario e giocatori, consapevoli di aver dato il massimo per centrare un obiettivo che era molto difficoltoso, anche se ad un certo punto alla portata di Pierantoni e soci. Con i play off ancora in piena disputa, è ancora troppo presto per approcciare il mercato. L estate sarà torrida per molte Società. Sono molte le squadre che sembrano patire problematiche economiche, a partire dalla massima serie. Il Presidente Moroni, ancor prima dell ultima sfida, era comunque stato chiaro: la Goldengas ripartirà cercando di fare del proprio meglio. Nel frattempo, un importante risultato è stato raggiunto dalla formazione della Maior Senigallia, la massima espressione del settore giovanile biancorosso, che dopo aver conquistato la promozione in D ha sconfitto il Porto Pesaro nella semifinale regionale e dovrà affrontare la vincente dello scontro tra le Province di Macerata e Ascoli per l assegnazione del titolo regionale. La Rossi agguanta un bel secondo posto nella trasferta austriaca Linda, stavolta è podio europeo ragazzi della Nazionale Italiana di pattinaggio di velocità si sono incontrati al ca- I sello autostradale di Verona Nord alla volta di Wőrgl in Austria, per la terza tappa della Coppa Europa. Tra gli atleti convocati anche Linda Rossi, la pattinatrice del Team Roller di Senigallia allenata dal pluricampione del mondo Mauro Guenci, già anche lei pluricampionessa italiana ed europea. Gli atleti presenti alla kermesse austriaca erano circa 450 suddivisi in 18 nazioni, tra squadre nazionali e di club. A detta del CT della nazionale italiana Giulio Ravasi, questo rappresentava un importante test in vista delle convocazioni ai prossimi campionati europei che si terranno nel mese di luglio a Macerata e Pollenza. Il secondo giorno l atleta senigalliese ha disputato le eliminazioni e poi le finali della gara a punti su 3000 mt e della 500 mt in linea. Ancora è Linda a distinguersi nella gara lunga lavorando impetuosamente per le sue compagne e cercando di ricucire ogni scatto delle atlete della forte compagine tedesca, riuscendo al termine della gara a classificarsi al 2 posto allo sprint. ad uno ad uno i giocatori vigorini che nel tempo, purtroppo passato, hanno calcato il vecchio campo comunale, ora intestato al grande atleta-giocatore-dirigente vigorino Goffredo Bianchelli. A fine cena, numerosi sono stati gli interventi effettuati, con domande all ospite Gianni Rivera, che con grande signorilità ha risposto, ricordando i momenti belli della sua luminosa carriera sportiva. In particolare ha ricordato con grande affetto e con un pizzico di nostalgia il suo indimenticabile allenatore, il triestino Nereo Rosso el Paron, raccontandone aneddoti e piccoli scherzi che solo lui sapeva fare. La serata si è chiusa con un brindisi alle migliori fortune per la Vigor. Giancarlo Mazzotti Ciclismo rosa e sempreverde Il primo dei nuovi campioni marchigiani amatori è l ultimo a stancarsi di pedalare ed a perdere il sorriso: l ultrasempreverde Aldesino Carletti, atleta - mecenate dell AutoSelli (sempre affiancato da Carlo Piersanti), leader e bandiera dei supergentlemen B. A Mondolfo, le altre emblematiche casacche simbolo dei primati di categoria vengono indossate dalla reginetta Emanuela Sampaolesi (Simoncini Zeppa Bike, seguita dal tandem Lavinia Palazzo - Ines Macchiarola) e dal debuttante Alessandro Gallerini (Mattioli Moda). Sono loro tre gli unici a bissare il successo colto un paio di mesi addietro sulle stesse strade nella prova d apertura del Trofeo Massi Cycling Point. Titoli anche per il cadetto Fabio Virgili (Mobili Rimini), lo junior prima serie Francesco Signoretti (Cicli Olivieri), lo junior seconda serie Andrea Pasquarella (Simoncini - Zeppa Bike), il senior seconda serie Giuseppe Uguccioni (Mondo Bici), il gentleman Tiziano Lacchè (Mister Bici) ed il gentleman seconda serie Giovanni Riccioni (idem). Gli ori assoluti premiano gli uomini più veloci nell emozionante Campionato Marchigiano Amatori Udace. Il primo a sprintare efficacemente nei quattro confronti open è Valerio Casoni, veterano seconda serie del Mister Bici. Prosegue l intramontabile Albertino Della Martera (supergentleman in forza al Bici Club Pesaro). Il senior Michele Marinozzi regala la prima storica maglia alla neonata Veregra Bike del presidente-atleta Luca Capodaglio. Non può mancare il bersaglio il veterano Mauro Maronari, che finalizza il gran lavoro del Simoncini Sauro - Zeppa Bike, orchestrato dal corridore-patron Flavio Montecchiari. Pedalano 215 corridori che circuitano in località Mulino Vecchio sul fluido anello di km 7,6 (affrontato dalle 6 alle 9 volte). La linea di partenza e arrivo è tracciata nell area del bar caffetteria Mattia, sulla strada provinciale Centocroci. La manifestazione è valida anche quale terza tappa della challenge Massi Cycling Point (team organizzatore guidato da Paolo Ligi) e quale ottava prova del Gp AutoSelli. Classifiche Assolute Prima Corsa: 1.Valerio Casoni (Mister Bici); 2.Tiziano Lacchè; 3.Maurizo Lombardi. Seconda Corsa: 1.Albertino Della Martera (Bici Club Pesaro); 2.Giovanni Riccioni; 3.Fausto Bellagamba. Terza Corsa: 1.Michele Marinozzi (Veregra Bike); 2.Massimo Maronari; 3.Andrea Baldassarri. Quarta Corsa: 1.Mauro Maronari (Simoncini - Zeppa Bike); 2.Rodolfo Pacini; 3.Roberto Mentuccia. Umberto Martinelli Foto (di Marco Morazzini): Aldesino Carletti, leader e bandiera degli ultrasempreverdi La vittoria sul Senigallia calcio fa ben sperare per la promozione Vicino il salto di categoria SENIGALLIA CALCIO 0 MICIULLI 1 Con questa vittoria la Miciulli mette un grosso tassello al passaggio di categoria in quanto resta da disputare in campo neutro lo spareggio con la Vigor Castelfidardo, al momento a data da destinarsi. L odierno incontro, che metteva le due squadre senigalliesi di fronte, è stato seguito da oltre 400 spettatori, un record per la III categoria, ma la posta in palio era tanta. All inizio le contendenti si sono limitate a controllarsi a centrocampo, tanto che i portieri sono stati raramente impegnati se non per un normale lavoro di rimessa. Lo spunto migliore è stato realizzato al 43 da Baldelli della Miciulli che da circa 35 metri ha scagliato un bolido che si è stampato sulla traversa. La sfera, ritornata in campo, è stata colpita di testa da Grossi e con relativa facilità è stata collocata in rete. Esultano quelli della Miciulli, poi poco dopo l arbitro chiude la prima parte dell incontro. Inizio ripresa col Senigallia in attacco, alla ricerca del pareggio. E già al 46 Bosco si salva sui piedi di Giuliani. Al 61 viene espulso Simonetti del Senigallia per reazione su un avversario. Pure in dieci, il Senigallia continua a far tremare la difesa del Miciulli. Al 76 Bosco si ripete su tiro ravvicinato di Giuliani, così pure all 82 su Casavecchia. All 83 Corinaldesi sbaglia a porta vuota la seconda rete per il Miciulli. Al 93 l arbitro Marinelli di Ancona espelle prima Pintea per protesta poi, sempre per il Senigallia Calcio, tre componenti la panchina: una vera ecatombe. SENIGALLIA CALCIO: Putignano, Simoneti (61 espulso), Balicchia, Censi, Durazzi Nicola, Mandolini (18 amm. 78 Gemma), Giuliani, Siena (58 Durazzi Andrea, 91 amm.), Pintea (93 espulso per protesta), Gabbanella (70 Maccagnani), Grossi (56 Casavecchia). A disp. Durazzi Filippo, Pettinelli, Vitali. All. Solazzi. MICIULLI: Bosco, Cucchi, Baldelli, Bomprezzi, Cinotti (55 Magnarini), Contini (45 amm.), Goldoni (30 amm.), Corinaldesi (85 Severini), Cardaccia (75 amm., 76 Montesi), Spadoni. A disp. Manoni, Tombari, Schiaroli, Morsucci. All. Corinaldesi. Arbitro: Marinelli di Ancona. Angoli: 5 a 1; recuperi 3+5. G.M.

14 15 penultima LA PAROLA DI DIO At 1,1-11 Salmo 46 Ef 1,17-23 Mt 28,16-20 di Paolo Curtaz indirizzare a: La Voce Misena Piazza Garibaldi, Senigallia fax Voglia di cambiare Le elezioni amministrative appena concluse hanno mostrato che la gente va a votare, esprime il proprio desiderio di cambiamento, sceglie autonomamente anche smentendo le previsioni e rompendo gli schemi consolidati. Tutto ciò fa parte del grande patrimonio comune rappresentato dalle istituzioni democratiche. Istituzioni che il 2 giugno festeggeremo e che dovremmo sempre tutti quanti rispettare e onorare. Mi sento di condividere le parole del presidente nazionale delle Acli, Andrea Olivero, a commento della recente tornata elettorale. La ricorrenza del 2 giugno è un valore per tutti i cittadini e allo stesso tempo un richiamo alla responsabilità personale e collettiva, all impegno civile, alla partecipazione attiva alla vita democratica. L auspicio è che i cittadini possano dimostrare la loro passione per il bene comune e le istituzioni democratiche a 5 GIUGNO 2011 Festa dell Ascensione del Signore Con il naso all insù Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo dice oggi il Signore a noi dubbiosi apostoli. Io sono con voi, e se ne va; ascende al cielo, gli angeli ci invitano a staccare gli occhi dal cielo per guardare bene la terra, ci chiedono di smettere di pensare, come gli apostoli, che ora, finalmente, iniziano i festeggiamenti. Nel momento della conversione alla gioia, superate tutte le tristezze, finalmente pronti ad essere discepoli secondo il cuore del Maestro, assaporando già il Regno di Dio, consapevoli del cammino fatto e della capacità acquisita di vivere bene il Vangelo ora che la croce è superata, il Signore se ne va. Che delusione! Cosa c è da festeggiare, scusate? Bisogna far lutto e piangere: il Signore Gesù se ne va, per sempre. Pensavamo di averlo perso, lì appeso alla croce. Lo abbiamo riavuto, abbiamo tribolato per credere alla resurrezione ed ora che finalmente lo possiamo nuovamente ascoltare, egli torna dal Padre fino alla pienezza dei tempi. C è da essere in lutto, altro che! Con l Ascensione finisce un epoca, un momento, una storia. La storia dell uomo Gesù, del suo aspetto, del suo sorriso, del suo sguardo profondo. Non potremo più sentire la sua voce che chiama per nome Tommaso e Maria, non ammireremo più la sua pazienza mentre dialoga animatamente con i due testoni di Emmaus. Neppure potremo più, commossi, guardare la passeggiata del Maestro sulla riva del lago mentre prepara il pesce (spigole?) per i discepoli sconfortati e che - ancora - riempie il cuore frantumato di Pietro. Se guardiamo in fondo ai nostri cuori dubbiosi, se siamo onesti fino in fondo, dobbiamo riconoscere che questo finale, nuovamente, non ci soddisfa per niente. Se Gesù fosse restato glorioso nei secoli, non sarebbe andata meglio invece di faticare con questa baracca che è la Chiesa? Se lo avessimo ascoltato per radio o dal satellite ogni giorno, non avrebbe ottenuto maggiore fede E ancora festa di compleanno Sono passate da poco le 15 e già le prime carrozzelle, veicoli delle vecchiette e dei vecchietti, cominciano a scendere dalle stanze dei piani superiori, accompagnate dai propri assistenti, per avviarsi al salone nel pianterreno. E, col passare dei minuti, i corridoi sono sempre più affollati e gli ascensori non fanno in tempo a scaricare carrozzelle che subito vengono richiamati da altri, desiderosi di scendere. E chiaro che se tutti scendono e vanno nel salone, lì ci deve essere qualcosa, forse una festa. Ma certo!! In mezzo agli avvisi, nella parete del corridoio, c è l avviso giusto per questo pomeriggio. E cos è? Siamo alla fine del mese di maggio e bisogna festeggiare tutti quelli nati in questo mese. Non importa quanti anni fa. E il compleanno! Sì, è la festa di compleanno. Non è certo una novità in questo Istituto ed è sempre una festa meravigliosa. Arrivano figli, nipoti, parenti più o meno stretti, ma ogni festeggiato ha intorno arrivati in redazione partire dai prossimi referendum del 12 e 13 giugno, perché ogni occasione di partecipazione e segno di libertà e di amore per il proprio paese. Gildo Lucertini Rns, convocazione a Rimini Gentile redazione, volevo condividere un appuntamento importante per molti. La mia carne per la vita del mondo è il tema della 34ª convocazione nazionale dei gruppi e delle comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), in programma a Rimini dal 2 al 5 giugno. L appuntamento nazionale del movimento ecclesiale, che in Italia conta 200 mila aderenti, vedrà la partecipazione di oltre 15 mila persone provenienti anche dalla Svizzera. Tra questi più di 300 sacerdoti e oltre mille bambini e adolescenti. Il programma delle quattro giornate prevede momenti di preghiera comunitaria, liturgie e amore? No, Signore, proprio non ti capiamo. Ora che le cose potevamo funzionare, ci molli due a zero e torni dal Padre. Uffa! Lo avete pensato, vero? Anch io, molte volte. Tutte quelle volte che vorrei delegare a Dio il cambiamento di questo fragile mondo, tutte le volte che non riesco a riempire il mio fragile cuore, tutte le volte che vorrei un Dio che mi risolve i problemi, che mi soffia il naso. Tutte le volte che non voglio decidermi a crescere, a credere in questo Dio che crede in me e in voi, amici. E invece no, Gesù, tornando al Padre, lascia nelle mie mani il tesoro, consegna alla mia voce la sua buona novella, affida alle mie mani le carezze che egli, ora, non può più donare. Il Signore se ne va per restare in mezzo a noi, vivo, come ci diceva domenica scorsa, vivo. Vivo e incontrabile proprio perché tornato presso il Padre, senza più legami, né confini, Vivo e incontrabile nell interiorità e nella preghiera, nel silenzio e nella pace, nella Parola e nell eucarestia. Ma vivo e incontrabile (e ciò è molto più difficile) anche nel mio sguardo, nel mio sorriso, nel mio desiderio di fare comunità. Ascensione non è solo la fine di un tempo che non torna, ma l apertura verso una nuova dimensione. Nel Vangelo di Matteo le ultime parole di Gesù sono straordinarie: Ecco, io sono con voi sempre. Ci crediamo davvero? Dio ci invita a diventare adulti, ad essere noi il suo volto risorto, in questa settimana. In Dio Trinità c è l uomo Gesù di Nazareth: un uomo in carne ed ossa, trasfigurato, è ormai presente nella Trinità. E il supremo sigillo dell Incarnazione: la nostra umanità, assunta dal Figlio di Dio, è piena di gloria e di dignità. La nostra carne, le nostre storie, io stesso, sono diventato dimora di Dio. Occorre recuperare il senso della dignità, senso che ci porta ad avere un senso di rispetto infinito (divino) per ogni uomo, per ogni donna. penitenziali, confessioni sacramentali, l adorazione comunitaria con animazione spirituale Roveto Ardente, testimonianze, relazioni, esortazioni spirituali e celebrazioni eucaristiche. Tra i partecipanti: card. Angelo Comastri, vicario generale del Papa per la Città del Vaticano; card. Paolo Romeo, arcivescovo di Palermo; mons. Fouad Twal, patriarca di Gerusalemme dei Latini; mons. Francesco Lambiasi, vescovo di Rimini. Sabato, durante la sessione pomeridiana in memoria del Beato Giovanni Paolo II nel XXV anniversario dell enciclica Dominum et Vivificantem, mons. Edoardo Menichelli, arcivescovo di Ancona-Osimo, presenterà il XXV Congresso eucaristico nazionale di Ancona. A seguire una tavola rotonda su Giovanni Paolo II. Un uomo, un Papa, capolavori dello Spirito, con il card. Paul Poupard, padre Raniero Cantalamessa, mons. Pawel Ptasznik e Marco Tarquinio. L.C. RUBRICA DI STORIA E CULTURA DEDICATA AL BEATO SENIGALLIESE GIOVANNI MARIA MASTAI a sé i suoi cari. Ed ora si mettono insieme e fanno una foto e il vecchietto è felice, ma la sua è una felicità un po speciale, che io ho notato appunto solo qui, in queste persone, che sono attente, vivaci, accettano di cuore il pacchetto, dono dell Istituto e la torta stupenda preparata ogni volta dai cuochi. E la felicità dei vecchietti è colma di emozione; è una felicità fatta di lacrime o di sorrisi che sembrano tristi ma non lo sono e, lo dico ancora, sono emozioni Un compleanno porta indietro col pensiero anche quelli che sembrano ormai lontani dal passato, ma il passato ritorna, sia pure con un bacio del nipotino, con la carezza del figlio e ognuno ha la sua commozione. Io credo che non sia possibile organizzare una festa più bella di questa, in cui tutti dimostrano la propria gioia e la propria commossa felicità meravigliosa! Renata Sellani IN BREVE MONTERADO Grande festa, domenica 29 maggio, per la Messa di Prima Comunione di Giovanni, Elisa, Andrea, Maria Novella con una celebrazione vivamente partecipata nei suoi vari momenti, seguiti sempre dai genitori, dalla maestra/catechista Marilena, dal nostro futuro diacono Lamberto, dal Gruppo Corale con l esecuzione di canti nei quali sono stati coinvolti, in forma ottimale, i presenti, sotto la direzione precisa e magistrale di Marika. Fatto particolare: all Offertorio, mentre i Comunicandi portavano doni all altare, i Genitori hanno letto questi pensieri offertoriali: - SIGNORE, noi ti offriamo la gioia per la Messa di Prima Comunione dei nostri figli: Giovanni, Elisa, Andrea, Maria Novella. SIGNORE, noi ti offriamo la nostra festa e il nostro impegno perché i nostri figli crescano nel tuo amore, nella pace, nella bontà. SIGNORE, noi ti offriamo la nostra speranza per un futuro migliore per tutti. SIGNORE, noi ti offriamo la nostra carità nella mitezza, nella pazienza, nell aiuto a chi soffre. SIGNORE, noi ti offriamo la vita e i problemi delle nostre famiglie. SIGNORE, noi ti offriamo il sacrificio del nostro lavoro. SIGNORE, noi ti offriamo il dono della nostra vita per il bene di tutti. SIGNORE, noi ti offriamo l impegno comune a vivere in pace. E stata una celebrazione che, certamente, rimarrà nel cuore di tutti. OGNI MERCOLEDI IN BUS A LORETO PARTENZE pullman: ORE 7,45 Marotta (chiesa san Giuseppe), Eurospin, chiesa Cesano, Cesanella (P.le Michelangelo), Senigallia (chiesa Pace), Stazione ferroviaria (lato Rocca Roveresca), ex pesa pubblica (viale Leopardi); ORE 8,00 chiesa Portone, Hotel Cristallo, Istituto Palazzolo; ORE 8,15 chiesa Santa Maria Goretti (Hotel Continental); ORE 8,20 Hotel Perla (fermata valida anche per chiesa Ciarnin), Hotel Diana, Hotel Ambasciatori, Hotel Atlantic, Hotel Rex, Sottopasso Marzocchetta; ORE 8,30 Marina di Montemarciano (farmacia). RITORNO PREVISTO ore 13,00. QUOTA DI PARTECIPAZIONE euro 12,00.Per informazioni telefonare a Socrate Viaggi: LA FESTA DEL SACRO CUORE, A CORINALDO Corinaldo si prepara a vivere, nel convento dei frati Cappuccini, la festa del Sacro Cuore di Gesù. Ecco il ricco programma che prevede anche momenti ricreativi e di festa. Settimanale della Diocesi di Senigallia Tel Fax P.zza Garibaldi, Senigallia (An) Direttore editoriale: Gesualdo Purziani Direttore responsabile: Giuseppe Cionchi Redazione: Laura Mandolini, Tullio Piersantelli, Rosaria Cenerelli, Giancarlo Mazzotti. Collaboratori: Alessandro Berluti, Fabrizio Chiappetti, Roberto Ferretti, Luca Giancarli, Anna Gobbetti, Elvio Grossi, Simone Mandolini, Leonardo Marcheselli, Vittorio Mencucci, Giuseppe Nicoli, Leonardo Pasqualini, Stefania Sbriscia, Giorgio Silvestri, Luciano Sole, Federica Spinozzi, Ilario Taus, Raoul Mancinelli, Umberto Martinelli. Tecnici: Speranza Brocchini, Daniele Guidarelli, Anna Maria Roberti, Mariannina Puerini. Stampa: Galeati Industrie Grafiche S.p.A. - Imola (www.galeati.it) Abbonamento annuo ordinario: 35 da versare conto corrente n intestato: Fondazione Gabbiano Piazza Garibaldi 3 - Senigallia Tiratura: 4000 copie - Associato alla Fisc - Federazione italiana settimanali cattolici e all Uspi, Unione stampa periodica italiana. Autorizzazione del Tribunale di Ancona del 18/11/1952, n La testata La Voce Misena fruisce dei contributi statali diretti di cui alla Legge 7 agosto 1990, n. 250.

15

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI

INTERVENTO del card. Giuseppe BETORI Convegno Regionale FISM Toscana 2014 LE SCUOLE PARITARIE E IL MODELLO TOSCANO. LAVORI IN CORSO! Novità, impegni e progetti per un sistema scolastico realmente integrato e paritario Firenze, Convitto della

Dettagli

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini)

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Fin dalla premessa ai programmi della scuola Primaria e Secondaria si è

Dettagli

4. 23 dicembre 2013: La sinodalità

4. 23 dicembre 2013: La sinodalità 1 4. 23 dicembre 2013: La sinodalità Una volta precisata la natura della parrocchia come comunità ecclesiale, e del sacerdote parroco come pastore del popolo, passo a vedere come si debba affrontare al

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Considerazioni e orientamenti di azione politica

Considerazioni e orientamenti di azione politica MANIFESTO della RETE DEL CIVISMO LOMBARDO Considerazioni e orientamenti di azione politica I più recenti risultati elettorali hanno confermato la crisi della cosiddetta Seconda Repubblica e dei partiti

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO STATUTO DELL ASSOCIAZIONE RINNOVAMENTO NELLO SPIRITO SANTO Il presente testo di statuto è stato approvato dal Consiglio Episcopale Permanente nella sessione del 22-25 gennaio 2007. Si consegna ufficialmente

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE ANNUALE RELIGIONE CATTOLICA DIREZIONE DIDATTICA II CIRCOLO - MONDOVI Insegnanti: CRAVERO ELENA FIORENTINO STEFANIA SALVAGNO MARIA ANNO SCOLASTICO 20-20 Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Dettagli

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici

Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Le novita del correttivo su formazione e organismi paritetici Alcuni quesiti per chiarire dubbi interpretativi sulla formazione dei lavoratori prevista dal Testo Unico: cosa significa collaborare con gli

Dettagli

L adulto destinatario e soggetto di formazione

L adulto destinatario e soggetto di formazione Diocesi di Treviso Anno pastorale 2012-2013 Formare cristiani adulti in una Chiesa adulta Anno secondo L adulto destinatario e soggetto di formazione Orientamenti pastorali per l anno 2012-2013 A cura

Dettagli

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Diocesi di Bergamo Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Lo scorso 30 settembre Papa Francesco ha annunciato l evento straordinario della Canonizzazione di Papa Giovanni

Dettagli

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per

Carissimi Giovani, Ufficio di Pastorale Giovanile. ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per Carissimi Giovani, ho pensato di invitarvi a fare sinodo, a camminare insieme per rivitalizzare la pastorale giovanile diocesana, confrontarvi su tali problemi, per scambiarci opinioni e suggerire rimedi,

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA CURRICOLO VERTICALE DI ISTITUTO SCUOLA DELL INFANZIA - PRIMARIA - SECONDARIA RELIGIONE CATTOLICA L I.R.C., come ogni altra materia curricolare, contribuisce allo sviluppo delle competenze per l apprendimento

Dettagli

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa

Sintesi e prospettive. L insegnamento della religione una risorsa per l Europa DOCUMENTO FINALE Sintesi e prospettive L insegnamento della religione una risorsa per l Europa Introduzione La Chiesa cattolica d Europa avverte l esigenza di conoscere meglio e riflettere sulle molteplici

Dettagli

CAPPELLA della Sapienza Università di Roma Città Universitaria La Cappella della Sapienza è una comunità cristiana presente ed operante nella realtà universitaria dell Ateneo di Roma. Si propone di essere

Dettagli

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993

La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II. Domenica, 6 giugno 1993 La Santa Sede CELEBRAZIONE EUCARISTICA A CONCLUSIONE DEL «FAMILYFEST» OMELIA DI GIOVANNI PAOLO II Domenica, 6 giugno 1993 1. Che il Signore cammini in mezzo a noi (Es 34, 9). Così prega Mosè, presentandosi

Dettagli

Animazione alla testimonianza. comunitaria della Carità CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013

Animazione alla testimonianza. comunitaria della Carità CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013 CORSO DI FORMAZONE DI BASE PER OPERATORI CARITAS 2012-2013 Animazione alla testimonianza comunitaria della Carità Mimmo Iannascoli Resp. Formazione Caritas Diocesi di Caserta Cosa: ciò di cui andremo ad

Dettagli

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE

DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE E PROPRIO NECESSARIO UN SITO PARROCCHIALE? DIRETTORIO SULLE COMUNICAZIONI SOCIALI NELLA MISSIONE DELLA CHIESA MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLV GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

Dettagli

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO

ENGLISH FRANCAIS ITALIANO ENGLISH FRANCAIS ITALIANO 1 ITALIAN L idea L idea nasce in seno al segretariato del Consiglio delle Conferenze Episcopali d Europa (CCEE). All indomani dell elezione di Papa Francesco, del Papa venuto

Dettagli

ti scrivo... padrino Ma,

ti scrivo... padrino Ma, Caro padrino ti scrivo... Se Ti I N T R O D U Z I O N E hai tra le mani questo opuscolo è perché qualcuno ti ha chiesto di fargli da madrina o da padrino... forse una coppia di amici che ti vogliono padrino

Dettagli

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA

Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Sulle ali dello Spirito IL PADRE, I POVERI, UNA COMUNITÀ FRATERNA E MISSIONARIA Orientamenti pastorali per il triennio 2016/2019 Che cosa ci chiede oggi il Signore? Che cosa chiede alla chiesa pistoiese?

Dettagli

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE

VENITE ALLA FESTA. Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE VENITE ALLA FESTA Nella vita della Chiesa ASCOLTARE SCOPRIRE PARTECIPARE DOPO LA SETTIMANA DELLA CHIESA MANTOVANA Alle comunità parrocchiali, alle associazioni, ai movimenti e gruppi, ai presbiteri e diaconi,

Dettagli

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA

CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA CAMMINO INIZIAZIONE CRISTIANA Percorsi di fede dalla Prima Elementare alla Prima Media Anno Pastorale 2008/2009 Famiglia diventa anima del mondo 1 MOMENTI PER TUTTI I GENITORI Mercoledì 24 settembre Ln

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia

PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia PARROCCHIA S. BARTOLOMEO CARUGO SOGNI E REALTA Foglio di comunicazione e fraternità Ciclostilato in proprio del 4 maggio 2014 - www.parrocchiacarugo.it PAPA FRANCESCO - Nessuna paura della gioia Ci sono

Dettagli

Apertura della Settimana delle Rogazioni

Apertura della Settimana delle Rogazioni A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO Carissimi, MAGGIO GIUGNO LUGLIO 2015 il Cardinale Arcivescovo della nostra Chiesa bolognese quest anno verrà a sigillare la nostra festa della famiglia

Dettagli

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI

22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI 22 SETTEMBRE 2013 FESTA DELLA CATECHESI Parrocchia dei Santi Faustino e Giovita GRUPPO BETLEMME ICFR Primo anno Il percorso del primo anno offre ai genitori la possibilità di scoprire o riscoprire la bellezza

Dettagli

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552

n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 n. 175 29 settembre/6 ottobre 2015 Periodico iscritto al R.O.C. n.6552 Inaugurazione dell anno scolastico 2015-2016 a Napoli Qualche attento lettore di ANPInews (in particolare del n. 174 della scorsa

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI

MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI MESSAGGIO DEL SANTO PADRE BENEDETTO XVI PER LA XLVI GIORNATA MONDIALE DELLE COMUNICAZIONI SOCIALI Silenzio e Parola: cammino di evangelizzazione Cari fratelli e sorelle, all avvicinarsi della Giornata

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli

STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA)

STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA) STATUTO DELLA CONFRATERNITA MADONNA del ROSARIO di PERITO (SA) APPROVATO DA S.E. REV. MONS. GIUSEPPE ROCCO FAVALE, VESCOVO DI VALLO DELLA LUCANIA CON DECRETO VESCOVILE DEL 7 OTTOBRE 2009 Finalità Art.

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo

Giuseppe Iosa. Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Giuseppe Iosa Documento programmatico per la candidatura alla segreteria del Circolo Moro-Berlinguer di Peschiera Borromeo Domenica, 19 aprile 2015 Premessa Il Partito Democratico di Peschiera Borromeo,

Dettagli

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO

COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA STATUTO - REGOLAMENTO COMITATO PARITETICO DEL VOLONTARIATO DELLA PROVINCIA DI FORLI CESENA ART. 1 Istituzione STATUTO - REGOLAMENTO E istituito ai sensi dell art. 23 della L.R. 21 Febbraio 2005, n.12 il Comitato Paritetico

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

"Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale

Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale "Il cammino Vocazionale nel Catechismo dei bambini 0-6 anni" Relatore don Valentino Bulgarelli, direttore Ufficio catechistico regionale Uno dei catechismi più invidiati nel mondo redatto da una delle

Dettagli

Costruiamo insieme una nuova cultura!

Costruiamo insieme una nuova cultura! Cittadinanza &Costituzione - Programma nazionale di EducAzione alla pace e ai Diritti Umani La mia scuola per la pace promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Lettera alle Mamme_Layout 1 11/09/2015 17:10 Pagina 1 Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Priority mom Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Cosa posso fare per interrompere subito la violenza? rivolgiti alle Forze dell Ordine o al Servizio Sociale più vicino chiedi aiuto al Centro

Dettagli

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini?

Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Tribunale per i Minorenni dell Emilia Romagna Se chiedo aiuto mi porteranno via i bambini? Dialogo con le mamme che subiscono violenza in famiglia per conoscere l intervento della giustizia minorile Indice:

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

CURRICOLO VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA Istituti Comprensivi di Udine allegato al Piano dell Offerta Formativa CURRICOLO VERTICALE Redatto sulla base delle Nuove Indicazioni Nazionali 2012 e I.N. 2007, in sintonia con le Raccomandazioni del

Dettagli

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità:

Per rendere fruttuosa la riunione che faremo, preghiamo tutti di lavorare con la seguente modalità: Tutti i gruppi delle parrocchie di S.Agnese e S.Andrea sono invitati a confrontarsi sulla seguente bozza di progetto educativo e a dare il proprio contributo nel corso dell incontro di venerdì 28 marzo

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014

PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 PROGRAMMA ELETTORALE ELEZIONI COMUNALI 25 MAGGIO 2014 La politica non è nelle competizioni degli uomini; non è nei sonanti discorsi. È, o dovrebbe essere, nell interpretare l epoca in cui si vive (..).

Dettagli

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE

NON DI SOLO PANE. Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA. Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE NON DI SOLO PANE Tema generale: TENTAZIONE E MISERICORDIA Brano biblico: LUCA 4,1-13 PRESENTAZIONE Questo secondo anno pastorale vuole continuare il cammino iniziato in quello precedente e portato avanti

Dettagli

PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE

PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE PROGETTO LA SCUOLA ADOTTA UN CANILE PREMESSA Con DGR n.1313/2010 la Giunta Regionale ha approvato il progetto La scuola adotta un canile e i criteri per l assegnazione di contributi alle Associazioni aderenti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE RELIGIONE CATTOLICA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di OSPITALETTO SCUOLA PRIMARIA A. CANOSSI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE VERTICALE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 CLASSE PRIMA L alunno riflette su Dio Creatore e Padre, sui dati fondamentali

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA

SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: RELIGIONE CATTOLICA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA 1) L alunno riconosce che Dio si è rivelato attraverso Gesù, stabilendo con l

Dettagli

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA

CURRICULUM SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CATTOLICA Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Istituto Comprensivo Giulio Bevilacqua Via Cardinale Giulio Bevilacqua n 8 25046 Cazzago San Martino (Bs) telefono 030 / 72.50.53 - fax 030 /

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA

ISTITUTO COMPRENSIVO ORZINUOVI ANNO SCOLASTICO 2012-2013 PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA PROGRAMMAZIONE di RELIGIONE CATTOLICA 1 QUADRIMESTRE COMPETENZE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ATTIVITÀ 1. L alunno riflette su Dio creatore e Padre, sui dati fondamentali della vita di Gesù e sa collegare

Dettagli

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA

SICUREZZA E : CITTADINANZA LEGALITA ISTITUTO COMPRENSIVO G.GALILEI Scuola dell infanzia, primaria, secondaria di primo grado VIA CAPPELLA ARIENZO TEL. 0823/755441 FAX 0823-805491 e-mail ceee08200n@istruzione.it C.M. CEIC848004 Sito web www.scuolarienzo.it

Dettagli

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO

APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO APPENDICE PROPOSTE CONCRETE RELATIVE A CIASCUN CAPITOLO 249 CAPITOLO 1 LA CHIESA, COMUNITÀ DI CHIAMATI A) FAR CRESCERE LA CHIESA: EDUCARCI A VIVERE IN COMUNITÁ Formazione permanente per le famiglie, n.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016

PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO CARLO DEL PRETE DI CASSOLNOVO VIA TORNURA 1 27023 CASSOLNOVO (PAVIA) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE ANNO SCOLASTICO 2015/ 2016 SCUOLA PRIMARIA DI CASSOLNOVO:Fossati, Gavazzi e

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE Parrocchia S. Biagio in Ravenna Anni: 2014-2015 e 2015-2016 PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO

PROGETTO ORIENTAMENTO PROGETTO Istituto Comprensivo F. De Andrè San Frediano a Settimo ANNO SCOLASTICO 2015 2016 REFERENTE Prof. Maurizio Anna Maria PROGETTO CLASSI PRIME a. s. 2015/2016 REFERENTE: Prof.ssa Maurizio DESTINATARI

Dettagli

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale

Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale dalla PROVINCIA al nuovo ENTE di AREA VASTA Cremona2030: una nuova governance locale per costruire territorio e sviluppo sociale a cura della federazione del PD di Cremona La legge 56/2014: limiti, rischi

Dettagli

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore

Monza Ascensione del Signore Santissima Trinità d Amore Lettera ai Sacerdoti, ai Membri dei Consigli pastorali parrocchiali, ai Membri dei Consigli per gli Affari economici, ai Membri del Consiglio pastorale decanale del Decanato di Monza Carissimi, è ancora

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Diocesi di Rieti. La Pastorale della Salute

Diocesi di Rieti. La Pastorale della Salute Diocesi di Rieti La Pastorale della Salute Che cos è la Pastorale della Salute? Con Pastorale si intende l azione multiforme della comunità cristiana dentro le concrete situazioni della vita. La Pastorale

Dettagli

Il lavoro pastorale di Caritas diocesana

Il lavoro pastorale di Caritas diocesana Il lavoro pastorale di Caritas diocesana Caritas parrocchiali Per e con le Caritas parrocchiali cerchiamo di garantire un coordinamento, un confronto, un po di formazione, l organizzazione di incontri

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ?

Inserto. Diocesi. insieme. Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? Inserto insieme Diocesi Pastorale Scolastica e Insegnamento della Religione Cattolica RELIGIONE A SCUOLA. PERCHÉ? INSERTO Il Servizio Diocesano per la Pastorale Scolastica e il Servizio Diocesano per l

Dettagli

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania

Manifesto. Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012. Bucarest, Romania Manifesto Congresso Statutario del PPE 17-18 Ottobre 2012 Bucarest, Romania Manifesto del PPE (Adottato durante il Congresso del PPE, Bucarest, 17 e 18 Ottobre 2012) 1. Chi siamo? Il Partito Popolare Europeo

Dettagli

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto

P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto P.E.I. Progetto Educativo dell Istituto 1.Premessa La Scuola cattolica privilegia la promozione integrale della persona, adempie ad una funzione educativa e didattica ed è chiamata ad assolvere un compito

Dettagli

Il Convegno Regionale dei Gruppi del

Il Convegno Regionale dei Gruppi del E D I T O D A L L A C O N F R A T E R N I T A D E L S A N T I S S I M O S A C R A M E N T O DI S A N T A M A R I A IN T R A S T E V E R E I miei Gruppi di Preghiera di Roma e del Lazio A N N O V I I I

Dettagli

NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO

NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO SINTESI ORIENTAMENTI CONGRESSUALI 2016 NIENTE PAURA. CON LE ACLI ATTRAVERSIAMO IL CAMBIAMENTO È la 25 volta che gli Aclisti si riuniscono in congresso: un occasione per ascoltarci e parlare tra noi, percorrere

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna

Alfredo Bertelli. Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Alfredo Bertelli Sottosegretario alla Presidenza della Giunta Regione Emilia-Romagna Il convegno organizzato oggi dalla Prefettura di Bologna rappresenta un occasione importante di confronto. Proprio per

Dettagli

XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ. Sydney (Australia), 15 20 luglio 2008 NOTA INFORMATIVA

XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ. Sydney (Australia), 15 20 luglio 2008 NOTA INFORMATIVA Pontificio Consiglio per i Laici Sezione Giovani 00120 Città del Vaticano Tel. +39 06 698.87.244 Fax + 39 06 698.87.112 E mail XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ Sydney (Australia),

Dettagli

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte:

una profonda devozione eucaristica può aver significato fuori di una dimensione di servizio. L attualità del servizio di Allucio è altrettanto forte: Sant Allucio 2015 «Beato l uomo che trova grande gioia nei tuoi comandamenti» perché i comandamenti del Signore sono gioia, perché il comando del Signore è amare e la gioia più grande di ogni cuore è proprio

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE

IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE IL PROGETTO TUTORING : FARE SCUOLA TRA INTEGRAZIONE E ANTIDISPERSIONE Guiducci Martina, insegnante Scuola Secondaria di Primo Grado Giovanni XXIII, Castellarano (RE) Il Progetto Tutoring, attivo nella

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi.

cui si vorrebbero confondere le responsabilità di alcuni con il lavoro e il merito di moltissimi. Santo Padre, ho il grande privilegio di presentarle gli ospiti che oggi affollano quest aula, venuti da ogni parte d Italia per incontrarla, ascoltarla e ricevere la Sua benedizione. Sono i volontari di

Dettagli

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana

1 livello: alfabetizzazione di base per alunni neo immigrati 2 livello: rinforzo, consolidamento della lingua italiana dal POF 6.. Progettii comunii a tuttii ii pllessii Progetto di accoglienza per alunni di lingua non italiana Il Progetto di Accoglienza del nostro Istituto è articolato in diversi interventi educativo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^

ISTITUTO COMPRENSIVO SASSUOLO 2 NORD Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ Via Zanella, 7 41049 Sassuolo (Mo) PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA CLASSI 1^ 2^ 3^ 4^ 5^ ANNO SCOLASTICO 2015/2016 www.ic2sassuolonord.gov.it CURRICOLO IRC 6 11 anni Diocesi di Reggio Emilia

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione

Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione Istituto Comprensivo Statale F. Surico Scuola Primaria anno scolastico 2009/2010 Programmazione Cittadinanza e Costituzione PREMESSA Cittadinanza e Costituzione è una disciplina di studio introdotta in

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese

Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese Scuola dell Infanzia Sacra Famiglia Via Roma,7 Arese RIFERIMENTI LEGISLATIVI DAGLI ORIENTAMENTI PER IL CONTRIBUTO AI PIANI PERSONALIZZATI DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DI INSEGNAMENTO DI RELIGIONE CATTOLICA

Dettagli

La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti

La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti La solidarietà tra famiglie una risposta possibile ai bisogni emergenti Difficoltà nel contesto culturale Conciliazione dei tempi di cura con i tempi lavorativi Debolezza e frammentazioni delle reti relazionali

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale

AZIONE CATTOLICA ITALIANA. Partecipazione e responsabilità dei laici nella Chiesa locale AZIONE CATTOLICA ITALIANA ASSOCIAZIONE DIOCESANA DI TORINO Corso Matteotti, 11 10121 TORINO Tel. 011.562.32.85 Fax 011.562.48.95 E-mail: presidenza.ac@diocesi.to.it Partecipazione e responsabilità dei

Dettagli

Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18 giugno 2010

Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18 giugno 2010 Gruppo di Volontariato Pang onopang ono O.N.L.U.S. Via Guerrazzi, 93 57016 Rosignano Solvay (LI) C.F. 92074950491 Statuto Gruppo di Volontariato Pang onopang ono (ONLUS) Modifiche approvate in data 18

Dettagli

TESTIMONIANZA AL FAMILY 2012: Scuola Cattolica e Famiglia. Mercoledì 30 maggio 2012 Angela e Giulio Borgia Diocesi di Grosseto

TESTIMONIANZA AL FAMILY 2012: Scuola Cattolica e Famiglia. Mercoledì 30 maggio 2012 Angela e Giulio Borgia Diocesi di Grosseto TESTIMONIANZA AL FAMILY 2012: Scuola Cattolica e Famiglia Mercoledì 30 maggio 2012 Angela e Giulio Borgia Diocesi di Grosseto Sarebbe dunque una ben povera educazione quella che si limitasse a dare delle

Dettagli

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA

DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA DIÖZESANSYNODE SINODO DIOCESANO SINODA DIOZEJANA Preparazione biblica al Sinodo Diocesano Elaborata da Michele Tomasi Il sinodo diocesano è un percorso comune di tutta la comunità cristiana della diocesi.

Dettagli

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini

SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE. Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini SCUOLA MATERNA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA ASILO VITTORIA RONCADE Signore, aiutaci a sognare in grande la vita dei nostri bambini PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO DIDATTICA A.S.2010/2011 APPROVATA NEL COLLEGIO

Dettagli

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita»

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» IL PELLEGRINAGGIO Il pellegrinaggio metafora della

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI

L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI L ESSERE OPERATORE CARITAS MI AIUTA A VIVERE CON E PER CRISTO? DOTT.SSA LAURA SALVO PSICOLOGA-PSICOTERAPEUTA DOCENTE ISSR RICERCATRICE ITCI VIVERE CON E PER CRISTO Evangelizzare significa: Convertire Portare

Dettagli

Ipotesi di progetto per l istituzione di una biblioteca-ludoteca viaggiante sull Isola di Maio - Repubblica di Capo Verde

Ipotesi di progetto per l istituzione di una biblioteca-ludoteca viaggiante sull Isola di Maio - Repubblica di Capo Verde Ipotesi di progetto per l istituzione di una biblioteca-ludoteca viaggiante sull Isola di Maio - Repubblica di Capo Verde Premessa Il bambino deve avere tutte le possibilità di dedicarsi a giochi e ad

Dettagli