Comparazione degli effetti sulla guida fra uno psicofarmaco di ultima generazione e l alcool

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comparazione degli effetti sulla guida fra uno psicofarmaco di ultima generazione e l alcool"

Transcript

1 Psicologia Comparazione degli effetti sulla guida fra uno psicofarmaco di ultima generazione e l alcool Che i farmaci antipsicotici deteriorino le prestazioni di guida è noto sin dalla loro prima comparsa; anzi, la prima generazione di psicofarmaci appariva talmente invalidante che vari uffici localmente competenti sulle patenti in Italia avevano acquisito i nominativi dei soggetti trattati dai servizi psichiatrici e tolto ipso facto la patente ai pazienti. Tuttavia, l importanza della guida per la riabilitazione psichiatrica da un lato, l arrivo di alcuni psicofarmaci meno invalidanti, come quelli a base di Litio, dall altro lato, e molti di quelli di ultima generazione, hanno indotto molti Stati, fra cui l Italia, a mantenere sì un divieto generico di guida sotto l effetto dei farmaci psicotropi, ma lasciando alla valutazione del medico curante la compatibilità con la guida per il singolo paziente. Valutazione purtroppo difficile e normalmente priva di verifiche scientifiche. La Commissione Europea, considerando che anche la concentrazione alcolemica consentita in molti Stati è essa stessa parzialmente invalidante, ha finanziato un ampio progetto di ricerca comparata fra gli effetti della quantità consentita di alcool, da un lato, e quelli connessi all uso di droghe e di farmaci, dall altro. A tale progetto era stato attribuito dapprima il nome inglese ENABLE, per riunire nella stessa parola sia il concetto relativo alla capacità di un soggetto a guidare, sia con accezione burocratica relativa all autorizzazione a mettersi alla guida di un veicolo. Poi il titolo è diventato DRUID, DRiving Under the Influence of Drugs, alcohol and medicines. Sperimentare gli effetti di uno psicofarmaco sulla guida di pazienti psicotici presenta problemi peculiari. Da un lato, usare i simulatori di guida in un laboratorio non attiva i meccanismi emotivi che in questo tipo di pazienti incidono molto sull efficienza; dall altro lato, far guidare questi pazienti nel traffico reale presenta problemi giuridici ed assicurativi irrisolvibili, e rischi non accettabili dai Comitati Etici. In Italia, l équipe di SIPSiVi, Società Italiana di Psicologia della Sicurezza Viaria, come membro del Consorzio DRUID, ha trovato una soluzione intermedia nel circuito di ACI-Vallelunga, progettato proprio per imitare tipiche difficoltà stradali che possano indurre in errori tipici, ma predisponendo bordi (ed altri accorgimenti) tali da annullare le conseguenze degli errori. Ottenuta la concessione del circuito e delle sue attrezzature, abbiamo concordato con l équipe psichiatrica dell ASL RM7, competente su quel territorio, l accompagnamento di 15 pazienti psicotici sotto trattamento di uno psicofarmaco di ultima generazione, il Risperidone-Paliperidone. Le loro analisi ematiche, come la più parte delle altre analisi di DRUID, sono state effettuate a cura di Gisela Skopp presso l istituto di medicina legale di Heidelberg, Germania. Le prestazioni di guida dei pazienti sono state misurate utilizzando lo strumento VisLab, assistito dai ricercatori dell Università di Pavia. L impostazione e l attuazione delle prove è stata seguita anche dagli psicologi GianMarco Sardi e Claudio Signoretti; il prof. Richard Freeman ha collaborato all analisi dei dati ed alla stesura finale del report 1

2 completo 1. Il particolare impegno dell équipe psichiatrica per l inserimento lavorativo dei pazienti ha consentito a questi di superare la paura di perdere la patente e la copertura assicurativa, che normalmente impedisce loro di partecipare a questi esperimenti. Per tale timore, altri psicofarmaci sono stati testati di solito su soggetti sani, o transitoriamente bisognosi di sostegno farmacologico. Ad esempio, alcuni antidepressivi sono stati testati su soggetti in lutto per qualche grave perdita. Quasi tutti gli altri psicofarmaci sono stati testati in laboratorio o valutati per stime da parte di esperti, non sperimentalmente come in questo caso, che può considerarsi innovativo. Ad ogni modo, è opinione ampiamente condivisa che gli psicofarmaci di seconda generazione siano meno invalidanti dei precedenti. Soyka, et al. (2005) 2 nota che esiste qualche prova, ancorché limitata, che pazienti sotto nuovi neurolettici atipici mostrano meno riduzione delle capacità rispetto ai neurolettici convenzionali. Sono necessari più studi clinici e sperimentali. In precedenza, una rassegna da parte di Meltzer e Gurk (1999) 3 notava chiari miglioramenti rispetto alle disfunzioni cognitive nella schizofrenia, specialmente per quanto riguarda memoria verbale e lavorativa, attenzione, funzione esecutiva, coordinazione motoria nel Risperidone, uno di questi nuovi antipsicotici, che sembra dunque dare risultati migliori degli altri antipsicotici di nuova generazione. Tuttavia, non vi è ancora consenso circa la riduzione di efficienza nella capacità di guida prodotta dal Risperidone. Nella Review of existing classification efforts, allegata ai risultati di DRUID, risulta per il Risperidone (N05AX08) quanto segue. Non è classificato sotto Wolschrijn, et al. (1991) 4 ; è classificato II (probabile che produca minori o moderati effetti negativi) da ICADTS (International Council on Alcohol, Drugs and Traffic Safety) e classificato anche II (con circa lo stesso significato attribuito da ICADTS) in Belgio, Spagna, Portogallo e nella prima edizione della Francia. Tuttavia, la seconda ed ultima edizione francese lo classifica come III (attenzione, pericolo: non guidare). Quest ultima classificazione, introdotta nel 2005, è legalmente coercitiva e riprodotta sulle scatole del farmaco. L ultima edizione della Grecia lo classifica con un +, che significa ha impatto sulla capacità di guida mentre la Norvegia con w, che significa sostanza psicotropa con avvertimento. Altre classificazioni lo ignorano. In pratica, solo l ultima normativa della Francia proibisce di guidare sotto Risperidone. Il nostro studio è stato condotto usando uno schema doppio cieco combinato. Il gruppo sperimentale stava assumendo una dose regolare di Risperidone (3-4 mg/die). Ambedue i gruppi, sperimentale e di riferimento, venivano controllati per l uso di droghe, ed i soggetti venivano inclusi solo se negativi. I soggetti 1 Confronta in inglese da pag. 216 a pag. 225 del Deliverable 1.2.2, Cap Soyka, M., Kagerer, S., Brunnauer, A., Laux, G. and Moller, H.J. (2005). Driving ability in schizophrenic patients: effects of neuroleptics. International Journal of Psychiatry Clinical Practice, 9(3), Meltzer, H.Y. and McGurk, S.R. (1999). The effect of clozapine, risperidone, and olanzapine on cognitive function in schizophrenia. Schizophrenia Bulletin, 25, Wolschrijn, H., De Gier, J. J. and De Smet, P. A. G. M. (1991). Drugs and Driving: A New Categorization System for Drugs Affecting Psychomotor Performance. Technical Report. Limburg, The Netherlands: Institute for Drugs, Safety and Behavior, University of Limburg. 2

3 inclusi nel gruppo di riferimento, corrispondente a quello sperimentale per età, sesso, peso e Km percorsi annualmente, avevano ricevuto alcool puro al 98% mescolato con 200 mg di succo d arancia amara in una formula proporzionale peso/concentrazione in modo da raggiungere la concentrazione alcolemica nel sangue di 0,5 g/l, la massima consentita in Italia e nella maggior parte dei Paesi europei. Il placebo somministrato random a metà del gruppo di riferimento consisteva in succo di arancia. Il gruppo sperimentale, sotto Risperidone, veniva accompagnato a Vallelunga da due psichiatri e quattro infermieri. Ambedue i gruppi accedevano al circuito in numero massimo di cinque, alle ore 8.00 del mattino, ricevevano informazioni e dopo firmavano un consenso informato. Poi effettuavano le prove entro le ore Gli infermieri hanno raccolto i campioni (siero, sangue intero e macchia secca di sangue) prima delle prove di guida. Per ragioni di privacy, la codificazione dei campioni era effettuata dal personale sanitario, che provvedeva anche alla centrifugazione ed all invio al laboratorio di Heidelberg. Ogni soggetto, oltre a ricevere le istruzioni, praticava, prima di ciascuna prova, le manovre sino a raggiungere una saturazione dell apprendimento. La prima prova consisteva in un adattamento del Road tracking, traducibile in italiano come tracciato all interno della strada, in pratica la misurazione dell ondeggiamento a serpentina che tipicamente è causato da eccessiva alcolemia. Questa prova è stata perfezionata in Olanda, Paese in cui la legislazione consente lo smercio ed il consumo di varie droghe leggere. Louwerens, Gloerich, de Vries, Brookhuis, & O Hanlon (1987) hanno costruito il Road tracking test con le seguenti caratteristiche: velocità costante di 95 Km/h, traiettoria più diritta possibile, con misurazione principale della SDLP, Standard Deviation from Lateral Position, deviazione media dalla posizione laterale e, come misurazione secondaria, quella della velocità e delle sue variazioni. Con questo test sono state calibrate le conseguenze sulla guida di molte sostanze, a partire dall alcool: le oscillazioni a serpentina crescono in proporzione alla sua concentrazione nel sangue. Gli esperimenti olandesi sono effettuati in autostrada, su lunghi percorsi diritti, a velocità elevata, per cui evitare le oscillazioni a serpentina costituisce la maggiore difficoltà. Modificare la distanza dal bordo strada, invece, può essere ragionevole rispetto alle esigenze di altri conducenti; sul circuito la prestazione diventa più simile a quella di una strada cittadina, in cui si tratta di trovare il percorso giusto fra ostacoli a sinistra e a destra, e diventa più difficile rispettare una distanza corretta e prefissata rispetto alla linea bianca che a destra protegge pedoni e ciclisti, nonché rispettare una velocità prescritta, ovviamente più bassa che nella guida autostradale. Anche nell adattamento italiano abbiamo preso in considerazione le prestazioni dei soggetti sotto i 0,5 mg/ml di alcolemia, come riferimento per le prestazioni dei soggetti sotto Risperidone. Per meglio comparare i nostri risultati con quelli olandesi, inoltre, abbiamo separato le misurazioni nelle curve strette, che in autostrada non esistono, dalle misurazioni nei tratti rettilinei del circuito. La velocità qui prescritta era di 30 Km/h, in due condizioni: con il contachilometri visibile o viceversa celato, anzi, disattivato, perché il VisLab continuava a misurare la velocità separatamente. In assenza di traffico reale, è stato possibile richiedere al conducente di tenere una distanza fissa di 30 cm dalla linea bianca sul lato destro, come nel traffico reale può essere necessario in caso di restrizione da sinistra e di eventuale presenza pedonale o ciclistica da destra. L automobile usata era equipaggiata con un DPM, Driver Performance Monitor, sviluppato dal gruppo di ricerca VisLab, comprensivo di una telecamera, di un computer e di un quadro touch-screen a disposizione del passeggero che seguiva da bordo l esperimento, selezionando e controllando le diverse prove in corso. Tale DPM permette l acquisizione di dati senza restrizioni di scenario e una notevole miglioria della validità dell analisi. Inoltre, potenziato da algoritmi avanzati, il DPM ha consentito di gestire diverse prove per estrarre un profilo completo delle prestazioni di ogni conducente. 3

4 In questa prima prova i dati principali collazionati sono: la posizione del veicolo rispetto alla linea bianca, la sua velocità ed i tempi di reazione del conducente. Una seconda prova consisteva nel Sudden event, o evento improvviso. Il conducente raggiunge la velocità di 40 Km/h e passa vicino ad una paratia dalla quale un automobile per bambini (bobby car) può apparire sbucando in un set randomizzato di passaggi. La bobby car viene rilasciata nell istante in cui la fronte dell automobile passa davanti ad una fotocellula, ma il VisLab comincia a misurare i tempi di reazione solo quando la bobby car diventa visibile al conducente e ferma la misurazione quando il conducente comincia a frenare. VisLab misura anche la lunghezza del percorso dopo l inizio della frenata ed i movimenti del volante (angolo e velocità della rotazione). Prove di guida. Traiettoria su strada Per le quattro misurazioni sui tratti rettilinei (velocità media, deviazione standard dalla media, posizione laterale media e deviazione standard dalla posizione laterale, qui richiamata con le iniziali inglesi SDLP), nessuna differenza è risultata significativa, ma la SDLP (cioè l oscillazione della traiettoria a serpentina) si avvicinava alla significatività (F1.5, 20.4 = 3.60, p =.058), con una tendenza a variazioni più ampie nella distanza dalla linea bianca per il Risperidone. Quando alla consegna suddetta si aggiungeva il compito di monitoraggio della velocità, abbiamo rilevato un effetto significativo per la posizione laterale (F2, 28 = 3.79, p =.035), con una differenza significativa fra le condizioni di alcool e di Risperidone (t14 = 2.17, p =.048). Cioè, quei conducenti che erano sotto effetto dell alcool si tenevano troppo vicino alla linea bianca: invece che a 30 cm come richiesto, questi si tenevano mediamente a 22, mentre quelli sotto placebo stavano mediamente a 29, e quelli sotto Risperidone a 32 cm. Le tre collocazioni si possono vedere sinotticamente nella Fig. 1. Fig. 1 - Distanza laterale media dalla linea bianca a dx, tenuta nelle tre condizioni di guida, rispetto alla richiesta distanza di 30 cm, qui segnata dalla linea rossa. Per le ragioni sopra richiamate, questi risultati, presi da soli, sono difficilmente comparabili con quelli ottenuti in autostrada dagli olandesi, che invece si sono dimostrati molto interessati al comparare con i propri i risultati seguenti, concernenti la SDLP, cioè l oscillazione della traiettoria a serpentina. Anche questo compito, quando abbinato alla richiesta di controllare la velocità, mostrò un effetto significativo (F2, 28 = 3.65, p =.039), con una differenza significativa fra l alcool ed il Risperidone (t14 = 2.65, p =.019) con una variazione più grande nella distanza dalla linea bianca per i conducenti sotto Risperidone. Evento improvviso Per l improvvisa apparizione dell automobilina sulla strada, il tempo di reazione per l inizio della frenata è risultato significativo (F2, 28 = 3.52, p =.043), mentre non si riscontrava una differenza significativa fra l alcool ed il Risperidone (t14 =.66, p =.518). Sia i tempi di reazione medi causati dall alcool (340 ms) che quelli causati dal Risperidone (300 ms) sono risultati più lenti, di circa un terzo, rispetto a quelli dei soggetti sotto Placebo (210 ms), come si può vedere in Fig. 2. 4

5 Fig. 2 - Tempi di reazione (in millisecondi) all evento improvviso nelle tre condizioni di guida. Vienna test Per meglio comparare il nostro campione sperimentale con le capacità di guida della popolazione generale, alcuni psicologi lo hanno sottoposto ad uno dei test più comunemente usati in Europa per le verifiche della capacità di guida, conosciuto come Vienna test. Non tutti i pazienti hanno accettato, per via della diffusa paura che i risultati fossero poi usati per privarli della patente. Degli undici che hanno accettato, nove sono risultati in grado di guidare in sicurezza: una percentuale che i nostri colleghi che utilizzano sistematicamente tali test considerano buona; bisogna infatti tenere conto che il mancato raggiungimento del livello di sicurezza non implica, di per sé, l esclusione giuridica dalla guida. Comunque uno dei due soggetti che non hanno raggiunto il livello di sicurezza era già stato diffidato dai suoi stessi parenti all astenersi dal guidare a causa di incidenti frequenti. La correlazione fra i risultati del Vienna test e quelli delle prove di cui sopra è apparsa abbastanza forte (0.67). Discussione e conclusioni Il quadro risultante è ampiamente coerente internamente, ed anche con i risultati più generali di DRUID, che dimostrano come l alcool, pur godendo ancora di una immagine in generale migliore rispetto alle droghe o agli psicofarmaci, ed essendo quindi ancora molto consumato prima di guidare, non meriti questa presunzione di innocenza. Anche nelle concentrazioni consentite, l alcool determina gravi ritardi nei tempi di reazione ad eventi improvvisi ed una pericolosa tendenza ad avvicinare troppo spensieratamente quel che invece andrebbe tenuto a debita distanza. Dal canto loro, i pazienti sotto Risperidone appaiono temere fin troppo tali avvicinamenti, senza peraltro riuscire a tenere una traiettoria immune dalle oscillazioni a serpentina che caratterizzano pericolosamente la guida sotto alcool. Gli psichiatri sono giustamente tenuti dalla legge a controllare eventuali eccessive manchevolezze dei propri pazienti sotto Risperidone, farmaco che determina conseguenze di rilevanza clinica, anche utilizzando controlli delle prestazioni del paziente mediante strumenti come il Vienna test. Le imprese produttrici di psicofarmaci, invece di limitarsi a generici avvertimenti sulla loro pericolosità, dovrebbero testarli meglio nei loro effetti sulla guida, come il Consorzio DRUID ha fatto per questa ed anche per altre sostanze, dietro finanziamento della Commissione Europea DG-TREN (TREN-05-FP6TR-S DRUID). Riferimenti bibliografici Meltzer, H.Y. and McGurk, S.R. (1999). The effect of clozapine, risperidone, and olanzapine on cognitive function in schizophrenia. Schizophrenia Bulletin, 25, Ramaekers, J. G. (2003). Antidepressants and driver impairment: empirical evidence from a standard on-theroad-test. Journal of Clinical Psychiatry, 64(1), Soyka, M., Kagerer, S., Brunnauer, A., Laux, G. and Moller, H.J. (2005). Driving ability in schizophrenic patients: effects of neuroleptics. International Journal of Psychiatry Clinical Practice, 9(3), Wolschrijn, H., De Gier, J. J. and De Smet, P. A. G. M. (1991). Drugs and Driving: A New Categorization System for Drugs Affecting Psychomotor Performance. Technical Report. Limburg, The Netherlands: Institute for Drugs, Safety and Behavior, University of Limburg. 5

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono?

STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? 2. Come nasce la sperimentazione clinica e che tipi di studi esistono? STUDI CLINICI 1. Che cosa è uno studio clinico e a cosa serve? Si definisce sperimentazione clinica, o studio clinico controllato, (in inglese: clinical trial), un esperimento scientifico che genera dati

Dettagli

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3

Premessa... 2. 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3. 1.1. L esperienza vissuta... 3 Indice Premessa... 2 1. Gli italiani al volante. La distrazione alla guida tra realtà e percezione... 3 1.1. L esperienza vissuta... 3 1.2. Opinioni e percezioni dei guidatori italiani... 4 2. La guida

Dettagli

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00

GENNAIO Articoli e Comma Tipo N. Violaz. Tot.. 7 Circolava in c.a. in senso contrario a quello consentito dalla segnaletica verticale Verbali 1 41,00 GENNAIO 7 Alla guida del veicolo non rispettava le prescrizioni imposte dalla segnaletica verticale indicante il senso rotatorio. Verbali 2 82,00 7 In c.a. lasciava in sosta il veicolo nonostante il divieto

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada

Tabella dei punti decurtati dalla patente a punti secondo il nuovo codice della strada Tabella dei punti decurtati dalla "patente a punti" secondo il nuovo codice della strada Descrizione Punti Articolo sottratti Art. 141 Comma 9, 2 periodo Gare di velocità con veicoli a motore decise di

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 00 Soluzione degli esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio. Un corpo parte da fermo con accelerazione

Dettagli

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato

Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Liceo Carducci Volterra - Classe 3 a B Scientifico - Francesco Daddi - 8 novembre 010 Esercizi sul moto rettilineo uniformemente accelerato Esercizio 1. Un corpo parte da fermo con accelerazione pari a

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E 1 F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TELATTIN PIERLUIGI Indirizzo V.le Stadio 24/a 23100- SONDRIO (Italy) Telefono 0039/0342/201666; 0039/338/6421337

Dettagli

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno

La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno Metodo epidemiologici per la clinica _efficacia / 1 La programmazione di uno studio clinico: dalla domanda al disegno La buona ricerca clinica Non è etico ciò che non è rilevante scientificamente Non è

Dettagli

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA

PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI IN SEDE PROPRIA Visione d insieme Una pista ciclabile in sede propria è l infrastruttura ciclabile di qualità

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 111 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI BRATTI, BRAGA, TINO IANNUZZI, MARIANI Modifiche al codice della strada, di cui al decreto

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE

LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE LE ROTATORIE DI SECONDA GENERAZIONE Alcuni criteri di pianificazione delle rotatorie Cenni alla manualistica della Regione Piemonte, della Regione Lombardia e di altri Paesi europei Torino, 14 DICEMBRE

Dettagli

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second life" Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191

Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di second life Francesco D'Annibale, Francesco Vellucci. Report RdS/PAR2013/191 Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi termografica su celle litio-ione sottoposte ad esperienze di "second

Dettagli

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO

PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO PROBLEMI SUL MOTO RETTILINEO UNIFORMEMENTE ACCELERATO 1. Un auto lanciata alla velocità di 108 Km/h inizia a frenare. Supposto che durante la frenata il moto sia uniformemente ritardato con decelerazione

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA

PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / COLLEGAMENTI DELLA RETE PISTE CICLABILI SU CORSIA RISERVATA Visione d insieme Una pista ciclabile su corsia riservata è uno spazio sulla strada riservato

Dettagli

Cognition as an outcome measure in schizophrenia

Cognition as an outcome measure in schizophrenia Cognition as an outcome measure in schizophrenia Michael S. Kraus and Richard S. E. Keefe Sintesi di Anna Patrizia Guarino e Chiara Carrozzo La cognizione come risultato della misura in Schizofrenia Prima

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco

Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Ministero della Salute Agenzia Italiana del Farmaco Linee guida per la classificazione e conduzione degli studi osservazionali sui farmaci IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto del Ministero della Salute

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC

FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC FORMAZIONE SUL CAMPO (FSC) E CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ECM ALLE ATTIVITA di FSC La formazione sul campo (di seguito, FSC) si caratterizza per l utilizzo, nel processo di apprendimento, delle

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

INCROCI CON ROTATORIA

INCROCI CON ROTATORIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON ROTATORIA Visione d insieme Le rotatorie semplici a una sola corsia costituiscono il tipo di incrocio più sicuro

Dettagli

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9

Sommario. Introduzione. Pagina. Regole fondamentali 3. Prudenza con i pedoni 5. I mezzi di trasporto pubblici 7. La precedenza da destra 9 La precedenza ed io Sommario Pagina Regole fondamentali 3 Prudenza con i pedoni 5 I mezzi di trasporto pubblici 7 La precedenza da destra 9 Segnali stradali 10 Segnali luminosi 12 Il traffico in senso

Dettagli

Le linee guida evidence based

Le linee guida evidence based Le linee guida evidence based Linee guida: definizione Raccomandazioni di comportamento clinico, prodotte attraverso un processo sistematico, allo scopo di assistere medici e pazienti nel decidere quali

Dettagli

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS

Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Roma servizi per la mobilità Progetto I-BUS Progetto I-Bus Telecontrollo Bus Turistici e pagamento elettronico dei permessi Sintesi Roma Servizi per la mobilità ha messo a punto un sistema di controllo

Dettagli

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2

ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 ANALISI DELLE FREQUENZE: IL TEST CHI 2 Quando si hanno scale nominali o ordinali, non è possibile calcolare il t, poiché non abbiamo medie, ma solo frequenze. In questi casi, per verificare se un evento

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

LAVORO, ENERGIA E POTENZA

LAVORO, ENERGIA E POTENZA LAVORO, ENERGIA E POTENZA Nel linguaggio comune, la parola lavoro è applicata a qualsiasi forma di attività, fisica o mentale, che sia in grado di produrre un risultato. In fisica la parola lavoro ha un

Dettagli

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 1 RAPPRESENTARE I DATI: TABELLE E GRAFICI Un insieme di misure è detto serie statistica o serie dei dati 1) Una sua prima elementare elaborazione può

Dettagli

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post

Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post AGENZIA SANITARIA E SOCIALE REGIONALE ACCREDITAMENTO IL RESPONSABILE PIERLUIGI LA PORTA Sussidio guida per la stesura della Relazione ex post D.Lgs. 229/99 I principi introdotti dal DLgs 502/92 art. 8

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Statistica. Lezione 6

Statistica. Lezione 6 Università degli Studi del Piemonte Orientale Corso di Laurea in Infermieristica Corso integrato in Scienze della Prevenzione e dei Servizi sanitari Statistica Lezione 6 a.a 011-01 Dott.ssa Daniela Ferrante

Dettagli

Convenzione sulla circolazione stradale

Convenzione sulla circolazione stradale Convenzione sulla circolazione stradale Conclusa a Vienna l 8 novembre 1968 Le Parti contraenti, nell intento di facilitare la circolazione stradale internazionale e di accrescere la sicurezza nelle strade

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati

Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati OMI Guida a principi e pratiche da applicarsi a migranti e rifugiati Introduzione Il fenomeno dell arrivo via mare di rifugiati e migranti non è nuovo. Fin dai tempi più antichi, molte persone in tutto

Dettagli

Studio per la valutazione dell efficacia dell L-Carnitina su soggetti con disturbi da deficit di attenzione/iperattività in età evolutiva

Studio per la valutazione dell efficacia dell L-Carnitina su soggetti con disturbi da deficit di attenzione/iperattività in età evolutiva Studio per la valutazione dell efficacia dell L-Carnitina su soggetti con disturbi da deficit di attenzione/iperattività in età evolutiva Scopo della ricerca Lo scopo della ricerca è di valutare l efficacia

Dettagli

Consigli per una guida in sicurezza

Consigli per una guida in sicurezza Consigli per una guida in sicurezza cosa fare prima di mettersi in viaggio cosa fare durante il viaggio Stagione invernale 2014-2015 In caso di neve INDICE Prima di mettersi in viaggio 1 2 3 4 5 PAG 4-

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria?

DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? 2. Che cosa si intende con i termini immunità, risposta immune e risposta immunitaria? DOMANDE E RISPOSTE 1. Che cos è un vaccino? Un vaccino è un prodotto la cui somministrazione è in grado di indurre una risposta immunitaria specifica contro un determinato microrganismo (virus, batterio

Dettagli

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l.

LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO. Viste le proprie deliberazioni assunte nelle sedute del 25 gennaio 2000 e 7 giugno 2000; Dispone: Art. l. PROVVEDIMENTO 20 luglio 2000. Istituzione dell'elenco delle specialità medicinali erogabili a totale carico del Servizio sanitario nazionale ai sensi della legge 648/96. LA COMMISSIONE UNICA DEL FARMACO

Dettagli

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp.

Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti. Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Remo Piroli Paolo Maria Rodelli Ettore Brianti Appropriatezza prescrittiva e Riduzione della Variabilità intra/interncp. Fontanellato San Secondo Nel 2009 nei Nuclei di Cure Primarie (NCP) di Fontanellato

Dettagli

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze

Misure di base su una carta. Calcoli di distanze Misure di base su una carta Calcoli di distanze Per calcolare la distanza tra due punti su una carta disegnata si opera nel modo seguente: 1. Occorre identificare la scala della carta o ricorrendo alle

Dettagli

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario

Le prossime 6 domande fanno riferimento alla seguente tavola di orario ferroviario Esercizi lezioni 00_05 Pag.1 Esercizi relativi alle lezioni dalla 0 alla 5. 1. Qual è il fattore di conversione da miglia a chilometri? 2. Un tempo si correva in Italia una famosa gara automobilistica:

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento.

IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. 1 IL MOTO. 1 - Il moto dipende dal riferimento. Quando un corpo è in movimento? Osservando la figura precedente appare chiaro che ELISA è ferma rispetto a DAVIDE, che è insieme a lei sul treno; mentre

Dettagli

(accuratezza) ovvero (esattezza)

(accuratezza) ovvero (esattezza) Capitolo n 2 2.1 - Misure ed errori In un analisi chimica si misurano dei valori chimico-fisici di svariate grandezze; tuttavia ogni misura comporta sempre una incertezza, dovuta alla presenza non eliminabile

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio

Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio AIPCR - Comitato Tecnico Nazionale C. Infrastrutture Stradali più Sicure 008-0 WORKSHOP La DIRETTIVA 008/96/CE Roma, 9 luglio 009 Classificazione e analisi delle tratte stradali a maggior rischio Davide

Dettagli

La dinamica delle collisioni

La dinamica delle collisioni La dinamica delle collisioni Un video: clic Un altro video: clic Analisi di un crash test (I) I filmati delle prove d impatto distruttive degli autoveicoli, dato l elevato numero dei fotogrammi al secondo,

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza

Impiego clinico della vitamina D e dei suoi metaboliti ABSTRACT. 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Impiego clinico della vitamina D ABSTRACT 26 Gennaio 2013, Roma Università di Roma Sapienza CORSO DI AGGIORNAMENTO E.C.M. Roma 26/01/2013 Confronto tra 25(OH) -calcifediolo

Dettagli

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale»

Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» Proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso al Registro Regionale» La proposta di legge «Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT). Istituzione e accesso

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA

La degenerazione maculare legata all età (AMD) Informazioni ai malati -Progetto EUFEMIA Che cos è la degenerazione maculare? La degenerazione maculare è una malattia che interessa la regione centrale della retina (macula), deputata alla visione distinta necessaria per la lettura, la guida

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite

Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite Tek divers Con il computer fuori curva di Stefano Ruia Il nostro computer d immersione può essere un compagno fidato anche quando superiamo il limite della curva di sicurezza. Nel numero scorso abbiamo

Dettagli

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA

EMANUELA NANNINI F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE La sottoscritta Nannini Emanuela nata ad Arezzo il 20.08.1965, consapevole della decadenza dai benefici di cui all art. 75 del DPR 445/2000 e dalle norme penali

Dettagli

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni

IL SAMPLE AND HOLD UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO. Progetto di Fondamenti di Automatica. PROF.: M. Lazzaroni UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Informatica IL SAMPLE AND HOLD Progetto di Fondamenti di Automatica PROF.: M. Lazzaroni Anno Accademico

Dettagli

CHE COS E L EUTANASIA?

CHE COS E L EUTANASIA? CHE COS E L EUTANASIA? Che cosa si intende per eutanasia? Il termine eutanasia deriva dal greco: eu=buono, e thanatos=morte. Interpretato letteralmente quindi, esso significa: buona morte. Nel significato

Dettagli

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR

Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione, costruzione e manutenzione strade del CNR MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI SISTEMI DI REGOLAZIONE DEL TRAFFICO LINEE GUIDA Documento approvato dalla Commissione di studio per le norme relative ai materiali stradali e progettazione,

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA 1. Definizioni La vendita dei prodotti offerti sul nostro sito web www.prada.com (di seguito indicato come il Sito") è disciplinata dalle seguenti Condizioni Generali di

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Introduzione alla Teoria degli Errori

Introduzione alla Teoria degli Errori Introduzione alla Teoria degli Errori 1 Gli errori di misura sono inevitabili Una misura non ha significato se non viene accompagnata da una ragionevole stima dell errore ( Una scienza si dice esatta non

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO

LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO LA VALUTAZIONE COGNITIVA NELL AUTISMO Risultati di una ricerca su un campione di 135 bambini Massimiliano Petrillo Magda Di Renzo CAMPIONE DI RICERCA 135 bambini (106 M / 29 F) Età compresa tra 2,5-16,5

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI

LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI LA DEPRESSIONE NEGLI ANZIANI Che cos è la depressione? Tutti noi ci possiamo sentire tristi a volte, tuttavia la depressione è una cosa seria. La malattia della depressione a volte denominata Depressione

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI

Capitolo 9: PROPAGAZIONE DEGLI ERRORI Capitolo 9: PROPAGAZIOE DEGLI ERRORI 9.1 Propagazione degli errori massimi ella maggior parte dei casi le grandezze fisiche vengono misurate per via indiretta. Il valore della grandezza viene cioè dedotto

Dettagli

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità

Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Probabilità Probabilità Gli eventi sono stati definiti come i possibili risultati di un esperimento. Ogni evento ha una probabilità Se tutti gli eventi fossero ugualmente possibili, la probabilità p(e)

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici.

DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! www.etichetta-pneumatici. DITE LA VOSTRA NELLA SCELTA DEI PNEUMATICI: CHIEDETE PNEUMATICI SICURI, A BASSO CONSUMO ENERGETICO E SILENZIOSI! PNEUMATICI MIGLIORI SULLE STRADE SVIZZERE Dire la propria nella scelta dei pneumatici? Dare

Dettagli

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014

www.leasys.com Marketing & Comunicazione Servizio di infomobilità e telediagnosi - 23/01/2014 Servizio di Infomobilità e Telediagnosi Indice 3 Leasys I Care: i Vantaggi dell Infomobilità I Servizi Report di Crash Recupero del veicolo rubato Blocco di avviamento del motore Crash management Piattaforma

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C.

MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. 1 MACCHINE A CONTROLLO NUMERICO C.N.C. Marino prof. Mazzoni Evoluzione delle macchine utensili Quantità di pezzi 10 10 10 10 6 5 4 3 10 2 1 2 1-MACCHINE SPECIALIZZATE 2-MACCHINE TRANSFERT 3-SISTEMI FLESSIBILI

Dettagli

SICUREZZA NELL EMERGENZA

SICUREZZA NELL EMERGENZA SICUREZZA NELL EMERGENZA Come le emozioni intralciano la ragione e influenzano la capacità di mettere in atto quanto appreso Dott.ssa Elena Padovan Centro congressi alla Stanga Padova, 14 ottobre 2011

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI Settore Industria e Artigianato Indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica Nell indirizzo Manutenzione e assistenza tecnica sono confluiti gli indirizzi del previgente ordinamento

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

Cosa succede in un laboratorio di genetica?

Cosa succede in un laboratorio di genetica? 12 laboratori potrebbero utilizzare campioni anonimi di DNA per lo sviluppo di nuovi test, o condividerli con altri in quanto parte dei programmi di Controllo di Qualità, a meno che si chieda specificatamente

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare

Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Comparazione dello stress dei caregiver di pazienti affetti da Malattia di Alzheimer o Demenza Vascolare Grazia D Onofrio 1, Daniele Sancarlo 1, Francesco Paris 1, Leandro Cascavilla 1, Giulia Paroni 1,

Dettagli

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it

Mario Fargnoli. www.politicheagricole.it La revisione delle macchine agricole immatricolate Mario Fargnoli Giornata di Studio www.politicheagricole.it Sicurezza del lavoro in agricoltura e nella circolazione stradale tra obblighi di legge ed

Dettagli

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT)

Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Le Dichiarazioni Anticipate di Trattamento (DAT) Fondamenti giuridici delle Dichiarazioni Anticipate di Trattamento Numerosi sono i fondamenti normativi e di principio che stanno alla base del diritto

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli