EMC VSPEX FOR VIRTUALIZED ORACLE DATABASE 11g OLTP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "EMC VSPEX FOR VIRTUALIZED ORACLE DATABASE 11g OLTP"

Transcript

1 GUIDA ALL'IMPLEMENTAZIONE EMC VSPEX FOR VIRTUALIZED ORACLE DATABASE 11g OLTP EMC VSPEX Abstract La presente descrive la procedura generale e le best practice richieste per implementare la EMC VSPEX Proven Infrastructure for Virtualized Oracle Database su un VSPEX private cloud con VMware vsphere con tecnologia EMC VNX di nuova generazione e backup EMC. Illustra l'implementazione per le funzionalità FAST Cache e FAST VP e descrive il relativo utilizzo nei sistemi di storage VNX. La guida fornisce, inoltre, linee guida per l'utilizzo e illustra i principali vantaggi per i clienti. Ottobre 2013

2 Copyright 2013 EMC Corporation. Tutti i diritti riservati. Data di pubblicazione: ottobre 2013 Le informazioni contenute nel presente documento sono accurate alla data di pubblicazione. Le informazioni sono soggette a modifiche senza preavviso. Le informazioni contenute nella presente pubblicazione vengono fornite "così come sono". EMC Corporation non riconosce alcuna garanzia di nessun genere inerente le informazioni riportate nella presente pubblicazione, tra cui garanzie implicite di commerciabilità o idoneità ad un determinato scopo. L'utilizzo, la copia e la distribuzione dei prodotti software di EMC descritti in questo documento richiedono una licenza d'uso valida per ciascun software. EMC 2, EMC e il logo EMC sono marchi o marchi registrati di EMC Corporation negli Stati Uniti e in altri paesi. Tutti gli altri marchi citati nel presente documento appartengono ai rispettivi proprietari. Per un elenco aggiornato dei nomi di prodotti di EMC, consultare la sezione EMC Corporation Trademarks su di EMC VSPEX for Virtualized Oracle Database 11g OLTP Part Number H EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

3 Sommario Sommario Capitolo 1 Introduzione 9 Scopo della guida Valore per il business Ambito Audience Terminologia Capitolo 2 Prima di cominciare 13 Panoramica Attività preliminari all'implementazione Workflow dell'implementazione Prerequisiti per l'implementazione Pianificazione e dimensionamento di Oracle Database 11g R Documentazione consigliata Guida alla progettazione Solution overview Infrastruttura comprovata VSPEX Documentazione di VMware Backup e ripristino Capitolo 3 Solution overview 19 Panoramica Architettura della soluzione Componenti chiave Introduzione EMC VSPEX Oracle Database 11g VMware vsphere VMware vsphere HA VMware vsphere Distributed Resource Scheduler VMware vsphere PowerCLI Serie EMC VNX di nuova generazione Prestazioni di VNX Gestione della virtualizzazione Red Hat Enterprise Linux Soluzioni di backup e ripristino EMC EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 3

4 Sommario Capitolo 4 Implementazione della soluzione 31 Panoramica Configurazione dei componenti fisici Implementazione della rete Implementazione dello storage array Panoramica Impostazione della configurazione iniziale di VNX Provisioning dello storage per l'esempio VMFS Provisioning dello storage per l'esempio NFS Configurazione di FAST Cache (opzionale) Configurazione di FAST VP (opzionale) Esempio di layout dello storage Implementazione di ESXi e vcenter Preparazione del template di virtual machine per Oracle Database 11g R Panoramica Creazione della virtual machine per Oracle Database 11g R Completamento dei prerequisiti per l'installazione di Oracle Installazione dei file binari e delle patch di Oracle Database 11g R Preparazione del template di virtual machine per Oracle Database 11g R Personalizzazione del template VMware Implementazione della virtual machine per Oracle Database 11g R Panoramica Implementazione di nuove macchine virtuali Clonazione dei file binari di Oracle su una nuova macchina virtuale Definizione dei prerequisiti del database Configurazione del layout dei file del database per NFS Configurazione del layout dei file del database a livello di blocco Configurazione dei parametri di inizializzazione Abilitazione dell'impostazione HugePages Creazione del database mediante DBCA Esecuzione delle attività successive alla creazione del database Implementazione della soluzione di backup e ripristino Panoramica Capitolo 5 Verifica della soluzione 65 Verifica dell'infrastruttura baseline Panoramica Verifica della funzionalità ESXi Verifica della ridondanza dei componenti della soluzione Verifica della configurazione di Oracle Database EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

5 Sommario Utilizzo degli strumenti per il monitoraggio dell'integrità Verifica di Oracle Database Panoramica Descrizione delle metriche principali Esame del dataset Oracle Metodologia di verifica di backup e ripristino Capitolo 6 Documentazione di riferimento 71 Documentazione EMC EMC Oracle VMware Altri documenti Collegamenti Appendice A Configuration Worksheet 75 Pre-configuration worksheet per VSPEX Appendice B esempio di layout del disco virtuale 79 Esempio di layout del disco virtuale di Oracle Database nel datastore VMFS EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 5

6 Figure Figure Figura 1. Architettura dell'infrastruttura convalidata Figura 2. Infrastruttura comprovata VSPEX Figura 3. VNX di nuova generazione con ottimizzazione multicore Figura 4. I processori active-active fanno aumentare prestazioni, resilienza ed efficienza Figura 5. Nuova Unisphere Management Suite Figura 6. Configurazione di rete 10 GbE ridondante Figura 7. Rete di storage Fibre Channel ridondante Figura 8. Elementi di storage per Oracle Database 11g R Figura 9. Layout dello storage di esempio del database Oracle su VMware Figura 10. Configurazione di EMC Unified Storage Management in vsphere Client Figura 11. Configurazione dello storage NFS su VNX per macchine virtuali Oracle Figura 12. Configurazione degli storage pool VNX Figura 13. Procedura guidata Create File System di Unisphere Figura 14. Procedura guidata Create NFS Export di EMC Unisphere Figura 15. Abilitazione di FAST Cache nella finestra di dialogo Storage Pool Properties Figura 16. Creazione dello storage pool con FAST VP Figura 17. Stato dei tier prima dello spostamento dei dati Figura 18. FAST VP in steady state Figura 19. Esempio di layout dello storage Oracle virtualizzato per VSPEX Figura 20. Oracle Universal Installer - Opzione per l'installazione del solo software del database Figura 21. Abilitazione del client Oracle Direct NFS Figura 22. Esempio dello script root_clone.sh Figura 23. Esempio dello script clonehome.sh Figura 24. Template di virtual machine di esempio Figura 25. Specifiche personalizzate vsphere di esempio Figura 26. Esempio di script PowerCLI per l'implementazione di una macchina virtuale da un template Figura 27. Esempio di script PowerCLI per la clonazione e il ricollegamento di ORACLE_HOME Figura 28. Utility Oracle Net Configuration Assistant Figura 29. Esempio di opzioni di mount NFS del file /etc/mtab Figura 30. Esempio di file Oranfstab Figura 31. Esempio di /etc/fstab EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

7 Figure Figura 32. Schermata di configurazione di Oracle Database Configuration Assistant Figura 33. Script /etc/init.d/dbora per l'avvio/arresto di Oracle Figura 34. Screenshot del pannello Load dell'interfaccia di Swingbench Figura 35. Schermata di Swingbench Order Entry per la simulazione del carico di lavoro EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 7

8 Tabelle Tabelle Tabella 1. Terminologia Tabella 2. Attività preliminari all'implementazione Tabella 3. Workflow di implementazione per gli ambienti Oracle virtualizzati per VSPEX Tabella 4. Elenco di controllo dei prerequisiti per l'implementazione Tabella 5. Caratteristiche della macchina virtuale di riferimento Tabella 6. Mapping del modello di dimensionamento di Oracle alla virtual machine di riferimento VSPEX Tabella 7. Attività per la configurazione fisica Tabella 8. Attività per la configurazione degli switch e della rete Tabella 9. Attività per la configurazione dello storage Tabella 10. Passaggi per l'installazione e la configurazione di ESXi e vcenter Tabella 11. Specifiche per il template di macchina virtuale Tabella 12. Prerequisiti per l'installazione di Oracle Tabella 13. Pacchetti RPM RHEL 6 per Oracle Database 11g R Tabella 14. Installazione dei file binari e delle patch di Oracle Database Tabella 15. Modello di virtual machine di riferimento per Oracle Database 11g R Tabella 16. Layout dei file del database per NFS Tabella 17. Attività per la verifica dell'installazione della VSPEX Proven Infrastructure Tabella 18. Strumenti per il monitoraggio della soluzione Tabella 19. Operazioni generiche Tabella 20. Tabelle e indici dello schema Tabella 21. Informazioni comuni sui server Tabella 22. Informazioni sui server ESXi Tabella 23. Informazioni sull'array Tabella 24. Informazioni sulle infrastrutture di rete Tabella 25. Informazioni sulle VLAN Tabella 26. Account di servizio Tabella 27. esempio di layout del disco virtuale EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

9 Capitolo 1: Introduzione Capitolo 1 Introduzione Questo capitolo descrive i seguenti argomenti: Scopo della guida Valore per il business Ambito Audience Terminologia EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 9

10 Capitolo 1: Introduzione Scopo della guida Valore per il business Le EMC VSPEX Proven Infrastructure sono ottimizzate per la virtualizzazione delle applicazioni business-critical. VSPEX offre soluzioni modulari integrate con tecnologie che garantiscono implementazioni più rapide, maggiore semplicità, maggiore possibilità di scelta, livelli più elevati di efficienza e rischi ridotti. Grazie a VSPEX, i partner possono progettare e implementare le risorse virtuali richieste per supportare una soluzione virtualizzata completamente integrata per sistemi di gestione di database relazionali (RDBMS, Relational Database Management System) Oracle su un'infrastruttura di private cloud VSPEX. L'infrastruttura VSPEX for virtualized Oracle fornisce alle aziende un sistema moderno in grado di ospitare una soluzione di database virtualizzata, scalabile e con un Performance Level costante. Questa soluzione utilizza VMware vsphere per la virtualizzazione, con il supporto della tecnologia EMC VNX di nuova generazione per lo storage ed EMC Avamar ed EMC Data Domain per il backup. I componenti di elaborazione e di rete, definibili dal vendor, sono distribuiti in modo da fornire ridondanza e sufficiente potenza per gestire le esigenze in termini di elaborazione e di dati dell'ambiente di macchine virtuali. Questa descrive come implementare la VSPEX Proven Infrastructure for virtualized Oracle Database su un private cloud VSPEX con VMware vsphere applicando le best practice. Il software DBMS continua a essere il software più utilizzato per gestire i dati in quasi tutti i segmenti commerciali. Nonostante l'aumento delle quote di mercato registrato da altri strumenti di gestione dei dati, tale crescita è destinata a continuare. Se ne prevede anzi un'accelerazione poiché le aziende continuano a diversificare le proprie infrastrutture e tecnologie di supporto e a tendere maggiormente verso configurazioni e appliance hardware e software. Questa VSPEX Proven Infrastructure intende aiutare i partner EMC a comprendere il valore che la serie VNX, i sistemi BRS di EMC e Oracle offrono alle aziende, che spesso dispongono di ambienti IT isolati e in espansione in cui vengono eseguite applicazioni incentrate su server e che devono affrontare problemi sempre maggiori di backup e ripristino di Oracle. Questa soluzione VSPEX è progettata per rispondere alle problematiche poste dal database Oracle dell'azienda cliente e nello stesso tempo consentire una crescita in termini di prestazioni, scalabilità, affidabilità e automazione. Consolidando le applicazioni di database su VNX, i clienti possono realizzare il consolidamento su un'unica piattaforma di storage centralizzata, rendendo possibile una gestione più efficiente della costante crescita dei dati, che rappresenta oggi una reale sfida per le aziende. Questa soluzione è stata dimensionata e comprovata al fine di: Implementare i sistemi più rapidamente, con un significativo risparmio di tempo e lavoro grazie alle EMC Proven Solutions Migliorare le prestazioni e la scalabilità out-of-the-box Ridurre le esigenze di storage di backup e i relativi costi del cliente 10 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

11 Capitolo 1: Introduzione Rispettare le finestre di backup Consentire il ripristino rapido basato su disco Ambito Questa descrive la procedura generale richiesta per implementare la soluzione VSPEX per sistemi Oracle RDBMS e OLTP (Online Transaction Processing). Questa soluzione applicativa VSPEX si basa sul private cloud VSPEX con VMware corrente ed è stata modificata per supportare i requisiti di Oracle Database. La soluzione utilizza i componenti base della "virtual machine di riferimento" o standard VSPEX, costituiti dalle configurazioni di vcpu, memoria, storage e I/O, e descrive l'implementazione sulla base di tre diversi livelli di soglia per il carico di lavoro del database (piccole, medie e grandi dimensioni). Questa presuppone che nell'ambiente del cliente sia già implementata una soluzione VSPEX Proven Infrastructure con VMware vsphere, tecnologia VNX e sistemi BRS (Backup Recovery Systems) di EMC. Audience Questa guida è destinata al personale EMC interno e ai partner EMC VSPEX qualificati. La guida presume che i partner VSPEX che intendono implementare la soluzione siano: qualificati da EMC per la vendita, l'installazione e la configurazione della famiglia di sistemi di storage EMC VNX Qualificati per la vendita, installazione e configurazione dei prodotti di rete o server richiesti per le infrastrutture comprovate VSPEX certificati per la vendita di infrastrutture comprovate VSPEX I partner che implementano questa soluzione devono inoltre disporre della preparazione e della formazione tecnica necessarie per installare e configurare: VMware vsphere 5.1 Red Hat Enterprises Linux 6.3 Oracle Database 11g R2 o versione successiva Backup di nuova generazione EMC, che include EMC Avamar ed EMC Data Domain In questa guida vengono forniti riferimenti esterni, ove applicabile. EMC consiglia ai lettori di acquisire familiarità con tali documenti. Per ulteriori informazioni, consultare la sezione Documentazione EMC. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 11

12 Capitolo 1: Introduzione Terminologia La Tabella 1 riporta la terminologia utilizzata in questa guida. Tabella 1. Termine AWR DNFS DNS emlc FAST VP FQDN IOPS FRA NFS NL-SAS OLTP Oracle EE Oracle SE PowerCLI Macchina virtuale di riferimento SGA Statspack TPS VDM VMDK VMFS Terminologia Definizione Automatic Workload Repository Client Oracle Direct NFS Domain Name System Enterprise Multilevel Cell Fully Automated Storage Tiering for Virtual Pools (FAST VP) Fully Qualified Domain Name Operazioni di input/output al secondo (IOPS) Fast Recovery Area (Oracle) Network File System Near-Line Serial Attached SCSI Online Transaction Processing Oracle Enterprise Edition Oracle Standard Edition Interfaccia Windows PowerShell per le API di VMware vsphere e vcloud Rappresenta un'unità di misura per una singola macchina virtuale per qualificare le risorse di elaborazione in un'infrastruttura comprovata VSPEX System Global Area Utility di monitoraggio e generazione di report dei database Oracle Transazioni per secondo Virtual Data Mover Disco della macchina virtuale VMware File system della macchina virtuale VMware 12 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

13 Capitolo 2: Operazioni preliminari Capitolo 2 Prima di cominciare Questo capitolo descrive i seguenti argomenti: Panoramica Attività preliminari all'implementazione Workflow dell'implementazione Prerequisiti per l'implementazione Pianificazione e dimensionamento di Oracle Database 11g R Documentazione consigliata EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 13

14 Capitolo 2: Operazioni preliminari Panoramica Prima di implementare il database Oracle OLTP su un private cloud VSPEX, EMC consiglia di completare le attività preliminari all'implementazione elencate nella Tabella 2. Attività preliminari all'implementazione Tra le attività preliminari all'implementazione sono incluse procedure non direttamente correlate all'installazione e alla configurazione dell'ambiente, ma i cui risultati saranno necessari in fase di installazione. Gli esempi di attività preliminari all'implementazione comprendono la raccolta di nomi host, indirizzi IP, ID LAN virtuale, codici di licenza, media di installazione e così via. È opportuno eseguire queste attività prima della visita presso l'azienda cliente, in modo da ridurre il tempo richiesto on-site. Tabella 2. Attività preliminari all'implementazione Attività Descrizione Riferimento Raccolta dei documenti Raccogliere i documenti correlati elencati nella Documentazione consigliata. Tali documenti vengono utilizzati nel testo del presente documento per fornire dettagli sulle procedure di configurazione e sulle best practice per l'implementazione dei diversi componenti della soluzione. Documentazione consigliata Raccolta degli strumenti Raccolta dei dati Raccogliere gli strumenti richiesti e quelli opzionali per l'implementazione. Utilizzare la Tabella 4 per verificare che tutte le apparecchiature, il software e le licenze appropriate siano disponibili prima del processo di implementazione. Raccogliere i dati di configurazione specifici dell'azienda cliente per il networking, la denominazione e gli account richiesti. Immettere queste informazioni nell'oracle Database 11g R2 configuration worksheet per il cliente e utilizzarle come riferimento durante il processo di implementazione. Prerequisiti per l'implementazione Appendice A Configuration Worksheet Workflow dell'implementazione EMC consiglia di seguire il flusso del processo descritto nella Tabella 3 per la progettazione e l'implementazione della soluzione VSPEX Proven Infrastructure for virtualized Oracle Database 11g R2. 14 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

15 Capitolo 2: Operazioni preliminari Tabella 3. Workflow di implementazione per gli ambienti Oracle virtualizzati per VSPEX Step Azione 1 Utilizzare il VSPEX qualification worksheet per raccogliere i requisiti degli utenti. Il qualification worksheet è disponibile nell'appendice A della "Guida alla progettazione di EMC VSPEX FOR VIRTUALIZED ORACLE DATABASE 11g OLTP" complementare a questo documento. 2 Utilizzare VSPEX Sizing Tool per determinare la soluzione VSPEX Proven Infrastructure for virtualized Oracle Database 11g R2 consigliata. Per ulteriori informazioni su VSPEX Sizing Tool, fare riferimento alla relativa sezione nell'emc Business Value Portal. Nota: la prima volta che si accede allo strumento è necessario effettuare la registrazione. Se VSPEX Sizing Tool non è disponibile, è possibile dimensionare manualmente l'applicazione utilizzando le linee guida per il dimensionamento riportate nell'appendice B della Guida alla progettazione complementare a questo documento. 3 Per stabilire il progetto finale per la VSPEX Proven Infrastructure for virtualized Oracle Database 11g, fare riferimento alla Guida alla progettazione complementare a questo documento. Nota: assicurarsi di prendere in considerazione i requisiti di tutte le applicazioni e non solo di questa. 4 Per selezionare e ordinare la soluzione adatta, fare riferimento al documento relativo all'infrastruttura comprovata VSPEX disponibile nelle Documentazione consigliata. 5 Per implementare e testare la soluzione VSPEX, fare riferimento a questa guida. Prerequisiti per l'implementazione La Tabella 4 descrive in dettaglio i requisiti hardware e software per configurare la soluzione. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alle tabelle hardware e software disponibili nel documento corrispondente nella sezione Documentazione consigliata. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 15

16 Capitolo 2: Operazioni preliminari Requisito Tabella 4. Elenco di controllo dei prerequisiti per l'implementazione Descrizione Versione Note di riferimento Hardware Server fisici: capacità dei server fisici sufficiente per ospitare il numero richiesto di macchine virtuali come consigliato dalla Guida alla progettazione complementare a questo documento e da VSPEX Sizing Tool. Server VMware vsphere 5.1 per i server host dell'infrastruttura virtuale. È possibile che questo requisito sia soddisfatto nell'infrastruttura esistente. Networking: capacità e funzionalità della porta dello switch richieste dall'infrastruttura server virtuale. EMC VNX: storage array multiprotocollo con il layout del disco richiesto. Backup EMC: Avamar 6.1, Data Domain Architettura di riferimento: EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere 5.1 for up to 1000 Virtual Machines Hardware e licenze per EMC Avamar 6.1 Hardware e licenze per EMC Data Domain VNX OE for File VNX OE for Block Release Release EMC VSI per VMware vsphere: Unified Storage Management EMC VSI per VMware vsphere: Storage Viewer Supporto online EMC Software Supporti di installazione di VMware ESXi 5.1 Media di installazione VMware vcenter Server 5.1 EMC Avamar Red Hat Enterprise Linux per le versioni server e client Supporti Red Hat Enterprise Linux 6.3 Licenze Codici di licenza VMware vsphere È possibile che questo requisito sia soddisfatto nella VSPEX Proven Infrastructure EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

17 Capitolo 2: Operazioni preliminari Requisito Descrizione Versione Note di riferimento Red Hat Enterprise Linux 6.3 Oracle Database 11g R Pianificazione e dimensionamento di Oracle Database 11g R2 Per la pianificazione e il dimensionamento dell'implementazione di Oracle Database 11g R2 sull'infrastruttura VSPEX, si consiglia di seguire le indicazioni fornite nella Guida alla progettazione complementare a questo documento. Dimensionare lo storage secondo le informazioni ottenute dal VSPEX for Virtualized Oracle 11g qualification worksheet, come descritto nell'appendice A e B della Guida alla progettazione complementare a questo documento. Documentazione consigliata Prima di implementare la soluzione descritta in questo documento, EMC consiglia di leggere i seguenti documenti disponibili nell'area VSPEX dell'emc Community Network, sul sito EMC.com o sul VSPEX Proven Infrastructure Partner Portal. Guida alla progettazione Solution overview Infrastruttura comprovata VSPEX Documentazione di VMware Backup e ripristino Guida alla progettazione: EMC VSPEX for Virtualized Oracle Database 11g OLTP Virtualizzazione server EMC VSPEX per aziende midmarket Virtualizzazione server EMC VSPEX per piccole e medie imprese Architettura di riferimento: EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere for up to 1,000 Virtual Machines White paper: EMC Avamar Backup for Oracle Environments White paper: EMC Avamar Backup with Data Domain Documentazione del prodotto VMware VSphere Fare riferimento ai seguenti white paper relativi alle funzionalità di backup e ripristino: White paper: EMC Avamar Backup for Oracle Environments White paper: EMC Avamar Backup with Data Domain White paper: EMC Backup and Recovery Options for VSPEX for Virtualized Oracle 11gR2 Design and Implementation Guide EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 17

18 Capitolo 2: Operazioni preliminari 18 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

19 Capitolo 3: Solution overview Capitolo 3 Solution overview Questo capitolo descrive i seguenti argomenti: Panoramica Architettura della soluzione Componenti chiave EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 19

20 Capitolo 3: Solution overview Panoramica Architettura della soluzione Questo capitolo offre una panoramica della VSPEX Proven Infrastructure for Oracle Database 11g e delle tecnologie principali utilizzate in questa soluzione. La soluzione descritta in questa include server, storage, componenti di rete e componenti Oracle Database 11g. La soluzione consente alle aziende di implementare in modo rapido e coerente un Oracle Database 11g virtualizzato nella VSPEX Proven Infrastructure. L'architettura di riferimento utilizza le risorse della virtual machine di riferimento, in base alle indicazioni sul dimensionamento contenute nella VSPEX Proven Infrastructure, ed è integrata con storage aggiuntivo per i dati delle applicazioni di Oracle Database 11g. Questa può aiutare il personale EMC e i partner EMC VSPEX qualificati a implementare una soluzione Oracle Database 11g semplice, efficiente e flessibile su una VSPEX Proven Infrastructure per i loro clienti. La Figura 1 illustra l'architettura che caratterizza l'infrastruttura convalidata per un livello Oracle Database 11g su un'infrastruttura VSPEX. Per convalidare questa soluzione, abbiamo 1 : Implementato tutti i server Oracle Database 11g come virtual machine su VMware vsphere 5.1. Utilizzato VSPEX Sizing Tool for Oracle Database 11g per stabilire il numero e le risorse di elaborazione dettagliate per ogni database Oracle Database 11g.La Figura 1 mostra un esempio con tre opzioni di dimensionamento per Oracle (piccole, medie e grandi dimensioni). Utilizzare i sizing tool forniti con questa soluzione per dimensionare l'ambiente del cliente e scegliere le opzioni che meglio si adattano alle sue esigenze. Definito il layout dello storage consigliato per Oracle Database 11g e il pool di infrastruttura virtuale negli storage array della serie VNX (mediante VSPEX Sizing Tool). Nota: la versione Oracle minima per questa soluzione è la In questo documento viene indicata come 11gR2. 1 In questo documento, la prima persona plurale si riferisce al team di engineering di EMC Solutions che ha convalidato la soluzione. 20 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

21 Capitolo 3: Solution overview Figura 1. Architettura dell'infrastruttura convalidata Componenti chiave Introduzione Questa sezione offre una panoramica delle principali tecnologie utilizzate in questa soluzione: EMC VSPEX Oracle Database 11g VMware vsphere 5.1 VMware vsphere HA vsphere Distributed Resource Scheduler VMware vsphere PowerCLI EMC VNX di nuova generazione Red Hat Enterprise Linux 6.3 EMC Avamar EMC Data Domain EMC VSPEX EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 21

22 Capitolo 3: Solution overview EMC ha collaborato con i provider leader del settore dell'infrastruttura IT per creare una soluzione di virtualizzazione completa in grado di accelerare l'implementazione delle tecnologie di private cloud. Basata su tecnologie all'avanguardia, la soluzione VSPEX garantisce implementazioni più rapide, maggiore semplicità, maggiore possibilità di scelta, livelli più elevati di efficienza e rischi ridotti. La VSPEX Proven Infrastructure, illustrata nella Figura 2, è un sistema virtualizzato modulare convalidato da EMC e fornito dai partner EMC. VSPEX include un livello di virtualizzazione, server, rete e storage progettati da EMC per offrire prestazioni prevedibili e affidabili. Figura 2. Infrastruttura comprovata VSPEX VSPEX consente di scegliere la rete, i server e le tecnologie di virtualizzazione più adatti all'ambiente del cliente per creare una soluzione di virtualizzazione completa. VSPEX offre un'infrastruttura virtuale alle aziende che desiderano ottenere la semplicità tipica delle converged infrastructure vere e proprie e, al contempo, una maggiore flessibilità dei singoli componenti dello stack. Le soluzioni VSPEX comprovate da EMC sono personalizzate e vendute esclusivamente dai partner di canale EMC. VSPEX offre ai partner di canale maggiori opportunità, un ciclo di vendita più rapido e abilitazione end-to-end. Grazie a una collaborazione più stretta, EMC e i partner di canale possono ora fornire un'infrastruttura in grado di accelerare il passaggio al cloud per un numero ancora maggiore di aziende. 22 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

23 Macchina virtuale di riferimento Capitolo 3: Solution overview Per semplificare la discussione dell'infrastruttura virtuale, la soluzione VSPEX ha definito un carico di lavoro tipico di un'azienda (descritto in questa sezione) come virtual machine di riferimento. Per le soluzioni VSPEX, definiamo la virtual machine di riferimento come unità di misura di una singola virtual machine per qualificare le risorse di elaborazione nell'infrastruttura virtuale VSPEX.La Tabella 5 elenca le caratteristiche della macchina virtuale. Tabella 5. Caratteristiche della macchina virtuale di riferimento Caratteristica Processori virtuali per macchina virtuale 1 Valore RAM per macchina virtuale Capacità di storage disponibile per macchina virtuale Operazioni di I/O al secondo (IOPS) per macchina virtuale Modello di I/O 2 GB 100 GB 25 Casuale Rapporto lettura/scrittura I/O 2:1 Modello di dimensionamento per VSPEX for virtualized Oracle Il processo di convalida ha incluso test di tipo scale-up. Abbiamo utilizzato per Oracle un modello di dimensionamento di elaborazione che ha semplificato e standardizzato i test di convalida. Questo modello ci ha inoltre consentito di individuare la configurazione richiesta per eseguire un carico di lavoro OLTP di tipo TCP-C con un rapporto tra lettura/scrittura pari a 60:40, con tempi di risposta accettabili. La Tabella 6 mostra come abbiamo mappato il modello di dimensionamento di Oracle alla macchina virtuale di riferimento VSPEX. Tabella 6. Mapping del modello di dimensionamento di Oracle alla virtual machine di riferimento VSPEX Modello Oracle Risorse Macchina virtuale di riferimento equivalente Piccole dimensioni: macchina virtuale per massimo 150 utenti Requisiti di elaborazione: 2 vcpu 8 GB di memoria Requisiti di storage (file binari del sistema operativo e di Oracle): 100 GB 25 IOPS 4 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 23

24 Capitolo 3: Solution overview Modello Oracle Risorse Macchina virtuale di riferimento equivalente Medie dimensioni: macchina virtuale per massimo 250 utenti Grandi dimensioni: macchina virtuale per più di 250 utenti Requisiti di elaborazione: 4 vcpu 16 GB di memoria Requisiti di storage (file binari del sistema operativo e di Oracle): 100 GB 25 IOPS Requisiti di elaborazione: 8 vcpu 32 GB di memoria Requisiti di storage (file binari del sistema operativo e di Oracle): 100 GB 25 IOPS 8 16 Abbiamo calcolato la capacità e i livelli di soglia di I/O dello storage del database separatamente da quelli richiesti per la macchina virtuale di riferimento VSPEX. Oracle Database 11g Oracle Database 11g è disponibile in varie edizioni in base alle esigenze di business e IT delle organizzazioni. In questa soluzione verranno considerate le seguenti edizioni: Oracle Database 11g Release 2 Standard Edition (SE) Oracle Database 11g Release 2 Enterprise Edition (EE) Oracle Database 11g SE è una soluzione di gestione dei dati conveniente e completa, ideale per tutte le aziende. È disponibile su server singoli o in cluster e può essere concesso in licenza sulla base di una capacità massima di quattro socket di processore, indipendentemente dal numero di core. La licenza SE include Oracle RAC (Real Application Clusters) come funzionalità standard, senza alcun costo aggiuntivo. Oracle Database 11g EE offre prestazioni, scalabilità, sicurezza e affidabilità leader del settore su una gamma di server in cluster o singoli con sistema operativo Windows, Linux o UNIX. Supporta funzionalità avanzate, incluse o acquistabili come opzioni a un costo aggiuntivo, che non sono disponibili con Oracle Database 11g SE. Tra queste sono incluse funzionalità di protezione, ad esempio Virtual Private Database, e opzioni per il data warehousing, come il partizionamento e l'analisi avanzata. Oracle Database 11g Release 2 EE estende il modello delle licenze basate sui processori per i processori multi-core e il prezzo viene determinato mediante la seguente formula: (numero di processori) x (numero di core) x (Oracle Processor Core Factor) 24 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

25 Capitolo 3: Solution overview Ad esempio, due processori da 10 core Intel Xeon E7-2870s (con un Oracle Processor Core Factor di 0,5) vengono concessi in licenza come segue: Oracle Database 11g Release 2 SE: 2 licenze SE in base ai socket di processore Oracle Database 11g Release 2 EE: 2 x 10 x 0,5 = 10 licenze EE L'edizione Oracle Database 11gR2 può incidere sul costo delle licenze nonché sulle dimensioni e sul numero di cluster VMware ESXi che è possibile configurare. Questo influisce sul posizionamento e sulla gestione delle macchine virtuali. Per ulteriori informazioni sulla virtualizzazione e le licenze Oracle basate sui processori, fare riferimento al documento Guida alla progettazione di EMC VSPEX for Virtualized Oracle Database 11g OLTP, sezione DRS Host Affinity e licenze Oracle basate sui processori. VMware vsphere 5.1 VMware vsphere HA VMware vsphere 5.1 astrae applicazioni e informazioni dalla complessità dell'infrastruttura sottostante mediante la virtualizzazione completa di server, storage e hardware di rete. Tale trasformazione determina la creazione di macchine virtuali completamente funzionanti che eseguono applicazioni e sistemi operativi incapsulati e isolati proprio come se fossero computer fisici. Questa virtualizzazione delle risorse hardware consente un aumento dei livelli di efficienza grazie al consolidamento di più applicazioni in un numero minore di server fisici. VMware vsphere High Availability (HA) fornisce High Availability facile da usare ed efficiente in termini di costo per le applicazioni eseguite nelle virtual machine. In caso di guasto dei server fisici, le virtual machine coinvolte vengono automaticamente riavviate su altri server di produzione con capacità spare. La funzionalità HA consente di creare un cluster da più server ESXi, in modo da proteggere le virtual machine. In caso di errore di uno degli host del cluster, le virtual machine coinvolte vengono riavviate automaticamente su altri host ESXi all'interno dello stesso cluster VMware vsphere. VMware vsphere Distributed Resource Scheduler VMware vsphere PowerCLI VMware vsphere Distributed Resource Scheduler (DRS) è un servizio all'infrastruttura eseguito da VMware vcenter Server (vcenter). DRS aggrega le risorse degli host ESXi nei cluster e le distribuisce automaticamente alle macchine virtuali monitorandone l'utilizzo e ottimizzandone in modo continuo la distribuzione alle macchine virtuali su tutti gli host ESXi. DRS può inoltre utilizzare vmotion e Storage vmotion per garantire l'accesso delle virtual machine ribilanciando la capacità delle risorse in modo da creare spazio per le virtual machine di dimensioni maggiori. VMware consiglia di abilitare il servizio DRS per ottenere rapporti di consolidamento più elevati. VMware vsphere PowerCLI fornisce un'interfaccia Windows PowerShell per gli utenti di vsphere 5.1 e versioni successive e di VMware Infrastructure 4.x e versioni successive. VMware vsphere PowerCLI è un potente strumento da riga di comando che consente di automatizzare tutti gli aspetti della gestione di vsphere, tra cui rete, storage, virtual machine, sistema operativo guest e altro ancora. PowerCLI è distribuito come snap-in di Windows PowerShell e include 330 cmdlet PowerShell per la gestione e l'automazione di vsphere e vcloud, unitamente a documentazione ed esempi. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 25

26 Capitolo 3: Solution overview Serie EMC VNX di nuova generazione La piattaforma di unified storage EMC VNX ottimizzata per Flash offre innovazione e funzionalità di livello enterprise per lo storage di file, blocchi e oggetti in un'unica soluzione scalabile e di facile utilizzo. Ideale per i carichi di lavoro misti in ambienti fisici o virtuali, VNX combina hardware potente e flessibile con software avanzato di gestione, protezione ed efficienza, per soddisfare le complesse esigenze degli ambienti applicativi virtualizzati. In VNX sono integrate molte funzionalità e innovazioni progettate e costruite sulla base del successo della prima generazione. Alcune di tali funzionalità e innovazioni sono: Maggiore capacità con l'ottimizzazione multicore e Multicore Cache, Multicore RAID e Multicore FAST Cache (MCx) Maggiore efficienza con un array ibrido ottimizzato per Flash Migliore protezione grazie alla maggiore availability delle applicazioni con un active-active Amministrazione e implementazione semplificate grazie al miglioramento della produttività con la nuova famiglia di prodotti Unisphere Management Suite La soluzione VSPEX è basata sulla serie VNX di nuova generazione per offrire maggiore efficienza, garantire prestazioni più elevate e assicurare livelli di scalabilità senza precedenti. Array ibrido ottimizzato per Flash VNX è un array ibrido ottimizzato per Flash con tiering automatizzato per garantire le massime prestazioni per i dati critici, spostando in modo intelligente i dati utilizzati con frequenza minore su dischi a basso costo. In questo approccio ibrido, una percentuale limitata di Flash drive nell'intero sistema è in grado di fornire una percentuale molto alta di IOPS. La serie VNX ottimizzata per Flash sfrutta appieno la bassa latenza della tecnologia Flash per garantire risparmio sui costi e scalabilità a prestazioni elevate. La suite EMC Fully Automated Storage Tiering (FAST Cache e FAST VP) esegue il tiering sia a livello di dati di blocco che di file su unità eterogenee e incrementa le prestazioni dei dati più attivi nella memoria Flash, affinché i clienti non debbano mai scendere a compromessi in termini di costo o di prestazioni. I dati sono utilizzati più frequentemente al momento della loro creazione; pertanto, i nuovi dati vengono prima memorizzati sulle Flash drive per garantire prestazioni e latenza ottimali. Quando i dati, con il passare del tempo, diventano obsoleti e meno attivi, FAST VP esegue automaticamente il tiering dei dati da unità a prestazioni elevate a unità a capacità elevata, in base a policy definite dal cliente. Questa funzionalità è stata migliorata con una granularità quattro volte superiore e con nuovi dischi a stato solido (SSD) FAST VP basati sulla tecnologia Enterprise Multi-Level Cell (emlc) per ridurre il costo per gigabyte. FAST Cache assorbe dinamicamente i picchi imprevisti nei carichi di lavoro dei sistemi. Tutti gli use case VSPEX traggono vantaggio dalla maggiore efficienza. 26 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

27 Capitolo 3: Solution overview Le VSPEX Proven Infrastructure offrono private cloud, End-User Computing e soluzioni applicative virtualizzate. Con VNX, i clienti possono realizzare un ritorno sugli investimenti ancora maggiore. VNX fornisce la funzionalità di deduplica basata su blocchi out-of-band che consente di ridurre in modo significativo i costi del tier Flash. VNX e ottimizzazione del percorso del codice MCx Intel L'avvento della tecnologia Flash è stato un elemento catalizzatore per il cambiamento totale dei requisiti dei sistemi di storage midrange. EMC ha ridisegnato la piattaforma di storage midrange per ottimizzare nel modo più efficace le CPU multicore e offrire il sistema di storage con le prestazioni più elevate al costo più basso del mercato. MCx distribuisce tutti i data service VNX su tutti i core, fino a un massimo di 32, come illustrato nella Figura 3. La serie VNX con MCx ha migliorato in modo evidente le prestazioni dei file per applicazioni transazionali come database o virtual machine su Network-Attached Storage (NAS). Figura 3. VNX di nuova generazione con ottimizzazione multicore Cache multicore La cache è l'asset più prezioso nel sottosistema di storage; un suo utilizzo efficiente è fondamentale per le prestazioni dell'intera piattaforma nella gestione di carichi di lavoro variabili. L'engine della cache è stato modularizzato per sfruttare tutti i core disponibili nel sistema. RAID multicore Un altro componente importante della riprogettazione del MCx è la gestione dell'i/o verso lo storage back-end permanente, unità disco (HDD) e SSD. Il netto miglioramento delle prestazioni in VNX dipende dalla modularizzazione dell'elaborazione della gestione dei dati back-end, che consente a MCx di scalare in maniera trasparente su tutti i processori. Prestazioni di VNX Lo storage VNX, abilitato con l'architettura MCx, è ottimizzato per FLASH 1 st e fornisce prestazioni complessive senza precedenti, sia a livello di prestazioni transazionali (costo per IOPS) che a livello di larghezza di banda (costo per GB/s), garantendo latenza ridotta ed efficienza ottimale in termini di capacità (costo per GB). EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 27

28 Capitolo 3: Solution overview VNX offre i seguenti miglioramenti delle prestazioni: Transazioni di file fino a quattro volte maggiori rispetto agli array con dual controller Prestazioni di file per le applicazioni transazionali, ad esempio Microsoft Exchange con VMware su NFS, migliorate fino a tre volte con tempi di risposta migliori del 60% Numero di transazioni OLTP Oracle e Microsoft SQL Server fino a quattro volte superiore Numero massimo di virtual machine sestuplicato Service processor dell'array active-active La nuova architettura VNX fornisce service processor dell'array active-active, come illustrato nella Figura 4, che eliminano i timeout delle applicazioni durante il failover dei percorsi, in quanto entrambi i percorsi gestiscono attivamente le operazioni di I/O. Nota: i processori active-active sono disponibili solo per le LUN classiche, non per le LUN di pool. Anche il bilanciamento del carico è stato migliorato e le applicazioni assicurano prestazioni fino a due volte superiori. L'approccio active-active per blocco è ideale per le applicazioni che esigono i massimi livelli di availability e prestazioni, ma non richiedono tiering o servizi per l'efficienza, ad esempio la compressione, la deduplica o le snapshot. Con questa release di VNX, i clienti VSPEX possono utilizzare i data mover virtuali (VDM) e VNX Replicator per eseguire migrazioni dei file system tra i sistemi automatizzate e veloci. Con questo processo si esegue la migrazione automatica di tutte le snapshot e le impostazioni, mentre i client continuano a funzionare durante la migrazione. Figura 4. I processori active-active fanno aumentare prestazioni, resilienza ed efficienza 28 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

29 Capitolo 3: Solution overview Gestione della virtualizzazione Virtual Storage Integrator per VMware Virtual Storage Integrator (VSI) è un plug-in gratuito per VMware vcenter disponibile per tutti gli utenti VMware con un sistema di storage EMC. I clienti VSPEX possono utilizzare VSI per semplificare la gestione dello storage virtualizzato. Gli amministratori VMware possono acquisire visibilità sullo storage VNX utilizzando l'interfaccia vcenter abituale. Con VSI gli amministratori IT possono completare più operazioni in meno tempo. VSI offre un controllo dell'accesso ineguagliabile che consente di gestire in modo efficiente e di delegare con sicurezza le attività dello storage. È possibile eseguire le attività di gestione quotidiane con un numero di clic fino al 90% inferiore, ottenendo livelli di produttività fino a 10 volte superiori. VMware vstorage APIs for Array Integration VAAI (VMware vstorage APIs for Array Integration) trasferisce le funzioni associate allo storage VMware dal server al sistema di storage, consentendo un utilizzo più efficiente delle risorse server e di rete per migliorare le prestazioni e il consolidamento. VMware vstorage APIs for Storage Awareness VMware vstorage APIs for Storage Awareness (VASA) è un'api definita da VMware per visualizzare informazioni sullo storage tramite vcenter. L'integrazione tra tecnologia VASA e VNX semplifica lo storage management in un ambiente virtualizzato. EMC Storage Integrator EMC Storage Integrator (ESI) è uno strumento destinato agli amministratori di Windows e delle applicazioni. ESI è semplice da utilizzare, offre monitoraggio endto-end ed è indipendente dall'hypervisor. Gli amministratori possono eseguire il provisioning di una piattaforma Windows in ambienti fisici e virtuali e risolvere i problemi visualizzando la topologia di un'applicazione dall'hypervisor sottostante allo storage. Unisphere Management Suite EMC Unisphere è la piattaforma di gestione centrale per la serie VNX, che fornisce una singola vista combinata dei sistemi a file e a blocchi, con tutte le funzionalità e funzioni disponibili tramite un'interfaccia comune. Unisphere è ottimizzato per le applicazioni virtuali e fornisce un'integrazione con VMware leader del settore, con discovery automatica delle macchine virtuali e dei server ESX e mapping end-to-end da virtuale a fisico. Unisphere semplifica inoltre la configurazione di FAST Cache e FAST VP sulle piattaforme VNX. La nuova Unisphere Management Suite estende l'interfaccia facile da utilizzare di Unisphere per includere VNX Monitoring and Reporting, che offre la convalida delle prestazioni e le previsioni sui requisiti di capacità. Come illustrato nella Figura 5, la suite contiene inoltre Unisphere Remote per gestire centralmente fino a migliaia di sistemi VNX e VNXe con il nuovo supporto per XtremSW Cache. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 29

30 Capitolo 3: Solution overview Figura 5. Nuova Unisphere Management Suite Red Hat Enterprise Linux 6.3 Soluzioni di backup e ripristino EMC Red Hat Enterprise Linux è una piattaforma versatile per architetture x86 e x86-64, che può essere implementata su sistemi fisici, come guest sui principali hypervisor, o nel cloud. Supporta tutte le architetture hardware leader del settore con compatibilità fra le varie release. Red Hat Enterprise Linux 6.3 include miglioramenti e nuove funzionalità avanzate, in particolare per quanto riguarda strumenti di sviluppo, virtualizzazione, sicurezza, scalabilità, file system e storage. EMC Avamar e EMC Data Domain garantiscono la protezione necessaria per accelerare l'implementazione dell'ambiente Oracle virtualizzato. Ottimizzate per gli ambienti delle applicazioni virtualizzate, le soluzioni di backup e ripristino EMC riducono i tempi di backup del 90% e accelerano il ripristino di 30 volte, garantendo inoltre accesso immediato alla virtual machine per una protezione senza problemi. Il backup EMC garantisce inoltre un significativo risparmio. Le nostre soluzioni di deduplica riducono lo storage di backup di volte, i tempi di gestione del backup dell'81% e l'utilizzo della larghezza di banda del 99% per garantire una maggiore efficienza della replica fuori sede, assicurando un recupero medio dell'investimento in sette mesi. Inoltre, il backup EMC offre una soluzione con i sistemi Data Domain e il software DD Boost che consente ai DBA di controllare in modo completo il backup, il ripristino e la replica di Oracle mentre il team di backup gestisce il controllo dell'infrastruttura. Questo approccio elimina la necessità di utilizzare degli archivi come protezione, migliorando l'efficienza e riducendo i rischi. 30 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

31 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Capitolo 4 Implementazione della soluzione Questo capitolo descrive i seguenti argomenti: Panoramica Configurazione dei componenti fisici Implementazione della rete Implementazione dello storage array Implementazione di ESXi e vcenter Preparazione del template di virtual machine per Oracle Database 11g R Implementazione della virtual machine per Oracle Database 11g R Implementazione della soluzione di backup e ripristino EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 31

32 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Panoramica Questo capitolo esamina la procedura richiesta per installare, configurare e implementare l'ambiente della VSPEX Proven Infrastructure. Tale procedura implica: Preparazione dei componenti e relativa configurazione fisica. Implementazione della rete, inclusi i passaggi di configurazione per gli switch fisici e virtuali secondo le linee guida del vendor e il documento vsphere Networking Guide. Configurazione dello storage array VNX e della funzionalità FAST Cache o FAST VP opzionale. Creazione dell'ambiente VMware vsphere con l'implementazione dei server ESXi e di vcenter. Preparazione di un template di virtual machine per l'implementazione rapida di Oracle Database 11g R2. Implementazione semplice e rapida di una virtual machine Oracle Database 11g R2 mediante PowerCLI. Implementazione della soluzione di backup e ripristino. Configurazione dei componenti fisici Questa sezione contiene informazioni su come preparare i componenti fisici della soluzione. Dopo aver completato i passaggi illustrati nella Tabella 7, i nuovi componenti hardware saranno stati montati su rack, cablati, alimentati e predisposti per la connessione di rete. Nota: se si dispone già di un ambiente VSPEX Proven Infrastructure, è possibile ignorare questa sezione. Tabella 7. Attività per la configurazione fisica Attività Descrizione Riferimento Preparazione degli switch di rete Installare gli switch nel rack e collegarli a una fonte di alimentazione. Guida all'installazione del vendor Preparazione dei server Preparazione del sistema VNX Installare i server nel rack e collegarli a una fonte di alimentazione. Installare il sistema VNX nel rack e collegarlo a una fonte di alimentazione. Guida all'installazione del vendor Guida all'installazione del sistema EMC VNX Per ulteriori informazioni sulla configurazione fisica, fare riferimento al documento dell'architettura di riferimento EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere 5.1 for up to 1,000 Virtual Machines 32 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

33 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Implementazione della rete Questa sezione documenta i requisiti per l'infrastruttura di rete necessaria per supportare questa architettura. Tabella 8 fornisce un riepilogo delle attività per la configurazione degli switch e della rete e riferimenti per ulteriori informazioni. Nota: Se si dispone già di un ambiente VSPEX Proven Infrastructure, è possibile ignorare questa sezione. Tabella 8. Attività per la configurazione degli switch e della rete Attività Descrizione Riferimento Configurazione della rete Configurare la rete di storage e il networking dell'infrastruttura degli host come specificato nell'architettura di riferimento della soluzione. Fare riferimento al documento appropriato nella sezione Documentazione consigliata. Completamento del cablaggio di rete Configurazione della rete LAN virtuale Configurazione del networking VMware vsphere Collegare gli elementi seguenti: Porte di interconnessione degli switch Porte VNX Porte NIC/FC dell'esxi Configurare le VLAN private e pubbliche come richiesto. Creare switch virtuali per la separazione delle reti dell'applicazione, di gestione e di storage. N/D Configuration Guide degli switch del vendor vsphere Networking Guide Per ulteriori informazioni sull'implementazione della rete, fare riferimento al documento appropriato disponibile nella sezione Documentazione consigliata. La Figura 6 e la Figura 7 mostrano la rete vsphere configurata per questa implementazione. Come evidenziato, sono state dedicate schede di rete 10 GbE o adattatori host FC ridondanti per il traffico della rete di storage. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 33

34 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 6. Configurazione di rete 10 GbE ridondante Figura 7. Rete di storage Fibre Channel ridondante Implementazione dello storage array Panoramica Questa sezione descrive come configurare lo storage array VNX. In questa soluzione la serie VNX fornisce lo storage dei dati NFS (Network File System) o VMFS (Virtual Machine File System) per l'host VMware. Tabella 9. Attività per la configurazione dello storage Attività Descrizione Riferimento Impostazione della configurazione iniziale di VNX Provisioning dello storage Configurare le informazioni sugli indirizzi IP e altri parametri chiave nel sistema VNX. Creare i datastore VMFS o i file system NFS di cui verrà eseguito il mount sugli host Guida all'installazione del sistema VNX VNX Series Configuration Worksheet 34 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

35 La Figura 8 illustra l'architettura generale di questa soluzione. Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 8. Elementi di storage per Oracle Database 11g R2 Impostazione della configurazione iniziale di VNX Provisioning dello storage per l'esempio VMFS Verificare che le interfacce di rete, le informazioni sugli indirizzi IP e altri parametri principali, ad esempio DNS ed NTP, siano configurati nel sistema VNX prima di eseguire il provisioning dello storage. Per ulteriori informazioni su come configurare la piattaforma VNX, fare riferimento al documento specifico disponibile nelle Documentazione consigliata. Prima di procedere al provisioning dello storage per un datastore VMFS, attenersi ai consigli e alle proposte di VSPEX Sizing Tool illustrati nella Guida alla progettazione complementare a questo documento. Prima di iniziare, fare riferimento al documento dell'architettura di riferimento EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere 5.1 for up to 1000 Virtual Machines per eseguire il provisioning dello storage per il sistema operativo delle virtual machine su VNX. La Figura 9 mostra un esempio di come eseguire il provisioning di un datastore VMFS per i dati Oracle Database 11g R2 in VNX. Per ulteriori informazioni sui consigli relativi al layout e alla progettazione dello storage, consultare la Guida alla progettazione. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 35

36 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 9. Layout dello storage di esempio del database Oracle su VMware Per ulteriori informazioni su come eseguire il layout dei dischi virtuali per i dati di Oracle Database 11g R2 sul datastore VMFS, fare riferimento all'esempio nella Tabella 30 a pagina 80. Provisioning dello storage per l'esempio NFS Presentare il file system NFS per il datastore della macchina virtuale agli host ESXi utilizzando EMC Unisphere o il plug-in VSI per client VMware vsphere. La Figura 11 illustra come eseguire il mount dei file system NFS sugli host ESXi utilizzati per lo storage dei server virtuali sull'array VNX mediante VSI. Il plug-in EMC Unified Storage Management per VMware vsphere fornisce un'interfaccia per la creazione e la gestione di file system NFS per l'host VMware ESXi direttamente dall'interfaccia di vsphere Client. La Figura 10 illustra la schermata di configurazione a cui si accede selezionando Home >Solutions and applications >EMC da vsphere Client, dopo aver eseguito il programma di installazione sull'host di gestione. 36 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

37 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 10. Configurazione di EMC Unified Storage Management in vsphere Client Unified Storage Management consente all'amministratore di vsphere di eseguire il mount dei file system NFS direttamente sui nodi del cluster ESXi da vsphere Client, come illustrato nella Figura 11. Figura 11. Configurazione dello storage NFS su VNX per macchine virtuali Oracle Per configurare le impostazioni di rete NFS, gli storage pool per file, file system ed esportazioni NFS sull'array VNX in EMC Unisphere, procedere come descritto di seguito: 1. In Unisphere, selezionare l'array VNX per questa soluzione. 2. Selezionare Settings Network Settings for File 3. Configurare l'indirizzo IP per le porte di rete utilizzate per NFS. Per la procedura dettagliata, fare riferimento a EMC Procedure Generator for VNX. 4. Selezionare Storage Storage Configuration EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 37

38 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 12. Configurazione degli storage pool VNX 5. Selezionare la scheda Storage Pools for File e creare gli storage pool aggiuntivi in VNX per i file di Oracle Database, come illustrato nella Figura 12. Per informazioni dettagliate, consultare la Tabella 30 a pagina Creare i file system richiesti. La Figura 13 illustra la procedura guidata Create File System di Unisphere. Figura 13. Procedura guidata Create File System di Unisphere 38 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

39 Capitolo 4: Implementazione della soluzione 7. Creare le esportazioni NFS per i componenti del database di cui il client NFS Oracle eseguirà il mount nelle virtual machine del database.la Figura 14 illustra la procedura guidata Create NFS Export di Unisphere. Alla scheda NIC sono concesse autorizzazioni di root e accesso. Figura 14. Procedura guidata Create NFS Export di EMC Unisphere EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 39

40 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Configurazione di FAST Cache (opzionale) L'abilitazione di FAST Cache è un'operazione trasparente per Oracle Database 11g R2 e non richiede riconfigurazione o tempo di inattività. Per utilizzare al meglio le tecnologie FAST, EMC consiglia di abilitare innanzitutto FAST Cache nello storage pool di Oracle Database 11g R2. Per ulteriori informazioni, fare riferimento alla Guida alla progettazione di EMC VSPEX for Virtualized Oracle Database 11g OLTP. Per creare e configurare FAST Cache, procedere come descritto di seguito: 1. Fare riferimento al documento dell'architettura di riferimento EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere 5.1 for up to 1,000 Virtual Machines per la procedura dettagliata relativa alla creazione di FAST Cache. 2. In Unisphere, dopo aver creato FAST Cache, fare clic sulla scheda Storage e selezionare Storage Pool. Selezionare Data Pool e fare clic su Properties. 3. In Storage Pool Properties, selezionare la scheda Advanced e fare clic su Enabled per abilitare FAST Cache, come illustrato nella Figura Fare clic su OK per completare la configurazione. Nota La funzionalità FAST Cache nell'array della serie VNX non determina un miglioramento delle prestazioni immediato. Il sistema deve raccogliere informazioni sui modelli di accesso e promuovere i dati utilizzati di frequente nella cache. Il processo può richiedere qualche ora e durante questo periodo le prestazioni dell'array migliorano in modo costante. Figura 15. Abilitazione di FAST Cache nella finestra di dialogo Storage Pool Properties 40 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

41 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Configurazione di FAST VP (opzionale) È stata creata una configurazione FAST VP a tre tier con uno storage pool misto, composto da 5 flash drive, 25 unità SAS e 8 unità NL-SAS su VNX8000. FAST VP riposiziona automaticamente i dati della LUN da un tier all'altro all'interno di un pool. In questa soluzione, la policy di tiering automatico viene impostata su Scheduled. A fini dimostrativi, l'impostazione Data Relocation Schedule viene configurata come Monday to Sunday, dalle ore 00:00 alle ore 23:45, ovvero la finestra temporale in cui FAST VP sposta i dati tra i tier. Nota: le impostazioni Data Relocation Rate e Data Relocation Schedule dipendono dal carico di lavoro reale nell'ambiente di un cliente. In genere, l'impostazione di Data Relocation Rate su Low ha un impatto inferiore sul carico di lavoro corrente. Impostare la policy di tiering per tutte le LUN contenenti i file di dati su Auto-Tier, in modo che FAST VP possa spostare automaticamente i dati più attivi sui dispositivi delle flash drive. Figura 16. Creazione dello storage pool con FAST VP EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 41

42 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Inizialmente, tutti i file di dati sono stati posizionati su dispositivi SAS, come illustrato nella Figura 17. Figura 17. Stato dei tier prima dello spostamento dei dati Il carico di lavoro è stato eseguito sul database per alcune ore, durante le quali FAST VP ha monitorato e garantito il bilanciamento del carico continuativo delle LUN tra le unità disponibili finché ha raggiunto lo steady state, come illustrato nella Figura 18. Figura 18. FAST VP in steady state 42 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

43 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Esempio di layout dello storage La Figura 19 mostra un esempio di layout dello storage per VNX con la funzionalità FAST Cache o FAST VP abilitata nel pool di Oracle Database 11g R2. Figura 19. Esempio di layout dello storage Oracle virtualizzato per VSPEX EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 43

44 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Implementazione di ESXi e vcenter Questa sezione documenta i requisiti per l'installazione e la configurazione degli host ESXi, di vcenter e dei server dell'infrastruttura richiesti per supportare l'architettura. La Tabella 10 descrive le attività da completare. Tabella 10. Passaggi per l'installazione e la configurazione di ESXi e vcenter Attività Descrizione Documenti di riferimento Installazione di ESXi Installare l'hypervisor ESXi 5.1 nei server fisici implementati per la soluzione. vsphere Installation and Setup Configurazione e implementazione di vcenter Server Configurazione del networking ESXi Connessione dei datastore VMware Creazione di un data center virtuale Applicazione dei codici di licenza vsphere Installare VMware vcenter Server 5.1 Configurare il networking ESXi, compresi trunking NIC, porta VMkernel, port group delle macchine virtuali e frame Jumbo. Connettere il datastore VMware agli host ESXi implementati per la soluzione. Creare un data center virtuale. Digitare i codici di licenza vsphere nel menu relativo alle licenze di vcenter. vcenter Server and Host Management Guide Installing vcenter Server 5.1 best practices vsphere Networking vsphere Storage vcenter Server and Host Management vsphere Installation and Setup Aggiunta di host ESXi Connettere vcenter agli host ESXi. vcenter Server and Host Management Configurazione del clustering vsphere Discovery degli host ESXi dell'array Creare un cluster vsphere Eseguire la discovery degli host ESXi all'interno della console Unisphere. vsphere Resource Management Using EMC VNX Storage with VMware vsphere - TechBook Abilitazione delle funzionalità High Availability (HA), DRS e vmotion VMware Installazione di EMC VNX USM Dopo aver abilitato DRS, potrebbe essere necessario considerare l'utilizzo delle regole di affinità e anti-affinità DRS di VMware vsphere per gruppi specifici di virtual machine, ad esempio le virtual machine Oracle potrebbero essere limitate a un particolare set di virtual machine a causa delle licenze. Installare EMC VNX USM sulla console di amministrazione. Automating High Availability (HA) Services with VMware HA Nota tecnica di VMware EMC VSI for VMware vsphere: Unified Storage Management - Guida al prodotto Installazione del plugin EMC VSI Installare il plug-in EMC VSI nella console di amministrazione. EMC VSI for VMware vsphere: Unified Storage Management - Guida al prodotto 44 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

45 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Per i dettagli su ESXi e vcenter, fare riferimento al documento dell'architettura di riferimento EMC VSPEX Private Cloud: VMware vsphere 5.1 for up to 1,000 Virtual Machines. Preparazione del template di virtual machine per Oracle Database 11g R2 Panoramica VMware offre la possibilità di creare un template che può essere utilizzato come copia master per la creazione e il provisioning di macchine virtuali. Utilizzando un template, è possibile installare un sistema operativo guest e applicarlo in una macchina virtuale con utenti e software configurati e pronti per l'uso con un intervento minimo da parte dell'utente. In questo modo si riduce al minimo il tempo di implementazione e si evitano le attività ripetitive di installazione e configurazione per ogni macchina virtuale richiesta. Le specifiche di personalizzazione archiviate in vcenter semplificano ulteriormente il roll out delle macchine virtuali. Una procedura guidata di implementazione, uno strumento di automazione o uno script possono utilizzare tali template per creare in anticipo o modificare automaticamente le impostazioni del server, ad esempio nome server, fuso orario e configurazione di rete, prima di creare la nuova macchina virtuale. Questa sezione documenta la preparazione di un template di virtual machine VMware per consentire una rapida 'implementazione di nuovi ambienti Oracle Database 11g R2. Per configurare il template con i requisiti e i prerequisiti per l'installazione del software Oracle, completare i seguenti passaggi: 1. Creazione di una macchina virtuale con le seguenti risorse: 2 CPU virtuali 8 GB di vram Disco virtuale da 100 GB 2. Installazione del sistema operativo e dei pacchetti RPM 3. Configurazione dei parametri del sistema e del kernel 4. Creazione di gruppi e utenti del sistema operativo 5. Installazione e scollegamento dei file binari di Oracle pronti per la clonazione 6. Conversione della macchina virtuale in un template VMware Creazione della virtual machine per Oracle Database 11g R2 Creare una macchina virtuale sul server ESXi con la configurazione del sistema operativo guest del cliente.la Tabella 11 riporta un esempio di specifiche utilizzate per la creazione del template di macchina virtuale EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 45

46 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Tabella 11. Specifiche per il template di macchina virtuale Servizio di CPU Memoria Disco virtuale Descrizione 2 CPU virtuali 8 GB 100 GB Partizione swap di 8 GB Partizione root avviabile di 92 GB Sistema operativo Red Hat Enterprise Linux Server 6.3 Kernel Interfacce di rete Utenti del sistema operativo Gruppi del sistema operativo File binari di Oracle 11g R2 Pacchetti RPM installati Configurazione del sistema Eth0: rete IP pubblica/di gestione Eth1: Rete di storage Nome utente: oracle Gruppo: oinstall, dba Oracle installato e aggiornato Fare riferimento alla guida di installazione di Oracle per i prerequisiti Fare riferimento alla guida di installazione di Oracle per i prerequisiti Completamento dei prerequisiti per l'installazione di Oracle Questa sezione descrive come installare e configurare il sistema operativo e i prerequisiti per Oracle nella macchina virtuale prima di convertirla in un template. Tabella 12. Prerequisiti per l'installazione di Oracle Attività Descrizione Riferimento Installazione del sistema operativo guest Installare il sistema operativo Red Hat Enterprise Linux 6.3 a 64 bit e configurare le interfacce di rete. Red Hat Enterprise Linux 6 Installation Guide Installazione di VMware Tools Installazione dei pacchetti RPM richiesti Impostazione dei parametri del kernel Impostazione dei limiti delle risorse per l'utente Oracle Installare VMware Tools mediante Red Hat Package Manager (RPM). Installare o aggiornare i pacchetti RPM richiesti elencati nella Tabella 13. Configurare il kernel con le impostazioni specifiche di Oracle per semafori, memoria virtuale e condivisa, rete e I/O asincrono. Verificare e regolare i limiti delle risorse per gli utenti dell'installazione del software Oracle Knowledgebase VMware, ID articolo ( ) Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux 46 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

47 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Attività Descrizione Riferimento Creazione delle directory richieste per il software Creare le directory richieste per il software Oracle Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux Configurazione di HugePages L'impostazione HugePages riduce il numero di pagine della memoria e l'overhead di gestione della memoria virtuale. Oracle Database 11g Release 2 on Red Hat Enterprise Linux 6 Deployment Recommendations La Tabella 13 elenca i pacchetti RPM di Red Hat Enterprise Linux 6 richiesti per l'installazione di Oracle Database 11g R2. Tabella 13. Pacchetti RPM RHEL 6 per Oracle Database 11g R2 binutils el6 (x86_64) libstdc el6.i686 compat-libcap (x86_64) libstdc++-devel el6 (x86_64) compat-libstdc el6 (x86_64) libstdc++-devel el6.i686 compat-libstdc el6.i686 libaio el6 (x86_64) gcc el6 (x86_64) libaio el6.i686 gcc-c el6 (x86_64) libaio-devel el6 (x86_64) glibc el6 (i686) libaio-devel el6.i686 glibc el6 (x86_64) make el6 glibc-devel el6 (x86_64)10 sysstat el6 (x86_64) glibc-devel el6.i686 Su Oracle Linux 6 e Red Hat Enterprise Linux 6: unixodbc el6 (x86_64) o versione ksh successiva unixodbc el6.i686 o versione libgcc el6 (i686) successiva unixodbc-devel el6 (x86_64) o libgcc el6 (x86_64) versione successiva unixodbc-devel el6.i686 o versione libstdc el6 (x86_64) successiva EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 47

48 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Installazione dei file binari e delle patch di Oracle Database 11g R2 Come consigliato nella Guida alla progettazione, decidere se installare l'edizione SE o EE del software Oracle Database 11g R2. Entrambe le edizioni utilizzano gli stessi file di installazione. La Tabella 14 riporta i passaggi richiesti per installare i file binari e le patch di Oracle Database. Tabella 14. Installazione dei file binari e delle patch di Oracle Database Attività Descrizione Riferimento Installazione dei file binari di Oracle Installazione degli aggiornamenti PSU e CPU più recenti Abilitazione di DNFS Scollegamento della directory Oracle Home? Creazione degli script di clonazione di ORACLE_HOME Eseguire Oracle Universal Installer e scegliere l'opzione "Install database software only" come illustrato nella Figura 20. Installare il PSU (Patch Set Update) più recente del database e le relative istruzioni disponibili nel sito web My Oracle Support. È necessario disporre di un ID e di una password di login, nonché di un contratto di assistenza. Oracle Database non viene fornito con Direct NFS abilitato per impostazione predefinita. Abilitare Direct NFS, come illustrato nella Figura 21. Per rimuovere il software Oracle Database 11g R2 dall'inventario di Oracle Universal Installer, eseguire lo script $ORACLE_HOME/oui/bin/detachhome.sh Per automatizzare il processo di clonazione del software Oracle, creare gli script /root/root_clone.sh riportati nella Figura 23 Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux Vedere Critical Patch Updates, Security Alerts and Third Party Bulletin Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux Oracle Universal Installer and OPatch User's Guide 11g Release 2 (11.2) for Windows and UNIX - Capitolo 2 Oracle Universal Installer and OPatch User's Guide 11g Release 2 (11.2) for Windows and UNIX - Capitolo 6 Oltre alla guida all'installazione ufficiale Oracle Database Installation Guide 11g Release 2 (11.2) for Linux, Red Hat ha redatto un utile white paper intitolato Oracle Database 11g Release 2 on Red Hat Enterprise Linux 6 Deployment Recommendations, che fornisce indicazioni specifiche per il sistema operativo Red Hat. 48 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

49 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 20. Oracle Universal Installer - Opzione per l'installazione del solo software del database Oracle Database non viene fornito con Direct NFS abilitato per impostazione predefinita. Per abilitare Direct NFS, completare la seguente procedura: Figura 21. Modificare la directory in $ORACLE_HOME/rdbms/lib. cp libodm11.so libodm11.so_stub ln -s libnfsodm11.so libodm11.so Immettere il seguente comando: make -f ins_rdbms.mk dnfs_on Abilitazione del client Oracle Direct NFS ~]# cat /root/root_clone.sh #!/bin/bash OHOME=/u01/app/oracle/ echo "Cloning Oracle Binaries as Oracle at $(date +%Y%m%d%H%M)" su - oracle -c "$OHOME/oui/bin/cloneHome.sh" echo "Clone Finished at $(date +%Y%m%d%H%M)" echo "Running root.sh at $(date +%Y%m%d%H%M)" $OHOME/root.sh echo "Install Finished at $(date +%Y%m%d%H%M)" Figura 22. Esempio dello script root_clone.sh EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 49

50 Capitolo 4: Implementazione della soluzione ~]# cat $OHOME/oui/bin/cloneHome.sh #!/bin/sh OHOME=/u01/app/oracle/ OHOMENAME=OraDb11g_home1 OBASE=/u01/app/oracle CUR_DIR=`pwd` cd $OHOME/oui/bin ${OHOME}/clone/bin/clone.pl ORACLE_HOME="${OHOME}" ORACLE_HOME_NAME="${OHOMENAME}" ORACLE_BASE="${OBASE}" -ignoresysprereqs Figura 23. cd $CUR_DIR Esempio dello script clonehome.sh Preparazione del template di virtual machine per Oracle Database 11g R2 Convertire la virtual machine in un template denominato vspx-orac11203ee-2vcpu- 8GB-tmplt, come illustrato nella Figura 24. Figura 24. Template di virtual machine di esempio Personalizzazione del template VMware Creare le specifiche personalizzate Oracle_2vCPU_8GB_11203_EE_spec utilizzando il client vcenter. Viene richiesto il nome della nuova macchina virtuale e vengono impostati gli indirizzi IP con segnaposto per le interfacce di rete, come illustrato nella Figura EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

51 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Figura 25. Specifiche personalizzate vsphere di esempio EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 51

52 Capitolo 4: Implementazione della soluzione Implementazione della virtual machine per Oracle Database 11g R2 Panoramica La Tabella 15 riporta il mapping dei requisiti di elaborazione delle virtual machine per Oracle Database 11g R2 Tabella 15. Modello di virtual machine di riferimento per Oracle Database 11g R2 Requisiti di elaborazione della virtual machine per Oracle Database 11g R2 Memoria in GB Totale virtual machine di riferimento Small 8 4 media 16 8 GRANDE Implementazione di nuove macchine virtuali Per implementare una virtual machine da un template mediante le specifiche personalizzate, sono disponibili vari metodi: Implementazione manuale scegliendo Deploy Virtual Machine from this Template in vcenter Scelta dell'opzione Customize using an existing customization specification Creazione di un workflow con uno strumento di organizzazione delle azioni come vcenter Orchestrator Creazione di uno script PowerCLI personalizzato che può essere modificato e parametrizzato L'esempio di script PowerCLI riportato nella Figura 26: Assegna le variabili per nome del template, nome delle specifiche personalizzate, nome della virtual machine, nome host ESXi, nome del datastore VMFS, indirizzo IP pubblico della virtual machine, indirizzo IP dello storage della virtual machine, numero di vcpu e dimensione della vram in MB. Assegna l'indirizzo IP pubblico e l'indirizzo IP dello storage della virtual machine alle due schede vnic incluse nelle specifiche personalizzate illustrate in Figura 26. Crea la nuova macchina virtuale utilizzando il template e le specifiche personalizzate. Modifica l'assegnazione di CPU e VRAM per la macchina virtuale. Avvia la macchina virtuale. 52 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

53 Capitolo 4: Implementazione della soluzione # Connect to Vcenter Connect-VIServer -server user Administrator -password <Password> { #Assign Variables for template, specification, VM, ESXi Host, Datastore # IP addresses for the Public and Storage network interfaces # and the vcpu and vram assigned to the Virtual Machine $Template="vspx-Orac11203EE-2vcpu-8GB-tmplt" $Customization="Oracle_2vCPU_8GB_11203_EE_spec" $VMName="<Virtual Machine Name>" $VMHost=" <ESXi Host Name>" $Datastore="<Datastore Name>" $IPAdressPublic="< Public IP Address>" $IPAdressStorage="<Storage IP Address>" $NumVCPU="4 " $vrammb="16384" # Assign IP addresses to the two vnics included in the custom specification Get-OSCustomizationSpec $Customization Get-OSCustomizationNicMapping where { $_.Position -eq '1'} Set-OSCustomizationNicMapping -IpMode UseStaticIP -IpAddress $IPAdressPublic -Subnetmask DefaultGateway Get-OSCustomizationSpec $Customization Get-OSCustomizationNicMapping where { $_.Position -eq '2'} Set-OSCustomizationNicMapping -IpMode UseStaticIP -IpAddress $IPAdressStorage -Subnetmask DefaultGateway # Create the new VM using the Template and custom spec New-VM -Name $VMName -OSCustomizationSpec $Customization -Template $Template - VMHost $VMHost -Datastore $Datastore # Change the CPU and memory assignment for the VM Set-VM $VMName -NumCPU $NumVCPU -MemoryMB $vrammb -Confirm:$false # Start up the VM Start-VM -VM $VMName -Confirm:$false } Figura 26. Esempio di script PowerCLI per l'implementazione di una macchina virtuale da un template Modificare ed eseguire l'esempio di script PowerCLI o modificarlo in modo da leggere un file di parametri e implementare più macchine virtuali. Clonazione dei file binari di Oracle su una nuova macchina virtuale Eseguire il processo di clonazione e ricollegare la directory Oracle Home per modificare ed eseguire un secondo script PowerCLI per completare l'implementazione della macchina virtuale. Tale script, riportato nella Figura 27, richiama lo script root_clone.sh della Figura 22 che effettua l'operazione. EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP 53

54 Capitolo 4: Implementazione della soluzione { $script="/root/root_clone.sh" $huser="root" $hpwd="<root Password>" $VMName="<Virtual Machine Name>" Invoke-VMScript -ScriptText $script -VM $VMName -GuestUser $huser -GuestPassword $hpwd -ScriptType bash } Figura 27. Esempio di script PowerCLI per la clonazione e il ricollegamento di ORACLE_HOME Definizione dei prerequisiti del database Utilizzare il VSPEX for Virtualized Oracle Qualification Worksheet nella Guida alla progettazione per dimensionare l'infrastruttura di virtualizzazione e i file system NFS complessivi in cui eseguire lo storage del database Oracle. Tali documenti forniscono anche indicazioni sui parametri di inizializzazione di Oracle richiesti dal database. La Tabella 15 a pagina 52 mostra il dimensionamento della virtual machine. Definire le dimensioni dei singoli file di dati sulla base del progetto dello schema e del posizionamento di tabelle e indici nel tablespace. Il posizionamento dei file di dati è discusso nella sezione Configurazione del layout dei file del database per NFS. Per indicazioni sulla configurazione dei parametri di inizializzazione, consultare la Guida alla progettazione e la sezione Configurazione dei parametri di inizializzazione in questo documento. Prima di creare il database, è necessario creare un listener per ricevere le richieste di connessione del client in arrivo, utilizzando l'utility Oracle Net Configuration Assistant (NETCA),, come illustrato nella Figura 28. Figura 28. Utility Oracle Net Configuration Assistant 54 EMC VSPEX For Virtualized Oracle Database 11g OLTP

Sizing di un infrastruttura server con VMware

Sizing di un infrastruttura server con VMware Sizing di un infrastruttura server con VMware v1.1 Matteo Cappelli Vediamo una serie di best practices per progettare e dimensionare un infrastruttura di server virtuali con VMware vsphere 5.0. Innanzitutto

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan

Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei Server secondo il produttore di Storage Qsan Active Solution & Systems illustra La virtualizzazione dei secondo il produttore di Storage Qsan Milano, 9 Febbraio 2012 -Active Solution & Systems, società attiva sul mercato dal 1993, e da sempre alla

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com

Redatto da Product Manager info@e4company.com. Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com Redatto da Product Manager info@e4company.com Verificato da E4 Team Supporto supporto@e4company.com 2 SOMMARIO 1 INTRODUZIONE... 4 2 SOLUTION OVERVIEW... 5 3 SOLUTION ARCHITECTURE... 6 MICRO25... 6 MICRO50...

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva

Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition. Guida introduttiva Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition Guida introduttiva Questo documento descrive come installare e iniziare a utilizzare Acronis Backup & Recovery 10 Advanced Server Virtual Edition.

Dettagli

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware

Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Cinque best practice per amministratori VMware: Microsoft Exchange su VMware Scott Lowe Founder and Managing Consultant del 1610 Group Modern Data Protection Built for Virtualization Introduzione C è stato

Dettagli

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI?

PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? PUBLIC, PRIVATE O HYBRID CLOUD: QUAL È IL TIPO DI CLOUD OTTIMALE PER LE TUE APPLICAZIONI? Le offerte di public cloud proliferano e il private cloud è sempre più diffuso. La questione ora è come sfruttare

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Guida Dell di base all'acquisto dei server

Guida Dell di base all'acquisto dei server Guida Dell di base all'acquisto dei server Per le piccole aziende che dispongono di più computer è opportuno investire in un server che aiuti a garantire la sicurezza e l'organizzazione dei dati, consentendo

Dettagli

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS)

Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) Agilent OpenLAB Chromatography Data System (CDS) EZChrom Edition e ChemStation Edition Requisiti hardware e software Agilent Technologies Informazioni legali Agilent Technologies, Inc. 2013 Nessuna parte

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp

Efficienza e performance. Soluzioni di storage NetApp Efficienza e performance Soluzioni di storage NetApp Sommario 3 Introduzione n EFFICIENZA A LIVELLO DI STORAGE 4 Efficienza di storage: il 100% dei vostri dati nel 50% del volume di storage 6 Tutto in

Dettagli

La piattaforma IBM Cognos

La piattaforma IBM Cognos La piattaforma IBM Cognos Fornire informazioni complete, coerenti e puntuali a tutti gli utenti, con una soluzione economicamente scalabile Caratteristiche principali Accedere a tutte le informazioni in

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Rational Asset Manager, versione 7.1

Rational Asset Manager, versione 7.1 Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Rational Asset Manager, versione 7.1 Versione 7.1 Guida all installazione Note Prima di utilizzare queste informazioni e il prodotto

Dettagli

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI

Architettura di un sistema informatico 1 CONCETTI GENERALI Architettura di un sistema informatico Realizzata dal Dott. Dino Feragalli 1 CONCETTI GENERALI 1.1 Obiettivi Il seguente progetto vuole descrivere l amministrazione dell ITC (Information Tecnology end

Dettagli

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione

Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione Samsung Data Migration v2.6 Introduzione e Guida all'installazione 2013. 12 (Revisione 2.6.) Esclusione di responsabilità legale SAMSUNG ELECTRONICS SI RISERVA IL DIRITTO DI MODIFICARE I PRODOTTI, LE INFORMAZIONI

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company

Manuale di installazione. Data Protector Express. Hewlett-Packard Company Manuale di installazione Data Protector Express Hewlett-Packard Company ii Manuale di installazione di Data Protector Express. Copyright Marchi Copyright 2005 Hewlett-Packard Limited. Ottobre 2005 Numero

Dettagli

agility made possible

agility made possible SOLUTION BRIEF CA IT Asset Manager Come gestire il ciclo di vita degli asset, massimizzare il valore degli investimenti IT e ottenere una vista a portfolio di tutti gli asset? agility made possible contribuisce

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

CA Business Intelligence

CA Business Intelligence CA Business Intelligence Guida all'implementazione Versione 03.2.00 La presente documentazione ed ogni relativo programma software di ausilio (di seguito definiti "Documentazione") vengono forniti unicamente

Dettagli

CA Asset Portfolio Management

CA Asset Portfolio Management CA Asset Portfolio Management Guida all'implementazione Versione 12.8 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in

Dettagli

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option

Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Manuale dell'utente di Symantec Backup Exec System Recovery Granular Restore Option Il software descritto nel presente

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito:

Per questa ragione il nostro sforzo si è concentrato sugli aspetti elencati qui di seguito: Autore : Giulio Martino IT Security, Network and Voice Manager Technical Writer e Supporter di ISAServer.it www.isaserver.it www.ocsserver.it www.voipexperts.it - blogs.dotnethell.it/isacab giulio.martino@isaserver.it

Dettagli

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti

Plesk Automation. Parallels. Domande tecniche più frequenti Parallels Plesk Automation Primo trimestre, 2013 Domande tecniche più frequenti Questo documento ha come scopo quello di rispondere alle domande tecniche che possono sorgere quando si installa e si utilizza

Dettagli

Arcserve Replication and High Availability

Arcserve Replication and High Availability Arcserve Replication and High Availability Guida operativa per Oracle Server per Windows r16.5 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.

Prot. 1377. Cagliari, 13/03/2013. > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA. Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia. Prot. 1377 Cagliari, 13/03/2013 > Spett.le IT Euromedia Srl Via Galvani, 27/29 09047 SELARGIUS - CA Fax: 070.7731009 e-mail: info@iteuromedia.eu ORDINE D ACQUISTO N. 39/2013 RIF. DET. A CONTRARRE N. 31

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

Lo storage di prossima generazione

Lo storage di prossima generazione Juku.it Lo storage di prossima generazione white paper (settembre 2012) Enrico Signoretti Juku consulting srl - mail: info@juku.it web: http://www.juku.it Indice Note legali 3 Juku 1 Perchè Juku 1 Chi

Dettagli

A vele spiegate verso il futuro

A vele spiegate verso il futuro A vele spiegate verso il futuro Passione e Innovazione per il proprio lavoro La crescita di Atlantica, in oltre 25 anni di attività, è sempre stata guidata da due elementi: la passione per il proprio lavoro

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation

IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm. 2011 IBM Corporation IBM Cloud Computing - un opportunità? - una moda? Andrea Reggio Myserverfarm 2011 IBM Corporation Cosa si intende per Cloud Computing Cloud è un nuovo modo di utilizzare e di distribuire i servizi IT,

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

CA Process Automation

CA Process Automation CA Process Automation Glossario Release 04.2.00 La presente documentazione, che include il sistema di guida in linea integrato e materiale distribuibile elettronicamente (d'ora in avanti indicata come

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software

PLM Software. Answers for industry. Siemens PLM Software Siemens PLM Software Monitoraggio e reporting delle prestazioni di prodotti e programmi Sfruttare le funzionalità di reporting e analisi delle soluzioni PLM per gestire in modo più efficace i complessi

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Progetto VirtualCED Clustered

Progetto VirtualCED Clustered Progetto VirtualCED Clustered Un passo indietro Il progetto VirtualCED, descritto in un precedente articolo 1, è ormai stato implementato con successo. Riassumendo brevemente, si tratta di un progetto

Dettagli

PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os. una solida base per la gestione efficace dei database DB2

PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os. una solida base per la gestione efficace dei database DB2 PRODUCT FAMILY BRIEF CA Database Management for DB2 for z/os una solida base per la gestione efficace dei database DB2 Gestione del database CA Database Performance Management Database Administration Database

Dettagli

Installazione di GFI Network Server Monitor

Installazione di GFI Network Server Monitor Installazione di GFI Network Server Monitor Requisiti di sistema I computer che eseguono GFI Network Server Monitor richiedono: i sistemi operativi Windows 2000 (SP4 o superiore), 2003 o XP Pro Windows

Dettagli

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione

Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei. Presentazione della soluzione Scheda Software HP Digital Sending (DSS) 5.0 Per risparmiare tempo, finanze e risorse digitalizzando i documenti cartacei Presentazione della soluzione Rendendo più fluida la gestione di documenti e dati,

Dettagli

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing

Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Microsoft Virtualizzazione con Microsoft Tecnologie e Licensing Profile Redirezione dei documenti Offline files Server Presentation Management Desktop Windows Vista Enterprise Centralized Desktop Application

Dettagli

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI UDINE Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Corso di Laurea Triennale in Informatica Tesi di Laurea SISTEMI DI VIRTUALIZZAZIONE: STATO DELL ARTE, VALUTAZIONI, PROSPETTIVE

Dettagli

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra

Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Gestire le informazioni con un sorriso sulle labbra Enterprise Content Management vi semplifica la vita Enterprise-Content-Management Gestione dei documenti Archiviazione Workflow www.elo.com Karl Heinz

Dettagli

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi

Analisi per tutti. Panoramica. Considerazioni principali. Business Analytics Scheda tecnica. Software per analisi Analisi per tutti Considerazioni principali Soddisfare le esigenze di una vasta gamma di utenti con analisi semplici e avanzate Coinvolgere le persone giuste nei processi decisionali Consentire l'analisi

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica.

FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. Studio FORM FORM Il sistema informativo di gestione della modulistica elettronica. We believe in what we create This is FORM power La soluzione FORM permette di realizzare qualsiasi documento in formato

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1

Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 White paper Citrix XenDesktop rende più facile la migrazione a Windows 7/8.1 Di Mark Bowker, analista senior Ottobre 2013 Il presente white paper di ESG è stato commissionato da Citrix ed è distribuito

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard

Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Payment Card Industry (PCI) Data Security Standard Procedure per la scansione di sicurezza Versione 1.1 Release: settembre 2006 Indice generale Finalità... 1 Introduzione... 1 Ambito di applicazione dei

Dettagli

CA RC/Update for DB2 for z/os

CA RC/Update for DB2 for z/os SCHEDA PRODOTTO CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os CA RC/Update for DB2 for z/os (CA RC/Update) è uno strumento di gestione di dati e oggetti DB2 che consente agli amministratori

Dettagli

EMC Documentum xcp for Business Process Management

EMC Documentum xcp for Business Process Management Analisi dettagliata Abstract Oggi le aziende devono affrontare una sfida comune: ottimizzare i processi di business e la loro efficienza operativa. Per vincere questa sfida, EMC Documentum xcelerated Composition

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation

Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Acronis Backup & Recovery 10 Server for Windows Acronis Backup & Recovery 10 Workstation Guida introduttiva 1 Informazioni sul documento Questo documento descrive come installare e iniziare ad utilizzare

Dettagli

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source

Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Gestire le comunicazione aziendali con software Open Source Data: Ottobre 2012 Firewall pfsense Mail Server Zimbra Centralino Telefonico Asterisk e FreePBX Fax Server centralizzato Hylafax ed Avantfax

Dettagli

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali

PROFILI ALLEGATO A. Profili professionali ALLEGATO A Profili professionali Nei profili di seguito descritti vengono sintetizzate le caratteristiche di delle figure professionali che verranno coinvolte nell erogazione dei servizi oggetto della

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10

PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO. Pagina 1 di 10 PROGETTO VIRTUALIZZAZIONE DELLA SERVER FARM DI TURISMO TORINO E PROVINCIA E SERVIZI CONNESSI CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 10 INDICE: DESCRIZIONE NR. PAGINA 1. PREMESSA 3 2. OGGETTO DELL APPALTO 3 3.

Dettagli

Zeroshell su vmware ESXi 4.1

Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Zeroshell su vmware ESXi 4.1 Introduzione Vediamo come installare Zeroshell su Vmware ESXi 4.1 usando come immagine quella per IDE,SATA e USB da 1GB. Cosa ci serve prima di iniziare: Una distro Live io

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013

ApplicationServer XG Versione 11. Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 ApplicationServer XG Versione 11 Ultimo aggiornamento: 10.09.2013 Indice Indice... i Introduzione a 2X ApplicationServer... 1 Cos'è 2X ApplicationServer?... 1 Come funziona?... 1 Su questo documento...

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows

Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Piattaforma SAP BusinessObjects Business Intelligence Versione del documento: 4.1 Support Package 3-2014-03-25 Manuale di installazione della piattaforma Business Intelligence per Windows Sommario 1 Cronologia

Dettagli

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL

IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL IL PRESUPPOSTO DEL SUCCESSO DI OGNI AZIENDA È IL LIVELLO DI SICUREZZA DEL PROPRIO PATRIMONIO INFORMATIVO E DEL PROPRIO KNOW-HOW IMPRENDITORIALE. SERVIZI CREIAMO ECCELLENZA Uno dei presupposti fondamentali

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi

Il portafoglio VidyoConferencing. Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi Il portafoglio VidyoConferencing Tutto ciò di cui avete bisogno per realizzare videoconferenze HD di qualità, accessibili e a costi vantaggiosi La qualità HD di Vidyo mi permette di vedere e ascoltare

Dettagli

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro

ITIL. Introduzione. Mariosa Pietro ITIL Introduzione Contenuti ITIL IT Service Management Il Servizio Perchè ITIL ITIL Service Management life cycle ITIL ITIL (Information Technology Infrastructure Library) è una raccolta di linee guida,

Dettagli

Virtualizzazione e installazione Linux

Virtualizzazione e installazione Linux Virtualizzazione e installazione Linux Federico De Meo, Davide Quaglia, Simone Bronuzzi Lo scopo di questa esercitazione è quello di introdurre il concetto di virtualizzazione, di creare un ambiente virtuale

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE

> MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE > MULTI TASKING > MULTI PROCESS > MULTI CORE WorkNC V21 multicore 64 bits : Benefici di WorkNC Aumento generale della produttività, grazie alle nuove tecnologie multi-core, 64 bit e Windows 7 Calcolo di

Dettagli