Indice. PRESENTAZIONE pag. 3. POTENTIAL N ALPHA pag. 7. POTENTIAL N BETA pag. 11. POTENTIAL N GAMMA pag. 16. POTENTIAL N DELTA pag.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Indice. PRESENTAZIONE pag. 3. POTENTIAL N ALPHA pag. 7. POTENTIAL N BETA pag. 11. POTENTIAL N GAMMA pag. 16. POTENTIAL N DELTA pag."

Transcript

1

2 Indice PRESENTAZIONE pag. 3 POTENTIAL N ALPHA pag. 7 POTENTIAL N BETA pag. 11 POTENTIAL N GAMMA pag. 16 POTENTIAL N DELTA pag. 20 POTENTIAL N EPSILON pag. 24 POTENTIAL N KAPPA pag. 28 POTENTIAL N LAMBDA pag. 32 POTENTIAL N KHI pag. 36 POTENTIAL N PI pag. 40 POTENTIAL N SIGMA pag. 44 POTENTIAL N OMEGA pag. 48 SERENIUM pag. 52 PROCYALACE pag. 63 POTENTIAL N MU pag. 69 POTENTIAL N THETA pag. 78 VIRACTYL pag. 83 BALSAMO UNIVERSALE pag. 87 EUBIOTIC pag. 92 DECKELOR pag. 96 2

3 I POTENTIAL I POTENTIAL sono MICRO-NUTRIENTI, cioè elementi di nutrizione dell'ordine di grandezza inferiore al microgrammo. I POTENTIAL apportano all'organismo, sotto forma di elementi, i principi nutritivi essenziali con una biodisponibilità massima che permette di restaurare l'autoregolazione delle diverse funzioni dell'organismo e di ridare loro tutta la loro dinamicità e vitalità. I componenti dei POTENTIAL fanno parte delle sostanze più attive di varie origini: Sostanze di origine minerale (oligominerali), Sostanze di origine vegetale (piante medicinali e aromatiche), Vitamine e principi nutritivi primordiali (alghe, lieviti e principi alimentari) Ogni POTENTIAL è costruito in un ordine sequenziale particolare che gli permette di nutrire una funzione specifica dell'organismo. La particolarità della micronutrizione dei POTENTIAL è di ridare all'organismo degli elementi che gli permettano di ritornare allo schema funzionale originale che è sempre scritto a livello cellulare. Quando un funzionamento è perturbato, la memoria iniziale di equilibrio può essere riattivata con delle sostanze appropriate. Le sostanze presenti nei POTENTIAL sono diluite, dinamizzate e associate secondo un ordine specifico, che conferisce loro proprietà informazionali precise, differenti e complementari a quelle conosciute allo stato grezzo. Tale risultato è ottenuto grazie all' EFFETTO SEGNALE che permette alle cellule di rinutrirsi e così di rinutrire la funzione alla quale partecipano. I POTENTIAL consentono all'organismo il rilancio dell'informazione necessaria alla captazione ed alla metabolizzazione degli elementi nutritivi essenziali di cui essa necessita per donare ad ogni funzione principale armonia e dinamicità. 3

4 CONCEZIONE E FABBRICAZIONE DEI PRODOTTI PONTENTIAL N Il Laboratorio L.S.N. ha acquisito una grossa esperienza nel campo della nutrizione, basata sul lavoro di una équipe riunita sei anni fa attorno ad un concetto sul quale ciascun membro dell'équipe medica lavorava individualmente o in altri gruppi di lavoro da numerosi anni (da 10 a 20 anni a seconda dei membri dell'équipe). Il primo obiettivo è stato quello di produrre in forma industriale le formule che costituivano l oggetto di preparazioni magistrali prescritte dal medici dell équipe ai loro pazienti. Tutte queste formule erano quindi testate e utilizzate per la loro efficacia da numerosi anni. La ricerca è quindi proseguita molto attivamente per sei anni e ha permesso importanti miglioramenti nelle formule di partenza come pure scoperte interessanti. Il successo medico dell'équipe scientifica di L.S.N. è nell'essere riuscita a ottenere con complementi nutrizionali dei risultati più efficaci di quelli ottenuti con medicine allopatiche tradizionali comportanti, come sappiamo, effetti secondari e processi che contribuiscono qualche volta a deregolare meccanismi delicati dell'organismo. Ciò costituisce una vera innovazione e rivoluzione che, a nostro avviso, nessun altro prodotto nutrizionale sul mercato può rivendicare oggi. 1. Ogni prodotto ha per obiettivo, nella sua concezione, quello di contribuire a ripristinare le funzioni naturali dell'organismo nella loro integrità e nella loro propria capacità di autoregolarsi, cioè di incaricarsi da sole delle riparazioni necessarie al buono stato e al buon funzionamento dell organismo. 2. Per fare ciò, le formule elaborate sono ricalcate su processi che animano le funzioni nel loro lavoro per poterle rinutrire nelle loro differenti sfaccettature: contribuire a ripristinare la loro integrità al livello dei microequilibri e delle micro-circolazioni indispensabili al loro funzionamento o partecipare alla loro nutrizione e alla loro dinamizzazione per potenziarle al meglio quando sono già in buon funzionamento. 3. Queste formule ricalcano le funzioni e le risituano sempre nel contesto generale della loro azione nell'organismo, cioè esse integreranno a monte e a valle l organo desiderato e parteciperanno così alla nutrizione e al ristabilimento delle circolazioni e degli equilibri; a monte al livello dei comandi e a valle al livello delle altre funzioni che ne sono dipendenti. 4. Le formulazioni utilizzate sono micro-nutrizionali, non apportano che dei microelementi necessari agli scambi inter e intracellulari così come delle informazioni Segnale che permetteranno alla funzione, all'organismo di identificare, captare e metabolizzare gli elementi nutrizionali e nutritivi di cui ha bisogno. Essi che sono generalmente presenti nel nutrimento ma non captati e metabolizzati sia perché il nutrimento, troppo trasformato, non annovera più mediatori necessari a questa captazione e a questa metabolizzazione, sia perché l'organismo ha perduto momentaneamente le sue capacità di rigenerarsi identificando e compensando automaticamente le sue carenze per situazioni dovute anch'esse a carenze, a traumi fisici o psichici (legati ad aggressioni interne, microbiche, virali, psichiche o esterne, shock fisico o psicologico). 5. L'efficacia di queste formule, aldilà della strategia di ricalcarsi alla funzione e di utilizzare l'effetto segnale che la micronutrizione consente, risiede nella specificità della loro concezione e della loro realizzazione. a) Le formule sono ricche e complesse, fanno appello ad ingredienti delle differenti origini utilizzate in farmacie (minerale, metalli, fito, vitamine) così come ad altri approcci, principi alimentari, che sono di grande interesse per essere supporti e veicoli di queste informazioni. b) Le formule sono elaborate in sequenze dinamiche che danno la loro eccezionale operatività ai prodotti. Ritornando alle fonti della farmacopea e dei preparati tradizionali, l'équipe ha messo in luce che l'ordine d'integrazione dei componenti nella formula ha un'incidenza diretta considerevole e verificata sull'efficacia ottenuta. Così ciascun prodotto comprende da 20 a 30 ingredienti che sono posizionati in un ordine specifico gli uni in rapporto agli altri. Quest'ordine permette di potenziarne totalmente l'effetto ad un livello estremamente elevato che oltrepassa tutto ciò che ci si può attendere dai prodotti utilizzati in genere o in combinazione spesso data. Questa sequenza, una volta costruita e debitamente omogeneizzata e dinamizzata secondo un procedimento specifico, può essere inserita in ogni tipo di 4

5 forma galenica e in ogni tipo di prodotto alimentare senza perdere le sue proprietà attive. È dunque possibile presentarlo in forma solida come in forma liquida a condizione che il processo di fabbricazione sia stato rispettato. Riassumendo 1. Procedimento di fabbricazione esclusivo e difficilmente copiabile e che è all'origine di questa efficacia. Utilizzo di sostanze autorizzate provenienti dalle differenti origini, minerale, fito ecc., organizzate in sequenze che danno loro un'efficacia eccezionale. 2. Concetto di funzione e di creazione dei prodotti che si basa sul ripristino dell'organismo, delle sue funzioni e dei suoi organi nelle loro capacità di rigenerarsi e di procedere alle autoregolazioni necessarie all'adattamento dell'essere e alla sua buona salute. I POTENTIAL hanno un'efficacia massima col dosaggio minimo evitando qualsiasi sovraccarico e qualsiasi affaticamento dell'organismo. I POTENTIAL permettono, inoltre, di attivare al massimo il pieno potenziale delle funzioni dell'organismo senza mai oltrepassarlo. I POTENTIAL sono senza alcun'assuefazione. Rieducano l'organismo a captare e a metabolizzare da solo le sostanze di cui ha bisogno invece di metterlo in dipendenza con apporti ponderali talvolta eccessivi che si sostituiranno a lui. I potential, grazie alla loro capacità di catalizzare l'effetto delle sostanze ponderali, sono un eccellente complemento a prescrizioni ponderali qualora ciò sia necessario e permettono di limitarne le quantità amministrate e la loro durata per un effetto ottimale. L'INTERESSE DEI POTENTIAL Sono d'origine naturale Sono privi di tossicità Non c'è rischio di assuefazione Non ci sono effetti secondari Stimolano e nutrono le funzioni Sono compatibili con le altre cure AGISCONO PER SINERGIA Del minerale Del vegetale Delle vitamine Dei principi alimentari SONO PRODOTTI DI ALTA TECNOLOGIA I POTENTIAL sono fabbricati in laboratorio farmaceutico. Sono fabbricati mediante doppia impregnazione e per livelli successivi del minerale, del vegetale e dei principi alimentari. Sono controllati dall'inizio alla fine della catena di fabbricazione. 5

6 LA MICRONUTRIZIONE SEQUENZIALE La Micronutrizione Sequenziale è l'ultima generazione della lunga linea delle terapeutiche del terreno i cui apporti sono stati fondamentali in questi ultimi 50 anni. Essa costituisce un risultato ed una innovazione chiave ed oggi apre campi d'applicazione nuovi e prospettive terapeutiche importantissime che integrano i vantaggi di queste azioni di terreno e della nutrizione e permettono di superarne i limiti. La Micronutrizione Sequenziale permette di avere contemporaneamente un'azione generale sull'organismo ed un'azione mirata su di una funzione o un organo. La Micronutrizione Sequenziale utilizza gli elementi nutritivi di una misura pari o inferiore al microgrammo, uniti tra loro secondo un ordine particolare. La Micronutrizione Sequenziale apporta, in maniera concreta, elementi di cui la cellula ha bisogno sotto forma di microelementi le cui grandezza permette una penetrazione ed un'assimilazione cellulare diretta. L'effetto è quasi immediato senza rischio di sovraccarico o di saturazione e senza effetti secondari. La Micronutrizione Sequenziale permette di combinare elementi numerosi e complementari impossibili da riunire in una in misura ponderale ma necessari alla nutrizione generale dell'organismo. Il carattere sequenziale delle formule (brevetto depositato) permette di avere un'azione mirata e specifica sulla funzione o sull'organo che andiamo a considerare. Questa triplice caratteristica costituisce un'innovazione ed un apporto maggiore nel tipo e nell'efficacia della terapeutica: Combinare un'azione generale su tutto l'organismo (nutrizione generale del terreno) ed un'azione specifica su di una funzione particolare. Rieducare l'organismo a captare e metabolizzare ciò di cui ha bisogno anziché farlo dipendere dall'apporto ponderale esterno. La filosofia terapeutica della Micronutrizione Sequenziale mira a ridare all'organismo la possibilità di autoregolarsi e di assicurare il suo adattamento e la sua difesa, esprimendosi al massimo del suo potenziale attraverso ciascuna delle sue funzioni. 6

7 POTENTIAL N ALPHA Complemento alimentare micro nutrizionale partecipante al Metabolismo dell Immunità 7

8 SINTESI DI POTENTIAL N ALPHA L associazione in sequenza di differenti micro-elementi mirati permetterà l autoregolazione della funzione immunità con un azione: 1. di rinforzo del Sistema nervoso centrale sempre interessato in occasione di turbe immunitarie: Aminoacidi indispensabili: alghe: Porphyra umbilicalis, Laminaria digitata; noce Vitamina B1, C Oligo-elementi che intervengono nell equilibrio neuronale: magnesio, zinco 2. di rinforzo dell immunità cellulare e umorale: Pompelmo, mirto, alloro Timo: ferro e zinco, vitamina A: porphyra, laminaria, vitamina B6 Linfociti: zinco, ferro e magnesio, vitamina C, laminaria, Shitake, Maitake, tartufo del Perigord, spugnolo, noce 3. di difesa e/o di riparazione della protezione membranaria: Acidi grassi polinsaturi: alghe, vitamina B6, noce 4. di stimolazione degli emuntori: Rene, intestino, pelle, polmone: la cui funzione è sempre alterata nel caso di diminuzione delle difese immunitarie: Pophyra, laminaria, inchiostro di polipo, lieviti. 5. di difesa anti-radicale: C è sempre sovrapproduzione di radicali liberi quando c è un infezione Zinco; Vitamina A, C, E: noce, acerola, mirtillo 8

9 POTENTIAL N ALPHA Complemento micro-nutrizionale partecipante al metabolismo dell immunità Magnesio: Il Magnesio svolge un ruolo importante nella difesa immunitaria: esso modula la sintesi e la liberazione del complemento, degli Anticorpi e delle citochine. Esso modula l azione dei linfociti B. Controlla la degranulazione dei mastociti e dei polinucleati con il suo effetto stabilizzante delle membrane. Ferro: La carenza di Ferro comporta un alterazione delle difese immunitarie: alterazione dell immunità cellulare: sulla discendenza dei neutrofili e dell immunità umorale. Zinco: Lo Zinco consente la sintesi delle prostaglandine e dei leucotrieni, attivando la fosfolipasi A 2, la lipossigenasi e la ciclo-ossigenasi consentendo la chemiotassi dei polinucleati neutrofili e eosinofili. Lo Zinco è indispensabile per l attività della Timulina. La maturazione dei linfociti T necessita la presenza dello Zinco. Lo Zinco è anche indispensabile all attività della nucleoside forsforilasi indispensabile ai linfociti. Lo Zinco è anche indispensabile all immunità umorale. La carenza di Zinco comporta una diminuzione della produzione di linfochine, di produzione delle IgG e delle IgM e di secrezione di timulina. La carenza di Zinco comporta anche un inibizione della secrezione di interluchina IL 2, delle linfochine e delle citochine. La carenza di Zinco comporta anche un aumento del cortisolo libero che comporta un effetto di distruzione dei linfociti. AZZERUOLA Malpighia Glabra Aumenta la mobilità dei leucociti e la sintesi dell interferone; protegge le membrane leucocitarie dal danno ossidativo. ALLORO Laurus Nobilis Azione anti-infiammatoria, proprietà anti-infettive polmonari e urinarie; azione sul sistema linfatico. MIRTILLO Vaccinium Myrtillus Proprietà antiossidanti; antocianosiche, antisettiche in particolare urinarie. MIRTO Myrtus Communis Azione immunomodulatrice antifungica, antibatterica, antivirale, anti-infiammatoria. POMPELMO Citrus Decumana Azione pro-immunitaria; antivirale, antimicotica e antiparassitaria. NOCE DEL BRASILE Azione stimolante dei processi di difesa immunitaria (Mg); interviene a livello della fagocitosi e delle popolazioni linfocitarie (SE, glutammine; azione antiossidante). SPUGNOLO CONICO Azione pro-immunitaria TARTUFO DEL PERIGORD Rinforzo del sistema nervoso centrale e immunostimolante. NOCE DI NANGAILLES Canarium indicum Azione antiossidante e stimolante del sistema immunitario. 9

10 INCHIOSTRO DI POLIPO Azione disintossicante SHITAKE Lentinus edodes Azione immunostimolante (sui linfociti T4 e macrofagi) con il lentiname e antivirale con l eritadinina. SHITAKE Mycelium Rinforza fortemente le difese immunitarie. LAMINARIA DIGITATA Azione pro-immunitaria. Favorisce l attività dei macrofagi. MAITAKE Grifola frondosa Azione immunostimolante PORPHYRA UMBICALIS Polisaccarina solfatata. La frazione solfato ha una forte attività immunitaria. LIEVITI ARRICCHITI AL SELENIO Lieviti arricchiti: Saccharomyces Cerevisiae Il S.C. è un fungo microscopico. Esso è di una ricchezza considerevole. Costituenti: Minerali: fosforo, potassio, magnesio; facendoli crescere in siti arricchiti di minerali come il selenio è possibile raccogliere su questi lieviti dei principi attivi supplementari e un attività anti-radicale. Zuccheri: glicogeno Lipidi: stearina, palmitina, acido arachidoinico, lecitine, numerosi steroli: ergosterolo e zimosterolo Protidi: zimocaseina, cerevisina, ricche di aminoacidi: acido glutammico, cisteina, glicocolla Enzimi in grande quantità: zimasi, invertina, maltasi, fosfatasi. Vitamine: tutto l insieme delle vitamine del gruppo B: fattori essenziali alla respirazione e alla nutrizione cellulare: B1: protettrice ed equilibrante del sistema nervoso. B2: favorisce la respirazione cellulare. B6: favorisce la protezione della pelle. B3, B4, B5, B7, B9, B12, PP: permettono l assimilazione dei glucidi e dei grassi. Ac. pantotenico: azione molto importante sul fegato, sulle mucose respiratorie e digestive: provitamina D, vitamina E, vitamina H Proprietà: azione sugli emuntori: intestino: mantenimento e ricostruzione della flora, sul fegato, sulla pelle e sul polmone azione di regolazione sul sistema nervoso centrale azione stimolante delle ghiandole endocrine: tiroide, pancreas, ghiandole surrenali, ghiandole sessuali azione tonica generale, cardiaca e circolatoria Vitamina A: la vitamina A agisce per stimolazione della sintesi RNA messaggero. Il suo ruolo nella crescita cellulare è indispensabile e la sua partecipazione è chiaramente dimostrata nella stimolazione immunitaria. Vitamina B6: l istidina decarbossilasi utilizza la vitamina B6 per produrre l istamina partendo dall istidina. Essa interviene nei conflitti antigene-anticorpi Vitamina C: la vitamina C aumenta la mobilità dei leucociti ed aumenta la sintesi dell interferone. Essa protegge le membrane leucocitarie dal danno ossidativo. Vitamina E: la vitamina E è un antiossidante essenziale alla vitalità cellulare. Essa partecipa alla formazione ed alla struttura dei fosfolipidi della membrana e possiede un azione stabilizzatrice sulle membrane. Vitamina H: la Biotina è il co-enzima di quattro carbossilasi che sono indispensabili ai leucociti. Vitamina PP: la Niacina PP consente i fenomeni di ossido-riduzione dell organismo. Essi portano alla formazione del NAD e del NADP che sono dei co-substrati degli enzimi indispensabili al metabolismo. 10

11 POTENTIAL N BETA Complemento alimentare micro nutrizionale Partecipante al Metabolismo della Detossicazione 11

12 SINTESI DI POTENTIAL N BETA Potential N Beta grazie ai suoi composti sinergici permette di rinforzare il corpo nella sua funzione di detossicazione dell organismo: 1. Riequilibrando il Sistema Nervoso Centrale: metalli e aminoacidi ad azione cerebrale con l apporto: di oligo-elementi regolatori del sistema nervoso centrale come il cobalto, lo zinco e le vitamine B di piante: laminarie e fucus (molto ricche di aminoacidi); acidi grassi polinsaturi per la protezione delle cellule neuronali 2. Rinforzando l azione disintossicante generale. a) Stimolando gli emuntori: fegato, vescica biliare, rene, polmone, pelle, intestino fegato: raphanus niger, ribes grossularia, plancton, pirus malus, olea europea, citrus limonum vescica biliare: raphanus niger, olea auropea, cerefolium sativum, laminaria pelle: olea borrago officinalis, olea <palma>, laminaria digitata, fucus vesciculosus intestino: pirus malus, oryza sativa, sambucus nigra, olea europea, ribes grossularia, olea borrago officinalis, laminaria digitata, fucus vesciculosus rene: sambucus nigra, ananas sativus, apium sativus, cerefolium sativum, ribes grossularia, oryza sativa, citrus limonum, olea borrago officinalis b) In azione disintossicante cellulare: ferro: composto dei citocromi zinco: composto da numerosi enzimi: ossidoriduttasi e alcool deidrogenasi, permette il metabolismo della vitamina A; olio di palma; fucus vesciculosus, laminaria digitata; lieviti 3. Aumentando la circolazione generale a) controllando l equilibrio acido-basico garante dell equilibrio delle principali funzioni dell organismo (zinco) e controllando gli scambi cellulari (magnesio) con la protezione delle pareti vascolari: acidi grassi e con gli aminoacidi neuromediatori b) apportando sostanze anti-radicali olea europea, pirus malus, alghe: laminaria digitata (Mn, Zn, vitamina A, vitamina C, vitamina B, fucus vesciculosus (Mn, Zn, vit. A, C), saccharomyces cerevisiae (Se), plancton, zinco composto del sito attivo della SOD, con azione antiossidante dello zinco sul ferro c) proteggendo le membrane cellulari: acidi grassi e fotofori: alghe e lieviti; olio di borragine e d onagra. 12

13 POTENTIAL N BETA Complemento micro-nutrizionale partecipante al metabolismo della disintossicazione Zinco: Lo Zinco interviene nell'attività di quasi 200 enzimi. Interviene nei sistemi enzimatici come le ossidoriduttasi come l'acool deidrogenasi, il citocromo riduttasi e la SOD. Gli enzimi coinvolti dallo zinco hanno un'importanza metabolica considerevole: la glicolisi, la via dei pentosi, la neuglucogenesi, il metabolismo dei lipidi, e degli acidi grassi. Ha un ruolo molto importante nell'equilibrio acido-basico (anidrasi carbonica). Ha un ruolo molto importante nell'infiammazione (in occasione dell'infiammazione una diminuzione dello zinco comporta un afflusso e un'attivazione dei macrofagi e dei polinucleati). Lo zinco stabilizza le membrane cellulari accoppiandosi con i gruppi tioli evitando loro così di reagire con il ferro evitando anche una produzione di H202 radicale libero instabile. Giuoca un ruolo molto importante nel metabolismo della Vitamina A. Interviene nella sua mobilità al livello del fegato, è indispensabile alla formazione del retinolo, il solo attivo al livello del tessuto grazie all'alcool deidrogenato. Stabilizza le strutture proteiche e svolge un ruolo nell'espressione dei malesseri. Magnesio: Il Magnesio è uno stabilizzatore di neuroni, stabilizza i recettori che sono attivati dal glucomannano e dall'aspartame che sono aminoacidi eccitatori che provocano un'entrata del calcio nei neuroni e inducono una ipereccitabilità. Agisce come co-fattore enzimatico e modula i sistemi di trasporto del Na + e del K + in tutti i tessuti. È indispensabile alla sintesi delle molecole di A.T.P. Ferro: Il Ferro svolge un ruolo importante nella costituzione di elementi indispensabili alla disintossicazione come i citocromi. RADICCHIO NERO Raphanus Niger Azione colagoga: provoca lo svuotamento della vescica biliare, stimola la cellula epatica, ha un'azione diuretica. SCORZA DI SAMBUCO Sambucus Nigra Aumenta l'eliminazione urinaria, regola il peristaltismo intestinale, ha un'azione depurativa ANANAS Ananas Sativus Ha un'azione disintossicante, diuretica; anti-infiammatoria e anti-edema MELA Pirus Malus Ha un'azione diuretica uricolitica, ipocolesterolica, regola il funzionamento di un enzima intestinale battericida, favorisce la secrezione intestinale, ha un'azione depurativa del sangue. CERFOGLIO Cerfolium Sativum Azione depurativa, diuretica, colago OLIVO Olea Europea Stimola il fegato, la vescica biliare, il peristaltismo intestinale; anti-ossidante UVA SPINA Ribes Grossularia Ha proprietà decongestionanti epatiche, diuretiche, depurative, regola il peristaltismo intestinale SEDANO Apium Sativus Depurativo, diuretico, aumenta il metabolismo 13

14 RISO Oryza Sativa Favorisce l'eliminazione dell'urea, astringente; ha un'azione regolatrice sull'intestino. LIMONE Citrus limonum Aumenta l'eliminazione dell'acido urico. Protegge il fegato; diminuisce l'efficacia delle sostanze indotte alla formazione dei radicali liberi, regola il metabolismo del colesterolo. OLIO DI BORRAGINE Oleum borrago officinalis Depurativo, diuretico e stimola l'eliminazione intestinale LAMINARIA DIGITATA Alga bruna molto ricca di elementi minerali e di vitamine A, B3, B5, C; partecipa alla regolazione del metabolismo dei lipidi e degli idrati di carbonio; ha effetti epatoprotettori e partecipa alla difesa anti-radicale. Ha carattere mucillaginoso (favorisce i regimi ipocalorici e regolarizza il transito intestinale) OLIO DI PALMA Depurativo, astringente; molto ricco di acidi grassi insaturi e polinsaturi. Forti proprietà disintossicanti. PLANCTON Ha un effetto regolatore del metabolismo dei lipidi FUCUS VESCICULOSUS Alga bruna ricca di vitamine A, C, E e di aminoacidi essenziali. Azione disintossicante, depurativa e stimolante l'eliminazione intestinale; favorisce il dimagrimento. Stimolante della circolazione sanguigna e dello scambio cellulare; azione sull'eliminazione delle tossine. LIEVITI ARRICCHITI AL SELENIO Lieviti arricchiti: Saccharomyces cerevisiae Il S.C. è un fungo microscopio. È di considerevole ricchezza. Costituenti: Minerali: fosforo, potassio, magnesio. Facendoli crescere su siti arricchiti di minerali come il selenio, è possibile raccogliere su questi lieviti principi attivi supplementari ed un'attività antiradicale Zuccheri: glicogeno Lipidi: stearina, palmitina, acido arachidomico, lecitine Numerosi steroli: ergosterolo, zimosterolo Protidi: zimocaseina, cerevisina, ricche di aminoacidi: istidina, arginina, lisina, triptofano, cistina, leucina, acido glutammico Glutatione: proteina solfurata ricca di aminoacidi: acido glutammico, cistina, glicocolla Enzimi: in grande quantità: zimasi, invertina, maltasi e fosfatasi Vitamine: tutto l'insieme delle vitamine del gruppo B: fattori essenziali alla respirazione e alla nutrizione cellulare. B1: protettrice ed equilibrante del sistema nervoso; B2: favorisce la respirazione cellulare; B6: favorisce la protezione della pelle; B3, B4, B5, B7, B9, B12, PP: permette l'assimilazione dei glucidi e dei grassi; Ac. pantotenico: azione molto importante sul fegato, sulle mucose respiratorie e digestive; provitamina D, vitamina E, vitamina H. Proprietà: Azione sugli emuntori: intestino: mantenimento e ricostruzione della flora, sul fegato, sulla pelle, sul polmone Azione sul sistema nervoso centrale: regolatore Azione stimolante delle ghiandole endocrine: tiroide, pancreas, ghiandole surrenali, ghiandole sessuali Azione tonica generale, cardiaca e circolatoria Vitamina A: la Vitamina A è una vitamina anti-radicale 14

15 Vitamina B1: essa agisce come co-enzima dei complessi di disidrogenasi, partecipa al metabolismo degli idrati di carbonio. Vitamina B6: la vitamina B6 interviene nella formazione dei glucosi a partire dagli aminoacidi. Diminuisce il tasso d'acido ossalico nelle urine. Vitamina B9 Acido Folico: è un co-enzima nella biosintesi delle basi puriniche e pirimidiniche. La sua carenza comporta turbe della nutrizione. Interviene nella sintesi di certi aminoacidi. Vitamina C: la vitamina C è una vitamina anti-radicale: Vitamina F: acido linoleico indispensabile per la sintesi e la protezione dei lipidi. Vitamina PP: la vitamina PP interviene in tutti i fenomeni di ossidoriduzione dell'organismo. È necessaria al metabolismo. 15

16 POTENTIAL N GAMMA Complemento alimentare micro nutrizionale partecipante al Metabolismo dell Osso 16

17 SINTESI DI POTENTIAL N GAMMA Potential N Gamma permette di apportare all'organismo gli elementi micro-nutrizionali necessari all'autoregolazione del metabolismo dell'osso: 1. Facendo apporto degli elementi di regolazione della costituzione e della ricostruzione ossea: a) Regolazione centrale ormonale il Paratormone: il magnesio stimola il paratormone che ha la funzione di regolare il metabolismo del calcio l'ormone della crescita: con lo zinco che interviene in questo metabolismo ormonale la Tiroide: la Laminaria e il Litotamne, lo iodio indispensabile al funzionamento della tiroide b) regolazione della sintesi degli elementi indispensabili la vitamina D il cui metabolismo necessita del ferro la sintesi del collagene: necessita vitamina C (alghe, principi alimentari) 2. Facendo apporto dei costituenti fondamentali della matrice ossea: magnesio, calcio, fosforo, sodio, silicio: alghe e castagna; gli aminoacidi componenti delle proteine glicine: la laminaria 3. Apportando gli elementi anti-radicali indispensabili a questa funzione che a causa della ricostituzione permanente del tessuto osseo è fonte di radicali liberi: le vitamine anti-radicali: vitamina C, vitamina A, vitamine E (germe di grano, avocado, castagno, laminaria) 4. Aumentando lo scambio cellulare: il magnesio, il calcio, il potassio 17

18 POTENTIAL N GAMMA Complemento micro-nutrizionale partecipante al metabolismo dell'osso Magnesio: Il Magnesio è un componente strutturale dell'osso e nei tessuti di struttura come il Muscolo. Il magnesio stimola il paratormone ed è miorilassante. Alcuni rachitismi che non cedono al trattamento con la vitamina D sono stati migliorati con il magnesio. Potassio: Il Potassio svolge un ruolo importante nei processi fisiologici e metabolici fondamentali. Calcio: Il Calcio è il componente più importante della matrice ossea e di certe proteine indispensabili alla solidità del tessuto osseo come l'osteocalcina. Sodio: La matrice Ossea contiene sodio ed è un composto indispensabile al tessuto osseo. Zinco: Lo Zinco agisce sul metabolismo ormonale, in particolare esso interviene nella produzione dell'ormone di crescita, ed è indispensabile alla sua azione; esso agisce sulla crescita e la moltiplicazione cellulare. L'azione dello zinco sulla fosfatasi alcalina e la sua attivazione è favorevole al buon funzionamento metabolico dell'osso. LITOTAMNE Lithothamnium Calcareum È un'alga sedimentaria composta per più del 95% di materia minerale, ciò che le dà un aspetto pietroso e la fa sovente confondere con un corallo; il suo scheletro è principalmente composto di calcio e di magnesio. Ricca anche di potassio. BAMBU Bambusa Apporta gli oligo-elementi necessari alla matrice ossea. ERBA MEDICA Medicago Sativa Azione antiossidante GERME DI GRANO Triticum vulgaris Ricco di vitamina E, molto attivo nella difesa anti-radicale OLIO D'AVOCADO Oleum Persea Gratissima Ricco di aminoacidi, di vitamine A, B e C LAMINARIA SACCHARINA Molto ricca di elementi minerali (zinco, manganese, potassio) e di iodio indispensabile alla tiroide che interviene nella crescita ossea; di aminoacidi rientranti nella composizione delle proteine glicine costituenti l'osso; vitamine A, B3, B5, C CASTAGNA Castenea vulgaris Componenti: Minerali: calcio, magnesio, rame, potassio Vitamine B1 e B2 e molta vitamina C (tanto quanto nel limone: 50mg per 100g) Proprietà: rimineralizzante Vitamina A: La vitamina A agisce con la stimolazione della sintesi RNA messaggero. Il suo ruolo nella crescita cellulare è indispensabile. 18

19 Vitamina C: La vitamina C è essenziale alla sintesi del collagene. La trasformazione del procollagene necessita l'idrossilazione della prolina e della lisina, processo nel quale la vitamina C è indispensabile. Vitamina E: La vitamina E è un antiossidante essenziale alla vitalità cellulare. Vitamina F: acido linoleico indispensabile per la sintesi e la protezione dei lipidi. 19

20 POTENTIAL N DELTA Complemento alimentare micro nutrizionale partecipante al Metabolismo della Digestione 20

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa

Azioni principali Tonificante, rigenerante, depurativa. Principio Attivo Chlorella Pyrenoidosa CLORELLA Contenuto 1 8 0 c o m p r e s s e d a 5 0 0 m g d i Chlorella Pyrenoidosa frantumata Clorella Bio con marchio di produzione Biologica della Comunità Europea Indicazioni Disintossicante, stai di

Dettagli

CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING

CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING CONTENUTO DEL GEL DI ALOE VERA FOREVER LIVING Uno studio indipendente condotto dalla Food and Drug Research Laboratories, Inc. di New York mostra che il nostro GEL stabilizzato di Aloe vera brevettato

Dettagli

GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI

GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI GUIDA ORTOMOLECOLARE ALLA INTERPRETAZIONE DEL TEST DEGLI AMINOACIDI AMINOACIDI ESSENZIALI Gli aminoacidi indispensabili, noti anche come aminoacidi essenziali, devono essere forniti al corpo con gli alimenti

Dettagli

COSA SONO I NUTRIENTI?

COSA SONO I NUTRIENTI? 1. DAGLI ALIMENTI AI NUTRIENTI Gli alimenti che mangiamo vengono digeriti e scomposti in elementi più semplici, i nutrienti, che vengono riversati nel flusso sanguigno per essere distribuiti a tutte le

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

La nutrizione e il metabolismo

La nutrizione e il metabolismo La nutrizione e il metabolismo 1. Le sostanze nutritive, o nutrienti 2. Definizione di metabolismo 3. Il metabolismo dei carboidrati 4. Il metabolismo dei lipidi 1 L apparato respiratorio 5. Il metabolismo

Dettagli

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti

E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti E ARRIVATO IL «SUCCO DELLA VITA» SUCCO al 100%, non da concentrato, Senza additivi, coloranti e aromi, né acqua o zuccheri aggiunti Nuova Linea di Succhi dalle spiccate proprietà benefiche: per rinforzare

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento L o l i o d i c a n a p a n e l l a l i m e n t a z i o n e L olio di semi di canapa è un alimento che si ricava dalla spremitura a freddo dei semi della pianta di canapa. Il seme di canapa è l alimento

Dettagli

INDICE. Kyäni Sunrise pag 2. Kyäni Nitro pag 6. Kyäni Sunset pag 8. Vantaggi e Ingredienti. Riassunto linea Kyäni

INDICE. Kyäni Sunrise pag 2. Kyäni Nitro pag 6. Kyäni Sunset pag 8. Vantaggi e Ingredienti. Riassunto linea Kyäni 1 INDICE Kyäni Sunrise pag 2 Kyäni Nitro pag 6 Kyäni Sunset pag 8 2 Kyäni Sunrise Vantaggi Aiuta a stimolare l'energia Supporta la funzione cognitiva Aumenta Supporto Cellulare Consente un'efficace gestione

Dettagli

N 2, malgrado la sua abbondanza, è un fattore limitante la crescita della maggior parte degli organismi

N 2, malgrado la sua abbondanza, è un fattore limitante la crescita della maggior parte degli organismi Glicina (Gly) Alanina (Ala) N 2, malgrado la sua abbondanza, è un fattore limitante la crescita della maggior parte degli organismi La digestione delle proteine endopeptidasi H O R H O R R H 3+ N -C-C-NH-C-C-NH-C-C-NH-C-C-NH-C-COO

Dettagli

Cosa contiene l Aloe Vera Gel di Forever Living?

Cosa contiene l Aloe Vera Gel di Forever Living? www.veraaloegel.com Cosa contiene l Aloe Vera Gel di Forever Living? Uno studio indipendente condotto dalla Food and Drug Research Laboratories, Inc. di New York mostra che il nostro Gel stabilizzato brevettato

Dettagli

La Nutrizione. I principi nutritivi, gli alimenti

La Nutrizione. I principi nutritivi, gli alimenti La Nutrizione I principi nutritivi, gli alimenti PERCHÈ MANGIAMO? Prima di rispondere alla domanda proviamo a pensare al corpo umano come ad una meravigliosa macchina. Il nostro organismo, proprio come

Dettagli

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto

L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto L indispensabile Vitamina C Previene tutte le malattie Bisogna assumerla nel modo giusto RIZA Sommario Capitolo 1 Le vitamine, sostanze indispensabili al corpo 7 Capitolo 2 La vitamina C: formula, storia

Dettagli

GLUCONEOGENESI. Sintesi (GENESI) di nuove (NEO) molecole di glucosio

GLUCONEOGENESI. Sintesi (GENESI) di nuove (NEO) molecole di glucosio GLUCONEOGENESI Sintesi (GENESI) di nuove (NEO) molecole di glucosio CATABOLISMO ANABOLISMO OSSIDAZIONI Produzione di ATP RIDUZIONI Consumo di ATP La GLUCONEOGENESI è un PROCESSO ANABOLICO La gluconeogenesi

Dettagli

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE

GUIDA PER UNO. stile di vita SALUTARE 1-2 e 8-9 maggio 2010 GUIDA PER UNO stile di vita SALUTARE ATTIVITÁ FISICA QUOTIDIANA Ogni giorno almeno 6 volte a settimana: 30 minuti di PASSEGGIATA Per migliorare lo stile di vita: parcheggiare più

Dettagli

Valori nutrizionali e loro importanza

Valori nutrizionali e loro importanza Valori nutrizionali e loro importanza Autore: Team Eagle Pack Copyright 2009 Lifedog Tutti i diritti riservati È vietata la riproduzione, anche parziale, con qualsiasi mezzo, effettuata anche a uso interno

Dettagli

Niccolò Taddei Biochimica

Niccolò Taddei Biochimica Niccolò Taddei Biochimica VERSO L UNIVERSITÀ Le domande sono tratte dalle prove di ammissione emesse annualmente dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR) e le soluzioni sono

Dettagli

Micronutrienti I sali minerali: Macroelementi e oligoelementi Elementi essenziali

Micronutrienti I sali minerali: Macroelementi e oligoelementi Elementi essenziali Micronutrienti I sali minerali: Macroelementi e oligoelementi Elementi essenziali Trasformazione industriale Cottura Legumi in scatola perdono dal 60-80% del loro contenuto in oligoelementi nel liquido

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI.

VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI. VITAMINE E MINERALI, BURNERS, ESTRATTI NATURALI. VITAMINE. Le vitamine sono composti organici necessari in piccole quantità per il funzionamento degli organismi viventi. Alcune vitamine sono assunte come

Dettagli

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto

L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE. Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto L OLIO DIOLIVA EXTRAVERGINE UNA GARANZIA PER LA SALUTE Prof. Publio Viola Presidente Sezione Medico Nutrizionale Accademia Nazionale dell Olivo e dell Olio Spoleto I grassi sono indispensabili per il nostro

Dettagli

estratti del frutto della pianta dei Noni, Kyani Nitro Xtreme dedicato a chi pratica sport o attività fisica.

estratti del frutto della pianta dei Noni, Kyani Nitro Xtreme dedicato a chi pratica sport o attività fisica. estratti del frutto della pianta dei Noni, Kyani Nitro Xtreme dedicato a chi pratica sport o attività fisica. Il Noni (Morinda Citrifolia) è un albero sempreverde originario delle zone calde tropicali

Dettagli

Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale. Comunicazione fra le cellule

Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale. Comunicazione fra le cellule Segnalazione cellulare e trasduzione del segnale Comunicazione fra le cellule Le cellule comunicano e interagiscono tra loro tramite il fenomeno della segnalazione cellulare Una cellula segnalatrice produce

Dettagli

Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse.

Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse. ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 7 PANCREAS Le due porzioni del pancreas, esocrino ed endocrino, sono anatomicamente e funzionalmente diverse. Isole del Langherans Contengono da poche centinaia

Dettagli

La chimica della vita

La chimica della vita La chimica della vita -Elementi : Carbonio (C), Ossigeno (O), Idrogeno (H), Calcio (Ca), Fosforo (P), Magnesio (Mg), Sodio(Na), Potassio (K), Zolfo (S), Cloro (Cl), Ferro (Fe), Zinco (Zn), Rame (Cu), Iodio

Dettagli

F. G. Hopkins, C. Eijkman: Scoperta della Vitamina B1 (tiamina) (Premio Nobel per la medicina nel 1929)

F. G. Hopkins, C. Eijkman: Scoperta della Vitamina B1 (tiamina) (Premio Nobel per la medicina nel 1929) VITAMINE Gruppo eterogeneo di composti chimici di natura organica indispensabili in piccole quantità (milligrammi o microgrammi) per consentire il funzionamento dell organismo e del metabolismo Non vengono

Dettagli

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE

ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE ALLEGATO II COMPOSIZIONE ESSENZIALE DEGLI ALIMENTI DI PROSEGUIMENTO DOPO RICOSTITUZIONE SECONDO LE ISTRUZIONI DEL PRODUTTORE I valori indicati nel presente allegato si riferiscono al prodotto finale pronto

Dettagli

Nutrizione. Protidi. Lipidi. Glucidi. Vitamine. Minerali. Acqua Alcool

Nutrizione. Protidi. Lipidi. Glucidi. Vitamine. Minerali. Acqua Alcool Nutrizione E il processo attraverso il quale l organismo utilizza i nutrienti ingeriti con il cibo. La nutrizione valuta: - le interazioni tra organismi viventi e cibo - le azioni ed interazioni dei nutrienti,

Dettagli

I GLICIDI (ZUCCHERI, CARBOIDRATI)

I GLICIDI (ZUCCHERI, CARBOIDRATI) I GLICIDI (ZUCCHERI, CARBOIDRATI) Hanno come compito principale la produzione di energia, indispensabile per i processi vitali dell'organismo. Inoltre partecipano alla costituzione di fattori vitaminici,

Dettagli

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI.

ENERGIA CONCENTRATA NEI TUOI MUSCOLI. CARBOIDRATI. I carboidrati rappresentano la principale fonte di energia delle cellule. Essi fungono da combustibile di pronto e facile impiego e di maggior rendimento. I CARBOIDRATI possono essere divisi

Dettagli

Vitamine, Acqua e Sali Minerali. di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca

Vitamine, Acqua e Sali Minerali. di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca Vitamine, Acqua e Sali Minerali di Dea Bordin, Matzedda Davide & Pitrone Gianluca Sali Minerali di Gianluca Pitrone Generalità: I Sali Minerali hanno un ruolo fondamentale nel funzionamento di tutti gli

Dettagli

Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi

Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi Metabolismo dei composti azotati: aminoacidi e nucleotidi Metabolismo degli aminoacidi I composti azotati L azoto contenuto nella cellula è presente soprattutto negli AMINOACIDI delle proteine e nelle

Dettagli

Con oltre 40 anni di esperienza nella nutrizione animale, Adragna Pet food offre da sempre alimenti di alta qualità per cani e gatti.

Con oltre 40 anni di esperienza nella nutrizione animale, Adragna Pet food offre da sempre alimenti di alta qualità per cani e gatti. Cooked in Italy Con oltre 40 anni di esperienza nella nutrizione animale, Adragna Pet food offre da sempre alimenti di alta qualità per cani e gatti. Partendo dall impiego di materie prime di prima scelta

Dettagli

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi.

L eccesso di calcio darà: disturbi legati al metabolismo degli zuccheri, artritismo e arteriosclerosi. Gli oligoelementi (dal greco olos poco), sono dei composti infinitesimali delle piante, della frutta e degli ortaggi, indispensabili al buon funzionamento dei nostri organi, per un benessere fisico e mentale.

Dettagli

SUPER PREMIUM PREMIUM. Flavor & Passion

SUPER PREMIUM PREMIUM. Flavor & Passion SUPER PREMIUM PREMIUM Flavor & Passion Flavor & Passion Con oltre 35 anni di esperienza nella nutrizione animale, Adragna Pet Food offre da sempre alimenti di alta qualità per cani e gatti. Riprendendo

Dettagli

Cosa sono i grassi o lipidi?

Cosa sono i grassi o lipidi? Cosa sono i grassi o lipidi? Lipidi da LIPOS = grasso Sostanze organiche di diversa natura con una caratteristica comune: sono insolubili in acqua Importanti costituenti dei tessuti vegetali e animali

Dettagli

MONOPROTEICO. PRESENTAZIONE della NUOVA LINEA SAFARI

MONOPROTEICO. PRESENTAZIONE della NUOVA LINEA SAFARI MONOPROTEICO PRESENTAZIONE della NUOVA LINEA SAFARI Alimento completo per gatti in accrescimento, in gravidanza e allattamento Caratterizzato da un elevata energia metabolizzabile: attività e crescita

Dettagli

SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure

SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure SCHEDA TECNICA RINFORZA-PediaSure (gusto cioccolato n lista M990) (gusto vaniglia n lista M 713) Integratore nutrizionale completo, in polvere, per bambini da 1 a 10 anni. INDICAZIONI PRINCIPALI Pediasure

Dettagli

nutricosmetics NUTRICOSMETICS ENERGIZING CARE dia/spurenelemente formula phytocosmetic

nutricosmetics NUTRICOSMETICS ENERGIZING CARE dia/spurenelemente formula phytocosmetic nutricosmetics NUTRICOSMETICS ENERGIZING CARE dia/spurenelemente formula phytocosmetic PROTEZIONE E CURA PER TUTTA LA FAMIGLIA Donate al vostro corpo ciò di cui ha bisogno, nel giusto dosaggio e al momento

Dettagli

i principi alimentari

i principi alimentari i principi alimentari CARBOIDRATI glucidi PROTEINE protidi GRASSI lipidi VITAMINE SALI MINERALI ACQUA 1 carboidrati glucidi o zuccheri sono composti di carbonio, idrogeno e ossigeno Lo zucchero più semplice

Dettagli

TIAMINA (vitamina B1, aneurina)

TIAMINA (vitamina B1, aneurina) TIAMINA (vitamina B1, aneurina) Fonti alimentari: cereali integrali (germe e crusca), carne (maiale), lievito di birra, legumi Abbondanza nell organismo umano : 30-100 mg RDA (assunzione giornaliera di

Dettagli

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI 1. Aminoacidi ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENATRI La tabella sottostante riporta la stima dell apporto giornaliero di riferimento per gli aminoacidi

Dettagli

Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007

Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007 ORTO E FRUTTETO UNA MINIERA DI SALUTE Dott. Paolo Pigozzi Verona Tel 045 8001735 pi.paolo@tin.it Montichiari, 16 febbraio 2007 Frutta fresca e verdure crude Devono essere consumate tutti i giorni Contribuiscono

Dettagli

Il ciclo nutrizione / digiuno

Il ciclo nutrizione / digiuno Il ciclo nutrizione / digiuno Aspetti generali La fase di assorbimento è il periodo che va dalle 2 alle 4 ore successive all assunzione di un pasto. Durante questo intervallo si verifica un transitorio

Dettagli

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule

unità C2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule unità 2. Le trasformazioni energetiche nelle cellule Il trasporto nelle cellule avviene senza consumo di energia con consumo di energia trasporto passivo trasporto attivo attraverso il doppio strato fosfolipidico

Dettagli

Metabolismo degli aminoacidi

Metabolismo degli aminoacidi Metabolismo degli aminoacidi Quando gli aminoacidi provenienti dalla digestione gastrica e intestinale, non vengono utilizzati per la costruzione di nuove proteine vengono demoliti Transaminazione Per

Dettagli

J-\PPEl JDJCE c~ GìL088J-\FiJO

J-\PPEl JDJCE c~ GìL088J-\FiJO J-\PPEl JDJCE c~ GìL088J-\FiJO J-\ppanclJ ca Il contenuto e le proprietà dell'aloe Vera Gel l ' Aloe Vera Gel contiene oltre 75 componenti conosciuti che possono essere divisi nei L. seguenti gruppi: Vitamine

Dettagli

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue

Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Informazioni per i pazienti Meglio informati sul colesterolo e sugli altri lipidi nel sangue Quelli con l arcobaleno Tutte le guide Mepha sono disponibili al sito www.mepha.ch Per scandire il «QR-Code»

Dettagli

Sindrome dell intestino permeabile: approccio integrato

Sindrome dell intestino permeabile: approccio integrato Sindrome dell intestino permeabile: approccio integrato Specialista in Medicina Interna Sindrome multifattoriale primitivamente localizzata a livello della barriera intestinale LA BARRIERA INTESTINALE

Dettagli

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici

Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti inorganici organici Prof. Carlo Carrisi Gli Alimenti Classificazione degli alimenti Alimenti semplici o principi alimentari o principi nutritivi o nutrienti: servono a nutrire l organismo, derivano dalla digestione, vengono

Dettagli

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1%

Pur rappresentando il 60-65% delle calorie della dieta sono contenuti nel corpo solo per l 1% 60-65% 1% CARBOIDRATI 1 GLUCIDI Il termine deriva dal greco, dolce, dato che i più semplici hanno sapore dolce; vengono anche chiamati carboidrati Sono i costituenti più importanti dei vegetali che li sintetizzano

Dettagli

Livello di organizzazione degli esseri viventi

Livello di organizzazione degli esseri viventi Livello di organizzazione degli esseri viventi _Organismo; _Apparato; _Organo; _Tessuti; _Cellule; _Organelli cellulari; _Molecole. Atomo, elemento, molecola, composto, formula, legame, elettronegativita.

Dettagli

- WELKOME FITNESS 2013

- WELKOME FITNESS 2013 - WELKOME FITNESS 2013 Evoluzione e ricerca nel mondo degli integratori Equilibrio acido base una nuova esigenza per lo sport e per la salute Dott Marco Neri: Comitato Tecnico Nazionale FIPCF/CONI Comitato

Dettagli

Amminoacidi e Proteine

Amminoacidi e Proteine Amminoacidi e Proteine Struttura generale di un α-amminoacido R = catena laterale AMMINOACIDI (AA) CELLULARI Gli amminoacidi presenti nella cellula possono essere il prodotto di idrolisi delle proteine

Dettagli

INTEGRATORI ALIMENTARI

INTEGRATORI ALIMENTARI INTEGRATORI ALIMENTARI IL VOSTRO BENESSERE E IL NOSTRO OBIETTIVO! NASCE UNA NUOVA LINEA PRODOTTO In un mondo sempre più frenetico ed esigente... In un ambiente sempre più pericoloso per il nostro organismo

Dettagli

L educazione alimentare

L educazione alimentare L educazione alimentare Educazione alimentare: alimenti e nutrienti Sono ALIMENTI tutte le sostanze che l organismo può utilizzare per l accrescimento, il mantenimento e il funzionamento delle strutture

Dettagli

DIETETICI SOSTITUTIVI

DIETETICI SOSTITUTIVI DIETETICI SOSTITUTIVI Barretta con fiocchi di cereali alle nocciole Codice: 1829 Tipo: Barrette ANALISI MEDIA per 100g di prodotto 1699 energetico (kj) energetico 406,46 (kcal) Carboidrati 65,5g Grassi

Dettagli

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici.

STRESS OSSIDATIVO. Le specie reattive all ossigeno si formano continuamente nell organismo in seguito ai normali processi metabolici. STRESS OSSIDATIVO I lipidi, così come del resto altre macromolecole quali proteine, carboidrati e acidi nucleici, possono andare incontro a reazioni di ossidazione. L ossidazione è un processo estremamente

Dettagli

Dott.ssa Sara Pacchini

Dott.ssa Sara Pacchini Dott.ssa Sara Pacchini Radicali liberi Molecole o frammenti di molecole con uno o più e - spaiati negli orbitali esterni Per completare il loro ottetto sottraggono e - ad altre molecole Anione superossido

Dettagli

Nota dell editore Presentazione

Nota dell editore Presentazione 00PrPag 3-08-2007 11:42 Pagina V Autori Nota dell editore Presentazione XI XIII XV Parte I Chimica 1 Struttura dell atomo 3 Teorie atomiche 3 Costituenti dell atomo 4 Numeri quantici 5 Tipi di orbitali

Dettagli

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI

(Atti non legislativi) REGOLAMENTI IT 25.5.2012 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 136/1 II (Atti non legislativi) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (UE) N. 432/2012 DELLA COMMISSIONE del 16 maggio 2012 relativo alla compilazione di un elenco

Dettagli

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI)

BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) BIOMOLECOLE (IN ALIMENTAZIONE SONO CLASSIFICATE TRA I MACRONUTRIENTI) Sono i composti chimici dei viventi. Sono formate da Carbonio (C), Idrogeno (H), Ossigeno (O), Azoto (N), Fosforo (P) e Zolfo (S).

Dettagli

Digestione delle proteine: 6 fasi

Digestione delle proteine: 6 fasi orletto a spazzola Digestione delle proteine: 6 fasi 1. Idrolisi gastrica del legame peptidico 2. Digestione a peptidi più piccoli da parte delle proteasi pancreatiche nel lume dell intestino tenue 3.

Dettagli

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti

Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti L ALFABETO DELLA CORRETTA NUTRIZIONE Antiossidanti: gli alimenti in grado di svolgere un azione protettiva nei confronti delle membrane cellulari hanno destato negli ultimi anni maggior interesse. E ormai

Dettagli

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di

Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di Mangiamo perché abbiamo bisogno di energia, di materiali con cui costruire il nostro corpo, di materiali per riparare parti del nostro corpo, di materiali per fare funzionare il nostro corpo È il carboidrato

Dettagli

E tutta colpa della Biochimica ovvero

E tutta colpa della Biochimica ovvero E tutta colpa della Biochimica ovvero Yin Yang degli alimenti Paola Palestini Grassi animali o grassi vegetali???? Glucosio o fruttosio???? Antiossidanti contro i radicali liberi ma cosa sono???? Allergie

Dettagli

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE

STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE STRESS E PATOLOGIE CORRELATE: STRATEGIE NUTRIZIONALI E MOTORIE Dott. ssa Annalisa Caravaggi Biologo Nutrizionista sabato 15 febbraio 14 STRESS: Forma di adattamento dell organismo a stimoli chiamati STRESSOR.

Dettagli

VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge-

VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge- VitaMeal -Roasted Maize & Soya Bean Porridge- La nostra missione è stata fin dall inizio quella di essere una forza per il bene nel mondo. L iniziativa Nourish the Children ci consente di fare una differenza

Dettagli

Degradazione delle proteine della dieta. Catabolismo degli aminoacidi

Degradazione delle proteine della dieta. Catabolismo degli aminoacidi Degradazione delle proteine della dieta Catabolismo degli aminoacidi LE PROTEINE DELLA DIETA SONO DEGRADATE ENZIMATICAMENTE AD AMINOACIDI LIBERI L ingresso di una proteina nello stomaco stimola la mucosa

Dettagli

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI

ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI 1. Aminoacidi ELENCO SOSTANZE AD EFFETTO NUTRITIVO O FISIOLOGICO IMPIEGABILI NEGLI INTEGRATORI ALIMENTARI La tabella sottostante riporta la stima dell apporto giornaliero di riferimento per gli aminoacidi

Dettagli

Mediatore chimico. Recettore. Trasduzione del segnale. Risposta della cellula

Mediatore chimico. Recettore. Trasduzione del segnale. Risposta della cellula Mediatore chimico Recettore Trasduzione del segnale Risposta della cellula I mediatori chimici sono prodotti da cellule specializzate e sono diffusi nell organismo da apparati di distribuzione Sistemi

Dettagli

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1

Gruppo Acquisto. Monastier di Treviso IL SUCCO VIVO. 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 IL SUCCO VIVO 06/02/2014 Il Succo Vivo 1 Cos'è il succo vivo? Il concetto di succo vivo venne per la prima volta introdotto dal dottor Norman Walker (1886-1985). Walker è stato il pioniere del crudismo

Dettagli

Metabolismo: Introduzione

Metabolismo: Introduzione Metabolismo: Introduzione METABOLISMO Insieme delle reazioni chimiche coordinate e integrate che hanno luogo in tutte le cellule C A T A B O L I S M O Ossidazioni esoergoniche Alimenti: Carboidrati Lipidi

Dettagli

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze.

I L I P I D I. Lipidi complessi: fosfolipidi e glicolipidi; sono formati da CHO e altre sostanze. I L I P I D I ASPETTI GENERALI I Lipidi o grassi sono la riserva energetica del nostro organismo; nel corpo umano costituiscono mediamente il 17% del peso corporeo dove formano il tessuto adiposo. In generale

Dettagli

PROFILO DEL PRODOTTO

PROFILO DEL PRODOTTO PROFILO DEL PRODOTTO Contenuti 1 2 3 4 5 8 10 Introduzione Contenuti Profilo Prodotto Prospetto Marketing Sommario Scientifico Storia Del Prodotto Glossario 2 abc Profilo Prodotto Chi Siamo l idea agel

Dettagli

ZINCO. Fonti alimentari: molluschi (ostriche), carne rossa, fegato, uova, germe dei cereali, nocciole, legumi. Contenuto nel corpo umano 1,5-2,5 g

ZINCO. Fonti alimentari: molluschi (ostriche), carne rossa, fegato, uova, germe dei cereali, nocciole, legumi. Contenuto nel corpo umano 1,5-2,5 g ZINCO Fonti alimentari: molluschi (ostriche), carne rossa, fegato, uova, germe dei cereali, nocciole, legumi Contenuto nel corpo umano 1,5-2,5 g Funzioni cofattore di ~200 enzimi, ruolo strutturale nei

Dettagli

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI

ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI EDUCAZIONE ALIMENTARE PER TUTTA LA FAMIGLIA PRIMA PARTE ISTRUZIONI PER MANGIAR SANO PER GRANDI E PICCOLI PRIMA PARTE IL PERCORSO DEGLI ALIMENTI Gli alimenti, dopo essere stati ingeriti, arrivano al tubo

Dettagli

Valitutti, Taddei, Kreuzer, Massey, Sadava, Hills, Heller, Berenbaum

Valitutti, Taddei, Kreuzer, Massey, Sadava, Hills, Heller, Berenbaum Dal carbonio agli OGM VERSO L UNIVERSITÀ Le domande sono tratte dalle prove di ammissione emesse annualmente dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (MIUR) e le soluzioni sono evidenziate

Dettagli

Sistema endocrino 5. Pancreas endocrino. Prof. Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università di Verona

Sistema endocrino 5. Pancreas endocrino. Prof. Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università di Verona Sistema endocrino 5. Pancreas endocrino Prof. Carlo Capelli Fisiologia Generale e dell Esercizio Facoltà di Scienze Motorie, Università di Verona Obiettivi Pancreas endocrino: anatomia fisiologica delle

Dettagli

Applied Nutritional Medicine

Applied Nutritional Medicine Glossario del corso di Medicina Nutrizionale Acidi Grassi: sono delle molecole a catena lunga che formano la quasi totalità dei lipidi complessi e dei grassi sia animali e vegetali. Se non attaccati ad

Dettagli

Non solo la quantità fa la differenza. Scelte consapevoli per una alimentazione corretta

Non solo la quantità fa la differenza. Scelte consapevoli per una alimentazione corretta Non solo la quantità fa la differenza. Scelte consapevoli per una alimentazione corretta Percorso integrato 2 biennio scuola secondaria di secondo grado Liceo Scientifico Martino Filetico Ceccano A cura

Dettagli

GLICIDI, GRASSI, PROTEINE

GLICIDI, GRASSI, PROTEINE SPECIALE: "ALIMENTAZIONE E SPORT" GLICIDI, GRASSI, PROTEINE Testo e disegni di Stelvio Beraldo I GLICIDI (ZUCCHERI, CARBOIDRATI) Hanno come compito principale la produzione di energia, indispensabile per

Dettagli

Minerali. Macrominerali elementi il cui fabbisogno giornaliero è superiore a 100mg

Minerali. Macrominerali elementi il cui fabbisogno giornaliero è superiore a 100mg I sali minerali I Minerali L importanza dei minerali per la salute dell uomo è stata riconosciuta solo negli ultimi anni esistono più di 100 minerali e di questi almeno 50 sono da ritenere di importanza

Dettagli

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR)

RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) (1) RUOLO E IMPORTANZA DEGLI ANTIOSSIDANTI ALIMENTARI NELLA SALUTE DELL UOMO (Alfonso Siani. ISA CNR) DANNO OSSIDATIVO, RUOLO DEI PRO-OSSIDANTI E DIFESE ANTIOSSIDANTI ROS: reactive oxygen species (composti

Dettagli

Patologie Osteoarticolari Terapie Nutrizionali

Patologie Osteoarticolari Terapie Nutrizionali Patologie Osteoarticolari Terapie Nutrizionali Terapie Nutrizionali: Patologie Osteoarticolari L artrosi è una malattia articolare degenerativa, cronica e progressiva. E la malattia reumatica più diffusa

Dettagli

METABOLISMO DEL GLICOGENO

METABOLISMO DEL GLICOGENO METABOLISMO DEL GLICOGENO Struttura del glicogeno DEMOLIZIONE DEL GLICOGENO: GLICOGENOLISI 1) distacco progressivo di unità glucosidiche con formazione di glucosio-1- fosfato: enzima: glicogeno fosforilasi

Dettagli

LETTURA DEGLI ESAMI DI LABORATORIO ESAME DELLE URINE DELLE 24/H

LETTURA DEGLI ESAMI DI LABORATORIO ESAME DELLE URINE DELLE 24/H LETTURA DEGLI ESAMI DI LABORATORIO ESAME DELLE URINE DELLE 24/H ANALITI VALORE UNITÀ VALORI NORMALI (*) CALCIO mg/24h 100-300 CLORO meq/24h 110-250 SODIO meq/24h 110-260 MAGNESIO meq/24h 100-300 FOSFORO

Dettagli

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo)

INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) INTEGRATORI LIFECODE A SUPPORTO DEGLI SPORT DI ENDURANCE (Ciclismo, Nuoto e Corsa sulle medie/lunghe distanze, Triathlon, Escursionismo) Lifecode è un azienda italiana che produce integratori di qualità,

Dettagli

Effetti principali: stimola il metabolismo / termogenesi, incrementando il consumo calorico mobilita i grassi di deposito effetto energetico

Effetti principali: stimola il metabolismo / termogenesi, incrementando il consumo calorico mobilita i grassi di deposito effetto energetico W NEU LA FORM V I TA M I N S T O R E P R O D U C T S F O R B E AU T I F U L P E O P L E A Z I O N E T E R M O G E N I CA O S S I DA I G R A S S I NUOVO THERMO STRONG Stessa veste, ma prodotto totalmente

Dettagli

Indicazioni: rughe sottili pelle atonica e disidratata viso, collo e décolletè piccole aree localizzate (es. ginocchia, caviglie, mani e piedi)

Indicazioni: rughe sottili pelle atonica e disidratata viso, collo e décolletè piccole aree localizzate (es. ginocchia, caviglie, mani e piedi) É una speciale combinazione di Vitamine, Aminoacidi e Acido Ialuronico in un unico prodotto che aiuta a combattere le cause e gli effetti dell'invecchiamento della pelle. rughe sottili pelle atonica e

Dettagli

digestione dei lipidi alimentari duodeno digiuno sali biliari fosfolipidi bile specifiche idrolasi pancreatiche colecistochinina

digestione dei lipidi alimentari duodeno digiuno sali biliari fosfolipidi bile specifiche idrolasi pancreatiche colecistochinina La digestione dei lipidi alimentari, in prevalenza trigliceridi, avviene nel duodeno e nel digiuno per azione combinata dei sali biliari e dei fosfolipidi della bile e delle specifiche idrolasi pancreatiche

Dettagli

Ruolo metabolico delle flavine

Ruolo metabolico delle flavine Ruolo metabolico delle flavine Deidrogenasi flaviniche che trasferiscono 2 elettroni Acil CoA deidrogenasi (beta ossidazione acidi grassi) Diidrolipoildeidrogenasi (complessi piruvato dh etc.) Glutatione

Dettagli

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE

ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE ENDOCRINOLOGIA E NUTRIZIONE UMANA LEZIONE 6 GHIANDOLE SURRENALI ZONE Struttura La porzione più esterna della corticale, la zona glomerulare, è costituita da piccole cellule mentre la porzione centrale,

Dettagli

Scritto da Administrator Sabato 07 Ottobre 2006 09:30 - Ultimo aggiornamento Sabato 23 Gennaio 2010 08:26

Scritto da Administrator Sabato 07 Ottobre 2006 09:30 - Ultimo aggiornamento Sabato 23 Gennaio 2010 08:26 La sclerosi multipla è una malattia cronica che causa il deterioramento del rivestimento protettivo delle cellule nervose (guaina mielinica) dei nervi nel cervello e nella spina dorsale, provocando un

Dettagli

PROF. ALESSANDRO MALFATTI. Corso di Fisiologia e Benessere degli animali in produzione DIGESTIONE ENTERICA

PROF. ALESSANDRO MALFATTI. Corso di Fisiologia e Benessere degli animali in produzione DIGESTIONE ENTERICA DIGESTIONE ENTERICA Nell'INTESTINO TENUE prosegue la digestione chimico-enzimatica di PROTEINE, CARBOIDRATI, LIPIDI Nell'INTESTINO CIECO e nel COLON avviene una digestione fermentativa (microbica) della

Dettagli

METABOLISMO DEI LIPIDI

METABOLISMO DEI LIPIDI METABOLISMO DEI LIPIDI Generalità I lipidi alimentari, per poter essere assorbiti dall organismo umano, devono essere preventivamente digeriti (ad eccezione del colesterolo), cioè, trasformati in molecole

Dettagli

PROTEINA GREGGIA (P.G.)

PROTEINA GREGGIA (P.G.) PROTEINA GREGGIA (P.G.) Il contenuto proteico di un alimento è valutato dal suo tenore in azoto, determinato con il metodo Kjeldahl modificato. Il metodo Kjeldahl valuta la maggior parte dell azoto presente

Dettagli