pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO risultati e classifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2013-2014 risultati e classifica"

Transcript

1 pubblicazione numero 5 Lunedì 18 novembre 2013 STARGIOVANI IL CAMPIONATO risultati e classifica 5^ GIORNATA METRO PUB & DREAM IL BARETTO 0-7 BOWMAN PUB TECFOR REAL STYLE 2-5 SEGAT SCAVI ALBAS 9-0 ASTRA ACCADEMY C5 4-4 PASHA CORDENONS BAR ZULIANI VACILE 1-0 STARGIOVANI PIZZERIA DA MARIO 2-1 BAR LA DOLCE VITA HAWAKANAWA 6-2 Squadre totali in casa fuori casa vittorie pareggi sconfit te reti segnat e reti subite differen za reti ultimi 5 turni differ. andata / ritorno ACCADEMY C PASHA CORDENONS TECFOR REAL STYLE BAR LA DOLCE VITA SEGAT SCAVI IL BARETTO PIZZERIA DA MARIO ASTRA SAN VITO BOWMAN PUB STARGIOVANI HAWAKANAWA ALBAS BAR ZULIANI VACILE nd METRO PUB & DR età media squadr a Prossimo turno IL BARETTO SEGAT SCAVI 18-nov ACCADEMY C5 PASHA CORDENONS 21-nov PIZZERIA DA MARIO TECFOR REAL STYLE 22-nov HAWAKANAWA METRO PUB & DREAM 22-nov BAR LA DOLCE VITA BOWMAN PUB 22-nov ALBAS STARGIOVANI 22-nov BAR ZULIANI VACILE ASTRA 22-nov

2 IL PUNTO La notizia della settimana è lo stop dell Accademy, ad opera dell Astra, dopo un finale trilling che ha regalato il pareggio ai padroni di casa. Il mancato successo degli azzanesi consente alla concreta formazione del Pashà, di agganciare la vetta, grazie al successo striminzito sul Bar Zuliani. Le due squadre di testa, ora, hanno creato un vuoto nei confronti delle altre formazioni, impegnate a darsele di santa ragione. Il Tecfor Real Style guadagna la terza piazza, in solitario, espugnando con autorevolezza, il Bowman, reduce da tre sconfitte consecutive, ed approfittando del ko subito dal Bar Pizzeria da Mario a Morsano, contro una Stargiovani, ancora largamente rimaneggiata, ma decisa a vendere cara la pelle. Sale anche il Bar La Dolce Vita, che demolisce l Hawakanawa sul campo di Maniago, e pare deciso a non perdere troppo contatto con il duo di testa, in attesa del big match con l Accademy, in programma fra due turni. La settimana scorsa avevamo manifestato la nostra sorpresa nel vedere due formazioni di prestigio, come Il Baretto ed il Segat Scavi, arrancare nei bassifondi della classifica e, puntualmente, è arrivata la risposta. Le due compagini si sono ampiamente rifatte, con scorpacciate di reti, senza lasciare, alle avversarie di turno, Metrò Pub Dream ed Albas, nemmeno le briciole, vittorie che issano le due squadre al quinto posto, in compagnia di Astra e BP da Mario. La prossima giornata presenta scontri di grande interesse. Campeggia su tutti, lo scontro al vertice che vede il Pashà far visita all Accademy, dove, crediamo, non mancheranno le scintille. Tecfor Real Style, chiamata ad una trasferta non facile a Maniago e Bar La Dolce Vita, sono pronte a sfruttare l occasione per provare a ricucire il gap con le fuggitrici. Il sesto turno prevede anche il duello fra le citate e blasonate Il Baretto e Segat Scavi, a dar un primo indirizzo su quale delle due squadre avrà più chance per lottare per un posto in serie A. Anche L Astra, galvanizzata dal pareggio contro l Accademy, proverà a fare la pelle al Bar Zuliani che, però, non può permettersi ulteriori passi falsi, mentre Stargiovani ed Hawakanawa, cercheranno a staccarsi dalla zona bassa, contro due rivali che, fino ad ora, hanno manifestato grandi lacune a livello difensivo. IL TABELLINO STARGIOVANI 2-1 BAR PIZZERIA DA MARIO Arbitri: Nadal / Valentini Paolino Paperino Sut 15 p.t. Mister Magoo Mazzolo (rig) 3 s.t. BP da Mario 4 p.t. Le Penalità La Statistica della partita STARGIOVANI avversari Possesso palla 50 % 50 % Tiri in porta < 5 > 5 Indice di pericolosità (da 1 a 5) 3 = pericolosa 3 = pericolosa Pali traverse 0 0 Parate decisive 2 1 Altre occasioni da rete 3 1 LA STATISTICA VOTI Andrea (p) Andrea (g) ,75 Davide 6,5 5 6,5-7 6,24 Edoardo ,5 6,42 Enrico P ,98 Enrico R ,64 Marco B Marco L ,75 Marco M ,96 Mattia 6,5 7-6, ,09 Michele 6,5 6 6,5 7,5 6+ 6,62

3 Mirco ,5 7+ 6,70 Paolo P Paolo S ,35 Tommaso 6, ,50 SQUADRA 6,54 6,24 6,85 6,43 6,93 6,60 PRESENZE (minuti giocati) Andrea (p) Andrea (g) Davide Edoardo Enrico P Enrico R Marco B Marco L Marco M Mattia Michele Mirco Paolo P Paolo S Tommaso ASSIST Enrico R. 1 1 Marco M. 1 1 Mattia 1 1 Michele 1 1 SQUADRA Trofeo BASAGLIA Enrico R Paolo S Edoardo 1 1 Marco M. 1 1 Michele 1 1 SQUADRA LE CURIOSITA Saldo Reti squadra per ogni 40 Media partita con Somma Reti + Assist per ogni Reti per ogni 40 giocati Assist per ogni 40 giocati giocati presenza giocatore 40 giocati Michele 1,7 Davide 1,5 Enrico R. 1,3 Michele 0,6 Enrico R. 1,7 Mattia 0,4 Enrico P. 1,5 Paolo S. 1,0 Enrico R. 0,4 Michele 1,2 Enrico P. 0,3 altri 1,2 Edoardo 0,6 Mattia 0,4 Paolo S. 1,0 IL PRE PARTITA Gli Obiettivi Salvezza In chiave salvezza 3 (situazione pre-match 1) Promozione In chiave promozione 3 (situazione pre-match -4) Gli Avversari Note: Formazione arrivata al quinto posto nello scorso campionato di serie C e ripescata in B, è partita meglio della scorsa stagione, addattandosi alla grande nella serie superiore. Attualmente occupa il terzo posto

4 Precedenti: e arriva da tre risultati utili consecutivi. La squadra è molto solida è fa una buona fase difensiva. Talvolta viene un po sottovalutata, ma alla fine riesce spesso a vincere incontri che la vedono come outsider. Due sconfitte di misura (quella interna, al CSI) nella stagione , in serie C, in cui gli avversari hanno vinto il campionato davanti al Bar Luna Orange Team. Nella stagione , sconfitta per 4 a 3 a Fanna, e buon successo per 2 a 1, nel ritorno a Morsano. Nello scontro d andata della scorsa stagione a Morsano, pareggio per 3 a 3 e sconfitta per 3 a 2 a Fanna. LA CRONACA Partita delicata, quella in programma per la quinta giornata di campionato. La Stargiovani, protagonista di un avvio di stagione abbastanza deludente, aveva l obbligo di non fallire questo appuntamento, e la cosa non era per niente semplice in considerazione del fatto che la rivale di turno, pur non essendo considerata fra le favorite, arrivava da una serie di tre risultati utili consecutivi, con la chicca del netto successo ottenuto a San Vito, contro l Astra. Gli azzurri, inoltre, si sono ritrovati, ancora una volta, con la squadra ampiamente rimaneggiata e priva di pezzi importanti. Guardando, prima della partita, seduti di fianco, sul quarto gradone della tribuna, Pocecco, Donnola, Bidin e Roberto, più di qualcuno s è domandato, quale, fra il quartetto assente e quello che scendeva in campo, fosse il più forte. Per fortuna i giocatori a disposizione, non si sono fatti questa domanda ed hanno approcciato alla partita nel modo corretto. Il mister ha scelto di iniziare con una tattica attendista, considerando che, nella scorsa stagione, l avversaria ci aveva rifilato, fra andata e ritorno, ben 4 reti in contropiede. Con il pallino dato in mano agl ospiti, si sperava che fosse la nostra squadra, a sfruttare gli spazi e colpire la difesa avversaria, ma il nostro sistema difensivo a zona, non ancora ben rodato con tutti gli elementi, ha evidenziato una falla, che ha consentito ai maniaghesi di portarsi in vantaggio. Essendo già sotto e non intravvedendo interessanti sviluppi in fase offensiva, il mister ha deciso di cambiare subito tattica, esortando la squadra a giocare in pressione e l ago della bilancia ha cambiato immediatamente direzione. I nostri hanno preso, con convinzione, ad attaccare, e, con un pressing costante, sono stati capaci di rientrare velocemente in possesso della palla. La strategia ha permesso agl azzurri di disarmare alla fonte la squadra ospite, incapace, a quel punto, di entrare, con assiduità nella nostra metà campo. Questo predominio territoriale, tuttavia, non ha prodotto molte azioni degne di nota in fase offensiva e, nonostante la squadra fosse convinta di poter riequilibrare le sorti del match, le occasioni per farlo, non arrivavano. Dopo un quarto d ora, finalmente, la squadra ha trovato il pari e ciò ha galvanizzato ulteriormente i nostri, decisi a prendersi tutto, nella ripresa. Il secondo tempo ci ha dato rapidamente soddisfazione, quando, per fermare uno slalom del Mazzolo, un difensore ospite ha commesso un fallo in area, che l arbitro non ha potuto non vedere e, grazie alla trasformazione del conseguente calcio di rigore, da parte del nostro funambolico tuttofare, la squadra azzurra s è portata in vantaggio. La nostra rete, tuttavia, non ha cambiato il canovaccio tattico della partita, che è proseguita con le stesse dinamiche. Pressing alto da parte nostra, con azioni rapide, ma spesso imprecise in avanti, e manovra lenta e macchinosa da parte degli ospiti, che non creava difficoltà ai nostri difensori. Solamente nella parte finale della partita, i biancorossi del BP da Mario, sono riusciti a articolare delle azioni interessanti che hanno liberato al tiro, per ben tre volte, un loro giocatore, ma il nostro estremo difensore, s è confermato un valore aggiunto, mettendo il sigillo alla porta, con almeno un paio d interventi impegnativi. Sul finale della partita, ma già precedentemente, i nostri hanno avuto il match point a disposizione, ma il risultato non è cambiato, mantenendo l esito del match in equilibrio fino alla fine. Il mister, vedendo che gli arbitri sembravano restii a chiamare l ultimo minuto, s è prodigato per esternare la situazione e, al 21 minuto, ha invitato uno dei direttori di gara, a prender consapevolezza che la partita era finita. Quando, dopo 21 e 30, un secondo prima di un fallo di un nostro giocatore (sarebbe stato il sesto), s è sentito un fischio, un leggero brivido ci ha percorso la schiena, ma sentendo anche gli altri due fischi, abbiamo capito che i 3 erano nostri. Con questo importante successo, che scongiura una possibile crisi, migliora ancora la serie a Morsano, con 10 successi nelle ultime 11 partite, ed ora si spera in qualche rientro, per aver qualche soluzione in più, soprattutto nel gioco offensivo. La diagnosi del medico Note negative: a) difficoltà ad andare in rete. b) l interpretazione della difesa a zona, con i giocatori più giovani, non è sempre efficace. Note positive: a) il carattere e la determinazione della squadra b) il pressing. I VOTI Uomo partita Mirco B. voto: 7+ Finalmente è tornato! Eravamo un po preoccupati, prima della partita, dato che nell ultimo allenamento era riaffiorato il problema alla spalla che il nostro DS/fisioterapista ha, incredibilmente, debellato. Se, nel corso del primo tempo, non è

5 problema alla spalla che il nostro DS/fisioterapista ha, incredibilmente, debellato. Se, nel corso del primo tempo, non è stato mai impegnato, subendo la rete del BP da Mario, da posizione abbastanza ravvicinata, e nella prima parte della ripresa ha fatto lo stesso, la fine del match gli ha riservato alcuni minuti roventi, in cui ha dovuto esaltare le proprie capacità per mantenere il risultato dalla nostra parte, con almeno un paio d interventi da circoletto rosso. Se la Stargiovani vorrà arrivare avanti, avrà sempre bisogno di un Babu al top. Enrico P. voto: 7+ Altra grande prestazione del giocatore ex FIGC, dove ha messo in mostra tutta la sua esperienza, neutralizzando sempre, con disinvoltura, gli avversari che gli capitavano a tiro. All avvio si è anche messo in mostra per una bombarda scagliata, quasi da metà campo, distanza notevole per impensierire il portiere avversario. In una partita del genere, e con le molte assenze nei ranghi della Stargiovani, non poteva permettersi errori e lui non ha fallito e, come si usa dire in questi casi, il ragazzo è tanta roba. S è dilettato anche in lanci lunghi, dileggiati scherzosamente dai compagni, ma che, in un caso, stava per originare la rete della sicurezza (vedi lob sopra la testa del capitano). Davide P. voto: 7 Senza ogni dubbio, ha disputato la sua miglior prestazione, dimostrando di poter essere molto utile alla squadra, dandogli vigore e infonedendo uno spirito battagliero e d esempio, a livello d impegno. A dir il vero, nella fase iniziale della partita, non è stato irreprensibile nella difesa a zona. Troppo spesso, infatti, lo abbiamo visto inseguire il proprio avversario anche fuori dalla sua zona, e ciò va subito corretto. Poi ha capito come stare, anche se il gioco in pressing lo ha favorito, ed è stato anche il protagonista di un incursione spettacolare, conclusa con un tiro di punta a lambire il palo lontano, nella più ghiotta delle occasioni non sfruttate nel primo tempo. Bravo e utile anche nella ripresa, quando ha preso ancor più confidenza, distinguendosi sia in fase offensiva, che difensiva. Da rimarcare anche un suo recupero a togliere il pallone ad un avversario, prima della conclusione. Il giudizio poteva essere diverso se il fallo, commesso negl istanti finali della partita, avesse concesso agli avversari d arrivare al tiro libero. Marco M. voto: 7+ Anche in questa partita il mister aveva previsto una staffetta con Enrico, per garantire che il ruolo di centrale difensivo fosse sempre coperto da uno di loro. Per tale motivo, lui avrebbe dovuto essere il primo cambio, ma trovandoci in svantaggio dopo 4 minuti, la squadra non poteva essere privata di uno dei due giocatori più esperti. Anche se, poi, il cambio è stato inevitabile, la squadra era ormai cresciuta, prendendo le misure all avversario. Nella ripresa ha saputo subito sfruttare l altra chance concessagli dal mister, per giocare in posizione più avanzata, procurandosi e trasformando il calcio di rigore che ha deciso la partita. Nell arco di tutta il match, poi, ha saputo fare le cose giuste al momento giusto, dimostrandosi, ancora una volta, riferimento importantissimo. Mattia Z. voto: 6- Fa ancora fatica ad ingranare e le gabbie tattiche condizionano il suo talento, basato, oltre che sulle doti tecniche e sulla rapidità, molto sull istinto. Il mister ha provato a schierarlo nuovamente nella formazione iniziale, sperando in un suo guizzo nelle praterie della difesa avversaria, anche se il diktat ricevuto era quello di focalizzarsi sulla copertura difensiva. Proprio in queste situazioni non si è mostrato ancora pronto, abbassandosi troppo, sotto la pressione degli avversari e concedendo, con troppa facilità, lo spazio che ha permesso agli ospiti di sferrare la conclusione dell uno a zero. Giocando in pressing, si trova più a suo agio e, nella ripresa, la sua prestazione è salita molto di tono. Stenta, tuttavia, a far uscire l istinto da killer che, sicuramente, ha in dote. L occasione fallita in una ripartenza, quando si è fatto rimontare da un avversario, prima della conclusione, è sintomatica. Vorrà dire che quando si sbloccherà, ne farà tre in un sol colpo. Paolo S. voto: 7- Quest anno, visto che non ha più la concorrenza di Matteo, il mister lo sta impiegando di più, e lui sta ripagando le scelte con qualche rete che, di queti tempi, costituiscono un tesoro inestimabile. Con il suo ingresso, la squadra è riuscita a coprire meglio il campo, garantendo, soprattutto, una miglior efficacia della difesa a zona. Non a caso, gli ospiti non sono più riusciti a creare situazioni di pericolo. Poi è arrivato anche il goal, ma non solo quello, dato che si è dimostrato utile nel far salire la squadra, facendo diverse sponde per i compagni. Nella ripresa si è ripetuto, ma quando il mister ha dovuto sostituire il Mazzolo, la squadra ha avuto difficoltà nel tener palla ed il lavoro degli attaccanti non è stato sufficiente a limitare i pericoli che, in quella fase, hanno raggiunto la massima intensità. Michele M. voto: 6+

6 Dopo la splendida prestazione arrivata dalla trasferta a Fanna, si attendevano conferme, ma così non è stato, almeno per il primo tempo. Quando è entrato in campo, infatti, ha giocato in maniera un po confusa, probabilmente tradito dal fisico, che andato subito in aceto dopo un paio di scatti. Nella ripresa il mister gli ha dato dei compiti ben precisi e lui non ha tradito, difendendo sempre con attenzione. Sul finale del match ha avuto anche la palla per chiudere la partita, ma ha avuto fretta di concludere, calciando sopra la traversa (siamo convinti che se questa chance fosse arrivata sul lato destro, invece che su quello opposto, non avrebbe dato scampo al portiere). In pratica, il suo voto è una sintesi fra il 6, del primo tempo ed il 6,5, della ripresa. Edoardo B. voto: 6,5 Nelle previsioni del mister, avrebbe dovuto essere il primo cambio, per sostituire il Mazzolo, ma l andamento della partita, che ha visto la squadra andar sotto, dopo solo 4 minuti, ha costretto l allenatore a modificare le strategie iniziali, ritardando l ingresso di Edo. Quando è entrato in campo, lo ha fatto con la carica giusta e, già dopo due minuti, da una sua iniziativa, con un tiro deviato da un difensore ed arrivato sui piedi del capitano, la squadra ha raggiunto il pareggio. Nella ripresa il mister non gli ha concesso molti minuti e anche se, a livello personale, ha cercato di portare avanti i compiti richiesti, la squadra ha sofferto per la scarsa capacità di tener palla e dare riferimenti al portiere, da parte del reparto offensivo. PROSSIMO TURNO: Albas Stargiovani Gli Obiettivi Salvezza In chiave salvezza 3 (situazione pre-match 1) Promozione In chiave promozione 3 (situazione pre-match -4) Gli Avversari Note: Precedenti: Formazione ammessa al campionato di serie B, grazie ai diritti rilevati dalla Fiamma Longobarda, dopo un paio d anni d assenza dal CSI. La rosa è formata da giocatori molto giovani e, anche per il precampionato svolto, pareva la maggior indiziata alla retrocessione. A sorpresa, invece, i bianconeri sono stati capaci di vincere già due partite, segnando diverse reti, ma subendo anche parecchi goal al passivo. Curiosamente, per la prima volta, la sfida ci vede come favoriti. La tradizione è a noi favorevole, anche in considerazione che le sfide ci hanno sempre visto come outsider. Il primo derby (allora l Albas era la squadra geograficamente più vicina alla nostra), giocato nella stagione , è stato vinto dalla Stargiovani per 5 a 4 a Bagnarola. Nel return match, gli ex arancioni, si presero la rivincita espugnando il campo di Morsano per 2 a 1, e per gli azzurri arrivò la retrocessione in D. Due stagioni dopo, nuovamente in C, le due formazioni conquistarono la promozione in serie B e, in entrambe le sfide, la Stargiovani ebbe la meglio (4 a 1 a Morsano e 4 a 3 a Bagnarola, nell ultimo turno di campionato, con il goal di capitan Francescutti a 30 dal termine, a sancire la meritata promozione). Nella stagione successiva, sconfitta a Bagnarola per 3 a 2 e pareggio casalingo, per 2 a 2. Gli ultimi incroci risalgono alla stagione , con vittoria a Morsano per 3 a 2 e batosta esterna per 6 a 1.

pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2012-2013 risultati e classifica

pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2012-2013 risultati e classifica pubblicazione numero 2 Lunedì 29 ottobre 2012 STARGIOVANI IL CAMPIONATO 2012-2013 risultati e classifica 2^ GIORNATA KREA MANGIAMITUTTO 2-5 PITBULL BAR LA DOLCE VITA 2-7 STARGIOVANI PRO CASTELLO 2-3 QUARTIERE

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO ANNO 2012 2013 FASE PROVINCIALE 2 GIUGNO 2013 TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE INDICAZIONI GENERALI Si ricorda che la manifestazione è una festa regionale/provinciale

Dettagli

SETTORE TECNICO F.I.G.C.

SETTORE TECNICO F.I.G.C. SETTORE TECNICO F.I.G.C. CORSO MASTER 200-2005 TESI CARATTERISTICHE DEI TRE CENTROCAMPISTI IN UN CENTROCAMPO A TRE Relatore: Prof. Franco FERRARI Candidato: Massimiliano ALLEGRI Coverciano 7 luglio 2005

Dettagli

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE

LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE LA TATTICA SI IMPARA CON LE DONNE Il calcio è ormai uno sport mondiale, si gioca infatti in ogni angolo del pianeta, anche i più remoti; i praticanti appartengono ad ogni età, razza, religione e sesso.

Dettagli

Corso di perfezionamento I giochi di transizione

Corso di perfezionamento I giochi di transizione Contenuto della lezione pratica Osservazioni preliminari Corso di perfezionamento I giochi di transizione La durata del gioco dipende dall intensità. L allenatore deve controllare lo stato fisico dei suoi

Dettagli

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.)

5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) Stagione 2014-2015 5^ giornata campionato GIOVANISSIMI B: PETRARCA C5 - FENICE C5 B 1-9 (1-6 d.p.t.) 27-10-2014 18:25 - Campionato GIOVANISSIMI B Nella 5 gara di campionato i giovanissimi B incontrano

Dettagli

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi.

La tesi di fine corso di Mister Maurizio Viscidi. N. FEBBRAIO 006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N DEL /0/0 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE VIA E.FRANCALANCI

Dettagli

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1

campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 Stagione 2013-2014 campionato serie D FEMMINILE : GRUPPO FASSINA C5 - FENICE C5 7-1 26-01-2014 13:46 - serie D Femminile - campionato FENICE C5 - COMPAGNIA MONTE DI MALO 0-1 19-01-2014 11:26 - serie D

Dettagli

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE

PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE PROGRAMMA CORSO LND PER ALLENATORI DI PRIMA, SECONDA, TERZA CATEGORIA E JUNIORES REGIONALI TECNICA E TATTICA INDIVIDUALE Recupero della palla ( anticipo, intercettamento, contrasto) Marcamento ( principi

Dettagli

ESORDIENTI. Programma Tecnico

ESORDIENTI. Programma Tecnico ESORDIENTI Programma Tecnico IO, LA PALLA, I MIEI COMPAGNI E GLI AVVERSARI SEDUTA DI ALLENAMENTO ESORDIENTI dal semplice al complesso GIOCHI A TEMA 20% GIOCHI COLLETTIVI 20% LA PARTITA (Gli obiettivi specifici)

Dettagli

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2

ESERCITAZIONE 1 ESERCITAZIONE 2 PASSAGGIO ESERCITAZIONE 1 - I giocatori vengono divisi in 3 gruppi di diverso colore. 1A) Con le mani passare la palla al colore diverso 1B) Con i piedi passare la palla al colore diverso 2A) Con le mani

Dettagli

La scuola Calcio Barcellona

La scuola Calcio Barcellona La scuola Calcio Barcellona di Raffaele Barra Istruttore CONI FIGC, laureando in Comunicazione, dopo varie esperienze in altre società (nelle categorie pulcini ed esordienti) da 2 anni milita nel Sottomarina

Dettagli

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO

ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO I primi Giochi Easy : Il Palleggio ALCUNE PROPOSTE PER INSEGNARLO Insalata Mista. (stimolare l abitudine all utilizzo del palleggio) Dal palleggio in libertà tuttocampo dei bambini, dividere il campo in

Dettagli

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus.

Porta imbattuta Valore: +1 Descrizione: viene assegnato al portiere che prende voto e che non subisce reti. Un portiere SV non riceve tale bonus. Per determinare il risultato delle partite si calcola il punteggio totale di ogni squadra e lo si converte in gol equivalenti in base ad opportune fasce di punteggio che definiremo elastiche. Il significato

Dettagli

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE

LA DIDATTICA DELLA DIFESA A TRE Corso MSTER nno 2000 / 2001 L DIDTTIC DELL DIFES TRE di DVIDE BLLRDINI relatori : prof. prof. Roberto Clagluna Franco Ferrari 1 INDICE : PREMESS 4 LE CRTTERISTICHE DEI DIFENSORI 6 L DIDTTIC. 7 CONCLUSIONI.

Dettagli

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO

VADEMECUM DELLA PALLAVOLO VADEMECUM DELLA PALLAVOLO A. Il campo Il campo della pallavolo misura 18x9 metri ed é diviso in due metá uguali dalla linea di metá campo sopra la quale corre le rete. La linea di metá campo appartiene

Dettagli

A.S. ACQUACHIARA Sabato, 21 febbraio 2015

A.S. ACQUACHIARA Sabato, 21 febbraio 2015 Sabato, 21 febbraio 2015 Sabato, 21 febbraio 2015 21/02/2015 La Gazzetta dello Sport PALLANUOTO 1 21/02/2015 TuttoSport Pagina 22 Brescia, c' è Posillipo in affanno Recco, la Lazio non fa paura 2 21/02/2015

Dettagli

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica

Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo. Sviluppo attraverso la creazione di superiorità numerica e inferiorità numerica Da 3 contro 3 a 1 contro 1 Basi cognitive del gioco difensivo e del gioco offensivo - Ho il pallone / non ho il pallone / recupero il pallone/ perdo il pallone Sviluppo attraverso la creazione di superiorità

Dettagli

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni

Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995. Allenatore Maurizio Bruni Autore: Maurizio Bruni Sito proponente: Alleniamo.com MESE DI SETTEMBRE 2007 CATEGORIA ESORDIENTI 1995 Allenatore Maurizio Bruni MESE DI SETTEMBRE OBIETTIVI TECNICI Palleggio individuale Conduzione della

Dettagli

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014

Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Regolamento Campionato Serie A Kick Off 2014 Art.1 : Ogni gara è giocata da due squadre formate ciascuna da 5 giocatori (di cui un portiere); Art.2 : Ogni gara non può iniziare, o proseguire,se una squadra

Dettagli

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina.

minimo cinque passaggi consecutivi e goal valido solo con colpo di testa sulla traversa oppure su una porticina. PARTITA BOWLING si gioca una partita normale con due o più palloni. Chi abbatte il cono lascia il pallone agli avversari e corre verso la propria porta a sistemare il cono in linea con gli altri. Vince

Dettagli

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da

il Dribbling MAINI DANIELE Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 Lezione ideata da Corso CONI-FIGC per Istruttori Scuola Calcio Piacenza 2005 il Dribbling Lezione ideata da MAINI DANIELE Si ringraziano Gli Esordienti dell U.S.D. BORGONOVESE In collaborazione con BERNINI GIANNI RATAZZI

Dettagli

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011

FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 FANTACALCIO Bar La Posta Stagione 2010-2011 REGOLAMENTO UFFICIALE - Il Presidente di Lega I compiti del presidente di lega sono fondamentalmente i seguenti: 1. Gestione dell asta di calciomercato 2. Contabilità

Dettagli

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri

Socio/relazionale: partecipazione attiva al gioco, in forma agonistica, collaborando con gli altri Federazione Italiana Pallacanestro Settore Giovanile Minibasket e Scuola Lezioni Integrate Minibasket I Fondamentali con palla Traguardi di Competenza. Partiamo dalle linee guida: Motorio/funzionale padronanza,

Dettagli

PARTITE A TEMA. Introduzione

PARTITE A TEMA. Introduzione PARTITE A TEMA Introduzione Per partita a tema o anche gioco a tema s intende un confronto tra due o più squadre che, all interno di una sessione di allenamento, devono rispettare un vincolo, una restrizione

Dettagli

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC.

Categoria Esordienti: il lavoro di campo dell Empoli Giovani FC. N.66 LUGLIO-AGOSTO 2009 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 SEDE VIA E.FRANCALANCI 418 55054 BOZZANO (LU) TEL. 0584 976585 - FAX 0584 977273

Dettagli

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1. Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 5 - N 7 - Sabato 29 ottobre 201 1 Settimanale di scommesse sportive QUOTE 2 LA SCOMMESSA Puntiamo su Napoli, Milan, Cesena e Palermo. OVER in Genoa-Roma Prevalenza del fattore casalingo di Vincenzo

Dettagli

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010

Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00. Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 Terza giornata di ritorno Roma 31,01,2010 Ore 15,00 Roma Siena 2 1 Roma 31,01,2010 Stadio Olimpico ROMA 31 GENNAIO 2010 TROPPI ASSENTI IN AVANTI OKAKA LONDRA ROMA LONDRA E una Roma in chiara emergenza

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2014/2015 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento

Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento 2012 Federazione Italiana Pallacanestro SGMS Presentazioni pratiche integrate del modello culturale di riferimento A cura di Maurizio Cremonini - Tecnico Federale Settore Giovanile Minibasket Scuola 0

Dettagli

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO

REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO REGOLE DI GIOCO 2014 2015 OUTDOOR HOCKEY A CINQUE REGOLAMENTO SPERIMENTALE TECNICO Approvato con Decreto del Commissario Straordinario n. 45/2014 Articolo 1 SQUADRE a) La gara viene giocata da due squadre.

Dettagli

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5

MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 MODULO ISCRIZIONE TORNEO ESTIVO DI CALCIO A 5 Il sottoscritto nato a il residente a in via n in qualità di responsabile chiede di poter iscrivere la propria squadra ** al torneo estivo di calcio a 5, che

Dettagli

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse.

Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Difesa Elastica e Difesa a Zona, due sistemi a confronto con tattiche difensive diverse. Proseguendo la mia tesi sulla disamina della Difesa Elastica attuata con il controllo visivo attivo ho ritenuto

Dettagli

A.S. ACQUACHIARA Mercoledì, 25 febbraio 2015

A.S. ACQUACHIARA Mercoledì, 25 febbraio 2015 Mercoledì, 25 febbraio 2015 Mercoledì, 25 febbraio 2015 25/02/2015 La Gazzetta dello Sport Gianluca Scarlata La carica di Vittorioso «Lazio, ora non fallire» 1 25/02/2015 La Gazzetta dello Sport Pagina

Dettagli

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero.

LE SQUADRE. A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) A.C. SEVEN81 (ANTONIO CANNARILE 331/3608472- seven81.antonio@libero. 1 LE SQUADRE A.C. SCOCCI87 (CARLO ALBERTO 328/3796681 stefanopanizzi@libero.it) BAICO (PAOLO BIGI 333/6459529 baigo2002@virgilio.it) BRIGATA ROSSONERA (GIANLUCA MURRU 349/1294057 gianlu.murru@alice.it)

Dettagli

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016

Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 Regolamento Lega FantaGranPremio Edizione 2015/2016 REGOLA 1: OGGETTO DEL GIOCO 1. Il fantacalcio è una simulazione del gioco del calcio, che permette di gestire una squadra virtuale (fantasquadra), formata

Dettagli

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO

OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO OLIMPIA ARMANI JEANS MILANO HEAD COACH ATTILIO CAJA DIFESA SUL PICK AND ROLL Nell analizzare le tendenze offensive delle squadre avversarie ci siamo resi conto di come una grandissima percentuale degli

Dettagli

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * *

I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * 21 Lunedì 26 Agosto, ore 13,00 Prof. MARCO TAMANTINI Premessa I PREREQUISITI MOTORI DELL APPRENDIMENTO DELLA TECNICA * * * * * * Il messaggio che vorrei lanciare è di porre in risalto l obiettivo di migliorare

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIALE

REGOLAMENTO UFFICIALE Edizione 9 REGOLAMENTO UFFICIALE STAGIONE 2012-13 STAGIONE 2012-13 DURATA Il campionato avrà svolgimento dalla seconda giornata fino giornata del campionato di Calcio di serie A. Saranno giocate un totale

Dettagli

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE)

LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) LEZIONE 3 CALCIO IL REGOLAMENTO DEL GIOCO DEL CALCIO (SECONDA PARTE) REGOLA NUMERO 12 FALLI E SCORRETTEZZE Un calcio di punizione diretto, da battere nel punto in cui è accaduto, è accordato alla squadra

Dettagli

Programmazione Annuale

Programmazione Annuale Programmazione Annuale Scuola Calcio Milan di Vieste CATEGORIE Pulcini 2001-2002-2003 I BAMBINI IMPARANO CIÒ CHE VIVONO...: Se un bambino vive nella tolleranza impara ad essere paziente. Se un bambino

Dettagli

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE

Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011. Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE Anno 4 - N 24 - Sabato 19 marzo 2011 Il sito costantemente aggiornato sullo sport partenopeo Settimanale di scommesse sportive QUOTE IL PRONOSTICO DI... Per il doppio ex mister di Napoli e Cagliari, il

Dettagli

GUIDA AL FANTADIVANO

GUIDA AL FANTADIVANO GUIDA AL FANTADIVANO INDICE Introduzione I Ruoli Amministratore di lega Allenatore Gli Strumenti Il Campionato La tua squadra Il Calendario La Classifica Le Statistiche La Bacheca Le Regole del gioco L

Dettagli

Il Rugby in 5 minuti

Il Rugby in 5 minuti FEDERAZIONE ITALIANA RUGBY Il Rugby in 5 minuti a cura della 3^ edizione 2009-10 IL TERRENO Il Terreno è la superficie totale di gioco, indicata nella pianta. Esso comprende: Il Campo di Gioco è l area

Dettagli

Regolamento ufficiale

Regolamento ufficiale Regolamento ufficiale FANTAMONDIALE 2014 Al Fantamondiale partecipano le 16 squadre della Lega. ASTA "Ogni fantallenatore versa 30,00 euro come quota di iscrizione. Non ci sarà la consueta asta, ma ognuno

Dettagli

Uno contro uno in movimento attacco

Uno contro uno in movimento attacco Uno contro uno in movimento attacco Utilizzando gli stessi postulati di spazio/tempo, collaborazioni, equilibrio analizziamo l uno contro uno in movimento. Esso va visto sempre all interno del gioco cinque

Dettagli

di Andrea Monteverdi

di Andrea Monteverdi di Andrea Monteverdi PULCINI Stagione sportiva 2005/2006 Saranno effettuati due allenamenti al campo dove si cureranno gli obiettivi tecnico-tattici, e un allenamento in palestra dove sarà curato in particolar

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016

REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1. REGOLAMENTO GENERALE REGOLAMENTO FANTACALCIO 2015/2016 1.1. ISCRIZIONE E QUOTE L iscrizione è di 25,00 e deve essere versata al momento dell Asta iniziale. Sarà versata un ulteriore quota di 25,00 il

Dettagli

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra

Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra 1 Minivolley: un età d oro per sviluppare, con i giochi, l entusiasmo di stare con gli amici in palestra Giochi di motricità generale con l utilizzo della palla. Dopo aver organizzato la palestra in tanti

Dettagli

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO

DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO M A G A Z I N E PRINCIPI BASE DELL UNO CONTRO UNO DIFENSIVO w w w. a l l f o1 o t b a l l. i t IL TUTOR MARIO BERETTA 1959 Milano, è ex calciatore e attuale allenatore professionista. Diplomato Isef e

Dettagli

FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013)

FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013) FEDERAZIONE FANTACALCIO REGOLAMENTO della Lega MINIBOMBA (stagione 2012/2013) SOMMARIO Calcolo del Totale-Calciatore... 3 Calcolo del Totale-Squadra... 4 Capitale sociale... 2 Casi particolari... 4 Comunicazione

Dettagli

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA "Sei Bravo a... Scuola di Calcio" 2014-15

FIGC-LND COMITATO REGIONALE UMBRIA Sei Bravo a... Scuola di Calcio 2014-15 CRITERI GENERALI - Le squadre devono presentarsi con almeno 14 giocatori. - 14 Bambini iscritti nella lista dovranno cimentarsi nei 3 giochi previsti e nel gioco partita 7c7. - La durata di ciascuna "partita

Dettagli

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi Ogni squadra necessita di un attacco organizzato in maniera da creare spazi liberi per guadagnare punti facili. Tuttavia, soprattutto con le squadre giovani,

Dettagli

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015

REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO FantaLegaSalento 2014-2015 SITO UFFICIALE: http://fantalegasalento.altervista.org/ E-MAIL: fantalegasalento@gmail.com N partecipanti: 8 1) ASTA INIZIALE e MERCATO DI RIPARAZIONE

Dettagli

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5.

L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. L INTERVISTA ESCLUSIVA CON LAURA BRUNO, A TU PER TU CON LA FORTE LATERALE DELLA FUTSAL P5. 1) Ciao Laura e ben trovata, parliamo del Campionato appena terminato, un ottimo risultato della vostra squadra

Dettagli

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS)

SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS) SEI BRAVO A SCUOLA DI CALCIO STAGIONE 2012/2013 FINALE REGIONALE 2 GIUGNO 2013 LENO (BS) TEMA DELLA MANIFESTAZIONE CALCIARE PER SEGNARE PREMESSA Si ricorda che la manifestazione è una festa a carattere

Dettagli

REGOLAMENTO DURATA MODALITA GESTIONE ROSA E FORMAZIONE COME CREARE UNA ROSA FORMAZIONE E SOSTITUZIONI

REGOLAMENTO DURATA MODALITA GESTIONE ROSA E FORMAZIONE COME CREARE UNA ROSA FORMAZIONE E SOSTITUZIONI REGOLAMENTO DURATA Il concorso si svolgerà a partire dal giorno 1 Agosto 2014 -data di inizio delle iscrizioni- e terminerà entro la settimana successiva della 38 giornata del Campionato di Calcio di serie

Dettagli

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo)

NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO. Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) NEWS 26 APRILE 2015 PARTITA CAMPIONATO PULCINI 2004 REAL 2000 ROZZANO-ROZZANO CALCIO Articolo di Enrico Carlotti (Direttore Sportivo) Siamo così giunti all ultima partita di campionato e, i nostri ragazzi

Dettagli

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE

Inserto settimanale di scommesse sportive. il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli. www.pianetazzurro.it QUOTE Inserto settimanale di scommesse sportive www.pianetazzurro.it il sito costantemente aggiornato sul Calcio Napoli QUOTE IL PRONOSTICO L ex centrocampista azzurro si augura però che la squadra di Mazzarri

Dettagli

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015)

ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) ANALIZE MATCH: ROMA-LAZIO 2-2 (Serie A 11-01-2015) MARCATORI Mauri (L) al 25', Felipe Anderson (L) al 29' p.t.; Totti (R) al 2' e 19' s.t. ROMA De Sanctis; Maicon, Manolas, Astori, Holebas; Pjanic, De

Dettagli

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2012

Sei Bravo a Scuola di Calcio 2012 Sei Bravo a Scuola di Calcio 2012 INDICAZIONI GENERALI (Categoria e ) Nelle attività del nuovo progetto tecnico, il numero dei giovani coinvolti è sempre di 14 giocatori per squadra () e 12 giocatori per

Dettagli

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016

FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 FINAL FOUR COPPA ITALIA 2016 Tra sabato 16 e domenica 17 gennaio, Santa Lucia, Brianta 84, Giulianova e Porto Torres si contendono la coppa nazionale al PalaWhirpool di Varese. Differita RAI domenica alle

Dettagli

PALLAMANO. Un po di storia

PALLAMANO. Un po di storia PALLAMANO Un po di storia La pallamano è un gioco bello e dinamico, inventato in Germania alla fine dell Ottocento. Sembra che tragga origine da un gioco denominato Pallaporta. E nata come sport da giocarsi

Dettagli

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA

1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA 1.INTRODUZIONE E SALVAGUARDIA Il Regolamento Ufficiale ha validità effettiva per 1 anno e dovrà essere firmato da tutte le squadre prima dell'inizio di ogni campionato. Se per qualsiasi motivo in questo

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE

REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE REGOLAMENTO FANTACALCIO NAPOLI LEAGUE ASTA INIZIALE L'Asta iniziale è il momento più importante della stagione. Qui vengono assegnati i 25 calciatori che costituiranno la Rosa di ogni fantallenatore. La

Dettagli

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno

Training Guide JSS - Juventus Primi Calci 2-3 Anno JSS Coach Comito Date N Players 10 Where Torino Conduzione N TG 53 Conduzione veloce verso Sec Conduzione con cambi di direzione Giochi individuali con mani e piedi in uno spazio delimitato. Lanci e prese.

Dettagli

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5

REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 REGOLE PARTICOLARI DEL CALCIO A 5 NUMERO DEI CALCIATORI Una gara non può essere iniziata o proseguita nel caso in cui una squadra si trovi ad avere meno di 3 calciatori partecipanti al gioco. SOSTITUZIONI

Dettagli

Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3

Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3 Corso per allenatori di 1 livello LEZIONE nr 3 IMPARARE LA TECNICA CON IL GIOCO Stefano Faletti FONDAMENTALI TECNICI RICEVERE CONTROLLARE COLPIRE lo STOP GUIDA DELLA PALLA DRIBBLING PASSAGGIO TIRO COLPO

Dettagli

Regolamento. Sommario

Regolamento. Sommario Regolamento Sommario LE COMPETIZIONI... 2 TORNEO LIGA E PREMIER... 2 SERIE A (CAMPIONATO A 16 SQUADRE)... 2 CLASSIFICA A PUNTEGGIO... 2 CLASSIFICA FORMULA 1... 2 COPPA D ANDATA E COPPA DI RITORNO... 3

Dettagli

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano

IL TIRO IN PORTA. Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011. Rubiu Stefano Rubiu Stefano Corso CONI FIGC stagione 2011 Melegnano 02 Dicembre 2011 IL TIRO IN PORTA Il tiro in porta rappresenta l azione conclusiva delle varie strategie di gioco, al fine di raggiungere l obiettivo

Dettagli

IL GIOCO NEL MINIBASKET

IL GIOCO NEL MINIBASKET 88 Premessa IL GIOCO NEL MINIBASKET Inizierò con un gioco di collaborazione e di rapidità per immergerci subito nel cuore di questa lezione. Poichè l argomento è Il Gioco nel Minibasket, vorrei partire

Dettagli

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016

Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 FAMIGLIA GIALLONERA NEWS STAGIONE 2015/2016 Bollettino di informazione a cura del Volvera Rugby A.S.D. N. 8-25 gennaio 2016 SPAZIO CLUB Anche se in ritardo, desideriamo augurarvi un 2016 ovale e giallonero,

Dettagli

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky

Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky Memorial Silvano Recalcati Fanta Calcio Techno Sky COMPETIZIONI Il campionato vedrà le squadre suddivise in due gironi: serie A - squadre risultate prime nella fase regolare e le 3 promosse della stagione

Dettagli

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco:

Con un gioco si possono lavorare diversi aspetti: Come proporre un gioco: Il gioco se usato e svolto in una maniera consona, farà si che l' allievo si diverta e nello stesso tempo raggiunga degli scopi precisi che voi vi siete proposti. Con un gioco si possono lavorare diversi

Dettagli

Allenare il possesso palla con le partite a tema.

Allenare il possesso palla con le partite a tema. N.30 APRILE 2006 RIVISTA ELETTRONICA DELLA CASA EDITRICE WWW.ALLENATORE.NET REG. TRIBUNALE DI LUCCA N 785 DEL 15/07/03 DIRETTORE RESPONSABILE: FERRARI FABRIZIO COORDINATORE TECNICO: BONACINI ROBERTO SEDE

Dettagli

REGOLAMENTO FANTACALCIO

REGOLAMENTO FANTACALCIO REGOLAMENTO FANTACALCIO I DEFINIZIONE LEGA Art. 1. Scopo. Ogni giocatore è detto Fantallanatore ed ha lo scopo di guidare e gestire una fantasquadra, formata da veri calciatori delle squadre del campionato

Dettagli

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3

REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE DEL GIOCO v1.7.3 REGOLE GENERALI 1. Il presente regolamento si applica a tutti i partecipanti del Fantacalcio; la risoluzione di una qualsiasi situazione non prevista dal regolamento, o non chiarita

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA CORSO DI AGGIORNAMENTO PER DOCENTI di SCIENZE MOTORIE/ EDUCAZIONE FISICA Programma PARTE PRIMA (tre ore) I N P A L E S T R A QUATTRO GIOCHI CON LA PALLA PER ARRIVARE AL BASEBALL/SOFTBALL 1. TIRA E CORRI

Dettagli

Se il punteggio dovesse essere composto da alcune cifre decimali, si arrotonderà, per eccesso o per difetto, al secondo decimale più vicino.

Se il punteggio dovesse essere composto da alcune cifre decimali, si arrotonderà, per eccesso o per difetto, al secondo decimale più vicino. REGOLAMENTO ELDORADO LEAGUE 6 ANNO (2005-2006) ART.1 La rosa di ogni squadra deve essere composta da almeno 2 portieri, 7 difensori, 7 centrocampisti, 4 attaccanti e non può andare oltre questi limiti:

Dettagli

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey

Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey > Abilità nei giochi 8ª Classe Pallacanestro Calcio Pallamano Unihockey La valutazione dell abilità nei giochi avviene durante e al termine processo d apprendimento. Giochi Pallacanestro Calcio Pallamano

Dettagli

I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato

I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato Regolamento 1) Giocatori per rosa 3 Portieri 8 Difensori 8 Centrocampisti 6 Attaccanti I calciatori verranno scelti esclusivamente dalla serie A. Numero giocatori stranieri ed extracomunitari illimitato

Dettagli

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto

Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Regolamento del Torneo di Pallavolo Misto Si tratta di una versione ridotta e parzialmente modificata del Regolamento Ufficiale della Federazione Italiana Pallavolo (al quale, peraltro, ci si atterrà per

Dettagli

ATTENZIONE AI FUORI QUOTA!

ATTENZIONE AI FUORI QUOTA! numero 3 del 29 Ottobre 2007 Il giornale settimanale del CAAM e dei suoi Tornei e Campionati scaricabile sul sito www.caam.sardegna.it Cerchiamo Collaboratori disposti a divulgare le cronache delle gare

Dettagli

Un Metodo Allenante Per i Piccoli Amici

Un Metodo Allenante Per i Piccoli Amici Un Metodo Allenante Per i Piccoli Amici di Maurizio Calamita Ex giocatore di calcio professionista Ha allenato il Torino calcio categoria allevi nazionali Patentino di Seconda Categoria Quando vuoi allenare

Dettagli

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera 30.04.

U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro. Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera 30.04. U.S.A.P. Unione Sindacale Allenatori di Pallacanestro Riconosciuta dalla Federazione Italiana Pallacanestro con Delibera 30.04.1994 Via Dell Abbadia, 8-40122 Bologna Tel 051/26.11.85 Fax 051/26.74.55 -

Dettagli

Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure.

Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure. GUIDA GEOMETRICA Le diverse forme geometriche stimolano un comportamento tecnico regolato da forma e dimensione delle figure. I bambini conducono la palla attorno a diverse figure geometriche. vince chi

Dettagli

Fantacavabù 2015/2016 III Edizione

Fantacavabù 2015/2016 III Edizione Fantacavabù 2015/2016 III Edizione Regolamento ufficiale della F.A.F. (Fantacalcio Amatoriale Fantacavabù) 1. Introduzione Il Fantacavabù è un torneo di fantacalcio realizzato tra amici e svolto per essere

Dettagli

Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa

Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa di NICOLO' AMORUSO I posticipi del Lunedì Doppietta di Llorente e la Juventus ristabilisce gli 8 punti di distacco dalla Roma. Il Milan rincorre l Europa 1 / 6 Juventus 2 Livorno 0. Con questo successo

Dettagli

PROGETTO DI GIOCO VALSUGANA RUGBY

PROGETTO DI GIOCO VALSUGANA RUGBY PROGETTO DI GIOCO VALSUGANA RUGBY La tragedia nella vita non è fallire un obiettivo!!! La vera tragedia è non avere obiettivi da realizzare MISSIONE : Attuare un gioco semplice basato su Attitudine e determinazione

Dettagli

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015

ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 ATTIVITA PROMOZIONALE 2014/2015 MANIFESTAZIONI PROVINCIALI E REGIONALI MINI-HANDBALL / GIOCHI PROPEDEUTICI / PALLAMANO / MINI BEACH CATEGORIA UNDER 6 Gioco base 4+1 Palla Re Mini Beach CATEGORIA UNDER

Dettagli

APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13

APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13 APPROCCIO ALLA DIFESA: COSTRUZIONE DIFESA INDIVIDUALE A PARTIRE DALLA CATEGORIA UNDER 13 INTRODURRE LA DIFESA DI SQUADRA NEL PRIMO ANNO DI ATTIVITA GIOVANILE: la proposta deve essere divertente ed allettante

Dettagli

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete

allenare gli attaccanti nella ricerca della posizione ottimale per andare a rete Smarcamento Mini partite 3>3 su un quadrato di 15x15. Goal valido solo dopo aver effettuato uno stop agli angoli del campo di gioco. 4>2 su un quadrato di 15x15. Il goal viene realizzato su stop su uno

Dettagli

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016

Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Regolamento 6 edizione - Stagione 2015-2016 Il regolamento la nostra lega si basa sulle Regole Ufficiali della Federazione Fantacalcio le quali sono state lievemente modificate o non recepite in pieno

Dettagli

FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO

FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO ROSA E FORMAZIONE FANTACALCIO 2015/2016 - REGOLAMENTO La rosa di una fantasquadra è composta da 28 calciatori, così divisi: 6 Portieri (appartenenti al massimo a 2 squadre), 8 Difensori 8 Centrocampisti

Dettagli

..Carlo Giorgi.. Comandante vigili urbani. Gne volevino tutti bè, era 'n gigante bbonu...

..Carlo Giorgi.. Comandante vigili urbani. Gne volevino tutti bè, era 'n gigante bbonu... ..Carlo Giorgi.. Comandante vigili urbani Gne volevino tutti bè, era 'n gigante bbonu... ..Gaetanu.. Ù mattu canta li stornelli de Genzano: N mezzo a lo petto tuo ce sta n canale, ce curre l acqua e nun

Dettagli

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015

CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 CAMPIONATI DI SOCIETA 2015 Specialità Petanque. Regolamento Campionati di Società 1 CAMPIONATO di SOCIETA SERIE A MASCHILE Vi partecipano di diritto le prime sei Società classificate nell anno agonistico

Dettagli

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo:

E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: E così il Calendario della Serie A 2014-2015 è uscito. Lo riassumo qui concentrato ovviamente sulla nostra squadra, prima di commentarlo: 1) Toro-Inter 2) Sampdoria Toro 3) Toro Verona 4) Cagliari Toro

Dettagli

REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14

REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14 REGOLAMENTO 2 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO PER ADULTI e 1 TORNEO DI BEACH VOLLEY MISTO UNDER14 VILLETTA COMUNALE Montemarano, 23 Luglio 29 Luglio 2012 1. Squadre Composizione ed iscrizione Per il Torneo

Dettagli

REGOLAMENTO PUNTEGGIO

REGOLAMENTO PUNTEGGIO REGOLAMENTO I moduli ammessi sono i seguenti: 4-3-3 5-3-2 6-3-1 4-4-2 5-4-1 4-5-1 3-5-2 3-4-3 (con malus, vedi mod. centrocampo) Scegli gli 11 titolari e le 10 riserve (le riserve non hanno vincoli di

Dettagli

Sistema di Gestione della FTBI DIFFUSIONE FORMAZIONE COMPILAZIONE DI UN REFERTO FTBI

Sistema di Gestione della FTBI DIFFUSIONE FORMAZIONE COMPILAZIONE DI UN REFERTO FTBI Pag. 1 di 7 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2 SEZIONE 1: INTESTAZIONE...3 3 SEZIONE 2: COMPONENTI DELLE PANCHINE...5 4 SEZIONE 3: AVANZAMENTO DEI PUNTI...5 4.1 Modalità tempo...6 4.2 Modalità

Dettagli