informa Dall 8 maggio Gradara6TU Nasce Gradara Innova Online il nuovo sito web del Comune Zanzara Tigre: il problema e la giusta prevenzione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "informa Dall 8 maggio Gradara6TU Nasce Gradara Innova Online il nuovo sito web del Comune Zanzara Tigre: il problema e la giusta prevenzione"

Transcript

1 informa Dall 8 maggio Gradara6TU Nasce Gradara Innova Online il nuovo sito web del Comune Zanzara Tigre: il problema e la giusta prevenzione GRADARA INFORMA Rivista trimestale di informazione del Comune di Gradara Numero 2 Marzo, Aprile, Maggio 2005 Aut. Trib. di Pesaro 326 del 25 novembre 2004 POSTE ITALIANE TARIFFA PAGATA PUBBLICITA DIRETTA NON INDIRIZZATA- DCO/DCPS AUT. RILASCIATA A COMUNE DI GRADARA N.16 DEL 05/05/03

2 Numeri utili Comune - centralino Comune - Segreteria del Sindaco Comune - Direttore Generale Dott. Giovanni Miceli riceve: da Lunedì a Sabato, Comune - Segreteria Rag. Maria Assunta Gerboni riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, Comune - Ragioneria e Tributi Rag. Stefania Giusini riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, Comune - Servizi al Cittadino Dott. Carmen Pacini riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, Comune - Assistente Sociale Dott. Mirella Gabellini riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, 9-13 Comune - Uff. Tecnico Urbanistica Geom. Selene Giusini riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, Comune - Uff. Tecnico Lavori Pubblici Ing. Paolo Morelli riceve: Martedì, Giovedì, Sabato, 9-13 Comune - Vigili Urbani Carabinieri - Pronto intervento Polizia Vigili del Fuoco Ambulanza Pronto intervento acquedotto (Aspes) Pronto intervento fognature (Hera s.p.a.) Pronto intervento elettricità (ENEL) Pronto intervento gas (SGR Servizi) Telecom - Segnalazione guasti Azienda A.S.L. Distretto di Gabicce Mare Guardia Medica Stazione FF.SS. Cattolica Aeroporto di Rimini Aeroporto di Falconara Uffico postale / cell / / SINDACO Dott. Gian Franco Micucci riceve: tutti i giorni, solo su appuntamento - VICE SINDACO ASSESSORE alla PUBBLICA ISTRUZIONE e CULTURA Dott.ssa Franca Foronchi riceve: Giovedì e Sabato, ASSESSORE all AMBIENTE, DIRITTO ALLA SALUTE, DIRITTI DEL CITTADINO, SERVIZI SOCIALI Dott. Marco Tiziano Caroli riceve: Martedì e Venerdì, ASSESSORE allo SVILUPPO ECONOMICO e PROMOZIONE TURISTICA Dott. Enrico Caldari riceve: Lunedì, e Sabato, ASSESSORE ai LAVORI PUBBLICI Sig. Giorgio Foschi riceve: Martedì e Sabato, ASSESSORE all EDILIZIA PRIVATA Dott. Rag. Maria Ausilia Stramigioli riceve: Sabato, ASSESSORE alla FINANZA e CONTABILITA Dott. Giuseppe Baldassarri riceve: Sabato, Per informazioni e appuntamenti: pag.2

3 Salve a tutti! Editoriale Sindaco Gian Franco Micucci Eccoci già arrivati al secondo appuntamento con Gradara Informa e al primo, doveroso, resoconto sul lavoro svolto fino ad ora. Mentre ci prepariamo a resistere alle ultime sferzate invernali e attendiamo i primi tepori, vediamo di fare il punto della situazione e di illustrare i primi passi del progetto Gradara Capitale del Medioevo. Innanzitutto però, mi sento di spendere due parole a proposito dell abbondante nevicata di fine gennaio e di come è stata affrontata l emergenza neve. Erano dodici anni che non capitava una nevicata di queste dimensioni a Gradara e già alle 6 del mattino di venerdì e alle 4 di sabato, gli operai erano al lavoro per ripulire le strade, coordinati da noi qui in Comune. Un grazie di cuore, dunque, ai nostri operai e al nostro ingegnere Paolo Morelli per avere affrontato la situazione con velocità, precisione e buon senso ed anche alla popolazione per avere sopportato gli inevitabili disagi che ci sono stati. Detto questo, veniamo ora ai progetti di Gradara Capitale del Medioevo : Armi Medievali, allestito da un esperto nel campo, in pieno centro storico, all interno di Palazzo Gattei, edificio del borgo di notevole valore architettonico. Ci sarà la Notte dei fuochi, un evento indimenticabile che rievocherà il terribile assedio del 1463, quando Federico da Montefeltro costrinse alla resa le truppe di Sigismondo asserragliate nella Rocca di Gradara, e chissà che questa volta non finisca diversamente...la Notte dei fuochi sbalordirà, affascinerà, coinvolgerà i turisti e noi tutti in un esplosione di colori e musica, ma non aggiungo altro, sarà una sorpresa! Queste sono solo alcune delle tante novità ancora in cantiere e nel prossimo numero del giornalino ci saranno altre sorprese... Un saluto caloroso a tutta la cittadinanza. Il Sindaco Gian Franco Micucci È stato acquistato l edificio adiacente all ingresso del Castello, quello che per anni ha ospitato un rettilario con annesso un interessante ed estremamente ricco Museo del Terzo Mondo ma che, diciamolo, c entrava come i cavoli a merenda nel contesto del nostro progetto per la valorizzazione del Borgo medievale. Questo edificio di due piani, con tanto di grotte che arrivano fino alle mura della Rocca, ora parzialmente allagate, ospiterà un punto informativo con bookshop sul Medioevo ed uno spazio per degustazioni di vini e prodotti locali. Colgo l occasione per ringraziare il sig. Bruno Stefani, l ex proprietario, per la sua preziosa collaborazione. Gradara avrà già da questa estate un Museo di pag.3

4 Non solo faremo Assessore Giorgio Foschi Oggi finalmente, a distanza di 7 mesi dal nostro mandato in questa amministrazione, credo si possa dire non solo faremo, ma abbiamo già raggiunto alcuni degli importanti obiettivi che ci eravamo posti grazie alla preziosa collaborazione dei nostri tecnici e di tutti i dipendenti comunali, ciascuno secondo le proprie mansioni e competenze. Giorgio Foschi, Assessore ai Lavori Pubblici, tradisce un comprensibile orgoglio nel potere presentare i primi concreti risultati di un incarico assunto con la promessa di fare il possibile per non deludere le aspettative dei Gradaresi. Si tratta di opere progettate, ma soprattutto già finanziate e avviate, come il completamento della rete fognaria di Santo Stefano e la pavimentazione in porfido di tutta l area cementata compresi i gradini all interno del cimitero di Gradara. In attesa di appalto, ma già approvato, è un altro intervento di notevole entità indirizzato al miglioramento di Via San Giovanni: si provvederà a costruire un nuovo tratto di marciapiede che coprirà una lunghezza di circa 250 mt., con pavimentazione a listelli analoga a quella messa in opera in alcuni punti limitrofi, e si potenzierà e sostituirà la pubblica illuminazione. Di immediato impatto sulla vita di tutti i Gradaresi sono gli accordi stretti dalla Pubblica Amministrazione, dopo incontri, dibattiti e lunghe trattative con i dirigenti della società Aspes di Pesaro: Finalmente potremo dire di avere davvero un territorio più pulito grazie all utilizzo di un mezzo meccanico per lo spazzamento di strade e piazze, non solo nel centro storico ma anche nelle non trascurate frazioni dove, d altro canto, si è già provveduto a trovare una soluzione per varie piccole opere segnalate da privati cittadini. Di certo più complesso - anche per la necessità di rapportarsi con le singole famiglie interessate - ma in via di definizione, è il progetto risolutivo allo studio per la sistemazione del piccolo cimitero di Granarola; il graduale superamento delle prevedibili difficoltà che si dovessero presentare comporterà tuttavia non pochi vantaggi, come la possibilità di aumentare il numero di loculi disponibili, al momento del tutto insufficiente. L Assessore ai Lavori Pubblici Giorgio Foschi pag.4

5 L 8 maggio parte Gradara6TU Assessore Enrico Caldari Le attrazioni turistiche del centro storico si aprono gratuitamente ai cittadini gradaresi. Il progetto Gradara6TU nasce da un idea di Enrico Caldari, Assessore allo sviluppo economico e promozione turistica, subito accolta positivamente dal Sindaco, dal Vicesindaco e dalla Giunta: l iniziativa ha l intento di riavvicinare tutti i cittadini di Gradara all offerta turistica e culturale del nostro Comune offrendo la possibilità di visitare gratuitamente le attrazioni del centro storico a partire dall 8 maggio Con Gradara6TU i cittadini potranno riscoprire la ricchezza ed il valore del patrimonio storico, artistico e culturale di Gradara, per diventare essi stessi oltre che fruitori, anche promotori e portavoce della qualità della nostra offerta al di fuori del nostro territorio. Grazie ad una serie di accordi del Comune con i vari operatori economici e istituzionali legati all offerta turistica del centro storico di Gradara (la società partecipata Gradara Innova srl, la Pro-Loco di Gradara, la Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici delle Marche - Urbino, il Museo Storico), sarà possibile per tutti i cittadini in possesso di un documento di identità valido attestante la propria residenza a Gradara, accedere gratuitamente alle attrazioni stabili presenti all interno del borgo, e ad un numero prefissato di biglietti omaggio per l ingresso alla Rocca e per tutti gli eventi che si svolgeranno a Gradara. Il progetto partirà non a caso domenica 8 maggio, data in cui si svolgerà in tutta Italia la manifestazione Voler bene all Italia, Festa Nazionale della Piccola e Grande Italia, sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, iniziativa che ha proprio l intento di accompagnare i cittadini italiani dei piccoli borghi alla riscoperta del proprio patrimonio. Domenica 8 maggio sarà un occasione di incontro nel centro storico, grazie all esibizione della Banda di Gradara, che sfilerà per le vie del borgo sottolineando l atmosfera di festa. Sarà possibile inoltre partecipare ad alcune visite guidate gratuite di gruppo, per le quali è necessaria la prenotazione anticipata. In caso l iniziativa abbia il successo atteso verrà riproposta nei weekend successivi. Le attrazioni che saranno già visitabili gratuitamente dall 8 maggio saranno i Camminamenti di Ronda e il Museo Storico. Dal 1 giugno sarà inoltre accessibile gratuitamente la mostra Infinita Commedia presso Palazzo Rubini Vesin e l ultimo week-end di luglio anche la manifestazione di rievocazione storica Seduzione al Castello. Il numero di biglietti omaggio disponibili per la visita alla Rocca e per ciascun evento patrocinato dal Comune di Gradara verrà invece reso noto a partire dall 8 maggio, e a seguire per ciascun evento. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi agli uffici comunali tramite telefono o riferendosi al progetto Gradara6TU. L Assessore allo Sviluppo Economico e Promozione Turistica Enrico Caldari pag.5

6 Nasce Gradara Innova s.r.l. Gradara Innova Con l intento di trasformare e migliorare un esperienza avviata dalla precedente amministrazione comunale è nata Gradara Innova s.r.l., realtà giovane e dinamica, fortemente radicata nel territorio e impegnata nella valorizzazione delle risorse, delle iniziative culturali ed imprenditoriali locali. La Società, che sostituisce e rinnova non solo nel nome la precedente S.lo.t. s.r.l., intende instaurare rapporti di collaborazione con quanti ne condividano intenti e orientamento. Attualmente è costituita da quattro soci che esprimono esperienze e professionalità diverse: Comune di Gradara, Pro Loco di Gradara, CNA e Confartigianato. Gradara Innova si configura come fondamentale interlocutore per quanti operano o intendano operare a Gradara in ambito turistico, culturale, economico e commerciale, puntando sulla promozione del borgo malatestiano a livello nazionale e internazionale, attraverso la formulazione di strategie adeguate e l ampliamento e la qualificazione della sua offerta turistica. La Società si inserisce attivamente nel progetto Gradara, Capitale del Medioevo e ancor più nel piano di rilancio dello storico centro formulato dall Assessore allo sviluppo economico e alla promozione turistica Enrico Caldari, che figura tra i principali fautori e sostenitori di questa nuova realtà imprenditoriale. Un coinvolgimento determinato in larga misura dai vasti campi d attività di Gradara Innova, che spaziano dalla fornitura di servizi ricettivi di base all ideazione e organizzazione di eventi ricreativi, congressuali e promozionali, dalla gestione museale all offerta di servizi relativi alla fruizione di beni e manifestazioni culturali, senza tralasciare l importante ambito della formazione. Gradara Innova intende operare mantenendo un ideale equilibrio tra passato e futuro, tra riscoperta delle tradizioni locali e impegno nei nuovi settori della comunicazione multimediale e dell e-commerce. La Società si profila dunque come vero e proprio motore dello sviluppo turistico del Comune di Gradara ed intende avvalersi della collaborazione di Enti e Associazioni già da tempo attivi nel borgo, così come del contributo di tutti gli operatori economici locali, in vista della realizzazione dei diversi progetti in programma nel Infinita Commedia. Opera multimediale in forma d arte e di parola Sarà ospitata negli ambienti di Palazzo Rubini Vesin la grande mostra tematica dedicata alla Divina Commedia: un evento espositivo di grande risonanza che contribuirà a proiettare Gradara all interno del panorama nazionale come luogo espositivo di primo piano. L opera, realizzata dallo Studio Azzurro di Milano è concepita come un laboratorio permanente, aperto alla collaborazione di artisti e studiosi, in cui poesia, pittura e linguaggi multimediali si fondono per dare vita a luoghi sensibili che dialogano e interagiscono con il visitatore. Attraverso un percorso emozionale si potranno incontrare gli indimenticabili protagonisti danteschi, a partire dai demoni e i dannati del Canto V. Camminamenti di ronda Il percorso del giro di ronda rappresenta una delle principali attrattive del borgo di Gradara per il suo indiscusso valore storico architettonico e per l ampio panorama che permette di abbracciare. Le mura di Gradara non potranno che essere valorizzate dal completamento dell intero perimetro dei camminamenti con la ricostruzione del tratto di Levante. Il servizio del giro di ronda sarà inoltre potenziato dall allestimento di un punto informativo in cui sarà possibile essere costantemente informati sulle iniziative in corso a Gradara, trovare materiale divulgativo e acquistare libri, cartoline, CD-Rom e gadgets. pag.6

7 Gradara Innova I Signori della guerra: cavalieri, condottieri e soldati di ventura Palazzo Gattei, storico edificio del borgo, diventerà sede espositiva di una vasta collezione di armi e armarture di varie epoche storiche: l offerta turistico-culturale di Gradara sarà quindi potenziata dalla presenza di un nuovo polo museale che si inserisce perfettamente nella promozione del centro auspicata dal progetto Gradara Capitale del Medioevo. Turismo scolastico Il turismo scolastico continuerà a rappresentare una delle principali attività di Gradara Innova anche in considerazione dei rapporti di fiducia stabiliti negli anni con Istituti di vario ordine e grado di tutta Italia. La Società offre alle scuole la possibilità di integrare le tradizionali visite guidate al castello e al borgo medievale con attività ludico-educative e laboratori didattici, all esterno e in sede, in grado di rendere il soggiorno di bambini e ragazzi particolarmente stimolante dal punto di vista formativo. per i Beni Storici, Artistici e Demoetnoantropologici delle Marche: alle consuete visite guidate saranno affiancate visite animate ed un accattivante calendario di eventi teatrali e musicali in Piazza d Armi e all interno del Cortile d onore. Ufficio stampa La Società ha già attivato un proprio ufficio stampa che si rivolge agli operatori economici locali, pubblici e privati, e a tutte quelle realtà che vogliano promuovere la propria attività in modo efficace ed innovativo, attraverso le più opportune strategie di comunicazione. Aperture serali della Rocca Grande successo ha riscosso lo scorso anno, in termini di afflusso di visitatori (oltre presenze) e gradimento del pubblico, l apertura straordinaria della Rocca Demaniale in orario serale nei mesi di luglio e agosto con visite guidate e spettacoli. La pionieristica iniziativa verrà riproposta anche nell estate 2005 grazie alla collaborazione con la Soprintendenza Lo staff di Gradara Innova. Da sinistra:sara Benvenuti, Federica Cioppi, la Presidente Alessandra Angelini, Maria Elisabetta Pesci pag.7

8 A teatro con... Assessore Franca Foronchi... la famiglia, i genitori, gli amici, i figli, perché il magico incontro di attori e spettatori è in grado sempre di dar vita ad uno spazio sospeso, distante dal quotidiano, in cui è bello incontrarsi, ritrovarsi insieme, assaporando stupore ed emozione. È proprio puntando al coinvolgimento personale e alla condivisione che il piccolo Teatro di Gradara riapre per la stagione primaverile 2005 con un interessante rassegna di spettacoli promossa dal Comune con il Patrocinio della Provincia di Pesaro e Urbino e della Regione Marche. Il programma propone un ideale viaggio tra le principali forme espressive contemporanee: la recitazione incontra la danza, la musica, il canto e la poesia, per poi riscoprire le sue più autentiche origini con il teatro di narrazione, che raccoglie stimoli e temi della tradizione orale. Il ricco calendario è volutamente rivolto ad un pubblico vasto ed eterogeneo, con particolare attenzione ai bambini e alle famiglie, a cui sono dedicati gli appuntamenti della domenica. Durante questi spettacoli protagonista assoluta è la fantasia, lo spettatore rimane affascinato da un teatro che gioca e incanta attraverso il corpo, i suoni, gli oggetti. Si tratta di una scelta sostenuta con convinzione dalla Prof.ssa Franca Foronchi, Assessore alla Cultura e alla Pubblica Istruzione e promotrice della rassegna, consapevole dell importanza che questa esperienza può rivestire anche per i giovanissimi: È importante che i bambini si avvicinino fin da piccoli a questa forma d arte allo stesso tempo antica e moderna nelle sue infinite possibilità di interazione col pubblico, capace di divertire e far riflettere, di stimolare un confronto e unire. Posizione peraltro pienamente condivisa dall Associazione Culturale Teatro dei Cinquequattrini, che del progetto cura la direzione artistica e che è intenzionata da un lato a fare del Teatro Comunale un punto di riferimento per tutta la cittadinanza, dall altro a rendere la rassegna un atteso appuntamento annuale. pag.8

9 A TEATRO CON... TEATRO COMUNALE DI GRADARA Stagione teatrale primaverile 2005 (1 edizione 1/24 aprile) Venerdì 1 aprile Linda Hermes e Tania Piattella LA FINE E L INIZIO La Fine e l inizio è l incontro fra linguaggi molto diversi fra loro: il canto, la poesia, la danza, le immagini video, tutti uniti da un unico filo conduttore, la Storia e le nostre vite quotidiane. La fine e l inizio è un progetto che parla delle generazioni che nascono quando l erba è già cresciuta così spessa sotto le macerie del Dopoguerra, che non si riesce più a trovare le cause dei disagi che la gente vive. Domenica 3 aprile Il Teatro dei Piedi di Laura Kibel VA DOVE TI PORTA IL PIEDE Ecco uno spettacolo dove piedi, liberati dal ruolo di strumenti di deambulazione, si protendono verso il cielo e si trasformano in figure umane: un po come burattini ma con la differenza che i piedi sono vivi, trasmettono un energia incredibile e ci sanno raccontare storie piene di fantasia e tenerezza. Età consigliata: dai 3 anni Venerdì 8 aprile Teatro danza dell Associazione Giorni Felici MADRE Barbara Martinini dà inizio al progetto Madre più di un anno fa, dopo la nascita del suo primo figlio, partendo dall osservazione sgomenta della tempesta emotiva che questo mutamento comporta. Una pièce trasformista in cui si susseguono riflessione, pura emozione, interazione con il pubblico, corso di fai da te per neomamme, ninna nanna consolatrice e dolce adagiarsi nel proprio nuovo ruolo. Domenica 10 aprile Teatro di Distracci di Cesena BENVENUTI SPORCELLI Il signor e la signora Sporcelli sono brutti perché hanno cattivi pensieri. Nella loro testa niente è spontaneo e secondo natura. Così, odiano le finestre perché pensano che servano ai curiosi per guardare dentro la loro casa. Coltivano nell orto solo cardi spinosi e ortiche. Pensano che sia loro diritto far strage di uccellini ogni mercoledì per cucinare la loro pietanza preferita. Ma il più debole spesso è il più intelligente, così è dalla ribellione dei poveri animali che nasce, lentamente, il capovolgimento della situazione... Età consigliata: dai 7/8 anni Venerdì 15 aprile Teatro itinerante - Il Teatro dei Cinquequattrini di Saludecio REAL HOTEL Il Real Hotel è un albergo in disuso, messo a disposizione dallo Stato a noi, persone disadattate che non abbiamo un posto dove vivere. Ognuno occupa una stanza, dentro c è tutto il nostro vissuto, un passato che tra queste mura continua a vivere, a farci male e bene...come fosse tempo presente. Nell hotel un ospite è morto. Era una donna, era Eloise. L omicidio è stato commesso solo pochi giorni fa. Chi è stato? Cercheremo di capirlo insieme a voi che seguirete i nostri percorsi, entrerete nelle nostre stanze, lascerete che i nostri pesi e misteri diventino un po anche vostri. Domenica 17 aprile Teatro di narrazione e musica Michele Pascarella Trio AHAMM! TI MANGIO È una narrazione composta da un numero variabile di storie di tradizione orale (italiane e di altri Paesi), raccontate con l ausilio di piccoli oggetti, immagini, canzoni e musiche eseguite dal vivo. Le persone del pubblico potranno essere coinvolte attivamente in diversi momenti del lavoro. Età consigliata: dai 6 anni Domenica 24 aprile Stage sulla voce sezione dedicata alla formazione dell attore tenuta dall attrice, cantante e formatrice Daniela Piccari (Forlì) DALLA LETTURA ALLA INTERPRETAZIONE La via della parola passa attraverso la voce e ogni volta che si porta in scena un opera di scrittura c è una rinascita dovuta al trasferimento del testo che non abita più in una pagina ma in chi la dice. In un laboratorio sull uso della voce si proverà, dunque, a viaggiare nello spazio che intercorre tra la parola scritta e la stessa parola interpretata. Spazio tanto concreto che il movimento del corpo assieme alla voce potrà essere determinante alla ricerca della nota che contiene l espressione di sé. Lo stage è aperto ad un numero limitato di allievi. Orari di lavoro: dalle alle PRENOTAZIONE OBBLICATORIA posti limitati Domenica spettacoli per bambini ore Biglietti ingresso adulti 3,00 bambini 3,00 Venerdì spettacoli per adulti ore Biglietti ingresso 5,00 Per informazioni e prenotazioni: Ass. Cult. Teatro dei Cinquequattrini Tel pag.9

10 Gradara si rinnova... anche online Assessore Enrico Caldari Il sito ufficiale del Comune di Gradara (www.comune.gradara.pu.it) cambia volto e si rinnova nella grafica e nella struttura per essere ancor più vicino al cittadino. Internet rappresenta ormai uno strumento di informazione insostituibile per la sua immediatezza e praticità. Sono proprio queste le caratteristiche su cui ha puntato Gradara Innova, alla quale è stato affidato il coordinamento e la realizzazione del progetto, con il supporto di E-leva, società di Pesaro da anni attiva in questo settore. Il nuovo sito presenta una migliore organizzazione dei contenuti ed un impianto grafico più accattivante, caratteristiche che rendono la navigazione sicuramente più agile e piacevole. Le sezioni principali sono tre: un area dedicata agli uffici e ai servizi del Comune, rivolta in particolar modo ai cittadini gradaresi, dove sarà possibile trovare informazioni su aperture e compiti dei singoli uffici, bandi di gara, resoconti, regolamenti, comunicazioni ufficiali, notizie relativamente al reclutamento del personale, ecc. Una sezione istituzionale, con informazioni sugli amministratori, il sindaco, la giunta e il consiglio. Infine un area dedicata alle news riservata alla presentazione di manifestazioni, eventi e iniziative in programma a Gradara che il Comune intende segnalare ai cittadini. Il rinnovamento del sito ufficiale del Comune rappresenta solo un primo passo verso una rivalutazione della comunicazione online di Gradara, cui seguirà la realizzazione di un nuovo sito web espressamente dedicato alla comunicazione turistica e commerciale del nostro territorio, rivolto a turisti e potenziali visitatori. pag.10

11 Il problema zanzara tigre Assessore Marco Tiziano Caroli da ritagliare e conservare Importata nel mondo occidentale dall Asia, probabilmente grazie al commercio di copertoni usati, dove evidentemente ha trovato la nicchia adatta alla propria diffusione, la Zanzara Tigre (Aedes Albopictus) si è diffusa negli ultimi vent anni abbondantemente sia negli Stati Uniti che in Europa, arrivando a costituire un ospite fastidioso delle nostre giornate estive. È riconoscibile per il suo colore nero, la presenza di anelli bianchi sulle zampe ed una linea longitudinale bianca sul dorso. La Zanzara Tigre depone le uova sulle pareti interne di contenitori in cui è presente acqua. Le uova si schiudono quando vengono sommerse dall acqua e ne fuoriescono larve che si trasformano in zanzare adulte, le quali colonizzano le zone circostanti secondo un andamento a chiazza di leopardo. In estate l intero ciclo di sviluppo si completa in una/due settimane. In Italia la ZT è presente come insetto adulto da Marzo a Novembre-Dicembre, ma la deposizione delle uova invernali, quelle cioè destinate a schiudersi in primavera, si conclude entro la fine di Ottobre. Anche una sola puntura di ZT rappresenta un problema. Si tratta infatti di un insetto molto aggressivo, che punge soprattutto nelle ore diurne, a differenza della Zanzara Comune che punge di notte. La sua puntura procura gonfiori e irritazioni persistenti, pruriginose o emorragiche e spesso anche dolorose. Prevenzione L azione tesa a contrastarla è di natura essenzialmente preventiva e deve puntare a evitare o quanto meno limitare tutte quelle situazioni e comportamenti che ne facilitino la riproduzione e la diffusione. Data la sua propensione a deporre le uova in piccole raccolte d acqua è importante monitorare tutte quelle zone in cui l acqua ristagna, come i sottovasi, le aiuole, le vasche e le fontane ornamentali, le grondaie e qualsiasi conteni t o re lasciato all aperto (basta un piccolo barattolo da marmellata con acqua stagnante dimenticato in un angolo del giardino per vanificare la campagna di disinfestazione più aggressiva). Il maggior serbatoio di proliferazione della ZT è comunque rappresentato dai tombini pubblici e privati. A partire dal mese di Aprile fino a tutto il mese di Ottobre, personale specializzato incaricato dal Comune di Gradara attuerà un programma di prevenzione-disinfestazione tramite: preventiva pulizia delle caditoie (tombini) pubbliche e trattamento con prodotti larvicidi a bassissima tossicità per gli organismi non bersaglio (uomini e animali) a cadenza quindicinale; interventi mirati nei siti particolarmente infestati con trattamenti indirizzati contro gli insetti adulti, in modo da limitare prontamente il disagio; materiale informativo (manifesti, schede, volantini) distribuito sul territorio e alla popolazione; distribuzione alle famiglie di confezioni di Bacillus Turigensis (prodotto larvicida biologico, innocuo per l uomo e gli animali e che non inquina l ambiente) da utilizzare a cadenza quindicinale per la disinfestazione delle caditoie private. pag.11

12 Assessore Marco Tiziano Caroli Cosa fare per limitare la diffusione della Zanzara Tigre Non lasciare né abbandonare all aperto, in aree pubbliche o private, compresi terrazzi e pertinenze di edifici residenziali e di attività produttive e commerciali, oggetti e contenitori di qualsiasi natura e dimensione (copertoni, bottiglie, sottovasi, ecc.) nei quali possano formarsi ristagni di acqua; lavare, asciugare e proteggere adeguatamente dall ingresso di acqua oggetti e contenitori in cui possano formarsi ristagni; a tal fine possono essere utilizzati teli di plastica, reti a maglie fini, coperchi, ecc.; svuotare giornalmente nel terreno (non nelle caditoie) l acqua eventualmente presente in contenitori di uso comune, come sottovasi, piccoli abbeveratoi per animali domestici, annaffiatoi, ecc. oppure, lavarli e capovolgerli; innaffiare direttamente con le pompe gli orti e giardini, senza mantenere riserve di acqua a cielo aperto; pulire e trattare bene i vasi prima di ritirarli all interno durante i mesi invernali. L abitudine di portare le piante al riparo dai freddi invernali, infatti, è probabilmente una delle cause che generano, all arrivo della primavera, la schiusa delle uova facilitando notevolmente la diffusione della zanzara stessa nell ambiente; coprire ogni contenitore inamovibile contenente acqua (ad es., vasche in cemento, bidoni, fusti per l irrigazione degli orti) con materiali (teli di nylon, reti, zanzariere) idonei ad impedire il passaggio di zanzare, evitando nel contempo il formarsi di raccolte di acqua al di sopra di essi; introdurre pesci lavatori (pesci rossi) nelle fontane ornamentali da giardino contenenti acqua stagnante; introdurre nei piccoli contenitori d acqua che non possono essere rimossi (es., vasi portafiori nei cimiteri) filamenti di rame, in ragione di 20 mg per litro di acqua; ispezionare e pulire periodicamente i tombini per la raccolta di acqua piovana presenti in giardini, cortili ed in generale in aree private; ispezionare periodicamente le grondaie degli edifici al fine di ripristinare la pervietà di condotte ostruite che potrebbero determinare ristagni di acqua; mantenere costantemente controllata l altezza dell erba (max 20 cm) e lo sviluppo degli arbusti infestanti che sono l habitat preferito degli insetti adulti, anche al fine di rendere più agevole l individuazione e la rimozione di contenitori di rifiuti abbandonati; trattare i tombini e tutti i recipienti posti all esterno dove si raccolga acqua piovana, ogni 7-10 giorni con prodotti larvicidi specifici a base di Bacillus Turigensis (vedi scheda)che verrà distribuito gratuitamente alle famiglie e che può comunque essere acquistato nelle farmacie; diffondere a vicini e conoscenti queste semplici norme. Parole chiave: sottovasi recipienti e contenitori ristagni di acqua tombini Bacillus Turigensis L Assessore all Ambiente, Diritto alla Salute, Diritti del Cittadino, Servizi Sociali Marco Tiziano Caroli da ritagliare e conservare pag.12

13 UN ALLEATO CONTRO LA ZANZARA TIGRE : IL BACILLUS TURIGENSIS Purtroppo i comuni repellenti contro gli insetti non sono efficaci contro la ZT; per questo, in aggiunta (ma non in sostituzione) alle raccomandazioni sopra citate, sono utili i prodotti a base di Bacillus Turigensis. Il BT è un batterio capace di produrre una tossina ad azione molto specifica contro la ZT ed ha molti vantaggi: è naturale e non di sintesi chimica ed è già presente nell ambiente; è innocua per l uomo e gli animali; uccide solo le larve di Aedes Albopictus e di pochissime altre specie non causando quindi grande impatto ambientale; si degrada velocemente e quindi non persiste e questo è il motivo per cui il trattamento con BT deve essere ripetuto frequentemente. COME USARLO Il prodotto a base di BT si può reperire sia in gocce che in tavolette. Prima di aprire la confezione leggere attentamente le istruzioni riportate nell etichetta. Il prodotto è attivo solo nell acqua; quello in gocce è efficace solo se diluito correttamente. Prima dell inizio del ciclo di trattamenti, pulire l interno dei tombini da fango, foglie e altri detriti; segnare sul calendario le date dei trattamenti; prima di partire per le vacanze ricordarsi di mettere al riparo dalla pioggia tutti i contenitori d acqua e di dare a persona di fiducia l incarico di proseguire i trattamenti. da ritagliare e conservare ESEMPIO PRATICO PER IL TRATTAMENTO DI 4 TOMBINI Prodotto in gocce: Agitare bene il flacone prima dell uso; versare 6 gocce di prodotto in una bottiglia di plastica con 1 2 litro di acqua, chiudere la bottiglia e agitarla vigorosamente, versare tutta la soluzione nell acqua dei 4 tombini in parti uguali. La soluzione deve essere usata completamente perché non dura nel tempo. I trattamenti devono essere effettuati ogni 7 giorni dal 1 Aprile al 31 Ottobre. Prodotto in tavolette: introdurre una pastiglia nell acqua di ogni tombino. Una pastiglia è sufficiente per trattare fino a 50 litri di acqua. I trattamenti devono essere effettuati ogni 7 giorni dal 1 Aprile al 31 Ottobre. pag.13

14 ISEE: che cos è? ISEE Che cos è L ISEE - Indicatore della Situazione Economica Equivalente - illustra la situazione economica del nucleo familiare e si calcola utilizzando i seguenti indicatori: nucleo familiare (determinato sulla base del criterio anagrafico, del mantenimento, della residenza ); ciascuno può appartenere ad un solo nucleo familiare; situazione reddituale, derivante dal complesso dei redditi ai fini IRPEF (modello UNICO; modello 730, CUD) dei componenti del nucleo familiare; situazione patrimoniale, derivante dal complesso dei beni mobili (depositi e c/c bancari e postali, titoli di stato,obbligazioni, contratti di assicurazione, impresa individuale, partecipazioni azionarie,... ) e immobili (fabbricati, terreni agricoli ed edificabili). Il valore ISEE, pertanto, non è la semplice somma dell ultima denuncia dei redditi presentata, ma il frutto di un calcolo complesso che tiene conto di più variabili. A cosa serve E indispensabile per accedere alle prestazioni sociali agevolate. Chi lo calcola Qualsiasi centro di assistenza fiscale (CAF); INPS. Documenti necessari Occorre portare i seguenti documenti: Documento di identità del richiedente (per i cittadini stranieri anche il permesso o la carta di soggiorno) e codici fiscali dei componenti della famiglia; certificato d invalidità civile; ultima denuncia dei redditi presentata (mod.730 o mod.unico o mod. CUD); dati catastali degli immobili o dei terreni di proprietà o in usufrutto (valore ICI al 31/12 dell anno precedente); copia del contratto di affitto; dati del patrimonio mobiliare al 31/12 dell anno precedente (depositi, conti correnti, titoli di stato, obbligazioni, azioni,...). Validità L attestazione rilasciata dal CAF, indicante il valore ISEE relativo al calcolo effettuato, ha validità di 1 anno dalla data di rilascio. Tuttavia nel caso in cui cambi un qualsiasi parametro si può presentare una nuova dichiarazione. Controlli I controlli sulla veridicità della dichiarazione vengono effettuati dalle Amministrazioni che ricevono l istanza tramite il confronto con i dati in possesso del Ministero delle Finanze o attraverso la guardia di finanza, la polizia giudiziaria, ecc. In caso di dichiarazione falsa, l amministrazione procede alla revoca del beneficio e alla denuncia all autorità giudiziaria. Ai sensi dell art. 76 del D.p.r. 445/2000 chiunque rilasci dichiarazioni mendaci, o formi atti falsi, è punito ai sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia. Per informazioni: Dott.ssa Pacini Carmen Responsabile del settore servizi al cittadino tel Dott.ssa Gabellini Mirella - Assistente sociale tel da ritagliare e conservare pag.14

15 Nido e dintorni Scuola Il i i d iù i d di i d Il linguaggio del corpo (18-36 mesi) erso il corpo il bambino viene in contatto col mondo uisce la sua identità personale. Il bambino ha bisogno rimentare il movimento, ha bisogno soprattutto tirsi legittimato a farlo e di farlo osservando il ento di altri bambini e di altri corpi. Quando: 4 incontri con cadenza settimanale (ripetibili) il dì dalle 16,15 alle 17,15. ormazioni e prenotazioni: ASILO NIDO LA TANA DEI CUCCIOLI Il massaggio infantile (0-12 mesi) A partire dal mese di settembre avrà luogo l inserimento dei bambini iscritti presso l asilo nido La tana dei cuccioli. L asilo è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle per tutti i bambini, fino alle ore per n. 14 divezzi. Il servizio sarà attivo dalla seconda settimana di settembre fino al 31 agosto. Presentazione della domanda e formazione della graduatoria Quando Il cestino dei tesori (9-18 mesi) Quando La domanda dovrà essere presentata su apposito modulo di iscrizione in distribuzione presso l Ufficio Servizi Educativi, aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore dall 1 al 31 maggio I posti disponibili sono assegnati prioritariamente ai bambini residenti. Sono ammessi di diritto i bambini che presentano handicap psico-fisico certificato. Qualora le richieste superassero i posti disponibili verrà redatta specifica graduatoria ai sensi del titolo II dell apposito regolamento comunale. Costi 217,00 per frequenza dalle ore 7.30/8.00 alle ore ,00 per frequenza dalle ore 7.30/8.00 alle ore pag.15

16 Asilo-Castello: la scuola materna a Gradara Scuola La scuola dell Infanzia di Gradara è situata in un moderno edificio e dispone di un ampio giardino attrezzato, di un salone sui cui si affacciano le quattro aule diversificate per età e di un servizio mensa con cucina interna. All interno della scuola i bambini possono usufruire di diversi ambienti secondo le attività da svolgere e vengono attivati svariati laboratori e progetti trasversali a tutte le classi. In particolare il laboratorio della comunicazione e il laboratorio espressivo sono condotti a turno dalle insegnanti delle diverse sezioni con gruppi di bambini eterogenei per età in modo tale da favorire la socializzazione tra loro e con le insegnanti. I bambini sono inoltre stimolati con una didattica interattiva che permette di cogliere le loro necessità in modo che ognuno possa partecipare secondo la propria creatività e sensibilità. Il progetto accoglienza e il progetto continuità sono ideati in modo permanente con la finalità di rendere l ambiente scolastico il più amichevole e confortevole possibile. La continuità è attuata con l asilo nido e con la scuola primaria a cui la scuola dell infanzia è collegata in modo diretto tramite un corridoio interno, formando un unica struttura esplorabile dai bambini anche grazie ad attività come il progetto biblioteca. Nell ambito di quest ultimo infatti si portano i bambini nella scuola primaria in cui si trova la biblioteca, per effettuare il prestito di un libro che ogni settimana viene scelto dal bambino stesso e poi portato a casa per leggerlo o guardarlo insieme ai genitori. Quest anno c è stato un coinvolgimento della Ludoteca comunale che nell ambito del progetto Natale, ha partecipato attivamente con un esperta, Chiara Tebaldi, coadiuvata dalle insegnanti, alla realizzazione di un plastico che riproduce la città di Gradara precedentemente ideato e progettato nell ambito della programmazione annuale. Sia nei laboratori che nelle attività di classe i bambini sono stati gli artefici e hanno letteralmente creato con le loro mani tutte le componenti del plastico che sono state successivamente assemblate insieme alle insegnanti. La programmazione annuale dal titolo Un viaggio straordinario: il mio paese tra realtà e fantasia vuol essere un ponte con la realtà territoriale. Protagonista assoluto è il castello verso cui i bambini viaggiano a bordo di una mongolfiera, la stazione di partenza ovviamente è la scuola, e dall alto vedono il paese sorvolando le loro case. Le uscite didattiche al castello e in altri luoghi significativi rinforzano la comprensione delle attività svolte a scuola e rappresentano un importante momento di svago in cui i bambini imparano ad uscire in gruppo rispettando un corretto comportamento. pag.16

17 Due guide per la scuola Scuola Sono stati presentati a Dicembre presso la Sala del Consiglio Comunale di Gradara, alla presenza del Sindaco Gian Franco Micucci e dell Assessore alla Pubblica Istruzione e alla Cultura Franca Foronchi due utilissime guide, pubblicate con il contributo della Banca di Credito Cooperativo, Vado a scuola: carta dei servizi educativi e Progetto Scuola sicura. Entrambe le iniziative sono frutto della positiva sinergia venutasi a creare tra l Amministrazione Comunale e l Istituto Comprensivo, rappresentato in questa occasione dalla Vicepreside Angela Bachieca, che ospita nelle sole sedi di Gradara ben 460 ragazzi. Comune è stato infatti l intento, quello di contribuire a potenziare e divulgare i servizi presenti dalla realtà scolastica locale. La Carta dei Servizi Educativi, a cura della Responsabile del settore Servizi al Cittadino, dott.ssa Carmen Pacini, vuole essere una sorta di vademecum per i genitori, allo scopo di far conoscere meglio le offerte formative del nostro Comune, per favorire una scelta consapevole - come affermato dalla Prof.ssa Foronchi - l idea di questa pubblicazione nasce infatti dalla volontà di fornire tutte le informazioni sui servizi scolastici esistenti sul territorio e le indicazioni necessarie per potervi accedere. Progetto scuola sicura è un fascicolo che si inserisce all interno di un percorso più vasto, attivato con la consulenza del Responsabile del Servizio Prevenzione Ing. Stefano Gioacchini e la collaborazione dell insegnante Renzo Del Bianco, con l intento di promuovere la cultura della sicurezza tra educatori, bambini e ragazzi. In alto, da sinistra: Franca Foronchi, Gian Franco Micucci, Fausto Caldari, Angela Bachieca, Renzo del Bianco, Stefano Gioacchini, Carmen Pacini. In basso gli alunni della classe IIIA della Scuola Elementare di Gradara. pag.17

18 Associazioni Gruppo Volontariato Le associazioni rappresentano l espressione più vitale di un autentica voglia di impegno, un impegno personale e diretto che a volte può portare a contatto con situazioni di disagio e sofferenza. È quanto testimonia dal 1997, con le sue numerose attività, il Gruppo di Volontariato di Gradara - coordinato dalla Signora Delia Lavanna - una realtà fortemente radicata nel territorio che si avvale del sostegno di privati, dell Associazione di Volontariato di San Giovanni, del Circolo Arci di Fanano, degli Enti preposti, nonché della fondamentale ospitalità della Chiesa di San Giuseppe. L associazione opera dove si manifestano maggiori condizioni di difficoltà, prestando aiuto in modo particolare alle famiglie bisognose e ai soggetti disabili, ma prendendo parte, sempre all insegna della solidarietà, anche ai tradizionali appuntamenti di Gradara (sfilata di Carnevale, mercatino di beneficenza, allestimento del presepe e dell albero di Natale). Ciò che il Gruppo si propone per il futuro è soprattutto sensibilizzare il ragazzi delle scuole sull esistenza e il significato del volontariato - pur mantenendo la massima apertura verso tutti coloro che saranno disponibili a fornire il proprio contributo - e organizzare, con l aiuto di persone competenti, un corso di musicoterapia. Centro Sociale Argento Anche nel 2005 il Centro Sociale Argento coinvolgerà i propri soci con un ricco calendario di appuntamenti, a partire dal 19 marzo, con la Festa del Papà presso i locali dell associazione, per arrivare al Primo Maggio, animato dalla tradizionale Festa in Fiore. Non m anch eranno attività creative come i corsi di tombolo, cucito, ricamo e taglio, aperti a tutti gli interessati, la cui conclusione è prevista per il mese di giugno con il rilascio ai partecipanti di un attestato di riconoscimento. Il Centro si è sempre distinto, inoltre, per il prezioso contributo offerto in occasione di svariati eventi, come la manifestazione Castello di Natale culminata con la mostra fotografica in Palazzo Rubini Vesin sulla Gradara del tempo passato. La mostra, proposta dall associazione, è stata l occasione per riannodare i fili della memoria comune attraverso un viaggio malinconico e toccante. pag.18

19 Associazioni Squadra dei falchi Il gioco di ruolo non è solo un gioco, ma una scuola di vita, che può essere un valido aiuto a crescere, a maturare, a socializzare e a creare un gruppo. E proprio questo ciò che i Falchi di Gradara fanno giocando. La loro unione è la loro forza permette loro di esprimersi per quello che sono veramente, di capire i propri punti di forza e di debolezza e portare, nella vita di tutti i giorni, le esperienze e gli insegnamenti appresi durante il gioco. Questo lo spirito che accomuna gli oltre 300 componenti dell Associazione - legalmente riconosciuta dal luglio di Giocatori di Ruolo dal Vivo di Gradara, che ad ogni incontro fa dello storico borgo l ideale scenario di storie e avventure in chiave fantasy-medievale. L Associazione organizza eventi live con cadenza generalmente mensile, oltre che manifestazioni e trasferte in alcune occasioni festive particolari. Nel sito della Squadra dei Falchi (www.squadrafalchi.it) è possibile trovare il Regolamento e l Ambientazione, notizie sullo staff organizzativo e collaborativo, un Forum di discussione, una Chat e una vasta raccolta di fotografie. Per informazioni e prenotazioni: Silvia Battisti (PR e Staff Organizzativo) tel Gemellaggio Gradara-Muggensturm L amicizia tra Gradara e Muggensturm continua a vivere intensa e vivace come sempre. Con il nuovo anno si prevedono numerose visite da parte dei nostri amici tedeschi. Diverse associazioni e gruppi hanno organizzato viaggi a Gradara e dintorni: Il Comitato di gemellaggio di Muggensturm incontrerà quello di Gradara in maggio per discutere insieme delle iniziative dell anno in corso. L Associazione di Pallamano ci farà visita tra il 5 e l 8 maggio Inoltre il 9 aprile sarà inaugurato il nuovo Municipio di Muggensturm e l Amministrazione Comunale di Gradara e tutti i cittadini interessati sono stati invitati a partecipare. Lo scambio tra gli studenti delle scuole medie delle due cittadine, grazie al costante impegno di insegnanti e famiglie, si ripeterà anche quest anno arricchendoci ancora una volta di nuove amicizie ed esperienze indimenticabili per i nostri ragazzi. In occasione della Giornata mondiale della Gioventù, che quest anno si terrà a Colonia, la parrocchia di Muggensturm ha fatto richiesta di poter ospitare i cittadini di Gradara che intendono partecipare. Assolutamente imperdibile sarà l ormai storico appuntamento della visita a Muggensturm in occasione della Volksfest (il III week-end di luglio) ovvero della sfilata dei coloratissimi carri di fiori. Il nostro Comitato di gemellaggio, visto il successo degli anni passati, intende infatti riorganizzare il viaggio. Si ripeterà infine anche l iniziativa del Ferienjob: i giovani gradaresi (15-18 anni) potranno fare un esperienza di lavoro di 2 settimane a Muggensturm (nel mese di luglio). Analogamente i ragazzi tedeschi potranno trascorrere a Gradara un periodo equivalente di ferie e lavoro. Si cercano famiglie disposte a ospitarli durante l ultima settimana di agosto e la prima di settembre. Per informazioni: Raffaella Alessandri, tel pag.19

20 Iniziative passate Diario di Gradara Gradara mantiene intatta la sua capacità di seduzione in ogni periodo dell anno, non a caso sono sempre più numerosi i visitatori che scelgono di scoprire, o riscoprire, le bellezze dello storico borgo al di fuori dei consueti flussi turistici estivi: l indubbio vantaggio è di poter godere in tutta tranquillità di scorci suggestivi e angoli pittoreschi, prendendo spesso parte ad eventi e manifestazioni. Castello di Natale Il calendario natalizio promosso dall Amministrazione Comunale con la collaborazione della Pro Loco e di tutte le associazioni locali ha dato vita a Gradara, all interno delle antiche mura, dal 26 dicembre al 2 gennaio, ad animazioni e festeggiamenti: rievocazioni in costume, concerti di musica sacra, degustazioni di piatti tipici, esposizioni di prodotti artigianali, mostre e intrattenimenti dedicati soprattutto ai bambini, hanno reso ancor più coinvolgente il soggiorno dei tanti visitatori che, approfittando delle vacanze, si sono lasciati conquistare dal fascino della rocca malatestiana. Particolare successo ha avuto infine il concorso rivolto a tutte le frazioni di Gradara per l allestimento dell Albero di Natale più originale, vinto dai cittadini di S. Stefano. Gradara...d Amare 2005 Il 13, 14 e 15 febbraio 2005, in occasione di San Valentino, nel Castello di Paolo e Francesca è tornata a sbocciare la passione grazie al ricco calendario di iniziative proposto dalla Pro Loco, con il patrocinio della Soprintendenza per i Beni storici, artistici e demoetnoantropologici delle Marche e del Comune di Gradara. Il fitto programma ha toccato tutte le corde dell emozione, dai fasti dell Amor cortese, evocati dalla visite guidate alle splendide sale della rocca sulle orme delle antiche Castellane, all incanto dei versi che Petrarca dedicò alla donna amata, interpretati e commentati dal Prof. Nando Cecini e da Matteo Giardini. Attraverso l incredibile forza di pag.20

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957

COMUNE DI TERRALBA. (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 COMUNE DI TERRALBA (Provincia di Oristano) Via Baccelli n 1 09098 Terralba Tel. 078385301 Fax 078383341 P.IVA 00063150957 Ordinanza Sindacale n. 41/2012 Prot. n. 12292 ORDINANZA SINDACALE (Adozione misure

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore

un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore un brand nato pensando a Voi, con l Italia nel cuore VOI esprime sia una dedica ai nostri graditissimi ospiti, destinatari delle nostre attenzioni quotidiane, sia l acronimo di VERA OSPITALITÀ ITALIANA,

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini.

Il sei gennaio, c è la festa dell Epifania. In quel giorno la Befana, una buona vecchietta con una scopa fra le gambe, porta regali per i bambini. A) Le feste italiane Naturalmente la più grande festa per i bambini e gli italiani è Natale. In Italia non mancano mai l albero di Natale, il presepio e molti regalini: la sera della Vigilia, il ventiquattro

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI

COSCIENZA COSMICA. FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto Comprensivo Statale PETRITOLI COSCIENZA COSMICA FIRMAMENTO: Quant è grande un milione? Dati identificativi ANNO SCOLASTICO periodo SCUOLA DOCENTI COINVOLTI ORDINE SCUOLA DESTINATARI FORMATRICI 2012/13 novembre-dicembre 2012 Istituto

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi

ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi ISTITUTO COMPRENSIVO G. Mazzini Erice - Trentapiedi come Anno scolastico 2012-2013 Classe 2 a D 1 Istituto Comprensivo G. Mazzini Erice Trentapiedi Dirigente Scolastico: Filippo De Vincenzi Ideato e realizzato

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli