DOING BUSINESS ABROAD FRANCIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DOING BUSINESS ABROAD FRANCIA"

Transcript

1 DOING BUSINESS ABROAD FRANCIA Brescia, 22 maggio 2015

2 Commercial litigation in France: timeframe & procedures Benjamin MOUROT, Partner

3 Commercial litigation: timeframe & procedures 1 ) Scope of commercial Law 2 ) Commercial judicial order 3 ) Ex-parte Orders 4 ) Summary Judgments 5 ) Regular / On merits procedures 6 ) Statistics 2

4 General principle: French commercial law only apply to traders ( commerçants ) Article L of the French commercial law states: Traders are those who carry out commercial acts and who make this their usual profession". = commercial acts + usual profession (cumulative condition). Commercials acts: either by virtue (par nature) or by accessory (par accessory) - By virtue (art. L ) draws a list, i.e.: all supply, agency, business offfice, auction house, exchange, banking, brokering, all obligations between dealers, bills of exchange, etc. - By accessory (direct) (ch. req. 21/07/1936) civil by virtue, but turn to be commercial because carried out (indirect) y a trader for the needs of a trading business. i.e.: commercial loan for the benefit of a company. - By accessory ((ch. req. 19/11/1924) civil by virtue, and carreid out by a non-trader, but together with a commercial act by accessory, i.e.: personal bank guarantee granted by the legal representative 3

5 Commercial jurisdiction (art ): Commercial Courts («Tribunaux de Commerce») hear: 1 Disputes relating to commitments between traders, credit institutions or between the foregoing; 2 Those relating to commercial companies; 3 Those relating to commercial acts between all persons. However, parties are free to agree, at the time of contracting, to submit the abovementioned disputes to arbitration commercial courts (1st instance) as 1st January Special regime for Alsace and Moselle (Historical) + DOM/TOM (Art. L ) : Colmar, Metz, Mulhouse, Sarreguemines, Saverne, Strasbourg, Thionville + Basse-Terre, Cayenne, Fort-de-France, Pointe-à-Pitre, Saint-Denis, Saint-Pierre. «tribunal de première instance» in St-Pierre-Miquelon and Wallis & Futuna. «tribunal mixte» in French Polynesia + New Caledonia. - Some are furthermore dedicated (i.e.: to apply competition law) : Marseille, Bordeaux, Lille, Fort-de-France, Lyons, Nancy, Paris, Rennes. Territorial jurisdiction arranged by regular civil procedural rules. 4

6 Article L of the commercial law Commercial courts (as of first instance) comprises elected judges and a registrar appointed by the Minister of Justice Garde des sceaux. Commercial courts are subject to the provisions, common to all courts, of Book I of the Code of Judicial Organisation ( Code de l organisation judiciaire ) + subject to any other provision of the Code of civil procedure ( Code de procédure civile ). 5

7 Ex-parte Orders Ex parte orders ( ordonnances sur requêtes ) Art. 493 Civil procedure code: An ex parte order is a provisional order given without trial in cases where the petitioner has good reason for not summoning the opposing party Art. 874 Civil procedure code: The matter is referred to the president of the Commercial Court by way of petition in the circumstances as provided by law. Art. 875 Civil procedure code: He may equally order upon petition and within the confines of the competence of the court, any such urgent measures where the circumstances of the case require that the said measures be taken without adversarial proceedings. Art. 876 Civil precedure code: In urgent cases, the petition may be presented at the domicile of the president or at the place where he sits to perform his professional activity. 6

8 Summary Judgments Summary Judgments («ordonnances de référés») = URGENCY and/or OBVIOUSNESS = provisional Article 872 In all urgent cases, the president of the Commercial Court may, within the confines of the competence of the court, order in a summary procedure, all measures that do not encounter any serious challenge or which the existence of the dispute justifies. Article 873 The president may, within the same confines and even where confronted with a serious challenge, provide for by way of a summary procedure such protective measures or rehabilitation measures that the case justifies, either to avoid an imminent damage or to abate a manifestly illegal nuisance. In the cases where the existence of an obligation is not seriously challenged, he may award an interim payment to the creditor or order the mandatory performance of the obligation even where it is an obligation to do. 7

9 Summary Judgments = urgent / provisional remedies & compensations Article 145 code of civil procedure: preparatory inquiries If there is a legitimate reason to preserve or to establish, before any legal process, the evidence of the facts upon which the resolution of the dispute depends, legally permissible preparatory inquiries may be ordered at the request of any interested party, by way of a petition or by way of a summary procedure. = bailiff affidavits, judicial expert designations, etc. Appeal before the Court of Appeal. 8

10 Regular procedures / On merits ON MERITS / REGULAR PROCEDURE - Opening of the action: The action before the court must be brought by writ of summons, by handing over to the clerk's office of the court a joint petition or by a voluntary appearance of the parties before the court (art. 854 cpc). - Time limits: The writ of summons must be served at least fifteen days before the hearing date (art 856 cpc) (+ additional time for overseas territories and foreign defendant). The matter may be referred to the court, at the request of one or the other party, by handing over to the clerk's office a copy of the writ of summons. The handing over must take place at least eight days before the hearing date (art. 857 cpc). However: the time-limit to appear and the handing over of the writ of summons may be abridged by order of the President on an ex-parte order (art. 858 cpc). 9

11 Regular procedures / On merits GENERAL PROCEDURAL RULES = civil procedural rules With the following principles applying: - Evidence rules: With regard to traders, commercial acts may be proven by any means unless the law specifies otherwise (L ) - The procedure will be conducted orally - Judge rapporteur in some courts (each courts bears its own procedural regulation negotiated with the local bar), - Commercial Courts will not entertain jurisdiction to enforce their judgments (jurisdiction granted to the civil Juge de l exécution. 10

12 French commercial courts statistics ( ) Time-period between opening of an action and the rendering of the decision: One & only official statisic regarding the procedural timeframe: Average 6,1 months between action opening and order/judgment ATTENTION: this comprises any actions + any jursdiction (commercial litigation + insolvency / bankruptcy proceedings). As per day-to-day practice: - Ex-parte Orders: from 1 to 4 days (depending on the availability of the President having jurisdiction) - Summary judgments: from 1 to 6 months - Regular litigation on merits: from 2 to 24/36 months. 11

13 Contacts Paris 14, rue Pergolèse Paris TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lille 4, rue des Canonniers CS CS Lille Cedex TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lyon 30 Rue de la République Lyon Cedex 02 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Aix-Marseille Hémilythe - 150, avenue Georges Pompidou CS Aix-en-Provence Cedex 1 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Shanghai Room 1501, Ben Ben Mansion, 300 Xi Kang Road -Jing An District Shanghai , P.R.China TEL FAX

14 Company liquidation and characteristics of insolvency liquidation Benjamin MOUROT, Partner

15 1 ) Introduction to French Insolvency / Bankruptcy procedures: Conciliation, savegarding procedure, judicial restructuring, judicial liquidation. 2 ) opening conditions to judicial liquidation 3 ) appointed parties by the Court 4 ) conservatory measures by the liquidator 5 ) treatment of creditors 6 ) realisation (assignment) of assets 7 ) closing of the procedure 2

16 French Insolvency / Bankruptcy procedures As of 1st January 2006, French Insolvency/Banckruptcy Law consists of: - 1st (optional) step: Conciliation: «Conciliation proceedings shall be established before the Commercial Court for debtors exercising a retail commercial or trade activity, who are faced with actual or foreseeable legal, economic or financial difficulty and who have not been in a state of cessation of payments for more than forty-five days (Art. L )» Aim of the Conciliation (Art. L ) : The conciliator's duty is to promote the conclusion of an amicable agreement between the debtor and its main creditors as well as, if applicable, its usual contracting partners, which is intended to put an end to the difficulties faced by the business. He may also make any proposals for the safeguarding of the business, the continuation of the economic activity and the maintenance of employment. ( ) Financial authorities, social security bodies, institutions managing the unemployment insurance system provided for by Articles L and following of the Labour Code and institutions governed by Book IX of the Social Security Code may consent to a cancellation of debt ( )» 3

17 - 2 nd (optional) step: safeguarding proceeding («procédure de sauvegarde»): A safeguarding procedure is established at the request of the debtor mentioned in Article L who can prove that although it is not faced with a cessation of payments, it has difficulties that it is unable to overcome. This purpose of this procedure is to facilitate the reorganisation of the business in order to allow the continuation of the economic activity, the maintenance of employment and the settlement of liabilities. The commercial court then appoints (L ): - A supervisory judge («juge commissaire») to follow-up the safeguard, - Two court nominees, that is, a court-appointed receiver ( mandataire judiciaire ) and an administrator ( administrateur judiciaire ), And also invites the employees / work council to appoint a representative from among the company's employees ( représentant des salariés ). 4

18 - 2 nd (optional) step: safeguarding proceeding («procédure de sauvegarde»): The order commence an observation period not exceeding six months, which may be renewed once, that prohibits payment of claims arising prior to the issue of the commencement order, and also automatically prohibits the payment of any claim arising after the commencement order, not benefiting from a guarantee. Ends up with a report (Art. L ): The administrator, in cooperation with the debtor and possibly assisted by one or more experts, shall be required to draw up a report on the business's economic and employment situation. The report on the economic and employment situation shall state the origin, extent and nature of the business's difficulties. Completed with an environmental report if subject to specific environmental constraints. 5

19 - 3rd (mandatory) step: Judicial restructuring («redressement judiciaire»): Art. L : Opened to the debtor which is unable to pay its accrued liabilities with its quick assets («dans l'impossibilité de faire face au passif exigible avec son actif disponible»). = state of cessation of payments ( cessation des paiements ). SAFEGUARD PROCEDURES = PREVENTIVE JUDICIAL RESTRUCTURING = CURATIVE Issues of the judicial restructuring, either: - Restrucuring plan, (as of safeguarding plan) or - Judicial liquidation. 6

20 - 4th (mandatory) step: Judicial liquidation («liquidation judiciaire»): Art. L : 2 cumulative conditions: in a state of cessation of payments + whose restructuring is manifestly impossible Court having jurisdiction to open up a judicial liquidation : Commercial court («tribunal de commerce») where the debtor is located, if subject to commercial law, or civil court of first instance («tribunal de grande instance») if subject to civil law. Applicant: debotor or on request (summons) of a creditor. 7

21 Opening conditions to judicial liquidation (L ): State of cessation of payments (Art. L ): Any debtor ( ) which, being unable to pay its accrued liabilities with its quick assets, is in a state of cessation of payments. The debtor who establishes that the credit reserves or moratoria granted to it by its creditors are sufficient to allow it to meet its accrued liabilities with its quick assets, is not in a state of cessation of payments. Case law: - Burden of proof on the applicant (even when the debtor is the applicant), - Assessment on the date of the hearing (1st instance or appeal), + «private» hearing (judge's chambers) + remains in state of Cessation of payments despite judicial restructuring. 8

22 Appointed Parties by the Court: The commercial court then appoints (L ): - A supervisory judge («juge commissaire») to follow-up the safeguard, - A reprensentative of employees ( représentant des salariés ), - 1 to 5 controllers («contrôleurs») amongst the creditors that apply for it, - A liquidator («liquidateur judiciaire»), who is the former a court-appointed receiver ( mandataire judiciaire ), - A representative of the order/profession when the debtor runs a regulated business. 9

23 Conservatory measures by the liquidator: - Verify the claims of the creditors, - Realises an inventory of the assets, - Can take over on existing judiciail actions + introduce additional judicial actions, - Can maintain the business activity for 3 months on a court order, - Manages the company, - Require the continuation of previous partnerships/agreements, - Prepare a plan to assign assets, 10

24 Treatment of creditors: - Creditors must declare their credits to the liquidator, - The order of liquidation prohibits payment of claims arising prior to the issue of the commencement order. - Creditors ar ranked by the liquidator on the «Etat des créances» (State of credits): - 1 / Hypersecured («hyperprivilégiés»), - 2 / Secured «privilégiés», - 3 / Unsecured creditors («chirographaires»). 11

25 Realisation (assignment) of assets : Art. L : the commercial court may order the assignment of the company through a Plan in order to maintain the activities capable of being operated autonomously, maintain all or part of the related employment contracts and settle the liabilities. = conditions are ranked By the appointed liquidator, subject to prior advertising/publicity over internet. The assignment may relate to all or some of the assets. In the latter case, it shall relate to a group of assets which are the means of production that form one or more complete and autonomous branch or branches of activity. + Assignment of isolated assets: real estate and other assets, mainly by public auction. 12

26 Closing of the procedure: - Debtor is summoned by the registrar to appear before the Court. - The Court orders the closing of the liquidation when, either: - any liabilities are covered by the realised assets, or - the liquidator is facing insufficient assets. - Upon closure, the declared creditors recover the right to act against the liquidation, - The liquidation may be reopened if the liquidator identifies new assets to assign. - The liquidator must handle its accounts to the registrar of the court within 2 months. 13

27 Contacts Paris 14, rue Pergolèse Paris TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lille 4, rue des Canonniers CS CS Lille Cedex TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lyon 30 Rue de la République Lyon Cedex 02 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Aix-Marseille Hémilythe - 150, avenue Georges Pompidou CS Aix-en-Provence Cedex 1 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Shanghai Room 1501, Ben Ben Mansion, 300 Xi Kang Road -Jing An District Shanghai , P.R.China TEL FAX

28 INDEPENDENT COMMERCIAL AGENT CONTRACTS and EMPLOYMENT CONTRACTS IN FRANCE Jérémie Boublil / Stéphanie Zurawski Tél : Tél :

29 Key points: Difference between an independent commercial agent contract and an employment contract Main features of independent commercial agent contract Other independent commercial agent contract categories Employment contracts: main features and types of contracts Formalities to follow when hiring an employee in France Focus on the working from home («télétravail») Ways to terminate an employment contract Specific status of protected employees 2

30 Difference between a contract of agency and a employment contract The employee remains under the authority and control of the employer, it must in such capacity follow the directions and working conditions imposed by his employer. On the contrary, the commercial agent has significant autonomy and freedom: It is free to organize its activity and carries out its mandate within the limits set by the contract It can act on behalf of several instructing parties It can enter into commercial acts on its own behalf and perform activities outside its mandate It may recruit other agents or even employees to carry out its mission It can perform its duties within the legal structure of its choice 3

31 Main features of the agency contract 1 - Definition of the Commercial Agent Under Article L134-1 of the Commercial Code, "the commercial agent is a representative who, as an independent professional who is not bound by a service contract, is responsible, permanently, for negotiating and, possibly, entering into contracts of sale, purchase, lease or provision of services on behalf and in the name of producers, industrialists, traders or other commercial agents. It can be an individual or a corporation. The commercial agent is hence: an agent who acts on behalf and in the name of its principal an independent professional, registered in a special register kept in the Registry of the Commercial Court an entity that exerts its activity permanently whether under a corporate form or not an entity that has the power to negotiate and sometimes enter into contracts of sale, purchase, lease or provision of services 4

32 Main features of the agency contract (continued) 2 - Termination of the commercial agency contract Termination of the commercial agency contract (Article L of the Commercial Code) The law requires to comply with a notice to terminate the agency contract of indefinite duration: one month if the termination occurs during the first year two months if the second year has began three months if the third and / or the following years have began The contract termination compensation (Article L of the Commercial Code) If the agent is not at the origin of the breach of contract and unless serious misconduct, it is entitled to compensation for the damage suffered The compensation is generally calculated by case law on the basis of two years of commissions 5

33 Other categories of commercial contract Types of contracts / Types de contrats The Commissioner/ le commissionnaire The Broker/le courtier The selective distribution contract/le contrat de distribution sélective The exclusive dealership agreement/le contrat de concession exclusive Main features - a trade intermediate - acting in its own name but on behalf of a principal - within the limits of the mandate entrusted to it - An intermediary that connects two parties for the purpose of entering into a contract - Acting in its name but on behalf of an instructing party - a contract under the terms of which a supplier undertakes to reserve the marketing of its products to distributors that meet certain quality criteria. - It undertakes to sell only to selected distributors a contract under the terms of which a trader (called dealer) puts its distribution business at the service of a trader or an industrial (called grantor) in order to exclusively provide on a given territory for a limited period, and under the supervision of licensor, the distribution of products whose resale monopoly has been conceded to it. 6

34 Employment contracts : main features Employment contract criteria are defined by case-law: - Payment of remuneration in exchange for work carried out under the supervision of an employer who has the authority to give instructions and sanction the work The employment contract must be written in French French Law must apply to certain provisions such as working time, rest time, minimum wage, health and safety, etc. Application of a collective bargaining agreement (CBA) 7

35 Employment contracts: different types of contracts Permanent employment contracts («contrat à durée indéterminée») Fixed-term employment contracts («contrat à durée déterminée») 8

36 Formalities to be undertaken when hiring an employee in France (1/3) Information checks, formalities, paperwork - Check employee nationality in order to assess if a work permit is required (EU-citizens are free to travel, live and work in any EU-member state without any resident/work permit. The employer must simply ensure that the employee has a valid passeport/id) - The employer must inform the Labour Inspectorate if it is hiring employees for the first time - Check if the employee is subject to a non-compete clause - Fill in the Declaration Prior to Hiring («déclaration préalable d embauche») 9

37 Formalities to be undertaken when hiring an employee in France (2/3) Register the employee with the URSSAF to which the company is affiliated (if an italian company with no subsidiary in France hires an employee to work in France, then the employee should be affiliated to the URSSAF of Schilitgheim close to Strasbourg) Sign up employee to complementary pension schemes For a company of more than 50 employees, the employer must submit a monthly Declaration of Staff Movement («déclaration mensuelle de mouvements de main d œuvre») 10

38 Formalities to be undertaken when hiring an employee in France (2/3) The employer must keep a staff register («registre du personnel») The employer must provide the employee with an information sheet concerning applicable company rules (a copy of the applicable collective bargaining agreement, internal policies if any, safety regulations, benefit schemes, if any) The employer has to organize a medical examination for his employee («visite médicale d embauche») 11

39 Focus on the work from home arrangement («télétravail») (1/2) A home worker is an employee : - whose work can be carried out within the premises of the company but is instead carried out at home - who uses the employer s information and communication technologies - who voluntarily and regularly works under this arrangement The Working From Home arrangement is requested by the employee or proposed by the employer. It can be planned from the beginning of the contract or can be implemented following an amendment to the employement contract 12

40 Focus on the work from home arrangements («télétravail») (2/2) The contract or the amendement should contain specific clauses related to working from home (place of work, duration, working time, rest time, etc.) The employer must be able to control the employee s working time The employee working from home has the same rights/guarantees as an employee working from the company s office The employer may cover the costs incurred by working from home (telephone, internet, heating, etc.) The employer should pay the employee a specific indemnity aimed at compensating for the use of the employee s private home for working purposes The employee working from home is required to come to the office from time to time in order to liaise with his supervisor and collegues 13

41 Ways to terminate a permanent employment contract (1) Dismissal (disciplinary and non disciplinary grounds) Redundancy Mutual certified agreement («rupture conventionnelle homologuée») Court-ordered termination due to the employer s fault («résiliation judiciaire du contrat de travail») / notification of termination by the employee («prise d acte de la rupture du contrat de travail») Resignation 14

42 Ways to terminate a permanent employment contract (2) Dismissal (on disciplinary and non disciplinary grounds) - Dismissal for personal reasons (disciplinary grounds : misconduct, gross misconduct («faute grave») or wilful misconduct («faute lourde»); non disciplinary grounds: professional incompetence, medical incapacity - The dismissal procedure set out in the French Labour Code is a two-step procedure. This procedure must be followed by all employers, irrespective of the size of the company or the employee's length of service. Please note that in case of dismissal for medical incapacity additional steps and obligations must be complied with specific provisions 15

43 Ways to terminate a permanent employment contract (3) Preliminary meeting: The employer must check if there are any specific provisions concerning the dismissal either in the CBA, company policy or in the company s bylaws The first step of the dismissal procedure is for the employee to attend a preliminary meeting with the employer If the employer does not organise a preliminary meeting with the employee, the dismissal will not necessarily be considered unfair (i.e.: not for a proper and genuine reason «sans cause réelle et sérieuse»), but the procedure will be considered irregular and the employer may be required to pay damages to the employee 16

44 Ways to terminate a permanent employment contract (4) Invitation: registered letter with return receipt or letter delivered by hand against receipt Information contained in the invitation: purpose of the meeting, date and the time of the meeting, and the place where the meeting will be held Assistance to the employee during the meeting (company with staff delegates/ company without staff delegates) Time period between receipt of letter and meeting: the pre-dismissal meeting must take place no earlier than five working days after the date on which the above invitation was presented to the employes 17

45 Ways to terminate a permanent employment contract (5) During the pre-dismissal meeting the employer must inform the employee of the reasons for the proposed dismissal (even if the employee is already aware of these reasons); and Give the employee the opportunity to present his defence or make any comments in this respect If the employer does not fulfil these requirements, the dismissal procedure will be considered irregular. If the employee chooses not to attend the preliminary meeting, the employer is released from this obligation As the meeting is a preliminary/ pre-dismissal meeting, the decision to dismiss the employee may not be taken during this meeting 18

46 Ways to terminate a permanent employment contract (6) Notification of the dismissal - The dismissal letter must clearly set out the reasons for which the employer is considering dismissing the employee. If the employer fails to state the reasons for dismissal in the letter (or if the explanation for the dismissal is not deemed sufficient by the Employment Tribunal), the dismissal will not be considered to be for a proper and genuine reason and will therefore be considered unfair - The dismissal letter is sent by registered letter with acknowledgement of receipt - There are specific time lines to be respected when sending the letter depending on the nature of the dismissal 19

47 Ways to terminate a permanent employment contract (7) Payments and employee entitlements in the event of dismissal When an individual is dismissed, he is entitled to the payments and entitlements set out below: - Payment of notice period (except in case of gross misconduct/wilful misconduct) - Severance indemnity (except in case of gross misconduct/wilful misconduct) - Accrued holiday entitlement (except in case of wilful misconduct) - Continued health and welfare insurance - Individual training rights 20

48 Ways to terminate a permanent employment contract (7) Financial Risks - If the employee is dismissed for gross misconduct and if the dismissal is deemed unfair, the employee is entitled to receive an indemnity in lieu of notice period, as well as the severance indemnity - Damages for irregular procedure, if any - Damages for unfair dismissal : If the Employment Tribunal determines that the employee was dismissed without real and serious grounds, the dismissal will be considered unfair 21

49 The amount of damages awarded by the Employment Tribunal depends on the length of service of the employee and the number of employees in the company. If there are at least 11 employees in the company and the employee has at least two years' continuous service, the employer will be ordered to pay damages amounting to at least six months' gross remuneration. There is no maximum limit provided by French law, but, in assessing whether or not additional damages should be awarded, the Tribunal considers whether or not the employee has suffered further specific damage (for example if the employee was close to retirement age at the time of dismissal or if he was a high-level executive and the circumstances are particularly damaging for him) If the employee has less than two years' length of service (or the employer has less than 11 employees), there is no legal minimum amount of damages to be awarded and the Tribunal will assesses damages depending on the loss suffered by the employee (although this does not prevent the Tribunal awarding damages of an amount of six months' remuneration). 22

50 Ways to terminate the employment contract (8) : redundancy Definition of redundancy Economic grounds must have consequences on the employee s position 4 redundancy categories Payments and employee entitlements in case of redundancy Risk involved if the procedure is not followed or if the redundancy is considered unfair 23

51 Definition of economic grounds The French Labour Code provides that all redundancies must be justified by a real and serious cause As far as a redundancy for economic reasons is concerned, this is defined in the French Labour Code and case-law as "a redundancy for one or several reasons which are not related to the employee himself, but which result from the elimination or transformation of a position; or the refusal by the employee to accept a substantial amendment of his employment contract; in particular as a result of economic difficulties or technological changes or restructuring operations that are necessary to safeguard the competitiveness of the company and of the business sector of the group to which the company belongs" For a company which belongs to a group, economic difficulties are analysed not only at company level, but also at the level of the sector of activity of the group (i.e. when the group has several different activities, it is only the specific sector of activity to which the company belongs that needs to be taken into consideration) 24

52 Economic grounds Economic difficulties Technological changes Reorganization of the company in order to safeguard the competitiveness of the company (or the competitiveness of the group when the company belongs to a group) Cessation of the activity of the company Must have an impact on the employee s position suppression of a position, transformation of a position, modification of an essential element of the employment contract 25

53 4 redundancy procedure categories Redundancy of one employee ( individual redundancy ) (1 to 2 months) Redundancy concerning 2 to 9 employees over a period of 30 days ( small redundancy ) (2 to 4 months) Redundancy of 10 or more employees over a period of 30 days (in a company of less than 50 employees) (2 to 4 months) Redundancy concerning at least 10 employees within a company which employs at least 50 employees (obligation to implement a social plan called Plan de Sauvegarde de l Emploi) ( 6 to 8 months) 26

54 Main features of the redundancy procedure Staff representatives information / consultation Selection criteria defining the order of the redundancies Notification of the redundancies project to the Labour Authorities Search for internal redeployment positions (specificity if the company is part of international group) Benefit schemes : the employee whose position is at risk has the right to adhere to a benefit scheme which allows him access to unemployment funds: two kinds of benefit schemes: professional redeployment scheme («contrat de sécurisation professionnelle» or redeployment leave («congé de reclassement») 27

55 Notification of redundancy to the concerned employees: should the company fail to redeploy the employee, it must issue the employee with a redundancy letter detailing the following: - the economic grounds for the redundancy and the consequence of the economic difficulties on the employee s position - the possibility to benefit from redeployment leave or a professional redeployment scheme - the possibility to benefit from rehiring priority - the possibility to challenge the redundancy within a period of 12 months - the hours related to the training rights ( DIF ) - the possibility to benefit from the company welfare scheme 28

56 Payments and employee entitlements in the event of redundancy When an individual is made redundant on economic grounds, he is entitled to the payments and entitlements set out below: Payment of notice period Severance indemnity Accrued holiday entitlement Continued health and welfare insurance Individual training rights 29

57 Risks involved in case of unfair redundancy There is a risk that an employee made redundant may bring a claim before the Employment Tribunal for unfair redundancy. If the Employment Tribunal determines that the employee was made redundant without real and serious grounds, the redundancy will be considered unfair In terms of the amount of damages awarded by the Employment Tribunal, there is no minimum or maximum limit provided by French law, and the Tribunal usually assesses damages depending on the loss suffered by the employee. In practice, an employee who wins his case before the Employment Tribunal usually obtains between 6 to 12 months salary in damages for unfair redundancy Of course, litigation can be avoided by concluding an out-of-court settlement agreement with the employee 30

58 Ways to terminate a permanent employment contract (9) Termination of employment by mutual consent («rupture conventionnelle») A new procedure for the termination of permanent employment contracts by mutual consent was introduced in 2008 which provides greater flexibility for both employers and employees Conditions to be respected If the parties wish to terminate an employment contract in this manner, three conditions must be fulfilled: (i) the consent of the parties must be freely given, in respect of both the principle itself of termination and the specific terms and conditions of the termination; (ii) the parties must respect the legal provisions concerning both the substance and the form of the termination; and (iii) the termination agreement signed by the parties must be approved by the labour authorities 31

59 Ways to terminate a permanent employment contract (10) Procedure - The procedure is relatively simple: - At least one meeting must be held to discuss the mutual termination, - The mutual agreement containing the terms and conditions of the termination must be signed - the specific indemnity to be paid to the employee must be decided on - A period of 15 calendar days must be given for reflection, during which either party may decide that it no longer wishes to proceed with the termination in which case the procedure is taken no further. At the end of this period, the agreement is sent to the labour authorities for approval - The authorities then have 15 working days to study the request in order to determine whether or not the parties consent has been freely given and legal requirements have been met and also to ensure that the procedure is not being used as a means to circumvent any other legal requirements - Form of the notification of the decision - A specific procedure applies for protected employees (e.g. : employee representatives) 32

60 Ways to terminate a permanent employment contract (11) Court-ordered termination due to the employer s fault («résiliation judiciaire du contrat de travail») / notification of termination by the employee («prise d acte de la rupture du contrat de travail») Resignation 33

61 Specific status of protected employees Protected employees: staff representatives, members of the Works Council, members of the Health and Safety committee, employees acting as a judges in the Labor Court In order to make a protected employee redundant, the employer has to request the formal authorization of the Labour Inspectorate The Labour Inspectorate will then consult the file and verify if the employer has respected the dismissal / redundancy procedure If the Labour Inspectorate issues the authorization, then the employer may notify the redundancy to the protected employee. If not, the employee has no choice but to continue to employ the protected employee and lodge an appeal against the Labour Inspectorate s decision 34

62 DOING BUSINESS ABROAD FRANCIA Dr. Federico Venturi Brescia, 22 maggio 2015

63 Come operare in Francia STUTTURA DEL BUSINESS (presenza diretta vs distributori/agenti indipendenti Valutazioni rischio paese / costi logistica / business plan / contesto culturale e politico / accordi di collaborazione) LUOGO E MODALITÀ DI TASSAZIONE DEI REDDITI PRODOTTI (branch vs subsidiary) EVENTUALE DOPPIA IMPOSIZIONE (rimedi es. convenzioni) RIADDEBITO DEI COSTI INFRAGRUPPO RIPARTIZIONE DEI MARGINI (tansfer pricing)

64 Come operare in Francia Vendita diretta / Contratto di distribuzione Agente di Commercio (Commissionnaire) Ufficio di Rappresentanza (Liason Office) Stabile organizzazione (Branch) Società di diritto francese (Subsidiary) 3

65 Come operare in Francia Contratto di distribuzione Non è necessario eleggere un rappresentante fiscale Tassazione delle vendite nello stato di residenza del cedente IVA e altre imposte indirette sono a carico dei clienti / distributore Necessità di un attenta valutazione del contenuto del contratto Agente di Commercio (Commissionnaire) Non è necessario eleggere un rappresentante fiscale Modalità flessibile per esplorare il mercato francese Agente indipendente che agisce in proprio in qualità di intermediario tra la società estera e il mercato francese Non può avere il potere di firmare contratti in nome e per conto della società estera Possibile problema di qualificazione di stabile organizzazione (sentenza Zimmer) 4

66 Come operare in Francia Ufficio di Rappresentanza (Liaison office) L ufficio di rappresentanza non ha personalità giuridica separata da quella della casa madre Può eseguire attività esclusivamente non commerciali, attività promozionali, fornitura di informazioni e altre attività di carattere preparatorio o ausiliario (non può emettere fatture per conto della casa madre, firmare contratti, etc.) Non è considerato stabile organizzazione ai fini fiscali (no imposizione diretta in Francia eccetto per alcune imposte locali o sulle retribuzioni) Non è richiesta la registrazione a meno che disponga di locali propri o assuma dipendenti in Francia Non è soggetto a tassazione diretta in Francia 5

67 Come operare in Francia Stabile organizzazione (Branch) Non ha personalità giuridica separata da quella della casa madre. L entità legale è sempre la società di diritto estero; è una sua sede secondaria operativa nel territorio francese Può eseguire tutte o parte delle funzioni del soggetto giuridico principale La stabile organizzazione è una nozione prettamente fiscale che consente allo Stato ove l impresa viene esercitata (Francia) di assoggettare a tassazione i redditi ivi prodotti Il reddito prodotto dalla stabile organizzazione è assoggettato ad imposizione in Francia ed è tassato anche nel territorio in cui ha residenza fiscale l entità legale (i.e. Italia) ove, con certe limitazioni, è riconosciuto un credito d imposta per le imposte pagate all estero 6

68 Come operare in Francia Le fasi del procedimento Registrazione presso il registro delle imprese locale entro 15 giorni dall inizio dell attività Ai fini della registrazione è necessario presentare lo statuto e l atto costitutivo della società di diritto estero, la certificazione dell iscrizione al registro delle imprese dello stato estero, i documenti relativi alla persona che ha i poteri per impegnare la società (carta d identità, carichi penali, qualifiche necessarie se attività regolamentata) e un giustificativo della domiciliazione Devono essere fornite tutte le formazioni societarie fondamentali della società estera Necessaria traduzione in francese e dichiarazione di conformità del legale rappresentante per tutti i documenti presentati (L intero procedimento richiede in genere da 10 a 20 giorni) 7

69 Come operare in Francia Principali aspetti civilistici e contabili della branch estera di società italiana Sede secondaria con rappresentanza stabile della società: adempimenti al Registro imprese (art. 2197, c.c.) Unicità del bilancio rilevante verso i terzi: consolidamento diretto sulla società dei dati dell impresa estera e indicazione nella Relazione sulla gestione (art. 2428, c.c.) Presso la branch estera: adeguamento alle disposizioni locali (registri contabili, valuta, lingua, ecc.) 8

70 Come operare in Francia Aspetti contabili per la gestione della branch estera di società italiana Art. 14 D.P.R. n. 600/73 La normativa fiscale impone la rilevazione distinta dei fatti gestionali che interessano la casa madre da quelli relativi alla branch; i fatti gestionali della branch devono essere separatamente registrati non oltre 60 giorni nella contabilità della casa madre in un apposito libro giornale sezionale La contabilità della branch deve rispettare le procedure contabili del Paese ospitante e altresì del Paese di origine al fine di consentire alla casa madre di formare un bilancio complessivo. La casa madre può recepire in corso d anno i fatti gestionali della branch secondo la valuta del Paese ospitante ed effettuare la conversione alla chiusura dell esercizio (art. 110, comma 2, TUIR) 9

71 Come operare in Francia Fiscalità della branch estera disciplina IRES Non assoggettamento a ritenuta fiscale dei pagamenti per cd. passive incomes (royalty, interessi) fra branch e società madre Si applicano nei rapporti società madre branch estera i principi del Transfer pricing (principio di libera concorrenza e valore normale delle transazioni) Il risultato della branch estera concorre alla formazione del reddito imponibile IRES della società italiana Ri-espressione del risultato della branch estera secondo le disposizioni del TUIR Eliminazione della doppia tassazione secondo sistema del credito per imposte estere ex art. 165, TUIR: limite all imposta netta assolta in Italia e possibile non recupero dell imposta assolta all estero (rimedio ex co. 6: metodo del riporto in avanti e all indietro per 8 anni) 10

72 Come operare in Francia Strumenti di business Fiscalità della branch estera disciplina IRAP Applicazione art. 12, D.Lgs. 446/1997 (Decreto Irap) La quota di valore della produzione attribuito alla branch estera non è soggetta a tassazione IRAP (corrisponde ad una regione con aliquota zero) La quota esente è determinata in proporzione alle remunerazione del personale dipendente e assimilato utilizzato presso la branch estera, rispetto al totale dell intera società 11

73 Come operare in Francia SOCIETÀ DI DIRITTO FRANCESE (Subsidiary) E una entità legale distinta e separata dalla società madre estera E un soggetto di diritto francese (Capitale, Governance, contabilità, ecc.) Il reddito prodotto dall impresa estera è soggetto alla potestà impositiva esclusiva dello stato francese (salvo deroghe previste dalla Convenzione Italia Francia per evitare le doppie imposizioni) Ai fini della residenza fiscale è soggetta al test della esterovestizione (Art. 73, comma 3 TUIR) 12

74 Come operare in Francia Subsidiary punti di forza Segregazione del patrimonio della subsidiary rispetto al patrimonio della controllante Possibilità di accesso a finanziamenti statali e ad agevolazioni previste dallo stato francese per le imprese neo costituite in fase di sviluppo Possibilità di concludere contratti di servizio con la controllante estera e possibilità di pagare/ricevere royalties, commissioni, management fees etc. Subsidiary Adempimenti per la costituzione Tutte le formalità per la costituzione di una società in Francia sono gestite da un unica autorità competente, il Centre de Formalités des Entreprises (CFE), che si occupa di: Iscrizione all Ufficio nazionale Francese di Statistica (INSEE) Adempimenti con le Autorità fiscali e previdenziali Iscrizione al Registro delle Imprese ed emissione del certificato di registrazione «K-bis» al termine del processo di costituzione 13

75 Come operare in Francia Forme giuridiche a partecipazione straniera Société Anonyme (SA Società per Azioni) Société par Actions Simplifiée (SAS Società per Azioni semplificata) Société à Responsabilité Limitée (SARL Società a responsabilità limitata) Le forme giuridiche più diffuse sono la società per azioni semplificata (SAS) e la società a responsabilità limitata (SARL) 14

76 Come operare in Francia SA (Società per azioni) Capitale Sociale minimo EUR Minimo 7 soci (almeno 1 persona fisica) SAS (Società per azioni semplificata) No Capitale sociale minimo importo stabilito dai soci nello statuto Minimo 1 socio (SAS unipersonelle) persona fisica o persona giuridica SARL (Società a responsabilità limitata) No Capitale sociale minimo importo stabilito dai soci nello statuto Da soci persone fisiche o giuridiche Possibilità di socio unico (EURL) CDA composto da 3 a 18 membri, possibilità di amministratore unico o Presidente con Direttore Generale Strutturata per una «delegazione monitorata». Possibilità di fare offerte pubbliche di sottoscrizione Almeno 1 presidente (persona fisica o giuridica) Possibilità di CDA Disposizione statutarie libere per i rapporti tra azionisti, la direzione, l organizzazione ed il trasferimento di capitale 1 o più amministratori persone fisiche (anche non soci) Facile da avviare e da gestire 15

77 Come operare in Francia La Branch La società estera Pro - Semplificazione societaria - No capitale minimo iniziale - Consolidamento della perdita estera con reddito della società italiana Contro - No limite responsabilità - Tassazione Ires del reddito estero in Italia - Limiti al recupero dell imposta assolta all estero - Gestione contabile separata presso la contabilità della società italiana Pro - Limite della responsabilità - Assoggettamento a tassazione del reddito estero solo nello Stato estero Contro - Costi societari e di governance - Assoggettamento a test esterovestizione e Cfc rules - Non consolidamento della perdita estera 16

78 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Francia / Italia 17

79 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Convenzione per evitare le doppie imposizioni tra il Governo della Repubblica Italiana e la Francia Firmata a Venezia il 5 ottobre 1989 Ratificata con Legge n. 20 del 7 gennaio 1992 In vigore dal 1 maggio

80 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Dividendi Art. 10 Se il percettore è il beneficiario effettivo dei dividendi l'imposta applicata alla fonte non può eccedere: il 5 per cento dell'ammontare lordo dei dividendi se il beneficiario effettivo è una società assoggettabile all imposta sulle società che ha detenuto direttamente o indirettamente, nei 12 mesi precedenti alla data della delibera di distribuzione, almeno il 10 per cento della società che paga i dividendi il 15 per cento dell'ammontare lordo dei dividendi in tutti gli altri casi 19

81 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Interessi Art. 11 Gli interessi provenienti da uno Stato contraente e pagati ad un residente dell'altro Stato contraente sono imponibili in detto altro Stato Tali interessi possono essere tassati nello Stato dal quale essi provengono ma, se la persona che li riceve ne è l effettivo beneficiario, l imposta cosi applicata non può eccedere il 10 per cento dell ammontare lordo degli interessi 20

82 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Canoni Art. 12 I canoni provenienti da uno Stato e pagati ad un residente dell altro sono imponibili in detto altro stato Tali canoni possono essere tassati nello Stato dal quale provengono ma, se la persona che li riceve ne è l effettivo beneficiario, l imposta applicata non può eccedere il 5 per cento dell ammontare lordo dei canoni Il termine "canoni" designa i compensi di qualsiasi natura corrisposti per l'uso o la concessione in uso, di un diritto d'autore su opere letterarie, artistiche o scientifiche del «software», delle pellicole cinematografiche e delle altre registrazioni di suoni o d immagini, di brevetti, marchi di fabbrica o di commercio, disegni o modelli, progetti, formule o processi segreti, nonché per l uso o la concessione in uso di attrezzature industriali, commerciali o scientifiche e per informazioni concernenti esperienze di carattere industriale, commerciale o scientifico 21

83 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Dividendi Interessi Royalties Capital gain Legislazione interna francese Percipiente RESIDENTE in Francia Sono tassabili come un normale reddito d impresa (Aliquota ordinaria 33,33%) E in vigore la PEX Sono tassabili come un normale reddito d impresa (Aliquota ordinaria 33,33%) Sono tassabili come un normale reddito d impresa (Aliquota ordinaria 33,33%) Sono tassabili come un normale reddito d impresa (Aliquota ordinaria 33,33%) E in vigore la PEX Legislazione interna francese Percipiente NON residente in Francia Ritenuta del 30% su dividendi percepiti (Persone fisiche residenti UE: ritenuta del 21% su dividendi percepiti) Esenti da ritenuta Ritenuta del 33,33 % su royalties percepita Tassabili solo nel caso in cui siano attribuibili ad una S.O. (previste alcune eccezioni per azioni e immobili) Direttiva Madre - Figlia Esente se il beneficiario è una società che detiene direttamente il 10% (in alcuni casi il 5%) del capitale della società che distribuisce i dividendi Direttiva Interessi - Royalties Esente Se il beneficiario effettivo che li ha percepiti è una società ( S.O.) residente in un altro stato membro Esente Se il beneficiario effettivo che li ha percepiti è una società ( S.O.) residente in un altro stato membro 22

84 La Convenzione per evitare le doppie imposizioni Dividendi Interessi Royalties Capital gain Beni immobili: imponibili nello stato dove i beni sono situati Convenzione ITA - Francia 5% dell ammontare lordo dei dividendi se il beneficiario è una società che detiene direttamente il 10% del capitale della società che distribuisce i dividendi 15% in tutti gli altri casi 10% sull ammontare lordo degli interessi se percepiti dal beneficiario effettivo 5% dell ammontare lordo dei canoni se percepiti dal beneficiario effettivo Beni mobili di proprietà di una S.O. o S.O.: Imponibili nello stato dove è localizzata la S.O. Ogni altro bene: imponibile nello stato di residenza dell alienante Eccetto gli utili derivanti da azioni o di quote facenti parte di una «partecipazione importante» (pari ad almeno il 25%) in una società, sono imponibili nello stato di residenza di tale società 23

85 Il Transfer Pricing 24

86 Transfer Pricing PRINCIPIO FONDAMENTALE In caso di transazioni che coinvolgono più Stati effettuate tra imprese associate o tra casa madre italiana e branch, l UTILE TOTALE deve essere ripartito tra le varie entità in modo equo, in base a funzioni e rischi assunti dalle singole società. Occorre quindi allocare l utile in modo congruo, in modo da rispettare la potestà impositiva dei singoli Stati evitando erosioni di basi imponibili. Contrastare la localizzazione di headquaters / centri di ricerca e sviluppo e servizi / unità detentrici di beni e diritti immateriali / production unit e sales unit in diversi continenti e nazioni al fine di ottenere rilevanti risparmi fiscali Necessità di regole chiare e semplici per ripartire la catena del valore riducendo il più possibile il rischio di rilevanti accertamenti

87 Transfer Pricing Attenta analisi e mappatura delle transazioni Analisi di comparabilità e benchmark: utilizzo di banche dati anche secondo le esigenze dell ordinamento locale Costruzione congiunta dei documenti relativi al TP in modo da ottemperare alle esigenze di entrambi gli ordinamenti coinvolti Approccio prudente e professionale..transfer pricing is not an exact science.. (OCSE Documento del 22 luglio 2010 Cap. B.1, Par. 1.13) 26

88 Transfer Pricing L analisi di comparabilità rappresenta il cuore dell applicazione del principio di libera concorrenza. In linea generale, tiene conto di: funzioni rischi beni utilizzati (materiali/immateriali) Possibilità di applicare il principio di libera concorrenza ad un aggregato di transazioni similari (non transazione per transazione) Metodi di determinazione del prezzo di trasferimento: 1. Comparable Uncontrolled Price (prioritariamente sugli altri metodi) 2. Resale minus 3. Cost plus 4. TNMM (Comparable Profit Method) 5. Profit Split Method 27

89 Transfer Pricing Paesi con regole in materia di documentazione US Australia France Mexico Brazil US Australia France Mexico Brazil Canada South Korea United Kingdom Denmark Venezuela South Africa Germany Belgium US Australia France Mexico Brazil Canada South Korea United Kingdom Denmark Venezuela South Africa Germany Belgium Japan Poland Kazakhstan India Portugal Argentina Colombia Netherlands Thailand US Australia France Mexico Brazil Canada South Korea United Kingdom Denmark Venezuela South Africa Germany Belgium Japan Poland Kazakhstan India Portugal Argentina Colombia Netherlands Thailand Malaysia Indonesia Norway New Zealand Peru Spain Taiwan Hungary Lithuania US Australia France Mexico Brazil Canada South Korea United Kingdom Denmark Venezuela South Africa Germany Belgium Japan Poland Kazakhstan India Portugal Argentina Colombia Netherlands Thailand Malaysia Indonesia Norway New Zealand Peru Spain Taiwan Hungary Lithuania Ecuador Vietnam Singapore Sweden Israel Finland Estonia Romania Turkey Greece Slovak Republic China Uruguay Austria Italy 28

90 Transfer Pricing I Riferimenti normativi in Italia Sanzioni: Non applicazione di sanzioni amministrative in caso di rettifica dei prezzi di trasferimento se è comunicata e prodotta idonea documentazione sul TP Provvedimento Agenzia delle Entrate: attuazione della norma, indicazione delle specifiche documentali e obblighi di comunicazione preventiva Linee Guida OCSE Codice di condotta Europeo: approvato dal Consiglio dell UE il 27/6/2006 individua tipo e contenuto della documentazione secondo la struttura del Master file e del Country file

91 Transfer Pricing La documentazione Documentazione contenente informazioni comuni valide per tutti i membri del Gruppo (Masterfile) Documentazione contenente informazioni relative alla singola società (Documentazione nazionale) 30

92 Transfer Pricing Documentazione per SOCIETA HOLDING: 1. Il Masterfile 2. La Documentazione nazionale Documentazione per SOCIETA SUB-HOLDING: 1. Il Masterfile riferito al solo sotto-gruppo di riferimento (o in alternativa il Masterfile dell intero gruppo, integrato con le informazioni del sotto-gruppo, se rilevanti) 2. La Documentazione nazionale Documentazione per IMPRESE CONTROLLATE: 1. La Documentazione nazionale Documentazione per STABILI ORGANIZZAZIONI 1. Stessa documentazione di cui sopra 31

93 Transfer Pricing Introduzione dell art. 1 comma 2-ter nel D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471 In caso di rettifica del valore normale dei prezzi di trasferimento la sanzione dal 100% al 200% della maggior imposta accertata non è irrogata qualora: 1. nel corso dell attività istruttoria il contribuente consegni all Amministrazione Finanziaria la documentazione idonea a riscontrare le modalità di determinazione dei prezzi di trasferimento; 2. la documentazione sia conforme a quanto previsto in apposito provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate; 3. sia data comunicazione del possesso di detta documentazione all Amministrazione Finanziaria preventivamente. 32

94 Transfer Pricing Gli effetti derivanti dal possesso della documentazione Disapplicazione delle sanzioni (salva l applicazione della maggior imposta e degli interessi sul maggior imponibile accertato); Causa di non punibilità al fine dell applicazione delle sanzioni penali di cui all articolo 4 del D.Lgs. 10 marzo 2000, n.74? 33

95 Transfer Pricing TEMI GIURISPRUDENZIALI IN MATERIA DI TRANSFER PRICING Deduzione intragruppo management fees: inerenza dei costi rispetto al business della società ed esistenza di documentazione adeguata a supporto dei costi dedotti Condizioni di mercato delle transazioni finanziarie intragruppo (es. società francese che non riceve un pagamento per le garanzie intragruppo accordate) Transazioni intragruppo che hanno per oggetto attività immateriali (particolarmente in sede di business restructuring) 34

96 Grazie per l attenzione. Dr. Federico Venturi Pirola Pennuto Zei & Associati Brescia Via Cefalonia n. 70 Ufficio: Cellulare:

97 DOING BUSINESS ABROAD IL RAPPORTO DI AGENZIA Roberta Di Vieto Brescia, 22 maggio 2015

98 Le FONTI Diritto UE (Direttiva 86/653/CE) Regolamentazione dei rapporti «orizzontali» tra l agente e il preponente la norma nazionale eventualmente contrastante con quella europea sarà ugualmente applicabile fintantoché lo Stato non la modifichi o abroghi. Ciò nondimeno il giudice sarà tenuto a interpretarla conformemente all ordinamento giuridico UE. Il privato che abbia subito un pregiudizio ricorso Corte Giustizia UE per risarcimento danno. Codice Civile (artt ) AEC : Accordi Economici Collettivi Organizzazioni professionali rappresentative Natura convenzionale Privi effetti erga omnes (Cass., , n ) Giurisprudenza 2

99 Definizione La Direttiva: la persona che, in qualità di intermediario indipendente, è incaricata in maniera permanente di trattare per un'altra persona, qui di seguito chiamata preponente, la vendita o l'acquisto di merci, ovvero di trattare e di concludere dette operazioni in nome e per conto del preponente Art. 1742, co.1 Codice Civile Italiano: "Col contratto di agenzia una parte assume stabilmente l'incarico di promuovere, per conto dell'altra, verso retribuzione, la conclusione di contratti in una zona determinata" 3

100 3. Lavoro subordinato principali criteri distintivi adottati dalla giurisprudenza AGENZIA LAVORO SUBORDINATO Vincolo di subordinazione Giurisprudenza: l assenza di subordinazione è compatibile con la possibilità per il preponente di esercitare controlli, con il dovere dell agente di seguire corsi di formazione, di presentare rapporti sull attività svolta, di gestire gli incassi (Cass n. 2680). Vincolo personale che subordina il prestatore al potere di direzione e controllo dell imprenditore. Indici giurisprudenziali di subordinazione Organizzazione di mezzi Agente LIBERTA DI ORGANIZZARSI secondo le modalità ritenute più convenienti locali, uffici, collaboratori (Cass n. 84) Datore di lavoro - Esercizio attività lavorativa nei locali aziendali - Strumenti di lavoro di proprietà del datore di lavoro Rischio d impresa Grava sull agente Grava sul datore di lavoro Orario di lavoro Assenza di vincoli di orario Orari fissi / obbligo di presenza / concordare periodo feriale 4

101 Regime protettivo dell agente La Direttiva retribuzione conforme agli usi del luogo dove esercita la sua attività o, comunque, in mancanza di usi, ragionevole ; inderogabilità a sfavore dell agente delle discipline in tema di: diritto alle provvigioni, misura delle stesse e termini massimi di pagamento (nel seguito); indennità di fine rapporto; La disciplina interna italiana: Oltre a recepire la disciplina UE prevede l applicabilità di alcune disposizioni proprie del regime del lavoro subordinato. (Si parla al riguardo di para-subordinazione (dibattito circa la configurabilità di una categoria a sé stante tertium genus). Disposizioni applicabili: Art c.c. recesso per giusta causa; Art. 409 c.p.c. diritto processuale: rito del lavoro; Art. 413 c.p.c. foro esclusivo: domicilio dell agente. 5

102 Legge applicabile e foro In Italia: Foro Esclusivo del domicilio dell agente (art. 413 c.p.c.) Competente per territorio per le controversie previste dal numero 3) dell'articolo 409 è il giudice nella cui circoscrizione si trova il domicilio dell'agente, del rappresentante di commercio [ ]

103 In ambito UE: Legge applicabile e foro Le fonti: Art. 3-4 del Regolamento (CE) n. 593/2008 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 giugno 2008 c.d. Roma I ) Regolamento 1215/2012 sulla competenza giurisdizionale (scelta del foro) In ambito extra UE: estrema incertezza del diritto applicabile (verifica caso per caso)

104 Legge applicabile e foro In ambito UE: Scelta della legge applicabile e del foro: In mancanza di scelta, la legge del paese: 1. di residenza abituale del venditore/prestatore di servizi/distributore; 2. (diverso da 1) di residenza della parte che deve effettuare la prestazione caratteristica (ossia l agente); 3. (diverso da 1 e 2) con il quale il contratto presenta il collegamento più stretto

105 Elementi essenziali Obbligazione di promozione Stabilità Provvigione (onerosità) Zona Esclusiva Forma scritta ad probationem 9

106 Obbligazione di promozione Favorire la conclusione di affari a beneficio del preponente. ossia Facilitazione dei contatti tra preponente e cliente. NESSO CAUSALE tra l attività di promozione e la conclusione dell affare tra cliente e preponente (Cass , n. 6482). Le modalità di esecuzione dell obbligazione non sono stabilite dalla legge, ma scelte dall agente (es. ricerca personale, telefonica, predisposizione contratti, gestione punto vendita, ecc. - Cass , n ). L attività di promozione che comporta un aumento indiretto delle vendite senza tuttavia condurre alla conclusione di un affare non è sufficiente ad integrare l adempimento. 10

107 La Stabilità Carattere non occasionale dell attività dell agente. La collaborazione derivante dal contratto non può essere isolata né episodica (che è invece tipica del procacciamento d affari) (Cass , n ). Non è necessaria una durata prolungata (compatibile con contratto a tempo determinato). L obbligazione di promozione non può avere ad oggetto una singola operazione di volta in volta determinata da un contratto. Determinazione della sussistenza dell elemento ex ante, ovvero con riferimento alle condizioni contrattuali convenute. La conclusione di un numero limitato di affari non può condurre, ex post, all esclusione dell esistenza dell elemento della stabilità.(cass , n. 5372) Distingue il rapporto di agenzia da quello di procacciamento d affari, caratterizzato da assenza di stabilità (Cass. sentt. 5849/83 e 7072/82) e dall applicabilità in via analogica della disciplina dell agenzia, 11

108 La provvigione Art c.c. Diritto al pagamento sorge con la conclusione dell affare grazie all opera dell agente Nesso causale. Provvigione dovuta per: - operazioni concluse dal preponente con terzi precedentemente acquisiti come clienti dall agente per affari dello stesso tipo o appartenenti alla zona o alla categoria o gruppo di clienti riservati all'agente, salvo che sia diversamente pattuito (provvigione indiretta). - Affari conclusi dopo lo scioglimento del contratto se la proposta è pervenuta all agente o al preponente prima della fine del rapporto - Affare concluso in un termine ragionevole dopo lo scioglimento del contratto e sussiste un nesso di causalità. Salvo disposizione contraria, l agente ha diritto a percepire la provvigione a partire da e nella misura in cui il preponente ha eseguito o avrebbe dovuto eseguire la prestazione oggetto del contratto concluso grazie all agente. 12

109 La provvigione Al più tardi, la provvigione spetta all agente dal momento e nella misura in cui il terzo ha eseguito o avrebbe dovuto eseguire la prestazione nei confronti del preponente a condizione che anche quest ultimo abbia eseguito la propria prestazione. Art c.c.: La provvigione è liquidata al più tardi l ultimo giorno del mese successivo al trimestre di maturazione. Se il terzo e il preponente convengono di non eseguire, in tutto o in parte, l accordo concluso grazie alla promozione dell agente diritto a una provvigione ridotta da determinarsi secondo gli usi o, in mancanza, dal giudice secondo equità. Restituzione delle provvigioni solo se il contratto tra terzo e proponente non è eseguito per causa non imputabili al secondo. L agente NON ha diritto al rimborso delle spese Nullità delle pattuizioni più sfavorevoli per l agente 13

110 Ius variandi Modifica unilaterale delle condizioni contrattuali da parte del preponente? La Direttiva non prevede nulla in proposito. Risposta inizialmente negativa della giurisprudenza: 1. La clausola che prevede il diritto del preponente di modificare in ogni momento la clientela dell agente, occupandosi direttamente di alcuni clienti non contrattualmente identificati, è nulla ai sensi art c.c., in quanto costituisce condizione meramente potestativa (Cass , n. 4504). 2. Nullità per indeterminatezza dell oggetto della clausola con cui il preponente si riserva il diritto di modificare unilateralmente i valori provvigionali dell agente, attribuendogli un diritto di recesso in caso da detta variazione discenda una riduzione della sua remunerazione globale (Cass , n ). Ma.. 3. Ammissibilità della variazione unilaterale purché non contraria a doveri di correttezza e buona fede (Cass , n. 5467) e quindi legittima se contenuta entro limiti determinati 14

111 Ius variandi Modifiche successive alla conclusione del contratto AEC 2009 Limiti alle modifiche del contenuto economico del contratto (provvigioni, zona, clienti): 1. Modifiche di lieve entità (0-5% del valore della provvigione) preavviso non necessario (effetto da ricevimento relativa comunicazione) unilaterali 2. Modifiche di media entità (5-20%) preavviso di 2 mesi (4 se monomandatario); comunicazione scritta. Unilaterali 3. Modifiche di sensibile entità (>20%) Stessi termini di preavviso previsti per il recesso; Consensuali : Se l agente rifiuta la variazione il rapporto cessa alla scadenza del preavviso (o immediatamente con corresponsione dell indennità sostitutiva) e l agente potrà pretendere l indennità di fine rapporto (art c.c.); 15

112 La Zona Nella Direttiva e nella disciplina interna: Contenuto geografico (Area nella quale l agente esercita la propria attività di promozione) oppure soggettivo (lista di clienti) La conclusione di un contratto al di fuori della zona ma a seguito di attività promozionale dell agente svolta all interno di questa, non esclude il diritto alla provvigione (Cass , n. 401). Il contratto è valido anche qualora la zona sia semplicemente determinabile sulla base del contenuto contrattuale complessivo (Cass. 1993, n. 1916; 2007 n ). 16

113 La Forma Nella Direttiva: Art Ogni parte ha il diritto di chiedere ed ottenere dall'altra parte un documento firmato, riproducente il contenuto del contratto di agenzia, comprese le clausole addizionali. Tale diritto è irrinunciabile. 2. [ ] uno Stato membro può prescrivere che un contratto di agenzia sia valido solo se documentato per iscritto. La disciplina interna - Forma scritta ai soli fini probatori 17

114 L Esclusiva Art c.c. : il preponente non può valersi contemporaneamente di più agenti nella stessa zona e per lo stesso ramo di attività [elementi cumulativi], né l'agente può assumere l'incarico di trattare nella stessa zona e per lo stesso ramo gli affari di più imprese in concorrenza tra loro Elemento naturale ma non essenziale: Le parti possono escluderlo o modularlo in modo specifico (Esclusiva unilaterale, reciproca, modulazione provvigioni indirette) Monomandato: L agente non può negoziare affari con altri soggetti tout court, neppure con soggetti non concorrenti. Plurimandato: L agente può operare per conto di altre preponenti nel rispetto del divieto di concorrenza e degli obblighi di lealtà e buona fede. 18

115 Obbligazioni dell agente e del preponente Le rispettive obbligazioni sono modulate in modo sostanzialmente identico nella direttiva e nella disciplina interna italiana: Obblighi dell agente: Trattare e concludere gli affari di cui è incaricato; (Obbligo di lealtà e buona fede: assiduità e regolarità dell attività Cass , n e responsabilità nel valutare la serietà e l affidabilità del cliente, Cass ) Comunicare tutte le informazioni di cui dispone; Attenersi alle istruzioni ragionevoli del preponente (coordinamento); Obblighi del preponente: Mettere a disposizione la documentazione relativa alle merci (o ai servizi); Obblighi di informazione: ogni informazione necessaria all esecuzione del contratto circa l eventuale riduzione prevedibile delle operazioni commerciali accettazione o rifiuto degli ordini da parte dei clienti 19

116 Durata e scioglimento TEMPO DETERMINATO: - Scadenza del termine - ante tempus solo nei seguenti casi: Grave inadempimento contrattuale (artt e ss. c.c.) risarcimento danno; Giusta causa; Mutuo consenso; Impossibilità sopravvenuta della prestazione. Il contratto a tempo determinato che sopravvive alla propria scadenza si trasforma in contratto a tempo indeterminato. TEMPO INDETERMINATO - Clausola risolutiva espressa (soglie minime performance) - Giusta causa fatto tale da impedire la continuazione anche provvisoria del rapporto (analogia art c.c.). - Ad nutum (senza obbligo di motivazione, ma con preavviso (varia a seconda della durata) o con liquidazione dell indennità sostitutiva: Nella Direttiva: Nel codice civile: 1 mese per il primo anno; Non sono ammesse deroghe 4 mesi per il quarto anno 2 mesi per il secondo anno peggiorative per l agente (Art. 15, 2 co. Direttiva e art. 1750, co. 4 c.c.), quindi.. 5 mesi per il quinto anno 3 mesi per il terzo anno e per i successivi; 6 mesi per il sesto anno e per i successivi 20

117 Indennità di fine rapporto Nella Direttiva: Sono previsti due criteri alternativi: 1. Indennità: a) nuovi clienti o sviluppo degli affari con clienti esistenti; b) sostanziali vantaggi; c) equità (perdita dei clienti) Fissato solo ammontare massimo = media annuale delle provvigioni percepite dall agente negli ultimi 5 anni (o minor durata del rapporto) 2. Riparazione (criterio risarcitorio del danno derivante dalla cessazione): a) Perdita delle provvigioni che l agente avrebbe ottenuto con la normale esecuzione del contratto e conservazione dei sostanziali vantaggi in capo alla preponente Non spetta: Risoluzione ad iniziativa del preponente per inadempimento dell agente; Risoluzione non giustificata da infermità o malattia dell agente; Cessione a terzi della posizione contrattuale dell agente, previo accordo con il preponente; Decorso termine decadenziale di 1 anno dalla cessazione del rapporto. 21

118 Indennità di fine rapporto Nella disciplina interna: L art c.c. adotta il criterio indennitario. I presupposti sono gli stessi di cui al par. 2 dell art. 17 della Direttiva (punto 1). Gli Accordi Economici Collettivi prevedono una disciplina modulata su tre tipologie di indennità: 1. Indennità di risoluzione del rapporto (FIRR): corrisposta in ogni caso (indipendentemente dalla causa della cessazione e dall aumento della clientela/fatturato); proporzionale alle provvigioni realizzate e liquidate durante tutto il corso del rapporto fino al momento della risoluzione; 2. Indennità Suppletiva di Clientela (ISC): corrisposta solo in caso di scioglimento ad iniziativa della casa mandante per fatto non imputabile all agente. proporzionale alle provvigioni realizzate e liquidate durante tutto il corso del rapporto fino al momento della risoluzione; 3. Indennità Meritocratica: Stessi presupposti di cui alla Direttiva e all art c.c. Sommata alle precedenti (FIRR e ISC) non può superare la media annuale delle provvigioni percepite dall agente negli ultimi 5 anni (o minor durata del rapporto). N.B. la somma di FIRR e ISC può superare quello massimo dell indennità europea e in tal caso non spetta l indennità meritocratica 22

119 Art bis c.c. - Non concorrenza Le parti possono convenire un obbligazione di non concorrenza in capo all agente per il periodo successivo alla risoluzione del rapporto contrattuale. Accordo relativo alla stessa zona, stessa clientela e stesso ramo di attività oggetto del contratto risolto. Durata massima = 2 anni Pagamento di un indennità all agente. 23

120 DOING BUSINESS ABROAD AVVIO DI NUOVE ATTIVITÀ D IMPRESA ALL ESTERO E RAPPORTI DI LAVORO SUBORDINATO E PARASUBORDINATO Roberta Di Vieto Brescia, 22 maggio 2015

121 IPOTESI OPERATIVE DALL ITALIA ALL ESTERO COSTITUZIONE DI UNA SEDE SECONDARIA DI SOCIETA ITALIANA Trasferta all estero di personale italiano: - E un mutamento temporaneo del luogo di lavoro; - Non richiede presupposti particolari né il consenso del lavoratore; - I datore di lavoro ha l obbligo di corrispondere le indennità di trasferta previste dal CCNL applicato e di provvedere agli adempimenti amministrativi relativi previsti dalle discipline applicabili in materia fiscale e previdenziale in tema di lavoro all estero. Strettamente riservato e confidenziale

122 IPOTESI OPERATIVE DALL ITALIA ALL ESTERO COSTITUZIONE DI UNA SOCIETA CONTROLLATA O COLLEGATA Distacco all estero di personale italiano: - E un mutamento temporaneo del soggetto beneficiario della prestazione lavorativa ; - Prevede presupposti specifici (nel seguito) e può comportare la necessità di ottenere il consenso del dipendente; - Non è previsto un obbligo di corrispondere indennità specifiche, ma il datore di lavoro può erogare trattamenti compensativi del disagio connesso all allontanamento del lavoratore dal paese d origine (rimborsi spese e c.d. indennità estero). N.B. L eventuale indennità estero, nonché il rimborso delle spese dirette a far fronte ai costi che il dipendente sosterrebbe con la normale retribuzione (alloggio, auto, scuola dei figli), sono da considerare nella base di calcolo della retribuzione ai fini contributivi e del calcolo del TFR. Strettamente riservato e confidenziale

123 IPOTESI OPERATIVE DALL ESTERO ALL ITALIA D. Lgs. n. 72/2000, emanato in attuazione della Direttiva 96/71/CE Il rapporto di lavoro è, e rimane, con l impresa straniera, ma il lavoratore presta servizio: a) presso altra società situata in Italia, destinataria dei servizi della distaccante (appalto); b) presso un unità produttiva della società distaccante collocata in Italia; c) presso società italiana appartenente al medesimo gruppo della distaccante al lavoratore straniero distaccato in Italia si applicano leggi, regolamenti, atti amministrativi e negoziali applicabili ai lavoratori subordinati che svolgono prestazioni analoghe. Strettamente riservato e confidenziale

124 IPOTESI OPERATIVE DALL ESTERO ALL ITALIA D. Lgs. n. 72/2000, emanato in attuazione della Direttiva 96/71 CE Durata: sin dall'inizio predeterminata o predeterminabile con riferimento ad un evento futuro e certo. Condizioni di lavoro al lavoratore straniero distaccato in Italia si applicano le medesime leggi, regolamenti, atti amministrativi e contrattuali collettive applicabili ai lavoratori subordinati che svolgono prestazioni analoghe, nel luogo in cui opera il lavoratore distaccato. Appalti endoaziendali (committente italiano appaltatore estero) Entrambi gli imprenditori sono tenuti in solido a corrispondere un trattamento minimo inderogabile retributivo e ad assicurare un trattamento normativo non inferiore a quello spettante ai dipendenti del committente. Strettamente riservato e confidenziale

125 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO DEFINIZIONE Articolo 30 del Decreto Legislativo n. 276 del 2003 L'ipotesi del distacco si configura quando un datore di lavoro, per soddisfare un proprio interesse, pone temporaneamente uno o più lavoratori a disposizione di altro soggetto per l'esecuzione di una determinata attività lavorativa. In caso di distacco il datore di lavoro rimane responsabile del trattamento economico e normativo a favore del lavoratore. Il distacco che comporti un mutamento di mansioni deve avvenire con il consenso del lavoratore interessato. Quando comporti un trasferimento a una unità produttiva sita a più di 50 km da quella in cui il lavoratore è adibito, il distacco può avvenire soltanto per comprovate ragioni tecniche, organizzative, produttive o sostitutive. Strettamente riservato e confidenziale

126 Interesse del datore di lavoro ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO REQUISITI ESSENZIALI Qualsiasi tipo di interesse del distaccante, di carattere produttivo, organizzativo o di altra natura, che viene soddisfatto con lo svolgimento della prestazione a favore del terzo distaccatario. N.B. non può mai consistere in un interesse economico alla percezione di un corrispettivo (rischio di applicazione di sanzioni civili e penali per somministrazione irregolare o appalto illecito). Deve essere connesso con l attività assegnata al dipendente presso la distacccataria. Temporaneità del distacco La legge non prevede limiti massimi di durata (previsti solo a fini contributivi in ambito europeo e dalle singole legislazioni nazionali). Tale requisito è compatibile con una durata non breve e non predeterminata (è necessario però che ciò risulti dalla facoltà del datore di far cessare il distacco che deve essere quindi prevista dagli accordi fra le parti). In nessun caso il distacco può essere definitivo. Strettamente riservato e confidenziale

127 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO REQUISITI ESSENZIALI Attività lavorativa determinata: L oggetto del distacco deve essere determinato per consentire il controllo dell esistenza di un collegamento fra l interesse dichiarato e le funzioni, le mansioni e le responsabilità del lavoratore che, pertanto, devono essere precisamente individuate e finalizzate a un ben individuato scopo, restando quindi assolutamente esclusa una generica messa a disposizione del lavoratore in questione alla distaccataria. Strettamente riservato e confidenziale

128 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO REQUISITI EVENTUALI Consenso del lavoratore Necessario solo in caso di mutamento di mansioni; Il mutamento è definito in giurisprudenza come modificazione significativa della professionalità del lavoratore (secondo la Circ. Min Lav. n. 3/2004: il consenso del lavoratore vale a ratificare l'equivalenza delle mansioni laddove il mutamento di esse, pur non comportando un demansionamento, [di per sé vietato al di fuori dei limiti di cui all art c.c. n.d.r.] implichi una riduzione e/o specializzazione della attività effettivamente svolta, inerente al patrimonio professionale del lavoratore stesso) ; Sussistenza di ragioni tecniche, organizzative, produttive o sostitutive solo in caso di contestuale trasferimento oltre 50 km dalla sede di assegnazione; Strettamente riservato e confidenziale

129 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO RESPONSABILITA Art. 30, co. 2 D.Lgs n. 276/2003: "il datore di lavoro rimane responsabile del trattamento economico e normativo a favore del lavoratore". - Permanenza dell obbligo del datore distaccante di vigilare sulla corretta gestione del rapporto di lavoro (del quale resta unico titolare) con riferimento al trattamento economico e normativo (ad es. ferie, permessi, scatti, progressioni di carriera, ecc.). Strettamente riservato e confidenziale

130 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO RESPONSABILITA Cass. 10 agosto 1999, n Il distacco del lavoratore non comporta una novazione soggettiva ed il sorgere di un nuovo rapporto con il beneficiario della prestazione lavorativa, ma solo una modificazione nell'esecuzione dello stesso rapporto, nel senso che l'obbligazione del lavoratore di prestare la propria opera viene (temporaneamente) adempiuta non in favore del datore di lavoro ma in favore del soggetto (cui sono attribuiti connessi poteri direttivi e disciplinari) presso il quale il datore medesimo ha disposto il distacco del dipendente; sicché il datore di lavoro distaccante rimane soggetto tenuto all'adempimento degli obblighi previdenziali derivanti dal rapporto di lavoro ed a corrispondere al lavoratore la retribuzione, a meno che il rapporto di lavoro non sia stato sospeso per dar luogo ad un nuovo rapporto col beneficiario della prestazione di lavoro. Strettamente riservato e confidenziale

131 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO FORMA La legge non impone alcuna forma/formalità per il provvedimento di distacco Distacco proprio: Principali prassi applicative Il rapporto di lavoro fra datore distaccante e dipendente prosegue normalmente sulla base dell originario contratto di lavoro; permangono il legame organico e il potere disciplinare, ma cambia il soggetto in favore del quale il dipendente rende la prestazione lavorativa, che eserciterà il potere organizzativo e direttivo; Distacco improprio: Il rapporto di lavoro fra datore distaccante e dipendente viene sospeso, in genere tramite un accordo di aspettativa non retribuita convenzionale; Non permangono il legame organico e il potere disciplinare (il rapporto con il distaccatario è regolato da un nuovo contratto di lavoro); Strettamente riservato e confidenziale

132 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE Lettera o accordo di distacco (fra dipendente e datore distaccante): 1. Indicazione della durata del distacco o specificazione della facoltà della distaccante di interromperlo; 2. Descrizione dell interesse della distaccante e delle finalità del distacco; 3. Descrizione dell attività ed eventuale natura parziale o totale del distacco; 4. Indicazione delle modificazioni del rapporto di lavoro conseguenti al distacco e, cioè: a) Luogo di lavoro; b) Riporto funzionale del dipendente e mansioni (ove mutino); c) Eventuali trattamenti speciali (rimborsi e/o c.d. indennità estero); d) Regime contributivo e fiscale applicato; 4. Consenso delle parti: a) Firma del lavoratore per accettazione (eventuale, ma consigliata); Firma della distaccataria: la legge non richiede il consenso della distaccataria, ma è opportuno ottenerlo, soprattutto nell ambito del distacco fra società non appartenenti al medesimo gruppo, per es. a conferma dell assunzione delle responsabilità in tema di sicurezza); Strettamente riservato e confidenziale

133 ISTITUTI APPLICABILI Contratto di servizi: DISTACCO DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE 1. Utile a giustificare l interesse della distaccante all invio di lavoratori presso la distaccataria; 2. Regola i rapporti fra le società coinvolte, ad esempio, per: a) Prevedere il rimborso del costo del dipendente da parte della distaccataria (pacificamente ammesso, anche da Circolare del Min. Lav. n 3/2004); b) Disciplinare il potere della distaccante di far cessare il distacco (soprattutto in caso di distacco improprio); c) Stabilire gli obblighi di informazione (ad es. per l esercizio del potere disciplinare) e di cooperazione (ad es. in tema di sicurezza sul lavoro) fra distaccante e distaccataria; Strettamente riservato e confidenziale

134 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO IN AMBITO COMUNITARIO (aspetti previdenziali) Fonte: Regolamento CE n. 883 del 2004 in vigore dal 1 maggio 2010 per il coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale che ha sostituito il Regolamento CE n del 1971 in vigore fino al 30 aprile Regola generale: Obbligo generale di pagamento della contribuzione nel paese in cui è svolta l attività (art. 11) Eccezione (distacco): la persona che esercita un attività subordinata in uno Stato membro per conto di un datore di lavoro che vi esercita abitualmente le sue attività ed è da questo distaccata, per svolgervi un lavoro per suo conto, in un altro Stato membro rimane soggetta alla legislazione del primo Stato membro a condizione che la durata prevedibile di tale lavoro non superi i 24 mesi e che essa non sia inviata in sostituzione di un altra persona (art. 12); Il periodo di 24 mesi è prorogabile sulla base di accordi fra gli istituti previdenziali degli stati membri. (art. 16) Strettamente riservato e confidenziale

135 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO ADEMPIMENTI IN MATERIA DI SICUREZZA SUL LAVORO Art. 3 co. 6 D. Lgs. 81/2008 Nell'ipotesi di distacco del lavoratore di cui all'articolo 30 del decreto legislativo 10 settembre 2003, n. 276, e successive modificazioni, tutti gli obblighi di prevenzione e protezione sono a carico del distaccatario, fatto salvo l'obbligo a carico del distaccante di informare e formare il lavoratore sui rischi tipici generalmente connessi allo svolgimento delle mansioni per le quali egli viene distaccato. Strettamente riservato e confidenziale

136 ISTITUTI APPLICABILI DISTACCO SANZIONI 1.Civili: (Art. 30, co. 4-bis, D.lgs. 276/2003) diritto del dipendente di chiedere la costituzione di un rapporto di lavoro alle dipendenze del soggetto che ha effettivamente utilizzato la prestazione (distaccataria); 2.Penali: (Art. 18, co. 5-bis, D. Lgs. 276/2003) ammenda di euro 50 per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata di occupazione; Strettamente riservato e confidenziale

137 ISTITUTI APPLICABILI RAPPORTO DI AMMINISTRAZIONE E possibile nominare dipendenti di adeguato livello e professionalità come amministratori di società collegate o controllate. Temi problematici: A.Sovrapposizione fra le attività tipicamente amministrative e quelle operative affidate al dirigente/amministratore. B.Possibile riqualificazione del rapporto di amministrazione in rapporto di lavoro subordinato: 1) applicazione di sanzioni per omessa contribuzione (parziale, cioè in relazione alla differenza fra la minor contribuzione dovuta per gli amministratori rispetto a quella prevista per i dipendenti); 2) Cumulo dei trattamenti economici (retribuzione ed emolumenti) ai fini della quantificazione delle indennità di cessazione del rapporto di lavoro subordinato (preavviso e indennità supplementare) e del TFR. C.Collegamento societario (c.d. unico centro di imputazione dei rapporti di lavoro sia del dirigente/amministratore sia dei dipendenti da lui coordinati). N.B. quest ipotesi richiede l accertamento di ulteriori indici relativi all organizzazione delle due società coinvolte. Strettamente riservato e confidenziale

138 ISTITUTI APPLICABILI RAPPORTO DI AMMINISTRAZIONE Possibili soluzioni: A.Descrizione analitica di mansioni ed incarichi e conferimento di poteri circoscritti; B.Esclusione di emolumenti e/o remunerazione dell attività di amministrazione (conglobamento nella retribuzione del dirigente); C.Separazione delle altre strutture organizzative e delle funzioni tecniche e amministrativo-finanziarie delle società coinvolte. Strettamente riservato e confidenziale

139 Transfer pricing requirements, permanent establishment: 2 typical French tax issues while doing business in France Emmanuel du Douët, partner Direct :

140 BIGNON LEBRAY In figures: 25 partners, 70 associates, 110 staff members 4 offices in France: Paris, Lille, Lyon and Aix Marseille 1 office in Asia (Shanghai) Only French member of the Meritas network (176 members, 7000 lawyers, across 76 countries) 30 years of experience 8 Areas of Expertise: Banking and Finance Law Mergers and Acquisitions and Corporate Law Bankruptcy Law Distribution and Competition Law Property Law Public and Environmental Law Tax Law Employment Law Intellectual Property and Advanced Technologies Law 2

141 Transfer Pricing Documentation Requirements Scope Nature Sanction Documentation obligation for big companies (article L13 AA Tax Procedure Code) A company with a turnover or gross assets 400 M A company owning more than 50% or owned by more than 50% by such company A company part of a tax consolidated group in which there is such company Drafting of a complete transfer pricing documentation (including tax rulings) that has to be available during the tax audit Filling of an annual lighter TP documentation (specific form provided by the French tax authorities) The sanction of the lack or partial production of the complete documentation can not be: lower than and; higher than (i) 0.5% of the amount of the transactions concerned by the lacking documents, or (ii) 5% of the adjustments related to the concerned transactions Documentation obligation for other companies (article L13 B Tax Procedure Code) Companies that are not into the scope of the general documentation obligation Only if the tax authorities have gathered elements leading to the presumption of profits transfer Companies have to produce elements notably related to: the nature of the relationship between them and other companies, the activities performed in France and abroad the transfer pricing methods of the controlled transactions and the tax treatment associated with The lack of response to the request of the tax authorities leads to a sanction of for each fiscal year requested (article 1735 II Tax Procedure Code) 3

142 The French Concept of Permanent Establishment When a corporation is registered abroad, the French tax authorities consider the existence of a PE in three situations (domestic rules before application of tax treaties): Operations through a fixed place of business Business installation: offices, plants, materials Established permanently With its own activity Operations performed by a dependent agent Economic or legal dependency Power to contract in the name of the principal Permanent or at least stable mission Operates in typical areas of a PE Operations constituting a full business cycle Purchases followed by resale of goods, transformation, service delivery Regular activity 4

143 A Specific Look on Permanent Establishment in France French tax authorities have the tendency of deriving from a TP discussion to a PE audit The profit determination rules for the PE normally follows the rules applicable in TP matters (functional analysis etc.). However the French tax authorities do not restrict itself to such defined methods Highly recommended to secure the business in France Perform a functional analysis to provide to the tax authorities in case of a tax audit Perform a robust economic analysis supporting the determination of the profit attributed to the French entity/branch 5

144 Contacts Paris 14, rue Pergolèse Paris TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lille 4, rue des Canonniers CS CS Lille Cedex TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Lyon 30 Rue de la République Lyon Cedex 02 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Aix-Marseille Hémilythe - 150, avenue Georges Pompidou CS Aix-en-Provence Cedex 1 TEL +33 (0) FAX + 33 (0) Shanghai Room 1501, Ben Ben Mansion, 300 Xi Kang Road -Jing An District Shanghai , P.R.China TEL FAX

145 FRANCE UniCredit - Il supporto all internazionalizzazione Nigel Marco Zanenga Delegate France 2015

146 UNICREDIT INTERNATIONAL TEAM DEDICATO AL BUSINESS "INTERNATIONAL" DEI NOSTRI CLIENTI 1. "UIC" UNICREDIT INTERNATIONAL CENTRE 2. DELEGATO PER LA FRANCIA Coordina e promuove le attività di sviluppo e implementazione del Business in Francia Garantisce il supporto costante ed efficace a tutta la clientela Italiana desiderosa di operare nel paese ATTIVITA DEL DELEGATO Assicura assistenza e consulenza in concerto con le strutture di Gruppo per: La ricerca di contropartite commerciali tramite rete di Banche "Partner" Consulenze per accesso a forme di finaziamento e a copertura assicurative Informativa sui bandi di gara pubblici nazionali Operazioni di M&A Joint Ventures Studi di settore Problem solving 2 CONTATTI Nigel Marco Zanenga Delegate France, Morocco & Tunisia Group Client Internationalization Cell

147 3

148 PERCORSO: TROVA UN PAESE

149 Portale UniCredit International: trova il mercato 1 Ricercare il mercato più promettente categorie di prodotto 150 guide Paese 5

150 6 PRODOTTI PETROLIFERI E DI COKERIA - HS 2710

151 MEZZI DI TRASPORTO AUTOMOBILI HS 8703 world total import 238 Bio 7 Italy total export 4 Bio Italy % of world market 1,68%

152 8 ORTAGGI CONGELATI HS 0710

153 9 ALIMENTARE CARNI BOVINE FRESCHE O REFRIGERATE HS 0201

154 10 MACCHINE PER LAVORAZIONE DEL LATTE HS 8434

155 11 PRODOTTI IN LEGNO C31S3610

156 12 PRODOTTI IN CARTA C 32S2112 CARTA E CARTONE HS 4805

157 13 AGRICOLTURA ORTAGGI E FIORI FUNGHI E TARTUFFI HS 0709

158 14 BEVANDE - VINO HS 2204

159 15 FRUTTA - AGRUMI HS 0805

160 16 FRUTTA - AGRUMI HS 0805

161 Disclaimer 17

162 FRANCIA Febbraio, 2015 Political Risk & Country Analysis FRANCIA Guida Paese Superficie: km² Città principali: Parigi, Marsilia, Lione, Tolosa, Lilla Popolazione ed età media: 65,2 mln; 40,9 anni Lingue: francese Forma di governo: Repubblica semipresidenziale Fonte: CIA, The World Factbook, 2015 Agenzie di rating Rating Outlook S&P s AA Negativo Moody s Aa1 Negativo Fitch AA Stabile SACE 1 0/7 - Contesto operativo Fare business 2 Competitività 2 Corruzione 2 Classificazione 31 (su 189 paesi) 23 (su 144 paesi) 26 (su 175 paesi) Dati macroeconomici S 2016S PIL ($ mld) PIL pro capite ($) Variazione del PIL (%) 0,4 0,4 0,9 1,2 Consumi privati (% PIL) 55,3 55,0 55,0 55,0 Consumi privati (% ) 0,3 0,3 1,0 1,1 Inflazione (%) 1,0 0,6 0,2 0,8 Disoccupazione (%) 9,9 9,7 9,5 9,3 Bilancio Pubblico (% PIL) -4,1-4,4-4,3-3,7 Debito pubblico (% PIL) 92,2 95,7 99,0 101,0 Fonte: The Economist Intelligence Unit, febbraio 2015 Interscambio bn Export Italia 42,2 35,1 Import Italia 30,5 25,5 Saldo Italia 11,7 10,0 Fonte: Istat, febbraio Condizioni di assicurabilità: i Paesi sono classificati in 8 categorie di rischio da 0 a 7, dove 0 rappresenta il minimo rischio, mentre 7 il massimo. 2 Fare business: World Bank, Doing Business 2015 Competitività: World Economic Forum, Global Competitiveness Index 2015 Corruzione: Transparency International, Corruption Perceptions Index L indicatore è una media delle valutazioni espresse nelle singole sezioni del documento. Opportunità per il business internazionale 3 Punti di debolezza Punti di forza Deficit elevato ed economia stagnante: stato delle finanze pubbliche ancora problematico e ripresa lenta. Competitività in declino: posizione commerciale deteriorata negli ultimi 10 anni a causa del calo della competitività. Alta disoccupazione. Rischio terrorismo: la minaccia di attentati rimane elevata. Necessità di varare più riforme strutturali. Insoddisfazione dell elettorato: indice di gradimento per il Presidente Hollande al 20%. 2 mercato di destinazione export italiano: 65 mln di consumatori con un reddito medio pro-capite di circa 40mila ed indici demografici dinamici. Attrazione IDE: La Francia continua ad essere una delle principali destinazioni mondiali degli investimenti diretti esteri, ed accoglie il 10% dei flussi di IDE in entrata nell Ue. Infrastrutture e servizi pubblici di qualità: infrastrutture di alta qualità che forniscono connessioni veloci soprattutto con i MENA. Manodopera qualificata: investe molto nella formazione e ha una forza lavoro ben qualificata e altamente produttiva. UniCredit Political Studies Pag. 1 Disclaimer nell ultima pagina.

163 Febbraio, 2015 Political Risk and Country Analysis FRANCIA Guida Paese QUADRO POLITICO Contesto politico Indicatori politico-sociali Fonte: Rielaborazione UniCredit su dati The Economist Intelligence Unit, 2015 QUADRO ECONOMICO Contesto economico Composizione del PIL 2013 Fonte: Rielaborazione UniCredit su dati CIA The World Factbook, ) Scenario politico. La Francia è governata dal 2012 da un governo socialista che grazie al sistema semipresidenziale assicura al Paese una buona stabilità. Il secondo rimpasto di governo del presidente Hollande, nel 2014, ha portato ad una maggiore coesione. 2) Tematiche attuali. Durante il 2014, la Francia di Hollande si è impegnata nel Pacte de Responsabilité, puntando su provvedimenti a sostegno dell offerta, al fine di alleggerire il carico fiscale e contributivo che grava sulle imprese e ridurre la spesa pubblica in un'azione di rilancio del progetto riformista dell'esecutivo, imperniato su tre fronti: a) riduzione del costo del lavoro; b) stimolo agli investimenti, attraverso la riduzione del carico fiscale a favore delle imprese; c) aumento del potere di acquisto delle fasce più deboli. Parallelamente, è in corso di definizione un ambizioso piano di riduzione di 50 miliardi della spesa pubblica dal 2015 al 2017, così ripartiti: 18 miliardi di Euro dallo Stato centrale, 11 miliardi dalle collettività locali, 10 miliardi dalla sanità ed 11 miliardi dalla previdenza ed assistenza sociale. 3) Scenari futuri. Il clima politico è destinato a subire un deterioramento nel corso ma il Paese rimane stabile. Il presidente socialista Hollande risulta essere uno dei Presidenti più impopolari nella storia del Paese. A tal proposito vi è una forte probabilità che non venga riconfermato alle elezioni del 2017 e che il partito di centro-destra Union pour un mouvement populaire (Ump) dell ex Presidente Sarakozy perda voti a favore dell estrema destra del Front National (FN), che si conferma in forte ascesa, anche a seguito dell attentato jihadista alla redazione della rivista satirica Charlie Hebdo nel gennaio ) Elementi di forza. Fiducia mercati: la Francia continua a finanziarsi a tassi molto bassi perché il suo modello che garantisce governabilità e rapidità decisionale, viene premiato nonostante fondamentali economici non eccellenti. Modello statalista: il modello francese è sempre stato caratterizzato da una forte presenza dello Stato nell economia, attraverso un attenta programmazione economica a salvaguardia degli investimenti strutturali interni. Questo ha permesso al Paese di essere tra le principali economie industriali (nei settori automotive, aerospaziale, ferrovie, cosmetici, beni di lusso, assicurazioni, farmaceutici, telecomunicazioni, energia, difesa e agricoltura) e ai suoi grandi gruppi aziendali di competere sui mercati internazionali. 2) Elementi di debolezza. Scarsa competitività del settore produttivo e ripresa lenta. Deficit e debito ancora elevati: La strategia di finanza pubblica mira a conseguire nel triennio una riduzione della spesa per 50 miliardi (18 miliardi a carico dello Stato, 11 a carico degli Enti locali, 10 a carico dell'assicurazione sanitaria, 11 a carico della sicurezza sociale), ed è coerente con gli impegni assunti a livello europeo per il risanamento dei conti pubblici. Carico fiscale: la pressione fiscale ha raggiunto il 46% del PIL. 3) Scenari futuri. Le principali sfide di politica economica consisteranno nel ridurre il deficit di bilancio, arginare l'aumento del debito pubblico, migliorare la competitività delle aziende e soprattutto garantire un maggior grado di giustizia intragenerazionale. La riduzione strutturale di 30 mld (pari all 1,5% del PIL) dei contributi sociali a carico delle imprese (attualmente pari al 12% del PIL) mira a ridurre il cuneo fiscale sul lavoro, dimezzando il gap rispetto alla media dei paesi OCSE, e concentrando i benefici dal lato delle imprese, data l elevata pressione fiscale totale sulle imprese. Questi obiettivi implicano la necessità di ampie riforme al sistema fiscale e previdenziale e alla pubblica amministrazione, e una revisione del quadro giuridico per il mercato del lavoro. La resistenza sociale a tutti questi cambiamenti sarà forte. Political Studies Pag. 2 Disclaimer nell ultima pagina.

164 Febbraio, 2015 Political Risk and Country Analysis FRANCIA Guida Paese INTERSCAMBIO COMMERCIALE - IDE Import dall Italia per settori (mld, 2013) Fonte: Rielaborazione UniCredit su dati ICE, 2015 Flussi dei principali Paesi investitori (mln, 2011) Fonte: Rielaborazione UniCredit su dati ICE, 2015 QUADRO OPERATIVO Contesto operativo Principali indicatori DB ) Scambi con l Italia. L Italia occupa il 3 posto sia nella classifica dei Paesi fornitori sia in quella dei Paesi clienti. Nel 2013 l interscambio è stato pari a 72,7 mld in leggera diminuzione rispetto al 2012 ( 74,4 mld). Nel 2013, le esportazioni italiane sono state pari a 42,2 mld (in diminuzione rispetto ai 43,1 mld nel 2012) mentre le importazioni italiane hanno raggiunto i 30,5 mld (in diminuzione rispetto ai 31,3 mld nel 2012). 2) Import settoriale dall Italia. I settori principali dell export italiano includono: meccanica, auto, moda e agroalimentare. 3) Interscambio e Investimenti Diretti Esteri (IDE). Nel 2013 le importazioni francesi globali sono state 512,7 mld (+0,9% rispetto al 2012) e le esportazioni 436,6 mld (+1,7% rispetto al 2012). La bilancia commerciale rimane fortemente deficitaria ( -76,1mld ), ma il saldo negativo risulta in diminuzione per il secondo anno consecutivo con un miglioramento del 3,7% rispetto al La Francia è esportatrice netta di aeronautica, prodotti farmaceutici e agro-alimentari, mentre risulta importatrice netta di energia e della maggior parte dei prodotti industriali. Sesta potenza esportatrice mondiale di beni e seconda a livello europeo, assiste ad una contrazione delle proprie quote di mercato in valore dall inizio degli anni Dal 2006 in poi la quota di mercato a livello mondiale si è stabilizzata attorno al 3%, mentre nei confronti dei Paesi OCSE è del 6,5%. I principali Paesi clienti della Francia sono nell'ordine Germania, Belgio e Italia. Lo stesso ordine si ritrova nella classifica dei principali Paesi fornitori. La Francia si colloca al 10 posto nella classifica mondiale delle principali destinazioni degli IDE e al 2 posto in Europa dopo il Regno Unito, davanti alla Germania ($32 mld) con $40 mld di flussi in entrata. Accoglie il 10% dei flussi in entrata nell UE. Nel 2011 ha mantenuto il 2 posto in Europa per numero di progetti di investimento, con il 17% rivolto al mercato Europeo. E inoltre destinataria di 698 nuovi progetti pari a posti di lavoro creati o salvaguardati. 1) Contesto operativo. Il contesto operativo è eccellente (con una forza lavoro qualificata, ottime infrastrutture di trasporto). Il Doing Business 2015 colloca il Paese al 31 posto su 189 paesi in termini di facilità nel fare business. Registra ottimi risultati per quanto riguarda: rispetto dei contratti, commercio transfrontaliero e avvio d impresa. Il Paese si piazza in posizioni meno competitive per la registrazione di proprietà. L Indice sulla Competitività 2015 colloca la Francia al 23 posto su 144 paesi. Il Paese eccelle per quanto riguarda educazione ed infrastrutture. 2) Pagamenti e riscossioni. La carta di credito è lo strumento più utilizzato, a scapito dell assegno, anche se è ancora diffuso. Le procedure per la cause di insolvenza durano in media 1,9 anni. Il tasso medio di recupero è di 48,4 centesimi per ogni dollaro. La Francia è al 22 posto nel Doing Business 2015 per quanto concerne la facilità nel risolvere casi di insolvenze. I 5 fattori maggiormente problematici per fare business Fonte: Rielaborazione Unicredit su dati World Bank, Doing Business 2014 (0 = migliore performance). Fonte: Rielaborazione UniCredit su dati World Economic Forum, the Global Competitiveness Report *Classifica stilata in base alle risposte ricevute dagli imprenditori operanti in loco intervistati. Political Studies Pag. 3 Disclaimer nell ultima pagina.

Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA)

Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA) Tribunale civile e penale di Busto Arsizio Sezione fallimentare Largo Gaetano Giardino, 4 21052 Busto Arsizio (VA) Riservato al Tribunale Procedura di amministrazione straordinaria Volare Group S.p.A.

Dettagli

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa

ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between University College London and The Scuola Normale Superiore, Pisa ARRANGEMENT FOR A STUDENT EXCHANGE between and The Scuola Normale Superiore, Pisa Preamble 1. The Faculty of Arts and Humanities (FAH) of (UCL) and the Scuola Normale Superiore of Pisa (SNS) have agreed

Dettagli

QUESTIONARIO PROPOSTA RC PROFESSIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO

QUESTIONARIO PROPOSTA RC PROFESSIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO QUESTIONARIO PROPOSTA RC PROFESSIONALE DEI CONSULENTI DEL LAVORO La presente proposta è relativa ad una polizza di responsabilità nella forma claims made. Tutti i fatti importanti devono essere dichiarati,

Dettagli

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009

AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 AVVISO n.14114 08 Settembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni: Codice di Autodisciplina/Amendemnts to the Instructions: Code

Dettagli

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA

STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA LA CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA STATUTO DELLE NAZIONI UNITE (estratto) Capitolo XIV CORTE INTERNAZIONALE DI GIUSTIZIA Articolo 92 La Corte Internazionale di Giustizia costituisce il principale organo

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12

INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 INFORMATIVA EMITTENTI N. 18/12 Data: 10/02/2012 Ora: 15:05 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Risultati definitivi dell aumento di capitale in opzione agli azionisti ordinari e di risparmio / Final results

Dettagli

INFO - NOTE. nella Federazione Russa

INFO - NOTE. nella Federazione Russa INFO - NOTE Informazioni e analisi per gli operatori commerciali italiani nella Federazione Russa In collaborazione con Nuova legge sulla regolamentazione dei collaboratori e la gestione dell out-staffing

Dettagli

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo)

NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA. HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo) QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE DEL GRAFOLOGO NOTA PER LA COMPILAZIONE: OVE LE DOMANDE PROPONGANO UNA RISPOSTA CON OPZIONI PREDEFINITE, BARRARE QUELLA SCELTA

Dettagli

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009

AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 AVVISO n.19330 22 Dicembre 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche AIM Italia: Membership: dal 1 febbraio 2010 Amendments to the AIM Italia: Membership:

Dettagli

Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 - Fax 02 63788850

Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 - Fax 02 63788850 Rappresentante Generale per l Italia dei Lloyd s di Londra Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 - Fax 02 63788850 Indirizzo telegrafico LLOYD S MILANO -

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

PROFESSIONAL TRAINEESHIP AGREEMENT (CONVENZIONE DI TIROCINIO PROFESSIONALE) BETWEEN (TRA)

PROFESSIONAL TRAINEESHIP AGREEMENT (CONVENZIONE DI TIROCINIO PROFESSIONALE) BETWEEN (TRA) PROFESSIONAL TRAINEESHIP AGREEMENT (CONVENZIONE DI TIROCINIO PROFESSIONALE) BETWEEN (TRA) The University:...... L Universita Address:. Indirizzo Represented by:... Rappresentata da Position:... Funzione

Dettagli

Connection to the Milan Internet Exchange

Connection to the Milan Internet Exchange Connection to the Milan Internet Exchange Allegato A Modulo di adesione Annex A Application form Document Code : MIX-104 Version : 2.1 Department : CDA Status : FINAL Date of version : 07/10/15 Num. of

Dettagli

L AoS avrà validità per l intero periodo anche in caso di interruzione del rapporto tra l'assurer e l assuree.

L AoS avrà validità per l intero periodo anche in caso di interruzione del rapporto tra l'assurer e l assuree. Assurance of Support Alcuni migranti dovranno ottenere una Assurance of Support (AoS) prima che possa essere loro rilasciato il permesso di soggiorno per vivere in Australia. Il Department of Immigration

Dettagli

QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per i Medici Veterinari Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Vets

QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per i Medici Veterinari Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Vets QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per i Medici Veterinari Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Vets La seguente Proposta di ASSICURAZIONE viene rilasciata

Dettagli

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION QUESTIONARIO PROPOSTA D&O Proposta di assicurazione R.C. per gli Amministratori, Dirigenti e Sindaci di società (Inclusa la copertura RC Patrimoniale per la Società) La seguente Proposta di ASSICURAZIONE

Dettagli

Checklist for Transport visa 运 输 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per visto Trasporto. Yes/ 有 Si?

Checklist for Transport visa 运 输 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per visto Trasporto. Yes/ 有 Si? Checklist for Transport visa 运 输 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per visto Trasporto Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) Documents/ 主 要 材 料 / Documenti Schengen

Dettagli

Esaminiamo ora, più in dettaglio, questi 5 casi. Avv. Maurizio Iorio

Esaminiamo ora, più in dettaglio, questi 5 casi. Avv. Maurizio Iorio Normativa RAEE 2 e normativa sui rifiuti di Pile ed Accumulatori : gli obblighi posti in capo ai Produttori che introducono AEE, Pile e accumulatori in paesi diversi da quelli in cui sono stabiliti Avv.

Dettagli

Consolato d Italia NEWARK RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA

Consolato d Italia NEWARK RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Consolato d Italia NEWARK RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Coloro che hanno perso la cittadinanza italiana a seguito di naturalizzazione statunitense avvenuta prima del 16 agosto 1992, possono riacquistarla

Dettagli

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione Ammortizzatori sociali in deroga With the 2008 agreement and successive settlements aimed at coping with the crisis, the so-called Income Support

Dettagli

comitato Principi per la selezione dei candidati alle cariche sociali in società quotate Autoregolamentazione English version included

comitato Principi per la selezione dei candidati alle cariche sociali in società quotate Autoregolamentazione English version included comitato CORPORATE GOVERNANCE Principi per la selezione dei candidati alle cariche sociali in società quotate Autoregolamentazione English version included 1 - Requisiti di professionalità, onorabilità

Dettagli

Business Structures for doing business in the England and Wales

Business Structures for doing business in the England and Wales Business Structures for doing business in the England and Wales The material for this presentation has been designed as an integral part of the above presentation solely for the benefit of the people attending.

Dettagli

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.18306. 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT. Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.18306 03 Novembre 2015 MOT - DomesticMOT Mittente del comunicato : BORSA ITALIANA Societa' oggetto dell'avviso : IVS GROUP Oggetto : CHIUSURA ANTICIPATA PERIODO DI DISTRIBUZIONE DEL PRESTITO "IVS

Dettagli

MEMORANDUM OF UNDERSTANDING ( MOU ) MEMORANDUM D'INTESA ( MDI ) 1. PARTIES: 1. PARTI:

MEMORANDUM OF UNDERSTANDING ( MOU ) MEMORANDUM D'INTESA ( MDI ) 1. PARTIES: 1. PARTI: MEMORANDUM OF UNDERSTANDING ( MOU ) MEMORANDUM D'INTESA ( MDI ) 1. PARTIES: 1.1 The Law Society of England & Wales ( TLS ), a professional body incorporated by Royal Charter, which exists to represent

Dettagli

Checklist for Business visa 商 务 签 证 申 请 审 核 表 - 经 济 贸 易 界 人 士 Documenti richiesti per visto Affari. Yes/ 有 Si?

Checklist for Business visa 商 务 签 证 申 请 审 核 表 - 经 济 贸 易 界 人 士 Documenti richiesti per visto Affari. Yes/ 有 Si? Checklist for Business visa 商 务 签 证 申 请 审 核 表 - 经 济 贸 易 界 人 士 Documenti richiesti per visto Affari Documents/ 主 要 材 料 /Documenti necessari Schengen visa application form, original Notes: form must be duly

Dettagli

MODULO-PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI RAGIONIERI COMMERCIALISTI E DEI DOTTORI COMMERCIALISTI

MODULO-PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI RAGIONIERI COMMERCIALISTI E DEI DOTTORI COMMERCIALISTI QUESTIONARIO RC RAGIONIERI E DOTTORI Pagina 1 di 5 DA INVIARE A SEVERAL SRL TELEFAX N. 040.3489421 MAIL: segreteria@severalbroker.it MODULO-PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI

Dettagli

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014

Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Residenza Fiscale (Exit tax) Francesco Squeo Partner, Belluzzo & Partners Milano, 27 Maggio 2014 Normativa interna Residenza persone fisiche art.2 co.2 TUIR Persone che per la maggior parte del periodo

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE PROPOSAL FORM FOR THE INSURANCE OF THE PROFESSIONAL INDEMNITY

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DELLA RESPONSABILITÀ CIVILE PROFESSIONALE PROPOSAL FORM FOR THE INSURANCE OF THE PROFESSIONAL INDEMNITY Rappresentante Generale per l Italia dei Lloyd s di Londra Enrico Bertagna Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 - Fax 02 63788850 Indirizzo telegrafico

Dettagli

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader

La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader La disciplina d investimento nel mondo del trading online G. Frapolli AVP CornèrTrader Agenda Introduzione Controllo e disciplina Le cose da fare per essere efficaci nel trading VANTAGGI utilizzando la

Dettagli

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico

WELCOME. Go to the link of the official University of Palermo web site www.unipa.it; Click on the box on the right side Login unico WELCOME This is a Step by Step Guide that will help you to register as an Exchange for study student to the University of Palermo. Please, read carefully this guide and prepare all required data and documents.

Dettagli

Checklist for self-employment (for already existing companies) 自 雇 ( 已 存 在 公 司 ) 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Lavoro Autonomo (figura societaria)

Checklist for self-employment (for already existing companies) 自 雇 ( 已 存 在 公 司 ) 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Lavoro Autonomo (figura societaria) Checklist for self-employment (for already existing companies) 自 雇 ( 已 存 在 公 司 ) 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Lavoro Autonomo (figura societaria) Documents/ 主 要 材 料 /Documenti National visa application

Dettagli

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA

LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA LA FISCALITA NELL INTERNAZIONALIZZAZIONE DELL IMPRESA Fabio Landuzzi 14 ottobre 2014 www.pirolapennutozei.it Fiscalità nell internazionalizzazione dell impresa LE CONVENZIONI CONTRO LE DOPPIE IMPOSIZIONI:

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

Questionario Proposta RC Professionale Intermediari sezione B R.U.I.

Questionario Proposta RC Professionale Intermediari sezione B R.U.I. Questionario Proposta RC Professionale Intermediari sezione B R.U.I. (PI Proposal Form for Insurance Brokers enrolled under section B of the Register) ==================== La presente proposta è relativa

Dettagli

OBJECT : Instructions on how to deposit the italian translation of an European Patent

OBJECT : Instructions on how to deposit the italian translation of an European Patent Ministry of Economic Development Department for enterprise and internationalisation Directorate general for the fight against counterfeiting XII Division VIA MOLISE 19 00187 ROMA OBJECT : Instructions

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

Checklist for Business Visa Application 商 务 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Visto AFFARI

Checklist for Business Visa Application 商 务 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Visto AFFARI Checklist for Business Visa Application 商 务 签 证 申 请 审 核 表 Documenti richiesti per Visto AFFARI Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) Purpose of Visit: ( 访 问 目 的 /Motivo

Dettagli

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali

e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali e-privacy 2012 Open data e tutela giuridica dei dati personali Milano, 22 giugno 2012 Prof. Avv. Alessandro Mantelero Politecnico di Torino IV Facoltà I. Informazione pubblica ed informazioni personali

Dettagli

STANDARD POLICY CONDITIONS. General conditions Institute Cargo Clauses (A) 1. Additional conditions Institute War Clauses (cargo) 1.1.82..

STANDARD POLICY CONDITIONS. General conditions Institute Cargo Clauses (A) 1. Additional conditions Institute War Clauses (cargo) 1.1.82.. STANDARD POLICY CONDITIONS General conditions Institute Cargo Clauses (A) 1 Additional conditions Institute War Clauses (cargo) 1.1.82..5 Institute Strikes Clauses (cargo) 1.1.82... 9 Institute Strikes

Dettagli

Avvocati dell ordine di Roma Professional Indemnity Insurance of Solicitors Questionario / Proposal Form

Avvocati dell ordine di Roma Professional Indemnity Insurance of Solicitors Questionario / Proposal Form Avviso Importante / Important Notice Responsabilità civile Avvocati dell ordine di Roma Professional Indemnity Insurance of Solicitors Questionario / Proposal Form La quotazione è subordinata all esame

Dettagli

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per Agenti in Attività Finanziaria e Mediatori Creditizi Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Credit Agents La seguente Proposta

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015

Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Informazione Regolamentata n. 0620-41-2015 Data/Ora Ricezione 26 Novembre 2015 20:30:38 MTA - Star Societa' : FIERA MILANO Identificativo Informazione Regolamentata : 66325 Nome utilizzatore : FIERAMILANON01

Dettagli

Case Law Italy(IT) Nr. 62

Case Law Italy(IT) Nr. 62 Tribunale di Venezia, 27.09.2006, S.P. c. Soc. F. Relevant Provisions (European and National Law) Directive 85/577, Directive 97/7, Directive 93/13 ; Art. 33, par. 2, letter (u), and Art. 63 of the Italian

Dettagli

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC

http://www.homeaway.it/info/guida-proprietari Copyright HomeAway INC Cambiare il testo in rosso con i vostri estremi Esempi di lettere in Inglese per la restituzione o trattenuta di acconti. Restituzione Acconto, nessun danno all immobile: Vostro Indirizzo: Data

Dettagli

Il Consortium Agreement

Il Consortium Agreement Il Consortium Agreement AGENDA Il CA in generale La govenance Legal and Financial IPR Cos è il CA? Il CA è un accordo siglato fra i partecipanti ad un azione indiretta (ad es. un progetto) finanziata nell

Dettagli

Contributo per l assistenza all infanzia

Contributo per l assistenza all infanzia ITALIAN Contributo per l assistenza all infanzia Il governo australiano mette a disposizione una serie di indennità e servizi per contribuire ai costi che le famiglie sostengono per l assistenza dei figli

Dettagli

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per Medici-Dentisti Odontoiatri Igienisti Dentali Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Dentist and Dental Hygienist AVVERTENZE

Dettagli

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.12437. 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.12437 03 Luglio 2014 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Modifiche al Manuale delle Corporate Actions - Amendment to the Corporate Action -

Dettagli

Deposits and Withdrawals policy Politica per Depositi e Prelievi TeleTrade-DJ International Consulting Ltd

Deposits and Withdrawals policy Politica per Depositi e Prelievi TeleTrade-DJ International Consulting Ltd Deposits and Withdrawals policy Politica per Depositi e Prelievi TeleTrade-DJ International Consulting Ltd 2011-2015 TeleTrade-DJ International Consulting Ltd. 1 Bank Wire Transfers: When depositing by

Dettagli

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione

La Sua banca dovrá registrare il mandato di addebito nei propri sistemi prima di poter iniziare o attivare qualsiasi transazione To: Agenti che partecipano al BSP Italia Date: 28 Ottobre 2015 Explore Our Products Subject: Addebito diretto SEPA B2B Informazione importante sulla procedura Gentili Agenti, Con riferimento alla procedura

Dettagli

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management

Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management Idee per emergere Outsourcing Internal Audit, Compliance e Risk Management FI Consulting Srl Via Vittorio Alfieri, 1 31015 Conegliano (TV) Tel. 0438 360422 Fax 0438 411469 E-mail: info@ficonsulting.it

Dettagli

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world

New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world MercedesRoadster.IT New, Classic & Old, History, Concept car, Meeting Day, Lifestyle, for fans and members in the world Newspaper supplement Emmegi Magazine Independent unaffiliated / funded by Daimler

Dettagli

Asset Management Bond per residenti in Italia

Asset Management Bond per residenti in Italia Asset Management Bond per residenti in Italia Agosto 2013 1 SEB Life International SEB Life International (SEB LI www.seb.ie) società irlandese interamente controllata da SEB Trygg Liv Holding AB, parte

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Checklist for Tourist Application --Individuals 个 人 旅 游 签 证 申 请 审 核 表. Turismo- viaggi individuali

Checklist for Tourist Application --Individuals 个 人 旅 游 签 证 申 请 审 核 表. Turismo- viaggi individuali Checklist for Tourist Application --Individuals 个 人 旅 游 签 证 申 请 审 核 表 Turismo- viaggi individuali Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) ed D Documents/ 主 要 材 料 /Documenti

Dettagli

Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti

Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti Proposta/Questionario di QBE Insurance (Europe) Limited Avviso Importante E nel Vostro interesse dichiarare nella presente Proposta/Questionario qualsiasi fatto

Dettagli

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA

RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA RELAZIONE SULLA CONGRUITÀ DEL RAPPORTO DI CAMBIO REDATTA PER SANPAOLO IMI S.P.A., AI SENSI DELL ART. 2501-SEXIES CODICE CIVILE, DA PRICEWATERHOUSECOOPERS S.P.A. [QUESTA PAGINA È STATA LASCIATA INTENZIONALMENTE

Dettagli

Il quadro giuridico europeo e il collocamento dei prodotti assicurativi accessori nel Protocollo ABI Assofin AACC

Il quadro giuridico europeo e il collocamento dei prodotti assicurativi accessori nel Protocollo ABI Assofin AACC Il quadro giuridico europeo e il collocamento dei prodotti assicurativi accessori nel Protocollo ABI Assofin AACC Angelo Peppetti Ufficio Crediti Direzione Strategie e Mercati Finanziari 27 novembre 2014

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

Individuale di Amministratori e Dirigenti Directors and Officers Liability

Individuale di Amministratori e Dirigenti Directors and Officers Liability Responsabilità civile Individuale di Amministratori e Dirigenti Directors and Officers Liability Avviso Importante / Important Notice Questionario / Proposal Form La quotazione è subordinata all esame

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

Pagina 1 di 6. NAME OF PROPOSER (Nome/Ragione Sociale del Proponente) HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo) (CAP e Città) (P.IVA/Codice Fiscale)

Pagina 1 di 6. NAME OF PROPOSER (Nome/Ragione Sociale del Proponente) HEAD OFFICE ADRESS (Indirizzo) (CAP e Città) (P.IVA/Codice Fiscale) Rappresentante Generale per l Italia dei Lloyd s Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 Indirizzo telegrafico LLOYD S MILANO - Autorizzazione all esercizio

Dettagli

PROPOSAL FORM FOR THE INSURANCE OF THE PROFESSIONAL INDEMNITY

PROPOSAL FORM FOR THE INSURANCE OF THE PROFESSIONAL INDEMNITY Rappresentante Generale per l Italia dei Lloyd s di Londra Enrico Bertagna Direzione Generale e Sede Legale: 20121 Milano, Corso Garibaldi, 86 - Tel. 02 6378881 Telefax 02/55193107 Indirizzo telegrafico

Dettagli

La tutela dei dati nei processi di outsourcing informatico in India

La tutela dei dati nei processi di outsourcing informatico in India Cloud computing e processi di outsourcing dei servizi informatici La tutela dei dati nei processi di outsourcing informatico in India Domenico Francavilla Dipartimento di Scienze Giuridiche Università

Dettagli

Appunti euroritenuta. Torino 30 giugno 2015

Appunti euroritenuta. Torino 30 giugno 2015 Appunti euroritenuta Torino 30 giugno 2015 Agreements between the EU and five European countries On 2 June 2004, the Council adopted a Decision on the signature and conclusion of an Agreement between the

Dettagli

AVVISO n.11560. 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso

AVVISO n.11560. 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana. Societa' oggetto dell'avviso AVVISO n.11560 20 Giugno 2012 --- Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto dell'avviso : -- Oggetto : Migrazione alla piattaforma Millennium IT: conferma entrata in vigore/migration to

Dettagli

GARANZIE INTERNAZIONALI

GARANZIE INTERNAZIONALI GARANZIE INTERNAZIONALI CAMERA DI COMMERCIO DI PRATO TOSCANA PROMOZIONE GRUPPO BANCA CR FIRENZE Prato, 20 Aprile 2005 ASPETTI E RISCHI DA DA CONSIDARE NELL OPERARE CON CON L ESTERO Conoscenza della controparte

Dettagli

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration).

LOGIN: please, go to webpage https://studiare.unife.it and login using Your user id and password (the same as the first registration). Università degli studi di Ferrara IMMATRICOLAZIONE online ai corsi di DOTTORATO PhD: Instructions for ENROLMENT of the winners English version below 1) EFFETTUARE IL LOGIN: collegarsi da qualsiasi postazione

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

Consolato Generale d Italia FILADELFIA RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA

Consolato Generale d Italia FILADELFIA RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Consolato Generale d Italia FILADELFIA RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA ITALIANA Coloro che hanno perso la cittadinanza italiana a seguito di naturalizzazione statunitense (a qualsiasi titolo o eta ) avvenuta

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE IL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI ORDINARIE E DI RISPARMIO NEL RAPPORTO DI 1 AZIONE NUOVA OGNI 100 ESISTENTI

ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE IL RAGGRUPPAMENTO DELLE AZIONI ORDINARIE E DI RISPARMIO NEL RAPPORTO DI 1 AZIONE NUOVA OGNI 100 ESISTENTI NOT FOR PUBLICATION OR DISTRIBUTION, DIRECTLY OR INDIRECTLY, IN, OR INTO, THE UNITED PRESS RELEASE COMUNICATO STAMPA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DI BANCA CARIGE L ASSEMBLEA ORDINARIA HA APPROVATO: IL BILANCIO

Dettagli

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia

Introduzione Kerberos. Orazio Battaglia Orazio Battaglia Il protocollo Kerberos è stato sviluppato dal MIT (Massachusetts Institute of Tecnology) Iniziato a sviluppare negli anni 80 è stato rilasciato come Open Source nel 1987 ed è diventato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA

COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA COMUNICATO STAMPA GRUPPO TELECOM ITALIA: DEFINITO IL NUOVO CALENDARIO DELLE ATTIVITA SOCIETARIE DI TELECOM ITALIA, TIM E TI MEDIA Milano, 31 dicembre 2004 Telecom Italia, Tim e Telecom Italia Media comunicano,

Dettagli

Assicurazione della Responsabilità Civile di Enti Locali

Assicurazione della Responsabilità Civile di Enti Locali LONDON Assicurazione della Responsabilità Civile di Enti Locali Proposta/Questionario di QBE Insurance (Europe) Limited AVVISO IMPORTANTE E nel Vostro interesse dichiarare nella presente Proposta/Questionario

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal

ACQUISTI PORTALE. Purchasing Portal ACQUISTI PORTALE Purchasing Portal Il portale acquisti della Mario De Cecco è ideato per: The Mario De Cecco purchase portal is conceived for: - ordinare on line in modo semplice e rapido i prodotti desiderati,

Dettagli

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION

AVVERTENZE UTILI USEFUL INFORMATION QUESTIONARIO PROPOSTA Proposta di assicurazione R.C. Professionale per i Patrocinatori Stragiudiziali Proposal Form Professional Indemnity Insurance of Patrocinatori Stragiudiziali La seguente Proposta

Dettagli

Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri

Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri Interactive Brokers presenta Dinamica negoziazioni su prodotti stranieri Alessandro Bartoli, Interactive Brokers Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars Member

Dettagli

ESEMPI DI GARANZIE INTERNAZIONALI AUTONOME A PRIMA RICHIESTA ITALIANO/INGLESE

ESEMPI DI GARANZIE INTERNAZIONALI AUTONOME A PRIMA RICHIESTA ITALIANO/INGLESE ESEMPI DI GARANZIE INTERNAZIONALI AUTONOME A PRIMA RICHIESTA ITALIANO/INGLESE Tratti e rielaborati da: A. Di Meo, Le Garanzie nel Commercio Internazionale, Studio DI MEO Editore, Padova, 2010. Studio DI

Dettagli

DNV BUSINESS ASSURANCE

DNV BUSINESS ASSURANCE DNV BUSINESS ASSURANCE CERTIFICATO CE DI TIPO EC TYPE-EXAMINATION CERTIFICATE Certificato No. / Certificate No. 2666-2013-CE-ITA-ACCREDIA Questo certificato è di 5 pagine / This certificate consists of

Dettagli

Gestione dei Reclami e dei Ricorsi per la Certificazione Forestale e Catena di Custodia dei prodotti

Gestione dei Reclami e dei Ricorsi per la Certificazione Forestale e Catena di Custodia dei prodotti Gestione dei Reclami e dei Ricorsi per la Certificazione Forestale e Catena di Custodia dei prodotti Complaints and Appeals Management for Forest & Wood Certification Bureau Veritas Certification Policy

Dettagli

Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti Third Party / Employee / Product Liability Insurance

Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti Third Party / Employee / Product Liability Insurance Assicurazione della RCT / RCO / RC Prodotti Third Party / Employee / Product Liability Insurance Modulo di proposta Proposal Form La quotazione e subordinata all esame del questionario completo, datato

Dettagli

UNIPA REGISTRATION: Go to the link of the University of Palermo website: http://www.unipa.it/target/studenti/servizi-online/portale-studenti

UNIPA REGISTRATION: Go to the link of the University of Palermo website: http://www.unipa.it/target/studenti/servizi-online/portale-studenti WELCOME This is a Guide that will help you to enroll to an Italian University and to register as Italian students with a foreign qualification or EU students or Extra EU students living in Italy to the

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

AVVISO n.1450 02 Febbraio 2009

AVVISO n.1450 02 Febbraio 2009 AVVISO n.1450 02 Febbraio 2009 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifica alle Istruzioni al Regolamento: in vigore il 18/02/09/Amendments to the Instructions

Dettagli

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION

DESTINAZIONE EUROPA. BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION A P R E AGENZIA P E R L A PROMOZIONE D E L L A RICERCA EUROPEA DESTINAZIONE EUROPA BOARDING PASS PER LE MARIE CURIE FELLOWSHIP Focus sul capitolo B4 IMPLEMENTATION Di Angelo D Agostino con la collaborazione

Dettagli

CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS

CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS Logo of Partner University CONVENZIONE DI CO-TUTELA DI TESI DI DOTTORATO DI RICERCA AGREEMENT FOR JOINT RESEARCH DOCTORAL THESIS L Università degli Studi di Firenze con sede in Firenze, Piazza S. Marco

Dettagli

ECONOMIA DEL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO

ECONOMIA DEL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO Università degli studi di Bergamo Anno accademico 2008 2009 Corso di laurea in ingegneria gestionale ECONOMIA DEL CAMBIAMENTO TECNOLOGICO INTELLECTUAL PROPERTY RIGHTS Parte II Invernizzi Pierluigi Brevetti

Dettagli

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI

CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE PER IL CONTRATTO DI ASSICURAZIONE DANNI RESPONSABILITÀ CIVILE AMMINISTRATORI SINDACI E DIRIGENTI D AZIENDA (D&O) QUESTIONARIO PROPOSTA Avviso Importante Vi preghiamo di leggere

Dettagli

Interactive Brokers presents

Interactive Brokers presents Interactive Brokers presents Il programma Stock Yield Enhancement Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch Il webinar inizia alle 18:00 CET webinars@interactivebrokers.com

Dettagli

Directive for Travel and Accommodation Expenses

Directive for Travel and Accommodation Expenses 1. General principles Directive for Travel and Accommodation Expenses 1.1. The basis for this Directive is Article 15.2 and Article 20 of the International Statute. Travel and Accommodation expenses will

Dettagli

Convegno di Studio Brescia, 13.02.2014

Convegno di Studio Brescia, 13.02.2014 La gestione di branch estere: criticità tributarie e contabili. Difficoltà connesse al recupero delle imposte estere (principi normativi - un caso pratico) Convegno di Studio Brescia, 13.02.2014 BRANCH

Dettagli

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare

FAC-SIMILE. 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare Project apply for 1. Project Title / Titolo del progetto 2. Acronym / Acronimo 3. Thematic area / Area tematica 4. Disciplinary scientific field / Settore scientifico disciplinare 5. Proposer Researcher

Dettagli

Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) E-mail Address: ( 邮 件 地 址 /Indirizzo e-mail) Yes/ 有 Si?

Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) E-mail Address: ( 邮 件 地 址 /Indirizzo e-mail) Yes/ 有 Si? Name: ( 姓 名 /Nome e Cognome) Passport Number: ( 护 照 号 /Numero di passaporto) Required Documents/ 主 要 材 料 / Documenti necessari Visa Application form duly filled in English or Italian and signed (pinyin

Dettagli

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch.

Interactive Brokers. Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex. Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch. Interactive Brokers presenta: Rendiconti in dettaglio: P/L e Forex Alessandro Bartoli, Interactive Brokers abartoli@interactivebrokers.ch webinars@interactivebrokers.com www.ibkr.com/webinars Member SIPC

Dettagli

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007

La struttura della ISO 26000. Antonio Astone 26 giugno 2007 La struttura della ISO 26000 Antonio Astone 26 giugno 2007 Description of operational principles (1/2) Operational principles guide how organizations act. They include: Accountability an organization should

Dettagli