Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014"

Transcript

1 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 6/2014 Pubblicato il 31 luglio 2014

2

3 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n. 278/2006 del 14 luglio Direzione e Redazione presso l Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni Servizio Studi e Gestione Dati Via del Quirinale, ROMA Tel. 06/ Fax 06/ Direttore Responsabile: Dr. Fausto PARENTE

4

5 Indice 1. PROVVEDIMENTI IVASS PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE... 9 Provvedimento n del 9 giugno 2014 Autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 all assunzione del controllo di Eurovita Assicurazioni S.p.A. da parte di James Christopher Flowers, per il tramite di J.C. Flowers III Eurovita Holdings S.à r.l MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 Italiana Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 Vittoria Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 CreditRas Vita s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 9 giugno 2014 Società Cattolica di Assicurazioni Soc. Cooperativa Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 9 giugno 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 13 giugno 2014 Assicuratrice Milanese S.p.A. Compagnia di Assicurazioni. Modifica statutaria. Provvedimento Provvedimento prot. n del 24 giugno 2014 AXA Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 24 giugno 2014 Carige Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 25 giugno 2014 BNP Paribas Cardif Vita S.p.A. - Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Poste Vita S.p.A.. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Alleanza Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Generali Italia S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento PROVVEDIMENTI SANZIONATORI SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE SANZIONI DISCIPLINARI: RADIAZIONI - INTERMEDIARI Provvedimento prot. n del 23 ottobre 2013 Sig. Marco PETRUCCI Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D.Lgs. 7. settembre 2005 n Provvedimento Provvedimento prot. n del 26 febbraio 2014 Sig. Giancarlo DOZIO Procedimento disciplinare ai sensi degli artt. 330 e 331 del D.Lgs. 7 settembre 2005 n. 209 (Codice delle assicurazioni private). Provvedimento Provvedimento prot. n del 19 marzo 2014 Sig.ra Silvana DESENZANI Procedimento disciplinare, ai sensi degli artt. 330 e 331 del D. Lgs. 7 settembre 2005 n Provvedimento I

6 3. ATTI COMUNITARI DI INTERESSE PER IL SETTORE ASSICURATIVO SELEZIONE DALLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IMPRESE IN L.C.A INFORMATIVA LIQUIDAZIONI Aprilia Cinque s.r.l. con sede in Roma ALTRE NOTIZIE CALENDARIO DELLE ADUNANZE DEL COLLEGIO DI GARANZIA SUI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI TASSO DI INTERESSE GARANTIBILE NEI CONTRATTI RELATIVI AI RAMI VITA Determinazione dei tassi massimi di interesse da applicare ai contratti dei rami vita espressi in euro che prevedono una garanzia di tasso di interesse

7 1. PROVVEDIMENTI IVASS

8

9 Provvedimenti IVASS 1.1 PROVVEDIMENTI RIGUARDANTI SINGOLE IMPRESE Provvedimento n del 9 giugno 2014 Autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 all assunzione del controllo di Eurovita Assicurazioni S.p.A. da parte di James Christopher Flowers, per il tramite di J.C. Flowers III Eurovita Holdings S.à r.l.. Con istanza presentata in data 19 dicembre 2013 ed integrata con comunicazioni del 3 febbraio e 22 maggio 2014, James Christopher Flowers ha chiesto l autorizzazione, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, ad assumere la partecipazione di controllo nel capitale sociale di Eurovita Assicurazioni S.p.A. per il tramite di J.C. Flowers III Eurovita Holdings S.à r.l.. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, la sussistenza dei requisiti per l autorizzazione all assunzione del controllo in oggetto. In relazione a ciò questo Istituto autorizza, ai sensi dell art. 68 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209, James Christopher Flowers ad assumere, per il tramite di J.C. Flowers III Eurovita Holdings S.à r.l., il controllo di Eurovita Assicurazioni S.p.A.. Per il Direttorio Integrato Il Presidente Delibera n. 84 del 9 giugno

10 Bollettino IVASS n. 6/ MODIFICHE STATUTARIE Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 Italiana Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 30 aprile 2014, pervenuta a questa Autorità in data 8 maggio 2014, Italiana Assicurazioni s.p.a. ha trasmesso copia del verbale del Consiglio di amministrazione del 24 aprile 2014 e ha chiesto l approvazione delle modifiche dell art. 7 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto sono apportate al fine di aggiornare gli elementi di patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami danni e vita devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio di sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 10

11 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 Vittoria Assicurazioni s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 22 maggio 2014, pervenuta a questa Autorità in pari data, Vittoria Assicurazioni s.p.a. ha trasmesso copia del verbale del Consiglio di amministrazione del 12 maggio 2014 e ha chiesto l approvazione delle modifiche dell art. 5 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto sono apportate al fine di aggiornare gli elementi di patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami danni e vita devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio di sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 11

12 Bollettino IVASS n. 6/2014 Provvedimento prot. n del 5 giugno 2014 CreditRas Vita s.p.a. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 7 maggio 2014, pervenuta a questa Autorità il 14 maggio 2014, CreditRas Vita s.p.a. ha trasmesso copia del verbale dell assemblea straordinaria del 28 aprile 2014 e ha chiesto l approvazione delle modifiche dell art. 5 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto sono apportate al fine di aggiornare gli elementi di patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami danni e vita devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio di sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 12

13 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 9 giugno 2014 Società Cattolica di Assicurazioni Soc. Cooperativa Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 22 maggio 2014, pervenuta a questa Autorità in pari data, la Società Cattolica di Assicurazioni Soc. Cooperativa ha trasmesso copia del verbale dell Assemblea straordinaria del 26 aprile 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica degli artt. 6, 9,12, 18, 20, 22, 23, 25, 27, 29, 41, 44, 45, 46 e 54 dello statuto sociale e l introduzione di un nuovo articolo denominato 9 bis. Con successiva lettera del 22 maggio 2014, pervenuta a questa Autorità il successivo 22 maggio, la Società Cattolica di Assicurazioni Soc. Cooperativa ha trasmesso copia del verbale del Consiglio di amministrazione del 14 maggio 2012 che ha deliberato la modifica degli artt. 2 e 24 nonché una ulteriore modifica dell art. 41 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in esame sono state apportate allo scopo di adeguare le disposizioni statutarie alla normativa vigente, di rendere il testo statutario coerente con la natura cooperativa della società e di precisare con maggior chiarezza le materie disciplinate. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 13

14 Bollettino IVASS n. 6/2014 Provvedimento prot. n del 9 giugno 2014 Assicurazioni Generali S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 14 maggio 2014, Assicurazioni Generali S.p.A. ha trasmesso il proprio statuto sociale modificato dall Assemblea straordinaria degli azionisti del 30 aprile 2014 che ha deliberato di attribuire al Consiglio di Amministrazione la facoltà di aumentare a titolo gratuito il capitale sociale, mediante l emissione di un numero massimo di azioni ordinarie da assegnare ai beneficiari del piano di incentivazione denominato Piano LTI Nel contempo sono state aggiornate alcune disposizioni relative al capitale sociale ed agli elementi del patrimonio netto, per scadenza dei termini ivi contenuti. Le modifiche riguardano gli articoli 8, commi 1 e 3, e 9, comma 3, dello statuto sociale. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 14

15 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 13 giugno 2014 Assicuratrice Milanese S.p.A. Compagnia di Assicurazioni. Modifica statutaria. Provvedimento. Con comunicazione pervenuta in data 20 maggio 2014, Assicuratrice Milanese S.p.A. - Compagnia di Assicurazioni, ha trasmesso copia del verbale dell Assemblea straordinaria degli azionisti del 30 aprile 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica dell art. 5 dello statuto sociale. La modifica statutaria deliberata riguarda l aumento a titolo gratuito del capitale sociale da euro ,00 ad euro ,00 mediante utilizzo delle riserve patrimoniali disponibili, con emissione di n azioni ordinarie nominative nuove del valore nominale di euro 0,52 cadauna, pari a complessivi euro ,00. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e dell art. 4 del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che la modifica statutaria proposta non risulta in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 15

16 Bollettino IVASS n. 6/2014 Provvedimento prot. n del 24 giugno 2014 AXA Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con comunicazione del 14 maggio 2014 AXA Assicurazioni S.p.A. ha trasmesso copia del verbale dell assemblea dei soci del 30 aprile 2014 ed ha chiesto l approvazione della modifica degli articoli 5, 6 e 19 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto riguardano: l art. 5 ai fini dell aggiornamento degli elementi del patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami vita e danni devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5, comma 4, del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo 2008; l art. 6 ai fini dell introduzione della clausola di riscatto sulle azioni in circolazione, ai sensi e per gli effetti di cui all art sexies del codice civile, esercitabile dal socio il cui possesso azionario superi la soglia del 99,99% del capitale sociale e comunque almeno n azioni; l art. 19 per l introduzione della possibilità da parte dell organo amministrativo di nominare direttamente procuratori e mandatari per il compimento di determinati atti o categorie di atti, fissandone i poteri. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. In relazione all introduzione della possibilità di riscatto delle azioni in circolazione si rileva l assenza nello statuto di una clausola che consente al socio dissenziente di opporsi al riscatto e di conservare inalterata la propria partecipazione salvaguardando i suoi diritti individuali. La fattispecie non rileva tuttavia ai fini della sana e prudente gestione e pertanto si rimanda al notaio rogante ogni valutazione sull inserimento di tale clausola nello statuto. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione dello stesso notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 16

17 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 24 giugno 2014 Carige Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento L Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni IVASS con comunicazione all impresa del 25 giugno 2014, ha approvato, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209 e del Regolamento Isvap n. 14 del 18 febbraio 2008, la modifica dello statuto deliberata dall Assemblea straordinaria del 17 aprile La modifica deliberata riguarda l art. 5 dello statuto ed in particolare la riduzione capitale sociale da a per il ripianamento delle perdite d esercizio. La riduzione del capitale è stata conseguita attraverso la diminuzione del valore nominale delle azioni da 750 a 320. L Assemblea strordinaria ha contestualmente deliberato un aumento di capitale sociale per 92 milioni da realizzare attraverso l emissione di n azioni del valore nominale di

18 Bollettino IVASS n. 6/2014 Provvedimento prot. n del 25 giugno 2014 BNP Paribas Cardif Vita S.p.A. - Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 26 maggio 2014, pervenuta a questa Autorità in data 27 maggio 2014, BNP Paribas Cardif Vita S.p.A. ha trasmesso copia del verbale dell assemblea straordinaria dei soci del 21 maggio 2014 e ha chiesto l approvazione delle modifiche dell articolo 5 dello statuto sociale. Le modifiche statutarie sono apportate al fine di aggiornare gli elementi di patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami danni e vita devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che la modifica statutaria proposta non risulta in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge della modifica statutaria in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 18

19 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Poste Vita S.p.A.. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera pervenuta in data 30 maggio 2014 Poste Vita S.p.A. ha trasmesso copia del verbale del consiglio di amministrazione della società del 22 maggio 2014 ed ha chiesto l approvazione delle modifiche dell articolo 6 Capitale e azioni dello statuto sociale. Le modifiche statutarie in oggetto riguardano l aggiornamento degli elementi del patrimonio netto che le imprese esercenti congiuntamente i rami vita e danni devono distintamente attribuire alle rispettive gestioni, così come richiesto dall art. 5, comma 4, del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 19

20 Bollettino IVASS n. 6/2014 Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Alleanza Assicurazioni S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 13 maggio 2014, successivamente integrata in data 4 giugno 2014, Alleanza Assicurazioni S.p.A. ha trasmesso il proprio statuto sociale modificato dall Assemblea straordinaria degli azionisti del 5 maggio 2014 che ha deliberato di aggiornare gli importi degli elementi del patrimonio netto attribuiti alle gestioni danni e vita, ai sensi dell art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Le modifiche riguardano l art. 6 (Capitale sociale) dello statuto sociale. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 20

21 Provvedimenti IVASS Provvedimento prot. n del 26 giugno 2014 Generali Italia S.p.A. Modifiche statutarie. Provvedimento. Con lettera del 13 maggio 2014, successivamente integrata in data 6 giugno 2014, Generali Italia S.p.A. ha trasmesso il proprio statuto sociale modificato dall Assemblea straordinaria degli azionisti del 29 aprile 2014 che ha deliberato di aggiornare gli importi degli elementi del patrimonio netto attribuiti alle gestioni danni e vita, ai sensi dell art. 5 del Regolamento ISVAP n. 17 dell 11 marzo Le modifiche riguardano l art. 6 (Capitale sociale) dello statuto sociale. Al riguardo, avuto presente l esito dell istruttoria, si accerta, ai sensi dell art. 196 del decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209 e del Regolamento ISVAP n. 14 del 18 febbraio 2008, che le modifiche statutarie proposte non risultano in contrasto con il principio della sana e prudente gestione. Ai sensi dell art del Codice Civile resta, peraltro, impregiudicata ogni valutazione del notaio rogante in ordine alla conformità alla legge delle modifiche statutarie in argomento. Per delegazione del Direttorio Integrato 21

22

23 2. PROVVEDIMENTI SANZIONATORI

24

25 Provvedimenti Sanzionatori 2.1 SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 1660/14 DEL 10 GIUGNO 2014 Ara 1857 s.p.a., con sede in Milano. art. 309, comma 1, del d.lgs. 209/ emissione negli anni 2011 e 2012 di polizze assicurative per la copertura di rischi ubicati in Slovenia, intermediati dalla società di brokeraggio G&C s.r.l., senza essere abilitata all esercizio dell attività assicurativa in regime di libera prestazione di servizi sul territorio sloveno. art. 309, comma 1, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventimila/00). ORDINANZA N. 1661/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventisettemiladuecento/00). ORDINANZA N. 1662/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Groupama Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (quattordicimiladuecentottanta/00). ORDINANZA N. 1663/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Generali Italia s.p.a. (già Alleanza Toro s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera d), del d.lgs. 209/2005. euro 8.100,00 (ottomilacento/00). 25

26 Bollettino IVASS n. 6/2014 ORDINANZA N. 1664/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Generali Italia s.p.a. (a seguito di conferimento di ramo d azienda di Assicurazioni Generali s.p.a.), con sede in Mogliano Veneto (TV). artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (ventisettemiladuecento/00). ORDINANZA N. 1665/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Gabbanella Pasqualino, presso la residenza in Alba Adriatica (TE) e con domicilio eletto presso lo studio dell avv. Ricci Alessia, sempre in Alba Adriatica (TE). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 2 occasioni. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1666/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Sergio Spadoni e Giovanni Motta s.n.c., con sede in Acireale (CT), in persona dei legali rappresentanti pro tempore, sigg. Spadoni Sergio e Motta Giovanni, presso le rispettive residenze in Taormina (ME) e Siracusa. combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/ mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale. euro ,00 (diecimila/00). ORDINANZA N. 1667/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 1.260,00 (milleduecentosessanta/00). 26

27 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 1668/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera c), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 2.835,00 (duemilaottocentotrentacinque/00). ORDINANZA N. 1669/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Meli Maria Franca, presso la residenza in Niscemi (CL). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/ mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale. euro 1.000,00 (mille/00). ORDINANZA N. 1670/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 1, lettera c), del d.lgs. 209/2005. euro 5.400,00 (cinquemilaquattrocento/00). ORDINANZA N. 1671/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Groupama Assicurazioni s.p.a., con sede in Roma. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), e comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 1.260,00 (milleduecentosessanta/00). 27

28 Bollettino IVASS n. 6/2014 ORDINANZA N. 1672/14 DELL 11 GIUGNO 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (diecimilaottocento/00). ORDINANZA N. 1673/14 DELL 11 GIUGNO 2014 UnipolSai s.p.a. (già Milano Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato. art. 315, comma 1, lettera b), del d.lgs. 209/2005. euro 1.800,00 (milleottocento/00). ORDINANZA N. 1674/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Carige Assicurazioni s.p.a., con sede in Milano. artt. 149 e 150 del d.lgs. 209/2005 e art. 8 del d.p.r. 254/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento diretto al danneggiato ovvero per la comunicazione dei motivi di diniego della stessa. art. 315, comma 2, del d.lgs. 209/2005. euro ,00 (trentamila/00). ORDINANZA N. 1675/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Malacarne Mauro s.a.s., con sede in Codigoro (FE). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in n. 3 occasioni. euro 6.000,00 (seimila/00). 28

29 Provvedimenti Sanzionatori ORDINANZA N. 1676/14 DELL 11 GIUGNO 2014 Giarratano Marco, presso la residenza in Caltanissetta; Cocchiara Rosy, presso la residenza in Ravenna e con domicilio in Gela (CL) (in concorso). combinato disposto degli artt. 117 del d.lgs. 209/2005 e 54 del regolamento ISVAP 5/2006 e degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/2006, in relazione alle seguenti fattispecie: - mancato rispetto dell obbligo di separazione patrimoniale; - mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati. euro 2.000,00 (duemila/00) - per Giarratano Marco; euro ,00 (ventimila/00) - per Cocchiara Rosy. ORDINANZA N. 1677/14 DELL 11 GIUGNO 2014 D Astore Giuseppe & C. s.a.s., in persona del liquidatore, sig. D Astore Giuseppe, presso la residenza in Lazise (VR). combinato disposto degli artt. 183 del d.lgs. 209/2005 e 47 del regolamento ISVAP 5/ mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati. euro 2.000,00 (duemila/00). ORDINANZA N. 1678/14 DEL 13 GIUGNO 2014 U.C.I. - Ufficio Centrale Italiano, con sede in Milano. art. 125, comma 5 bis, del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la comunicazione dei motivi di diniego dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 317, comma 3, del d.lgs. 209/2005. euro 3.000,00 (tremila/00). ORDINANZA N. 1679/14 DEL 13 GIUGNO 2014 Allianz s.p.a., con sede in Trieste. art. 148 del d.lgs. 209/ mancato rispetto, per un sinistro del ramo r.c. auto, dei termini per la formulazione dell offerta di risarcimento al danneggiato. art. 315, commi 2 e 3, del d.lgs. 209/2005. euro 7.560,00 (settemilacinquecentosessanta/00). 29

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 9/2015 pubblicato il 30 ottobre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 2/2014 Pubblicato il 31 marzo 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 11/2014 pubblicato il 31 dicembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 9/201 3 Pubblicato il 31 ottobre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 10/2015 pubblicato il 30 novembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE

SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE SANZIONI AMMINISTRATIVE PECUNIARIE: ORDINANZE ORDINANZA N. 1/14 DELL'8 GENNAIO 2014 (già Unipol Assicurazioni s.p.a.), con sede in Bologna. combinato disposto degli artt. 5, comma 2, 7 e 183, comma 2,

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 5/2014 Pubblicato il 30 giugno 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 8/2015 pubblicato il 30 settembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 1/20144 Pubblicato il 28 febbraio 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 2/2015 pubblicato il 31 marzo 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 11/2015 pubblicato il 31 dicembre 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 3/2014 Pubblicato il 30 aprile 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 9/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 9/2014 pubblicato il 31 ottobre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 7/201 3 Pubblicato il 30 agosto 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 8/201 3 Pubblicato il 30 settembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 5/201 3 Pubblicato il 28 giugno 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014

I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI. Bollettino Mensile. Anno II n. 10/2014 I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino Mensile Anno II n. 10/2014 pubblicato il 28 novembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009

Bollettino Anno IV - n. 10. Ottobre 2009 Bollettino Anno IV - n. 10 Ottobre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013

Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 Bollettino mensile Nuova serie Anno I n. 11/201 3 Pubblicato il 31 dicembre 2013 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 1/2015 pubblicato il 27 febbraio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009

Bollettino Anno IV - n. 11. Novembre 2009 Bollettino Anno IV - n. 11 Novembre 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 6/2015 pubblicato il 31 luglio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 7/2014 Pubblicato il 29 agosto 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma n.

Dettagli

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009

Bollettino Anno IV - n. 5. Maggio 2009 Bollettino Anno IV - n. 5 Maggio 2009 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO

gennaio SANZIONATO VIOLAZIONE IMPORTO 40848 05/01/2011 Uniqa Protezione 40850 05/01/2011 Duomo Uni One Assicurazioni 40852 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40853 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni 40854 05/01/2011 Fata Assicurazioni Danni

Dettagli

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008

Bollettino Anno III - n. 6. Giugno 2008 Bollettino Anno III - n. 6 Giugno 2008 (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) (Legge 12 agosto 1982, n.576 e successive modificazioni ed integrazioni) Bollettino Anno

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 4/2015 pubblicato il 29 maggio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

ADEGUATEZZE NORMATIVE

ADEGUATEZZE NORMATIVE Rete UnipolSai COMMISSIONE COMPLIANCE NORMATIVE Informativa FIAP n 21 31.07.2015 Oggetto : ADEGUATEZZE NORMATIVE Care Colleghe e cari Colleghi, arrivano, dal territorio, numerose segnalazioni di rilievi,

Dettagli

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014

Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 Bollettino mensile Nuova serie Anno II n. 8/2014 Pubblicato il 30 settembre 2014 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012 n. 135) Registrazione presso il Tribunale di Roma

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno III n. 5/2015 pubblicato il 30 giugno 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto 2012

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A ALLEGATO N. 7A e 7B del Regolamento ISVAP n. 5/2006 INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n. COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI (Allegato n.7a) Ai sensi delle disposizioni del d.lgs. n. 209/2005 (Codice delle

Dettagli

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo.

STATUS BROKER S.R.L. Via E.Masi, 21-40137 Bologna Telefono (051) 344776 (r.a.) - Fax (051) 301013 E-mail: statusbroker@statusgruppo. MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A (modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO N. 7A Comunicazione informativa sugli obblighi di comportamento cui gli Intermediari

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A)

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006. SEZIONE A (ex modello 7A) MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni

Alessandro Pierantoni Broker di assicurazioni MODELLO 7/A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del d.lgs n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente

PARTE I Informazioni generali relative all intermediario che entra in contatto con il contraente Ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo ha l obbligo di consegnare al contraente il presente documento che contiene notizie sull intermediario stesso, su potenziali situazioni di

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNIO DI INFORMATIVA PREONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) OMUNIAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI OMPORTAMENTO UI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI ONFRONTI

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF );

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA. VISTO il decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58 ( TUF ); Delibera n. 19283 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti di esponenti aziendali di Poste Italiane s.p.a. e, a titolo di responsabile in solido, della medesima società per violazioni

Dettagli

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it

G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it G E N E R A L B R O K E R S S R L G E S T I O N I A S S I C U R A T I V E www.generalbrokers.it info@generalbrokers.it Regolamento ISVAP n 5/2006 ALLEGATO 7B Ai sensi della vigente normativa, l intermediario

Dettagli

LLOYD'S CORRESPONDENT

LLOYD'S CORRESPONDENT ALPHA BROKER s.p.a. 13900 Biella - Corso Europa, 5/7 Tel.+39.015.848471 - Fax +39.015.8493702 Cap. Soc. 1.900.000,00 i.v. - Reg. Imprese BI. COD.FISC e P.IVA 3689560963 R.E.A. CCIAA 188312 BI - RUI B000133961

Dettagli

MODELLO MASTER ACCORDO DI COLLABORAZIONE: A - A

MODELLO MASTER ACCORDO DI COLLABORAZIONE: A - A ACCORDO DI COLLABORAZIONE RECIPROCA AI SENSI DELL ART. 22, COMMA 10, D.L. 18.10.2012, N. 179 CONVERTITO IN LEGGE 17.12.2012, N. 221 MODELLO MASTER Tra: La società., rappresentata dai sigg.ri (Numero di

Dettagli

Informativa precontrattuale Scuole Ed. 3 - Rev. 1-01/09/15

Informativa precontrattuale Scuole Ed. 3 - Rev. 1-01/09/15 Informativa precontrattuale COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Conforme all allegato 7A Regolamento IVASS (ex ISVAP)

Dettagli

Allegato A - Determinazione n.

Allegato A - Determinazione n. ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 30/04/2014 103,72 PO 2014 3 09/05/2014 1 08/05/2014 BL ASSICURATRICE VAL PIAVE - S.P.A. 3356 00075940254 29/05/2014 0,03 PO 2013 1 07/06/2014 1 06/06/2014

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI ALLEGATO 7A Prima di far sottoscrivere una proposta o, qualora non prevista, un contratto di assicurazione gli intermediari consegnano al contraente copia della presente comunicazione informativa. Il documento

Dettagli

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA Polizza di Responsabilità Civile Professionale dei Progettisti degli obblighi previsti dal Codice dei Contratti Pubblici derivante dagli incarichi di progettazione

Dettagli

UNIVERSITA CATTOLICA MILANO CETIF. Annamaria Damiani Servizio Tutela degli Utenti Sezione Tutela degli Assicurati Milano, 16 settembre 2010

UNIVERSITA CATTOLICA MILANO CETIF. Annamaria Damiani Servizio Tutela degli Utenti Sezione Tutela degli Assicurati Milano, 16 settembre 2010 UNIVERSITA CATTOLICA MILANO CETIF Regolamento n. 35 : obblighi di informazione e pubblicità dei prodotti assicurativi Annamaria Damiani Servizio Tutela degli Utenti Sezione Tutela degli Assicurati Milano,

Dettagli

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI

MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI MOD. 7A 7B, E PRIVACY UNIFICATI Mod. 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI La preghiamo di leggere con attenzione il

Dettagli

Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _

Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _ Lettera di incarico per la ricerca e la stipula di coperture assicurative. Incarico conferito da: Ditta/denominazione: Indirizzo: _ Città CAP _ recapiti: telefono fisso cell. Email _ fax _ a favore di:

Dettagli

Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative

Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative Conferimento mandato di brokeraggio e ricevuta di consegna di documentazione precontrattuale e informative Il Sottoscritto: Spettabile Limestreet srl Via G. Savonarola, snc - 20149 Milano Fax num. 02 4210

Dettagli

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006

INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP N. 5 DEL 16 OTTOBRE 2006 ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del D.lgs. n. 209/2005 (Codice delle assicurazioni

Dettagli

La giurisprudenza del comparto assicurativo

La giurisprudenza del comparto assicurativo La giurisprudenza del comparto assicurativo Le fonti normative Codice civile D.Lgs. 209 del 7 nov 2005 Regolamento ISVAP n 5 del 16 0tt 2006 Decreto legislativo 223/06 (decreto Bersani) e Bersani Bis Regolamenti

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) Codice Fiscale: Attività Prof. Nome e Cognome Codice Fiscale

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) Codice Fiscale: Attività Prof. Nome e Cognome Codice Fiscale MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI (Versione Small Office)5700150 1. CONTRAENTE (ASSICURANDO)

Dettagli

RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO

RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO PROPOSTA DI ASCURAZIONE PER LA RESPONSABILITÀ CIVILE DELL AVVOCATO 1 - DATI DEL PROPONENTE Cognome e nome Iscrizione all Albo Numero Data Indirizzo di residenza Ubicazione dello studio Indirizzo di corrispondenza

Dettagli

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società)

Denominazione: (in caso di Studio Associato o Società) MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE PER L'ATTIVITA' DI ASSISTENZA FISCALE MEDIANTE APPOSIZIONE DEI VISTI DI CONFORMITA' SULLE DICHIARAZIONI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP. 5/2006 SEZIONE A (ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

Indice corso Agenti e Broker

Indice corso Agenti e Broker Indice corso Agenti e Broker 1. L evoluzione storica e normativa delle assicurazioni - Premessa - Fonti del diritto di assicurazione: i connotati e i problemi peculiari della disciplina di settore - Il

Dettagli

*** *** *** La informa

*** *** *** La informa Informativa all interessato sul trattamento dei dati personali da parte dell intermediario ai sensi dell art. 13 del D. Lgs. 30/06/2003 n. 196 e consenso al trattamento dei dati personali Gent.le Interessato

Dettagli

AGENZIA ASSICURATIVA

AGENZIA ASSICURATIVA AGENZIA ASSICURATIVA DOCUMENTAZIONE PRECONTRATTUALE E INFORMATIVA Il presente fascicolo contiene: 1. Ricevuta di consegna della documentazione precontrattuale e informativa 2. Allegato 7A (Obblighi di

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450

FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 1 FEDERAZIONE ITALIANA GIUOCO CALCIO 00198 ROMA VIA GREGORIO ALLEGRI, 14 CASELLA POSTALE 2450 TRIBUNALE FEDERALE NAZIONALE SEZIONE DISCIPLINARE COMUNICATO UFFICIALE N. 17/TFN Sezione Disciplinare (2014/2015)

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO IVASS. 5/2006 SEZIONE A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI

Dettagli

Il presente fascicolo è costituito da n. 6 facciate e comprende i seguenti moduli obbligatori:

Il presente fascicolo è costituito da n. 6 facciate e comprende i seguenti moduli obbligatori: Il presente fascicolo è costituito da n. 6 facciate e comprende i seguenti moduli obbligatori: 1. Mod. 7A - Comunicazione informativa sugli obblighi di comportamento cui gli intermediari sono tenuti nei

Dettagli

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI

MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI MODULO PROPOSTA PER L ASSICURAZIONE DEGLI ESBORSI CONSEGUENTI A RESPONSABILITÀ CIVILE DEI COMMERCIALISTI, DEI CONSULENTI DEL LAVORO e DEGLI AVVOCATI 1. CONTRAENTE (ASSICURANDO) Nome e Cognome: Codice Fiscale:

Dettagli

Modulo di Adesione ad uso proposta irrevocabile di contratto ex. art.1329 del Codice Civile INDIRIZZO C.A.P. LOCALITA PROV.

Modulo di Adesione ad uso proposta irrevocabile di contratto ex. art.1329 del Codice Civile INDIRIZZO C.A.P. LOCALITA PROV. POLIZZA DI RESPONSABILITA CIVILE PROFESSIONALE degli Infermieri Professionali, Assistenti Sanitari e Vigilatrici d Infanzia Convenzione tra Federazione Nazionale dei Collegi IPASVI e Carige Assicurazioni

Dettagli

Insurance Broker COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

Insurance Broker COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Insurance Broker MOD. 7 A Prima di far sottoscrivere una proposta o, qualora non prevista, un contratto di assicurazione gli intermediari consegnano al contraente copia della presente comunicazione informativa

Dettagli

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP 5/2006

MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP 5/2006 MODELLO UNICO DI INFORMATIVA PRECONTRATTUALE EX ART. 49 REGOLAMENTO ISVAP 5/2006 SEZIONE A (Ex modello 7A) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00

AVVISO AI LETTORI RIVISTA MENSILE ITALIA. Fascicolo euro 10,00. Abbonamento annuo euro 80,00 ESTERO. Fascicolo euro 15,00 AVVISO AI LETTORI A partire dal numero di Luglio 2006 il Bollettino in forma cartacea, unica con valore legale, è disponibile esclusivamente, singolarmente o in abbonamento, presso l Istituto Poligrafico

Dettagli

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI DAINA FINANCE LTD 130 Shaftesbury Avenue, 2nd Floor London W1D5EU United Kingdom Branch italiana: Viale Filippo Tommaso Marinetti 221, 00143 Roma Regolamento ISVAP N. 5/2006 Modello Unico - Edizione 11/2013

Dettagli

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA. Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia

MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA. Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia MODULO DI PROPOSTA DI ASSICURAZIONE PER LA Responsabilità Civile del Medico Laureato in Medicina e Chirurgia, Odontoiatria, Biologia ALLEGATO n. 7A Regolamento ISVAP N. 5/2006 ISVAP Istituto di Diritto

Dettagli

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA PROPOSTA/QUESTIONARIO DI RESPONSABILITA CIVILE. contenente:

DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA PROPOSTA/QUESTIONARIO DI RESPONSABILITA CIVILE. contenente: DOCUMENTAZIONE ALLEGATA ALLA PROPOSTA/QUESTIONARIO DI RESPONSABILITA CIVILE contenente: - ALLEGATO 7A al regolamento ISVAP n.5 del 16 ottobre 2006 - ALLEGATO 7B al regolamento ISVAP n.5 del 16 ottobre

Dettagli

INFORMATIVA ALLA CLIENTELA

INFORMATIVA ALLA CLIENTELA INFORMATIVA ALLA CLIENTELA Regolamento IVASS (ex ISVAP) n. 5/2006 art. 49 - ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

Dettagli

Agenzia Generale 2241. MILANO ASSICURAZIONI div. LA PREVIDENTE. Natali & Del Ninno. Servizi Assicurativi

Agenzia Generale 2241. MILANO ASSICURAZIONI div. LA PREVIDENTE. Natali & Del Ninno. Servizi Assicurativi AVVERTENZE: - Questo preventivo è stato redatto sulla base della Convenzione denominata CAMPERSERENO, che contraddistingue le agevolazioni tariffarie concesse in esclusiva per i soci del CAMPER CLUB ITALIANO

Dettagli

REGOLAMENTO ISVAP n. 5/2006 INFORMATIVA PRECONTRATTUALE

REGOLAMENTO ISVAP n. 5/2006 INFORMATIVA PRECONTRATTUALE REGOLAMENTO ISVAP n. 5/2006 INFORMATIVA PRECONTRATTUALE ALLEGATO 7A - COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle

Dettagli

Bollettino di Vigilanza

Bollettino di Vigilanza I S T I T U TO P E R L A V I G I L A N ZA SULLE ASSICURAZIONI Bollettino di Vigilanza Anno II n. 12/2014 pubblicato il 30 gennaio 2015 (decreto legge 6 luglio 2012 n. 95 convertito con legge 7 agosto

Dettagli

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015

REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO N. 8 DEL 3 MARZO 2015 REGOLAMENTO CONCERNENTE LA DEFINIZIONE DELLE MISURE DI SEMPLIFICAZIONE DELLE PROCEDURE E DEGLI ADEMPIMENTI NEI RAPPORTI CONTRATTUALI TRA IMPRESE DI ASSICURAZIONI, INTERMEDIARI

Dettagli

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore

www.formazioneintermediari.com - info@formazioneintermediari.com Tel: 800.69.99.92 Indice Corso 30 ore Indice Corso 30 ore Modulo 1 - La disciplina delle imprese di assicurazione Le fonti normative del diritto delle assicurazioni Principi e struttura del Codice delle Assicurazioni Le condizioni di accesso

Dettagli

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO SI DICHIARA QUANTO SEGUE

INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO SI DICHIARA QUANTO SEGUE ALLEGATO 7B INFORMAZIONI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA O, QUALORA NON PREVISTA, DEL CONTRATTO PREMESSO che ai sensi della vigente normativa, l intermediario assicurativo

Dettagli

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS

REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 L IVASS REGOLAMENTO n. X del XX / XXXX / 2015 REGOLAMENTO RECANTE LA DISCIPLINA DELLA BANCA DATI ATTESTATI DI RISCHIO E DELL ATTESTAZIONE SULLO STATO DEL RISCHIO DI CUI ALL ART. 134 DEL DECRETO LEGISLATIVO 7 SETTEMBRE

Dettagli

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza

Gli Uffici delle Dogane. Province di competenza ti trovi in: Home - Agenzia - Uffici - Indirizzi e Organigramma periferico - Uffici Dogane Gli Uffici delle Dogane Gli Uffici delle Dogane Regione Abruzzo Basilicata Campania Dogane Avezzano Pescara Potenza

Dettagli

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio

SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione attestato di rischio Circolare ai collaboratori di Südtirol Vita & Danni CIRCOLARE N. 046/2015 Alla c.a. di Tutti i collaboratori di Südtirol Vita & Danni Milano, 1 luglio 2015 SVD: regolamento Ivass 9/2015. Dematerializzazione

Dettagli

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA

LA COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Delibera n. 19302 Applicazione di sanzioni amministrative pecuniarie nei confronti del sig. Simone Di Sabato per violazioni dell art. 101, comma 2 e 4, del d.lgs. n. 58/98 LA COMMISSIONE NAZIONALE PER

Dettagli

L Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e

L Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. 349/2005 Contratto di Appalto fra L Università degli Studi Mediterranea di Reggio Calabria e L A.T.I. GPA Antares S.r.L. Via Andrea da Bari, 28 70122 - BARI per l affidamento

Dettagli

Le sono chiari i contenuti della Nota Informativa e delle Condizioni Generali di assicurazione relative al contratto offerto?

Le sono chiari i contenuti della Nota Informativa e delle Condizioni Generali di assicurazione relative al contratto offerto? QUESTIONARIO SULL ADEGUATEZZA DEL CONTRATTO OFFERTO Ad integrazione del Questionario/Proposta compilato, datato e firmato dal Proponente Gentile Contraente, con il presente documento desideriamo verificare,

Dettagli

1 Regolamento IVASS (ex ISVAP) n. 5/2006 art. 49 - ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE

1 Regolamento IVASS (ex ISVAP) n. 5/2006 art. 49 - ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE since 1981 the Specialist in Professional INSURANCE Preg.mo Cliente, Al fine di tutelare al meglio i Suoi interessi, La invitiamo a leggere con attenzione le informazioni che seguono, avendo la cortesia

Dettagli

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006

ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006. Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 ISVAP - REGOLAMENTO n. 5 del 16 OTTOBRE 2006 Confronto parte formazione ed informativa all assicurato con bozza di regolamento del 4 agosto 2006 Parte I - Disposizioni di carattere generale Art. 2 - (Definizioni)

Dettagli

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Soggetta all'attività di direzione e coordinamento della Sella Holding Banca SpA (timbro dell intermediario) COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI

Dettagli

INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE

INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE INFORMAZIONI E DOCUMENTI DA RENDERE AL CONTRAENTE PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE Ai sensi degli art. 120 D.Lgs 209/2005 e del Regolamento IVASS 5/2006 e successive modifiche Gentile cliente La invitiamo a

Dettagli

MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA

MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA MODALITA DI ADESIONE ALLA POLIZZA ASSICURATIVA Istruzioni per aderire alla Convenzione Assicurativa SIP: VERSARE, tramite bollettino postale il premio assicurativo sul C/C postale 67412643 intestato a:

Dettagli

Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno

Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno Proposta di adesione Polizza di Tutela Legale Difesa Business DAS Massimale per sinistro senza limite per anno 31.000 Libera professione: Opzione 1 260,00 Opzione 2 520,00 50.000 Libera professione: Opzione

Dettagli

INFORMATIVA ALLA CLIENTELA

INFORMATIVA ALLA CLIENTELA Pag. 1 di 6 INFORMATIVA ALLA CLIENTELA Regolamento IVASS (ex ISVAP) n. 5/2006 art. 49 - ALLEGATO 7A COMUNICAZIONE INFORMATIVA SUGLI OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SO TENUTI NEI CONFRONTI

Dettagli

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI

ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Regolamento ISVAP N. 5/2006 Modello Unico - Edizione 07/2015 ALLEGATO 7 A: OBBLIGHI DI COMPORTAMENTO CUI GLI INTERMEDIARI SONO TENUTI NEI CONFRONTI DEI CONTRAENTI Ai sensi delle disposizioni del d.lgs.

Dettagli