Panorama Internazionale sul Commercio Estero.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Panorama Internazionale sul Commercio Estero."

Transcript

1 Panorama Internazionale sul Commercio Estero. Albania: 500 milioni di USD per la centrale di Skavica Belgio: buono l'andamento della la meccatronica Brasile: registrazione del marchio valida in 130 paesi. La stampa locale informa che inizierà prossimamente la costruzione della centrale idroelettrica di Skavica, con un costo pari a 500 milioni di dollari. Il Ministro dell'economia, Commercio ed Energia, Genc Ruli, ha dichiarato ai media che questa Centrale è nell'agenda del Governo e verrà data in concessione. Ruli ha invitato nuovamente il consorzio italiano composto da Tassara, Kinglor e Girola a partecipare nuovamente alla gara. Il Ministro ha dichiarato che verranno riesaminati tutti i contratti concessionari delle HEC. In tale ambito verrà revisionato anche il contratto con l'italiana Becchetti per la costruzione della centrale di Kalivaç. La banca tedesca Deutche Bank comprerà il 45% delle azioni della BecchettI. Quest'ultima ha ottenuto per dieci anni la concessione di Kalivac, ma non è riuscita ad assicurare il finanziamento necessario. Mentre Essegei, il cui contratto è stato rivisto dal Governo, ha raddoppiato gli investimenti. Inoltre è stata aperta la gara per la concessione di 17 centrali idroelettriche e a partire dal 2 aprile tutti gli interessati potranno ritirare la documentazione necessaria facendone richiesta a ICE Tirana. Anche l'energia eolica è rivelata d'interesse per le aziende italiane come settore d'investimento. Il Premier Berisha ha incontrato rappresentanti delle società italiane Geotecna Progetti e Moncada. La Geotecna ha presentato uno studio completo sulla centrale di Skavica, progetto attento all'ambiente e alle caratteristiche geologiche del terreno. Invece, la Moncada ha presentato il progetto del cavo subacqueo che collegherebbe l'albania all'italia (Brindisi) e la possibilità di un grande parco energetico con turbine a vento. Il valore dei due progetti ammonta a 800 milioni di euro (ICE TIRANA). Il settore della meccatronica ha fatto registrare un andamento favorevole nel corso del Gli ordini sono aumentati del 7,2%, l'occupazione è cresciuta del 2,5%, mentre gli investimenti erano già in aumento del 2,5%. Lo afferma Agoria, l'associazione di categoria delle industrie tecnologiche in Belgio. Il settore della meccatronica in Belgio è composto da 670 imprese e impiega lavoratori; il fatturato totale raggiunge gli 8,5 miliardi di Euro. La produzione del settore è molto diversificata, in quanto è composta da macchinari impiegati in vari settori (53%), componenti (29%) e installazioni ambientali ed energetiche (18%). Il settore è dominato da aziende straniere come Caterpillar, CNH Belgium e Atlas Copco ed esporta quasi i tre quarti della produzione (74,5%). (ICE BRUXELLES) Dopo anni di studio e di dibattiti all interno del governo, Jorge de Paula Avila, presidente dell Istituto Nazionale della Proprietà Industriale, ha dichiarato che il Brasile ha deciso di aderire, dal gennaio 2008, al Protocollo di Madrid firmato nell ambito dell Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (WIPO). Grazie a questo accordo, un impresa che registri un marchio o un brevetto in Brasile potrà pretenderne la tutela nei 130 paesi membri del protocollo, e viceversa qualora effettui la registrazione in uno di questi 130 paesi, la stessa sarà valida anche in Brasile. Secondo il

2 Bulgaria: secondo ponte sul Danubio tra Vidin e Kalafat Cile: esportazioni di capesante crescono del 20% nel 2006 Croazia: la Auctor acquisisce Hypo Alpe Adria Consultants Egitto: progetti di Ministero degli Esteri brasiliano, il Presidente è in procinto di sanzionare l accordo. L adesione ridurrà sensibilmente il costo di registrazione per le imprese. Un altro vantaggio è che il termine per la registrazione di marchi e brevetti in Brasile scenderrà a 18 mesi, mentre oggi l'iter può durare 3/4 anni. (ICE SAN PAOLO) Diciotto compagnie provenienti da otto paesi: Germania, Italia, Spagna, Francia, Grecia, Turchia, Repubblica Ceca e Bulgaria, hanno partecipato, il 3 aprile 2007, alla riunione informativa obbligatoria a Vidin, relativa alla gara per i lavori di costruzione infrastrutturali sulla riva bulgara del Danubio, adiacenti e connessi alla progettazione e costruzione del ponte stradale/ferroviario da realizzare sul Danubio tra Vidin in Bulgaria e Calafat in Romania. I lavori comprendono: 15 km di linea ferroviaria elettrificata a binario unico completa di sistema di catenarie, impianti di illuminazione, sistema di controllo a distanza, segnaletica e sistemi di telecomunicazione; una stazione merci internazionale; una stazione passeggeri ripristinata; 8 km di doppia carreggiata; 4 interscambi a 2 livelli; 8 ponti stradali da 1 a 11 campate. Il progetto è di un valore di circa 60 mln di euro con il star-up previsto per il mese di marzo Oltre 30 compagnie hanno acquistato il capitolato della gara il cui termine scade il 21 maggio La gara per la costruzione del ponte è stata vinta dalla compagnia spagnola Fomento de Construcciones y Contratas (FCC), che il 30 gennaio 2007 ha firmato il contratto da 99,9 mln di Euro. Vi hanno partecipato 21 compagnie. La supervisione sarà a carico del consorzio anglo-francese High-Point Rendel / Ingerop. Il progetto è finanziato dal programma ISPA, con prestiti dalla BEI, dalla KFW e dal budget statale. Fonte: BTA Daily News, (ICE SOFIA) Nel 2006 le esportazioni cilene di capesante (argopecten purpuratus) provenienti dalla Zona Nord del Paese hanno raggiunto i 29 milioni di dollari USA, pari a tonnellate, e un aumento del 20% rispetto al Le principali aziende esportatrici sono: Pequera San José (668 Ton), Pesquera Camanchaca (478 Ton), Invertec Ostimar S.A. (294 Ton.). I principali paesi di destinazione sono Francia (87%), Italia (6,4%) e Australia (3%). Il Cile si posiziona la terzo posto nel ranking mondiale di produttori di questo mollusco. (ICE SANTIAGO) La Hypo Alpe-Adria Group ha reso noto che l'agenzia di brokeraggio Auctor ha acquisito la Hypo Alpe Adria Consultants (HAAC), la società-figlia della Hypo Banca, specializzata nello sviluppo commerciale di beni immobili. Il prezzo d'acquisto non è stato rivelato ma si stima che si aggiri intorno ai 300 milioni di Euro. La HAAC ha in portafoglio più di 50 progetti turistici e di sviluppo edilizia residenziale, due terzi dei quali sono collocati in Croazia, per cui è stata molto corteggiata da parte di altri concorrenti come l'italiana Pirelli e la locale Zagrebacka banka. La Auctor sostiene che questa acquisizione darà una spinta allo sviluppo del mercato immobiliare nella regione attraendo numerosi grandi investitori del settore (ICE ZAGABRIA). Il settore conciario rientra, insieme a quello della lavorazione della

3 riammodernamento della filiera della pelle, Italia in prima fila Finlandia: le piccole e medie imprese osservano il futuro con fiducia pelle, nei settori tradizionali dell'economia egiziana. Si stima che il numero complessivo di aziende ammonti a 300 concerie, ed un migliaio di piccoli impianti di produzione di articoli in pelle e calzature. La produzione locale di pellame si stima, secondo la locale Associazione di Categoria (Chamber of Tanning Industry) in centocinquanta millioni di piedi quadrati, 90% della quale è destinato all'esportazione nelle prime fasi di processo di lavorazione (Wet Blue). Per quanto riguarda l'importazione di macchine ed attrezzature specifiche per questo tipo d'industria l'italia è di gran lunga il primo fornitore con una quota di mercato di circa il 50%. Dall'analisi della dinamica delle importazioni emerge, relativamente al 2006 la crescente concorrenza cinese (27% del mercato e USA 11% del mercato). Una delle principali difficoltà delle aziende del settore è rappresentata dalla loro localizzazione attuale nel Cairo Vecchio (El Madabegh). è stato predisposto un progetto completo per il trasferimento nella zona di El Robeiki (50 Km circa dal Cairo), che raggrupperà oltre numero 150 fabbriche di calzature e prodotti in pelle ed i relativi servizi, inclusi un centro di formazione per la manodopera, unità di ricerche ed analisi per far nascere il primo distretto industriale egiziano della produzione della pelle. Le istituzioni Italiane stanno contribuendo molto a tale progetto ormai prossimo alla conclusione: il master plan per il nuovo insediamento è stato infatti predisposto da esperti di Assomac (l'associazione di Categoria del settore) ed alcuni esperti della Cooperazione Italiana stanno lavorando in tal senso con le Autorità locali e la locale Associazione di Categoria. Del progetto si è discusso recentemente in occasione della Leather Fair che si è svolta al Cairo nel novembre scorso alla quale hanno partecipato numerose aziende Italiane nell'ambito del padiglione ufficiale organizzato dall'ice. Quale seguito a tali iniziative l'ice, d'accordo con Assomac, organizzerà una delegazione di imprenditori egiziani in occasione della prossima edizione di Simac - Tanning Tech 2007 che avrà luogo a Bologna dal 16 al 20 aprile. Partecipano alla delegazione egiziana anche due esperti del settore che avranno il compito di individuare delle aziende italiane produttrici di impianti di produzione per il riammodernamento di circa 100 fabbriche locali pronte a passare da una produzione di calzature artiginale a una industriale. (ICE CAIRO) Secondo una ricerca pubblicata dalla Finnvera, Istituto Statale per le Garanzie Export, e Suomen Ýrittäjät, Federazione delle Imprese Finlandesi, la visione delle piccole e medie imprese in Finlandia sul futuro rimane positiva. E' aumentato del 34% il numero delle imprese che credono in un futuro più roseo. La fiducia riguarda il successo delle proprie aziende sia per la stabilità economica, crescita del giro di affari ed affidabilità. La positività è legata al prolungato andamento buono dell'economia del Paese. Presi singolarmente, per esempio, i sottostanti dettagli parlano piuttosto di una fiducia nella stabilità che di un vero credo nella crescita. Le aspettative sugli investimenti sono mediamente scese, ma sono rimaste uguali all'autunno scorso per le unità produttive, ovvero per la parte più importante degli investitori. Un quinto delle imprese credono che gli

4 Giappone: dieci milioni di telefoni mobili con ricezione tv "one-seg" India: FMI prevede crescita dell'economia indiana al 7,8% nel 2008 Libano: doni dai paesi del golfo Macedonia: pre-informazione gara per sistemi di pedaggio elettronico autostradale imput per la ricerca e sviluppo siano piuttosto in crescita che in diminuzione. Le aspettative per l'export non sono in particolare aumento, mentre quelle per le importazione sono salite dall'autunno. In generale la categoria delle piccole e medie imprese non cerca crescita all'estero. Comunque, il 18% ha cercato sbocchi delocalizzando attività fuori dalla Finlandia. Attualmente meno del 10% vede nell'internazionalizzazione, incluse le esportazioni e investimenti all'estero, una chiave del successo. L'invecchiamento della manodopera causa una pressione sul reclutamento. E' atteso un aumento degli addetti nell'edilizia e nell'industria. Se le aspettative positive dovessero rivelarsi giustificate, i primi passi del Governo in via di formazione in questi giorni dovrebbero semplificarsi notevolmente. (ICE HELSINKI) Nella prossima estate si prevede che si raggiungeranno in Giappone i dieci milioni di unità vendute dei telefonini capaci di ricevere su "one-seg", la modalità di trasmissione televisiva digitale pensata per le automobili, e dal segnale ancora più pulito sui telefoni mobili (delle 13 frequenze impiegate dal digitale terrestre, un segmento è specificamente dedicato a terminali mobili; di qui il soprannome "one segment"). A un anno dall'inizio delle trasmissioni, tutti i produttori di cellulari si stanno impegnando con ottimismo nella promozione commerciale dei nuovi dispositivi, mentre nel mercato dell'elettronica di consumo sono apparse svariate periferiche compatibili, quali ricevitori USB per computer, navigatori per auto, giochi elettronici e dizionari elettronici. Il mercato dovrebbe farsi ancora più interessante nel 2008, quando il Governo giapponese avrà riconosciuto l'autonomia della programmazione televisiva digitale mobile. (ICE TOKYO) Il Fondo Monetario Internazionale prevede un rallentamento dell'economia mondiale nel Nel 2008, l'fmi prevede per l'india una crescita dell'economia al 7,8%. Per i mercati emergenti e paesi in via di sviluppo è prevista una crescita costante, ma in misura ridotta rispetto al In India la pressione inflazionistica (attualmente intorno al 6%) potrebbe generare misure di contenimento del credito da parte della Reserve Bank of India. (ICE MUMBAI) Secondo l'ufficio del Primo Ministro Libanese Siniora, l'arabia Saudita ha offerto al Libano 100 milioni di dollari, mentre l'oman ha accordato 50 milioni di dollari, entrambi importi in dono. Il PM Siniora ha firmato gli accordi in merito ai doni sopraccitati che fanno parte degli aiuti promessi durante la Conferenza Internazionale dei Donatori di Parigi III, tenutasi il 25 gennaio per il sostegno al Libano. Sono in corso negoziati con il Ministro Saudita delle Finanze, Ibrahim Al Assaf, per concedere al Libano 1 miliardo di dollari al fine di agevolare lo sblocco di vari progetti di sviluppo in sospeso a seguito della stasi della situazione politica corrente. (ICE BEIRUT) L'Agenzia macedone delle Strade sta preparando le procedure per una gara relativa alla realizzazione di sistemi automatizzati per il pagamento dei pedaggi autostradali. Il Ministero dei Trasporti ha diffuso una nota dove si manifesta l'intenzione di adottare il nuovo

5 Malaysia: il Brasile compra più olio di palma dal paese asiatico Paesi Bassi: Heineken produce birra "al femminile" Rep. Ceca: gli affitti degli uffici a Praga sono ancora competitivi in Europa Rep. Ceca: saldo attivo del commercio con l' estero a febbraio Romania: Italsofa Romania prevede vendite per 84 milioni di euro nel 2007 sistema entro il 2008 (ICE SKOPJE). Il Brasile, il maggior produttore mondiale di olio di soia, ha deciso di incrementare gli acquisti di olio di palma dalla Malaysia,allo scopo utilizzarlo per la produzione di biodiesel (B2), nella percentuale del 2%. Il governo brasiliano intende avviare la produzione a partire dal 1^ gennaio Occorreranno tonn di biodiesel da mescolare ai 38 milioni di tonnellate che rappresentano il consumo annuo di diesel. Poichè l'attuale produzione brasiliana di biodiesel, ottenuta con l'utilizzo dell'olio di soia, non supera attualmente le tonn annue, per soddisfare le necessità del programma governativo, il Brasile sarà costretto ad incrementare l'import di olio di palma da mescolare a quello di soia per produrre il quantitativo richiesto di biodiesel, anche perchè meno costoso di quello ottenuto dalla soia. Il Brasile si è inoltre convinto che l'olio di palma, allo stato naturale semi-solido, non richiede il processo di idrogenazione, quando usato per alimenti e quindi risulta molto più salubre dell'olio di soia che invece richiede tale processo, dannoso per il colesterolo. Nel 2005 il Brasile ha acquistato dalla Malaysia tonn. di olio di palma, oltre il doppio di quanto acquistato nel (ICE KUALA LUMPUR) Le donne consumano solo il 15% della birra consumata complessivamente in Olanda e solo un terzo delle donne che consumano alcolici bevono birra. Poiché la vendita di birra cala a un ritmo dell'1% circa all'anno, Heineken ha deciso di investire in un nuovo mercato target: le donne. Questa settimana la multinazionale con sede ad Amsterdam ha introdotto la prma birra "al femminile": Wieckse Rosé, una birra leggera, color rosa, con un sapore dolce e fruttato. Con l'introduzione di questa birra e campagne pubblicitarie su riviste femminili la Heineken cerca di raddoppiare nei prossimi dieci anni le vendite di birra alle donne. (ICE AMSTERDAM) Una ricerca della società Cushman & Wakefield sui costi degli affitti degli uffici nel mondo mostra che nella capitale ceca gli affitti dei locali più cari arrivano fino a 270 euro per mq l'anno: sette volte meno rispetto a Londra e circa due terzi meno di Milano. (ICE PRAGA) Il saldo attivo del commercio con l'estero ceco ha raggiunto nel mese di febbraio la misura record di 13,6 miliardi di corone, pari circa a 486 milioni di euro, con un incremento di ben 8,8 miliardi (circa 314 milioni di euro) rispetto al medesimo mese dello scorso anno. Ne ha dato notizia l'ufficio ceco di Statistica. Particolarmente incisivo l'incremento dell'export per quanto riguarda i prodotti del settore automotive, i mezzi di trasporto e le macchine elettriche. Secondo le stime preliminari, a febbraio si è verificato un incremento dell'export del 19,5% su base annua, mentre per le importazioni l'aumento è stato del 14,5%. (ICE PRAGA) Italsofa Romania, società del Gruppo Natuzzi - leader mondiale nel settore dei divani, stima per questo anno un fatturato di circa 84 milioni di euro, in crescita del 10% rispetto al La ditta ha finalizzato l'anno scorso il progetto cominciato nel 2005 per sviluppare le capacità produttive esistenti, con degli investimenti totali nel 2006 di più di 2,5 milioni di euro. L'anno scorso, l'italsofa

6 Tunisia: si va verso una carta bancaria maghrebina Turchia: il nuovo profilo socioeconomico del paese. studio sul consumatore turco Romania ha registrato un fatturato di 76,3 milioni di euro (267 milioni di lei) rispetto ai 62,4 milioni di euro fatturati nel 2005, quando il business del gruppo Natuzzi è aumentato del 30% rispetto al L'utile netto registrato da Italsofa Romania nel 2005 è stato di 10,1 milioni di euro rispetto a 9 milioni di euro nel Attualmente, la ditta ha in possesso a Baia Mare due unità su una superficie di oltre mq con una capacità produttiva di circa di posti (unità di misura per la vendita di un divano). Natuzzi produce a Baia Mare soltanto divani in pelle e microfibra, che sono esportati sul mercato europeo, e collabora con un solo cliente romeno, la ditta Linea Mex. I principali competitori locali di Italsofa Romania sono Mobexpert ed Elvilla, e tra i gruppi internazionali presenti sul mercato romeno del settore si trova dall'inizio di quest'anno anche Ikea, che ha come partner più di 10 stabilimenti locali di mobili. (ICE BUCAREST) L'Unione delle Banche Magrebine, in collaborazione con Istituzioni Internazionali operanti nel settore delle carte di pagamento elettronico, ha di recente organizzato un seminario per promuovere il pagamento elettronico nel Maghreb. Il Governatore della Banca Centrale di Tunisi ha sottolineato l'importanza della carta bancaria che ha contribuito a promuovere il pagamento elettronico e a migliorare i sistemi di pagamento per consolidare gli scambi commerciali con la celerità e la sicurezza richieste. Per realizzare tutto questo, è stata ribadita l'importanza della creazione di una banca elettronica per la commercializzazione dei servizi bancari a distanza ed istaurare una carta bancaria maghrebina al fine di realizzare l'integrazione e la complementarità tra le piazze finanziarie della regione. Da sottolineare che la Tunisia si è fissata come obiettivo, da raggiungere da qui al 2009, la garanzia di una carta di pagamento elettronica per ogni conto bancario o postale. Alla fine del 2006, le banche tunisine hanno rilasciato circa di carte ossia la media di una carta ogni 11 cittadini. (ICE TUNISI) Un recente studio sul comportamento dei consumatori (vedi allegato), condotto su gruppi familiari di 28 province del paese dall'associazione turca dei pubblicitari, delinea un profilo chiaro delle unità familiari e del loro attuale quadro comportamentale in merito agli acquisti. I gruppi familiari non solo più abbienti, ma anche più istruiti e probabilmente più vicini ai modelli di consumo "europei", non superano il 10% del totale, mentre -per molti versi- la maggioranza dei nuclei familiari con un modello di vita e di riflesso di consumi ancora fortemente legato alle tradizioni del passato, rappresenta ancora il vero volto dell'attuale Turchia. In sostanza, lo studio confermerebbe l'assunto che Istanbul -con la sua ampia area metropolitana e oltre 14 milioni di abitanti- Smirne, Ankara e alcune altre realtà in forte espansione socio-economica non rappresentano lo spaccato più consistente della società turca. Lo studio -peraltro avvalorato dall'università Tecnica di Istanbul- consente certamente agli analisti un esame più approfondito sui modelli di consumo locali e soprattutto permette di valutare con più precisione il differenziale esistente oggi -sul fronte socioeconomico- fra la Turchia ed i mercati

7 Turchia: l'elettricità potrebbe scarseggiare sin dal 2009 UE: il governo Indiano ferma il ricorso presentato dall'ue al WTO contro il suo regime di importazione di vini e di bevande alcoliche UE: lanciato concorso per i nuovi European E-government Awards Ungheria: la danese Grundfos costruisce la sua terza fabbrica più avanzati dell'europa. Leggi lo studio. (ICE ISTANBUL) Da un recente uno studio predisposto dal gestore della distribuzione elettrica turco TEIAS, intitolato "10 anni di produzione e trasmissione elettrica in Turchia", emerge con chiarezza che se la Turchia non intensificherà gli investimenti nel campo della produzione e trasmissione dell'elettricità, entro il 2009 si troverà in una situazione di grave deficit. Secondo lo scenario più pessimistico, e qualora la domanda di elettricità dovesse crescere -come oggi- a un tasso annuale dell'8,4%, il paese si troverebbe con uno scompenso già dal Il paese ha bisogno di almeno MegaWatt aggiuntivi, di cui provenienti da energia idroelettrica, eolica ed altre fonti rinnovabili, mentre i restanti MW potrebbero essere di provenienza geotermica. Nel 2006, la Turchia ha prodotto 175,9 miliardi di KWh consumandone 174,2, mentre il Ministero dell'energia segnala per il 2007 un consumo previsto di 185,2 miliardi di Kwh. Secondo lo studio TEIAS, il consumo di energia elettrica raggiungerà i 235,9 miliardi di Kwh nel 2010 e i 382,7 miliardi di Kwh nel Si ricorda in proposito che la Turchia ha già programmato la costruzione di tre centrali nucleari, oltre a un programma di costruzione di centrali idroelettriche e termoelettriche ad alimentazione multipla. Il governo inoltre ha previsto un'intensificazione dei progetti a favore delle energie rinnovabili, utilizzando anche i fondi dell'ue. (ICE ISTANBUL) L'India ha bloccato martedi il ricorso presentato nei suoi confronti dalla UE all'wto a proposito dell'importo proibitivo dei dazi doganali che il governo indiano applica sulle importazioni di vini e bevande alcoliche. "Riconosciamo che le tariffe sono alte - ha detto Kamal Nath, ministro indiano del commercio - stiamo discutendo con l'ue." Ricordiamo che le tasse indiane all'importazione di bevande alcoliche e sui vini sono fissate rispettivamente al 150% e al 100%. A queste si aggiungono altre tasse prelevate dai vent'otto Stati del subcontinente (l'onere fiscale globale può raggiungere così il 550% per le bevande alcoliche e il 264% per i vini), senza contare taluni ostacoli non tariffari. Il blocco dell'esame del ricorso europeo è autorizzato ai sensi delle procedure dell'wto. L'UE potrà depositare il 24 aprile, data della prossima riunione dell'organo di soluzione delle controversie dell'wto, una seconda richeista di esame del suo ricorso alla quale l'india non potrà opporsi. (ICE BRUXELLES) E' stato lanciato il concorso per l'assegnazione degli European egovernment Awards 2007, al quale possono partecipare tutte le Pubbliche Amministrazioni in Europa (a livello nazionale, regionale o locale) che offrono servizi e soluzioni di egovernment. Le iscrizioni devono essere inoltrate entro il 1 giugno 2007 attraverso la piattaforma I premi saranno assegnati il 20 settembre 2007 a Lisbona, in occasione della Conferenza ministeriale sull' egovernment. (ICE BRUXELLES) La società danese Grundfos, specializzata nella produzione di pompe, aprirà a maggio la sua terza fabbrica in Ungheria, nal Parco Industriale di Székesfehérvár, con un investimento di 2 miliardi di Fiorini (circa 8 milioni di Euro). La Grundfos possiede già due

8 Ungheria: la Malév entra nella Oneworld Alliance Ungheria: la Peek & Cloppernburg entra nel mercato Ungheria: nuovo stabilimento per la produzione di bioetanolo Ungheria: secondo S&P il paese rispetterà i target del bilancio Ungheria: Vodafone investirà 100 milioni di euro nel 2007 fabbriche a Tatabànya ed una trading company a Törökbàlint. La produzione di pompe e motori sarà delocalizzata, dalla Danimarca, nel nuovo stabilimento di 25 mila mq di Szèkesfehérvár, con la creazione di 350 nuovi posti di lavoro. La Grundfos investirà, quest'anno, ulteriori 10 miliardi di Fiorini nelle sue fabbriche ungheresi. Le vendite delle controllate ungheresi della società danese sono cresciute da 27 miliardi di Fiorini nel 2005 a 41,8 miliardi nel 2006, con le esportazioni aumentate del 50%. (ICE BUDAPEST) L'ex compagnia aerea di bandiera ungherese Malév, di recente acquistata da un consorzio guidato dal magnate russo Boris Abramovich, è entrata ufficilamente a far parte della Oneworld Alliance, di cui fanno già parte American Airlines, British Airways e Cathay Pacific. In virtù dell'adesione la società si attende un forte incremento dei profitti, che potrebbero raggiungere gli 8 miliardi di Fiorini (circa 32 milioni di Euro) nel In base a quanto dichiarato dallo stesso Abramovich, l'entrata della Malév nella Oneworld Alliance consentirà l'apertura di nuove rotte verso l'est. Nei giorni scorsi anche la Japan Airlines e la Royal Jordanian Airlines sono entrati a far parte della Oneworld.(ICE BUDAPEST) La società tedesca di abbigliamento di lusso Peek & Cloppenburg aprirà il suo primo punto vendita di 100 mq. a Budapest nella centralissima Sas utca, nel quinto Distretto. Un altro punto vendita sarà aperto nel centro commerciale di Budai Skála, al momento in costruzione. Il successo ottenuto di recente da alcuni grandi marchi di abbigliamento, fra i quali Louis Vuitton, stanno spingendo altri marchi di lusso ad entrare nel mercato ungherese (ICE BUDAPEST). La società ungherese Elsö Magyar Bioetanol Termelö investirà 20 miliardi di Fiorini (circa 80 milioni di Euro) per la realizzazione di un impianto per la produzione di bioetanolo a Kaba, nel luogo dove sorgeva una raffineria di zucchero di proprietà anglo-francese, che ha cessato l'attività lo scorso anno. Lo stabilimento, che entrerà in attività nel 2008 e coprirà un'area di 71 ettari, avrà una capacità produttiva di 300 mila tonnellate all'anno e sarà anche utilizzato per la produzione di biomassa e di materiali per imballaggio. La materia prima sarà coltivata su 30 mila ettari di terreno, la metà dei quali precedentemente utilizzati per la produzione di barbabietole da zucchero. Gli agricoltori locali, che fornivano le barbabietole allo zuccherificio preesistente, saranno coinvolti nel nuovo progetto (ICE BUDAPEST). L'agenzia di valutazione del credito Standard & Poor's, nel suo ultimo rapporto Paese, ha dichiarato che il Governo ungherese riuscirà a ridurre il deficit di bilancio e portarlo dal 9,6% del 2006 al 4,3% del PIL nel 2008, così come stabilito dal piano di convergenza. Nonostante il miglioramento del deficit di bilancio, la S&P non ritiene che l'ungheria riuscirà ad adottare l'euro prima del Nel 2008 il debito pubblico raggiungerà il picco del 71% del PIL. (ICE BUDAPEST) Il CEO della Vodafone, nel corso di una conferenza stampa, ha annunciato che la società investirà circa 100 milioni di Euro in Ungheria nell'anno in corso per sviluppare ed espandere la rete dei servizi di telefonia mobile 3G e renderli accessibili al 30% del

9 Ungheria: Wallis Immobiliare costruirà un nuovo centro commerciale USA: investimenti statali per R&D nelle cellule staminali USA: siglato importante accordo di collaborazione tra il porto di Fort Lauderdale e il porto di Olbia territorio del Paese. La Vodafone offrirà anche il sistema HSDPA, il proprio servizio di alta velocità mobile via Internet. La Vodafone, terzo operatore del mercato ungherese, negli ultimi mesi ha sperimentato un forte incremento degli abbonamenti telefonici rispetto alle carte pre-pagate (ICE BUDAPEST). La società immobiliare Wallis investirà 10 miliardi di Fiorini (circa 40 milioni di Euro) per la costruzione di un grande centro commerciale nella città di Eger, che prenderà il nome di Agria Park e sorgerà sul luogo precedentemente occupato da una fabbrica di tabacco della Philip Morris, chiusa nel 2004 con il licenziamento di 384 lavoratori. Il centro commerciale coprirà un'area di 20 mila mq, ospiterà oltre 100 negozi e darà lavoro a 600 persone (ICE BUDAPEST). Il rifiuto del governo statunitense di allocare fondi federali per la ricerca sulle cellule staminali dell'embrione umano ha avuto per conseguenza un flusso di capitale dalle casse dei singoli Stati, oltre alle donazioni filantropiche. Il primo Stato a stanziare fondi per la ricerca biomedica in questo comparto è stato il New Jersey, seguito dalla California che ha approvato per questo scopo circa 3 miliardi di dollari su un periodo di 10 anni. A dispetto delle battaglie legali, il 60% degli americani approva la ricerca sugli embrioni per fini medici come trovare cure per il morbo di Parkinson, il diabete ed altre patologie degenerative fortemente invalidanti. Start-up californiane come la Geron di Menlo Park o la Advanced Cell Technology di Alameda hanno aperto la strada, mentre a livello di ricerca accademica la Stanford University, che due anni fa ha istituito l'apposito "Stem Cell Institute", è capolista nell'impiego di fondi statali. (ICE LOS ANGELES) Il mese scorso, in concomitanza con lo svolgimento dell'annuale edizione della "SEATRADE - Cruise & Shipping Convention" è stato firmato dal presidente del Porto di Olbia Paolo Piro e dal Direttore Generale del Porto di Everglades - Fort Lauderdale Phil Allen un accordo di collaborazione e gemellaggio tra le rispettive strutture portuali per lo sviluppo delle relazioni tra esse, con particolare riferimento al settore crociere e al settore traghetti. Port Everglades è infatti uno dei principali porti mondiali di imbarco nel settore crociere, con oltre 3 milioni di passeggeri imbarcati nel A sua volta, il porto di Olbia con Golfo Aranci è uno dei principali imbarchi nel settore traghetti e trasporto passeggeri, con oltre 4,5 milioni di passeggeri e quasi 1,5 milioni di auto trasportate nel Tra gli obiettivi dell'accordo c'è lo sviluppo e il rafforzamento del porto di Olbia come destinazione per il mercato crocieristico del Mediterraneo e la condivisione con il Porto di Fort Lauderdale di esperienze e tecnologie nel settore dei traghetti, con particolare attenzione al trasporto passeggeri e autoveicoli. (ICE MIAMI)

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015

SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 SETTORE PELLETTERIA: PRECONSUNTIVO 2015 Un ulteriore consolidamento del fatturato estero del settore caratterizza questi primi 8 mesi del 2015: tra gennaio e agosto sono stati esportati prodotti per 4,2

Dettagli

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO

RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO RAPPORTO 2010 SULLA PRESENZA DELLE IMPRESE DI COSTRUZIONE ITALIANE NEL MONDO OTTOBRE 2010 a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi e dell Ufficio Lavori all Estero e Relazioni Internazionali

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Scenari petroliferi ed energetici

Scenari petroliferi ed energetici Confindustria Siracusa Scenari petroliferi ed energetici A cura dell Area comunicazione ed organizzazione Ufficio studi e statistiche Elaborazione su dati dell Unione Petrolifera IL MERCATO PETROLIFERO

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012

ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 ANDAMENTO ECONOMICO DEL SETTORE PELLETTERIA: PRE CONSUNTIVO 2012 Prosegue la corsa dell export di settore anche nella parte finale del 2012: + 21,8% nei primi 10 mesi dell anno. La conferma del dato a

Dettagli

L ESPORTAZIONE DI VINO 1

L ESPORTAZIONE DI VINO 1 L ESPORTAZIONE DI VINO 1 Premessa L Italia, come è noto, è uno dei principali produttori di vino, contendendo di anno in anno alla Francia, a seconda dell andamento delle vendemmie, la leadership mondiale.

Dettagli

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE

INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE INDUSTRIA INDIANA della TRASFORMAZIONE ALIMENTARE Novembre 2010 Report realizzato dalla Indo-Italian Chamber of Commerce & Industry Introduzione L industria della trasformazione alimentare in India è una

Dettagli

Il mercato internazionale dei prodotti biologici

Il mercato internazionale dei prodotti biologici Marzo 2014 Il mercato internazionale dei prodotti biologici In sintesi Il presente Report sintetizza i principali dati internazionali diffusi di recente in occasione della Fiera Biofach di Norimberga.

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

14. Interscambio commerciale

14. Interscambio commerciale 14. Interscambio commerciale La crescita economica del Veneto è sempre stata sostenuta, anche se non in via esclusiva, dall andamento delle esportazioni. La quota del valore totale dei beni esportati in

Dettagli

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI

COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI COOPERAZIONE FINANZIARIA NEL MEDITERRANEO E NEI BALCANI Linee di credito agevolato a sostegno delle PMI della Serbia, dell Albania, della Tunisia e della Siria (Sintesi) stefano.formenti@esteri.it 1 COOPERAZIONE

Dettagli

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa

Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane. Consulenza strategica all impresa Libia : opportunità settore industriale per le Imprese Italiane PREMESSA L economia italiana attraversa una fase di acuta recessione. Conseguentemente, le attività industriali produttive, eccetto quelle

Dettagli

Le rinnovabili in cifre

Le rinnovabili in cifre Le rinnovabili in cifre (Febbraio 2004) Le energie rinnovabili - il vento, l acqua, la biomassa, il sole e l energia geotermica costituiscono un enorme potenziale per la tutela del clima. Il nuovo Jahrbuch

Dettagli

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE

IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Brasile IL MERCATO DEL VINO IN BRASILE Tra i BRIC (Brasile Russia India Cina paesi caratterizzati da una notevole crescita del PIL), il Brasile rappresenta il paese che indubbiamente sta dando segnali

Dettagli

Costa Rica Congiuntura Economica

Costa Rica Congiuntura Economica Costa Rica Congiuntura Economica Il PIL del Costa Rica è cresciuto del 3.8% durante il 2011, dato inferiore alla crescita del 4.2% registrato tra il 2009 ed il 2010. Per quanto riguarda il 2012 si prevede

Dettagli

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007

L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell Italia 4a edizione - Marzo 2007 L ITALIA VISTA DALL EUROPA Verso i traguardi di Lisbona: i risultati dell 4a edizione - Marzo 2007 SINTESI Confindustria pubblica per la quarta volta L vista dall Europa, documento annuale che fa il punto

Dettagli

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8

L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 L INDUSTRIA MONDIALE DELLA MACCHINA UTENSILE 8 L INDUSTRIA ITALIANA COSTRUTTRICE DI MACCHINE UTENSILI, ROBOT, AUTOMAZIONE 2 I DATI RELATIVI AL 2011 2 LE ESPORTAZIONI 4 LE CARATTERISTICHE STRUTTURALI 6 La macchina utensile 6 La robotica 7 L INDUSTRIA

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY

Istituto nazionale per il Commercio Estero. Nota Congiunturale URUGUAY Istituto nazionale per il Commercio Estero Nota Congiunturale URUGUAY Maggio 2011 L'economia uruguaiana, nel 2010, ha registrato una significativa crescita del PIL dell 8,5% rispetto al 2009 e, nel primo

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo

Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Il supporto alle aziende in Corea del Sud: l esperienza del Gruppo Intesa Sanpaolo Augusto Scaglione Desk Asia Ufficio Internazionalizzazione Imprese Como, 25 marzo 2014 Le previsioni sulla crescita per

Dettagli

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo

OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005. Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005. Sommario Esecutivo OECD Science, Technology and Industry: Scoreboard 2005 Summary in Italian Scienza, Tecnonologia e Industria: Quadro di valutazione OCSE 2005 Riassunto in italiano Sommario Esecutivo Prosegue la tendenza

Dettagli

FOCUS SUL MERCATO AMERICANO DELLE FONTI RINNOVABILI. Marco Frey Assolombarda 17-10-

FOCUS SUL MERCATO AMERICANO DELLE FONTI RINNOVABILI. Marco Frey Assolombarda 17-10- FOCUS SUL MERCATO AMERICANO DELLE FONTI RINNOVABILI 2011 Marco Frey Assolombarda 17-10- Temi 1. La spinta di Obama 2. Analisi del mercato americano delle rinnovabili per fonti 3. La dinamica dei diversi

Dettagli

I Balcani, Nuova Frontiera per il Vino

I Balcani, Nuova Frontiera per il Vino BaccoArianna srl Viale della Repubblica 19/C 31020 Fontane di Villorba (TV) Italy Tel/Fax +39 0422 307153 segreteria@papagenonline.it GreenTirana sh.p.k. Blv. Gjergj Fishta 48 1001 Tirana - Albania Tel/Fax

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI

MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI Grexit butta acqua sul fuoco" della ripresa, ma non la ferma MERCATO IMMOBILIARE EUROPEO OLTRE LA CRISI In Italia c'è ancora incertezza, ma piace agli investitori esteri Il no greco getta acqua sul fuoco

Dettagli

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO

GERMANIA IL MERCATO TURISTICO GERMANIA IL MERCATO TURISTICO Superficie: 357.021 kmq Popolazione: 83.251. Densità: 230 ab/kmq Lingua: Tedesco Religione: Protestanti, Cattolici Capitale: Berlino Forma istituzionale: Repubblica Federale

Dettagli

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia)

L Italia. in Russia. I numeri della presenza italiana in Russia. Esportazioni (2008): 10,5 miliardi (3% del totale export Italia) L Italia in Russia I numeri della presenza italiana in Russia Esportazioni (2008): 10, miliardi (3% del totale export Italia) La Russia è il 7 paese cliente dell Italia (dopo Germania, Francia, Spagna,

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA

COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA COME FARE IMPRESA IN REPUBBLICA CECA OPPORTUNITA DI INVESTIMENTO Nel corso dell ultimo anno, il sistema economico ceco ha dimostrato, nonostante il rallentamento economico globale ed europeo, di poter

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Investimenti Esteri Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 3 INVESTIMENTI ESTERI La Russia ha ricevuto negli ultimi anni ingenti investimenti esteri. Nel 2013 gli investimenti

Dettagli

I nuovi investimenti previsti nel settore eolico

I nuovi investimenti previsti nel settore eolico Istituto nazionale per il Commercio Estero I nuovi investimenti previsti nel settore eolico Ufficio ICE di Bucarest Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Chiudere il cerchio. Massimo Medugno Conferenza nazionale sui rifiuti Milano, 6 ottobre 2014

Chiudere il cerchio. Massimo Medugno Conferenza nazionale sui rifiuti Milano, 6 ottobre 2014 Chiudere il cerchio Massimo Medugno Conferenza nazionale sui rifiuti Milano, 6 ottobre 2014 L infrastruttura della filiera della carta L industria della carta italiana anno 2013 Produzione di 8,5 milioni

Dettagli

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA

MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA MISSIONE IN ROMANIA SETTORE LOGISTICA OPPORTUNITÀ: Dato che il settore logistico in senso stretto (considerando cioè gli operatori di piattaforme o snodi di traffici merci dove vengono compiute operazioni

Dettagli

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007

Cross Cultural Management Il caso India. Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano. Napoli, 15 gennaio 2007 Cross Cultural Management Il caso India Presentazione allo Stoa Villa Campolieto - Ercolano Napoli, 15 gennaio 2007 Relatore: Giovanni De Filippis 1 IL caso India La Fiat e l India L India per Fiat Auto

Dettagli

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest

Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest 16 Jarai 24-05-2000 9:46 Pagina 135 135 Zsigmond Járai Ministro delle Finanze dell Ungheria, Budapest L integrazione con l Unione Europea, la rapida crescita economica, un migliore equilibrio finanziario

Dettagli

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA

L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA L ENERGIA E IL FUTURO: IL FUTURO DELL ENERGIA Prospettive di sviluppo delle energie rinnovabili per la produzione di energia elettrica. Opportunità per il sistema industriale nazionale. Intervento di Annalisa

Dettagli

Fare Affari in Russia

Fare Affari in Russia Federazione Russa Fare Affari in Russia Commercio Estero Agenzia ICE Mosca Settembre 2014 4 COMMERCIO ESTERO La Russia svolge un ruolo importantissimo nel commercio mondiale. Da un lato, esporta materie

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015

L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 2014 E PRIMO TRIMESTRE 2015 L ANDAMENTO DEL SETTORE IN SINTESI CONSUNTIVO 201 E PRIMO TRIMESTRE 201 1 FOCUS CONSUNTIVO 201 Il 201 si è chiuso con un bilancio complessivamente soddisfacente: il quadro di sintesi riferito agli indicatori

Dettagli

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE

OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE 8 luglio 2013 Anno 2012 OPERATORI COMMERCIALI ALL ESPORTAZIONE Nel 2012 gli operatori che hanno effettuato vendite di beni all estero sono 207.920, in lieve aumento (+0,3%) rispetto al 2011. Al netto dei

Dettagli

Il mercato tedesco del vino

Il mercato tedesco del vino Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Berlino Nota Settoriale Il mercato tedesco del vino Berlino, marzo 2013 2 INDICE 1. Importanza del mercato

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

INFORMAZIONI SUL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN MACEDONIA

INFORMAZIONI SUL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN MACEDONIA INFORMAZIONI SUL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN MACEDONIA Premessa La Macedonia ha limitate risorse energetiche proprie. Si tratta prevalentemente di lignite che alimenta gli impianti termoelettrici.

Dettagli

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004

e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 Relazione trimestrale Marzo 2004 Class Editori S.p.A. e società controllate Sede in Milano, Via Marco Burigozzo, 5 Note di commento ai prospetti contabili consolidati al 31 Marzo 2004 La relazione trimestrale

Dettagli

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso

MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso MADE IN ITALY SENZA ITALY I nuovi scenari della Moda e del Lusso Moda e lusso nell attuale contesto macroeconomico Intervento di Gregorio De Felice Chief Economist, Intesa Sanpaolo 8 Novembre 2013 (Sintesi)

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie

ASSOFOND ASSOFOND. Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro. ASSOFOND Federazione Nazionale Fonderie Federazione Nazionale Fonderie XXXI Congresso di Fonderia Fonderia e nuovi scenari: competitività e tecnologia, le sfide del futuro Roma 4-5 Ottobre 2012 PRESIDENTE : Enrico Frigerio 1 La Fonderia in Italia

Dettagli

S.E. MIGUEL RUIZ-CABAÑAS AMBASCIATORE DEL MESSICO IN ITALIA

S.E. MIGUEL RUIZ-CABAÑAS AMBASCIATORE DEL MESSICO IN ITALIA S.E. MIGUEL RUIZ-CABAÑAS AMBASCIATORE DEL MESSICO IN ITALIA APRILE 2012 15º paese più grande del mondo per estensione (1.973 milioni di km2 (kilometri quadrati) 11 paese più popolato del mondo e 1 tra

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13)

DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong. Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) DISCORSO DEL PRESIDENTE della Provincia di Binh Duong Seminario Vietnam, un mondo di opportunità (03-2015/05/13) Prima di tutto vorrei ringraziarvi della Vostra calorosa accoglienza e, nello stesso tempo,

Dettagli

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE

PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE PROSPETTIVE DI SVILUPPO NEL SETTORE DELLE ENERGIE RINNOVABILI IN ALCUNI PAESI DELL EUROPA CENTRALE E SUD-ORIENTALE SCHEDA PAESE: BULGARIA Settembre 2009 INDICE Il bilancio energetico ed il ruolo delle

Dettagli

LIBANO PARCO VETTURE NEL

LIBANO PARCO VETTURE NEL LIBANO PARCO VETTURE NEL 29 Febbraio 211 Dati aggiornati il 1 febbraio 211: - le nuove auto vendute nel 21 (pag. 5) - l interscambio Libano/Mondo 21 (pag. 5-6) Nel 29, il numero delle auto private circolante

Dettagli

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari

San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari San Paolo: multiple opportunità che danno un impulso ai tuoi affari L importanza dell economia paulista trascende le frontiere brasiliane. Lo Stato è una delle regioni più sviluppate di tutta l America

Dettagli

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue

3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue Rapporto annuale 2012 3. L industria alimentare italiana a confronto con l Ue IN SINTESI Nel 2011, la contrazione della domanda interna nonostante la tenuta di quella estera ha determinato un calo dell

Dettagli

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico?

Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Più centrali? Più carbone? E l efficienza energetica? E il fotovoltaico? Ing. Paolo M. Rocco Viscontini Enerpoint S.r.l. IEFE Milano 29 Aprile 2005 Il fotovoltaico è ancora troppo costoso: non vale la

Dettagli

Ambasciatore Vincenzo Petrone Presidente

Ambasciatore Vincenzo Petrone Presidente Strumenti finanziari per l internazionalizzazione Ambasciatore Vincenzo Petrone Presidente Torino, 7 maggio 2013 MISSIONE SIMEST promuove l internazionalizzazione delle imprese italiane mediante: Partecipazione

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013

NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 NOTA CONGIUNTURALE ROMANIA Gennaio-dicembre 2013 Biroul de la Bucuresti Str. A.D.Xenopol, nr.15, sector 1-010472 Bucuresti T +40 21 2114240 F +40 21 2100613 bucarest@ice.it www.italtrade.com/romania 11

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare?

Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? 1 Tre diversi sistemi per proteggere l innovazione in Europa. Quale adottare? Roberto Dini Torino, 13 Maggio 2014 2 Brevetto Unitario e Tribunale Unificato dei Brevetti Regolamento(EU) No. 1257/2012 del

Dettagli

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie

Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Giugno 2014 Italia: opinioni sulle commissioni interbancarie Per i commercianti italiani American Express e Diners Club dovrebbero essere equiparate a Visa, MasterCard e circuiti nazionali nella proposta

Dettagli

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles

L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles L UE PER LE PMI Notizie da Bruxelles n 4 Marzo/Aprile 2014 in collaborazione con S O M M A R I O A C C E S S O A I F I N A N Z I A M E N T I Horizon 2020 Operativo lo strumento PMI N E W S D A L L E I

Dettagli

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa.

IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. IN CALO LE PRINCIPALI TARIFFE PUBBLICHE. COSA MAI AVVENUTA DA 20 ANNI A QUESTA PARTE I prezzi di luce e gas, però, sono tra i più alti d Europa. =========== Le tariffe pubbliche cominciano a scendere:

Dettagli

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI.

LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. LA NOVITÀ NELL ENERGIA, DA 70 ANNI. IL GRUPPO ERG UNA REALTÀ MULTIENERGY DA OLTRE 70 ANNI IL GRUPPO ERG È UN PUNTO DI RIFERIMENTO NEL MERCATO ENERGETICO ITALIANO Il Gruppo, dal 2002, si è articolato in

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014

IL SETTORE DEI BENI STRUMENTALI NEL 2014 FEDERAZIONE NAZIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DEI PRODUTTORI DI BENI STRUMENTALI E LORO ACCESSORI DESTINATI ALLO SVOLGIMENTO DI PROCESSI MANIFATTURIERI DELL INDUSTRIA E DELL ARTIGIANATO IL SETTORE DEI BENI

Dettagli

I Focus de l OIV. Il mercato dei vini spumati

I Focus de l OIV. Il mercato dei vini spumati I Focus de l OIV Il mercato dei vini spumati Il mercato dei vini spumanti è cresciuto nel corso degli ultimi anni grazie alla spinta di una forte domanda mondiale. La produzione è aumentata notevolmente:

Dettagli

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management

di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management EDILIZIA di Antonio Ferrandina Marketing e Vendite>> Sistemi di management DEFINIZIONE DEL SETTORE Nel settore edilizio possono essere individuati 2 micro-settori: edilizia residenziale in conto proprio:

Dettagli

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina

Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina. Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones. Forum d Area America Latina Progetto Integrato di Mercato PIM America Latina Cile Presentazione del Paese Relatore : Stefania Turco Jones Forum d Area America Latina Dove siamo? Superficie: 756.626 km² (cui si aggiungono 1.250.000

Dettagli

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI

L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI L ATLANTE DEL MADE IN ITALY LE ROTTE DELL EXPORT ITALIANO PRIMA E DURANTE LA CRISI Ottobre 2012 1 L ATLANTE DEL MADE IN ITALY Le rotte dell export italiano prima e durante la crisi La crisi dell economia

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1

IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1 IL PROCESSO DI BARCELLONA E LA STRATEGIA DI LISBONA: UN BILANCIO A META DEL PERCORSO 1 1. Un bilancio del processo d integrazione alla luce dei dati La strategia di Lisbona e il processo di Barcellona

Dettagli

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano)

Tendenze in atto e prospettive per il futuro. Luca Zanderighi (Università di Milano) Tendenze in atto e prospettive per il futuro Luca Zanderighi (Università di Milano) Milano, 6 giugno 2012 Schema dell intervento La situazione internazionale L Italia di fronte a una svolta: prospettive

Dettagli

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013.

Introduzione. Si prevede che Internet of Everything generi almeno 613 miliardi di dollari di profitti aziendali globali nell'arco del 2013. Internet of Everything (IoE) I 10 risultati principali del sondaggio IoE Value Index di Cisco, condotto su un campione di 7.500 responsabili aziendali in 12 paesi Joseph Bradley Jeff Loucks Andy Noronha

Dettagli

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico.

Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Convegno Regionale : Energie Rinnovabili e Risparmio Energetico. Nocera Torinese ( Cz ) Intervento di Luigi Sbarra Segretario Generale Cisl Calabria. Quando si osservano i dati statistici riguardanti la

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

FILIERA MULTIMEDIALE

FILIERA MULTIMEDIALE FILIERA MULTIMEDIALE Aggiornamento dati a Dicembre 2010 DEFINIZIONE DELLA FILIERA MULTIMEDIALE Definizione delle filiera Multimediale HARDWARE E ASSISTENZA TECNICA CANALE INDIRETTO SERVIZI E APPARATI DI

Dettagli

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 )

SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI. (Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) DECRETO SULLE CONDIZIONI E SUI MODI PER ATTRARRE GLI INVESTIMENTI DIRETTI ("Gazzetta Ufficiale della Repubblica Serbia nr. 56/2006 e 50/2007 e 70/2008 ) Contenuto del decreto Art. 1 Con il presente decreto

Dettagli

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future

1 Introduzione. 1.1 La Mobilé Inc in breve. 1.2 Storia. 1.3 Ai giorni nostri. 1.4 Prospettive future 1 Introduzione 1.1 La Mobilé Inc in breve Mobilé Inc è un azienda produttrice di telefonini, con sede negli Stati Uniti, che si è concentrata sulla produzione di telefonini di nuova generazione a partire

Dettagli

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014

Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Costruzioni: mercato interno sempre più debole. Niente ripresa nel 2014 Roma 28 novembre 2013 - Nel 2012 il volume economico generato dal sistema italiano delle costruzioni, compresi i servizi, è stato

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

LAZIO. AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI "Investimenti nel settore dell'autotrasporto"

LAZIO. AGEA OCM Vino Investimenti 2015/2016 SCADENZA: 29/02/2016. MINISTERO TRASPORTI Investimenti nel settore dell'autotrasporto AGEA "OCM Vino Investimenti 2015/2016" Sono previsti finanziamenti a fondo perduto a favore delle imprese attive nel settore vitivinicolo (ad esclusione di quelle di commercializzazione) che effettuano

Dettagli

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE GOVERNO ITALIANO Dipartimento Politiche Comunitarie COMMISSIONE EUROPEA PARLAMENTO EUROPEO LE POLITICHE DELL U.E. PER LA SCUOLA LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE LE ISTITUZIONI E LE POLITICHE EUROPEE

Dettagli

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI

MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI MADE 2012 EFFICIENZA E RISPARMIO ENERGETICO E RIQUALIFICAZIONE EDILIZIA E URBANA: ECCO GLI ASSET PER IL RILANCIO DELLE COSTRUZIONI La riconfigurazione del mercato delle costruzioni Lo scenario delle costruzioni

Dettagli

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013

FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013 e pubblicati a Maggio 2013 A cura dell Ufficio Studi Euler Hermes Italia FLASH SETTORI ORDINATIVI E FATTURATI Dati Istat aggiornati a Marzo 2013

Dettagli

Nielsen Economic and Media Outlook

Nielsen Economic and Media Outlook Nielsen Economic and Media Outlook Giugno 2011 I CONTENUTI DI QUESTA EDIZIONE Scenario macroeconomico Tendenze nel mondo dei media Andamento dell advertising in Italia e nel mondo I contenuti di questa

Dettagli