Il futuro del Boscoincittà

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il futuro del Boscoincittà"

Transcript

1 Supplemento del Notiziario della Sezione di Milano di Italia Nostra, Comitato di redazione: Sergio Pellizzoni, Luca Carra, Maria Luisa Sangiorgio, Alberto Belotti, Anty Pansera, Laura Perrotta. Hanno collaborato alla realizzazione di questo numero: Centro per la Forestazione urbana, Luca Carra, Maria Luisa Sangiorgio, Giovanni Fossati, Paolo Sacchi, Francesco Margstahler, Ileana Bosisio, Cinzia Gianfelice, Laboratorio s.r.l., Agenzia Zadig. Stampa: Arti grafiche Passoni (Milano). n.9 - febbraio 2003 Il futuro del Boscoincittà Nei giorni scorsi si è concluso l accordo tra il Comune di Milano e l associazione Italia Nostra con il quale si rinnova la convenzione per le aree del Boscoincittà Il sodalizio tra amministrazione comunale e Italia Nostra si fonda su un atto formale: la convenzione. È l atto con cui il Comune concede all associazione, per nove anni, i suoli destinati a verde pubblico, per la costruzione e la gestione del parco. L associazione arricchisce l iniziativa con la propria cultura ambientalista e di partecipazione, con le competenze tecniche e le energie della propria struttura, mentre il Comune garantisce il perseguimento delle finalità pubbliche generali. Al termine del periodo, in base ai risultati ottenuti, l amministrazione sceglie se rinnovare la convenzione. Siamo giunti, nel 2003, al quarto rinnovo. Evidentemente la formula funziona, visto che ha portato a incrementare la superficie del Boscoincittà dai 35 ettari iniziali agli attuali 80. Ma l utilità interventi paesaggistici e naturalistici. La prima convenzione rivoluzionò il modo di realizzare il verde pubblico urbano. Il Boscoincittà fu il primo caso nazionale in cui il bosco era l elemento primario del parco e il lavoro volontario era la risorsa primaria nel realizzarlo. In una prima fase ci si dedicò principalmente agli aspetti agro-forestali e a una sistemazione elementare dell area. La forte propensione operativa non escluse la riflessione e l approfondimento. Ne risultò la stesura di un libro che illustrava l esperienza (Un boscoincittà - Franco Angeli Editore ) e di uno studio sugli orti urbani. Il rinnovo della convenzione del 1984 conteneva due novità: un contributo annuo da parte del Comune e l incremento della superficie del parco da 35 a 50 ettari. L effetto di questa iniezione di risorse non si fece attendere e modificò profondamente la fisionomia del parco. Furono tracciate nuove strade campestri, venne scavato il laghetto, si costruì l area delle feste. Anche le iniziative si moltiplicarono: si costituì una biblioteca, si fornirono materiali e competenze a molte altre piccole iniziatipubblica di un parco non si misura solo in ettari. L ingrandirsi, infatti, è andato di pari passo con la crescita della fruizione, della partecipazione, delle iniziative di educazione ambientale, della qualità degli editoriale Aria di città Le attuali dispute sulle targhe alterne fanno trasparire ormai come l automobile sia diventata un grave problema di salute pubblica affrontato da dilettanti. Gli studi epidemiologici hanno ormai assodato il dato davvero impressionante secondo cui i morti per malattie respiratorie, cardiache e tumori attribuibili all inquinamento da traffico siano di gran lunga superiori a quelli da incidenti; quindi più di settemila all anno in Italia. Ogni volta che i valori registrati dalle centraline s impennano la media dei decessi quotidiani a Milano passa da circa 25 a più di 30. E questo sempre. Servono altre dimostrazioni? Per passare dai casi fatali a quelli cronici basta osservare un bambino milanese e il suo perenne catarro. Poveri bimbi di Milano, cantava Francesco Guccini. I genitori lo sanno e reagiscono nell unico modo possibile: chi può ogni fine settimana scappa dalla città... in auto, ovviamente. Ai danni da incidente e da inquinamento se ne aggiungono altri, meno appariscenti. Come osserva l epidemioogo britannico Tony McMichael nel suo recente Malattia, uomo, ambiente. La storia e il futuro (edizioni Ambiente, 2003), Tra i pericoli meno evidenti dell automobile bisogna contare anche la frammentazione dei rapporti sociali e l inquinamento acustico. I disturbi del sonno di chi vive in prossimità di strade molto trafficate sono motivo di protesta e fonte di notevole stress. Inoltre, l uso dell automobile ha ridotto il livello di attività fisica determinando un aumento di obesità tra le popolazioni dei centri urbani. Non sorprende il fatto che negli ultimi decenni gli olandesi, che hanno limitato l uso delle auto in favore dei mezzi pubblici e della bicicletta, mostrino un notevole senso di comunità urbana e contemporaneamente facciano registrare la tendenza più positiva in Europa rispetto all obesità. Oltre all Olanda, da sempre abituata a pianificare la città con secoli d anticipo, altre città si stanno muovendo con decisione verso la dissuasione all uso dell automobile. A ragione o a torto, dal 27 febbraio Londra farà pagare il pedaggio a chi viene da fuori. Anche Parigi si sta muovendo nella direzione di una decisa mitigazione del traffico. Milano sembra ancora incapace non solo di varare politiche organiche e positive per il superamento del traffico privato, ma anche di rendersi conto pienamente del disagio e disvalore che il traffico rappresenta per la città e i suoi abitanti. Buona parte della bruttezza e della sporcizia della città è attribuibile alla quantità di automobili perennemente posteggiate sui marciapiedi. Come si vede, il problema non è solo quello dell aria, poiché l inflazione automobilistica ha effetti devastanti anche sul rumore, lo spazio, i rapporti sociali, l educazione civica e il decoro della città. In un certo senso, l auto è un mezzo incongruo e vagamente anacronistico per la dimensione urbana, ma l inerzia delle cose fa sì che ancora per parecchi decenni non riusciremo a liberarcene. Almeno fino a quando il pensiero urbanistico e la pianificazione dei trasporti non faranno un salto di qualità proponendo soluzioni nuove e radicali. E sì che la soluzione del problema traffico, senza compromettere la mobilità della persone, sarebbe la carta vincente per il consenso a un amministrazione pubblica. La creazione di una vasta area di verde urbano (si vedano gli articoli a pagina 1-3) che ospita forme e contenuti diversi dalla consuetudine metropolitana può, in questo senso, assumere il significato di una proposta. La proposta di un progetto cittadino con la premura di una migliore qualità ambientale. Luca Carra

2 Boscoincittà ve di forestazione, si intensificarono le attività con le scuole. Ma tanti nuovi impegni non potevano più essere assolti solo con il volontariato. Nell ambito dell associazione si costituì il Centro per la Forestazione Urbana (CFU), investito dei compiti di realizzare il verde, erogare i servizi, promuovere la partecipazione dei cittadini nella costruzione e difesa del verde, raccogliere e coordinare collaborazioni e risorse. Quando, nel 1993, l amministrazione rinnovò ancora una volta la convenzione, estese la superficie del parco a 80 ettari. Molti enti locali adottarono il modello del bosco urbano nel realizzare aree verdi, spesso con il coinvolgimento del volontariato. In città, il Bosco era ormai una esperienza consolidata. Luogo frequentatissimo da migliaia di cittadini, decine di scuole e associazioni. Le nuove aree del parco consentirono la realizzazione di nuove zone umide e naturalistiche e di nuovi orti urbani. Nello stesso periodo ebbe inizio la collaborazione tra Italia Nostra e l amministrazione per la rinascita del Parco delle Cave. Con l ultimo rinnovo della convenzione (2003), l amministrazione comunale e l associazione si pongono un obiettivo nuovo e significativo per tutta la città. Si tratta di alzare lo sguardo oltre i singoli parchi e pensare a un grande sistema verde per la zona ovest di Milano. L area, compresa nel perimetro del Parco Agricolo Sud Milano, racchiude tre grandi parchi (Parco di Trenno, Parco delle Cave, Boscoincittà) ai quali si interpongono ampie zone agricole. La superficie dei parchi già realizzati sommati a quelli in corso di realizzazione, misura già 250 ettari. Aggiungendo le aree di collegamento, si arriva a un totale di circa 330 ettari di verde. Questa presenza crea le condizioni per dotare la periferia urbana di una cintura verde che si estende dalla tangenziale nord ai navigli, con la possibilità di connettersi a nord verso il parco dei Fontanili in via di realizzazione e a sud con le aree del Ronchetto delle Rane. I parchi e le aree agricole, uniti da una rete di percorsi, offrono una grande varietà di verde, a contatto con la città. Fondamentale per il progetto sarà il man- tenimento delle aree agricole, molte delle quali di proprietà comunale. Per evitarne il frazionamento sarà necessario garantire la sopravvivenza e quindi la funzionalità delle aziende agricole che vi operano, aggredite dallo sviluppo urbano. La strategia per costituire la cintura verde, concordata da amministrazione e associazione, è quella di procedere per gradi. L amministrazione consegnerà al CFU le aree che si renderanno man mano disponibili, aggiungendo al puzzle piccoli e grandi tasselli. Già nei prossimi mesi, arriveranno dal Comune alcune delle aree pubbliche che consentiranno di connettere il Boscoincittà con il Parco di Trenno da una parte (aree di via Bellaria) e con il Parco delle Cave dall altra (aree di via Caldera). L amministrazione metterà a disposizione le risorse per la gestione e per le sistemazioni elementari, mentre i progetti per le nuove trasformazioni saranno finanziati in modi diversi, valutando caso per caso. La tavola pubblicata illustra gli obiettivi a breve termine. L eccezionale obiettivo posto dall attuale convenzione richiederà un grande sforzo da parte nostra. I nuovi sviluppi, infatti, si sommano ai tradizionali impegni di gestione dei parchi che, per il Parco delle Cave, includono la progettazione e la sistemazione di vaste aree. Dovremo migliorare l organizzazione e l efficienza della struttura operativa e, insieme, raccogliere risorse aggiuntive a quelle comunali. Si tratta di un impegno molto gravoso per il quale contiamo sulla solidarietà e l aiuto di quanti ci hanno seguito e sostenuto fin qui e di coloro che ritengono che il parco sia un luogo della città restituito ai cittadini. SERGIO PELLIZZONI Veduta aerea del Boscoincittà, dei campi agricoli e dell edificato circostante

3 L intervista Le strategie dei parchi Parliamo con uno dei protagonisti del verde milanese, Biagio Savoca, del significato del rinnovo della convenzione del Boscoincittà e delle nuove prospettive di forestazione Nei giorni scorsi é stata firmata dal vice presidente nazionale di Italia Nostra Marco Parini e dal direttore del Settore Parchi e Giardini del Comune di Milano, Biagio Savoca, la convenzione che rinnova per nove anni la concessione delle aree del Boscoincittà all associazione. Un atto amministrativo che ha richiesto quasi un anno di lavoro per poter vedere la conclusione, ma soprattutto un atto di indirizzo di grande valore programmatico. Per meglio comprendere il senso di questo rinnovo abbiamo rivolto qualche domanda a Biagio Savoca. C è qualche novità di rilievo all interno della convenzione che è stata appena rinnovata? La novità maggiore, a giudizio dell amministrazione comunale, è senza dubbio rappresentata dalla volontà lì espressa di estendere le aree del bosco integrando quelle esistenti con ulteriori assegnazioni. Cosa significa per l amministrazione comunale gestire aree verdi così importanti con una associazione di volontariato? Significa in primo luogo affidare la gestione di queste aree a persone che hanno la sensibilità giusta per mantenerle, estenderle, renderle adatte all utilizzo da parte dei cittadini. E inutile nascondersi poi che l amministrazione comunale fa fatica a seguire tutte le nuove iniziative, non solo in termini economici, ma soprattutto di risorse tecniche per garantire una corretta gestione degli spazi. Poter collaborare con un associazione di volontariato, come Italia Nostra, che mette a disposizione competenze, progetti e passione per realizzarli è per noi di grande aiuto. Lei ha parlato di nuove iniziative: a quali si riferisce in particolare? Se solo pensiamo agli interventi in via di realizzazione all interno dei piani di recupero urbano, parliamo di almeno 15 interventi di dimensioni consistenti. Penso infatti a parchi come il Ticinello e a quelli previsti nell ambito di interventi come a Quarto Oggiaro, a Rubattino, al Portello, alla Bicocca, alla Bovisa. Solo per ricordare i più significativi. Questi interventi cosa significano per l insieme della città? Di fatto abbiamo raddoppiato le aree dei parchi. Se si pensa che nel censimento dal 1997 contavamo 10 milioni e mezzo di metri quadri di aree a parco ed oggi siamo a 18 milioni, con la prospettiva di arrivare a breve a 20 milioni, la dimensione è subito indicata. Oltre agli interventi all interno dei vari progetti urbani esiste qualche progetto più specifico per i parchi? Recentemente si è concluso il concorso per il parco Forlanini, che è stato vinto da un gruppo di progettazione portoghese in collaborazione con architetti italiani. Si tratta in questo caso di un progetto di grandi dimensioni, che si realizzerà per lotti e che tra una decina d anni, tempo previsto per la fine dei lavori, farà del parco Forlanini, con i suoi 2 milioni di metri quadrati, il più grande parco urbano d Europa. MARIA LUISA SANGIORGIO Ma questo ampliamento si propone qualche obiettivo particolare? Prima di tutto quello di recuperare altre aree limitrofe alla forestazione urbana, ma in particolare puntiamo alla creazione di un corridoio ecologico ambientale che unisca, dove possibile, il Boscoincittà con il Parco delle Cave. Non ha importanza stabilire a priori se le aree apparterranno al Bosco o al Parco delle Cave, ciò che importa è consentire in tutti i casi possibili questo collegamento che determinerà nel tempo una grande fascia verde in questa parte della città. Come è possibile affrontare questi nuovi progetti in una situazione di risorse scarse e di tagli alla finanze del Comune? Certo non è facile, ma abbiamo cercato di portare il contributo per il Boscoincittà in linea con il contributo che viene dato per il Parco delle Cave. LEGENDA: aree di prossima estensione del parco possibili estensioni del parco aree agricole da riorganizzare 3

4 Verde que te quiero verde Sembra che i campanellini debbano il loro nome alla forma della corolla. Al campanellino di primavera (Leucojium vernum), questo nome squillante si addice bene anche perché è uno dei primi, assieme al bucaneve, a dare la sveglia primaverile agli altri inquilini del prato. Compare infatti già in febbraio e la sua fioritura dura fino ad aprile, quando abdica in favore di suo cugino Leucojium aestivum che in autunno, a sua volta, farà lo stesso con Leucojium autunnale. Una famiglia organizzata, quindi, per cogliere l opportunità riproduttiva offerta da ogni tipo di insetto, da febbraio a novembre. Ci sono fiori che per attirare gli insetti hanno sviluppato corolle coloratissime o dalle forme accattivanti. Loro invece, minuti e discreti, hanno scelto la strategia della moltitudine. La conseguenza di questa scelta evolutiva è che il prato risulta continuamente abbellito dalla fioritura di almeno una specie di Leucojium presente, in genere, con molti esemplari. Leucojium vernum è un fiore minuto e aggraziato, dal gambo eretto, alto tra i 10 e i 35 centimetri. I suoi sei tepali sono riuniti a formare appunto una campanella bianca, ornata da sei macchioline giallo-verdi. La specie è diffusa nell Europa centro-meridionale, per lo più nelle zone mediterranee, indigena nel nord Italia. Il suo ambiente dei cespugli. È protetta dalla legislazione regionale. Infatti, nonostante sia molto abbondante nei punti in cui si trova, è abbastanza raro che trovi un ambiente adatto e vi si insedi. Una curiosità: L. vernum appartiene alla famiglia delle Amaryllidaceae, diffuse per lo più nei prati. È per questo che i botanici hanno dato loro il nome di Amaryllis, la pastorella siciliana citata nelle Egloghe di Virgilio. LAURA PERROTTA Il Leucojium è uno dei primi fiori della stagione ad abbellire i prati. Si trovano anche nei nostri parchi, ma attenzione, sono protetti Il campanellino di primavera sono i boschi umidi, i prati e le siepi a livello del mare, fino a qualche centinaio di metri di altezza, purché il terreno sia ricco di humus. Cresce molto bene all ombra Al Boscoincittà: il campanellino fiorisce in febbraio-marzo: dai un occhiata lungo i tracciati dei fontanili asciutti alla fine di febbraio; ne vedrai una distesa. Il libro della giungla Scava, scava, piccola talpa Maestra di trafori e gallerie, è un assidua frequentatore del Bosco e del Parco delle Cave. Gli agricoltori non la amano perché rovina i raccolti Come avrà notato anche il più distratto dei frequentatori dei nostri parchi, in molti prati ci si può facilmente imbattere in piccoli cumuli di terra smossa, che sono lì a ricordarci che, insieme agli altri ospiti di Boscoincittà e del Parco delle Cave, ci sono anche le talpe. La talpa però è rarissima da vedere allo scoperto, perché trascorre la maggior parte del tempo sottoterra scavando le lunghissime gallerie, che diventeranno la sua tana. Come prima cosa inizia con una serie di tunnel poco profondi (3-4 cm sottoterra) per controllare che il territorio non sia già occupato da un suo simile. Poi si mette a scavare incessantemente e a trasportare la terra in superficie (ecco svelato il mistero delle collinette di terra smossa: non sono l entrata alla tana!) e bisogna dire che scava con un certo gusto... Le centinaia di metri che misurano le sue gallerie non comprendono solo il salotto buono : ci sono la tana vera e propria, il luogo dove nasceranno i piccoli e un paio di ingressi di servizio, oltre all immancabile dispensa. Naturalmente, non è solo un vezzo architettonico, ma anche e soprattutto un sistema di sicurezza: in quei cunicoli tortuosi gli sfortunati predatori in cerca di cibo si perderanno come in un labirinto e madama talpa avrà tutto il tempo di scappare da una delle tante uscite secondarie. Per adattarsi alla vita sotterranea, l aspetto della talpa si è trasformato nel tempo. Ha un corpo minuto e affusolato che le permette di muoversi agevolmente nel terreno, occhi molto piccoli e ricoperti di pelliccia (ma ci vede molto bene, a differenza di quello che si pensa), piccole zampe a forma di badile con unghie molto robuste che servono per smuovere la terra. Ma quello che le permette di muoversi agevolmente avanti e indietro lungo i cunicoli è la morbida pelliccia grigio scura che (con grande invidia di molti gatti) non ha un verso e può quindi piegarsi in ogni direzione. La talpa è un animale decisamente vivace, attivissimo sia di notte che di giorno, sia d estate che d inverno, è rapida e abile a scavare, nuotare e snidare i lombrichi e le larve d insetto di cui si nutre. Ma proprio a causa di questa incessante e faticosa attività è uno degli animali più voraci che esistano e non riesce a sopravvivere al digiuno per più di poche ore. È quindi indispensabile per lei avere delle riserve di cibo. Quando i lombrichi sono abbondanti li cattura, tronca loro l estremità della testa, li avvolge a nodo e li accumula in una cavità del terreno. Questi magazzini possono contenere migliaia di lombrichi: non deve essere un bello spettacolo. Purtroppo, le talpe sono cacciate con determinazione e perseveranza da chiunque coltivi la terra: il loro lavoro, infatti, tende a distruggere le coltivazioni, a cominciare da radici e tuberi. In realtà, per scacciarle basta poco: così sensibili ad odori e vibrazioni, è sufficiente mettere qualcosa di molto sgradevole davanti alle prese di areazione delle loro tane, e loro scapperanno. Sulla strada delle famiglie di talpe sfollate si potrebbe mettere un cartello che indica la via per il Boscoincittà e il Parco delle Cave: qui da noi c è sempre spazio per tutti! FRANCESCO MARGSTAHLER 4

5 Droga Un questionario sullo spaccio 1Segnare sulla mappa con una croce i punti in cui si svolgono attività di spaccio o consumo Indicare di sostanze stupefacenti 3Anche se non si è in grado di dare informazioni precise con tempi e luoghi, è importante rispondere alle altre Diffondere domande del questionario Negli ultimi mesi, nella zona ovest di Milano, si assiste alla ripresa di un fenomeno che sembrava superato: lo spaccio e il consumo di sostanze stupefacenti. L attività ha caratteristiche nuove: una vasta diffusione sul territorio, la presenza di piccoli gruppi di persone, l elevata mobilità di tali gruppi. Per contrastare il fenomeno c è bisogno di attivare le energie di tutti coloro (associazioni, comitati o singoli) che vivono il territorio come una risorsa. E necessario conoscere più profondamente la situazione attuale, in particolare le ricadute del fenomeno dello spaccio e del consumo di droga sul territorio e il disagio causato sia nelle aree agricole e nei parchi, sia in quelle urbanizzate circostanti. Questo richiede una rilevazione capillare sul territorio. Chiediamo a tutti coloro che frequentano la zona di collaborare all osservazione del fenomeno. La partecipazione e la presenza di tutti è importante anche come presidio del territorio. Vi chiediamo quindi, se vi capiterà di percorrere strade e sentieri compresi nelle aree indicate dalla mappa (sul retro), di prestare attenzione a quello che si vede. nella tabella il giorno, l ora, il luogo in cui vete fatto il rilevamento. Se vedete spacciatori o tossicodipendenti, indicatene il numero (come nell esempio) altrimenti lasciate 2vuota la colonna persone il questionario (fotocopiandolo) 4presso amici, associazioni, parrocchie 13 feb Cascina Caldera 3 Frequentate abitualmente le aree indicate nella mappa? sì no Quali? Parco delle Cave; Parco di Trenno; Boscoincittà; Area di Figino; Area di Quinto Romano; Altro... Quante volte al mese?... Siete a conoscenza della presenza di attività di spaccio sì no e consumo di droga? Lo avete scoperto per informazione diretta sì racconti altrui sì Avete cambiato le vostre abitudini per problemi sì no di sicurezza negli ultimi 6 mesi? In che modo? Ho cambiato il percorso consueto; Ho cambiato orari; Evito di andarci da solo; Non frequento più la zona. Altro... Ci sono aree che prima frequentavate sì no e ora non frequentate più? sì ma con disagio Quali? Parco delle Cave; Parco di Trenno; Boscoincittà; Area di Figino; Area di Quinto Romano; Altro... Quale evento vi ha costretto a non frequentarle più? Avete rilevato altri elementi di degrado del territorio? sì no Quali? Presenza di discariche; Impraticabilità dei percorsi; Problemi di sicurezza; Altro... Conoscete o fate parte di associazioni o comitati sì no in zona che si stanno occupando del problema? Sareste disponibili ad impegnarvi sì no per far fronte alla situazione? Il questionario è stato redatto da un gruppo di associazioni legate al territorio di Milano ovest, costituitosi spontaneamente. Chiunque (singolo o gruppo) sia disposto a collaborare con noi è bene accetto: ci contatti a uno degli indirizzi citati in fondo. Chi è interessato a ricevere notizie sulle prossime iniziative, o a essere coinvolto attivamente può lasciarci il suo indirizzo o la sua Si può spedire o consegnare il questionario nelle cassette delle lettere di: Comitato di Figino - Via Zanzottera, 9; Circolo ARCI Città Futura - Via Ratti 25; Quinto in buca - P.zza Madonna della Provvidenza; Boscoincittà - Cascina S. Romano Via Novara 340; Unione Pescatori Cava Aurora Cava Aurora, Via Broggini 12; Circolo ARCI Brenna, Via Cacciatori, 12. 5

6 N LEGENDA: verde pubblico urbano aree agricole urbanizzato specchi d acqua 6

7 Fotografia Il fotografo Paolo Sacchi ha realizzato uno straordinario libro fotografico che racconta la vita del nostro verde. Ecco le sensazioni che ha provato nel corso di questo lavoro Ritratto di un parco Circa un anno fa mi è stato chiesto di svolgere una ricerca fotografica sul Boscoincittà e sul Parco delle cave. Si voleva realizzare un libro che fosse il ritratto di un parco e della gente che lo viveva: doveva essere un quadro composito che seguisse l alternarsi delle stagioni e delle diverse molteplici attività che vi si svolgevano. L idea mi sembrò subito entusiasmante: si trattava di accompagnare la vita di uno spazio verde molto importante per la città, raccontando il lavoro e la passione di chi aveva reso possibile questo progetto e, in parallelo, il piacere e l affetto di chi lo utilizzava nel proprio tempo libero. Giorno dopo giorno, il parco è entrato nella mia vita, non solo sollecitandomi a trovare particolari momenti di luce, ma anche imponendosi come protagonista della ricerca. Mi rendevo sempre più conto di come fosse interessante raccontare il luogo attraverso Un invito ad associarsi Boscoincittà e Parco delle Cave sono ormai una grande realtà verde, realizzata a favore della nostra città che, come tutti sappiamo, ha una grande necessità di spazi liberi dal cemento, dal rumore e dal traffico. Qui possiamo ritrovare, a due passi da casa, la possibilità di immergerci nella natura, di passeggiare o sostare in un prato e fra gli alberi ed anche di vedere degli animali selvatici, liberi nel loro ambiente, non timorosi di essere avvicinati dall uomo. Sono molte le persone che utilizzano questi spazi, ma Italia Nostra, che ha dedicato tante risorse ed energie a questa realizzazione, vorrebbe che fossero sempre più conosciuti, amati e salvaguardati soprattutto da chi li frequenta più assiduamente. Ci piacerebbe che nell ambito della nostra Associazione si formasse un nutrito gruppo di soci, pensiamo in primo luogo a quelli che più gravitano attorno al Bosco e alle Cave, portatori di nuova linfa e nuovo entusiasmo per tutto ciò che attiene la salvaguardia della natura e dell ambiente, impegno che, insieme alla tutela dei beni storici e artistici, costituisce la ragione di esistere di Italia Nostra. Italia Nostra Pensiamo a un gruppo di giovani, soprattutto di spirito anche se non di età, che attivandosi con idee, proposte e, se possibile, con impegno personale, possano avviare nuove iniziative, coinvolgersi e coinvolgere chi desidera dare un contributo allo sviluppo e alla realizzazione degli obiettivi della nostra associazione. Si potrebbero realizzare altre iniziative oltre a quelle già oggi portate avanti da chi opera al Bosco e alle Cave, come visite guidate a luoghi di natura, proiezioni, mostre, riunioni o corsi su argomenti di interesse specifico, eventi coerenti con le finalità associative e mille altre cose che possono emergere dalla creatività di ciascuno. Qualsiasi altra proposta sarà sempre benvenuta, ci auguriamo quindi di ricevere già da ora molti contributi. "La speranza che tutto ciò si avveri è condivisa dal consiglio direttivo della Sezione di Milano e dallo staff del CFU che sarà lieto di collaborare con i soci vecchi e nuovi che si aggrgheranno attorno a questa idea. Per adesioni telefonate allo " GIOVANNI FOSSATI i ritratti che, però, via via non avevano solamente la fisionomia delle persone, ma anche degli animali, delle piante, delle acque. Usavo la stessa cura con cui abitualmente si restituisce la dolcezza di un viso o l espressività di una persona per raccontare la dignità di un albero o la profondità dell acqua. Con il passare del tempo, il parco mi diventava familiare, i suoi abitanti amici. I pescatori mi hanno reso partecipe della loro passione e delle loro superstizioni; ho vissuto con gli ortisti i momenti di scoramento per gli odiati sassi che infestavano la loro terra e ho condiviso la loro gioia per la crescita degli ortaggi; ho seguito i bambini che scoprivano il bosco e gli anziani che si ritrovano attorno alle loro biciclette. Ho apprezzato il lavoro di chi ha messo la sua intelligenza al servizio del parco, di chi l ha sognato e progettato, di chi quotidianamente vi si dedica. In una parola, di quanti ne hanno cura. Ho capito l importanza di tutto questo, come da tempo hanno fatto i cittadini che il parco frequentano, amano e difendono. Ho vissuto l allegria della festa, la creatività di chi ha trasferito la propria passione al parco per poterci danzare, fare ginnastica, portarci il cane, parlare di politica, dare il primo bacio, sentirsi parte di un gruppo con cui dividere il tempo. La Mostra PAOLO SACCHI Martedì 18 febbraio dalle alle 19 alla libreria Hoepli, brindisi e incontro con l autore per inaugurare la mostra tratta dal libro. Le foto resteranno esposte dal 19 al 28 febbraio lun-sab 10-19, presso la libreria in Via Hoepli 5, Milano. Servizio Civile Volontario al Centro per la Forestazione Urbana Se vuoi impegnarti per un anno coniugando professionalità, impegno civico e ambientalista, contattaci. Da giugno in avanti sarà possibile effettuare il Servizio Civile Volontario lavorando per il Boscoincittà e il Parco delle Cave. Info: ; 7

8 News Animatori ambientali cercasi Hai un età compresa tra i 18 e i cent anni? Hai voglia di incontrare persone che come te amano stare all aperto, hanno voglia di entusiasmarsi, mettersi in gioco, scoprire la natura, partecipare alla realizzazione del Boscoincittà e del Parco delle Cave e desiderano sviluppare la capacità di trasmettere tutto ciò a bambini e ragazzi? Il Centro per la Forestazione Urbana propone una serie di incontri teorici e pratici (lavori sul campo, attività di laboratorio ecc.) con l obiettivo di coinvolgere nuovi volontari e potenziali collaboratori interessati a impegnarsi nelle attività di educazione e animazione ambientale che tradizionalmente rivolge alle scuole durante l anno, ai bambini durante le vacanze, ai cittadini. Gli incontri hanno anche l obiettivo di completare il percorso formativo di chi già collabora alle iniziative del CFU. Programma di massima: (dalle ore 8,30 alle 13,30) Bosco, prato e zone umide: cantiere di lavoro e aspetti naturalistici (dalle ore 8,30 alle 18) Animatori si nasce o si diventa: ruolo, finalità, auto-aggiornamento (dalle ore 8,30 alle ore 18) Tecniche di animazione, di conduzione di un gruppo. Esplorazione del territorio (dalle 17,30 del venerdì alle 13 della domenica con trekking e pernottamento in tenda e foresteria) Vacanze naturalistiche in città: un week-end per approfondire i contenuti, le modalità e la programmazione delle vacanze estive per bambini dai 6 agli 11 anni che da oltre un decennio vengono proposte dal Boscoincittà Sede: Boscoincittà e Parco delle Cave Contributo richiesto: 25,00 euro. Il corso è gratuito per i soci di Italia Nostra. Iscrizioni entro il 24 febbraio Info: oppure ILEANA BOSISIO Volontariato Ottocento nuove piante grazie ai volontari Si è conclusa la campagna autunnale di volontariato del Il bilancio: nuove piantagioni in un clima di allegria Domenica 15 dicembre con i calici alzati si sono conclusi ma solo per quest anno gli appuntamenti con il Comitato di Salvaguardia del Parco delle Cave e il Centro di Forestazione Urbana (CFU) di Italia Nostra, destinati a ridare ossigeno alla natura. Parliamo degli incontri della domenica mattina aperti a tutti i volenterosi e agli amanti del verde che insieme al personale del CFU hanno messo a dimora più di 800 piante, tra arbusti e alberi. A beneficiarne è stato il Parco delle Cave, soprattutto le aree attorno alla Cava Cabassi e alla Cascina Caldera. Diversi gli alberi che ombreggeranno il parco querce, sofore, carpini, bagolari, noccioli. Financo i ciliegi che, oltre che abbellire il parco, delizieranno i palati dei visitatori. Non erano richieste grandi competenze, solo buona volontà e una minima capacità di maneggiare badili e vanghe. Non è stato difficile, con il supporto dei tecnici. L atmosfera è sempre stata allegra e collaborativa. Molti visitatori, a passeggio con bimbi e cani, si sono fermati incuriositi, qualcuno anche a dare una mano. Sarà bello veder crescere pian piano questi nuovi alberi. Arrivederci ai prossimi appuntamenti. Domenica 9, 23 Febbraio Domenica 23 Marzo al Boscoincittà. info: Tel CINZIA GIANFELICE 25/02/2003 Dimostrazione di grandi trapianti al Parco delle Cave Al Parco delle Cave, nel corso del progetto stralcio Cascina Caldera verranno movimentati nove frassini, con la trapiantatrice OPITZ 3000/I, macchina tedesca a cinque assi, eccezionalmente al lavoro in Italia. La OPITZ3000/I è in grado di formare zolle di tre metri di diametro per una profondità di un metro e mezzo, consentendo spostamenti di grandi alberi in tempi ridotti, con ottimi risultati e senza onerose opere preparatorie. Il trapianto sarà eseguito dalla società Floricoltura S. Donato Milanese S.r.l. Grandi Trapianti, concessionaria italiana per la ditta tedesca OPITZ, che offrirà una dimostrazione operativa della macchina e la consulenza specializzata di tecnici e professionisti con esperienza ventennale. Il sito dell azienda è: L appuntamento è per Martedì 25 febbraio ore Parco delle Cave. Cascina Caldera, Via Caldera, 65. Si prega di confermare la partecipazione. Tel

I BENI GESTITI DA ITALIA NOSTRA BOSCOINCITTÀ MILANO (MI)

I BENI GESTITI DA ITALIA NOSTRA BOSCOINCITTÀ MILANO (MI) BOSCOINCITTÀ MILANO (MI) A Milano, nell ambito del Parco Agricolo Sud Milano, la sezione di Italia Nostra Milano Nord - Cintura Metropolitana (tramite il Centro per la Forestazione Urbana - CFU) gestisce

Dettagli

Vivere i parchi 2015 Gennaio - Aprile

Vivere i parchi 2015 Gennaio - Aprile Vivere i parchi 2015 Gennaio - Aprile GENNAIO Tutto l anno Visite guidate alla Cava Aurora nel Parco delle Cave dedicate alle scuole ed alle associazioni. Attività gratuita aperta a tutti, previo prenotazione

Dettagli

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO Progetto di recupero naturalistico di un terreno confiscato ANNO SCOLASTICO 2010/2011 V Bando di concorso Regoliamoci

Dettagli

Il Parco di Villa Carcano

Il Parco di Villa Carcano Il Parco di Villa Carcano Punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Villa Carcano: punto d incontro tra Natura, Storia, Arte e Tecnologia Nel cuore dell Alta Brianza il Parco di Villa Carcano

Dettagli

Perché festeggiamo gli alberi?

Perché festeggiamo gli alberi? Perché festeggiamo gli alberi? La Festa dell Albero di Legambiente compie 18 anni! Anche quest anno, il 21 novembre, vogliamo celebrare l importanza del verde urbano, degli alberi per la vita dell uomo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 L Isola che non c è Asilo Nido Via Dublino, 34 97100 Ragusa Partita Iva: 01169510888 Tel. / Fax 0932-25.80.53 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1 Prima unità di apprendimento: Settembre

Dettagli

Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO

Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO Progetti SCOPRIAMO I SEGRETI DEL PARCO Dalle pendici delle Prealpi si allunga un corridoio verde che giunge sino alle porte di Monza seguendo il corso del fiume. Il Parco della Valle del Lambro offre un

Dettagli

campo dell osso - gioco e natura -

campo dell osso - gioco e natura - campo dell osso - gioco e natura - ci presentiamo Campo dell Osso - Gioco e Natura è un campo per ragazzi dai 6 ai 13 anni, che parte da un innovativo ambito progettuale pensato per far trascorrere ai

Dettagli

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele.

La macchia mediterranea. Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea Creato da Francesco e Samuele. La macchia mediterranea La macchia mediterranea si chiama così perché é formata da vegetazione che ama i terreni asciutti, il sole, molta luce, un

Dettagli

Tutto è bene quel che finisce bene

Tutto è bene quel che finisce bene Tutto è bene quel che finisce bene Ciao a tutti, mi chiamo Riccio Pasticcio, un nome un programma. Spesso e volentieri combino guai, per questo mi chiamano così, ma a volte faccio anche qualcosa di buono.

Dettagli

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado

LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado LE RAGIONI DEL CUORE concorso per la scuola primaria e secondaria di I grado Esplorare e abitare il territorio con il cuore: esercizi di training sensoriale Siamo veramente «presenti» ai luoghi che abitiamo

Dettagli

Creare le condizioni locali per la presa in carico di un luogo vicino a casa, prossimo al proprio sguardo, frequentato. Trovare una condivisione

Creare le condizioni locali per la presa in carico di un luogo vicino a casa, prossimo al proprio sguardo, frequentato. Trovare una condivisione Creare le condizioni locali per la presa in carico di un luogo vicino a casa, prossimo al proprio sguardo, frequentato. Trovare una condivisione reale, nel quotidiano, per stare nel bosco vicino a casa,

Dettagli

Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA

Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA Laboratori di ZOOANTRPOLOGIA DIDATTICA Che emozione in fattoria! Tema: EDUCAZIONE AMBIENTALE-EDUCAZIONE ALLE EMOZIONI Età: ASILI NIDO E SCUOLA DELL INFANZIA Periodo: Marzo-Giugno; Settembre-Ottobre Costo,

Dettagli

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13

Occhi aperti sul territorio A scuola di cittadinanza anno scolastico 2012-13 In caso di mancato recapito ritornare all'ufficio Postale Roma Romanina per la restituzione previo addebito. Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. In L. 27/02/2004

Dettagli

Rispettiamo la natura

Rispettiamo la natura Rispettiamo la natura Destinatari Bambini dai 3 ai 5 anni: Attività e 2 Finalità del percorso I più piccoli fra noi conoscono ed hanno già esperienza delle bellezze della natura. Molto meno sanno rispetto

Dettagli

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia

Nonno Toni sentì un urlo di rabbia Operazione Oh no! Nonno Toni sentì un urlo di rabbia provenire dalla cameretta di Tino. Salì le scale di corsa, spalancò la porta e si imbatté in un bambino con gli occhi pieni di lacrime. Tino aveva in

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Api che vanno, bombi che vengono

Api che vanno, bombi che vengono Unità didattica 7 Piante e Alimentazione Api che vanno, bombi che vengono Durata 1 ora più osservazioni all aperto Materiali - schede di lavoro F24 (se possibile stampata a colori), F25 e F26 - schede

Dettagli

QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO

QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO QUARRATA SARÀ VERSO IL REGOLAMENTO URBANISTICO 2 incontro: 19 gennaio 2006 MOBILITÀ Viviamo l epoca dell accelerazione. Tutto intorno a noi è un richiamo alla celerità. Le cose vanno sempre più veloci.

Dettagli

I primi passi con un cucciolo

I primi passi con un cucciolo I primi passi con un cucciolo 15 I primi passi con un cucciolo Abbiamo preso Metchley dal canile quando aveva nove settimane. Già durante il suo primo giorno da noi ho iniziato l addestramento con il tocco

Dettagli

Quando eravamo scimmie

Quando eravamo scimmie Quando eravamo scimmie Zio, è vero che tu insegni antro... non mi ricordo più come si chiama. Antropologia, sì è vero Chiara. Mi spieghi cos è? Che non è mica tanto chiaro. Sedetevi qui, anche tu, Elena.

Dettagli

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città.

riportare quindi il centro del nostro mondo tra le mura della nostra città. magazine free press Firenze Urban Lifestyle è un magazine freepress che nasce dalla volontà di dare energia alla forza intrinseca della città di Firenze. La nostra redazione vuole dar voce a realtà e situazioni

Dettagli

Racconti visioni e libri per rospi da baciare

Racconti visioni e libri per rospi da baciare febbraio 2008 Cari bambini e ragazzi che verrete al festival chiamato AIUTO, STO CAMBIANDO! Racconti visioni e libri per rospi da baciare a Cagliari dall 8 all 11 ottobre 2009 NOTA: questa la lettera originale,

Dettagli

Conosci la tua terra!

Conosci la tua terra! Conosci la tua terra! Proposte di TURISMO SCOLASTICO nelle Fattorie didattiche Vercellesi CATALOGO 2015-16 CATALOGO RISERVATO ALLE SCUOLE DELLA PROVINCIA DI VERCELLI. PER I PRIMI 500 BAMBINI IN VISITA

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

TECNICHE DI DISTRAZIONE

TECNICHE DI DISTRAZIONE TECNICHE DI DISTRAZIONE Dobbiamo renderci conto che l ansia, la paura, la preoccupazione, sono sempre associati ad alcuni Pensieri Particolari per ogni persona, ed ognuno di noi Pensa, ha Immagini Particolari

Dettagli

Albero di giullari di Paul Gugelmann Ottone, altezza 550 cm, 45 000 franchi

Albero di giullari di Paul Gugelmann Ottone, altezza 550 cm, 45 000 franchi In questi giorni mi viene costantemente chiesto cosa desidero per il mio prossimo 75 compleanno nel 2010. In realtà non mi manca nulla: ho una famiglia fantastica, amici fedeli, una professione che continuo

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di

Reparto Andromeda. Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO. Libretto di Gruppo Scout Castel Maggiore 1 IL MIO SENTIERO Libretto di La Promessa

Dettagli

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna)

29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) 29 Maggio 2010: fraz. Granarolo, Faenza (Ravenna) Foto e diagramma: http://www.faenzashiatsu.it/ Il giorno 29 Maggio viene rinvenuto un interessante cerchio nel grano nella frazione Granarolo, comune di

Dettagli

Cascine Aperte Milano 25-26 giugno 2010. Cascine Aperte il programma. // venerdí 25 giugno / // sabato 26 giugno /

Cascine Aperte Milano 25-26 giugno 2010. Cascine Aperte il programma. // venerdí 25 giugno / // sabato 26 giugno / Cascine Aperte Milano 25-26 giugno 2010 Dal Parco Lambro a quello della Vettabbia, dal Parco Sud a quello delle Cave. Sabato 26 giugno è il momento di scoprire le cascine milanesi di proprietà comunale:

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

Gli strumenti della geografia

Gli strumenti della geografia Gli strumenti della geografia La geografia studia lo spazio, cioè i tanti tipi di luoghi e di ambienti che si trovano sulla Terra. La geografia descrive lo spazio e ci spiega anche come è fatto, come vivono

Dettagli

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale

L ECOSISTEMA. Educazione ambientale L ECOSISTEMA Sai che cos è un ambiente? Il tuo ambiente, ad esempio, è il posto dove vivi ed è fatto dalla casa dove vivi, ma anche dalle persone, delle piante, degli animali che vi abitano. Un ambiente

Dettagli

Un'Esperienza leggendaria

Un'Esperienza leggendaria Un'Esperienza leggendaria In inverno In estate Rifugio Nambino Una struttura ricettiva raffinata e confortevole sulle rive del Lago Nambino, nel cuore del Parco Naturale dell Adamello Brenta. Vi basterà

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO

PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO PROGETTI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE DI GERENZANO ANNO SCOLASTICO 2013-2014 2014 Dall anno scolastico 2013/2014, l associazione Il Gelso Gerenzano enzano e la cooperativa Ardea propongono un

Dettagli

C È UN UFO IN GIARDINO!

C È UN UFO IN GIARDINO! dai 7 anni C È UN UFO IN GIARDINO! FABRIZIO ALTIERI Illustrazioni di Stefano Turconi Serie Azzurra n 131 Pagine: 160 Codice: 978-88-566-2708-4 Anno di pubblicazione: 2014 L AUTORE Fabrizio Altieri è un

Dettagli

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà;

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, e sono utilizzate per vari scopi: segnare il confine e separare le proprietà; LE SIEPI Le siepi sono esseri viventi che appartengono al mondo vegetale; le loro foglie infatti contengono la clorofilla e altre sostanze. Le siepi possono essere fogliose, lisce, verdi, spinose, diramate,

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Concorso educativo per la Scuola Primaria

Concorso educativo per la Scuola Primaria Concorso educativo per la Scuola Primaria anno scolastico 2015-2016 GUIDA E MATERIALI DI LAVORO PER L INSEGNANTE Progetto didattico e testi: Maria Corno Progetto grafico e realizzazione editoriale: Noesis

Dettagli

Il parco che c è il parco che sarà. Nello Cisa racconta una storia che non è finita. A cura di

Il parco che c è il parco che sarà. Nello Cisa racconta una storia che non è finita. A cura di Il parco che c è il parco che sarà Nello Cisa racconta una storia che non è finita A cura di Il comune di Pisa è il primo tra i capoluoghi italiani per verde nel suo territorio (7199 mq/ha - da Rapporto

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA G. Rodari di CERBAIA Anno scolastico 2009/2010

SCUOLA PRIMARIA G. Rodari di CERBAIA Anno scolastico 2009/2010 SCUOLA PRIMARIA G. Rodari di CERBAIA Anno scolastico 2009/2010 Il progetto Vivi il giardino Primaria di Cerbaia vede come protagonisti la Cooperativa Le Rose, il Comune di San Casciano, i docenti, gli

Dettagli

PROGETTO S.E.L.V.A. (Scopriamo E Lochiamo il Verde Autoctono)

PROGETTO S.E.L.V.A. (Scopriamo E Lochiamo il Verde Autoctono) PROGETTO S.E.L.V.A. (Scopriamo E Lochiamo il Verde Autoctono) Progetto per la creazione di un bosco planiziale, di uno stagno per la riproduzione degli anfibi e di siepi, con valenza di corridoio ecologico,

Dettagli

BREVE SINTESI DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DURANTE GLI EVENTI FINALI DEL PRIMO ANNO DI PROGETTO

BREVE SINTESI DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DURANTE GLI EVENTI FINALI DEL PRIMO ANNO DI PROGETTO BREVE SINTESI DELLE ATTIVITÀ SVOLTE DURANTE GLI EVENTI FINALI DEL PRIMO ANNO DI PROGETTO Care amiche al termine dello scorso anno scolastico avete dato prova della vostra competenza, bravura e inventiva

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza

La Giornata Nazionale degli Alberi. La Festa dell Albero. Alle radici dell accoglienza La Festa dell Albero Festa dell Albero è la campagna di Legambiente per la tutela del verde e del territorio che quest anno si realizza nell ambito della Giornata Nazionale degli Alberi, finalmente istituita

Dettagli

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA

VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO E. TOTI - Scuola statale dell Infanzia di Musile di Piave - A.S..2008-09 VENERDì 5 GIUGNO 2009 ALLE ORE 17 - PRESSO LA SCUOLA DELL INFANZIA Siete invitati alla nostra festa che si

Dettagli

CERVARA. Scuola. nell DI QUINTO TREVISO FONDAZIONE CASSAMARCA. Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Comune di Quinto di Treviso

CERVARA. Scuola. nell DI QUINTO TREVISO FONDAZIONE CASSAMARCA. Parco Naturale Regionale del Fiume Sile. Comune di Quinto di Treviso a Scuola CRISTINA DI QUINTO TREVISO nell OASISANTA CERVARA Alla scoperta del PALUDARIUM DEL PARCO DEL SILE In collaborazione con Parco Naturale Regionale del Fiume Sile Comune di Quinto di Treviso FONDAZIONE

Dettagli

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA.

IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. IL 23 FEBBRAIO SIAMO ANDATI ALLA SCUOLA CARMINATI PER PARLARE CON I RAGAZZI DI 2B DELL ARTICOLO 3 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA. COME AL SOLITO CI SIAMO MESSI IN CERCHIO ABBIAMO ASCOLTATO LA FIABA DEI Mille

Dettagli

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione

Relazione al bilancio di previsione. Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Relazione al bilancio di previsione Antonella Ferrari Assessore alla Cultura, Tempo libero Pubblica Istruzione, Servizi informativi Comunicazione Anno 2013 Pubblica Istruzione Dimensionamento Scolastico

Dettagli

Trasformiamo il cortile!

Trasformiamo il cortile! Trasformiamo il cortile! Laboratorio interdiscipinare per il miglioramento degli spazi esterni della Scuola Media Alessandro Antonelli di Torino Anno Scolastico 2014/2015 3. RIFLETTERE SULLE PROPRIE ESIGENZE

Dettagli

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION

VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION VALORE VACANZA 2012 I RISULTATI DELL INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il presente report sintetizza i risultati dell indagine di customer satisfaction, condotta dall Ufficio II della Direzione Centrale

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI

PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI PROGETTO IO MI DIVERTO E SCOPRO CHE I QUATTRO ELEMENTI FINALITA Sviluppare nei bambini una sensibilità nei confronti dell ambiente, con la consapevolezza che in un ecosistema tutto deve essere in equilibrio

Dettagli

.Leggere fiabe, ascoltare, assaporare. il suono delle parole. che scorrono

.Leggere fiabe, ascoltare, assaporare. il suono delle parole. che scorrono .Leggere fiabe, ascoltare, assaporare il suono delle parole che scorrono Il progetto Andar per fiabe nasce dal desiderio di noi insegnanti di avvicinare i bambini alle realtà che vivono quotidianamente

Dettagli

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte!

Titivillus presenta. la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. Buon viaggio, si parte! Titivillus presenta la nuova collana I Diavoletti curata da Anna Dimaggio per piccini e grandi bambini. I Diavoletti per tutti i bambini che amano errare e sognare con le storie. Questi racconti arrivano

Dettagli

INIZIATIVE PER L ARRICCHIMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA

INIZIATIVE PER L ARRICCHIMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PRIMARIA Associazione «Insieme per educare» Istituto «mons. Andrea Fiore» Scuole pubbliche paritarie dell infanzia, primaria e ria di primo grado Sede centrale corso Dante 52 - Cuneo Sede staccata «Sacra Famiglia»

Dettagli

Alla ricerca delle piante minacciate

Alla ricerca delle piante minacciate Estinzione e conservazione Unità didattica 4 Alla ricerca delle piante minacciate Durata 4 ore (1 ora al giorno) Materiali - Liste rosse (vedi nelle note per gli insegnanti) - computer - quaderno di scienze

Dettagli

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni

LA PIANTA MAGICA. Dai 7 anni PIANO DI L ETTURA LA PIANTA MAGICA ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Orecchia Serie Azzurra n 81 Pagine: 87 Codice: 978-88-384-3564-2 Anno di pubblicazione: 2006 Dai 7 anni L AUTRICE Erminia Dell

Dettagli

TRE PROGETTI PER LE SCUOLE, ASPETTANDO L EXPO

TRE PROGETTI PER LE SCUOLE, ASPETTANDO L EXPO TRE PROGETTI PER LE SCUOLE, ASPETTANDO L EXPO In vista dell Expo 2015 : Nutriamo il pianeta-energia per la vita, proponiamo tre progetti da realizzare nelle scuole. A seconda dello spazio e delle energie

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SANTO SPIRITO Corso Mazzini, 199 57126 LIVORNO - Tel. 0586.260938 Fax 0586.268117 Email: santospirito@fmalivorno.it PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Anno Scolastico 2012-2013

Dettagli

Siamo partiti con il nostro camper, a bordo 2 genitori e due bimbi di 6 e 9 anni circa.

Siamo partiti con il nostro camper, a bordo 2 genitori e due bimbi di 6 e 9 anni circa. Pasqua in maremma Quest anno a Pasqua abbiamo deciso di rivolgere la nostra attenzione al centro Italia, alla ricerca degli scenari naturalistici meno conosciuti o comunque meno battuti dal turismo di

Dettagli

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.)

FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) FACELESS VOICEOVER (Manu Luksch & Mukul Patel 2007) (Un Nuovo Tempo la Nuova Macchina tra cui continua un sogno singolare.) Questa è la storia di una donna perseguitata da un eco di una memoria, un sogno

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

Scuola dell Infanzia

Scuola dell Infanzia ISTITUTO PARITARIO MARIA CONSOLATRICE Via Melchiorre Gioia, 51 20 124 MILANO Tel. 02/66.98.16.48 - Fax 02/66.98.43.64 - Cod.Fiscale: 01798650154 e-mail:primaria@consolatricemilano.it sito internet: www.consolatricemilano.it

Dettagli

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte

CLEMENTE FANTASMINO TRASPARENTE/favole d arte PINACOTECHE - SCUOLA PRIMARIA Accogliamo i bambini di scuola primaria con percorsi differenziati tra primo e secondo ciclo. Create per i più piccoli lasciatevi guidare dalle nostre favole d arte per una

Dettagli

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere

IL PROGETTO F.A.T.A. Parchi senza barriere IL PROGETTO F.A.T.A. Il progetto FATA, Formazione e Aggiornamento sui Temi dell Accessibilità, costituisce la naturale prosecuzione del Progetto Parchi Accessibili (2003-2006), del quale condivide principi,

Dettagli

Comune di Arluno. 21 Progetti

Comune di Arluno. 21 Progetti Comune di Arluno 21 Progetti Scheda di progetto 1/21 Tecnico settori urbanistica ed ecologia Piano regolatore generale con supervisione del PTCP e della VAS Tempi del progetto L intera comunità Il nuovo

Dettagli

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di "gradualità" e "continuità".

L'approccio iniziale all esperienza nella struttura educativa sarà quindi interpretato nel rispetto dei principi di gradualità e continuità. 1 Accogliere un bambino in un servizio educativo per la prima infanzia, significa accogliere tutta la sua famiglia, individuando tutta una serie di strategie di rapporto fra nido/centro gioco e casa, volte

Dettagli

A Cura di Dott. Claudio Furloni Settore Verde e Agricoltura Servizio Agricoltura: www.agricity.it P.zza Duomo 14-20122 Milano.

A Cura di Dott. Claudio Furloni Settore Verde e Agricoltura Servizio Agricoltura: www.agricity.it P.zza Duomo 14-20122 Milano. Linee guida per la concessione e l uso, a tempo determinato, di ambiti territoriali urbani da destinare alla realizzazione di orti urbani in attuazione del progetto denominato COLTIVAMI e GIARDINI CONDIVISI

Dettagli

Progetto Smart School Mobility. MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme

Progetto Smart School Mobility. MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme Progetto Smart School Mobility MOBILITA SOSTENIBILE Bambine, bambini, insegnanti e genitori si confrontano e sperimentano insieme A cura di Anna Ventura Spot Scuola Elsa Morante - Centro di Cultura per

Dettagli

CORSO PARTY PLANNER. Modulo uno- LOCATION PER LA FESTA

CORSO PARTY PLANNER. Modulo uno- LOCATION PER LA FESTA CORSO PARTY PLANNER Modulo uno- LOCATION PER LA FESTA FESTA IN CASA La festa in casa è più familiare e più adatta ai piccolissimi ma ha l inconveniente qualora gli spazi fossero insufficienti di limitare

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013 SCUOLA INFANZIA PARITARIA CALLORI-SOLERIO VIA M. PORRO N 4, 15049 VIGNALE MONFERRATO (AL) TEL e FAX: 0142/933046 Email: scuolacallori@libero.it PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNO SCOLASTICO 2012 / 2013 PREMESSA

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario

MACARIOPOLI POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario MACARIOPOLI O POLLUTION CITY? Racconto con immagini realizzato dagli studenti della Classe I B della Scuola Secondaria di I Grado di San Macario La Terra sembra essere divisa in due parti Una di queste

Dettagli

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte

IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale. Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte IL PROGETTO DI M.B. Stralci dal documento di sintesi e progetto professionale Allegato per esercitazione in gruppo nel 2 laboratorio - seconda parte La domanda iniziale La signora M.B. si è avvicinata

Dettagli

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di:

4 Consigli per una gita in fattoria. La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica. Una guida a cura della Redazione di: 4 Consigli per una gita in fattoria La guida per organizzare al meglio la visita alla fattoria didattica Una guida a cura della Redazione di: PERCHÉ UNA GITA IN FATTORIA? I motivi per fare una gita in

Dettagli

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero a.s. 2013-14 Progetto A scuola di Guggenheim ARTE E NATURA L albero: forme e colori dell arte della natura Le contrade di

Dettagli

n. 53 giugno 2014 ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi*

n. 53 giugno 2014 ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi* ADOTTIAMO UNA QUERCIA Fare scienza nella prima classe primaria di Simona Bardessaghi* Il racconto di un percorso sul mondo vegetale, svolto proprio all inizio del cammino scolastico, si snoda con chiarezza

Dettagli

Le Cesine per la Scuola. Programma Formativo 2015/2016

Le Cesine per la Scuola. Programma Formativo 2015/2016 Le Cesine per la Scuola Riserva Naturale dello Stato Oasi WWF Le Cesine La Riserva Naturale dello Stato Oasi WWF Le Cesine rappresenta l ultimo tratto superstite della vasta zona paludosa che si estendeva

Dettagli

ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013

ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013 ESTRATTO PROGETTO EDUCATIVO-DIDATTICO 2012/2013 Sezione lattanti Curiosando Titolo: Benvenuti al nido Descrizione: Il periodo dell'inserimento servirà a far conoscere ai bambini L'universo nido con tutto

Dettagli

La Fontana addormentata

La Fontana addormentata La Fontana addormentata di Giuliano Borgianelli Spina A dicembre dello scorso anno è stato effettuato un sopralluogo nella Riserva Naturale dell Insugherata; vi parteciparono rappresentanti di alcune associazioni

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

CAMPI ESTIVI PER RAGAZZI, 2015

CAMPI ESTIVI PER RAGAZZI, 2015 CAMPI ESTIVI PER RAGAZZI, 2015 Il Luogo Campi estivi 2015 OASI DYNAMO Oasi Dynamo, affiliata WWF, è situata nel cuore della Toscana, sull Appennino Pistoiese dove si estende per oltre 900 ettari su un

Dettagli

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE

100in1giorno M I L A N O 2 0 1 5 KIT INIZIATIVE KIT INIZIATIVE Grazie! Per aver contribuito a portare nei parchi, strade e piazze di Milano la prima edizione italiana di 100in1giorno, proponendo un iniziativa che renderà la città un po più simile a

Dettagli

Carta d Identità del CNGEI

Carta d Identità del CNGEI Carta d Identità del CNGEI "Il nostro è un movimento libero, accanitamente, irriducibilmente libero da ingerenza politica, confessionale o di interesse e deve rimanere tale contro chiunque fosse di diverso

Dettagli

Cosa sono i Global Goals?

Cosa sono i Global Goals? Cosa sono i Global Goals? I Global Goals conosciuti anche con il nome di Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals) sono 17 obiettivi contenuti in un grande piano d azione su cui

Dettagli

La scuola si presenta

La scuola si presenta La scuola si presenta La Scuola Infanzia Peter Pan si trova in via Sertoli a Molassana,( bus n.12-13-14-capolinea n 48) in un ampio complesso di edilizia popolare recentemente ristrutturato(2010). Davanti

Dettagli

giornodi ordinaria nail art

giornodi ordinaria nail art U&B Story / lettrici doc di Marco Pirani foto Max Salani un giornodi ordinaria nail art» Paolo Caprioni, affermato hair stylist e make up artist, vanta nel suo curriculum la cura del look di numerose star

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 1

ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 1 SCUOLA PRIMARIA DI VILLAZZANO PROGETTO ORTO BIOLOGICO PREMESSA Tra i compiti istituzionali della scuola c è quello della formazione ad una corretta educazione ambientale e

Dettagli

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio

Apocalittico. 1 Metapontino: la zona pianeggiante della Basilicata che si affaccia sul Mar Ionio Intervistato: Angelo Cotugno, Segretario Generale della CGIL della Provincia di Matera Soggetto: Matera (sviluppo urbanistico, condizioni di vita fino agli anni 50, sua storia personale di vita nei Sassi,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina

PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina PROGETTO CONTINUITÀ a.s. 2013/2014 Sezione Primavera Delfini Verdi-Arancioni Scuola dell Infanzia Maria Bambina Dalla terra alla tavola Offrire ai bambini la possibilità di creare e curare un piccolo orto

Dettagli

CASA DELLE FARFALLE & Co.

CASA DELLE FARFALLE & Co. CASA DELLE FARFALLE & Co. Via Jelenia Gora 6/d 48015 Milano Marittima (RA) tel. 0544/995671-fax: 0544/998308 e/mail:casadellefarfalle@atlantide.net sito:www.atlantide.net/casadellefarfalle Inserita nella

Dettagli

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012 Benvenuti alla FESTA BISI. Paolo Bottaro Presidente Pro Loco Baone Siamo alla quattordicesima edizione e ancora una volta, siamo pronti a fare festa. L'abbiamo chiamata "Festa", e non semplicemente Sagra,

Dettagli

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011

Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 Trascrizione dell intervento di Rino Campioni 17 maggio 2011 La relazione di Sergio Veneziani contiene tutta la struttura dell idea che noi abbiamo di Auser attraverso gli strumenti per qualificare e migliorare,

Dettagli