BIBLIOGRAFIA PER ARGOMENTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIBLIOGRAFIA PER ARGOMENTI"

Transcript

1 BIBLIOGRAFIA PER ARGOMENTI 1. Delinquenza Minorile e comportamenti antisociali di gruppo AA.VV., Dipartimento di Giustizia Minorile (a cura di), I gruppi di adolescenti devianti, Milano, Franco Angeli, AMBROSINI M., Giovani di periferia, Milano Vita e Pensiero, 1997, pp. 252 BALLONI A. - BISI R. (a cura), Sportivi, tifosi, violenti, Bologna, Clueb, 1993 [ B- 12]. BANDINI T. GATTI U., Delinquenza Giovanile,Milano, Giuffrè, BARALDI C. - BATTAGLIA A., La violenza ed i gruppi di giovani in LABOS, Giovani e violenza, Roma, TER, BARALDI C., Comunicazione di gruppo; Una ricerca sui gruppi giovanili, Angeli, Milano 1988 BARBAGLI M. (a cura di), Rapporto sulla criminalità in Italia, Bologna, Il Mulino, 2003, pp. 716 [ BARON Robert S. - Norbert L. KERR - Norman MILLER, Group process, group decision, group action, Pacific Grove, California Brooks-Cole 1992 (Loc. 37-C-5073); BERZANO L., Giovani e violenza: comportamenti collettivi in area urbana, Torino, Ananke, CALVANESE E. - D. GADDI, II tifo ultras: analisi di una ricerca effettuata su un campione di giovani milanesi, in "Marginalita e Società", 21(1993), CARITAS ITALIANA, Ragazzi al margine. Emergenze e aree a rischio nella devianza minorile, Torino, LDC, CAVALLO M., Ragazzi di strada, Torino, Paravia, CLOWARD R. OHLIN L., Teoria delle bande delinquenti in America, Bari, Laterza, COHEN A. K., Ragazzi delinquenti, Milano, Feltrinelli, DE FONTETTE François, Il Razzismo, Milano, Mondadori, 1995 EMLER Nicholas REICHER Stephen, Adolescenti e devianza. La gestione collettiva della reputazione, Bologna, Il Mulino, 2000 [ B-36]. FIASCO M. (a cura), Delinquenza diffusa e controllo sociale. Contributo a una strategia razionale per Roma sicura, Roma, Consiglio Regionale della Regione Lazio, Commissione Consiliare speciale sulla Criminalità, FONZI A., Il Bullismo in Italia, Firenze, Giunti, HOWELL J.C., Youth gang programs and strategies. Office of juvenile justice and delinquency prevention, Washington, Department of Justice, 2000, consultabile sul sito: ( ). KLEIN M.W., The american street gang: Its nature, prevalence, and control, New York, Oxford University Press. MAGGIOLINI A., Adolescenti delinquenti: L intervento psicologico nei Servizi di Giustizia minorile, Milano, Angeli, OLWEUS D., Bullismo a scuola. Ragazzi oppressi, ragazzi che opprimono, Firenze, Giunti, 1995; REBUGHINI Paola, La violenza, Roma, Carocci, 2004, pp. 128 ROSSI Lino, Adolescenti criminali. Dalla valutazione alla cura, Roma, Carocci, 2004, pp. 283.

2 ROSSI Lino, Adolescenti e violenza, Milano, Angeli, 2000 ROSSI Lino, Valutare il minore, Milano, Angeli, 2001 RUTTER M. et al., Antisocial behavior by young people, Cambridge, Cambridge University Press, 1998, 2. Situazioni dei minori dei paesi in via di sviluppo (PVS) AGNOLI Maria Stella, Lo straniero in immagine. Rappresentazione degli immigrati e pregiudizio etnico tra gli studenti del Lazio, Milano, Angeli, BARBAGLI M., Immigrazione e reati in Italia, Bologna, Il Mulino, 2002 [33-B-293 (135)]. BECUCCI S. - MASSARI M., Globalizzazione e criminalità, Roma, Laterza, 2003, pp. 148 CALIMAN G., La prostituzione infantile in Brasile, in "Orientamenti Pedagogici", 260, 2 (1997), CARDOSO Fernando Henrique - Enzo FALETTO, Dependencia y desarrollo en América Latina, 23º ed., Siglo Veintiuno Editores, Messico, 1969, p CARITAS, Immigrazione. Dossier statistico. XIII Rapporto sull Immigrazione, Roma, Anterem, 2003 CCIA ROMA, CARITAS DI ROMA, Gli immigrati nell economia romana: lavoro, imprenditoria, risparmio, rimesse, Roma, Nuova Anterem, CHIERA Renato, Meninos de rua. Nelle favelas contro gli squadroni della morte, Piemme, Casale Monferrato, 1994, p. 224; DAL LAGO Alessandro, Giovani, stranieri & criminali, Roma, Manifesto Libri, 2001 DE ALBUQUERQUE Roberto Cavalcanti, Da condição de pobre à de não-pobre: modelos de ação pública antipobreza no Brasil, in: João Paulo dos Reis VELLOSO - Roberto Cavalcante DE ALBUQUERQUE (a cura di), "Modernidade e pobreza", Nobel, São Paulo 1994, p DE SOUZA FILHO Rodrigo - Rosana R. HERINGER et alii, Vidas em risco: assassinatos de crianças e adolescentes no Brasil, MNMMR/IBASE/NEV-USP, Rio de Janeiro 19912, p FRANK Andre Gunder, Capitalismo e sottosviluppo in America Latina, Torino, G. Einaudi 1969 [20-B-186(11)] RAPPORTO BRANDT, Nord-Sud: un programma per la sopravvivenza, Mondadori, Milano RODRIGUEZ Jaime, Desde la perspectiva del subdesarrollo, Centro Editorial Universidad Nacional de Colombia, Bogotá 1988, p SANTAGATI Mariagrazia, Mediazione e integrazione. Processi di accoglienza e d'inserimento dei soggetti migranti, Milano, Angeli, VETTORATO G., Emergenza immigrati: un'occasione per educare all'incontro con l'altro, in Orientamenti Pedagogici, XLIII (1996), n. 3, Lo sfruttamento del lavoro minorile AA.VV., Deviance in workplace, Stanford, Connecticut (USA), JAI Press, 1999 [20-C ]. CACACE N., Oltre il Consigli per i giovani che lavoreranno nel 3 millennio, Milano, Angeli, 1993.

3 CASALE E., Lo sfruttamento del lavoro minorile, in "Aggiornamenti Sociali", 50, (1999) 2, pp DAL PINO L., Sfruttamento del lavoro minorile, in "Docete", 5 (1999) 2, FONTANA R., Il lavoro vietato. Minori e marginalità nello sviluppo italiano, Roma, Edizioni SEAM, ILO, Il lavoro minorile nel mondo. L intollerabile nel mirino, Torino, Centro Internazionale di Formazione ILO, 1998 MAJORINO F., Giovani anno zero, viaggio nella nuova generazione, Roma, Adnkronos L., VETTORATO G., Documento preparatorio al seminario, in AA.VV., Il lavoro minorile in Italia: non basta dire no. Atti del Seminario di studio Montecatini Terme, 10 novembre 1999, Roma, BICE (2000), pp Abuso sull infanzia ABBURRÀ A. - BOSCAROLO R. - GAETA A. - GOGLIANI F. - LICASTRO E. - TURINO R.(a cura di), Il Bambino Tradito, Carenze gravi, maltrattamento e abuso a danno di minori, Roma, Carocci, 2001, pp BANDINI T. GUALCO B., Infanzia e Abuso sessuale, Milano, Giufffrè, 2000 [9-C- 3070(7)]. BOYDEN Jo - Pat HOLDEN, Children of the cities, Zed Books Ltd, London/New Jersey 1991, p CIRILLO G.- SIANI P.- TAMBURINI G. (a cura di), Bambini a rischio sociale: generazioni a perdere o investimento sociale, Napoli, Edizioni Scientifiche Italiane, 1996, pp. 253 EDELMAN M. W., "Children at risk", in: F. MACCHIAROLA - A. GARTNER (a cura di), Caring for America's children, The Academy of Political Science, New York FISCHETTI Caterina, Innocenza violata. Storie, rilfessioni e proposte per combattere la violenza sui minori, Roma, Editori Riuniti, CENTRO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE E ANALISI PER L INFANZIA E L ADOLESCENZA (a cura di), Le violenze sessuali sui bambini, Firenze, Istituto degli Innocenti, 2001 MAIOLO G., L' occhio del genitore. L'attenzione ai bisogni psicologici dei figli, Centro Studi Erickson, PENNA FIRME Thereza - Vatsala I. STONE - Juan A. TIJIBOY, "The generation and observation of evaluation indicators of the psychosocial development of participants in programmes for street children in Brazil", in: William E. MYERS (a cura di), Protecting working children, Zed/UNICEF, London/New Jersey 1991, p ; RESTA E., L'infanzia ferita, Bari, Laterza, VITTACHI Anuradha, Stolen childhood. In search of the rights of the child, Polity Press, Cambridge 1989, p Studenti a rischio CALIMAN, G., Studenti a rischio e riforma scolastica, in: Orientamenti Pedagogici, 274, 3 (1999),

4 COSPES, Il Disagio degli adolescenti tra famiglia e scuola. Difficoltà o risorsa?, Torino, Elledici, FRYMIER J. - B. GANSNEDER, The Phi Delta Kappan study of students at risk, in "Phi Delta Kappan", 71 (1989) ; POLLO M., Tra due disagi. L intreccio tra disagio scolastico e tossicodipendenza, Roma, CEIS, Abusi mediatici - il rischio del virtuale CLIMATI C., I giochi estremi dei giovani, Mode, hobby e tendenze oltre ogni limite, Milano, Paoline, 2005 (giornalistico). GUERRESCHI Cesare, New Addictions. Le nuove dipendenze: internet, lavoro, sesso, cellulare e shopping compulsivo, Cinisello B. (MI), San Paolo, 2005 MEYROWITZ J., Oltre il senso del lugo. Come i media elettronici influenzano il comportamento sociale, Bologna, Baskerville, SCHIRALLI Rosanna, Cercasi genitori disperatamente. Come aiutare i figli adolescenti a sconfiggere le dipendenze da droghe, cibo, alcool, Internet Milano, Angeli, Fuga dalla realtà e da sè: BRANZAGLIA C., Immaginari del consumo giovanile, Genova, Costa & Nolan, BOVONE L., MORA E., La moda della metropoli. Dove si incontrano i giovani milanesi, Milano, Angeli, CLIMATI C., I giochi estremi dei giovani, Mode, hobby e tendenze oltre ogni limite, Milano, Paoline, 2005 (giornalistico). FLUEGEL J. C., Psicologia dell abbigliamento, Milano, Angeli, PARMIGIANI P., Consumo e identità nella società contemporanea, Milano, Angeli, PICCOLI I., Bisogni e consumi. Una analisi sociologica, Milano, I.S.U. Università Cattolica, SCHIRALLI Rosanna, Cercasi genitori disperatamente. Come aiutare i figli adolescenti a sconfiggere le dipendenze da droghe, cibo, alcool, internet Milano, Angeli, L interazione tra Devianza, Delinquenza e Tossicodipendenza in età evolutiva AA. VV., The encyclopedia of drug abuse (2º ed.), New York. Facts on File, 1992, 500 p. (Moffitt HV5804.E ). AKERS Ronald L. - John K. COCHRAN, Adolescent marijuana use: a test of three theories of deviant behavior, in "Deviant Behavior", 6 (1985) ANDERSON Tammy L., Toward a preliminary macro theory of drug addiction, in "Deviant Behavior: An Interdisciplinary Journal", 16 (1995) BAGOZZI F., Generazione in ecstasy. Droghe, miti e musica della generazione techno, Torino, EGA, BARRÉ Marie-Danièle, Toxicomanie et délinquance: relations et artefacts, in "Déviance et Société", 20 (1996)

5 BLOCK J. - J. BLOCK - S. KEYES, Longitudinally foretelling drug usage in adolescence. Early childhood personality and environmental precursors, in "Child Development", 59 (1988) BROWN Clinton C. - Charles SAVAGE (Edd.), The drug abuse controversy, Baltimore, Maryland, National Educational Consultants 1971 (Loc. 6-C-3266). BUZZI C., P. PERI, La droga nella quotidianità giovanile. Una ricerca sugli adolescenti dell Alto Adige, Bolzano, Prov. Autonoma, CALIMAN, G., Lavoro e tossicodipendenza. Le nuove frontiere d'intervento delle Comunità Terapeutiche, in: Orientamenti Pedagogici, n. 2 (2001), CENTRO STUDI GRUPPO ABELE (a cura di) - Comune di Messina, A Mezzanotte circa. Ricerca intervento sul consumo di ecstasy a Messina, Torino, EGA, 2000 CRAVERO D., Fascino della notte e paura del giorno. Giovani, culture, droghe. Bologna, EDB, 2001 DE LUCA M. N., Le tribù dell ecstasy. Musica riti simboli linguaggio abbigliamento, Roma- Napoli, Teoria, DOUGLAS F. - K. KHAVARI, The drug use index: a measure of the extent of polydrug use, in "International Journal of Addiction", 13 (1978) DRUG ENFORCEMENT ADMINISTRATION, Drugs of abuse edition, Washington, US. Department of Justice, FAZZI L., A. SCAGLIA (a cura di), Tossicodipendenza e politiche sociali in Italia, Milano, Angeli, 2001 GRUPPO ABELE (a cura di), Mai prima di mezzanotte. Stili di vita, droghe e musica della generazione techno, Torino, EGA, GUIDICINI P., G. PIERETTI (a cura di), Droga. Dalla ideologia della sfida ad una cultura della condivisione, Milano, Angeli, LAVAZZA S., "Cara droga". Cannabis, ecstasy, cocaina, eroina e "nuove droghe". Guida pratica per familiari, volontari, insegnanti, operatori e consumatori, Milano, Angeli, LEARY Timothy, The politics of ecstasy, New York, G.P. Putnam's Sons 1968 ( B- 11). LEARY Timothy - Ralph METZNER - Richard ALPERT, The psychedelic experience, New Hyde Park, N.Y, University Books 1971 (Loc C-22). LEAVITT Fred, Drugs & behavior (3rd ed.), Thousand Oaks, Sage Publications, LINDESMITH Alfred Ray, The addict and the law, Bloomington, Indiana University Press, 1965, p. xiii MASINI V., Droga, disagio, devianza: dalla comprensione al trattamento, Roma, IFREP, 1992 MIRIN S. et alii, Psychopathology in drug abusers and their families, in "Comprehensive Psychiatry", 32 (1991) OETTING E. R. - F. BEAUVAIS, Peer cluster theory. Drugs and the adolescent, in "Journal of Conseling and Development" 65, 1 (1986) OLIVIERI D. - G. PADOVANI, I decessi per droga in Italia, Milano, Franco Angeli OSSERVATORIO PERMANENTE SUI GIOVANI E L ALCOOL, Monitoring risk in young people. I giovani e il rischio in Italia e in Europa, Roma, Risa, 2000 PLANT M. e M.., Comportamenti a rischio negli adolescenti. Alcol, droghe e sesso, Trento Erickson, PICCONE STELLA Simonetta, Droghe e tossicodipendenze, Il Mulino, Bologna, POLLO M., Tra due disagi. L intreccio tra disagio scolastico e tossicodipendenza, Roma, CEIS, 1999.

6 RAVENNA Marcella, Adolescenti e droga, Bologna, Il Mulino, RAY Marsh B., "The cycle of abstinence and relapse among heroin addicts", in GOODE Erich, Social deviance, Boston, Allyn and Bacon, 1996, pp REINERMAN Craig, "The social construction of drug scares", in: GOODE Erich (Ed.), Social deviance, Boston, Allynb and Bacon, 1996, RHODES Tim, Outreach work with drug users: principles and practice, Brussel, Council of Europe, RHODES Tim - Richard HARTNOLL (Edd.), AIDS, drugs and prevention. Perspectives on individual and community action, London-New York, Routledge, 1996, 240 p. RIGLIANO P., L Aids e il suo dolore, Torino, EGA, SCHIRALLI Rosanna, Cercasi genitori disperatamente. Come aiutare i figli adolescenti a sconfiggere le dipendenze da droghe, cibo, alcool, Internet Milano, Angeli, SKOLL Geoffrey R., Walk the walk and talk the talk. An ethnography of a drug abuse treatment facility, Philadelphia, Temple University Press, 1992 (Moffitt HV 5825.S ). STARES Paul B., Global habit. The drug problem in a borderless world, Washington, D.C., Brookings Institution, 1996 (Moffitt HV5801.S ). SCHIRALLI Rosanna, Cercasi genitori disperatamente. Come aiutare i figli adolescenti a sconfiggere le dipendenze da droghe, cibo, alcool, internet Milano, Angeli, TRIMBLE J. E. C. S. BOLEK S. J. NIEMCRYK (Edd.), Ethnic and multicultural drug abuse. Perspectives in current research, New York, The Howarth Press, Vivere in una società rischiosa: il rischio come stile di vita BRUNELLO G., G. DE MARTIS, Le stragi del sabato sera, Padova, Marsilio, CASTELLI C., S. LA MENDOLA, M. RASERA, M. C. SALVATORI, Palestre dell incertezza. Esperienza del limite in discoteca, roccia e deltaplano, Vicenza, Fondazione Corazin, CLIMATI C., I giochi estremi dei giovani, Mode, hobby e tendenze oltre ogni limite, Milano, Paoline, 2005 (giornalistico). DI NICOLA Giulia Paola. (a cura di), Tempo libero e minori a rischio in Abruzzo, Regione Abruzzo/UNICEF, 1990, p DONATI Pierpaolo, Famiglia e infanzia in una società rischiosa. Come leggere e affrontare il senso del rischio, in "Marginalità e Società", 14 (1990) DOUGLAS M., Come percepiamo il pericolo. Antropologia del rischio, Milano, Feltrinelli, DUCLOS Denis, La construction sociale du risque: le cas des ouvriers de la chimie face aux dangers industriels, in "Revue Française de Sociologie", 28 (1987) 17-42; LE BRETON David, La passione del rischio, Torino, EGA, LUBECK Sally - Patricia GARRETT, The social construction of the 'at-risk' child, in "British Journal of Sociology of Education", nº 3, 11 (1990) LUHMANN Niklas, The morality of risk and the risk of morality, in "International Review of Sociology", nº. 3, (1987) LYNG S., Edgework: a social psychological analysis of voluntary risk taking, in "American Journal of Sociology", nº 4, 95 (1990) MAGGIOLINI A., E. RIVA, Adolescenti trasgressivi. Le azioni devianti e le risposte degli adulti, Milano, Angeli, 2002 [ ]. VALLARIO L. et al., Il rito del rischio nell adolescenza, Roma, Magi, 2005

7 10. Le espressioni culturali del disagio giovanile BRANZAGLIA C., Night Wave. Atti del convegno, Genova, Costa & Nolan, BOVONE L., MORA E., La moda della metropoli. Dove si incontrano i giovani milanesi, Milano, Angeli, CAIOLI et al.., Bande: un modo di dire, Milano, Unicopli, 1986, pp. 40 CANEVACCI M., Culture extreme. Mutazioni giovanili tra i corpi delle metropoli, Roma, Moltemi, CANEVACCI, M. e coll. (a cura di), Culture del conflitto. Giovani metropoli comunicazione, Genova, Costa & Nolan, CLIMATI C., Il popolo della notte. Discoteche, ecstasy: nuove solitudini o buio da illuminare?, Milano, Paoline, 2002 (giornalistico) CLIMATI C., I giochi estremi dei giovani, Mode, hobby e tendenze oltre ogni limite, Milano, Paoline, 2005 (giornalistico). COLOMBO L., Graffiti. L'aerosol art fra espressione e trasgressione, in "Psicologia Contemporanea", 146 (1998), CRAVERO D., Se tuo figlio in discoteca Provocazioni e domande educative dei giovani in discoteca: una ricerca, Bologna, EDB, 1998 CRAVERO D., Fascino della notte e paura del giorno. Giovani, culture, droghe. Bologna, EDB, GIANCOLA A., La moda nel consumo giovanile. Strategie & Immaginari di fine millennio, Milano, Angeli, ILARDI M. (a cura di), La città senza luoghi. Individuo, conflitto, consumo nella metropoli, Genova, Costa & Nolan, PILZ S. (1998), I giovani in una società senza luogo. Partecipazione e codeterminazione: quali strategie contro la perdita di identità, in Tomasi 1998, pp POLLO M., I Giovani e la notte, Lecce, Milella, 1997 RECCHI E., Il legame dei giovani con il territorio tra sradicamento e bricolage, in G. Bettin Lattes (a cura), Giovani Jeunes, Jóvenes. Rapporto di ricerca sulle nuove generazioni e la politica nell Europa del Sud, Firenze, Firenze University Press, THORNTON S., Dai rave ai club. Musica, media e capitale culturale, Milano, Feltrinelli, 1998 (or. 1995). TORTI M. T., Abitare la notte. Attori e processi nei mondi delle discoteche, Genova, Costa & Nolan, VETTORATO G), Discoteca, spia di nuovi bisogni, in Note di Pastorale Giovanile, 33 (1999) n. 2, pp VETTORATO G., e il sabato sera in discoteca, in "Docete", n. 7 (1995), pp VETTORATO G., A. M. MAFFI, Dentro e fuori la discoteca. L'educazione a ritmo di techno, Note's Graffiti, in "Note di Pastorale Giovanile" XXXII (1998), n. 02, pp VETTORATO G., R. MION, Giovani in discoteca tra espressività ed evasione, in "Tuttogiovani notizie" X (1995), n. 38, pp Fattori protettivi dalla devianza, resilienza e intervento AA. VV., La Risilience: le réalism de l esperance, ERES, 2003.

8 AA.VV, Politique de la ville et prévention de la délinquance. Recueil d'actions locales, Saint- Denis La Plaine, Les éditions de la délégation interministérielle à la ville, BARALDI C., Suoni nel silenzio. Adolescenze difficili e intervento sociale, Milano, Angeli, 1994 [ C-107]. BARBAGLI M. (a cura di), Perché è diminuita la criminalità negli Stati Uniti?, Bologna, Il Mulino, BARBAGLI M., U. GATTI, Prevenire la criminalità, Bologna, Il Mulino, 2005 BARONE P., Pedagogia della marginalità e della devianza. Modelli teorici e specificità minorile, Milano, Guerri, 2001 [ B-114]. BERTOLINI Piero CARONIA Letizia, Ragazzi difficili. Pedagogia interpretativa e linee di intervento, Scandicci (FI), La Nuova Italia, 1992, pp BISI Roberta (cura di), Percorsi di un età difficile. Minori fra assistenza ed emarginazione, Milano, Angeli, 1998 [SL-20-C-794(12)]. BONINO S., E. CATTELINO, S. CIAIRANO, Adolescenti e rischio. Comportamenti, funzioni e fattori di protezione, Firenze, Giunti, BROOKS Robert B., Children at risk: fostering resilience and hope, in "American Journal of Orthopsychiatry", 64 (1994) CALIMAN G., Promuovere resilience come risorsa educativa. Dai fattori di rischio ai fattori protettivi in Orientamenti Pedagogici 47 (2000), CALIMAN,G., La strada come punto di partenza. Un modello interpretativo di intervento educativo per ragazzi di strada, Orientamenti Pedagogici XLV 1 (1998), pp CORTESE Anna et al., L'altra giovinezza. Storie di vita di giovani a rischio, welfare comunitario e scenari di inclusione sociale, Milano, Angeli, COSPES, Il Disagio degli adolescenti tra famiglia e scuola. Difficoltà o risorsa?, Torino, Elledici, COSTANZI C., C. LESMO (a cura di), Adolescenti e prevenzione dell Aids, Milano, Angeli, CUSSON M., Prévenir la délinquance. Les méthodes efficaces, Paris, Puf, DE ANNA L., Pedagogia speciale. I bisogni educativi speciali, Guerini e Associati, DE NATALE M. Luisa, Devianza e pedagogia, Brescia, La scuola, 1998 [SL-6-B-23(3)]. DI NICOLA Paola, Amici miei. Fenomenologia delle reti amicali nella società del benessere, Milano, Angeli, DONATI Pierpaolo, L'integrazione dei servizi sociali e sanitari nell'ottica dei bisogni di salute per la loro rilevazione e soddisfazione, in "La Rivista di Servizio Sociale", nº 3, 21 (1989) EGELAND Byron - Elizabeth CARLSON - L. Alan SROUFE, Resilience as process, in "Development and Psychopathology", 5 (1993) FARRINGTON D.P. e J.W. COID (a cura di), Early prevention of adult antisocial behavior, Cambridge, Cambridge University Press, 2003; FAVORINI Allison - Carolyn PRYOR, Family-school alliances: a centerpiece strategy for alcohol and drug prevention programs, in "Social Work in Education", 16 (1994) FERRAROLI Lorenzo, Appunti di rieducazione dei minori, Roma, UPS, (dispense). FIZZOTTI Eugenio - Angelo GISMONDI, Senso della vita e dinamiche familiari. Una lettura logoterapeutica, in "Orientamenti Pedagogici", 40 (1993) FREE Marvin D., Religiosity, religious conservatism, bonds to school, and juvenile delinquency among three categories of drug users, in "Deviant behavior: an Interdisciplinary Journal", 15 (1994)

9 FROGGIO Giacinto, Psicosociologia del disagio e della devianza giovanile. Modelli interpretativi e strategie di recupero, Roma, Laurus Robuffo, FRONTORI L. (a cura di), Adolescenza ed oggetti. I consumi: ostacoli o alleati della crescita?, Cortina, Milano 1992 GIORDANI Marco, NORO Annie, Nautibus. Esperienze e strumenti d'intervento sociale con gli adolescenti, Milano, Angeli, 2000 GOLDBLATT P. e C. LEWIS, Reducing offending: An assessment of research evidente on ways of dealing with offending behaviour, London, Home Office Research Study, 1998; HOWELL J.C., Youth gang programs and strategies, Office of juvenile justice and delinquency prevention, Washington, Department of Justice, 2000, consultabile sul sito: ( ). KUHN A., Détenus. Combien? Pourquoi? Quoi faire?, Berne, Haupt, 2000; LAZZARINI G., CUGNO A. (a cura), Verso il domani. Dai bisogni di orientamento alla promozione dell'intervento, Angeli, Milano MALAGUTI E., Educarsi alla resilienza, Trento, Erikson, OETTING E. R., Planning programs for prevention of deviant behavior. A psychosocial model, in: TRIMBLE et alii.. pp ; OLIVERIO FERRARIS Anna, La forza d animo. Cos è e come possiamo insegnarla ai nostri figli, Milano, Rizzoli, 2003 [ C-35]. PARONI Paolo, Un posto in strada. Gruppi giovanili e intervento sociale, Milano, Angeli, 2004 RADKE-YARROW Marian - Earnestine BROWN, Resilience and vulnerability in children of multiple-risk families, in "Development and Psychopathology", 5 (1993) RUTTER Michael, "Protective factors in children's responses to stress and disadvantage", in KENT Martha Whalen - Jon E. ROLF, Primary prevention of Psychopathology. Volume III: Social competence in children, Hanover, University Press of New England, RUTTER Michael, Psychosocial resilience and protective mechanisms, in "American Journal of Orthopsychiatry", 57 (1987) SHERMAN L.W. et al., Evidence-based crime prevention, London, Routledge, TONRY M. e D. FARRINGTON (a cura di), Building a safer society. Strategic approaches to crime prevention, Chicago, University of Chicago Press, 1995; WERNER Emmy E., Risk, resilience, and recovery: perspectives from the Kauai longitudinal study, in "Development and Psychopathology", 5 (1993) ZUNZ Sharin J. - Sandra TURNER - Elaine NORMAN, Accentuating the positive: stressing resiliency in school-based substance abuse prevention programs, in "Social Work in Education", 15 (1993) Gli strumenti della riparazione BISI R. - FACCIOLI P. (a cura di), Con gli occhi della vittima, Approccio interdisciplinare alla vittimologia, Milano, Angeli, DE LEO G. - P. PATRIZI, Trattare con gli adolescenti devianti, Progetti e metodi di intervento nella giustizia minorile, Roma, NIS, DE LEO G., Nuovi modelli di interazione fra psicologi, operatori sociali e giustizia penale, Milano, Giuffrè, 1989.

10 DE LEONARDIS O. (a cura di), Fabbisogni formativi e inserimento lavorativo dei giovani usciti dal circuito penale, Milano, Supplemento a Laboratorio Iard 95/1, GATTI U. e B. GUALCO (a cura di), Carcere e territorio, Milano, Giuffrè, 2003 GOLDBLATT P., LEWIS C., Reducing offending: An assessment of research evidente on ways of dealing with offending behaviour, London, Home Office Research Study, 1998; MAGGIOLINI A., Adolescenti delinquenti: L intervento psicologico nei Servizi di Giustizia minorile, Milano, Angeli, 2002 MASTROPASQUA I., I minori e la giustizia. Operatori e servizi dell area penale, Napoli, Liguori, MAYS John Barron (Ed.), The social treatment of young offenders, London, Longman 1975 (Loc. 20-B-1516); MILANI Lorena, Devianza minorile. Interazione tra giustizia e problematiche educative, Milano, Vita e Pensiero, 1995, pp PISAPIA G. e D. ANTONUCCI (a cura di), La sfida della mediazione, Padova, Cedam, ROSSI Lino, Adolescenti criminali. Dalla valutazione alla cura, Roma, Carocci, 2004, pp ROSSI Lino, Valutare il minore, Milano, Angeli, ZIMRING F. e G. HAWKINS, Incapacitation. Penal confinement and the restraint of crime, New York, Oxford University Press, Generali BACCHINI D. - VALERIO P., Giovani a rischio, Milano, Franco Angeli, 2001 BERZANO L., Aree di devianza. Dallo sfruttamento all esclusione: i nuovi rischi, Il Segnalibro, 1992 COLSIN P. G., Gli adolescenti di fronte alle devianze, Roma, Armando 2002 (or. 1996) CARITAS DIOCESANA DI ROMA, Compagni di strada. I giovani oggi, Roma, Sinnos Editrice, CENTRO NAZIONALE DI DOCUMENTAZIONE E ANALISI PER L INFANZIA E L ADOLESCENZA, In testa ai miei pensieri. Atti della Conferenza nazionale sull infanzia e sull adolescenza, Presidenza del Consiglio, Dipartimento degli Affari Sociali, Firenze, Istituto degli Innocenti,1999. DI PIETRO Maria Luisa, Adolescenza e comportamenti a rischio, Brescia, La Scuola, EURISPES, n, Rapporto nazionale sulla condizione dell infanzia e dell adolescenza, Roma, EURISPES, 2002, 2003, 2004, FACCIOLI Franca, I soggetti deboli. I giovani e le donne nel sistema penale, Milano, Angeli, LAFFI S., Il furto: mercificazione dell età giovanile, Napoli, L ancora del Mediterraneo, MION R., V. PIERONI, Ragazzi difficili - Misure di sostegno/accompagnamento, Comune di Ortona Piano di zona n. 26, Ortona (CH), MORO Alfredo C., Società rischiosa e preadolescenza, in "Il Bambino Incompiuto", nº3, 9 (1992) NERESINI Federico - Costanzo RANCI, Disagio giovanile e politiche sociali, La Nuova Italia Scientifica, Roma 1992, p. 192.

11 NIZZOLI U, C. COLLI, Giovani che rischiano la vita: capire e trattare i comportamenti a rischio negli adolescenti, Milano, McGraw-Hill, ORSI W., S. BATTAGLIA, Disagio e devianza giovanile oggi. Per una pratica sociale innovativa, Milano, Angeli, ORSI W., Educatori e giovani protagonisti nel sociale. Un percorso per la prevenzione del disagio giovanile, Milano, Angeli, OSSERVATORIO NAZIONALE PER L INFANZIA, Diritto di crescere e disagio. Rapporto 1996 sulla condizione dei minori in Italia, Presidenza del Consiglio, Dipartimento Affari sociali,, Firenze, Istituto degli Innocenti, OSSERVATORIO NAZIONALE PER L INFANZIA, Un volto o una maschera? Percorsi di costruzione dell identità. Rapporto 1997 sulla condizione dei minori in Italia, Presidenza del Consiglio, Dipartimento Affari sociali, Firenze, Istituto degli Innocenti, OSSERVATORIO NAZIONALE PER L INFANZIA, Non solo sfruttati o violenti. Bambini e adolescenti del Relazione sulla condizione dell infanzia e dell adolescenza in Italia, Presidenza del Consiglio, Dipartimento Affari sociali, Istituto degli Innocenti, Firenze, PESCI F., Ragazzi inquieti. Storia, realtà urbane, valori giovanili, Roma, Edizioni Universitarie Romane, PIETROPOLLI CHARMET G., Segnali d allarme: disagio durante la crescita, Milano, Mondadori, PIETROPOLLI CHARMET G., I nuovi adolescenti. Padri e maestri di fronte a una sfida, Milano, R. Cortina, PIETROPOLLI CHARMET G. (ed.), Ragazzi sregolati. Regole e castighi in adolescenza, Milano, Angeli, PISTOLINI, S., Gli sprecati. I turbamenti della nuova gioventù, Milano, Feltrinelli, 1995 POMMEREAU X., Quando un adolescente soffre. Ascoltarlo, capirlo, amarlo, Milano, Nuova pratiche E., 1998 (or. 1997). REGOGLIOSI L., La prevenzione del disagio giovanile, Roma, NIS, ROSSINI Valerio, Marginalità al centro, Roma, Carocci, 2001 [33-C-244 (178)].

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008

Patto europeo. per la salute mentale e il benessere. Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Patto europeo per la salute mentale e il benessere CONFERENZA DI ALTO LIVELLO DELL UE INSIEME PER LA SALUTE MENTALE E IL BENESSERE Bruxelles, 12-13 GIUGNO 2008 Slovensko predsedstvo EU 2008 Slovenian Presidency

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

www.ifct.ch CRIMINALITÀ MINORILE: ASPETTI INTRODUTTIVI

www.ifct.ch CRIMINALITÀ MINORILE: ASPETTI INTRODUTTIVI 1 www.ifct.ch CRIMINALITÀ MINORILE: ASPETTI INTRODUTTIVI 2 ADOLESCENZA 3 L adolescenza L adolescenza è ritenuta dagli psicologi una fase di grande impegno nella costruzione di un identità Si manifestano

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

COMPORTAMENTI GIOVANILI A RISCHIO

COMPORTAMENTI GIOVANILI A RISCHIO Liceo delle Scienze Sociali A. di Savoia Duca d Aosta Progetto Carcere nella scuola, scuola nel carcere COMPORTAMENTI GIOVANILI A RISCHIO e 12 interviste a ragazzi e ragazze di età compresa tra i 14 ed

Dettagli

Excellence Programs executive. Renaissance management

Excellence Programs executive. Renaissance management Excellence Programs executive Renaissance management Renaissance Management: Positive leaders in action! toscana 24.25.26 maggio 2012 Renaissance Management: positive leaders in action! Il mondo delle

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica

AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica AGREE nella valutazione della qualità delle LG per la diagnosi e terapia delle cefalee in età pediatrica Pasquale Parisi, MD PhD et. al. Outpatience Service of Paediatric Neurology Child Neurology, Chair

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

p e r i l c u r r i c u l u m

p e r i l c u r r i c u l u m F o r m a t o e u r o p e o p e r i l c u r r i c u l u m v i t a e Informazioni personali Nome Indirizzo Ferraina Caterina Rosaria Località Feudotto compl. AZUR Vibo Valentia Telefono 0963.94428 328/2888930

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Prof. Luigi d Alonzo

Prof. Luigi d Alonzo La complessità in classe Prof. Luigi d Alonzo Università Cattolica Ordinario di Pedagogia Speciale Centro Studi e Ricerche sulla Disabilità e Marginalità Presidente della Società Italiana di Pedagogia

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Vicenza e Verona

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze

GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze GIMBE Gruppo Italiano per la Medicina Basata sulle Evidenze Evidence-Based Medicine Italian Group Workshop Evidence-based Medicine Le opportunità di un linguaggio comune Como, 9-11 maggio 2003 Sezione

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

Guida per genitori, bambini e giovani

Guida per genitori, bambini e giovani Guida per genitori, bambini e giovani Conseils régionaux de préven on et de sécurité (CRPS) Italiano - luglio 2012 Département de la sécurité et de l environnement (DSE) Département de la forma on, de

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Robert Agnew e la General Strain Theory (GST)

Robert Agnew e la General Strain Theory (GST) 1 Robert Agnew e la General Strain Theory (GST) INTRODUZIONE Le origini della GST. Le teorie dello Strain La GST General Strain Theory (Teoria Generale della tensione), le sue origine attinge dalle altre

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani

L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani L esperienza irlandese: affrontare l abuso agli anziani 2011 Censite 535,595 2021Stimate 909,000 Età 80+ 2.7% della popolazione nel 2011 14% dal 2006 2041-1397,000 7.3% della popolazione nel 2041 La maggior

Dettagli

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE

A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE A BEST PRACTICE APPROACH PER PROMUOVERE SALUTE IL MODELLO PRECEDE-PROCEED E L INTERACTIVE DOMAIN MODEL A CONFRONTO A cura di Alessandra Suglia, Paola Ragazzoni, Claudio Tortone DoRS. Centro Regionale di

Dettagli

Indessicalità / Indexicality William F. Hanks

Indessicalità / Indexicality William F. Hanks Indessicalità / Indexicality William F. Hanks Il termine indessicalità indica l onnipresente dipendenza dal contesto degli enunciati di qualunque lingua naturale, e comprende fenomeni diversissimi come

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Bibliografia ragionata

Bibliografia ragionata Bibliografia ragionata (a cura di Viviana Rossanese) sez 1. NARRAZIONE INVENZIONE STORIE S. Giusti, F. Batini, G Del Sarto, Narrazione e invenzione. Manuale di lettura e scrittura creativa, edizioni Erickson,

Dettagli

COMMENTO GENERALE N. 12

COMMENTO GENERALE N. 12 COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA COMMENTO GENERALE N. 12 Il diritto del bambino e dell adolescente di essere ascoltato uniti per i bambini COMITATO SUI DIRITTI DELL INFANZIA CRC/C/GC/12 Cinquantunesima

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA

Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE DI PATERNARIATO GENITORI E SCUOLA MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA DIPARIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione generale per lo studente Ufficio III PROGETTO GENITORI E SCUOLA SCHEDA RICOGNITIVA ESPERIENZE

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI

SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI SETTE BUONE RAGIONI PER COSTRUIRE UN EUROPA PER E CON I BAMBINI 1. I bambini non sono mini persone, con mini diritti I bambini godono di diritti. La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell infanzia

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori

Giovani e violenza. Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori Giovani e violenza Informazioni e suggerimenti per genitori ed educatori La polizia e la Prevenzione Svizzera della Criminalità (PSC) un centro intercantonale della Conferenza delle direttrici e dei direttori

Dettagli

Manifesto dei diritti dell infanzia

Manifesto dei diritti dell infanzia Manifesto dei diritti dell infanzia I bambini costituiscono la metà della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Circa 100 milioni di bambini vivono nell Unione europea. Le politiche, la legislazione

Dettagli

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE

Tipo Scuola: NUOVO ORDINAMENTO II GRADO 1-2 Classe: 1 A Corso: MANUTENZIONE ED ASSISTENZA TECNICA (BIENNIO COMUNE Classe: 1 A RELIGIONE 9788810614082 CIONI LUIGI / MASINI PAOLO / PANDOLFI BARBARA PAOLINI LUCA I-RELIGIONE+LIBRO DIGITALE+DVD / VOLUME UNICO U EDB EDIZ.DEHONIANE BO (CED) 16,00 Si Si No ITALIANO ANTOLOGIE

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it

ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO STATALE Alessandro Volta PERUGIA www.avolta.pg.it Indirizzi di studio 1. Meccanica, Meccatronica ed Energia 2. Elettronica ed Elettrotecnica 3. Informatica e Telecomunicazioni

Dettagli

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane

Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Area di pratica professionale PSICOLOGIA PSICOLOGIA DEL LAVORO, DELL ORGANIZZAZIONE E DELLE RISORSE UMANE Lo Psicologo del lavoro, dell organizzazione e delle risorse umane Classificazione EUROPSY Work

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE

PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PROGETTO EDUCATIVO SULL'INTEGRAZIONE E LA PREVENZIONE DEL DISAGIO E DELL'ABBANDONO SCOLASTICO PRECOCE PREMESSA La Dispersione Scolastica è un fenomeno complesso che riunisce in sé: ripetenze, bocciature,

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

Lo sviluppo sociale nell adolescenza

Lo sviluppo sociale nell adolescenza Lo sviluppo sociale nell adolescenza che avvengono durante l adolescenza sul piano fisico e intellettuale si accompagnano a rilevanti modificazioni dell assetto sociale e personale

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA

NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA NORME GENERALI PER LA REDAZIONE DELLA TESI DI LAUREA La Tesi va suddivisa in capitoli numerati e titolati, i capitoli possono (ma non necessariamente) prevedere al loro interno paragrafi numerati e titolati

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue

Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue Italian Il bambino sordo e il suo diritto a crescere bilingue The Italian translation of The right of the deaf child to grow up bilingual by François Grosjean University of Neuchâtel, Switzerland Translated

Dettagli

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico

La disponibilità di tecnologie informatiche per favorire l apprendimento scolastico Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Ricerche e proposte italiane Quando è opportuno proporre agli alunni con DSA l uso di tecnologie compensative? Flavio Fogarolo

Dettagli

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E

Torino, 03 Gennaio 1963 Cod. Fisc. DLPLRA63A43L219E Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DELPIANO Laura Indirizzo Via Torino n. 112 int. 2 10036 SETTIMO TORINESE Telefono 011.898.26.34 Mobile: 333.10.60.176 Fax 011.898.26.34 E-mail laura.delpiano@cespi-centrostudi.it

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Gli strumenti per una didattica inclusiva

Gli strumenti per una didattica inclusiva STRUMENTI PER UNA DIDATTICA INCLUSIVA Ottilia Gottardi CTI Monza Est Gli strumenti per una didattica inclusiva Ottilia Gottardi CTI Monza Est PRINCIPI della PEDAGOGIA INCLUSIVA Tutti possono imparare;

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

INDAGINI SULL EFFETTO DETERRENTE DELLA PENA DI MORTE. Uno studio di Fiammetta Guerra. 1. Il concetto di deterrenza e la pena di morte

INDAGINI SULL EFFETTO DETERRENTE DELLA PENA DI MORTE. Uno studio di Fiammetta Guerra. 1. Il concetto di deterrenza e la pena di morte INDAGINI SULL EFFETTO DETERRENTE DELLA PENA DI MORTE Uno studio di Fiammetta Guerra 1. Il concetto di deterrenza e la pena di morte La questione riguardante il possibile effetto deterrente della pena di

Dettagli

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta

La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo. Roberto Carloni Claudio Culotta La promozione dell attività fisica in Liguria, in Italia e nel mondo Roberto Carloni Claudio Culotta Le politiche internazionali: l OMS World Declaration and Plan of Action on Nutrition Health for all

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it

SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO. TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it SCUOLA DI LINGUE A CHIAVARI VIA NINO BIXIO 29 INT.7 2 PIANO TEL. 0185 364823 CELL. 3493341416 www.nel-blu.it infonelblu@libero.it NEL BLU I NOSTRI SERVIZI: - Corsi aziendali - Traduzioni - Traduzioni con

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia

Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Legami familiari ed accesso alle professioni in Italia Michele Pellizzari, Gaetano Basso, Andrea Catania, Giovanna Labartino, Davide Malacrino e Paola Monti 1 Premessa Questo rapporto analizza il settore

Dettagli

Educatori tra Pari : Fuori le Mura! Mónica Borile borilemonica@gmail.com, Marcela Vidal, Maria Rosa Nicolato

Educatori tra Pari : Fuori le Mura! Mónica Borile borilemonica@gmail.com, Marcela Vidal, Maria Rosa Nicolato Educatori tra Pari : Fuori le Mura! Mónica Borile borilemonica@gmail.com, Marcela Vidal, Maria Rosa Nicolato Introduzione: Riconoscendo la necessità di sviluppare un nuovo e diverso approccio alle problematiche

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

Premessa Nuove dipendenze: nuova prevenzione per nuovi utenti

Premessa Nuove dipendenze: nuova prevenzione per nuovi utenti Premessa Nuove dipendenze: nuova prevenzione per nuovi utenti di Patrizia Meringolo Negli studi sul tema delle dipendenze compare spesso il termine nuovo. Si è parlato di nuove droghe alla fi ne degli

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Linee guida per l autor*

Linee guida per l autor* Linee guida per l autor* Margini: superiore 3,5 cm; inferiore 3,5 cm; destro 3 cm; sinistro 3 cm. Carattere: Times New Roman Dimensione del carattere: 12 per il testo, i titoli come nell esempio che segue:

Dettagli

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE.

LA COMUNICAZIONE NON VERBALE IN ETA' PRESCOLARE. Dipartimento di studi umanistici Corso di laurea in Scienze della Formazione Primaria Modulo di Elementi di Psicometria applicata alla didattica IV infanzia A.A. 2013/2014 LA COMUNICAZIONE NON VERBALE

Dettagli

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione

COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione UNICEF Centro di Ricerca Innocenti COSTRUIRE CITTÀ AMICHE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Nove passi per l azione Per ogni bambino Salute, Scuola, Uguaglianza, Protezione Firenze, 15 marzo 2004 UNICEF Centro

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Capitolo III Un nuovo approccio alla relazione d aiuto: la psicopatologia dello sviluppo

Capitolo III Un nuovo approccio alla relazione d aiuto: la psicopatologia dello sviluppo Capitolo III Un nuovo approccio alla relazione d aiuto: la psicopatologia dello sviluppo Barbara Forresi I tradizionali orientamenti della psicopatologia hanno sostenuto a lungo una concezione del disturbo

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto

Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it Depressione e adolescenza di S. Di Salvo, S. Cavalitto e A. Martinetto Nella

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE

EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE EDUCATRICE ed EDUCATORE PROFESSIONALE 1. CARTA D IDENTITÀ...2 2. CHE COSA FA...4 3. DOVE LAVORA...5 4. CONDIZIONI DI LAVORO...6 5. COMPETENZE...7 CHE COSA DEVE ESSERE IN GRADO DI FARE...7 CONOSCENZE...10

Dettagli

Psicopatologia della DI, QdC, QdV

Psicopatologia della DI, QdC, QdV La psicopatologia nella disabilità intellettiva Dr. Luigi Croce psichiatra, docente all Università Cattolica di Brescia Ravenna 09/03/2012 Luigi Croce Università Cattolica Brescia croce.luigi@tin.it Disabilità,

Dettagli

Andrea Delogu. Beni pubblici, beni privati e privatizzazioni

Andrea Delogu. Beni pubblici, beni privati e privatizzazioni 160 Andrea Delogu Beni pubblici, beni privati e privatizzazioni Sommario: I - Le origini della teoria dei beni pubblici. II - Sistemi di distribuzione alternativi dei beni pubblici. III - Considerazioni

Dettagli

L immigrazione in Italia è un fenomeno

L immigrazione in Italia è un fenomeno pubblicazioni Nursing e culture altre Tratto dalla Relazione al 5 0 Congresso Nazionale della Società italiana di medicina tropicale e delle migrazioni (SIMET-SIMVIM) settembre 2005 - Brescia Laura Aletto,

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli