COSPE FLASH N settembre Davvero non riuscite a vedere?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "COSPE FLASH N. 08-06 25 settembre 2006. Davvero non riuscite a vedere?"

Transcript

1 COSPE FLASH N settembre 2006 Davvero non riuscite a vedere? Oltre ai preziosi contributi dei nostri cooperanti e collaboratori che lavorano all estero, riceviamo e pubblichiamo per questo numero di Cospe Flash uno straordinario articolo della giornalista israeliana Amira Hass apparso sul quotidiano Haaretz. Una voce che insieme a quelle dei soldati che si rifiutano di combattere, ai giovani e non solo giovani israeliani che ogni settimana manifestano insieme ai palestinesi a Bi'ilin per fermare il muro, alle donne della coalizione per la pace alle tante associazione per i diritti umani mostrano l' Israele che bisogna salvare da una politica militare e coloniale. Luisa Morgantini - Europarlamentare In questo numero: Uno sguardo internazionale: - Israele: Davvero non riuscite a vedere? Amira Hass - Argentina: Vinil Plast: Storie di non ordinaria amministrazione V. Cirillo - Cuba: Progetti sociali a rischio dopo il rifiuto dei finanziamenti UE O. Matos Dai progetti: - Il gemellaggio culturale fra Castel San Pietro Terme e Il Cairo - Clean up Axim. Puliamo il mondo Ghana - Volontari cercasi: nuovo bando per il servizio civile Agenda appuntamenti: - Genova: Biodomenica - Prato: Alter Mundi - Torino: Terra Madre - Buenos Aires: Economia sociale Segnalazioni: - La legge regionale sull immigrazione - Percorsi di cittadinanza - Argentina: Nudos. Sul sito il bollettino mensile del progetto - Presentato il rapporto Enar - Scuola Cospe

2 ISRAELE: DAVVERO NON RIUSCITE A VEDERE? Lasciamo da parte quegli israeliani la cui ideologia sostiene che l espulsione della popolazione palestinese dalle sue terre è giusta perché Dio ci ha prescelto. Lasciamo da parte i giudici che danno copertura ad ogni politica militare volta ad uccidere e a distruggere. Lasciamo da parte i comandanti militari che deliberatamente imprigionano un intera nazione in recinti circondati da mura, fortificati da torrette, pistole, filo spinato proiettori di luce accecanti. Lasciamo da parte i ministri. Tutti questi non vengono presi in considerazione come collaboratori. Coloro sono gli architetti, i pianificatori, i disegnatori, gli esecutori Lasciamo da parte quegli israeliani la cui ideologia sostiene che l espulsione della popolazione palestinese dalle sue terre è giusta perché Dio ci ha prescelto. Lasciamo da parte i giudici che danno copertura ad ogni politica militare volta ad uccidere e a distruggere. Lasciamo da parte i comandanti militari che deliberatamente imprigionano un intera nazione in recinti circondati da mura, fortificati da torrette, pistole, filo spinato proiettori di luce accecanti. Lasciamo da parte i ministri. Tutti questi non vengono presi in considerazione come collaboratori. Coloro sono gli architetti, i pianificatori, i disegnatori, gli esecutori. Ma ce ne sono altri. Storici e matematici, editori famosi, star dei media, psicologi e dottori di famiglia, avvocati, che non vogliono sostenere Gush Emunin e Kadima, insegnanti ed educatori, amanti delle escursioni e delle canzoni di gruppo, maghi dell high tech. Dove siete? E che ne è di voi, studiosi del Nazismo, dell Olocausto e dei Gulag sovietici? Potreste davvero essere favorevoli a leggi sistematicamente discriminanti? Leggi che dichiarano che gli Arabi della Galilea non saranno neanche compensati dai danni della guerra con la stessa cifra che compete ai loro vicini ebrei (Aryeh Dayan, Haaretz, 21 Agosto). E possibile che siate tutti a favore di una legge di cittadinanza razzista che proibisce agli arabi israeliani di vivere con le loro famiglie nelle proprie case? Che continuate con l espropriazione delle terre e la demolizione di ulteriori frutteti, per la costruzione di un nuovo blocco di insediamenti e per un'altra strada solo ed esclusivamente per gli ebrei? Che tutti sosteniate i bombardamenti e l uccisione di vecchi e giovani nella Striscia di Gaza? E possibile che tutti voi concordiate sul fatto che un terzo della Cisgiordania (La Valle del Giordano) dovrebbe essere off limit per i palestinesi? Che tutti sosteniate una politica israeliana che proibisce a decine di migliaia di palestinesi che hanno ottenuto una cittadinanza straniera di ritornare dalle loro famiglie nei territori occupati? Possibile che la vostra mente abbia accettato un lavaggio del cervello in nome della sicurezza, usata per impedire agli studenti di Gaza di studiare terapia dell occupazione a Betlemme e medicina ad Abu Dis, e impedendo alle persone malate di Rafah di ricevere cure mediche a Ramallah? Trovereste altrettanto facile nascondersi dietro la spiegazione noi non ne abbiamo idea : non avevamo idea che la discriminazione attuata nella distribuzione dell acqua che è esclusivamente controllata da Israele lasci migliaia di famiglie palestinesi senza acqua durante i caldi mesi estivi; non avevamo idea che quando l IDF blocca l entrata dei villaggi, blocca anche i loro accessi alle fonti o alle cisterne d acqua. Ma non può proprio essere che non vediate i cancelli di ferro lungo la superstrada 344 in Cisgiordania, che bloccano l accesso ai palestinesi dei villaggi che percorre. Non è possibile che sosteniate l impedimento dell accesso a migliaia di contadini alle loro terre e piantagioni, che sosteniate la quarantena di Gaza che impedisce l entrata di medicinali per gli ospedali, il disagio elettrico e la fornitura d acqua a un 1.4 milioni di esseri umani, chiudendo il loro unico accesso al mondo per mesi. E possibile che non sappiate che cosa stia succedendo a 15 minuti dalle vostre facoltà e dai vostri uffici? E plausibile che sosteniate il sistema in base al quale i soldati ebrei, ai checkpoint nel cuore della Cisgiordania, lascino decine di migliaia di persone aspettare ogni giorno per ore e ore sotto il sole cuocente, mentre selezionano: ai residente di Nablus e Tul Karm non è permesso passare, dai 35 anni in giù, yallah, tornate a Jenin, ai residenti del villaggio di Salem non è neanche permesso trovarsi qui, una donna malata che salta la fila deve imparare la lezione e sarà deliberatamente trattenuta per ore. Il sito di Machsom Watch s è accessibile a tutti; in esso sono raccolte innumerevoli testimonianze e peggio, la routine del giorno dopo giorno. Ma non può essere che coloro che impallidiscono per ogni svastica dipinta su una tomba in Francia e

3 per ogni titolo antisemita apparso nei giornali locali spagnoli non sappiano come ottenere queste informazioni, e che non impallidiscano e si sentano oltraggiati. Come ebrei tutti godiamo del privilegio datoci da Israele, e ciò ci rende tutti collaboratori. La questione è che cosa fa ognuno di noi nella propria vita quotidiana, in modo diretto o indiretto, per minimizzare la cooperazione con un regime che opprime ed espropria e che non si sazia mai. Firmare una petizione e scalpitare non servirà. Israele è una democrazia per i suoi ebrei. Le nostre vite non sono in pericolo, non saremo imprigionati nei campi di concentramento, i nostri mezzi non saranno danneggiati e la ricreazione nella campagna o all estero non ci sarà negata. Per questo, il peso della collaborazione e di una diretta responsabilità è inequivocabilmente pesante. 30 agosto 2006 Amira Hass- Traduzione a cura di Teresa Malsano Haaretz ARGENTINA: STORIE DI NON ORDINARIA AMMINISTRAZIONE Dall Argentina il racconto della trasformazione di una fabbrica dai tempi della crisi alla rinascita attraverso l occupazione e la gestione in cooperativa (sostenuta dal progetto UE-promosso da Cospe, Mlal e una cospicua rete di partner locali). Si trova in Suipacha 375, nei dintorni di Buenos Aires, precisamente in una centro urbano decisamente non piccolo che porta il nome di Quilmes. È Vinil-plast; potrebbe essere una fabbrica qualunque di prodotti in plastica, come porte, rivestimenti, tubi...e, invece, non lo è. Forse un tempo lo era, oggi a partire da un non troppo lontano settembre 2001, non lo è più, e non lo è più per la sua storia e per le persone che vi sono dentro: non più semplici lavoratori, ma soci Suipacha è una strada ampia, ma non molto rumorosa; al numero 375 si apre un portone verde, grande, in ferro, con dipinta una scritta bianca Cooperativa de trabajo Vinil-plast. All interno una decina di lavoratori, per lo più uomini, poche le donne, addette all amministrazione e alle vendite. Ciascuno segue una linea di produzione, ciascuno ha una sua mansione.all ingresso, ci accoglie Jaime, alto, snello, dalle mani forti e lo sguardo intenso, ci fa strada fra i macchinari, su per una scala a chiocciola, sino al magazzino al piano superiore. Ci sediamo attorno ad un tavolo in legno e comincia a raccontarci la storia di Vinil-plast, nata come impresa per mano privata negli anni novanta, in un epoca prospera e densa di investimenti. A causa di una cattiva gestione da parte degli ex-proprietari, la situazione economicopatrimoniale dell industria peggiora con indebitamenti, calo delle vendite e di conseguenza delle entrate. Un lunedì di settembre i lavoratori arrivano puntuali, come ogni mattina, davanti ai cancelli dell ex Vincente La Letta-industria plastica, ma trovano i cancelli chiusi.. Jaime confessa, dicendo che nessuno fra loro, sarebbe stato in grado di sostenere una lotta, di combattere per un posto di lavoro, per conservarlo...la sua voce si fa più tenue, poi, quasi giustificandosi, sottolinea il buon rapporto di amicizia con l ex-proprietario. L occupazione della fabbrica, si prospetta, però come unica fattibile soluzione per conservare il posto di lavoro e seguir trabajando. I ragazzi si fanno forza e giungono ad una decisione: tomar la fabrica!. Entrano nello stabilimento, davanti a loro macchinari deteriorati, obsoleti. È l anno , un anno difficile per l Argentina: Jaime continua a chiedersi come e di cosa abbiano vissuto in quel periodo di non produzione, di fallimenti delle fabbriche, di licenziamenti, di chiusura fraudolenta delle banche, di gente in coda per il sussidio di disoccupazione. Ad un certo punto il suo viso si illumina, ritrova vigore, la sua mente si allontana dai duri ricordi di quel periodo, ed è allora che con una nuova sicurezza e tenacia, ci confessa di come oggi il suo, il loro pensiero sia cambiato in merito all occupazione: oggi-esordisce- abbiamo imparato a combattere per ciò che ci appartiene, non abbiamo rubato nulla a nessuno, solo stiamo cercando, giorno per giorno, di conservare il nostro posto di lavoro, di garantirci quel diritto...che si chiama lavoro. È una sfida continua, quotidiana, che non permette soste, come in una gara in cui il traguardo deve essere spostato sempre più lontano, lungo un orizzonte che si vede, è davanti agli occhi di tutti, ma ogni giorno si allontana e si avvicina nello stesso tempo.

4 Jaime nei momenti di sconforto, incoraggia gli altri lavoratori ad andare avanti, a considerare il progresso fatto da quel settembre 2001, a guardare sempre oltre con lungimiranza e mai con catastrofismo. Vinil-plast è una della dodici imprese recuperate coinvolte nel progetto Redes de empresas, redes de personas, finanziato dall Unione Europea e promosso da Cospe e Mlal, assieme ad un cospicuo numero di partners locali. Per cui Vinil-plast può contare sulla consulenza di un esperta equipe di economisti e tecnici, che periodicamente compilano un diagnostico, cioè una sorta di cartella medica, che, evidenzia punti di forza e di debolezza della fabbrica. La lettura del diagnostico consente ai lavoratori stessi di rendersi conto della situazione, e quindi di percepire come ed in che modo procedano le cose, in cosa occorra predisporre dei cambiamenti, in cosa no. Jaime, a volte, pare rabbuiarsi, gli ritornano in mente quei giorni inquieti di settembre 2001, in cui vi era una produzione pari a zero, adesso, subito precisa, si producono quasi venti tonnellate; tutto ciò comporta sacrificio, è un investimento continuo, è un qualcosa in cui credere, ma crederci sul serio...del resto se non fosse così, chi lavorerebbe dalle dodici alle sedici ore, al posto delle ordinarie otto ore giornaliere? Il suo sguardo è emblematico, rivela tutto lo spirito e l orgoglio di un sacrificio, che ha il sapore della lungimiranza, del guardare al di là dell oggi, per una stabilità concreta della fabbrica. È un esperienza positiva- ci confida Jaime-, ogni giorno devi raffrontarti con qualcosa di nuovo, possono sorgere sempre nuovi ostacoli, però nel complesso è un esperienza valida. Gli ostacoli sono essenzialmente di ordine legale, in relazione ad una situazione ibrida a livello giuridico. Sono anche ostacoli a livello di tecnologia: i macchinari risultano per lo più obsoleti e poco produttivi, una strumentazione più moderna consentirebbe un incremento di produttività del 125%.Nel suo interessante racconto, Jaime ricorda la difficoltà incontrata nel recuperare i vecchi clienti, i quali, erano per lo più portati a credere che fossero stati i lavoratori a rubare la fabbrica ai legittimi proprietari, che, ironia della sorte, vivevano proprio a lato della fabbrica! Così che questi convincevano i vicini dell atto fraudolento dei lavoratori, quando erano in realtà i soli lavoratori ad esser stati derubati!...con stipendi, indemnizzazioni, contributi arretrati, per un totale di oltre settecentomila pesos.ma ognuno vede ciò che vuole, e del resto ciò è anche sin troppo ovvio. Vinil-plast, oggi, continua a produrre con tenacia mista ad orgoglio: ha tessuto la sua stessa storia, come la tela di un tappeto, e vuole andare avanti, continuare lungo questo cammino in salita, pieno di ostacoli, ma anche di fiori e soddisfazioni.è forse questo ciò che lo rende percorribile, al di là di tutto. L industria plastica Vinil-plast rappresenta un caso abbastanza particolare nell ambito delle imprese recuperate: è un prototipo di fabbrica in cui la produzione parte dalla lavorazione della materia prima sino all ottenimento del prodotto finito, che è poi commercializzato. Nella maggior parte dei casi, le imprese recuperate si collocano nel mercato come fornitrici di semilavorati, Vinil-plast, invece, segue il processo produttivo dal principio alla fine. Attualmente, sono dieci i lavoratori occupati, anche se non si esclude un potenziale ampliamento dell organico. E un po come se si fosse passati alla fase successiva dell esperienza imprese recuperate : ovvero, dall obiettivo conservazione del posto di lavoro, a quello della creazione. E una buona direzione che occorre continuare a seguire; un cammino che Cospe intende sostenere, nella fattispecie attraverso il progetto Redes. 11 settembre Valeria Cirillo- Cospe CUBA: PROGETTI SOCIALI A RISCHIO DOPO IL RIFIUTO DEI FINANZIAMENTI UE Intervista di Orlando Matos (Inter Press Service News Agency) a Marco Terreni, cooperante COSPE a Cuba.

5 Il rifiuto da parte del governo cubano dei fondi dell'unione Europea per progetti di cooperazione, e le sue nuove regole sui finanziamenti internazionali, minacciano la continuità operativa delle organizzazioni non governative europee sull'isola. La Risoluzione 15 del Ministero per l'investimento estero e la collaborazione economica, in vigore da maggio, stabilisce che Cuba non può accettare alcuna condizione "che porti all'intrusione negli affari interni cubani o vada contro i principi della rivoluzione". Secondo la risoluzione, la cooperazione economica può essere guidata dalle "priorità stabilite dal governo" e non mirare alla "creazione di servizi sociali o di sistemi di distribuzione" paralleli a quelli dello stato. Subordina inoltre la ricerca di fonti di finanziamento all'approvazione del governo. Le divergenze tra Cuba e l'unione Europea (Ue) risalgono al 1996, quando il blocco europeo adottò una "posizione comune" nella sua politica estera con L'Avana, chiedendo una inversione di rotta democratica e il rispetto dei diritti umani. Le differenze si sono inasprite nel 2003 quando l'ue ha adottato sanzioni politiche contro Cuba, dopo l'arresto di 75 dissidenti e l'esecuzione di tre uomini che avevano dirottato un traghetto nel tentativo di raggiungere gli Stati Uniti. Come risposta, il 27 agosto del 2003, il governo socialista di Cuba informò verbalmente l'ue che avrebbe rifiutato qualunque aiuto ufficiale fornito direttamente dall'ue o da agenzie di aiuto europee. Nel gennaio 2005, l'ue ha temporaneamente sospeso le sanzioni per favorire un possibile "dialogo costruttivo", ma i problemi legati alla democrazia e al rispetto dei diritti umani continuano ad essere motivo di rottura.marco Terreni, uno dei direttori del progetto italiano per lo sviluppo sostenibile Havana Ecopolis, ha detto all'ips che l'attuale politica del governo cubano di "rifiutare fondi" provenienti da fonti ufficiali europee sta penalizzando il loro lavoro a Cuba. L'Ue "è la nostra principale fonte di finanziamento, non solo a Cuba, ma in tutti i paesi", quindi adesso "cerchiamo di rafforzare la cooperazione decentrata" - ovvero, ha spiegato, finanziamenti di "piccole organizzazioni, associazioni, municipalità e regioni" in Europa. Tuttavia, ha aggiunto, i fondi disponibili sono "somme più piccole, isolate", che "ci mettono in difficoltà". Habana Ecopolis è un consorzio di organizzazioni non governative (Ong) italiane che lavora dal 2000 su diversi progetti di cooperazione. Le loro attività si distribuiscono tra progetti socioculturali, miglioramento degli ambienti urbani e protezione ambientale in cinque municipalità della capitale cubana.terreni ha dichiarato che 10 anni fa, quando progettavano di lavorare a Cuba, Habana Ecopolis aveva realizzato uno studio "basato sulle esigenze del 'periodo speciale' di decentralizzazione amministrativa". All'inizio degli anni '90, dopo il crollo del blocco socialista dell'europa dell'est, Cuba è caduta in una grave crisi economica che il governo ha chiamato "periodo speciale", durante il quale si è registrata una cauta apertura dell'economia. In quegli anni difficili, il paese accettava donazioni di organizzazioni umanitarie e ammetteva la presenza di Ong, oltre a ricevere aiuti umanitari da parte dell'ue per alleviare i disagi materiali subiti dalla popolazione. In quelle circostanze è stata istituita l'organizzazione della cooperazione italiana, con l'obiettivo di rendere i suoi progetti auto-sostenibili. Habana Ecopolis ha realizzato piccoli progetti nelle municipalità cubane, finalizzati a "gettare un seme, per dimostrare che è possibile lavorare diversamente" dallo stato, ha spiegato Terreni. Tra i risultati del gruppo, la creazione di centri della comunità che offrono formazione e opportunità di ricreazione a club giovanili, oltre a programmi per gli anziani; il miglioramento dell'ambiente in una zona degradata della capitale; il parziale allestimento di un museo letterario; e il recupero dell'ecosistema costiero a est dell'avana. Terreni lamenta tuttavia che dal 2000 le condizioni lavorative sui progetti sono diventate sempre più difficili. "C'è stato un cambiamento radicale" in direzione della centralizzazione dell'economia cubana, ha dichiarato. Il governo oggi guarda verso Venezuela e Cina, stati con i quali ha firmato diversi accordi alla fine del 2004 per lo sviluppo di cooperazione congiunta e partnership economiche in aree strategiche come l'industria del petrolio e del nichel. Terreni sostiene che se Habana Ecopolis e altre Ong europee si ritireranno dall'isola, probabilmente le strutture costruite finora "purtroppo spariranno", perché l'aiuto si concentra sulle "municipalità cubane che hanno finanze limitate". María Elena Ortiz, la controparte governativa di Habana Ecopolis, è d'accordo con la valutazione di Terreni. Senza l'aiuto dell'italia, il progetto "non è ancora sostenibile", ha detto Ortiz all'ips. Lo spostamento delle autorità verso una centralizzazione dell'economia dal 2003, oltre alle restrizioni imposte

6 dalle recenti regole sui finanziamenti di donatori internazionali, porteranno "davvero la cooperazione a scomparire", prevede Terreni."Molti colleghi (in altre Ong) di altri paesi stanno lasciano Cuba: non hanno scelta, non avendo accesso ai fondi decentralizzati". L'IPS ha chiesto al personale dell'ufficio della Commissione europea (l'organo esecutivo dell\'ue) dell'avana il numero di Ong rimaste a Cuba. Hanno risposto di non avere cifre sicure, facendo però notare che sono rimasti lavoratori umanitari "tedeschi, svedesi e francesi", e altre organizzazioni europee che "lavorano in maniera diversa", come il "programma di aiuti spagnolo, che ha diversi vantaggi". "Per loro (gli spagnoli) è più facile, perché ricevono finanziamenti da parte di governi municipali autonomi, e nonostante siano parte del governo, sono percepiti in modo diverso", ha dichiarato il rappresentante ufficiale dell'ue a Cuba. Habana Ecopolis, finanziata dal ministero degli esteri italiano fino al periodo , "deve invece affrontare una situazione più complessa", ha aggiunto. Terreni sostiene che Habana Ecopolis "non è vicina a nessun governo, ma ai bisogni della gente", e poiché le "difficoltà delle persone" continuano ad esistere, "vogliamo continuare" ad aiutare.habana Ecopolis continuerà il suo lavoro, "con la speranza di sanare la crisi, e ritrovare fiducia nel futuro. La nostra idea è di rimanere attivi nella cooperazione con Cuba all'insegna dei nostri valori, uno dei quali è la solidarietà", ha concluso Terreni. Orlando Matos, Ips, 24 luglio 2006 DAI PROGETTI: GEMELLAGGIO CULTURALE FRA CASTEL SAN PIETRO TERME E IL CAIRO Siglato, nel nome di Luciana Sassatelli, il gemellaggio tra la Biblioteca di Castel San Pietro Terme e la biblioteca Hagar el Nour (Pietra di luce) di Abul el Nombros, una cittadina nei pressi de Il Cairo (nel Governatorato di Giza). L accordo è stato raggiunto durante la visita della delegazione egiziana svoltasi dal 18 al 23 settembre a Bologna e Castel San Pietro. La delegazione era composta da Dowlat Hammouda (bibliotecaria), Fathi Salem (responsabile del Centro Educativo Abu El Nomros), Sayed Hammouda (animatore culturale) e Ali Tanashi (rappresentante del Consiglio di Amministrazione del Centro). Il progetto Abu El Nomros è nato nel 2004 dalla collaborazione fra COSPE e CDA - Community Development Association, fondata nel Nel corso degli anni l associazione si è impegnata su diversi fronti, realizzando un centro polifunzionale che ospita numerose attività. Per informazioni: Gabriella Oliani - COSPE BOLOGNA tel CLEAN UP AXIM- GHANA PULIAMO IL MONDO Si è svolta il 23 e 24 settembre scorsi la terza edizione di Puliamo il mondo ad Axim- Ghana. Si tratta del più grande appuntamento di volontariato ambientale nel mondo, organizzato in Italia da Legambiente. In Ghana dove l iniziativa è sbarcata nel 2004, Legambiente, insieme a COSPE, all associazione ghanese Ghana Wildlife Society e all assemblea del Distretto Nzema Est, sta promuovendo un programma per la sperimentazione di un modello pilota di gestione integrata dei rifiuti nella città di Axim. Il programma prevede anche momenti di educazione ambientale con il coinvolgimento della comunità locale. Il Ghana è infatti interessato da un emergenza sanitaria e di gestione di rifiuti aggravata dalle privatizzazioni dei servizi pubblici che praticamente hanno reso la raccolta dei rifiuti e altri servizi di base un privilegio per pochi. Clean- up Axim ha visto la partecipazione di gruppi di donne, di associazioni giovanili, circa 1000 alunni delle scuole di Axim e oltre 2000 volontari. Per informazioni: Lara Panzani - COSPE tel VOLONTARI CERCASI: NUOVO BANDO PER IL SERVIZIO CIVILE E uscito il nuovo bando del Ministero della solidarietà sociale per volontari da impiegare in progetti di servizio civile in Italia e all estero. Il COSPE cerca 10 volontari per i progetti in Italia e 4 da impiegare in ogni progetto all estero: Ghana/Swaziland, Egitto e Brasile. I candidati devono avere meno di 28 anni. La scadenza per la presentazione delle domande è il 16 ottobre. Il bando e la domanda sono scaricabili sul sito Maggiori dettagli sui progetti COSPE sul nostro sito.(www.cospe.org) sezione documenti.

7 Per informazioni: Sara Malavolti - COSPE tel AGENDA APPUNTAMENTI: 28 e 29 settembre 2006 Milano - Università IULM - via Carlo Bo, 1 Lo Schermo della Responsabilità ore 9-19 COSPE partecipa con il video Mostar: lavori in corso alla sezione video Lo schermo delle responsabilità nell ambito di Dal dire al Fare - Salone della Responsabilità sociale d impresa, realizzato da Milano Metropoli Agenzia di Sviluppo, BIC La Fucina e Koinètica - Agenzia per la Comunicazione Etica e Sociale. Per informazioni: 5 ottobre Prato- Officina Giovani (piazza dei macelli) Altermundi- incontro di culture e popoli Una scuola di tanti popoli per una nuova legge regionale sui migranti Nell ambito della terza edizione di Alter Mundi organizzata da Provincia e Comune di Prato ad Officina Giovani dal 4 all 8 ottobre, si parlerà di scuola e multiculturalità. Per il COSPE interviene Udo Enwereuzor. Sarà questa l occasione anche per discutere e riflettere sulla proposta di legge regionale sull immigrazione. La manifestazione propone un ricco calendario di incontri e dibattiti e anche cultura, teatro, danza, lingua, musica e gastronomia da tutto il mondo. Il programma completo si trova sul sito della Provincia di Prato. Per informazioni: 1 ottobre Genova piazza delle Feste del porto antico Biodomenica La Biodomenica è la festa dell ambiente, della salute, dell alimentazione e del gusto, dedicata all agricoltura biologica organizzata dall AIAB, l Associazione Italiana per l Agricoltura Biologica, Legambiente e Coldiretti, in collaborazione con Città del Bio, Crocevia. COSPE vi parteciperà con uno stand e un programma di animazione per bambini. Per informazioni: COSPE GENOVA - tel ottobre 2006 Torino Oval Lingotto Terra madre II edizione Anche quest'anno COSPE partecipa a Terra madre, manifestazione organizzata da Regione Piemonte, città di Torino e Slow Food nell ambito del Salone del Gusto. Quest anno saranno presenti a Torino delegazioni provenienti da Swaziland, (da Shewula e da Kambhoke), Senegal, Ghana e Niger. Per la seconda edizione di Terra Madre, nata nel 2004 con l intenzione di riunire i rappresentanti di comunità di cibo rappresentative di modelli di produzione agro-alimentare sostenibili, giungeranno a Torino da tutto il mondo i delegati di 1700 Comunità del cibo provenienti da 150 Paesi, 1000 cuochi ed i rappresentanti di 250 Università. Terra Madre 2006 punterà l attenzione su tre grandi temi: il sapere dei produttori, la loro esperienza, la creatività dei cuochi e la scienza. Per informazioni:www.slowfood.it novembre 2006 Buenos Aires Sistematizzazione delle esperienze di economia sociale e modelli di autogestione. L incontro è promosso da il Ministero del lavoro, dell occupazione e della sicurezza sociale di Buenos Aires in collaborazione con i partner del progetto Redes de empresas, redes de personas. La due giorni si propone incrementare il dialogo fra i referenti delle distinte istituzioni, gli organismi del pubblico e del privato,

8 nazionali e internazionali che hanno sviluppato esperienze di economia sociale ed autogestione. Il seminario vede la partecipazione di rappresentanti di paesi come Uruguay, Brasile, Venezuela. Per l italia interverranno: Simone Mattioli- presidente Legacoop regione Marche e Alberto Alberani e Tullio Maccarrone della Legacoop Bologna) il tutto suggellato dall esposizione fotografica permanente, a cura di Andras Calamandrei. Per informazioni: Francesca Pieraccini COSPE tel SEGNALAZIONI: La legge sull immigrazione della regione toscana Il COSPE, sulla base delle esperienze maturate sul fenomeno, le pratiche e i processi migratori e l integrazione delle persone immigrate sul territorio, condivide ed apprezza l impostazione generale del documento di lavoro elaborato dalla Regione Toscana su una futura legge regionale sull immigrazione. Il Cospe ha proposto però, insieme ad altri soggetti operanti sul territorio toscano, alcune osservazioni su alcuni aspetti rilevanti per la vita dei migranti che sono stati sufficientemente sviluppati nel testo di legge regionale. Leggi il documento sul nostro sito - sezione documenti Per informazioni: Camilla Bencini Cospe - tel Speciale Percorsi di cittadinanza Il 2 ottobre 2006 esce un numero speciale, interamente curato da COSPE, su informazione e multiculturalità. Percorsi di cittadinanza è l allegato mensile di Aut&Aut, giornale dell dell Anci, e viene realizzato grazie alla collaborazione delle Consulte per l immigrazione e la pace e al contributo del Cesvot. Si rivolge ad amministratori e dirigenti degli Enti Pubblici toscani e al mondo dell associazioni ed ha una tiratura di circa 5000 copie. Per informazioni: E on line il numero 3 di Nudos il bollettino mensile del progetto redes de empresas, redes de personas a Buenos Aires In questo mese da segnalare: l intervento di Alberto Ramon Jaime - Presidente della cooperativa Vinilplast lottiamo per ciò che ci appartiene, e l intervista alla deputata italiana Elena Cordoni: Neanche Berlusconi ha potuto niente contro le cooperative. Scarica il bollettino, in spagnolo, dal nostro sito ( sezione aree di intervento) Per informazioni: Francesca Pieraccini COSPE tel Presentato il rapporto alternativo ENAR (European Network Against Racism) Discriminazioni nel mondo del lavoro, nel settore educativo e durante la ricerca di una casa. Ecco quello che vivono gli stranieri in Italia secondo il 'Rapporto alternativo Enar (European network against racism) 2005', redatto da Sara Cerretelli e Camilla Bencini e presentato a Bologna l 11 settembre, nella prima tappa italiana della campagna 'Si' alle diversità, no alle discriminazionì, promossa dalla Commissione europea. Il tour è partito dalla Finlandia e ha già toccato Svezia, Germania, Austria e Slovenia. Per informazioni - Sara Cerretelli- Camilla Bancini COSPE Scuola COSPE Al via i corsi di formazione COSPE validi per il conseguimento dei diplomi di tre differenti profili professionali: operatore della cooperazione, Responsabile di progetto, Dirigente di ONG. Il corso di orientamento-base si svolgerà il 6 e il 7 ottobre. Mentre il primo modulo per dirigente partirà il 14 ottobre. Novità di quest anno due corsi di cinese: uno base e uno di livello avanzato. Partenza sempre in ottobre. Per informazioni: Alessandra Brunelli- Giancarlo Malavolti- COSPE- tel Cospe Via Slataper Firenze Tel Fax

9 invitiamo tutti a segnalare notizie e nuovi indirizzi

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione

Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Gli stranieri: un valore economico per la società. Dati e considerazioni su una realtà in continua evoluzione Con il patrocinio di e dal Ministero degli Affari Esteri Rapporto annuale sull economia dell

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Elementi di progettazione europea

Elementi di progettazione europea Elementi di progettazione europea Il partenariato internazionale Maria Gina Mussini - Project Manager Progetto Europa - Europe Direct - Comune di Modena La trasnazionalità dei progetti europei Ogni progetto

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto.

Si accludono per le delegazioni le conclusioni adottate dal Consiglio europeo nella riunione in oggetto. Consiglio europeo Bruxelles, 26 giugno 2015 (OR. en) EUCO 22/15 CO EUR 8 CONCL 3 NOTA DI TRASMISSIONE Origine: Destinatario: Segretariato generale del Consiglio delegazioni Oggetto: Riunione del Consiglio

Dettagli

Misure restrittive dell'ue

Misure restrittive dell'ue SCHEDA INFORMATIVA Bruxelles, 29 aprile 2014 Misure restrittive dell'ue Le sanzioni sono uno degli strumenti dell'ue per promuovere gli obiettivi della politica estera e di sicurezza comune (PESC): pace,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE

LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE LE IMPORTAZIONI DI PRODOTTI BIOLOGICI DAI PAESI TERZI NELLA UE Procedure per il controllo e la gestione delle irregolarità Lunedì 17 giugno 2013 Unioncamere Sala Convegni De Longhi Horti Sallustiani, Piazza

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO

DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO DENUNCIARE I CASI DI ESCLUSIONE SOCIALE DEGLI IMMIGRATI SENZA PERMESSO DI SOGGIORNO L Autopresentazione dell organizzazione e il Modello di report sono stati sviluppati da PICUM con il sostegno di due

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE

L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE La missione dell ARE L Assemblea delle Regioni d Europa (ARE) é un'organizzazione indipendente di regioni e la più importante rete di cooperazione interregionale nella Grande Europa. Rappresenta 12 organizzazioni interregionali

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

BANDO DEV REPORTER NETWORK

BANDO DEV REPORTER NETWORK BANDO DEV REPORTER NETWORK Premessa La Federazione Catalana delle Ong per lo Sviluppo (FCONGD), il Consorzio delle Ong Piemontesi (COP) e la Rete Rhône-Alpes di appoggio alla cooperazione (RESACOOP) realizzano

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA

10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA 1 10 PROPOSTE IN FAVORE DELL EDUCAZIONE AMBIENTALE E LO SVILUPPO SOSTENIBILE IN EUROPA MEMORANDUM SULL EASS L' Educazione all Ambientale e allo Sviluppo Sostenibile, una necessità! L'Educazione Ambientale

Dettagli

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO

AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO AALBORG+10 ISPIRARE IL FUTURO LA NOSTRA VISIONE COMUNE Noi, governi locali europei, sostenitori della Campagna delle Città Europee Sostenibili, riuniti alla conferenza di Aalborg+10, confermiamo la nostra

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo.

DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. DISEGNO DI LEGGE: Delega al Governo per la riforma della disciplina della cooperazione dell'italia con i Paesi in via di sviluppo. Consiglio dei Ministri: 05/04/2007 Proponenti: Esteri ART. 1 (Finalità

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Comitato economico e sociale europeo

Comitato economico e sociale europeo Scopri cosa il CESE può fare per te Comitato economico e sociale europeo Cover Architecture: Art & Build + Atelier d architecture Paul Noël Conoscere il Comitato economico e sociale europeo Cos'è la società

Dettagli

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015

a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 22 aprile 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 917 RISOLUZIONE GRUPPO FORZA ITALIA Risoluzione presentata dal Gruppo Forza Italia

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Che cos è il Marketing 3.0?

Che cos è il Marketing 3.0? Che cos è il Marketing 3.0? di Fabrizio Pieroni Philip Kotler, studioso di Marketing attento ai cambiamenti della società e pronto a modificare di conseguenza le sue posizioni, ha recentemente presentato

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Carcere & Scuola: ne vale la Pena

Carcere & Scuola: ne vale la Pena PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA LEGALITA E CIVILTA Carcere & Scuola: ne vale la Pena Scuola di Alta Formazione in Scienze Criminologiche, Istituto FDE, Mantova Associazione LIBRA Rete per lo Studio e lo Sviluppo

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA

LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LAVORO NELL'UNIONE EUROPEA Da dove nasce l'esigenza, per l'unione, di occuparsi di sicurezza sul lavoro? La sicurezza e la salute sul lavoro è uno degli aspetti più importanti

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE?

QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? TERRITORIO BENE COMUNE IN MOVIMENTO Camerano, 30 GENNAIO 2015 QUALI RISCHI PER IL NOSTRO PAESE? Maurizio Sebastiani Italia Nostra Marche 1 I RISCHI DELLO «SBLOCCA ITALIA» Sblocca Italia, allarme di Bankitalia:

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Scheda sintetica del progetto arvore da vida

Scheda sintetica del progetto arvore da vida Scheda sintetica del progetto arvore da vida Contesto AVSI collabora con FIAT Brasile dal 2004, con il progetto di responsabilità sociale Arvore da Vida, nelle aree prossime allo stabilimento di Belo Horizonte,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli