Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio"

Transcript

1 Flusso per la gestione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio Fase facoltativa Domanda Domanda del del lavoratore lavoratore al al CPI CPI Registrazione Registrazione lavoratore lavoratore Richiesta di personale Richiesta di personale da parte del datore di lavoro al CPI da parte del datore di lavoro al CPI Registrazione Registrazione datore datore di di lavoro lavoro Pagamento Pagamento importo importo a a copertura copertura della prestazione di lavoro della prestazione di lavoro Dichiarazione Dichiarazione rapporto rapporto di di lavoro lavoro (per copertura INAIL) (per copertura INAIL) Rapporto di lavoro Rapporto di lavoro Consuntivazione Consuntivazione rapporto rapporto di di lavoro lavoro Pagamento Pagamento lavoratore lavoratore (accredito (accredito su su carta carta o o bonifico bonifico domiciliato) domiciliato) Monitoraggio Monitoraggio e e comunicazione comunicazione a a SPI SPI microdati microdati datori datori lavoro lavoro e e lavoratori lavoratori (n. incroci, n. voucher, periodi di utilizzo) (n. incroci, n. voucher, periodi di utilizzo)

2 Richiesta di personale da parte del datore di lavoro al Centro per p l impiego. Domanda del lavoratore al Centro per l impiego l (disponibilità) Per trovare personale disponibile, i datori di lavoro possono chiedere personale al Centro per l Impiego. Per poter svolgere la prestazione di lavoro, i potenziali lavoratori (studenti e pensionati) possono rivolgersi al Centro per l impiego per conoscere i datori di lavoro disponibili. Il Centro per l impiego svolge una funzione di incontro domanda-offerta, di assistenza e informazione. Datore di lavoro e Lavoratore vengono accompagnati alla successiva fase (registrazione) Datore di lavoro Offerta di lavoro Centro Centro per per l impiego l impiego Incontro Incontro domanda domanda offerta offerta Registrazioni Lavoratore Domanda di lavoro Informazione Informazione e e assistenza assistenza

3 Registrazione lavoratore Per poter svolgere la prestazione di lavoro, i potenziali lavoratori (studenti e pensionati) si dovranno registrare sul sistema di gestione. Tale attività potrà essere effettuata utilizzando differenti canali. Lavoratore Contact Contact Center Center Internet Internet (www.inps.it) (www.inps.it) Sede Sede Centro Centro per per l impiego l impiego Sistema Sistema di di gestione gestione Invio flusso verso Poste Italiane Ricezione flusso elenco carte inviate Poste Poste Italiane Italiane invia invia Card Card

4 Registrazione lavoratore Tramite Contact Center Il lavoratore, telefonando all , potrà effettuare la registrazione fornendo tutti i dati richiesti dall operatore del Contact Center. Il lavoratore dovrà accettare verbalmente una liberatoria per il trattamento dei dati personali (per l invio della carta). Come indirizzo di riferimento, per la spedizione della carta e della documentazione associata al processo (es. prestampati delle ricevute che attestano la prestazione di lavoro), verrà preso quello restituito dall anagrafe tributaria. Tramite sito internet (www.inps.it) Il lavoratore, collegandosi al sito dell Istituto potrà inoltrare la richiesta di registrazione. Dopo avere compilato e sottomesso la richiesta (compresa la liberatoria per il trattamento dei dati personali), il lavoratore, sarà ricontattato dal Contact Center per verificare la genuinità della richiesta. Come indirizzo di riferimento, per la spedizione della carta e della documentazione associata al processo (es. prestampati delle ricevute che attestano la prestazione di lavoro), verrà preso quello restituito dall anagrafe tributaria. Presso sede Il lavoratore si farà identificare mediante un documento di riconoscimento, l operatore di sede acquisirà i dati e ad operazione effettuata rilascerà al lavoratore una ricevuta. Il lavoratore dovrà firmare una liberatoria per il trattamento dei dati personali. Come indirizzo di riferimento, per la spedizione della carta e della documentazione associata al processo (es. prestampati delle ricevute che attestano la prestazione di lavoro), verrà preso quello riportato nel documento. Presso centro per l impiegol L accredito presso i centri per l impiego sarà fatto utilizzando la procedura internet, compatibilmente con le disponibilità di risorse umane e strumentali da definire in sede di progetto territoriale. Flusso dati verso Poste Italiane Una volta ultimato e verificato l accredito, mediante una procedura batch, i dati del lavoratore saranno inoltrati a Poste Italiane per l invio del materiale: Carta Materiale informativo Prestampati delle ricevute da utilizzare a fine rapporto Flusso dati da Poste verso Poste invierà un flusso verso Inps con il quale comunicherà l invio delle carte ai lavoratori registrati Firma del contratto presso ufficio postale Le attività di registrazione, da parte del lavoratore, si chiudono con la firma del contratto e la relativa attivazione della carta presso un ufficio postale. Quest ultima fase non è obbligatoria ai fini della gestione del processo.

5 Il processo: invio ed attivazione della Card LAVORATORE LAVORATORE 1. Il lavoratore, via internet (sito inps) o via contact center ( ); A) si iscrive alle liste di collocamento di lavoro temporaneo vendemmia 2008 fornendo generalità, recapito (doppio indirizzo), numero di telefono; B) conferisce l incarico a a richiedere la carta. Nel caso di iscrizione al sito riceve una chiamata dal per conferma identità. C) Il lavoratore riceve una comunicazione a domicilio dell avvenuta registrazione 2. Inps invia con cadenza giornaliera a Poste Italiane il flusso di richiesta carta a favore dei lavoratori iscritti 3. Poste Italiane produce ed invia al domicilio del lavoratore la Card ed il pin con due spedizioni separate. La spedizione della Card sarà corredata dalle Istruzioni operative e dal modulo ricevute 4. Il lavoratore si reca in Ufficio Postale firma il contratto relativo alla Card ed attiva la carta. Versa per l attivazione 5 Euro che potrà ritirare al completamento dell operazione.

6 Registrazione datore di lavoro I datori di lavoro interessati dovranno essere registrati negli archivi della procedura. Le modalità di accredito, analogamente a quanto avviene per il lavoratore, saranno diverse ed accessibili mediante differenti canali. Datore di lavoro Contact Contact Center Center (se presente su ARCA) (se presente su ARCA) Internet Internet (se (se in in possesso possesso di di PIN) PIN) Sede Sede (se (se non non presente presente su su ARCA) ARCA) Sistema Sistema di di gestione gestione

7 Registrazione datore di lavoro Tramite Contact Center Il datore di lavoro, se conosciuto su ARCA, potrà effettuare la registrazione fornendo tutti i dati richiesti dell operatore del Contact Center. Il PIN gli sarà spedito a casa. Tramite sito internet (www.inps.it) Se in possesso di un PIN (in caso contrario dovrà richiederlo), il datore di lavoro potrà inoltrare la richiesta di accredito collegandosi al sito dell Istituto. Presso sede Il datore di lavoro si farà identificare mediante un documento di riconoscimento, l operatore di sede acquisirà i dati necessari al rilascio del PIN ed alla registrazione nella procedura (POA). Questo è l unico caso in cui l utente può anche non essere presente su ARCA.

8 DATORE DI LAVORO AD INIZIO LAVORI 1. Il datore di lavoro si registra sul sito nella lista delle aziende interessate 2. Il datore di lavoro si reca presso un UP e, tramite bollettino (TD 123) a lui intestato (condizione necessaria), versa su un unico ccp nazionale l importo corrispondente all acquisto dei voucher necessari. 2. Il datore di lavoro, via contact center ( ) o tramite sede comunica preventivamente l inizio/fine presunta dei lavori, i nominativi dei lavoratori prescelti l importo versato sul ccp ed il codice VCY riportato sulla ricevuta del bollettino 123. Come canale alternativo di pagamento, l impresa datore di lavoro può acquistare i voucher via internet (sito inps) e successivamente comunicare quanto al punto 2 tramite addebito su ccp BPIOL/BPOL/postepay/carta di credito/visa-mastercard. In questo caso, qualora si voglia utilizzare il portale dei pagamenti la soglia massima di versamento è di Il processo: acquisto del voucher 3. Poste Italiane invia ad telematicamente i bollettini versati e le informazioni contenute per permettere ad di avere una verifica del versamento da parte del datore di lavoro 4. Per consentire ad la quadratura contabile, PI invierà, almeno 30 gg. dopo la data di allibramento, il flusso di rendicontazione arricchita DATORE DI LAVORO A FINE LAVORI 5. Il datore di lavoro, via contact center ( ) o via internet (sito inps) comunica la fine dei lavori, i nominativi dei lavoratori che sono stati impiegati e la retribuzione spettante per ogni nominativo verifica sa la capienza del versamento è tale da coprire le esigenze di pagamento. Se così non fosse l Istituto blocca l erogazione degli accrediti ed invita il datore di lavoro a replicare le operazioni descritte in questa slide a partire dal punto 2.

9 Pagamento importo a copertura rapporto di lavoro Il datore di lavoro, dopo essersi registrato, dovrà anticipare l importo che ritiene necessario al pagamento della prestazione di cui ha necessità. Datore di lavoro Pagamento Pagamento presso presso ufficio ufficio postale postale (bollettino postale) (bollettino postale) Contact Contact Center Center (verifica dati con BPIOL) (verifica dati con BPIOL) Sede Sede (verifica del bollettino) (verifica del bollettino) Sistema Sistema di di gestione gestione Pagamento Pagamento on on line line (su (su

10 Pagamento importo a copertura rapporto di lavoro Il Datore di Lavoro fa una stima di quanta mano d opera gli occorre ed effettua il pagamento su un conto corrente postale. Il pagamento può essere effettuato sia presso un ufficio postale (compilando un bollettino in bianco) che tramite la porta dei pagamenti (pagamenti on line). Nel primo caso, il datore di lavoro dovrà comunicare ad l importo versato, per fare ciò avrà due modalità: Mediante Contact Center - Il datore di lavoro, con la ricevuta del bollettino ed il PIN a portata di mano, chiamerà il Contact Center. - L operatore identificherà il datore di lavoro richiedendo una porzione casuale del PIN. - Il datore comunicherà gli estremi del pagamento (importo e codice VCY) che l operatore potrà verificare tramite il sistema BPIOL. Presso una sede Il datore si recherà presso una sede portando con se l originale della ricevuta di pagamento. L operatore, dopo aver identificato il datore, procederà all acquisizione dei dati. Nel caso in cui il pagamento viene effettuato on line l acquisizione dei dati avviene in automatico.

11 Il processo: il pagamento dei lavoratori 1. L Inps ricevuta la comunicazione di cui al punto 5 precedente da parte del datore di lavoro, A) invia un flusso dispositivo con i lavoratori da pagare a Poste Italiane (a valere sul ccp nazionale) con cadenza giornaliera. A) Invia ai lavoratori una mail elettronica, SMS o cartacea a scelta del lavoratore stesso per avvisarlo dell avvenuta comunicazione di fine lavoro da parte del datore di lavoro 2. Poste Italiane accredita le carte attive dei lavoratori che hanno prestato effettivamente la prestazione con i rispettivi importi dovuti 2a. Nel caso in cui la carta sia inattiva l accredito verrà corrisposto a mezzo bonifico domiciliato in circolarità per l intero importo. PI invierà all utente una comunicazione per avvisare del Bon Dom (vedi slide successiva) 4. Poste Italiane rendiconta ad telematicamente gli avvenuti pagamenti con cadenza giornaliera. Il tracciato conterrà l informazione relativa alla modalità con cui è stato effettuato il pagamento (accredito o bonifico domiciliato)

12 Dichiarazione rapporto di lavoro Il datore di lavoro, dovrà dichiarare l apertura di ogni rapporto di lavoro, indicandone gli estremi temporali ai fini della copertura INAIL. Datore di lavoro Contact Contact Center Center Internet Internet (www.inps.it) (www.inps.it) Sede Sede Sistema Sistema di di gestione gestione Invio flusso dati verso INAIL INAIL INAIL per per apertura apertura posizione posizione assicurativa assicurativa

13 Dichiarazione rapporto di lavoro Il datore di lavoro, dovrà dichiarare l apertura di ogni rapporto di lavoro, indicandone gli estremi temporali ai fini della copertura INAIL. Tramite Contact Center Il datore effettua la dichiarazione mediante il Contact Center che lo identificherà richiedendo una porzione casuale del PIN. La procedura effettua una prima verifica di copertura economica. Tramite sito internet (www.inps.it) Il datore effettua la dichiarazione tramite Internet utilizzando il PIN per l autenticazione. La procedura effettua una prima verifica di copertura economica. Presso sede Il datore di lavoro si farà identificare mediante un documento di riconoscimento, l operatore di sede acquisirà i dati necessari e ad operazione ultimata rilascerà una ricevuta. La procedura effettuerà una verifica della copertura economica. Flusso dati verso INAIL In seguito alla dichiarazione del rapporto di lavoro, dovrà partire un flusso verso INAIL per la copertura assicurativa.

14 Consuntivazione prestazione di lavoro Il datore di lavoro dichiara, per ogni singolo lavoratore, l entità della prestazione di lavoro. Datore di lavoro Gestione Gestione separata separata Contact Contact Center Center Internet Internet (www.inps.it) (www.inps.it) Sede Sede Flusso verso gestione separata Sistema Sistema di di gestione gestione Stampa Ricevuta (internet/sede) Posta ordinaria SMS Datore di lavoro Lavoratore Disposizione dei pagamenti Rendicontazione dei pagamenti Poste Poste Italiane Italiane accredita accredita l importo l importo sulle sulle carte carte

15 Consuntivazione prestazione di lavoro Il datore di lavoro dichiara, per ogni singolo lavoratore, l entità della prestazione di lavoro. Tramite Contact Center Chiamando il Contact Center, dopo essere stato autenticato (l operatore richiederà una porzione casuale del PIN), dichiarerà i dati relativi ad ogni singolo rapporto di lavoro. L operazione sarà notificata: Al lavoratore tramite SMS e/o con i dati di sintesi (es. nome e cognome del datore ore dichiarate ed importo accreditato). Al datore mediante l invio di un rendiconto via o per posta ordinaria. La procedura effettua una verifica di copertura economica. Tramite sito internet (www.inps.it) Il datore di lavoro, connettendosi al sito dell Istituto e dopo essersi autenticato riporterà i dati relativi ad ogni singolo rapporto di lavoro. L operazione sarà notificata: Al lavoratore tramite SMS e/o con i dati di sintesi (es. nome e cognome del datore ore dichiarate ed importo accreditato). Al datore mediante la stampa di una ricevuta con il rendiconto. La procedura effettua una verifica di copertura economica. Presso sede L operatore, dopo aver identificato l utente, provvederà ad inserire i dati per conto del Datore di Lavoro. L operazione sarà notificata: Al lavoratore tramite SMS e/o con i dati di sintesi (es. nome e cognome del datore ore dichiarate ed importo accreditato). Al datore mediante l invio di un rendiconto via o per posta ordinaria. La procedura effettua una verifica di copertura economica. Flusso verso Poste Italiane dei mandati di pagamento In seguito alla dichiarazione del rapporto di lavoro, mediante una procedura batch, sarà inviato un rendiconto dei mandati di pagamento. Poste Italiane provvederà ad accreditare gli importi sulle carte dei lavoratori o, nel caso in cui il lavoratore non abbia attivato la carta, ad emettere un bonifico domiciliato. Flusso da Poste Italiane di rendicontazione dei pagamenti Poste italiane, man mano che provvederà ai pagamenti, invierà una rendicontazione ad. Flusso verso gestione separata Flusso verso gestione separata Dopo aver identificato i singoli rapporti di lavoro (datore, lavoratore, periodo, importo ecc.) sarà inviato, mediante procedura batch, un flusso verso la gestione separata. Il tracciato implementato, sarà analogo a quello degli EMENS.

16 Monitoraggio e comunicazione a SPI microdati datori lavoro e lavoratori Tramite flusso dati da a Sistema Informativo Lavoro (SIL) Alla fine del periodo di sperimentazione con una apposita procedura dal sistema di gestione saranno trasferiti al Sistema Informativo Lavoro Regionale (SIL) i micro dati relativi ai datori di lavoro e ai lavoratori coinvolti nella sperimentazione. Tali dati saranno disaggregati al fine di consentire le analisi sul mercato del lavoro veneto (datori di lavoro, lavoratori, numero voucher, periodi di lavoro)

17 Comunicazione di Bonifico Domiciliato NOME COGNOME VIA XXXXXXXXX, 1 CAP LOCALITA' PROV. OGGETTO: BONIFICO DOMICILIATO - CLIENTI VARI DA BPIOL LE COMUNICHIAMO CHE IN DATA GG/MM/AAAA E' STATO DISPOSTO IL SEGUENTE BONIFICO A SUO FAVORE: ORDINANTE : PRESTAZIONI OCCASIONALI IMPORTO : EURO ,00 CODICE RIFERIMENTO OPERAZIONE (CRO) : PASSWORD : AAAAAAAAAAAAAAAA POTRA' INCASSARE QUANTO DOVUTO A PARTIRE DAL GIORNO GG/MM/AAAA E COMUNQUE NON OLTRE IL GG/MM/AAAA, RECANDOSI PRESSO UN QUALSIASI UFFICIO POSTALE, MUNITO DI UN VALIDO DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO E FORNENDO IL CODICE FISCALE. DISTINTI SALUTI ROMA,LI GG/MM/AAAA POSTE ITALIANE

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l INPS (direttamente o per il tramite

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Istituto Nazionale Previdenza Sociale Aggiornato al 05 novembre 2012 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO Registrazione committente Il committente si registra presso l

Dettagli

I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento

I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento I BUONI LAVORO: modalità di utilizzo e funzionamento Giornata nazionale della Previdenza Ufficio Legislativo Milano, 4 maggio 2011 Buoni lavoro e modalità operative > i buoni lavoro > la procedura cartacea

Dettagli

Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps

Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps Voucher per lavoro accessorio nel settore agricolo: i chiarimenti dell Inps Il sistema dei buoni lavoro è pienamente operativo con riferimento non solo alle vendemmie, ma a tutte le attività agricole di

Dettagli

Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail

Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail Il lavoro occasionale di tipo accessorio nelle vendemmie: precisazioni Inps e Inail La sperimentazione del lavoro occasionale di tipo accessorio sarà effettuata, per l anno 2008, con riferimento a prestazioni

Dettagli

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi.

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. Istituto Nazionale Previdenza Sociale LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. 1. Registrazione committente

Dettagli

coop. servizi scuole materne - Brescia

coop. servizi scuole materne - Brescia EROGAZIONE CONTRIBUTI PER SERVIZI ALL'INFANZIA L Inps, con il messaggio n. 9524 del 10 dicembre 2014, rende noto che le strutture eroganti servizi per l infanzia appartenenti alla rete pubblica o privata

Dettagli

Direzione centrale Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio

Direzione centrale Entrate contributive. Direzione centrale Organizzazione. Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio Direzione centrale Entrate contributive Direzione centrale Organizzazione Coordinamento e supporto attività connesse al fenomeno migratorio Direzione centrale Sistemi informativi e Telecomunicazioni Direzione

Dettagli

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati

STUDIO DE ALEXANDRIS Commercialisti Revisori Contabili Avvocati Circolare Studio Prot. N 14/09 del 27/02/09 MD/lb Monza, lì 27.02.2009 A Tutti i C l i e n t i Loro Sedi Oggetto: Voucher INPS per lavoro occasionale accessorio nei settori commercio, turismo, servizi

Dettagli

IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO

IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO IL LAVORO OCCASIONALE O ACCESSORIO Il lavoro accessorio consiste nella prestazione di attività lavorative di natura occasionale, rese per lo svolgimento di determinate attività, che non diano complessivamente

Dettagli

Studio Corno Elaborato per Federazione Opere Educative. Manuale. Buoni Lavoro. Realizzato da: Studio Corno. www.cornoconsulting.it.

Studio Corno Elaborato per Federazione Opere Educative. Manuale. Buoni Lavoro. Realizzato da: Studio Corno. www.cornoconsulting.it. Manuale Buoni Lavoro Realizzato da: Studio Corno www.cornoconsulting.it Ottobre 2010 1 INDICE: Che cosa sono?...3 Perché dovrei utilizzarli?...3 Quali tipologie esistono?...4 Chi può essere il prestatore?...4

Dettagli

per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l infanzia o dei servizi privati accreditati.

per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l infanzia o dei servizi privati accreditati. Istruzioni per l erogazione dei contributi per l acquisto dei servizi per l infanzia di cui all art. 4, comma 24, lettera b) della legge 28 giugno 2012, n. 92 1. OGGETTO L articolo 4, comma 24, lettera

Dettagli

OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT)

OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT) Circolare 03/2015 Sava lì 25.06.2015 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi OGGETTO: NOVITA VOUCHER/LAVORO ACCESSORIO (JOBS ACT) Gentile Cliente, è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24 giugno

Dettagli

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi.

LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO. La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. LAVORO ACCESSORIO PROCEDURA CON VOUCHER TELEMATICO La procedura per l utilizzo telematico dei buoni lavoro si compone delle seguenti fasi. 1. Registrazione committente Il committente si registra presso

Dettagli

Comune di MISANO DI GERA D ADDA. Provincia di Bergamo Regione Lombardia

Comune di MISANO DI GERA D ADDA. Provincia di Bergamo Regione Lombardia VOUCHER PER ACQUISTO SERVIZI BABY-SITTING: contributo per il pagamento del servizio di baby sitting ovvero per il pagamento di strutture eroganti servizi per l infanzia La legge 92/2012 ha introdotto,

Dettagli

Roma, 16/12/2014 Circolare n. 169

Roma, 16/12/2014 Circolare n. 169 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Ufficio centrale per l'applicazione del sistema di

Dettagli

Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro

Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro Inps: Mamme lavoratrici, le istruzioni per ottenere il contributo di 600 euro Dopo il decreto arrivano le istruzioni. A chi spetta, a chi non spetta, le modalità di utilizzo, la domanda e tutto quello

Dettagli

CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015

CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015 CIRCOLARE INFORMATIVA N.4 /2015 Ai Sig.ri Clienti Loro Sedi Oggetto: Nuovi requisiti per il lavoro accessorio (Voucher) Decreto Lgs. 20 febbraio 2015 artt. 51-54 Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 27

Dettagli

Il lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi. Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n.

Il lavoro accessorio. a cura di Patrizia Clementi. Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n. Il lavoro accessorio a cura di Patrizia Clementi Supplemento a ex Lege 1/2009 Aggiornata con la Finanziara 2010 ( L. 23 dicembre 2009, n. 191) Fonti normative: L. 14 febbraio 2003, n. 30 (legge delega)

Dettagli

OGGETTO: Decreto legislativo 10.9.2003, n. 276, articoli 70 e 72 - Lavoro

OGGETTO: Decreto legislativo 10.9.2003, n. 276, articoli 70 e 72 - Lavoro Ufficio Legislativo Direzione centrale Entrate Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione centrale Bilanci e Servizi fiscali

Dettagli

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione

Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE. Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI. Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Portale dei Pagamenti MANUALE UTENTE Versione 3.0 del 01/04/2015 ELENCO VERSIONI Versione Descrizione e Impatto della modifica Da Emissione Versione 3 L acquisto online dei Voucher Virtuali è consentito

Dettagli

Il Coordinamento Donne Regionale FISTel-CISL Campania

Il Coordinamento Donne Regionale FISTel-CISL Campania . Carissime/i, in allegato le circolari dell'inps appena uscite in merito ai Voucher Baby Sitting. Si tratta della possibilità per la madre lavoratrice di richiedere, al termine del congedo di maternità

Dettagli

BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti

BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti BUONI LAVORO: un vademecum per i professionisti Rivisitata da molteplici interventi normativi ed assoggettata ad altrettanti chiarimenti ministeriali, nonché di carattere previdenziale, sembra che ad oggi

Dettagli

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio

Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Buoni lavoro per lavoro occasionale accessorio Cosa sono I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro svolte

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet

Lavoro Occasionale Accessorio. Manuale Utente Internet Lavoro Occasionale Accessorio Internet 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo del documento... 3 1.2 Normativa... 3 1.3 Attori del Processo... 4 1.4 Accesso Internet... 5 1.4.1 Accesso Internet da Informazioni...

Dettagli

BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM

BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM BUONI LAVORO PER LAVORO OCCASIONALE ACCESSORIO VADEMECUM COSA SONO I buoni lavoro (o voucher) rappresentano un sistema di pagamento del lavoro occasionale accessorio, cioè di quelle prestazioni di lavoro

Dettagli

Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio. Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA)

Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio. Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA) Un occasione in più per l occupazione: Il lavoro accessorio Promozione e Utilizzo dei Voucher per il Lavoro Accessorio (LOA) Lavoro Accessorio COSA E è un attività lavorativa di natura puramente occasionale

Dettagli

La presente circolare innova ed integra quanto disposto con la circolare Inps n. 169 del 16 dicembre 2014.

La presente circolare innova ed integra quanto disposto con la circolare Inps n. 169 del 16 dicembre 2014. Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Roma, 06/05/2016 Circolare n. 75 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Circolare N.61 del 9 Aprile 2013

Circolare N.61 del 9 Aprile 2013 Circolare N.61 del 9 Aprile 2013 Rientro al lavoro delle madri lavoratrici. I chiarimenti dell INPS sull erogazione del voucher Gentile cliente con la presente intendiamo informarla è stato pubblicato

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA SI CONVIENE QUANTO SEGUE

PROTOCOLLO D INTESA SI CONVIENE QUANTO SEGUE PROTOCOLLO D INTESA Tra POSTE ITALIANE S.p.A., con sede in Roma, Viale Europa 190, codice Fiscale 97103880585, in seguito più brevemente denominata "Poste", legalmente rappresentata dal Direttore Commerciale

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 12/08/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 12/08/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 12/08/2015 Circolare n. 149 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015

Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Circolare N. 15 del 29 Gennaio 2015 Assegni familiari - per i dipendenti di aziende cessate o fallite richiesta solo telematica dal 01.01.2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Inoltre sono stati previsti nuovi canali di distribuzione dei voucher: presso il circuito delle Banche Popolari e presso gli uffici postali.

Inoltre sono stati previsti nuovi canali di distribuzione dei voucher: presso il circuito delle Banche Popolari e presso gli uffici postali. Messaggio INPS N. 003846/12 Oggetto: Lavoro occasionale accessorio: 1. Piano di efficientamento servizio di Poste Italiane pagamento voucher distribuiti dalle sedi 2. Distribuzione voucher presso gli uffici

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 22/11/2011 Circolare n. 149 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

Modalità operative per l acquisto dei voucher

Modalità operative per l acquisto dei voucher ALLEGATO N. 3 PROGETTO RECIPROCA SOLIDARIETA E LAVORO ACCESSORIO ANNO 2014 VADEMECUM Modalità operative per l acquisto dei voucher Il contributo del Comune, attraverso il finanziamento di Compagnia di

Dettagli

Finalità: Far valere a fini previdenziali piccole attività lavorative che altrimenti andrebbero disperse.

Finalità: Far valere a fini previdenziali piccole attività lavorative che altrimenti andrebbero disperse. Si tratta di prestazioni di lavoro di natura meramente occasionale, e accessoria', non riconducibili a contratti di lavoro in quanto svolte in modo saltuario e discontinuo. Si offrono, così occasioni di

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE «EUGENIO MONTALE» con sezione di Linguistico

LICEO CLASSICO STATALE «EUGENIO MONTALE» con sezione di Linguistico LICEO CLASSICO STATALE «EUGENIO MONTALE» con sezione di Linguistico 30027 SAN DONÀ DI PIAVE (Venezia) Viale Libertà, 28 Tel. 0421/52166 Fax 0421/55141 Cod. fis. 84003580275 Succursale Via Perugia Tel/Fax

Dettagli

D.I.D. ON-LINE. Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro

D.I.D. ON-LINE. Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro D.I.D. ON-LINE Guida ai servizi on-line dell Agenzia del Lavoro ATTENZIONE Per accedere al servizio devi avere attivato la carta provinciale dei servizi (tessera sanitaria), quindi devi essere in possesso

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Roma, 30/10/2014 Circolare n. 136 Ai Dirigenti centrali e periferici

Dettagli

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI

NORMATIVA e APPROFONDIMENTI NORMATIVA e APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO Settembre 2009 - LAVORO ACCESSORIO E BUONI LAVORO - Il presente approfondimento ha lo scopo analizzare la normativa di

Dettagli

VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE

VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE VOUCHER ATTIVITA OCCASIONALE Riferimenti normativi Dlgs n 276 /2003 artt 70-73 Legge 33/2009 VALORE NOMINALE DEI BUONI 10 EURO per buono singolo Bonus multiplo da 50 euro (pari a 5 buoni) Importo stabilito

Dettagli

Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1. Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio

Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1. Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 1 Buono Lavoro sempre più vantaggi per il lavoro occasionale accessorio Vademecum_VERS_def_Layout 1 17/10/12 16:53 Pagina 2 COSA SONO I Buoni Lavoro (o

Dettagli

MANUALE UTENTE. versione 1.0. INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

MANUALE UTENTE. versione 1.0. INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni MANUALE UTENTE versione 1.0 INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni PAGAMENTI ONLINE VIA INTERNET RISCATTI E RICONGIUNZIONI Versione 1.0 del 04/09/2007 Sommario 1. Premessa...3

Dettagli

Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma

Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma Il servizio integrato notifiche per il Comune di Roma Annamaria GRAZIANO Direttore II Dipartimento Entrate Comune di Roma Il SIN Il Il Servizio Integrato Notifiche, consente la la gestione e il il controllo

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio PEA

Lavoro Occasionale Accessorio PEA Lavoro Occasionale Accessorio PEA Internet 1. PEA 3 1.1 Punto Emissione Autorizzato (PEA) 3 1.1.1 PEA - Servizi per il Committente 6 1.1.2 PEA - Dichiarazione prestazioni 7 1.1.3 PEA Modifica - Cancellazione

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. per la partecipazione a. Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento CERTIFICATI E CONVENZIONATI DA INPS

BANDO DI CONCORSO. per la partecipazione a. Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento CERTIFICATI E CONVENZIONATI DA INPS BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani di: - dipendenti e pensionati iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245

Dettagli

Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue

Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue INPS Istituto Nazionale Previdenza Sociale Manuale d uso per l utilizzo delle funzionalità di Acquisizione On-Line Domande di Rimborso Retribuzione per Donazione Sangue (19 Settembre 2011) (Donazione_sangue_Manuale_Utente(Vers_1_0).doc)

Dettagli

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012

Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Data news: 18/12/2012 Titolo: Indennità di disoccupazione mini ASpI 2012 Dal 1 gennaio 2013, l indennità di disoccupazione ordinaria con requisiti ridotti non sarà più erogata. Per coloro che nel 2012

Dettagli

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti

Il lavoratore Mario Rossi ha percepito nel corso dell anno 2.020 1 netti di voucher dalla Alfa S.r.l., 2.020 1 netti Prospetto riepilogativo sull utilizzo dei voucher Valore Minimo di ogni Voucher 10,00 Valore Incassato dal lavoratore 7,50 Somma totale erogabile in un anno solare (quindi dal 01/01 al 31/12) ad ogni lavoratore

Dettagli

Misure per la genitorialità. Voucher e Contributi servizi per l infanzia.

Misure per la genitorialità. Voucher e Contributi servizi per l infanzia. Misure per la genitorialità. Voucher e Contributi servizi per l infanzia. Nel ribadire il nostro sostegno rispetto a tutte le misure adottate in favore della maternità e paternità, auspichiamo tuttavia

Dettagli

LA GESTIONE DEI TRIBUTI A PORTATA DI CLICK

LA GESTIONE DEI TRIBUTI A PORTATA DI CLICK LA GESTIONE DEI TRIBUTI A PORTATA DI CLICK CASSETTO TRIBUTARIO LA RIVOLUzIONE PER LA GESTIONE DEI TRIBUTI è il nuovo strumento per gestire on line le richieste di pagamento dell Ente, bollette, ingiunzioni,

Dettagli

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE

SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA SERVIZI DEDICATI ALLA P.A. LOCALE APRILE 2012 MERCATO PRIVATI - COMMERCIALE IMPRESA I servizi di Poste Italiane per la gestione diretta degli incassi dei tributi locali

Dettagli

SINTESI BANDO X LE FAMIGLIE VALORE VACANZA 2014

SINTESI BANDO X LE FAMIGLIE VALORE VACANZA 2014 SINTESI BANDO X LE FAMIGLIE VALORE VACANZA 2014 N. 2 BENEFICI A CONCORSO: VALORE VACANZA IN ITALIA Italia junior Per giovani nati tra il 1 gennaio 2003 e il 31 dicembre 2007 Durata dei soggiorni, a scelta,

Dettagli

Sistema GEFO. Guida all utilizzo. Registrazione e profilazione

Sistema GEFO. Guida all utilizzo. Registrazione e profilazione Sistema GEFO Guida all utilizzo Registrazione e profilazione INDICE 1 PREMESSA...3 2 LA REGISTRAZIONE...5 2.1 RECUPERA PASSWORD...8 2.2 ACCESSO CON CRS...9 2.3 IL MENÙ PREFERENZE: MODIFICA DEL NOME UTENTE

Dettagli

/DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR

/DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR /DYRURRFFDVLRQDOHGLWLSRDFFHVVRULR Il lavoro occasionale di tipo accessorio è una particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge Biagi. La sua finalità è regolamentare quei rapporti

Dettagli

Circolare N.27 del 23 febbraio 2012. Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro

Circolare N.27 del 23 febbraio 2012. Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Circolare N.27 del 23 febbraio 2012 Certificati di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Certificazioni di malattia: nuovi servizi per il datore di lavoro Gentile cliente con la presente intendiamo

Dettagli

Assegno di Natalità (bonus bebè) Legge di stabilità 2015 - Legge 23.12.2014 n.190, articolo 1 commi 125-129 e DPCM 27 febbraio 2015

Assegno di Natalità (bonus bebè) Legge di stabilità 2015 - Legge 23.12.2014 n.190, articolo 1 commi 125-129 e DPCM 27 febbraio 2015 Assegno di Natalità (bonus bebè) Legge di stabilità 2015 - Legge 23.12.2014 n.190, articolo 1 commi 125-129 e DPCM 27 febbraio 2015 1 Fonti normative Legge 23 dicembre 2014, n.190 articolo 1 commi 125-129

Dettagli

Lavoro Occasionale Accessorio PEA. Manuale Utente Internet Versione 1.1

Lavoro Occasionale Accessorio PEA. Manuale Utente Internet Versione 1.1 Lavoro Occasionale Accessorio PEA Internet 1. PEA 3 1.1 Punto Emissione Autorizzato (PEA) 3 1.1.1 PEA - Servizi per il Committente 6 1.1.2 PEA - Dichiarazione prestazioni 7 1.1.3 PEA Modifica - Cancellazione

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2011 Progetto Istanze On Line 21 febbraio 2011 IINDIICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 PROGETTO ISTANZE ON LINE - ASPETTI GENERALI... 4 2.1 COS È E A CHI

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO. le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro

LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO. le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro LAVORO OCCASIONALE? SI, MA SERENO E SICURO le opportunita' dei buoni lavoro per lavoratori e datori di lavoro Avevo diversi lavori straordinari da fare in azienda; e in casa alcuni lavoretti che non ci

Dettagli

Servizi per la gestione delle quote associative

Servizi per la gestione delle quote associative Servizi per la gestione delle quote associative Una storia di costante crescita e sviluppo Italriscossioni nasce nel 2000 all interno della Gestione Riscossione Tributi della Banca Monte Paschi di Siena.

Dettagli

Circolare N.159 del 25 novembre 2011. Datori di lavoro domestico. Alle lettere INPS per i periodi di mancata contribuzione è obbligo di risposta

Circolare N.159 del 25 novembre 2011. Datori di lavoro domestico. Alle lettere INPS per i periodi di mancata contribuzione è obbligo di risposta Circolare N.159 del 25 novembre 2011 Datori di lavoro domestico. Alle lettere INPS per i periodi di mancata contribuzione è obbligo di risposta Datori di lavoro domestico: alle lettere INPS per i periodi

Dettagli

Equitalia spa Equitalia è una società per azioni, a totale capitale pubblico (51% Agenzia delle entrate, 49% Inps), incaricata dell attività di riscossione nazionale dei tributi. Il suo fine è di contribuire

Dettagli

MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA INPS: ESCLUSIVITA DEL CANALE TELEMATICO

MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA INPS: ESCLUSIVITA DEL CANALE TELEMATICO Allegato: A MODALITA DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA GESTIONE SEPARATA INPS: ESCLUSIVITA DEL CANALE TELEMATICO L INPS recependo le disposizioni del D.L. n.78/2010 convertito in Legge

Dettagli

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it

Le caselle pec avranno la forma nomeutente@pec.vostrodominio.it, oppure nomeutente@pec.it Sintesi Convenzione Aruba Grazie all'accordo stretto da Confcommercio-Imprese per l Italia con Aruba Pec, gestore di posta elettronica certificata accreditato presso il CNIPA in data 12/10/2006, gli Associati

Dettagli

VADEMECUM BUONI AVORO. per il lavoro occasionale accessorio

VADEMECUM BUONI AVORO. per il lavoro occasionale accessorio VADEMECUM BUONI AVORO per il lavoro occasionale accessorio COSA SONO I Buoni Lavoro (o voucher) sono un sistema diretto per il pagamento di servizi di breve durata destinati alle aziende e ai privati.

Dettagli

BUONI AVORO VADEMECUM. per il lavoro occasionale accessorio

BUONI AVORO VADEMECUM. per il lavoro occasionale accessorio vademecum orizzontale_layout 1 08/03/12 15:32 Pagina 1 VADEMECUM Prodotto a cura di Italia Lavoro in collaborazione con Inps nell ambito del progetto Diffusione del Buono Lavoro per il lavoro occasionale

Dettagli

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line

Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011. Il riscatto della laurea ora è on line Circolare N. 84 del 06 Giugno 2011 Il riscatto della laurea ora è on line Il riscatto della laurea ora è on line Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, così come disposto dall INPS

Dettagli

Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali

Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali CIRCOLARE A.F. N. 48 del 03 Aprile 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Voucher per lavoro occasionale disponibili presso tutti gli uffici postali Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che

Dettagli

Circolare N.98 del 13 Giugno 2013

Circolare N.98 del 13 Giugno 2013 Circolare N.98 del 13 Giugno 2013 Asili nido. Scade il 20 giugno 2013 l'accreditamento per ricevere l importo del bonus bebè spettante alle lavoratrici madri Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

INTERVENTI MONETARI DI SOSTEGNO AL REDDITO 2009/bis

INTERVENTI MONETARI DI SOSTEGNO AL REDDITO 2009/bis SSSSSSSSSSSSSSSSSSS SSSS INTERVENTI MONETARI Destinatari: lavoratori in C.I.G. ordinaria o straordinaria o in deroga, che nel periodo dall 01/01/2009 al 31/12/2009 abbiano maturato almeno 1.032 ore o 129

Dettagli

Cosa e la firma digitale

Cosa e la firma digitale Caro Collega, ti informiamo che a partire dal 23 marzo 2011 abbiamo aderito alla convenzione del Consiglio Nazionale degli Architetti PPC attivando la convenzione con ArubaPec per l acquisto del KIT di

Dettagli

I Buoni Lavoro. Centro Studi AssoAPI Salerno

I Buoni Lavoro. Centro Studi AssoAPI Salerno I Buoni Lavoro Un vademecum per comprendere quali committenti e tipologie di lavoratori possono utilizzare il sistema dei voucher e la metodologia di utilizzo Centro Studi AssoAPI Salerno 9/8/2013 INDICE

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013

Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici. Roma, 28/10/2013 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 28/10/2013 Circolare n. 154 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie

Dettagli

Circolare N. 169 del 19 Dicembre 2014

Circolare N. 169 del 19 Dicembre 2014 Circolare N. 169 del 19 Dicembre 2014 Servizi per l infanzia - aperte le iscrizioni per il biennio 2014-2015 e precisate le modalità per accedere al bonus Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Premessa. Ufficio Legislativo. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici

Premessa. Ufficio Legislativo. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Ufficio Legislativo Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 11-02-2011 Messaggio n. 3598 OGGETTO: Lavoro occasionale accessorio. Gestione segnalazioni e chiarimenti operativi. Premessa

Dettagli

Le prestazioni occasionali di tipo accessorio

Le prestazioni occasionali di tipo accessorio Le prestazioni occasionali di tipo accessorio Aggiornato a luglio 2012 1 CHE COS È IL LAVORO ACCESSORIO? La riforma del mercato del lavoro (Legge 92/2012) è intervenuta modificando anche questa tipologia

Dettagli

CPI ON LINE MANUALE OPERATIVO

CPI ON LINE MANUALE OPERATIVO CPI ON LINE MANUALE OPERATIVO INDICE Introduzione pag. 3 Autenticazione pag. 4 Presentazione pag. 5 Anagrafica Consultazione pag. 6 Anagrafica Modifica pag. 7 Studi Gestione pag. 8 Conoscenze informatiche

Dettagli

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna

Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna Spettabile POSTE ITALIANE S.P.A. Mercato Privati Commerciale Imprese Area Centro Nord Via Zanardi n. 28 40131 Bologna OGGETTO: Servizio Bene Comune Pacchetto Integrato - offerto da Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI

TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI TRACCIATO RECORD RENDICONTAZIONE BOLLETTINI INCASSATI LA RENDICONTAZIONE ELETTRONICA Poste Italiane prevede la possibilità, per i clienti che ne facciano

Dettagli

IL LAVORO ACCESSORIO

IL LAVORO ACCESSORIO IL LAVORO ACCESSORIO (Artt. 70-73 del D.Lg. n. 276/03 - L. 133/2008- L. 33/2009-L. 191/2009- D.L. 225 del 29/12/2010 convertito in legge n. 10/2011- L. 92/2012 c.d. Riforma Fornero - circ. Ministero del

Dettagli

Istruzioni Richiesta EcoCert

Istruzioni Richiesta EcoCert Istruzioni Richiesta EcoCert Con l accordo del 29/05/2015 è stato concordato con le OO.SS che tutti i colleghi del gruppo UniCredit nati tra il 1 gennaio 1960 e il 31 dicembre 1965 forniscano all Azienda

Dettagli

Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO

Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale LAVORO ACCESSORIO LAVORO ACCESSORIO Particolare modalità di prestazione lavorativa prevista dalla Legge delega 14 febbraio 2003,

Dettagli

Manuale "Conto Corrente e servizi"

Manuale Conto Corrente e servizi Manuale "Conto Corrente e servizi" Indice Conti Correnti Saldo.3-7 Movimenti..8-13 Assegni.14-17 Bonifico nostra Banca..18-24 Bonifico altra Banca.25-31 Bonifico Postale 32-38 Bonifico periodico 39-46

Dettagli

Circolare n. 81. Quadro normativo. Premessa

Circolare n. 81. Quadro normativo. Premessa Direzione generale Direzione centrale organizzazione digitale Direzione centrale prestazioni economiche Direzione centrale prevenzione Direzione centrale rischi Circolare n. 81 Roma, 30 novembre 2015 Al

Dettagli

Manuale Utente. CIGS - Mobilità

Manuale Utente. CIGS - Mobilità Manuale Utente CIGS - Mobilità Indice Indice... 2 1 Glossario... 3 2 Introduzione... 4 3 Accesso al sistema... 5 4 Azienda / Soggetto Abilitato... 8 4.1.1 Azienda... 8 4.1.2 Lavoratore... 13 4.1.3 Domanda

Dettagli

Roma, 11/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 49

Roma, 11/03/2011. e, per conoscenza, Circolare n. 49 Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale Bilanci e Servizi Fiscali Roma, 11/03/2011 Circolare n. 49 Ai Dirigenti

Dettagli

Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Credito e Welfare SOGGIORNI SENIOR

Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Credito e Welfare SOGGIORNI SENIOR Istituto Nazionale di Previdenza dei Dipendenti dell Amministrazione Pubblica Direzione Centrale Credito e Welfare SOGGIORNI SENIOR PER LA VALORIZZAZIONE E LA CONSERVAZIONE DELL AUTOSUFFICIENZA BANDO DI

Dettagli

INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni INPS: Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni PAGAMENTI ONLINE VIA INTERNET BOLLETTINI LAVORATORI DOMESTICI Sommario 1. Premessa...3 2. Accesso alla applicazione...4 3. Pagamento online

Dettagli

RiscoComuni. Postetributi

RiscoComuni. Postetributi RiscoComuni Postetributi RiscoComuni Il servizio 2 Poste Tributi,ha predisposto un servizio chiavi in mano,denominato RiscoComuni, dedicato agli Enti Locali per coadiuvarli nelle attività di riscossione

Dettagli