C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI NONANTOLA. Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale N.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "C O M U N E D I N O N A N T O L A PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI NONANTOLA. Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale N."

Transcript

1 ESTRATTO COMUNE DI NONANTOLA Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale N. 141 del 5/08/2011 OGGETTO: PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO APPROVAZIONE. L anno duemilaundici addì cinque del mese di agosto alle ore 20 e minuti 30 nella sala delle adunanze, regolarmente convocata, si è riunita la Giunta Comunale nelle persone dei sigg.ri: Cognome e Nome Carica Pr. As. BORSARI PIER PAOLO PRESIDENTE X ANNOVI ROBERTO ASSESSORE X CORRADI MARCELLO ASSESSORE X GRENZI STEFANIA ASSESSORE X MASETTI ALESSANDRO ASSESSORE X PATE FABIO ASSESSORE X BONACINA ORNELLA ASSESSORE ESTERNO X Totale 6 1 Assiste il Segretario Comunale Signor DOTT.SSA ALESSANDRA RIVI Essendo legale il numero degli intervenuti, il signor BORSARI PIER PAOLO nella sua qualità di PRESIDENTE assume la presidenza e dichiara aperta la seduta per la trattazione dell oggetto sopra indicato.

2 Deliberazione Giunta comunale n.141 del 05/08/2011 OGGETTO: Piano esecutivo di gestione anno 2011 Approvazione. LA GIUNTA COMUNALE - Richiamata la deliberazione consiliare n. 52 del 24/03/2011, regolarmente esecutiva, con la quale è stato approvato il bilancio di previsione per l esercizio 2011; - Vista la deliberazione di C.C. n.71 del 28/04/2011 Esame ed approvazione del rendiconto della gestione Art.227 del D.Lgs. 267/2000 (TUEL) regolarmente esecutiva; - Richiamato l art. 169, del D. Lgs. 18/8/200 n. 267 che prevede per gli enti con popolazione superiore ai abitanti di definire, sulla base del bilancio di previsione annuale deliberato dal Consiglio, il Piano Esecutivo di Gestione, determinando gli obiettivi di gestione, affidando gli stessi, unitamente alla dotazione necessaria, ai responsabili dei servizi; - Preso atto che l art. 14 del Regolamento Comunale di Contabilità, così come approvato con deliberazione consiliare n. 32 del 23/4/1997, individua il Piano Esecutivo di Gestione quale strumento operativo per favorire una gestione consapevole delle risorse umane, finanziarie e strumentali; - Visto lo schema del PEG contabile elaborato compiutamente dal Direttore d area economico-finanziaria dott. Carlo Bellini sulla base dei contributi pervenuti dai singoli direttori d area e la relativa proposta presentata a norma di legge che contiene: una suddivisione delle risorse delle entrate in centri di entrata e una ulteriore graduazione in capitoli, una ulteriore graduazione dei servizi in centri di spesa e degli interventi in capitoli, suddivisi in articoli nei casi in cui si é reso necessario individuare diverse voci economiche di spesa sul mandato di pagamento (personale, rateo mutui ecc.); l individuazione del servizio abilitato ad assumere atti di impegno sullo stanziamento di spesa ed ad accertare l entrata, per le risorse dallo stesso gestite; - Considerato che il Regolamento per l ordinamento degli uffici e dei servizi, approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 173 del e s.m.i., attribuisce la responsabilità della gestione amministrativa, mediante autonomi poteri di spesa, di organizzazione delle risorse umane, strumentali e di controllo, ai Direttori d area funzionale, siano essi funzionari dipendenti di ruolo o siano incaricati con contratto a tempo determinato; - Ricordato l accordo relativo al conferimento degli incarichi di Direzione delle Aree organizzative, ai sensi dell art. 10 del CCNEL del ; - Preso atto che a datare dall anno 2005 si è attivato un percorso di riorganizzazione delle Aree e dei servizi che ha profondamente mutato l assetto organizzativo del Comune, con

3 l istituzione dei Servizi unici, con l articolazione di settori autonomi e con il conferimento di incarichi ex art. 110 del Tuel; - Visto il decreto sindacale: - prot. n del con il quale é stato affidato l incarico di direzione al dott. Stefano Sola per l area amministrativa - affari generali Nonantola; - prot. n del con il quale è stato affidato l'incarico di direzione al dott. Carlo Bellini per l'area economico finanziaria; - prot. n del con il quale è stato affidato l'incarico di direzione alla dott.ssa Sandra Pivetti per l'area servizi alla Persona; - prot. n del con il quale è stato affidato l incarico di responsabile della struttura di Polizia Municipale al sig. Alessandro Piccinini; - prot. n. 349 del con il quale è stato affidato l incarico di direzione all Ing. Carlo Mario Piacquadio per l Area Tecnica; - Evidenziato che i Direttori d area e i titolari di P.O. sono responsabili del risultato per tutti i centri di entrata e spesa in cui sono stati suddivisi i servizi di cui sono stati nominati responsabili; - Ritenuto di affidare alla Giunta la competenza sui capitoli di bilancio in conto capitale e quelli raccolti sotto il centro di responsabilità 1.Giunta comunale ai sensi dell art. 169 del D.Lgs. 267/2000; - Rilevato che con la definizione del P.E.G. vengono determinati in base al bilancio annuale ed alla relazione previsionale e programmatica allo stesso allegata, gli obiettivi da conseguire per attuare i programmi della gestione la cui realizzazione viene affidata, con le specifiche indicazioni inserite nel Piano, ai Direttori d area individuati con i provvedimenti sopra richiamati; - Evidenziato: che le attività affidate ai responsabili dei servizi sono di due tipi: operative e di supporto ; che sono da considerarsi operative le attività affidate al responsabile del servizio che sia contemporaneamente responsabile dei centri di entrata e spesa e del procedimento di entrata e spesa; che sono da considerarsi di supporto le attività affidate al responsabile del servizio nell ambito di centri di entrata e spesa di cui è responsabile del risultato un altro responsabile del servizio; - Visto il D. Lgs. n. 267 del 18/8/2000; - Visto lo Statuto dell ente; - Visti i regolamenti comunali di contabilità, per la disciplina dei contratti e per l ordinamento degli uffici e dei servizi;

4 - Ritenuto, dopo l ampia ed approfondita discussione, il Piano Esecutivo di Gestione in esame conforme alla vigente normativa contabile e finanziaria dettata dal D. Lgs. 18/8/200 n. 267; - Ritenuto nel contempo che lo stesso PEG risulti particolarmente idoneo a permettere a questo Comune di adeguarsi compiutamente ad un modello di attività gestionale aderente agli indirizzi generali propri del programma di governo nonché a quelli fissati dal Consiglio Comunale e contenuti nei vigenti strumenti programmatici e finanziari (relazione previsionale e programmatica, bilancio pluriennale e bilancio di previsione annuale) in modo da improntare la propria attività di utilizzo delle risorse disponibili in aderenza ad un piano previsto di obiettivi così come espressamente previsto dal comma 2 dell art. 197 del D. Lgs. 18/8/200 n. 267; - Visti i pareri favorevoli del responsabile del servizio per la regolarità tecnica e del responsabile della ragioneria per la regolarità contabile, dott. Carlo Bellini, rilasciati ai sensi dell art. 49 del Decreto Legislativo 18 Agosto 2000, n. 267 ed agli atti del Comune; - Sentito il Segretario generale, dott.ssa Alessandra Rivi, la quale ritiene che la proposta della presente deliberazione sia conforme alle vigenti norme di Legge, di Statuto e di Regolamento; A) Con voto unanime espresso in forma palese; DELIBERA 1) Di approvare, per le motivazioni espresse in parte narrativa che qui si intendono integralmente richiamate, il Piano Esecutivo di Gestione per l esercizio 2011, opportunamente predisposto dal Direttore d area economico-finanziario, che risulta definito conformemente alle previsioni del bilancio annuale e che diviene parte integrante e sostanziale del presente atto sotto l'allegato n.1; 2) Di approvare altresì il piano degli obiettivi predisposto, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, a norma della lettera a) comma 2 dell art. 197 del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267, dagli uffici competenti e distinto analiticamente per le seguenti aree: a) amministrativa affari generali; b) economico-finanziaria c) servizi alla persona; d) tecnica 3) Di dare atto dell individuazione, quali responsabili dei servizi ai sensi dell art. 169 del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267 e dell art. 14 del Regolamento comunale di contabilità, dei seguenti Direttori d area: Sola dott. Stefano per l area amministrativa affari generali (che vede affidati i seguenti centri di responsabilità amministrativi e contabili di cui all allegato 1) Segreteria;

5 Personale; Anagrafe-URP; Polizia municipale (supervisione); Provveditorato-contrattiinformatica); Bellini dott. Carlo per l area economica finanziaria (che vede affidati i seguenti centri di responsabilità amministrativi e contabili di cui all allegato 1): Gestione Bilanci; Tributi); Pivetti dott.ssa Sandra per l area servizi alla persona (che vede affidati i seguenti centri di responsabilità amministrativi e contabili di cui all allegato 1): Cultura-Sport; Scuola; Politiche sociali-casa-sanità; Archivi-Beni Monumentali-Turismo); Piacquadio ing. Carlo Mario per l area tecnica (che vede affidati i seguenti centri di responsabilità amministrativi e contabili di cui all allegato Urbanistica; SUAP; Ambiente; LLPP, Amministrativo Garuti dott.ssa Annalisa, Responsabile pro-tempore per il SUAP, Servizio sovra comunale sulla base del Decreto sindacale di assegnazione temporanea delle funzioni di Responsabile del SUAP, Prot. N del ai quali vengono affidati con il presente atto, unitamente alle dotazioni necessarie, gli obiettivi programmati; 4) Di dare atto dell individuazione: del Sig. Alessandro Piccinini quale responsabile P.O. della Struttura di polizia municipale; 5) Di approvare gli indicatori contenuti nell allegato 1 per il raggiungimento dei risultati di Area e di dare indicazioni operative ai Direttori d'area e di far pervenire trimestralmente al Direttore d'area economico-finanziaria lo schema aggiornato per competenza di cruscotto direzionale di cui all'allegato 1); 6) Di riservare alla Giunta la competenza sui capitoli di bilancio in conto capitale e quelli raccolti sotto il centro di responsabilità Giunta comunale ai sensi dell art. 169 del D.Lgs. 267/2000; 7) Di affidare ai Direttori d area ed ai Responsabili di Servizi sovracomunali suddivisi per centro di responsabilità, così individuati, le dotazioni per ciascuno di essi previste dal piano, unitamente al potere di assumere gli atti di gestione, secondo quanto stabilito dagli artt. 177 e 183 del D. Lgs. 18/8/200 n. 267, comprese le somme già impegnate, per le quali è affidata al Responsabile del Servizio l attività di esecuzione della spesa e gli atti conseguenti, nonché la possibilità di modificare gli impegni già assunti, ove necessario per raggiungere gli obiettivi agli stessi affidati con il PEG; 8) Di approvare altresì contestualmente le seguenti regole di gestione elaborate in collaborazione con il Consiglio di Direzione, previa intesa con quest Organo esecutivo: i criteri generali di indirizzo dell azione amministrativa; le linee guida per la gestione; gli indirizzi operativi; le procedure per l utilizzo delle somme in conto capitale;

6 le procedure per la conclusione di contratti e negoziazioni che interessano le spese correnti; l atto di negoziazione degli obiettivi di gestione da raggiungere per l esercizio finanziario 2011 che allegati alla presente deliberazione ne formano parte integrante e sostanziale; 9) Di precisare che le summenzionate regole di gestione rappresentano per ciascun direttore di area la fonte cui deve ispirare la propria azione quotidiana nel raggiungimento degli obiettivi assegnati in base alle risorse disponibili; 10) Di stabilire che l attività annuale di gestione dei direttori d area verrà valutata, dall apposito Nucleo di Valutazione, principalmente in rapporto alle risorse affidate per effetto del Piano Esecutivo di Gestione testé approvato, nonché in relazione al raggiungimento degli obiettivi loro assegnati ai sensi degli artt. 196, 197 e 198 del D. Lgs. 18/8/200 n. 267; 11) Di precisare ancora che la Giunta si riserva entro il 15 ottobre di definire le ulteriori scelte di amministrazione e il contemporaneo affidamento di eventuali nuovi obiettivi e risorse ai responsabili d area con propri atti costituenti variazioni al PEG sopra approvato; B) Con voto unanime espresso in forma palese; DELIBERA Di dichiarare la presente deliberazione immediatamente eseguibile, ai sensi dell'art. 134, comma IV del D. Lgs. 18/'08/2000 n. 267, data l urgenza derivante dalla necessità di garantire la pronta attivazione dei conseguenti procedimenti gestionali. - Ufficio che segue il procedimento: Gestione bilanci - Il Funzionario istruttore: dott. Carlo Bellini - Il Direttore dell area economico finanziaria: dott. Carlo Bellini

7 ALLEGATO ALLA DELIBERA G.C. N. 141 DEL Comune di Nonantola Provincia di Modena Piano Esecutivo di Gestione 2011

8 Introduzione Il presente documento, elaborato su direttiva dell organo di governo dell Ente, contiene i criteri generali di indirizzo dell azione amministrativa, le linee guida e gli indirizzi operativi per la gestione ricavati dalla Legge in generale, dal Bilancio di previsione e dal Piano Esecutivo di Gestione 2011 in particolare. L elaborazione è stata compiuta nell interesse dell Amministrazione con la collaborazione del Responsabile dell area interessata. La formulazione dei criteri generali, delle linee guida e degli indirizzi operativi è stata costruita d intesa tra l Organo di governo e la conferenza di direzione. L obiettivo di fondo è stato quello di attivare l entrata in vigore del Piano Esecutivo di Gestione in modo graduale al fine di favorire, nel rispetto delle vigenti leggi di riforma e delle nuove metodologie, l adattamento morbido della struttura. Gli obiettivi specifici sono stati invece individuati, in stretta collaborazione con i Direttori d area, dal Segretario Generale Dott.ssa Alessandra Rivi. Questi stessi obiettivi sono stati poi regolarmente negoziati ed approvati dall Amministrazione comunale con atto di Giunta Comunale n. 141/ 2011.

9 Obiettivi interarea

10 AREA 00 TUTTE RESPON- SABILE 00 Tutti i Direttori d Area e il Responsabile SUAP OBIETTIVO STRATEGICO 15 Sviluppo del protocollo informatico INTERSET- TORIALE SI Tutte le aree Inizio 2011 Fine 2011 Finalità strategica Attivazione della posta certificata e della firma digitale, specifica formazione del personale; Verifica della gestione dei flussi documentali di concerto con tutti i servizi interessati. Obiettivo del Coordinatore del progetto Coordinare il gruppo di lavoro costituito e permettere il raggiungimento dei risultati determinati Obiettivo dei singoli direttori d area, capi settore capi, capi servizio, individuati ex articolo 107 TUEL. Collaborare e supportare nelle dovute forme il coordinatore dell obiettivo al fine di assicurare il pieno svolgimento del medesimo

11 INDICATORI Descrizione dell indicatore U.M. Valore atteso 1 Entro il , piena operatività della firma digitale e della posta certificata Data AREA 00 TUTTE RESPON- SABILE 00 Tutti i Direttori d Area e il Responsabile SUAP OBIETTIVO STRATEGICO 15 Ottimizzazione fruizione del congedo ordinario INTERSET- TORIALE SI Tutte le aree Inizio 2011 Fine 2011 Finalità strategica Messa a regime nella fruizione del congedo ordinario da parte del personale dipendente. Obiettivo del direttore d area Ottimizzare l impiego delle risorse umane assegnate.

12 INDICATORI Descrizione dell indicatore U.M. Valore atteso 1 Messa a regime nella fruizione del congedo ordinario da parte del personale dipendente. Saldo minore/uguale a giorni 15 di congedo ordinario nell anno

13 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2011 GIUNTA COMUNALE

14 C) PEG CONTABILE

15

16

17

18 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2011 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI UNITA OPERATIVA: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: Stefano SOLA ASSESSORE di riferimento : Pier Paolo BORSARI Servizio Anagrafe, Stato Civile, Elettorale e Leva Ufficio Relazioni con il Pubblico RISORSE UMANE ASSEGNATE: PROFILO PROFESSIONALE ATTIVITA CAT. Tempo dedicato al servizio Tempo dedicato ad altri servizi convenzionati Istruttore direttivo M.V. Coordinamento D2 100% 0% Istruttore A.B. Amministrativo C1 100% 0% Istruttore A.R. Amministrativo C1 100% 0% Istruttore* G.M. Amministrativo C1 100% 0% Collaboratore T.B. Amministrativo B3 100% 0% Collaboratore A.Z. Amministrativo B3 100% 0% * vacante - assunto a t.d.

19 A) ATTIVITA Il servizio è preposto allo svolgimento di due principali gruppi di attività. Le attività inerenti l ufficio di relazione con il pubblico e le attività inerenti i servizi demografici, di stato civile, elettorale e leva. Stato civile: redazione di atti di nascita,cittadinanza,morte,matrimoni) pubblicazioni di matrimonio,rilascio di certificazioni ed estratti, annotazioni a margine. Polizia mortuaria: pratiche relative ai permessi di seppellimento, autorizzazioni al trasporto, a cremazioni, affidamento dispersione ceneri. Collaborazione con l ufficio tributi per estumulazioni ed esumazioni straordinarie. Ricerca degli eredi ed autorizzazioni a cremazione e trasporto dei resti mortali. Servizi Elettorali: revisioni elettorali semestrali e dinamiche, spedizione avviso per ritiro tessere elettorali. Servizi Anagrafici: pratiche di immigrazioni, emigrazioni, rilascio attestazioni di soggiorno per cittadini comunitari, rilascio di certificazioni, carte d identità, ( aggiornamento operatori in riferimento al rilascio della carta di identità ai minori) ecc. Leva militare: approntamento liste di leva e relativa stampa anche su supporto ottico. Statistica: formazione delle statistiche mensili e annuali di stato civile ed anagrafe ed elettorali tramite web per ISTAT. Gestione segnalazioni: redazione delle segnalazioni sia rivolte agli uffici interni sia ai gestori pubblici esterni, loro raccolta e trasmissione. Monitoraggio dei tempi di risposta e archiviazione per tipologia o servizio. Gestione anagrafe canina e felina: iscrizioni, cancellazioni, trasferimenti, rilascio microchip, comunicazioni e statistiche al servizio veterinario distrettuale e alla Regione. Comunicazioni al canile intercomunale e al gattile per recupero cani e gatti. Utilizzo programma regionale per banca dati anagrafe canina on-line. Cessione fabbricati: registrazione, trasmissione della ricevuta, comunicazione mensile alla Questura, ai carabinieri, Geovest e ufficio tributi. Denunce infortunio: registrazione, trasmissione della ricevuta, comunicazione all ispettorato del lavoro. Oggetti smarriti: registrazione, deposito presso l'ufficio (deposito comunale in caso di biciclette), accompagnato da verbale di consegna, invio comunicazione agli interessati quando si tratta di documenti. Per i residenti in altri Comuni i documenti sono inviati a mezzo posta al Comune di appartenenza. Pubblicazione all albo on-line ogni 6 mesi.. Licenza di pesca e tesserino di caccia: rilascio e rinnovo licenza di pesca. Comunicazioni mensili alla Provincia. Gestione dei ritiri o sospensione licenze. Rilascio dei tesserini di caccia tramite collegamento on-line programma di gestione caccia della Regione Emilia Romagna. Rilascio tesserino raccolta funghi. Vidimazioni: documenti di accompagnamento, bollo a secco su documenti e registri di prodotti vitivinicoli.

20 Trasmissione mensile al Servizio Repressione Frodi. Rilascio modulistica: edilizia- servizi sociali cultura tributi personale - ambiente. Rilascio copie atti leggi bandi di concorso. Ricezione pagamenti ICI. bollini controllo gas di scarico, controllo e trasmissione schede in Provincia. Iscrizioni: servizi scolastici, raccolta differenziata, richieste abbattimenti e potature. Distribuzione kit zanzare, sacchetti e kit per raccolta differenziata. Rilascio tessere isola ecologica. Gemellaggio: Incontri con il Comitato di gemellaggio. Programmazione e gestione attività di scambio linguistico-culturali con le scuole medie. Collaborazione con l ufficio cultura per la gestione del Nonantola Film Festival. Progetti per richiesta finanziamenti. B) OBIETTIVI OBIETTIVI MANTENIMENTO DI DESCRIZIONE ATTIVITA NUMERO ATTI VALORE ATTESO FINALE Stato civile Redazione di atti di nascita, cittadinan-za, morte, matrimoni, pubblicazioni di matrimonio, rilascio di certificazioni ed estratti, annotazioni a margine 31/12/2011 Polizia mortuaria Pratiche relative ai permessi di seppel-limento, autorizzazioni al trasporto, a cremazioni, affidamento dispersione ceneri. Collaborazione con l Ufficio Tri-buti per estumulazioni ed esumazioni straordinarie. Ricerca degli eredi ed au-torizzazioni a cremazione e trasporto dei resti mortali 31/12/2011 Servizi Elettorali Revisioni elettorali semestrali e dinami-che, spedizione avviso per ritiro tessere elettorali. Iscrizioni albo presidenti e scrutatori 31/12/2011 Servizi Anagrafici Pratiche di immigrazioni, emigrazioni, rilascio attestazioni di soggiorno per cit-tadini comunitari, rilascio di certificazio-ni, carte d identità, (aggiornamento operatori in riferimento al rilascio della carta di identità ai minori) 31/12/2011

21 Leva militare Approntamento liste di leva e relativa stampa anche su supporto ottico 31/12/2011 Statistica Segnalazioni Anagrafe canina Cessione fabbricati Formazione delle statistiche mensili e annuali di stato civile ed anagrafe ed elettorali tramite web per ISTAT Redazione delle segnalazioni sia rivolte agli uffici interni sia ai gestori pubblici esterni, loro raccolta e trasmissione. Monitoraggio dei tempi di risposta e archiviazione per tipologia o servizio. Iscrizioni, cancellazioni, trasferimenti, ri-lascio microchip, comunicazioni e stati-stiche al servizio veterinario distrettuale e alla Regione. Comunicazioni al canile intercomunale e al gattile per recupero cani e gatti. Utilizzo programma regio-nale per banca dati anagrafe canina online Registrazione, trasmissione della rice-vuta, comunicazione mensile alla Que-stura, ai carabinieri, Geovest e ufficio tributi 31/12/ /12/ /12/ /12/2011 Denunce infortunio Oggetti smarriti Registrazione, trasmissione della ricevu-ta, comunicazione all ispettorato del la-voro Registrazione, deposito presso l'ufficio (deposito comunale in caso di biciclette), accompagnato da verbale di consegna, invio comunicazione agli interessati quando si tratta di documenti. Per i residenti in altri Comuni i documenti sono inviati a mezzo posta al Comune di appartenenza. Pubblicazione all albo on-line ogni 6 mesi 31/12/ /12/2011

22 Licenza di pesca e tesserino di caccia Rilascio e rinnovo licenza di pesca. Comunicazioni mensili alla Provincia. Gestione dei ritiri o sospensione licenze. Rilascio dei tesserini di caccia tramite collegamento on-line programma di gestione caccia della Regione Emilia Romagna. Rilascio tesserino raccolta funghi. 31/12/2011 Vidimazioni Documenti di accompagnamento, bollo a secco su documenti e registri di prodotti vitivinicoli. Trasmissione mensile al Servizio Repressione Frodi 31/12/2011 Bollini controllo gas di scarico, controllo e trasmissione schede in Provincia. Modulistica:edilizia- servizi sociali cultura tributi personale - ambiente. Rilascio e ricezione Iscrizioni Distribuzione Rilascio copie atti leggi bandi di concorso. Ricezione pagamenti ICI 31/12/2011 Servizi scolastici, raccolta differenziata, richieste abbattimenti e potature. kit zanzare, sacchetti e kit per raccolta differenziata. Rilascio tessere isola ecologica. OBIETTIVI DI SVILUPPO UNITA DI MISURA VALORI ATTESI INTERMED I VALORE ATTESO FINALE

23 Stato civile Acquisizione della cittadinanza italiana per gli stranieri nati in Italia. Estrazione dall anagrafe della popolazione residente dei 18enni stranieri nati in Italia. Invio comunicazione ai cittadini che hanno i requisiti con l invito a presentarsi in Anagrafe per richiedere all ufficio di stato civile la cittadinanza. Seguirà da parte dello stesso ufficio l acquisizione della documentazione necessaria al perfezionamento della pratica. Entro il 30 settembre 2011, estrazione e invio lettera Entro un anno dal compimento dei 18 anni conclusione pratiche cittadinanza Servizi Anagrafici Attivazione nuovo programma di gestione della anagrafe- stato civileelettorale-leva Attivazione nuova procedura per il rilascio del passaporto tramite collegamento on-line con l agenda della Questura. Verifica degli stranieri in anagrafe: verifica dei permessi di soggiorno e carte di soggiorno, rinnovo dimora abituale, verifica irreperibili. Richiesta collaborazione confronto con la Questura per controllo rinnovo permesso di soggiorno. Aprileottobre 2011 formazione degli operatori Febbraio 2011 Inizio gennaio 2011 Istallazione programma dicembre 2011 Termine aggiornamento 31 dicembre 2011 Rilascio documenti identità per minori di anni 15 come da disposizioni ministeriali Giugno 2011

24 Termine adempimenti relativi al risezionamento delle sezioni elettorali in base alla nuova ripartizione del territorio comunale. Invio a domicilio a tutti i cittadini ai quali è cambiata la sezione elettorale degli adesivi da applicare sulle tessera. Ottobre 2011 Maggio 2011 Luglio 2011 Servizi Elettorali Gestione consultazioni referendarie: revisione straordinaria, ristampa liste, predisposizione materiale per seggi elettorali, collaborazione con il servizio lavori pubblici ( Nonanginta) per la predisposizione dei turni e delle attività da espletare per lo svolgimento delle consultazioni referendarie. Giudici popolari: adempimento biennale finalizzato alla formazione e aggiornamento degli elenchi, ( iscrizioni e cancellazioni da inviare alla Corte d Appello di Bologna) Aprile 2011 Aprile 2011 Invito a presentare documenta zione necessaria Agosto 2011 Definizione e approvazione albi. Settembre 2011 Trasmissione alla Corte d Appello Problematiche relative all Ufficio Attivazione di incontri settimanali con i collaboratori dell ufficio per gestire al meglio sia il front-office che il back-office. Settembre 2011 Rilevazione delle criticità e dei problemi per ottimizzare le risorse umane (più autonomia e responsabil ità) al fine di migliorare il servizio Dicembre 2011 Definizione più organica dei compiti e dei tempi di erogazione dei servizi

25 Statistica Censimento della popolazione: costituzione dell ufficio di censimento in forma associata e sovracomunale. Predisposizione degli atti. Incontri con responsabili degli altri enti per condividere le modalità di organizzazione. Invio LAC all ISTAT. Confronto censito-anagrafe. Febbraio 2011 Costituzion e ufficio unico Febbraio 2012 confronto censimentoanagrafe Anagrafe canina e felina Denunce infortunio Attivazione del nuovo protocollo regionale per la registrazione degli animali d affezione gatti e furetti Accordo e attivazione della procedura per trasmettere agli enti pubblici ricevuta on-line al fine di ridurre la circolazione di documenti cartacei. Progetto di estendere la modalità anche alle maggiori aziende presenti sul territorio. Luglio 2011 Inizio inserimento nell anagraf e nazionale dei gatti microcippat i Febbraio 2011 Inizio accordo con l istituto scolastico Entro il 31 dicembre 2011 messa a regime del programma Dicembre 2011 Contatti con le aziende per concordare l invio on-line Gemellaggio Polizia mortuaria Incontri con il Comitato di gemellaggio. Programmazione e gestione attività di scambio linguistico-culturali con le scuole medie. Collaborazione con l ufficio cultura per la gestione del Nonantola Film Festival. Progetti per richiesta finanziamenti. Passaggio graduale di alcune iniziative ad altri enti-uffici: scambio linguistico-culturale con le scuole del territorio. Collaborazione con l ufficio cultura per l organizzazione e la gestione del Nonantola Film Festival. Collaborazione con l Ufficio unico appalti per l individuazione della ditta che garantisca il recupero Gennaio 2011 Passaggio all istituto scolastico dei procedimen ti amministrat ivi per lo scambio scolastico Passaggio all ufficio cultura dei procedimen ti amministrat ivi per il Nonantola Film Festival Agosto 2011 predisposizi Dicembre 2011 Gestione delle sole attività ufficiali del Comitato Gestione del servizio

26 salme in caso di decessi sulla pubblica via one atti

27 C) PEG contabile C O M U N E D I N O N A N T O L A

28

29 Area amministrativa Affari Generali PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE ANNO 2011 PIANO DETTAGLIATO DEGLI OBIETTIVI UNITA OPERATIVA: AREA ORGANIZZAZIONE ED AFFARI GENERALI RESPONSABILE: Stefano SOLA ASSESSORE di riferimento : Pier Paolo BORSARI Servizio assegnato: UFFICIO SEGRETERIA, PROTOCOLLO, CENTRALINO, CONTRATTI RISORSE UMANE ASSEGNATE: PROFILO PROFESSIONALE ATTIVITA CAT. Tempo dedicato al servizio Tempo dedicato ad altri servizi convenzionati Istrutt. direttivo D.C. Coordinamento D 2 100% 0% Istruttore E.S. Amministrativo C 2 100% 0% Collaboratore E.L. Amministrativo B 3 100% 0% Collaboratore R.G. Amministrativo B 3 100% 0% Collaboratore M.C. Amministrativo B 3 100% 0%

30 A) ATTIVITA Svolgimento delle attività amministrative: di assistenza e supporto al funzionamento degli organi istituzionali (Consiglio, Giunta, commissioni); di segreteria nell ambito dell adozione degli atti amministrativi (gestione atti deliberativi e determi-nazioni e relative formalità); di segreteria in generale e istituzionale (riproduzione atti per uffici e utenti, ecc.), di segreteria del difensore civico, segretario comunale; di centralino, servizio tenuta fax, gestione della pubblicazione cartelle esattoriali, deposito atti giudiziali, gestione posta, rendicontazione spese postali, registrazione ordinanze; svolgimento di tutte le attività connesse con la gestione del protocollo informatico (compresa attività protocollazione per servizio SUAP con programma Iride per Comuni dell Unione), posta certificata; svolgimento di tutta l attività contrattuale/negoziale dell ente e della società Nonaginta srl; collaborazione con uffici per redazione regolamenti, circolari, note esplicative; supporto segreteria organi politici.

31 B) OBIETTIVI OBIETTIVI DI MANTENIMENTO UNITA DI MISURA VALORI ATTESI INTERMEDI VALORE ATTESO FINALE Assistenza e supporto al funzionamento degli organi istituzionali Segreteria nell ambito dell adozione degli atti amministrativi Segreteria in generale e istituzionale, di segreteria del difensore civico, segretario comunale Centralino, fax, cartelle esattoriali, atti giudiziali, gestione posta, registrazione ordinanze Gestione del protocollo informa-tico e posta certificata Attività contrattuale e negoziale del Comune e di Nonaginta srl Collaborazione con uffici per redazione regolamenti, circolari, note esplicative Supporto alla segreteria organi politici DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 DATA 31/12/2011 OBIETTIVI DI SVILUPPO UNITA DI MISURA VALORI ATTESI INTERMEDI VALORE ATTESO FINALE Attivazione di un gruppo di lavoro sovracomunale per la redazione di un manuale di gestione del protocollo informatico, per la definizione dei flussi documentali dei servizi sovracomunali e per la corretta gestione degli archivi informatici e cartacei, a livello dei Comuni dell Unione del Sorbara Adozione di un nuovo programma di gestione informatica del proto-collo (Iride) DATA 30/06: attivazione del gruppo di lavoro e bozza di manuale di gestione 15/10: manuale di gestione sovracomunale per la gestione flussi documentali 01/01/12: unico manuale di gestione e un unico titolario per l Unione del Sorbara 31/12/2011 DATA 31/12/2011

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO

INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO INTRODUZIONE AL RAPPORTO TRA PEG E PDO Generalmente il piano dettagliato degli obiettivi (art. 108 e 197 del Tuel) coincide con la c.d. parte descrittiva del Peg, cioè quella parte che individua gli obiettivi

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA

Autorizzazione per l'anno 2015 all'emissione della bollettazione in acconto per il primo semestre da parte del soggetto gestore AMA Protocollo RC n. 4480/15 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 20 FEBBRAIO 2015) L anno duemilaquindici, il giorno di venerdì venti del mese di febbraio, alle ore

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni

COMUNE DI BRIGNANO GERA D ADDA (Provincia di Bergamo) Regolamento recante la disciplina dei Controlli interni COMUNE DI BRIGNANO GERA D'ADDA (c_b178) - Codice AOO: AOOBRIGNANOADDA - Reg. nr.0001628/2013 del 18/02/2013 ALLEGATO A alla deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 04.02.2013 COMUNE DI BRIGNANO GERA

Dettagli

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di FORMIA. Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COPIA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N.77 del 17.04.2015 OGGETTO: DELIBERA G.M. 68 DEL 10.04.2015 - APPROVAZIONE PROPOSTA RENDICONTO 2014 E RELAZIONE ILLUSTRATIVA

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011)

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI. (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DEL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI (approvato con delibera commissariale n 21 del 07/06/2011) Art. 1 Fonti 1. Il presente regolamento, adottato in attuazione dello Statuto, disciplina

Dettagli

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale

Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Bozza di Regolamento sul rapporto di lavoro a tempo parziale Art. 1 Personale avente diritto I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati nei confronti dei dipendenti comunali a tempo

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92)

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) REGOLAMENTO RECANTE APPROVAZIONE DELLE DELIBERAZIONI IN DATA 16 MAGGIO

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO

COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO COMUNE DI SANTA CROCE SULL ARNO Provincia di Pisa DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Nr. 263 di Mercoledi 7 Dicembre 2011 Oggetto: Determinazione dei valori minimi delle aree edificabili ai fini dell'imposta

Dettagli

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO

CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO COPIA Reg. pubbl. N. lì CITTÀ DI MOGLIANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO DETERMINAZIONE N. 569 DEL 28-08-2013 - CORPO DI POLIZIA LOCALE - OGGETTO: Canone per utilizzo Pos gsm della Cassa di Risparmio del

Dettagli

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010

Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO Provincia di Pesaro e Urbino CONTRATTO COLLETTIVO DECENTRATO INTEGRATIVO ANNO 2010 Sottoscritto definitivamente in data 20 dicembre 2010 Comune di MERCATELLO SUL METAURO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO

SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO SETTORE ATTIVITA' INTERFUNZIONALI - SERVIZI AMMINISTRATIVI ED ESPROPRI PROGRAMMAZIONE CONTROLLO AP/ap Determinazione n. DD-2015-391 esecutiva dal 06/03/2015 Protocollo Generale n. PG-2015-22551 del 05/03/2015

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i.

COMUNICAZIONE DI APERTURA FILIALI, SUCCURSALI E ALTRI PUNTI VENDITA DI AGENZIE DI VIAGGIO E TURISMO (Ai sensi della L.R. 30/03/1988 n. 15 e s.m.i. CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 1088 Versione 001 2015) Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: COMUNICAZIONE

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012)

FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) FUNZIONI FONDAMENTALI DEI COMUNI E MODALITA DI ESERCIZIO ASSOCIATO DI FUNZIONI E SERVIZI COMUNALI ( ART. 19 DL 95/2012) L art.19 del DL 95/2012 convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012,

Dettagli

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari

COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari COMUNE DI DONORI Provincia di Cagliari - 2 COPIA- VERBALE DI ADUNANZA DEL CONSIGLIO COMUNALE Sessione Ordinaria Seduta Pubblica N. 2 Del 21.01.2010 OGGETTO: DETERMINAZIONE QUANTITA E QUALITA DELLE AREE

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA

R E G O L A M E N T O PER IL FUNZIONAMENTO DELLA MENSA SCOLASTICA Allegato alla deliberazione consiliare n. 03 del 31.01.2014 COMUNE DI ROTA D IMAGNA PROVINCIA DI BERGAMO TELEFONO E FAX 035/868068 C.F. 00382800167 UFFICI: VIA VITTORIO EMANUELE, 3-24037 ROTA D IMAGNA

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 48 DEL 24.10.2013 OGGETTO: Recepimento verbale commissione trattante aziendale del 15.10.2013. L anno Duemilatredici, il giorno ventiquatto del mese di

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 867/A39 Brescia, 03/02/2010 IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTA la legge 7 agosto 1990 n.241, e successive modificazioni; VISTO il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/60 del 12 novembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Servizio Idrico Integrato - Approvazione della revisione tariffaria

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO COMUNALE PER IL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato con deliberazione consiliare n. 45 del 27.9.2010 INDICE CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI - ARTICOLO 1 FINALITA ED AMBITO

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13

SEZIONE PRIMAVERA PROGETTO DI AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA RIVOLTO AI BAMBINI DAI 24 36 MESI A.S. 2012/13 Con l Europa investiamo nel vostro futuro DIREZIONE DIDATTICA STATALE Circolo San Giovanni Bosco C.so Fornari, 68-70056 - MOLFETTA (Ba) Tel 080809 Fax 0808070 Codice Fiscale N 80047079 Distretto n. 6 Molfetta

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE = = = = = = REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE Adottato con deliberazioni consiliari n. 56 dell 08.11.95 e n. 6 del 24.01.96 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013

UFF. REGISTRO IMPRESE giugno 2013 L accertamento delle cause di scioglimento ai sensi dell art. 2484 c.c. e gli adempimenti pubblicitari conseguenti per Società di Capitali e Cooperative. 1 L art. 2484 c.c., rubricato Cause di scioglimento,

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01

procedura conforme all art. 34 del D.I. n.44 del 01/02/01 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 3 SAN BERNARDINO BORGO TRENTO Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria di Primo Grado Centro Territoriale Permanente Via G. Camozzini, 5 37126 Verona (VR) Tel.

Dettagli

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI

REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI COMUNE DI TREMEZZINA REGOLAMENTO SUL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO E SUL DIRITTO D'ACCESSO AGLI ATTI Approvato con deliberazione del Commissario prefettizio assunta con i poteri di Consiglio n. 19 del 02/04/2014

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni

Roma, 13 dicembre 2011 Ai Sigg. Sindaci dei Comuni Dirigenti dei Servizi Demografici dei Comuni Dirigenti degli Uffici di Statistica dei Comuni Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici Dipartimento per le statistiche sociali ed ambientali Direzione centrale delle statistiche socio-demografiche e ambientali Circolare

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli