BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA"

Transcript

1 BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA Milano, 28 aprile 2009 ing. Giuseppe Romanello

2 ASM ROVIGO SpA Divisione Ambiente E la multiutility interamente proprietà del Comune di Rovigo che si occupa prevalentemente di servizi pubblici locali: Gestione Farmacie Comunali Gestione Servizi Cimiteriali Gestione Pubbliche Affissioni Gestione Parcheggi Pubblici Gestione Servizi Progettazione Gestione Calore Gestione Servizi Informatici Gestione Multe Gestione Riscossione Tributi Gestione Verde Pubblico Gestione Disinfestazioni Derattizzazioni Gestione Emergenza Neve Gestione Rifiuti

3 il PROGETTO Una filiera corta ed integrata per alimentare i mezzi di ASM Divisione Ambiente con BIODIESEL ricavato dagli OLI ALIMENTARI ESAUSTI della raccolta differenziata a Rovigo

4 GLI OBIETTIVI Verificare la sostenibilità ambientale del progetto : Sviluppare la raccolta degli oli alimentari esausti a Rovigo: misura ambientale contro l inquinamento delle acque Utilizzare il biodiesel sui mezzi di ASM Divisione Ambiente: misura ambientale contro l inquinamento atmosferico Creare un collegamento tra raccolta degli oli, produzione del biodiesel e riutilizzo nei mezzi di igiene ambientale a Rovigo: misura finalizzata a ridurre l impatto ambientale delle filiere Verificare la possibile autosufficienza del progetto : raggiungere con la raccolta di oli le necessità di alimentazione di ASM. Verificare la sostenibilità economica del progetto : raggiungere la competitività economica con l utilizzo di carburante minerale minimizzando i costi industriali delle attività.

5 GLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI sono oli alimentari scarto dalle operazioni di cottura (olio di oliva, di semi, ), ma anche l olio crudo di conserva, grassi vegetali ed animali (burro, margarina ) di origine domestica e non domestica se sversati nell ambiente sono altamente inquinanti e se smaltiti in rete fognaria comportano oneri di depurazione. si stima una produzione di circa 4 kg pro-capite anno che potrebbero essere raccolti e avviati a trattamento e riciclo o recupero. La legge ha istituito il CONOE, il consorzio nazionale che sovrintende alla filiera di raccolta e trattamento degli oli e grassi vegetali ed animali.

6 LA RACCOLTA DEGLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI ASM ha avviato la raccolta degli oli alimentari esausti fin dal 2005, inizialmente presso il solo Ecocentro comunale. Dal 2006 viene distribuita gratuitamente su richiesta una pratica tanichetta da 5,5 litri appositamente concepita per l olio alimentare esausto. Ad oggi più di 3500 famiglie di Rovigo (il 16%) usano la tanichetta. La tanichetta viene vuotata presso i vari punti di raccolta attivati

7 LA RACCOLTA DEGLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI ASM ha attivato 3 punti di raccolta fissi ed 1 punto itinerante (ECOcamion) ECOcamion SedeASM Via Dante Multipiano Piazzale Di Vittorio ECOcentro Viale delle Industrie

8 LA RACCOLTA DEGLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI Da fine 2008 ASM ha attivato altri 8 PUNTI OLIO, punti di raccolta presso i principali supermercati e centri commerciali della città. Per le utenze domestiche

9 LA RACCOLTA DEGLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI Da fine 2008 ASM ha convenzionato anche le utenze non domestiche della città (ristoranti, mense, bar, pubblici esercizi, pasticcerie, panifici, gastronomie, supermercati, friggitorie, pollerie...) Per le utenze non domestiche L offerta è di ritiro gratuito compresi contenitori in comodato gratuito da 50, 100, 200 litri. Il servizio viene svolto come servizio pubblico di raccolta differenziata (una rosa di servizi per le imprese) senza emissione di formulari.

10 LA RACCOLTA DEGLI OLI ALIMENTARI ESAUSTI La quantità d olio delle utenze domestiche raccolta da ASM è aumentata progressivamente dalla creazione del servizio Dal II semestre 2008 si è aggiunta la raccolta dalle utenze non domestiche trend raccolta olio alimentare esausto (kg) previsioni UND UD Il primo trimestre offre già un indicazione di ulteriore crescita della raccolta.

11 LA FILIERA E una filiera corta, entro 50 km di distanza e con soli 132 km dalla raccolta al riutilizzo E una filiera integrata perchè il riutilizzo ritorna nello stesso punto di raccolta. Trattamento Campagna Lupia (VE) 46km olio raffinato Trasporto Rovigo 50km olio esausto 36km biodiesel Produzione biodiesel e miscela Cavanella Po (RO) Raccolta iniziale Riutilizzo finale

12 L UTILIZZO DEL BIODIESEL Distributore interno extrarete con serbatoio da 9 kl e colonnina erogatrice con chiave elettronica Dal 3 dicembre 2008 al 3 febbraio 2009 B05 per litri totali. Dal 3 febbraio 2009 ad oggi B25 per litri totali.

13 L UTILIZZO DEL BIODIESEL ASM Divisione Ambiente dispone di una flotta di circa 35 mezzi che rinnova costantemente per migliorare efficienza e impatto ambientale dei propri servizi. consumi per classe automezzi EURO EURO 4 EURO EURO 2 EURO 1 EURO t rend 2009

14 LA COMUNICAZIONE febbraio 2008: distribuzione tanichette - Domenica Ecologica aprile-maggio-giugno 2008: divulgazione progetto - Ecocamion giugno 2008: divulgazione progetto - ASM Notizie settembre 2008: presentazione servizio UND - Associazioni settembre 2008: presentazione progetto - Accademia dei Concordi ottobre 2008: partecipazione a Zero Emission - Roma novembre 2008: partecipazione a Ecomondo - Rimini dicembre 2008: presentazione nuovi Punti Olio raccogliamo raccogliamo OLIO ALIMENTARE ESAUSTO Raccogliamo L olio alimentare esausto, oli di oliva, di semi vari, grassi vegetali ed animali (margarina, burro, ) da cottura e da frittura, nella tanichetta da 5,5 litri : diventano biodiesel con cui alimentare i mezzi di ASM. Ritirala al nostro stand febbraio 2009: adesivi sui mezzi febbraio 2009: servizio televisivo su tg3 febbraio-marzo 2009: distribuzione tanichette nei centri commerciali Il conferimento è attivo presso: ECOCENTRO ASM Via delle Industrie, 21 dal lunedì al sabato 7:30-17:00 (continuato) SEDE ASM Via Dante Alighieri, 4 dal lunedì al venerdì 8:00-17:30 (continuato) MULTIPIANO ASM Piazzale Di Vittorio 24h/24 Per maggiori informazioni

15 LO STATO DI AVANZAMENTO Verificare la sostenibilità ambientale del progetto : Sviluppare la raccolta degli oli alimentari esausti a Rovigo: passati da 50 grammi a quasi 1 kg per abitante anno (fattore 20) Utilizzare il biodiesel sui mezzi di ASM Divisione Ambiente: fase di valutazione minor inquinamento atmosferico puntuale Creare un collegamento tra raccolta degli oli, produzione del biodiesel e riutilizzo nei mezzi di igiene ambientale a Rovigo: impatto ambientale delle filiere ancora da calcolare Verificare la possibile autosufficienza del progetto : raccolta di oli allineata alle necessità di alimentazione di ASM. Verificare la sostenibilità economica del progetto : la competitività economica non è raggiungibile oggi, con prezzi del petrolio così ridotti, senza agevolazione sull accisa raggiunto in corso da raggiungere non raggiunto

16 IL PROGETTO con il patrocinio di: in collaborazione tra: Grazie!

BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA

BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA BIODIESEL dal tuo OLIO CUCINA venerdì 9 luglio 2010 ing. Giuseppe Romanello ASM ROVIGO SpA è la multiutility del Comune di Rovigo che si occupa di servizi pubblici locali. La Divisione Ambiente da 25 anni

Dettagli

Biodiesel dal tuo olio cucina Presentazione progetto IL PROGETTO

Biodiesel dal tuo olio cucina Presentazione progetto IL PROGETTO Presentazione progetto IL PROGETTO L iniziativa nasce come un progetto sostenibile di mobilità e di gestione rifiuti e consiste nella creazione di una filiera corta ed integrata di raccolta degli oli alimentari

Dettagli

Progetto recupero oli alimentari per la produzione del biocarburante

Progetto recupero oli alimentari per la produzione del biocarburante A S S O C I A Z I O N E D E M O C R A Z I A D A L B A S S O Tagliare tutto quello che danneggia la società civile. che le cose siano cosi, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta

Dettagli

A S S O C I A Z I O N E D E M O C R A Z I A D A L B A S S O

A S S O C I A Z I O N E D E M O C R A Z I A D A L B A S S O M O D E N A F E B B R A I O 2012 D I S P E N S A N 21 A S S O C I A Z I O N E D E M O C R A Z I A D A L B A S S O che le cose siano cosi, non vuol dire che debbano andare così. Solo che quando si tratta

Dettagli

Monitoraggio efficacia delle azioni

Monitoraggio efficacia delle azioni GRISS Gruppo di Ricerca sullo sviluppo Sostenibile Università degli Studi di Milano Bicocca - www.disat.unimib.it/griss - Monitoraggio efficacia delle azioni Progetto Acqua senza macchia Fondazione Idra

Dettagli

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi

Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico. Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Progetto per il recupero dell olio alimentare domestico Valter Molinaro Responsabile innovazione e gestione servizi Coop per l ambiente e la sostenibilità Stiamo consumando più risorse di quanto la Terra

Dettagli

Pieno di grassi! La raccolta dei grassi esausti con Öli della Val Pusteria.

Pieno di grassi! La raccolta dei grassi esausti con Öli della Val Pusteria. IP Pieno di grassi! La raccolta dei grassi esausti con Öli della Val Pusteria. Bistecche dorate, patatine fritte e bastoncini di pesce croccanti. Mmmm, una vera gioia per il palato! Ma cosa fare dell

Dettagli

Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti. Torino 21 marzo 2012

Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti. Torino 21 marzo 2012 Conferenza Stampa di presentazione della raccolta degli oli alimentari esausti Torino 21 marzo 2012 NORMATIVA EUROPEA Regolamento CE 1774/2002 che vieta l impiego degli oli esausti nell alimentazione animale

Dettagli

Pieno di grassi! La raccolta di grassi esausti con Öli della Val Venosta.

Pieno di grassi! La raccolta di grassi esausti con Öli della Val Venosta. IP Pieno di grassi! La raccolta di grassi esausti con Öli della Val Venosta. Bistecche dorate, patatine fritte e bastoncini di pesce croccanti. Mmmm, una vera gioia del palato! Ma cosa fare dell olio

Dettagli

Oli vegetali esausti. Il recupero per la produzione di biodiesel. Aldo Abenavoli Itabia

Oli vegetali esausti. Il recupero per la produzione di biodiesel. Aldo Abenavoli Itabia Oli vegetali esausti Il recupero per la produzione di biodiesel Aldo Abenavoli Itabia OLI ESAUSTI Residuano dalla frittura degli oli e grassi vegetali ed animali. Il consumo di oli alimentari in Italia

Dettagli

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1

Progetto LIFE10 ENV IT 000307 NO.WA. Azione 3 - Attività 3.1 Azione 3 - Attività 3.1 Organizzazione delle attività di mappatura GENERALITÀ Denominazione della buona pratica: Sai che c è Promotore/i: Comune di Venezia, Veritas S.p.A. Soggetti partner: Ente Ente pubblico/gdo

Dettagli

Introduzione alla normativa europea, nazionale e regionale

Introduzione alla normativa europea, nazionale e regionale Introduzione alla normativa europea, nazionale e regionale Oli e grassi commestibili esausti Gli oli e grassi commestibili esausti sono tutti quelli che residuano dal consumo umano e dalla cottura. Il

Dettagli

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE

COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE Prot n. 208/S del 11.05.2012 D.Legvo COMUNE DI ORTA DI ATELLA Provincia di Caserta VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE N. 66 Del 08.05.2012 OGGETTO Stipula convenzione con la Società

Dettagli

Progetto BIOSIRE. Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia

Progetto BIOSIRE. Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia Progetto BIOSIRE Mobilità sostenibile nei natanti in laguna di Venezia Impiego di olio vegetale puro e di biodiesel da recupero di oli alimentari esausti come biocarburante supported by Progetto BIOSIRE

Dettagli

Differenziamoci! Recupera, Differenzia, non Buttare hai tutto da Guadagnare!

Differenziamoci! Recupera, Differenzia, non Buttare hai tutto da Guadagnare! Differenziamoci! Recupera, Differenzia, non Buttare hai tutto da Guadagnare! Ing. Fabio Gandossi Ufficio Tecnico - Ressolar srl PRINCIPALI ATTIVITÀ DI RESSOLAR Progettazione, realizzazione, manutenzione

Dettagli

25 convegno ECOLOGIA e AMBIENTE La valorizzazione dei rifiuti urbani: gli oli vegetali. 25 maggio 2012

25 convegno ECOLOGIA e AMBIENTE La valorizzazione dei rifiuti urbani: gli oli vegetali. 25 maggio 2012 CONSORZIO PROVINCIALE DELLA BRIANZA MILANESE PER LO SMALTIMENTO DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI 25 convegno ECOLOGIA e AMBIENTE La valorizzazione dei rifiuti urbani: gli oli vegetali 25 maggio 2012 ENTI CONSORZIATI

Dettagli

COMUNE di CURINGA. Provincia di Catanzaro VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE

COMUNE di CURINGA. Provincia di Catanzaro VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE COMUNE di CURINGA Provincia di Catanzaro VERBALE di DELIBERAZIONE della GIUNTA COMUNALE N. 152 del 06/11/2014 OGGETTO : Affidamento del servizio di raccolta, trasporto e recupero dell olio vegetale esausto

Dettagli

Agenzia Veneziana per l Energia. ing. Edoardo Tognon. Il Progetto BioDieNet a VENEZIA

Agenzia Veneziana per l Energia. ing. Edoardo Tognon. Il Progetto BioDieNet a VENEZIA Agenzia Veneziana per l Energia ing. Edoardo Tognon Il Progetto BioDieNet a VENEZIA AGIRE: chi siamo SOCI FONDATORI Comune di Venezia Gruppo VERITAS SpA Commissione Europea (Programma SAVE) ASSI TEMATICI

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI. Nozioni EcoCentro Lombardia Scheda Tecnica di Approfondimento Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca GESTIONE DEL CICLO DEI RIFIUTI Nozioni Il Decreto legislativo n. 152/2006, Norme in materia

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli 1 - COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli Determinazione n. 986 del 12-12-2012 Registro Generale delle Determinazioni Repertorio Ragioneria n. 1009 del 12-12-2012 Determinazione n. 234 del 11-12-2012

Dettagli

SETTORE AMBIENTE ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO AMBIENTE PROGETTO ESECUTIVO

SETTORE AMBIENTE ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO AMBIENTE PROGETTO ESECUTIVO SETTORE AMBIENTE ATTIVITA PRODUTTIVE SERVIZIO AMBIENTE PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTO DI INSTALLAZIONE DI N.1 DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ACQUA POTABILE REFRIGERATA, LISCIA O GASSATA IN COMUNE DI FERRARA

Dettagli

L applicazione del Modello Contarina. La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile

L applicazione del Modello Contarina. La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile L applicazione del Modello Contarina La tariffa puntuale e i risultati raggiunti a Treviso L attività di vigilanza consortile 1. La tariffa puntuale 2. I risultati 3. I controlli contro gli abbandoni La

Dettagli

CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana

CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana 1di9 CITTA DI AFRAGOLA Provincia di Napoli Settore AA.TT.OO.PP Servizio Ambiente e Igiene Urbana OGGETTO : Relazione Tecnica Descrittiva ex art. 279 Lettera a) D.P.R. n. 207/2010 Regolare Esecuzione CCP

Dettagli

DALLA PADELLA AL SERBATOIO Di Giuliano Marrucci

DALLA PADELLA AL SERBATOIO Di Giuliano Marrucci DALLA PADELLA AL SERBATOIO Di Giuliano Marrucci MILENA GABANELLI IN STUDIO Anche le buone notizie hanno i loro sviluppi. Quella di cui andiamo a vedere l evoluzione riguarda i biocarburanti. Ce ne siamo

Dettagli

RECOIL: come recuperare l olio vegetale esausto e trasformarlo in energia elettrica e termica PROPOSTE NORMATIVE

RECOIL: come recuperare l olio vegetale esausto e trasformarlo in energia elettrica e termica PROPOSTE NORMATIVE Con il contributo dello strumento finanziario LIFE+ della Comunità Europea RECOIL: come recuperare l olio vegetale esausto e trasformarlo in energia elettrica e termica PROPOSTE NORMATIVE Pubblicato da

Dettagli

Aspetti tecnici e ambientali del progetto Greenoil Mottalciata, 23 gennaio 2016

Aspetti tecnici e ambientali del progetto Greenoil Mottalciata, 23 gennaio 2016 Aspetti tecnici e ambientali del progetto Greenoil Mottalciata, 23 gennaio 2016 La richiesta 1. sia autorizzato l esercizio, ai sensi dell art. 208 del D.Lgs. n. 152/2006 e s.m.i., dell impianto di sintesi

Dettagli

I risultati del progetto «Acqua senza macchia»

I risultati del progetto «Acqua senza macchia» Università degli Studi di Milano Bioccca Dipartimento di Scienze dell Ambiente e del Territorio I risultati del progetto «Acqua senza macchia» Valentina Castellani e Alline Storni GRISS, Gruppo di Ricerca

Dettagli

COMUNE DI PONTE BUGGIANESE. (Provincia di Pistoia) CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA,

COMUNE DI PONTE BUGGIANESE. (Provincia di Pistoia) CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, 1 COMUNE DI PONTE BUGGIANESE (Provincia di Pistoia) CONVENZIONE PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E RECUPERO DEGLI OLI VEGETALI ESAUSTI CLASSIFICATI CON IL C.E.R 20.01.25 (OLI E GRASSI

Dettagli

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

Insieme Verso l Economia Circolare

Insieme Verso l Economia Circolare Giornata tecnica sulla Gestione dei Rifiuti Evento organizzato dal progetto LANDCARE MED Insieme Verso l Economia Circolare Cagliari, 21 Dicembre 2015 Impianto nel cuore della Trexenta nel Comune di Guasila

Dettagli

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti

Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Accedere alle opportunitàdi finanziamento: migliorare la competitività e l impatto economico e accrescere la sostenibilità del TPL con i biocarburanti Relatori: Dr. Luigi ZANIN Dr. Andrea BALLARIN U.P.

Dettagli

Liguria e Valle d Aosta

Liguria e Valle d Aosta Rapporti, confini normativi e competenza Sanità-Ambiente: SOTTOPRODOTTI O RIFIUTI? Tiziana Serraino Ufficio III - Igiene degli alimenti di origine animale DGSAN Ministero della Salute REGOLAMENTO (CE)

Dettagli

IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA

IL RESPONSABILE DELL AREA TECNICA INDAGINE COMUNE ESPLORATIVA DI LANUSEI DEL MERCATO Area dei Servizi Tecnici Prot. n 14059 Lanusei, 23.11.2015 PREMESSO ACQUISIZIONE che MANIFESTAZIONI differenziati nel territorio il Comune comunale Lanusei,

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE Ordinanza n. 755 del 12 novembre 2013 Oggetto: DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI E MATERIALI IL SINDACO VISTO D.Lgs 03/04/06 n. 152 e s.m.i. Norme in materia ambientale ed in particolare: - l articolo 178 ove

Dettagli

Gli oli alimentari esausti

Gli oli alimentari esausti Gli oli alimentari esausti Gli oli alimentari esausti possono derivare da svariate fonti quali ad esempio gli oli di frittura, o più in generale gli oli grassi vegetali e animali. In seguito al loro utilizzo,

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

RECOIL. RECovered waste cooking OIL for combined heat and power production. Il quadro normativo europeo per la riconversione energetica

RECOIL. RECovered waste cooking OIL for combined heat and power production. Il quadro normativo europeo per la riconversione energetica RECOIL RECovered waste cooking OIL for combined heat and power production Il quadro normativo europeo per la riconversione energetica Piero Pelizzaro Kyoto Club The role of the recycling industry in the

Dettagli

Valutazioni preliminari per la raccolta di olio vegetale esausto da utilizzare in un impianto di cogenerazione di energia elettrica e calore.

Valutazioni preliminari per la raccolta di olio vegetale esausto da utilizzare in un impianto di cogenerazione di energia elettrica e calore. Valutazioni preliminari per la raccolta di olio vegetale esausto da utilizzare in un impianto di cogenerazione di energia elettrica e calore. (Gruppo di lavoro Amsa Ecodeco) Indice Ipotesi di lavoro e

Dettagli

Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Milano N dei comuni 134 N delle schede da compilare 134 N delle schede compilate 134 % di copertura 100,0% Abitanti 3.166.486 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.166.486 Ab. dei

Dettagli

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Milano N dei comuni 134 N delle schede da compilare 134 N delle schede compilate 134 % di copertura 10 Abitanti 3.176.180 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 3.176.180 Ab. dei Comuni

Dettagli

ROTOIL. il Mangiaolio

ROTOIL. il Mangiaolio ROTOIL il Mangiaolio CATALOGO/LISTINO ottobre 2014 2 Rototec il Mangiaolio - 2014 il Mangiaolio CONTENITORE PER OLI MINERALI ESAUSTI ROTOIL CONTENITORE PER OLI VEGETALI ESAUSTI ROTOVEG CONTENITORE PER

Dettagli

Città di Portici Provincia di Napoli

Città di Portici Provincia di Napoli CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEGLI OLII ESAUSTI DI ORIGINE DOMESTICA CLASSIFICATI CON IL C.E.R. 20.01.25 (OLI E GRASSI COMMESTIBILI) ART. 1 NATURA E OGGETTO DEL SERVIZIO

Dettagli

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Comune di Montemarciano GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 2015 Valido dal 01.02.2015 al 31.05.2015 LE MODALITÀ DI RACCOLTA LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO Frazione organica Da

Dettagli

Apriamo le porte alla raccolta differenziata.

Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Utenze domestiche Borgo San Giuliano di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una

Dettagli

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003

L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI. Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 L ESPERIENZA TOSCANA NELLA GESTIONE SOSTENIBILE DEI RIFIUTI AGRICOLI Marco Buzzichelli A.R.R.R. Spa Piediripa di Macerata, 27 maggio 2003 Delibera del Consiglio Regionale della Toscana n. 385 del 21 dicembre

Dettagli

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO

COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO COMUNE DI INVERIGO Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DELLA PIATTAFORMA ECOLOGICA IN LOC. FORNACETTA DI INVERIGO Approvato con atto C.C. n. 28/2000 - Modificato con atto C.C. n. 23 del

Dettagli

Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0

Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che non hanno compilato la scheda 0 Provincia di Sondrio N dei comuni 78 N delle schede da compilare 75 N delle schede compilate 75 % di copertura 1,% Abitanti 183.136 Ab. dei Comuni che hanno compilato la scheda 183.136 Ab. dei Comuni che

Dettagli

TITOLO I TITOLO II TITOLO III

TITOLO I TITOLO II TITOLO III # TITOLO I 4 DISPOSIZIONI GENERALI E DEFINIZIONI... 4 Art. 1 - Campo d applicazione 4 Art. 2 - Finalità 4 Art. 3 - Prevenzione della produzione di rifiuti 5 Art. 4 - Recupero dei rifiuti 5 Art. 5 - Smaltimento

Dettagli

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro Carta dei servizi Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana Comune di Nembro Comune di Ranica Comune di Pradalunga Comune di Alzano Lombardo che cos è la carta dei servizi La Carta dei Servizi

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA

RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA RELAZIONE TECNICA DA ALLEGARE ALLA NOTIFICA SANITARIA Il sottoscritto/a nato/a a il di nazionalità residente a Via Codice fiscale Tel. in qualità di della ditta/società con sede legale in Via Codice fiscale

Dettagli

BOZZA RELAZIONE. Desenzano del Garda 03.05.2014. Pagina 1 di 7

BOZZA RELAZIONE. Desenzano del Garda 03.05.2014. Pagina 1 di 7 BOZZA RELAZIONE Desenzano del Garda 03.05.2014 Pagina 1 di 7 Richiamata la recente Legge 27 dicembre 2013 n. 147 ( Legge di stabilità 2014), in particolare art. 1 commi 639 668 di istituzione della TARI

Dettagli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli

COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli COPIA COMUNE DI GRAGNANO Provincia di Napoli VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA COMMISSIONE STRAORDINARIA (nominata con DPR del 30-03-2012) n. 121 del 19-09-2012 OGGETTO: Linea di indirizzo per l attivazione

Dettagli

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI AVVISO AI CITTADINI APERTURA ECOCENTRO COMUNE DI USINI Alle ore 9:00 di Sabato 14 Marzo 2015 avrà luogo l inaugurazione del Centro

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi - Allegato B - DETTAGLIO SULLE STRUTTURE E I SERVIZI FORNITI Le principali attività garantite da ACEA sono: la raccolta stradale per eco-punti; le raccolte domiciliari; il lavaggio

Dettagli

MOZIONE "Recupero oli domestici esausti"

MOZIONE Recupero oli domestici esausti Gruppo Consiliare Movimento Cinque Stelle città di Trevi (PG) Al Presidente del Consiglio Premesso che: MOZIONE "Recupero oli domestici esausti" gli oli alimentari quando raggiungono temperature elevate

Dettagli

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8

Piano Energetico Cantonale. Schede settoriali. Produzione di energia termica P.8. Biomassa scarti organici P.8 Biomassa scarti organici 97 Situazione attuale Con il termine «scarti organici» ci si riferisce a sostanze di origine organica, animale o vegetale. È possibile classificare tali sostanze in funzione delle

Dettagli

SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività - Notifica Registrazione Sanitaria (ai sensi del Regolamento CE n. 852/853/854 del 2004)

SCIA Segnalazione Certificata di Inizio Attività - Notifica Registrazione Sanitaria (ai sensi del Regolamento CE n. 852/853/854 del 2004) Al Dipartimento di Prevenzione Azienda USL di Frosinone S.S Ispezione degli alimenti di o.a Distretto per il tramite dello SUAP in forma Associata della XIV Comunità Montana Valle di Comino SCIA Segnalazione

Dettagli

La gestione del ciclo integrato dei rifiuti 3D - ALTRI CONSORZI DI RECUPERO (COOU- CONOE-CONAU-ECOPNEUS)

La gestione del ciclo integrato dei rifiuti 3D - ALTRI CONSORZI DI RECUPERO (COOU- CONOE-CONAU-ECOPNEUS) La gestione del ciclo integrato dei rifiuti 3D - ALTRI CONSORZI DI RECUPERO (COOU- CONOE-CONAU-ECOPNEUS) Oli minerali usati L olio usato dei motori a combustione e dei macchinari è un rifiuto pericoloso

Dettagli

Apriamo le porte alla raccolta differenziata.

Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Utenze domestiche Santa Giustina di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini un nuovo progetto di raccolta differenziata porta a porta : lo sapevate che: il primo passo per

Dettagli

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta:

SCHEDA DIDATTICA. Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: SCHEDA DIDATTICA NOME: COGNOME: CLASSE: Sulla base di ciò che hai osservato poco fa, rispondi a queste facili domande facendo una crocetta sulla risposta corretta: 1) Secondo te è più pesante una bottiglia

Dettagli

Non più rifiuti ma risorse.

Non più rifiuti ma risorse. Non più rifiuti ma risorse. La raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Bibbiano. GUIDA PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI, PRODUTTIVE E PER GLI UFFICI. Comune di Bibbiano Opuscolo PAP UND Bibbiano.indd

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO VISTE e RICHIAMATE integralmente le proprie Ordinanza Sindacali n 213 del 13 novembre 2009 disciplinante il servizio di raccolta dei rifiuti urbani

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) Versione 1.0 18/10/2011 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) (DOCUMENTO IN VIA DI APPROVAZIONE) Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento, adottato ai sensi del D.lgs. 3 aprile

Dettagli

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 /

A) Costo per la raccolta/trasporto : 45,00 per impegno fino ad un ora. utilizzando Fiat Daily o simili, oltre l ora si conteggiano frazioni a 45,00 / TARIFFARIO GESTIONE DEI RIFIUTI SPECIALI E URBANI ASSIMILATI E ALTRE PRESTAZIONI DEL SERVIZIO IGIENE URBANA ( delibera CdA n. 68 del 27/06/2013) ALLEGATO 1. : TARIFFARIO PER RACCOLTA/TRASPORTO/ SMALTIMENTO/RECUPERO

Dettagli

CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale

CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale CONTARINA SPA Il modello virtuoso di raccolta porta a porta a tariffa puntuale Pietro Piva, Responsabile Divisione Commerciale Perugia, 5 Febbraio 2016 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Utenze domestiche Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015)

% Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 2015) ton Sede Legale: Via G. Di Vittorio, 84-381 LAVIS (TN) 461 24 11 81 - Fax 461 24 2 % Raccolta Differenziata - ultimo triennio* (* I semestre per il 21) 9% 88% 86% 84% 82% 8% 78% 76% 74% 72% %RD (con spazzamento)

Dettagli

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini

Utenze domestiche Centro Storico di Rimini. Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini Utenze domestiche Centro Storico di Rimini Apriamo le porte alla raccolta differenziata. Comune di Rimini lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata

Dettagli

C O M U N E di M I S T R E T T A

C O M U N E di M I S T R E T T A UTENZE DOMESTICHE - giugno 2014 1 DOMENICA 2 LUNEDI' 3 MARTEDI' 4 MERCOLEDI' 5 GIOVEDI' 6 VENERDI' 7 SABATO 8 DOMENICA 9 LUNEDI' 10 MARTEDI' 11 MERCOLEDI' 12 GIOVEDI' 13 VENERDI' 14 SABATO 15 DOMENICA

Dettagli

IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI

IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI COMUNE DI SAN STINO DI LIVENZA Provincia di Venezia IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC COMPONENTE TARI PIANO FINANZIARIO E TARIFFE ANNO 2014 PREMESSA La Legge di Stabilità 2014, n. 147 del 27.12.2013, ha istituito

Dettagli

CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E RECUPERO DI OLIO VEGETALE ESAUSTO DI PROVENIENZA DOMESTICA

CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E RECUPERO DI OLIO VEGETALE ESAUSTO DI PROVENIENZA DOMESTICA CONVENZIONE PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA, TRASPORTO E RECUPERO DI OLIO VEGETALE ESAUSTO DI PROVENIENZA DOMESTICA Con la presente scrittura privata da valersi come pubblico strumento ad ogni

Dettagli

Progetto LIFE+08 ENV/IT/000425 ETRUSCAN. Deliverable action 1d. Cost-benefit on the direct collection of exhausted oil

Progetto LIFE+08 ENV/IT/000425 ETRUSCAN. Deliverable action 1d. Cost-benefit on the direct collection of exhausted oil Progetto LIFE+08 ENV/IT/000425 ETRUSCAN Deliverable action 1d Cost-benefit on the direct collection of exhausted oil Viterbo 7 luglio 2010 Intoduzione Gli oli vegetali sottoposti ad un riscaldamento severo,

Dettagli

LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA

LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA CONSORZIO INTERCOMUNALE AUTORITA DI BACINO TV 2 LA GESTIONE INTEGRATA DEI RIFIUTI NEL CONSORZIO INTERCOMUNALE PRIULA Giugno 2008 Il Consorzio Intercomunale Priula nasce nel 1987 per volontà di 5 Comuni

Dettagli

Milano, 14 settembre 2011

Milano, 14 settembre 2011 1 LA NUOVA DISCIPLINA IN MATERIA DI RIFIUTI ALLA LUCE DEL D. LGS. 3 DICEMBRE 2010, N. 205 Milano, 14 settembre 2011 2 1. I principi della gestione dei rifiuti Precauzione e quindi tutela dell ambiente

Dettagli

#$2.#2 #2 #$2 3 44&2" 4 & "&43 3 3 # 0.#$2 #5754854#95:&'"(" '()*+,! !""" '*+,!6) *788)(-!- "# $ #$$"%" 0#12 ! % #$$"%! #$$"%"3"! #$$"%#4& !

#$2.#2 #2 #$2 3 44&2 4 & &43 3 3 # 0.#$2 #5754854#95:&'( '()*+,! ! '*+,!6) *788)(-!- # $ #$$% 0#12 ! % #$$%! #$$%3! #$$%#4& ! '"(" '()*+, -- " "./. (4./ % '*+,6) *788)(-- ' ( ) ( ( ) ( "# $ #$$"% #$"$$"% " *,)"' "- -"'% "$.%" %"/ 01'1 1$ % #$ 0#12 3 5 % $1$.. 5'"3'" 6''665"36 3 442" % #$2.#2 #$$"%" #$$"% #$$"%"3" #$$"%#4 #$$"%"

Dettagli

L Ufficio Raccolta Differenziata è già attivo presso il Parco degli Ulivi in Via delle Mimose, 52.

L Ufficio Raccolta Differenziata è già attivo presso il Parco degli Ulivi in Via delle Mimose, 52. NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Dal 19 maggio 2014 spariranno progressivamente tutti i cassonetti stradali presenti nel territorio comunale e partirà un nuovo ed efficiente sistema di raccolta

Dettagli

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE . COMUNE DI BARONISSI Provincia di Salerno ASSESSORATO ALL AMBIENTE Allegato Delibera di Giunta Comunale n. 54 del 15.02.2010-1 - INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi

Dettagli

a cura di Marco Fabrizio, avvocato, studio legale Fabrizio

a cura di Marco Fabrizio, avvocato, studio legale Fabrizio a cura di Marco Fabrizio, avvocato, studio legale Fabrizio 31 GENNAIO Qualità delle acque destinate al consumo umano. Relazione sui controlli con esito negativo Entro il 31 gennaio 2014, le regioni e le

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ~-.,.. ~..." " COMUNE DI PESCARA CITTA' DI PESCARA Mfld.aglia d' 0'0 at Merito Civi~e COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 792 Del 15~11-12 Oggetto: ADESIONE AL PROGETTO INTEGRATO

Dettagli

siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini!

siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini! siamo partiti dalle scuole per arrivare a tutti i cittadini! COME E STATO FATTO IL BILANCIO ENERGETICO? Per effettuare il bilancio energetico è stato necessario conoscere e valutare tutti i consumi energetici

Dettagli

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti:

Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: FAI LA DIFFERENZA Ciascuno di noi produce in media 1,5 KG Di RiFiUti AL GioRno, oltre 500 kg ogni anno! Se raccolti in modo differenziato, i tuoi rifiuti potranno essere ReCUPeRAti: attraverso il RICICLO

Dettagli

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 81 del 21/12/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna

Allegato A alla deliberazione di Consiglio Comunale n. 81 del 21/12/2011. COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna COMUNE DI CASTELLO DI SERRAVALLE Provincia di Bologna RICONOSCIMENTO DI CONTRIBUTI ECONOMICI PER IL CONFERIMENTO DIRETTO DI ALCUNE TIPOLOGIE DI RIFIUTI DIFFERENZIATI, PROVENIENTI DALL UTENZA DOMESTICA,

Dettagli

Centro inf: A07/ordinanza servizio raccolta rifiuti. Ordinanza municipale sul servizio raccolta rifiuti (del 6.12.2004)

Centro inf: A07/ordinanza servizio raccolta rifiuti. Ordinanza municipale sul servizio raccolta rifiuti (del 6.12.2004) Centro inf: A07/ordinanza servizio raccolta rifiuti Ordinanza municipale sul servizio raccolta rifiuti (del 6.12.2004) - 2 - Ordinanza municipale sul servizio raccolta rifiuti (del 6.12.2004) Il Municipio

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE AMBIENTALE DELLE INIZIATIVE DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA E DELLE SAGRE

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE AMBIENTALE DELLE INIZIATIVE DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA E DELLE SAGRE 0 SETTORE PROMOZIONE DEL TERRITORIO E DELL IMPRESA U.O. S.U.A.P. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE AMBIENTALE DELLE INIZIATIVE DI SOMMINISTRAZIONE TEMPORANEA E DELLE SAGRE Approvato con delibera Consiglio Comunale

Dettagli

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA

La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA La gestione dei rifiuti urbani nel comune di Milano Sonia Cantoni Presidente AMSA Convegno «La raccolta differenziata della frazione organica dei rifiuti a Milano» Gruppo RICICLA Dip Scienze Agrarie e

Dettagli

Senato della Repubblica Commissione Territorio, ambiente e beni ambientali

Senato della Repubblica Commissione Territorio, ambiente e beni ambientali Senato della Repubblica Commissione Territorio, ambiente e beni ambientali Audizione in merito al disegno di legge Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento

Dettagli

CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti

CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti CONTARINA SPA Un esempio virtuoso nella gestione integrata dei rifiuti 1. Chi siamo 2. Le caratteristiche del modello Contarina 3. I servizi 4. I risultati 5. Focus Treviso 6. Gli obiettivi per il futuro

Dettagli

R E G O L A M E N T O PER LA GESTIONE E L USO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI DIFFERENZIATI URBANI

R E G O L A M E N T O PER LA GESTIONE E L USO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI DIFFERENZIATI URBANI R E G O L A M E N T O PER LA GESTIONE E L USO DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI DIFFERENZIATI URBANI (Approvato con delibera di C.c. n. 24 del 31.03.2010 modificato con delibera di C.c. n. 29 del 31.05.2012)

Dettagli

ALZANO LOMBARDO - Abitanti al 31.12.2014: 13632

ALZANO LOMBARDO - Abitanti al 31.12.2014: 13632 ALZANO LOMBARDO - Abitanti al 31.12.2014: 13632 Tabella B1/a Servizi a base di gara - Raccolte domiciliari e igiene urbana Costo unitario Unità di misura Quantità Unità di misura Costo totale annuo Costo

Dettagli

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI.

GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. COMUNE DI ROBBIATE Provincia di Lecco GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI SOLIDI URBANI ED ASSIMILABILI AGLI URBANI. Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n 53 del 23/12/2015

Dettagli

Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto

Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto Percorso per la rivalutazione dell acqua di rubinetto Le buone pratiche per la tutela dell ambiente Riservato ad Associazioni L acqua di rete: lo scenario Pur in una situazione italiana di alti consumi

Dettagli

Allegato A) della Deliberazione di C.C. n. 38 del 03/07/2013 CITTÀ DI PIOSSASCO

Allegato A) della Deliberazione di C.C. n. 38 del 03/07/2013 CITTÀ DI PIOSSASCO Allegato A) della Deliberazione di C.C. n. 38 del 03/07/2013 CITTÀ DI PIOSSASCO REGOLAMENTO COMUNALE DI ASSIMILAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI AI RIFIUTI URBANI 1 INDICE Art. 1 - Oggetto Art. 2 - Criteri generali

Dettagli

a) si ottiene dalla decomposizione di materiali organici b) sono smaltite dalle officine o nelle Isole Ecologica e Centri di Raccolta AMA

a) si ottiene dalla decomposizione di materiali organici b) sono smaltite dalle officine o nelle Isole Ecologica e Centri di Raccolta AMA DOMANDA Il COMPOST Le batterie auto al piombo Dividere correttamente i rifiuti è importante Lo smaltimento ideale degli olii vegetali per cottura di alimenti avviene tramite Indumenti usati e accessori

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

SCHEDA FESTA. Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p.

SCHEDA FESTA. Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p. SCHEDA FESTA Il sottoscritto in qualità di legale rappresentante dell Ente/Proloco/Associazione con sede in via n. C.A.P. codice fiscale p. IVA riguardo la seguente iniziativa organizzata sul territorio

Dettagli

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro

SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA. Corso di Laurea in Ingegneria per la Sicurezza dell'ambiente e del Lavoro SISTEMI DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 1 Normativa di riferimento Legge nazionale di riferimento: Testo Unico in materia ambientale D.Lgs. 152/06 In Lombardia vige la L.R. 26/03 Disciplina dei servizi locali

Dettagli

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl

La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto. CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl La produzione di biodiesel da olio alimentare esausto CONVEGNO BIODIENET Milano, 28.04.08 Susanna Regis Milano - DPLubrificanti srl 1 Sommario La DP Lubrificanti srl I numeri dell olio fritto Il CONOE

Dettagli