Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene."

Transcript

1 Nuovo sistema di protezione modulare ETIMAT Scatta la protezione che conviene. Power needs control

2 ETIMAT. Apparecchi modulari per la protezione. Scatta la protezione che conviene. Il nuovo sistema di protezione ETIMAT comprende una gamma completa di interruttori differenziali puri e magnetotermici, interruttori non automatici, scaricatori di sovratensione ed altri componenti per il comando e la protezione dei circuiti elettrici. Tutti i componenti del sistema sono modulari, compatti e di alta qualità. Si tratta di apparecchi progettati secondo i più aggiornati criteri di sicurezza, con una tecnologia evoluta che ne ha consentito la miniaturizzazione e ha favorito l introduzione di specifici accorgimenti per una maggiore rapidità di installazione.grazie alla elevata specializzazione il sistema ETIMAT è in grado di offrire soluzioni affidabili, sicure e diversificate per qualunque esigenza applicativa. Le certificazioni da parte del VDE (l ente di certificazione tedesco) e del KEMA KEUR (l ente di certificazione olandese) costituiscono una prestigiosa testimonianza del valore dei prodotti ETI ed una garanzia di sicurezza per ogni applicazione costruttiva. terruttori automatici Per la loro funzione di protezione contro le sovracorrenti (sovraccarichi e cortocircuiti), gli interruttori magnetotermici sono dispositivi fondamentali per un esercizio affidabile e sicuro dell impianto elettrico. Tutti gli interruttori magnetotermici ETIMAT sono realizzati in conformità alle Norme CEI EN 0898 (interruttori automatici per usi domestici e similari) e CEI EN (apparecchiature a bassa tensione interruttori automatici). La serie ETIMAT si compone di 2 gamme con potere di interruzione pari a e 10 ka per tensioni di esercizio di 230 V monofasi e 0V trifasi, ottimali per la protezione degli impianti elettrici negli ambienti domestici, terziario e piccole unità produttive. Le correnti nominali vanno da a 3 A per i ka e da 0,5 a 3 A per i 10 ka. Da segnalare la serie specifica per circuiti in corrente continua da ka con correnti nominali da 0,5 a 32 A e la serie per alte correnti con correnti nominali da 80 A a 1 A per interruttori con potere di interruzione pari a 10 ka. Tutti i prodotti presentano l indicazione dello stato dei contatti (sezionamento visualizzato), un sistema semplificato di aggancio sulla guida DIN e terminali in grado di ospitare cavi di sezione fino a mm 2. La gestione a magazzino del prodotto risulta agevolata grazie alla presenza del barcode su ogni confezione e su ogni singolo prodotto. terruttori differenziali puri Gli interruttori differenziali assicurano la protezione delle persone contro i contatti indiretti secondo quanto previsto dalla norma CEI 4-8 parte 4. Tutti i dispositivi sono realizzati in conformità alla norma CEI EN La gamma degli interruttori differenziali puri comprende apparecchi in classe A (per correnti alternate sinusoidali o unidirezionali pulsanti) e classe AC (per correnti alternate). Sono disponibili interruttori con correnti nominali da a 80A, nelle versioni a 2 (EFI-2) o 4 poli (EFI-4). La soglia d intervento IΔn (parametro fondamentale nella scelta dell interruttore) varia da 0,03 A (differenziali ad alta sensibilità) a 0,5A garantendo in tal modo i livelli di sicurezza richiesti dalle norme. Si ricorda che gli interruttori differenziali puri devono essere installati in coordinamento con dispositivi di protezione contro le sovracorrenti come gli interruttori magnetotermici della serie ETIMAT o fusibili con caratteristica di intervento gg. 2

3 ETIMAT. Più sicurezza, più affidabilità, più facilità di installazione. Molteplici vantaggi grazie alla struttura degli interruttori. dicazione dello stato dei contatti principali sia in posizione ON che in posizione OFF. Il sistema di aggancio è dotato di una clip di tipo bistabile per un posizionamento ottimale sulla guida DIN. Gli apparecchi della serie ETIMAT sono dotati del marchio VDE (l ente di certificazione tedesco) e KEMA KEUR (l ente di certificazione olandese). La leva di comando può essere piombata sia in posizione ON che in posizione OFF. I morsetti permettono la connessione contemporanea di barrette di collegamento e di cavi. 3

4 terruttori automatici serie ETIMAT. terruttori automatici serie ETIMAT. ETIMAT ka corrente alternata. ETIMAT ka corrente alternata. 230 V / 0 V c.a., max 0 V c.c. Correnti nominali - 3 A Frequenza nominale 50/0 Hz Potere di interruzione Icn ka (CEI EN 0898) Classe di limitazione 3 Caratteristiche di intervento B, C Sezione cavi di collegamento 1- mm 2 Coppia di serraggio max. 3 Nm Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Lucchettabile sia in posizione ON che OFF Conformità CEI EN 0898 Gamma di interruttori modulari in grado di offrire una protezione sicura e affidabile per qualunque circuito elettrico in ambiente domestico, terziario e piccola industria P P + N (1 mod) P + N ETIMAT ka corrente continua. ETIMAT ka corrente continua. 1P: 220 V c.c. 2P: 220/4 V c.c. Correnti nominali 0,5 32 A Potere di interruzione Icn ka (CEI EN 0898) Classe di limitazione 3 Caratteristiche di intervento B, C Sezione cavi di collegamento 1- mm 2 Coppia di serraggio max. 3 Nm Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Lucchettabile sia in posizione ON che OFF Conformità CEI EN 0898 Fusibile di back-up 100 A gg Gamma di interruttori modulari specifici per l utilizzo in circuiti in corrente continua. Non è possibile utilizzare due interruttori unipolari al posto di un bipolare. Costante di tempo L/R pari a 4 ms. Durante il collegamento nel circuito in corrente continua, porre attenzione alle polarità. 0,5 1 1, P caratteristica B caratteristica C P caratteristica B caratteristica C

5 t P P P + N Le caratteristiche di intervento. Le caratteristiche di intervento. Gli interruttori magnetotermici ETI dispongono di caratteristiche di intervento opportunamente definite per soddisfare le varie esigenze impiantistiche: dalla protezione di apparecchiature elettroniche a quella dei trasformatori e dei motori. Queste caratteristiche di intervento sono contraddistinte rispettivamente dalle lettere B, C, D in accordo con la norma CEI EN La corrente nominale è definita per una temperatura ambiente di 30 C. min. sec min s 4 2 1s ms 4 B C D 2 10ms 4 1 B= 3 5 C= 5 10 D= Le curve caratteristiche si differenziano per la soglia di intervento come segue: - B: per la protezione di carichi resistivi o linee di lunghezza rilevante. - C: per la protezione di carichi generici - D: per la protezione di utilizzatori con forti correnti di avviamento (motori) N x I n 5

6 terruttori automatici serie ETIMAT. terruttori automatici serie ETIMAT. ETIMAT 10kA corrente alternata. ETIMAT 10kA corrente alternata. 230 V / 0 V c.a., max 0 V c.c. Correnti nominali 0,5-3 A Frequenza nominale 50/0 Hz Potere di interruzione Icn 10 ka (0,5- A) - ka (50-3 A) CEI EN 0898 Classe di limitazione 3 Caratteristiche di intervento B, C, D Sezione cavi di collegamento 1- mm 2 Coppia di serraggio max. 3 Nm Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Classe di isolamento B Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Lucchettabile sia in posizione ON che OFF Conformità CEI EN CEI EN Nuova generazione di interruttori modulari con potere di interruzione fino a 10 ka, con numerose caratteristiche particolari in grado di facilitare il lavoro dell installatore. 0,5 1 1, P caratt. D P + N caratt. D ETIMAT 15kA per alte correnti. ETIMAT 15kA per alte correnti. 230 V / 0 V c.a., max 0 V c.c. Correnti nominali 80, 100, 1 A Frequenza nominale 50/0 Hz Potere di interruzione Icn 80/100A: 20 ka (CEI EN ) 1A: 15 ka (CEI EN ) Caratteristiche di intervento C Sezione cavi di collegamento fino a 50 mm 2 Larghezza polo 27 mm Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Lucchettabile sia in posizione ON e OFF Durata meccanica min cicli Conformità CEI EN P caratteristica C P caratteristica C P caratteristica C

7 0,5 1 1, P caratt. D P caratt. D P + N caratt. D Accessoriabilità completa. Accessoriabilità completa. L accessoriabilità aumenta le prestazioni di un interruttore e la professionalità dei progettisti e degli installatori che possono realizzare soluzioni più avanzate ed integrate. Tali componenti sono infatti utilissimi per ampliare le possibilità di impiego, di comando e di controllo anche a distanza, degli interruttori. La gamma comprende: contatti ausiliari, bobine di apertura a lancio di corrente, bobine di minima tensione, componenti per la marcatura. Sono inoltre disponibili barrette a puntale per un cablaggio rapido ed efficace. Codice Descrizione Accessori per serie Etimat Contatto ausiliario - 0,5 moduli DIN - A (230V c.a.) - 1A (110V c.c.) Bobina di sgancio - 230V a.c. - 1 modulo DIN Bobina di sgancio- 48V d.c. - 1 modulo DIN 21591* Bobina di minima tensione - 230V a.c. - 1 modulo DIN * Bobina di minima tensione - 48V d.c. - 1 modulo DIN Coperchio porta etichette Barra a pettine isolata, lunghezza 1 m, sezione mm 2, unipolare Barra a pettine isolata, lunghezza 1 m, sezione mm 2, tripolare *: disponibile da settembre 200 7

8 Differenziali Puri serie EFI. Differenziali Puri serie EFI. EFI. Per la protezione delle persone. La nuova scelta nella protezione differenziale. L interruttore differenziale è un dispositivo di protezione che interviene quando l impianto presenta una dispersione di corrente verso terra. Questo dispositivo esegue in continuazione la somma vettoriale delle correnti di linea del sistema monofase e trifase e, finchè questa somma è uguale a zero, consente l alimentazione elettrica dell utenza; la interrompe invece molto rapidamente quando la risultante supera il valore prefissato secondo la sensibilità dell apparecchio. La protezione data dagli interruttori differenziali contro le tensioni di contatto ed il pericolo di elettrocuzione (passaggio di corrente elettrica entro il corpo umano) è fondamentale in tutte le comuni applicazioni impiantistiche civili e industriali. Gli interruttori differenziali puri serie EFI comprendono una gamma di correnti differenziali (IΔn) compresa tra i 30 e i 500 ma, il che li rende componibili in svariate forme di coordinamento con l impianto di terra. Gli interruttori differenziali puri provvedono alla protezione del circuito in caso di guasto di isolamento fra fase e terra maggiore o uguale alla loro corrente differenziale nominale. La normativa per gli interruttori differenziali classifica questi apparecchi secondo la natura della corrente che provoca l intervento differenziale: Classe AC, per gli interruttori differenziali il cui sgancio è assicurato per correnti alternate sinusoidali. Essi sono contrassegnati con: Classe A, per gli interruttori differenziali il cui sgancio è assicurato sia per correnti alternate sinusoidali che per correnti unidirezionali pulsanti (che si possono ad esempio manifestare all accensione di lampade fluorescenti, UPS monofase, apparecchi per raggi X). Essi sono contrassegnati con: Gli interruttori differenziali puri, per loro natura, sono in grado di intervenire solo nel caso in cui si verifichi una dispersione di corrente nei circuiti a valle del punto di installazione. Non sono invece in grado di garantire la protezione contro le sovracorrenti come quelle che si verificano in caso di sovraccarico (richiesta di corrente superiore a quella nominale per il quale è stato dimensionato l impianto) o di cortocircuito (contatto in seguito a guasto tra due componenti aventi, ad impianto sano, tensione diversa). Per questo motivo si rende necessaria l installazione coordinata di un dispositivo di protezione contro le sovracorrenti (interruttore automatico ETIMAT o fusibili aventi caratteristiche di intervento gg) a monte dell interruttore differenziale puro. Mentre i differenziali del tipo standard intervengono istantaneamente, con l unico ritardo dovuto alla velocità di allontanamento dei contatti, il differenziale selettivo (tipo S) è appositamente progettato per intervenire con un ben determinato ritardo, al fine di soddisfare eventuali esigenze di selettività dell intervento tra più dispositivi posti in cascata. 8

9 EFI. Differenziali Puri classe A e AC. Differenziali Puri classe A e AC. 230V / 0 V c.a. Correnti nominali,,, 3, 80A Classe A e AC Sensibilità differenziale 30, 100, 300, 500 ma Sezione cavi di collegamento 1- mm 2 Fusibile di back-up 80A gg Grado di protezione IP Classe di isolamento B Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Conformità CEI EN P IΔn (ma) classe A classe AC P IΔn (ma) classe A classe AC selettivo S * *: i differenziali selettivi sono in classe AC Accessori. Accessori. Codice Descrizione Accessori per serie EFI Contatto ausiliario - 1NA + 1NC - 0,5 moduli DIN Contatto ausiliario - 2NC - 0,5 moduli DIN Contatto ausiliario - 2NA - 0,5 moduli DIN 9

10 terruttori differenziali magnetotermici. terruttori differenziali magnetotermici. KZS. Differenziali magnetotermici. Differenziali magnetotermici. I differenziali magnetotermici abbinano, in un unico apparecchio, la funzione differenziale e la funzione magnetotermica tipica degli interruttori automatici; i differenziali magnetotermici intervengono sia per dispersione di corrente a terra che per sovraccarico e corto circuito, e forniscono quindi una protezione completa sia all impianto che alle persone. Correnti nominali Frequenza nominale Potere di interruzione 230-0V c.a. da a A 50/0 Hz ka 10 ka (1P+N - 30mA) C 30, 300 ma A, AC Caratteristiche di intervento Sensibilità differenziale Classe Sezione cavi di collegamento fino a mm 2 Conformità CEI EN P + N - curva 2 PC - 230V c.a. 3 P + N - curva 2 PC - 0V c.a. IΔn (ma) classe A classe AC IΔn (ma) classe A classe AC P + N con bobina 2 Pcurva C 230V c.a. IΔn (ma) classe A classe AC Nota: con bobina di sgancio incorporata su differenziale magnetotermico 1P + N 3 P + N con bobina 2 Pcurva C 0V c.a. IΔn (ma) classe A classe AC Nota: con bobina di sgancio incorporata su differenziale magnetotermico 3P + N 10

11 Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. terruttori non automatici. terruttori non automatici. 230 V / 0 V c.a. Correnti nominali -1 A Frequenza nominale 50/0 Hz Categoria di utilizzo A AC-23B; 3A AC-22B Sezione cavi di collegamento A mm 2-3A 50 mm 2 Coppia di serraggio max. 3 Nm Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Lucchettabile sia in posizione ON che OFF Conformità CEI EN DIN P 2 P 3 P 4 P Campanelli/Ronzatori. Campanelli/Ronzatori. Conformità CEE 15, DIN Larghezza 18mm Profondità 57,5 mm Aggancio su guida DIN EN0715 (EN50022) Trasformatori modulari. Trasformatori modulari. Conformità IEC EN 0742, DIN Frequenza 50/0 Hz Profondità 3 mm Aggancio su guida DIN EN0715 (EN50022) Un (V)~ modulo tipo campanello campanello ronzatore ronzatore Pn (VA) tensione primario (V) 3 moduli tensione secondario (V) / / / 8 / / / Pn (VA) 8 8 tensione primario (V) 2 moduli tensione secondario (V)

12 Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. terruttori di comando. terruttori di comando. 230 V / 0 V c.a. Correnti nominali e A Categoria di utilizzo AC-22A Sezione cavi di collegamento da 1,5 a mm 2 Frequenza nominale 50/0 Hz Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Conformità CEI EN , DIN terruttori t. con lampada di segnalazione Commutatori Commutatori con posizione OFF Un (V) poli Un (V) poli Un (V) poli Un (V) poli Pulsanti e segnalatori luminosi. Pulsanti e segnalatori luminosi. Correnti nominali Frequenza nominale 230 V c.a. 2 A 50/0 Hz Larghezza polo 17,5 mm (1 modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN 0715 (EN 50022) Conformità CEI EN 085, DIN Pulsanti luminosi Segnalatore luminoso doppio colore rosso giallo verde blu bianco colore rosso/verde

13 Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Contattori modulari. Contattori modulari. Correnti nominali Frequenza nominale Tensione di isolamento 230 V / 0 V c.a A 50 Hz 4 V c.a. Durata meccanica di cicli Larghezza modulo 17,5 mm (modulo DIN) Aggancio su guida DIN EN Conformità CEI EN CEI EN P 1 modulo cor. nom. AC1 0 V contatti tensione (V) 20 2NA NA NA + 1NC NA + 1NC NC NC P 2 moduli cor. nom. AC1 0 V contatti tensione (V) 4NA NA NA + 1NC NA + 1NC NA + 3NC NA + 3NC NA + 2NC NA + 2NC NC NC P 2 moduli cor. nom. AC1 0 V contatti tensione (V) 4NA NA NA + 1NC NA + 1NC NA + 2NC NA + 2NC NC NC NA NA NA + 1NC NA + 1NC parametro unità misura modello da 20A modello da A modello da A modello da 3A V Tensione di isolamento V Potenza dissipata per polo W Categoria di utilizzo AC1-AC3 AC1-AC3 AC1-AC3 AC1-AC3 Max n cicli/ora Sez. cavi collegamento (min-max) mm 2 1,5-10 1,5-2,5-2,5- Accessori. Accessori. Contattore ausiliario da utilizzare sui modelli da, e 3A. Contattore ausiliario contatti larghezza (mm) AC V AC 15 0V AC 1 90V NA + 1NC 8,8 (1/2 mod) 3A 2A 10A Distanziatore formazioni tecniche Nota: per ulteriori informazioni contattare il nostro ufficio tecnico. descrizione da utilizzare quando le temperature superano i C. 13

14 Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Temporizzatore luce scale. Temporizzatore luce scale. Temporizzatore luce scale dotato di tre funzioni impostabili manualmente: illuminazione temporizzata, illuminazione permanente, illuminazione disabilitata. La temporizzazione viene regolata per mezzo di un potenziometro posto sul frontale del dispositivo. Consente di ottimizzare il ciclo di illuminazione tramite la chiusura e la successiva apertura di un contatto al termine della temporizzazione impostata. Tensione di alimentazione 230V c.a. (50/0 Hz) dicazione alimentazione Mediante LED verde Uscita 1 contatto in scambio A dicazione uscita Mediante LED rosso Gamma dei tempi Da 0,5 a 10 minuti Grado di protezione IP Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 Aggancio su guida DIN EN 0715 Dimensioni 90 x 17,5 x 4 mm (1 modulo DIN) Conformità EN Temporizzatore luce scale a spegnimento graduale. Temporizzatore luce scale a spegnimento graduale. Temporizzatore per luce scale in grado di regolare accensioni e spegnimenti in modo graduale. Dotato di potenziometri regolabili, mediante i quali è possibile regolare la rapidità delle accensioni, il massimo livello di luminosità, l intervallo di tempo durante il quale tale massima luminosità risulta attiva, la rapidità degli spegnimenti. Tensione di alimentazione 230V c.a. (50/0 Hz) dicazione alimentazione Mediante LED verde Uscita Senza contatto (triac) dicazione uscita Mediante LED rosso Grado di protezione IP Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 Aggancio su guida DIN EN 0715 Dimensioni 90 x 17,5 x 4 mm (1 modulo DIN) Conformità EN Temporizzatore luce scale Temporizzatore luce scale a spegnimento graduale terruttore crepuscolare. terruttore crepuscolare. Misura l intensità luminosa circostante per mezzo di un sensore esterno (fornito con l interruttore). funzione del livello di luminosità impostato mediante un potenziometro posto sul fronte del dispositivo, l interruttore comanda l apertura o la chiusura di un circuito. Dotato di due gamme di luminosità: da 1 a 100 Lux e da 100 a Lux. Tensione di alimentazione 230V c.a. (50/0 Hz) dicazione alimentazione Mediante LED verde Uscita 1 contatto in scambio A dicazione uscita Mediante LED rosso Grado di protezione IP Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 Aggancio su guida DIN EN 0715 Dimensioni 90 x 17,5 x 4 mm (1 modulo DIN) Conformità EN 05- EN terruttore orario digitale a una via. terruttore orario digitale a una via. terruttore orario digitale programmabile a un canale, dotato di ampio display LCD. La programmazione può essere sia giornaliera che settimanale. Conversione automatica estate-inverno. Coperchio frontale piombabile. Tensione di alimentazione da 12 a 2V sia c.c. che c.a. Uscita 1 contatto in scambio A Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 Grado di protezione IP20 tervallo di tempo minimo 1 secondo Aggancio su guida DIN EN 0715 Dimensioni 90 x 35,5 x 4 mm (2 moduli DIN) Conformità EN terruttore crepuscolare terruttore orario digitale a una via Accessori per prodotti modulari. Accessori per prodotti modulari. poli sez. mm 2 passo mm L mm Barre a pettine isolate 0V a puntale Barre a pettine isolate 0V a forcella poli sez. mm 2 passo mm L mm

15 Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Apparecchi modulari di comando, controllo e segnalazione. Relè elettromeccanici passo passo. Relè elettromeccanici passo passo. La commutazione dei contatti avviene ad ogni impulso inviato alla bobina. Dispositivo a controllo manuale dotato di indicatore di stato. codici Circuito di potenza A-0V c.a. A-0V c.a. Tensione di isolamento 0V c.a. 0V c.a. Bobina 24V 230V Uscita 1NA + 1NC 1NA + 1NC Sezione max cavi di collegamento 12 mm 2 12 mm 2 Aggancio su guida DIN EN 0715 EN 0715 Dimensioni 1 modulo DIN 1 modulo DIN Conformità CEI EN 09 CEI EN 09 Relè elettronici passo passo. Relè elettronici passo passo. Relè passo passo di tipo elettronico, mantiene in memoria lo stato del dispositivo nel momento in cui l alimentazione viene scollegata. Alla successiva ripartenza, ritorna all ultimo stato memorizzato. Il funzionamento del dispositivo risulta particolarmente affidabile e silenzioso. codici Circuito di potenza A 12 / 2V c.a./c.c. Tensione di alimentazione da 12 a 2V sia c.c. che c.a. dicazione alimentazione LED verde LED verde Uscita (contatto in scambio) 1 x A 2 x A dicazione uscita 1 LED rosso 2 LED rossi Grado di protezione IP IP Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 2,5 mm 2 Aggancio su guida DIN EN 0715 EN 0715 Dimensioni 90 x 17,5 x 4 mm (1 modulo DIN) Conformità CEI EN 09-1 e CEI EN Relè elettromeccanici passo passo Relè elettronici passo passo Relè temporizzatore. Relè temporizzatore. Relè temporizzatore in un modulo DIN. La scelta della temporizzazione avviene mediante due selettori: uno regola la scala dei tempi e l altro viene utilizzato per la cosiddetta regolazione fine. Dotato di indicatore luminoso di funzionamento. Esempi di utilizzo: comando sistemi di illuminazione, allarme, ventilazione, ecc. Tensione di alimentazione da 12 a 2V sia c.c. che c.a. dicazione alimentazione Mediante LED verde Gamma dei tempi Da 0,1s a 100 giorni Uscita 1 contatto in scambio dicazione uscita Mediante LED multifunzione rosso Grado di protezione IP Sezione max cavi di collegamento 2,5 mm 2 Durata meccanica 3 x 10 7 operazioni Aggancio su guida DIN EN 0715 Conformità EN Dimensioni 90 x 17,5 x 4 mm (1 modulo DIN) Presa Schuko. Presa Schuko. Dotata di alveoli protetti, risulta perfettamente idonea all installazione entro quadri elettrici, in virtù della possibilità di aggancio su guida DIN (EN 50022). Il collegamento dei cavi avviene tramite morsetti a piastrina per conduttori aventi sezione massima di mm 2. Numero poli 2P + T Corrente nominale A 0V Dimensione 2 moduli DIN Conformità CEI 23-5 Relè temporizzatore Presa Schuko Morsetti di connessione lunghezza pin (mm) connessione sezione cavi collegamento mm Laterale Da a Frontale Da a Laterale Da a Laterale Da a Frontale Da a 50 Tappi per barre a pettine descrizione polo, 30 mm poli, 10 mm poli, mm poli, 30 mm poli, mm 2 15

16 Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Classificazione dei sistemi in relazione al collegamento a terra. Classificazione dei sistemi in relazione al collegamento a terra. Gli impianti utilizzatori vengono alimentati dal circuito BT delle cabine di trasformazione che, essendo dotate di trasformatori aventi l avvolgimento secondario collegato a stella, rendono disponibili le tre fasi e il neutro, corrispondente al centro della stella, del sistema. Durante il normale esercizio tale punto può essere collegato a terra. Anche gli impianti utilizzatori, a loro volta, possono avere le masse collegate o meno a terra. Per massa si intende una qualsiasi parte conduttrice, non in tensione nelle normali condizioni di isolamento, ma che può andare in tensione a causa di un cedimento dell isolamento principale e che può essere toccata. I sistemi elettrici vengono classificati mediante una sigla di due lettere che indicano lo stato del neutro e delle masse. Prima lettera: T: Collegamento diretto a terra del neutro (con impedenza trascurabile) I: Isolamento da terra (o collegamento mediante impedenza) Seconda lettera T: Collegamento diretto a terra delle masse N: Collegamento delle masse al punto del sistema (generalmente il neutro) connesso a terra sistema TN-C RB L1 L2 L3 PEN sistema TT L1 L2 L3 N sistema TN-S L1 L2 L3 N PE RB RA RB sistema IT L1 L2 L3 N sistema TN-C-S L1 L2 L3 PEN N RB RA RB base a quanto sopra si possono avere tre diversi sistemi di distribuzione Sistema TT Questo sistema ha il neutro e le masse direttamente collegate a terra, mediante due impianti di terra indipendenti. E normalmente impiegato in Italia per l alimentazione degli impianti utilizzatori in BT. Il neutro è messo a terra in cabina, mentre le masse sono collegate all impianto di terra dell utente, mediante il conduttore di protezione (indicato con la sigla PE). questo sistema il conduttore neutro è da ritenersi un conduttore attivo, e come tale deve essere sezionabile. Sistema TN Questo sistema ha il neutro collegato direttamente a terra, e le masse collegate al conduttore di neutro. Quest ultimo collegamento può essere effettuato direttamente o indirettamente, dando luogo a seguenti tre casi: 1. Sistema TN-C: in cui le funzioni di neutro e di protezione sono combinate in un solo conduttore (indicato con PEN). Le masse sono collegate direttamente al neutro che, essendo conduttore di protezione, non deve essere sezionabile. 2. Sistema TN-S: in cui il conduttore di neutro e quello di protezione sono separati. Le masse sono collegate alla terra della cabina attraverso il conduttore PE. 3. Sistema TN-C-S: in cui le funzioni di neutro e di protezione sono, per una parte dell impianto, combinate in un solo conduttore (TN-C) e per un altra parte separate (TN-S). Sistema IT Questo sistema ha le parti attive isolate da terra, e le masse collegate a terra tramite il conduttore PE. questo caso il neutro, essendo conduttore attivo senza compiti di protezione, deve essere sempre sezionabile. Questo sistema è ormai poco utilizzato. Surge Protective Device (SPD). Surge Protective Device (SPD). Gli SPD si distinguono in: Scaricatori per corrente da fulmine: classe di prova I (CEI ed IEC) o classe B (DIN VDE). Sono gli unici in grado di sopportare la corrente del fulmine (forma d onda 10/350 μs) e di autorigenerarsi. E consigliato in tutti gli impianti dove una scarica diretta può presentarsi sui conduttori di alimentazione. Limitatori di sovratensione: classe di prova II (CEI ed IEC) o classe C (DIN VDE). E consigliato in tutti gli impianti non soggetti a scariche dirette e dove sono presenti apparecchiature sensibili, per esempio, computer, impianti di allarme, ecc. SPD combinati: classe di prova III (CEI ed IEC) o classe D (DIN VDE) Per tutte queste tipologie di dispositivi, esistono dei parametri fondamentali che ne definiscono le caratteristiche. Tali parametri sono i seguenti: 1. Tensione massima continuativa (Uc) 2. Corrente di scarica: Corrente ad impulso (Iimp con onda 10/350 μs) per SPD di classe di prova I; Corrente nominale di scarica ( con onda 8/20 μs) per SPD di classe di prova II Tensione a vuoto del generatore di prova (Uoc) per SPD di classe di prova III che, in corto circuito, genera una corrente con forma d'onda 8/20 μs 3. Livello di protezione (Up)

17 Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Scaricatori per corrente da fulmine - classe di prova I. Scaricatori per corrente da fulmine - classe di prova I. Proteggono da fulminazione diretta della struttura o della linea di alimentazione dell edificio da proteggere. Vanno installati sul quadro principale, in parallelo alla linea di alimentazione. Tutti gli scaricatori sono basati sulla moderna tecnologia dei varistori agli ossidi di zinco. Una apposita finestra di segnalazione si illumina quando è necessario sostituire il prodotto o la sola cartuccia varistore (nei casi ove è prevista questa possibilità). particolare il modello WENT costituisce una soluzione completa per tutti i sistemi di distribuzione (TT, TNC, TNC-S, IT) e si distingue per la sua compattezza in quanto, per la protezione di un sistema trifase, sono necessari solo quattro moduli DIN. Classe di prova I (IEC) B (VDE) Fusibile di backup 0A gg Sezione cavi di collegamento Fino a 35 mm 2 Fissaggio Su guida DIN Temperature di utilizzo - C C Materiale corpo Termoplastico UL94-V0 Frequenza 50 / 0 Hz Tempo di risposta < ns Conformità CEI EN 43-1 Scaricatori per corrente da fulmine - classe di prova I descrizione max tensione max corrente corrente di Livello di N di esercizio di scarica scarica protezione mod. c.a./c.c. (onda 10/350) nominale Up ETITEC B 275/15* 275/350V 15 ka ka < 1,3 kv ETITEC B 275/15-RC* 275/350V 15 ka ka < 1,3 kv ETITEC B 275/35 275/350V 10 ka 35 ka < 1,3 kv ETITEC B 275/35-RC 275/350V 10 ka 35 ka < 1,3 kv ETITEC B 4/35 4/580V 10 ka 35 ka < 2 kv ETITEC B 4/35-RC 4/580V 10 ka 35 ka < 2 kv Cartuccia varistore per ETITEC B 275/ Cartuccia varistore per ETITEC B 4/35 Tipo RC: con dispositivo per controllo remoto * con limitatore fisso (senza la possibilità di sostituire il varistore) Scaricatori per corrente da fulmine - classe di prova I descrizione sistema max tensione max corrente livello N di esercizio di scarica protezione mod. c.a./c.c. (onda 10/350) Iimp Up ETITEC WENT TNC-S 50kA TNC-S trifase 50 ka ETITEC WENT TNC-S RC 50kA TNC-S trifase 50 ka ETITEC WENT TNC-S ka 1F TNC-S monofase ka ETITEC WENT TNC-S ka RC 1F TNC-S monofase ka ETITEC WENT TNC-S 20kA TNC-S trifase 20 ka ETITEC WENT TNC-S RC 20kA TNC-S trifase 20 ka ETITEC WENT TNC-S 5kA 1F TNC-S monofase 5 ka ETITEC WENT TNC-S 5kA RC 1F TNC-S monofase 5 ka ETITEC WENT TNC 37,5kA TNC trifase 37,5 ka ETITEC WENT TNC RC 37,5kA TNC trifase 37,5 ka ETITEC WENT TNC 15kA TNC trifase 320/420V 15 ka < 1 kv ETITEC WENT TNC RC 15kA TNC trifase 15 ka ETITEC WENT TNC 12,5kA 1F TNC monofase 12,5 ka ETITEC WENT TNC RC 12,5kA 1F TNC monofase 12,5 ka ETITEC WENT TNC 5kA 1F TNC monofase 5 ka ETITEC WENT TNC 5kA RC 1F TNC monofase 5 ka ETITEC WENT TT 50kA TT trifase 50 ka ETITEC WENT TT RC 50kA TT trifase 50 ka ETITEC WENT TT ka 1F TT monofase ka ETITEC WENT TT ka RC 1F TT monofase ka ETITEC WENT TT 10kA TT trifase 10 ka ETITEC WENT TT RC 10kA TT trifase 10 ka ETITEC WENT IT 50kA IT trifase 50 ka ETITEC WENT IT RC 50kA IT trifase 4/585V 50 ka < 1,7 kv ETITEC WENT IT 10kA IT trifase 10 ka ETITEC WENT IT RC 10kA IT trifase 10 ka 2 Tipo RC: con dispositivo per controllo remoto Nota: per ulteriori informazioni contattare il nostro ufficio tecnico 17

18 Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Scaricatori per corrente da fulmine e limitatori di sovratensione. Limitatori di sovratensione - classe di prova II. Limitatori di sovratensione - classe di prova II. Limitatori di sovratensione in classe II (classe C per le normative DIN/VDE) basati sull utilizzo di varistori ad ossido di zinco. Con possibilità di sostituzione del solo comparto varistore (cartuccia estraibile). Una apposita finestra di segnalazione si illumina quando è necessario sostituire il prodotto o la sola cartuccia varistore (nei casi ove è prevista questa possibilità). Massima tensione di esercizio 275/350V c.a./c.c. 4/580V c.a./c.c. Sezione max cavi di collegamento Fino a 35 mm 2 Correnti di scarica nominale () 20kA (onda 8/20 μs) Corrente di scarica massima (Imax) ka (onda 8/20 μs) Fusibile di backup 1A gg Fissaggio Su guida DIN Materiale corpo Termoplastico UL94-V0 Tempo di risposta < ns Conformità CEI EN 43-1 Limitatori di sovratensione - classe di prova II descrizione max tensione N N GDT Livello di N di esercizio varistori Gas Discharge protezione moduli c.a./c.c. Tubes Up ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC 275/350V 3 0 < 1,4kV ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC ETITEC C 275/ ETITEC C 275/ RC ETITEC C 275/20 U ETITEC C 275/20 U RC Cartuccia varistore per ETITEC C 275/ ETITEC C 4/ ETITEC C 4/ RC ETITEC C 4/ ETITEC C 4/ RC ETITEC C 4/ ETITEC C 4/ RC 4/580V 2 0 < 2,2kV ETITEC C 4/ ETITEC C 4/ RC ETITEC C 4/20 U ETITEC C 4/20 U RC Cartuccia varistore per ETITEC C 4/20 U: Modello senza la possibilità di sostituire il varistore RC: con dispositivo per controllo remoto Nota: per ulteriori informazioni contattare il nostro ufficio tecnico 18

19 ITALWEBER S.p.A. Via Risorgimento, Rho, (MI) Tel Fax ITALWEBER Lombardia (BG-BS-CR-MN) EFFE.O di DAVIDE FRASCHINI Via delle Betulle, Treviolo (BG) Tel.: Fax: Lombardia (CO-SO-LC-MI-PV-LO-PC) ALA TECH Snc di GHIDINI ANDREA & C. Via Astesani, Milano Tel.: Fax: Piemonte+Lombardia (NO-VC-BI-VB-VA) ENERGYE RAPPRESENTANZE di FUSI EZIO Via Adua, Galliate (NO) Tel.: Fax: Piemonte - Valle D'Aosta (AL-AT-CN-TO-AO) ITALWEBER Liguria (GE-IM-SV-SP) ITALWEBER Emilia Romagna + RSM (BO-FE-FO-MO-PR-RA-RE-RN) TIZIANO DONNINI Via Carriera S.Damaso (MO) Tel.: Fax: Veneto - Friuli (VI-VE-PD-TV-BL-GO-PN-TS-UD) VOLPIANA RAPPRESENTANZE srl Via E.Fermi Veggiano (PD) Tel.: Fax: Toscana-Umbria (AR-FI-GR-LI-LU-MS-PI-PT-SI-PO-PG-TR) PIEROTTI SERGIO Via Delle Gardenie 123 S.Concordio Lucca Tel.: Fax.: Trentino Alto Adige - Veneto (VR-TN-BZ-RO) MALESANI Sas Via Zenati, 3700 Buttapietra (VR) Tel.: Fax: Marche (AN-AP-MC-PS) LUCA GASPARRI Contrada Morla, 28/A 2010 Pollenza (MC) Tel.: Fax: Abruzzo-Molise (CH- CB-IS-TE-AQ-PE) ITALWEBER Lazio (RM-FR-LT-RI-VT) GIORDANO BARCHIESI Via Masserano 4 00 Roma Tel.: Fax: Puglia-Basilicata (BA-BR-FG-LE-TA -MT) ELETTRORAPPRESENTANZE DI MODUGNO SALVATORE Via Don Cosmo Azzollini, Molfetta (BA) Tel.: Fax: Campania-Basilicata (AV-BN-CE-NA-SA-PZ) CAREL srl Via Domenico De Roberto, Napoli Tel.: Fax.: Sardegna (CA-NU-OR-SS) ANDREA BALDUSSI Viale Diaz, 70/A 091 Cagliari Tel.: Tel.: Fax: Calabria (CZ-CS-RC-VV-KR) CUZZOCREA ANTONIO LORENZO Via A. De Gasperi 1a Trav. N Vibo Valentia (VV) Tel.: Fax: Sicilia (PA-AG-TP-CL) ELE.CO. Sas di F.BADALAMENTI Via Svezia, Palermo Tel.: Tel.: Fax: Sicilia (CT-ME-RG-SR-EN) GENELECTRIC di ENRICO M. SCIACCA & C. Sas Via Mazzini, Sant'Agata Li Battiati (CT) Tel.: Fax:

20 ITALWEBER Un mondo di protezione ITALWEBER S.p.A Rho, Milano, Italia Via Risorgimento, 84 Telefono Fax /

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9

Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Protezione degli apparecchi utilizzatori Acti 9 Interruttori per protezione motore P5M 68 Ausiliari per interruttore P5M 70 Sezionatori-fusibili STI 7 Limitatori di sovratensione di Tipo PRF Master 7 Limitatori

Dettagli

2capitolo. Alimentazione elettrica

2capitolo. Alimentazione elettrica 2capitolo Alimentazione elettrica Regole fondamentali, norme e condotte da seguire per gestire l'interfaccia tra la distribuzione elettrica e la macchina. Presentazione delle funzioni di alimentazione,

Dettagli

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali

ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali ALPHA MED Quadri per applicazioni medicali /2 Introduzione /5 Norme di riferimento e interruttori magnetotermici /6 Trasformatore d isolamento e di sicurezza / Controllore d isolamento e pannelli di controllo

Dettagli

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI

IMPIANTI ELETTRICI CIVILI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FIRENZE Facoltà di Architettura Corso di Fisica Tecnica Ambientale Prof. F. Sciurpi - Prof. S. Secchi A.A. A 2011-20122012 IMPIANTI ELETTRICI CIVILI Per. Ind. Luca Baglioni Dott.

Dettagli

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici

La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici La potenza della natura, il controllo della tecnologia Dall esperienza ABB, OVR PV: protezione dalle sovratensioni in impianti fotovoltaici Fatti per il sole, minacciati dalle scariche atmosferiche L importanza

Dettagli

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA

PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA PERICOLI DERIVANTI DALLA CORRENTE ELETTRICA CONTATTI DIRETTI contatti con elementi attivi dell impianto elettrico che normalmente sono in tensione CONTATTI INDIRETTI contatti con masse che possono trovarsi

Dettagli

Protezione dai contatti indiretti

Protezione dai contatti indiretti Protezione dai contatti indiretti Se una persona entra in contatto contemporaneamente con due parti di un impianto a potenziale diverso si trova sottoposto ad una tensione che può essere pericolosa. l

Dettagli

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI

SEGNI GRAFICI PER SCHEMI Corrente e Tensioni Corrente continua Trasformatore a due avvolgimenti con schermo trasformatore di isolamento CEI 14-6 Trasformatore di sicurezza CEI 14-6 Polarità positiva e negativa Convertitori di

Dettagli

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31

Serie 12 - Interruttore orario 16 A. Caratteristiche SERIE 12 12.01 12.11 12.31 Serie - nterruttore orario 16 A SERE Caratteristiche.01.11.31 nterruttore orario elettromeccanico - Giornaliero * - Settimanale ** Tipo.01-1 contatto in scambio 16 A larghezza 35.8 mm Tipo.11-1 contatto

Dettagli

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO

SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO LA PROTEZIONE DELLE CONDUTTURE CONTRO LE SOVRACORRENTI DEFINIZIONI NORMA CEI 64-8/2 TIPOLOGIE DI SOVRACORRENTI + ESEMPI SEGNI GRAFICI E SIMBOLI ELETTRICI PER SCHEMI DI IMPIANTO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE

Dettagli

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni

P od o u d z u io i n o e n e d e d l e l l a l a c o c r o ren e t n e e a l a t l er e na n t a a alternatori. gruppi elettrogeni Produzione della corrente alternata La generazione di corrente alternata viene ottenuta con macchine elettriche dette alternatori. Per piccole potenze si usano i gruppi elettrogeni. Nelle centrali elettriche

Dettagli

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti.

Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. Capitolo 4 Protezione dai contatti indiretti. La protezione contro i contatti indiretti consiste nel prendere le misure intese a proteggere le persone contro i pericoli risultanti dal contatto con parti

Dettagli

Eaton Moeller Electric S.r.l. Via Giovanni XXIII, 43 20090 Rodano MI Tel. 02.95950.1

Eaton Moeller Electric S.r.l. Via Giovanni XXIII, 43 20090 Rodano MI Tel. 02.95950.1 www.eaton.com www.moeller.it An Eaton Brand Apparecchi di protezione e sezionamento per Fotovoltaico. Dall applicazione residenziale ai grandi Campi Solari. Impianti Fotovoltaici: un Energia sostenibile

Dettagli

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO

Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra. Sistemi elettrici e messa a terra -- Programma LEONARDO Sistemi elettrici secondo la tensione ed il loro modo di collegamento a terra Classificazione dei sistemi in categorie secondo la loro tensione nominale In relazione alla loro tensione nominale i sistemi

Dettagli

OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni

OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni OVR Guida pratica per la protezione contro le sovratensioni Indice Protezione contro le sovratensioni Danni causati dalle sovratensioni... 2 Origine delle sovratensioni Scariche atmosferiche... 4 Manovre

Dettagli

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte.

Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il centralino contemporaneo Da ABB consigli e soluzioni per trasformare la regola dell arte in un opera d arte. Il montante L autostrada che porta al centralino Il montante È la conduttura che collega

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI

PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI PROTEZIONE DAI CONTATTI DIRETTI ED INDIRETTI Appunti a cura dell Ing. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d Ingegneria dell Università

Dettagli

1. Instruzioni d uso 2

1. Instruzioni d uso 2 1. Instruzioni d uso 2 1.0 Prefazione Leggere attentamente queste instruzione d uso per utilizzare in modo ottimale tutte le funzioni dell interruttore orario. Il progetto di questo interruttore orario

Dettagli

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico

CATALOGO 2010 MAS. Nuovi quadri ad uso medico CATALOGO 2010 MAS Nuovi quadri ad uso medico INDICE NUOVI QUADRI PER LOCALI AD USO MEDICO 2 TUTTI I VANTAGGI DELLA GAMMA MAS 4 NUOVI SORVEGLIATORI E PANNELLI RIPETITORI 6 CATALOGO 8 INFORMAZIONI TECNICHE

Dettagli

Descrizione del prodotto

Descrizione del prodotto Dati tecnici 2CDC501067D0901 ABB i-bus KNX Descrizione del prodotto Gli alimentatori di linea KNX con bobina integrata generano e controllano la tensione del sistema KNX (SELV). Con la bobina integrata

Dettagli

Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche

Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Prodotti e soluzioni per applicazioni fotovoltaiche Portafusibili e fusibili gpv Quadri di campo Scaricatore in DC Sezionatore in DC SPI Scaricatore

Dettagli

Interruttori di posizione precablati serie FA

Interruttori di posizione precablati serie FA Interruttori di posizione precablati serie FA Diagramma di selezione 01 08 10 11 1 15 1 0 guarnizione guarnizione esterna in esterna in gomma gomma AZIONATORI 1 51 5 54 55 56 5 leva leva regolabile di

Dettagli

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W

AC Anywhere. Inverter. Manuale utente. F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W AC Anywhere Inverter (prodotto di classe II) Manuale utente F5C400u140W, F5C400u300W F5C400eb140W e F5C400eb300W Leggere attentamente le istruzioni riguardanti l installazione e l utilizzo prima di utilizzare

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito

GUIDA TECNICA. La distribuzione in bassa tensione. Dispositivi di apertura. Correnti di sovraccarico. Protezione fusibile. Correnti di corto circuito GUIDA TECNICA La distribuzione in bassa tensione Scemi di collegamento a terra 480 Tensioni, sovratensioni 482 Qualità dell energia 483 Miglioramento della qualità della rete 488 489 Dispositivi di apertura

Dettagli

IMPIANTI ELETTTRICI parte II

IMPIANTI ELETTTRICI parte II IMPIANTI ELETTTRICI parte II di Delucca Ing. Diego PROTEZIONE DI UN IMPIANTO DAI SOVRACCARICHI E DAI CORTO CIRCUITI Una corrente I che passa in un cavo di sezione S, di portata IZ è chiamata di sovracorrente

Dettagli

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura

Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Interruttori di sicurezza ad azionatore separato con sblocco a serratura Diagramma di selezione VF KEYF VF KEYF1 VF KEYF2 VF KEYF3 VF KEYF7 VF KEYF AZIONATORI UNITA DI CONTATTO 1 2 21 22 2NO+1NC FD FP

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA

REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA RTC REGOLE TECNICHE PER LA CONNESSIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA ALLA RETE DI DISTRIBUZIONE IN BASSA TENSIONE DELL AZIENDA PUBBLISERVIZI BRUNICO INDICE 1. Scopo 3 2. Campo di applicazione

Dettagli

SOLAR Quadri stringa per ogni esigenza

SOLAR Quadri stringa per ogni esigenza Italweber propone una gamma di quadri di Parallelo, Protezione e Sezionamento stringhe degli impianti fotovoltaici Cablate e pronte per l installazione diretta sul campo Versioni standard pronte a magazzino

Dettagli

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I)

Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) Compressori serie P Dispositivi elettrici (PA-05-02-I) 5. MOTORE ELETTRICO 2 Generalità 2 CONFIGURAZIONE PART-WINDING 2 CONFIGURAZIONE STELLA-TRIANGOLO 3 Isolamento del motore elettrico 5 Dispositivi di

Dettagli

Brushless. Brushless

Brushless. Brushless Motori Motori in in corrente corrente continua continua Brushless Brushless 69 Guida alla scelta di motori a corrente continua Brushless Riduttore 90 Riddutore Coppia massima (Nm)! 0,6,7 30 W 5,5 max.

Dettagli

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza

Catalogo 2013. Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Catalogo 2013 Contatori elettronici di energia EQ Meters Una soluzione per ogni esigenza Contatori di energia EQ Meters Raggiungere l equilibrio perfetto I consumi di energia sono in aumento a livello

Dettagli

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche

Manuale d uso. Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche Manuale d uso Regolatore di carica EP5 con crepuscolare Per abitazioni, baite, camper, caravan, barche ITALIANO IMPORTANTI INFORMAZIONI SULLA SICUREZZA Questo manuale contiene importanti informazioni sulla

Dettagli

CAPITOLO X PERICOLOSITA DELLA CORRENTE ELETTRICA E PROTEZIONE DELLE PERSONE CONTRO IL RISCHIO ELETTRICO

CAPITOLO X PERICOLOSITA DELLA CORRENTE ELETTRICA E PROTEZIONE DELLE PERSONE CONTRO IL RISCHIO ELETTRICO CAPITOLO X PERICOLOSITA DELLA CORRENTE ELETTRICA E PROTEZIONE DELLE PERSONE CONTRO IL RISCHIO ELETTRICO 1. Elementi di elettrofisiologia I fenomeni elettrici inerenti il corpo umano e l analisi degli effetti

Dettagli

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT

Le Armoniche INTRODUZIONE RIFASAMENTO DEI TRASFORMATORI - MT / BT Le Armoniche INTRODUZIONE Data una grandezza sinusoidale (fondamentale) si definisce armonica una grandezza sinusoidale di frequenza multipla. L ordine dell armonica è il rapporto tra la sua frequenza

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Edizione Italiana. Guida sistema. bassa tensione. IT03G - edizione 10/2003

Edizione Italiana. Guida sistema. bassa tensione. IT03G - edizione 10/2003 Edizione Italiana IT03G - edizione 10/2003 Guida sistema bassa tensione Indice Scelta delle apparecchiature di protezione Introduzione 1 Riferimenti normativi per le apparecchiature e la progettazione

Dettagli

Il motore asincrono trifase

Il motore asincrono trifase 7 Giugno 2008 1SDC007106G0901 Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono trifase Generalità ed offerta ABB per il coordinamento delle protezioni Quaderni di Applicazione Tecnica Il motore asincrono

Dettagli

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A.

REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. REGOLE TECNICHE DI CONNESSIONE DI UTENTI ATTIVI E PASSIVI ALLE RETI MT DI AEM TORINO DISTRIBUZIONE S.p.A. Pagina 1 di 48 INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 5 2. BASI PRINCIPALI E DEFINIZIONI...

Dettagli

Cabine MT/BT: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito

Cabine MT/BT: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito 2 Febbraio 28 Quaderni di Applicazione ecnica 1SDC7101G0902 Cabine M/B: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito Cabine M/B: teoria ed esempi di calcolo di cortocircuito Indice 1 Generalità sulle cabine

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE

TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE TRACER218 MODULO DATALOGGER RS485 MODBUS SPECIFICA PRELIMINARE V.00 AGOSTO 2012 CARATTERISTICHE TECNICHE Il modulo TRACER218 485 è un dispositivo con porta di comunicazione RS485 basata su protocollo MODBUS

Dettagli

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE

SOCCORRITORE IN CORRENTE CONTINUA Rev. 1 Serie SE Le apparecchiature di questa serie, sono frutto di una lunga esperienza maturata nel settore dei gruppi di continuità oltre che in questo specifico. La tecnologia on-line doppia conversione, assicura la

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/...

G722/... G723/... G723H/... G724/... G725/... F80/MC F80/MCB F80/MMR F80/SG F80/SGB F7FA0AP-0W0 F9H0AP-0W0 = Led indicazione di guasto per cortocircuito = Led Indicazione di guast o verso terra = Pulsante interfaccia utente = Indicazione sezionamento

Dettagli

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione

ESEMPI APPLICATIVI. esempi di progettazione ed installazione lighting management ESEMPI APPLICATIVI esempi di progettazione ed installazione 2 INDICE LIGHTING MANAGEMENT ESEMPI APPLICATIVI 04 L offerta di BTICINO 05 ORGANIZZAZIONE DELLA GUIDA CONTROLLO LOCALE -

Dettagli

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus

Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo WAGO INGRESSI/USCITE remoti e Fieldbus Sistema AirLINE per il pilotaggio ed il Controllo Remoto del Processo 86-W Sistema integrato compatto di valvole con I/O elettronici Sistemi personalizzati premontati e collaudati per il pilotaggio del

Dettagli

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica

Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica SPECIALE TECNICO Inverter e connessione alla rete alla rete elettrica Francesco Groppi Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI, CT82, Working Group 2 Inverter) SPONSOR www.fronius.com www.mastervoltsolar.it

Dettagli

VAV-EasySet per VARYCONTROL

VAV-EasySet per VARYCONTROL 5/3.6/I/3 per VARYCONTROL Per la sanificazione di regolatori di portata TROX Italia S.p.A. Telefono 2-98 29 741 Telefax 2-98 29 74 6 Via Piemonte 23 C e-mail trox@trox.it 298 San Giuliano Milanese (MI)

Dettagli

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic

Termometri portatili. Temp 16 RTD Basic. Temp 10 K Basic Per sonde a termocoppia K. Temp 6 Basic Temp 360 Professional Datalogger, per sonde Pt100 RTD - 0,01 C Temp 300 Professional Datalogger, a doppio canale, per sonde a termocoppia K, T, J, B, R, E, S, N Temp 16 RTD Basic Per sonde Pt100 RTD Temp

Dettagli

Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione...

Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione... Introduzione ai principi ed ai metodi di progettazione degli impianti elettrici di media e di bassa tensione... Parte I Introduzione Capitolo 1 IMPIANTI ELETTRICI, DISPOSIZIONI LEGISLATIVE E NORME TECNICHE

Dettagli

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto

ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto ABB i-bus KNX Modulo di monitoraggio e controllo carichi SE/S 3.16.1 Manuale del prodotto Indice Indice Pagina 1 Generale... 3 1.1 Uso del manuale del prodotto... 3 1.1.1 Struttura del manuale del prodotto...

Dettagli

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti

Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Mobilità elettrica: sistemi di ricarica e componenti Italia Tipo 2 con e senza shutter. Solo da MENNEKES. Colonnine di ricarica, stazioni di ricarica a parete e Home Charger con tipo 2 e shutter: Tutto

Dettagli

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO

CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO VALIDO PER MOD. DTCHARGE E 1000 CABLAGGI ED ISTRUZIONI DI UTILIZZO LEGGERE CON CURA IN OGNI SUA PARTE PRIMA DI ALIMENTARE TOGLIAMO IL COPERCHIO, COSA FARE?? Il DTWind monta alternatori tri fase. Ne consegue

Dettagli

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano

Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano Effetti fisiopatologici della corrente elettrica sul corpo umano La vita è regolata a livello cerebrale, muscolare e biologico da impulsi di natura elettrica. Il cervello è collegato ai muscoli ed a tutti

Dettagli

Elettrificatori per recinti

Elettrificatori per recinti Elettrificatori per recinti 721 Cod. R315527 Elettri catore multifunzione PASTORELLO SUPER PRO 10.000 Articolo professionale, dotato di rotoregolatore a 3 posizioni per 3 diverse elettroscariche. Può funzionare

Dettagli

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione

Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Technical Support Bulletin No. 15 Problemi Strumentazione Sommario! Introduzione! Risoluzione dei problemi di lettura/visualizzazione! Risoluzione dei problemi sugli ingressi digitali! Risoluzione di problemi

Dettagli

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO

PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO I354 I 0712 31100174 PMVF 20 SISTEMA DI PROTEZIONE DI INTERFACCIA MANUALE OPERATIVO ATTENZIONE!! Leggere attentamente il manuale prima dell utilizzo e l installazione. Questi apparecchi devono essere installati

Dettagli

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16

Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo norma CEI 0-16 Sepam Serie 20: note per la regolazione da tastierino frontale o da software SFT2841 secondo

Dettagli

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE.

ATTIVATORE STABILIZZATO PER BOBINE DI SGANCIO A LANCIO DI CORRENTE. Compatibilità totale con ogni apparato. Si usa con pulsanti normalmente chiusi. ella linea dei pulsanti c'è il 24Vcc. Insensibile alle interruzioni di rete. Insensibile agli sbalzi di tensione. Realizzazione

Dettagli

PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI NEI SISTEMI TT

PROTEZIONE DAI CONTATTI INDIRETTI NEI SISTEMI TT POTEZONE DA CONTATT NDETT NE SSTEM TT Appunti a cura dell ng. Emanuela Pazzola Tutore del corso di Elettrotecnica per meccanici, chimici e biomedici A.A. 2005/2006 Facoltà d ngegneria dell Università degli

Dettagli

Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT

Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT Nuova Norma CEI 64-8 7 a Edizione 2012 Impianti elettrici utilizzatori in BT 1 Nuova Norma CEI 64-8 - 7 a Edizione 2012 La nuova edizione (settima) della norma CEI 64-8 contiene piccoli aggiustamenti ed

Dettagli

I motori elettrici più diffusi

I motori elettrici più diffusi I motori elettrici più diffusi Corrente continua Trifase ad induzione Altri Motori: Monofase Rotore avvolto (Collettore) Sincroni AC Servomotori Passo Passo Motore in Corrente Continua Gli avvolgimenti

Dettagli

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL

Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL Manuale d uso SUNNY TRIPOWER 5000TL / 6000TL / 7000TL 8000TL / 9000TL / 10000TL / 12000TL STP5-10TL-20-BE-it-13 98-108600.03 Versione 1.3 ITALIANO Disposizioni legali SMA Solar Technology AG Disposizioni

Dettagli

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA

Dell Smart-UPS 1500 3000 VA Dell Smart-UPS 100 000 VA 0 V Protezione interattiva avanzata dell'alimentazione per server e apparecchiature di rete Affidabile. Razionale. Efficiente. Gestibile. Dell Smart-UPS, è l'ups progettato da

Dettagli

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista.

Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Con By-me la luce ha nuovi ruoli da protagonista. Nuove lampade di illuminazione e d emergenza. Serenità e sicurezza risplendono in tutta la casa. Avere più luce in casa aumenta prima di tutto la tranquillità

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo

Interfacce 24 V AC/DC con relé e zoccolo Interfacce V /D con relé e zoccolo ± Interfacce a giorno con comune ingresso negativo o positivo e comune contatti unico odice 0 0 0 0 0 0 0 00 V ± 0% V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D V /D contatti 0

Dettagli

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici.

Errata Corrige. Variante. &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. 1250(&(, &(, 2WW Guida per la definizione della documentazione di progetto degli impianti elettrici. &(, Legge 46/ 90 - Guida per la compilazione della dichiarazione di conformità e relativi allegati &(,9

Dettagli

Interruttori ABB per applicazioni in corrente continua

Interruttori ABB per applicazioni in corrente continua Settembre 2007 1SDC007104G0901 Interruttori ABB per applicazioni in corrente continua Interruttori ABB per applicazioni in corrente continua Indice 1 Introduzione... 2 2 Generalità sulla corrente continua...

Dettagli

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000

DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 DATA: 20/02/2014 DOC.MII11166 REV. 2.21 GUIDA APPLICATIVA PER L ANALIZZATORE DI INTERRUTTORI E MICRO-OHMMETRO MOD. CBA 1000 Doc. MII11166 Rev. 2.21 Pag. 2 di 138 REVISIONI SOMMARIO VISTO N PAGINE DATA

Dettagli

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente

Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1. Manuale utente Uninterruptible Power Supply ERA LCD 0.65 ERA LCD 0.85 ERA LCD 1.1 Manuale utente Indice Avvisi di Sicurezza... 2 1 Introduzione... 3 2 Caratteristiche Generali... 3 3 Ricevimento e Collocazione... 4

Dettagli

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa

Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Sistemi di citofonia e videocitofonia Posti interni Zenith Posti esterni Musa Indice Sistemi di citofonia e videocitofonia - Tecnologia e qualità... - Installazione più facile e rapida... 4 - I sistemi

Dettagli

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de

Centralina Compatta. Manuale d istruzioni. 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che. info@psg-online.de www.psg-online.de Centralina Compatta 04/2015 Dati tecnici soggetti a modifi che info@psg-online.de www.psg-online.de Manuale d istruzioni Messa in funzione Il regolatore viene fornito con le impostazioni standard pronto

Dettagli

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione

Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Dicembre 2006 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione 1SDC007103G0902 Gli interruttori ABB nei quadri di bassa tensione Indice Introduzione... 2 1 Il riscaldamento nei quadri elettrici 1.1 Generalità...

Dettagli

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N

MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-1200-SE MBC-300-N MBC-700-N GasMultiBloc Combinato per regolazione e sicurezza Servoregolatore di pressione MBC-300-SE MBC-700-SE MBC-10-SE MBC-300-N MBC-700-N 7.01 Max. pressione di esercizio 3 mbar (36 kpa) forma compatta grande

Dettagli

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL

Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL Pagina del titolo Manuale d uso SUNNY BOY 6000TL SB6000TL-21-BE-it-10 IMIT-SB60TL21 Versione 1.0 ITALIANO SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Note relative al presente documento...7 2 Sicurezza...9

Dettagli

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti!

Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! L innovazione ad un prezzo interessante Altre novità della nostra ampia gamma di strumenti! Exacta+Optech Labcenter SpA Via Bosco n.21 41030 San Prospero (MO) Italia Tel: 059-808101 Fax: 059-908556 Mail:

Dettagli

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma

Ingresso mv c.c. Da 0 a 200 mv 0,01 mv. Uscita di 24 V c.c. Ingresso V c.c. Da 0 a 25 V 0,001 V. Ingresso ma c.c. Da 0 a 24 ma 0,001 ma 715 Volt/mA Calibrator Istruzioni Introduzione Il calibratore Fluke 715 Volt/mA (Volt/mA Calibrator) è uno strumento di generazione e misura utilizzato per la prova di anelli di corrente da 0 a 24 ma e

Dettagli

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco

domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m Ogni goccia conta! domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m - contatori sopraintonaco domaqua m ista rappresenta l'alternativa economica per molte possibilità applicative. Essendo un contatore

Dettagli

ITALIANO. Q quadri da cantiere vuoti o. assemblati in fabbrica (ASC)

ITALIANO. Q quadri da cantiere vuoti o. assemblati in fabbrica (ASC) ITALIANO Q quadri da cantiere vuoti o assemblati in fabbrica (ASC) i presentazione prodotti L azienda e il prodotto La SpA INDUSTRIA LOMBARDA MATERIALE ELETTRICO opera a Milano dal 1938 nel settore elettrotecnico

Dettagli

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art.

DESCRIZIONE. Elettrodi per rilevazione acqua. Dimensioni contenitore ca.: 71 (L) x 71 (H) x 30 (P) mm. (Da abbinare a modulo sonda art. 1009/001 1009/002D 1009/002S 1009/005D 1009/005S Frontale piatto da 25 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale destro da 40 mm per serratura e maniglia Personal Lock Frontale sinistro da 40

Dettagli

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650

Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Altivar Process EAV64310 05/2014 Altivar Process Variatori di velocità ATV630, ATV650 Manuale di installazione 05/2014 EAV64310.01 www.schneider-electric.com Questa documentazione contiene la descrizione

Dettagli

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo

Gli attuatori. Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo Gli attuatori Breve rassegna di alcuni modelli o dispositivi di attuatori nel processo di controllo ATTUATORI Definizione: in una catena di controllo automatico l attuatore è il dispositivo che riceve

Dettagli

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori

CONNESSIONI IN MORSETTIERA. Caratteristiche generali. Morsettiere a 6 pioli per motori CONNESSIONI IN MORSETTIERA Morsettiere a 6 pioli per motori -monofase -monofase con condensatore di spunto -bifase -trifase a singola velocità -trifase dahlander -trifase bipolari -trifase tripolari forniti

Dettagli

Caratteristiche principali

Caratteristiche principali Il regolatore semaforico Hydra nasce nel 1998 per iniziativa di CTS Engineering. Ottenute le necessarie certificazioni, già dalla prima installazione Hydra mostra sicurezza ed affidabilità, dando avvio

Dettagli

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07

TB-SMS. Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso. Ver. 1.6.10 31/07/07 TB-SMS Combinatore telefonico GSM-SMS Manuale di installazione ed uso Ver. 1.6.10 31/07/07 MANUALE DI INSTALLAZIONE ED USO INTRODUZIONE. Il combinatore TB-SMS offre la possibilità di inviare sms programmabili

Dettagli

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT

Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 UNITS 7-2 07/2014-IT Elettrobisturi ad alta frequenza AUTOCON II 80 L unità AUTOCON II 80 è un elettrobisturi ad alta frequenza compatto e potente che convince

Dettagli

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP

GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP GRUPPO DI CONTINUITA' 12 V - BATTERIA BACKUP Salve, questo circuito nasce dall'esigenza pratica di garantire continuità di funzionamento in caso di blackout (accidentale o provocato da malintenzionati)

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T

Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T Valvole di zona Serie 571T, 560T, 561T Attuatore elettrotermico Serie 580T 02F051 571T 560T 561T 566T 565T 531T 580T Caratteristiche principali: Comando funzionamento manuale/automatico esterno Microinterruttore

Dettagli

Milliamp Process Clamp Meter

Milliamp Process Clamp Meter 771 Milliamp Process Clamp Meter Foglio di istruzioni Introduzione La pinza amperometrica di processo Fluke 771 ( la pinza ) è uno strumento palmare, alimentato a pile, che serve a misurare valori da 4

Dettagli

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE

D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE D-CAM 500 SENSORE PIROELETTRICO CON TELECAMERA AUDIO INTEGRATA MANUALE DI INSTALLAZIONE 1 MORSETTIERA INTERNA Qui di seguito è riportato lo schema della morsettiera interna: Morsettiera J1 12 V + - N.C.

Dettagli

Catalogo tecnico - Edizione 03.2013 - Preliminare. SACE Emax 2 Nuovi interruttori automatici aperti di bassa tensione

Catalogo tecnico - Edizione 03.2013 - Preliminare. SACE Emax 2 Nuovi interruttori automatici aperti di bassa tensione Catalogo tecnico - Edizione 0.0 - Preliminare SACE Emax Nuovi interruttori automatici aperti di bassa tensione Sommario Caratteristiche principali Le gamme Unità di protezione Dispositivi e sistemi di

Dettagli

Attivatore Telefonico GSM

Attivatore Telefonico GSM Part. U1991B - 10/09-01 PC Attivatore Telefonico GSM art. F462 Istruzioni d uso INFORMAZIONI PER LA SICUREZZA L'impiego dell'attivatore GSM art. F462 in componenti o sistemi per supporto vita non è consentito

Dettagli

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1

Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5. 9356197 Edizione 1 Manuale d'uso per Nokia Image Viewer SU-5 9356197 Edizione 1 DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA CORPORATION, dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che il prodotto SU-5 è conforme alle

Dettagli

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47

DK 5940 Aprile 2007 Ed. 2.2-1/47 Ed. 2.2-1/47 INDICE Pagina 1 SCOPO DELLE PRESCRIZIONI 2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 2 3 NORME E PRESCRIZIONI RICHIAMATE NEL TESTO 2 4 DEFINIZIONI 3 5 CRITERI GENERALI 4 5.1 CRITERI GENERALI DI FUNZIONAMENTO

Dettagli

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE

Wolly 2 EDILIZIA VERTICALE LIMITED WARRANTY EDILIZIA VERTICALE Wolly 2 La centrale che per la sua versatilità di installazione ha rivoluzionato il concetto di aspirapolvere centralizzato, consentendo la sua installazione anche nei

Dettagli

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE

idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE idee per essere migliori SISTEMA ANTINTRUSIONE UN SISTEMA INTEGRATO COMUNICAZIONE VERSO L ESTERNO Istituti di vigilanza Invio allarmi con protocollo CONTACT ID Comunicatore PSTN Espansione GSM Telefono

Dettagli

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções

feeling feeling rf Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi Instruzioni per l uso Instrucciones de uso Manual de instruções feeling feeling rf D GB F E P NL CZ Bedienungsanleitung Operating Manual Mode d emploi nstruzioni per l uso nstrucciones de uso Manual de instruções Bedieningshandleiding Návod k obsluze 2 42 82 122 162

Dettagli