CEPAS srl Viale di Val Fiorita, Roma Tel Fax: Sito internet:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas."

Transcript

1 Viale di Val Fiorita, Roma Tel Fax: Sito internet: Pag. 1 di 10 S P Revisione Generale Presidente Comitato di Certificazione Amministratore Unico Adeguamento Normativo Presidente Comitato di Certificazione Amministratore Unico Rev. Data Motivazioni Convalida Approvazione

2 PROCEDURA PER LA CERTIFICAZIONE DEI SERVIZI Pag. 2 di 10 INDICE 1. GENERALE - SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI 2.1 Regolamenti comunitari e leggi 2.2 Norme e Regolamenti Tecnici 3. TERMINI, DEFINIZIONI E ACRONIMI 4. CAMPO DI APPLICAZIONE 5. DIRITTI ED OBBLIGHI DELL ORGANIZZAZIONE RICHIEDENTE 6. PROCESSO DI CERTIFICAZIONE 6.1 Richiesta di certificazione 6.2 Valutazione / Audit in campo 6.3 Decisione sulla certificazione 6.4 Emissione del certificato e registrazione 7. CONTENUTI DEL CERTIFICATO 8. SORVEGLIANZA 9. RINNOVO 10. REGISTRO 11. CONDIZIONI D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE E ACCREDITAMENTO 12. TARIFFE

3 Pag. 3 di GENERALE SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Questo documento descrive e regolamenta le specifiche modalità di certificazione definite ed attuate da CEPAS quale Organismo di certificazione di conformità ai Regolamenti CE 303/2008 e 304/2008 dei servizi di un impresa (OR Organizzazione richiedente) che eroga servizi di installazione, manutenzione e/o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d aria, pompe di calore, e/o impianti fissi di protezione antincendio ed estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra. La presente procedura non si applica alle attività inerenti alla fabbricazione e alla riparazione effettuate nel luogo di produzione dei sopracitati componenti ed apparecchiature. Il campo di applicazione è maggiormente dettagliato nel seguente paragrafo 4. Il presente documento contiene indicazioni specifiche aggiuntive rispetto al regolamento CEPAS RG03 Regolamento generale per la certificazione di conformità di processo/prodotto/servizio di cui deve essere considerato parte integrante. Nel presente documento sono descritte le azioni che debbono essere poste in essere e gli impegni che devono essere assunti sia da parte CEPAS che dall Organizzazione richiedente per quanto attiene lo specifico scopo di certificazione. I requisiti del presente documento sono da verificare presso l Organizzazione richiedente anche se quest ultima sia dotata di un sistema di gestione per la Qualità, certificato o meno, in accordo alla norma ISO Le decisioni CEPAS, in merito alla certificazione, sono basate sulla valutazione di un insieme consistente di evidenze oggettive; tali evidenze, tuttavia, sono raccolte attraverso un campionamento e possono quindi non garantire automaticamente la totale conformità ai requisiti. CEPAS assicura che le proprie attività sono svolte con obiettività, trasparenza ed indipendenza, evitando eventuali conflitti d interesse al fine di assicurare l imparzialità nella certificazione. 2. RIFERIMENTI Tutti i riferimenti a Leggi, Norme e documenti CEPAS non datati richiamati nel presente documento si intendono nella loro ultima edizione vigente 2.1 Regolamenti comunitari e leggi Regolamento (UE) N. 517/2014 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 16 aprile 2014 sui gas fluorurati effetto serra Regolamento (CE) 842/2006 fino al Decreto del Presidente della Repubblica n 43 del 27 Gennaio 2012 concernete le modalità di attuazione del Regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 17 maggio 2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra; Regolamento (CE) n. 1493/2007 della Commissione del 17 dicembre 2007, che istituisce, ai sensi del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, il formato della relazione che deve essere presentata dai produttori, importatori ed esportatori di taluni gas fluorurati ad effetto serra; Regolamento (CE) n. 1494/2007 della Commissione del 17 dicembre 2007, che istituisce, ai sensi del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, la forma delle etichette ei requisiti di etichettatura ulteriori per i prodotti e apparecchiature contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra; Regolamento CE) n. 1516/2007 della Commissione del 19 dicembre 2007, che stabilisce, ai sensi del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, perdita requisiti standard di controllo per le apparecchiature fisse di condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra; Regolamento (CE) n. 1497/2007 della Commissione del 18 dicembre 2007, che stabilisce, ai sensi del regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, i requisiti standard di controllo delle perdite per i sistemi di protezione antincendio contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra; Regolamento (CE) n. 303/2008 del 2 aprile 2008 che stabilisce, conformemente al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, i requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle imprese e del personale per quanto riguarda fisse di refrigerazione, condizionamento d'aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra;

4 Pag. 4 di 10 Regolamento (CE) n. 304/2008 del 2 aprile 2008 che stabilisce, conformemente al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo e del Consiglio, i requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle imprese e del personale per quanto riguarda impianti fissi di protezione antincendio e gli estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra; 2.2 Norme e Regolamenti Tecnici UNI CEI EN ISO/IEC 17065:2012 Valutazione della conformità-requisiti per gli organismi che certificano prodotti, processi e servizi; Norma UNI CEI EN ISO/IEC 45011:1999 fino al IAF GD5:2006 Guidance on the Application of ISO/IEC Guide 65:1996; ISO/IEC 17000:2004 Valutazione della conformità Vocabolario e principi generali; EA-1/22 A-AB: 2006 EA Policy For Conformity Assessment Schemes; ACCREDIA - RG-01 Regolamento per l accreditamento degli Organismi di Certificazione e ispezione-parte Generale; ACCREDIA - RG Regolamento per l accreditamento degli Organismi di Certificazione del Prodotto; ACCREDIA - RG-09 Regolamento per l utilizzo del Marchio; ACCREDIA - RT-06 Prescrizioni per l accreditamento degli Organismi operanti la Certificazione di prodotti/servizi; ACCREDIA - RT-29 Prescrizioni per l accreditamento di Organismi operanti le certificazioni dei servizi di: a) installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra, in base alle disposizioni del Regolamento (CE) n. 303/2008; b) installazione, manutenzione o riparazione di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra, in base alle disposizioni del Regolamento (CE) n. 304/2008; ACCREDIA - RT- 28 Prescrizioni per l accreditamento di Organismi operanti le certificazioni delle persone addette alle attività di cui ai Regolamenti (CE) n. 303/2008, n. 304/2008, n. 305/2008 e n. 306/2008 per le Appendici 1 e 2. Circolare ACCREDIA N 8/ Chiarimenti relativi alle attività condotte dagli OdC accreditati nello schema F-GAS. 3. TERMINI, DEFINIZIONI E ACRONIMI Si applicano tutti i termini e le definizioni contenuti nel Regolamento CEPAS RG CAMPO DI APPLICAZIONE Il campo di applicazione del presente documento è riferito alla certificazione dei servizi delle aziende in funzione del riferimento normativo ed è applicabile per la certificazione di organizzazioni eroganti servizi a fronte di uno o di entrambi i regolamenti di seguito citati: Regolamento (CE) n. 303/2008: effettuazione una o più delle seguenti attività: a) controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali; b) recupero; c) installazione; d) manutenzione o riparazione. su apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d aria e pompe di calore contenenti taluni gas fluorurati ad effetto serra.

5 Pag. 5 di 10 Regolamento (CE) n. 304/2008: effettuazione di una o più delle seguenti attività a) controllo delle perdite dalle applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra; b) recupero di gas fluorurati a effetto serra, anche per quanto riguarda gli estintori; c) installazione; d) manutenzione o riparazione. Relativamente agli impianti fissi di protezione antincendio. 5. DIRITTI ED OBBLIGHI DELL ORGANIZZAZIONE RICHIEDENTE CEPAS prevede il rilascio di un certificato alla Organizzazione richiedente per una o più delle attività definite nel campo d applicazione, a condizione che sia stato possibile verificare presso l Organizzazione richiedente la sussistenza e la rispondenza ai requisiti espressi: A) Impiego di personale certificato per le attività richiedenti la certificazione (Art. 9 comma 1, p.to 2.1 allegato B del DPR43/2012, p.to 9 RT29 ACCREDIA) per le attività che richiedono una certificazione, in numero sufficiente da coprire il volume d attività previsto. Il personale impiegato nelle attività per cui è richiesta la certificazione deve, inoltre, avere a disposizione gli strumenti e le procedure necessari per svolgerle. L Organizzazione richiedente dovrà indicare i nominativi ed il numero di certificato di tale personale. Si riassumono, di seguito, le possibili categorie di certificazione del personale in funzione dei Regolamenti e dell attività svolta. Certificazione personale ai sensi del Regolamento (CE) n.303/2008: Categoria I: può svolgere attività di: controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra e di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali; recupero; installazione; manutenzione o riparazione. Categoria II: può svolgere attività di: recupero; installazione; manutenzione o riparazione; in relazione alle apparecchiature di refrigerazione, condizionamento d aria e pompe di calore contenenti meno di 3 kg o, nel caso di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali, meno di 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra. Inoltre può svolgere attività di controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra e di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali, a condizione che queste non comportino un intervento sui circuiti frigoriferi contenenti gas fluorurati ad effetto serra. Categoria III: può svolgere attività di: recupero in relazione alle apparecchiature di refrigerazione e di condizionamento d aria e alle pompe di calore contenenti meno di 3 kg o, nel caso di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali, meno di 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra. Categoria IV: può svolgere attività di: controllo delle perdite di applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra e di applicazioni contenenti almeno 6 kg di gas fluorurati ad effetto serra dotate di sistemi ermeticamente sigillati, etichettati come tali, a condizione che non implichi un intervento sui circuiti di refrigerazione contenenti gas fluorurati ad effetto serra.

6 Pag. 6 di 10 Certificazione personale ai sensi del Regolamento (CE) n.304/2008: Il personale certificato ai sensi del regolamento in riferimento può svolgere attività di: controllo delle perdite dalle applicazioni contenenti almeno 3 kg di gas fluorurati ad effetto serra; recupero di gas fluorurati a effetto serra, anche per quanto riguarda gli estintori; installazione; manutenzione o riparazione. B) Disponibilità di personale, rispondente ai requisiti richiesti, in numero congruo con il volume d attività previsto. Secondo le indicazioni del Ente di accreditamento nazionale, si specifica che l entità (in termini numerici) del personale certificato venga associato al volume di fatturato medio dell impresa degli ultimi 3 anni, ove applicabili, tramite il calcolo del rapporto tra il fatturato medio stesso (della specifica attività oggetto della certificazione) e il reddito procapite di riferimento del settore (sono escluse dal calcolo le apparecchiature e i materiali). Nella fattispecie all Organizzazione richiedente è richiesto di disporre di personale certificato in funzione del rapporto tra il fatturato medio dell Organizzazione richiedente degli ultimi 3 anni per la attività oggetto di certificazione. In ogni caso ogni di fatturato legato all attività di installazione, manutenzione, riparazione degli impianti di refrigerazione, condizionamento d aria, pompe di calore o di impianti fissi di protezione antincendio e di estintori, occorre verificare che l Organizzazione richiedente abbia una persona certificata e richiedere l evidenza che il personale impegnato nelle attività, per cui è richiesta la certificazione, abbia a disposizione gli strumenti e le procedure necessari per svolgerle. (Nella determinazione del fatturato specifico non deve essere considerato quello generato dall eventuale acquisto, vendita e utilizzo di apparecchiature e materiali) A tal fine l Organizzazione richiedente deve predisporre, su indicazione dell OdC, uno specifico Piano di Qualità (PdQ - vedi UNI/ISO 10005) dedicato al/i servizio/i oggetto/i di certificazione e questo a prescindere dall esistenza o meno di un sistema di gestione per la qualità. Tale documento deve compendiare la struttura organizzativa, i compiti e responsabilità dei ruoli coinvolti, i requisiti minimi per ciascun ruolo coinvolto, i mezzi e le risorse dedicate alle attività oggetto della certificazione in termini di hardware e software, le registrazioni che si rendono disponibili a fronte della corretta attuazione di quanto previsto dal Piano della Qualità. Più in generale il PdQ ha lo scopo di dimostrare il rispetto dei seguenti requisiti specificatamente previsti dai pertinenti regolamenti di esecuzione della Commissione Europea, dal DPR43/2012 e dal RT 29 ACCREDIA. Al fine del mantenimento della certificazione, l Organizzazione deve impegnarsi a rispettare i criteri definiti nella presente procedura, nel regolamento generale CEPAS RG03, nelle Prescrizioni per l uso del Marchio (MC02) e nel Tariffario di volta in volta vigenti. CEPAS richiede all Organizzazione certificata, in aggiunta ai sopra elencati requisiti, di comunicare ogni variazione del numero del personale certificato, del volume di attività e di ogni altra variazione che implichi il mutamento delle condizioni per il mantenimento della certificazione dell Organizzazione. Il certificato rilasciato da CEPAS copre un periodo di cinque anni, decorrenti dal giorno della delibera per il rilascio (MD52). 6. PROCESSO DI CERTIFICAZIONE Il processo di certificazione è costituito dalla presentazione di una richiesta di offerta (MD11richiestaOfferta), da una domanda di certificazione (MD11richiestaCertificaizone) e successiva valutazione in campo debitamente documentata, dalla decisione finale CEPAS sulla certificazione e, in caso di esito positivo, seguono l emissione del certificato, l iscrizione nel registro CEPAS e nel registro Telematico nazionale

7 Pag. 7 di Richiesta di certificazione L Organizzazione richiedente deve presentare la richiesta di certificazione in forma scritta (MD11 richiesta di certificazione). La domanda oltre ai riferimenti anagrafici dell Organizzazione richiedente dovrà contenere: dettaglio delle attività per cui si richiede la certificazione come previsto dai Regolamenti CE applicabili (l attività descritta nella Visura camerale deve prevedere l oggetto del servizio in accordo ai Regolamenti 303/2008 e 304/2008), numero e nominativo delle persone impiegate, fatturato annuo delle attività oggetto della richiesta di certificazione Inoltre dovrà essere allegata la seguente documentazione: Certificato rilasciato da C.C.I.A.A. competente da cui risulti l iscrizione nei Registri delle Imprese, che indichi la persona che ha la legale rappresentanza e l attività esercitata dall impresa secondo i Reg del 2008 Attestato di registrazione al Registro nazionale sia delle persone che delle imprese certificabili per gli FGAS Dichiarazione fatturato specifico medio Elenco persone impiegate e copia dei certificati ed eventuali dichiarazioni di sussistenza Eventuale copia certificato ISO 9001 (ove presente) Piano delle Qualità (rif.to UNI ISO 10005) Il suddetto PdQ dovrà contenere, in particolare: minima presentazione dell azienda; riferimenti relativi all iscrizione alla CCIAA da parte dell Impresa; riferimenti relativi all iscrizione alla CCIAA dei vari addetti; indicazione del fatturato specifico medio dell anno precedente e la proiezione di quello previsto a completamento dell attività da effettuare (con esclusione delle apparecchiature e dei materiali). i riferimenti ai documenti applicabili relativi alle attività da effettuare (procedure/istruzioni operative); ubicazione e tempistica degli interventi previsti; attrezzature/apparecchiature di riferimento per le attività da effettuare ed il loro eventuale stato di taratura i dati di registrazione relativi ai controlli effettuati durante e alla fine dell esecuzione del lavoro le modalità di gestione degli F-Gas le modalità di registrazione e gestione dei reclami le eventuali modalità di ricerca delle perdite e di tenuta dei registri delle apparecchiature in conformità ai Regg. (CE) 1516/2007 e/o 1497/2007, libretto unico d impianto (D.M ) 6.2 Valutazione / Audit in campo Il rilascio del certificato avviene a seguito di una valutazione (audit) finalizzata alla verifica della sussistenza dei requisiti richiesti. L audit è condotto in un unica fase presso la sede dell impresa o presso il luogo di intervento dell impresa. CEPAS comunicherà al richiedente il nominativo dell ispettore incaricato per la valutazione, per una eventuale ricusazione scritta e motivata. L Organizzazione richiedente la certificazione deve mettere a disposizione di CEPAS i seguenti documenti: elenco del personale certificato in accordo ai regolamenti (CE) 303/2008 e 304/2008, copia dei certificati, elenco delle apparecchiature ed attrezzature (ove necessario in regime di taratura) disponibile per l espletamento delle attività,

8 Pag. 8 di 10 Piano della Qualità atto a dimostrare il rispetto dei requisiti regolamentari per l espletamento delle attività contenente la tipologia e ubicazione delle attività effettuate dall impresa e l evidenza di impiego di persone certificate in numero sufficiente a coprire il volume di attività previsto, disponibilità e utilizzo di idonei e strumenti e attrezzature necessari per svolgere le attività per cui è stata rilasciata la certificazione e la presenza di procedure e /o istruzioni operative (es. manuale o libretto uso e manutenzione del costruttore e /o definite dall impresa); elenco normativa di riferimento applicabile, elenco procedure di S.G.Q. interne applicabili, indicazioni sul piano di sicurezza relativo al luogo d intervento. 6.3 Decisione sulla certificazione La decisione sulla certificazione è presa unicamente dall Organo Deliberante di CEPAS in base alle informazioni raccolte nel corso del processo di certificazione. I membri dell Organo Deliberante non devono aver partecipato al processo di valutazione e inoltre il membro dell Organo Deliberante esperto del settore ha diritto di veto. 6.4 Emissione del certificato e registrazione CEPAS rilascia un certificato a tutte le Organizzazioni che hanno superato positivamente l iter previsto. Entro 10 giorni dal rilascio del certificato, CEPAS inserirà per via telematica nella sezione apposita del Registro di cui al DPR43/2012, le informazioni relative alle Organizzazioni che hanno ottenuto il Certificato e le informazioni (nominativi e numero certificato) del personale impiegato per le attività oggetto di certificazione. Il certificato è rilasciato dal Rappresentante legale di CEPAS o suo delegato. CEPAS mantiene la proprietà esclusiva dei certificati emessi e detiene un registro aggiornato che consente di verificare la posizione delle imprese certificate. Il registro viene conservato per almeno per 5 anni, in accordo alle procedure dell OdC. CEPAS, infine, trasmetterà al MATT e ad ACCREDIA, una relazione annuale sulle certificazioni emesse. 7. CONTENUTI DEL CERTIFICATO Il certificato di conformità riporta le seguenti informazioni: Nome dell Organismo di certificazione Nome completo dell impresa titolare del certificato Nome completo del titolare del certificato Numero Certificato Attività che l impresa certificata è autorizzata ad esercitare sulla base della valutazione effettuata Data di rilascio e di scadenza Firma del Legale Rappresentante CEPAS o suo delegato. Il certificato rilasciato da CEPAS vale per un periodo di cinque anni, decorrenti dal giorno della delibera. 8. SORVEGLIANZA Gli audit periodici devono essere eseguiti in accordo al programma di sorveglianza annuale emesso dall ispettore incaricato onde garantire che tutte le funzioni e gli elementi del Piando della Qualità del licenziatario siano valutati almeno una volta durante il periodo di validità della certificazione. Nell arco dei cinque anni di validità della certificazione, CEPAS prevede l effettuazione di audit di sorveglianza annuali che potranno essere effettuati a livello documentale e/o in campo. Gli audit di mantenimento documentali possono essere effettuati anche presso gli uffici CEPAS, previa consegna da parte dell Organizzazione certificata della documentazione richiesta. Ai fini del mantenimento è necessario che l Impresa metta a disposizione le registrazioni relative a: mantenimento della conformità legislativa,

9 Pag. 9 di 10 aggiornamento della lista delle apparecchiature ed attrezzature e loro manutenzione, aggiornamento della lista del personale certificato, eventuali reclami ricevuti da parte dei Clienti, aggiornamento del Piano Qualità o evidenze dell inserimento degli elementi del PdQ nell eventuale MQ del SGQ dell Impresa schede di commessa (una per ogni lavoro riferito al campo di applicazione), utilizzata anche ai fini della verifica se gli interventi effettuati ricadono nella Categoria di certificazione dell addetto (Cat. I, Cat. II, ecc.) per il Reg. (CE) 303:08 [punto6.1.2 del RT-28] fatturato degli ultimi tre anni in merito al settore coperto da certificazione dati sulla tipologia e quantità degli F-Gas acquistati/utilizzati/smaltiti, l invio della comunicazione annuale al Ministero dell Ambiente (se applicabile). Per eventuali approfondimenti p.es derivanti da segnalazioni, CEPAS potrà richiedere all impresa di sostituire uno degli audit documentali con una verifica presso la sede e/o il luogo di intervento. Entro 10 giorni dal rilascio della dichiarazione, CEPAS provvederà ad inserire per via telematica nella sezione apposita del Registro di cui al DPR 43/12, l esito degli accertamenti (sussistenza o meno dei requisiti per la certificazione). Come già specificato, l Organizzazione certificata deve informare CEPAS circa ogni variazione del numero del personale certificato, del volume di attività e di ogni altra variazione che implichi il mutamento delle condizioni per il mantenimento della propria certificazione. A fronte di tale variazioni, se rilevanti, CEPAS può decidere di effettuare verifiche di sorveglianza, non programmate, sia documentali che presso le sedi dove si svolgono le attività certificate. 9. RINNOVO Il rinnovo avviene allo scadere dei cinque anni di validità del certificato previa esecuzione di un nuovo processo di certificazione come descritto al punto 6 del presente documento. A conclusione del nuovo iter, CEPAS delibera il rilascio, o meno, della nuova certificazione. Entro 10 giorni dal rilascio del nuovo certificato, CEPAS provvederà ad inserire per via telematica nella sezione apposita del Registro di cui al DPR43/2012, tutte le informazioni relative alle Organizzazioni che hanno ottenuto il rinnovo della certificazione e le informazioni (nominativi e numero di certificato) relative al personale impiegato per le attività oggetto di certificazione 10. REGISTRO CEPAS mantiene un registro che consente di verificare la posizione delle Organizzazioni certificate. Il registro costituisce la prova del corretto svolgimento del processo di certificazione ed è conservato per almeno 5 anni Il tempo di conservazione per tutti i documenti cartacei è di 5 anni dalla data di annullamento o sostituzione; allo scadere di tale periodo la conservazione è facoltativa e possono essere distrutti. La durata di conservazione delle registrazioni cartacee relative alle singole pratiche di certificazione è articolata nel seguente modo: - per tutto il periodo in cui l organizzazione risulta iscritta nel Registro CEPAS - 5 anni dalla data di rinuncia, revoca o annullamento della Certificazione. Il Registro viene reso disponibile ad ACCREDIA La documentazione archiviata in formato elettronico non ha limite di tempo prefissato per la sua distruzione e comunque rispetta il limite di 5 anni dalla data di annullamento. 11. CONDIZIONI D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE E DI ACCREDITAMENTO Si applicano le regole stabilite per la certificazione del processo/servizio/prodotto a fronte degli altri schemi gestiti da CEPAS e che rispettano anche i requisiti delle norme di riferimento e del Regolamento sull uso del marchio dell ente di accreditamento.(rif.to MC02 CEPAS e RG09 ACCREDIA nelle revisioni vigenti). Gli usi inappropriati o ingannevoli del certificato e del marchio in pubblicazioni, cataloghi, ecc. sarà sanzionato

10 Pag. 10 di 10 tramite adeguati provvedimenti quali la sospensione o la revoca della certificazione, la pubblicazione del tipo di infrazione e, ove appropriate, anche azioni legali. 12. TARIFFE Le tariffe per: - presentazione domanda di certificazione - esame documentale - valutazione iniziale/audit e rilascio certificato - audit di sorveglianza (documentale o in campo) - audit di rinnovo sono riportate nel tariffario CEPAS consegnato all Organizzazione richiedente la certificazione. (copia del quale è anche depositata presso il MATT) Le tariffe relative ai diritti di segreteria sono a carico dell Organizzazione richiedente. I diritti di segreteria relativi all iscrizione nel sito FGAS sono a carico dell Organizzazione richiedente così come le eventuali spese (viaggi, trasporti, vitto, alloggio, ecc.) sostenute da CEPAS e dagli ispettori, se necessarie ai fini della valutazione, previa presentazione dei relativi giustificativi (rif.to Tariffario CEPAS). Data Firma Rappresentante Legale CEPAS: Data Firma Rappresentante Legale Organizzazione:.

CERTIFICAZIONE DELLE AZIENDE AI SENSI DEI REGOLAMENTI EUROPEI 303/2008 E 304/2008 I & F BUREAU VERITAS ITALIA

CERTIFICAZIONE DELLE AZIENDE AI SENSI DEI REGOLAMENTI EUROPEI 303/2008 E 304/2008 I & F BUREAU VERITAS ITALIA Emesso da Ufficio: CERTIFICAZIONE DELLE AZIENDE AI SENSI INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. RIFERIMENTI... 2 3. GENERALITÀ... 4 4. PROCEDURA DI CERTIFICAZIONE... 5 5. CONTENUTI DEL CERTIFICATO...

Dettagli

Redazione Approvazione Autorizzazione all emissione Entrata in vigore. Il Direttore di Dipartimento Il Consiglio Direttivo Il Presidente 2013-09-30

Redazione Approvazione Autorizzazione all emissione Entrata in vigore. Il Direttore di Dipartimento Il Consiglio Direttivo Il Presidente 2013-09-30 Titolo Sigla Prescrizioni per l accreditamento di Organismi operanti le certificazioni del servizio di erogazione di corsi di formazione per personale addetto al recupero di determinati gas fluorurati

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento 1/16 2/16 FAQ - SCHEMA 1 2 3 Il consorzio d imprese che non opera con proprio personale dipendente, assegnando l'esecuzione dei lavori alle Imprese associate deve iscriversi al registro? L impresa che

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE Document No.: Revision: Date: Replace: Page: ZSEIT-10-RG-29 3 2015-08-31 2 1 of 10 Prepared by: Reviewed by: Approved by: Valid for: CGO -RAI FVF TAP All in DNV GL Business Assurance Italia S.r.l. REGOLAMENTO

Dettagli

concernente l attuazione del Regolamento CE 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra

concernente l attuazione del Regolamento CE 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra concernente l attuazione del Regolamento CE 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra Slides 1 di 30 FINALITÀ DEL DPR 43/2012 Disciplina le Modalità di Attuazione del Regolamento CE 842/06 in

Dettagli

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! SERVIZI

Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! SERVIZI Certificazione del Personale e dell Azienda SITUAZIONE!!!!! 1 Regolamento CE 303/2008 2aprile 2008 Si ricorda che deve essere certificato la persona fisica che svolge le seguenti attività: a) Controllo

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43 Installazione Impianti DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n.842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra Le prescrizioni

Dettagli

Gas Fluorurati. contribuiscono al cd. «effetto serra»

Gas Fluorurati. contribuiscono al cd. «effetto serra» Samantha Sapienza Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per lo Sviluppo Sostenibile, il Clima e l Energia www.minambiente.it Gas Fluorurati impatto zero sullo

Dettagli

REGOLAMENTO IMQ. Certificazione delle Imprese che erogano servizi ai sensi dei Regolamenti (CE) n. 303/2008 e n. 304/2008

REGOLAMENTO IMQ. Certificazione delle Imprese che erogano servizi ai sensi dei Regolamenti (CE) n. 303/2008 e n. 304/2008 REGOLAMENTO IMQ Certificazione delle Imprese che erogano servizi ai sensi dei Regolamenti (CE) n. 303/2008 e n. 304/2008 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 25.09.2013 INDICE Articolo 1

Dettagli

Emana il seguente decreto:

Emana il seguente decreto: D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43. Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n. 842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. (G.U. 20 aprile 2012, n. 93) IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visto

Dettagli

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013

Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 Le Domande e le Risposte sul Patentino dei Frigoristi 15 marzo 2013 A seguito delle numerose domande inerenti al Patentino dei Frigoristi, giunte in redazione nei giorni scorsi, riportiamo le FAQ (domande

Dettagli

TECNICI CHE OPERANO CON F-GAS

TECNICI CHE OPERANO CON F-GAS CERTIFICAZIONE DEI TECNICI CHE OPERANO CON F-GAS 1 CHI SIAMO AICQ SICEV è l organismo di certificazione accreditato da Accredia e autorizzato dal Ministero Ambiente per certificare le persone chesvolgono

Dettagli

revisione data verifica approvazione Pagina 1 21/06/2012 LTM CSI 1 di 12

revisione data verifica approvazione Pagina 1 21/06/2012 LTM CSI 1 di 12 PROCEDURA GENERALE GP01 F-GAS ALII REGOLAMENTO PER LA CHE OPERA SU IMPIANTI FISSI DI PROTEZIONE ANTINCENDIO ED ESTINTORI, PER IL RECUPERO DI GAS FLUORURATI DA COMMUTATORI AD ALTA TENSIONE, PER IL RECUPERO

Dettagli

L accreditamento a garanzia della conformità degli operatori

L accreditamento a garanzia della conformità degli operatori ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento L accreditamento a garanzia della conformità degli operatori Angelo Castelluccio Funzionario tecnico ACCREDIA Torino, 2 ottobre 2012 L Ente unico nazionale di

Dettagli

DPR 43/2012. Qualificare persone e imprese. Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra.

DPR 43/2012. Qualificare persone e imprese. Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. http://www.fgas.apaveitaliacpm.it/ DPR 43/2012 Regolamento recante attuazione del Regolamento (CE) n. 842/06 su taluni gas fluorurati ad effetto serra. Qualificare persone e imprese Cremona, 14 marzo 2013

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas. Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: certificazione@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: RG03 Pag. 1 di 15 CERTIFICAZIONE DI CONFORMITA DI PRODOTTO (SERVIZIO/PROCESSO)

Dettagli

Febbraio 2013. Paola Crespi

Febbraio 2013. Paola Crespi Febbraio 2013 Paola Crespi Il contesto legislativo Tra il 2006 ed il 2008 la Commissione Europea, con l intento di proseguire nell impegno a contrastare i cambiamenti climatici, ha emanato dei regolamenti

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG45 Pag. 1 di 7 MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI ESPERTI

Dettagli

Certificazione F-gas - Tutto su Registri e procedure 1

Certificazione F-gas - Tutto su Registri e procedure 1 Certificazione F-gas - Tutto su Registri e procedure 1 1. CHI DEVE CERTIFICARSI Nella Gazzetta Ufficiale del 20/04/12 è stato pubblicato il D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43 attuativo del Regolamento (CE)

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR DI S.G.Q. NEL SETTORE COSTRUZIONI E IMPIANTI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH84 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

MODALITÀ E CRITERI PER IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE SECURITY

MODALITÀ E CRITERI PER IL RINNOVO DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE SECURITY Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: rinnovo@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG21 Pag. 1 di 5 DELLA CERTIFICAZIONE NEL SETTORE 3

Dettagli

La certificazione delle figure professionali in Italia. Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico

La certificazione delle figure professionali in Italia. Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico ACCREDIA L ente italiano di accreditamento La certificazione delle figure professionali in Italia Qualificazione e certificazione delle competenze per gli operatori nel settore energetico Roma, Filippo

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE

PROCEDURA GESTIONALE MODALITÀ DI VALUTAZIONE DEGLI AUDITOR INTERNI DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITA E AMBIENTE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG08 Pag. 1 di 6 0 01.10.2013 CEPAS srl R.A. Favorito

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373- Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER IL II MODULO DEI CORSI DI FORMAZIONE PER AUDITOR /

Dettagli

REGOLAMENTO CERT.IM. SRL

REGOLAMENTO CERT.IM. SRL REGOLAMENTO CERT.IM. SRL 1. Scopo e campo di applicazione 2. Termini e definizioni 3. Responsabilità 4. Distribuzione 5. Modalità di svolgimento dei controlli 5.1 Controlli per marcature CE e certificazione

Dettagli

REGOLAMENTO VIS SRL. 6 08.10.2014 Modifica a par. 5

REGOLAMENTO VIS SRL. 6 08.10.2014 Modifica a par. 5 REGOLAMENTO VIS SRL 1. Scopo e campo di applicazione 2. Termini e definizioni 3. Responsabilità 4. Distribuzione 5. Modalità di svolgimento dei controlli 6. Attestato finale e verbale di verifica periodica

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 27 gennaio 2012, n. 43 Regolamento recante attuazione del regolamento (CE) n.842/2006 su taluni gas fluorurati ad effetto serra Le prescrizioni relative ai Regolamenti

Dettagli

Certificazioni & Collaudi S.r.l.

Certificazioni & Collaudi S.r.l. Il presente documento è stato emesso dalla Direzione Generale il 08/05/2015. L originale firmato è conservato presso l ufficio del Responsabile Gestione Qualità INDICE GENERALE 1. SCOPO, CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Inserimento Piano della Qualità dove evidenziato in grigio e in Appendice A. Inserimento UNI ISO 10005:2007

Inserimento Piano della Qualità dove evidenziato in grigio e in Appendice A. Inserimento UNI ISO 10005:2007 Regolamento per la certificazione del servizio erogato da aziende di installazione, manutenzione o riparazione di apparecchiature o impianti contenenti gas fluorurati (F GAS) in base alle disposizioni

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE DELL ENERGIA (S.G.E.)

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE DELL ENERGIA (S.G.E.) Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH 193 Pag. 1 di 5 AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI (S.G.E.) 0 01.10.2013

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI BUONE PRASSI IGIENICHE E PROCEDURE BASATE SU HACCP Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH55 Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER AUDITOR

Dettagli

Adempimenti per impianti con F-gas

Adempimenti per impianti con F-gas Adempimenti per impianti con F-gas cosa intendiamo per F-gas Fanno parte degli F-gas gli HFC ( idro-fluoro-carburi ) tipo R410-A, R134A, R407C ecc. e sono denominati anche gas fluorurati. Gli F-gas non

Dettagli

CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ IN CONFORMITA ALLA NORMA UNI CEI EN UNI EN ISO 9001:2008

CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ IN CONFORMITA ALLA NORMA UNI CEI EN UNI EN ISO 9001:2008 CONVENZIONE PER L EROGAZIONE DI SERVIZI DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE QUALITÀ IN CONFORMITA ALLA NORMA UNI CEI EN UNI EN ISO 9001:2008 Spettabile A.N.A.C.I Sede di Roma Pagina 1 di 8 INDICE

Dettagli

DEFINIZIONE DI OPERATORE Il regolamento sugli F-gas stabilisce che l operatore dell'impianto o dell estintore è responsabile del rispetto degli

DEFINIZIONE DI OPERATORE Il regolamento sugli F-gas stabilisce che l operatore dell'impianto o dell estintore è responsabile del rispetto degli REGISTRO DELL APPARECCHIATURA IMPIANTO DI REFRIGERAZIONE E/O CONDIZIONAMENTO CONTENENTE TALUNI GAS FLUORURATI AD EFFETTO SERRA Regolamento (CE) n. 842/2006 DEFINIZIONE DI OPERATORE Il regolamento sugli

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE PROCESSI DI SALDATURA, IN ACCORDO ALLE NORME: EN ISO 3834-2, EN ISO 3834-3, EN ISO 3834-4

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE PROCESSI DI SALDATURA, IN ACCORDO ALLE NORME: EN ISO 3834-2, EN ISO 3834-3, EN ISO 3834-4 PROCEDURA OPERATIVA REGOLAMENTO PER LA DI SALDATURA, IN ACCORDO ALLE NORME: EN ISO 3834-2, EN ISO 3834-3, EN ISO 3834-4 1 27/04/2010 RQ LTM 1 di 5 INDICE 1. GENERALITA... 3 1.1 APPLICABILITÀ... 3 1.2 DIRITTI

Dettagli

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE SGQ

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE SGQ REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE SGQ SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ 9001:2008 DATI IDENTIFICATIVI DEL DOCUMENTO REV. DATA EMISSIONE REDATTO DA: IL RESPONSABILE QUALITÀ APPROVATO DA: LA DIREZIONE DI ASACERT

Dettagli

Regolamento dell Organismo di Certificazione URS Italia

Regolamento dell Organismo di Certificazione URS Italia INDICE 1. Scopo e campo di applicazione 2. Normativa di riferimento 3. Termini, definizioni e abbreviazioni 4. Responsabilità 5. Controllo del regolamento 6. Processo di certificazione 6.1 Presentazione

Dettagli

TARIFFARIO SGQ_EA28 1. SCOPO

TARIFFARIO SGQ_EA28 1. SCOPO INDICE 1.SCOPO 2.STRUTTURA TARIFFARIA 3.INTEGRAZIONI DEL CONTRATTO GIÀ STIPULATO 4.DEFINIZIONI 5.METODO PER IL CALCOLO DELLA DURATA DI AUDIT 6.SUBENTRO 7.EMISSIONE FATTURE E RELATIVI PAGAMENTI 8.ORGANIZZAZIONE

Dettagli

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013

GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale. Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 GAS FLUORURATI Registro telematico nazionale Le informazioni contenute in questa presentazione sono aggiornate al 3 LUGLIO 2013 Protocollo di Kyoto Nel quadro del protocollo di Kyoto l Unione europea si

Dettagli

SCHEMA CESI-ISPEZIONI

SCHEMA CESI-ISPEZIONI Pagina 1 di 6 SCHEMA CESI-ISPEZIONI ISPEZIONI DI TIPO A REGOLAMENTO Documento approvato dal Comitato Tecnico per la Certificazione del CESI (CTC) nella riunione del 23 Novembre 2006 [D042.02-CTC(Segr)]

Dettagli

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento

ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento ACCREDIA L Ente Italiano di Accreditamento Le norme per le certificazioni connesse ai sistemi di gestione dell'energia Filippo Trifiletti Direttore Generale Roma - 15 luglio 2014 Le norme per le certificazioni

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu PROCEDURA GESTIONALE sigla: PG01 Pag. 1 di 10 DEL PROCESSO DI QUALIFICAZIONE E DI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA QUALIFICAZIONE E CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLA SALDATURA

REGOLAMENTO PER LA QUALIFICAZIONE E CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE ADDETTO ALLA SALDATURA Pagina 1 di 7 Indice 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 2 3. TERMINI E DEFINIZIONI... 2 4. DOMANDA DI CERTIFICAZIONE ED AVVIO ITER CERTIFICATIVO... 2 5. ESECUZIONE DEI

Dettagli

Presentazione CEPAS, ogni riproduzione deve essere preventivamente autorizzata

Presentazione CEPAS, ogni riproduzione deve essere preventivamente autorizzata 1 Presentazione della nuova Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17024:2012 Valutazione della conformità Requisiti generali per gli organismi che operano la certificazione delle persone Giancarlo Colferai Presidente

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE UNI EN ISO 22000 PACKAGING

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT DI SISTEMI DI GESTIONE UNI EN ISO 22000 PACKAGING Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI AUDITOR / RESPONSABILI GRUPPO

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER ESPERTO TECNICO DI MISURE Specializzazione Misure Meccaniche Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it sigla: SH94 Pag. 1 di 7 PER LA QUALIFICAZIONE DEI CORSI PER 1 26.09.2002 Rev. Generale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMA DI GESTIONE

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI SISTEMA DI GESTIONE pag. 1 di 13 REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI Documento R-001 GIUGNO 2012 INDICE pag. 2 di 13 1 SCOPO E PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI... 3 3 PRINCIPI DELLA CERTIFICAZIONE... 3 3.1 Campionamento... 3

Dettagli

La certificazione delle aziende FGAS

La certificazione delle aziende FGAS La certificazione delle aziende FGAS Introduzione a Bureau Veritas Bureau Veritas in sintesi Nato nel 1828 Leader a livello globale per i servizi di verifica di conformità nell ambito della Qualità, Salute

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A.

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. In vigore dal 06. 07. 2011 RINA Via Corsica 12 16128 Genova - Italia tel +39 010 53851 fax +39 010

Dettagli

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg

REGISTRO APPARECCHIATURA. Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGISTRO APPARECCHIATURA Apparecchi contenenti Gas Fluorurati in quantità superiori ai 3 Kg REGOLAMENTO (CE) n. 842/2006 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 17 maggio 2006 su taluni gas fluorurati

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011 REGOLAMENTO (UE) N. PROCEDURA GENERALE GP01 333 REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX 0 15/09/2011 LTM CSI 1 di 8 INDICE 1. SCOPO... 3 2. GENERALITA... 3 2.1. REQUISITI AGGIUNTIVI PER... 3 3. RIFERIMENTI...

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE INDICE. TALENTO CONSULTING SRL C.so Sempione, 169 20025 Legnano OdI di tipo A accreditato

REGOLAMENTO GENERALE INDICE. TALENTO CONSULTING SRL C.so Sempione, 169 20025 Legnano OdI di tipo A accreditato INDICE 0. PREMESSA.2 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO 2 3. DEFINIZIONI.3 4. RISORSE UMANE...3 5. FASE PRELIMINARE DELL ISPEZIONE OFFERTA..3 6. CONDIZIONI ECONOMICHE, DIRITTI

Dettagli

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE Sistema di gestione UNI EN ISO 9001 MANUALE DI QUALITÀ INTRODUZIONE MAN-00 Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 Web : www.nomeazienda.it

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE

REGOLAMENTO GENERALE PER IL RICONOSCIMENTO DEI CORSI DI FORMAZIONE REGOLAMENTO GENERALE PER IL Data prima emissione Data aggiornamento Edizione Revisione Emesso da RGQ Approvato da Amministratore Unico 31/07/2013 01 00 Rev. 00 Pagina 1 di 14 INDICE 1 PREMESSA 2 SCOPO

Dettagli

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it

CEPAS srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE degli ESPERTI IN GESTIONE DELL

Dettagli

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA ALL. A DOCUMENTO DOCUMENTO DATA DI 1^EMISSIONE COPIA N. CONSEGNATA A ENTE REG 16.02.2004 APPROVAZIONI REV DATA Preparazione Approvazione RSQ Patrizia Nigrelli DIR Giorgio Capoccia PRE Francesco Ciccimarra

Dettagli

Libretto di impianto e Registro dell apparecchiatura per gli impianti di climatizzazione estiva e le pompe di calore elettriche per la

Libretto di impianto e Registro dell apparecchiatura per gli impianti di climatizzazione estiva e le pompe di calore elettriche per la Libretto di impianto e Registro dell apparecchiatura per gli impianti di climatizzazione estiva e le pompe di calore elettriche per la climatizzazione estiva e invernale Obblighi e prescrizioni di legge

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE I L 92/12 Gazzetta ufficiale dell Unione europea 3.4.2008 REGOLAMENO (CE) N. 304/2008 DELLA COMMISSIONE del 2 aprile 2008 che stabilisce, in conformità al regolamento (CE) n. 842/2006 del Parlamento europeo

Dettagli

MANUALE PER LE ATTIVITÀ IN QUALITÀ DI ORGANISMO DI ISPEZIONE. REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ISPETTIVE SETTORE INDUSTRIALE Pagina 1 di 7

MANUALE PER LE ATTIVITÀ IN QUALITÀ DI ORGANISMO DI ISPEZIONE. REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ISPETTIVE SETTORE INDUSTRIALE Pagina 1 di 7 REGOLAMENTO PER LE ATTIVITÀ ISPETTIVE SETTORE INDUSTRIALE Pagina 1 di 7 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. TERMINI E DEFINIZIONI... 2 3. RESPONSABILITÀ... 3 4. DISTRIBUZIONE... 3 5. MODALITÀ DI SVOLGIMENTO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL COMITATO TECNICO DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL COMITATO TECNICO DI CERTIFICAZIONE Pagina 1 di 5 Revisione Data Descrizione Redazione Approvazione Pagina 2 di 5 Indice 1 Scopo e campo di applicazione 2 Riferimenti normativi 3 Costituzione e funzionamento del Comitato di Certificazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LE VERIFICHE PERIODICHE E STRAORDINARIE DI ASCENSORI E MONTACARICHI. Stato delle Revisioni

REGOLAMENTO PER LE VERIFICHE PERIODICHE E STRAORDINARIE DI ASCENSORI E MONTACARICHI. Stato delle Revisioni Pag 1di 11 Stato delle Revisioni Rev. N o par. N o Pag. N o Motivo Data 0 Prima emissione 10/03/2012 1 Adeguamenti richiesti da Accredia 09/11/2012 2 Ulteriori adeguamenti richiesti da Accredia 02/05/2013

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EFFETTUAZIONE DI ISPEZIONI PERIODICHE/INTERMEDIE E DI VERIFICHE ECCEZIONALI Direttiva 2010/35/UE (TPED) & IMDG CODE

REGOLAMENTO PER L EFFETTUAZIONE DI ISPEZIONI PERIODICHE/INTERMEDIE E DI VERIFICHE ECCEZIONALI Direttiva 2010/35/UE (TPED) & IMDG CODE Pag. 1 di 5 INDICE 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE...2 2 TERMINI E DEFINIZIONI...2 3 OBBLIGHI DEL RICHIEDENTE...2 3.1 CONDIZIONI GENERALI... 2 3.2 CONDIZIONI DI SICUREZZA... 2 3.1 PRESENZA DI OSSERVATORI

Dettagli

Regolamento generale per la certificazione del personale e la qualificazione dei corsi. Indice

Regolamento generale per la certificazione del personale e la qualificazione dei corsi. Indice Indice 1 Scopo e campo di applicazione 2 2 Riferimenti normativi 2 3 Definizioni 2 4 Condizioni generali 3 4.1 Requisiti 3 4.2 Accesso agli schemi di certificazione/qualificazione 3 5 Processo di certificazione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO GENERALE DI CERTIFICAZIONE Indice dei contenuti 1. Generalità 2. Requisiti generali per la certificazione di un Sistema qualità 3. Rilascio della certificazione 4. Mantenimento della certificazione 5. Rinnovo della certificazione

Dettagli

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11554

PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11554 PRESCRIZIONI PARTICOLARI PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE AI SENSI DELLA NORMA UNI 11554 INDICE Data di aggiornamento: Articolo 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO Novembre 2014 Articolo 2 CONDIZIONI GENERALI Articolo

Dettagli

RSGQ DT DG. Indice. Causa della modifica. Redazione Verifica Autorizzazione Ed. Emissione. Revisione. al documento RG-RI28-IT-A00.

RSGQ DT DG. Indice. Causa della modifica. Redazione Verifica Autorizzazione Ed. Emissione. Revisione. al documento RG-RI28-IT-A00. Regolamento di Certificazione Integrativo per Organizzazioni operanti nel settore EA 28 (imprese di costruzione ed installazione) che richiedano la Certificazione dei Sistemi di Gestione Qualità conformi

Dettagli

ZSEIT-4-RG105 4 2015-03-17 3 1 of 11. RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia

ZSEIT-4-RG105 4 2015-03-17 3 1 of 11. RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia Document No.: Revision: Date: Replace: Page: 4 2015-03-17 3 1 of 11 Prepared by: Reviewed by: Approved by: Valid for: RAI - BMA FVF / TAP PRIV All in DNV GL Business Assurance Italia Regolamento particolare

Dettagli

PRESCRIZIONI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI OPERANTI LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ NEL SETTORE DEI DISPOSITIVI MEDICI

PRESCRIZIONI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI OPERANTI LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITÀ NEL SETTORE DEI DISPOSITIVI MEDICI Via Saccardo, 9 I-20134 MILANO Tel.: + 39 022100961 Fax: + 39 0221009637 Sito Internet: www.sincert.it E-mail: sincert@sincert.it Titolo PRESCRIZIONI PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI OPERANTI LA CERTIFICAZIONE

Dettagli

BUREAU VERITAS ITALIA DIVISIONE SCIRO

BUREAU VERITAS ITALIA DIVISIONE SCIRO Dipartimento Industria Regolamento Certificazione di Prodotto per Certificazione di prodotti utilizzati nel settore di sistemi tecnologici per i trasporti ferroviari BUREAU VERITAS ITALIA DIVISIONE SCIRO

Dettagli

Informativa per la Dichiarazione F-gas 2014 (ex D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43) INTRODUZIONE

Informativa per la Dichiarazione F-gas 2014 (ex D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43) INTRODUZIONE Informativa per la Dichiarazione F-gas 2014 (ex D.P.R. 27 gennaio 2012, n. 43) INTRODUZIONE I gas fluorurati (F-gas) sono composti principalmente dai seguenti gruppi di sostanze: idrofluorocarburi (HFC),

Dettagli

Regolamento Generale RG 02 Regolamento per l esecuzione delle verifiche periodiche e straordinarie di ascensori e montacarichi

Regolamento Generale RG 02 Regolamento per l esecuzione delle verifiche periodiche e straordinarie di ascensori e montacarichi INDICE 1 SCOPO 2 CAMPO DI APPLICAZIONE 3 RIFERIMENTI NORMATIVI 4 TERMINI E DEFINIZIONI 5 MODALITA OPERATIVE 5.1 Attivazione ed effettuazione del servizio 5.2 Gestione delle anagrafiche e delle commesse

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5.

Dettagli

CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI DI ABILITAZIONE

CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI DI ABILITAZIONE Allegato parte integrante Criteri e modalità di riconoscimento degli organismi di abilitazione dei soggetti preposti al rilascio certificazioni energetiche CRITERI PER IL RICONOSCIMENTO DEGLI ORGANISMI

Dettagli

REGOLAMENTO QS CERTIFICAZIONI ITALIA S.r.l.

REGOLAMENTO QS CERTIFICAZIONI ITALIA S.r.l. REGOLAMENTO QS CERTIFICAZIONI ITALIA S.r.l. Redatto da : QS Certificazioni Italia S.r.l. Il presente regolamento è di proprietà di QS Certificazioni Italia S.r.l.. Tale proprietà è tutelata a termini di

Dettagli

TÜV Italia s.r.l. - TÜV SÜD Group

TÜV Italia s.r.l. - TÜV SÜD Group 1 di 7 INDICE 1. Scopo ed entrata in vigore 2. Campo di applicazione 3. Termini e definizioni 4. Responsabilità 5. Controllo del regolamento 6. Iter di certificazione 6.1 Generalità 6.2 Modalità di svolgimento

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E IL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE DEL PERSONALE CERTIQUALITY S.r.l. Via G. Giardino 4-20123 Milano tel. 02 8069171 - fax 02 86465295 certiquality@certiquality.it www.certiquality.it C.F. e P. IVA Reg. Imprese MI 04591610961 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE CE DI DISPOSITIVI MEDICI

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE CE DI DISPOSITIVI MEDICI pag. 1 di 13 REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE (Certificazione del Sistema Qualità di Aziende produttrici di Dispositivi Medici) Documento R-003 pag. 2 di 13 INDICE 1 SCOPO E PREMESSA... 3 2 DEFINIZIONI...

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER ESPERTI IN MARKETING & COMUNICAZIONE

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER ESPERTI IN MARKETING & COMUNICAZIONE Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL 1 22.03.2002 Rev. Generale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE e ISPEZIONE ASCENSORI. Direttiva 95/16/CE DPR 162/99 SOMMARIO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE e ISPEZIONE ASCENSORI. Direttiva 95/16/CE DPR 162/99 SOMMARIO CERTIFICAZIONE e ISPEZIONE ASCENSORI Pag. 1 di 17 SOMMARIO 0 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 1 RIFERIMENTI... 2 2 PROCESSO DI EROGAZIONE... 3 2.1 PREMESSA... 3 2.1.1 Certificazione... 3 2.1.2 Ispezione...

Dettagli

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA Pag. 1 di 15 REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE DELLA QUALITA Pag. 2 di 15 Pag. 3 di 15 INDICE 1. GENERALITÀ... 4 2. CONDIZIONI PER L OTTENIMENTO ED IL MANTENIMENTO DELLA CERTIFICAZIONE...

Dettagli

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA

REGOLAMENTO DI CERTIFICAZIONE DI SISTEMI DI GESTIONE PER LA QUALITA ALL. A DOCUMENTO DOCUMENTO DATA DI 1^EMISSIONE COPIA N. CONSEGNATA A ENTE REG 16.02.2004 APPROVAZIONI REV DATA Preparazione Approvazione RSQ Patrizia Nigrelli DIR Giorgio Capoccia PRE Francesco Ciccimarra

Dettagli

CHECK LIST mod CLG rev 00 del 2011-11-16

CHECK LIST mod CLG rev 00 del 2011-11-16 Data della verifica: Certificatore Verificato (specificare nome e cognome) Certificato Verificato (numero certificato, revisione e data rilascio) Responsabile del Gruppo di Verifica (specificare nome e

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE Valido dal 2014-07-01

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE Valido dal 2014-07-01 1 di 17 INDICE 1 Generalità e Scopo 2 Campo di applicazione 3 Processo di certificazione 4 Emissione e validità del certificato 5 Registro delle organizzazioni certificate 6 Procedura gestione dei reclami

Dettagli

REGOLAMENTO CERTIIFIICAZIIONE DIIRETTIIVA RG-K

REGOLAMENTO CERTIIFIICAZIIONE DIIRETTIIVA RG-K REGOLAMENTO CERTIIFIICAZIIONE DIIRETTIIVA ASCENSORII Rev. Data Descrizione della Modifica Elaborato Verificato Approvato 00 14/10/13 Riedizione del Sistema 01 10/10/14 Aggiunto capitolo 16 Pagina 1 di

Dettagli

Organismo Notificato Nr. 0051

Organismo Notificato Nr. 0051 Organismo Notificato Nr. 0051 PRESCRIZIONI DI FORNITURA DEI SERVIZI DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ AI SENSI DELLE DIRETTIVE COMUNITARIE PER LE QUALI IMQ OPERA COME ORGANISMO NOTIFICATO DIRETTIVA 92/42/CEE

Dettagli

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI

REGOLAMENTO PARTICOLARE PER LA CERTIFICAZIONE DI PRODOTTI AGRO-ALIMENTARI 1 SCOPO... 1 2 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 1 2.1 Requisiti per la qualità... 1 2.2 Riferimenti del sistema di certificazione... 2 3 Regole particolari... 2 3.1 Prezzi... 2 3.2 Non conformità... 3 3.3 Valutazione

Dettagli

- i Contenuti minimi dell'offerta contrattuale del servizio di efficienza energetica (appendice B).

- i Contenuti minimi dell'offerta contrattuale del servizio di efficienza energetica (appendice B). Oggetto: Schema di accreditamento e certificazione, in conformità alla norma UNI CEI 11352:2014 Società che forniscono servizi energetici (ESCO), redatto ai sensi dell art.12, comma 1, del D. Lgs. 4 luglio

Dettagli

Regolamento per l accreditamento degli Organismi di Verifica delle emissioni di gas ad effetto serra

Regolamento per l accreditamento degli Organismi di Verifica delle emissioni di gas ad effetto serra Titolo/Title Regolamento per l accreditamento degli Organismi di Verifica delle emissioni di gas ad effetto serra Regulation for the accreditation of Verification Bodies verifying GHG (greenhouse gases)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE CE DI ASCENSORI

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE CE DI ASCENSORI Pagina 1 di 8 INDICE 1 SCOPO E PREMESSA... 2 2 ITER DI CERTIFICAZIONE... 2 2.1 Richiesta di certificazione e presentazione della domanda... 2 2.2 Obblighi da parte del richiedente... 2 2.3 Documentazione

Dettagli

Fax: / E-Mail: iscritta alla CCIAA di REA P.IVA: C.F.:

Fax: / E-Mail: iscritta alla CCIAA di REA P.IVA: C.F.: TRA D.A.S. Certification S.r.l., iscritta al REA della CCIAA di Latina no. LT 183887 P.IVA: 02595410594, con sede legale in Via E. di Savoia, 25 cap 04100 Latina, con sede operativa in Via Ufente, 20 Torre

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0020CR_00_IT

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0020CR_00_IT Regolamento per la gestione delle attività di ispezione di materiali, prodotti e servizi nel settore industriale per l impiantistica, le opere e le costruzioni 00 24/04/2013 Annulla e sostituisce il documento

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO Questo documento, in formato cartaceo, NON deve essere considerato un documento ufficiale del Sistema di Gestione. La versione ufficiale, nel corrente stato di revisione, è unicamente quella disponibile

Dettagli

Titolo. Istruzione operativa per l uso del Modulo DT-Mod-006: Rilievi individuati da ACCREDIA-DT e richiesta di trattamento

Titolo. Istruzione operativa per l uso del Modulo DT-Mod-006: Rilievi individuati da ACCREDIA-DT e richiesta di trattamento Titolo Sigla Istruzione operativa per l uso del Modulo DT-Mod-006: Rilievi individuati da ACCREDIA-DT e richiesta di trattamento IO-09-02-DT Revisione 02 Riservatezza 1 Data 2014-12-15 Redazione Approvazione

Dettagli

REGOLAMENTO REG 01 REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO REG 01 REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE 0 2013/03/15 Nuova emissione per 2 ACCREDIA Resp. Qualità Amministratore Rev. Data Descrizione Redazione Approvazione Pag. 1 di 46 Indice: 1 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 RIFERIMENTI 3 TERMINI E DEFINIZIONI

Dettagli

CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS*

CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS* PROCEDURA GESTIONALE sigla:pd20 Pag. 1 di 5 DEL CSP- CSE RSPP FSL - FFSL - CTS CTSS* 0 1 emissione Rev. Data Motivazioni Convalida Approvazione Pag. 2 di 5 INDICE 1.0 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2.0

Dettagli

ELENCO NORME E LEGGI APPLICABILI

ELENCO NORME E LEGGI APPLICABILI UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2006 UNI CEI EN ISO/IEC 17021:2011 UNI CEI EN 17000:2005 UNI CEI EN 45020:2007 IAF ID 1:2010 IAF MD1:2007 IAF MD2:2007 IAF MD3:2008 IAF MD4:2008 IAF MD5:2009 EA-07/04:2007 EA-7/05:2008

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0029CR_01_IT

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0029CR_01_IT Addendum al Regolamento per la certificazione dei sistemi di gestione per la qualità (007CR) per le Organizzazioni che operano secondo lo schema auto ISO/TS 16949:2009 01 28/03/2014 Aggiornamento secondo

Dettagli

A tutti gli Organismi di Certificazione accreditati schema PRS. Vostra e-mail. Ns. rif.: DC2014SSV089 Milano, 15/07/2014

A tutti gli Organismi di Certificazione accreditati schema PRS. Vostra e-mail. Ns. rif.: DC2014SSV089 Milano, 15/07/2014 A tutti gli Organismi di Certificazione accreditati schema PRS Vostra e-mail Ns. rif.: DC2014SSV089 Milano, 15/07/2014 Oggetto: Dipartimento Certificazione e Ispezione Accredia - Circolare N 11/2014 D.M.

Dettagli