Piano traffico Gottardo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano traffico Gottardo"

Transcript

1 Piano traffico Gottardo Concetto di «Autostrada viaggiante (RoLa) per i camion» nella galleria di base del Gottardo Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo Rapporto dell Iniziativa delle Alpi / marzo 2012

2 Membri del gruppo di lavoro (in ordine alfabetico) Alf Arnold, direttore dell Iniziativa delle Alpi, Altdorf Heinrich Brändli, dipl. Ing. em. Prof. ETH, Oberglatt Walter Dietz, dipl. Ing. SIA, Wittenbach Hugo Fessler, dipl. Ing. ETH/SVI, Lucerna Paul Romann, dipl. Arch. ETH/Ing. SVI Oliver Tiller, economista aziendale, Suhr Hugo Wandeler, dipl. Arch. ETH/SIA, pianificatore FSU, Zurigo Iniziativa delle Alpi Associazione per la protezione dello spazio alpino dal traffico di transito Herrengasse 2, casella postale 28 CH-6460 Altdorf UR Telefono +41 (0) CCP

3 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 1 Indice 1. Situazione attuale Condizioni quadro per un autostrada viaggiante (RoLa) per i camion nella galleria ferroviaria di base del Gottardo Piano per l impianto di trasbordo a nord (Erstfeld) Piano per l impianto di trasbordo a sud (Biasca) Costi Conclusioni e raccomandazioni... 12

4 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 2 1. Situazione attuale L Iniziativa delle Alpi ha pubblicato nel gennaio del 2010 un rapporto 1 dove viene esposta la possibilità di risanare la galleria stradale del San Gottardo senza dover costruire una seconda canna. La messa in funzione di un sistema di treni navetta per le vetture private nella galleria ferroviaria in quota e di un autostrada viaggiante (RoLa) per i camion nella galleria ferrovia di base del Gottardo rappresentano un offerta sostitutiva più che valida. Il Consiglio federale ha preso in considerazione questo piano per la gestione del traffico al Gottardo e lo ha introdotto nei suoi studi successivi. In un analisi di dettaglio pubblicata il 24 gennaio 2012, l USTRA e l UFT confermano la sua fattibilità. L Iniziativa delle Alpi e le regioni toccate ritengono che il risanamento debba essere svolto tenendo conto del traffico privato e dunque eseguito in tappe successive: i lavori nel tunnel devono limitarsi ai mesi invernali. Durante i periodi di grande flusso la galleria deve rimanere aperta al traffico. L Iniziativa delle Alpi ha approfondito il suo piano di gestione del traffico in un rapporto pubblicato nel febbraio del e ha dimostrato la fattibilità di un servizio di autostrada viaggiante (RoLa) per i camion nella galleria ferroviaria di base non solo durante il periodo del risanamento ma anche come soluzione duratura. Un elemento centrale di questo piano per la gestione del traffico attraverso il Gottardo sono gli impianti di trasbordo per i camion. Con il presente studio di fattibilità l Iniziativa delle Alpi approfondisce questo aspetto importante e sottopone alla discussione una nuova variante che riduce considerevolmente la quantità di superficie necessaria e i costi d investimento rispetto alla soluzione proposta nel rapporto di sintesi dell USTRA. La variante proposta è inoltre ipotizzabile anche quale soluzione duratura. 1 Studio per un'offerta sostitutiva durante il risanamento totale della galleria stradale del San Gottardo, Un'analisi dell'iniziativa delle Alpi, gennaio 2010, 29 pagine 2 Piano traffico Gottardo, Impostazione del traffico transalpino su strada e ferrovia dopo il risanamento della galleria stradale del Gottardo, Un'analisi dell'iniziativa delle Alpi, febbraio 2011, 56 pagine

5 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 3 2. Condizioni quadro per un autostrada viaggiante (RoLa) per i camion nella galleria ferroviaria di base del Gottardo Dai diversi esami e approfondimenti eseguiti fino a oggi, un autostrada viaggiante (RoLa) per i camion può essere introdotta tenendo conto fra l altro delle seguenti condizioni quadro: Un treno è composto da 25 vagoni di carico di 20 metri ciascuno. A ogni estremità si trovano una locomotiva e una carrozza d accompagnamento. La lunghezza totale di un treno è al massimo di 600 metri. Gli impianti di trasbordo sono dimensionati in maniera da poter gestire tre treni all ora e per direzione. I camion devono essere piazzati sul treno in senso di marcia. I camionisti viaggiano nella carrozza d accompagnamento. Al fine di ridurre al minimo il tempo necessario ai camionisti per recarsi nella carrozza d accompagnamento, è prevista una carrozza a ogni estremità del treno. La differenza di livello fra la strada e i vagoni di carico è superata grazie a rampe mobili. Ne esistono di diversi tipi, tutti utilizzabili. Durante il periodo di risanamento della galleria stradale sarà ancora possibile raggiungere gli impianti di trasbordo dal binario della nuova linea ferroviaria con un incrocio a livello. Per la soluzione duratura, a causa del crescente volume di traffico, è indispensabile avere un accesso dal binario all impianto di trasbordo, libero da incroci. Al fine di caricare velocemente i 25 camion, preferibilmente incolonnati, bisogna prevedere uno spazio d attesa sufficiente davanti alla rampa di trasbordo. Prima del trasbordo i camion devono essere controllati. A nord questi controlli possono avvenire nel Centro di controllo per i mezzi pesanti di Ripshausen. A sud, l USTRA prevede la costruzione di un impianto simile sul sedime della ex Monteforno a Giornico. Per servire all autostrada viaggiante (RoLa), l impianto di controllo potrebbe essere costruito a Biasca e non a Giornico. Si potrebbero così ridurre sia la quantità di superfici utilizzate sia i costi di costruzione. 1 1 L Iniziativa delle Alpi aveva proposto a suo tempo l ubicazione di Chiasso o nel Comasco; in tal caso occorrerebbe prevedere delle aree di stoccaggio lungo la A2 a sud della Giustizia.

6 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 4 3. Piano per l impianto di trasbordo a nord (Erstfeld) Per ragioni pratiche, l impianto di trasbordo a nord deve essere situato fra la stazione di Altdorf e il portale nord della galleria di base AlpTransit. La topografia e la disposizione dei binari riducono la scelta possibile al territorio di Rynächt / Schachen. Sul nuovo impianto della linea di montagna delle FFS nei dintorni del portale della galleria di base del Gottardo (AlpTransit) sorgerà un cavalcavia tra la linea di montagna e la nuova linea AlpTransit. Si può sfruttare questa condizione piazzando l impianto di trasbordo sulle due parti della linea AlpTransit come segue (vedi le figure nelle pagine seguenti): Lo scarico dei treni avviene sulla parte ovest della zona AlpTransit di Schachen. I treni, una volta usciti dalla galleria di base sul binario AlpTransit, raggiungono direttamente l impianto di scarico grazie al binario di sorpasso. I camion sono piazzati sul treno nel senso di marcia nord, abbandonano dunque il treno verso nord e raggiungono il futuro semisvincolo di Attinhausen sulla A2 tramite una nuova strada (da costruire) a una corsia lungo la ferrovia (oggi utilizzata come pista di cantiere AlpTransit e come protezione contro le inondazioni), senza disturbare la zona abitata. Il carico dei treni avviene sulla parte est della zona AlpTransit di Rynächt. I treni vuoti raggiungono l impianto partendo dalla stazione di Erstfeld, senza utilizzare i binari Alp- Transit. Il percorso in uscita dei treni carichi avviene tramite il binario di sorpasso sul binario AlpTransit. I camion raggiungono l impianto di trasbordo passando dal Centro di controllo dei mezzi pesanti di Ripshausen su strade esistenti. Con una curva a semicerchio i camion salgono sul treno da nord e si piazzano nel senso di marcia sud. Per passare dall area di scarico all area di carico, i treni vuoti utilizzano la nuova linea ferroviaria di montagna e la stazione di Erstfeld per cambiare senso di marcia. Il fatto di poter utilizzare le infrastrutture esistenti nella stazione di Erstfeld per la manutenzione e come luogo di deposito per i treni non in circolazione rappresenta un grande vantaggio di questa variante; non bisogna così costruire un impianto supplementare per questo scopo, utilizzando inutilmente terreni preziosi e aumentando i costi d investimento. Il fatto di allungare il tragitto passando dalla stazione di Erstfeld non rappresenta una perdita di tempo per il funzionamento del trasbordo perché, secondo la variante proposta, un treno vuoto non deve necessariamente intraprendere il viaggio di ritorno subito dopo il suo arrivo nell impianto di trasbordo. La variante proposta necessita di poco terreno. Sono necessari unicamente tre binari da ogni parte della linea AlpTransit ciò che rappresenta due volte 800 metri x 15 metri, quindi un totale di circa 2.4 ha per l insieme della disposizione dei binari. Tenendo conto degli impianti secondari necessari si arriva a un totale di circa 3 ha. La superficie necessaria fa già parte del complesso d installazione per la tecnica ferroviaria Alp- Transit. Nell ambito del cantiere AlpTransit sulla parte est è già da tempo riservato del terreno per la costruzione di due binari supplementari di rallentamento. Non è dunque necessario far capo a terreno usato oggi a scopi agricoli.

7 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 5 Fig. 01: Impianto di trasbordo nord: schizzo della situazione

8 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 6 Fig. 02: Impianto di trasbordo nord: schema e procedure

9 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 7 4. Piano per l impianto di trasbordo a sud (Biasca) La stazione di Biasca viene scelta per l installazione dell impianto di trasbordo in quanto ha a disposizione i terreni necessari. Come già proposto per la stazione di Erstfeld, le infrastrutture esistenti a Biasca possono essere utilizzate per i lavori di manutenzione. Sono anche disponibili, aree per lo stazionamento di treni di riserva. Dalla linea AlpTransit, la linea ferroviaria FFS esistente e la stazione di Biasca sono però raggiungibili unicamente da nord senza incroci. Per la soluzione autostrada viaggiante (RoLa) duratura bisognerà costruire un cavalcavia fra la stazione di Biasca e il portale della galleria di base. La superficie necessaria è disponibile. Per la soluzione temporanea si può invece fare a meno di quest opera. Fig. 03: Impianto di trasbordo sud: schema dei collegamenti ad AlpTransit e alla A2 L area FFS presso la stazione di Biasca è collegata a sud tramite una stretta strada d accesso che serve pure da collegamento con alcune aziende industriali e una funivia. Per servire da accesso all impianto di trasbordo questa strada deve essere allargata in maniera tale da permettere ai camion d incrociarsi. In rapporto alla situazione locale, questo è senz altro possibile. Il terreno supplementare necessario è di circa 0,4 ha. Il settore tra l autostrada e la strada cantonale si presta inoltre bene come luogo per il futuro Centro di controllo per il traffico pesante previsto a sud. Questa area potrà fungere da luogo d attesa e di controllo per i camion. L attuale svincolo autostradale di Biasca è situato a nord dell abitato e non si presta come via d accesso all impianto di trasbordo situato nell area della stazione. Grazie a un nuovo semisvincolo sulla A2 a sud di Biasca, nel settore dell impianto di depurazione delle acque, può essere predisposto un accesso ideale anche alla zona industriale, ev. ampliata, come pure all eventuale nuovo Centro di controllo del traffico pesante. Il più vicino svincolo autostradale a sud si situa a Bellinzona ed è ad oltre 12 km di distanza, ciò che giustifica quindi un nuovo semisvincolo a sud di Biasca. Il terreno necessario per questo semisvincolo e il collegamento fra la A2 e la strada cantonale è di circa 1,2 ha.

10 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 8 Fig. 04: Impianto di trasbordo sud nell area della stazione di Biasca: schizzo della situazione Esiste un certo conflitto d interessi con il previsto centro di manutenzione di AlpTransit. Visto l ampia superficie disponibile sul terreno della stazione di Biasca è comunque possibile disporre i due impianti e creare così delle sinergie.

11 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 9 Fig. 05: Impianto di trasbordo sud: schema e procedure In questo impianto compatto, la procedura di carico e scarico avviene in modo diverso che nell impianto a nord. A seconda dell occupazione dei binari è possibile caricare un treno e scaricarne un altro simultaneamente. Ciò crea ulteriori riserve di tempo e una conseguente maggiore capacità dell impianto di trasbordo.

12 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo Costi A questo stadio dell elaborazione del piano è possibile fare solo una stima approssimativa dei costi. I dati seguenti sono quindi da intendere come valori indicativi che permettono una rappresentazione approssimativa dei possibili costi d investimento. Impianto di trasbordo a nord Dimensioni Prezzo unitario, Fr. Costi in Fr. - Superficie necessaria per i binari 3 ha Fr. 20.-/m Binari, inclusi le fondazioni, la linea di contatto e i sistemi di cambio 3.2 km Fr /m Scambi 8 pezzi Fr Rampe mobili 4 pezzi Fr Sistemi di sicurezza, telecomunicazioni, dati e sistemi di cavi Superficie necessaria per la nuova strada 1.5 ha* Fr. 20.-/m Costi di costruzione della nuova strada 1 ha* Fr /m Varia e arrotondamento (circa 20%) Totale impianto di trasbordo a nord * La nuova strada prevista fra l impianto di trasbordo e lo svicolo di Attinghausen verrà percorsa in una sola direzione; una larghezza di 4,5 metri (corsia e banchina) è perciò più che sufficiente. A causa dell adattamento dei terreni, è tuttavia considerata una larghezza di 8 metri. Impianto di trasbordo a sud Dimensioni Prezzo unitario, Fr. Costi in Fr. - Superficie necessaria per i binari 2 ha Fr. 20.-/m Binari, inclusi le fondazioni e la linea di contatto 3.6 km Fr /m Scambi 8 pezzi Fr Rampe mobili 4 pezzi Fr Sistemi di sicurezza, telecomunicazioni, dati e sistemi di cavi - Strada di accesso dalla strada cantonale*: o Superficie necessaria o Costruzione della strada o Costruzione del nuovo sottopassaggio 800 m x 5.0 m 800 m x 7.5 m Fr. 20.-/m 2 80 Fr /m Varia e arrotondamento (ca. 20 %) Totale impianto di trasbordo a sud * Per il fabbisogno di superficie si considera solo l aumento, per la costruzione della strada tutta l area.

13 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo 11 Oltre agli impianti di trasbordo si devono considerare altri investimenti, quali gli adattamenti nelle stazioni di Erstfeld e Biasca, lo svincolo di Biasca sud sulla A2, il Centro di controllo del traffico pesante e, per la soluzione duratura, un cavalcavia prima del portale sud della galleria di base. Ecco la veduta d insieme di tutti questi investimenti: Riassunto investimento totale: Campo circa Mio. Fr. Impianto di trasbordo a nord 37 Adattamenti alla stazione di Erstfeld 8 Impianto di trasbordo a sud 44 Adattamenti alla stazione di Biasca 11 Totale intermedio per gli impianti di trasbordo 100 Semisvincolo Biasca sud sulla A2* 25 Totale per il trasbordo temporaneo 125 Cavalcavia Biasca nord / portale sud della galleria di base 75 Totale per la soluzione duratura 200 * Il nuovo semisvincolo a sud di Biasca non porta vantaggio solo all autostrada viaggiante (RoLa) e non deve quindi essere necessariamente finanziato nell ambito di questo progetto. Il Centro di controllo per i mezzi pesanti a sud è comunque in progettazione e finanziato separatamente. Per questo non è menzionato qui sopra. I costi per il materiale rotabile, l esercizio e la manutenzione non vengono qui considerati. Grazie all integrazione delle stazioni di Erstfeld e Biasca sono tuttavia possibili delle sinergie nell esercizio con conseguenti risparmi.

14 Piano traffico Gottardo / Studio delle varianti per gli impianti di trasbordo Conclusioni e raccomandazioni Se confrontato con la proposta USTRA/UFT contenuta nel rapporto di sintesi del 24 gennaio 2012, il presente studio propone degli impianti di trasbordo per i camion con i seguenti vantaggi: utilizzo ridotto di terreni; i terreni necessari sono attualmente già quasi tutti utilizzati da infrastrutture; costi d investimento ridotti. Punto cruciale per l esercizio è il fatto che, al contrario del progetto USTRA/UFT il terminale a nord permette l arrivo e la partenza dal binario AlpTransit all impianto di trasbordo senza incrocio a livello. Il terminale sud potrà raggiungere lo stesso standard con la possibile futura aggiunta di un cavalcavia. Durante il periodo di risanamento della galleria stradale del San Gottardo incroci a livello sono possibili nonostante alcune limitazioni all esercizio. Nel caso di una soluzione duratura invece, a causa dell aumentato traffico, questi andranno eliminati. L autostrada viaggiante (RoLa) per i camion quale soluzione duratura presenta i seguenti vantaggi: Gli impianti di trasbordo non sono investimenti persi. L ammortamento dei mezzi finanziati richiesti può essere ripartito sul lungo periodo. Il rinnovamento e la manutenzione futura della galleria stradale del Gottardo e dell autostrada A2 fra Biasca e Erstfeld potranno essere tecnicamente e finanziariamente ridotte perché in futuro circoleranno solo pochi camion destinati all approvvigionamento locale (con divieto di transito del traffico pesante nella galleria). Il problema della gestione del traffico pesante in un eventuale ulteriore risanamento della galleria stradale del Gottardo fra alcuni decenni è così risolto. La Leventina e la parte alta della valle urana della Reuss potranno essere sgravate quasi completamente dalle emissioni del traffico pesante. Le autorità federali, cantonali e la direzione delle FFS sono invitate a tener conto di questo piano nelle loro future riflessioni, e a svilupparlo così che l autostrada viaggiante (RoLa) per i camion possa essere messa in servizio con l apertura di AlpTransit. Un piano di trasbordo funzionale, che utilizza poco terreno e ottimizzato a livello economico, è determinante per l accettazione politica dell autostrada viaggiante (RoLa) e la sua realizzazione in tempo utile.

EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA

EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA Fabio Regazzi Consigliere nazionale Co-Presidente del Comitato Sì alla galleria di risanamento al San Gottardo Svizzera Italiana 1 Istoriato (1) 5 settembre

Dettagli

Caratteristiche del risanamento senza seconda canna

Caratteristiche del risanamento senza seconda canna Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Informazione e comunicazione dell energia e Galleria autostradale del San Gottardo: chiusura

Dettagli

Studio per un'offerta sostitutiva durante il risanamento totale della galleria stradale del San Gottardo

Studio per un'offerta sostitutiva durante il risanamento totale della galleria stradale del San Gottardo Studio per un'offerta sostitutiva durante il risanamento totale della galleria stradale del San Gottardo Non c'è bisogno di un quinto tubo attraverso il Gottardo, la soluzione è sui binari. Un'analisi

Dettagli

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA

(ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA (ma non solo) Presentazione Caroline Camponovo Presidente Sezione SI ATA Bruno Storni Membro Comitato Centrale ATA Nel 2012 l ATA, Sezione della Svizzera italiana, ha fatto allestire dalla mrs partner

Dettagli

EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA

EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA Tunnel del San Gottardo: EVITIAMO UN ALTERNATIVA PASTICCIATA E PRECARIA MICHELE ROSSI DELEGATO RELAZIONI ESTERNE CC-TI MEMBRO COMITATO SI ALLA GALLERIA DI RISANAMENTO AL SAN GOTTARDO Perché il risanamento

Dettagli

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci

Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit 2017 Infrastrutture per il trasferimento del traffico merci Alptransit sarà all altezza delle esigenze di mercato? Nel 2008, circa 900.000 spedizioni stradali hanno attraversato le Alpi svizzere

Dettagli

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa

Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Aggiornamento progetto AlpTransit e collegamento Lugano-Mendrisio-Varese-Malpensa Dr. Adriano Cavadini Presidente Associazione svizzera Alta Capacità Lugano-Milano già Consigliere nazionale Il Corridoio

Dettagli

Logistica ed Intermodalità. Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010

Logistica ed Intermodalità. Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010 Logistica ed Intermodalità Ing. Leonardo Fogu Direttore Fleet Management Gallarate, 13.01.2010 Profilo del Gruppo Hupac Facts & figures Anno di fondazione 1967 Capitale azionario CHF 20 mio. Azionisti

Dettagli

I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta

I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta ATA - Sezione della Svizzera italiana I trasporti pubblici nella Svizzera italiana Valutazione delle tesi e dei principi d offerta Capitolo 03: Obiettivi dell offerta ATA - Sezione della Svizzera italiana

Dettagli

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale

Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Segreteria generale SG-DATEC Servizio stampa Argomentario Progetto FAIF: posizione del Consiglio federale Il

Dettagli

«La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo.

«La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo. «La Svizzera per eccellenza» L asse nord-sud del San Gottardo. 1 Lötschberg San Gottardo L asse nord-sud del San Gottardo è la tratta di transito alpino più importante d Europa. SBB Projekte Nord-Süd Achse

Dettagli

Investire nella seconda canna del San Gottardo conviene

Investire nella seconda canna del San Gottardo conviene Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Informazione e comunicazione Galleria autostradale del San Gottardo: finanziamento

Dettagli

Il caso del Gottardo. Nuova opportunità o cattedrale nel deserto?

Il caso del Gottardo. Nuova opportunità o cattedrale nel deserto? La politica svizzera di trasferimento Il caso del Gottardo. Nuova opportunità o cattedrale nel deserto? ITE, maggio 2015 Manuel Herrmann, Iniziativa delle Alpi 1 Le alpi: paesaggio naturale e antropizzato

Dettagli

0.742.140.345.43. Convenzione

0.742.140.345.43. Convenzione Testo originale 0.742.140.345.43 Convenzione tra il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni e il Ministero dei trasporti e della navigazione della Repubblica

Dettagli

Evento Alptransit Roberto Tulipani Coordinatore regionale FFS Sud Pollegio, 7 settembre 2011

Evento Alptransit Roberto Tulipani Coordinatore regionale FFS Sud Pollegio, 7 settembre 2011 Evento Alptransit Roberto Tulipani Coordinatore regionale FFS Sud Pollegio, 7 settembre 2011 Agenda. 1. Progetti infrastrutturali in corso e previsti Apertura del nuovo Tunnel del San Gottardo (TdG) già

Dettagli

Piano traffico Gottardo. Impostazione del traffico transalpino su strada e ferrovia dopo il risanamento della galleria stradale del Gottardo

Piano traffico Gottardo. Impostazione del traffico transalpino su strada e ferrovia dopo il risanamento della galleria stradale del Gottardo Piano traffico Gottardo Impostazione del traffico transalpino su strada e ferrovia dopo il risanamento della galleria stradale del Gottardo Un'analisi dell'iniziativa delle Alpi / Febbraio 2011 Iniziativa

Dettagli

L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana

L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana Sezione della Svizzera italiana L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana Pilastri per la politica dei trasporti pubblici nel Canton Ticino Seconda parte Gambarogno (Bellinzona

Dettagli

Collegamento stradale A2-A13 Le varianti adottate dal Consiglio di Stato

Collegamento stradale A2-A13 Le varianti adottate dal Consiglio di Stato Collegamento stradale A2-A13 Le varianti adottate dal Consiglio di Stato Bellinzona, 1 Procedura e partecipazione 1. Costituzione DPP (fautori e avversari V 95) 2. Accordo su obiettivi politici e comprensorio

Dettagli

Dibattito - Risanamento della galleria stradale del San Gottardo

Dibattito - Risanamento della galleria stradale del San Gottardo STIB Studenti Ticinesi a Berna Deputazione ticinese alle camere federali Dibattito - Risanamento della galleria stradale Kuppelraum, Università di Berna Lunedì 4 maggio 2015 Ospiti, i Consiglieri Nazionali:

Dettagli

Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie

Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie Risanamento della galleria autostradale del San Gottardo Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie Executive summary e rapporto di sintesi Commissionato dal Comitato per

Dettagli

Tavolo regionale per la mobilità delle merci

Tavolo regionale per la mobilità delle merci Tavolo regionale per la mobilità delle merci Scenari e prospettive di contesto Milano 04 Marzo 2011 Oliviero Baccelli CERTeT Università Bocconi Indice dei temi trattati Gli scenari socio-economici di riferimento

Dettagli

Migliorare l affidabilità dei trasporti sull asse del S. Gottardo

Migliorare l affidabilità dei trasporti sull asse del S. Gottardo Migliorare l affidabilità dei trasporti sull asse del S. Gottardo Trasferimento del trasporto merci interno sull asse del S. Gottardo con l applicazione di componenti innovative nel trasporto ferroviario,

Dettagli

Infocentro Alptransit 1

Infocentro Alptransit 1 Primi trasporti delle merci attraverso il San Gottardo La Via delle Genti La Buca d Uri La Buca d Uri, costruita nel 1707-1708 da Pietro Morettini (lunga 60 metri, larga 2.20 e alta 2.5 metri) transitabile

Dettagli

O s s e r v a t o r i o

O s s e r v a t o r i o UADERNI O s s e r v a t o r i o collegamento ferroviario Torino-Lione Autostrade ferroviarie Centri logistici e Autostrade ferroviarie Intermodalità AUTOSTRADE FERROVIARIE Potenzialità e sviluppi dei servizi

Dettagli

Le politiche di trasferimento modale ai valichi svizzeri - la Borsa dei transiti alpini. Trento, 8 settembre 2011 Iniziativa delle Alpi, Svizzera

Le politiche di trasferimento modale ai valichi svizzeri - la Borsa dei transiti alpini. Trento, 8 settembre 2011 Iniziativa delle Alpi, Svizzera Le politiche di trasferimento modale ai valichi svizzeri - la Borsa dei transiti alpini Trento, 8 settembre 2011 Iniziativa delle Alpi, Svizzera 1 Svizzera: centro dell Europa e delle Alpi 2 Evoluzione

Dettagli

CdL Vicenza 16 gennaio 2015 Ilario Simonaggio Segretario Generale Filt Veneto

CdL Vicenza 16 gennaio 2015 Ilario Simonaggio Segretario Generale Filt Veneto CdL Vicenza 16 gennaio 2015 Ilario Simonaggio Segretario Generale Filt Veneto 16/01/2015 1 Contesto nazionale e locale Utile premessa: nessuna linea ferroviaria italiana supera gli standard internazionali

Dettagli

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese

Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Collegamenti ferroviari con la Svizzera in territorio della Provincia di Varese Bellinzona Luino Laveno Mombello Laveno Mombello Gallarate Sesto Calende Laveno Mombello Varese 29 aprile 2014 Fonte: CIM

Dettagli

Rapporto concernente lo stato dell'infrastruttura ferroviaria delle ferrovie private svizzere

Rapporto concernente lo stato dell'infrastruttura ferroviaria delle ferrovie private svizzere Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale dei trasporti UFT Divisione Finanziamento Rapporto concernente lo stato dell'infrastruttura

Dettagli

Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie

Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie Risanamento della galleria del San Gottardo Analisi funzionale delle capacità di trasporto delle gallerie ferroviarie Rapporto tecnico Rapporto tecnico 23 aprile 2011 versione 1-14 1 Indice 1 PREFAZIONE

Dettagli

L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana

L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana Sezione della Svizzera italiana L iniziativa «per i trasporti pubblici» dell ATA nella Svizzera italiana Pilastri per la politica dei trasporti pubblici nel Canton Ticino Prima parte Comparto Bellinzona

Dettagli

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino

Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Relazioni e opportunità comuni fra Milano e il Canton Ticino Direttore Settore Attuazione Mobilità Trasporti Ambiente Corridoi Europei in Italia (Reti TEN) Milano: una posizione strategica rispetto alle

Dettagli

La Piattaforma Logistica delle Marche

La Piattaforma Logistica delle Marche La Piattaforma Logistica delle Marche Logistica e sistema interportuale italiano Confindustria Ancona, 28 Maggio 2013 I principali nodi logistici delle Marche 3 nodi per 4 modi di trasporto Significativa

Dettagli

Roma, 18 febbraio 2011

Roma, 18 febbraio 2011 SICUREZZA ED ESERCIZIO FERROVIARIO: innovazione e nuove sfide nei sistemi ferroviari Il miglioramento dell accessibilità laterale ai binari quale elemento strategico per la manutenzione e per l aumento

Dettagli

Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce

Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce Per le imprese di logistica, in particolare per quelle che trasportano merci deperibili, varcare le Alpi svizzere sull asse Nord-Sud significa dover passare

Dettagli

Bureau d études TSE3 Gruppo di progetto TSE3 BG-AMBERG LOMBARDI-ARCADIS-TECNIMONT-STUDIO QUARANTA-SEA CONSULTING-ITALFERR-INEXIA-SYSTRA

Bureau d études TSE3 Gruppo di progetto TSE3 BG-AMBERG LOMBARDI-ARCADIS-TECNIMONT-STUDIO QUARANTA-SEA CONSULTING-ITALFERR-INEXIA-SYSTRA 1 INTRODUZIONE La realizzazione delle opere della nuova linea ad alta velocità Torino-Lione (N.L.T.L.) interessa a cielo aperto la piana delle Chiuse tra la pk 83+003, imbocco Ovest del Tunnel dell Orsiera

Dettagli

Più sicuri con seconda canna

Più sicuri con seconda canna Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Informazione e comunicazione Galleria autostradale del San Gottardo: sicurezza

Dettagli

1 giungo 2015. Cronologia di un progetto secolare Pietre miliari dall inizio al 2015

1 giungo 2015. Cronologia di un progetto secolare Pietre miliari dall inizio al 2015 1 giungo 2015 Cronologia di un progetto secolare Pietre miliari dall inizio al 2015 1947 Carl Eduard Gruner, ingegnere e pianificatore del traffico di Basilea, realizza lo schizzo di un idea visionaria

Dettagli

Studio sui trasporti pubblici nella Svizzera italiana. Fermata Piazza Grande a Locarno

Studio sui trasporti pubblici nella Svizzera italiana. Fermata Piazza Grande a Locarno Studio sui trasporti pubblici nella Svizzera italiana Fermata Piazza Grande a Locarno ATA - Sezione della Svizzera italiana 11. Analisi di fattibilità d una fermata Locarno Piazza Grande 11.1 Situazione

Dettagli

Infrastrutture ferroviarie e declino del traffico merci attraverso il valico del Frejus Paolo Ferrari. 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 anni

Infrastrutture ferroviarie e declino del traffico merci attraverso il valico del Frejus Paolo Ferrari. 1980 1985 1990 1995 2000 2005 2010 2015 anni proporzione di domanda Infrastrutture ferroviarie e declino del traffico merci attraverso il valico del Frejus Paolo Ferrari Il declino del traffico ferroviario delle merci attraverso il valico del Frejus,

Dettagli

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti a.a. 2004-2005 LE STAZIONI FERROVIARIE Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it INTRODUZIONE Definizioni Si definisce stazione ogni complesso organico di impianti

Dettagli

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA Stazione: Comune: Linea / km: CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA tra Ferrovie federali svizzere FFS società anonima di diritto speciale con sede a Berna Infrastruttura Orario e design della

Dettagli

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono:

Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: Gli interventi per il nuovo assetto del nodo di Novara prevedono: La realizzazione di un nuovo asse merci Vignale-Novara. Consente di potenziare il traffico merci da e per Domodossola-Luino e di liberare

Dettagli

Da vendere a Giornico. Casa bifamigliare situata in zona tranquilla.

Da vendere a Giornico. Casa bifamigliare situata in zona tranquilla. Da vendere a Giornico. Casa bifamigliare situata in zona tranquilla. Indice. Giornico. 4 Posizione. 5 Piano di situazione. 6 Dati relativi al fondo. 7 Descrizione dell edificio. 8 Norme di attuazione

Dettagli

SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI)

SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI) SALVINI PAOLO E FABRIZIO SNC Via di Gello, 172 56038 Ponsacco (PI) IMPIANTO: Via del Commercio Ponsacco (PI) OGGETTO: LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DI UN AREA DA DESTINARE A STOCCAGGIO E RECUPERO DI MATERIALI

Dettagli

Secondo tubo al Gottardo: un finanziamento privato è fattibile dossierpolitica

Secondo tubo al Gottardo: un finanziamento privato è fattibile dossierpolitica Secondo tubo al Gottardo: un finanziamento privato è fattibile dossierpolitica 20 febbraio 2012 Numero 2 Partenariato pubblico-privato (PPP) La galleria autostradale del Gottardo deve essere risanata.

Dettagli

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA

CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA Stazione: Comune: Linea / km: CONTRATTO PER BINARI DI RACCORDO INFRASTRUTTURA tra Ferrovie federali svizzere FFS società anonima di diritto speciale con sede a Berna Infrastruttura Orario e design della

Dettagli

Il traffico in Svizzera Informazioni per il PD

Il traffico in Svizzera Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/7 Compito Gli alunni lavorano sugli assi stradali svizzeri, cercano di capire come si possa attraversare la Svizzera e conoscono le vie più importanti. Obiettivo Gli alunni conoscono

Dettagli

LO SVILUPPO DEL TRASPORTO MERCI TRANSALPINO

LO SVILUPPO DEL TRASPORTO MERCI TRANSALPINO LO SVILUPPO DEL TRASPORTO MERCI TRANSALPINO Paolo Ciochetta NORDCARGO S.r.l. Roma, 13 dicembre 2011 IL TRAFFICO TRANSALPINO Evoluzione delle condizioni operative: - 2002: accordo UE Svizzera (armonizzazione

Dettagli

Rapporto finanziario sulla gestione. Le FFS nel 2014.

Rapporto finanziario sulla gestione. Le FFS nel 2014. P 30. Le FFS nel 2014. Rispetto all esercizio precedente il risultato consolidato delle FFS è aumentato di CHF 134,7 mio, portandosi a CHF 372,9 mio. Oltre all incremento del ricavo d esercizio, in crescita

Dettagli

Omega. Progett. Vivere Paradiso

Omega. Progett. Vivere Paradiso Il o rimedierà finalmente ai rumori causati dalla ferrovia, è di grande valore per il benessere della comunità e quindi è molto atteso Una soluzione all inquinamento acustico di Paradiso, uno sviluppo

Dettagli

Il sistema dei prezzi delle tracce. Chi paga quanto per l infrastruttura ferroviaria?

Il sistema dei prezzi delle tracce. Chi paga quanto per l infrastruttura ferroviaria? Il sistema dei prezzi delle tracce. Chi paga quanto per l infrastruttura ferroviaria? FFS Infrastruttura, luglio 2015 Il prezzo della traccia copre circa il 40 percento delle spese infrastrutturali. Mediante

Dettagli

Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia

Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia Cavatigozzi Via Milano via Ghinaglia Inquadramento cartografico Descrizione/introduzione Itinerario radiale che collega Piazza Risorgimento con la zona periferica ovest di Cremona nei pressi del Quartiere

Dettagli

IV Commissione consiliare (Trasporti)

IV Commissione consiliare (Trasporti) IV Commissione consiliare (Trasporti) Lavori settima dal 7 all 11 gennaio 2008 In commissione Trasporti l audizione dei rappresentanti dell autotrasporto. I problemi dell autotrasporto sardo sono stati

Dettagli

Legge federale concernente il finanziamento e l ampliamento dell infrastruttura ferroviaria

Legge federale concernente il finanziamento e l ampliamento dell infrastruttura ferroviaria Termine di referendum: 25 settembre 2014 Legge federale concernente il finanziamento e l ampliamento dell infrastruttura ferroviaria del 21 giugno 2013 L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Le Alpi soffrono di febbre da traffico pesante

Le Alpi soffrono di febbre da traffico pesante Rapporto sul trasferimento Le Alpi soffrono di febbre da traffico pesante La statistica dei transiti alpini dimostra che stiamo andando nella buona riduzione, ma il ritmo con la quale evolve permane troppo

Dettagli

Il progetto Alptransit. Un corridoio attraverso le Alpi

Il progetto Alptransit. Un corridoio attraverso le Alpi Il progetto Alptransit Un corridoio attraverso le Alpi Un idea nata negli anni 60 1966 - una Commissione Governativa elvetica ipotizza la realizzazione di una nuova galleria ferroviaria al Gottardo e il

Dettagli

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA'

PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' PROPRIETARIA e PROPONENTE EURNOVA S.R.L. Data: 28 agosto 2014 RELAZIONE TECNICA RELATIVA ALLE MODIFICHE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA' Relazione tecnica relativa alle modifiche al progetto di fattibilita

Dettagli

15 Stima dei lavori. 15.1 Premessa. 15.2 Determinazione dei costi parametrici

15 Stima dei lavori. 15.1 Premessa. 15.2 Determinazione dei costi parametrici 15 Stima dei lavori 15.1 Premessa Allo scopo di valutare con una maggiore approssimazione i costi di investimento relativi all ipotesi Passante Nord è stata condotta l analisi riportata nel presente capitolo,

Dettagli

Negli studi P047.1 e P065.1 sono stati messi in evidenza i numerosi fattori di criticità della rete ferroviaria cremonese.

Negli studi P047.1 e P065.1 sono stati messi in evidenza i numerosi fattori di criticità della rete ferroviaria cremonese. 2. CRITICITÀ 2.1 LA STRUTTURA DELLA RETE Negli studi P047.1 e P065.1 sono stati messi in evidenza i numerosi fattori di criticità della rete ferroviaria cremonese. Il fatto che essa sia integralmente a

Dettagli

Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini

Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini Mobilità sostenibile: un diritto per tutti i cittadini 1 Come ci muoviamo a Genova Auto/Moto: 59% degli spostamenti Bus/Metro: 31% degli spostamenti Ferrovia: 10% degli spostamenti 6 Genovesi su 10 (di

Dettagli

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI

UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI UNIVERSITA MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA LAUREA MAGISTRALE IN INGEGNERIA CIVILE CORSO DI INFRASTRUTTURE FERROVIARIE LECTURE 07 - LE STAZIONI Docente: Ing. Marinella Giunta DEFINIZIONI Vengono definite

Dettagli

Effetti che l accordo bilaterale sui trasporti terrestri ha sul traffico merci stradale e ferroviario in Svizzera

Effetti che l accordo bilaterale sui trasporti terrestri ha sul traffico merci stradale e ferroviario in Svizzera _ Effetti che l accordo bilaterale sui trasporti terrestri ha sul traffico merci stradale e ferroviario in Svizzera Committente: Dienst für Gesamtverkehrsfragen des Eidgenössischen Departementes für Umwelt,

Dettagli

PROGETTO TIROL-ADRIA D

PROGETTO TIROL-ADRIA D [9] PROGETTO TIROL-ADRIA D 4 LINEE DI TRASMISSIONE DI CORRENTE ELETTRICA E DI DATI 4.1 Il baldacchino FV sopra corsi d'acqua canali, fiumi, autostrade e strade offre condizioni ideali non solo per la produzione

Dettagli

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità.

Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese. Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6. Elementi di fattibilità. Servizio Ferroviario Metropolitano Bolognese Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la Fiera SFM 6 Elementi di fattibilità Ottobre 2011 Collegamento tra la Stazione Centrale di Bologna e la

Dettagli

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo

Comune di Benevento Piano Strategico Città e strategie di sviluppo SCHEDA N 17 Bellinzona - Svizzera PROMOTORE Comune di Bellinzona TEMPI Anno di avvio Anno di conclusione In corso Orizzonte temporale Note: non si tratta di un Paino strategico ma di strategie avviate

Dettagli

Le grandi infrastrutture transalpine della Svizzera. Pierre-André Meyrat Vice direttore Ufficio Svizzero dei Trasporti

Le grandi infrastrutture transalpine della Svizzera. Pierre-André Meyrat Vice direttore Ufficio Svizzero dei Trasporti Eidgenössisches Department für Umwelt, Verkehr, Energie und Kommunication Bundesamt für Verkehr BAV Le grandi infrastrutture transalpine della Svizzera Pierre-André Meyrat Vice direttore Ufficio Svizzero

Dettagli

Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino

Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino Effetti economici della messa in esercizio di AlpTransit in Ticino Dr. Peter Marti, Metron AG Bellinzona, 22 ottobre 2012 Michele Passardi, Consavis SA Sommario della presentazione 1. Raggiungibilità 2.

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

CRMT Centro di Ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture

CRMT Centro di Ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture CRMT Centro di Ricerca sui Trasporti e le Infrastrutture Università Carlo Cattaneo LIUC Castellanza LE NUOVE FERROVIE Opportunità per il territorio? Varese, CCIAA, marzo 2014 1 Agenda Il contesto generale

Dettagli

Vivere lungo il corridoio di transito alpino

Vivere lungo il corridoio di transito alpino Vivere lungo il corridoio di transito alpino 1 Traffico merci attraverso le Alpi: una sfida impegnativa Molte valli alpine svizzere costituiscono da sempre importanti vie di comunicazione lungo gli assi

Dettagli

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni

Empoli. Centrale. inquadramento ciclostazioni Empoli Centrale numero di treni e passeggeri giornalieri feriali sabato domenica 198 189 124 6.961 4.580 3.315 Localizzazione La stazione di Empoli ha una posizione molto centrale, a poca distanza dal

Dettagli

Esame della capacità del traffico merci transalpino su rotaia

Esame della capacità del traffico merci transalpino su rotaia Breve presentazione Esame della capacità del traffico merci transalpino su rotaia su incarico dell Iniziativa delle Alpi Finalità dello studio Sviluppo delle capacità degli assi di transito Cambiamenti

Dettagli

Un San Gottardo sicuro per tutta la Svizzera.

Un San Gottardo sicuro per tutta la Svizzera. Un San Gottardo sicuro per tutta la Svizzera. tunnel-sangottardo-si.ch Argomentario per un «Sì alla galleria di risanamento al San Gottardo» Di cosa si tratta La galleria autostradale del San Gottardo

Dettagli

www.new-engineering.it

www.new-engineering.it www.new-engineering.it PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO SERVIZIO OPERE STRADALI Realizzazione strada di collegamento Realizzazione del collegamento della zona industriale di Lavis con l Autostrada del Brennero

Dettagli

NUOVA LINEA TORINO LIONE PARTE COMUNE ITALO FRANCESE - TRATTA IN TERRITORIO ITALIANO CUP C11J05000030001

NUOVA LINEA TORINO LIONE PARTE COMUNE ITALO FRANCESE - TRATTA IN TERRITORIO ITALIANO CUP C11J05000030001 NUOVA LINEA TORINO LIONE PARTE COMUNE ITALO FRANCESE - TRATTA IN TERRITORIO ITALIANO CUP C11J05000030001 PROGETTO PRELIMINARE IN VARIANTE CHIARIMENTI ED INTEGRAZIONI CANTIERIZZAZIONE - SITO DI CANTALUPO

Dettagli

La galleria di base del San Gottardo

La galleria di base del San Gottardo La galleria di base del San Gottardo Galleria L 11 dicembre 2016 la galleria di base del San Gottardo entrerà in servizio secondo orario e, con 57 km di lunghezza, sarà la galleria ferroviaria più lunga

Dettagli

La galleria di base del Ceneri: aspetti progettuali e costruttivi

La galleria di base del Ceneri: aspetti progettuali e costruttivi GALLERIE E GRANDI OPERE SOTTERRANEE La galleria di base del Ceneri: aspetti progettuali e costruttivi Davide MERLINI Pini & Associati SA Lugano Consorzio d ingegneri ITC (ITECSA-TOSCANO) Generalità La

Dettagli

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA

RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA 40 ANNI SUL MERCATO! RISPARMIATE PIU DEL 50% NEI COSTI DI LOGISTICA FERROVIARIA LOCOTRATTORI STRADA-ROTAIA ZEPHIR, MODERNI ED EFFICIENTI PER OPERARE NEI PIAZZALI DI MOVIMENTAZIONE FERROVIARIA TECNOLOGIA

Dettagli

La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento

La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento Allegato n.1 La Ferrovia Trento - Borgo Valsugana - Bassano e l esperienza della Provincia Autonoma di Trento L infrastruttura La ferrovia Trento Bassano del Grappa o ferrovia della Valsugana è una linea

Dettagli

Il trasporto ferroviario delle merci in Italia e in Europa Intermodalità e Mercato Organizzato da Federmobilità in collaborazione con il CNEL

Il trasporto ferroviario delle merci in Italia e in Europa Intermodalità e Mercato Organizzato da Federmobilità in collaborazione con il CNEL Il trasporto ferroviario delle merci in Italia e in Europa Intermodalità e Mercato Organizzato da Federmobilità in collaborazione con il CNEL 19 e 20 Novembre 2009 Sala Parlamentino CNEL Viale D. Lubin,

Dettagli

Il progetto alta velocità sulla tratta ferroviaria Brennero - Verona

Il progetto alta velocità sulla tratta ferroviaria Brennero - Verona Il progetto alta velocità sulla tratta ferroviaria Brennero - Verona L opera più GRANDE, INUTILE, COSTOSA, DEVASTANTE mai concepita in Alto Adige, Trentino, Provincia di Verona Cantiere galleria finestra

Dettagli

alta velocità per il Ticino?

alta velocità per il Ticino? AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? 24 marzo 2011 SUPSI, Lugano-Trevano Alptransit e le infrastrutture italiane del Nordovest: stato di avanzamento, problemi e prospettive Vittorio

Dettagli

Infrastrutture portuali. Infrastrutture di collegamento e trasporti del porto con il retroterra. Le infrastrutture a condotta.

Infrastrutture portuali. Infrastrutture di collegamento e trasporti del porto con il retroterra. Le infrastrutture a condotta. Il porto è il futuro di Trieste Il ritorno della cultura marinara per i traffici di Nordest ed Europa centrale. Intervento introduttivo di Mario Goliani Innanzitutto rivolgo un ringraziamento agli Ordini

Dettagli

Messaggio sull esercito 2016

Messaggio sull esercito 2016 Messaggio sull esercito 2016 Programma degli immobili del DDPS 2016 A Compendio Con il Programma degli immobili del DDPS 2016 il Consiglio federale sollecita un credito complessivo di 572 milioni di franchi

Dettagli

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine Allegato Traffico - PGT di Ospedaletto Lodigiano Premessa Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine di evidenziare ed approfondire la tematica del

Dettagli

Il principio delle «Autostrade Ferroviarie»

Il principio delle «Autostrade Ferroviarie» Milano 24 Giugno 2014 Il principio delle «Autostrade Ferroviarie» Un tipo di trasporto combinato che consiste nel trasportare, via ferrovia, dei mezzi pesanti stradali come semirimorchi o casse mobili.

Dettagli

Delegazione Italiana Berna, 13 giugno 2013. Sfruttamento energetico delle infrastrutture in Svizzera. Andreas Hurni

Delegazione Italiana Berna, 13 giugno 2013. Sfruttamento energetico delle infrastrutture in Svizzera. Andreas Hurni Delegazione Italiana Berna, 13 giugno 2013 Sfruttamento energetico delle infrastrutture in Svizzera Andreas Hurni Geologo Università di Berna Specializzazione in Ingegneria Sanitaria ETHZ CAS Energie Rinnovabili

Dettagli

PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 )

PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 ) Cantone dei Grigioni Comune di Calanca Frazione di Landarenca PROGETTO GENERALE DI SMALTIMENTO DELLE ACQUE ( PGS - FASE 3 ) PROGETTO PRELIMINARE RELAZIONE TECNICA Incarico no. : 560.1.2 Piano no. : 560.1.2.01

Dettagli

La ferrovia ad alta velocità Brennero - Verona, a Trento. Tracciato e impatti sul territorio

La ferrovia ad alta velocità Brennero - Verona, a Trento. Tracciato e impatti sul territorio La ferrovia ad alta velocità Brennero - Verona, a Trento Tracciato e impatti sul territorio www.notavbrennero.info 3.12.2014 Il quadro progettuale complessivo 2003-2014 Tracciatototale circa 218-219 km

Dettagli

IL PIANO REGOLATORE GENERALE

IL PIANO REGOLATORE GENERALE DOSSIER TORINO Lo sviluppo dell aeroporto di Torino Caselle è regolato da un Piano Regolatore Generale (Master Plan), definito dalla Società di gestione nel 1986, che individua le aree su cui devono essere

Dettagli

Programma. Postazioni disponibili

Programma. Postazioni disponibili Programma Per i vostri servizi sui festeggiamenti per l inaugurazione del 1 giugno 2016 saranno disponibili le postazioni descritte di seguito. Vi preghiamo di indicare la vostra preferenza nel modulo

Dettagli

Sistema di gestione dei vuoti Gestione efficiente dei vuoti

Sistema di gestione dei vuoti Gestione efficiente dei vuoti Sistema di gestione dei vuoti Gestione efficiente dei vuoti Edizione ottobre 2008 Processi più semplici grazie ad una perfetta pianificazione Una precisa pianificazione preventiva consente da un lato un

Dettagli

VALE IL DISCORSO ORALE

VALE IL DISCORSO ORALE VALE IL DISCORSO ORALE Convegno SUPSI-SIA/TI-ATG-Rotary Club Mendrisiotto AlpTransit 2019: un futuro ad alta velocità per il Ticino? «Una rivoluzione per la mobilità e un opportunità per il territorio»

Dettagli

Proposta per un centro sportivo indoor alla stazione FFS di Lugano

Proposta per un centro sportivo indoor alla stazione FFS di Lugano Proposta per un centro sportivo indoor alla stazione FFS di Lugano Approfondimento allegato allo studio Stazione FFS, la terrazza sul lago Autori Domenico Zuchetti, lic. iur. HSG Stefan Krebser Agosto

Dettagli

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00).

PREZZO DI VENDITA 1.400.000,00 (eurounmilionequattrocentomila/00). Complesso in vendita nel Comune di Assago MQ L area ricopre una superficie di Mq 4.125. L edificio esistente ricopre una superficie lorda complessiva (SLP) di Mq 802,00; di cui Mq 436,00 per il piano primo

Dettagli

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO

SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO SISTEMA DI RISALITA DEGLI ERZELLI OBIETTIVO DELL INTERVENTO La collina degli Erzelli, occupata in precedenza da attività di deposito e movimentazione container, è interessata oggi da un progetto volto

Dettagli

Garantire la fluidità del traffico sulle strade nazionali

Garantire la fluidità del traffico sulle strade nazionali Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni DATEC Ufficio federale delle strade USTRA Informazione e comunicazione Scheda informativa Garantire la fluidità del

Dettagli

MESSAGGIO MUNICIPALE CON CLAUSOLA D URGENZA (art. 51 e 59 LOC)

MESSAGGIO MUNICIPALE CON CLAUSOLA D URGENZA (art. 51 e 59 LOC) Risoluzione municipale no. 743 Paradiso, 9 luglio 2012 Del 9 luglio 2012 a10mmc:gr/aa Dicastero Territorio MESSAGGIO MUNICIPALE CON CLAUSOLA D URGENZA (art. 51 e 59 LOC) No. 1740/2012 accompagnante la

Dettagli

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t

schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle 7,5 t schemi segnaletici di possibile attuazione per il fermo temporaneo in carreggiata dei veicoli con massa a pieno carico superiore alle,5 t 1 PREMESSA Il presente documento integra il testo del Protocollo

Dettagli

Comune di Desenzano del Garda. Provincia di Brescia

Comune di Desenzano del Garda. Provincia di Brescia Comune di Desenzano del Garda Provincia di Brescia INDAGINI DI TRAFFICO IN FUNZIONE DEL PIANO INTEGRATO DI INTERVENTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN PLESSO SCOLASTICO E DI UN INSEDIAMENTO RESIDENZIALE IN LOCALITA

Dettagli