La disciplina legale e fiscale delle Successioni

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La disciplina legale e fiscale delle Successioni"

Transcript

1 Seminario Geo Network Formazione La disciplina legale e fiscale delle Successioni Venerdì 26 Ottobre 2007 dalle alle ore Pad. 33 Sala Allemanda Bologna Fiera Oggetto: Quesiti e risposte fornite dalla dott.ssa Emanuela Renzi Ufficio Contenzioso Dir. Reg. delle Entrate dell Emilia Romagna Quesito n. 1: Come si calcola il diritto di abitazione e d'uso dei mobili a favore del coniuge superstite (art. 540 c.c.) ai fini del pagamento delle imposte? Nella fattispecie: successione legittima Tizia è l'unica erede legittima di suo padre Caio, avendo la madre Mevia rinunciato espressamente alla sua quota di eredità pur continuando ad abitare nella grande casa coniugale di proprietà esclusiva del marito. L'asse ereditario è composto da diversi beni immobili per un valore complessivo di ,47. La casa coniugale - cat. A1- ha una rendita catastale di 4.202,67. Il valore dichiarato nel Quadro B1, ammonta ad ,42. - Quante sono le imposte di competenza di Mevia avendo la stessa non rinunciato ai legati attribuitole "ex lege" di abitazione ed uso dei mobili della casa coniugale? - Secondo alcune sentenze della Cassazione il legato di "uso dei mobili" rappresenta un legato ex lege a se stante: come si calcola il valore dei mobili della casa coniugale presumibilmente già compresi nell'importo della presunzione ed in assenza di inventario? Ai sensi dell art. 29, comma 1, del D.Lgs. 346/90, nella dichiarazione di successione deve risultare che Mevia ha rinunziato all eredità - pertanto deve essere allegata la rinunzia; Mevia non è obbligata, né a presentare la dichiarazione di successione, né al pagamento dell imposta. Il diritto di abitazione, del quale è legataria ex lege, non viene trascritto in Conservatoria né volturato in catasto, pertanto l imputazione del tributo relativo al diritto di abitazione ed alla relativa franchigia è funzionale esclusivamente all interesse delle parti, in quanto, per il Fisco, unica

2 responsabile della presentazione della dichiarazione e del pagamento dell imposta di successione è la figlia Tizia. Supponiamo che Mevia abbia 55 anni, moltiplicando il coefficiente corrispondente all età (26) per il saggio legale di interesse vigente dall 1/1/2004, pari al 2,5%, risulta che il diritto di abitazione rappresenta il 65% del diritto di proprietà. A) - si calcola la percentuale che il valore dell unità immobiliare gravata dal diritto di abitazione rappresenta rispetto al valore complessivo dell asse ereditario: ,47 : ,42 = 100: X X = 39,22 % B) - si calcola l imposta sul valore complessivo dell asse ereditario applicando l aliquota del 4% alla base imponibile di ,82 ottenuta nel seguente modo: (valore complessivo dell asse ereditario) ,47 - (franchigia) ,00 = (valore imponibile dell asse ereditario) ,47 + (presunzione del 10 %) , Base imponibile ,82 x 4% = ,39 Imposta ,39 C) - applicando all imposta totale di ,39 la percentuale del 39,22% si ottiene l imposta di 6.043,37 relativa all unità immobiliare gravata dal diritto di abitazione D) - applicando all imposta di 6.043,37 la percentuale del 65%, si ottiene l imposta di spettanza di Mevia pari a 3.928,19 E) - sottraendo dall imposta totale di ,39 l imposta di 3.928,19, si ottiene l imposta di spettanza di Tizia pari a ,20. ** Il valore dei mobili della casa coniugale si intende già compreso, in misura proporzionale, nel valore della presunzione.. Quesito n. 2: Come si compila la dichiarazione di successione da parte di soggetto italiano avente doppia/tripla cittadinanza e beni siti in più stati esteri? Caso (A) - de cuius residente in Italia: successione legittima: Tizio residente a Portofino (GE) possiede la cittadinanza italiana, svizzera e canadese. Muore a Portofino lasciando beni mobili ed immobili in Italia, Svizzera, Canada e negli USA. Eredi universali il coniuge (residente a Portofino) e due figli (cittadini italiani residenti in Canada, iscritti all' AIRE). - Quali beni vanno indicati nella dichiarazione di successione (Mod. 4)? - Poiché i beni immobili siti all'estero saranno oggetto di dichiarazione di successione secondo le leggi dello stato dove si trovano, come si può evitare la doppia imposizione? - Quale documentazione aggiuntiva va allegata alla dichiarazione di successione Mod. 4 presentata dal denunciante? - Quale cittadinanza viene indicata nella dichiarazione di successione relativa ai beni siti negli Stati Uniti? Caso (B) - successione legittima, come sopra, ma il de cuius è residente in Canada: - Quali beni vanno indicati nella dichiarazione di successione (Mod. 4)?

3 - Quale documentazione aggiuntiva va allegata alla dichiarazione di successione Mod. 4 presentata dal denunciante? Caso A) - Ai sensi dell art. 2, comma 1, se alla data di apertura della successione il defunto risiedeva in Italia, nella dichiarazione di successione vanno indicati tutti i beni, mobili ed immobili e i diritti, anche se esistenti all estero. Quindi, è necessario verificare se esiste la Convenzione con lo Stato estero e in che cosa consistono le condizioni di reciprocità per evitare la doppia imposizione; la Convenzione potrebbe prevedere, infatti, l esenzione del bene che ha scontato l imposta nello Stato estero, quindi l esclusione dall attivo ereditario, oppure, la detrazione dall imposta dovuta in Italia dell imposta scontata all estero, fino a concorrenza dell imposta che sarebbe dovuta su quel bene in Italia. In entrambi i casi deve essere prodotta, anche dopo la registrazione della dichiarazione di successione, la prova documentale del pagamento dell imposta allo Stato estero. Nella dichiarazione di successione dei beni siti nello Stato estero non è prevista l indicazione della cittadinanza del defunto in tale Stato. Caso B) - Ai sensi dell art. 2, comma 2, se alla data di apertura della successione il defunto risiedeva all estero, vanno indicati solo i beni ed i diritti esistenti in Italia a tale data. Ai sensi dell art. 29, comma 1, lett. l) del D.Lgs. 346/90, va indicato il domicilio eletto nello Stato italiano degli eredi o legatari residenti all estero... Quesito n. 3: Le donazioni fatte dal de cuius ai propri eredi legittimi nel periodo di vigenza della soppressione dell'imposta di successione e di donazione: - vanno computate nel coacervo ai fine della franchigia? - quale valore va indicato nel Quadro C e come si determina? Donazioni L art. 2 della L. 286/2006, nell istituire, al comma 47, l imposta sulle successioni, individua, quali norme di riferimento, le disposizioni del testo unico approvato con il D.Lgs. 346/90 nel testo vigente alla data del 24/10/2001, fatto salvo quanto previsto dai commi da 48 a 54. Il comma 50 dell art. 2 della stessa L. 286/2006 dispone che, per quanto non previsto dai commi da 47 a 49 e da 51 a 54 si applichino, in quanto compatibili, le disposizioni previste dal D.Lgs. 346/90, nel testo vigente al 24/10/2001. La lettera a) del comma 52 della citata L. 286/2006 abroga i commi da 1 a 2 quater dell art. 7 del D.Lgs. 346/90. La maggiorazione dell imponibile della successione con le donazioni anteriori prevista dall art. 8 del D.Lgs. 346/90 al solo fine di determinare la progressione delle aliquote da applicare al relictum, pertanto, parrebbe in contrasto con la natura proporzionale dell imposta di successione come introdotta dall art. 69, comma 1, lett. c), della L. 342/90, vigente dal 20/12/2000. Potrebbe avere un senso con riferimento al coniuge, ai parenti in linea retta, ai fratelli alle sorelle, nonché ai soggetti portatori di handicap grave, al fine di verificare l eventuale erosione della relativa franchigia; tale interpretazione, tuttavia, parrebbe incompatibile con l abrogazione del comma 1 quater dell art. 7 del D.Lgs. 346/90 - che prevedeva l utilizzo della franchigia, in sede di successione, solo nei limiti del valore non utilizzato in sede di donazione - come disposta dalla lettera a) del comma 52 della citata L. 286/2006.

4 Tutto ciò premesso, in assenza di chiarimenti da parte dell Agenzia delle Entrate, onde evitare l eventuale irrogazione di sanzioni per infedeltà e incompletezza della dichiarazione, si suggerisce di indicare, comunque, le donazioni anteriori all apertura della successione, e di precisare che, ai sensi dell art. 17, comma 1, della L. 383/2001, quelle fatte al coniuge, ai parenti in linea retta e agli altri parenti fino al quarto grado successivamente al 25/10/2001, non dovrebbero essere comprese nel coacervo, in quanto escluse dal tributo ai sensi dell art. 13, comma 1, della stessa L. 383/2001. Il valore attuale da indicare nel quadro C dei beni donati prima che si apra la successione è quello commerciale a tale data; quando oggetto della donazione sono beni immobili e diritti reali immobiliari, per valore attuale si intende il valore automatico determinato, in base alla rendita catastale, ai sensi dell art. 34, commi 5 e 6, del D.Lgs. 346/90. Quando oggetto della donazione è stata la nuda proprietà di un immobile, è necessario distinguere: - se il defunto ha riservato l usufrutto solo a suo favore, il valore attuale è quello della piena proprietà in quanto, per effetto della morte, l usufrutto si ricongiunge alla nuda proprietà; - se il defunto ha riservato l usufrutto a favore suo e di un terzo, ad esempio del coniuge con diritto di accrescimento, il valore attuale della donazione è quello della nuda proprietà determinato applicando il coefficiente in base all età del coniuge superstite, attuale usufruttuario.. Quesito n. 4: Successione testamentaria: eredi universali in parti uguali il coniuge e 3 figli. Tizio nel testamento lega un immobile al proprio coniuge con un vincolo di inalienabilità per 12 anni con obbligo di utilizzo dei ricavi provenienti dalla locazione delle singole unità abitative per il mantenimento e gli studi dei 3 figli. - Come viene calcolato il valore del vincolo di destinazione imposto sull'immobile? - Come viene tassato? Vincolo di destinazione Il vincolo di destinazione costituito con atto di liberalità inter vivos o mortis causa dal disponente su taluni suoi beni o diritti che vengono segregati - e, pertanto, non possono essere escussi dai creditori del trustee, del disponente o del beneficiario - per la realizzazione di uno scopo prestabilito, ovvero a favore di un beneficiario, presuppone che il trustee abbia la titolarità solo formale del bene oggetto del trust. Pur essendo intestatario di tali beni e diritti, infatti, il trustee non può goderne personalmente dovendoli amministrare nell interesse del beneficiario o per realizzare lo scopo indicato dal disponente. Pertanto, il caso prospettato, nel quale il defunto ha legato alla moglie un immobile con il vincolo di inalienabilità per 12 anni e l obbligo di utilizzare i canoni di affitto delle singole unità immobiliari per il mantenimento agli studi dei tre figli non può configurare la costituzione di un vincolo di destinazione. Trattasi, invece, di un legato a favore della moglie gravato dall onere di una prestazione in conto del mantenimento dei figli, onere che, ai sensi dell art. 46, comma 3, del D.Lgs. 346/90, è considerato legato a loro favore. L onere individuato dal testatore è costituito da una rendita a tempo determinato il cui valore attualizzato alla data di apertura della successione si ottiene moltiplicando il canone annuo relativo a tutte le unità abitative del fabbricato per il coefficiente 10,2577 corrispondente alla durata della rendita (12 anni), calcolato in base alle Tavole finanziarie dell attualizzazione di una rendita al tasso del 2,5%. Supponendo che: A) - il fabbricato, costituito da 20 mini appartamenti, abbia il valore di euro , B) - il canone annuo ricavato da tutte le unità immobiliari ammonti a euro e che, pertanto, il valore della rendita attualizzata sia pari a: euro x 10,2577 = euro

5 Il legato a favore della moglie, del valore di euro ottenuto detraendo dal valore del fabbricato di euro il valore della rendita attualizzata di euro sarà tassato con l aliquota del 4%. Il legato a favore di ciascun figlio, del valore pari a 1/3 di euro , sarà tassato con l aliquota del 4%... Quesito n. 5: Panoramica generale sulle agevolazioni previste per l'imprenditoria giovanile in agricoltura e per i trasferimenti di fondi rustici montani e su come viene calcolata la riduzione del 40%. *Ai sensi dell art. 14 della L. 441/98, sono esenti dalle imposte di successione, di donazione, catastale e di bollo e scontano l imposta ipotecaria in misura fissa i trasferimenti mortis causa o inter vivos dell azienda agricola, compresi i fabbricati, le pertinenze le scorte vive e morte e quant altro strumentale all attività aziendale, tra ascendenti e discendenti entro il terzo grado. I beneficiari debbono essere: a) coltivatori diretti ovvero imprenditori agricoli a titolo principale (ora imprenditori agricoli professionali), che non hanno ancora compiuto i 40 anni, iscritti alle relative gestioni previdenziali o a condizione che si iscrivano entro tre anni dal trasferimento; b) giovani che non hanno ancora compiuto i 40 anni a condizione che acquisiscano la qualifica di coltivatore diretto o imprenditore agricolo a titolo principale (ora imprenditore agricolo professionale) entro 24 mesi dal trasferimento, iscrivendosi alle relative gestioni previdenziali entro 3 anni dal trasferimento. Tali agevolazioni sono concesse a condizione che gli interessati si obblighino a coltivare o condurre direttamente i fondi rustici per almeno 6 anni. * Ai sensi dell art. 25 del D.Lgs. 346/90, se nell attivo ereditario sono compresi fondi rustici, incluse le costruzioni rurali anche se non insistenti sul fondo, devoluti al coniuge, a parenti in linea retta o a fratelli o sorelle del defunto, l imposta è ridotta dell importo proporzionalmente corrispondente al 40% del loro valore complessivo non superiore a L (euro ,37) a condizione che l erede o il legatario sia coltivatore diretto, la devoluzione ereditaria avvenga nell ambito della famiglia diretto coltivatrice e la sussistenza dei requisiti sia attestata dal competente Ispettorato provinciale dell Agricoltura. Significa che il 40% del valore del fondo che posso detrarre dall imposta dovuta non può superare l importo di euro ,40. * Ai sensi dell art. 14, comma 2, primo periodo della L. 383/2001, se nell asse ereditario sono presenti terreni agricoli e montani, l importo totale delle imposte ipotecaria e catastale applicate in misura fissa su tali immobili non può eccedere il valore fiscale degli stessi, determinato in via automatica sulla base del reddito dominicale... Quesito n. 6: Rinuncia all eredità da parte del coniuge superstite titolare del diritto di abitazione, applicabilità delle imposte ipotecarie e catastali in misura fissa ai sensi dell art. 69 della L. 342/2000. L Agenzia delle Entrate, Direzione Centrale Normativa e Contenzioso, con la Risoluzione n. 29 del , si è espressa in senso favorevole all applicazione del beneficio fiscale ritenendo che, poiché il diritto di abitazione è uno dei diritti immobiliari ammessi al beneficio prima casa dalla nota II bis dell art.

6 1 della tariffa parte prima del DPR 131/86, si debba prescindere dalla questione relativa al titolo giuridico (successione o legato) in forza del quale il contribuente può acquisire il diritto di abitazione. Ne consegue che l acquisizione del diritto di abitazione della casa adibita a residenza familiare da parte del coniuge superstite può beneficiare delle imposte ipotecaria e catastale in misura fissa a condizione che lo stesso possieda i requisiti previsti dalla nota II bis, comma 1, lettere a), b) e c) della tariffa parte prima del citato DPR 131/86. Atti del seminario di formazione Bologna 26 Ottobre 2007 Geo Network srl

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI

PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI PROBLEMATICHE NELLA SUCCESSIONE A CAUSA DI MORTE PROFILI FISCALI Imposta sulle successioni (imposte ipo- catastali, bollo, tassa ipotecaria) AdempimenE connessi all imposta sui reddie delle persone fisiche

Dettagli

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI

FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI FISCO E CASA: SUCCESSIONI E DONAZIONI Gli aggiornamenti più recenti dichiarazione di successione imposte ipotecaria e catastale aggiornamento gennaio 2015 ALIQUOTE FRANCHIGIA MODELLO 4 PRIMA CASA IMPOSTA

Dettagli

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE

STUDIO DUCOLI DOTTORI COMMERCIALISTI REVISORI CONTABILI INDICE Circolare n.9 del 5 Dicembre 2006 Tassazione dei trasferimenti per successione e donazione Novità del DL 3.10.2006 n. 262 convertito nella L. 24.11.2006 n. 286 INDICE 1 Nuova tassazione delle successioni

Dettagli

RISOLUZIONE N. 25/E. Con istanza di interpello, concernente la corretta tassazione di rinunzia al diritto di usufrutto è stato esposto il seguente

RISOLUZIONE N. 25/E. Con istanza di interpello, concernente la corretta tassazione di rinunzia al diritto di usufrutto è stato esposto il seguente RISOLUZIONE N. 25/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 16 febbraio 2007 OGGETTO: Istanza di Interpello. Atto di rinunzia abdicativa. art. 13 della legge n. 383 del 2001 come modificato dall

Dettagli

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA')

2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Pagina 1 di 5 2. IL PASSAGGIO DEI BENI PER SUCCESSIONE (EREDITA') Dal punto di vista giuridico, la successione e' l evento attraverso il quale uno o piu' soggetti (successori) subentrano in tutti i rapporti

Dettagli

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA

L ACQUISTO DELLA PRIMA CASA AGENZIA IMMOBILIARE LUNIGIANA 2000 Via Apua 24-26, AULLA (MS) Tel 0187.421400 Fax 0187.424684 Cell 335.5383266 335.1321250 E-mail: lunigiana2000@lunigiana.it Web: www.lunigiana2000.it www.lunigiana2000.com

Dettagli

Nota informativa IMU-TASI 2016

Nota informativa IMU-TASI 2016 Nota informativa IMU-TASI 2016 IMU NOVITA 2016 Si informa che la Legge di Stabilità 2016 (L. 28/12/2015 n. 208) ha introdotto le seguenti novità IMU: - IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO D USO GRATUITO A PARENTI

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO (VE)

COMUNE DI VIGONOVO (VE) COMUNE DI VIGONOVO (VE) NOTA INFORMATIVA I.M.U. (la presente informativa è suscettibile di modifiche per la possibile evoluzione normativa della materia) Con la Manovra Monti delineata nel D.L. 201/2011

Dettagli

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012

IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 COMUNE DI RIVERGARO Provincia di Piacenza IMU GUIDA ALL APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA PER L ANNO 2012 N.B.: IL CONSIGLIO COMUNALE DI RIVERGARO AD OGGI NON HA ADOTTATO ALCUN REGOLAMENTO SULLA

Dettagli

Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito

Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito Agenzia delle Entrate Circolare 22 gennaio 2008 n. 3/E Successioni, donazioni e atti a titolo gratuito 1 - Quadro normativo Il nuovo regime fiscale delle successioni, donazioni e altri atti a titolo gratuito

Dettagli

Direzione Centrale Normativa

Direzione Centrale Normativa RISOLUZIONE N. 75/E Roma, 26 luglio 2010 OGGETTO: Istanza di interpello - Articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Esenzione dall imposta sulle successioni e donazioni dei trasferimenti di quote sociali

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

TABELLA ALIQUOTE IN VIGORE... 8 TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE... 9

TABELLA ALIQUOTE IN VIGORE... 8 TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE... 9 MAGGIO 2007 RTRABACE IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E DONAZIONI EVOLUZIONE - TABELLE - TERMINI EVOLUZIONE NORMATIVA... 1 TABELLA ALIQUOTE (A)... 3 TABELLA ALIQUOTE (B)... 5 TABELLA ALIQUOTE (C)... 7 TABELLA

Dettagli

OGGETTO: Tassazione delle divisioni contenenti masse plurime - Art. 34 del D.P.R 131/86 Istruzioni operative

OGGETTO: Tassazione delle divisioni contenenti masse plurime - Art. 34 del D.P.R 131/86 Istruzioni operative Direzione Regionale delle Marche Ufficio Fiscalità All Agenzia delle Entrat Ancona, 10 novembre 2008 Agli Uffici locali Loro sedi e, p.c. Agli Uffici interni Settore Accertamento Audit Interno Contenzioso

Dettagli

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012

IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Comune di Cisliano IMU (Imposta Municipale Propria) 2012 Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria (IMU), la cui istituzione è stata anticipata in via sperimentale dal decreto legge n.

Dettagli

Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015)

Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015) IMU Principali novità IMU e TASI introdotte dalla Legge di stabilità 2016( Legge n. 208/2015) Agevolazioni/Riduzioni IMMOBILI CONCESSI IN COMODATO (art. 1, comma 10) La base imponibile IMU è ridotta del

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI A) VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione

Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione Italia Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione Agenzia delle Entrate, Direzione Centrale Normativa e Contenzioso, Circolare del 22/01/2008, n. 3/E Oggetto:

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute. COMUNE DI BOMARZO Provincia di Viterbo IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme e circolari potrebbero modificare le informazioni contenute.. Dal 1 gennaio 2012

Dettagli

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO

FISCALITÀ DEL TRUST. Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DEL TRUST Torino, 07.12.2012 Gruppo di lavoro Trust Dott. Massimo BOIDI Dott. Alessandro TERZUOLO FISCALITÀ DIRETTA DEL TRUST Dott. Massimo BOIDI ASPETTI GENERALI La Finanziaria 2007 ha riconosciuto

Dettagli

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova

COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova COMUNE DI CAMPODORO Provincia di Padova INFORMATIVA IUC (IMU-TASI-TARI) La legge di stabilità per il 2014 (L. 27 dicembre 2013, n. 147), istituisce l'imposta unica comunale (IUC), che si articola in tre

Dettagli

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione

va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione va presentata entro 12 mesi dalla data di apertura della successione Indicare l Ufficio Territoriale della Direzione Provinciale nella cui circoscrizione era l ultima residenza del defunto. In caso di

Dettagli

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato.

Se non esistono successori testamentari o legittimi entro il sesto grado, l eredità si dice vagante e il patrimonio va allo Stato. SUCCESSIONI EREDITARIE 1) Che cos è la successione? La successione è il trasferimento dei beni dal defunto ( de cuius) agli aventi diritto, che possono essere eredi quando c è un legame di parentela o

Dettagli

Aspetti fiscali del trust

Aspetti fiscali del trust Aspetti fiscali del trust CONCETTO GENERALE L ART. 1 CO. 74 DELLA L. N. 296/2006 HA INSERITO IL TRUST TRA GLI ENTI COMMERCIALI E NON COMMERCIALI NELL AMBITO DEI SOGGETTI CHE SCONTANO L IRES DI CUI ALL

Dettagli

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA

PER QUALI IMMOBILI SI PAGA L art. 13 del Decreto Legge n. 201 del 6 dicembre 2011 cd Manovra Monti o decreto salva Italia convertito con modificazioni dalla Legge n. 214 del 22 dicembre 2011 - ha anticipato l istituzione dell Imposta

Dettagli

Aspetti fiscali del fondo patrimoniale

Aspetti fiscali del fondo patrimoniale Aspetti fiscali del fondo patrimoniale GLI ASPETTI FISCALI DEL FONDO PATRIMONIALE IMPOSTA DI DONAZIONE E REGISTRO IPOTECARIE E CATASTALI IMPOSIZIONE DIRETTA Come concetto generale FONDO PATRIMONIALE è

Dettagli

I.U.C. ( Imposta unica municipale )

I.U.C. ( Imposta unica municipale ) I.U.C. ( Imposta unica municipale ) La Legge 27/12/2013, n 147, ha istituito, con decorrenza 1 gennaio 2014, la IUC, Imposta comunale sugli immobili, composta da tre distinti tributi: IMU, TASI, TARI.

Dettagli

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW)

AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM. Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) AIRENTI & BARABINO WWW.AIRENTIEBARABINO.COM Immobili in Italia e all estero: aspetti tributari internazionali e monitoraggio (Quadro RW) Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Ivrea-Pinerolo-

Dettagli

OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione

OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione CIRCOLARE N. 3/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 gennaio 2008 OGGETTO: Successioni, donazioni, atti a titolo gratuito e costituzione di vincoli di destinazione 2 INDICE 1 QUADRO NORMATIVO

Dettagli

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it

NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it NOTAIO Piazza Dante 10 48026 Russi (RA) Tel. 0544 583751 Fax 0544 586931 Mail:fpula@notariato.it - www.notaiopula.it PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

Dettagli

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014

TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 TRASFERIMENTI IMMOBILIARI: LA NUOVA TASSAZIONE IN VIGORE DAL 1 GENNAIO 2014 Sommario 1. Inquadramento normativo generale 2. Trasferimenti di fabbricati 3. terreni edificabili 4. terreni agricoli 5. Successioni

Dettagli

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI IMU - TASI SI RENDE NOTO che entro la scadenza del 16 giugno 2015 deve essere effettuato il versamento della prima rata dell Imposta Municipale propria

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIÙ FREQUENTI ATTI IMMOBILIARI Aggiornato al 29 dicembre 2013 Dott. Gaetano Petrelli N O T A I O Corso Cobianchi, 62 - Verbania (VB) Tel. 0323/516881 - Fax 0323/581832 E-mail: gpetrelli@notariato.it Sito internet: http://www.gaetanopetrelli.it

Dettagli

Successione di GARIBALDI GIUSEPPE deceduto il 09/09/2010

Successione di GARIBALDI GIUSEPPE deceduto il 09/09/2010 RIEPILOGO DELL'ASSE EREDITARIO GLOBALE B1 Immobili e diritti reali immobiliari, Euro 541.829,79 + C Donazioni e liberalità, Euro 0,00 + Presunzione art. 9 T.U., Euro 0,00 + IMPOSTA DI SUCCESSIONE Imposta

Dettagli

I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali

I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali I Passaggi Generazionali Aspetti Fiscali Verona, 29 settembre 2011 dott. stefano dorio dott. emanuele dorio IMPOSTA SULLE SUCCESSIONI E SULLE DONAZIONI STRUTTURE SOCIETARIE TRUST Imposta Successioni e

Dettagli

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale Legge 21 novembre 2000, n. 342 Misure in materia fiscale Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Supplemento Ordinario Capo I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Art.

Dettagli

Il Modello UNICO per persone fisiche

Il Modello UNICO per persone fisiche Immacolata Di Rienzo (Commercialista in Caserta) Il Modello UNICO per persone fisiche Persone fisiche non esercenti attività di lavoro autonomo Persone fisiche esercenti attività di impresa o di arti e

Dettagli

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per:

La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: Imposta Municipale Propria - I M U NOVITA IMU ANNO 2013 La prima rata IMU da pagarsi entro il 17/6/2013 viene sospesa (sino al 16/9/2013) per: - ABITAZIONE PRINCIPALE (escluse cat. A/1,A/8 e A/9) E PERTINENZE

Dettagli

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo 2014 LE NOVITA DELL IMPOSIZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI \ CIRCOLARE n. 8 del 24 marzo LE NOVITA DELL IMPOZIONE INDIRETTA SUI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI INDICE 1. PREMESSA 2. LE IMPOSTE INDIRETTE APPLICABILI 1 GENNAIO 3. L AGEVOLAZIONE PRIMA CASA 3.1 Trasferimento

Dettagli

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012

INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. Novità rispetto all anno 2012 INFORMATIVA I.M.U. 2013 IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Ai sensi dell articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, a partire dal 1.01.2012 è stata anticipata,

Dettagli

STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO

STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO A CURA DELLA COMMISSIONE STUDI DELLO STUDIO NOTAIO FRANCESCO PALLINO Palazzo Vitalba, Via Broseta n.35 24122 Bergamo Tel. 035/218296 Fax 035/4229634 E-mail notaio.pallino@studiopallino.it IL TRUST E I

Dettagli

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto

Il dopo di noi La sostituzione fedecommissaria L usufrutto Il dopo di noi E comune, per i genitori o per il coniuge o comunque per gli stretti parenti di una persona con disabilità, la preoccupazione per l ipotesi in cui il loro familiare abbia da sopravvivere

Dettagli

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM

COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM COMUNE DI VERUNO IMPOSTE E TASSE ANNO 2014 - VADEMECUM Il Sindaco Gualtiero Pastore comunica, spiegando, il pagamento imposte e tasse per l anno 2014: Il Consiglio Comunale del 24.9.2014 ha approvato le

Dettagli

INDIVIDUAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE TASI

INDIVIDUAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE TASI INDIVIDUAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE TASI 1) Considerando che l art. 1, comma 675, della legge di stabilità per l anno 2014 dispone che la base imponibile della TASI è quella prevista per l IMU, si chiede

Dettagli

SUCCESSIONI E DONAZIONI

SUCCESSIONI E DONAZIONI SUCCESONI E DONAZIONI Introduzione Il Collegato alla Manovra Finanziaria 2000, ha introdotto importanti novità per quello che riguarda la riforma dell'imposta di successione e di donazione. Le nuove norme

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (Provincia di Pisa) UFFICIO TRIBUTI

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO (Provincia di Pisa) UFFICIO TRIBUTI NOVITA IMU 2013 La normativa IMU stabilita per l anno 2012 dal DL 201/2011 convertito in L. 214/2011 e successive modifiche ed integrazioni, è stata parzialmente modificata per l anno 2013: a) dall art.

Dettagli

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014

Giovanni Panzera Notaio in Bologna. TARIFFA NOTARILE aggiornata al 1 gennaio 2014 Giovanni Panzera Notaio in Bologna Via Garibaldi, 7-40124 Bologna ufficio atti tel 051-6447682 fax 051-581284 e-mail gpanzera@notariato.it cassa cambiali tel 051-580719 fax 051-581284 e-mail panzeraprotesti@email.it

Dettagli

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile

www.gaglione.it La successione a causa di morte Normativa di diritto civile La successione a causa di morte Normativa di diritto civile Le regole della successione a causa di morte disciplinano il passaggio del patrimonio e la continuazione di tutti i rapporti giuridici attivi

Dettagli

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU: SOGGETTO PASSIVO (chi paga?) Il proprietario di fabbricati, aree edificabili e di terreni a qualsiasi uso destinati; Il titolare del diritto reale

Dettagli

4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015

4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015 4 CHIACCHIERE ASPETTI FISCALI DELL IMPRESA DI FAMIGLIA NEL PASSAGGIO GENERAZIONALE BARDOLINO, 4 MARZO 2015 RELATORE GIOVANNI POZZANI dottore commercialista e revisore legale COSA SI INTENDE PER PASSAGGIO

Dettagli

Comune di Santarcangelo di Romagna

Comune di Santarcangelo di Romagna Comune di Santarcangelo di Romagna Imposta Comunale sugli Immobili (I.C.I.) Guida al calcolo Servizio Fiscalità Locale Piazza Ganganelli, 1 47822 Santarcangelo di R. (RN) 0541/356.265 289 273 www.comune.santarcangelo.rn.it

Dettagli

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012

CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI. Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it. Mini-guida IMU 2012 mod-tribici-015-06.doc5 rev. 6 del 31/05/12 CITTÀ DI DESENZANO DEL GARDA PROVINCIA DI BRESCIA SETTORE TRIBUTI Tel. 030 9994230 E-mail: tributi@comune.desenzano.brescia.it Mini-guida IMU 2012 NOVITA RILEVANTI:

Dettagli

RISOLUZIONE N. 207 /E

RISOLUZIONE N. 207 /E RISOLUZIONE N. 207 /E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 6 agosto 2009 OGGETTO: Consulenza giuridica - imposta sulle successioni e donazioni - trattamento applicabile ai fabbricati rurali

Dettagli

8. Successioni e donazioni SUCCESSIONI Chi deve pagarla e quanto si paga ATTENZIONE

8. Successioni e donazioni SUCCESSIONI Chi deve pagarla e quanto si paga ATTENZIONE 8. Successioni e donazioni Con la legge n. 286 del 2006 (di conversione del decreto legge n. 262 del 2006) e la legge n. 296 del 2006 (Finanziaria 2007), è stata reintrodotta nel nostro sistema l'imposta

Dettagli

Estimo e attività peritale Parte 14: Redazione della dichiarazione di successione

Estimo e attività peritale Parte 14: Redazione della dichiarazione di successione Estimo e attività peritale Parte 14: Redazione della dichiarazione di successione Premessa Il presente documento è stato elaborato dal Gruppo di Lavoro Standard di qualità ai fini della qualificazione

Dettagli

Agevolazione prima casa

Agevolazione prima casa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 109 11.04.2014 Agevolazione prima casa Criteri diversi per atti soggetti a IVA e atti soggetti a imposta proporzionale di registro Categoria:

Dettagli

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE

L ABITAZIONE PRINCIPALE E RELATIVE PERTINENZE COMUNE DI ALSERIO REGIONE LOMBARDIA PROVINCIA DI COMO Ufficio Tributi VIA CARCANO, 9 22040 ALSERIO Tel. 031.630063 Fax 031.630917 e-mail: ufficiosegreteria@comune.alserio.co.it PARTITA IVA 00600170138

Dettagli

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI Aggiornato al 26 giugno 2012!!"#$%%$&'!!"#%$%! ()*+,-. *,*""///+, &*0#&%1%2* $! 3%! PROSPETTO RIEPILOGATIVO DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI A) - VENDITE DI FABBRICATI

Dettagli

Risoluzione del 26/07/2010 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa

Risoluzione del 26/07/2010 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa Risoluzione del 26/07/2010 n. 75 - Agenzia delle Entrate - Direzione Centrale Normativa Istanza di interpello - Articolo 11 della legge n. 212 del 2000 Esenzione dallimposta sulle successioni e donazioni

Dettagli

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara

Ordine dei Dottori Agronomi. delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali delle province di Pisa, Lucca e Massa Carrara LA SUCCESSIONE EREDITARIA Norme previste dal Codice Civile Consistenza dell asse ereditario Valutazione dell

Dettagli

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente

Risoluzione n.125/e. Con l interpello specificato in oggetto, concernente l interpretazione del D.P.R. n. 131 del 1986, è stato esposto il seguente Risoluzione n.125/e Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 03 aprile 2008 OGGETTO: Istanza di interpello - riacquisto di prima casa a titolo gratuito Decadenza dai benefici di cui alla nota II-bis

Dettagli

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014

INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 INFORMATIVA TRIBUTI LOCALI 2014 1) IMPOSTA UNICA COMUNALE (I.U.C.) La Legge di Stabilità 2014 n. 147 del 27 dicembre 2013 (articolo 1 commi da 639 a 731) ha istituito, a partire dal 1/01/2014, l Imposta

Dettagli

COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co.

COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co. COMUNE DI TURATE (Provincia di Como) Indirizzo: Via V. Emanuele, 2-22078 Turate e-mail : tributi@comune.turate.co.it http://www.comune.turate.co.it INFORMATIVA ICI ANNO 2011 Nell intento di facilitare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (REGOLAMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE IN DATA 30.10.2012 CON DELIBERAZIONE N. 60/121562) INDICE Art. 1 Oggetto..pag. 3 Art. 2 Abitazione

Dettagli

Successioni: come cambiano aliquote e franchigia

Successioni: come cambiano aliquote e franchigia Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 284 14.10.2014 ccessioni: come cambiano aliquote e franchigia Con la Legge di Stabilità 2015 aumenterà l aliquota e diminuirà la franchigia Categoria:

Dettagli

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE:

GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 CHI DEVE PAGARE: (Aggiornata al 27/05/2015) GUIDA PRATICA AL PAGAMENTO DELLA TASI 2015 La Legge di stabilità 2014 (Legge 27 dicembre 2013 n. 147 e s.m.i.) ha istituito la IUC (Imposta Unica Comunale) di cui la TASI (Tributo

Dettagli

Con decorrenza dal 01 gennaio 2014 e per il triennio 2014/2016 sono stabilite le seguenti aliquote del

Con decorrenza dal 01 gennaio 2014 e per il triennio 2014/2016 sono stabilite le seguenti aliquote del Allegato A REGOLAMENTO PER LA DETERMINAZIONE DELLE ALIQUOTE DEL TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (TASI-IUC) RELATIVE AL TRIENNIO 2014/2016 AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 639 E SS. DELLA LEGGE 147/2013 E

Dettagli

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530

Via Martiri d Istia, 1 58020 Scarlino (GR) www.comune.scarlino.gr.it Partita Iva 00186560538 Codice Fiscale 80001830530 IL COMUNE DI SCARLINO - PER L'IMU 2012 - INFORMA: che, l'art. 13 del D.L. n. 201/2011 ha introdotto in via sperimentale l IMU (Imposta municipale propria). In attesa della delibera comunale di approvazione

Dettagli

GUIDA TASI Comune di San Possidonio

GUIDA TASI Comune di San Possidonio GUIDA TASI Comune di San Possidonio Cos è la TASI (Aggiornata al 15 maggio 2015) La TASI è il nuovo tributo per i servizi indivisibili istituito dalla legge n. 147 del 2013. È in vigore dal 1 gennaio 2014.

Dettagli

Prime indicazioni del Notariato dopo il D.L. 262 /2006

Prime indicazioni del Notariato dopo il D.L. 262 /2006 Prime indicazioni del Notariato dopo il D.L. 262 /2006 Il decreto-legge collegato alla Legge Finanziaria per il 2007 contiene disposizioni di carattere fiscale di immediata ricaduta sugli atti notarili

Dettagli

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012

LA NUOVA IMU. Dott. Stefano Spina. Torino 27 gennaio 2012 LA NUOVA IMU Dott. Stefano Spina Torino 27 gennaio 2012 NORMATIVA NORME DI RIFERIMENTO Art. 13 DL 201/2011 * Art. 2 DLgs 504/92 (Decreto Salva Italia) (Definizione fabbricati e aree) * Art. 5 co.1,3,5,6

Dettagli

La successione per causa di morte

La successione per causa di morte L impresa di famiglia alla prova del passaggio generazionale: l importanza della pianificazione La successione dell imprenditore: destino o pianificazione? La successione per causa di morte Relatori notai

Dettagli

gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta

gli immessi nel possesso dei beni, in caso di assenza del defunto o di dichiarazione di morte presunta Scheda informativa Tratto dal sito dell'agenzia delle Entrate Sono obbligati a presentare la dichiarazione di successione: i chiamati all'eredità (per legge o per testamento, anche se non hanno ancora

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELL ACCONTO DELL I.M.U. IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI SAN CANZIAN D ISONZO AREA ECONOMICO FINANZIARIA UFFICIO TRIBUTI Pieris Largo Garibaldi, 37 34075 SAN CANZIAN D ISONZO (GO) Tel: 0481/472350-369-354 Fax: 0481/472334 e-mail: tributi@comune.sancanziandisonzo.go.it

Dettagli

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 RATA 1 - ACCONTO RATA 2 - SALDO TERMINI DI VERSAMENTO Rata in acconto

Dettagli

MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE. La successione:obblighi dichiarativi e imposizione

MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE. La successione:obblighi dichiarativi e imposizione MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE 4 Marzo 2014 La successione:obblighi dichiarativi e imposizione www.studioporcaro.it 1 EXECUTIVE SUMMARY LA SUCCESSIONE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE L IMPOSTA

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Aspetti Fiscali degli Atti Dispositivi Carismi Convegni CARISMICONVEGNI IL PASSAGGIO GENERAZIONALE Centro Studi I Cappuccini 22 Febbraio 2013 Avv. Francesco Napolitano DONAZIONE DI AZIENDA IMPOSTE DIRETTE La donazione di azienda da parte di

Dettagli

La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi

La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi La fiscalità dei trust di interesse familiare: casi particolari e confronto con strumenti alternativi Avv. Massimo Antonini 11 marzo 2011 massimo.antonini@chiomenti.net Patti di famiglia Caratteristiche

Dettagli

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE...

LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... INDICE LA SUCCESSIONE PER CAUSA DI MORTE... 5 NOZIONE E FONDAMENTO... 5 RAPPORTI, DIRITTI ECC. CHE SONO OGGETTO DI SUCCESSIONE... 5 TERMINI... 5 EREDITA E LEGATO... 5 NOZIONE DI EREDITÀ E LEGATO... 5 RILEVANZA

Dettagli

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214

IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI CONFRONTO IMU E ICI ESEMPI DI CALCOLO IMU DAL 2012 AL 2014 Art. 13 D.L. 6.12.2011, n. 201, conv. in L. 22.12.2011, n. 214 L istituzione dell IMU è anticipata,

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI

TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI TAVOLA SINOTTICA DELLE IMPOSTE INDIRETTE PER I PIU FREQUENTI TRASFERIMENTI IMMOBILIARI A) - VENDITE DI FABBRICATI DA PRIVATI: 1) - Prima casa e/o relative pertinenze - vendita da privato - Imposta di registro:

Dettagli

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA

PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA PER L IMPRENDITORE E ORA POSSIBILE ANCHE CEDERE L AZIENDA CON IL NUOVO PATTO DI FAMIGLIA di Vincenzo D Andò PREMESSA La Legge 14.2.2006, n. 55 (pubblicata sulla G.U. n. 50 del 1.3.2006) ha introdotto nel

Dettagli

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86)

LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA LE IMPOSTE INDIRETTE: IMPOSTA DI REGISTRO (artt.1 e 2 D.P.R. 131/86) 1 L imposta di registro appartiene alla famiglia delle imposte indirette. DEFINIZIONE: le

Dettagli

MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE. La successione:obblighi dichiarativi e imposizione

MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE. La successione:obblighi dichiarativi e imposizione MASTER I LIVELLO in AVVOCATURA FISCALE 4 Marzo 2014 La successione:obblighi dichiarativi e imposizione www.studioporcaro.it Dott.ssa Nadia Oliva 1 EXECUTIVE SUMMARY LA SUCCESSIONE LA DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

Dettagli

1. CHI DEVE PAGARE L'ICI. L'Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con DL 504 del 1992, deve essere pagata:

1. CHI DEVE PAGARE L'ICI. L'Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con DL 504 del 1992, deve essere pagata: 1. CHI DEVE PAGARE L'ICI L'Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con DL 504 del 1992, deve essere pagata: dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli situati nel territorio

Dettagli

I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011

I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011 I.C.I. (Imposta Comunale sugli Immobili) INFORMAZIONI UTILI anno 2011 ESENZIONE ICI PRIMA CASA Si precisa che con decreto legge 93/2008 il governo ha stabilito l esenzione dell Ici per l unità adibita

Dettagli

Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it

Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it Dichiarazione di successione: quando, chi e quanto La legge per tutti.it Enrico Braiato Successioni: non è bello trovarsi, all alba di un dolore, ad affrontare anche i problemi burocratici; eppure la dichiarazione

Dettagli

COMUNE DI FIGLINE VALDARNO. Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU)

COMUNE DI FIGLINE VALDARNO. Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) COMUNE DI FIGLINE VALDARNO Provincia di Firenze REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 197 del 25.10.2012 INDICE Titolo

Dettagli

IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO

IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO IMU 2014 - COMUNE DI PEVERAGNO Imposta Municipale Propria (I.M.U.) - anno 2014 Invitiamo alla consultazione periodica del nostro sito istituzionale, per le eventuali novità apportate in sede normativa.

Dettagli

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA IMU 2012 GUIDA AL PAGAMENTO DELLÕACCONTO DELLÕIMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Eventuali nuove norme potrebbero modificare le informazioni contenute Dal 1 gennaio 2012 è in vigore l Imposta Municipale Propria

Dettagli

R Roma, 29 maggio 2013

R Roma, 29 maggio 2013 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa R Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: La tassazione degli atti notarili - Guida operativa - Testo unico dell imposta di registro, approvato con decreto del Presidente

Dettagli

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA

COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA COMUNE DI MELAZZO PROVINCIA DI ALESSANDRIA REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 09 del 01 Ottobre 2012 ARTICOLO N. 1 OGGETTO

Dettagli

LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014

LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014 INFORMATIVA N. 229 18 SETTEMBRE 2013 IMPOSTE INDIRETTE LA NUOVA IMPOSTA DI REGISTRO PER I TRASFERIMENTI IMMOBILIARI DAL 2014 Art. 10, D.Lgs. n. 23/2011 Art. 26, DL n. 104/2013 Nell ambito del Decreto c.d.

Dettagli

Principi di diritto successorio

Principi di diritto successorio Principi di diritto successorio Introduzione Quando una persona muore, alcune situazioni giuridiche ad essa ricollegabili si trasferiscono ad altri soggetti e si parla di c.d. successione mortis causa.

Dettagli

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015)

La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) La IUC 2015 in pillole (aggiornamento del 16.10.2015) LA DENOMINAZIONE L imposta unica comunale, comunemente conosciuta come IUC, si basa su due presupposti impositivi: il primo costituito dal possesso

Dettagli

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE

DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE DECESSO DEL LAVORATORE DIPENDENTE In caso di decesso del lavoratore dipendente sono previste diverse modalità di tassazione a seconda che si tratti delle somme già corrisposte al lavoratore o di somme

Dettagli

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili

TASI Tassa sui Servizi Indivisibili La nuova imposta è composta da tre tributi: Tassa sui servizi indivisibili - TASI Imposta Municipale Unica - IMU Tassa sui rifiuti - TARI TASI Tassa sui Servizi Indivisibili L Amministrazione Comunale

Dettagli

1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO...

1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO... INDICE 1. PREMESSA... 2 2. SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE... 2 3. L ATTIVO EREDITARIO... 4 4. BENI NON COMPRESI NELL ATTIVO EREDITARIO...

Dettagli

COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze Servizio Tributi www.chioggia.org - Tributi@chioggia.org. Telefono: 041/5534841-5534840 Fax 041/5534947

COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze Servizio Tributi www.chioggia.org - Tributi@chioggia.org. Telefono: 041/5534841-5534840 Fax 041/5534947 COMUNE DI CHIOGGIA Settore Finanze Servizio Tributi www.chioggia.org - Tributi@chioggia.org INFORMAZIONI IMU - TASI Comune di Chioggia - Ufficio Tributi Corso del Popolo 1193-30015 Chioggia (Ve) Telefono:

Dettagli