SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPERIMENTAZIONE FARMACI - RIPARTO"

Transcript

1 SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione SOBIHAEM sper. n. 18/ Medico esponsabile TOSETTO ALBETO 4.160,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 1141 del 12/03/2015 ) - FONDO 3.952,00 - SEVIZIO DI FAMAIA 5% 208,00 - IEHE NO POFIT - SPESE GENEALI - FONDO U.O. ADIOLOGIA - ompenso partecipanti TOTALE 4.160,00 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

2 SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione PASS 001 sper. n. 38/ Medico esponsabile ODEGHIEO FANESO 1.202,40 A. (riscosso con fatt. n. Z 908 del 26/02//2015 ) - FONDO 1.142,28 - SEVIZIO DI FAMAIA 5% 60,12 - IEHE NO POFIT - SPESE GENEALI - FONDO U.O. ADIOLOGIA - ompenso partecipanti TOTALE 1.202,40 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

3 SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione EPOTIN sper. n. 53/ Medico esponsabile TOSETTO ALBETO 220,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 1145 del 13/03/2015 ) - FONDO 209,00 - SEVIZIO DI FAMAIA 5% 11,00 - IEHE NO POFIT - SPESE GENEALI - FONDO U.O. ADIOLOGIA - ompenso partecipanti TOTALE 220,00 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

4 SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione MM010 sper. n. 14/ Medico esponsabile ODEGHIEO FANESO 7.031,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 266 del 22/01/2015) - FONDO 6.679,45 - SEVIZIO DI FAMAIA 5% 351,55 - IEHE NO POFIT - SPESE GENEALI - FONDO U.O. ADIOLOGIA - ompenso partecipanti TOTALE 7.031,00 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

5 SPEIMENTAZIONE FAMAI - IPATO - Sperimentazione A PEAMBLE sper. n. 52/ Medico esponsabile ODEGHIEO FANESO 3.356,16 A. (riscosso con fatt. n. Z 516 del 27/01/2015 ) - FONDO 3.188,35 - SEVIZIO DI FAMAIA 5% 167,81 - IEHE NO POFIT - SPESE GENEALI - FONDO U.O. LABOATOIO ANALISI - ompenso partecipanti TOTALE 3.356,16 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

6 ONSULENZA PE SVILUPPO TENOLOGIO APPAEHIATUA "KIBOU" (autorizzazione prot. n /SAO del 19/06/2013) NEFOLOGIA - Medico esponsabile ONO LAUDIO ,00 A. (riscosso con fatt. n. Z 819 del 18/12/2013) - QUOTA AMMINISTAZIONE 5% 1.500,00 - ompenso partecipanti ,00 TOTALE ,00 IL PESENTE POSPETTO E' STATO ELABOATO DAL D.A.O.S.P.A. ESLUSIVAMENTE SULLA BASE DELLE DIHIAAZIONI SITTE PEVENUTE DALLA D.M.O., DALL' U.O. OPEATIVA INTEESSATA E DAL S..U.M.

Città di Casarano Provincia di Lecce

Città di Casarano Provincia di Lecce Città di Casaano Povincia di Lecce Ufficio del Piano di Zona n. 4 Casaano Collepasso Matino Paabita Ruffano Supesano Tauisano Tel. 0833 502428 Fax 0833 514243 e-mail ufficiodipiano@confinesociale.it Ufficio

Dettagli

Italiani pazzi per lo Sport? Sponsor Value fotografa il mercato sportivo in Italia

Italiani pazzi per lo Sport? Sponsor Value fotografa il mercato sportivo in Italia Italiani pazzi per lo Sport? Sponsor Value fotografa il mercato sportivo in Italia oma, 13 novembre 2003 Hotel Universo oma Strumenti per l analisi degli eventi sportivi Laura Simeoni Associate Sales &

Dettagli

LaborCare. Care. protection plan

LaborCare. Care. protection plan Cae potection plan ocae Il Potection Plan è stato studiato pe gaantie la massima efficienza di oview e pe questo i clienti che non vogliono avee poblemi nel futuo, si affidano al nosto pogamma di potezione

Dettagli

TIPO DI DOCUMENTO PROCEDURA OPERATIVA. ELABORAZIONE R. BELLI, C. FANTON, A. MACOR, A. MARASEA Data: 08/09/2003

TIPO DI DOCUMENTO PROCEDURA OPERATIVA. ELABORAZIONE R. BELLI, C. FANTON, A. MACOR, A. MARASEA Data: 08/09/2003 P.O. 7 ev. 00 Pag. 1 di Pag. 5 TIPO DI DOUMENTO POEDUA OPEATIVA ELABOAZIONE. BELLI,. FANTON, A. MAO, A. MAASEA Data: 08/09/2003 INDIE 1. Introduzione pag. 2 2. Scopo pag. 2 3. ampo di applicazione pag.

Dettagli

Materiale didattico. Organizzazione del modulo IL CALCOLO FINANZIARIARIO. Programma Struttura logica

Materiale didattico. Organizzazione del modulo IL CALCOLO FINANZIARIARIO. Programma Struttura logica IL CALCOLO FINANZIARIARIO You do not eally undestand something unless you can explain it to you gandmothe (A.Einstein) Calcolo finanziaio Intoduzione Economia dell impesa foestale: Bilancio Pianificazione

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

SPRING ENERGIE. DIMENSIONI ha una grandissima resistenza, può essere sottoposto a picchi di forza verticale che arrivano fino a 1000 kg!

SPRING ENERGIE. DIMENSIONI ha una grandissima resistenza, può essere sottoposto a picchi di forza verticale che arrivano fino a 1000 kg! O P È W j 90 ù ù ù ù q O q ù x P Y O Y H H 2006 2006 ù 2 q 0 0 2 002 q 2 q j O x ù : q q q q B B x q J D q D D! q (1) q (2) P DMO ò 1000! : 805 : 335 ( ): 125 x j 1000! M : 805 : 335 : 125 (1) (2) x V

Dettagli

Valore finanziario del tempo

Valore finanziario del tempo Finanza Aziendale Analisi e valutazioni pe le decisioni aziendali Valoe finanziaio del tempo Capitolo 3 Indice degli agomenti. Concetto di valoe finanziaio del tempo 2. Attualizzazione di flussi futui

Dettagli

La scheda del progetto dovrà pervenire in formato digitale, all indirizzo-mail indicato, riportando

La scheda del progetto dovrà pervenire in formato digitale, all indirizzo-mail indicato, riportando Schede dei Pogetti contenuti nel Pogamma (da compilasi pe ogni singolo pogetto) La scheda del pogetto dovà pevenie in fomato digitale, all indiizzo-mail indicato, ipotando all oggetto Pogamma Povinciale

Dettagli

Scheda tecnica. Art. 3215. Lampadina a risparmio energetico. Tipologia di lampadina: fluorescente compatta

Scheda tecnica. Art. 3215. Lampadina a risparmio energetico. Tipologia di lampadina: fluorescente compatta Art. 3215 15W 110 ma 800 lm Dimensioni (lungh. x diametro): 132x49 mm Art. 3220 20W 140 ma 1160 lm Dimensioni (lungh. x diametro): 157x49 mm Art. 3411 E14 11W 80 ma 600 lm Dimensioni (lungh. x diametro):

Dettagli

Cubi9. Tipo di file: PDF 1.3, EPS,TIF, JPG, PSD (convertiti in CMYK). In caso di file vettoriali convertire le font in curve.

Cubi9. Tipo di file: PDF 1.3, EPS,TIF, JPG, PSD (convertiti in CMYK). In caso di file vettoriali convertire le font in curve. Cubi9 Fascia_1 : 90x270 mm - file richiesto 110x290 mm o 55x145 mm (scala 1:2) Fascia_2 : 270x90 mm - file richiesto 290x110 mm o 145x55 mm (scala 1:2) 2 270.0 110.0 270.0 2 110.0 Cubi14 Fascia_1 : 140x420mm

Dettagli

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico

LA GIUNTA COMUNALE. 6. Quadro economico LA GIUNTA COMUNALE PREMESSO: he on D.G.R. n. 1421 del 5/8/2014 è stato approvato il bando il finanziamento degli interventi di effiientamento energetio delle reti di illuminazione pubblia, da onseguire

Dettagli

MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0028710.07-09-2015

MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0028710.07-09-2015 MIUR.AOODGPER.REGISTRO UFFICIALE(U).0028710.07-09-2015 gl/.)/o tf//. '2hN,-,~ /l, tf// j~l':t.)//) tf d~~ O l /y/)///)1/ /1/ /'I //)/.)/, //11"/,,-h ///;'1"- l"h' /.)///1',',/; //I', h'/t//11'/,';?;//~'

Dettagli

F.2.11 REPERTORIO PROFESSIONALE E DELLE COMPETENZE RESPONSABILE DI COLLEZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

F.2.11 REPERTORIO PROFESSIONALE E DELLE COMPETENZE RESPONSABILE DI COLLEZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE Progetto «AU-DELA DE L APPENTISSAGE FOMEL» LLP-LDV/TOI/10/IT/499 F.2.11 EPETOIO POFESSIONALE E DELLE OMPETENZE DELLA FIGUA POFESSIONALE ESPONSABILE DI OLLEZIONE Il presente progetto è finanziato con il

Dettagli

INVIARE AL NOSTRO UFFICIO TECNICO, VIA FAX AL NUMERO: +39 049 9449438 OPPURE ALL INDIRIZZO E-MAIL:

INVIARE AL NOSTRO UFFICIO TECNICO, VIA FAX AL NUMERO: +39 049 9449438 OPPURE ALL INDIRIZZO E-MAIL: mod. 05.01 Diametro (Ø) o 30 o 35 S= 85mm (Ø30) S= 87,5mm (Ø35) mod. 05.02 Diametro (Ø) o 30 o 35 S= 85mm (Ø30) S= 87,5mm (Ø35) mod. 05.15 Diametro (Ø) o 20 o 25 o 30 o 35 Quota (S) mm mod. 05.14 Diametro

Dettagli

CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO (SGSSL) A SCUOLA

CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO (SGSSL) A SCUOLA ive CHECK-LIT PE LA VALUTAZINE DEL ITEMA DI GETINE DELLA ALUTE E ICUEZZA UL LAV (GL) A CULA Ufficio colastico egionale per il Veneto Check list GL a scuola (vers. 1.3 1/2013) ive NTE Questa check list

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CALUSCO D'ADDA (BG)

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CALUSCO D'ADDA (BG) ENDICONTO POGETTO/ATTIVITA' ISTITUTO COMPENSIVO STATALE 98 IEPILOGO ENTATE Aggr. ccrtt riscoss Inizili iscossi imsti Voc 01 Avnzo i mministr utilizzto 01 Avnzo Non vincolto 02 Avnzo Vincolto 02 Finnzimnto

Dettagli

Procedura di Acquisto Attrezzature Biomedicali

Procedura di Acquisto Attrezzature Biomedicali e g i o n e A u t o n o m a d e l l a S a r d e g n a COD. 004 VESIONE 001 DATA 26/05/2009 Pagina 1 di 9 POCEDUA INDICE INDICE...1 1. SCOPO...2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3. DIAGAMMA DI FLUSSO...3...3

Dettagli

Il Modello IS-LM: Politiche Fiscali e Monetarie

Il Modello IS-LM: Politiche Fiscali e Monetarie Il Modello IS-LM: Politiche Fiscali e Monetaie In questa lezione: Facciamo Espeimenti di Politica Economica con la IS e la LM Consideiamo l impatto sull equilibio economico di Politiche Fiscali Consideiamo

Dettagli

Presentazione progetto: Tessere volontariato nelle Terre Brembane

Presentazione progetto: Tessere volontariato nelle Terre Brembane Presentazione progetto: Tessere volontariato nelle Terre Brembane Presentazione progetto: Tessere volontariato nelle Terre Brembane Ricomporre i frammenti per creare nuove opportunità di partecipazione

Dettagli

COMMITTENTE: AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO SANITARIA OVEST VICENTINO ULSS 5. Direttore Generale: Dott. Giuseppe Cenci. RUP: Ing.

COMMITTENTE: AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO SANITARIA OVEST VICENTINO ULSS 5. Direttore Generale: Dott. Giuseppe Cenci. RUP: Ing. OMMITTENTE: AZIENDA UNITA' LOALE SOIO SANITARIA OVEST VIENTINO ULSS Direttore Generale: Dott. Giuseppe enci RUP: Ing. Filippo Paccanaro REALIZZAZIONE DELLA NUOVA STRUTTURA OSPEDALIERA ARZIGNANO - MONTEHIO

Dettagli

VALORI PERIODICI O RENDITE

VALORI PERIODICI O RENDITE VALORI PERIODICI O RENDITE LE RENDITE SONO VALORI PERIODICI CHE SI RIPETONO AD INTERVALLI REGOLARI DI TEMPO POSSONO ESSERE: ATTIVE: I I PRODOTTI DI DI UNA AZIENDA IL IL CANONE DI DI AFFITTO GLI STIPENDI

Dettagli

Su richiesta ampia gamma di colori, più Targa personalizzata. Denti di sega con passo 3 mm. Apertura bocca

Su richiesta ampia gamma di colori, più Targa personalizzata. Denti di sega con passo 3 mm. Apertura bocca Scheda Tecnica FL0050 di fabbricazione mbolo per alimenti mboli PE e Riciclo Capacità raso bocca cc. 70 +/- 3% Peso corpo g. 15 +/- 5 % Diametro esterno del filetto 27 mm. Denti di sega con passo 3 mm.

Dettagli

GESTIONE STUPEFACENTI

GESTIONE STUPEFACENTI INDICE ISTUZIONE OPEATIVA Cod. IO 11 ev. 00 Data 01/01/2014 Pagina 1 di 6 1. OBIETTIVO... 2 2. MATICE DI ESPONSABILITÀ... 2 3. FEQUENZA... 2 4. DOCUMENTI A SUPPOTO... 2 4.1 MODULISTICA... 2 4.2 BIBLIOGAFIA...

Dettagli

PROCEDURA SULLA COMUNICAZIONE TELEFONICA E VERBALE

PROCEDURA SULLA COMUNICAZIONE TELEFONICA E VERBALE TELEFONICA E VEBALE X originale copia controllata copia non controllata N. distribuzione interna a cura del Q bozza La presente procedura definisce la modalità di comunicazione di prescrizioni verbali

Dettagli

Un modello di ricerca operativa per le scommesse sportive

Un modello di ricerca operativa per le scommesse sportive Un modello di iceca opeativa pe le commee potive Di Citiano Amellini citianoamellini@aliceit Supponiamo di dove giocae una ceta omma di denao (eempio euo ulla patita MILAN- JUVE Le quote SNAI ono quelle

Dettagli

GESTIONE CLINICA DELLA TRASFUSIONE DI EMOCOMPONENTI

GESTIONE CLINICA DELLA TRASFUSIONE DI EMOCOMPONENTI FONDAZIONE ICCS DEI TUMOI TASFUSIONE DI 1. SCOPO... 2 2. CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 3. IFEIMENTI... 2 3.1 iferimenti esterni... 2 3.2 iferimenti interni e/o procedure correlate... 2 4. DEFINIZIONI... 3

Dettagli

LABORATORI ANALISI ASP. Appropriatezza richiesta di esami

LABORATORI ANALISI ASP. Appropriatezza richiesta di esami pag 1 di 5 OGGETTO APPOPIATEZZA ICHIESTA DI ESAMI edazione Verifica Approvazione Funzione Data Firma Funzione Data Firma Funzione Data Firma DIIGENTI BIOLOGI/MEDICI LABOATOI ANALISI ASP/EFEENTE 2 LIVELLO

Dettagli

I [donate [la.viviani@comune.valfurva.so.it. Cognome: VMANI [DONATELLA RESPONSABILE DI SERVIZIO SPECIALI: Ente: Referente della compilazione:

I [donate [la.viviani@comune.valfurva.so.it. Cognome: VMANI [DONATELLA RESPONSABILE DI SERVIZIO SPECIALI: Ente: Referente della compilazione: Ente: Denminazine: COMUNE D VALFURVA ndiizz: Refeente della cmpilazine: Cgnme: VMAN Nme: [DONATELLA AFFAR STTUZONAL E SEGRETERA Uffici: Qualifica: Telefn: e-mail: RESPONSABLE D SERVZO SPECAL: [dnate [la.viviani@cmune.valfuva.s.it

Dettagli

R R. www.beolfactorybranding.com

R R. www.beolfactorybranding.com www.beolfactorybranding.com JUICY FUIT BE UNIQUE BE EMOTIONAL BE FAGANT Be essentially you. UNIQUE BANDING EMOTIONAL BANDING FAGANT BANDING AI & BLUE WATE Offriamo soluzioni personalizzate di branding

Dettagli

U.O. Direzione assistenziale PG.25.DIR.SAN.000 AZIENDA USL RIMINI

U.O. Direzione assistenziale PG.25.DIR.SAN.000 AZIENDA USL RIMINI AZIENDA USL IMINI PG.25.DI.SAN.000 ev. 01 Pagina 1 di 8 AZIENDA USL IMINI GESTIONE OPEATIVA PE L INSEIMENTO E ADDESTAMENTO DEL PESONALE DIPENDENTE NEOASSUNTO O ASSEGNATO A NUOVE FUNZIONI AFFEENTE ALLA

Dettagli

Sistemi inerziali Forza centripeta e forze apparenti Forza gravitazionale. 03/11/2011 G. Pagnoni 1

Sistemi inerziali Forza centripeta e forze apparenti Forza gravitazionale. 03/11/2011 G. Pagnoni 1 Sistemi ineziali Foza centipeta e foze appaenti Foza gavitazionale 03/11/011 G. Pagnoni 1 Sistemi ineziali Sistema di ifeimento ineziale: un sistema in cui è valida la pima legge di Newton (I legge della

Dettagli

VERIFICHE DEL SERVIZIO CASSA INTERNO

VERIFICHE DEL SERVIZIO CASSA INTERNO SOC GESTIONE ECONOMICO FINANZIAIA POCEDUA GESTIONALE VEIFICHE DEL SEVIZIO CASSA INTENO edazione Verifica: Approvazione: Cinzia Di Fant Paola Bettinardi Enrico Troiero Il Direttore SOC Gestione Economica

Dettagli

PIANO DELL ATTIVITA DEL PERSONALE A.T.A. E MODALITA DI PRESTAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO

PIANO DELL ATTIVITA DEL PERSONALE A.T.A. E MODALITA DI PRESTAZIONE DELL ORARIO DI LAVORO Istituto Tecnico Industriale Statale Liceo Scientifico Tecnologico GUGLIELMO MACONI 20064 Gorgonzola (Milano) Via Adda 1 Tel. 02/9513516 Fax 02/95300662 e-mail MITF21000B@istruzione.it Codice fiscale n

Dettagli

PROCEDURA ISPEZIONE ARMADIO FARMACEUTICO DI REPARTO

PROCEDURA ISPEZIONE ARMADIO FARMACEUTICO DI REPARTO originale copia controllata copia non controllata N. distribuzione interna a cura del Q bozza Questa procedura definisce come devono essere eseguite le ispezioni nelle Unità Operative di tutti i Presidi

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO

DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO 3215 07/04/2011 Identificativo Atto n. 391 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER RIVOLTO AD APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART. 50 DEL DLGS

Dettagli

PROCEDURA PER LA SICUREZZA DEL PAZIENTE IN SALA OPERATORIA

PROCEDURA PER LA SICUREZZA DEL PAZIENTE IN SALA OPERATORIA ev. 0 Pag. 1 di 15 INDICE 1. INTODUZIONE... 2 2. OBIETTIVO... 2 3. AMBITI DI APPLICAZIONE... 3 4. DEFINIZIONI E ABBEVIAZIONI... 3 5. ESPONSABILITÀ... 3 5.1 MATICE DELLE ESPONSABILITÁ... 3 6. MODALITÀ OPEATIVE...

Dettagli

LINEA GUIDA AZIENDALE PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE TUBERCOLOTICO ACCERTATO O SOSPETTO

LINEA GUIDA AZIENDALE PER LA GESTIONE DEL PAZIENTE TUBERCOLOTICO ACCERTATO O SOSPETTO Data evisione edazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 10/06/2009 10/06/2010 20/01/2014 Medici Competenti SPPA U.O. di Pneumologia Team Epidemiologico Direzione Sanitaria Direzione Sanitaria

Dettagli

PROCEDURA INSERIMENTO, TRATTAMENTO E VALUTAZIONE D UTENTE IN CENTRO DIURNO PSICHIATRICO (PIANO TERAPEUTICO INDIVIDUALE - P.T.I. \ P.T.R.P.

PROCEDURA INSERIMENTO, TRATTAMENTO E VALUTAZIONE D UTENTE IN CENTRO DIURNO PSICHIATRICO (PIANO TERAPEUTICO INDIVIDUALE - P.T.I. \ P.T.R.P. originale copia controllata copia non controllata bozza N. _ distribuzione interna a cura del Q Il presente documento fornisce indicazioni di metodo e raccomandazioni di processo volte a facilitare operativamente

Dettagli

CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO (SGSSL) A SCUOLA

CHECK-LIST PER LA VALUTAZIONE DEL SISTEMA DI GESTIONE DELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO (SGSSL) A SCUOLA CHECK-LIT PE LA VALUTAZIONE DEL ITEMA DI GETIONE DELLA ALUTE E ICUEZZA UL LAVOO (GL) A CUOLA Ambito e voce da valutare i No Parz. //O Nomine e aspetti formali 1. E stato nominato il esponsabile del ervizio

Dettagli

Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1

Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1 Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina 1 Liceo linguistico P.E. Imbriani Documento 15 Maggio anno scolastico 2010/2011 classe V sez AL Pagina

Dettagli

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dr. DOMENICO ANASTASIO

CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dr. DOMENICO ANASTASIO CURRICULUM FORMATIVO E PROFESSIONALE Dr. DOMENICO ANASTASIO Dr. Domenico Anastasio, nato ad AMALFI (SA) il 11.09.1956 e residente in Conca dei Marini (SA) Cap 84010 - Dirigente Medico a T.P. di Prevenzione

Dettagli

PIANO DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLA INFEZIONE DA LEGIONELLA IN OSPEDALE

PIANO DI SORVEGLIANZA E CONTROLLO DELLA INFEZIONE DA LEGIONELLA IN OSPEDALE PIANO DI SOVEGLIANZA E CONTOLLO DELLA INFEZIONE DA LEGIONELLA IN OSPEDALE (AGGIONAMENTO GIUGNO 2012) ev. 0 del 29.06.2012 Data di applicazione edazione Verifica Approvazione 29.06.2012 Dott. Pietro Olivieri

Dettagli

Foglio1. Pagina 1 L'ASP "DISTRETTO DI FIDENZA" COSTRUISCE IL FUTURO DEI SERVIZI CON IL

Foglio1. Pagina 1 L'ASP DISTRETTO DI FIDENZA COSTRUISCE IL FUTURO DEI SERVIZI CON IL Codice L'AS "DISTETTO DI FIDENZA" COSTUISCE IL FUTUO DEI SEVIZI CON IL Area strategica 1 SUOTO AMMINISTATIVO Area ATIMONIO Obiettivo strategico 1.07.00 VALOIZZAE IL ATIMONIO IMMOBILIAE E MOBILIAE Servizio

Dettagli

DIMISSIONE: temporanea o definitiva

DIMISSIONE: temporanea o definitiva INDICE ISTUZIONE OPEATIVA Data 01/01/2014 Pagina 1 di 8 1. OBIETTIVO... 2 2. DEFINIZIONE... 2 3. DIMISSIONE TEMPOANEA... 2 3.1 PESONALE COINVOLTO E ESPONSABILITÀ... 2 4. DOCUMENTI A SUPPOTO... 3 5. MODALITÀ

Dettagli

Procedura per il trasporto intra ed extraospedaliero dei pazienti

Procedura per il trasporto intra ed extraospedaliero dei pazienti PA SQ 26 ev. 1 del 28 /4/2015 Data applicazione edazione Verifica Approvazione 28.4.2015 Dr.P.Olivieri Dr.ssa A. Bellotto Dr.ssa G.Saporetti Dr.ssa L.Dolcetti Dr. E.Goggi U.O. QUALITA ISCHIO CLINICO E

Dettagli

Ece srl. Accreditata alla formazione presso la Regione Marche con D.G.R. n 341/FOP. Novembre 2013. Società di Ingegneria

Ece srl. Accreditata alla formazione presso la Regione Marche con D.G.R. n 341/FOP. Novembre 2013. Società di Ingegneria Novembe 2013 Ece sl Società di Ingegneia SICUREZZA QUALITA AMBIENTE PROGETTAZIONI MISURAZIONI AGENTI FISICI CONSULENZA TECNICO-LEGALE Acceditata alla fomazione pesso la Regione Mache con D.G.R. n 341/FOP

Dettagli

5. CAMBIO. 5.1. descrizione

5. CAMBIO. 5.1. descrizione ambio powe - shift 5. AMBIO 5.. descizione Tattasi di cambio meccanico a te velocità avanti e te velocità indieto, ealizzate mediante cinque iduttoi epicicloidali vaiamente collegati ta loo. Tutte le cinque

Dettagli

GEOMETRIA 3D MODELLO PINHOLE

GEOMETRIA 3D MODELLO PINHOLE http://imagelab.ing.unimo.it Dispense del coso di Elaboazione di Immagini e Audio Digitali GEOMETRIA 3D MODELLO PINHOLE Pof. Robeto Vezzani Calibazione della telecamea: a cosa seve? Obiettivo: pote calcolae

Dettagli

Le Trasmissioni Meccaniche

Le Trasmissioni Meccaniche Le Tasmissioni Meccaniche Gli inganaggi sono componenti meccanici utilizzati nelle tasmissioni. Una tasmissione meccanica è un meccanismo destinato a tasmettee potenza da un motoe pimo ad una macchina

Dettagli

Oggetto: TEMA D ESAME DÌ STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DÌ GEOMETRA SESSIONE 2008

Oggetto: TEMA D ESAME DÌ STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DÌ GEOMETRA SESSIONE 2008 Toino, novembe 2008 Gentile ofessionista Oggetto: TEMA D ESAME DÌ STATO PER L ABILITAZIONE ALL ESERCIZIO DELLA LIBERA PROFESSIONE DÌ GEOMETRA SESSIONE 2008 E con molto iacee che aendiamo il testo del Tema

Dettagli

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO

ESTRATTO DEL VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE T. CROCI Via Chopin N. 09-20037 Paderno Dugnano (MI) Tel. n. 02/ 9181045 C.f. 97667170159 fax n. 02/ 99045055 e-mail

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA SEGNALAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI AVVERSI

ISTRUZIONE OPERATIVA SEGNALAZIONE E GESTIONE DEGLI EVENTI AVVERSI ISTUZIONE OPEATIVA DEGLI EVENTI AVVESI EV. 01 PAG. 1/9 edazione: Dott. A. Capodicasa Dott. M.L. Furnari U.O. Gestione Qualità e ischio Clinico Dott. C. Arcuri Ufficio Stampa 1 ISTUZIONE OPEATIVA DEGLI

Dettagli

Procedura Documentata. Servizi Consultoriali del Distretto di Oristano IL SERVIZIO DI ACCETTAZIONE

Procedura Documentata. Servizi Consultoriali del Distretto di Oristano IL SERVIZIO DI ACCETTAZIONE IL SEVIZIO DI ACCETTAZIONE Pag.1/13 Stato delle revisioni Indice Data Par.n Pag. Sintesi della modifica edazione rev. n 0 Prima emissione NOME DEL FILE EDAZIONE Procedura per l'accettazione nei Consultori

Dettagli

GESTIONE DEI PRODOTTI CON CONTROLLI MICROBIOLOGICI POSITIVI

GESTIONE DEI PRODOTTI CON CONTROLLI MICROBIOLOGICI POSITIVI GESTIONE DEI PODOTTI CON CONTOLLI MICOBIOLOGICI EDAZIONE, APPOVAZIONE, AUTOIZZAZIONE, EMISSIONE EDAZIONE APPOVAZIONE AUTOIZZAZIONE EMISSIONE Sassi Maria - Dirigente Medico SIT Schifano Chiara - Biologa

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

La Commissione definisce i SETTORE DI ATTIVITÀ pertinenti agli indirizzo di studio. Gli Studenti esprimono PREFERENZE sul SETTORE di ATTIVITÀ

La Commissione definisce i SETTORE DI ATTIVITÀ pertinenti agli indirizzo di studio. Gli Studenti esprimono PREFERENZE sul SETTORE di ATTIVITÀ ZZZLWFJFDODPDQGUHLLW 9LD0LOD]]R 6HOH]LRQDUHOHD]LHQGHDVVHJQDUOHDOOHFODVVLLQGLYLGXDUHORVWDJLVWD 6FKHGD,7(5 La Commissione definisce i SETTORE DI ATTIVITÀ petinenti agli indiizzo di studio YHGLVFKHGD Gli

Dettagli

C U L T U R A L I - S E R V I Z I O G I O V A

C U L T U R A L I - S E R V I Z I O G I O V A A R E A S E R V I Z I A L L A P E R S O N A C U L T U R A L I - S E R V I Z I O G I O V A C O O P E R A Z I O N E I N T E R N. P R O D e t e r m i n a z i o n e n. D D - 2 0 1 1-1 4 6 9 e s P r o t o c

Dettagli

Relazione sulla Performance 2013

Relazione sulla Performance 2013 elazione sulla erformance 2013 ELAZIONE SULLA EFOMANCE - ANNO 2013 ESENTAZIONE Il iano delle erformance, secondo l'art. 10 comma 1 del D.Lgs. 150/2009, è un documento programmatico triennale da adottare

Dettagli

Organizzazione delle attività settore Uffici della DTP di Torino

Organizzazione delle attività settore Uffici della DTP di Torino Organizzazione delle attività settore Uffici della DTP di Torino U.O. Sicurezza - SIGS Elaborazione, attuazione e monitoraggio del Piano Integrato della Sicurezza della DTP Monitoraggio sui processi inerenti

Dettagli

Valutazione pre-ricovero per l accesso agli Hospice aziendali

Valutazione pre-ricovero per l accesso agli Hospice aziendali POEDUA AZIENDALE EDAZIONE, ESPONSABILE POEDUA,VEIFIA, APPOVAZIONE, AUTOIZZAZIONE Dott.sa Danila Valenti - esponsabile della ete delle ure Palliative aziendale Dott. Antonio Maestri Dirigente Medico U.O.

Dettagli

Inno vation. HyperCoat CTPP345 Quando la tenacità è indispensabile

Inno vation. HyperCoat CTPP345 Quando la tenacità è indispensabile Inno vation HypeCoat Quando la tenacità è indispensabile IT Campi d'impiego, vantaggi pe i clienti Settoi eccanica geneale Sistemi medicali Industia alimentae Industia petolifea Componenti tipici Assiali

Dettagli

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato

Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato BARIOLA: Bariola: Tempi al centro è un progetto promosso dal Comune di Caronno Pertusella e cofinanziato dalla Regione Lombardia in attuazione all art. 6 della l. r. 28/2004 Politiche regionali per il

Dettagli

CUSCINETTI DI SUPPORTO PER VITI A RICIRCOLAZIONE DI SFERE

CUSCINETTI DI SUPPORTO PER VITI A RICIRCOLAZIONE DI SFERE CUSCINETTI DI SUPPORTO PER VITI A RICIRCOLAZIONE DI SFERE Seie BSBD Leade mondiale nella poduzione e nello sviluppo tecnologico di cuscinetti volventi, podotti lineai, automotive e di sistemi stezanti,

Dettagli

GRX-IO e OMX-IO Interfacce di controllo. Sistemi GRAFIK istruzioni d installazione. Caratteristiche GRX-IO OMX-IO

GRX-IO e OMX-IO Interfacce di controllo. Sistemi GRAFIK istruzioni d installazione. Caratteristiche GRX-IO OMX-IO Sistemi GAFIK istruzioni d installazione Copia per l utente Caratteristiche Leggere attentamente GX-IO Consente l integrazione del sistema di controllo dell illuminazione GAFIK Eye di dispositivi dotati

Dettagli

Roma, 6 Ottobre 2011. Prot. 32

Roma, 6 Ottobre 2011. Prot. 32 Roma, 6 Ottobre 2011 Prot. 32 Oggetto: Costi minimi di esercizio dei mesi di Agosto e Settembre 2011 elaborazione UNATRAS sulla base dell ultimo aggiornamento del costo chilometrico del gasolio, divulgato

Dettagli

Relazione della II Commissione Consiliare Permanente

Relazione della II Commissione Consiliare Permanente "'1"'1"'1"'" mi Regione Umbia i:) Consigio Regionae Ati C01Jsiia'i VT.P..'SJ.ATJ~ A ATTO N. 381/BS Reazione dea Commissione Consiiae Pemanente ATTvA ECONOMCHE, ASSETTO E UTZZAZONE DE TERRTORO, AMBENTE

Dettagli

NORME E ATTIVITÀ A TUTELA DEI DOLENTI

NORME E ATTIVITÀ A TUTELA DEI DOLENTI ISTUZIONE OPEATIVA NOME E ATTIVITÀ A TUTELA DEI I DMP-C04 ev. 0 del 14.05.2012 Data applicazione edazione Verifica Approvazione 14.05.2012 Sig. Matteo imoldi Dott.ssa Lucia Dolcetti Dott.ssa Lucia Dolcetti

Dettagli

COMUNE DI CIANCIANA CONTO DEL BILANCIO ESERCIZIO 2014. Parte I - Entrata

COMUNE DI CIANCIANA CONTO DEL BILANCIO ESERCIZIO 2014. Parte I - Entrata OMUNE DI IANIANA ONTO DEL BILANIO ESEIZIO 2014 Parte I - Entrata OMUNE DI IANIANA ONTO DEL BILANIO ESEIZIO 2014 - Parte I - Entrata Descrizione (con i dati della classificazione: odice - isorsa - apitolo)

Dettagli

Compendio sui Sensori

Compendio sui Sensori Compendio sui Sensoi Gli Inteuttoi di Posizione pemettono il ilevamento mediante il contatto fisico dietto (fine cosa); l oggetto dunque, poggia fisicamente sopa l inteuttoe chiudendo e/o apendo un contatto;

Dettagli

VERBALE I MONITORAGGIO OBIETTIVI AL 31/05/2014

VERBALE I MONITORAGGIO OBIETTIVI AL 31/05/2014 VEBALE I MONITOAGGIO OBIETTIVI AL 31/05/2014 L anno 2014 il giorno 30 (trenta) del mese di luglio alle ore 12.00 presso la sede dell Azienda Servizi alla Persona di Fidenza in via Berenini si è riunito

Dettagli

DECRETO N. 850 Del 09/02/2015

DECRETO N. 850 Del 09/02/2015 DECRETO N. 850 Del 09/02/2015 Identificativo Atto n. 61 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE DI MASTER PER APPRENDISTI ASSUNTI AI SENSI DELL ART.

Dettagli

Grandezze cinematiche angolari (1)

Grandezze cinematiche angolari (1) Uniesità degli Studi di Toino D.E.I.A.F.A. MOTO CIRCOLARE UNIFORME FISICA CdL Tecnologie Agoalimentai Uniesità degli Studi di Toino D.E.I.A.F.A. Genealità () Moto di un punto mateiale lungo una ciconfeenza

Dettagli

Attività del Gruppo di Lavoro «Raccolta Differenziata e Riciclo» di Federambiente nella direzione degli obiettivi europei

Attività del Gruppo di Lavoro «Raccolta Differenziata e Riciclo» di Federambiente nella direzione degli obiettivi europei Attività del Gruppo di Lavoro «Raccolta Differenziata e Riciclo» di Federambiente nella direzione degli obiettivi europei Alberto Ferro Cordinatore Gruppo Raccolta Differenziata e Riciclo di Federambiente

Dettagli

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI EVENTI SENTINELLA SOMMARIO

SISTEMA DI MONITORAGGIO DEGLI EVENTI SENTINELLA SOMMARIO Pagina 1 di 6 SOMMAIO 1. Premessa...2 2. Scopo/Obiettivi...2 2.1. Scopo...2 2.2. Obiettivi...2 3. Campo di applicazione...2 4. Modifiche alle revisioni precedenti...3 5. Definizioni...3 6. Lista eventi

Dettagli

Bluetooth Keyboard. for Volks-Tablet (VT10416-2) and SurfTab xiron 10.1 3G (ST10416-2) ISTRUZIONI PER L'USO

Bluetooth Keyboard. for Volks-Tablet (VT10416-2) and SurfTab xiron 10.1 3G (ST10416-2) ISTRUZIONI PER L'USO IT Bluetooth Keyboad fo Volks-Tablet (VT10416-2) and SufTab xion 10.1 3G (ST10416-2) ISTRUZIONI PER L'USO Gazie pe l acquisto di TekSto Bluetooth Keyboad. Leggee attentamente i seguenti paagafi, pe conoscee

Dettagli

2. MISURA E TIPOLOGIA DI AZIONE 3. CAPOFILA DI PARTE ITALIANA 4. CAPOFILA DI PARTE SVIZZERA UNIONE EUROPEA P.I.C. INTERREG III A 2000-2006

2. MISURA E TIPOLOGIA DI AZIONE 3. CAPOFILA DI PARTE ITALIANA 4. CAPOFILA DI PARTE SVIZZERA UNIONE EUROPEA P.I.C. INTERREG III A 2000-2006 UNIONE EUROPEA P.I.C. INTERREG III A 2000-2006 ITALIA I T A L I A S V I Z Z E R A SVIZZERA 1.TITOLO DEL PROGETTO Paesaggio cultuale uale alpino Walse Pogetto pe ete tansfontaliea, con ealizzazione di pogetti

Dettagli

TUTUR III MUNICIPIO TUTUR 1

TUTUR III MUNICIPIO TUTUR 1 Gli obiettivi di è un progetto pilota europeo che ha come obiettivo lo sviluppo di uno strumento normativo per permettere e promuovere l'utilizzo temporaneo di edifici abbandonati, snellendone il processo

Dettagli

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE

R-402A R-404A R-410A R-507 SIZE COLOR CODE La temostatica BQ può essee pesonalizzata pe qualsiasi applicazione di efigeazione e condizionamento. Devi solo selezionae il coetto elemento temostatico, la giusta taglia dell oifizio ed il tipo di copo

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE Numero del provvedimento Data del provvedimento Oggetto Contenuto

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA LINE SPA SEVIZI PE LA MOBILITÀ eg.imp.pv, C.F. e Partita IVA 01927790186 Capitale sociale 4.538.512,00 i.v. - ea 231773 DISCIPLINAE DI GAA Gara a procedura ristretta per la fornitura di 26 autobus nuovi

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA

LINEE DI INDIRIZZO PER LA REDAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI DA INTERFERENZA ALLEGATO A al ddg n. 14521 del 29 dicembre 2009 LINEE DI INDIIZZO PE LA EDAZIONE DEL DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE DEI ISCHI DA INTEFEENZA Laboratorio di approfondimento uolo del Servizio di Prevenzione

Dettagli

AVVISO AI GENITORI DEGLI ALUNNI

AVVISO AI GENITORI DEGLI ALUNNI Via Melizzano, 94 - Roma Prot. n. 6206/ C2 Roma, 29/10/2015 Rappresentanti di Classe e Sezione uscenti, Nelle classi I di Sc. 1^A 1^ B 1^C 1^D 2^A 2^ B 2^C 2^D 3^A 3^ B 3^C 3^ D 4^A 4^B 4^C 4^ D 5^A 5^B

Dettagli

2. Politiche di gestione delle scorte

2. Politiche di gestione delle scorte Gestione ell Inventaio. Politiche i gestione elle scote.. Moelli singolo punto, singolo pootto, omana eteministica costante Gli appovvigionamenti sono peioici e l obiettivo è minimizzae il costo meio nel

Dettagli

Visualizzazione da documento digitale archiviato nel sistema di gestione documentale del Dipartimento della Protezione Civile - Stampabile e

Visualizzazione da documento digitale archiviato nel sistema di gestione documentale del Dipartimento della Protezione Civile - Stampabile e DPC Prot. E. n. 36795 del 20 luglio 2015 Visualizzazione da documento digitale archiviato nel sistema di gestione documentale del Dipartimento della Protezione Civile - Stampabile e archiviabile per le

Dettagli

Master Specializzazione Dottorato di Ricerca. 1 o più incarichi oltre 2 anni e fino a 3 anni. 1 o più incarichi oltre 1 anno e fino a 2 anni

Master Specializzazione Dottorato di Ricerca. 1 o più incarichi oltre 2 anni e fino a 3 anni. 1 o più incarichi oltre 1 anno e fino a 2 anni TABEA PE POGESSON VETA PE A ATEGOA EP ND ATO E FO A- FATTO orsi di formazione Da 5 a 5 ore Da 6 a 5 ore SPEFAZON Da 6 a 5 ore Oltre 6 ore PNTEGGO ante D.. 509/99 o speciali stica Perfezion amento o corsi

Dettagli

Kit con telefoni Pivot e centralino PABX

Kit con telefoni Pivot e centralino PABX Kit con telefoni Pivot e centralino PABX Art. 3642 Istruzioni d uso Per l utente Part. T4565B 6/2 DM M P M P M P M P FUNZIONI PINCIPALI Le seguenti operazioni possono essere effettuate senza nessuna specifica

Dettagli

ACCORDO NAZIONALE QUADRO TRA IL MINISTRO DELL'INTERNO

ACCORDO NAZIONALE QUADRO TRA IL MINISTRO DELL'INTERNO ACCODO NAZIONALE QUADO TA IL MINISTO DELL'INTENO ED I APPESENTANTI DELLE OGANIZZAZIONI SINDACALI DEL PESONALE DELLA POLIZIA DI STATO SIULP, SIAP, FSP, COISP, E PATTO FEDEALE ITALIA SICUA AI SENSI DELL'ATICOLO

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE EGIONE TOSCANA GIUNTA EGIONALE ESTATTO DAL VEBALE DELLA SEDUTA DEL 25-06-2013 (punto N 31 ) Delibera N 498 del 25-06-2013 Proponente LUIGI MAONI DIEZIONE GENEALE DIITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 573 del 31-7-2014 O G G E T T O

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE. n. 573 del 31-7-2014 O G G E T T O REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 6 VICENZA DELIBERAZIONE n. 573 del 31-7-2014 O G G E T T O Modifica della composizione del Nucleo di Ricerca Clinica (N.R.C.) aziendale. Proponente:

Dettagli

Francesca Sanna-Randaccio Lezione 8. SCELTA INTERTEMPORALE (continua)

Francesca Sanna-Randaccio Lezione 8. SCELTA INTERTEMPORALE (continua) Fancesca Sanna-Randaccio Lezione 8 SELTA INTERTEMPORALE (continua Valoe attuale nel caso di più peiodi Valoe di un titolo di cedito Obbligazioni Obbligazioni emesse dalla Stato. Relazione ta deficit e

Dettagli

ELENCO AZIONI MIGLIORAMENTO DEL CLIMA ORGANIZZATIVO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE

ELENCO AZIONI MIGLIORAMENTO DEL CLIMA ORGANIZZATIVO E VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE POG POG azione Progetto.. ELENCO AZIONI MIGLIOAMENTO DEL CLIMA OGANIZZATIVO E VALOIZZ DELLE ISOSE UMANE.. EVISIONE OGANIZZATIVA DELLA MACOSTUTTUA Assessore/ Cons.. EINGEGNEIZZ DEI POCESSI E CETIFIC DI

Dettagli

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE

REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE REGIONE TOSCANA AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE TOSCANA CENTRO Sede Legale Piazza Santa Maria Nuova n. 1 50122 Firenze DETERMINA DEL DIRIGENTE Numero del provvedimento Data del provvedimento Oggetto Contenuto

Dettagli

Scuola Lingue Estere dell Esercito Servizio di Prevenzione e Protezione Via B. Orsini, 3 06121 PERUGIA

Scuola Lingue Estere dell Esercito Servizio di Prevenzione e Protezione Via B. Orsini, 3 06121 PERUGIA Scuola Lingue Estere dell Esercito Servizio di Prevenzione e Protezione Via B. Orsini, 3 06121 PEUGIA Classificazione per macrosettore di attività (ATECO): 8 (Provvedimento Conferenza Stato egioni del

Dettagli

PROCEDURA. Modalità di Gestione degli Audit Interni

PROCEDURA. Modalità di Gestione degli Audit Interni originale copia controllata copia non controllata N. distribuzione interna a cura del Q bozza La presente procedura definisce le modalità di pianificazione e conduzione degli Audit Interni e le modalità

Dettagli

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana

Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana PRESIDENZA / ASSESSORATO: Assessorato regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana DIPARTIMENTO/UFFICIO SPECIALE/UFFICIO: Beni culturali e dell'identità siciliana Servizio Soprintendenza per

Dettagli

L esecuzione di monitoraggi ed analisi si esplica principalmente nelle seguenti attività:

L esecuzione di monitoraggi ed analisi si esplica principalmente nelle seguenti attività: Pag. 1 /6 8 Misurazione analisi e 8.1 Generalità L Istituto pianifica ed attua attività di monitoraggio, misura, analisi e (PO 7.6) che consentono di: dimostrare la conformità del servizio ai requisiti

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Risorse Umane e Relazioni Sindacali delegato dal Direttore Generale dell Azienda con

Dettagli

Scheda tecnica. Lampadina a risparmio energetico. Prodotto importato da paesi Extra UE da GREENPLUX s.r.l. - Triuggio - www.greenpluxprofessional.

Scheda tecnica. Lampadina a risparmio energetico. Prodotto importato da paesi Extra UE da GREENPLUX s.r.l. - Triuggio - www.greenpluxprofessional. 29 ma E14 4 W Flusso 29 W 4 kw/h 320 lm Apertura fascio 155 lumiso a 6000h: 65 cd 79x45 mm GP--S--LNG44 8057829373046 44 ma E14 5 W Flusso 35 W 5 kw/h 400 lm Apertura fascio 230 lumiso a 6000h: 44,7 cd

Dettagli

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE. Servizio Approvvigionamenti

REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE. Servizio Approvvigionamenti REGIONE DEL VENETO AZIENDA UNITA LOCALE SOCIO SANITARIA N. 6 VICENZA PROVVEDIMENTO DEL DIRIGENTE RESPONSABILE Servizio Approvvigionamenti delegato dal Direttore Generale dell Azienda con delibera regolamentare

Dettagli