I SERVIZI FINANZIARI ISMEA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I SERVIZI FINANZIARI ISMEA"

Transcript

1 I SERVIZI FINANZIARI ISMEA IL PANORAMA DELLE OPPORTUNITÀ Direzione Strumenti Finanziari

2 IL PROGRAMMA o La misura agevolata del primo insediamento giovani in agricoltura; o Le modalita di presentazione della domanda; o L istruttoria e la valutazione delle domande; o I Contratti 1

3 I SERVIZI FINANZIARI ISMEA CARATTERISTICHE INTERVENTO AGEVOLAZIONI INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA SUBENTRO IN AGRICOLTURA SVILUPPO ED AMPLIAMENTO IN AGRICOLTURA GARANZIE A PRIMA RICHIESTA Fondo di riassicurazione ed in fase di sviluppo Fondo credito 2

4 INSEDIAMENTO GIOVANI IN AGRICOLTURA REGIME DI AIUTO SA denominato Agevolazioni per l insediamento di giovani in agricoltura FAVORIRE L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN IMPRESE AGRICOLE COMPETITIVE 3

5 NUOVO BANDO INSEDIAMENTO GIOVANI IL PERCORSO APPROVATIVO DELLA CTC CON CRITERI PER PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE Coldiretti Fedagri - Confcooperative Confagricoltura Criteri e bando CIA 4

6 ELEMENTI QUALIFICANTI DEI CRITERI DI ATTUAZIONE DEL REGIME D AIUTO Bilanciamento del portafoglio Budget assegnato per territorio per mitigare rischi Budget assegnato 50 % al centro-nord e 50% sud ed isole Modalità di accesso Bando a sportello con graduatorie per ordine cronologico di presentazione Spread applicato Modello rating Ismea e spread dedicato in relazione alle caratteristiche dell azienda Soglie d intervento Ridotta la minima in caso di arrotondamento Aumentata la massima con cambio condizioni contrattuali Preammortamento Pagamento sola quota interessi cadenza semestrale fino a 24 mesi Facoltà di ammortizzare oneri notarili e tributari Vincolo parentale Introduzione polizze vita per le ditte individuali Tra padre e figlio e tra coniugi anche separati Tra affini entro il 1 grado (suocero/a genero/nuora) Copertura assicurativa in caso di decesso beneficiario per liberare eredi da impegni assunti verso ISMEA 5

7 AMMONTARE DELL AGEVOLAZIONE Il regime di aiuto prevede l erogazione di un premio in conto interessi di erogati in due tranche per l acquisto di efficienti strutture fondiarie agricole in favore di giovani che si insediano per la prima volta in agricoltura: 60% all inizio dell ammortamento dell intervento 40% dopo l attuazione del piano aziendale verificato con esito positivo da Ismea Il tasso applicato corrisponde al tasso base europeo vigente al momento della assunzione della determinazione, aumentato di 220 punti base ed abbattuto del contributo in conto interessi nella misura massima attualizzata di ,00 in caso di esito negativo della verifica del piano è prevista la revoca dell agevolazione con l ammortamento calcolato a tasso di mercato 6

8 A CHI SI RIVOLGE? IMPRESE INDIVIDUALI GIOVANI CON MENO DI 40 ANNI SOCIETA AGRICOLE DI PERSONE, CAPITALI OVVERO COOPERATIVE Requisiti del richiedente ETÀ COMPRESA TRA I 18 ANNI COMPIUTI E I 40 ANNI NON ANCORA COMPIUTI; CITTADINANZA DI UNO DEGLI STATI MEMBRI DELL UNIONE EUROPEA; RESIDENZA NEL TERRITORIO DELLA REPUBBLICA ITALIANA; COMPETENZA E CONOSCENZA PROFESSIONALE, ATTESTATA DA ALMENO UN REQUISITO SECONDO QUANTO STABILITO DAL PSR DI LOCALIZZAZIONE DELL INIZIATIVA; INSEDIARSI IN AGRICOLTURA PER LA PRIMA VOLTA IN QUALITÀ DI CAPO AZIENDA DI DITTA INDIVIDUALE OPPURE DI SOCIETÀ AGRICOLA ENTRO 3 MESI DALLA COMUNICAZIONE DI AMMISSIONE ALLE AGEVOLAZIONI 7

9 REQUISITI DELL AZIENDA OGGETTO DI INSEDIAMENTO..entro 3 mesi dalla comunicazione di ammissione alle agevolazioni titolare di partita IVA in campo agricolo iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio iscrizione al regime previdenziale agricolo Per le sole società agricole: Lo statuto della società deve altresì contenere una clausola impeditiva di atti di trasferimento di quote tali da far venir meno, per tutta la vigenza dell intervento fondiario, i requisiti soggettivi di accesso alle agevolazioni ovvero tali da comportare l insorgere di alcuno dei criteri di esclusione titolare di partita IVA in campo agricolo; iscrizione al registro delle imprese della Camera di Commercio; iscrizione al regime previdenziale agricolo; assunzione della responsabilità e rappresentanza legale della società; oggetto sociale esercizio esclusivo attività agricola art c.c.; recare indicazione di «società agricola» nella ragione sociale e nella denominazione sociale non assoggettata ad alcuna procedura concordataria o concorsuale né avere in corso alcun procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni; avere una maggioranza assoluta, numerica e di quote di partecipazione di soci di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti; essere amministrata da soggetti di età compresa tra i 18 anni compiuti e i 40 anni non compiuti. 8

10 MODALITÀ E LIMITI DELL INTERVENTO FONDIARIO Intervento mediante atto di vendita con patto di riservato dominio da a Intervento per richieste superiori a 2 M, con mutuo ipotecario (garanzia del 120%) Intervento in arrotondamento mediante mutuo ipotecario (garanzia del 120%) da a solo in caso di esito positivo della istruttoria è previsto un rimborso spese in relazione al valore di stima del terreno 9

11 PRINCIPALI MOTIVI DI ESCLUSIONE 1 Soggetti che al momento di presentazione della domanda risultino già insediati; Richiedenti che s insediano in imprese/società nelle quali in precedenza si è insediato un giovane; Richiedenti già in possesso di un decreto di concessione di un premio di primo insediamento; Richiedenti che s insediano in aziende create dal frazionamento di efficienti unità preesistenti; Interventi tra coniugi, parenti ed affini entro il primo grado; Azienda agricola già oggetto d intervento Ismea, riscattate da almeno cinque anni; Azienda agricola i cui terreni non siano in grado di assicurare la redditività dell iniziativa nonché la sostenibilità finanziaria della stessa 10

12 PRINCIPALI MOTIVI DI ESCLUSIONE 2 Azienda agricola i cui terreni hanno un valore di stima, inferiore al 60% del prezzo richiesto Collegamento/controllo tra acquirente/venditore o riconducibilità ad un unico centro di imputazione di interessi Aziende agricole sui cui terreni risultino trascritti pignoramenti immobiliari, iscritte ipoteche giudiziarie, atti di sequestro o ipoteche volontarie il cui debito residuo superi il 60% del prezzo stimato; Terreni condotti da altra impresa agricola con contratti d affitto e/o comodato di durata residua superiore a 5 anni; Aziende agricole i cui terreni evidenziano fenomeni di frammentazione e polverizzazione fondiaria 11

13 I PUNTI DI FORZA La Garanzia del riservato dominio; La garanzia al 120% per i mutui sull importo stimato; Il contributo di ,00 in conto interesse; Il tasso fisso competitivo; I 2 anni di preammortamento La durata del mutuo 12

14 PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI PRIMO INSEDIAMENTO ISTRUTTORIA Direzione Strumenti Finanziari

15 ACCESSO AL PORTALE La domanda deve essere presentata esclusivamente in forma telematica mediante il portale dedicato La domanda deve essere compilata da un soggetto accreditato presso il portale e munito di PEC a cui saranno inviate tutte le comunicazioni relative all iniziativa Il portale è accessibile anche dal sito istituzionale Ismea 14

16 COME PRESENTARE ACCESSO AL PORTALE LA DOMANDA E necessario compilare il form per la registrazione. 15

17 IL PORTALE Una volta accreditati si accede al portale ove compare la seguente maschera che consente l accesso ai format da compilare Domanda di ammissione alle agevolazioni per l'insediamento di giovani in agricoltura 16

18 SCELTA DELL INTERVENTO 17

19 LA DOMANDA D ACQUISTO Domanda di acquisto Impresa individuale Cognome Nome Codice fiscale Sesso Partita IVA Data di nascita Nato a (provincia) Nato a (Comune) Nazionalità Via N. civico 18

20 DOMANDA OPZIONE MUTUO PER ARROTONDAMENTO In relazione all impresa da condurre in arrotondamento 19

21 ALLEGATI ALLA DOMANDA 20

22 ALLEGATI OFFERTA 21

23 LA STRUTTURA AZIENDALE Localizzazione e caratteristiche fisiche del fondo Accesso al fondo Corpi fondiari Disponibilità di acqua Fabbricati Colture arboree Servitù attive e passive Ripartizione per qualità di coltura Indirizzo produttivo prevalente della zona 22

24 IL PIANO AZIENDALE SITUAZIONE INIZIALE Aspetti strutturali occupazionali risultati economici e sbocchi di mercato OBIETTIVI INDIVIDUATI PER LO SVILUPPO miglioramenti fondiari dotazioni - filiera DETTAGLI DELLE AZIONI cronoprogramma investimenti fonti di finanziamento - percorso formativo obiettivi di sostenibilità ambientale e di efficienza risorse 23

25 TRASMISSIONE DELLA DOMANDA Completata la compilazione dei format sul portale ed allegati in formato PDF i documenti richiesti, il sistema consente la CONVALIDA della domanda e la trasmissione della stessa ad ISMEA L avvenuto RICEVIMENTO della domanda viene confermato contestualmente via PEC al soggetto accreditato; il sistema rilascia il codice progetto 24

26 ITER ISTRUTTORIO Verifica di ammissibilità della domanda Istruttoria tecnica e legale Sopralluogo con valutazione del fondo Concessione agevolazioni, istruttoria contrattuale e Stipula contratti Le domande di accesso sono istruite secondo l'ordine cronologico di presentazione e devono contenere gli elementi necessari a valutare l ammissibilità ai fini della formazione delle graduatorie provvisorie e finali 25

27 AMMISSIBILITA DELLA DOMANDA Verifica di ammissibilità della domanda secondo l ordine cronologico di arrivo Verifica delle corretta e completa compilazione degli schemi di domanda e offerta Verifica della completezza e correttezza dei documenti trasmessi in allegato In caso di esito POSITIVO l istanza è ammessa alla fase dell ISTRUTTORIA TECNICO LEGALE In caso di esito NEGATIVO L INIZIATIVA E ESCLUSA 24

28 ISTRUTTORIA TECNICO LEGALE La documentazione trasmessa viene sottoposta a verifica in relazione ai criteri di attuazione del Regime d Aiuto Requisiti oggettivi Requisiti soggettivi Requisiti giuridici Requisiti economici e finanziari 27

29 SOPRALLUOGO Per le sole iniziative che hanno superato la fase dell istruttoria tecnico legale ISMEA richiede la trasmissione del plico in formato cartaceo Il sopralluogo è finalizzato a: Accertamento della consistenza e regolarità del fondo Verifica della capacità produttiva dei terreni e degli impianti Verifica attuabilità del piano aziendale Stima del valore del fondo Verifica della sostenibilità finanziaria dell iniziativa la fase del sopralluogo si conclude con la predisposizione di un rapporto di valutazione che viene sottoposto all approvazione degli organi decisionali dell Istituto 28

30 STIMA DEL FONDO A «CANCELLO APERTO» Metodologie in linea con le procedure stabilite dal codice delle valutazioni immobiliari redatto da Tecnoborsa in applicazione degli Standard Internazionali: Income approach (basato sulla capitalizzazione del beneficio fondiario) Cost approach (basato sul costo di ricostruzione deprezzato) Market approach (basato sulla comparazione di valori di mercato) Nel procedimento estimativo Ismea adotta dati e valori di riferimento rilevati da fonti ufficiali (ISTAT, CCIAA, Manualistica universitaria, VAM OMI Banca dati Ismea) 29

31 LA VALUTAZIONE DEL PIANO AZIENDALE ISMEA verifica: la rispondenza del piano alle caratteristiche del fondo; i dati imputati nel business plan procedendo ad eventuale correzione (si adottano dati medi in ordine ai ricavi ed ai costi rilevati da fonti ufficiali e riferiti ad un medio periodo); gli indici economici e finanziari di sostenibilità Le iniziative non sostenibili vengono escluse 30

32 INDICI ECONOMICI E FINANZIARI DI SOSTENIBILITÀ Gli indici vengono verificati nella fase iniziale e finale del piano FLUSSO DI CASSA INDICE DI SOSTENIBILITÀ RATA FINANZIAMENTO ISMEA (FLUSSO DI CASSA + RATA FINANZIAMENTO ISMEA) (Ismea si riserva di chiedere garanzie aggiuntive nel caso in cui non sussista la sostenibilità nel periodo di attuazione del piano) 31

33 DETERMINA Con l esclusione delle iniziative non sostenibili si definisce la GRADUATORIA DEFINITIVA CON DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE VIENE APPROVATA LA GRADUATORIA DEFINITIVA ED IL FINANZIAMENTO DELLE INIZIATIVE CAPIENTI PUBBLICAZIONE DELLA GRADUATORIA E COMUNICAZIONE AI BENEFICIARI (richiesta documentazione necessaria per la stipula, accettazione prezzo e condizioni) 32

34 SIMULAZIONE TASSO E RATA importo tasso mercato anni agev. 60% agev. 100% (dal primo aprile 2016: 2.23)

35 LA STIPULA FORME CONTRATTUALI Contratto di vendita con patto di riservato dominio Atto di acquisto in favore di Ismea e contestuale atto di rivendita al beneficiario con patto di riservato dominio la proprietà si acquista con il pagamento dell ultima rata di prezzo; non si può riscattare l azienda prima che siano trascorsi 5 anni; sussiste il vincolo d indivisibilità per 15 anni Contratto di mutuo Garanzia ipotecaria di I grado in favore di Ismea 34

36 AGEVOLAZIONI FISCALI Imposta di registro fissa nella misura di 200,00 euro Imposta catastale fissa nella misura di 200,00 euro Imposta ipotecaria pari all 1% 35

37 CONDIZIONI ALLA STIPULA Rimborso spese istruttoria Assicurazione (fabbricati/vita) Possibilità di dilazionare gli oneri di stipula nel periodo di preammortamento 36

38 INFORMAZIONI E CONTATTI viale Liegi Roma Tel /260 37

Post-it 14 aprile 2017

Post-it 14 aprile 2017 Post-it 14 aprile 2017 Aggiornamento su Bando Ismea su primo insediamento in agricoltura Bando Ismea: insediamento giovani in agricoltura Di seguito alcuni aggiornamenti relativi al Bando Ismea per l insediamento

Dettagli

I SERVIZI FINANZIARI ISMEA

I SERVIZI FINANZIARI ISMEA I SERVIZI FINANZIARI ISMEA il panorama delle opportunità Direzione Strumenti Finanziari ISMEA www.ismea.it www.ismeaservizi.it I SERVIZI FINANZIARI ISMEA CARATTERISTICHE INTERVENTO AGEVOLAZIONI INSEDIAMENTO

Dettagli

Regime di aiuto Primo Insediamento ISMEA Domande frequenti

Regime di aiuto Primo Insediamento ISMEA Domande frequenti Regime di aiuto Primo Insediamento ISMEA Domande frequenti 1. Quali sono i requisiti soggettivi per accedere alle agevolazioni per l'insediamento giovani in agricoltura? (ditta individuale e società) Alle

Dettagli

Bando per l insediamento di giovani in agricoltura; Criteri per l attuazione del regime di aiuto; Regolamento attuativo; Tabella di sintesi.

Bando per l insediamento di giovani in agricoltura; Criteri per l attuazione del regime di aiuto; Regolamento attuativo; Tabella di sintesi. TITOLO DOCUMENTO CIRCOLARE AREA TEMATICA LEGALE E RETI DI IMPRESA Circolare n. 15612 del 4 aprile 2017 OGGETTO del documento ISMEA_Bando da 65 mln per favorire il primo insediamento di giovani in agricoltura

Dettagli

IL PRIMO INSEDIAMENTO ISMEA

IL PRIMO INSEDIAMENTO ISMEA IL PRIMO INSEDIAMENTO ISMEA IL PRIMO INSEDIAMENTO AGEVOLAZIONI PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA REGOLAMENTO ATTUATIVO 1. Obiettivo della misura Favorire il ricambio generazionale in agricoltura

Dettagli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli AGENDA L ISMEA e le sue attività Il subentro in agricoltura Il riordino fondiario La garanzia fideiussoria 2 ISMEA Articolo 6, comma 5, decreto legislativo

Dettagli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli AGENDA L ISMEA e le sue attività Il subentro in agricoltura Il riordino fondiario Il fondo di garanzia diretta Informazioni e contatti 2 ISMEA Articolo

Dettagli

GIOVANI IMPRENDITORI IN AGRICOLTURA

GIOVANI IMPRENDITORI IN AGRICOLTURA GIOVANI IMPRENDITORI IN AGRICOLTURA IL PANORAMA DELLE OPPORTUNITÀ I servizi finanziari di Ismea Dr. Enrico Zamboni Dr.ssa Francesca Montinari www.ismea.it www.ismeaservizi.it Bologna, 12 marzo 2014 AGENDA

Dettagli

FAQ FONDO LATTE. (DM 18 aprile GU n. 104 del 5/5/2016)

FAQ FONDO LATTE. (DM 18 aprile GU n. 104 del 5/5/2016) FAQ FONDO LATTE (DM 18 aprile 2016 - GU n. 104 del 5/5/2016) 1 CHI SONO I BENEFICIARI DELL INTERVENTO? Le imprese produttrici di latte bovino, singole o associate, escluse quelle non in regola con i pagamenti

Dettagli

II BANDO PER L ANNO 2017 PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI DELLA FONDAZIONE ENPAM

II BANDO PER L ANNO 2017 PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI DELLA FONDAZIONE ENPAM II BANDO PER L ANNO 2017 PER LA CONCESSIONE DEI MUTUI IPOTECARI AGLI ISCRITTI DELLA FONDAZIONE ENPAM (come approvato con delibera n 79/2017 del Consiglio di Amministrazione nella seduta dell 8 Settembre

Dettagli

SCHEDA BANDO AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI

SCHEDA BANDO AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI AIUTI AI GIOVANI AGRICOLTORI ID Bando BA16-0566 Tempistica Le domande possono essere presentate entro il 15/11/2016 Territorio di riferimento Regione Puglia Oggetto Per favorire lo sviluppo integrato delle

Dettagli

AGEVOLAZIONE agricoltura IN AGRICOLTURA

AGEVOLAZIONE agricoltura IN AGRICOLTURA AGEVOLAZIOE PER Giovani imprenditori in L ISEDIAMETO DI GIOVAI agricoltura I AGRICOLTURA GIOVAI IMPREDITORI I AGRICOLTURA IL PAORAMA DELLE OPPORTUITÀ I servizi finanziari della Ismea REGIME D AIUTO. XA

Dettagli

Strumenti finanziari ISMEA. Imperia, aprile 2016

Strumenti finanziari ISMEA. Imperia, aprile 2016 Strumenti finanziari ISMEA Imperia, aprile 2016 L ISMEA 2 L ISMEA L ISMEA è un Ente pubblico economico soggetto alla vigilanza del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali (Mipaaf) Compito

Dettagli

RIFORMA DEL DECRETO LEGISLATIVO N MISURE IN FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IN AGRICOLTURA

RIFORMA DEL DECRETO LEGISLATIVO N MISURE IN FAVORE DELLA NUOVA IMPRENDITORIALITÀ IN AGRICOLTURA Pubblicato in G.U. il decreto attuativo con i nuovi criteri di accesso ai finanziamenti a tasso zero per il ricambio generazionale in agricoltura e sui requisiti per le nuove agevolazioni a progetti di

Dettagli

Subentro in agricoltura

Subentro in agricoltura Subentro in agricoltura Descrizione dell'agevolazione L'obiettivo del decreto legislativo n.185/2000 è quello di favorire la nuova imprenditorialità ed il ricambio generazionale in agricoltura. A CHI SI

Dettagli

Oggetto: Insediamento giovani Ismea note esplicative

Oggetto: Insediamento giovani Ismea note esplicative Direzione Regionale AS/rb Circolare n.: Prot. N. Oggetto: Insediamento giovani Ismea note esplicative Ambito di applicazione L obiettivo della misura è quello di favorire il turnover in agricoltura e sostenere

Dettagli

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI

ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI ALLEGATO B REGOLAMENTO PER INCENTIVI ALL ATTIVAZIONE DI TIROCINI FORMATIVI 1) FINALITA L obiettivo del regolamento è quello di sostenere le imprese che favoriscono l inserimento nel mondo del lavoro attraverso

Dettagli

BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA. (Determinazione del Direttore Generale n. 222 del 22 marzo 2017)

BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA. (Determinazione del Direttore Generale n. 222 del 22 marzo 2017) BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA (Determinazione del Direttore Generale n. 222 del 22 marzo 2017) 1 Art. 1 Finalità del Bando 1.1 L Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare

Dettagli

CONVENZIONE CNPR CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI

CONVENZIONE CNPR CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI SOLUZIONI CONVENIENTI CONDIZIONI VANTAGGIOSE TANTE OPPORTUNITÀ SERVIZI PER OGNI ESIGENZA CONVENZIONE CNPR CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA E ASSISTENZA A FAVORE DI RAGIONIERI E PERITI COMMERCIALI OFFERTA

Dettagli

MATERIALE INFORMATIVO. SINTESI misura INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI

MATERIALE INFORMATIVO. SINTESI misura INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI MATERIALE INFORMATIVO SINTESI misura 6.1.1 INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI 6.1.1 INSEDIAMENTO DI GIOVANI AGRICOLTORI ASPETTI GENERALI La tipologia di intervento persegue l obiettivo di incentivare

Dettagli

L Operazione si pone l obiettivo di favorire l accesso di giovani agricoltori qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale.

L Operazione si pone l obiettivo di favorire l accesso di giovani agricoltori qualificati nel settore agricolo e il ricambio generazionale. La Regione Lombardia ha approvato le disposizioni attuative per la presentazione le domande relative all Operazione 6.1.01 Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori

Dettagli

Studio Professionale AM Consulting

Studio Professionale AM Consulting INCENTIVI ALLE IMPRESE I FONDI INVITALIA PER L AUTOIMPRENDITORIALITA Invitalia promuove la creazione di nuove imprese o l'ampliamento di quelle già esistenti a condizione che la loro maggioranza, numerica

Dettagli

AMVA Avviso Pubblico per la richiesta di contributi finalizzati al sostegno alla creazione di nuova imprenditoria per il trasferimento d azienda

AMVA Avviso Pubblico per la richiesta di contributi finalizzati al sostegno alla creazione di nuova imprenditoria per il trasferimento d azienda AMVA Avviso Pubblico per la richiesta di contributi finalizzati al sostegno alla creazione di nuova imprenditoria per il trasferimento d azienda Pubblicato il 21/12/2012 Finalità Supportare la creazione

Dettagli

OFFERTA MUTUI DI BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA

OFFERTA MUTUI DI BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA SOLUZIONI CONVENIENTI CONDIZIONI VANTAGGIOSE TANTE OPPORTUNITÀ SERVIZI PER OGNI ESIGENZA OFFERTA MUTUI DI BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA Luglio 2017. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Dettagli

Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016

Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016 Ai gentili clienti Loro sedi Bando ISMEA e nuovi insediamenti agricoli: le domande vanno presentate entro il 10.06.2016 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la pubblicazione

Dettagli

FONDO CREDITO FAQ Le seguenti domande frequenti (FAQ) si riferiscono al Fondo Credito di cui all articolo 17, comma 4 del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102, la cui dotazione finanziaria di cinque

Dettagli

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014

Mutui ipotecari convenzionati ENASARCO 2014 Art. 1 Norme generali La fruizione delle condizioni convenzionate dalla Fondazione con gli Istituti concedenti è riservata agli iscritti, in possesso dei requisiti di cui al successivo art.3. La concessione

Dettagli

TASSI MESE DI LUGLIO BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi)

TASSI MESE DI LUGLIO BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) TASSI MESE DI LUGLIO 2011 TASSO DI RIFERIMENTO 3,05% BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) EURIBOR + 1,80 a 2,00% x Spread di fascia A 3,28%

Dettagli

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i)

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE 2013 (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) Entità del finanziamento A livello nazionale: 307 milioni di euro circa Per

Dettagli

Strumenti per l accesso l credito bancario

Strumenti per l accesso l credito bancario Strumenti per l accesso l al credito bancario 1 Dal FIG alla SGFA con decreto Legislativo n.102/2004, le attività in capo all ex Fondo Interbancario di Garanzia (FIG) sono state trasferite all ISMEA successivamente,

Dettagli

DEL CONTRATTO DI MUTUO RESIDENZIALE A TASSO VARIABILE

DEL CONTRATTO DI MUTUO RESIDENZIALE A TASSO VARIABILE Versione n. 2 del 10/15 data aggiornamento 01.10.2015 Copia per la Banca DOCUMENTO DI SINTESI DEL CONTRATTO DI MUTUO RESIDENZIALE A TASSO VARIABILE REDATTO AI SENSI DEL DECRETO LEGISLATIVO 1 SETTEMBRE

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO

Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito R E G O L A M E N TO Bando per l erogazione di contributi alle PMI finalizzati al sostegno per l accesso al credito Art. 1 Finalità R E G O L A M E N TO La Camera di Commercio di Como, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI CHIROGRAFARI AI PRIVATI

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI CHIROGRAFARI AI PRIVATI INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare di Puglia e Basilicata S.c.p.a. Via Ottavio Serena, n. 13-70022 - Altamura (BA) Tel.:080/8710268 -Fax: 080/8710745 [trasparenza@bppb.it/www.bppb.it] Iscrizione all

Dettagli

TASSI MESE DI OTTOBRE BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi)

TASSI MESE DI OTTOBRE BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) TASSI MESE DI OTTOBRE 2011 TASSO DI RIFERIMENTO 3,05% BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) Min. Max EURIBOR + 1,80 a 2,00% x Spread di fascia

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA

GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA GLI STRUMENTI FINANZIARI ISMEA Bologna, 12 marzo 2014 www.ismea.it www.ismeaservizi.it GLI STRUMENTI GARANZIE garanzia sussidiaria MERITO CREDITIZIO CAPITALE DI RISCHIO azioni dirette garanzia a prima

Dettagli

Banca richiedente ABI CAB Data

Banca richiedente ABI CAB Data Allegato A) MEDIOCREDITO CENTRALE SPA 00187 ROMA Pos. M.C. (a cura del Mediocredito Centrale) Banca richiedente ABI CAB Data L. 228/97 RILOCALIZZAZIONE DI ATTIVITA PRODUTTIVE COLLOCATE IN AREE A RISCHIO

Dettagli

Il sostegno è finalizzato a favorire il ricambio generazionale nell agricoltura molisana con due obiettivi centrali:

Il sostegno è finalizzato a favorire il ricambio generazionale nell agricoltura molisana con due obiettivi centrali: Sottomisura 6.1: Aiuti all avviamento di attività imprenditoriali per i giovani agricoltori Descrizione del tipo di intervento La sottomisura sostiene il seguente tipo di operazione: 01. primo insediamento

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana Allegato al D.D.G. n. 2742 del 25/09/2017 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AGRICOLTURA

Dettagli

NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO. (art. 11 comma 5 dei decreti 81/2008 e 106/2009)

NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO. (art. 11 comma 5 dei decreti 81/2008 e 106/2009) NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO (art. 11 comma 5 dei decreti 81/2008 e 106/2009) Entità del finanziamento Interventi finalizzati al miglioramento dei livelli di salute e

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI DESTINATI ALLE PMI ASSISTITI DAL FONDO TRANCHED COVER

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTI DESTINATI ALLE PMI ASSISTITI DAL FONDO TRANCHED COVER FOGLIO INFORMATIVO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare di Puglia e Basilicata S.c.p.a. Via Ottavio Serena, n. 13-70022 - Altamura (BA) Tel.: 080/8710268 -Fax: 080/8710745 [trasparenza@bppb.it / www.bppb.it]

Dettagli

1.CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

1.CHI PUO PRESENTARE DOMANDA Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

TASSI MESE DI NOVEMBRE BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi)

TASSI MESE DI NOVEMBRE BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) TASSI MESE DI NOVEMBRE 2011 DI RIFERIMENTO 3,05% BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) Min. Max EURIBOR + 1,80 a 2,00% x Spread di fascia A

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO ECOENERGY A CONDOMINI

FOGLIO INFORMATIVO FINANZIAMENTO ECOENERGY A CONDOMINI INFORMAZIONI SULLA BANCA Offerta Fuori Sede Promotore Finanziario Nome e Cognome Nr. Iscrizione Albo CHE COS È IL FINANZIAMENTO (pag. 1 di 11) PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE 14/03/2016 1- A TASSO FISSO

Dettagli

Bando Misura 6 Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori (Operazione 6.1.1)

Bando Misura 6 Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori (Operazione 6.1.1) Bando Misura 6 Incentivi per la costituzione di nuove aziende agricole da parte di giovani agricoltori (Operazione 6.1.1) Rocco Vittorio Restaino Autorità di Gestione PSR Basilicata 2014-2020 6.1 Aiuti

Dettagli

I. CARATTERISTICHE TIPICHE DELLE VARIE TIPOLOGIE DI MUTUO:

I. CARATTERISTICHE TIPICHE DELLE VARIE TIPOLOGIE DI MUTUO: Infor mativa mutui ipotecari prima casa ai sensi del D.L. n. 185/2008 Aggiornato febbraio 2016 Cassa Rurale Centrofiemme Banca di Credito Cooperativo Società Cooperativa Sede legale in Cavalese, P.zza

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO AL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA INNOVAZIONE TECNOLOGICA

BANDO PER IL SOSTEGNO AL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA INNOVAZIONE TECNOLOGICA BANDO PER IL SOSTEGNO AL MIGLIORAMENTO DELLE CONDIZIONI DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO, CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA INNOVAZIONE TECNOLOGICA Bologna, 7 ottobre 2014 FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE IN

Dettagli

SABATINI TER. Circolare n. 4 del

SABATINI TER. Circolare n. 4 del Circolare n. 4 del 29.03.2016 SABATINI TER La cd. Nuova Sabatini è finalizzata ad accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese e a migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana

REPUBBLICA ITALIANA. Regione Siciliana REPUBBLICA ITALIANA Prot. n. 2662 del 5/05/207 Regione Siciliana ASSESSORATO REGIONALE DELL AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AGRICOLTURA REGOLAMENTO

Dettagli

Circolare 6 agosto 2015, n. 59282

Circolare 6 agosto 2015, n. 59282 Circolare 6 agosto 2015, n. 59282 Criteri e modalità di concessione delle agevolazioni di cui alla legge n. 181/1989 in favore di programmi di investimento finalizzati alla riqualificazione delle aree

Dettagli

"4 Risorse per la Tua Impresa"

4 Risorse per la Tua Impresa "4 Risorse per la Tua Impresa" I nuovi strumenti per favorire l'accesso al credito della Camera di Commercio di Prato 4 Risorse per la Tua Impresa GLI STRUMENTI 1. Bando per la concessione di contributi

Dettagli

RELAZIONE AZIENDALE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE AZIENDALE ILLUSTRATIVA RELAZIONE AZIENDALE ILLUSTRATIVA Settore Commercio (Da presentare su richiesta dell Ente di garanzia) Dati anagrafici Ditta / Ragione sociale / Denominazione Forma giuridica Codice fiscale Data costituzione

Dettagli

Subentro in agricoltura.

Subentro in agricoltura. Subentro in agricoltura. Le tue radici per una nuova impresa. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo III Le norme nazionali e comunitarie hanno la prevalenza

Dettagli

Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività

Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Giovani Imprenditori in Agricoltura: Gli strumenti di Invitalia per lo sviluppo e la competitività Convegno OIGA 2009-10

Dettagli

Provincia di Reggio Calabria Settore Lavoro e Politiche Sociali Politiche Giovanili Attività Produttive -Servizio

Provincia di Reggio Calabria Settore Lavoro e Politiche Sociali Politiche Giovanili Attività Produttive -Servizio 1 Provincia di Reggio Calabria Settore Lavoro e Politiche Sociali Politiche Giovanili Attività Produttive -Servizio Attività Produttive- CONVENZIONE SOSTEGNO allo SVILUPPO SCHEDA INFORMATIVA Marzo 2011

Dettagli

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA

1. CHI PUO PRESENTARE DOMANDA Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

Misura a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno, denominata Resto al Sud

Misura a favore dei giovani imprenditori nel Mezzogiorno, denominata Resto al Sud Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili Circondario del Tribunale di Napoli Commissione di Studio Agevolazioni Finanziarie Nazionali e Regionali Misura a favore dei giovani imprenditori

Dettagli

DECRETO N. 354 Del 25/01/2016

DECRETO N. 354 Del 25/01/2016 DECRETO N. 354 Del 25/01/2016 Identificativo Atto n. 20 DIREZIONE GENERALE CULTURE, IDENTITA' E AUTONOMIE Oggetto RIDETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO ASSEGNATO ALLA SOCIETÀ OPERAIA DI MUTUO SOCCORSO DI VOGHERA

Dettagli

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L AVVIO DI NUOVE IMPRESE

DOMANDA DI CONTRIBUTO PER L AVVIO DI NUOVE IMPRESE ALLEGATO B - MODELLO DI DOMANDA Marca da bollo da 16,00 Da applicare in questo riquadro se la domanda è presentata in forma cartacea. Se inviata tramite PEC, annullare la marca da bollo e specificare di

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE COMUNALI COMUNE DI TIVOLI Città Metropolitana di Roma Capitale REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE COMUNALI Adottato con Deliberazione del Consiglio comunale n. 1 del

Dettagli

«Al Via» Lombardia Agevolazioni per la valorizzazione degli investimenti aziendali

«Al Via» Lombardia Agevolazioni per la valorizzazione degli investimenti aziendali «Al Via» Lombardia Agevolazioni per la valorizzazione degli investimenti aziendali 1 «Al Via» Agevolazioni Lombarde Finalità e avvio dell iniziativa: 13 giugno 2017: pubblicato il bando Dotazione finanziaria

Dettagli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli

I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli I Servizi ISMEA per i giovani imprenditori agricoli AGENDA L ISMEA e le sue attività Il problema del ricambio generazionale Il subentro in agricoltura Il fondo di garanzia diretta Il fondo di garanzia

Dettagli

NASCITA E SVILUPPO DI SOCIETA' COOPERATIVE

NASCITA E SVILUPPO DI SOCIETA' COOPERATIVE NASCITA E SVILUPPO DI SOCIETA' COOPERATIVE Presentazione delle domande: a partire dal 20 luglio 2015, fino ad esaurimento delle risorse. TERRITORIO: Tutto il territorio nazionale. OBIETTIVI GENERALI Con

Dettagli

L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres.

L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres. L.R. 1/2005, art. 4, c. 96 B.U.R. 3/8/2005, n. 31 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 13 luglio 2005, n. 0230/Pres. Regolamento recante criteri e modalità per la concessione e l erogazione dei contributi

Dettagli

REGIONE PUGLIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE ED AMBIENTALE. Programma Sviluppo Rurale FEASR

REGIONE PUGLIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE ED AMBIENTALE. Programma Sviluppo Rurale FEASR UNIONE EUROPEA REGIONE PUGLIA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE PUGLIA DIPARTIMENTO AGRICOLTURA, SVILUPPO RURALE ED AMBIENTALE Programma Sviluppo Rurale FEASR 2014-2020 MISURA 6 Sviluppo delle aziende agricole

Dettagli

Segnaliamo infine il nominativo della referente che resta a disposizione per fornire ogni eventuale richiesta di approfondimento:

Segnaliamo infine il nominativo della referente che resta a disposizione per fornire ogni eventuale richiesta di approfondimento: CONFIMI RAVENNA NEWS N. 11 DEL 15/05/2013 ECONOMICO OGGETTO: ITALIA LAVORO SPA PROGRAMMA AMVA (APPRENDISTATO E MESTIERI A VOCAZIONE ARTIGIANALE) AVVISO PUBBLICO PER LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI FINALIZZATI

Dettagli

ISMEA: Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale. Circolare n Prot. 778 Roma, 13 maggio 2016

ISMEA: Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale. Circolare n Prot. 778 Roma, 13 maggio 2016 TITOLO DOCUMENTO ISMEA: Misure in favore dell autoimprenditorialità in agricoltura e del ricambio generazionale. TEMATICA Sviluppo sostenibile ed innovazione SETTORE Sviluppo di impresa ARGOMENTO SPECIFICO

Dettagli

MISURA Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori

MISURA Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori MISURA 112 1. Titolo della Misura Insediamento di giovani agricoltori 2. Articoli di riferimento Titolo IV, Capo I, sezione 1, Articolo 20 lettera a) punto ii e sottosezione 1, Articolo 22 del Regolamento

Dettagli

TASSI MESE DI DICEMBRE 2011. BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi)

TASSI MESE DI DICEMBRE 2011. BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) TASSI MESE DI DICEMBRE 2011 DI RIFERIMENTO 3,05% BANCA POPOLARE DI ANCONA LINEA INTERVENTI SPECIALI E/O AGEVOLATI NECESSITA' AZIENDALI (19-60 mesi) Min. Max EURIBOR + 1,80 a 2,00% x Spread di fascia A

Dettagli

Il regime d aiuto è applicabile sul territorio nazionale nel rispetto della normativa europea in materia di aiuti di Stato nel settore agricolo.

Il regime d aiuto è applicabile sul territorio nazionale nel rispetto della normativa europea in materia di aiuti di Stato nel settore agricolo. Introduzione Nell ambito delle politiche di sviluppo rurale ed in armonia con la normativa comunitaria, nazionale e regionale, l Ismea, organismo fondiario nazionale, intende incentivare l insediamento

Dettagli

Firma per convalida dati (il richiedente) Firma per convalida dati (il delegato).

Firma per convalida dati (il richiedente) Firma per convalida dati (il delegato). 1 Fac-simile Domanda di ammissione subentro/ditta individuale... 2 2 Fac-simile Domanda di ammissione subentro/società... 5 3 Fac-simile Domanda di ammissione ampliamento/ditta individuale... 8 4 Fac-simile

Dettagli

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura ARTEA Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura Istruzioni agli Enti per la compilazione del verbale di istruttoria delle domande di pagamento Misura 112 Insediamento giovani agricoltori

Dettagli

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ABITAZIONE PRINCIPALE SCHEDA INFORMATIVA SINTETICA

MUTUI GARANTITI DA IPOTECA PER L ABITAZIONE PRINCIPALE SCHEDA INFORMATIVA SINTETICA INFORMAZIONI SULLA BANCA CREDICOOP CERNUSCO SUL NAVIGLIO S.C. Sede legale e amministrativa : 20063 Cernusco s/naviglio (Mi), Piazza Unità d Italia, 2. Numero di telefono: 02/92114.1 fax 02/92659124 Indirizzo

Dettagli

Microcredito Imprenditoriale

Microcredito Imprenditoriale Microcredito Imprenditoriale Pavia, 13 dicembre 2016 La normativa Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni normative; il Ministero dell economia e delle finanze (D.M. 17/10/2004

Dettagli

Fondo Rotativo Piccolo Credito. Fondo di Riassicurazione. Garanzia Equity. Voucher Garanzia

Fondo Rotativo Piccolo Credito. Fondo di Riassicurazione. Garanzia Equity. Voucher Garanzia FARE LAZIO La Regione dà credito ai tuoi progetti 62,5 milioni di euro per l accesso al credito di piccole e medie imprese e liberi professionisti CON FARE CREDITO QUATTRO STRUMENTI INNOVATIVI PER OFFRIRE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI RATEIZZAZIONI PER IL PAGAMENTO DELLE ENTRATE TRIBUTARIE Indice: Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Criteri di ammissione al beneficio della rateizzazione Art. 3 Contenuto

Dettagli

BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA. (Determinazione del Direttore Generale n. 230 del 6 aprile 2016)

BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA. (Determinazione del Direttore Generale n. 230 del 6 aprile 2016) BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA (Determinazione del Direttore Generale n. 230 del 6 aprile 2016) 1 Art. 1 Finalità del Bando 1.1 L Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare

Dettagli

Allegato parte integrante

Allegato parte integrante Allegato parte integrante Allegato d) - Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità per gli aiuti alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO CO-FINANZIAMENTO (E LOCAZIONE FINANZIARIA) FONDO DI ROTAZIONE PER L IMPRENDITORIALITA (FRIM) LINEA DI INTERVENTO 7 COOPERAZIONE

FOGLIO INFORMATIVO CO-FINANZIAMENTO (E LOCAZIONE FINANZIARIA) FONDO DI ROTAZIONE PER L IMPRENDITORIALITA (FRIM) LINEA DI INTERVENTO 7 COOPERAZIONE FOGLIO INFORMATIVO CO-FINANZIAMENTO (E LOCAZIONE FINANZIARIA) FONDO DI ROTAZIONE PER L IMPRENDITORIALITA (FRIM) LINEA DI INTERVENTO 7 COOPERAZIONE Numero 2 Data ultimo aggiornamento 1 ottobre 2015 Sezione

Dettagli

Prime considerazioni sui profili finanziari e assicurativi della Legge per la ricostruzione

Prime considerazioni sui profili finanziari e assicurativi della Legge per la ricostruzione Prime considerazioni sui profili finanziari e assicurativi della Legge per la ricostruzione (Legge 15 dicembre 2016, n. 229 Conversione in legge con modificazioni, del decreto legge 17 ottobre 2016, n.

Dettagli

Applicazione n. 7. Contributi c/impianti

Applicazione n. 7. Contributi c/impianti Applicazione n. 7 Contributi c/impianti Contributi in c/capitale. (OIC 16 Immobilizzazioni materiali) La dottrina e la prassi contabile suddividono i contributi pubblici in: a) Contributi in conto esercizio;

Dettagli

FAQ FONDO LATTE (DM 18 aprile GU n. 104 del 5/5/2016)

FAQ FONDO LATTE (DM 18 aprile GU n. 104 del 5/5/2016) FAQ FONDO LATTE (DM 18 aprile 2016 - GU n. 104 del 5/5/2016) 1 CHI SONO I BENEFICIARI DELL INTERVENTO? Le imprese produttrici di latte bovino, singole o associate, escluse quelle non in regola con i pagamenti

Dettagli

Leasing Immobiliare. Il Leasing Immobiliare è la soluzione ideale per il finanziamento di immobili a uso professionale, industriale o commerciale.

Leasing Immobiliare. Il Leasing Immobiliare è la soluzione ideale per il finanziamento di immobili a uso professionale, industriale o commerciale. QUALI SONO LE ESIGENZE Leasing Immobiliare Il Leasing Immobiliare è la soluzione ideale per il finanziamento di immobili a uso professionale, industriale o commerciale. IL PRODOTTO IN SINTESI Beneficiari

Dettagli

OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA

OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA CIRCOLARE n. 06/2015 OGGETTO: AGEVOLAZIONI PER LA BREVETTAZIONE E PER LA VALORIZZAZIONE ECONOMICA DEI BREVETTI. MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO-INVITALIA A chi si rivolge Misura 1: Premi per la brevettazione

Dettagli

Regione Autonoma della Sardegna

Regione Autonoma della Sardegna Regione Autonoma della Sardegna Modalità e procedure per l erogazione dell aiuto agli operatori biologici iscritti nell elenco regionale, relativo al rimborso delle spese di controllo e certificazione,

Dettagli

CAPITOLATO NORMATIVO SOMMARIO

CAPITOLATO NORMATIVO SOMMARIO CAPITOLATO NORMATIVO SERVIZIO FINANZIARIO RELATIVO ALLA CONCESSIONE DI UN MUTUO CHIROGRAFARIO VENTENNALE PER RIVIERACQUA S.C.P.A., DESTINATO AL FINANZIAMENTO DELL INDENNIZZO DOVUTO ALLA SOCIETÀ AMAT S.P.A.

Dettagli

Divisione Risorse Finanziarie /024 Area Programmazione Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Divisione Risorse Finanziarie /024 Area Programmazione Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Divisione Risorse Finanziarie 2017 05560/024 Area Programmazione Ufficio Finanziamenti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 99 approvata il 30 novembre 2017 DETERMINAZIONE: MUTUO

Dettagli

APPENDICE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA

APPENDICE ALLO STUDIO DI FATTIBILITA Azienda oggetto di subentro AZIENDA CEDENTE Cognome (o Ragione sociale in caso di Società) Nome Codice Fiscale Sesso Partita IVA M F Data di nascita Comune di nascita Provincia Domicilio n. civico n. telefono

Dettagli

Oggetto: richiesta di mutuo ipotecario - convenzione UNIONE MEDIATORI CREDITIZI ITALIANI SRL

Oggetto: richiesta di mutuo ipotecario - convenzione UNIONE MEDIATORI CREDITIZI ITALIANI SRL Allegato 2, luogo data Spett.le Dipendenza di Oggetto: richiesta di mutuo ipotecario - convenzione In conformità all accordo in essere con la Vostra Banca, riguardante la promozione dei Vostri mutui ipotecari

Dettagli

Circolare n. 142 del 18 Ottobre 2017

Circolare n. 142 del 18 Ottobre 2017 Circolare n. 142 del 18 Ottobre 2017 Credito d imposta amianto 2016: on line le imprese ammesse al beneficio Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, il Ministero dell'ambiente e della

Dettagli

Ministero per i Beni e le Attività Culturali

Ministero per i Beni e le Attività Culturali Modalità di accesso ai contributi finanziari sugli interventi conservativi volontari su beni culturali previsti dal Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 Istruzioni procedurali Persone giuridiche

Dettagli

BANCA POPOLARE DI BERGAMO

BANCA POPOLARE DI BERGAMO BANCA POPOLARE DI BERGAMO PRODOTTI Tasso fisso (da 5 a 30 anni) Tasso variabile (da 5 a 50 anni) Prossimamente rata costante e modulare SPREAD E RATING Lo spread viene definito in fase di delibera Prodotti

Dettagli

DIRETTIVE REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA SOTTOMISURA 6.1 BANDO 2016 Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori

DIRETTIVE REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA SOTTOMISURA 6.1 BANDO 2016 Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori Allegato 3 al Decreto n. 1632/34 del 14.7.2016 DIRETTIVE REGIONALI PER L ATTUAZIONE DELLA SOTTOMISURA 6.1 BANDO 2016 Aiuti all'avviamento di imprese per i giovani agricoltori PORTATA FINANZIARIA Le risorse

Dettagli

Fiscal News N La circolare di aggiornamento professionale

Fiscal News N La circolare di aggiornamento professionale Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 168 13.04.2012 Moratoria debiti: nuovo accordo per il credito alle PMI La parziale deducibilità degli interessi passivi punisce anche i bilanci

Dettagli

OPPORTUNITÁ AGEVOLATIVE PER LE IMPRESE: SABATINI TER 21 GIUGNO Federica Frattali U.O. Agevolazioni

OPPORTUNITÁ AGEVOLATIVE PER LE IMPRESE: SABATINI TER 21 GIUGNO Federica Frattali U.O. Agevolazioni OPPORTUNITÁ AGEVOLATIVE PER LE IMPRESE: SABATINI TER 21 GIUGNO 2016 Federica Frattali U.O. Agevolazioni Riferimenti normativi Decreto Beni Strumentali c.d. Sabatini Ter Prevede un contributo in c/impianti

Dettagli

MODELLO DI DOMANDA MISURA

MODELLO DI DOMANDA MISURA Fondo 13 Euro/tonnellata premiata Programma per l erogazione di contributi per il potenziamento e l adeguamento dei Centri di Raccolta dei RAEE Bando del 15 dicembre 2016 MODELLO DI DOMANDA MISURA 3 0000

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale Reg. (UE) 1305/2013

Programma di Sviluppo Rurale Reg. (UE) 1305/2013 Allegato 2) alla Determinazione n. DPD020/395 del 7/11/2017 Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 Reg. (UE) 1305/2013 BANDO PUBBLICO PER L ATTIVAZIONE DELLE MISURE M06 SVILUPPO DELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli

CHIARIMENTI. Bando per l insediamento di giovani in agricoltura Regime di aiuto SA 40395

CHIARIMENTI. Bando per l insediamento di giovani in agricoltura Regime di aiuto SA 40395 Bando per l insediamento di giovani in agricoltura Regime di aiuto SA 40395 CHIARIMENTI 1. DOMANDA: Il bando finanzia anche domande per le quali l'importo richiesto è compreso tra 100.000 e 250.000 euro,

Dettagli

Leggi a sostegno della creazione d impresad. Il pacchetto Autoimpiego La Microimpresa

Leggi a sostegno della creazione d impresad. Il pacchetto Autoimpiego La Microimpresa Leggi a sostegno della creazione d impresad Il pacchetto Autoimpiego La Microimpresa 1 Microimpresa I riferimenti normativi Decr. Lgs. 185 del 2000; Regolamento attuativo n. 295 del 2001 2 Destinatari

Dettagli

Misura Insediamento di giovani agricoltori. Insediamento di giovani agricoltori. Codice Misura 112

Misura Insediamento di giovani agricoltori. Insediamento di giovani agricoltori. Codice Misura 112 5.3.1.1.2 Misura 112 - Insediamento di giovani agricoltori Misura Insediamento di giovani agricoltori Codice Misura 112 Reg CE 1698/05 articolo 20, lettera a), punto ii); articolo 22 Orientamenti Strategici

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. MISURA 4 Operazione SOSTEGNO A INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO. MISURA 4 Operazione SOSTEGNO A INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE Allegato parte integrante fac-simile del business plan semplificato PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE 2014-2020 MISURA 4 Operazione 4.1.1 SOSTEGNO A INVESTIMENTI NELLE AZIENDE AGRICOLE

Dettagli