Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014"

Transcript

1 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Trimestrale 2014 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati, da Borsa Italiana e da ANIA A cura di F. Ierardo

2 Premessa Dall inizio dell anno in corso, l indice l assicurativo è composto da 6 gruppi: Le Generali, Unipol, UnipolSai, Cattolica, Vittoria e Mediolanum. L uscita L di scena di Fondiaria Sai, Milano e Premafin, che appartenevano alla galassia della famiglia Ligresti, ne ha ridotto il numero. Al fine di rendere comparabili i dati di Unipol al 31 marzo 2014 con quelli al 31 marzo 2013, i valori economici di quest ultima ultima data sono stati rideterminati,, tenendo conto dell acquisizione dell ex ex gruppo Premafin/Fondiaria Sai. Per soddisfare la stessa esigenza, i dati al 31 marzo 2013 di UnipolSai sono stati rielaborati a perimetro omogeneo post fusione. Tutto questo è stato segnalato dagli amministratori nei documenti ufficiali del bilancio consolidato di entrambi i gruppi. Mediolanum dal 2013, in base a una decisione congiunta di Banca d Italia, Ivass e Consob, è da annoverarsi ormai tra i conglomerati finanziari a prevalenza bancaria, ricadendo così sotto la supervisione della Banca d Italia. Di conseguenza, a partire dallo scorso anno, questo gruppo po è stato obbligato a redigere il suo bilancio consolidato secondo le regole previste per le banche e per le società finanziarie capogruppo di gruppi bancari. Come sempre, in relazione ai gruppi assicurativi quotati in borsa, sono stati analizzati gli aspetti gestionali principali: la raccolta, la redditività,, la solvibilità,, la capitalizzazione di borsa. In relazione alla redditività del Vita, a differenza di altre occasioni, è stato considerato solo il parametro del flusso netto che deriva dalla contrapposizione tra premi netti e oneri netti per sinistri. In conclusione, si segnala che, sull insieme dei versanti qui monitorati, i gruppi assicurativi quotati ti in borsa hanno ostentato performances positive in rialzo. Ha fatto eccezione Mediolanum, i cui risultati, sempre di segno più,, hanno subito un calo. 2

3 La raccolta

4 L andamento del portafoglio diretto nella trimestrale 2014 Segmento Vita (Slide n n 5) Tutti i gruppi quotati hanno registrato una crescita della raccolta. Anche qui ha fatto eccezione Mediolanum. Verosimilmente, anche questa volta, come è accaduto fino a dicembre 2013, l ennesimo l calo del fatturato di quest ultimo ultimo gruppo è dipeso, più che altro, dalla preferenza dei clienti per i prodotti di Banca Mediolanum. Cattolica e Vittoria sono stati gli unici gruppi ad aver segnato o un incremento maggiore della media di mercato. Quello del primo è stato determinato, in maniera rilevante, dal contributo dei principali canali distributivi, a partire da quello bancario. Quello del secondo è stato quello più vistoso, anche se, come in altri periodi, si è andato ad innestare su basi antecedenti molto modeste. Segmento Danni (Slide n n 6) Ha conseguito un incremento della raccolta solo Vittoria. La contrazione più cospicua ha riguardato Unipol e Unipol Sai (a perimetro omogeneo), impegnati probabilmente anche in operazioni di pulizia del portafoglio. Tra i gruppi in perdita solo Cattolica ha evidenziato una contrazione inferiore alla media di mercato. Portafoglio totale (Slide n 7) n L andamento del portafoglio totale dei gruppi assicurativi quotati in borsa ha rispecchiato la dinamica riscontrata nei segmenti Vita e Danni. Mercato. L ANIA ha recentemente reso disponibili sia i premi diretti Vita sia s quelli Danni. Quelli Vita, relativi alle polizze individuali delle imprese italiane/extra europee e di quelle UE, hanno segnato rispettivamente un incremento del + 48,7% e un calo del - 0,8%. L incremento L totale del Vita, rispetto all analogo analogo periodo dell anno precedente, è stato del 40,1%. I premi diretti Danni, raccolti dalle imprese italiane/ extra europee e di quelle UE hanno mostrato rispettivamente un calo del -2,4% e del -2,2%. Globalmente la flessione è stata del -2,4%. 4

5 La raccolta diretta Vita dei gruppi quotati in borsa Cifre in milioni di euro, in % Generali Italia Unipol Unipol Sai Cattolica Vittoria Mediolanum mar Var% 27,0% 21,5% 13,7% 50,9% 78,1% -23,3% 100,0% 80,0% 60,0% 40,0% 20,0% 0,0% -20,0% -40,0% ,5% ,5% Aggregato mar-13 Gruppo Generali (1) Nell aggregato è stato considerato solo Unipol, il cui fatturato è stato composto anche dalle compagnie confluite ora in UnipolSai. Gli importi del 2013 sono da ritenersi a perimetro omogeneo. (2) Nell aggregato, in relazione al gruppo Generali, è stata inclusa solo Generali Italia. (3) Le cifre 2013 di UnipolSai sono state rideterminate a perimetro omogeneo post fusione. 5

6 La raccolta diretta Danni dei gruppi quotati in borsa Cifre in milioni di euro, in % Generali Italia Unipol Unipol Sai Cattolica Vittoria mar Var% -3,1% -6,6% -6,9% -0,5% 6,1% 8,0% 6,0% 4,0% 2,0% 0,0% -2,0% -4,0% -6,0% -8,0% ,3% -1,6% Aggregato mar-13 Gruppo Generali (1) Nell aggregato è stato considerato solo Unipol, il cui fatturato è stato composto anche dalle compagnie confluite ora in UnipolSai. Gli importi del 2013 sono da ritenersi a perimetro omogeneo. (2) Nell aggregato, in relazione al gruppo Generali, è stata inclusa solo Generali Italia. (3) Le cifre 2013 di UnipolSai sono state rideterminate a perimetro omogeneo post fusione. 6

7 La raccolta diretta totale dei gruppi quotati q in borsa Cifre in milioni di euro, in % Generali Italia Unipol Unipol Sai Cattolica Vittoria Mediolanum 40,0% 30,0% 20,0% 10,0% 0,0% -10,0% -20,0% -30,0% mar Var% 16,9% 6,2% 2,1% 31,2% 14,9% -23,3% ,4% +9,5% Aggregato mar-13 Gruppo Generali (1) Nell aggregato è stato considerato solo Unipol, il cui fatturato è stato composto anche dalle compagnie confluite ora in UnipolSai. Gli importi del 2013 sono da ritenersi a perimetro omogeneo. (2) Nell aggregato, in relazione al gruppo Generali, è stata inclusa solo Generali Italia. (3) Le cifre 2013 di UnipolSai sono state rideterminate a perimetro omogeneo post fusione. 7

8 La redditività

9 La redditività della trimestrale 2014 In relazione alla trimestrale 2014, sul lato della redditività (risultato ante imposte, risultato consolidato, risultato di pertinenza del gruppo) tutti i gruppi quotati in borsa hanno mostrato performances positive in aumento rispetto all analogo analogo periodo dell anno precedente. Mediolanum si è distinta. Pur continuando ad evidenziare dati positivi, le sue performances sono state in flessione. Con riferimento imento ad Unipol è rimasto invariato solo l utile l ante imposte, mentre sono cresciuti sia il risultato consolidato sia quello di pertinenza del gruppo. (Slide n n 12) Catena del valore Processo di formazione dell utile ante imposte 2013 (da slide n n 13 a slide n n 22) Questa volta Vittoria non è presente nell analisi della catena del valore, poiché il suo resoconto intermedio integrale, relativo al periodo qui considerato, non è ancora disponibile. In effetti, questo gruppo include solo in questo documento l allegato l del conto economico, suddiviso per segmenti di attività. Sotto il profilo qualitativo,, nel processo di formazione dell utile ante imposte, l apporto l positivo dell attivit attività assicurativa di tutti i gruppi qui considerati si è confermato decisamente maggiore delle altre attività. L eccezione di Mediolanum, il cui contributo della propria attività assicurativa è comunque positivo, si spiega con il suo particolare modello di business, che comprende, come attività di rilievo, anche quelle Banking e Asset Management. Nella catena del valore è prevalso l apporto l del segmento Danni o di quello del Vita laddove il loro peso è stato preponderante nella composizione del portafoglio. Solo nel caso di Cattolica, nel cui portafoglio prevale il Vita, l apporto maggiore è stato fornito dal segmento Danni. Il segmento Danni, il cui risultato ante imposte è stato positivo per tutti i gruppi, ha accresciuto il suo peso solo s nei casi di Generali e UnipolSai. Il segmento Vita, il cui risultato ante imposte si è confermato positivo per tutti i gruppi, ha incrementato la sua incidenza percentuale solo nei casi di Generali e Cattolica. Infine, in questa catena del valore, il contributo complessivo delle d altre attività non core di Mediolanum è passato dal segno meno al segno più. Segue 9

10 La redditività della trimestrale 2014 Per i gruppi restanti, solo il contributo complessivo delle attivit vità non assicurative di Cattolica si è confermato positivo, anche se lievemente e con un risultato sostanzialmente stabile. Sempre sullo stesso lato, quello di Generali, Unipol e Unipol Sai è stato invece negativo, ma in incremento solo per il primo di questi 3 gruppi. Sotto il profilo quantitativo,, il valore assoluto del risultato ante imposte del segmento Danni ni sono cresciuti solo per Generali e UnipolSai; è diminuito quello di Unipol; è rimasto stabile quello di Cattolica. Quello del segmento Vita è aumentato solo per Generali e Cattolica. Quello delle attività non core di Mediolanum e quello delle attività non assicurative degli altri gruppi riflettono la dinamica qualitativa descritta in precedenza. Nella catena del valore di Mediolanum, il contributo positivo delle attività italiane è stato ancora nettamente prevalente, seppur con un risultato globale in decremento. A tal proposito, di quelle che compongono il suo modello di business (Life, Banking e Asset Management), ha aumentato il suo apporto positivo solo quest ultimo ultimo segmento. Infine, si è rivelato in forte calo il contributo delle attività straniere, le quali hanno ridotto ulteriormente il loro peso percentuale marginale. Combined ratio del segmento Danni (Slide n n 23) Sul versante della gestione strettamente assicurativa Danni, il combined ratio di tutti i gruppi quotati si è mantenuto sotto la soglia critica del 100%. Le Generali, Cattolica e Vittoria hanno conseguito ulteriori progressi. Solo Unipol e Unipol Sai hanno segnato una contrazione. Tuttavia, il calo è da attribuire solo alla maggiore incidenza delle spese di gestione sui premi in calo, ai superiori costi derivanti dalla ricomposizione del portafoglio e al rilancio produttivo di UnipolSai. In effetti, il loss ratio dei 2 gruppi in questione (rapporto sinistri/premi) ha guadagnato altri margini di miglioramento. Segue 10

11 La redditività della trimestrale 2014 Flussi delle principali entrate ed uscite tecniche del segmento Vita (da slide n n 24 a slide n n 27) Per le stesse ragioni richiamate antecedentemente, anche in quest altro ambito non è stato considerato il gruppo Vittoria. Nella trimestrale 2014, sul lato della contrapposizione tra premi i netti e oneri sinistri netti, il valore assoluto del flusso netto, che ne deriva, è stato negativo per tutti i gruppi e in incremento per Generali, Unipol e Unipol Sai. Il rialzo negativo più marcato è stato di UnipolSai. Nello stesso periodo, a livello medio di mercato, tale flusso è stato invece positivo, segnando il miglior risultato degli ultimi i 3 anni. All interno di questa dinamica sfavorevole, solo Generali ha visto diminuire d i premi netti e aumentare, nel contempo, gli oneri netti per sinistri, anche se di poco in entrambi i casi. Unipol e UnipolSai hanno mostrato un notevole sviluppo dei premi netti, accompagnato, però,, da un maggiore aumento percentuale degli oneri netti per sinistri. Cattolica si è distinta per aver stabilizzato il valore assoluto del flusso netto negativo e per aver segnato un sostenuto aumento dei premi netti maggiore di quello, altrettanto apprezzabile, degli oneri netti per sinistri. 11

12 I risultati d eserciziod Cifre in milioni di euro ,8% +0,0% +53,8% ,1% +23,1% +20,0% Gruppo Generali Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria Mediolanum Utile ante imposte mar-13 Utile ante imposte ,9% +5,6% +63,1% ,2% +26,7% ,9% Gruppo Generali Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria Mediolanum Utile consolidato mar-13 Utile consolidato ,4% +45,8% ,2% ,5% +18,7% ,9% Gruppo Generali Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria Mediolanum Utile pert del gruppo mar-13 Utile pert del gruppo (1) I dati 2013 di Unipol sono da ritenersi a perimetro omogeneo. (2) Quelli 2013 di UnipolSai sono stati rideterminati a perimetro o omogeneo post fusione. 12

13 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in milioni di euro I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale Danni 521 Utile ante imposte ,8% Vita Altre attività Gestione finanziaria Costi holding -307 Elisioni intersett

14 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in % I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale ,3 Danni 49,4 Utile ante imposte 100,0 100,0 69,1 Vita 72,1 Gestione finanziaria 13,9 11,9 Altre attività -15,4-21,6 Costi holding -26,8-29,1 Elisioni intersett -2,5-4,3 14

15 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in milioni di euro I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale I dati 2013 di Unipol sono da ritenersi a perimetro omogeneo. Utile ante imposte ,0% 249 Danni Vita Altre attività Settore bancario Holding servizi/altro Settore immobiliare -2 Elisioni intersett / / 15

16 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in % I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale I dati 2013 di UnipolSai sono stati rideterminati a perimetro omogeneo post fusione. Utile ante imposte 100,0 100,0 Danni 102,0 100,0 Vita 41,8 20,9 Altre attività -43,8-20,9 Settore bancario -4,4 Holding servizi/altro -38,2-1,2 5,6-25,7 Settore immobiliare -0,8 Elisioni intersett / / 16

17 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in milioni di euro I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale I dati sono stati rideterminati a perimetro omogeneo perimetro omogeneo post fusione. Danni Trimestrale 2014 Redditività ancora nel segno più Utile ante imposte Vita 64 Settore immobiliare -4,0-2,0 +53,8% Altre attività -14,0-5,0-10,0 Altro -3,0 Elisioni intersett / / 17

18 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in % I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale I dati sono stati rideterminati a perimetro omogeneo perimetro omogeneo post fusione. 66,7 Danni 81,7 Utile ante imposte 100,0 100,0 40,0 Vita 19,8 Settore immobiliare -1,9-0,6 Altre attività -6,7-1,5-4,8 Altro -0,9 Elisioni intersett / / 18

19 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in milioni di euro I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale Danni 35 Utile ante imposte Vita 12 2 Altro 1 +23,1% Altre attività 2 1 Elisioni intersett / / 19

20 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in % I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale ,8 Danni 72,9 Utile ante imposte 100,0 100,0 5,1 Vita 25,0 5,1 Altro 2,1 Altre attività 5,1 2,1 Elisioni intersett / / 20

21 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in milioni di euro I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale Insurance 49,8 39,6 Utile ante imposte 177,1 105,6 Banking 59,4 54,3 0,4 Asset management 58,0 Totale attività italiane 161,4 101,6-40,3% -2,1 Altro 3,6 Attività straniere 15,7 4,0 21

22 La catena del valore della trimestrale 2013 e 2014 Utile ante imposte - Valori in % I valori a sinistra dei riquadri corrispondono a quelli della trimestrale 2013; quelli a destra a quelli della trimestrale Insurance 28,1 37,5 Utile ante imposte 100,0 100,0 Banking 33,5 30,7 0,4 Asset management 54,9 Totale attività italiane 91,1 96,2-1,2 Altro 3,4 Attività straniere 8,9 3,8 22

23 Gruppi assicurativi quotati Il combined ratio del segmento Danni Inferiore al 100% sotto la soglia critica 93,6% 92,7% 92,0% 92,0% 93,1% 92,7% 94,1% 94,5% 92,5% 92,1% 90,6% 90,3% Gruppo Generali Ge nerali Italia Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria mar-13 (1) I dati 2013 di Unipol sono da ritenersi a perimetro omogeneo. (2) Quelli 2013 di UnipolSai sono stati rideterminati a perimetro o omogeneo post fusione. 23

24 Vita: flusso netto delle principali voci tecniche Differenza tra premi netti e oneri netti per sinistri Cifre in milioni di euro ,4% Differenza negativa in incremento mar-13 Premi netti ,9% +2,3% mar-13 Flusso netto mar-13 Oneri netti per sinistri 24

25 Vita: flusso netto delle principali voci tecniche Differenza tra premi netti e oneri netti per sinistri Cifre in milioni di euro mar ,7% Premi netti Differenza negativa in incremento +64,0% +24,9% -114 mar mar Flusso netto Oneri netti per sinistri 25

26 Vita: flusso netto delle principali voci tecniche Differenza tra premi netti e oneri netti per sinistri Cifre in milioni di euro mar ,5% Differenza negativa in incremento Premi netti +77,6% ,0% mar mar-13 Flusso netto Oneri netti per sinistri 26

27 Vita: flusso netto delle principali voci tecniche Differenza tra premi netti e oneri netti per sinistri 884 Cifre in milioni di euro ,4% Differenza negativa stabile mar-13 Premi netti +40,4% mar Flusso netto mar-13 Oneri netti per sinistri 27

28 La solvibilità

29 Il rapporto di copertura del margine di solvibilità (Slide n n 30) A fine marzo 2014, sul lato del rapporto di copertura del margine e di solvibilità, è migliorato il dato di UnipolSai e di Le Generali, rispetto a quello di dicembre Quello di quest ultimo ultimo gruppo ha segnato altri progressi a fine aprile 2014, anche se ancora le sue performances rmances si sono confermati distanti da quelle dei suoi più diretti competitors: Allianz e Axa. Nello stesso periodo Unipol ha mostrato invariato il rapporto di copertura del proprio margine di solvibilità; quello di Cattolica ha evidenziato una flessione; quello di Vittoria, anche se non è stato reso noto, verosimilmente si è mantenuto il più elevato; quello di Mediolanum non è stato disponibile, in quanto sono cambiati i criteri di calcolo dell adeguatezza del capitale, dopo che, a partire dal 2013, questo gruppo g è stato considerato un conglomerato finanziario a prevalenza bancaria. 29

30 Gruppi quotati in borsa Il margine di solvibilità 152,0% 160,0% 160,0% 160,0% 141,0% 150,0% 166,0% 160,0% 199,0% Generali Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria dic ,0% 184,0% 242,0% 221,0% 160% 160% a a fine fine aprile aprile ,0% 141,0% Allianz Axa Ge ne rali dic-13 30

31 La capitalizzazione di borsa

32 La capitalizzazione di borsa (Slide n n 33) Dopo un forte recupero segnato da tutti i gruppi quotati nel periodo , a fine marzo 2014, Unipol, UnipolSai, Cattolica e Vittoria, hanno incrementato ancora la loro capitalizzazione di borsa. Il rialzo più vistoso è stato di UnipolSai; quello meno marcato è stato di Mediolanum. La capitalizzazione di borsa, invece, di Cattolica e di Le Generali, nei primi 3 mesi del 2014,, si è ridotta. Per effetto di questa dinamica globale, il maggior gruppo italiano, pur mantenendo di gran lunga il peso percentuale più elevato nell ambito dell indice assicurativo, ha continuato a ridimensionare, però,, la sua incidenza. Per esigenze di comparabilità,, sono stati sommati i dati al 31 dicembre 2013 dei gruppi quotati ti confluiti, poi, in UnipolSai (FondiariaSai,, Milano e Premafin). 32

33 La capitalizzazione di borsa Cifre in miliardi di euro Composizione indice assicurativo dic-13 43,65 40,62 34,4% 26,63 25,29 +7,5% 65,6% -5,0% Generali Resto dei gruppi Generali Indice assicurativo Composizione indice assicurativo dic-13 42,1% 57,9% 7,69 Generali Resto dei gruppi 4,76 5,03 4,60 3,88 2,94 +61,6% -5,4% +9,3% +22,4% +32,0% 1,111,05 0,580,71 Unipol UnipolSai Cattolica Vittoria M ediolanum dic-13 33

34 Prossimo appuntamento Analisi dei risultati della semestrale 2014 A cura di F. Ierardo

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave della novestrale 2013 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di Borsa Italiana e di quelli di

Dettagli

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012

Allianz, Axa, Le Generali a confronto. Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Allianz, Axa, Le Generali a confronto Analisi di alcune cifre chiave Anno 2012 Elaborazioni dai bilanci consolidati dei 3 big assicurativi europei A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino 2012

Dettagli

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa

La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa La semestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa Roma, 24 ottobre 2012 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino L andamento di borsa 30/06/2011-30/06/2012 Problematico l andamento

Dettagli

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013

APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 COMUNICATO STAMPA APPROVATI I RISULTATI DEL PRIMO SEMESTRE 2013 UTILE NETTO CONSOLIDATO PARI A 171,5 MILIONI DI EURO (24,9 MILIONI AL 30 GIUGNO 2012) RACCOLTA DIRETTA COMPLESSIVA A 5.333 MILIONI DI EURO

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%)

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA: ULTERIORE RIALZO DELL UTILE NETTO CONSOLIDATO A 66 MILIONI (+11,9%) E DEI PREMI A 2.768 MILIONI (+14,7%) Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Alcune cifre chiave della trimestrale 2012

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Alcune cifre chiave della trimestrale 2012 Gruppi assicurativi quotati in borsa Alcune cifre chiave della trimestrale 2012 Elaborazioni dai resoconti intermedi dei gruppi assicurativi quotati, dai dati di ANIA Trends e di Borsa Italiana A cura

Dettagli

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di

L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei rischi: dall assicurazione auto

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2014 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2014 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 1. Infortuni; 2. Malattia; 8. Incendio ed elementi naturali; 13. Responsabilità civile generale

Dettagli

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012

Stato di salute delle assicurazioni dirette. Italia. Anno 2012 Stato di salute delle assicurazioni dirette Italia Anno 2012 Elaborazioni da dati Ania A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Premessa Come le precedenti edizioni, abbiamo utilizzato pochi indicatori

Dettagli

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE

Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE SPECIALE Compagnie dirette UN MERCATO IN OTTIMO STATO DI SALUTE FORTE CRESCITA DELLA RACCOLTA PREMI E UN RISULTATO NETTO DI SETTORE CHE PASSA DA UNA PERDITA COMPLESSIVA DI OLTRE 18 MILIONI DI EURO DEL

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Dalle Relazioni, il Valore

Dalle Relazioni, il Valore Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto 80 Schemi e prospetti 82 Le strategie e il Valore 86 Il Valore delle relazioni 88 Indici di Sostenibilità 89 78 79 Calcolo e ripartizione del Valore Aggiunto

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Anno 2013

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Anno 2013 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Anno 2013 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati, dalle presentazioni dei gruppi assicurativi quotati e da Borsa Italiana

Dettagli

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009

l Assicurazione italiana in cifre luglio 2009 l Assicurazione italiana in cifre luglio 29 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016

L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE. Edizione 2016 L ASSICURAZIONE ITALIANA IN CIFRE Edizione 2016 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia e alla società, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol

COMUNICATO STAMPA. Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol COMUNICATO STAMPA Esaminati dal Consiglio di Amministrazione i risultati consolidati al 30 settembre 2004 del Gruppo Unipol I premi consolidati raggiungono 6.782 milioni di euro (in crescita del 22% rispetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014

COMUNICATO STAMPA. Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al terzo trimestre 2014 - Utile netto di Gruppo: 54,7 milioni di euro (+2,9%) - Patrimonio netto di Gruppo: 603,1 milioni di euro (+19,1% rispetto al 31/12/2013)

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE GRUPPO ITALMOBILIARE RICAVI: 4.908,1 MILIONI DI EURO (+5,4) UTILE NETTO TOTALE:

Dettagli

L Assicurazione italiana in cifre

L Assicurazione italiana in cifre L Assicurazione italiana in cifre Luglio 2010 L industria assicurativa italiana fornisce un contributo significativo all economia, mettendo a disposizione una vasta gamma di servizi per la protezione dei

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il quarto trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA ESAMINATI DAL CONSIGLIO I RISULTATI CONSOLIDATI DEL PRIMO TRIMESTRE GRUPPO ITALMOBILIARE: RICAVI: 1.386,4 MILIONI DI EURO (1.452,5 MILIONI NEL PRIMO TRIMESTRE

Dettagli

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013

Fact - pack mercato Vita. marzo 2013 Fact - pack mercato Vita marzo 2013 OBIETTIVI Fornire una visione sintetica dei numeri chiave del mercato vita in Italia attraverso analisi e rappresentazioni grafiche Dare un quadro riassuntivo e indicazioni,

Dettagli

Le banche e le assicurazioni

Le banche e le assicurazioni IV 1 La redditività delle banche quotate Nei primi nove mesi del 213 la redditività delle principali banche quotate, misurata rispetto agli attivi ponderati per il rischio (RWA), è stata connotata da andamenti

Dettagli

Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 )

Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 ) Bologna, 15 maggio 2014 APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2014 Utile netto consolidato a 186 milioni di euro (+4,5% rispetto al primo trimestre 2013 1 ) Raccolta diretta assicurativa a 4.102

Dettagli

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012

GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 COMUNICATO STAMPA GRUPPO MEDIOLANUM Risultati 1 semestre 2012 UTILE NETTO: Euro 217,5 milioni, +125% MASSE AMMINISTRATE: Euro 49,1 miliardi, +5% RACCOLTA NETTA BANCA MEDIOLANUM: Euro 1.760 milioni CARLO

Dettagli

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013

Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013. Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 Gruppo Unipol Presentazione dei risultati consolidati al 30 giugno 2013 Carlo Cimbri - Amministratore Delegato Bologna, 8 agosto 2013 PREMESSA E stato completato, entro il termine di un anno previsto dall

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008

COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 COMUNICATO STAMPA UNIPOL GRUPPO FINANZIARIO APPROVATI I RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2008 Confermata la solida posizione di solvibilità del Gruppo, pari a 1,5 volte il capitale regolamentare;

Dettagli

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA

LA RISCOSSA DEL VITA SPECIALE CLASSIFICA SPECIALE CLASSIFICA LA RISCOSSA DEL VITA Positivi il risultato complessivo d esercizio e la raccolta premi, ma sussistono diversità di performance tra rami danni e vita con un necessario ribilanciamento

Dettagli

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS

ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS CAMFIN s.p.a. COMUNICATO STAMPA RIUNITO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI CAMFIN SPA ESAMINATI GLI EFFETTI SUL BILANCIO 2004 DEI NUOVI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI IAS/IFRS APPROVATA LA RELAZIONE

Dettagli

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003

RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2003 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DEL PRIMO TRIMESTRE 2003 Scenario economico La crescita dell economia

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015:

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO VITA: APPROVATI I RISULTATI AL 31 MARZO 2015: Produzione lorda Vita a 5.029,9 /mln Nuova produzione Vita a 4.984,9 /mln Somme pagate Vita a 2.993,4 /mln Investimenti a

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE IMPRESE: ANDAMENTO 2014 SIMONE CAPECCHI * Cresce ancora la domanda di credito da parte delle imprese ma si raffredda negli ultimi 2 trimestri. Al

Dettagli

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO

COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO SPECIALE CLASSIFICA COME CAMBIA IL MERCATO ASSICURATIVO Quanto ha inciso la crisi finanziaria sui conti delle compagnie e sull andamento del settore assicurativo nel nostro Paese? Le classifiche delle

Dettagli

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004. Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca

Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004. Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca Consiglio di Amministrazione di Mediobanca Milano, 28 ottobre 2004 Approvati i dati trimestrali al 30 settembre 2004 del Gruppo Mediobanca I primi tre mesi confermano la crescita registrata nel passato

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. - Aggiornati gli elementi di patrimonio netto attribuiti alle gestioni Danni e Vita

COMUNICATO STAMPA. - Aggiornati gli elementi di patrimonio netto attribuiti alle gestioni Danni e Vita COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati primo trimestre 2015 - Utile netto di Gruppo: 20,5 milioni di euro (+8,2%) - Patrimonio netto di Gruppo: 665,3 milioni di euro (+8,3%) - Premi Rami Danni lavoro

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Relazione consolidata terzo trimestre 2005

Relazione consolidata terzo trimestre 2005 Relazione consolidata terzo trimestre 2005 2 Riunione di consiglio del 14 novembre 2005 3 4 Indice Stato patrimoniale Consolidato 7 Conto economico Consolidato 11 Prospetto delle variazioni del Patrimonio

Dettagli

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013

Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 COMUNICATO STAMPA Ecosuntek S.p.A. - Approvazione del Progetto di Bilancio dell esercizio e del Bilancio consolidato chiuso al 31 dicembre 2013 Il Consiglio di Amministrazione di Ecosuntek S.p.A. approva

Dettagli

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%)

Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) 10/05/2013 COMUNICATO STAMPA Risultati consolidati al 31 marzo 2013 1 Risultato operativo oltre 1,3 mld (+8%) con forte crescita del segmento danni (+26,6%) Utile netto sale a 603 mln (+6,3%) Vita: solida

Dettagli

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011

Le assicurazioni dirette in Italia. Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 Le assicurazioni dirette in Italia Analisi di alcune cifre chiave 2001-2011 2011 Trieste, 14 febbraio 2013 A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino Le assicurazioni dirette in Italia ConTe.it

Dettagli

Valutazione delle imprese assicurative

Valutazione delle imprese assicurative Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Finanza e Statistica Valutazione delle imprese assicurative V Parte:

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 10. Responsabilità civile autoveicoli terrestri; 12. Responsabilità civile veicoli marittimi,

Dettagli

COMUNICATO STAMPA BANCA FINNAT PRESENTA ALLA COMUNITA FINANZIARIA I RISULTATI ECONOMICI AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA BANCA FINNAT PRESENTA ALLA COMUNITA FINANZIARIA I RISULTATI ECONOMICI AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA BANCA FINNAT PRESENTA ALLA COMUNITA FINANZIARIA I RISULTATI ECONOMICI AL 31 DICEMBRE 2014 Milano, 25 marzo 2015 Banca Finnat Euramerica S.p.A., in data odierna alle ore 12:05, nell ambito

Dettagli

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A

COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A COMUNICATO STAMPA IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL BANCO DI DESIO E DELLA BRIANZA S.P.A. HA APPROVATO LA RELAZIONE FINANZIARIA SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2009 DATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO

Dettagli

STIMA PRELIMINARE DEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE

STIMA PRELIMINARE DEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE 22 giugno 211 Maggio 211 STIMA PRELIMINARE DEL COMMERCIO ESTERO EXTRA UE A maggio 211 entrambi i flussi commerciali registrano una flessione congiunturale, più marcata per le importazioni (-2,2%) rispetto

Dettagli

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive

Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Advisory Bilanci dei gruppi bancari italiani: trend e prospettive Ricerca di efficienza, gestione del capitale e dei crediti non performing Esercizio kpmg.com/it Indice Executive Summary 4 Approccio metodologico

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

La Stampa in Italia (2009 2011)

La Stampa in Italia (2009 2011) FEDERAZIONE ITALIANA EDITORI GIORNALI La Stampa in Italia (2009 2011) Roma 18 aprile 2012 Quadro generale L andamento recessivo del Paese nella seconda metà del 2011 e le prospettive di accentuazione di

Dettagli

Dati al 31 dicembre 2014

Dati al 31 dicembre 2014 Anno XI I n 25 - Maggio 2015 Executive Summary Con la presente rilevazione si forniscono i risultati dei principali indicatori tecnici del ramo R.C. Auto (e della relativa gestione della convenzione per

Dettagli

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011

Agosto 2012. Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Agosto 2012 Osservatorio Cerved Group sui bilanci 2011 Aumentano le imprese con Ebitda insufficiente per sostenere oneri e debiti finanziari Alla ricerca della marginalità perduta Sintesi dei risultati

Dettagli

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile

Rimborso anticipato prestito subordinato convertibile COMUNICATO STAMPA Risultati al terzo trimestre 21 1 - Utile netto: 16,7 milioni di euro (+85,6%) - Patrimonio netto di Gruppo: 365,1 milioni di euro (+3,4% rispetto al 31/12/29) - Raccolta complessiva

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO

«FOCUS» ANIA: R.C. AUTO «FOCUS» ANIA: R.C. AUTO -- Numero 2 -- Marzo 2004 STATISTICA TRIMESTRALE R.C. AUTO () EXECUTIVE SUMMARY Con la disponibilità dei dati per l intero 2003 relativi ad un campione di imprese esercitanti il

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza Report trimestrale sull andamento dell economia Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre SEI provvederà a mettere a disposizione delle imprese, con cadenza trimestrale, un report finalizzato

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Premi lordi contabilizzati al 1 trimestre 2013 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle imprese

Dettagli

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario

Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Assemblea degli azionisti di Unipol Gruppo Finanziario Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 18 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006

APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 APPROVATA LA RELAZIONE TRIMESTRALE AL 31 MARZO 2006 Il Consiglio di Amministrazione di Banca CR Firenze Spa, presieduto da Aureliano Benedetti, ha oggi deliberato la nomina del Vice Presidente e dei componenti

Dettagli

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE

4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE 48 4. I RICAVI DA SERVIZI DELLE BANCHE ITALIANE Il basso livello dei tassi d interesse che caratterizza ormai da parecchi anni i mercati finanziari in Italia e nel mondo sembra avere determinato una riduzione

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1

UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014. Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Bologna, 11 febbraio 2015 UNIPOLSAI: IL CDA HA ESAMINATO I RISULTATI PRECONSUNTIVI DEL 2014 Utile netto consolidato a 783 milioni di euro (+12,9% rispetto al 2013) 1 Raccolta assicurativa diretta a 16.008

Dettagli

Assemblea degli azionisti di UnipolSai

Assemblea degli azionisti di UnipolSai Assemblea degli azionisti di UnipolSai Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 17 giugno 2015 Semplificazione, Solidità, Sostenibilità Il 2014 in sintesi 1 Semplificazione della struttura del gruppo

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi tre mesi del 2013 Sant Elpidio a Mare, 14 maggio TOD S S.p.A. Forte crescita dei ricavi all estero (Cina: +55,4%, Americhe: +31%). Italia: -26,7%. Solida crescita nei DOS (+16,8%). Confermata l ottima redditività del Gruppo,

Dettagli

Milano, 30 marzo 2004

Milano, 30 marzo 2004 Milano, 30 marzo 2004 Gruppo TOD S: crescita del fatturato (+8.1% a cambi costanti). Continua la politica di forte sviluppo degli investimenti. 24 nuovi punti vendita nel 2003. TOD S Il Consiglio di Amministrazione

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO

GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO GRUPPO EDITORIALE L ESPRESSO Società per Azioni RELAZIONE TRIMESTRALE CONSOLIDATA AL 31 MARZO 2002 RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULL ANDAMENTO DELLA

Dettagli

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Anno 2012

Gruppi assicurativi quotati in borsa. Analisi delle cifre chiave Anno 2012 Gruppi assicurativi quotati in borsa Analisi delle cifre chiave Anno 2012 Elaborazioni dai comunicati stampa, dai bilanci consolidati e dalle presentazioni dei gruppi quotati, dai dati ANIA, Ivass, Banca

Dettagli

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI

Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Assemblea dei Soci 2014 CATTOLICA ASSICURAZIONI Il Gruppo Cattolica: la struttura societaria 60% ABC Assicura 51% DANNI VITA ALTRO BCC Assicurazioni 51% 100% 60% TUA Assicurazioni 99,99% Duomo Uni One

Dettagli

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche

Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Servizio Studi e Gestione Dati Divisione Studi e Statistiche Premi lordi contabilizzati a tutto il terzo trimestre 2014 dalle Imprese di assicurazione nazionali e dalle Rappresentanze per l Italia delle

Dettagli

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro

il margine di interesse risulta stabile, attestandosi a 30,6 Milioni di Euro COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione di Banca Intermobiliare di Investimenti e Gestioni S.p.A. approva il Bilancio consolidato ed il Bilancio d esercizio al 31 dicembre 2012: Raccolta complessiva

Dettagli

L investimento immobiliare delle Casse e degli Enti di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno

L investimento immobiliare delle Casse e degli Enti di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno L investimento immobiliare delle Casse e degli di Previdenza privatizzati: cosa è cambiato nell ultimo anno Pubblicato su Il Settimanale di Quotidiano Immobiliare del 27/04/2013 n. 19 Introduzione Dopo

Dettagli

Presentazione istituzionale

Presentazione istituzionale Presentazione istituzionale Risultati al 31 marzo 2014 Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa danni Agenda Area assicurativa vita Area bancaria Gestione immobiliare e società diversificate

Dettagli

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali approva i risultati del 1 trimestre 2004 Ruud Huisman CEO del Gruppo 267,1 milioni di Euro di ricavi, in crescita del 26% rispetto al primo trimestre 2003 Crescita

Dettagli

Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014. Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014

Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014. Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014 Presentazione dei risultati consolidati al 31 marzo 2014 Carlo Cimbri Amministratore Delegato Bologna, 15 maggio 2014 Risultati consolidati Area assicurativa Area assicurativa danni Area assicurativa vita

Dettagli

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ

Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ SPECIALE CLASSIFICHE Compagnie TRA CONTRAZIONE DEI PREMI E RITORNO ALLA PROFITTABILITÀ L ANALISI DELLE PERFORMANCE E L EVOLUZIONE DEL SETTORE, SECONDO QUANTO EMERGE DALLE CLASSIFICHE DELLE PRIME 20 COMPAGNIE

Dettagli

Allegato "14" Piero Luigi Montani Consigliere Delegato Contesto economico 2011 Scenario macroeconomico Economia mondiale 2011: crescita debole del PIL ed elevata instabilità finanziaria a causa delle tensioni

Dettagli

La novestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave

La novestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa. Analisi di alcune cifre chiave La novestrale 2012 dei gruppi assicurativi italiani quotati in borsa Analisi di alcune cifre chiave A cura di F. Ierardo Coordinamento di N. Maiolino La novestrale 2012 La raccolta diretta La redditività

Dettagli

La Stampa in Italia (2010 2012)

La Stampa in Italia (2010 2012) (2010 2012) Roma 5 giugno 2013 La crisi dell editoria quotidiana e periodica: la negativa congiuntura economica, l evoluzione tecnologica e i fattori di criticità strutturali L editoria quotidiana e periodica

Dettagli

CATTOLICA ASSICURAZIONI

CATTOLICA ASSICURAZIONI CATTOLICA ASSICURAZIONI Gruppo Cattolica Risultati 2009 CATTOLICA ASSICURAZIONI Una sana e significativa crescita DANNI e VITA 4,343 Mld VITA 2,812 Mld DANNI 1,531 Mld +20,3% +33,7% +1,7% (*) Premi lavoro

Dettagli

Settore Assicurativo

Settore Assicurativo 28 Gruppo Unipol Bilancio Consolidato 2011 Relazione sulla gestione Settore Assicurativo Premi e prodotti di investimento La raccolta complessiva (premi diretti e indiretti e prodotti di investimento)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015

COMUNICATO STAMPA Risultati preliminari di bilancio consolidati al 31 dicembre 2015 Società per Azioni con Sede Legale in Cagliari Viale Bonaria, 33 Codice fiscale e n di iscrizione al Registro delle Imprese di Cagliari 01564560900 Partita IVA 01577330903 Iscrizione all Albo delle Banche

Dettagli

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015

Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo 2015 Cementir Holding: il Consiglio di Amministrazione approva i risultati consolidati al 31 marzo Ricavi a 204,7 milioni di Euro (206,6 milioni di Euro nel primo trimestre ) Margine operativo lordo a 24,2

Dettagli

Ritorno agli utili di bilancio

Ritorno agli utili di bilancio Compagnie Ritorno agli utili di bilancio Significativi miglioramenti dei risultati al 30 settembre per le società quotate. Positiva la gestione tipica, buon equilibrio per quella finanziaria. Segnali positivi

Dettagli

COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014

COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014 COMUNICATO STAMPA Risultati 2013 Obiettivi 2014 Bilancio consolidato (principi contabili IFRS) - Utile netto di Gruppo: 53,5 milioni di euro (+9,5%) (*)- Utile netto di Gruppo normalizzato: 69,8 milioni

Dettagli

Raccolta in crescita, utile in picchiata

Raccolta in crescita, utile in picchiata Raccolta in crescita, utile in picchiata a cura di Fabio Bertozzi, Senior Consultant SCS Consulting Alfredo De Massis, Manager SCS Consulting e Professore Aggregato Università degli Studi di Bergamo Agevolate

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015

Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Informazione Regolamentata n. 0193-10-2015 Data/Ora Ricezione 15 Maggio 2015 14:27:30 MTA Societa' : MONRIF Identificativo Informazione Regolamentata : 58492 Nome utilizzatore : MONRIFN01 - NATALI Tipologia

Dettagli

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015

Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Comunicato Stampa Approvati i risultati dei primi nove mesi del 2015 Utile netto consolidato a 7,6 milioni di Euro (+52,3% a/a) Ricavi consolidati a 44,8 milioni di Euro (+2,1% a/a) Risultato della gestione

Dettagli

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive

Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Panoramica sul mercato RC Auto in Italia e confronto europeo Spunti, idee e prospettive Milano, 25 Novembre 2008 Atahotel Executive Dott. Massimiliano Maggioni KPMG Advisory S.p.A. Agenda Overview sul

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006

ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 ASSEMBLEA ORDINARIA 3 MAGGIO 2006 Agenda 1 Risultati 2005 2005 consolidati del del Gruppo Gruppo Unipol Unipol 2 Risultati 2005 di Unipol Assicurazioni 2 Gruppo Unipol: principali eventi del 2005 Progetto

Dettagli

COMUNICATO STAMPA (DRAFT4) GABETTI HOLDING S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Trimestrale al 31 marzo 2005.

COMUNICATO STAMPA (DRAFT4) GABETTI HOLDING S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Trimestrale al 31 marzo 2005. COMUNICATO STAMPA (DRAFT4) GABETTI HOLDING S.p.A.: il Consiglio di Amministrazione approva la Relazione Trimestrale al 31 marzo 2005. Risultato economico lordo del Gruppo negativo per 769 mila Euro (positivo

Dettagli

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI

Primi nove mesi 2014 positivi per il Gruppo Cattolica L UTILE CONSOLIDATO CRESCE DEL 27,7% A 83 MILIONI Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 Società iscritta all'albo

Dettagli

C O M U N I C A T O S T A M P A

C O M U N I C A T O S T A M P A Centro Uffici San Siro - Fabbricato D - ala 3 - Via Caldera, 21-20153 Milano Tel. 02 40901.1 - Fax 02 40901.287 - e-mail: isagro@isagro.it - www.isagro.com COMUNICATO STAMPA ISAGRO DATI PRELIMINARI 2006

Dettagli

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014. (Valori in euro)

SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014. (Valori in euro) SITUAZIONE PATRIMONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA' RISULTANTE DALLA FUSIONE ALLA DATA DEL 1 GENNAIO 2014 (Valori in euro) UNIPOLSAI ASSICURAZIONI SPA SITUAZIONE PATRIMONONIALE DI APERTURA DELLA SOCIETA'

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013

Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione del Gruppo Tod s relativo ai primi nove mesi del 2013 Milano, 13 novembre 2013 TOD S S.p.A. Solida crescita dei ricavi all estero (Greater China: +28%, Americhe: +14%). Confermata l ottima redditività del Gruppo (margine Ebitda: 26,5%). Aumentate le disponibilità

Dettagli

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3%

TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Milano, 11 novembre 2015 TOD S S.p.A. crescita dei ricavi del 6,2% nei primi nove mesi del 2015 con margine EBITDA del 20,3% Approvato dal Consiglio di Amministrazione il Resoconto intermedio sulla gestione

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili

Cembre SpA. Relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2002. Prospetti contabili Cembre SpA Sede in Brescia - via Serenissima, 9 Capitale sociale euro 8.840.000 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese di Brescia al n.00541390175 Relazione trimestrale consolidata al 30

Dettagli