SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA"

Transcript

1 SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA Versione 2.1. Maggio 2014

2 ELEMENTI BASE Versione 2.1. Maggio 2014

3 ELEMENTI BASE INDICE DELLA SEZIONE IL MARCHIO A.01 IL MARCHIO/LOGO A.02 COMPOSIZIONI STANDARD DEL MARCHIO/LOGO A.03 COMPOSIZIONE ORIZZONTALE PER LA SEGNALETICA... A.04 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO A.05 I COLORI ISTITUZIONALI A.06 I CARATTERI ISTITUZIONALI. GILL SANS A.07 FORMAT PER CARTELLA PORTADOCUMENTI A.08 FORMAT PER AFFISSIONE VERTICALE A.10 FORMAT PER AFFISSIONE ORIZZONTALE A.11 FORMAT PER LEAFLET A 2 ANTE A.12 FORMAT PER LEAFLET A 3 ANTE A.13 FORMAT PER TOTEM O ROLLUP A.14 FORMAT PER TESTATA WEB A.15 Versione 2.1. Maggio 2014

4 ELEMENTI BASE A.01 IL MARCHIO Il Marchio del Sistema Sanitario Regionale non può essere mai modificato né utilizzato insieme ad altri elementi ad eccezione dei casi descritti in queste schede. La riproduzione del Marchio deve avvenire utilizzando solo supporti digitali originali rilasciati dall ufficio incaricato. Copie riprodotte da altre fonti o dal recupero degli esempi riportati nelle schede seguenti sono assolutamente da evitare. Versione 2.1. Maggio 2014

5 ELEMENTI BASE A.02 IL MARCHIO/LOGO Il Marchio/Logo Salute Lazio è sempre associato alla Specifica: Sistema Sanitario Regionale. In tavola è illustrato il Marchio/Logo nella versione positiva colore. In questa versione il Logotipo e la Specifica assumono il colore Blu SL. Il Logotipo e la Specifica sono composti nel carattere istituzionale Gill Sans Regular. Nella spaziatura delle lettere sono state apportate alcune modifiche in modo da rendere la composizione più armonica. Si consiglia, per questo motivo, di utilizzare sempre i file digitali originali. Il Marchio/Logo non può essere modificato né utilizzato insieme ad altri elementi ad eccezione dei casi descritti in queste schede. La riproduzione deve avvenire utilizzando solo supporti digitali originali rilasciati dall ufficio incaricato. Versione 2.1. Maggio 2014

6 ELEMENTI BASE A.03 COMPOSIZIONI STANDARD DEL MARCHIO/LOGO Il Marchio/Logo Salute Lazio è sempre associato alla Specifica: Sistema Sanitario Regionale. In tavola sono illustrate le due composizioni previste dal sistema di identità visiva per garantire, con costanza, la massima leggibilità della Specifica. Si consiglia, perciò, di adottare prevalentemente la composizione A e di impiegare la B solo nei casi in cui sia necessario riprodurre il Marchio/Logo con una base inferiore a 40 mm. Per l ambito web o video si consiglia di adottare la versione che risulti più leggibile in rapporto alla risoluzione disponibile. Composizione A SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE base minima 40 mm Corpo della lettera: 5pt SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE Composizione B SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE base minima 25 mm Corpo della lettera: 5pt Versione 2.1. Maggio 2014

7 ELEMENTI BASE A.04 COMPOSIZIONE ORIZZONTALE PER LA SEGNALETICA In tavola è illustrata la composizione orizzontale del Marchio/Logo Salute Lazio, versione positiva colore. La versione orizzontale deve essere utilizzata escusivamente in ambito segnaletico. L ingrandimento dei caratteri e la compressione della composizione è stata modificata in modo da permettere una maggior semplicità nelle fasi di produzione e di allestimento. Esempio Composizione orizzontale Esempio Versione 2.1. Maggio 2014

8 ELEMENTI BASE A.05 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO Il Marchio/Logo Salute Lazio è sempre associato alla Specifica: Sistema Sanitario Regionale. La Specifica assume sempre il colore del Logotipo ed è composa nel carattere istituzionale Gill Sans Regular. In tavola sono illustrate le differenti versioni del Marchio/Logo. Le versioni positive colore devono essere impiegate su fondi bianchi o molto chiari. Le versioni positive in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non superiore al 15% della tinta. Le versioni negative in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non inferiore all 80% della tinta. Versione positiva colore Versione positiva bianconero Versione colore su fondo Rosso SL Versione colore su fondo Blu SL Versione negativa bianconero Versione 2.1. Maggio 2014

9 ELEMENTI BASE A.06 I COLORI ISTITUZIONALI Alla base dell identità visiva del Sistema Sanitario Regionale è costante l utilizzo dei colori istituzionali del brand: Blu SL e Rosso SL. I colori istituzionali possono essere riprodotti in stampa per mezzo di tinte piatte (vedi i valori di riferimento Pantone o con i colori di quadricromia usati secondo le percentuali indicate). Quando il Marchio/Logo è riprodotto con processi diversi dalla stampa è necessario convertire i colori nel codice cromatico equivalente. Nella tabella sono riportati i codici 3M (per la riproduzione a mezzo pellicole autoadesive), i codici RAL (per la stampa a mezzo vernici), i codici RGB per il Web ed il Video. Blu SL Rosso RST Pantone* 293 C CMYK 100, 69, 0, 4 RGB Hex 003DA5 Tipo 3M Tipo RAL 5005 Pantone* 485 C CMYK 0, 95, 100, 0 RGB Hex DA291C Tipo 3M Tipo RAL 3020 * PANTONE + Color Bridge Coated Versione 2.1. Maggio 2014

10 ELEMENTI BASE A.07 I CARATTERI ISTITUZIONALI. GILL SANS Per tutta la comunicazione del Sistema Sanitario Regionale si consiglia l uso costante del carattere istituzionale Gill Sans. È previsto l impiego nelle versioni: Gill Sans Light, Gill Sans Light Italic, Gill Sans Regular, Gill Sans Italic e Gill Sans Semibold. Gill Sans Light ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Light Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Regular ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Semibold ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Versione 2.1. Maggio 2014

11 ELEMENTI BASE A.08 FORMAT PER CARTELLA PORTADOCUMENTI. Versione 2.1. Maggio 2014

12 ELEMENTI BASE A.09 FORMAT PER CARTELLA PORTADOCUMENTI. Versione 2.1. Maggio 2014

13 ELEMENTI BASE A.10 FORMAT PER AFFISSIONE VERTICALE. Layout Layout Versione 2.1. Maggio 2014

14 ELEMENTI BASE A.11 FORMAT PER AFFISSIONE ORIZZONTALE. Layout Layout Versione 2.1. Maggio 2014

15 ELEMENTI BASE A.12 FORMAT PER LEAFLET A 2 ANTE Layout Versione 2.1. Maggio 2014

16 ELEMENTI BASE A.13 FORMAT PER LEAFLET A 3 ANTE Layout Versione 2.1. Maggio 2014

17 ELEMENTI BASE A.14 FORMAT PER TOTEM O ROLLUP Layout Versione 2.1. Maggio 2014

18 ELEMENTI BASE A.15 FORMAT PER TESTATA WEB Versione 2.1. Maggio 2014

19 SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ASL E AZIENDE OSPEDALIERE

20 ELEMENTI BASE

21 ELEMENTI BASE INDICE DELLA SEZIONE IL MARCHIO A.01 IL MARCHIO/LOGO A.02 COMPOSIZIONI STANDARD DEL MARCHIO/LOGO A.03 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO PER LE ASL A.04 TAVOLA SINOTTICA DEI MARCHI/LOGHI PER LE ASL..... A.05 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO PER LE AO A.06 TAVOLA SINOTTICA DEI MARCHI/LOGHI PER LE AO..... A.07 COMPOSIZIONE SPECIALE PER LE AO A.08 I COLORI ISTITUZIONALI A.09 I CARATTERI ISTITUZIONALI. GILL SANS A.10 TARGA ISTITUZIONALE A.11 CARTA INTESTATA A.12 BIGLIETTO DA VISITA A.13 BADGE A.14 FIRMA MAIL A.15 FORMAT PER AFFISSIONE VERTICALE A.16 FORMAT PER AFFISSIONE ORIZZONTALE A.17 FORMAT PER LEAFLET A 2 ANTE A.18 FORMAT PER LEAFLET A 3 ANTE A.19 FORMAT PER TOTEM O ROLLUP A.20 FORMAT PER TESTATA WEB A.21

22 ELEMENTI BASE A.01 IL MARCHIO Il Marchio del Sistema Sanitario Regionale non può essere mai modificato né utilizzato insieme ad altri elementi ad eccezione dei casi descritti in queste schede. La riproduzione del Marchio deve avvenire utilizzando solo supporti digitali originali rilasciati dall ufficio incaricato. Copie riprodotte da altre fonti o dal recupero degli esempi riportati nelle schede seguenti sono assolutamente da evitare.

23 ELEMENTI BASE A.02 IL MARCHIO/LOGO In tavola è illustrato il Marchio/Logo delle ASL e delle AO nella versione positiva colore. In questa versione il Logotipo assume il colore Blu SL. Il Logotipo è composto nel carattere istituzionale Gill Sans Regular. Nella spaziatura delle lettere sono state apportate alcune modifiche in modo da rendere la composizione più armonica. Si consiglia, per questo motivo, di utilizzare sempre i file digitali originali. Il Marchio/Logo non può essere modificato né utilizzato insieme ad altri elementi ad eccezione dei casi descritti in queste schede. La riproduzione deve avvenire utilizzando solo supporti digitali originali rilasciati dall ufficio incaricato.

24 ELEMENTI BASE A.03 COMPOSIZIONE STANDARD In tavola è illustrata la composizione prevista dal sistema di identità visiva per garantire, con costanza, la massima leggibilità del Marchio/Logo. Si consiglia, perciò, di non riprodurre il Marchio/Logo con un altezza inferiore a 13 mm. 1/2Y Y 1/2X X altezza minima 11 mm Corpo della lettera: 5pt Corpo della lettera: 10,5pt 1/2Y Y 1/2X X altezza minima 11 mm Corpo della lettera: 5pt Corpo della lettera: 10,5pt

25 ELEMENTI BASE A.04 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO PER LE ASL In tavola sono illustrate le differenti versioni del Marchio/Logo per le ASL. Le versioni positive colore devono essere impiegate su fondi bianchi o molto chiari. Le versioni positive in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non superiore al 15% della tinta. Le versioni negative in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non inferiore all 80% della tinta. SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE Versione positiva colore Versione positiva bianconero SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE Versione colore su fondo Rosso SL Versione colore su fondo Blu SL Versione negativa bianconero

26 ELEMENTI BASE A.05 TAVOLA SINOTTICA DEI MARCHI/LOGHI PER LE ASL SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE

27 ELEMENTI BASE A.06 LE VERSIONI DEL MARCHIO/LOGO PER LE AO In tavola sono illustrate le differenti versioni del Marchio/Logo per le AO. Le versioni positive colore devono essere impiegate su fondi bianchi o molto chiari. Le versioni positive in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non superiore al 15% della tinta. Le versioni negative in bianconero devono essere impiegate su fondi con una tonalità di grigio non inferiore all 80% della tinta. Versione positiva colore Versione positiva bianconero Versione colore su fondo Rosso SL Versione colore su fondo Blu SL Versione negativa bianconero

28 ELEMENTI BASE A.07 TAVOLA SINOTTICA DEI MARCHI/LOGHI PER LE AO AZIENDA OSPEDALIERA SAN CAMILLO FORLANINI IRCCS LAZZARO SPALLANZANI AZIENDA OSPEDALIERA SAN GIOVANNI ADDOLORATA ARES 118 AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI IRCCS IRE-ISG AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA SANT ANDREA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO UMBERTO I AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA POLICLINICO TOR VERGATA

29 ELEMENTI BASE A.08 COMPOSIZIONE SPECIALE PER LE AO In tavola è illustrata la composizione speciale prevista dal sistema di identità visiva nei casi in cui lo spazio disponibile sul supporto di riproduzione non fosse sufficiente a consentire l utilizzo della composizione standard. 1/2Y Y Y 1/2X X AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI altezza minima 15,5 mm Corpo della lettera: 5pt Corpo della lettera: 10,5pt Corpo della lettera: 5pt altezza minima 18 mm Corpo della lettera: 10,5pt

30 ELEMENTI BASE A.09 I COLORI ISTITUZIONALI Alla base dell identità visiva del Sistema Sanitario Regionale è costante l utilizzo dei colori istituzionali del brand: Blu SL e Rosso SL. I colori istituzionali possono essere riprodotti in stampa per mezzo di tinte piatte (vedi i valori di riferimento Pantone o con i colori di quadricromia usati secondo le percentuali indicate). Quando il Marchio/Logo è riprodotto con processi diversi dalla stampa è necessario convertire i colori nel codice cromatico equivalente. Nella tabella sono riportati i codici 3M (per la riproduzione a mezzo pellicole autoadesive), i codici RAL (per la stampa a mezzo vernici), i codici RGB per il Web ed il Video. Blu SL Rosso RST Pantone* 293 C CMYK 100, 69, 0, 4 RGB Hex 003DA5 Tipo 3M Tipo RAL 5005 Pantone* 485 C CMYK 0, 95, 100, 0 RGB Hex DA291C Tipo 3M Tipo RAL 3020 * PANTONE + Color Bridge Coated

31 ELEMENTI BASE A.10 I CARATTERI ISTITUZIONALI. GILL SANS Per tutta la comunicazione del Sistema Sanitario Regionale si consiglia l uso costante del carattere istituzionale Gill Sans. È previsto l impiego nelle versioni: Gill Sans Light, Gill Sans Light Italic, Gill Sans Regular, Gill Sans Italic e Gill Sans Semibold. Gill Sans Light ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Light Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Regular ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz Gill Sans Semibold ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwxyz

32 ELEMENTI BASE A.11 TARGA ISTITUZIONALE In tavola è illustrata l applicazione del Marchio/Logo sul layout tipo per le targhe istituzionali all esterno delle strutture. Il Marchio/Logo delle AO è riprodotto in versione speciale da utilizzare esclusivamente per la composizione di questo tipo di targhe. SISTEMA SANITARIO REGIONALE SISTEMA SANITARIO REGIONALE

33 ELEMENTI BASE A.12 CARTA INTESTATA 18 mm 37 mm 14 mm 18 mm 20 mm 20 mm SISTEMA SANITARIO REGIONALE ASL FROSINONE SISTEMA SANITARIO REGIONALE ASL FROSINONE 14 mm ASL Frosinone Via Armando Fabi snc Frosinone t p.iva mm Prima pagina Seconda pagina

34 ELEMENTI BASE A.13 BIGLIETTO DA VISITA 4 mm 4 mm 4 mm 4 mm 4 mm 4 mm 55 mm NOME COGNOME COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE SECONDA RIGA 55 mm NOME COGNOME COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE SECONDA RIGA VIA ARMANDO FABI SNC FROSINONE TEL CELL VIA ARMANDO FABI SNC FROSINONE TEL CELL mm 85 mm

35 ELEMENTI BASE A.14 BADGE maschera per foto MARIO ROSSI DIRIGENTE maschera per foto MARIO ROSSI DIRIGENTE maschera per foto MARIO ROSSI DIRIGENTE

36 ELEMENTI BASE A.15 FIRMA MAIL Nome e Cognome Carattere: Arial Bold Corpo: 14pt Colore: Nero Area Carattere: Arial Regular tutto maiuscolo Corpo: 10pt Colore: Nero Area Recapiti Carattere: Arial Bold tutto maiuscolo Corpo: 10pt Colore: Nero Recapiti Carattere: Arial Regular tutto maiuscolo Corpo: 10pt Colore: Nero Recapiti Arial Regular tutto maiuscolo Corpo: 10pt Colore: Blu SISTEMA SANITARIO REGIONALE ASL FROSINONE NOME E COGNOME NOME AREA DI APPARTENEZA DIREZIONE VIA NOMEVIA, CITTA FISSO

37 ELEMENTI BASE A.16 FORMAT PER AFFISSIONE VERTICALE. AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI Layout

38 ELEMENTI BASE A.17 FORMAT PER AFFISSIONE ORIZZONTALE. AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI Layout

39 ELEMENTI BASE A.18 FORMAT PER LEAFLET A 2 ANTE Layout AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI

40 ELEMENTI BASE A.19 FORMAT PER LEAFLET A 3 ANTE Layout AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI

41 ELEMENTI BASE A.20 FORMAT PER TOTEM O ROLLUP AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI Layout

42 ELEMENTI BASE A.21 FORMAT PER TESTATA WEB AZIENDA OSPEDALIERA SAN FILIPPO NERI

Manuale d identità visiva

Manuale d identità visiva Manuale d identità visiva Elementi Base 14 ottobre 2010 Versione 1.0 01 Marchio/Logo. Versione A 02 Marchio/Logo. Versione B 03 Marchio/Logo. Versione C orizzontale 04 Marchio/Logo. Versione C verticale

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA 1.0 Indice sezione 1.1 Versione a colori in positivo 1.2 Versione a colori in positivo 3D 1.3 Area neutra 1.4 Area neutra del solo

Dettagli

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Manuale di identità visiva Questo documento contiene tutte le caratteristiche

Dettagli

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

MANUALE D IDENTITà VISIVA

MANUALE D IDENTITà VISIVA MANUALE D IDENTITà VISIVA INDICE MARCHIO E LOGOTIPO 3. Il logo originale 3. Il logo.it 4. Colori in quadricromia 4. Colori dichiarati Pantone 4. Colori dichiarati RAL 5. Logo monocromatico nero 6. Logo

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Elementi base Giugno 2007 Elementi Base. Marchio L emblema della Sapienza è costituito da un ovale, di colore porpora, nel quale sono inscritti un cherubino, sovrastato da una fiammella, e la dicitura

Dettagli

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Rimini, Luglio 2007 La Guide Line di Bellaria Igea Marina regola in modo organico e vincolante l uso del marchio e la sua

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE Nuovo logo Uilm, 2013 A.01 Elementi base. Marchio/logo Uilm. Versione colore quadricromia Versione bianco/nero tinte piatte C 100 M 70 Y 0 K 60 C 0 M 100 Y 100

Dettagli

Marchio. per la comunicazione esterna

Marchio. per la comunicazione esterna Marchio per la Simbolo Logotipo 1.10 Marchio Il Marchio Comune di Prato è composto da due elementi inscindibili: Simbolo e Logotipo. In nessun caso è previsto l utilizzo degli elementi separatamente. Marchio

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica Normativa Grafica Normativa Grafica Indice 1. Forme e dimensioni 1.1 Logotipo 1.2 Isotipo 1.3 Logotipo + Isotipo 1.4 Riduzioni 1 1.5 Riduzioni 2 1.6 Riduzioni 3 2. Colori 2.1 Colori sociali 2.2 Positivo

Dettagli

Linea dirigenziale 06 Biglietto da visita

Linea dirigenziale 06 Biglietto da visita D. Stampati di presentazione Indice Premessa Linea operativa 01 Biglietto da visita 02 Copertina Power Point ed esempio di slide con testo e grafico 03 Esempio di slide solo testo e testo e immagini 04

Dettagli

Manuale di Identificazione standard

Manuale di Identificazione standard Manuale di Identificazione standard Indice 1. Marchio 2. Colori 3. Applicazione su quotidiano 4. Modulistica 5. Insegne e segnaletica 6. Materiali pubblicitari 7. Materiali identificativi 1. Marchio Presentazione

Dettagli

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial INDICE LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial LOGO Pag.3 - Logo Pag.4 - Logo con acronimo CARTA DA LETTERE Pag.5 - Carta da lettere Pag.6 - Carta da lettere segue Pag.7 - Carta da lettere con logo

Dettagli

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni VERSIONE 01_DICEMBRE 2015 Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni INDICE 1. Logotipo e colori utilizzabili 3 2. Dimensioni massime e minime 5 3. Area di rispetto 6 4. Logotipo su fondi colorati

Dettagli

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio UTILITÀ Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio Il marchio di Utilità è rappresentato da un elemento grafico che richiama all appartenenza al mondo Compagnia delle Opere

Dettagli

Manuale di utilizzo del logotipo

Manuale di utilizzo del logotipo Manuale di utilizzo del logotipo INDICE 3 Premessa 4 Logotipo 5 Area di rispetto 6 Colore 7 Versione in positivo bianco/nero 8 Versione in negativo bianco/nero 9 Utilizzo su fondi colore 10 Utilizzo su

Dettagli

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007 Corporate Identity ELEMENTI BASE Marzo 2007 Romagna Terra del Sangiovese Marchio Logo VERSIONE POSITIVA COLORE PANTONE 490 0C 89M 78Y 78K PANTONE 7529 25C 26M 35Y 0K Romagna Terra del Sangiovese Marchio

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva Copyright 2013 COMITATO REGIONALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA DELL UNIONE NAZIONALE DELLE PRO LOCO D ITALIA Villa Manin di Passariano

Dettagli

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it Regolamento per l utilizzo dei marchi di certificazione RM Pagina 1 di 6 Indice STATO DEL DOCUMENTO... 2 1 SCOPO DEL REGOLAMENTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2 DIMENSIONI... 4 3 DECLARATORIE... 4 4 SPECIFICHE

Dettagli

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO 2 ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO Il Logo ASSOBIOMEDICA è costituido da tre elementi: il simbolo, il lettering e la dicitura SIMBOLO LETTERING

Dettagli

SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI

SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI manuale d uso del logo O SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI INTRODUZIONE La Lombardia è tra le regioni italiane con la maggior spesa assoluta per il gioco: numerose persone hanno manifestato problemi legati

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del marchio Terre di Siena delle sue declinazioni e dell immagine coordinata

Regolamento e Manuale d uso del marchio Terre di Siena delle sue declinazioni e dell immagine coordinata Regolamento e Manuale d uso del marchio delle sue declinazioni e dell immagine coordinata Regole di utilizzo del marchio/logo 1. Il Marchio/Logo logo Il marchio/logo nella sua versione positiva colore

Dettagli

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata IL MARCHIO manuale d uso immagine coordinata indice 1.0 premessa 3 1.1 il marchio 4 1.2 i colori istituzionali del marchio 5 1.3 il marchio a colori 6 1.4 il marchio al tratto 7 1.5 il marchio in scala

Dettagli

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera Guideline per l utilizzo del logo alcotra Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera 1.1 Costruzione del logo Le proporzioni del logo sono calcolate in base all unità di misura ricavata

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA GUIDA ALL UTILIZZO DELLA visual identity INTRODUZIONE Questo opuscolo è una guida alla visual identity per l utilizzo del logo all inteno del progetto WELCOM & CO., per garantire all Azienda un immagine

Dettagli

Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015

Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015 Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015 indice studio marchio logo BOZZE INSIDEJOB VERSIONE POSITIVA A COLORI VERSIONE NEGATIVA A COLORi VERSIONE

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura

Dettagli

Contenuti. 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto

Contenuti. 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto Brand Standards 2006 Contenuti 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto 2 Il colore 2.1 Colori istituzionali del marchio 2.2 Rapporti

Dettagli

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS giugno 2014 Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Nell aprile di quest anno, a Roma, il

Dettagli

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE LIBRO FIRMA GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE Il Libro Firma del Gruppo Lucefin rappresenta uno strumento fondamentale per l organizzazione, la comunicazione e il rafforzamento dell Identità Visiva Aziendale.

Dettagli

ti di base Elemen IPRASE Trentino

ti di base Elemen IPRASE Trentino 1. Il logotipo è la scritta che rappresenta il nome nella sua forma estesa o abbreviata (detta acronimo) e che viene proposta in una determinata forma. Il marchio è un segno distintivo che, in associazione

Dettagli

MANUALE DI STILE 2013

MANUALE DI STILE 2013 MANUALE DI STILE 2013 Indice 01. LOGO 01.01 - Descrizione - Stemma - Elemento testuale - Costruttivo - Colori utilizzati 01.03 - Declinazioni - Logo OUTLINE versione positiva - Logo OUTLINE versione negativa

Dettagli

Contenuti. 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto

Contenuti. 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto Brand Standards Contenuti 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto 2 Il colore 2.1 Colori istituzionali del marchio 2.2 Rapporti

Dettagli

Manuale di immagine coordinata

Manuale di immagine coordinata Manuale di immagine coordinata LOGO A LOGO A COLORI B LOGO IN BIANCO E NERO C LOGO IN NEGATIVO UTILIZZO NON CORRETTO DEL LOGO Non spostare i singoli elementi: non cambiare i colori: Non deformare le proporzioni:

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI.

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI. PER L UTILIZZO DEI LOGHI. 2 MANUALE Indice Dimensioni reali e Proporzioni......................................................... 5 Colori...........................................................................

Dettagli

Manuale d uso. allegato b.9

Manuale d uso. allegato b.9 allegato b.9 Manuale d uso. 1. Sintesi elementi base. 1.1 marchio. 1.2 logotipo. 1.3 marchio + logotipo. 1.4 Sintesi elementi base: marchio + logotipo, valorizzazione 3D a colori e in scala di grigi. 2.

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio ... 01 Il marchio A) Presentazione del marchio B) Costruttivo C) Marchio in B/N positivo D) Marchio in B/N negativo E) Alfabeto del logotipo F) Alfabeto per testi e composizioni

Dettagli

Corporate identity manual

Corporate identity manual Corporate identity manual Dal punto di vista strettamente operativo l'immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell'azienda e si sviluppa e si declina su tutte le applicazioni funzionali,

Dettagli

COME PRODURRE DOCUMENTI PER LA STAMPA DIGITALE DI PICCOLO E GRANDE FORMATO

COME PRODURRE DOCUMENTI PER LA STAMPA DIGITALE DI PICCOLO E GRANDE FORMATO COME PRODURRE DOCUMENTI PER LA STAMPA DIGITALE DI PICCOLO E GRANDE FORMATO Centro Servizi per la Comunicazione e la Stampa. Service professionale di prestampa a ciclo completo. Stampa digitale, Gigantografie

Dettagli

Il Manuale normativo d identità visiva dell Università degli Studi di Foggia. Elementi di Base

Il Manuale normativo d identità visiva dell Università degli Studi di Foggia. Elementi di Base Il Manuale normativo d identità visiva dell Università degli Studi di Foggia Elementi di Base 7 Il Marchio L Università degli studi di Foggia si riconosce ufficialmente nel marchio descritto in queste

Dettagli

Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia. Michele Lipreri - Grafica G3A

Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia. Michele Lipreri - Grafica G3A Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia Michele Lipreri - Grafica G3A Brand Identity InsideJob è un progetto che avrà durata tre anni ed affronterà temi ed argomenti precisi: l alimentazione, l

Dettagli

Linee guida per la fornitura di materiale digitale

Linee guida per la fornitura di materiale digitale Linee guida per la fornitura di materiale digitale Potete trovare la versione con l ultimo aggiornamento sul nostro sito nella sezione: http://www.elcograf.com/ita/servizi_online/servizi_specifiche.htm

Dettagli

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Modulistica Giugno 2007 Modulistica. Stampati per corrispondenza. Linea operativa Carta intestata Formato: 210x297 mm. Marchio/Logo: PMS 202 EC. Carta: Fedrigoni Splendorgel Extrawhite 100/115 gr/m 2 o

Dettagli

Manuale di Identità Visiva. Elementi Base

Manuale di Identità Visiva. Elementi Base Manuale di Identità Visiva Indice 01 Versione colore CMYK pag. 4 02 Versione colore tinte piatte pag. 5 03 Versione colore monocromatica pag. 5 04 Versione colore RGB pag. 6 05 Versione su fondo colorato

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA LOGO Il logo rappresenta il primo e più importante veicolo della nuova immagine della Fondazione. Il nuovo logo è costituito da una parte grafica (simbolo bordeaux) e da una

Dettagli

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A.

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 7a.01 Il marchio istituzionale 7b.01 La carta intestata - il primo foglio 7a.02 Il marchio commerciale

Dettagli

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica introduzionex xil presente documento vuole porsi come strumento di articolazione e

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione:

Dettagli

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI MARCHIO E SUE VARIANTI SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI PAG. 2 MARCHIO ORIZZONTALE COMPLETO Il marchio ufficiale

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA PREMESSA Per il restyling del logo della Fondazione si è voluto percorrere strade diverse dal neurone attuale, sviluppando una proposta grafica incentrata sulle iniziali della

Dettagli

indice a cosa serve il brand book MARCHIO

indice a cosa serve il brand book MARCHIO 2 Il Brand Book ha il fine ultimo di essere un valido strumento per tutti coloro che sono chiamati, a vario titolo, ad operare con l immagine dell azienda, dando indicazioni e soluzioni sulle principali

Dettagli

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma

UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma UNAY Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010 Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma 1 Sommario Linee Progettuali. pag. 3 Il marchio. pag. 4 Linee principali

Dettagli

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO

PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO PERITI INDUSTRIALI LINEE GUIDA PER IL CORRETTO USO DEL MARCHIO LA FILOSOFIA DEL SIMBOLO La zona circolare rappresenta la comunità dei periti industriali. Il segno all interno del cerchio raffigura le qualità

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione)

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) Il presente regolamento definisce le indicazioni necessarie sull uso dei marchi e dei

Dettagli

02 MATERIALE ISTITUZIONALE

02 MATERIALE ISTITUZIONALE 02 MTERILE ISTITUZIONLE MTERILE ISTITUZIONLE 2.1 Il Format La progettazione dell identità visiva della è stata realizzata razionalizzando il posizionamento degli elementi visivi su tutti i materiali facendo

Dettagli

SIFA. S. I. F. A. Spa

SIFA. S. I. F. A. Spa SIFA S. I. F. A. Spa S.I.F.A. spa Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 9a.01 La costruzione geometrica del simbolo 9b.01 La carta intestata - il primo foglio 9a.02

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata della Compagna straordinaria di formazione

Dettagli

BRAND BIBLE: UTILIZZO DEL LOGO

BRAND BIBLE: UTILIZZO DEL LOGO INDICE IL ISTITUZIONALE I COLORI ISTITUZIONALI IL PAYOFF MARGINI E PROPORZIONI MARGINI DI RISPETTO VERSIONE VERTICALE IN BIANCO E NERO DIMENSIONI MASSIME E MINIME VERSIONE ORIZZONTALE VERSIONE ORIZZONTALE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 27 NOVEMBRE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 27 NOVEMBRE 2006 REGIONECAMPANIA Giunta Regionale Seduta del 30 ottobre 2006 Deliberazione N. 1740 Area Generale di Coordinamento N. 13 Sviluppo Attività Settore Terziario DGRC n. 1595 del 13/10/2006: Adozione Marchio

Dettagli

MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015

MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015 MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015 2 Basiselemente Basic elements 2.1 Die Marken Junkers und Bosch 2.1 The brands Junkers

Dettagli

Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY

Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY Manuale sull applicazione del marchio CORPORATE IDENTITY Manuale Introduzione 1 _ Marcazione Il marchio positivo a colori - CMYK e Pantone Il marchio negativo a colori Il marchio BN - positivo Il marchio

Dettagli

COMUNE DI SILEA MANUALE D USO DEL MARCHIO

COMUNE DI SILEA MANUALE D USO DEL MARCHIO COMUNE DI SILEA Terred Acqua MANUALE D USO DEL MARCHIO ISTITUZIONALE COMUNE DI SILEA Terred Acqua MARCHIO COMUNE DI SILEA Terred Acqua 3 MARCHIO Indicazioni colori 50% 50% 50% 50% Pro. Blue C C M 13% Y

Dettagli

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Area Affari Generali Ufficio Convenzioni, Regolamenti ed Elezioni Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Art. Oggetto. Il presente regolamento

Dettagli

INVIO FILE DI STAMPA PAGAMENTO INVIO FILE DI STAMPA CON WETRANSFER. Importante per un giusto invio del file tramite wetransfer

INVIO FILE DI STAMPA PAGAMENTO INVIO FILE DI STAMPA CON WETRANSFER. Importante per un giusto invio del file tramite wetransfer INVIO FILE DI STAMPA INVIO FILE DI STAMPA CON WETRANSFER Importante per un giusto invio del file tramite wetransfer Gentile Cliente, nell inviare il file di stampa si prega gentilmente di attenersi ai

Dettagli

F. Insegne e segnaletica

F. Insegne e segnaletica F. Insegne e segnaletica Indice Premessa 01 Targa esterna 02 Targa esterna per centro storico 03 Reception 04 Targa reception 05 Segnaletica variabile a led luminosi 06 Sinottico generale 07 Sinottico

Dettagli

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il restyling dello stemma del Comune di Sesto Fiorentino nasce dall esigenza di migliorare la comunicazione, sia interna che esterna, dell Amministrazione,

Dettagli

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari oo Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari Laboratorio Animazionedesign Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica UNISS Luglio Aprile 2013_Kit _Marchio

Dettagli

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO PER CREARE CORRETTAMENTE I VOSTRI FILE DI STAMPA, VI CONSIGLIAMO DI SEGUIRE ATTENTAMENTE I PARAMETRI, RIPORTATI NELLE SEGUENTI ISTRUZIONI TECNICHE. LA MANCATA OSSERVANZA DELLE ISTRUZIONI RIPORTATE DI SEGUITO

Dettagli

Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco).

Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Marchio Versione a colori positiva La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287

Dettagli

MANUALE D USO DEL LOGO

MANUALE D USO DEL LOGO MANUALE D USO DEL LOGO Indice 3 Descrizione 4 Logo - Costruzione 5 Logo - Palette Colori 6 Logo - Font 7 Versione sviluppo verticale 8 Versione sintetica 9 Versione scala di grigi 10 Versione 1 colore

Dettagli

Manuale di identità visiva

Manuale di identità visiva Manuale di identità visiva Indice Premessa dalla natura del servizio all identità del brand Il marchio ricerca di un identità visiva studio concettuale claim area di rispetto riduzioni in stampa versioni

Dettagli

acca manuale d Uso del logotipo

acca manuale d Uso del logotipo acca manuale d Uso del logotipo indice 1. il logo 1.1 costruzione 1.2 font 2.4. brand 3. colore 3.1. definizione 3.2. monocromia 3.3. monocromia - negativo 3.4. palette colori 3.5. utilizzo 4. utilizzo

Dettagli

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Introduzione Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata su tutti i materiali prodotti

Dettagli

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Federazione Italiana di Atletica Leggera - aprile 2011 Indice Premessa Nome e acronimo

Dettagli

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO

FORMATO FILE FORMATO CONSIGLIATO PER CREARE CORRETTAMENTE I VOSTRI FILE DI STAMPA, VI CONSIGLIAMO DI SEGUIRE ATTENTAMENTE I PARAMETRI, RIPORTATI NELLE SEGUENTI ISTRUZIONI TECNICHE GENERALI. DOVE CI FOSSE UNA SEZIONE SPECIFICA DEL PRODOTTO

Dettagli

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Linee guida per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Introduzione Il presente documento costituisce la sintesi di un lungo e complesso lavoro di ideazione della nuova grafica coordinata

Dettagli

Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata. Premessa

Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata. Premessa MANUALE D USO Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata Premessa È vasta la gamma degli interventi che vedono la Fondazione Crup impegnata nei settori di pubblico interesse ed

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione UNIONE EUROPEA linee guida per le azioni di informazione e comunicazione contenuti il marchio ELEMENTI DI BASE I COLORI LA SCALA DI GRIGIO IL BIANCO E NERO IL LETTERING L AREA DI RISPETTO LEGGIBILITÀ E

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE Pag.1 di 5 REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE 6 01/2011 Aggiornamento marchio Accredia Responsabile Schema Certificazione Sistemi di Gestione Rappresentante della

Dettagli

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono:

Gli elementi base costitutivi dell immagine grafica di exa comprendono: L immagine coordinata 01 Gli elementi base costitutivi dell immagine coordinata di exa engineering s.r.l. costituiscono l identità dell azienda, l immagine grafica con cui essa comunica con l esterno e

Dettagli

Comunicazione e Immagine La passione per il meglio

Comunicazione e Immagine La passione per il meglio Rhiag Comunicazione e Immagine La passione per il meglio Comunicazione e Immagine Gentile Cliente, l immagine coordinata è l ultimo passo di un percorso di collaborazione riservato ai Partner 3R che si

Dettagli

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA MANUALE D IDENTITÀ VISIVA Parte I - Gli elementi figurativi della Federazione Motociclistica Italiana Gli elementi di base Gli elementi di base Marchio e logotipo FMI Il segno distintivo della Federazione

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Manuale di Identità Visiva, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Perchè un manuale di Identità Visiva e a che cosa serve Ciascuno di noi contribuisce all immagine dell Università e beneficia

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Manuale di identità relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Introduzione Il marchio territoriale della provincia di Trapani è la componente caratterizzante di tutta la sua comunicazione.

Dettagli

Istruzioni tecniche. Per misure e impaginazione pieghevoli seguire le indicazioni nelle prossime pagine. Sommario. Come preparare il file da spedire

Istruzioni tecniche. Per misure e impaginazione pieghevoli seguire le indicazioni nelle prossime pagine. Sommario. Come preparare il file da spedire Istruzioni tecniche Come preparare il file da spedire Deve essere in formato PDF per stampa tipografica Non deve essere protetto da password In scala 1:1 La risoluzione ideale deve essere di 300 DPI Lo

Dettagli

D Orsi Palmisano. Brand book. Martedì 17 gennaio 2012. www.dorsipalmisano.com

D Orsi Palmisano. Brand book. Martedì 17 gennaio 2012. www.dorsipalmisano.com Martedì 17 gennaio 2012 D Orsi Palmisano Brand book Tavola 2 Marchio Concept Intervista a Piergiorgio Odifreddi. In questo simbolo mi sembra che ci siano piú punte del necessario! Mi ricorda una configurazione

Dettagli

1. GLI ELEMENTI DI BASE. Il simbolo: concetti originari

1. GLI ELEMENTI DI BASE. Il simbolo: concetti originari 1. GLI ELEMENTI DI BASE 7 Il simbolo: concetti originari Il segno distintivo del movimento sportivo italiano è chiamato a rappresentare visivamente e simbolicamente tutta l Italia dello sport e per questo

Dettagli

I file creati con un programma di elaborazione immagini, come Photoshop, possono essere forniti solo nei formati TIF o JPG. Tali file inoltre:

I file creati con un programma di elaborazione immagini, come Photoshop, possono essere forniti solo nei formati TIF o JPG. Tali file inoltre: Come creare i file di stampa Importante per un ottimo risultato di stampa Gentile Cliente, nel creare i file di stampa si prega gentilmente di attenersi ai parametri di seguito indicati. Il mancato rispetto

Dettagli

Utilizzo dell Emblema del Comune di Bologna linee guida

Utilizzo dell Emblema del Comune di Bologna linee guida Utilizzo dell Emblema del Comune di Bologna linee guida Comune di Bologna Utilizzo dell emblema del Comune di Bologna linee guida 2 Indice parte 1 Emblema a colori pagina 4 1.1 Stemma del Comune p. 5 1.2

Dettagli

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso.

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Introduzione Il presente documento si propone di disciplinare l'utilizzo del marchio FIAF attraverso l'identificazione degli elementi base dell'immagine

Dettagli

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati 024 025 026 027 028 029 030 031 032 033 034 035 037 038 039 040 Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909 Versione a colori positiva Versione a colori negativa Versione in bianco e nero

Dettagli

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo Introduzione Il presente Manuale elenca le modalità di applicazione del Marchio dei Musei Civici Fiorentini su prodotti editoriali e pubblicitari relativi

Dettagli

MOVIMENTO DEI FOCOLARI MANUALE DI CORPORATE DESIGN

MOVIMENTO DEI FOCOLARI MANUALE DI CORPORATE DESIGN MOVIMENTO DEI FOCOLARI MANUALE DI CORPORATE DESIGN SIGNIFICATO Significato del Logo del Movimento dei Focolari Il logo è basato su una idea data da Chiara Lubich nel 2000 quando diceva che ha capito, che

Dettagli

ELEMENTI BASE 1.01. Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche MARCHIO. Linee guida per l applicazione dell identità visiva del Comune di Milano

ELEMENTI BASE 1.01. Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche MARCHIO. Linee guida per l applicazione dell identità visiva del Comune di Milano ELEMENTI BASE 1.01 Il marchio del Comune di Milano: caratteristiche Il marchio è costituito da quattro elementi, combinati tra loro secondo un preciso schema grafico. Questi elementi sono: 1. Lo stemma;

Dettagli

Come creare i file di stampa

Come creare i file di stampa Come creare i file di stampa Importante per un ottimo risultato di stampa Gentili Clienti, nel creare i file di stampa vi preghiamo gentilmente di attenervi ai parametri di seguito indicati. Il mancato

Dettagli

Titolo disposto su due righe

Titolo disposto su due righe LINEA GRAFICA PO FESR BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Titolo disposto su due righe Esempio di testo disposto su un rigo Comune di Matera Bando per il rifacimento del manto stradale del centro storico

Dettagli

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.

PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n. I3 PARCO NAZIONALE DELL ARCIPELAGO DI LA MADDALENA - REGOLAMENTO SULL USO DEL MARCHIO Deliberazione del Consiglio Direttivo 28 aprile 2006 n.13 Art. 1 Finalità 1. Il presente regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli