Livorno città digitale

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Livorno città digitale"

Transcript

1 Comune di Livorno Livorno città digitale

2

3 Livorno città digitale Uno degli adempimenti dei primi 100 giorni del mandato è stata l ideazione e la formalizzazione nel Libro Bianco dell Innovazione tecnologica, redatto ed approvato dalla Giunta Comunale nel Dicembre 2009 (innovarelivorno.comune. livorno.it), del Programma Innovare Livorno, programma quinquennale di innovazione e sviluppo che delinea la strategia di innovazione del territorio. In particolare il Piano contempla la linea di intervento Innovazione ed E-Government: semplificare le procedure e ridurre i tempi della burocrazia grazie alle tecnologie telematiche attraverso la creazione di sportelli e servizi on line per cittadini, imprese, professionisti. Il piano è stato concepito in un contesto, anno 2009/2010, dove solo il 48% degli italiani usava internet, era forte la presenza del digital divide (giovani digitali 84%, ma gli anziani lontani 12%), la relazione tra cittadino e PA avveniva di norma a sportello fisico, era forte la carenza di interoperabilità tra gli enti: il cittadino era il collante e soprattutto erano pochi i servizi pubblici online per la vita quotidiana. L obiettivo, da subito, è così stato quello di facilitare la vita dei cittadini e delle imprese con servizi efficienti, integrati, facili da usare e ben conosciuti. Non si è inteso informatizzare i DOVERI che i cittadini e le aziende dovevano compiere (pratiche, richieste, pagamenti) ma i DIRITTI dei cittadini e delle imprese per avere una PA efficiente e moderna! Così l anagrafe è stata portata on line; grazie allo Sportello del cittadino i servizi di pagamento mense, iscrizione ai nidi e scuole d infanzia e le pratiche per infomobilità si fanno attraverso la Rete civica e non più a sportello; in città sono state create isole Wi-Fi ed i lavori del Consiglio Comunale possono essere seguiti in streaming, la città è risultata attrattiva per un forte investimento in fibra ottica da parte di operatori privati Questo impegno ha avuto importanti riconoscimenti a livello nazionale ed europeo per il sistema degli sportelli realizzati (Sportello Imprese; Sportello del cittadino; Piattaforma e-procurement), sia attraverso l assegnazione di premi, che l inserimento del Comune di Livorno in tavoli nazionali sui temi di sviluppo della digitalizzazione della PA e l assegnazione di importanti finanziamenti per lo sviluppo dei servizi. Ma quello che preme ancor più evidenziare è stata la straordinaria risposta della città: Livorno si è dimostrata pronta a cogliere le nuove opportunità offerte come dimostrano i dati che seguono. Il Libro Bianco d e l l I n n o v a z i o n e Tecnologica Innovazione come leva strategica per la competività ed il futuro della città di livorno Comune di Livorno La copertina del Libro Bianco La rete civica La Rete Civica è stata interessata da sostanziali aggiornamenti: da una nuova grafica alla creazione di nuove sezioni e servizi, in particolare con il sistema degli sportelli on line cittadino, imprese - veri e propri portali di accesso. L efficacia degli interventi è stata costantemente monitorata attraverso la sistematica rilevazione dei contatti e delle pratiche attivate. Oggi la Rete Civica ha una media di 700 mila visite annue, con oltre 2 milioni e mezzo di pagine totali visualizzate. La home page della Rete Civica 1

4 Sportello del cittadino Durante il mandato è stata molto forte l attenzione allo Sportello del cittadino, portale dei servizi on line per i cittadini, completamente ristrutturato nel 2010 e pubblicizzato a sportello (URP/Circoscrizioni, Servizi scolastici), anche con la distribuzione di depliant e attraverso pannelli posti in vari punti della città. L analisi dei feed back che sono arrivati sia dai front office dell Amministrazione, che dalla Rete stessa, hanno indirizzato gli sviluppi dello Sportello facendo crescere i servizi e con questi gli accessi. Servizi principali: Anagrafe e stato civile: certificati on line e verifica certificati on line; autocertificazioni; ricerche anagrafiche; cambio titolo studio/professione; cambio di abitazione; prenotazione carte d identità e cambio di abitazione; Scuola: iscrizioni nidi e scuole comunali dell infanzia; ritiro attestati ammissione; estratto conto / pagamento mensa; Traffico e Mobilità: permessi traffico ZTL/ZSC: rilasci e rinnovi / cambio targa; Polizia Municipale: visualizzazioni foto varchi; Edilizia: consultazione pratiche; Pagamenti on line: contravvenzioni CdS; ZTL/ZSC; bollettini mensa scolastica; pagamento vacazione suolo pubblico; imposta di soggiorno; diritti di segreteria SCIA; Sociale: domanda e consultazione per assegno maternità e assegno nucleo familiare. I dati sugli accessi registrano un continuo aumento delle consultazioni e delle pratiche effettuate telematicamente dai cittadini: Sportello del cittadino 2010/2013 Anno Accessi Pratiche Il totem self-service per le certificazioni Anagrafe on line - un sistema multicanale di rilascio delle certificazioni Grazie ad un accordo sottoscritto con il Ministero dell Interno è stato possibile attivare il rilascio delle certificazione di Anagrafe e Stato civile con il Timbro digitale (che sostituisce con valore legale la firma del funzionario). Questo ha consentito l espansione in breve tempo del ricorso allo Sportello del cittadino per l ottenimento via web dei certificati. Specifici accordi con ordini professionali (Notai e Avvocati) hanno ulteriormente contribuito al successo del servizio. Nel gennaio 2014 è stato attivato, utilizzando sempre la tecnica del Timbro digitale, un totem self service per i certificati nel salone anagrafe (con applicazione messa a punto dai Sistemi informativi interni) e nel febbraio 2014 è stato 2

5 possibile attivare il rilascio dei certificati presso una grande struttura commerciale (Consorzio Porta a terra). L insieme delle iniziative ha realizzato un vero e proprio sistema multicanale che intende rispondere alle diverse esigenze del cittadino nell ottenimento del servizio. Certificati emessi dal totem dell Anagrafe: (31/01/ /03/2014) Anagrafe on line 2012/2014 Anno Certificati on line Pratiche Certificati on line Consultazioni (gennaio) (gennaio) PAAS (Punti di Accesso Assistito ai Servizi) In collaborazione con Associazioni di volontariato e promozione sociale, sono stati realizzati PAAS sul territorio comunale con l obiettivo di: favorire il superamento del digital divide; rafforzare e promuovere il servizio gratuito di assistenza ai cittadini, in particolare a utenti a rischio di esclusione sociale; favorire l accesso ai servizi telematici e lo sviluppo di competenze chiave per l integrazione nella società dell informazione. Consiglio Comunale on line Nel novembre 2011 è stato attivato il servizio di streaming delle sedute consiliari pubbliche su una sezione dedicata della Rete Civica (http://video.comune. livorno.it), disponibile sia in modalità live che in modalità on demand (per le sedute archiviate). I contatti dall attivazione del servizio streaming sono stati , di cui il 72% solo nel Consiglio Comunale on line 2013 Contatti 2013 Live On demand Lo streaming di una seduta del Consiglio Comunale È stato inoltre reso possibile ai Consiglieri di accedere in maniera riservata, attraverso lo Sportello del cittadino, alle proposte degli atti iscritti all odg del Consiglio Comunale, superando così l esigenza di prenderne visione solo nell orario di apertura degli uffici comunali e riducendo il numero di copie cartacee. In un azione di snellimento e contenimento dei costi le comunicazioni verso i consiglieri, compresa la convocazione del Consiglio Comunale, avvengono utilizzando la posta elettronica senza l uso di carta. 3

6 Isole Wi-Fi Sono state potenziate le infrastrutture necessarie a rendere accessibili i servizi con le nuove tecnologie digitali: - estensione della rete interna del Comune con l obiettivo di collegare le varie sedi comunali, centrali e decentrate presenti sul territorio attraverso la fibra ottica, con conseguente miglioramento delle funzioni di back office (Livorno- Net, il secondo progetto della Toscana per vastità); - attivazione di isole Wi-Fi, per l accesso gratuito e senza limiti di orario alla Rete. Dopo una fase di sperimentazione che ha visto le isole Wi-Fi collocate in aree interne all Amministrazione e dedicate ad una categoria specifica di utenza esterna (utenti Biblioteca Labronica e Emeroteca, Biblioteca Circoscrizione 1, consiglieri comunali, tecnici e cittadini presenti agli sportelli comunali di SUAP e Anagrafe), da giugno 2013 sono state attivate 10 isole Wi-Fi in città: Mercato Centrale Villa Fabbricotti Piazza del Municipio Piazza Saragat Piazza Attias Terrazza Mascagni Piazza Cavour Piazza Grande Rotonda Ardenza Via Fratelli Bandiera. Isole Wi-Fi (giugno-dicembre 2013) Accessi distinti Utenti iscritti Media mensile accessi Scuole connesse Scuole connesse È stata completata la connettività di tutte le scuole cittadine (nidi d infanzia, scuole d infanzia comunali e statali, primarie e secondarie statali) attraverso la linea ADSL. Nelle scuole secondarie di 1 grado statali è stato attivato un processo di aiuto alla didattica, tramite l inserimento in alcuni plessi delle LIM (Lavagne Interattive Multimediali). Il Portale della Mobilità Infomobilità - Sono stati attivati un sistema di monitoraggio dei parcheggi mediante spire e pannelli indicatori dedicati per l utenza e un sistema di monitoraggio dei flussi veicolari, anche allo scopo di apportare eventuali modifiche alla mobilità in funzione degli spostamenti dell utenza; - è stato realizzato un Portale della Mobilità con informazioni relative ai parcheggi, ai posti auto disponibili e ai flussi veicolari, etc. Accessi dalla data di attivazione (settembre 2012) al gennaio 2014:

7 Progetti di e-government per le imprese e categorie professionali SUAP-Sportello unico per le attività produttive e portale AIDA Lo Sportello Unico per le Attività Produttive del Comune di Livorno, che ha assunto il ruolo di unico interlocutore tra l impresa e la Pubblica Amministrazione, si è rinnovato in SUAP telematico : i servizi sono completamente digitali con protocollazione automatica, integrata con il back office e la gestione dei flussi documentali. Per operare secondo questa finalità, il Comune ha potenziato la piattaforma informatica di servizi alle imprese, AIDA, già in uso dal La piattaforma, fruibile in ogni momento da imprenditori e professionisti, ospita oggi oltre 700 schede descrittive di procedimenti e modulistica, tempi, normative, attraverso una banca dati condivisa a livello regionale. Accessi AIDA 2011/2013 Anno N. accessi alla piattaforma Pratiche on line AIDA 2012/2013 Anno N. pratiche on line SUED Sportello unico per l edilizia digitale È stato attivato lo Sportello on line dell Edilizia Privata con procedimento telematico per le SCIA e per i procedimenti di integrazione. Sportello Unico Edilizia Digitale 2012/2013 Pratiche on line SUED

8 Portale SIT È stata avviata un opera di completo aggiornamento tecnologico del SIT (Sistema Informativo Territoriale). In questo ambito a ottobre 2013 è stato attivato il nuovo portale SIT che si occupa di organizzare, aggiornare e diffondere l informazione geografica, e rappresenta un punto di riferimento per tutte le informazioni e gli atti di pianificazione relativi alla gestione del territorio del Comune di Livorno. Numero di visite (ottobre gennaio 2014): Il Portale del SIT Programma SIGEL SP Dal luglio 2013 è stato attivato il sistema di consultazione on line dei Tributi comunali per gli studi professionali del settore: in tal modo i professionisti possono accedere telematicamente alle informazioni riguardanti i propri clienti, previa autorizzazione. E-procurement Gli appalti e le gare per l affidamento di lavori, servizi e forniture avvengono attraverso strumenti e procedure telematici. Il Comune di Livorno ha aderito a START (Sistema Telematico di Acquisti della Regione Toscana), CONSIP e utilizza il mercato elettronico della P.A. Percentuale di utilizzo: 90% (la percentuale più alta a livello nazionale di gare telematiche). Casella di Posta Elettronica Certificata PEC La casella di Posta Elettronica Certificata è stata attivata nel 2008, secondo quanto disposto dal DPR 68/2005, per favorire lo scambio di documenti informatici tra Pubblica Amministrazione e cittadini. Il servizio, dal 2009 al 2013, ha registrato una continua espansione, come dimostrano i dati delle PEC ricevute negli ultimi anni: Documenti scambiati via PEC e Interpro 2011/2013 Anno N. documenti Nel 2011 è stata attivata anche la casella di posta certificata del SUAP: Documenti scambiati via PEC e Interpro - SUAP 2011/2013 Anno N. documenti

9 Indice La rete civica...1 Sportello del cittadino Anagrafe on line - un sistema multicanaledi rilascio delle certificazioni...2 PAAS (Punti di Accesso Assistito ai Servizi) Consiglio Comunale on line...3 Isole Wi-Fi Scuole connesse...4 Infomobilità...4 Progetti di e-government per le imprese e categorie professionali SUAP-Sportello unico per le attività produttive e portale AIDA...5 SUED Sportello unico per l edilizia digitale Portale SIT Programma SIGEL SP...6 E-procurement...6 Casella di Posta Elettronica Certificata PEC

10 Grafica e stampa: Centro Stampa del Comune di Livorno - Marzo 2014

11

12

Programma Innovare Livorno. Darya Majidi Giovedi 29 Giugno 2012 ASSESSORATO LAVORO E SEMPLIFICAZIONE

Programma Innovare Livorno. Darya Majidi Giovedi 29 Giugno 2012 ASSESSORATO LAVORO E SEMPLIFICAZIONE Programma Innovare Livorno Darya Majidi Giovedi 29 Giugno 2012 ASSESSORATO LAVORO E SEMPLIFICAZIONE Programma Innovare Livorno INNOVARE LIVORNO (2009-2014) è un programma quinquennale di innovazione e

Dettagli

i servizi on line del Comune di Livorno visti dagli utenti

i servizi on line del Comune di Livorno visti dagli utenti i servizi on line del Comune di Livorno visti dagli utenti Dati di utilizzo Risultati della customer satisfaction a cura di Graziella Launaro Servizi on line perché? per scelta.sportello del cittadino

Dettagli

Egidio Longoni. Assessore alla partecipazione e politiche giovanili IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Egidio Longoni. Assessore alla partecipazione e politiche giovanili IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Egidio Longoni Sistemi informativi e innovazione RIVOLUZIONE DIGITALE IN COMUNE Più servizi ai cittadini con meno costi. Investimento di 2,4 milioni di euro per aggiornare l infrastruttura tecnologica

Dettagli

I servizi on line di prevenzione incendi

I servizi on line di prevenzione incendi I servizi on line di prevenzione incendi Stefano Marsella Il CAD - codice dell Amministrazione digitale (decreto legislativo n. 82 del 2005) prevede che: i servizi erogati dalle PA siano progressivamente

Dettagli

Area Immobili. Servizi attivi. Servizi da attivare (entro l estate 2005) Suolo pubblico Polizia municipale Ufficio cimiteri.

Area Immobili. Servizi attivi. Servizi da attivare (entro l estate 2005) Suolo pubblico Polizia municipale Ufficio cimiteri. Servizi attivi SERVIZI SPECIALIZZATI: Instradamento automatico delle richieste Servizi SMS Procedimenti amministrativi Servizi tributi Servizi edilizia Servizi istruzione Servizio finanze Pagamenti Servizi

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014)

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Comune di Argelato Comune di Bentivoglio Comune di Castel Maggiore Comune di Castello d Argile Comune

Dettagli

Risultati Indagine di Customer Satisfaction on line

Risultati Indagine di Customer Satisfaction on line Sportello del Cittadino http: //cittadino.comune.livorno.it Risultati Indagine di Customer Satisfaction on line (Giugno - Luglio 2012) Alcuni dati sull indagine: Il questionario è stato pubblicato sulla

Dettagli

DESCRIZIONE DELLA CARTA

DESCRIZIONE DELLA CARTA PRESENTAZIONE Il Comune di Pisa, da sempre protagonista attivo del processo di riforma e di innovazione tecnologica della pubblica amministrazione, offre oggi ai propri cittadini un nuovo strumento per

Dettagli

La Digitalizzazione in Regione Lombardia

La Digitalizzazione in Regione Lombardia La Digitalizzazione in Regione Lombardia Il progetto EDMA: il percorso di innovazione di Regione Lombardia nell'ambito della dematerializzazione Milano, Risorse Comuni, 19 Novembre 2009 A cura di Ilario

Dettagli

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT

SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE. Rete telematica e servizi di supporto ICT SPORTELLO UNICO DELLE ATTIVITA PRODUTTIVE Rete telematica e servizi di supporto ICT La rete telematica regionale LEPIDA ed il SISTEMA a rete degli SUAP come esempi di collaborazione fra Enti della PA per

Dettagli

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf.

Comuni di: Aicurzio, Basiano, Bellusco, Busnago, Cavenago B.za, Cambiago, Gessate, Masate, Mezzago, Ornago, Sulbiate, Verderio Inf. DETERMINAZIONE N. 08 DEL 04/02/2013 - COPIA OGGETTO: MODERNIZZAZIONE SISTEMA INFORMATICO CONSORTILE AFFIDAMENTO, MANUTENZIONE, AGGIORNAMENTO, ASSISTENZA AI SOFTWARE URBI DA UTILIZZARSI IN COLLEGAMENTO

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012

Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012 Utilizzo della PEC nella strategia ICT dell INPS Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Dott. Guido Ceccarelli Pisa, 8 maggio 2012 La strategia comunicativa dell INPS: accesso multicanale

Dettagli

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze

Roma, 20 dicembre 2010. Principali evidenze Roma, 20 dicembre 2010 Principali evidenze Indice 2 Capitolo 1: Rapporto cittadino-pa: principali evidenze Capitolo 2: Sanità digitale: principali evidenze e Capitolo 3: Scuola e Università digitale: principali

Dettagli

Le comunicazioni telematiche in Toscana

Le comunicazioni telematiche in Toscana Le comunicazioni telematiche in Toscana Stampa Centro stampa Giunta Regione Toscana I N D I C E Le comunicazioni telematiche I canali di comunicazioni InterPRO e le Amministrazioni Pubbliche Come attivare

Dettagli

LA CITTADINANZA DIGITALE

LA CITTADINANZA DIGITALE . 1. LA CITTADINANZA DIGITALE Cambia il rapporto tra cittadini e amministrazione partendo dal principio che i cittadini sono al centro dell azione amministrativa, che essi godono di diritti di cittadinanza

Dettagli

LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI l esperienza di San Giorgio a Cremano

LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI l esperienza di San Giorgio a Cremano Seminario E-Government: esperienze a misura di comune Proposte operative per migliorare la qualità dei servizi ed innovare il rapporto con cittadini ed imprese LA CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI l esperienza

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA COMUNE DI VERTOVA Provincia di Bergamo Via Roma, 12 - Tel. Uffici Amm.vi 035 711562 Ufficio Tecnico 035 712528 Fax 035 720496 P. IVA 00238520167 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa?

Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Agenda Digitale: questione tecnologica o solo culturale e organizzativa? Paolo Donzelli DG Progetti strategici per l innovazione digitale Dipartimento per la Digitalizzazione della P.A. e l innovazione

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

L Innovazione digitale nella Scuola

L Innovazione digitale nella Scuola Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca Ministro per la pubblica amministrazione e l innovazione L Innovazione digitale nella Scuola Roma, Palazzo Chigi, 28 ottobre 2010 1 Quadro di sistema

Dettagli

Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia

Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia T Il progetto BresciaGov della Provincia di Brescia Popolazione interessata / ambito territoriale coperto: 1.242.923 abitanti (185 Comuni aderenti al progetto) Ambito Progetto: e-government Settore: Innovazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI.

PIANO TRIENNALE PER L INDIVIDUAZIONE DI MISURE FINALIZZATE ALLA RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI. Parte I PREMESSA Nel più ampio ambito della legislazione ispirata al contenimento della spesa pubblica, le disposizioni contenute nei commi 594, 595, 596, 597, 598, 599 dell articolo 2 della legge 24.12.2007

Dettagli

Procura della Repubblica di Catania

Procura della Repubblica di Catania Procura della Repubblica di Catania 2014 2 SOMMARIO LO SPORTELLO UNICO... 4 NULLA OSTA RILASCIO COPIA RAPPORTI INCIDENTI STRADALI... 6 CHIUSA INCHIESTA AI FINI ASSICURATIVI... 7 IL CERTIFICATO DEL CASELLARIO...

Dettagli

La Firma Digitale e le sue applicazioni: strumenti di e-government. per la Pubblica Amministrazione

La Firma Digitale e le sue applicazioni: strumenti di e-government. per la Pubblica Amministrazione Milano, 28 gennaio 2004 La Firma Digitale e le sue applicazioni: strumenti di e-government per la Pubblica Amministrazione Francesco Schinaia Qualche numero su InfoCamere Dipendenti: 576 Ricavi: Investimenti:

Dettagli

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi

La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi La carta di identità elettronica per il sistema dei servizi L AMMINISTRAZIONE LOCALE: IL FRONT OFFICE DELL INTERO MONDO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Con il Piano di E-Government, con il ruolo centrale

Dettagli

La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA

La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA La nuova piattaforma AIDA Grassia Mario Coordinatore del progetto AIDA AIDA oggi strumento attivamente utilizzato per la dematerializzazione dei processi di sportello, anche in seguito alle formalizzazioni

Dettagli

Appendice 2 Alcuni casi di eccellenza nella Pubblica Amministrazione. Premessa

Appendice 2 Alcuni casi di eccellenza nella Pubblica Amministrazione. Premessa Appendice 2 Appendice 2 Alcuni casi di eccellenza nella Pubblica Amministrazione di rilievo per il progetto di riorganizzazione del Comune di Montecatini Terme Premessa Nella ormai vasta letteratura che

Dettagli

INDAGINE CITTADINI NUOVO CAD AGENDA DIGITALE

INDAGINE CITTADINI NUOVO CAD AGENDA DIGITALE INDAGINE CITTADINI NUOVO CAD AGENDA DIGITALE 2 INTRODUZIONE Il presente documento illustra i risultati dell indagine effettuata presso gli italiani, volta a comprendere la percezione generale che essi

Dettagli

PROTOCOLLO D 'INTESA tra

PROTOCOLLO D 'INTESA tra PROTOCOLLO D 'INTESA tra Comune di Firenze, con sede legale in Firenze, P.zza della Signoria, rappresentato da.., nato a il, domiciliato per la carica presso lo stesso Comune di Firenze e Azienda Ospedaliera

Dettagli

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione

E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione E-Europe: : organizzazione e fruizione delle informazioni nei siti web della Pubblica Amministrazione Ornella Nicotra a.a. 2001-2002 Modulo europeo Action Jean Monnet Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE

LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE LINEE GUIDA PER LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI, DELLE PROCEDURE E DEI PROCEDIMENTI DELL ENTE 1. La dematerializzazione degli

Dettagli

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas

Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Concertazione e cooperazione applicativa nel progetto Comunas Fabrizio Gianneschi Regione Autonoma della ardegna Alcuni dati Circa 1.700.000 abitanti 377 Comuni 83% sotto i 5.000 abitanti 30% ha una intranet

Dettagli

Valore probatorio: posta tradizionale 2 PEC

Valore probatorio: posta tradizionale 2 PEC Valore probatorio: posta tradizionale 2 PEC Il messaggio di posta tradizionale viene comunque ricevuto dal titolare della casella di PEC, imbustato in una anomalia messaggio Al mittente non certificato

Dettagli

COMUNE DI CASTEGNATO

COMUNE DI CASTEGNATO COMUNE DI CASTEGNATO NOTE INFORMATIVE PER LA DOTE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 E' aperto lo sportello della DOTE per l'anno scolastico 2015/2016. Le domande devono essere presentate dalle ore 12,00 del 26

Dettagli

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. COMUNE DI CARPEGNA Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 13 del 16/02/2015 Pag. 2 2.

Dettagli

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità:

Vediamo nel dettaglio i punti caratterizzanti la soluzione realizzata: Il Portale consente agli utenti di identificarsi secondo differenti modalità: Il Portale Integrato Il Portale per i servizi alle imprese (www.impresa-gov.it), realizzato dall INPS, è nato con l obiettivo di mettere a disposizione delle imprese un unico front end per utilizzare i

Dettagli

Il nuovo codice della PA digitale

Il nuovo codice della PA digitale Il nuovo codice della PA digitale 1. Cosa è e a cosa serve Le pubbliche amministrazioni sono molto cambiate in questi ultimi anni: secondo i sondaggi i cittadini stessi le vedono mediamente più veloci

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese

La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese La Semplificazione Amministrativa a favore delle Imprese per la ripresa economica del Paese Dal SUAP on line al Contratto in modalità elettronica con firma digitale Antonio Meola Segretario generale del

Dettagli

STATO AVANZAMENTO LAVORI

STATO AVANZAMENTO LAVORI ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) aggregazione di comuni denominata GRANDE MANTOVA ACCORDO DI COLLABORAZIONE INTERISTITUZIONALE (ACI) AGGREGAZIONE DI COMUNI CITTA DI CURTATONE PORTO MANTOVANO

Dettagli

MUDEC -Modello Unico Digitale per l Edilizia e il Catasto (Cret@) a cura di Domenico Modaffari

MUDEC -Modello Unico Digitale per l Edilizia e il Catasto (Cret@) a cura di Domenico Modaffari PON GAS FSE 2007 2013, Obiettivo Convergenza, Asse E - Capacità istituzionale Progetto: Semplifica Italia. Cantieri regionali per la semplificazione Seminario La semplificazione delle procedure per le

Dettagli

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P.

Provincia Regionale di Catania. Carta dei servizi. Ufficio U.R.P. Provincia Regionale di Catania denominata Libero Consorzio Comunale ai sensi della L.R. n. 8/2014 Carta dei servizi Ufficio U.R.P. Palazzo Minoriti Via Etnea, 67 95124 Catania Come si accede ai servizi

Dettagli

Comune di Rotondi CONSIDERATO

Comune di Rotondi CONSIDERATO CONVENZIONE PER INTRODURRE L UTILIZZO DELLE TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE NELLO SVOLGIMENTO DELLE FUNZIONI DI INTERESSE CONDIVISO TRA CAMERA E COMUNI DEL TERRITORIO TRA La Camera di

Dettagli

Gestione documentale e Protocollo informatico

Gestione documentale e Protocollo informatico Gestione documentale e Protocollo informatico Settembre 2003 Cosa tratteremo La gestione dei documenti produzione, acquisizione, trasmissione organizzazione e conservazione reperimento ed accesso alle

Dettagli

Maurizio Vego Scocco

Maurizio Vego Scocco Suap Con il il Comune inizia la dematerializzazione dei servizi Maurizio Vego Scocco Comune di Vicenza 5 aprile 2013 Consulente INFOCAMERE Camere di Commercio di Pordenone e Vicenza 1 Sportello Unico Attività

Dettagli

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ----------------------------------------------

DIREZIONE CENTRALE. Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- DIREZIONE CENTRALE Attività Produttive, Politiche del Lavoro e dell'occupazione ---------------------------------------------- Protocollo d Intesa tra Il Comune di Milano e l Ordine dei Consulenti del

Dettagli

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti

M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti Uno strumento per la semplificazione M.U.T.A. Modello Unico Trasmissione Atti un sistema per la Pubblica Amministrazione una risorsa per le Imprese 19 aprile 2011 Videoconferenza di presentazione INDICE

Dettagli

Il Comune Lo sviluppo informatico

Il Comune Lo sviluppo informatico Il Comune Lo sviluppo informatico Il SISTEMA INFORMATIVO COMUNALE Situazione di contesto Il sistema informativo del Comune di Fabriano è composto da due parti essenziali. La prima, più visibile è costituita

Dettagli

Comune di Livorno. Innovazione. Sviluppo. Le tecnologie, e le iniziative i servizi. a Livorno

Comune di Livorno. Innovazione. Sviluppo. Le tecnologie, e le iniziative i servizi. a Livorno Comune di Livorno Innovazione e Sviluppo Le tecnologie, e le iniziative i servizi a Livorno Innovazione e Sviluppo Le tecnologie, i servizi e le iniziative a Livorno Supplemento a CN-Comune Notizie n.

Dettagli

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 Statistiche, linee di lavoro, considerazioni finali circa la gestione 2013-2014 del sito web dell IC 16 Valpantena. Mariacristina Filippin 16 giugno 2014

Dettagli

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda

BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda BANDO VOUCHER DIGITALE Per enti locali in forma associata per la digitalizzazione e la semplificazione della PA lombarda 1 Finalità dell intervento... 2 2 Modello di riferimento... 2 3 Soggetti abilitati

Dettagli

Dieci anni di esperienza

Dieci anni di esperienza www.halleylombardia.it Dieci anni di esperienza di e-government per il futuro Formazione e-government Introduzione Gli obbiettivi della PA Migliorare i servizi i a valore aggiunto per l utenza (efficacia)

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO VIA AMENDOLA, 18 TEL E FAX 0985/81036 CSIC836001@istruzione.it Sito web : www.icdiamantebuonvicino.gov.it 87023 DIAMANTE

Dettagli

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche

Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013. Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche Allegato 1 al report del Tavolo SUAP del 9 dicembre 2013 Proposta per il POR Marche 2014/2020 Agenda Digitale Marche PROGETTO DI SPERIMENTAZIONE della Conferenza di servizi telematica per l approvazione

Dettagli

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale

Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione Locale A. Pesaro 19 Giugno 2003 Le politiche del Governo per lo sviluppo dell uso dell ITC nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

SUAP. Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive. www.sardegnasuap.it REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA SUAP Semplificazione per l avvio e lo sviluppo di attività produttive Premesse Oggi la competizione ampliata a scala globale genera i seguenti effetti: alta pressione sui costi di produzione riduzione

Dettagli

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo

Le Province, l e-government e le politiche di sviluppo AtoB Piemonte AtoB Piemonte è il progetto di e-government che le Province piemontesi hanno ideato per aziende, utenza e territorio al fine di semplificare, velocizzare e rendere più trasparenti i procedimenti

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government

Il progetto P.E.O.P.L.E. Progetto Enti On-line Portali Locali E-government Il progetto P.E.O.P.L.E. Dimensioni del progetto Presentato da 55 enti con quasi 7,4 milioni di abitanti, circa il 13% della popolazione nazionale. P.E.O.P.L.E. si basa su un budget iniziale complessivo

Dettagli

La rete delle associazioni del territorio per diffondere la cultura digitale

La rete delle associazioni del territorio per diffondere la cultura digitale La rete delle associazioni del territorio per diffondere la cultura digitale L esperienza del Comune di Anzola dell Emilia Patrizia Saggini 12 giugno 2014 Agenda: Cos è la svolta digitale: alcuni dati

Dettagli

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2

Comune di Azzate. Provincia di Varese. - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 Comune di Azzate Provincia di Varese INDICE: - Carta dei servizi dell URP---------------------------------------------------p. 2 - Le principali aree di erogazione del servizio URP------------------------p.

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO VIA UGOLINI, 83 58017 PITIGLIANO (GR) SERVIZIO SEGRETERIA COPIA DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 OGGETTO:

Dettagli

La tecnologia strumento di visibilità e partecipazione. Prato 5 Settembre 2006

La tecnologia strumento di visibilità e partecipazione. Prato 5 Settembre 2006 Ci.p.ì On Line La tecnologia strumento di visibilità e partecipazione Prato 5 Settembre 2006 1969 : nasce il Centro Elaborazione Dati 1995: nasce la Rete Civica Ad oggi : La rete intranet conta: 1600 PC

Dettagli

S.AC. Sistema di Accreditamento

S.AC. Sistema di Accreditamento S.AC. Sistema di Accreditamento Assessorato Infrastrutture e Lavori Pubblici Regione Lazio Manuale d'uso release 2.0 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. NORMATIVA DI RIFERIMENTO... 4 3. UTENTI DEL SISTEMA

Dettagli

Comunità Montana del Catria e Nerone Zona D1 Centro Servizi Associati

Comunità Montana del Catria e Nerone Zona D1 Centro Servizi Associati Comunità Montana del Catria e Nerone Zona D1 Centro Servizi Associati I SERVIZI IN RETE CNS - CARTA NAZIONALE DEI SERVIZI SUE - SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Cagli sabato 1 aprile 2006 Carta Raffaello

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 1. PREMESSA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2015 1. PREMESSA Il principio della trasparenza, inteso come accessibilità totale a tutti gli aspetti dell organizzazione, è un elemento essenziale

Dettagli

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi

Direzione generale per gli studi la statistica e i sistemi informativi MIUR AOODGSSSI REGISTRO UFFICIALE Prot. 2172 del 19.04.2011 - USCITA Alle Istituzioni Scolastiche Statali LORO SEDI OGGETTO PROGETTI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE. Come è noto

Dettagli

LA f i rma DIGITALE: Firma la tua polizza fidejussoria con un click

LA f i rma DIGITALE: Firma la tua polizza fidejussoria con un click LA f i rma DIGITALE: Firma la tua polizza fidejussoria con un click LA f i rma DIGITALE CARTA DI IDENTITA Cos è? La firma digitale nasce dalla necessità di aumentare la sicurezza delle transazioni che

Dettagli

Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo

Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo Comitato Etico per le attività biomediche di Ateneo Centro Servizi Informativi di Ateneo Proposta di intervento 1 L e-government di Ateneo ed il sistema PRAXIS è l insieme delle soluzioni tecnico-organizzative

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA 2015-2017 (deliberato dal C. di A. nella seduta del 19 giugno 2015) 1 1 - Introduzione e normativa di riferimento Il Programma triennale per la trasparenza e l integrità

Dettagli

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE

COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE COME FARE PER. ARMONIZZARE IL SITO COL SISTEMA DI GESTIONE DOCUMENTALE DELL ENTE Flavia Marzano marzano@cibernet.it 10/05/2004 ARPA Club Forum PA 2004 Contenuti Cenni normativi Sistema di gestione documentale:

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate.

Le normative relative all avvio, trasformazione, trasferimento, gestione e cessazione dell attività d impresa sono state recentemente modificate. Cos'è lo Sportello Unico Attività Produttive Lo Sportello Unico per le Attività Produttive, già nella sua definizione data dal D.P.R. n. 447/1998, ha per oggetto la localizzazione degli impianti produttivi

Dettagli

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo

Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Prefettura di Roma Ufficio Territoriale del Governo Ufficio del Rappresentante dello Stato e della Conferenza permanente Via IV Novembre 119/A 00187 ROMA Tel. 06/67294481-4344 Monitoraggio del processo

Dettagli

E-Europe: : indicazioni e normativa sulla struttura informativa dei siti web

E-Europe: : indicazioni e normativa sulla struttura informativa dei siti web E-Europe: : indicazioni e normativa sulla struttura informativa dei siti web Ornella Nicotra 1 febbraio 2003 Modulo europeo Action Jean Monnet Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari Universita degli

Dettagli

gestione operatore Ente - gestori del Back-office del portale CiTel credenziali utenti - rilascio credenziali in busta per i cittadini

gestione operatore Ente - gestori del Back-office del portale CiTel credenziali utenti - rilascio credenziali in busta per i cittadini PORTALE DEI SERVIZI CITEL ( Note operative di base per gli Enti riusatori ) descrizione di base - credenziali e servizi gestione operatore Ente - gestori del Back-office del portale CiTel credenziali utenti

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PRATICHE E DOCUMENTI ON-LINE

ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PRATICHE E DOCUMENTI ON-LINE 16/03/15 ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DI PRATICHE E DOCUMENTI ON-LINE 1) Introduzione Con il progetto PEOPLE, un progetto di e-government a cui hanno partecipano numerosi Comuni italiani con l'obiettivo

Dettagli

Progetto di riuso unitario Comunas

Progetto di riuso unitario Comunas Progetto di riuso unitario Comunas La Regione Autonoma della Sardegna, con l occasione della pubblicazione dell Avviso per la realizzazione di progetti di riuso del CNIPA, si fa promotrice di un progetto

Dettagli

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale

Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Comune di Pisa Direzione Sistema Informativo UO Automazione Flusso Documentale Il punto di partenza Nel Piano Esecutivo di Gestione 2000 particolare del Servizio Sistema Informativo erano allegate le Linee

Dettagli

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5.

1. PREMESSA. 2. IL QUADRO DI RIFERIMENTO PER LA COMUNITÀ 3. VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ATTUALE 4. ALTRI PROCEDIMENTI 5. Via Alberti 4 38033 CAVALESE tel. 0462-241311 fax 0462-241322 C.F. 91016130220 e-mail: info@comunitavaldifiemme.tn.it pec: comunita@pec.comunitavaldifiemme.tn.it www.comunitavaldifiemme.tn.it PIANO DI

Dettagli

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita

PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita istituto d'istruzione superiore liceo classico e scientifico v. julia ACRI (CS) PROGRAMMA triennale per la trasparenza e l integrita Anni 2014-2016 Deliberato dal Consiglio d Istituto in data 04/06/2014

Dettagli

Progetto Lombardia Integrata

Progetto Lombardia Integrata Progetto Lombardia Integrata Cos è Lombardia Integrata E il programma di connessione telematica della P.A. Lombarda per la diffusione di servizi telematici e lo scambio di informazioni tra tutti gli Enti

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

VENEZIA. canali di innovazione pad. 7 stand 3B

VENEZIA. canali di innovazione pad. 7 stand 3B VENEZIA canali di innovazione pad. 7 stand 3B Contesto veneziano Popolazione 270.000 Più di 20 milioni di turisti ogni anno 30.000 studenti iscritti all università 414 km 2 estensione del territorio 2

Dettagli

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde 1. Premesse 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) e la sua

Dettagli

Incontri pubblici per una città dinamica e partecipata. II ciclo di workshop LEZIONI DI PIANO. A cura Dott.ssa Francesca Freschi

Incontri pubblici per una città dinamica e partecipata. II ciclo di workshop LEZIONI DI PIANO. A cura Dott.ssa Francesca Freschi Incontri pubblici per una città dinamica e partecipata II ciclo di workshop LEZIONI DI PIANO Sala Polifunzionale ex GIL 19/10/2012 A cura Dott.ssa Francesca Freschi Comune di Senigallia l esperienza dell

Dettagli

Sperimentazione a valenza provinciale della progettualità. ICARO: semplifica la NASCITA UN PROGETTO PER IL TERRITORIO DEL CREMONESE.

Sperimentazione a valenza provinciale della progettualità. ICARO: semplifica la NASCITA UN PROGETTO PER IL TERRITORIO DEL CREMONESE. Sperimentazione a valenza provinciale della progettualità ICARO: semplifica la NASCITA UN PROGETTO PER IL TERRITORIO DEL CREMONESE. La Gestione integrata dell evento Nascita Cos è ICARO? ICARO Il progetto

Dettagli

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014

Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Allegato A) al Decreto del Direttore n. 16 del 31 gennaio 2014 Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nel Sistema Informativo di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI VILLANOVA DEL GHEBBO P R O V I N C I A D I R O V I G O C.F. 82000570299 P.I. 00194640298 - Via Roma, 75 - CAP 45020 - Tel. 0425 669030 / 669337 / 648085 Fax 0425650315 info-comunevillanova@legalmail.it

Dettagli

Il Segretario Generale Prot. 3165 Roma, 20 dicembre 2013 Trasmissione a mezzo e-mail

Il Segretario Generale Prot. 3165 Roma, 20 dicembre 2013 Trasmissione a mezzo e-mail Il Segretario Generale Prot. 3165 Roma, 20 dicembre 2013 Trasmissione a mezzo e-mail Agli Sigg.ri Presidenti delle Società Organizzatrici Procuratori Sportivi Pugili Pro Arbitri iscritti nelle liste pro

Dettagli

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR.

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR. AGLI UTENTI ANNO 0 * POLIZIA LOCALE 9.,00.0,00 attivita' di informazione e rilascio documenti per autorizzazioni pubblicita' fonica giorni attivita' di rilascio atti conseguenti ad incidenti stradali 0

Dettagli

Ridurre tempi e costi delle procedure edilizie e assicurare la certezza degli adempimenti per cittadini e imprese.

Ridurre tempi e costi delle procedure edilizie e assicurare la certezza degli adempimenti per cittadini e imprese. 4. L EDILIZIA L edilizia è un settore particolarmente critico: l Italia è al 112 posto della graduatoria Doing Business della Banca Mondiale. I cittadini e le imprese segnalano le seguenti complicazioni:

Dettagli

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi

Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi Dematerializzazione: definizioni e riferimenti normativi CNIPA massella@cnipa.it Workshop per dirigenti responsabili dei servizi di protocollo e flussi documentali CNIPA 9 novembre 2007 1 Alcuni numeri

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli