Lezione di Alessandra Mottola Molfino al corso di formazione per insegnanti e referenti marzo 2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Lezione di Alessandra Mottola Molfino al corso di formazione per insegnanti e referenti 20-22 marzo 2015"

Transcript

1 Lezione di Alessandra Mottola Molfino al corso di formazione per insegnanti e referenti marzo 2015 Il museo: contro i luoghi comuni per un luogo comune. Tutti credono di sapere che cosa è un museo e come lo si gestisce (continue sono le dichiarazioni autorevoli di giornalisti, amministratori pubblici, dirigenti e politici), ma saprebbero esse dirigere un ospedale? E affidereste i tesori della nazione ad un incompetente? Per l anno scolastico il Settore Educazione al Patrimonio Culturale ha deciso (con i proprio Comitato scientifico nazionale) di privilegiare nella lettura critica delle fonti da trasmettere a insegnanti e corsi nazionali decentrati di formazione i musei. Oltre ai temi tradizionali dei centri storici e del paesaggio che fanno parte del pacchetto formativo del nostro lavoro. E oltre al nuovo tema della ricerca sulle fonti delle arti visive. Perché i MUSEI? Perché nel luglio 2016 si terrà a Milano il CONGRESSO MONDIALE dei PROFESSIONISTI dei MUSEI. (v. il Programma di ICOM-2016: Musei e Paesaggi Culturali nel Sito Icom-Italia.org); e perché moltissimi musei italiani sono in grave pericolo di vita!! Ma che cosa è un Museo e come funziona? Definizione ICOM di museo (aggiornata nel 2007) A museum is a non-profit, permanent institution in the service of society and its development, open to the public, which acquires, conserves, researches, communicates and exhibits the tangible and intangible heritage of humanity and its environment for the purposes of education, study and enjoyment. Il Museo è una istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società e del suo sviluppo, aperto al pubblico che acquisisce, conserva, ricerca, comunica ed espone il patrimonio materiale e immateriale dell'umanità e del suo ambiente ai fini di educazione, studio e diletto. Alcuni dati per capirci meglio... Sono i musei e gli istituti similari, pubblici e privati, aperti al pubblico nel 2011, di cui i musei, gallerie o collezioni, 240 le aree o parchi archeologici e 501 i monumenti e complessi monumentali. In Italia, quasi un comune su tre ospita almeno una struttura a carattere museale: un patrimonio diffuso quantificabile in 1,5 musei o istituti similari ogni 100 kmq e circa uno ogni 13 mila abitanti. Le regioni con il maggior numero di istituti sono la Toscana (550), l'emilia-romagna (440) e il Piemonte (397). Nel Sud e nelle Isole è concentrato il 52,1% delle aree archeologiche, mentre al Nord sono localizzati il 48% dei musei e il 43,1% dei monumenti.

2 DATI dal censimento ISTAT 2011 Tavola 11 - Musei e istituti similari per natura e forma giuridica del soggetto titolare - Anno 2011 FORME GIURIDICHE DEL TITOLARE N. % SOGGETTO PUBBLICO Ministero per i beni e le attiv ità culturali ,2 Altra amministrazione centrale (specif icare) 40 1,4 Regione 97 3,3 Prov incia 84 2,9 Comune ,3 Comunità montana o isolana 30 1,0 Istituto o scuola di ogni ordine e grado 23 0,8 Univ ersità pubblica 109 3,7 Istituto o ente di ricerca 10 0,3 Consorzio di diritto pubblico 7 0,2 Altro ente pubblico 123 4,2 Non indicato 79 2,7 Totale ,0 SOGGETTO PRIVATO Ente ecclesiastico o religioso ,1 Società di persone o capitali 119 7,4 Società cooperativ a 34 2,1 Consorzio o altra f orma di cooperazione tra imprese 3 0,2 Ente pubblico economico, azienda speciale o azienda pubblica di serv izi 8 0,5 Associazione riconosciuta ,9 Associazione non riconosciuta 153 9,5 Fondazione bancaria 16 1,0 Fondazione non bancaria ,7 Priv ato cittadino ,4 Impresa o ente priv ato costituito all'estero 3 0,2 Altro soggetto priv ato 87 5,4 Non indicato 47 2,9 Totale ,0

3 I musei, come dice chiaramente la stessa definizione ICOM, devono servire un nuovo sviluppo umano; che non sia più quello finanziario, industriale e cementizio, e nemmeno spettacolare e solo turistico. I musei serviranno per progettare il cambiamento del nostro modello economico su tempi lunghi (nessun altra istituzione meglio dei musei); per restituire fiducia ai futuri cittadini; per proteggere i diritti delle generazioni future; per imparare a consumare senza distruggere. I musei naturalistici sono vitali per preservare le biodiversità: una ricchezza immensa. I musei storici e i musei scientifici sono determinanti per progettare una nuova economia della conoscenza. Se crediamo in questa missione, ne dobbiamo dedurre che i musei sono BENI COMUNI. Solo noi come visitatori, come insegnanti con le nostre scuole, con i giovani, possiamo salvare il modello, tutto italiano, di museo diffuso. L ambizione di questo mio discorso è quella di proporvi un uso nuovo ma corretto dei musei del vostro territorio. E ci sono alcune cose che dovete sapere... Un sistema in pericolo! Sono in corso gravissimi tagli dallo Stato, dalle Regioni, dai Comuni che mettono in pericolo la sopravvivenza di tantissimi musei medio-piccoli (la regione Campania ha posto a bilancio per i musei ZERO euro). Perchè si tagliano musei, biblioteche, archivi? Perchè la cultura viene comunemente ritenuta un lusso, un optional, non una necessità... Ma leggete anche l intervista ad Antonio Natali sulla sacralità. Vorrei indurvi a visitare i musei non solo perché conservano le nostre memorie e perché sono strumento insostituibile di educazione permanente... ma soprattutto perché bisogna lottare per farli sopravvivere. Prendiamone un aspetto un po curioso; che può servire a far pensare e a far sviluppare il nostro senso critico: esaminiamo insieme alcuni LUOGHI COMUNI che purtroppo avvolgono i musei e ne stravolgono il senso. Proprio per salvare i musei dai pericoli che incombono su di loro sono da sfatare alcuni gravissimi luoghi comuni che girano instancabili sulla stampa e nell'opinione pubblica, ecco, allora, i luoghi comuni più comuni: 1 musei come "macchine da soldi" : NON è VERO Il Louvre, infatti, ha un bilancio di 200milioni l'anno, di cui una metà arriva dallo Stato e l'altra dalla vendita dei biglietti, dai vari servizi e, non ultimo, dai mecenati (per le ragioni morali per cui un museo non è una macchina da soldi(vedi cap. Uffizi nell ultimo libro di Montanari).

4 Il bilancio entrate del Louvre nel 2013 Al Louvre, sempre nel Le entrate sono state 199 mil. di cui 181 per il funzionamento e 18 di investimenti Le uscite 218 mil di cui 108 per il personale, 69 per funzionamento, 41 di investimenti Il disavanzo di esercizio è stato colmato con prelievo dai fondi di dotazione (dati da mecenati per progetti specifici ) (fonte: e nel 2014 le entrate sono state: dallo stato francese : 49% = 98mil entrate proprie : 51% = 101mil di cui: dalla biglietteria e negozi: 60% = 61mil dalle collezioni: 4% = 4mil da mecenati e media-sponsor : 15% = 16mil altre : 7% = 7mil nel 2014 i visitatori del Louvre sono stati 9,3 milioni ma oggi vale ancora la pena visitare il Louvre? in questa immagine vedete ancora la Gioconda?

5 2 troppo pochi visitatori nei musei italiani: NON è VERO ma bisogna distribuire meglio i flussi dei turisti perché l Italia è un museo diffuso e deve assolutamente mantenere questa sua caratteristica tanto speciale. Il pubblico tende a concentrarsi fra poche destinazioni; tre sole regioni si assicurano, infatti, il 51% degli ingressi: Toscana (22,1%), Lazio (20,1%) e Lombardia (8,8%). Gli Uffizi scoppiano

6 e pure la Cappella Sistina Nel 2011, (v. Statistiche Istat): i visitatori dei nostri 4588 musei, siti archeologici e monumenti hanno raggiunto la cifra di unità (in aumento negli ultimi 4 anni). I confronti con gli altri Paesi europei in termini di visitatori sono a nostro favore. In Germania: musei raccolgono 109,6 milioni di visitatori (ma 12 sono concentrati a Berlino). In Francia nel 2011 i visitatori dei 1200 circa musei sono stati 56,2 milioni (solo al Louvre più di 9 mil.), e i 10 più visitati sono a Parigi. Certo, tutti i musei hanno bisogno di educare i propri visitatori.

7 e non possiamo più tornare alle visite degli intellettuali della fine del sec. XVIII ma possiamo istituire servizi educativi in grado di far vedere e pensare Alla Fondazione Orestiadi di Gibellina spiegazione di Mario Schifano, Gigli d'acqua, 1984.

8 Mercedes Auteri spiega Marcel Duchamp, Ruota di bicicletta, i manager alla direzione: all estero uno storico dell arte può diventare manager...in Italia è il contrario. Alcuni esempi:

9 Nel MacGregor, storico della letteratura e poi dell'arte, direttore della National Gallery dal 1987 al 2002 e da allora direttore del British Museum, avete visto il bel film sulla National Gallery di Londra, in questi giorni nelle sale? https://www.youtube.com/watch?v=yu7b-jganr8&authuser=0 Thomas P. Campbell, storico dell'arte specialista di arazzi, direttore del MET dal 2008 dopo essere stato per 14 anni curatore del dip. di scultura e arti decorative europee, i nostri manager

10 Mario Resca laureato in Economia e Commercio, amministratore in Eni, Mondadori, Rizzoli, Gianni Versace, L'Oréal, Presidente e amministratore delegato di Mac Donald's Italia, nel 2008 è nominato consigliere per le politiche museali del Ministro per i beni e le attività culturali, nel 2010 è nominato commissario per la "Grande Brera" e infine direttore generale dello stesso Ministero sino al 2012 quando è stato sostituito da Anna Maria Buzzi, Marcello Fiori, laureato in lettere, giornalista, dirigente pubblico in varie amministrazioni (ACEA di Roma, settore emergenze e grandi eventi della Protezione Civile), coordinatore nazionale dei Club Forza Silvio..dal 2009 commissario straordinario per Pompei.

11 In questo ruolo ha speso quasi 80 milioni di euro 6 dei quali per il teatro grande, completamente sfigurato

12 4 vendere i depositi, ovvero chissà quante meraviglie tenete nelle cantine... :

13 DERUTA i depositi sono luoghi di studio e di ricerca (come gli archivi e le biblioteche) inutile ribadire che in un museo tutti gli oggetti conservati sono soprattutto documenti storici, e documenti che raffigurano l'identità stessa del museo;

14 le opere nei depositi hanno molte più probabilità di sopravvivere al tempo di quelle esposte; musei distrutti dalle guerre si sono rifatti recuperando opere dai depositi; vendere le opere solo perché sono (secondo la vulgata) sepolte nei depositi è per un direttore di museo come giocare alla roulette russa : non saprà mai (o lo saprà troppo tardi) se ha venduto un capolavoro o un oggetto storico unico. Il museo di Birmingham piange ancora oggi dopo 50 anni la vendita di opere del l'estremo oriente asiatico che allora non erano di moda e venivano ritenute irrilevanti; vendere sulla base di criteri di scelta dettati da mode, preferenze di mercato e gusti collezionistici, che nel tempo cambiano anche radicalmente, vuol dire per un museo perdere la cognizione dell'indispensabile dimensione temporale del proprio agire; vendere le opere minori o spendibili di un museo è come eliminare da un albero genealogico gli antenati poco rappresentativi: l'effetto è che si perdono tutte le connessioni; se non ci fossero in un museo opere di seconda o di terza scelta, con le quali confrontarsi quotidianamente, non si saprebbe nemmeno quali sono le opere di prima scelta;

15 vendere opere donate...vuol dire scoraggiare e perdere i futuri donatori; nessun donatore ha interesse a donare un'opera che può essere poi venduta per pagare la bolletta della luce; una serie di opere è un bene importante anche se formata da duplicati o semiduplicati; molti anni fa' il Victoria and Albert Museum vendette una serie di sedie al re di uno stato africano credendo che fossero cattive copie del XIX sec.: erano invece una rara commissione del doge Paolo Renier della metà del Settecento: troppo tardi per ricomprarle, nel frattempo erano state trasformate in cornici di specchi e sgabelli; Vendere opere per un museo significa perdere la propria credibilità; comportarsi come privati collezionisti distrugge la missione tipica dei musei di conservare nel tempo, nell'interesse della comunità;

16 nei depositi gli studiosi fanno di solito le scoperte più nuove e interessanti.

17 Il caso dei frammenti archeologici di Mont e Prama, Sinis Cabras-Oristano Nei depositi archeologici di Sassari giaccioni ( o meglio aspettano) frammenti accumulati dagli scavi condotti dal 1974 al Scavi interrotti per mancanza di soldi. Il lavoro di studio e le ipotesi di ricostruzione sono ripresi con finanziamenti del 2006, partendo da 5178 frammenti (recuperati anche nei muretti a secco!)

18 Ricostruzioni affidate del CRS4 di Pula (Centro ricerche tecnologiche): i sette giovani scienziati del lab. Visual Computing le hanno riprodotte in 3d fin nei minimi dettagli (6200 scansioni laser, 4200 fotografie)

19 Altri scavi sono ripresi nell agosto 2014 Sono state ricosruite 37 statue restaurate (16 pugilatori, 5 arcieri, 4 guerrieri, 13 castelli nuragici)

20

21 Ecco, allora, una proposta che noi di Italia Nostra Settore Educazione al Patrimonio Culturale lanciamo alle scuole per l anno : CHIEDETE di visitare i depositi dei musei!

LA RIFORMA DEI BENI CULTURALI E IL RAPPORTO STATO-AUTONOMIE LOCALI

LA RIFORMA DEI BENI CULTURALI E IL RAPPORTO STATO-AUTONOMIE LOCALI DIPARTIMENTO DI SCIENZE POLITICHE LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI LA RIFORMA DEI BENI CULTURALI E IL RAPPORTO STATO-AUTONOMIE LOCALI PROF. LORENZO CASINI UNIVERSITÀ

Dettagli

Un patrimonio invisibile e inaccessibile

Un patrimonio invisibile e inaccessibile Un patrimonio invisibile e inaccessibile Idee per dare valore ai depositi dei musei statali Maurizio Carmignani, Filippo Cavazzoni e Nina Però Università IULM 18 aprile 2012 Quali beni culturali invisibili?

Dettagli

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE

IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE. Disegno e Storia dell Arte_PATRIMONIO CULTURALE IL PATRIMONIO CULTURALE ED AMBIENTALE IL PATRIMONIO CULTURALE di solito indica quell insieme di cose, mobili ed immobili, dette più precisamente beni, che per il loro interesse pubblico e il valore storico,

Dettagli

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI

REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI REGOLAMENTO DEL MUSEO CIVICO DI CUNEO E DEL MUSEO CASA GALIMBERTI Il Museo civico è, lo specchio della storia sociale, economica, culturale, religiosa ed artistica del territorio cuneese. Il suo patrimonio

Dettagli

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali

Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Valore Cultura Decreto legge recante disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei Beni e delle Attività Culturali Roma 2 agosto 2013 1) Valore Grandi Progetti Disposizioni urgenti

Dettagli

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia

CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia CULTURA, TURISMO E MERCATO Il patrimonio artistico: motore dello sviluppo del sistema Italia Roma, 5 novembre 2009 Cnel, Sala del Parlamentino Via David Lubin, 2 Intervento del Cav. Lav. Mario Resca Presidente

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca

COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca MUSEO STORICO DELLA RESISTENZA Sant Anna di Stazzema COMUNE di STAZZEMA Medaglia d Oro al Valor Militare Provincia di Lucca PARCO NAZIONALE DELL A PACE Parco nazion Alla cortese attenzione di: Dirigenti

Dettagli

Veneto cantiere cultura energia creativa

Veneto cantiere cultura energia creativa Veneto cantiere cultura energia creativa Atlante Veneto della Cultura FEDERCULTURE statistiche e analisi sulle dinamiche del settore cultura in Veneto Roberto Grossi, Presidente Federculture L ATLANTE

Dettagli

I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko

I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko I DONATORI ITALIANI E IL TERZO SETTORE Paolo Anselmi, Vice Presidente GfK Eurisko ROMA, 27 maggio 2011 Premessa 2 A quasi tre anni dall indagine sui donatori effettuata nel luglio 2008, l Istituto Italiano

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA

REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA REGOLAMENTO DEL SISTEMA MUSEALE NATURALISTICO DEL LAZIO - RESINA Art. 1 - Istituzione del Sistema 1. Il Sistema Museale Naturalistico del Lazio RESINA è istituito ai sensi dell art. 22 della L.R. 42/97

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione

Tra il 1998 e oggi il mondo del web è cambiato ed ha subito una profonda trasformazione SINTESI DELLA RICERCA CIVITA SU WEB E MUSEI CAMPIONE DI RIFERIMENTO DELLA RICERCA Indagine sull offerta : 110 musei italiani selezionati sulla base del criterio geografico e della tipoloia dei musei; 110

Dettagli

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere

Vacanze studio, tutto quello che c è da sapere RASSEGNA WEB giornalettismo.com Data Pubblicazione: 07/06/2013 giornalettismo.com http://www.giornalettismo.com/archives/967721/vacanze-studio-tutto-quello-che-ce-da-sapere/comment-page1/#comment-972985

Dettagli

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172

L ITALIA IN EUROPA. 1 Voyager 5, pagina 172 L ITALIA IN EUROPA L Italia, con altri Stati, fa parte dell Unione Europea (sigla: UE). L Unione Europea è formata da Paesi democratici che hanno deciso di lavorare insieme per la pace e il benessere di

Dettagli

I luoghi della conservazione dei beni culturali. Francesco Morante

I luoghi della conservazione dei beni culturali. Francesco Morante I luoghi della conservazione dei beni culturali Francesco Morante Beni culturali mobili e immobili Ci sono beni culturali che devono essere conservati nel sito in cui sorgono e non possono essere spostati:

Dettagli

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Il progetto è stato promosso e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione

Dettagli

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo

Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo. Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo Valorizzazione dei beni ambientali e del patrimonio culturale: turismo e sviluppo Il patrimonio naturale e culturale come vantaggio competitivo Raffaello Cervigni - Oriana Cuccu Simona De Luca Benedetta

Dettagli

L ESERCITO DEI BISCOTTI

L ESERCITO DEI BISCOTTI L ESERCITO DEI BISCOTTI Siamo gli alunni del Convitto Nazionale Paolo Diacono, un Istituzione Educativa dello Stato, presente a Cividale del Friuli dal 1876. L offerta formativa del Convitto comprende:

Dettagli

MUSEIALTOVICENTINO per la

MUSEIALTOVICENTINO per la Città di Valdagno Assessorato alle Politiche Culturali Museo Museo Civico D. Dal Lago Civico Palazzo Festari - Corso Italia, 63-36078 Valdagno (VI) MUSEIALTOVICENTINO per la Orario di apertura: sabato

Dettagli

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale

Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA ASSESSORATO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE, BENI CULTURALI, INFORMAZIONE, SPETTACOLO E SPORT Modello di statuto per i musei di ente locale e di interesse locale Articolo 1 Istituzione...

Dettagli

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI: Il contributo strategico dei servizi di Facility Management Esperienze, modelli e strumenti innovativi

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI: Il contributo strategico dei servizi di Facility Management Esperienze, modelli e strumenti innovativi GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI: Il contributo strategico dei servizi di Facility Management Esperienze, modelli e strumenti innovativi 24 novembre 2015 Auditorium Museo dell Ara Pacis Roma FEDERCULTURE

Dettagli

Il Paese del museo diffuso

Il Paese del museo diffuso I beni culturali in Italia Il Paese del museo diffuso Mira SavioLi musei, siti archeologici, monumenti. l ItalIa ne è ricchissima, ma, a fronte di questa vasta offerta, la domanda è debole. l Interesse

Dettagli

Comprendere e vivere il patrimonio in chiave interculturale, da eredità ricevuta a risorsa condivisa

Comprendere e vivere il patrimonio in chiave interculturale, da eredità ricevuta a risorsa condivisa Comprendere e vivere il patrimonio in chiave interculturale, da eredità ricevuta a risorsa condivisa Simona Bodo Convegno Il patrimonio risorsa per l educazione interculturale. La scuola, il museo, il

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Pag. 1/6 Sessione ordinaria 2015 Il candidato svolga la prima parte della prova e risponda a due tra i quesiti proposti nella seconda parte. PRIMA PARTE IL TURISMO, RISORSA PER LO SVILUPPO DELL ITALIA

Dettagli

CAPITOLO V L OFFERTA DI SERVIZI AGGIUNTIVI

CAPITOLO V L OFFERTA DI SERVIZI AGGIUNTIVI CAPITOLO V L OFFERTA DI SERVIZI AGGIUNTIVI I servizi aggiuntivi, cioè quella serie di prestazioni diverse dal servizio culturale e non coperte dal prezzo del biglietto d ingresso, prevedono corrispettivi

Dettagli

Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra

Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra Dalla Guerra alla Pace Soggiorni didattici in Trentino in occasione del Centenario della Grande Guerra Rovereto e Vallagarina Folgaria Lavarone e Luserna Trento Rovereto e Vallagarina Attraversata durante

Dettagli

LuBeC Lucca Beni Culturali 2010 Lucca, 21 e 22 ottobre 2010

LuBeC Lucca Beni Culturali 2010 Lucca, 21 e 22 ottobre 2010 LuBeC Lucca Beni Culturali 2010 Lucca, 21 e 22 ottobre 2010 IL VALORE DI ARCUS S.p.A.: LE RICADUTE DEGLI INVESTIMENTI SUL SISTEMA PAESE Ettore Pietrabissa Direttore Generale di Arcus S.p.A. 1 GLI EFFETTI

Dettagli

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo

COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo COMUNE DI GORNO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DELLE MONTAGNE E DELLE MINIERE DI GORNO Le montagne, le miniere e la gente di Gorno: cultura e tradizioni locali per

Dettagli

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE Rapporto Annuale Federculture 2013 - Roma e Lazio, dati e tendenze - La dotazione culturale e l offerta Il territorio del Lazio, con all interno

Dettagli

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora.

È un sistema composto di interessi generali e di interessi di parte e di tanto altro ancora. Dieci anni di sanità in Puglia 19 maggio 2011 Brindisi di Emilio Gianicolo È arduo il compito di mostrare in poche righe punti di forza e punti di debolezza di un sistema sanitario in confronto ai sistemi

Dettagli

La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET

La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET La fruizione dei siti web museali da parte degli utenti di INTERNET Associazione Civita Riproduzione vietata. Eventuali estratti devono citare la fonte Aspetti metodologici - Estensione territoriale: territorio

Dettagli

Accordo di collaborazione decentrata SVILUPPO LOCALE INCENTRATO SULLA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE

Accordo di collaborazione decentrata SVILUPPO LOCALE INCENTRATO SULLA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE Accordo di collaborazione decentrata SVILUPPO LOCALE INCENTRATO SULLA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE Il presente accordo nasce a seguito: - dell Accordo Quadro sottoscritto in data 13.10.2005,

Dettagli

ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA

ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA CULTURA E TURISMO Navigando s impara 17 www.italia.it ITALIA SITO UFFICIALE DEL TURISMO IN ITALIA 39 Questo portale è il punto di riferimento ufficiale di chi vuole scoprire le bellezze naturali e storiche

Dettagli

ELEZIONI POLITICHE 2001 PIANO DI GOVERNO PER UNA LEGISLATURA 4.1 SCUOLA

ELEZIONI POLITICHE 2001 PIANO DI GOVERNO PER UNA LEGISLATURA 4.1 SCUOLA 4 Le Attuazione del nostro Piano per la scuola, per l alfabetizzazione digitale e per la ricerca scientifica, le vere ricchezze del nostro futuro. Sospensione della riforma dei cicli scolastici. 3 i :

Dettagli

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa

Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che. operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella. Provincia di Pisa Analisi dei fabbisogni formativi dei professionisti che operano nella valorizzazione dei Beni Culturali nella Provincia di Pisa A cura di Katia Orlandi Il territorio della Provincia di Pisa si caratterizza

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

MICHAEL italiano nel contesto europeo

MICHAEL italiano nel contesto europeo MICHAEL e le politiche locali MICHAEL italiano nel contesto europeo Rossella Caffo MICHAEL Multilingual Inventory of Cultural Heritage in Europe Finalità: Lanciare un servizio in linea che promuova il

Dettagli

ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI

ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI ITINERARIO 1 - GROTTE DI FRASASSI http://www.frasassi.com/ DISTANZA DA SENIGALLIA: CA. 60 KM Dal 1 marzo 2010 gli orari di ingresso alle Grotte di Frasassi sono i seguenti: dal Lunedì alla Domenica: 6

Dettagli

Centro Studi e Ricerche

Centro Studi e Ricerche Centro Studi e Ricerche I Musei più frequentati 2007 Luglio 2008 Nelle pagine che seguono si presentano alcune elaborazioni riguardanti i musei statali e non statali più visitati in Italia, allo scopo

Dettagli

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management

GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management FMI - Facility Management Italia GESTIRE E VALORIZZARE I BENI CULTURALI Il contributo strategico dei servizi di Facility Management Arch. Carmen Voza Roma, Auditorium Ara Pacis 24.11. 15 Beni Culturali

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura

PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie ICT per l Istruzione e la Cultura Dipartimento per la Programmazione Ministeriale del Bilancio, delle Risorse Umane e dell Informazione Direzione Generale per i Sistemi Informativi PROTOCOLLO D INTESA in materia di applicazione delle Tecnologie

Dettagli

Il valore generato dal teatro alla Scala

Il valore generato dal teatro alla Scala Il valore generato dal teatro alla Scala Paola Dubini Centro ASK Università Bocconi Sintesi dei risultati Nello scorso mese di gennaio, il teatro alla Scala ha affidato al centro ASK dell Università Bocconi

Dettagli

Relazione finale del progetto

Relazione finale del progetto Relazione finale del progetto Un percorso nella Cappella Palatina DOL 2009 classe E_13 tutor Domenico Franzetti Corsista: Vincenza Saia Il progetto Un percorso nella cappella Palatina nasce dall esperienza

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

PROGRAMMA INIZIATIVE 2014

PROGRAMMA INIZIATIVE 2014 Sezione Toscana PROGRAMMA INIZIATIVE 2014 2014 Archimeeting altro (organizzato da ANAI Toscana) MAB altro (partecipazione di ANAI Toscana) 9 gennaio Direttivo regionale allargato 13 gennaio Seminario GdL

Dettagli

Misurare il benessere: La cultura, elemento fondamentale Annalisa Cicerchia. 29 Gennaio 2014

Misurare il benessere: La cultura, elemento fondamentale Annalisa Cicerchia. 29 Gennaio 2014 Misurare il benessere: La cultura, elemento fondamentale Annalisa Cicerchia 29 Gennaio 2014 Il Benessere Equo e Sostenibile Il progetto Istat-Cnel BES - Benessere equo e sostenibile» è un contributo al

Dettagli

STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO

STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLE IMPRESE TURISTICHE SECONDO LE RILEVAZIONI DELLE CAMERE DI COMMERCIO FONTE UNIONCAMERE Le fonti camerali presentano alcune diversità rispetto a quelle Istat, dovute alle diverse

Dettagli

Hanno così acquisito un know how specifico, prezioso, sulle tecniche della raccolta fondi.

Hanno così acquisito un know how specifico, prezioso, sulle tecniche della raccolta fondi. La sindrome di RETT una malattia rara. I giovani del Rotaract hanno, in questi anni, già collaborato con Telethon, organizzando banchetti, distribuendo inviti e in generale promuovendo le attività di Telethon

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA

REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA 34 REGOLAMENTO DEL CIVICO ORTO BOTANICO DI BERGAMO LORENZO ROTA ADOTTATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 15/I93197/2003 P.G. NELLA SEDUTA DEL 02/02/2004 Art. 1 Premessa Il presente regolamento

Dettagli

Riservato agli alunni delle scuole Primarie, Secondarie di primo grado e Secondarie di secondo grado della Regione Marche.

Riservato agli alunni delle scuole Primarie, Secondarie di primo grado e Secondarie di secondo grado della Regione Marche. PROGETTO PIETRE DELLA MEMORIA CONCORSO ESPLORATORI DELLA MEMORIA Anno Scolastico 2013/14 Riservato agli alunni delle scuole Primarie, Secondarie di primo grado e Secondarie di secondo grado della Regione

Dettagli

La dura realtà del guadagno online.

La dura realtà del guadagno online. La dura realtà del guadagno online. www.come-fare-soldi-online.info guadagnare con Internet Introduzione base sul guadagno Online 1 Distribuito da: da: Alessandro Cuoghi come-fare-soldi-online.info.info

Dettagli

Il cannocchiale e il pennello Nuova scienza e nuova arte nell età di Galileo. Pisa, Blu Palazzo 9 maggio 19 luglio 2009

Il cannocchiale e il pennello Nuova scienza e nuova arte nell età di Galileo. Pisa, Blu Palazzo 9 maggio 19 luglio 2009 Il cannocchiale e il pennello Nuova scienza e nuova arte nell età di Galileo Pisa, Blu Palazzo 9 maggio 19 luglio 2009 Progetto di mostra a cura di Lucia Tomasi Tongiorgi e Alessandro Tosi Enti promotori

Dettagli

INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE

INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE INTERNET E SCUOLA PRIMAVERA MULTIMEDIALE INTERNET NELLE SCUOLE GUARDIAMOCI ATTORNO PRIMAVERA MULTIMEDIALE A ciascuno il suo punto di vista Alla scuola nel suo complesso con la varietà di ruoli Alla società

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Il Progetto Conti Pubblici Territoriali. I flussi finanziari pubblici nel settore Cultura e Servizi Ricreativi Regione Piemonte

Il Progetto Conti Pubblici Territoriali. I flussi finanziari pubblici nel settore Cultura e Servizi Ricreativi Regione Piemonte Il Progetto Conti Pubblici Territoriali I flussi finanziari pubblici nel settore Cultura e Servizi Ricreativi Regione Piemonte 1 La cultura e i servizi ricreativi in Piemonte Il progetto Monografie Regionali

Dettagli

FINANZIARE LA CULTURA

FINANZIARE LA CULTURA FINANZIARE LA CULTURA Milano 12 maggio 2014 Alcuni dati Il finanziamento della cultura a livello locale Gli Enti locali per anni hanno investito nella cultura, facendone un fattore centrale per la qualità

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MUSEI E DELLE RACCOLTE MUSEALI DI ENTE LOCALE EDI INTERESSE LOCALE DATI GENERALI Dati informativi - descrittivi Denominazione del museo o della

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Centro Studi sul Non Profit

Centro Studi sul Non Profit RICERCA COMPARATIVA: IL FUND E PEOPLE RAISING PER LA SANITA IN ITALIA, NEGLI STATI UNITI D AMERICA E REGNO UNITO DI GRAN BRETAGNA E IRLANDA DEL NORD (Ricerca completata in data 30/09/2011) di Raffaele

Dettagli

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009

Statuto del Museo d'arte contemporanea Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 Statuto del Zavattarello (Pv) approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n,30 del 10/08/2009 1 Art. 1 Denominazione e sede del museo Per iniziativa del Comune di Zavattarello è costituito il del

Dettagli

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale

Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Discorso Ministro On. Prof. Maria Chiara Carrozza Inaugurazione anno scolastico 2013/2014 Palazzo del Quirinale Signor Presidente della Repubblica, gentili Autorità, cari dirigenti scolastici, cari insegnanti,

Dettagli

La mostra: Se la forma scompare

La mostra: Se la forma scompare Progetto: Passi nel tempo. Archeologia Anno Scolastico 2009-2010 La mostra: Se la forma scompare 11 12 13 Dicembre 2009. Inaugurazione della mostra: Venerdì 11 Dicembre, ore 17 Sotterranei della Pinacoteca

Dettagli

TREASURE ROOMS. ARTISTA E PRODUZIONE Mauro Fiorese In collaborazione con Boxart, Verona (IT)

TREASURE ROOMS. ARTISTA E PRODUZIONE Mauro Fiorese In collaborazione con Boxart, Verona (IT) TREASURE ROOMS ARTISTA E PRODUZIONE In collaborazione con Boxart, Verona (IT) INDICE 1. OPERE 2. Mission 3. Sedi e poli museali coinvolti 4. CV OPERE Depositi del Museo di Castelvecchio - Verona, 2014

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014

Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Prot. n. 56 /14 UL/RG/dlm Roma, 29 maggio 2014 Alle Aziende ed Enti Associati Loro Sedi FEDERCULTURE SERVIZIO LEGISLATIVO CIRCOLARE 3/14 Oggetto: Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale,

Dettagli

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna

Davvero! Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Davvero! La Pompei di fine '800 nella pittura di Luigi Bazzani Luigi Bazzani, Tablino della Casa della Caccia Antica (VII 4, 48) Fondazione del Monte Via delle Donzelle 2, Bologna Dal 29 marzo al 26 maggio

Dettagli

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013

L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 L andamento delle raccolte fondi: bilanci 2012 e proiezioni 2013 10^ rilevazione semestrale Giugno 2013 La metodologia Compilazione questionario Campione: 170 ONP intervistate nel mese di luglio-agosto

Dettagli

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari

Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Primo Convegno Nazionale Qualita della vita: territorio e popolazioni Non profit e capitale sociale: un'analisi alla luce dei dati censuari Sabrina Stoppiello, Stafania Della Queva, Manuela Nicosia Censimento

Dettagli

stampa distribuita gratuitamente

stampa distribuita gratuitamente Unità 1 Stampa rivolta a cittadini stranieri CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi scritti sulla stampa e l informazione a conoscere alcune espressioni senza l articolo a leggere le sigle

Dettagli

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI

COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI COMUNE DI CALVI DELL UMBRIA PROVINCIA DI TERNI TELEFONO 0744/710119-710723 - FAX 0744/710159 - E-MAIL: COMUNECALVI@TISCALINET.IT ART. 1 Il Comune di Calvi dell Umbria, in esecuzione della deliberazione

Dettagli

Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO

Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO Immagine di Joyce Bonafini BANDO DI CONCORSO Premessa Parma, rispondendo a un esigenza fortemente sentita, si avvia finalmente a dotarsi di una Storia in più volumi aderente, nei metodi e nella concezione,

Dettagli

I numeri del nonprofit in Piemonte:

I numeri del nonprofit in Piemonte: I numeri del nonprofit in Piemonte: principali risultati del Censimento 2011 Torino, 4 luglio 2014 1 Le Istituzioni no profit in Piemonte Biella 5,6%;1.448 Alessandria 10,1%;2.633 Asti 5,6%;1.450 Verbano

Dettagli

idee per il libero mercato

idee per il libero mercato idee per il libero mercato Quali forme di gestione per i musei italiani? La Grande Brera e il futuro del nostro patrimonio culturale Finalità dello studio Produrre una panoramica anche attraverso l esposizione

Dettagli

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze

Geografia 5ª. PRIMO PERCORSO Le comunità territoriali organizzate (pag. 102-113) Antares 5 a. Programmazione. Percorsi - conoscenze - competenze VERSO I TRAGUARDI DI COMPETENZA Geografia 5ª si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici e punti cardinali; riconosce e denomina i principali oggetti

Dettagli

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011

APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 APPENDICE STATISTICA - VII RAPPORTO ANNUALE La Cultura serve al presente - 24 marzo 2011 I consumi culturali: La spesa delle famiglie italiane per la cultura e lo spettacolo rappresenta il 7% della loro

Dettagli

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali INTRODUZIONE Esempio: Grazie per aver dedicato del tempo prezioso per rispondere ad alcune domane su NOME SITO/PORTALE Per la compilazione del questionario saranno necessari circa minuti. I tuoi commenti

Dettagli

Questionario di autovalutazione

Questionario di autovalutazione Questionario di autovalutazione SCHEDA ANAGRAFICA i Denominazione del museo e recapiti A.1.1 Denominazione. A.1.2 Complesso di appartenenza (1). A.1.3 Indirizzo (2) A.1.4 Località (3). A.1.5 CAP A.1.6

Dettagli

PROPOSTA PER FLC CGIL

PROPOSTA PER FLC CGIL PROPOSTA PER FLC CGIL 10 marzo 2013 Flash mob a Città della Scienza PREMESSA Lunedì 4 marzo 2013, intorno alle 21.30, un incendio doloso ha distrutto parte del Science Centre di Città della Scienza e gli

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM»

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» Dott.ssa Sara Grufi 1 INTRODUZIONE AL «MARKETING MUSEALE» Constatazione dei limiti delle politiche di management adottate dalle realtà museali.

Dettagli

CONTROLLO DI GESTIONE NELLE FABBRICERIE

CONTROLLO DI GESTIONE NELLE FABBRICERIE A cura di CONTROLLO DI GESTIONE NELLE FABBRICERIE Flavio Galantucci Dottore commercialista in Firenze, Consigliere Opera di Santa Maria del Fiore, Delegato Associazione Fabbricerie Italiane DEFINIZIONE

Dettagli

Roma, 16-17 O ttobre 2008

Roma, 16-17 O ttobre 2008 Roma, 16-17 O ttobre 2008 16 0ttobre 2008 ore 830 All Hotel Melià di Roma tutto è pronto per accogliere Brian Tracy, autorità mondiale in tema di personal e professional management Ancora pochi minuti

Dettagli

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* -

ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA. - dati e tendenze* - ROMA: NON C E ECONOMIA SENZA CULTURA Proposte per un nuovo modello di città - dati e tendenze* - La dotazione culturale e l offerta L area della Capitale si distingue nel panorama nazionale, e non solo,

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Scheda di progetto prevista dall art.2 comma 6 del Decreto 01.02.2001, n.44 da allegare al Programma Annuale relativo all A.F.

Scheda di progetto prevista dall art.2 comma 6 del Decreto 01.02.2001, n.44 da allegare al Programma Annuale relativo all A.F. REPUBBLICA ITALIANA ISTITUTO COMPRENSIVO SAN BIAGIO Via C.Cicognani, 8 48100 Ravenna TEL.0544/464469 FAX 0544/465017 E-Mail: ics.biagio@libero.it Web: www.racine.ra.it/icbiagio C.F.92001630398 Scheda di

Dettagli

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc.

REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc. ISTITUTO COMPRENSIVO C. ALVARO TREBISACCE APPENDICE C REGOLAMENTO USCITE DIDATTICHE, VISITE GUIDATE E VIAGGI D'ISTRUZIONE, ecc. Allegato al Regolamento di Istituto Il Dirigente Scolastico Prof. Leonardo

Dettagli

RISPARMIARE NON BASTA!

RISPARMIARE NON BASTA! RISPARMIARE NON BASTA! 2015-02-03 Introduzione Una piccola nota per comprendere come il problema del credit crunch, ovvero della mancanza di credito per le aziende, sia anche legato alle scelte di investimento

Dettagli

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015

L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015. 30 Gennaio 2015 L'indice di fiducia del viaggiatore italiano: Rilevazione GENNAIO 2015 30 Gennaio 2015 METODOLOGIA e CAMPIONE L indagine che presentiamo è stata eseguita fra il 24 e il 28 gennaio 2015 con metodologia

Dettagli

FAI Natale con noi Aiutaci a salvare il patrimonio d arte e natura italiano

FAI Natale con noi Aiutaci a salvare il patrimonio d arte e natura italiano FAI Natale con noi Aiutaci a salvare il patrimonio d arte e natura italiano A. Fumagalli La Missione del Fai 2 Giorgio Majno FAI, non solo una sigla, ma anche voce del verbo fare. Il FAI - Fondo Ambiente

Dettagli

Anno 2011 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN ITALIA

Anno 2011 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN ITALIA 28 novembre 2013 Anno 2011 I MUSEI, LE AREE ARCHEOLOGICHE E I MONUMENTI IN ITALIA Con questa rilevazione a carattere censuario, condotta in collaborazione con il Ministero dei beni e delle attività culturali

Dettagli

Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale. Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum

Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale. Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum Fiducia nel credito Esperienze di microcredito per l impresa ed il sociale Alessandro Rinaldi Dirigente Area Studi CamCom Universitas Mercatorum IL REDDITO DISPONIBILE DELLE FAMIGLIE: LIVELLI, DIFFERENZIALI

Dettagli

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art.

g) il personale accompagnatore assume l obbligo di un attenta ed assidua vigilanza; ad esso fanno carico le responsabilità di cui all art. Istituto Comprensivo Rovereto Nord REGOLAMENTO VISITE GUIDATE, VIAGGI DI ISTRUZIONE E ATTIVITA DIDATTICHE E FORMATIVE SVOLTE IN AMBIENTE EXTRA-SCOLASTICO Art.1 Finalità e tipologia 1. Tutte le iniziative

Dettagli

RICERCA COMPARATIVA: IL FUND E PEOPLE RAISING POLITICO IN ITALIA, STATI UNITI D AMERICA E REGNO UNITO. (Ricerca completata in data 01/12/2010)

RICERCA COMPARATIVA: IL FUND E PEOPLE RAISING POLITICO IN ITALIA, STATI UNITI D AMERICA E REGNO UNITO. (Ricerca completata in data 01/12/2010) 1 RICERCA COMPARATIVA: IL FUND E PEOPLE RAISING POLITICO IN ITALIA, STATI UNITI D AMERICA E REGNO UNITO (Ricerca completata in data 01/12/2010) di Raffaele Picilli con la collaborazione di Flavio Giordano

Dettagli

Uno sguardo sul nostro Paese

Uno sguardo sul nostro Paese Uno sguardo sul nostro Paese Lunedì 12 gennaio l'argomento della lezione di Arte è: vedute caratteristiche o scorci interessanti del nostro Paese. Durante le vacanze di Natale infatti ognuno di noi ha

Dettagli

Finanza Sociale e Comuni Il ruolo delle Fondazioni di Comunità. Prof. Davide Maggi Vice-Presidente FCN

Finanza Sociale e Comuni Il ruolo delle Fondazioni di Comunità. Prof. Davide Maggi Vice-Presidente FCN Finanza Sociale e Comuni Il ruolo delle Fondazioni di Comunità Prof. Davide Maggi Vice-Presidente FCN Fondazione di Comunità Una Fondazione di Comunità è un organizzazione nonprofit che ha a cuore una

Dettagli

XXV CONGRESSO ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUSEI SCIENTIFICI

XXV CONGRESSO ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUSEI SCIENTIFICI XXV CONGRESSO ASSOCIAZIONE NAZIONALE MUSEI SCIENTIFICI COSE DI SCIENZA Le collezioni museali: tutela, ricerca ed educazione Torino, Sistema Museale di Ateneo 11-13 Novembre 2015 Aula Magna della Cavallerizza

Dettagli