Context Awareness: servizi mobili su misura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Context Awareness: servizi mobili su misura"

Transcript

1 INNOVAZIONE Context Awareness: servizi mobili su misura MARCO MARENGO NICOLETTA SALIS MASSIMO VALLA La conoscenza del contesto in cui si trova l utente permette di offrire una vasta gamma di servizi che aiutano il cliente nella sua vita quotidiana, lavorativa o privata, per gestire al meglio il tempo, rivelandogli quello che c è attorno a lui e dove si trovano le persone con cui vuole condividere emozioni ed esperienze, introducendo nuove forme di intrattenimento. Il progetto Context Awareness & Autonomic Networking di Telecom Italia Lab ha studiato il tema della Context Awareness e ha realizzato un architettura e applicazioni su terminale per l acquisizione dei dati di contesto, la loro elaborazione e utilizzo per la personalizzazione e l offerta di servizi mobili avanzati. Nell articolo sono introdotti il concetto di context awareness e il processo di elaborazione del contesto, evidenziando quali opportunità di business e nuovi ruoli si creano per l Operatore; viene poi presentata l architettura tecnologica realizzata e, infine, un caso di studio (TeamLife) per la condivisione di media (foto, video, audio), sfruttando le potenzialità offerte dalla conoscenza del contesto real-time dell utente. 1. Introduzione Visualizzare sul proprio cellulare i trailer e le informazioni dei prossimi film in programmazione nelle vicinanze, con la relativa cartina topografica e le previsioni meteorologiche ad hoc e, magari, scattare delle foto ed inviarle automaticamente taggate (etichettate) e catalogate direttamente sul proprio blog in Internet per condividerle subito con amici, sono solo alcuni degli scenari che si stanno studiando e realizzando nei laboratori di Telecom Italia per offrire ai clienti servizi sempre più contestualizzati e rispondenti alle esigenze di ciascuno. La conoscenza real-time del contesto in cui si trova l utente permette infatti di offrire una vasta gamma di servizi fortemente personalizzati, diventando servizi davvero su misura. Molte applicazioni vengono studiate all interno di progetti di ricerca europei in cui Telecom Italia Lab è coinvolto. La vera novità è che tutte le informazioni che si ricevono sul cellulare sono contestualizzate, basate sulla posizione e area geografica in cui ci troviamo, sulle attività che si stanno effettuando e sulle nostre preferenze, nel momento in cui si richiedono le informazioni. Tali informazioni vengono adattate in base alla rete utilizzata dal cellulare (UMTS, GPRS) e alle sue caratteristiche tecniche (risoluzione grafica, memoria, ). Ad esempio, i messaggi e le notizie ricevute (MMS, , messaggi istantanei, notizie dai giornali via RSS) vengono contestualizzate in base alla situazione: vengono cioè lette da una voce dall autoradio se siamo in macchina, visualizzate in forma ridotta sul cellulare se ci troviamo per strada, o a piena risoluzione e qualità su un grande schermo LCD se siamo in casa. NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile

2 La stessa rubrica del telefonino diventa context aware : indica infatti la posizione e lo stato d animo (mood) dei nostri contatti, per scoprire che un amico si trova a Torino e che è disponibile ad uscire per andare al cinema, magari acquistando direttamente il biglietto dal cellulare grazie a un servizio che viene proposto sul telefono nel momento in cui si entra nel cinema. Dal telefono possiamo inoltre inviare foto sul nostro blog su Internet e condividerle con gli amici: le foto vengono annotate automaticamente con informazioni di contesto, come il nostro stato d animo, la posizione e le persone con cui ci trovavamo quando è stata scattata la foto. Chi è uno sportivo e vuole tenere sotto controllo le proprie performance, può visualizzare sul proprio telefono in tempo reale informazioni biometriche di contesto, utili a monitorare i propri allenamenti. In definitiva, fornire servizi context aware significa per un service provider dare ai propri clienti servizi e contenuti altamente personalizzati right in time. 4) esposizione delle funzionalità: è fondamentale rendere le informazioni di contesto facilmente fruibili dalle piattaforme di creazione/esecuzione servizi. 2.1 Modello a livelli Dal punto di vista dell operatore telefonico un sistema per il supporto di funzionalità Context Aware può essere strutturato su tre livelli logici (o fasi) successivi e complementari (figura 1): Context Data; Context Analysis; Service Integration. Context Data Context Analysis Service integration Parametri esclusivi per l operatore user pref. Localizzazione Service Usage Algoritmi Ontologie Advertising Servizi Group Awareness 2. Cos è la Context Awareness 3rd party context data provider Tecniche di Reasoning Supporto alla mobilità La CA (Context Awareness) è un insieme di feature tecniche in grado di dare valore aggiunto a servizi in differenti segmenti applicativi. Le applicazioni di Context Awareness possono sfruttare tali feature per vari scopi: presentare informazioni: servizi che presentano informazioni di contesto al cliente o utilizzano il contesto per proporgli una selezione appropriata di azioni; eseguire comandi: servizi che eseguono comandi o riconfigurano sistemi per il cliente in funzione di cambiamenti di contesto; tagging di informazioni: servizi in grado di associare informazioni/oggetti collegati ad un servizio (documenti, sale riunioni, incontri, stampanti/fax/pc,...) con informazioni di contesto (ora, locazione, identità, attività). L approccio adottato nel progetto per sviluppare un sistema Context Aware si basa su alcune considerazioni chiave : 1) disponibilità ed uso delle informazioni di contesto: l operatore telefonico possiede numerose informazioni di contesto già presenti in rete (Location, Presence, Service Usage, User Profile, ); 2) disponibilità delle informazioni di contesto presso le terze parti; 3) valore aggiunto nella aggregazione ed elaborazione delle informazioni di contesto; FIGURA 1 Modello a livelli logici di Context Awareness Context Data Layer È il livello in cui sono acquisiti ed aggregati dati di contesto (Context Data) elementari (o grezzi) generati dalle varie sorgenti informative disponibili (Context Providers, che forniscono dati di rete, di terminale, di utente, sensori,...). All interno del livello di Context Data è possibile identificare una varietà di sistemi e piattaforme eterogenee in grado di fornire informazioni di contesto. Alcuni sistemi sono tradizionalmente presenti nella rete TLC di un operatore (Localizzazione, Presence, Service Usage, User Profile ) altri sistemi sono invece parzialmente, o del tutto, fuori del domino operatore. I sistemi fuori domino operatore sono prevalentemente di terze parti che forniscono servizi o informazioni di vario tipo (calendario Google, Yahoo, ). I requisiti base di piattaforma a questo livello riguardano: Capacità di collezionare dati di contesto in modo rapido ed economico. Il Context Data Layer è un livello di aggregazione potenzialmente critico dal punto di vista delle prestazioni e necessita un impostazione che assicuri elevata scalabilità. 12 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile 2007

3 Flessibilità nell integrare sorgenti informative eterogenee e conseguentemente supportare differenti protocolli e formati dei dati Context Analysis Layer È il livello in cui sono elaborati i dati di contesto acquisiti dai Context Providers. Le funzioni principali di questo livello sono: Identificazione del contesto di fruizione del servizio per un utente; Generazione di valore aggiunto rispetto alle informazioni di contesto grezze. I requisiti base di piattaforma a questo livello riguardano la capacità di: effettuare Reasoning su informazioni di contesto aggregate al fine di ottenere nuove informazioni con un livello di astrazione maggiore rispetto alle singole informazioni grezze. Context Analysis è un livello di elaborazione pensato per ottenere un valore aggiunto ed è quindi necessario supportare differenti tecniche di elaborazione (statistiche, semantiche, ). supportare una rappresentazione delle informazioni che sia condivisa tra le varie componenti di sistema ed eventualmente con terze parti. La rappresentazione delle informazioni è tipicamente di tipo semantico basato su ontologie (si veda il riquadro Snapshot tecnologico al fine di consentire ulteriori inferenze in grado di astrarre le informazioni di contesto grezze Service Integration Layer È il livello in cui sono esposte funzionalità Context Aware verso le piattaforme di servizio e verso le terze parti applicative. I requisiti base di piattaforma a questo livello riguardano: Capacità di offrire interfacce standard adatte a diversi ambienti applicativi; Fornire API ad un livello di astrazione che consenta l accesso semplice alle funzionalità dei livelli sottostanti; Apertura nel fornire queste interfacce anche verso le terze parti al fine di abilitare eventuali nuovi modelli di business e nuove catene del valore per l operatore. La definizione di un architettura per il supporto di funzionalità Context Aware ha come requisito fondamentale il supporto della intera catena che collega i tre livelli logici. In generale i tre livelli devono agire tra loro con un modello Provider- Consumer delle informazioni di contesto, in cui ogni elemento del sistema ha un ruolo rispetto agli altri elementi della catena complessiva. I ruoli base del modello Provider-Consumer in ambito Context Aware sono: Context Provider: produce informazioni di contesto e le fornisce ad un Context Consumer a fronte di una sua richiesta. Context Consumer: consuma le informazioni di contesto che ha richiesto ad uno o più componenti di tipo Context Provider. Context Intermediary: assume entrambe i ruoli (Context Provider, Context Consumer) effettuando elaborazioni sui dati di contesto richiesti ad un Context Provider per restituirli ad un Context Consumer. Tipicamente questa operazione di elaborazione sui dati di contesto crea un valore aggiunto sui dati provenienti dai Context Provider (es. clustering analisys su dati di forniti da un Provider di Localizzazione per identificare zone significative per un utente). Context Broker in grado di intermediare tra differenti Context Provider e Context Consumer aggregando informazioni di contesto fornite e semplificando il reperimento delle informazioni di contesto prodotte da sorgenti multiple Sistemi Esterni alla piattaforma I sistemi esterni alla piattaforma Context Aware sono identificabili all interno dei due dei livelli logici di Context Awareness: Context Data e Service Integration. In particolare, all interno del livello di Service Integration è possibile identificare una varietà di ambienti per la creazione ed esecuzione di servizi. A questo livello sono tipicamente presenti le piattaforme software che in ambito entreprise sono definite Application Server. Le modalità maggiormente diffuse per interfacciare questi sistemi sono di tipo Web (WebServices, REST) o Java Based (J2EE) [7]. Il livello di piattaforma Context Aware che si occupa di interfacciare questi sistemi è detto Exposure Layer. 3. Opportunità per l Operatore Nell analizzare le opportunità per l operatore occorre considerare due aspetti: esiste attualmente un ampia offerta di servizi VAS (Value Added Services) da parte degli operatori. Tali servizi sono sovente poco utilizzati perché i clienti non sono consapevoli dell esistenza e/o non sanno come utilizzarli. Pertanto la proattività di offerta dei servizi diventa un fattore fondamentale nell offerta personalizzata del portafoglio di servizi. Gli operatori ed i service provider detengono un insieme di informazioni di contesto (profilo utente, posizione, capabilities del device utilizzato dall utente, stato di attività o presence, ) che sono scarsamente utilizzate. Con una gestione ottimale, le informazioni sul contesto dell utente possono essere utilizzate per offrire servizi altamente personalizzati, senza la necessità di complesse configurazioni da parte dell utente stesso. Un ruolo importante per l operatore può essere anche quello di collettore trusted di informazioni di contesto da diverse fonti/source, per cui diventa di primaria importanza definire meccanismi per il brokering trusted di informazioni di contesto, nel massimo rispetto della privacy dei clienti. NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile

4 Snapshot tecnologico Web 2.0 Il Web 2.0 [12] è stato definito un insieme di trend economici, sociali e tecnologici che collettivamente stanno formando la base della nuova generazione di Internet, che sta diventando sempre più maturo e sempre più caratterizzato dalla partecipazione degli utenti. Il Web 2.0 si presenta dunque come una vera e propria rivoluzione culturale: l utente non è più solo un consumatore ma diventa anche produttore di informazione (si pensi all enorme numero di blog presenti sulla rete, o al fenomeno wikipedia ). Widget I widget [13], anche noti come gadget, sono piccoli componenti software con la caratteristica di essere riutilizzabili e facilmente integrabili su più piattaforme. Molti nomi noti dell informatica (Google, Yahoo!, Microsoft, Apple, Opera) supportano un proprio framework per l esecuzione di widget, che attualmente sono incompatibili tra di loro. Un widget tipicamente fornisce tramite una gradevole interfaccia grafica un semplice accesso ai servizi più utilizzati, ad esempio il proprio album di foto su Internet, oppure alla propria casella o alle previsioni del meteo. Il 9 novembre 2006, il Web Application Formats Working Group del W3C ha rilasciato il primo working draft sui Widget 1.0. REST (Representational State Transfer) REST [6] è uno stile di programmazione per sistemi ipermediali distribuiti, come il World Wide Web. I principi cardine prevedono che ciascuna risorsa sia raggiungibile mediante una sintassi universale da utilizzare negli hiperlink, e che condivida una interfaccia uniforme per il trasferimento del proprio stato verso il client. La separazione tra client e server, l autodescrittività dei messaggi, e l interazione stateless prevista da REST semplifica l implementazione dei componenti e riduce la complessità semantica dei connettori, impattando positivamente sulla performance e sulla scalabilità della parte server. Social Networking La versione Internet delle reti sociali [14] è una delle forme più evolute di comunicazione in rete: le relazioni sociali che ciascuno di noi tesse ogni giorno, in maniera più o meno casuale, nei vari ambiti della nostra vita, si può così materializzare, organizzare in una mappa consultabile, e arricchire di nuovi contatti. Il fenomeno delle social network è nato negli Stati Uniti e si è sviluppato attorno a tre grandi filoni tematici: l ambito professionale, quello dell amicizia e quello delle relazioni amorose. Le social network online ebbero un esplosione nel 2003, grazie alla popolarità di siti web come Friendster, Tribe.net e LinkedIn. Il motore di ricerca Google ha lanciato Orkut il 22 gennaio In Italia sono vivissime le comunità di italiani su TimCafè, Orkut e LinkedIn. Siti come LiveJournal, che incoraggiano l interconnessione di weblog, si avvicinano a quest idea. Ulteriori evoluzioni sono date dalle Semantic Social Network, che interconnettono sia persone che weblog, come ad esempio StumbleUpon e Funchain. Ontologie Una ontologia [15] è il tentativo di formulare uno schema concettuale esaustivo e rigoroso nell ambito di un dato dominio; si tratta generalmente di una struttura dati gerarchica che contiene tutte le entità rilevanti, le relazioni esistenti fra di esse, le regole, gli assiomi, ed i vincoli specifici del dominio. L uso del termine ontologia nell informatica è derivato dal precedente uso dello stesso termine in 4. Architettura Tecnologica 4.1 Piattaforma di Context Awareness La piattaforma di Context Awareness realizzata come prototipo [5] è costituita (figura 2) da un Context Broker e da diversi Context Provider. Alla piattaforma possono accedere Context Consumer per richiedere dati di contesto e Context Source (tipicamente applicazioni su terminale) per inviare dati di contesto. Il modulo per il tagging dei contenuti multimediali è un Context Consumer, in quanto utilizza i dati di contesto per annotare con metadati i file multimediali, memorizzati e gestiti dal Context Source Context Consumer ContextAPI Flusso dati ContextML Multimedia Content Upload & Tagging Context Scopes Context Broker Context Provider Directory Multimedia CMS Context Cache Context History DB CMS = Content Management System JESS = Java Expert System Shell NIMBLE = Non Intrusive Mobile Location Engine XDM = XML Document Management FIGURA 2 Architettura della piattaforma di Context Awareness. Context Providers Advanced User Profile Location Provider AddressBook Provider Situation Provider Calendar Provider Rule Broker NIMBLE MapPoint XDM JESS rute engine Situation Rules Google Calendar 14 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile 2007

5 filosofia, dove ha il significato dello studio dell essere o dell esistere, così come le fondamentali categorie e delle relazioni tra esse. Le ontologie sono applicate comunemente nel campo dell intelligenza artificiale e nella rappresentazione e nella condivisione della conoscenza. I programmi nei computer possono utilizzare un ontologia per una varietà di scopi, fra cui il ragionamento induttivo, la classificazione, diverse tecniche di problem solving, oltre che per facilitare la comunicazione e lo scambio di informazioni fra diversi sistemi. Rule Engine Lo scopo di un Rule Engine [16] è quello di gestire la logica di business o applicativa, e può essere visto come un sofisticato interprete di costrutti ifthen, ribattezzati regole. Ciascuna regola è composta da due parti, una condizione ed una azione: quando la condizione (es. costo_operazione > 1000 euro ) viene verificata, l azione (es. offri sconto 5%) viene eseguita. L input di un rule engine è costituito da un insieme di regole e da un insieme di dati. L output è determinato dalle informazioni ricevute come input e può apportare modifiche ai dati forniti, nuovi dati ed anche effetti collaterali (es. l invio di una al cliente). Tecniche di recommendation I sistemi di raccomandazione [17] sono programmi che tentano di prevedere gli oggetti (film, canzoni, libri, notizie, pagine web...) a cui un utente potrebbe essere interessato, basandosi su alcune informazioni di profilo. Spesso vengono implementati sfruttando algoritmi di collaborative filtering. I sistemi di raccomandazione appartenenti a questa famiglia combinano le informazioni fornite dagli utenti (es. i voti assegnati ad un insieme di oggetti), con dati raccolti implicitamente (es. gli oggetti comprati in passato). Questi dati vengono confrontati con dati simili appartenenti ad altri utenti, e viene generata una lista di oggetti raccomandati. Data Mining Il Data Mining [18] consiste nell estrazione di informazioni utili eseguita in modo automatico o semiautomatico a partire da grandi quantità di dati. Questo tipo di attività è cruciale in molti ambiti della ricerca scientifica, ma anche in altri settori (es. nelle ricerche di mercato). Le tecniche e gli algoritmi di Data Mining hanno lo scopo di analizzare vasti campioni di dati per identificare interessanti regolarità, i cosiddetti pattern. I pattern così identificati possono essere il punto di partenza per ipotizzare e quindi verificare nuove relazioni di tipo causale fra fenomeni; in generale, possono servire in senso statistico per formulare previsioni su nuovi insiemi di dati. Un concetto correlato al Data Mining è quello di machine learning (apprendimento automatico); infatti, l identificazione di pattern può paragonarsi all apprendimento di una relazione causale precedentemente ignota, cosa che trova applicazione nell ambito degli algoritmi euristici e della intelligenza artificiale. modulo CMS (Multimedia Content Management System). I dati di contesto sono memorizzati temporaneamente in una Context Cache e trasferiti in un data base Context History per effettuare operazioni di data-mining e clustering dei dati di contesto memorizzati. La piattaforma è distribuita in quanto il Context Broker e ogni Context Provider è costituito da un server indipendente. Tuttavia, tutti i moduli della piattaforma condividono uno stesso modello architetturale relativo all interfaccia di accesso ai dati, alla loro rappresentazione e alla implementazione, in quanto ogni modulo offre la propria interfaccia tramite protocollo http-rest [6] e fornisce i dati di contesto attraverso un linguaggio XML comune chiamato ContextML. Oltre ai dati di contesto veri e propri strutturati come coppie [paramentro_di_contesto, valore], il linguaggio include informazioni addizionali come il Provider che ha generato i dati, l entità (user, device, ) a cui i dati si riferiscono, il context scope (la categoria a cui i dati di contesto appartengono), un timestamp e una validità del dato stesso. L utilizzo di questo linguaggio semplice e uniforme tra tutti i moduli della piattaforma si è rivelato molto efficace per il trasporto, la memorizzazione temporanea, l aggregazione dei dati e infine del loro utilizzo da parte dei Context Consumers. L interfaccia REST/http di un Context Provider è fornita attraverso una Servlet ed utilizza degli EJB [7] che implementano i business methods del Provider per gestire l interfacciamento con eventuali sistemi di back-end a cui il Context Provider si appoggia. È anche possibile utilizzare il provider direttamente invocando l interfaccia dei metodi EJB disponibili. Il Context Broker è stato sviluppato seguendo la stessa architettura e facendo uso di un RDBMS (MySQL [10]) per la gestione della Context Cache e dei cataloghi utilizzati per scopes (categorie di contesto) e providers. Ogni modulo della piattaforma di context awareness offre interfacce di accesso uniformi chiamate ContextAPI. In particolare per ogni Context Provider è sempre disponibile l operazione getcontext - che permette di ottenere dati di contesto relativi ad una entità e ad uno scope di contesto. ContextAPI definisce inoltre le interfacce per l invio di dati di contesto alla piattaforma (contextupdate) e per gestire la sottoscrizione e la notifica di cambiamenti di dati di contesto (subscribe/notify). 4.2 Client su terminale per Context Awareness La figura 3 riassume l architettura funzionale della piattaforma CA (Context Awareness) lato client (chiamato anche CAClient [2]), dove si riconoscono speculari le funzionalità della piattaforma lato server. Sono stati evidenziati in verde i blocchi funzionali che sono stati implementati nel corso del 2006: è importante evidenziare che non su tutti i tipi di device è possibile avere presenti tutte queste NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile

6 funzionalità, perché i sistemi operativi dei device hanno caratteristiche diverse, difficilmente amalgamabili; i sistemi operativi analizzati sono i tre principali: Symbian (serie 60 2nd Edition e, in fase di valutazione, la 3rd Edition); Windows Mobile 2003, 2005 e Windows Mobile SmartPhone Edition; Windows XP. L elemento centrale di questa architettura è il Local Context Broker (analogamente alla parte server della piattaforma), che ha l obiettivo di: raccogliere i raw context data estratti dal device; fungere da unico punto di contatto verso l esterno, in particolare verso il Context Broker, sia per l update dei raw context data (CAClient come Context Provider) BT loc Client Tagging Local Context Inference Walk-it Client Nimble CGI Client (SIM) (cell_id) sia per la ricezione di opportune policy, specifiche sul come fare l update dei dati suddetti; fungere da unico punto di contatto anche verso le applicazioni residenti sul device mobile, affinché il CAClient sia unico sul device e possa servire diverse applicazioni senza problemi di ambiguità sul calcolo/invio dei dati Come si può vedere dalla figura 3, i livelli di calcolo dei raw data sono due, dal punto di vista logico: 1) i dati tecnici di base suddivisi nelle seguenti categorie: a. Sensor/Device Info, cioè le caratteristiche del device e/o dei sensori che il device integra o a cui è collegato (dai sensori fisiologici ad un ricevitore GPS collegato esternamente, dal microfono alla fotocamera, ); b. Network Info, cioè i dati di rete, distinti per tipologia di rete (GPRS/UMTS, WiFi, Bluetooth) e per le possibilità tecniche del device stesso; c. Integrated Location Info, cioè dati di rete specifici per la localizzazione, distinti per tipologia di rete (GPRS/UMTS, WiFi, Bluetooth), per le diverse piattaforme TILAB a cui afferiscono (es. Nimble per la localizzazione GSM/UMTS, EskyLo per la localizzazione A-GPS, ) e per le possibilità tecniche del device stesso; d. Presence SIP, affinché si possano eseguire le operazioni di subscribe, publish SIP, l invio e la ricezione di Instant Messaging su SIP e, in prospettiva, la sottoscrizione presso il Context Broker di notifiche SIP di specifici context changes; e. Dati inseriti direttamente dall utente nella propria agenda del telefono; Device Capabilities HW/Sw Device Configuration (Battery level, Sw installed,...) External Context Signalling Channel Discovery Nearby DeviceDiscovery Trigger BT/WiFi/GSM Tracking multiradio Agenda Provider Integrated Location Info Sensor/Device Info Network Info Eskylo Client Service Advertising Context Advertising Local Visual Context Manual Context Setting GPS, speed,... RFID, ZigBee (Z-sim) Battery MIC Heart-pod level BT = BlueTooth CGI = Cell Global Identifier GPS = Global Positioning System RFID = Radio Frequency Identification Device LOCAL CONTEXT BROKER Privacy Policy Mng BT WiFi GSM, GPRS, 3G... User Profile Mng Address Book Presence SIP Cartografia MIC = Microfono NIMBLE = Non Intrusive Mobile Location Engine SIP = Session Initiation Protocol WiFi = Wireless Fidelity FIGURA 3 Architettura funzionale della piattaforma di Context Awareness, lato client. f. Storage (eventuale) di dati forniti da fonti esterne (es. dati cartografici già presenti sul telefono); 2) le funzionalità tecniche ricavate dai dati tecnici di base di cui al punto 1: a. device capabilities (es. su base standard UAProf) ; b. HW/SW configuration (livello di batteria corrente, versioni del firmware e di Virtual Machines installate, software e servizi disponibili, ); c. Channel discovery, ossia la possibilità di capire a livello di CAClient se e quali canali radio sono disponibili (WiFi, GPRS/UMTS, ) per un effettiva comunicazione sia verso il Context Broker sia per le vere e proprie user applications; d. Nearby devices discovery, cioè il riconoscimento della presenza nelle vicinanze di dispositivi dotati di connettività short-range (es. WiFi, Bluetooth), demandando alla parte server della piattaforma l effettiva risoluzione dei detected addresses di livello 2 in nomi logici (es. nickname); e. Triggering sia short-range (WiFi, Bluetooth) sia long-range (GSM), con il quale le user applications possono ricevere dal CAClient dei trigger relativi all ingresso/uscita da una certa area geografica di raggio variabile; f. Tracking multiradio, ossia la possibilità di tracciare un device mobile secondo diverse tecnologie radio e quindi con un conseguente grado di precisione; g. Agenda Provider, ossia la comprensione logica degli impegni che l utente si è segnato in agenda; 16 NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile 2007

7 h. External Context Signalling, ad indicare una strada di possibile evoluzione in ottica Autonomic Networks. La figura 3 mostra poi la presenza di un high layer, disposto logicamente al di sopra del Local Context Broker, che rappresenta lo strato software delle applicazioni utente, che a loro volta afferiscono al Local Context Broker per lo scambio delle informazioni di contesto. In realtà, nell ambito delle applicazioni di context awareness implementate nel corso del 2006, sono state evidenziate anche delle funzionalità applicative interessanti dal punto di vista architetturale, sia perché eventualmente inseribili nello stesso CAClient sia perché di utilità in più di una applicazione context-based: Manual Context Setting, per permettere all utente di interagire in ogni momento con l applicazione, impostando direttamente il proprio contesto di alto livello (Home/Work, spare time, ); Local Context Inference, cioè la possibilità di avere anche lato client criteri di inferenza di un contesto logico a partire da dati di contesto grezzi; Policy Management, riconducibile a tre diverse macro-funzionalità: a. Privacy Policy Management, per la gestione della privacy dell utente nell ambito di applicazioni di context awareness; b. Application Policy Management, per la gestione di user rule su base contesto che possono essere settabili dall utente nelle singole applicazioni (es. l utente può voler impostare regole diverse per la ricezione delle sue chiamate a seconda del suo contesto corrente [3]); c. CAClient Policy Management, per la gestione/ottimizzazione delle policy di update dei context data/scope verso il Context Broker. Use Profile Management, che potrebbe essere in parte gestito anche a livello client; Context Tagging, cioè la possibilità di taggare, associare dei meta-dati di contesto a dati utente (foto, video, audio, file, ), affinché risultino inscindibili dall informazione stessa al momento della fruizione utente; Service/Content Advertising, e quindi la funzionalità per un advertisement mirato all utente e al suo contesto del momento, sia di contenuti (come nel servizio MyMovie [4]) che di servizi; Local Visual Context, cioè la possibilità lato client di visualizzare su un opportuna GUI (Graphical User Interface) il proprio contesto, descritto ad alto livello, in modo da essere facilmente compreso (si veda l esempio del caso di studio TeamLife). 5. Caso di studio: TeamLife FOTO 1 Il dettaglio di un contenuto presente nel portale TeamLife. TeamLife è un applicazione context-based che consente ad un utente di condividere media (foto, video, registrazioni audio) e file (es. documenti testuali, presentazioni PowerPoint, ) sfruttando le potenzialità offerte dalla conoscenza del suo conte- NOTIZIARIO TECNICO TELECOM ITALIA Anno 16 n. 1 - Aprile

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi.

Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet Internet è universalmente nota come la Rete delle reti: un insieme smisurato di computer collegati tra loro per scambiarsi dati e servizi. Internet: la rete delle reti Alberto Ferrari Connessioni

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Guida all uso del portale dello studente

Guida all uso del portale dello studente Guida all uso del portale dello studente www.studente.unicas.it Versione 1.0 del 10/04/2010 Pagina 1 Sommario PREMESSA... 3 PROFILO... 7 AMICI... 9 POSTA... 10 IMPOSTAZIONI... 11 APPUNTI DI STUDIO... 12

Dettagli

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho

Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Web conferencing e collaborazione in tempo reale su Internet: la piattaforma Meetecho Tobia Castaldi Alessandro Amirante Lorenzo Miniero Simon Pietro Romano Giorgio Ventre 02/10/2009 GARR 2009 "Network

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato

Intalio. Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management. Andrea Calcagno Amministratore Delegato Intalio Convegno Open Source per la Pubblica Amministrazione Leader nei Sistemi Open Source per il Business Process Management Navacchio 4 Dicembre 2008 Andrea Calcagno Amministratore Delegato 20081129-1

Dettagli

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia

Microsoft Innovation Center Roma. Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Microsoft Innovation Center Roma Pierluigi Del Nostro Stefano Paolozzi Maurizio Pizzonia Il MIC Roma Cos è Uno dei risultati dei protocolli di intesa tra il Ministero della Pubblica Amministrazione e l

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello del sistema 4 2.1 Requisiti hardware........................ 4 2.2 Requisiti software.........................

Dettagli

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali

DynDevice ECM. La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali DynDevice ECM La Suite di applicazioni web per velocizzare, standardizzare e ottimizzare il flusso delle informazioni aziendali Presentazione DynDevice ECM Cos è DynDevice ICMS Le soluzioni di DynDevice

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Informatica per la comunicazione" - lezione 9 -

Informatica per la comunicazione - lezione 9 - Informatica per la comunicazione" - lezione 9 - Protocolli di livello intermedio:" TCP/IP" IP: Internet Protocol" E il protocollo che viene seguito per trasmettere un pacchetto da un host a un altro, in

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica

Università degli Studi di Parma. Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica Università degli Studi di Parma Facoltà di Scienze MM. FF. NN. Corso di Laurea in Informatica A.A. 2007-08 CORSO DI INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Giulio Destri http://www.areasp.com (C) 2007 AreaSP for

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Configurazioni Mobile Connect

Configurazioni Mobile Connect Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Configurazioni Mobile Connect iphone MOBILE CONNECT CONFIGURAZIONE MOBILE CONNECT PER IPHONE CONFIGURAZIONE IMAP PER IPHONE RUBRICA CONTATTI E IPHONE

Dettagli

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web

Carica i tuoi contenuti. Notizie Feed RSS Feed Multipli. Collegamento al tuo Sito Web Formule a confronto Carica i tuoi contenuti Puoi inserire immagini, creare le tue liste, i tuoi eventi. Gestire il tuo blog e modificare quando e quante volte vuoi tutto ciò che carichi. Notizie Feed RSS

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4)

Guida al nuovo sistema di posta. CloudMail UCSC. (rev.doc. 1.4) Guida al nuovo sistema di posta CloudMail UCSC (rev.doc. 1.4) L Università per poter migliorare l utilizzo del sistema di posta adeguandolo agli standard funzionali più diffusi ha previsto la migrazione

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011

Sistemi Web-Based - Terminologia. Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 Sistemi Web-Based - Terminologia Progetto di Sistemi Web-Based Prof. Luigi Laura, Univ. Tor Vergata, a.a. 2010/2011 CLIENT: il client è il programma che richiede un servizio a un computer collegato in

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 TECHNOLOGY Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre

Dettagli

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget

IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Data Sheet IBM Cognos 8 BI Midmarket Reporting Packages Per soddisfare tutte le vostre esigenze di reporting restando nel budget Panoramica Le medie aziende devono migliorare nettamente le loro capacità

Dettagli

UML Component and Deployment diagram

UML Component and Deployment diagram UML Component and Deployment diagram Ing. Orazio Tomarchio Orazio.Tomarchio@diit.unict.it Dipartimento di Ingegneria Informatica e delle Telecomunicazioni Università di Catania I diagrammi UML Classificazione

Dettagli

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE

ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE ORACLE BUSINESS INTELLIGENCE STANDARD EDITION ONE A WORLD CLASS PERFORMANCE Oracle Business Intelligence Standard Edition One è una soluzione BI completa, integrata destinata alle piccole e medie imprese.oracle

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com

CORPORATE OVERVIEW. www.akhela.com CORPORATE OVERVIEW www.akhela.com BRIDGE THE GAP CORPORATE OVERVIEW Bridge the gap Akhela è un azienda IT innovativa che offre al mercato servizi e soluzioni Cloud Based che aiutano le aziende a colmare

Dettagli

Web Conferencing and Collaboration tool

Web Conferencing and Collaboration tool Web Conferencing and Collaboration tool La piattaforma Meetecho Piattaforma di Web Conferencing e Collaborazione on line in tempo reale Caratteristiche generali Soluzione client-server progettata per essere

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Rational Unified Process Introduzione

Rational Unified Process Introduzione Rational Unified Process Introduzione G.Raiss - A.Apolloni - 4 maggio 2001 1 Cosa è E un processo di sviluppo definito da Booch, Rumbaugh, Jacobson (autori dell Unified Modeling Language). Il RUP è un

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager

ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM. Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine ITSM: HelpDesk ITIL, gestione degli asset IT e MDM Andrea Mannara Business Unit Manager ManageEngine Portfolio Network Data Center Desktop & MDM ServiceDesk & Asset Active Directory Log &

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JEN UNDERWOOD ADVANCED ANALYTICS WORKSHOP ROMA 6 MAGGIO 2015 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it ADVANCED ANALYTICS

Dettagli

Elementi di Informatica e Programmazione

Elementi di Informatica e Programmazione Elementi di Informatica e Programmazione Le Reti di Calcolatori (parte 2) Corsi di Laurea in: Ingegneria Civile Ingegneria per l Ambiente e il Territorio Università degli Studi di Brescia Docente: Daniela

Dettagli

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e

Interfaccia Web per customizzare l interfaccia dei terminali e SIP - Session Initiation Protocol Il protocollo SIP (RFC 2543) è un protocollo di segnalazione e controllo in architettura peer-to-peer che opera al livello delle applicazioni e quindi sviluppato per stabilire

Dettagli

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY

GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY GUIDA ALLE BEST PRACTICE PER MOBILE DEVICE MANAGEMENT E MOBILE SECURITY Con Kaspersky, adesso è possibile. www.kaspersky.it/business Be Ready for What's Next SOMMARIO Pagina 1. APERTI 24 ORE SU 24...2

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

12.5 UDP (User Datagram Protocol)

12.5 UDP (User Datagram Protocol) CAPITOLO 12. SUITE DI PROTOCOLLI TCP/IP 88 12.5 UDP (User Datagram Protocol) L UDP (User Datagram Protocol) é uno dei due protocolli del livello di trasporto. Come l IP, é un protocollo inaffidabile, che

Dettagli

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com

Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Cos'è una PRIVACY POLICY Privacy Policy del sito http://www.plastic-glass.com Questo documento, concernente le politiche di riservatezza dei dati personali di chi gestisce il sito Internet http://www.plastic-glass.com

Dettagli

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis

Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis Sempre attenti ad ogni dettaglio Bosch Intelligent Video Analysis 2 Intervento immediato con Bosch Intelligent Video Analysis Indipendentemente da quante telecamere il sistema utilizza, la sorveglianza

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC

IT-BOOK. Domini Hosting Web marketing E-mail e PEC 5 giugno 09 IT-BOOK Configurazioni e cartatteristiche tecniche possono essere soggette a variazioni senza preavviso. Tutti i marchi citati sono registrati dai rispettivi proprietari. Non gettare per terra:

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace:

Introduzione. E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Overview tecnica Introduzione E un sistema EAI molto flessibile, semplice ed efficace: Introduce un architettura ESB nella realtà del cliente Si basa su standard aperti Utilizza un qualsiasi Application

Dettagli

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com

Guida alla configurazione della posta elettronica. bassanonet.com Guida alla configurazione della posta elettronica bassanonet.com 02 Guida alla configurazione della posta elettronica I programmi di posta elettronica consentono di gestire una o più caselle e-mail in

Dettagli

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it

Zabbix 4 Dummies. Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Zabbix 4 Dummies Dimitri Bellini, Zabbix Trainer Quadrata.it Relatore Nome: Biografia: Dimitri Bellini Decennale esperienza su sistemi operativi UX based, Storage Area Network, Array Management e tutto

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com

IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com IT Club FVG Ditedi CMDBuild: case study di un progetto open source www.cmdbuild.org Fabio Bottega f.bottega@tecnoteca.com 2 Tecnoteca è nata nel 2000 con sede a Tavagnacco ha scelto da subito di lavorare

Dettagli

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer:

Cos è un protocollo? Ciao. Ciao 2:00. <file> tempo. Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Cos è un protocollo? Un protocollo umano e un protocollo di reti di computer: Ciao Ciao Hai l ora? 2:00 tempo TCP connection request TCP connection reply. Get http://www.di.unito.it/index.htm Domanda:

Dettagli

RedDot Content Management Server Content Management Server Non sottovalutate il potenziale della comunicazione online: usatela! RedDot CMS vi permette di... Implementare, gestire ed estendere progetti

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa)

Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Accesso in cloud alle informazioni mul1mediali, provenien1 da più fon1 e canali di comunicazione (Es. rassegna stampa) Massimiliano Viglian1 Solu1on Specialist Applica1on Division CBT Comunicazione integrata

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult

Enterprise Content Management. Terminologia. KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa. Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult KM, ECM e BPM per creare valore nell impresa Giovanni Marrè Amm. Del., it Consult Terminologia Ci sono alcuni termini che, a vario titolo, hanno a che fare col tema dell intervento KM ECM BPM E20 Enterprise

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA

Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA GRUPPO TELECOM ITALIA Collabor@ Organizza riunioni on-line da qualunque PC Recupera il tuo tempo Taglia i costi dei tuoi spostamenti Rispetta l ambiente DISCO DI VENDITA Indice Guida Veloce Contatti Quando

Dettagli

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP

Attiva la APP di GoToMeeting. Clicca su ATTIVA APP Questo breve manuale ha lo scopo di mostrare la procedura con la quale interfacciare la piattaforma di web conferencing GoToMeeting e la tua piattaforma E-Learning Docebo. Questo interfacciamento consente

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web

CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web CWS32-H01 Soluzione Software Professionale per Monitoraggio & Telecontrollo Web Attenzione!! Rif. Rev. 2.2 www.cws32.it Questa presentazione non sostituisce il manuale operativo del prodotto, in quanto

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN)

Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) Estensione di un servizo di messaggistica per telefonia mobile (per una società di agenti TuCSoN) System Overview di Mattia Bargellini 1 CAPITOLO 1 1.1 Introduzione Il seguente progetto intende estendere

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software.

Firewall. Generalità. Un firewall può essere sia un apparato hardware sia un programma software. Generalità Definizione Un firewall è un sistema che protegge i computer connessi in rete da attacchi intenzionali mirati a compromettere il funzionamento del sistema, alterare i dati ivi memorizzati, accedere

Dettagli

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale

DataFix. La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale DataFix D A T A N O S T O P La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale La soluzione innovativa per l'help Desk aziendale L a necessità di fornire un adeguato supporto agli utenti di sistemi informatici

Dettagli

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A

MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A MANUALE UTENTE DEL SOFTWARE DI GESTIONE DEGLI ART. SDVR040A/SDVR080A/SDVR160A Leggere attentamente questo manuale prima dell utilizzo e conservarlo per consultazioni future Via Don Arrigoni, 5 24020 Rovetta

Dettagli

Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza!

Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza! Scheda corso ipad edition Caro collega finalmente il corso sul tablet a scuola è on line in videoconferenza! E' pronto il nuovo corso Il tablet a Scuola, un corso rivoluzionario per due motivi: primo perchè

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

How to Develop Accessible Linux Applications

How to Develop Accessible Linux Applications How to Develop Accessible Linux Applications Sharon Snider Copyright 2002 IBM Corporation v1.1, 2002-05-03 Diario delle Revisioni Revisione v1.1 2002-05-03 Revisionato da: sds Convertito in DocBook XML

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Indicizzazione terza parte e modello booleano

Indicizzazione terza parte e modello booleano Reperimento dell informazione (IR) - aa 2014-2015 Indicizzazione terza parte e modello booleano Gruppo di ricerca su Sistemi di Gestione delle Informazioni (IMS) Dipartimento di Ingegneria dell Informazione

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli