FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA I CREDITI SI MATURANO A GIORNATA ECM 10 N O V E M B R E M A R T E D I. da pagina 2 a pagina 20

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FORUM RISK MANAGEMENT IN SANITA 2009 - I CREDITI SI MATURANO A GIORNATA ECM 10 N O V E M B R E M A R T E D I. da pagina 2 a pagina 20"

Transcript

1 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C A T da pagina 2 a pagina 20 1

2 24 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA ASAI re 8.30 re egistrazione dei partecipanti Inaugurazione Forum LA PSA AL CT Presiedono onica ettoni irettore Generale Istituto Superiore di Sanità asco Giannotti Presidente Fondazione Sicurezza in Sanità Saluti delle autorità Giuseppe Fanfani oberto asai Sindaco di Arezzo Presidente della Provincia di Arezzo Intervengo arta di Gennaro Capo ipartimento dell Innovazione del inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nrico ossi Coordinatore Assessori egionali alla Sanità nrico Garaci Presidente Istituto Superiore di Sanità Guido asi irettore Generale AIFA Sergio ompé Presidente Farmindustria nzo Paolini Presidente AIP Angelo Fracassi Presidente Assobiomedica LTTU AGISTALI Criteri internazionali di valutazione della Sicurezza nei Sistemi Sanitari Stuart A. osenberg Presidente e C Harvard edical School Il paziente come guida al cambiamento ebecca alley Patients for patient Safety, WH Patient Safety ercoledì 25 ovembre interviene Ferruccio Fazio ice inistro, inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali 2

3 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re Presentazione SALA ASAI engono presentati i risultati del progetto di ricerca finalizzata che il inistero della Salute ha affidato all'istituto Superiore di Sanità (ISS), con l'analisi di 1900 sentenze del Tribunale civile di oma degli ultimi 5 anni sulla responsabilità medica, realizzata da..e. (sservatorio sulla esponsabilità Professionale edica, costituito dall Università di Tor ergata e dall rdine Provinciale dei edici Chirurghi e degli dontoiatri di oma, dal Tribunale rdinario e dalla Corte d Appello di oma) Saluti Piero elani Graverini oberto ossi affaele Festa Presiede [Le aspettative del sistema] assimo Casciello La responsabilità professionale medica quo risarcimento e tutela della professione sanitaria Presidente rdine Avvocati di Arezzo Procuratore della epubblica di Arezzo Presidente rdine edici di Arezzo G icerca inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali odera ario Falconi Presidente rdine Provinciale oma edici-chirurghi e dontoiatri elazioni [Problematiche giuridiche emergenti: esperienze concrete] Filippo Paone Presidente III Sezione Civile, Corte d Appello di oma Luigi Tonino arsella Professore Associato Facoltà edicina e Chirurgia, Università degli Studi di oma Tor ergata [erso un partenariato tra le compagnie assicurative e le aziende virtuose] Paolo Garonna irettore Generale AIA [Inquadramento della responsabilità professionale medica nell ambito del volume complessivo delle degenze] milio Scotti Consulta egionale Società Scientifiche Antonello Tornitore esponsabilità area rischio clinico egione Lazio Tommaso Fiore Assessore alle Politiche della Salute egione Puglia oberto alucelli irettore Generale ASU arche assimo usso Assessore alla Sanità egione Sicilia Francesco Pietrobon irigente egionale Servizi Sanitari egione eneto Alessandra e Palma Assessorato alle Politiche per la Salute egione milia-omagna svaldo asilico irezione Generale egione Lombardia Paola Parise rdine degli Avvocati di oma Conclude ichele Saccomanno elatore di dl sulla esponsabilità Professionale Senato della epubblica 24 A T 3

4 24 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 Tavola otonda odera Gian Piero ilano Preside della Facoltà di Giurisprudenza dell Università degli Studi di oma Tor ergata Partecipano Paolo e Fiore Presidente Tribunale di oma Giorgio Santacroce Presidente della Corte d Appello di oma Achille Toro Procuratore Aggiunto della epubblica di oma Paolo Arbarello Presidente Società Italiana di edicina Legale e delle Assicurazioni anieri Guerra Capo Ufficio elazioni sterne, Istituto Superiore di Sanità Conclude Giuseppe Palumbo Presidente Commissione Affari Sociali Camera dei eputati SALA LIPPI re uovo ruolo dei medici del territorio e sicurezza nelle cure primare In collaborazione con le Associazioni sindacali Area edicina Territoriale Coordinano assimo Giannone Angela Panuccio inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Salvo Calì SI Antonio Chiacchio Intesa Sindacale Tiziano all sso Presidente CIPe Pio Attanasi Segretario rganizzativo Settore Convenzioni SUAI Alessio Lambardi ice Presidente SAI Toscana auro Ucci FIG [Le tecnologie a supporto della medicina del territorio] Giorgio oretti Presidente CIC assimo osa G Healthcare L organizzazione nel territorio del servizio h24 per le cure primarie Coordinano assimo Giannone inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Angela Panuccio inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Claudio Cricelli rnesto ola Francesco Losurdo irginio osisio aurizio osi Antonio Potenza Carlo Lucchina aurizio Guizzardi Giampaolo Grippa Presidente SIG Consiglio irettivo ASSIFAC SIFP Presidente SAI Assessore Tutela Salute egione Umbria Assessore alla Salute Sicurezza e Solidarietà Sociale egione asilicata G Assessorato alla Sanità egione Lombardia G Assessorato alla Sanità egione Sicilia ir. Programmazione Sanitaria egione Lazio 4

5 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re Le Attività dell AIFA per la tutela del cittadino Simposio AIFA SALA IA odera Andrea amiani irigente Ufficio Stampa e della Comunicazione elazioni [Il monitoraggio delle reazioni avverse ai farmaci] aria Luisa Casini Ufficio di Farmacovigilanza [Le attività dell AIFA per tutelare il cittadino coinvolto nelle ricerche cliniche] Carlo Tomino irettore Ufficio Sperimentazione Clinica - AIFA [I Farmaci nelle popolazioni anziane ed il Geriatrics Working Group dell AIFA] Pietro Folino Gallo irettore Ufficio smed ed attività HTA - AIFA [L impegno dell AIFA per contrastare la contraffazione dei medicinali] omenico i Giorgio Unità dirigenziale Contraffazione dei medicinali ibattito Conclusioni 24 A T 5

6 24 A T FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA PTACA re Sicurezza e appropriatezza delle grandi apparecchiature per la diagnostica per immagini Coordinano arta di Gennaro inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Giovanni Simonetti Università di oma Tor ergata Introduzione Giovanni Simonetti Università di oma Tor ergata [Le apparecchiature di adiologia digitale] omenico essana Fondazione Istituto San affaele - G. Giglio di Cefalù [Le misure di sicurezza a tutela dell operatore: il ruolo dell ISPSL] Antonio occaldi Commissario Straordinario ISPSL [Le misure di sicurezza a tutela del paziente: il ruolo dell ISS] nrico Garaci Presidente Istituto Superiore di Sanità [Tra apparecchiature tradizionali ed innovative: esigenze cliniche ed appropriatezza] Alfredo Siani irettore Generale A II Università di apoli [L appropriatezza nel ricorso alla TC olumetrica] Antonio otondo rdinario di adiologia II Università di apoli [adiologia interventistica: specificità e protocolli per garantire sicurezza e appropriatezza] Francesco Florio Casa di Cura Sollievo della Sofferenza di S. Giovanni otondo [Le apparecchiature : l appropriatezza nel ricorso all esame] oberto Passariello Università di oma La Sapienza [Le macchine ibride: specificità, sicurezza ed appropriatezza d uso] assimo Ippolito Azienda spedaliera Cannizzaro Catania [L attenzione dell industria del settore al tema della sicurezza] Sandro e Poli Presidente G Healthcare Italia [Sicurezza e qualità nella gestione della diagnostica per immagini] Claudio Sorgiacomo A Alliance edical [Criteri di valutazione dei sistemi di sicurezza delle grandi apparecchiature] Anna ita Savi ipartimento di edicina ucleare e Centro PT, Istituto H S. affaele sperienze in atto Antonio Compostella irettore Agenzia egionale Socio Sanitaria del eneto iscussione Conclusioni arta di Gennaro inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Giovanni Simonetti Università di oma Tor ergata 6

7 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re Lo stato dell arte sulla gestione del rischio clinico Presentazione ricerca inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali su: modelli di governance, risorse umane e competenze servizi attivati in coerenza con l accordo Stato-egioni Seminario dei G, S e In collaborazione con FIAS, Federsanità ACI e A SALA I Presentano Alessandro Ghirardini inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali iccardo Tartaglia Comitato tecnico scientifico delle egioni per la sicurezza del paziente preordinati Fosco Foglietta irettore Generale Azienda Usl Ferrara Luigi Aparo irettore Sanitario II oma Pier ario Azzoni irettore Generale ASL antova ibattito Conclusioni Angelo Lino el Favero Presidente Federsanità ACI Giovanni onchiero Presidente FIAS Gianfranco Finzi Presidente A 24 A T 7

8 25 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA ASAI re 9.00 Il paziente al centro: cosa cambia nelle professioni sanitarie In collaborazione con IPASI, FCe e ASP LAZI Introducono e coordinano Giovanni Leonardi inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Saverio Proia inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali ichele ullo Agenzia di Sanità Pubblica del Lazio Presentazione Giovanna orvillo Agenzia di Sanità Pubblica del Lazio [Il Groningen Hospital (landa)] C L [Presidio spedaliero orgagni Pierantoni dell AUSL di Forlì] Silvia ambelli irettore Infermieristico aria Grazia Stagni irettore Sanitario [spedale di Pontedera e olterra dell ASL 5 di Pisa] Andrea Lenzini irezione Infermieristica occo amone irezione Sanitaria [Presidio spedaliero dell ASL 3 di Foligno] nrico aldi irezione Infermieristica Sandro Fratini irezione Sanitaria [ See and Treat in Toscana: bilancio di un anno] Antonio Panti Presidente rdine dei edici di Firenze e icepresidente del Consiglio Sanitario della egione Toscana [I nuovi modelli organizzativi nelle professioni sanitarie della riabilitazione e tecniche] Andrea Sanquerin irettore Servizi Tecnici Sanitari Azienda Sanitaria di Firenze [La formazione C e l impatto nell organizzazione sanitaria] aria Linetti irettore Ufficio C inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [alle buone pratiche alla generalizzazione del cambiamento organizzativo] Annalisa Silvestro Presidente IPASI Amedeo ianco Presidente FCe Intervengono Luigi acchitella auro elato Claudio ontaldo G San Camillo Forlanini oma Assessorato egione Friuli enezia Giulia Assessore alla salute, Politiche della Sicurezza dei Cittadini egione Liguria Conclusioni Giovanni Leonardi inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali 8

9 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re accini come forma di prevenzione del rischio Convegno a cura Istituto Superiore di Sanità Conduce Anna La osa Giornalista Telecamere Salute AI 3 odera onica ettoni irettore Generale Istituto Superiore di Sanità Partecipano Chiara Azzari manuela alocchini Paolo onanni runo Ciancio Giancarlo Icardi Caterina izzo Gianni ezza SALA ASAI Professore Associato eyer esp. Igiene Pubblica egione Toscana ip. Sanità Università Firenze Senior xpert Influenza and accines Preventable isease CS Stoccolma rdinario di Igiene Università di Genova Centro az. pidemiologia Sorveglianza e Prevenzione della Salute ISS irettore ipartimento alattie Infettive ISS 25 C L 9

10 25 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA LIPPI re 9.00 La sicurezza dei dispositivi medici per l home-care e la self-care Introduce Giuseppe uocco inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Le previsioni normative applicabili nei settori dei dispositivi medici e dei dispositivi medico-diagnostici in vitro] aria Grazia Leone inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [iffusione dei dispositivi per home-care e self-care in uropa e in Italia] Gabriele Lazzeri ucomed [Problemi organizzativi e prospettive relativi alla dispensazione, monitoraggio e manutenzione di dispositivi per home-care nella realtà territoriale italiana] C L sperienze [Gestione della terapia pressione negativa e della continuità assistenziale ospedale-territorio di tale terapia] Francesca Chellini Asl 10 Firenze [La sicurezza e la gestione dei dispositivi medici per home-care in milia omagna] Giampiero Pirini egione milia omagna [L esperienza della AUSL per la sicurezza e gestione dei per la home-care] assimo Garagnani Servizio Ingegneria Clinica AUSL odena [Importanza dell ergonomia nei dispositivi per self-care ai fini della sicurezza e della facilità d uso] Tommaso ellandi Centro GC egione Toscana [La tele-riabilitazione: opportunità e modalità attuative] Paolo Cappa Università La Sapienza oma. Componente CU [I dispositivi per l home-care in ambito cardiologico] Tiziano Toselli AIIC [L industria per l home-care e il self care: ruolo attuale e prospettive] Fernanda Gellona irettore Assobiomedica [Una soluzione innovativa per la riduzione dell errore clinico nella fase pre-analitica dei point of care testing ] Stefano Pastori A G. Salvini Garbagnate ilanese iscussione Conclusioni Giuseppe uocco inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali re Tavola rotonda Hta: una rete collaborativa per migliorare la qualità dei servizi sanitari Coordina arina Cerbo Innovazione, sperimentazione e sviluppo Age.a.S. [Il coinvolgimento degli stakeholder: punto di vista metodologico] Giovanni Guarrera SIHTA 10

11 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 [Il coinvolgimento degli stakeholder: punto di vista istituzionale] Giuseppe uocco inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Prospettive di collaborazione istituzionali] milio Chiarolla egione asilicata [Scenario internazionale] Claudio Jommi Università occoni ilano [La prospettiva del cittadino] Alessio Terzi Presidente Cittadinanzattiva [Aspetti etico-giuridici nell HTA] assimo Siclari Università degli Studi oma Tre [La prospettiva del clinico] Franco imercati FIS [La prospettiva dell industria] Ugo rtelli ASSIICA [La prospettiva del management aziendale] osario Lanzetta FIAS [Hta in alcuni paesi europei] iego ravar ItalTS re Come comunicare in sanità SALA LIPPI oderano aniela odorigo inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Carlo Gargiulo edico medicina generale [L'Audit civico in sanità: come comunicare meglio] Teresa Petrangolini Cittadinanzattiva [Il ruolo del volontariato nella comunicazione in sanità] Francesco e Lorenzo Presidente FA [I rischi del corto circuito comunicativo] Carla Collicelli ice irettore Fondazione CSIS [Comunicazione dei media e percezione del rischio] oberto Iadicicco ice irettore Agenzia AGI [Comunicazione medico-paziente: umanizzazione del rapporto] Andrea anto esponsabile ufficio sanità CI [onne immigrate: quale comunicazione per l accesso ai servizi sanitari] Lucio izioli Pres. Comm. Pari pportunità in Sanità ip. Pari pportunità [I linguaggi della sanità] Laura Pellegrini G II L. Spallanzani oma 25 C L Tavola rotonda Gioacchino icolosi Amedeo ianco Annalisa Silvestro Gianfranco Finzi Federfarma Presidente FCe Presidente IPASI Presidente A 11

12 25 C L 12 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA IA re 9.00 Sicurezza e nutrizione: etichettatura degli alimenti e informazione al consumatore Coordina omano arabelli inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Le anagrafi zootecniche: sistemi di identificazione, registrazione e banche dati] Gaetana Ferri inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Sistemi integrati per la sicurezza alimentare] oberto Colavito IZS egioni Lazio e Toscana [Sistemi informativi per garantire la tracciabilità di filiera: dalla produzione al consumatore] Giovanni rajon IZS egioni Lazio e Toscana [Tracciabilità per la sicurezza degli alimenti] incenzo Caporale IZS Sperimentale Abruzzo e olise "G. Caporale" [Il nuovo regolamento di informazione ai consumatori] oberto Copparoni inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [L evoluzione e ruolo dell etichettatura degli alimenti: dalle proprietà nutritive agli effetti sulla salute] Fausto Capelli Università di Parma [L etichettatura come strumento di gestione del rischio: alimenti e allergeni alimentari, integratori alimentari, novel food e prodotti destinati ad un alimentazione particolare] runo Scarpa inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [I claims nutrizionali e sulla salute ai sensi del regolamento (C) 1924/2006: attualità e prospettive ] Lucia Guidarelli inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [A, GA: indice glicemico e strumenti informativi complementari nell etichettatura degli alimenti] aleria el alzo Università di oma La Sapienza [utriceutica: quali controlli di sicurezza] runo Fusco Università Campus io-edico di oma [Sicurezza e qualità nutrizionale nelle mense ospedaliere] Lia Prosperi ossi Commissione ietetica e utrizione inistero LSPS [Sicurezza e qualità nutrizionale] Pier Luigi ossi Specialista in Scienza dell Alimentazione [Sicurezza degli alimenti e certificazioni volontarie: nuovi strumenti e nuovi scenari] Giuseppe itonti CT [L etichettatura nutrizionale e-claims nutrizionali e salutistici: attualità e prospettive] Leonardo Graverini ASSLATT [L iter autorizzativo per un claim - un caso aziendale] Salvatore Castiglione anone [Sicurezza e shelf-life dei prodotti - sistemi e procedure aziendali. Il manuale di corretta prassi operativa di Assolatte] aurizio Pastore Galbani [Confezionamento ed etichettatura come strumento di gestione del rischio. Il caso del latte alimentare] varisto allaturca Parmalat Tavola rotonda L evoluzione del quadro normativo: il punto di vista del settore produttivo oderano Silvio orrello inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Partecipano alentino ercati Assoerbe

13 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 aniele ossi Anna Paonessa Luca agaglini François Tomei Giorgio imoldi Anna erga Federalimentare AIIPA AII ASSCAI ASS.I.CA rand anagement Prodotto a archio Coop SALA IA re Sicurezza e apparecchiature per i trattamenti di medicina fisica e riabilitativa: criticità e buone pratiche Convegno ISPSL 25 Apertura ittorio azzocchi ISPSL Coordinano Giuseppe uocco inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali assimo Fini irettore Scientifico ICCS San affaele Pisana alter Santilli Pietro ataletti Luigi onica Gaetano Gigante omenico Uliano aniele Angusti Gino Petri Guido Ferretti elio acellari arco asi arcello Fiorenza irettore Scuola di Specializzazione in edicina Fisica e iabilitativa Università La Sapienza oma ipartimento Igiene del Lavoro ISPSL ipartimento Tecnologie di Sicurezza ISPSL rdinario di edicina Fisica e iabilitativa Univ. Tor ergata oma irettore del ipartimento di iabilitazione del olise appresentante della Giunta Assobiomedica eferente AIFI egione Toscana rdinario Fisiologia Università di rescia, ipartimento di Scienze iomediche e iotecnologiche Istituto Superiore di Sanità Coordinamento tecnico delle egioni per la Salute e Sicurezza nei luoghi di lavoro ASL di ieti C L 13

14 25 C L FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA GUI AC re Frontiere innovative e sicurezza in medicina trasfusionale Convegno Istituto Superiore di Sanità oderano onica ettoni irettore Generale Istituto Superiore di Sanità Giuliano Grazzini irettore Centro azionale Sangue Terapia cellulare, sostituti emoglobinici, proteomica in medicina trasfusionale [Qualità e sicurezza in terapia cellulare e medicina rigenerativa] Paolo ebulla irettore Centro di edicina Trasfusionale, Terapia Cellulare e Criobiologia, Fondazione spedale aggiore Policlinico, angiagalli e egina [I sostituti emoglobinici: la ricerca e la realtà per una alternativa alle trasfusioni] Andrea ozzarelli Professore rdinario di iochimica Università di Parma [La proteomica: uno strumento innovativo per la qualità in medicina trasfusionale: dal donatore all'emocomponente] Giancarlo aria Liumbruno Centro azionale Sangue Angelo Alessandro Università della Tuscia, iterbo [Tecnologia FI integrata nel processo trasfusionale per la riduzione del rischio clinico] Loredana Focardi Insiel ercato ibattito Tavola otonda L emovigilanza come strumento di sicurezza del donatore e del paziente oderano aria ittoria Torresi Isp. az. donatori sangue CI e Coordinatore CIIS onica ettoni irettore Generale Istituto Superiore di Sanità Partecipano i rappresentanti delle associazioni dei donatori Introduzione Giuliano Grazzini irettore Centro azionale Sangue [La normativa europea per la sicurezza trasfusionale e l emovigilanza] Stefania aglio CS oma [La sicurezza del donatore di sangue: il punto di vista del olontariato] Aldo zino Caligaris Pres. az. FIAS membro CIIS - Coord. Interassociativo olontari Italiani del Sangue oma [Survey italiano sulle reazioni avverse alla donazione del sangue e degli emocomponenti] Giovanni Garozzo Servizio edicina Trasfusionale A agusa SITI oma [uovi criteri e strumenti per la sorveglianza delle malattie infettive trasmissibili con la trasfusione] anessa Piccinini Area Sicurezza Trasfusionale CS oma iscussione Conclude onica ettoni irettore Generale Istituto Superiore di Sanità 14

15 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re 9.00 oderatori Stefano Cencetti Alessandro Ghirardini Strumenti per assicurare la sicurezza dei pazienti in sala operatoria SALA ASAI G Azienda Policlinico di odena inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Il programma S Safe Surgery Saves Lives ] Consuelo asili irezione Generale Azienda Policlinico di odena [accomandazioni per la sicurezza in sala operatoria] Susanna Ciampalini inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Checklist per la sicurezza in sala operatoria] Giuseppe urolo Assessorato alla Sanità egione Siciliana [Le accomandazioni ministeriali per la prevenzione dei rischi in chirurgia: linee di indirizzo della egione Campania di implementazione a livello aziendale] enato Pizzuti sservatorio epidemiologico egione Campania [onitoraggio della gestione pre- e intra-operatoria del paziente sottoposto ad intervento chirurgico presso l A..U. San artino di Genova] ita osso A..U. San artino di Genova Paolo urando A..U. San artino di Genova [La "oarding Card" una check list per migliorare la sicurezza del percorso perioperatorio] Aldo i Fazio ASL atera [Come ridurre gli errori in chirurgia ortopedica e traumatologia] Giuliano Cerulli irettore Scuola Specializzazione Università Perugia [Sicurezza della radioterapia in sala operatoria] Antonio Pedicini G Istituto azionale Tumori Fondazione Pascal apoli [Implementazione e valutazione delle WH surgical safety checklist nell AU S. Giovanni attista Torino] Umberto Fiandra AU S. Giovanni attista Torino arco apellino Coord. Gruppo ischio Clinico egione Piemonte [L informatica nella gestione in sicurezza dei percorsi chirurgici] Ivano Preseglio ICSS San atteo Pavia [Presentazione video: come si usa e come non si usa la Checklist] Paolo Cantaro G Azienda spedaliera Calltanisetta Tavola rotonda Il punto di vista dei pazienti, degli operatori e dei manager Partecipano ovenga FCe Guido Fanelli AU Parma A AIC arbara angiacavalli IPASI Gianluigi elotti Società Italiana Cardiologia Fulvio oirano irettore Age.a.S. Alessio Terzi Presidente Cittadinanzattiva reste uonomo Università Tor ergata di oma 26 G I 15

16 26 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA ASAI re Coordina Giuseppe Petrella Giovanni uto LTTU AGISTALI [obotica e oboetica] ichard Satava Chirurgia robotica quale futuro Università di oma Tor ergata San Giovanni osco - Torino Washington University Seattle [Chirurgia obotica nel XXI secolo: presente futuro] Pier Cristoforo Giulianotti University of Illinois G I Tullio Cusano irettore Generale A onaldi apoli [isk managerment e Chirurgia obotica] Francesco Corcione irettore UC A onaldi apoli [Tecnologie robotiche e navigazione virtuali nella formazione chirurgica] omenico Prattichizzo Università di Siena [Simulazione, Training e alidazione] ajesh Aggarwal Imperial College London [Le applicazioni della chirurgia robotica] Fabio Sbrana Primario di chirurgia generale spedale Arezzo [obotica e chirurgia urologica: una realtà] ichele Gallucci IF A ibattito Conlcusioni 16

17 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 re 9.00 Sicurezza e gestione integrata delle malattie croniche SALA LIPPI Coordina Paola Pisanti inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali nrico ollero irettore Generale Fondazione PT- Policlinico Tor ergata Comunicazioni [Come gestire in sicurezza: iabete] Adolfo Arcangeli irettore Centro Studi e icerca A [Come gestire in sicurezza: Scompenso Cardiaco] Andrea i Lenarda FIC - spedale iuniti di Trieste [Come gestire in sicurezza: ronco Pneumopatia Cronica struttiva] Simone Scarlata SIGG [Come gestire in sicurezza: Ipertensione] icola i aniele Professore Associato Università Tor ergata [La gestione del diabete di tipo 2 nella realtà quotidiana del SS del Lazio] Pier Luigi artoletti Presidente Fimmg egione Lazio [La medicina di iniziativa, istruzione del paziente e delle famiglie per la gestione della malattia. Il ruolo delle Cure Primarie] nrico esideri irettore Generale Asl 8 Arezzo [Il ruolo della medicina territoriale e strategie assistenziali: il medico e l infermiere] Claudio Pedace Segretario Centro Studi FAI Girolamo e Andreis Coord. Inferm. Pronto Soccorso Policlinico Tor ergata Simona Papi AI [Il quadro finanziario in Italia dubbio di sostenibilità] Fabrizio 'Alba irettore UC Innovazione e Sviluppo Policlinico Tor ergata Francesco Cremasco li Lilly Italia [L importanza del moto, dell attività fisica e della corretta alimentazione] aniela iccò irettore Sanitario Ausl eggio milia sperienze e percorsi integrati Giuseppe isconti irettore Sanitario di Presidio Fondazione PT Lorenzo Ghiadoni Università di Pisa Carmen Cappitella Coord. inf. area comfort osped. Policlinico Tor ergata [Tuning della gestione integrata del diabete: presentazione del progetto Takeda Italia] Walter acino ASL oma [Il contributo di SAFI ATIS nella gestione integrata del paziente diabetico] Georges Paizis irettore edico Sanofi-Aventis [Lesioni da decubito organizzazione dell assistenza in telemedicina] Piero anzi irettore Sanitario San Camillo e Lellis ieti [onitoraggio del diabete: un caso di successo] Giuseppe isaggio Presidente Competence Center Sud AISY T ari [La prevenzione e il rischio nella cronicità dei tumori della pelle] Pietro Puddu II oma [Il cittadino protagonista della propria salute: le associazioni dei pazienti] Sabrina ardi Cittadinanzattiva 26 G I 17

18 26 G I FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 Giuseppe Ferrandes Francesco Tempesta Filippo uccella ibattito Conclusioni SALA LIPPI Fand PC Presidente Parent Project nlus re Uniti per la sicurezza: l impegno comune per coinvolgere e responsabilizzare il cittadino, gli operatori e i manager oderano Alessandro Ghirardini inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Paolo Saltari Federsanità ACI [La partnership con i cittadini] Paolo Saltari Federsanità ACI [Strumenti per il coinvolgimento] Piera Poletti CF Padova [Guide per i cittadini] oberta Andrioli inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [Guide per peratori ed Aziende] Carmela atera inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [egoziazione della salute] anieri e aria Università La Sapienza oma [La carta dei servizi] oberta ottai egione Toscana [L esperienza del Town meeting] arco enchini egione Toscana [Audit civico per la sicurezza] Alessio Terzi Presidente Cittadinanzattiva [accomandazione per la prevenzione degli atti di violenza nei confronti di operatori] osetta Cardone inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali [La certificazione dei percorsi diagnostico-terapeutici assistenziali: l esperienza ospedaliera Sant rsola alpighi] Lucia ortoluzzi A Sant rsola alpighi ologna [Guide per il cittadino: il caso della ASL di uoro] Antonio Pinna isk anager ASL uoro re Presentazione video Comunicare stanca: su un sospetto errore di pratica medica Spettacolo Teatrale Alla mia salute ci penso io Compagnia teatrale ocheteatro di uoro 18

19 FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA IA re 9.00 L ICT nei servizi sanitari per il miglioramento dell assistenza al cittadino: eprescription, certificati digitali, CUP, FS Coordinano ossana Ugenti inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Coor. Tecnico Comm. Salute Conferenza delle egioni [Il punto di vista delle istituzioni] osa osini inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Claudio Filippi Autorità garante per la privacy Paolo onzelli ipartimento per la digitalizzazione della pubblica amministrazione e l'innovazione tecnologica [Il certificato di malattia telematico] oberto Federico IPS [Il FS nelle prestazioni IAIL] Palmerina Conte Sovrintendenza edica IAIL [Il punto di vista degli operatori] appresentanti Federazioni G, PLS, FIG, SAI, SI, FIP Pierfrancesco Ghedini Presidente AISIS Andrea Gelmetti AIIC Le esperienze [icerca Patient mpowerment ed -Health] Luca uccoliero CSS Lab occoni [ICT in sanità: l innovazione dalla teoria alla pratica] Claudio ella sservatorio ICT in Sanità-School of anagement del Politecnico di ilano [Portale delle classificazioni] Carlo Francescutti Agenzia regionale di sanità del Friuli enezia Giulia [sperienza del FS in egione Lombardia] Chiara Penello egione Lombardia Fulvio arbarito Lombardia Informatica [Progetto Patient Summary-egione milia omagna] Alessia rsi egione milia omagna - edalus [Il modello SISA in Sardegna] Gian icola Saba esp. Unico del procedimento SISa egione Autonoma Sardegna [L esperienza della egione asilicata] Giovanni e Costanzo egione asilicata [Un progetto di governance per accompagnare il cittadino trentino nella gestione della propria salute] iego Conforti Provincia Autonoma di Trento [Il FS dell Azienda ULSS 17 eneto] Andrea araldo esp. UC Sistemi Informativi ULSS 17 eneto [Sistemi di supporto per la medicina generale: un progetto in Piemonte] Luigi Zampetti arketing Top Clients Telecom [Progetto FS in Abruzzo] iccardo Fontanelli edalus 26 G I 19

20 26 G I FU ISK AAGT I SAITA I CITI SI ATUA A GIATA C 10 SALA IA re L ICT nei servizi sanitari per il miglioramento dell assistenza al cittadino: telemedicina Coordinano ossana Ugenti inistero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Giancarlo uscitti egione eneto [Il punto di vista delle istituzioni] Lidia i inco inistero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali Fabio Pistella Cnipa incenzo Tardino Giudice della Corte di Cassazione Susi Pelotti edico legale ocente Alma ater Studiorum Univ. ologna [Il punto di vista degli operatori] aniele Cortolezzis Walter ergamaschi Gianfranco Gensini oberto Grassi Paolo arino Claudio ario Federsanità ACI FIAS Presidente SIT SI Presidente SIC Presidente Arsenal.it Le esperienze [sservatorio nazionale per la valutazione ed il monitoraggio delle applicazioni e-care] Alessia rsi irezione Generale Sanità egione milia omagna auro oruzzi irettore Cup 2000 [L approccio della telemedicina in Lombardia] Chiara Penello egione Lombardia [La telemedicina nell emergenza sanitaria] Giancarlo osiello Ares Lazio [L'e-health center per il monitoraggio domiciliare: un esperienza della egione eneto] icola Pangher ItalTS Attilio Castelli Antonino Scirè Assobiomedica Presidente ASPII 20

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III

DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RAZIONALE Scopo di queste Raccomandazioni

Dettagli

Ministero, della Salute

Ministero, della Salute Ministero, della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III MORTE O GRAVE DANNO CONSEGUENTI

Dettagli

Lunedì 24 Novembre 2014

Lunedì 24 Novembre 2014 DIREZIONE SCIENTIFICA Ministero della Salute Commissione Nazionale Formazione Continua SEGRETERIA ORGANIZZATIVA Sanità Futura Formazione srl 2 4 / 2 5 N o v e m b r e 2 0 1 4 Pa l a z z o d e i c o n g

Dettagli

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi.

PROTOCOLLO. Prevenzione, Sorveglianza e Controllo delle Infezioni Correlate all Assistenza: attivazione e funzionamento dei relativi organismi. Pagina 1 di 14 SOMMARIO Sommario...1 Introduzione...2 1. Scopo...2 2. campo di applicazione...3 3 Riferimenti...3 3.1 Riferimenti esterni...3 3.2 Riferimenti interni...3 4. Abbreviazioni utilizzate...4

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014

Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE. v. 1.6. 16 giugno 2014 Allegato 5. Documento tecnico di progetto ECM REGIONALE v. 1.6 16 giugno 2014 Indice Indice...2 1. Introduzione...3 1.1 Il debito informativo del Co.Ge.A.P.S....3 1.2 Il debito informativo regionale...3

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA

LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA . LINEE GUIDA PER UNA SANA ALIMENTAZIONE ITALIANA Gruppo di esperti costituito presso l Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione (INRAN)

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus

Organigramma e funzionigramma Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6. DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus -ijp ASLLanusei Formazione MOD.For0312 Pag. I dì 6 Organigramma DIREZIONE GENERALE Direttore: dott. Francesco Pintus DIREZIONE SANITARIA Direttore: dott. Maria Valentina Marras DIREZIONE AMMINISTRATIVA

Dettagli

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015

I Convegno di Neuroautoimmunità. Prato, Polo Universitario. 20-21 Febbraio 2015 I Convegno di Neuroautoimmunità Prato, Polo Universitario 20-21 Febbraio 2015 PATROCINI RICHIESTI Patrocini richiesti Carissimi, Lettera dei Presidenti è con grande piacere che Vi invitiamo il 21 e 22

Dettagli

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE

UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE L EVENTO ASSEGNERÀ CREDITI ECM Sabato 16 giugno 2012 ore 8,30 UPDATE E SECOND OPINION IN CHIRURGIA VASCOLARE SEDE DEL CORSO Via Masaccio, 19 MILANO PER ISCRIZIONI www.chirurgiavascolaremilano.it Il Convegno

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE

AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE AZIENDA PER I SERVIZI SANITARI N 4 MEDIO FRIULI Via Pozzuolo, 330 33100 UDINE **** DIREZIONE GENERALE CENTRO ASSISTENZA PRIMARIA PRESSO IL DISTRETTO DI CIVIDALE Dicembre 2014 1 Indice Premessa 1) La progettualità

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6

Convegno. riflessioni PRESENTAZIONE. Copernico, 38. Via. Rev. 0 del 19/10/2010. pag. 1 di 6 Convegno AL TERMINE DI TELEMACO riflessioni a margine dell esperienza svolta www.telemaco.regione.lombardia.it Codice evento: SDSS 10092/AE VENERDI 12 NOVEMBRE 2010, ore 10.000 18.00 Politecnico di Milano

Dettagli

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta

Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Rete Oncologica Piemonte Valle d Aosta Il CAS (Centro Assistenza Servizi): Aspetti organizzativi e criticità Dott. Vittorio Fusco ASO Alessandria La Rete Oncologica: obiettivi Rispondere all incremento

Dettagli

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati?

Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Cosa sappiamo sui costi dell assistenza sanitaria agli immigrati? Patrizia Carletti, Osservatorio sulle Diseguaglianze nella Salute / ARS Marche Giovanna Valentina De Giacomi, Ares 118 Lazio Norma Barbini,

Dettagli

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi

giuseppe.marziali@gmail.com giuseppe.marziali@sanita.marche.it 03/04/1956 Porto Sant Elpidio (FM) MRZGPP56D03G921O Febbraio 2010 ad oggi F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Qualifica Professionale MARZIALI GIUSEPPE Medico Chirurgo, Specialista in Malattie dell Apparato Cardiovascolare,

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001

CONFERENZA STATO-REGIONI. Seduta del 20 dicembre 2001 (rep.atti n. 1358 del 20 dicembre 2001) CONFERENZA STATO-REGIONI Seduta del 20 dicembre 2001 OGGETTO: Accordo tra il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano, sugli

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva.

Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Attività di sorveglianza e controllo delle infezioni ospedaliere a livello aziendale: risultati di un indagine conoscitiva. Mario Saia CIO: Normativa Italiana Circolare Ministeriale 52/1985 Lotta contro

Dettagli

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE

LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: DISPOSIZIONI PER GARANTIRE L ACCESSO ALLE CURE PALLIATIVE E ALLA TERAPIA DEL DOLORE SOMMARIO pag.4 Sintesi della normativa pag.6 LEGGE 15 Marzo 2010 n. 38: disposizioni per

Dettagli

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova

nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto per una terapia personalizzata nuovi paradigmi 31 gennaio 2014 Genova Genova 31 gennaio 2014 CORSO RESIDENZIALE nuovi paradigmi per una terapia personalizzata nelle prime linee di trattamento del carcinoma del colon-retto CON IL PATROCINIO DI Obiettivi Il trattamento del

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

2. Cos è una buona pratica

2. Cos è una buona pratica 2. Cos è una buona pratica Molteplici e differenti sono le accezioni di buona pratica che è possibile ritrovare in letteratura o ricavare da esperienze di osservatori nazionali e internazionali. L eterogeneità

Dettagli

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15

Si terrà il 29. e 30 giugno. incremento. pediatrica. Diabetico. via Salvatore Puglisi, 15 Si terrà il 29 e 30 giugno 2015, presso la Sala Magna di Palazzo Chiaramonte Steri, il convegno dal titolo La Rete diabetologica pediatrica in Sicilia. Novità Organizzative e assistenziali: le nuove lineee

Dettagli

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014

TASSI DI ASSENZA E MAGGIOR PRESENZA OTTOBRE 2014 PRESIDIO BORRI VARESE ACCETTAZIONE RICOVERI 18,9 0 22,84 77,16 PRESIDIO BORRI VARESE AFFARI GENERALI E LEGALI 4,35 15,53 19,88 80,12 PRESIDIO BORRI VARESE AMBULANZE 15,78 1,77 20,03 79,97 PRESIDIO BORRI

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Ereditarietà legata al cromosoma X

Ereditarietà legata al cromosoma X 16 Ereditarietà legata al cromosoma X Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra e dal Parco tecnologico di Londra IDEAS Genetic Knowledge Park in accordo alle

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RACCOMANDAZIONE PER LA PREVENZIONE

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli

L analisi dei villi coriali

L analisi dei villi coriali 12 L analisi dei villi coriali Testo modificato dagli opuscoli prodotti dal Royal College of Obstetricians and Gynaecologists dell Ospedale Guy s and St Thomas di Londra. www.rcog.org.uk/index.asp?pageid=625

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA QUALITÀ DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA, DEI LIVELLI DI ASSISTENZA E DEI PRINCIPI ETICI DI SISTEMA UFFICIO III RACCOMANDAZIONE PER PREVENIRE

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c.

Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Titolo evento formativo: Accuratezza del dato glicemico e management del DMT2: fin da SUBITO oltre l HbA1c. Data e Sede: 1-2 dicembre 2010 - Roma Evento ECM N N. rif. ECM 10033589 crediti 9 Programma e

Dettagli

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale

Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica. Evento Formativo Residenziale Dipartimento Cure primarie ed attività distrettuali S.C. Medicina di base e specialistica Evento Formativo Residenziale PREVENZIONE ONCOLOGICA IN MEDICINA GENERALE Savona Aulla Magna,, Pallazziina Viigiiolla,,

Dettagli

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica

EMILIA ROMAGNA. Natura giuridica. Contatti Via Piero Maroncelli, 40 47014 Meldola, Forlì Cesena. Terapie avanzate nell ambito dell oncologia medica Altri Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico IRCCS (area di ricerca oncologica) presenti sul territorio nazionale, suddivisi per area geografica Gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere

Dettagli

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO

COMMISSIONE AZIENDALE DEL FARMACO PROCEDURA SULLA PRESCRIZIONE DI FARMACI PER INDICAZIONI NON AUTORIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO COMMISONE AZIENDALE DEL FAMACO POCEDUA SULLA PESCIZIONE DI FAMACI PE INDICAZIONI N AUTOIZZATE DALL AGENZIA ITALIANA DEL FAMACO 1. SCOPO/OBIETTIVO Informare il Personale Medico dell Aziende Sanitarie della

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio

Corretto utilizzo delle soluzioni concentrate di Potassio cloruro. ed altre soluzioni contenenti Potassio cloruro cloruro Data Revisione Redazione Approvazione Autorizzazione N archiviazione 00/00/2010 e Risk management Produzione Qualità e Risk management Direttore Sanitario 1 cloruro INDICE: 1. Premessa

Dettagli

Pronto Soccorso e Sistema 118

Pronto Soccorso e Sistema 118 PROGETTO PRONTO SOCCORSO E SISTEMA 118 Ministero della Salute Progetto Mattoni SSN Pronto Soccorso e Sistema 118 Ricognizione della normativa, delle esperienze, delle sperimentazioni, relativamente a emergenza

Dettagli

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE

D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Pag. 51 D.A.I. NEUROSCIENZE CLINICHE, ANESTESIOLOGIA E FARMACOUTILIZZAZIONE Responsabile: Prof. Lucio SANTORO Sedi: Edifici 17 16-11G - 20 Direzione 4645 Segreteria 2788 Fax 2657 Portineria 2355 U.O.C.

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Master in Hospital Risk Management

Master in Hospital Risk Management Master in Hospital Risk Management XII Edizione (2014-2015) in memoria di Leonardo la Pietra con il patrocinio di* SIC SIOT * i patrocini sono in fase di aggiornamento. Master Destinatari Il master è rivolto

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di

Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Programma di CORSO. Con il patrocinio di Mod. S4 Rev. 3 del 19/02/2013, Pagina 1 di 7 Con il patrocinio di Corso di formazione ECM con metodo Problem Based Learning LE MALFORMAZIONI VASCOLARI CONGENITE: IL SOSPETTO DIAGNOSTICO E LA COMUNICAZIONE

Dettagli

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2

ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 ASU San Giovanni Battista Torino S.C. Cardiologia 2 Il processo infermieristico espresso con un linguaggio comune: sviluppo delle competenze professionali attraverso la capacità di formulare diagnosi infermieristiche

Dettagli

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente

Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Progetto per l assistenza continua alla persona non autosufficiente Piano di progetto Premessa: La proposta toscana per il progetto sulla non autosufficienza Cap. 1: I percorsi, gli attori e le azioni

Dettagli

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione

CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO. AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA Dirigente - U.O.C di Anestesia e Rianimazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita 27/07/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio CIOFFI SQUITIERI FRANCESCO II Fascia AZIENDA OSPEDALIERA S CARLO POTENZA

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Cos è un analisi genetica (test genetico)?

Cos è un analisi genetica (test genetico)? 12 Cos è un analisi genetica (test genetico)? Testo modificato dagli opuscoli prodotti dall ospedale Guy s and St Thomas di Londra Luglio 2008 Questo lavoro è sponsorizzato dal Consorzio EU-FP6 EuroGentest,

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari

Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari LA PROGRAMMAZIONE REGIONALE IN TEMA DI CURE DOMICILIARI E ANALISI DEL DECRETO COMMISSARIALE N. 1/2013 Il sistema di classificazione per profili finalizzati all appropriatezza delle Cure Domiciliari Annalisa

Dettagli

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma

Congresso. Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Congresso Roma, 14 Novembre 2014 Università Cattolica del Sacro Cuore Centro Congressi Europa-Sala Italia Largo F. Vito, 1-00168 Roma Nel corso degli ultimi anni lo studio degli aspetti nutrizionali, dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE STUDENTI - AREA POST-LAUREAM MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT PER FUNZIONI DI COORDINAMENTO DELLE PROFESSIONI SANITARIE SEDE DI TRENTO A.A. 2012/13 Livello I Durata Annuale CFU 60 (1 anno) ANAGRAFICA DEL CORSO - A Lingua Italiano

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI COGNOME, Nome NAGAR BERNARDO Data di nascita 12/03/1955 Posto di lavoro e indirizzo ASP PALERMO U.O.C.Coordinamento Staff Strategico U.O.S.Coordinamento Screening

Dettagli

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE

CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE CURRICULUM DI STUDIO, FORMATIVO E PROFESSIONALE La sottoscritta Dr.ssa Franca CRINÒ, nata a Casignana (RC) il 04/03/1959, residente in Via Zittoro 19/4, 89030 - Casignana (RC) Tel.: 0964.956090, cell.:

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE

GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE 2013 GRUPPO DI LAVORO VALUTAZIONE CARDIOVASCOLARE IDENTIFICAZIONE DI PAZIENTI AD ALTO RISCHIO DI CARDIOTOSSICITA RADIOINDOTTA (RIHD) A cura di: Monica Anselmino (coordinatrice) Alessandro Bonzano Mario

Dettagli

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale.

Migliorare la gestione del paziente con BPCO in Medicina Generale. Progetto di audit clinico. Migliorare la gestione del paziente con BPCO in. Razionale. Numerose esperienze hanno dimostrato che la gestione del paziente con BPCO è subottimale. La diagnosi spesso non è

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Cardioaritmologia nel Lazio

Cardioaritmologia nel Lazio Cardioaritmologia nel Lazio Regione Lazio Roma, 27-28 marzo 2015 Ergife Palace Hotel PROGRAMMA AVANZATO Con il Patrocinio di ANCE Cardiologia Italiana del Territorio Sezione Regionale Lazio Coordinatori:

Dettagli

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI

ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI ENGLISH FOR NURSES 25 CREDITI ECM - ID: 1585-20939 IN PARTNERSHIP CON DE AGOSTINI DESTINATARI: INFERMIERE, INFERMIERE PEDIATRICO INIZIO: 01/01/2012 FINE: 31/12/2012 COSTO: 84,70 (IVA INCLUSA) OBIETTIVI

Dettagli

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali

Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali Convegno PREVENZIONE E SALUTE UN BINOMIO INSCINDIBILE SANIT Roma, 25 giugno 2009 Individuazione delle aree a maggior rischio di incidenti stradali I Ciaramella SISP - ASL RM B In collaborazione con D D

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 62,39 S.O. OCULISTICA 83,23 U.O. S.O. CHIRURGIE 64,58 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 76,74 U.O. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/201. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 INFORMAZIONI PERSONALI Nome Papalia Grazia Maria Data di nascita 29/06/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI REGGIO CALABRIA

Dettagli

SICUREZZA & INGEGNERIA

SICUREZZA & INGEGNERIA SICUREZZA & INGEGNERIA Centro Formazione AiFOS A707 MA.CI - S.R.L. AGENZIA FORMATIVA E SERVIZI PROFESSIONALI PER LE IMPRESE Organismo accreditato dalla Regione Toscana PI0769 C.F./Partita IVA 01965420506

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale

11 Congresso Regionale. 2 Congresso Nazionale SIMG LOMBARDIA SIMG AREA PNEUMOLOGICA. Società Italiana di Medicina Generale MONZA BRIANZA, 6-7 Maggio 2011 Devero Hotel Società Italiana di Medicina Generale 1 11 Congresso Regionale PRESIDENTI DEL CONGRESSO Claudio Cricelli e Aurelio Sessa PRESIDENTE ONORARIO Ovidio Brignoli

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola.

Croce Rossa Italiana Sala Operativa Nazionale. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014. Oggetto: Ebola. Legnano, li 02 dicembre 2014 Protocollo: 11033/2014 protocollo elettronico n. CRI/CC/0084024/2014 Oggetto: Ebola. Ai DRAE, loro sedi Ai Presidenti, loro sedi Ai Comitati Regionali, loro sedi All Ispettorato

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I.

TOTALE PERSONALE TOT. GG. LAVORATIVI 83,22 U.O. S.O. CHIRURGIE 80,29 U.O. AFFARI GENERALI E SEGRET. 79,44 U.O. ALLERGOLOGIA 95,51 U.O. A.L.P.I. MOSCATI Tassi di assenza e di maggior presenza del personale in servizio presso Az. Osp. S.G. Moscati - Avellino nel mese 0/1. Pag. 1 di assenza ingiustificata, infortunio e permessi retribuiti vari (legge,

Dettagli

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro

Indagine nazionale. sulla salute. e sicurezza sul lavoro Indagine nazionale sulla salute e sicurezza sul lavoro Servizi di Prevenzione Sicurezza Ambienti di Lavoro PREMESSA La legge L. 833/1978 ha istituito il Sistema Sanitario Nazionale (SSN) e successive norme

Dettagli

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza

Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Autorizzazione e vigilanza Dipartimento di Sanità Pubblica S a l u t e è S a p e r e Azioni di Prevenzione n. 2 28 Strutture sanitarie e Socio-assistenziali Indice Presentazione Strutture Sanitarie Introduzione Contesto Risultati

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli