PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI"

Transcript

1 Modello 8 FARMACIA OSPEDALIERA PROCEDURA PER LA GESTIONE DEI PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI NORMATIVA DI RIFERIMENTO D.M. 27 aprile Disposizioni sulle documentazioni tecniche da presentare a corredo delle domande di autorizzazione all immissione in commercio di specialità medicinali per uso umano, anche in attuazione della Direttiva n.91/507 /CEE All. 1 Capitolo II punto2.5.j- Responsabilità dello sperimentatore : stabilire una procedura riguardante i prodotti medicinali in studio che assicuri la corretta ricezione del prodotto fornito dallo sponsor da parte di una persona responsabile (ad esempio un farmacista); assicurarsi che la ricezione di tali prodotti venga registrata; che i prodotti vengano correttamente e sicuramente conservati e gestiti; che i prodotti in studio vengano somministrati soltanto ai soggetti ammessi allo studio in accordo con il protocollo; che il prodotto inutilizzato venga restituito allo sponsor. Alla fine dello studio deve essere possibile verificare la corrispondenza fra i documenti di consegna e documenti attestanti l utilizzazione e la restituzione del materiale inutilizzato. Dovranno essere spiegate eventuali discrepanze.. I certificati di consegna e restituzione devono essere firmati. D.M. 15 luglio Recepimento delle linee guida dell Unione Europea di buona pratica clinica per la esecuzione delle sperimentazioni cliniche dei medicinali All. 1, punto Lo sperimentatore/istituzione e/o il farmacista od altra persona competente, designato dallo sperimentatore/istituzione, deve conservare la documentazione relativa alle consegne e all inventario del prodotto nella sede dello studio, all uso del prodotto da parte di ciascun soggetto e alla restituzione allo sponsor o allo smaltimento alternativo del/i prodotto/i non utilizzato/i. Queste registrazioni devono comprendere le date, le quantità, i numeri di lotto o di serie, le date di scadenza (se è il caso) ed i numeri di codice unici assegnati al/i prodotto/i in esame ed ai soggetti dello studio. Gli sperimentatori devono conservare le registrazioni che documentino adeguatamente il fatto che i soggetti abbiano ricevuto le dosi specificate dal protocollo e che permettano la ricostruzione quantitativa della destinazione di tutto/i il/i prodotto/i in studio ricevuto/i dallo sponsor. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 1 di 9

2 All. 1, punto Lo sponsor deve assicurarsi che le procedure scritte contengano le istruzioni alle quali lo sperimentatore/istituzione deve attenersi per la gestione e la conservazione del prodotto in sperimentazione, e della documentazione relativa. Le procedure devono riguardare un adeguata e sicura ricezione del prodotto, la gestione, la conservazione, la distribuzione, il recupero del prodotto inutilizzato da parte dei soggetti e la restituzione allo sponsor del prodotto in sperimentazione rimasto inutilizzato (o lo smaltimento alternativo se autorizzato dallo sponsor ed in conformità a quanto stabilito dalle disposizioni normative applicabili). D.M. 18 marzo 1998 Linee guida di riferimento per l istituzione ed il funzionamento dei comitati etici - All. 1, art. 4 comma 6 : I medicinali occorrenti alla sperimentazione verranno inviati dallo sponsor alla Farmacia dell Azienda che provvederà alla loro registrazione, appropriata conservazione e consegna allo sperimentatore. PROCEDURA In relazione ai combinati disposti dei Decreti Ministeriali di cui sopra, la procedura della gestione dei farmaci per le sperimentazioni cliniche, per quanto di competenza della Farmacia, è la seguente: 1.0 DOCUMENTAZIONE PRIMA DELLA FASE CLINICA DELLO STUDIO Gli uffici dell Amministrazione preposti (Segretaria Comitato Etico e S.C.Affari Generali) dovranno inviare alla Farmacia ospedaliera la seguente documentazione : 1.1 Copia della approvazione / parere favorevole del protocollo della sperimentazione clinica / studio da parte del Comitato Etico Copia della deliberazione autorizzativa del Direttore Generale alla esecuzione della sperimentazione corredata della convenzione stipulata dall Azienda Ospedaliera S. Giovanni Addolorata con lo Sponsor. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 2 di 9

3 1.2 Lo Sponsor avrà cura di notificare alla Farmacia il nominativo, indirizzo, numero di telefono e fax del Monitor della sperimentazione. Tale documentazione dovrà essere in possesso della Farmacia prima dell inizio della sperimentazione clinica. 1.3 I Farmacisti preposti alla gestione delle sperimentazioni cliniche avranno cura di intestare apposito fascicolo dello studio approvato ed autorizzato sulla copertina della quale verrà apposta un etichetta con le seguenti indicazioni: Numero progressivo del fascicolo Sponsor/CRO Titolo e codice identificativo dello studio Principio attivo principale oggetto della sperimentazione Sperimentatore Reparto Temperatura di conservazione dei prodotti sperimentali All interno del fascicolo intestato sarà, altresì, apposta un etichetta con le seguenti indicazioni: N del fascicolo N e Data della Delibera di Autorizzazione Monitor : (nominativo, indirizzo, telefono e fax) Sperimentatore responsabile : (nominativo, telefono e fax) Numero progressivo e data delle consegne dei prodotti Data di ultimazione dello studio (copia della comunicazione dello sperimentatore) 2.0 INVIO DEL PRODOTTO IN SPERIMENTAZIONE Lo Sponsor / CRO non dovrà procedere alla fornitura del prodotto in sperimentazione fino a quando non è in possesso dell approvazione del Comitato Etico, della Copia della deliberazione autorizzativa del Direttore Generale alla esecuzione della sperimentazione e della convenzione stipulata dall AUSL-Viterbo. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 3 di 9

4 Lo Sponsor / CRO dovrà inviare il prodotto in sperimentazione (inclusi il principio attivo di confronto ed il placebo, se applicabile) esclusivamente alla: AUSL - Viterbo FARMACIA OSPEDALIERA P.O. di Via. nel seguente orario di apertura : dal lunedì al venerdì Tutti i farmaci e i dispositivi medici destinati alla sperimentazione dovranno essere fatti pervenire dal Promotore, a norma di legge, esclusivamente al Servizio di farmacia con regolare documento di trasporto riportante la descrizione dei prodotti, la quantità, il lotto di preparazione, la data di scadenza il riferimento al protocollo di sperimentazione e al numero di delibera, il reparto a cui sono destinati ed il nome del Responsabile della sperimentazione. Il collo, contenente il prodotto in sperimentazione, recapitato con regolare bolla di consegna nella quale sarà indicato il contenuto del collo ivi compresa documentazione, dovrà riportare la seguente dicitura esterna: DESTINATARIO: AUSL - Viterbo FARMACIA OSPEDALIERA P.O. di via. Orario di apertura: dal lunedì al venerdì , PRODOTTI PER SPERIMENTAZIONE TITOLO IDENTIFICATIVO DELLA SPERIMENTAZIONE NOME DELLO SPERIMENTATORE TEMPERATURA DI CONSERVAZIONE Dovrà essere inoltre evidenziata la presenza, all interno del collo, di un eventuale dispositivo di registrazione della temperatura al fine di verificare immediatamente la corretta conservazione durante il trasporto. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 4 di 9

5 3.0 RICEZIONE DEI PRODOTTI SPERIMENTALI DA PARTE DELLA S.C. FARMACIA 3.1 I Farmacisti preposti alla gestione dei prodotti per sperimentazione procederanno al controllo dei medicinali sperimentali e di quant altro contenuto nel collo riscontrando la corrispondenza tra bolla di consegna (nota di invio /modulo di spedizione / documento di trasporto) ed i prodotti contenuti nel collo. 3.1a Qualora il riscontro risulti positivo relativamente alla qualità, quantità, confezionamento secondo norma, data di scadenza e stato di conservazione dei prodotti, verrà dato riscontro, laddove previsto, della regolare consegna in Farmacia al Monitor / Sponsor / CRO a mezzo fax, a mezzo postale o b In caso di riscontro negativo, verrà inviata a mezzo fax al Monitor / Sponsor / CRO della sperimentazione la comunicazione di quanto riscontrato difforme, la richiesta di ritiro dei prodotti non corrispondenti e la richiesta della correlata sostituzione. Di tale riscontro negativo se ne dovrà dare informazione allo sperimentatore. 3.2 Copia della documentazione di cui sopra verrà conservata nel fascicolo intestato alla sperimentazione in parola. 4.0 CONSERVAZIONE DEI PRODOTTI IN FARMACIA Sul collo controllato viene apposta copia dell etichetta 1 Il collo viene conservato alla temperatura indicata dal produttore separatamente dagli altri farmaci 5.0 REGISTRAZIONE IN ENTRATA DEI PRODOTTI I prodotti oggetto della sperimentazione saranno presi in carico dalla S.C. Farmacia sull apposito registro delle ricezioni costituito dalle varie schede sulle quali saranno riportati i prodotti ed i materiali inviati dallo Sponsor / CRO nel corso della sperimentazione. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 5 di 9

6 Ciascuna scheda riporterà in intestazione : Numero del fascicolo Numero e data della consegna Sponsor / CRO Titolo e codice identificativo dello studio Sperimentatore Reparto e saranno riportati i seguenti dati: 1. Prodotti pervenuti (qualità, quantità, lotto, data di scadenza / data di rivalidazione) 2. N trattamenti / Id pazienti / N randomizzazione 3. Modalità di conservazione 4. Riferimenti (numero/data) Bolla di consegna / nota di invio / modulo di spedizione / documento di trasporto 5. Documentazione allegata (nota per lo sperimentatore, certificati di analisi, busta codici randomizzazione e ogni altra documentazione inviata dallo Sponsor/CRO inerente la consegna in oggetto) 6. Note 7. Data della consegna allo Sperimentatore 8. Firma dello Sperimentatore per ricevuta 9. Firma del Farmacista 6.0 CONSEGNA DEI PRODOTTI ALLO SPERIMENTATORE 6.1 Viene notificata a mezzo fax allo Sperimentatore una nota protocollata che lo invita a ritirare in Farmacia i prodotti sperimentali pervenuti. 6.2 Lo Sperimentatore ritira i prodotti in Farmacia e firma la scheda di registrazione, 6.3 Una copia della scheda viene consegnata allo Sperimentatore correlata da copia di tutta la documentazione pervenuta e della comunicazione da parte della Farmacia allo Sponsor dell avvenuta ricezione (tale documentazione deve essere conservata dallo Sperimentatore nel dossier dello studio) Una copia della scheda con i relativi allegati viene trattenuta in Farmacia MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 6 di 9

7 6.4 Qualora, per motivi contingenti, lo Sperimentatore si trova nell impossibilità di ritirare la quantità complessiva dei prodotti pervenuti, la Farmacia provvederà ad una consegna parziale mediante apposito modulo ed alla conservazione dei prodotti residui. Il modello specificherà la qualità e quantità dei prodotti consegnati, la data di consegna, la firma del Farmacista e dello Sperimentatore. 6.5 Dal momento della consegna da parte della Farmacia, lo Sperimentatore risulterà consegnatario dei prodotti sperimentali e responsabile della loro corretta conservazione nonché del corretto utilizzo nell ambito del protocollo sperimentale. Lo Sperimentatore sarà responsabile della corretta gestione dei prodotti sperimentali che non potranno assolutamente essere utilizzati al di fuori del protocollo sperimentale. Tutti i farmaci residuati al termine della ricerca o che nel corso della stessa dovessero scadere dovranno essere ritirati tempestivamente a cura dello Sponsor / CRO presso il Reparto sede della Sperimentazione e ti tale movimento dovrà essere data contestuale comunicazione scritta alla Farmacia. 7.0 RESTITUZIONE PRODOTTI ALLO SPONSOR / CRO I farmaci di cui al punto 6.4 non utilizzati o scaduti dovranno essere ritirati dallo Sponsor / CRO previa comunicazione della S.C. Farmacia a quest ultimo. La documentazione della restituzione verrà conservata anche nel fascicolo della sperimentazione 8.0 DOCUMENTAZIONE DELLA S.C. FARMACIA La documentazione della movimentazione dei prodotti sperimentali sarà conservata presso la S.C.Farmacia e a disposizione per le verifiche promosse dalle Autorità competenti e del Monitor della sperimentazione. La presente procedura sarà notificata da parte della Segreteria amministrativa del C.E. alla Sponsor/CRO ed allo Sperimentatore. MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 7 di 9

8 FLOW CHART DEL PROCESSO DI GESTIONE PRODOTTI MEDICINALI SPERIMENTALI (Documentazione prima della fase clinica della sperimentazione) SPONSOR (proposta di ricerca) SPERIMENTATORE Notifica Procedura Gestione prodotti Sperimentali Protocollo di ricerca Documentazione Convenzione economica SEGRETERIA COMITATO ETICO COMITATO ETICO Approvazione protocollo di ricerca Convenzione Economica NO SI DIRETTORE GENERALE Deliberazione Autorizzazione Sperimentazione Notifica Nominativo Monitor FARMACIA Apertura fascicolo Sperimentazione ( Fase clinica della sperimentazione ) MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 8 di 9

9 SPONSOR / CRO Comunicazione, allo Sponsor /CRO, ove previsto, della regolare consegna Invio dei prodotti sperimentali S.C. FARMACIA Comunicazione Allo Sponsor / CRO per il ritiro del prodotto Controllo collo e prodotti NO SI Compilazione dei da allegare al fascicolo Registrazione in entrata dei prodotti in FARMACIA Consegna complessiva dei prodotti allo sperimentatore FAX Consegna parziale dei prodotti allo sperimentatore Consegna copia e relativi allegati (1 copia x sperimentatore + 1 copia firmata per ricevuta da trattenere in Farmacia) Sperimentatore CONSEGNATARIO dei prodotti in sperimentazione presso il reparto Consegna copia e relativi allegati (1 copia x sperimentatore + 1 copia firmata per ricevuta da trattenere in Farmacia) PRODOTTI RESIDUATI / SCADUTI IN REPARTO PRODOTTI RESIDUATI / SCADUTI IN FARMACIA Tutti i prodotti residuati al termine della ricerca o che nel corso della stessa dovessero scadere in Reparto dovranno essere ritirati tempestivamente a cura dello Sponsor / CRO presso il Reparto sede della sperimentazione e di tale movimentazione dovrà essere data contestuale comunicazione alla Farmacia I prodotti residuati al termine delle ricerca o che nel corso della stessa dovessero scadere presso la farmacia dovranno essere ritirati tempestivamente a cura dello Sponsor / CRO presso la Farmacia previa comunicazione della MODELLO 8 FARMACIA procedura GESTIONE FARMACI.doc Pagina 9 di 9

Gestione del farmaco sperimentale

Gestione del farmaco sperimentale Gestione del farmaco sperimentale Primoz Juric, IDS - U.O. Farmacia Clinica AOU di Bologna, Policlinico S.Orsola-Malpighi Gestione e Coordinamento degli Studi Clinici nei Sarcomi Bologna, 28 Settembre

Dettagli

Studi FARMACOLOGICI PROFIT

Studi FARMACOLOGICI PROFIT CEI FONDAZIONE PTV POLICLINICO TOR VERGATA SOP Procedure Operative Standard U.O.C. Farmacia clinica Studi FARMACOLOGICI PROFIT COMPILARE E ALLEGARE ALLA DOCUMENTAZIONE DELLO STUDIO L APPENDICE 2 ALLA DOMANDA

Dettagli

SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI DI TIPO COMMERCIALE

SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI DI TIPO COMMERCIALE SPERIMENTAZIONE CLINICA DEI MEDICINALI DI TIPO COMMERCIALE MODULISTICA A CURA DELLO SPERIMENTATORE RESPONSABILE E DEL DIRETTORE DELL UNITÀ OPERATIVA COINVOLTA Per ulteriori informazioni consultare la segreteria

Dettagli

SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI COMMERCIALI

SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI COMMERCIALI ALLEGATO VIa - 1 SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI COMMERCIALI MODULISTICA A CURA DELLO SPERIMENTATORE RESPONSABILE E DEL DIRETTORE DELLA STRUTTURA COMPLESSA/UNITA OPERATIVA Titolo dello studio e codice protocollo:.

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0002214 del 14/12/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO PROIMKID_15, DA EFFETTUARSI PRESSO L U.O. DI PEDIATRIA,

Dettagli

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani

REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI Direttore UOC Farmacia Ospedaliera e Territoriale Dott.ssa E. Giordani CHECK LIST AUTOCONTROLLO MAGAZZINO FARMACIA Allegato n. 2 Procedura Audit Armadio

Dettagli

Il ministro della Sanità

Il ministro della Sanità Decreto ministeriale 15 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 23 febbraio 1996, n. 45 Approvazione della modulistica per il controllo del movimento delle sostanze stupefacenti e psicotrope tra le farmacie interne

Dettagli

Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Clinico con farmaci Commerciale

Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Clinico con farmaci Commerciale Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Clinico con farmaci Commerciale Per la conduzione di Sperimentazioni cliniche con farmaci, ai sensi del Decreto Ministeriale

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000656 del 03/05/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO OSSERVAZIONALE NO-PROFIT DI-SCO-ZERO 3D MAP, DA

Dettagli

Il clinical trial center dell A.R.N.A.S. Garibaldi il percorso farmaceutico.

Il clinical trial center dell A.R.N.A.S. Garibaldi il percorso farmaceutico. Il clinical trial center dell A.R.N.A.S. Garibaldi il percorso farmaceutico. Giuseppina Emanuela Fassari Responsabile Unità Farmaci Antitumorali ARNAS Garibaldi di Catania Partecipa al Comitato Etico Partecipa

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SANITÀ

IL MINISTRO DELLA SANITÀ Testo aggiornato al 15 dicembre 2005 Decreto ministeriale 15 febbraio 1996 Gazzetta Ufficiale 23 febbraio 1996, n. 45 Approvazione della modulistica per il controllo del movimento delle sostanze stupefacenti

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0002357 del 29/12/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO NO-PROFIT GECOM, DA EFFETTUARSI PRESSO L U.O. DI

Dettagli

VERBALE DI ISPEZIONE ORDINARIA PARAFARMACIA N. /Anno _2014. Il giorno del mese dell'anno alle ore i sottoscritti: Farmacista ASL (Cognome Nome)

VERBALE DI ISPEZIONE ORDINARIA PARAFARMACIA N. /Anno _2014. Il giorno del mese dell'anno alle ore i sottoscritti: Farmacista ASL (Cognome Nome) Pag. 1 di 8 VERBALE DI ISPEZIONE ORDINARIA PARAFARMACIA N. /Anno _2014 Il giorno del mese dell'anno alle ore i sottoscritti: Farmacista ASL (Cognome Nome) Medico Igienista/ Tecnico della prevenzione (Cognome

Dettagli

PROCEDURA DI ACCESSO IN CONDIZIONI ORDINARIE

PROCEDURA DI ACCESSO IN CONDIZIONI ORDINARIE MODELLO DI PERCORSO REGIONALE UNIFICATO PER L ACCESSO ALL UTILIZZO TERAPEUTICO DI MEDICINALI SOTTOPOSTI A SPERIMENTAZIONE CLINICA (EXPANDED-ACCESS/USO COMPASSIONEVOLE) Il protocollo da sottoporre all impresa

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000880 del 01/06/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: SPERIMENTAZIONE CLINICA DELLO STUDIO 192024-092, DA EFFETTUARSI

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000375 del 25/03/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO EPC01, DA EFFETTUARSI PRESSO L U.O. DI ONCOLOGIA

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento dell Innovazione Direzione Generale Farmaci e Dispositivi Medici Roma, 26 febbraio 2007 N DGFDM.VI/ 6821/P-I.5.i.m.2 Assessorati alla Sanità delle Regioni e delle Province

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2017 Deliberazione n. 0000155 del 26/01/2017 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO SYNAPSES (STUDY Z7219N02), DA EFFETTUARSI PRESSO

Dettagli

CARTA DELLA QUALITÀ SERVIZI POSTALI POSTA NOVA. Via S. Angela Merici, Brescia. t f

CARTA DELLA QUALITÀ SERVIZI POSTALI POSTA NOVA. Via S. Angela Merici, Brescia. t f Carta della qualità dei servizi postali - Art. 12.1 D. Lgs 261/99 CARTA DELLA QUALITÀ SERVIZI POSTALI POSTA NOVA Via S. Angela Merici, 20 25123 Brescia t. 030.3367152 f. 030.3367152 centroservizi@postanova.it

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0000768 del 18/05/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO OSSERVAZIONALE AMPA - E2007-M044-501, DA EFFETTUARSI

Dettagli

Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Osservazionale e Raccolta dati Commerciale

Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Osservazionale e Raccolta dati Commerciale Procedure per la presentazione di una richiesta di valutazione relativa ad uno Studio Osservazionale e Raccolta dati Commerciale Gli studi Osservazionali (Determinazione AIFA 20.03.2008) sono progetti

Dettagli

E. O. Ospedali Galliera - Genova (L. 833/1978, art. 41; D. lgs n. 517/1993 art. 4 c. 12)

E. O. Ospedali Galliera - Genova (L. 833/1978, art. 41; D. lgs n. 517/1993 art. 4 c. 12) E. O. Ospedali Galliera - Genova (L. 833/1978, art. 41; D. lgs n. 517/1993 art. 4 c. 12) Ospedale di rilievo nazionale e di alta specializzazione (D.P.C.M. 14 luglio 1995) Segreteria Amministrativa Comitato

Dettagli

MATERIALI E DOTAZIONI

MATERIALI E DOTAZIONI Pagina 1 di 5 MATERIALI E DOTAZIONI Rev. Data Redazione Verificato Approvato 0 15/03/2012 Resp. Protocolli - S. Dami Coord inf. - S. Brogini UO Assicurazione Qualità Coord. Inf. R. Montalbano Resp. DEU

Dettagli

Good Clinical Practice (ICH- GCP): principi generali. Alessandra Foietta GMO Training & Compliance Manager Negrar 21 Ottobre 2016

Good Clinical Practice (ICH- GCP): principi generali. Alessandra Foietta GMO Training & Compliance Manager Negrar 21 Ottobre 2016 Good Clinical Practice (ICH- GCP): principi generali Alessandra Foietta GMO Training & Compliance Manager Negrar 21 Ottobre 2016 Good Clinical Practice: cosa sono? Standard etico e di qualità internazionale

Dettagli

Modalità di presentazione e tipologia dei dati da inserire nelle banche dati per il monitoraggio della terapia genica e cellulare somatica

Modalità di presentazione e tipologia dei dati da inserire nelle banche dati per il monitoraggio della terapia genica e cellulare somatica Modalità di presentazione e tipologia dei dati da inserire nelle banche dati per il monitoraggio della terapia genica e cellulare somatica IL PRESIDENTE DELL ISTITUTO SUPERIORE DI SANITÀ VISTO il decreto

Dettagli

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma)

CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) CITTÀ DI FIUMICINO (Provincia di Roma) REGOLAMENTO PER LA ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO RELATIVO ALLA GESTIONE DELLA CASA COMUNALE Approvato con deliberazione della Giunta comunale n. 45 del 11 aprile 2007

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2016 Deliberazione n. 0001545 del 15/09/2016 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: STUDIO CLINICO NO-PROFIT LIFE ON, DA EFFETTUARSI PRESSO L U.O.

Dettagli

RICHIESTA DI OPINAMENTO/REVISIONE PARCELLA PROFESSIONALE

RICHIESTA DI OPINAMENTO/REVISIONE PARCELLA PROFESSIONALE COLLEGIO DEI GEOMETRI DI BOLOGNA RICHIESTA DI OPINAMENTO/REVISIONE PARCELLA PROFESSIONALE PROTOCOLLO Prima istruttoria Istruttoria successiva Parcella presentata da: Professionista:. Committente privato:.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO BANDO DI GARA

AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO BANDO DI GARA AZIENDA SANITARIA LOCALE TO1 DI TORINO BANDO DI GARA 1. Ente appaltante: A.S.L. TO1 - Via San Secondo 29-10128 TORINO (Tel. 011/5662238 - fax 011/5662302) Indirizzo elettronico: www.aslto1.it 2. Procedura

Dettagli

POS N. 2 VALUTAZIONE EMENDAMENTI SOSTANZIALI E NON SOSTANZIALI

POS N. 2 VALUTAZIONE EMENDAMENTI SOSTANZIALI E NON SOSTANZIALI POS N. 2 VALUTAZIONE EMENDAMENTI SOSTANZIALI E NON SOSTANZIALI La presente POS disciplina le modalità di presentazione e valutazione degli Emendamenti agli Studi. Con il termine Emendamento si intende

Dettagli

Operatività dell Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali. (OsSC) Disposizioni in vigore dal 6 agosto 2015

Operatività dell Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali. (OsSC) Disposizioni in vigore dal 6 agosto 2015 Operatività dell Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali (OsSC) Disposizioni in vigore dal 6 agosto 2015 Si informano i Richiedenti (promotori e organizzazioni diverse dai promotori

Dettagli

La gestione del campione di farmaco sperimentale. Dr.ssa Elvia Malo Servizio di Farmacia Nucleo per la Ricerca Clinica

La gestione del campione di farmaco sperimentale. Dr.ssa Elvia Malo Servizio di Farmacia Nucleo per la Ricerca Clinica La gestione del campione di farmaco sperimentale Dr.ssa Elvia Malo Servizio di Farmacia Nucleo per la Ricerca Clinica Negrar, 21/10/2016 Il Medicinale sperimentale Una forma farmaceutica di un principio

Dettagli

GAZZETTA UFFICIALE N.210 DEL 09 SETTEMBRE 2005 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO

GAZZETTA UFFICIALE N.210 DEL 09 SETTEMBRE 2005 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO GAZZETTA UFFICIALE N.210 DEL 09 SETTEMBRE 2005 MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 2 agosto 2005 Modalita' di presentazione della documentazione per notifica di indagine clinica con dispositivi medici IL MINISTRO

Dettagli

U.O.C. Settore AFFARI GENERALI

U.O.C. Settore AFFARI GENERALI ================================= DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE SANITARIO NELLE FUNZIONI DI DIRETTORE GENERALE n 87 del 26/09/2016 A seguito di Proposta n 81 in data 15/09/2016 U.O.C. Settore AFFARI GENERALI

Dettagli

SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI

SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI SEZIONE V REGISTRAZIONE DEI DOCUMENTI Articolo 19 Documenti soggetti a registrazione di protocollo I documenti ricevuti e prodotti dagli uffici utente, indipendentemente dal supporto sul quale sono formati,

Dettagli

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi

PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI. Regolamento. Regolamento del Comitato Controllo e Rischi PRYSMIAN S.P.A. COMITATO CONTROLLO E RISCHI Regolamento Data approvazione: 16/01/2007 Ultima modifica: 28/07/2016 1 È costituito all interno del Consiglio di Amministrazione di Prysmian S.p.A. (la Società

Dettagli

MODULO DOMANDA. La/Il sottoscritta/o Nato/a a. Codice fiscale. Ragione sociale. C.F./Partita Iva Telefono (obbligatorio) (obbligatorio)

MODULO DOMANDA. La/Il sottoscritta/o Nato/a a. Codice fiscale. Ragione sociale. C.F./Partita Iva Telefono (obbligatorio)  (obbligatorio) MODULO DOMANDA La/Il sottoscritta/o Nato/a a Residente a Codice fiscale il cap prov. n. In nome e per conto della ditta/hobbista Ragione sociale _ Con sede a cap prov. n. C.F./Partita Iva Telefono (obbligatorio)

Dettagli

Città di Giugliano in Campania

Città di Giugliano in Campania Città di Giugliano in Campania Provincia di Napoli REGOLAMENTO DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER CONTRATTI STIPULATI IN MODALITA ELETTRONICA Approvato con Delibera del Commissario Straordinario n.28 del 15.03.2013

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Disposizioni in materia di medicinali per terapie avanzate preparati su IL MINISTRO Visto il decreto legislativo 24 aprile 2006, n. 219 successive direttive di modifica) relativa

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso

AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE CIVILE DI LEGNANO Ospedali: Legnano - Cuggiono - Magenta - Abbiategrasso Documentazione per Sperimentazioni Cliniche di medicinali ad uso umano Per gli studi farmacologici si deve fare riferimento all elenco dei documenti previsti nelle liste 1a (richiesta di parere unico)

Dettagli

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Delibera n. 1270 del 30/11/2015 REGIONE DEL VENETO UNITA LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PIEVE DI SOLIGO DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE L`anno duemilaquindici, il giorno trenta del mese di Novembre Il

Dettagli

NUOVO MODELLO DI BUONO ACQUISTO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO CIRCOLARE RIEPILOGATIVA

NUOVO MODELLO DI BUONO ACQUISTO E NORMATIVA DI RIFERIMENTO CIRCOLARE RIEPILOGATIVA ASSIPROFAR FEDERFARMA ROMA via dei Tizii, 10 Roma 00185 Tel. 064463140 Fax 064959325 e-mail: assiprof@tin.it sito internet: www.federfarmaroma.com AI TITOLARI DI FARMACIA DI ROMA E PROVINCIA ROMA, 30 aprile

Dettagli

SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI NON COMMERCIALI

SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI NON COMMERCIALI ALLEGATO VIa - 2 SPERIMENTAZIONI CON PROMOTORI NON COMMERCIALI MODULISTICA A CURA DELLO SPERIMENTATORE RESPONSABILE E DEL DIRETTORE DELLA STRUTTURA COMPLESSA Titolo dello studio e codice protocollo:. Tipologia

Dettagli

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING

IL COORDINATORE UNICO S.C. LIBERA PROFESSIONE E MARKETING ATTI del DIRETTORE GENERALE dell anno 2017 Deliberazione n. 0001540 del 18/08/2017 - Atti U.O. SC Libera Professione e Marketing Oggetto: CONCLUSIONE DELLA SPERIMENTAZIONE CLINICA DELLO STUDIO CLINICO

Dettagli

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI

4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI Unione Industriale 55 di 94 4.10 PROVE, CONTROLLI E COLLAUDI 4.10.1 Generalità Il fornitore deve predisporre e mantenere attive procedure documentate per le attività di prova, controllo e collaudo allo

Dettagli

Comitato Etico di Area Vasta Romagna e I.R.S.T.

Comitato Etico di Area Vasta Romagna e I.R.S.T. Comitato Etico di Area Vasta Romagna e I.R.S.T. Elenco dei documenti necessari per la richiesta di approvazione al Comitato Etico di Area Vasta Romagna ed IRST di: (ultimo aggiornamento 15.01.2013 ai sensi

Dettagli

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA

AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA 0016257-25/03/2016-DGDMF-COD_UO-A REGIONE DEL VENETO AZIENDA U.L.S.S. N. 16 DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 288 del 23/03/2016 OGGETTO: Autorizzazione alla vendita on line di medicinali

Dettagli

COMUNE DI ROCCA D EVANDRO PROVINCIA DI CASERTA Medaglia d Argento al Merito Civile. Contratti stipulati in modalità elettronica REGOLAMENTO

COMUNE DI ROCCA D EVANDRO PROVINCIA DI CASERTA Medaglia d Argento al Merito Civile. Contratti stipulati in modalità elettronica REGOLAMENTO REGOLAMENTO CONTRATTI STIPULATI IN MODALITA ELETTRONICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale N 5 Del 13/03/2013 DISCIPLINA ORGANIZZATIVA PER CONTRATTI STIPULATI IN MODALITA ELETTRONICA ARTICOLO

Dettagli

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura

ART A Agenzia Regionale Toscana per le Erogazioni in Agricoltura U.D. Revisione contabile e conservazione dei provvedimenti di autorizzazione Manuale Procedimentale per i Centri di servizio convenzionati L.R.25/2003 (come modif.dalla L.R.43 del 12/05/2005) Interventi

Dettagli

Area 9 AFFARI GENERALI, CONTRATTI, APPALTI

Area 9 AFFARI GENERALI, CONTRATTI, APPALTI Area 9 AFFARI GENERALI, CONTRATTI, APPALTI DIRETTORE AREA Dott.ssa Maria Regina Vittone Telefono 0708592292 Mail: regina.vittone@comune.selargius.ca.it Pec: regina.vittone@pec.comune.selargius.ca.it Protocollo

Dettagli

RICHIESTA DI PARERE SU SPERIMENTAZIONE CLINICA DI DISPOSITIVO MEDICO

RICHIESTA DI PARERE SU SPERIMENTAZIONE CLINICA DI DISPOSITIVO MEDICO COMITATO ETICO INTERAZIENDALE (istituito con Delibera n. 236 del 10/09/13 e successiva Delibera n. 267 del 25/10/13 ed iscritto al Registro Regionale al n. 2) Sede: Via Venezia n.16, 15121 tel.0131206974-6651

Dettagli

GLI ASPETTI OPERATIVI PER MANTENERE L ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE 1 giugno 31 luglio

GLI ASPETTI OPERATIVI PER MANTENERE L ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE 1 giugno 31 luglio GLI ASPETTI OPERATIVI PER MANTENERE L ISCRIZIONE ALL ALBO REGIONALE 1 giugno 31 luglio I PASSI DA FARE: 1 Deposito del bilancio sociale 2 Compilazione della CUR 3 Presentazione della CUR con Comunicazione

Dettagli

DOMANDA PER L'AUTORIZZAZIONE ALLA SPERIMENTAZIONE CLINICA (sperimentazione dei medicinali di tipo commerciale)

DOMANDA PER L'AUTORIZZAZIONE ALLA SPERIMENTAZIONE CLINICA (sperimentazione dei medicinali di tipo commerciale) Modello 1 DOMANDA PER L'AUTORIZZAZIONE ALLA SPERIMENTAZIONE CLINICA (sperimentazione dei medicinali di tipo commerciale) Al Presidente del Comitato Etico dell Azienda Unità Sanitaria Locale via E.Fermi,15

Dettagli

Professionista: Committente privato: Committente pubblico: Geometra Incaricato. Iscritto al Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di al n

Professionista: Committente privato: Committente pubblico: Geometra Incaricato. Iscritto al Collegio dei Geometri e Geometri Laureati di al n RICHIESTA DI OPINAMENTO/REVISIONE PARCELLA PROFESSIONALE PER PRESTAZIONI SVOLTE NELLA CIRCOSCRIZIONE PROVINCIALE Approvata nella seduta di Consiglio n. 7 del 5 settembre 2011 Prima istruttoria PROTOCOLLO

Dettagli

Accesso ai farmaci in modalità Uso Compassionevole

Accesso ai farmaci in modalità Uso Compassionevole Uso Compassionevole del Farmaco: Il punto di vista di Azienda Sanitaria/Comitato Etico Stefano Fagiuoli, Carlo Nicora ASST PG23 - Bergamo Accesso ai farmaci in modalità Uso Compassionevole 1 Lo Strumento

Dettagli

La protezione dei soggetti ed il consenso informato

La protezione dei soggetti ed il consenso informato La protezione dei soggetti ed il consenso informato Marco Ercolani, MD Trieste, 21 maggio 2008 Definizione di Consenso Informato (GCP) Procedura secondo la quale un soggetto accetta volontariamente di

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO

AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO Comune di Aquilonia Provincia di Avellino Segretario PROT. N 1386_ DEL 10-04-2015 AVVISO PUBBLICO IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AMMINISTRATIVO PREMESSO CHE: la Raccomandazione del Consiglio del 22 aprile

Dettagli

Il registro dei CE: aggiornamento e consultazione

Il registro dei CE: aggiornamento e consultazione Corso sull Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali (OsSC) rivolto ai Comitati Etici Bologna, 12,13, 19, 20, 26, 27 febbraio 2009 Il registro dei CE: aggiornamento e consultazione

Dettagli

Procedure e strumenti di validazione della CTA form (e-query) e notifica di emendamenti non sostanziali

Procedure e strumenti di validazione della CTA form (e-query) e notifica di emendamenti non sostanziali Corso sull Osservatorio Nazionale sulla Sperimentazione Clinica dei Medicinali (OsSC) rivolto ai Comitati Etici Procedure e strumenti di validazione della CTA form (e-query) e notifica di emendamenti non

Dettagli

U.O.C. Settore AFFARI GENERALI

U.O.C. Settore AFFARI GENERALI ================================== DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO n 40 del 13/10/2016 A seguito di Proposta n 105 in data 12/10/2016 U.O.C. Settore AFFARI GENERALI Il Direttore dell U.O.C.

Dettagli

Un esempio: CE Policlinico Gemelli

Un esempio: CE Policlinico Gemelli Un esempio: CE Policlinico Gemelli Tipologia degli studi 32% 2% 3% 4% Farmacologici 41% 3% 9% 6% Diagnostici Chirurgici Anestesiologici Osservazionali Studi di laboratorio Dispositivi medici Radioterapia

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO VERIFICA REQUISITI STRUTTURALI E STRUMENTALI

AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO VERIFICA REQUISITI STRUTTURALI E STRUMENTALI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA FEDERICO II VERBALE D'ISPEZIONE DI ARMADI FARMACEUTICI DI REPARTO REPARTO/SERVIZIO/DIVISIONE CENTRO DI COSTO RESPONSABILE CAPOSALA/COORDINATORE INFERMIERISTICO UBICAZIONE

Dettagli

Corso di Metodologia della Ricerca per infermieri

Corso di Metodologia della Ricerca per infermieri Corso di Metodologia della Ricerca La scheda raccolta dati, contenuti e forma Antonella Valerio Fondazione FADOI Dipartimento per la Ricerca Clinica Centro Studi I passaggi di uno studio clinico Definizione

Dettagli

POLICLINICO SASSARESE S.p.A. Casa di cura privata accreditata Viale Italia SASSARI

POLICLINICO SASSARESE S.p.A. Casa di cura privata accreditata Viale Italia SASSARI Viale Italia 11-07100 SASSARI REV. 01 del 05/02/2011 PROCEDURA OPERATIVA: Gestione delle richieste e del rilascio di copie autentiche di cartelle cliniche REDAZIONE Dott. Angelo Pietro Melis EMISSIONE

Dettagli

COMUNE DI CAMEROTA Tel Fax Pec:

COMUNE DI CAMEROTA Tel Fax Pec: COMUNE DI CAMEROTA Provincia di SALERNO Settore Affari Generali - Servizi Demografici Tel. 0974 9202300 - Fax. 0974 9202322 - Pec: protocollo.camerota@asmepec.it Revisione dell'anagrafe della popolazione

Dettagli

COMUNE DI CREMA - AREA AFFARI GENERALI -

COMUNE DI CREMA - AREA AFFARI GENERALI - COMUNE DI CREMA - AREA AFFARI GENERALI - REGOLAMENTO COMUNALE PER L ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO NOTIFICHE Pagina 0 di 5 INDICE ART. 1 OGGETTO ED AMBITO DI APPLICAZIONE ART. 2 DEFINIZIONE DI NOTIFICAZIONE

Dettagli

SPERIMENTALE E DELLE ATTIVITA CORRELATE

SPERIMENTALE E DELLE ATTIVITA CORRELATE La rete delle farmacie oncologiche della Regione Emilia Romagna: I Corso regionale per farmacisti e tecnici di laboratorio dell area oncologica 20-21 ottobre 2009 LA GESTIONE DEL FARMACO b SPERIMENTALE

Dettagli

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA VALUTAZIONE DI

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA VALUTAZIONE DI DOCUMENTAZIONE NECESSARIA PER LA VALUTAZIONE DI STUDI CLINICI (EX DM 21/12/2007 E DGR 5493 DEL 25/06/2013) VERSIONE 27/01/2014) SPERIMENTAZIONI CLINICHE FARMACOLOGICHE STUDI INTERVENTISTICI Promotore Lettera

Dettagli

Verbale di ispezione delle ditte autorizzate al commercio all ingrosso e/o dettaglio di medicinali veterinari. D. Lgs. 193/2006.

Verbale di ispezione delle ditte autorizzate al commercio all ingrosso e/o dettaglio di medicinali veterinari. D. Lgs. 193/2006. Verbale di ispezione delle ditte autorizzate al commercio all ingrosso e/o dettaglio di medicinali veterinari. D. Lgs. 193/2006. Verbale n. del. In data alle ore il/i sottoscritto/i si sono presentati

Dettagli

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI RODENGO SAIANO PROVINCIA DI BRESCIA 1. Composizione Le presenti linee guida sono composte oltre che dai seguenti articoli, dal Piano di classificazione (Titolario) e dal Piano di conservazione (Massimario di scarto) per gli archivi dei Comuni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONSEGNA E L ESECUZIONE DEI COLLAUDI DI ACCETTAZIONE

REGOLAMENTO PER LA CONSEGNA E L ESECUZIONE DEI COLLAUDI DI ACCETTAZIONE All Att: Spett.le Ditta Oggetto : Regolamento per la consegna e l esecuzione dei Collaudi di accettazione. Al fine di poter gestire correttamente le procedure di collaudo di accettazione delle apparecchiature

Dettagli

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA

TIPOLOGIE DI MODELLI DI RICETTA La ricetta veterinaria Ricetta Veterinaria La prima normativa che regola la materia è del 1992 e prevede la suddivisione degli animali in due categorie: Animali da reddito (DPA) Animali da compagnia (non

Dettagli

Risposta al Foglio del N. Roma 10 gennaio OGGETTO: Circolare in materia di commercio di mangimi medicati e prodotti intermedi

Risposta al Foglio del N. Roma 10 gennaio OGGETTO: Circolare in materia di commercio di mangimi medicati e prodotti intermedi Ministero della Salute Dipartimento per la sanità pubblica veterinaria, la nutrizione e la sicurezza degli alimenti Direzione Generale della sanità animale e del farmaco veterinario (ex Ufficio XI bis

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI Città di Avezzano REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE E L UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI Approvato con atto di C.C. n. 124 del 30.10.2009 pagina 1/6 INDICE Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Norme di riferimento

Dettagli

Procedura GESTIONE DEGLI STRUMENTI DI MISURA

Procedura GESTIONE DEGLI STRUMENTI DI MISURA Pag. 1 di 6 Oggetto Procedura GESTIONE DEGLI STRUMENTI DI MISURA 1 20.05.2013 REVISIONE PER RIORGANIZZAZIONE INTERNA RGQ DT PRS 0 14.04.2003 EMISSIONE E.MINELLI M. TRAVERSINI V.F. FILIPPETTI Rev. Data

Dettagli

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n.

Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n VICENZA DELIBERAZIONE. n. Servizio Sanitario Nazionale - Regione Veneto AZIENDA ULSS N. 8 BERICA Viale F. Rodolfi n. 37 36100 VICENZA DELIBERAZIONE n. 687 del 31-5-2017 O G G E T T O Farmacia dott.ssa Pietra Cavoli Via Celotto,

Dettagli

IL MINISTRO DELLA SALUTE

IL MINISTRO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SALUTE DECRETO 23 gennaio 2007 Modifica degli allegati I, II, III e V del decreto 13 ottobre 2004, recante: «Disposizioni in materia di funzionamento dell'anagrafe bovina». IL MINISTRO

Dettagli

Il monitoraggio degli studi clinici. Il punto di vista dello Sperimentatore. 10 giugno 2014

Il monitoraggio degli studi clinici. Il punto di vista dello Sperimentatore. 10 giugno 2014 Il monitoraggio degli studi clinici Il punto di vista dello Sperimentatore 10 giugno 2014 Lo Sperimentatore GCP 4.1 Qualifiche dello sperimentatore ed accordi 4.1.3 Lo sperimentatore deve conoscere le

Dettagli

Procedure operative CONTENUTI

Procedure operative CONTENUTI 4 Procedure operative 4.1 Istruzioni e procedure di lavoro Al fine di mantenere sotto controllo tutti i punti critici relativi alla gestione della sicurezza, in qualche caso sarà necessario redigere delle

Dettagli

CAPITOLATO SPECIALE. n. ID GARA15Q101 PER LA FORNITURA. MEDIANTE ACCORDO QUADRO, DI VALVOLE AORTICHE TRANSCATETERE A POSIZIONAMENTO TRANSAPICALE

CAPITOLATO SPECIALE. n. ID GARA15Q101 PER LA FORNITURA. MEDIANTE ACCORDO QUADRO, DI VALVOLE AORTICHE TRANSCATETERE A POSIZIONAMENTO TRANSAPICALE Regione del Veneto AZIENDA OSPEDALIERA - PADOVA via Giustiniani, 1 35128 PADOVA Cod.Fisc./P.IVA 00349040287 CAPITOLATO SPECIALE n. ID GARA15Q101 PER LA FORNITURA. MEDIANTE ACCORDO QUADRO, DI VALVOLE AORTICHE

Dettagli

POLICLINICO UNIVERSITARIO A. GEMELLI

POLICLINICO UNIVERSITARIO A. GEMELLI Pag. 1 di 6 Stupefacenti e delle Sostanze Psicotrope nei NOME DATA FIRMA Farmacista Dirigente Dott. G. Viora Redatto da: Verificato da: Approvato da: Farmacista Dirigente Dott. B. Bolletta Farmacista Specializzanda:

Dettagli

Modalità di accesso ad una DOP/IGP

Modalità di accesso ad una DOP/IGP Modalità di accesso ad una DOP/IGP Rev. 00 1 SOMMARIO 1. MODALITÀ DI ACCESSO AD UNA DOP/IGP 3 2. IL PERCORSO CERTIFICATIVO DELLA DOP COLLINA DI BRINDISI 4 3. ALLEGATO 1 - DOCUMENTI DA ALLEGARE AL MODELLO

Dettagli

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche

Provincia di Pisa. Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Provincia di Pisa Assessorato all Ambiente e alle Politiche Energetiche Bando per la concessione di contributi per l innovazione del parco caldaie nella direzione del risparmio energetico e della lotta

Dettagli

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI. Codice fiscale e partita IVA: BANDO DI GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL

AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI. Codice fiscale e partita IVA: BANDO DI GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE RIETI Codice fiscale e partita IVA: 00821180577 BANDO DI GARA D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI SOMMINISTRAZIONE LAVORO INTERINALE SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATTRICE:

Dettagli

GSF02 PROCEDURA GFS DATA REVISIONE FIRMA. DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA PROCEDURA GFS GESTIONE FARMACI SPERIMENTALI. Data di emissione.

GSF02 PROCEDURA GFS DATA REVISIONE FIRMA. DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA PROCEDURA GFS GESTIONE FARMACI SPERIMENTALI. Data di emissione. Pagina 1 di 11 Documento Codice documento GSF02 DATA REVISIONE FIRMA DATA VERIFICA e APPROVAZIONE FIRMA Pagina 2 di 11 1. Generalità Errore. Il segnalibro non è definito. 1.1 Scopo e campo di applicazione

Dettagli

CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA REGIONALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA REGIONALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA Dipartimento regionale dell Istruzione e della Formazione Professionale CATALOGO DELL OFFERTA FORMATIVA REGIONALE APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 221 DEL 18/5/2016

DETERMINAZIONE N. 221 DEL 18/5/2016 Agenzia di Tutela della Salute di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.ats-brescia.it - informa@ats-brescia.it Posta certificata: protocollo@pec.ats-brescia.it

Dettagli

VADEMECUM PER L ATTIVAZIONE DEL TIROCINIO POST LAUREA FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI PSICOLOGI sez. A-sez. B

VADEMECUM PER L ATTIVAZIONE DEL TIROCINIO POST LAUREA FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI PSICOLOGI sez. A-sez. B VADEMECUM PER L ATTIVAZIONE DEL TIROCINIO POST LAUREA FINALIZZATO ALL ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI PSICOLOGI sez. A-sez. B Il tirocinio pratico post laurea è un percorso indispensabile per chi intende sostenere

Dettagli

Indice generale. Prefazione

Indice generale. Prefazione Indice generale Prefazione Autori XI XIII Capitolo 1: Contesto istituzionale e normativo dell Unione Europea 1 1 Trattati e Stati membri 1 2 Le istituzioni dell Unione Europea 3 2.1 Parlamento Europeo

Dettagli

COMUNE DI TORANO CASTELLO

COMUNE DI TORANO CASTELLO COMUNE DI TORANO CASTELLO (PROVINCIA DI COSENZA) Via G. Marconi, 122, cap. 87010 0984/504007 0984/504875 C.F. 80005730785 P.I. 01165330786 www.comune.toranocastello.cs.it REGOLAMENTO PER L'ORGANIZZAZIONE

Dettagli

USI CLINICI E SPERIMENTALI DI NUOVI RADIOFARMACI

USI CLINICI E SPERIMENTALI DI NUOVI RADIOFARMACI USI CLINICI E SPERIMENTALI DI NUOVI RADIOFARMACI Maria Nicotra 18 Aprile 2015 Dichiarazione di trasparenza/interessi* Le opinioni espresse in questa presentazione sono personali e non impegnano in alcun

Dettagli

IL DIRETTORE. Visto il Decreto legislativo 29 marzo 2010, n. 48, recante attuazione della Direttiva 2008/118/CE;

IL DIRETTORE. Visto il Decreto legislativo 29 marzo 2010, n. 48, recante attuazione della Direttiva 2008/118/CE; Prot. n. 24211/RU IL DIRETTORE Vista la Direttiva 2008/118/CE del 16 dicembre 2008 del Consiglio, relativa al regime generale delle accise, che abroga la Direttiva 92/12/CEE del Consiglio del 25 febbraio

Dettagli

Fondo 5 Euro/tonnellata premiata Programma per l erogazione di contributi per il potenziamento e l adeguamento dei Centri di Raccolta dei RAEE

Fondo 5 Euro/tonnellata premiata Programma per l erogazione di contributi per il potenziamento e l adeguamento dei Centri di Raccolta dei RAEE In merito all attestazione che un Comune è conferente presso il CdR oggetto di Domanda di contributo, è necessario inviare la dichiarazione del Comune conferente tramite il facsimile di cui all'allegato

Dettagli

Detto plico al suo interno dovrà contenere, a pena di esclusione:

Detto plico al suo interno dovrà contenere, a pena di esclusione: Prot. n. Class.ne n. Potenza, lì Raccomandata A/R Oggetto: Lettera-invito a Cottimo fiduciario per l affidamento triennale del servizio di fornitura di lavoro somministrato. Codesta Spett.le Ditta, qualora

Dettagli

PROCESSO E PROCEDURA AUTORIZZAZIONE STAMPA IN PROPRIO PRODOTTI DI POSTA REGISTRATA CON SERVIZIO DI INFODELIVERY STANDARD

PROCESSO E PROCEDURA AUTORIZZAZIONE STAMPA IN PROPRIO PRODOTTI DI POSTA REGISTRATA CON SERVIZIO DI INFODELIVERY STANDARD PROCESSO E PROCEDURA AUTORIZZAZIONE STAMPA IN PROPRIO PRODOTTI DI POSTA REGISTRATA CON SERVIZIO DI INFODELIVERY STANDARD GIUGNO 2016 INDICE MODULI APPLICABILI... 3 DOCUMENTI CITATI... 3 1 SCOPO... 3 2

Dettagli

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO Comune di Bomporto AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO ai sensi dell art. 216 comma 9 del D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50 e ss.mm.ii. e delle Linee Guida n. 4 di ANAC ( Procedure per l affidamento dei contratti

Dettagli

Allegato B a Delibera G.C. n. 121 del 10/10/2011

Allegato B a Delibera G.C. n. 121 del 10/10/2011 Allegato B a Delibera G.C. n. 121 del 10/10/2011 REGOLAMENTO PER L ORGANIZZAZIONE E LA GESTIONE DEL SERVIZIO RELATIVO AGLI ATTI DEPOSITATI PRESSO LA CASA COMUNALE ED AGLI ADEMPIMENTI CONSEQUENZIALI Approvato

Dettagli

INFORMATIVA MISSIONI DOTTORANDI

INFORMATIVA MISSIONI DOTTORANDI Area Ricerca INFORMATIVA MISSIONI DOTTORANDI AUTORIZZAZIONE MISSIONE Il dottorando per poter effettuare una missione, di durata inferiore a 6 mesi e senza richiesta di anticipo, deve far pervenire a ufficio.protocollo@pec.univr.it

Dettagli

Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI

Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI Prontuario sanzioni amministrative settore MEDICINALI VETERINARI Decreto legislativo 27 genniao 1992 n. 119 "Attuazione delle direttive 81/851/CEE, 81/852/CEE, 87/20/CEE e 90/676/CEE relative ai medicinali

Dettagli