Obiettivo Strategico 6. Mauro Petrucci Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Senigallia Delegato Area 6

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Obiettivo Strategico 6. Mauro Petrucci Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Senigallia Delegato Area 6"

Transcript

1 Obiettivo Strategico 6 Mauro Petrucci Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Senigallia Delegato Area 6

2

3 leadership STRUTTURA EFFICACE comunicazione interna/esterna efficace sostenibilità network di unità territoriali

4 RESPONSABILITÀ esterna Verso i donatori Verso i beneficiari Verso le istituzioni Verso l opinione pubblica interna Verso i soci Verso l associazione e i suoi beni Obbligo di dare risposte alle richieste e alle sollecitazioni

5

6 OBIETTIVISPECIFICI 1-Aumentare la capacità della CRI di prevenire ed affrontare in modo efficace la vulnerabilità delle comunità 2-Rafforzare la cultura del volontariato e della partecipazione attiva 3 -Assicurare una cultura di responsabilità trasparente nei confronti degli stakeholder 4-Mantenere gli statuti, regolamenti e piani d azione in linea con le raccomandazioni e decisioni internazionali 5-Adattare ogni nostra azione all evoluzione dei bisogni delle persone vulnerabili

7 OBIETTIVO SPECIFICO 1 -Aumentare la capacità di sostenibilità della CRI a livello locale e nazionale, prevenire ed affrontare in modo efficace le vulnerabilità della comunità Organizzazione e pianificazione Comunicazione esterna Comunicazione interna

8 Organizzazione e pianificazione Stabilire obiettivi costi luogo data tempi personale tabella di marcia Specific Specifico Obiettivo SMART Measurable Achievable Realistic Timeable Misurabile Realizzabile Realistico Definito nel tempo

9 Comunicazione esterna -giornali (anche on line) -radio -televisioni -siti web( -social networks(facebook,tweeter) È fondamentale far arrivare a tv, giornali, radio, siti web, social network notizie delle nostre attività mediante i Referenti alla Comunicazione Gli unici autorizzati a rilasciare interviste e comunicare con l esterno sono il Presidente e il suo Referente alla Comunicazione.

10 Comunicazione interna Condividere esperienze e progetti è fondamentale per non disperdere energie e perdere tempo Bacheca, sito web di comitato, social network 150+ Reti a livello provinciale Reti a livello regionale Comitato centrale che raccoglie, elabora, ritrasmette le info

11 OBIETTIVO SPECIFICO 2. Rafforzare la cultura del servizio volontario e della partecipazione attiva Promozione Reclutamento nuovi volontari Fidelizzazione volontari e sostenitori

12 Promozione Promuovere l immagine di Croce Rossa con iniziative mirate è fondamentale. Cosa difficile è farlo in maniera accattivante ed innovativa promozione NON accattivante = promozione NON efficace

13 Reclutamento Volontari Stimolare la popolazione ad aderire: ai 7 Principi di Croce Rossa agli obiettivi strategici della Croce Rossa Italiana Dare un immagine seria dell associazione, così sarà ritenuta come un punto di riferimento affidabile Fidelizzazione volontari Conquistare e mantenere la fiducia nel nostro operato, utilizzando al meglio le nuove tecnologie nel rispetto del codice etico

14 OBIETTIVO SPECIFICO 3. Assicurare una cultura di responsabilità trasparente nei confronti dei nostri stakeholder (portatori di interessi) Responsabilità ogni anno tiriamo le somme di ciò che abbiamo fatto: potremo valutare i risultati quindi promuoverci e migliorarci - Annual report Advocacy dare voce ai soggetti vulnerabili Fundraising insieme di azioni che permettono di raccogliere i fondi necessari a sostenere un progetto o un'associazione, in cui la raccolta fondi vera e propria è solo l'ultimo passaggio di una lunga catena di azioni strategiche messe in atto dall'associazione

15 OBIETTIVO SPECIFICO 4. Mantenere gli statuti, regolamenti e piani d azione in linea con le raccomandazioni e decisioni internazionali

16 OBIETTIVO SPECIFICO 5. Adattare ogni nostra azione all evoluzione dei bisogni delle persone vulnerabili Monitoraggio di attività e progetti Una pianificazione corretta prevede scadenze intermedie abbinate a ciascun obiettivo. Controllare la tabella di marcia iniziale permette di monitorare il progetto Valutazione impatto progetti Valutare il lavoro svolto e il suo effetto rende più efficace l azione: la verifica è essenziale

17

18 IL VOLONTARIATO NELLA CROCE ROSSA ITALIANA I COMPITI

19 IN CASO DI CONFLITTO ARMATO sgombero e cura dei feriti e dei malati compiti di carattere sanitario ed assistenziale ricerca e assistenza dei prigionieri di guerra, degli internati, dei dispersi, dei profughi, dei deportati e rifugiati

20 IN PERIODO DI PACE promuovere l'educazione sanitaria, la cultura di protezione civile e dell'assistenza alla persona pronto soccorso e trasporto infermi collaborare con le Forze Armate diffondere i principi del Diritto Internazionale Umanitario

21 Comitato Locale di Senigallia

22 IERI 21 luglio 1946 Verbale di costituzione della Società di Pronto Soccorso (nucleo del futuro Sottocomitato Cri)

23 18 gennaio 1947 Si scioglie la Società di Pronto Soccorso e nasce il Sottocomitato Cri di Senigallia 21 gennaio 1947 Il primo mezzo in dotazione alla Cri di Senigallia: una ex ambulanza militare Usa Dodge ¾ ton

24 OGGI dal dicembre 2012 PRESIDENTE Volontari civile Infermiere Volontarie ausiliare F.A. Corpo Militare ausiliare F.A.

25 ATTIVITÀ COMUNI Diffusione del Diritto Internazionale Umanitario Attività di emergenza sanitaria, di pronto soccorso e di trasporto infermi Interventi di protezione civile Formazione e preparazione del personale Cri e per altri enti Diffusione delle tecniche di rianimazione cardio-polmonare Attività di monitorato Assistenza sanitaria e psicologica Attività in ambito sociale ed assistenziale rivolto alle fasce più deboli Assistenza al malato e all anziano in famiglia, alla madre e al bambino e alle donne mastectomizzate Donazione e raccolta del sangue Interventi nelle aree della salute, della pace, del servizio alla comunità, della cooperazione internazionale e dello sviluppo Organizzazione magazzini per la distribuzione di alimentari e altri generi Mantenimento dell'apparato di emergenza e di mobilitazione e supporto alle forze armate e alle attività Cri, con unità sanitarie territoriali e mobili, ospedali e poliambulatori

26 Diritto Internazionale Umanitario

27 Ginevra 2008

28 Emergenza sanitaria e trasporto infermi Emergenza 118 Trasporto Infermi trasporti secondari dimissioni ricoveri dialisi

29 Trasporti speciali e viaggi a lunga percorrenza Trasporto sangue, organi per trapianti e materiale organico Ospedali specialistici nelle varie regioni d Italia; ospedali specialistici all estero Trasporti su richiesta della Prefettura

30 Assistenza sanitaria agli eventi Concerti Incontri sportivi Manifestazioni di vario genere La prevenzione

31 Protezione Civile Intervento sanitario in emergenza Intervento logistico Intervento socio assistenziale Servizio di continuità assistenziale Attività nel corso dei Grandi Eventi Immigrati e rifugiati C.A.R.A. - Borgo Mezzanone C.A.R.A. Mineo Centro P.C. - Bresso Attività di supporto

32 Soccorsi e attività speciali S.M.T.S Soccorsi con Mezzi e Tecniche Speciali U.C. Unità Cinofile U.S.P.S. - Unità di Soccorso su Piste da Sci O.P.S.A. Operatori Polivalenti Salvataggio in Acqua N.B.C.R. - Soccorso Nucleare Biologico Chimico Radiologico

33 Operatori del sorriso - il sorriso come efficace supporto alla medicina tradizionale Truccatori Simulatori

34 Addestramento Aggiornamento delle abilitazioni Gare di primo soccorso Simulazioni di intervento Campi di protezione civile

35 Attività socio-assistenziale Assistenza anziani (Irab, Opera Pia) Pronto Farmaco Diversamente abili (ippoterapia) Reparto di neonatalogia Donne mastectomizzate Aiuti alimentari Minori Immigrati e rifugiati

36 Educazione Sanitaria Corsi di primo soccorso alla popolazione Corsi di primo soccorso agli alunni dei vari ordini di scuola Corsi di primo soccorso al personale delle scuole Corsi per la legge 81 del 9 aprile 2008 (ex 626)

37 Attività all estero Delegato di Senigallia in Chad per conto del CICR Volontario del Soccorso in Romania Missioni di pace in Albania Volontari in Kossovo/Albania Volontaria del Soccorso in Kashmire

38 Volontariato e vacanza sulla spiaggia di velluto

39 La Croce Rossa e la guerra nell opera fotografica di Giorgio Pegoli Mostra Cose di Cri Mostra CRImine

40 La CRI vista con gli occhi dei bambini Carnevale dei bambini Educazione Stradale per i bambini della scuola dell infanzia e della primaria

41 Convegno Allergia al latice La Cri incontra la cittadinanza Fiaccolata di Solferino

42 SITO WEB

43

Obiettivo strategico 6. Veronica Di Biase Croce Rossa Italiana Operatore dell Area Sviluppo

Obiettivo strategico 6. Veronica Di Biase Croce Rossa Italiana Operatore dell Area Sviluppo Obiettivo strategico 6 Veronica Di Biase Croce Rossa Italiana Operatore dell Area Sviluppo Obiettivi strategici 2020 Obiettivo 6 Agiamo con una struttura capillare, efficace e trasparente, facendo tesoro

Dettagli

Obiettivo strategico 6

Obiettivo strategico 6 Obiettivo strategico 6 Anthony Addis Croce Rossa Italiana DTL Area VI Obiettivi strategici 2020 Obiettivo 6 - sviluppo Agiamo con struttura capillare, efficace e trasparente, facendo tesoro dell'opera

Dettagli

Obiettivo strategico 3. Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze e disastri. Patrizia Voi CRI Castiglione delle Stiviere

Obiettivo strategico 3. Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze e disastri. Patrizia Voi CRI Castiglione delle Stiviere Obiettivo strategico 3 Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Patrizia Voi CRI Castiglione delle Stiviere Obiettivo della serata Avere una panoramica sull impegno CRI all interno

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE

CROCE ROSSA ITALIANA. III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE CROCE ROSSA ITALIANA III CENTRO DI MOBILITAZIONE Lombardia CORPO MILITARE LEZIONE CORSO VOLONTARI Le Componenti Il Volontari del Soccorso Pionieri Componente Giovani Comitato Femminile Donatori del Sangue

Dettagli

Comitato CRI Alto Adige - Südtirol

Comitato CRI Alto Adige - Südtirol Comitato CRI Alto Adige - Südtirol Consiglio Comunale di Merano Seduta 15.06.2016 Cenni storici La Croce Rossa a Merano è presente da prima della 1^ Guerra Mondiale Ma dal 1945 Tutti i grandi alberghi,

Dettagli

Ripasso Principi Fondamentali, Componenti e Obiettivo Strategico 5. Gualandrini Giancarlo Croce Rossa Italiana

Ripasso Principi Fondamentali, Componenti e Obiettivo Strategico 5. Gualandrini Giancarlo Croce Rossa Italiana Ripasso Principi Fondamentali, Componenti e Obiettivo Strategico 5 Gualandrini Giancarlo Croce Rossa Italiana Quali e quanti sono i Principi fondamentali della Croce Rossa???? Unica Imparzialità Statale

Dettagli

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri

Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Prepariamo le Comunità e diamo risposta a emergenze e disastri Obiettivo III - Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenza e disastri ARGOMENTI DELLA LEZIONE Obiettivi specifici dell Area III Attività

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di TORINO VISURA DI EVASIONE CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI SUSA DATI ANAGRAFICI Indirizzo Sede Susa (TO) Corso Stati Uniti 5 cap 10059

Dettagli

OBIETTIVI STRATEGICI 2020

OBIETTIVI STRATEGICI 2020 Croce Rossa Italiana Comitato Nazionale OBIETTIVI STRATEGICI 2020 DELLA CROCE ROSSA ITALIANA 1. OBIETTIVI STRATEGICI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA 1.1 Gli Obiettivi strategici della Croce Rossa Italiana:

Dettagli

Croce Rossa italiana. Corpo Militare CRI. I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare. Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU

Croce Rossa italiana. Corpo Militare CRI. I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare. Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU Croce Rossa italiana Corpo Militare CRI I Servizi della CRI Ausiliari alle FF.AA. del Corpo Militare Col. Fabio Strinati Capo Ufficio DIU Croce Rossa Italiana Ispettorato Nazionale del Corpo Militare ausiliario

Dettagli

PROTOCOLLO D' INTESA. tra COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI VICENZA CROCE ROSSA ITALIANA SEZIONE DI VICENZA

PROTOCOLLO D' INTESA. tra COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI VICENZA CROCE ROSSA ITALIANA SEZIONE DI VICENZA PROTOCOLLO D' INTESA tra COMANDO PROVINCIALE VIGILI DEL FUOCO DI VICENZA e CROCE ROSSA ITALIANA SEZIONE DI VICENZA Visti i seguenti riferimento normativi: - la legge 7 agosto 1990, n. 241 ed in particolare

Dettagli

Obiettivo Strategico 3

Obiettivo Strategico 3 Obiettivo Strategico 3 Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze e disastri LA PROTEZIONE CIVILE A cura del Volontario CRI Marco Mazzanti DTL Area 3 C.R.I. Senigallia Agenda Cosa è Cosa fa Come

Dettagli

DICHIARAZIONE di ADESIONE allo STATUTO da parte del COMMISSARIO (Comitato Locale C.R.I. di Giaveno)

DICHIARAZIONE di ADESIONE allo STATUTO da parte del COMMISSARIO (Comitato Locale C.R.I. di Giaveno) Protocollo C.R.I. Giaveno 01/14/S DICHIARAZIONE di ADESIONE allo STATUTO da parte del COMMISSARIO (Comitato Locale C.R.I. di Giaveno) Il sottoscritto Stefano POLELLO PLLSFN83E18L219V, in qualità di legale

Dettagli

Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana e il volontariato Roma, 25 ottobre 2011

Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana e il volontariato Roma, 25 ottobre 2011 Il della Croce Rossa Italiana e il volontariato Roma, 25 ottobre 2011 Magg. Gen. CRI Gabriele LUPINI Ispettore Nazionale del C.R.I. circa 17.000 iscritti, oltre 1.300 medici e 1.200 infermieri Automezzi

Dettagli

CORSO DI ACCESSO PER VOLONTARI CRI. Marco Cerri

CORSO DI ACCESSO PER VOLONTARI CRI. Marco Cerri CORSO DI ACCESSO PER VOLONTARI CRI Marco Cerri Strategia 2020 Tutela e promozione di salute e vita Supporto e inclusione sociale Capire il collegamento tra CRI e IMRC Ruolo della Federazione Strategia

Dettagli

D.I.U. Origini della Croce Rossa

D.I.U. Origini della Croce Rossa D.I.U. Origini della Croce Rossa Origini della Croce Rossa BATTAGLIA DI SOLFERINO 24 giugno 1859: seconda guerra d'indipendenza esercito austriaco contro quello franco-piemontese 12 ore di combattimento

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DI AREZZO

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DI AREZZO Presidente Carlo Cigna CROCE ROSSA ITALIANA Consigliere Giovani CRI Elisa Balsamini Vice presidente Consigliere Romano Duranti Consigliere Luca Gradassi Consigliere Anna Sadotti Lorenzoni Presidente Carlo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Per la Nostra Comunità SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area di intervento: A01 A08 A15 OBIETTIVI DEL PROGETTO 7) Obiettivi del progetto ELEMENTI ESSENZIALI

Dettagli

Associazione della Croce Rossa Italiana. Organigramma provvisorio

Associazione della Croce Rossa Italiana. Organigramma provvisorio Associazione della Croce Rossa Italiana Organigramma provvisorio Indice Legenda Organigramma Organigramma provvisorio Legenda Organigramma Tipologia strutture organizzative Relazioni tra strutture organizzative

Dettagli

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di CATANIA, RAGUSA e SIRACUSA della SICILIA ORIENTALE

Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di CATANIA, RAGUSA e SIRACUSA della SICILIA ORIENTALE Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di CATANIA, RAGUSA e SIRACUSA della SICILIA ORIENTALE Registro Imprese - VISURA ORDINARIA DELL'IMPRESA CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO DI CATANIA DATI

Dettagli

IL TERREMOTO IN ABRUZZO E IL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE

IL TERREMOTO IN ABRUZZO E IL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE IL TERREMOTO IN ABRUZZO E IL SISTEMA DI PROTEZIONE CIVILE Montesilvano (PE) 10 aprile 2010 Marco Leonardi Dipartimento della Protezione Civile Servizio Rischio Sanitario marco.leonardi@protezionecivile.it

Dettagli

LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. Barbara Demartin

LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO. Barbara Demartin LA CROCE ROSSA E IL DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO di Barbara Demartin JEAN HENRY DUNANT Fondatore della Croce Rossa Nasce l 8 maggio 1828 Ginevrino si occupa di commercio in Algeria Rientra da un viaggio

Dettagli

COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR

COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR COMITATO INTERNAZIONALE di CROCE ROSSA CICR Barbara Demartin, Consigliere Qualificato e Istruttore DIU Gara D.I.U. 2016 JEAN HENRY DUNANT Fondatore della Croce Rossa Nasce l 8 maggio 1828 Svizzero, di

Dettagli

Posto Medico Avanzato Centro Medico di Evacuazione

Posto Medico Avanzato Centro Medico di Evacuazione ARGOMENTI STRUTTURE MATERIALI PERSONALE Posto Medico Avanzato Centro Medico di Evacuazione Il Sistema operativo Nazionale: Posto Medico Avanzato di I livello Posto Medico Avanzato di I livello rinforzato

Dettagli

OBIETTIVO STRATEGICO 6

OBIETTIVO STRATEGICO 6 OBIETTIVO STRATEGICO 6 Cesare Giannetti operatore area sviluppo Croce Rossa Italiana Legnano (MI) La Strategia 2020 e il suo motto saving lives, changing minds Obiettivo 6 Agiamo con una struttura capillare,

Dettagli

Delegato Nazionale CRI per le attività di emergenza Roberto Antonini

Delegato Nazionale CRI per le attività di emergenza Roberto Antonini Delegato Nazionale CRI per le attività di emergenza Roberto Antonini Il nuovo regolamento nasce dalla necessità di disporre di una nuova disciplina che affronti i mille aspetti della preparazione e della

Dettagli

Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013. Obiettivo Strategico 4

Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013. Obiettivo Strategico 4 Castiglione delle Stiviere - Ottobre 2013 Diffondiamo il Diritto Internazionale Umanitario, i Principi Fondamentali ed i Valori Umanitari, cooperiamo con gli altri membri del Movimento Internazionale Marida

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/03/CU18/C7

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/03/CU18/C7 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/03/CU18/C7 PARERE SULLO SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO DI RIORGANIZZAZIONE DELL ASSOCIAZIONE ITALIANA DELLA CROCE ROSSA (C.R.I.) A NORMA DELL ARTICOLO

Dettagli

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A

S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A S E N A T O D E L L A R E P U B B L I C A X I I I L E G I S L A T U R A N. 1382 D I S E G N O D I L E G G E d iniziativa dei senatori AGOSTINI, TAVIANI e ROBOL COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30 SETTEMBRE

Dettagli

Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Carriere Internazionali nel Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa L Associazione della Croce Rossa Italiana Associazione di promozione sociale, ha per scopo l'assistenza sanitaria e

Dettagli

OVUNQUE PER CHIUNQUE 153 Anniversario Croce Rossa Italiana

OVUNQUE PER CHIUNQUE 153 Anniversario Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana Comitato di L Aquila OVUNQUE PER CHIUNQUE 153 Anniversario Croce Rossa Italiana 18/06/2017 Manifestazione CRI...Poiché tutti possono, in un modo o nell altro, ciascuno nella sua sfera

Dettagli

Sistema Nazionale di Protezione Civile & Ruolo e normativa della Croce Rossa Italiana

Sistema Nazionale di Protezione Civile & Ruolo e normativa della Croce Rossa Italiana Sistema Nazionale di Protezione Civile & Ruolo e normativa della Croce Rossa Italiana Cos'è la Protezione Civile? Insieme delle attività volte a fronteggiare eventi straordinari che non possono essere

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMANDO VIGILI DEL FUOCO DI MATERA LA CROCE ROSSA ITALIANA DI MATERA

PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMANDO VIGILI DEL FUOCO DI MATERA LA CROCE ROSSA ITALIANA DI MATERA PROTOCOLLO DI INTESA TRA IL COMANDO VIGILI DEL FUOCO DI MATERA E LA CROCE ROSSA ITALIANA DI MATERA VISTI i seguenti riferimenti normativi: - la legge 7 agosto 1990, n. 241 ed in particolare l art. 15,

Dettagli

LA CROCE ROSSA DI ROMA AL TUO SERVIZIO

LA CROCE ROSSA DI ROMA AL TUO SERVIZIO LA CROCE ROSSA DI ROMA AL TUO SERVIZIO UMANITÁ CHI SIAMO La Croce Rossa, su Roma e provincia, vanta una rete di 36 comitati territoriali per un totale di oltre 7000 volontari che quotidianamente agiscono

Dettagli

Protocollo d intesa. tra. Croce Rossa Italiana Comitato Regionale della Sicilia

Protocollo d intesa. tra. Croce Rossa Italiana Comitato Regionale della Sicilia Protocollo d intesa tra Croce Rossa Italiana e pagina 1 di 5 PREMESSO Associazioni Sportive e Sociali Italiane è un Ente di Promozione Sportiva s Sociale riconosciuto dal CONI e dal Ministero dell Interno:

Dettagli

Si trasmette per seguito di competenza la determina commissariale in oggetto. Cordiali Saluti.

Si trasmette per seguito di competenza la determina commissariale in oggetto. Cordiali Saluti. Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Caltagirone Protocollo 112/2015 Al Presidente del Comitato Provinciale di Catania Oggetto : Determina commissariale n.4 del 24/02/2015 Si trasmette per seguito di

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI MONTANARO GRUPPO PIONIERI CRI DI MONTANARO

CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI MONTANARO GRUPPO PIONIERI CRI DI MONTANARO CROCE ROSSA ITALIANA COMITATO LOCALE DI MONTANARO GRUPPO PIONIERI CRI DI MONTANARO Egregio Signor Sindaco Comune di Montanaro Avv. Marco FROLA L anno 2009 ha segnato una pietra miliare nella storia del

Dettagli

Dipartimento della protezione civile Titti Postiglione Ufficio Volontariato, formazione e comunicazione

Dipartimento della protezione civile Titti Postiglione Ufficio Volontariato, formazione e comunicazione Il Servizio nazionale della protezione civile Dipartimento della protezione civile Titti Postiglione Ufficio Volontariato, formazione e comunicazione COSA E LA PROTEZIONE CIVILE? Con protezione civile

Dettagli

Corpo Militare della Croce Rossa Italiana Ispettorato Nazionale

Corpo Militare della Croce Rossa Italiana Ispettorato Nazionale della Croce Rossa Italiana Ispettorato Nazionale Giornata di studio «La medicina legale nelle catastrofi» Le Missioni Internazionali del Ten. Col. CRI Vittorio BADALONE Operazioni all estero in ambito

Dettagli

04/11/2012. Da dove si parte RIFORMA DELLA CROCE ROSSA. Il cammino della riforma. Natura giuridica. Riduzione Componenti (art. 3 comma 1 lettera a)

04/11/2012. Da dove si parte RIFORMA DELLA CROCE ROSSA. Il cammino della riforma. Natura giuridica. Riduzione Componenti (art. 3 comma 1 lettera a) VOLONTARI DEL SOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA Da dove si parte RIFORMA DELLA CROCE ROSSA Palmanova, 3 novembre 2012 Relatore: Francesco Bozzetto CTR VdS Consulenza giuridica 23 giugno 2005: entra in vigore

Dettagli

Croce Rossa Italiana panoramica delle attività in ambito emergenziale Dott.ssa Giada Dalla Libera Istruttore Protezione Civile

Croce Rossa Italiana panoramica delle attività in ambito emergenziale Dott.ssa Giada Dalla Libera Istruttore Protezione Civile Croce Rossa Italiana panoramica delle attività in ambito emergenziale Dott.ssa Giada Dalla Libera Istruttore Protezione Civile giada.dl82@gmail.com ATTIVITA DEL SETTORE EMERGENZA OBIETTIVO STRATEGICO 3

Dettagli

Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario. Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA.

Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario. Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA. Organizzazione e ruolo del CICR nel Diritto Internazionale Umanitario Cap. Com. CRI Renato Pizzi Consigliere Giuridico FF.AA. Stati parte alle CG Conferenza Internazionale della CR e MR Commissione permanente

Dettagli

FAC-SIMILE FORMAT DI CANDIDATURA BANDO LOCALE

FAC-SIMILE FORMAT DI CANDIDATURA BANDO LOCALE FAC-SIMILE FORMAT DI CANDIDATURA BANDO LOCALE Il presente documento rappresenta solo un fac-simile, saranno ritenute valide solo le candidature ricevute tramite la compilazione del bando online Tutti i

Dettagli

Assicurare trasparenza ed efficacia alle decisioni ed all azione del Comitato Regionale C.R.I. Obiettivi generali Risultati attesi Strumenti

Assicurare trasparenza ed efficacia alle decisioni ed all azione del Comitato Regionale C.R.I. Obiettivi generali Risultati attesi Strumenti C.R.I. della Sicilia (articolo 22.1. lettera c del Regolamento dei Volontari della C.R.I. O.C. 3 dicembre 2012, n. 567/12) Obiettivi generali Risultati attesi Strumenti Assicurare trasparenza ed efficacia

Dettagli

per la Croce Rossa Italiana a supporto della Strategia 2020 L Informazione Certificata sul Territorio

per la Croce Rossa Italiana a supporto della Strategia 2020 L Informazione Certificata sul Territorio per la Croce Rossa Italiana a supporto della Strategia 2020 L Informazione Certificata sul Territorio L esigenza di un mondo che sta cambiando Premesso che le variabili verso cui bisogna essere preparati

Dettagli

Obiettivo strategico 5. Enrica Del Bianco Croce Rossa Italiana Referente regionale ESMST

Obiettivo strategico 5. Enrica Del Bianco Croce Rossa Italiana Referente regionale ESMST Obiettivo strategico 5 Enrica Del Bianco Croce Rossa Italiana Referente regionale ESMST Obiettivi strategici 2020 Croce Rossa Italiana Obiettivo strategico 5 Promuoviamo attivamente lo sviluppo dei giovani

Dettagli

Obiettivi strategici 2020 della Croce Rossa Italiana

Obiettivi strategici 2020 della Croce Rossa Italiana Obiettivi strategici 2020 della Croce Rossa Italiana A cura di Lara Sparano Monitore CRI Obiettivo strategico II Favoriamo il supporto e l inclusione sociale La CRI realizza un intervento volto a promuovere

Dettagli

Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento:

Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento: Di seguito sono presentate le attività che svolgono i Volontari della Croce Rossa del Trentino, il cui impegno riguarda 5 macro-aree di intervento: 1. AREA ATTIVITA GIOVANILE 2. AREA SOCIO ASSISTENZIALE

Dettagli

Strategia Strategia Corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Firenze

Strategia Strategia Corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Firenze Strategia 2020 Corso di formazione per Volontari della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Firenze Strategia 2020 Una prima definizione La Strategia 2020 sintetizza le politiche e i concetti chiave

Dettagli

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Ruolo ed Organizzazione della C.R.I.

Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Ruolo ed Organizzazione della C.R.I. Corso Operatore C.R.I. nel Settore Emergenza Ruolo ed Organizzazione della C.R.I. Argomenti della lezione Normativa C.R.I. nel settore emergenze. Organizzazione e compiti della C.R.I. nel settore emergenze.

Dettagli

Unità Sanitarie della C.R.I. nella I Guerra Mondiale XVI Convegno Nazionale Ufficiali Medici e Personale sanitario - Viareggio (LU), 03 ottobre 2014

Unità Sanitarie della C.R.I. nella I Guerra Mondiale XVI Convegno Nazionale Ufficiali Medici e Personale sanitario - Viareggio (LU), 03 ottobre 2014 Unità Sanitarie della C.R.I. nella I Guerra Mondiale XVI Convegno Nazionale Ufficiali Medici e Personale sanitario - Viareggio (LU), 03 ottobre 2014 Col. com. C.R.I. Giampiero ALESSANDRO Comandante dell

Dettagli

Missione. Lavoro Attività

Missione. Lavoro Attività Storia R e t e Missione Lavoro Attività La nostra storia Era il 1994 quando... I soci di alcune cooperative costituirono il Consorzio Quarantacinque, il cui nome fa riferimento all Articolo 45 della Costituzione

Dettagli

PIANO D AZIONE CROCE ROSSA ITALIANA DEI GIOVANI DELLA DELLA SICILIA

PIANO D AZIONE CROCE ROSSA ITALIANA DEI GIOVANI DELLA DELLA SICILIA PIANO D AZIONE DEI GIOVANI DELLA CROCE ROSSA ITALIANA DELLA SICILIA ANNO 2015 INTRODUZIONE In data 25 Gennaio 2015, in sede di Consulta dei Giovani della Croce Rossa Italiana della Sicilia, i Delegati

Dettagli

Favoriamo il supporto e l'inclusione sociale

Favoriamo il supporto e l'inclusione sociale Obiettivi Strategici 2020 Obiettivo strategico II Favoriamo il supporto e l'inclusione sociale Obiettivi specifici Ridurre le cause di vulnerabilità individuali e ambientali; Contribuire alla costruzione

Dettagli

INTERVENTO. dell Ispettore Nazionale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. (Roma, 16 giugno 2011) presso il

INTERVENTO. dell Ispettore Nazionale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana. (Roma, 16 giugno 2011) presso il INTERVENTO dell Ispettore Nazionale del Corpo Militare della Croce Rossa Italiana (Roma, 16 giugno 2011) presso il Senato della Repubblica 12^ Commissione Igiene e Sanità nell ambito della Indagine conoscitiva

Dettagli

ATTIVITA della Croce Rossa Italiana

ATTIVITA della Croce Rossa Italiana ATTIVITA della Croce Rossa Italiana Storti Chiara Francesca Istruttore PSTI ATTIVITA OBIETTIVI: - Conoscere le ATTIVITA della Croce Rossa Italiana - Conoscere gli AMBITI di intervento - Individuare le

Dettagli

REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI

REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI MANUALE DEL SOLDATO REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI Edizione speciale per il gioco di ruolo sul Diritto Internazionale Umanitario Raid Cross 3/2008 MANUALE DEL SOLDATO REGOLE DI CONDOTTA PER I COMBATTENTI

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA PRESENTAZIONE CAMPO SCUOLA NAZIONALE FORMAZIONE ATTIVITA IN EMERGENZA Considerata la sempre più intensa attività di risposta alle emergenze nelle quali CRI è chiamata ad intervenire

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato di Provinciale di Venezia

Croce Rossa Italiana Comitato di Provinciale di Venezia Croce Rossa Italiana Comitato di Provinciale di Venezia Chi siamo Società Volontaria di soccorso ed assistenza, ausiliaria dei poteri pubblici in campo umanitario, che si basa sulle Convenzioni di Ginevra

Dettagli

SETTIMANA DELLA CROCE ROSSA 2014 VADEMECUM ORGANIZZATIVO

SETTIMANA DELLA CROCE ROSSA 2014 VADEMECUM ORGANIZZATIVO SETTIMANA DELLA CROCE ROSSA 2014 VADEMECUM ORGANIZZATIVO OBIETTIVI E SVOLGIMENTO La Settimana della Croce Rossa è contemporaneamente: un occasione per presentare la C.R.I. alla collettività e mostrare

Dettagli

Schema di Protocollo di intesa. tra MINISTERO DELLA DIFESA e REGIONE CAMPANIA

Schema di Protocollo di intesa. tra MINISTERO DELLA DIFESA e REGIONE CAMPANIA Schema di Protocollo di intesa tra MINISTERO DELLA DIFESA e REGIONE CAMPANIA finalizzato a sviluppare e rafforzare sinergie tra il Servizio Sanitario degli Enti Militari presenti in Campania e il Servizio

Dettagli

Esercitazione Rischio Sismico

Esercitazione Rischio Sismico Esercitazione Rischio Sismico Mugello - Val di Sieve 22 e 23 ottobre 2010 Provincia di Firenze premessa Il territorio provinciale è stato interessato da numerosi eventi sismici, alcuni dei quali disastrosi

Dettagli

ORGANIGRAMMA Revisione del 13 Marzo 2017

ORGANIGRAMMA Revisione del 13 Marzo 2017 ORGANIGRAMMA Revisione 2.0.1 del 13 Marzo 2017 CONSIGLIO DIRETTIVO Presidente Vice Presidente Consigliere Consigliere Rosario Antonio Lorenzo (Enzo) FASANO Cel. 333 5904044 email fasanoe@@tin.it Mauro

Dettagli

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE Approvato con delibera C.C. n. 18 del 06.03.1999 esecutivo 1 INDICE DISPOSIZIONI PRELIMINARI Art. 1 Oggetto del Regolamento

Dettagli

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE REGIONE PIEMONTE PROVINCIA DI TORINO COMUNITA MONTANA DEL PINEROLESE EX VALLI CHISONE E GERMANASCA PIANO INTERCOMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE AGGIORNAMENTO 2011 Allegato 8 SCHEDE OPERATIVE PER LE FUNZIONI

Dettagli

TAV. 9c MODELLO D INTERVENTO RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO. VISTO IL SINDACO (Ing. Carmine Famiglietti) VISTO IL TECNICO (Geom.

TAV. 9c MODELLO D INTERVENTO RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO. VISTO IL SINDACO (Ing. Carmine Famiglietti) VISTO IL TECNICO (Geom. TAV. 9c MODELLO D INTERVENTO RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO VISTO IL SINDACO (Ing. Carmine Famiglietti) VISTO IL TECNICO (Geom. Nicola Saracino) RISCHIO INCENDIO BOSCHIVO EVENTO PREVEDIBILE Fase di Attenzione

Dettagli

TERREMOTO IN ABRUZZO: L EVENTO. L Ospedale da Campo nel post-sisma: aspetti logistico/organizzativi

TERREMOTO IN ABRUZZO: L EVENTO. L Ospedale da Campo nel post-sisma: aspetti logistico/organizzativi TERREMOTO IN ABRUZZO: L EVENTO L Ospedale da Campo nel post-sisma: aspetti logistico/organizzativi Ing. Susanna Balducci Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile

Dettagli

Strategia 2020 Salvare Vite, Cambiare Mentalità. Eliana Del Bianco Volontaria Croce Rossa Italiana

Strategia 2020 Salvare Vite, Cambiare Mentalità. Eliana Del Bianco Volontaria Croce Rossa Italiana Strategia 2020 Salvare Vite, Cambiare Mentalità Eliana Del Bianco Volontaria Croce Rossa Italiana Strategia 2020...la Strategia 2020 rappresenta il nostro impegno a diventare piú for6 facendo di piú e

Dettagli

+ 0,91% ( ) - 6,72% ( ) + 1,85% ( ) Proventi. Raccolta fondi. Risorse investite

+ 0,91% ( ) - 6,72% ( ) + 1,85% ( ) Proventi. Raccolta fondi. Risorse investite + 1,85% (2014-2013) Proventi + 0,91% (2014-2013) - 6,72% (2014-2013) Risorse investite 3,12% (nel 2014) Ritorno degli investimenti (ROI) 0,24 Rapporto euro spesi/euro raccolti (per raccolta fondi) BILANCIO

Dettagli

Convenzione. tra. Centro Regionale Trapianti. Croce Rossa Italiana Comitato Regionale della Sicilia

Convenzione. tra. Centro Regionale Trapianti. Croce Rossa Italiana Comitato Regionale della Sicilia Convenzione tra Centro Regionale Trapianti e Croce Rossa Italiana Comitato Regionale della Sicilia pagina 1 di 5 PREMESSO Il Centro Regionale Trapianti in ossequio alle previsioni di cui all articolo10,

Dettagli

Il Volontariato di Protezione Civile

Il Volontariato di Protezione Civile Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile Ufficio Volontariato Relazioni Istituzionali e Internazionali Dott. Antonio Salpietro Il Volontariato di Protezione Civile Nasce

Dettagli

A.M.S.I. ASSOCIAZIONE MEDICI DI ORIGINE STRANIERA IN ITALIA

A.M.S.I. ASSOCIAZIONE MEDICI DI ORIGINE STRANIERA IN ITALIA A.M.S.I. ASSOCIAZIONE MEDICI DI ORIGINE STRANIERA IN ITALIA SOCIO FONDATORE DEL MOVIMENTO INTERNAZIONALE UNITI PER UNIRE E DELL UMEM (UNIONE MEDICA EURO- MEDITERRANEA) WWW.AMSIMED.ORG Istituita nel 2000,

Dettagli

4. La Croce Rossa Svizzera. Per un mondo più umano

4. La Croce Rossa Svizzera. Per un mondo più umano Per un mondo più umano L organizzazione della CRS 24 associazioni cantonali Organo supremo: Assemblea della Croce Rossa Organizzazioni di salvataggio Consiglio della Croce Rossa Commissione di controllo

Dettagli

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa

Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Il Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa Argomenti Storia della Croce Rossa: fondatori e precursori Convenzioni di Ginevra del 1949 Movimento Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna

Dettagli

Giornata per il Diabete novembre

Giornata per il Diabete novembre Giornata per il Diabete 2004 14 novembre Indice Cos è la Giornata per il Diabete Cos è il diabete Le manifestazioni del passato La manifestazione del 2004 Il programma della Giornata La diffusione dell

Dettagli

NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA

NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA Emblema NOME ED EMBLEMA DELLA CROCE ROSSA Furono stabiliti con la I CONV. GINEVRA 1864 NEUTRALITA di ospedali, ambulanze, personale sanitario l adozione di Bracciale e Bandiera, uguale per tutti gli Stati,

Dettagli

SCHEDA CORSO. Denominazione Corso. Coordinatore C.R.I. Attività Emergenza

SCHEDA CORSO. Denominazione Corso. Coordinatore C.R.I. Attività Emergenza SCHEDA CORSO Denominazione Corso CAE Coordinatore C.R.I. Attività Emergenza Obiettivi didattici Criteri di selezione dei partecipanti N.massimo partecipanti Requisiti di accesso Specifici Durata minima

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE

REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO PER LA COSTITUZIONE DEL GRUPPO COMUNALE DI VOLONTARI DI PROTEZIONE CIVILE IL SEGRETARIO COMUNALE IL SINDACO APPROVATO CON DELIBERA C.C. n. 17 del 29/05/2015 1 Art. 1 COSTITUZIONE Presso il

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di CASINA Via Matteotti, 2 42034 CASINA (RE) Tel. 0522.609765 Fax. 0522.609505

CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di CASINA Via Matteotti, 2 42034 CASINA (RE) Tel. 0522.609765 Fax. 0522.609505 CROCE ROSSA ITALIANA Comitato Locale di CASINA Via Matteotti, 2 42034 CASINA (RE) Tel. 0522.609765 Fax. 0522.609505 Email: casina@crire.it Sommario Argomento Pagina Presentazione 2 Missione Strategica

Dettagli

QUALI STRADE DI TRASFORMAZIONE

QUALI STRADE DI TRASFORMAZIONE QUALI STRADE DI TRASFORMAZIONE PER LA SANITÀ? L esempio del Ciclo delle Buone Pratiche per l Empowerment Sara Carzaniga Sezione Qualità e Accreditamento Organo tecnico-scientifico del servizio sanitario

Dettagli

Ci stiamo così attrezzando per poter candidarci ad accogliere volontari per il Servizio civile.

Ci stiamo così attrezzando per poter candidarci ad accogliere volontari per il Servizio civile. PER IL BANDO 2016 (CLICCA QUI) La Sezione di Parma del CAI per il Servizio civile volontario Abbiamo sempre ritenuto, e lo sosteniamo in modo chiaro anche nel documento programmatico 2014-2016, che la

Dettagli

STATUTO/REGOLAMENTO NETWORK per la costituzione di una Rete Nazionale per la Terapia del dolore e delle cure palliative

STATUTO/REGOLAMENTO NETWORK per la costituzione di una Rete Nazionale per la Terapia del dolore e delle cure palliative STATUTO/REGOLAMENTO NETWORK per la costituzione di una Rete Nazionale per la Terapia del dolore e delle cure palliative Articolo 1 Istituzione Per iniziativa di Federsanità Anci è istituito il Network

Dettagli

OBIETTIVI STRATEGICI 2020 della Croce Rossa Italiana

OBIETTIVI STRATEGICI 2020 della Croce Rossa Italiana OBIETTIVI STRATEGICI 2020 della Croce Rossa Italiana I. Tuteliamo e proteggiamo la salute e la vita II. Favoriamo il supporto e l inclusione sociale III. Prepariamo le comunità e diamo risposta a emergenze

Dettagli

Stipula convenzioni con imprese locali per il pronto intervento in emergenza

Stipula convenzioni con imprese locali per il pronto intervento in emergenza 6.3 Evento incendio boschivo e d interfaccia: procedure operative standard SA0 - PREALLERTA Evento incendio d interfaccia Nel periodo di campagna A.I.B. Bollettino di previsione nazionale incendi boschivi

Dettagli

dott. Carlo Bargagna

dott. Carlo Bargagna Manuale SPHERA e LEGS Logistica Umanitaria Situazioni di crisi e emergenza Scienze per la pace: trasformazione dei conflitti e cooperazione allo sviluppo Pisa, febbraio-maggio 2016 dott. Carlo Bargagna

Dettagli

PIANO DI EMERGENZA PROVINCIALE

PIANO DI EMERGENZA PROVINCIALE PIANO DI EMERGENZA LE PER LA RISPOSTA ALLE EMERGENZE TERRITORIALI ALLEGATO 3 COMPOSIZIONE DEI MODULI OPERATIVI Comitato Provinciale della Spezia 1ª edizione Giugno 2012 Pagina 2 DEFINIZIONE E COMPOSIZIONE

Dettagli

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi

Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Centro di Formazione ANPAS ER Percorsi Formativi Marzo 2012 Delibera Num.44 del 26/01/2009 Requisiti specifici per l accreditamento. Il percorso formativo DEVE essere acquisito esclusivamente da ASL della

Dettagli

L infermiere punto d unione tra il Paziente, il MMG ed il Diabetologo

L infermiere punto d unione tra il Paziente, il MMG ed il Diabetologo L infermiere punto d unione tra il Paziente, il MMG ed il Diabetologo Rosangela Ghidelli Coordinatore Infermieristico Caposala U.O. S. Diabetologia e Endocrinologia Azienda Ospedaliera S. Anna Como Presidio

Dettagli

L AS A S S I S ST S EN E Z N A A A L A LA A PO P P O O P L O AZ A ION O E N E VU V L U NE N R E A R B A I B LE

L AS A S S I S ST S EN E Z N A A A L A LA A PO P P O O P L O AZ A ION O E N E VU V L U NE N R E A R B A I B LE VULNERABILITA MENTALE: GESTIONE DEL SOCCORSO E MISURE DI PREVENZIONE INCENDI L ASSISTENZA ALLA POPOLAZIONE VULNERABILE FABIO CICILIANO Foligno, 13 Marzo 2014 Perché? Il Servizio Nazionale di Protezione

Dettagli

Il PDTA Clinico - Assistenziale Paziente Diabetico. V i n c e n z o O r s a t t i R o s a Borgia P a s q u a l e F a l a s c a A s l 2 Abruzzo

Il PDTA Clinico - Assistenziale Paziente Diabetico. V i n c e n z o O r s a t t i R o s a Borgia P a s q u a l e F a l a s c a A s l 2 Abruzzo RIORGANIZZAZIONE DELLE CURE PRIMARIE IN RETE Il PDTA Clinico - Assistenziale Paziente Diabetico V i n c e n z o O r s a t t i R o s a Borgia P a s q u a l e F a l a s c a A s l 2 Abruzzo Significativo

Dettagli

... salvare vite, cambiare mentalità. Dott.ssa Maria Rita Bianchetti Croce Rossa Italiana

... salvare vite, cambiare mentalità. Dott.ssa Maria Rita Bianchetti Croce Rossa Italiana ... salvare vite, cambiare mentalità Dott.ssa Maria Rita Bianchetti Croce Rossa Italiana DTP AREA IV La Croce Rossa Italiana condivide con gli altri membri del Movimento Internazionale di Croce Rossa e

Dettagli

Il Sistema Nazionale di Protezione Civile. Campi scuola Anch io sono la protezione civile

Il Sistema Nazionale di Protezione Civile. Campi scuola Anch io sono la protezione civile Il Sistema Nazionale di Protezione Civile Campi scuola Anch io sono la protezione civile Che cos è la Protezione Civile? Con il termine protezione civile si intendono le attività messe in campo dallo Stato

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA. Le Componenti Volontarie

CROCE ROSSA ITALIANA. Le Componenti Volontarie CROCE ROSSA ITALIANA Le Componenti Volontarie Le Componenti Volontarie 1. Il Corpo Militare 2. Le Infermiere Volontarie 3. I Volontari del Soccorso 4. Il Comitato Nazionale Femminile 5. I Pionieri 6. I

Dettagli

Viale Parioli 91, 00197, Roma, Italia 06-8084025 334-7755983 benedetta.colasanti@gmail.com

Viale Parioli 91, 00197, Roma, Italia 06-8084025 334-7755983 benedetta.colasanti@gmail.com INFORMAZIONI PERSONALI Benedetta Colasanti Viale Parioli 91, 00197, Roma, Italia 06 8084025 334 7755983 benedetta.colasanti@gmail.com Sesso Femmina Data di nascita 23/02/1991 Nazionalità Italiana POSIZIONE

Dettagli

DELIBERA N 17 DEL 04 NOVEMBRE Oggetto: ATTIVAZIONE CORSO OPERATORI C.R.I. NEL SETTORE EMERGENZA (OPEM) **********

DELIBERA N 17 DEL 04 NOVEMBRE Oggetto: ATTIVAZIONE CORSO OPERATORI C.R.I. NEL SETTORE EMERGENZA (OPEM) ********** Legnano, li 04 Novembre 2014 Protocollo n: 20141104U1 DELIBERA N 17 DEL 04 NOVEMBRE 2014 Oggetto: ATTIVAZIONE CORSO OPERATORI C.R.I. NEL SETTORE EMERGENZA (OPEM) ********** Il presidente della Croce Rossa

Dettagli

CREARE SVILUPPO RISPETTANDO I DIRITTI: IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NON GOVERNATIVA

CREARE SVILUPPO RISPETTANDO I DIRITTI: IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NON GOVERNATIVA CREARE SVILUPPO RISPETTANDO I DIRITTI: IL RUOLO DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE NON GOVERNATIVA Ada Civitani Presidente CoLomba Cooperazione Lombardia Milano, 18 Novembre 2016 CoLomba Cooperazione Lombardia

Dettagli

O.R.I.A. Osservatorio Ricerca e Innovazione Aziendale Seduta del 7 luglio 2010

O.R.I.A. Osservatorio Ricerca e Innovazione Aziendale Seduta del 7 luglio 2010 Seduta del 7 luglio 2010 Presentazione attività formativa della Società Italiana di Medicina Trasfusionale e Immunoematologia (SIMTI ). Dott. Gianpaolo Russi Delegato regionale SIMTI 1 STATUTO della Società

Dettagli