OPEC DALMINE ASSOCIAZIONE OPERATORI ECONOMICI DALMINE. 30 settembre 2008 INCONTRO CON TUTTE LE ATTIVITA ECONOMICHE PRESENTI NEL TERRITORIO DI DALMINE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OPEC DALMINE ASSOCIAZIONE OPERATORI ECONOMICI DALMINE. 30 settembre 2008 INCONTRO CON TUTTE LE ATTIVITA ECONOMICHE PRESENTI NEL TERRITORIO DI DALMINE"

Transcript

1 OPEC DALMINE ASSOCIAZIONE OPERATORI ECONOMICI DALMINE 30 settembre 2008 INCONTRO CON TUTTE LE ATTIVITA ECONOMICHE PRESENTI NEL TERRITORIO DI DALMINE

2 DATI E INFORMAZIONI Si è costituita in Dalmine, in data 20 Maggio 2008 l Associazione degli Operatori Economici di Dalmine, denominata OPEC DALMINE. Gli Operatori Economici: Imprese individuali e Imprese costituite in forma societaria esercenti attività commerciali, artigiane e professionali con sede e/o unità locali ubicate nel Comune di Dalmine Sede dell Associazione: Via Manzoni n p Dalmine BG Registrazione Atto Costitutivo: presso l Agenzia delle Entrate Ufficio di Bergamo 1 - il 10 Giugno 2008 al n serie B Codice Fiscale: N

3 OBIETTIVI STATUTARI Tutela degli interessi degli Operatori Economici di Dalmine; Promozione e valorizzazione delle attività commerciali, artigiane e professionali operative nel territorio di Dalmine; Dialogo con le Istituzioni per affrontare i temi di diretto impatto sulle categorie rappresentate

4 L ASSOCIAZIONE OGGI 57 Soci al Consiglio Direttivo / 9 Componenti Marco Cornali Presidente Ciro Andrea Napoletano V. Presidente Marco Benedetti Consigliere Aurelio Benedetti Consigliere Ezio Colleoni Consigliere Guido Mirco Gimondi Consigliere Geremia Lodetti Consigliere Cristina Rigamonti Consigliere Tiziano Ubbiali Consigliere Collegio Probiviri / 3 Membri Agostino Pellegrini Presidente Denis Cugini Membro Paolo Mazzoleni Membro

5 PROGETTUALITA 1 Assumere un importante e riconosciuto ruolo di rappresentanza dell impresa commerciale, artigiana e professionale presente nel territorio dalminese per: - le Istituzioni; - la Cittadinanza; - i Comuni limitrofi.

6 PROGETTUALITA 2 Raccogliere, anche attraverso una presenza capillare, le istanze provenienti dalle attività presenti in tutto il territorio di Dalmine (Brembo Dalmine - Guzzanica Mariano Sabbio Sforzatica): - inerenti le problematiche prioritarie, per individuare insieme le soluzioni adeguate; - inerenti le proposte, per alimentare le iniziative che consentono maggiore visibilità e sostegno alle attività economiche.

7 PROGETTUALITA 3 Tracciare un percorso, aperto al contributo di tutti, che veda l Associazione come momento unificante di tutte le frazioni del nostro territorio; nel concreto impegno quotidiano ad affrontare problemi ed opportunità.

8 LE ATTIVITA IN CORSO Il rapporto con le Istituzioni: dopo i primi incontri di natura formale per la presentazione dell Associazione, sono stati avviati contatti, con gli Assessori preposti, per l attivazione di tavoli di lavoro sui seguenti temi: - viabilità - piano del commercio - sicurezza. Temi sui quali attiveremo il contributo di tutti gli associati, attraverso la Commissione del Territorio il sito Internet gli incontri periodici.

9 LE ATTIVITA IN CORSO La Commissione del Territorio: per poter individuare agevolmente le istanze delle tante parti del nostro Comune, nasce la Commissione del Territorio, composta inizialmente di 9 membri: - Anna Mora / Guzzanica - Sergio Cangelli / Sabbio - Catia Paravisi / Mariano - Sergio Zini / Brembo - Luca Nava / Sforzatica S. Maria - Claudia Facchinetti / Sforzatica S.Andrea - Aurelio Benedetti - Guido Mirco Gimondi - Geremia Lodetti / Dalmine

10 LE ATTIVITA IN CORSO La Commissione del Territorio: l obiettivo è di giungere rapidamente alle 15 unità, raddoppiando la presenza per ogni frazione e contemplando le diverse attività professionali. Il giorno 16 settembre 2008 ha avuto luogo il primo incontro della Commissione del Territorio per affrontare gli impegni organizzativi e di comunicazione all interno dell area di riferimento.

11 LE ATTIVITA IN CORSO Il sito Internet della nostra Associazione: una prima iniziativa concreta per favorire la nostra presenza in rete, utile ad una più ampia visibilità di tutte le attività aderenti all Associazione, affiancando le altre consolidate forme di comunicazione. Uno strumento indispensabile anche per dialogare rapidamente fra noi. L iniziativa di colloca nell ambito di un più articolato piano di Marketing che l Associazione intende porre in essere nei prossimi mesi, con la partecipazione attiva di tutti gli operatori economici.

12 LE ATTIVITA IN CORSO Il sito Internet della nostra Associazione:

13 LE ATTIVITA IN CORSO A tutti gli associati verrà inviata nei prossimi giorni una e- mail per chiedere il consenso alla pubblicazione, sul sito dell Associazione, dei riferimenti della propria attività. Saranno pubblicati: denominazione attività logo indirizzo recapito telefonico . Prevediamo, inoltre, il link al proprio sito Internet.

14 LE ATTIVITA IN CORSO IL NOSTRO INCONTRO ODIERNO Un primo grande momento di comunicazione con tutti gli Operatori Economici di Dalmine. Motivazione, nascita, progettualità ed impegni della Associazione degli Operatori Economici di Dalmine OPEC DALMINE

ATTO COSTITUTIVO DELLA ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE

ATTO COSTITUTIVO DELLA ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE ATTO COSTITUTIVO DELLA ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE L anno Duemilaotto, il giorno 20 del mese di maggio, alle ore ventuno, in Dalmine Largo Europa, presso i locali della Sala Civica

Dettagli

EXPOniAMO 18 APRILE 2010 ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE ARTIGIANI COMMERCIANTI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

EXPOniAMO 18 APRILE 2010 ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE ARTIGIANI COMMERCIANTI PROFESSIONISTI ASSOCIATI 18 APRILE 2010 Viale Betelli e Viale Mazzini EXPOniAMO DALMINE ARTIGIANI COMMERCIANTI PROFESSIONISTI ASSOCIATI ASSOCIAZIONE DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI DALMINE Programma della manifestazione ore 9:30

Dettagli

PIANO DI COMUNICAZIONE

PIANO DI COMUNICAZIONE PIANO DI COMUNICAZIONE La legge regionale n. 5/2009 e il Piano Regionale della Salute 2011-2013 promuovono la centralità del cittadino e il suo coinvolgimento nei processi di miglioramento dei Servizi

Dettagli

La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi. Network231 è un marchio registrato di LF ITALIA S.r.l. Piazza Quattro Novembre, 7 - Milano

La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi. Network231 è un marchio registrato di LF ITALIA S.r.l. Piazza Quattro Novembre, 7 - Milano La soluzione al D.Lgs. 231/2001, distinguendosi Il contesto legislativo Come noto, con il D.Lgs. 231/01, il Legislatore ha introdotto nell ordinamento italiano un regime di responsabilità diretta a carico

Dettagli

5 OTTOBRE: PIEDIBUS LE NOSTRE OPINIONI, LE NOSTRE ESPERIENZE, LE NOSTRE EMOZIONI

5 OTTOBRE: PIEDIBUS LE NOSTRE OPINIONI, LE NOSTRE ESPERIENZE, LE NOSTRE EMOZIONI 5 OTTOBRE: PIEDIBUS LE NOSTRE OPINIONI, LE NOSTRE ESPERIENZE, LE NOSTRE EMOZIONI Il 5 ottobre nel nostro Comune sarà organizzata la giornata del Piedibus. E un iniziativa pensata per permettere ai bambini

Dettagli

aria Festival dell Ambiente... al servizio del cittadino Bergamo 1-3 giugno 2012 Sentierone, Piazza V. Veneto, Piazza Dante in collaborazione con

aria Festival dell Ambiente... al servizio del cittadino Bergamo 1-3 giugno 2012 Sentierone, Piazza V. Veneto, Piazza Dante in collaborazione con in collaborazione con Assessorato all Ambiente aria fuoco acqua terra Festival dell Ambiente... al servizio del cittadino Bergamo 1-3 giugno 2012 L idea La difesa dell ambiente costituisce oggigiorno una

Dettagli

Al Sindaco del Comune di Soliera Piazza Repubblica 1 41019 Soliera (MO)

Al Sindaco del Comune di Soliera Piazza Repubblica 1 41019 Soliera (MO) Allegato A Al Sindaco del Comune di Soliera Piazza Repubblica 1 41019 Soliera (MO) Il sottoscritto/a nato/a a il e residente a Via, in qualità di Presidente (o legale rappresentante) dell Associazione

Dettagli

C I T T À DI A V I G L I A N A Provincia di Torino

C I T T À DI A V I G L I A N A Provincia di Torino C I T T À DI A V I G L I A N A Provincia di Torino AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA DI SPONSORIZZAZIONI E COLLABORAZIONI PER INTERVENTI DI RIQUALIFICAZIONE E MANUTENZIONE DI AREE VERDI PUBBLICHE In esecuzione

Dettagli

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo)

COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) COMUNE DI TREVIOLO (Provincia di Bergamo) Delibera N. 54 del 30/11/2009 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza ordinaria di prima convocazione - Seduta pubblica OGGETTO: ORDINE DEL GIORNO

Dettagli

Il Direttore Lucetta Tre Re. Deliberazione Giunta n. 15 del 14 novembre 2007

Il Direttore Lucetta Tre Re. Deliberazione Giunta n. 15 del 14 novembre 2007 Deliberazione Giunta n. 15 del 14 novembre 2007 Oggetto: Fase Pilota del progetto regionale di assistenza continuativa a persone non autosufficienti : accordo con Medici di Medicina Generale. presente

Dettagli

COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI.

COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI. COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI. APPROVATO CON DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N 52 DEL 19.09.1996

Dettagli

tra e, con adesione, per accettazione degli impegni che la riguardano

tra e, con adesione, per accettazione degli impegni che la riguardano ALLEGATO SCHEMA DI ACCORDO DI COLLABORAZIONE TRA REGIONE LOMBARDIA E IL SISTEMA UNIVERSITARIO LOMBARDO PER LA PROMOZIONE E LA DIFFUSIONE DEL CONTRATTO DI APPRENDISTATO PER L ALTA FORMAZIONE AI SENSI DELL

Dettagli

* * * * * ivi. Approvato dagli Organi Amministrativi. di Brembo S.p.A. e di Brembo Performance S.p.A.

* * * * * ivi. Approvato dagli Organi Amministrativi. di Brembo S.p.A. e di Brembo Performance S.p.A. PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA SOCIETÀ CONTROLLATA AL 100% BREMBO PERFORMANCE S.P.A. NELLA SOCIETÀ CONTROLLANTE BREMBO S.P.A. AI SENSI DEGLI ARTICOLI 2501-TER E 2505 del codice civile * *

Dettagli

SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE. dott. Sergio Cristante

SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE. dott. Sergio Cristante SETTORE ENERGIA ED AMBIENTE SERVIZIO POLITICHE ENERGETICHE RESPONSABILE dott. Sergio Cristante Riferimenti PEG Programma n.2 2.I Politiche energetiche Centro di responsabilità 165 1 1 ATTIVITÀ E OBIETTIVI

Dettagli

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani

E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani E sperienze di cittadinanza democratica con bambini, ragazzi e giovani NOVEMBRE 2010 S ommario Premessa pag. 4 Un impegno che ha una storia pag. 6 La proposta 2010/2011 pag. 8 Concittadini pag. 10 Fasi

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte

PROTOCOLLO DI INTESA. tra. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte PROTOCOLLO DI INTESA tra Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte Associazione Italiana Fisioterapisti Piemonte Valle d

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO DELLA FAMIGLIA, DELLE POLITICHE SOCIALI E DELLE AUTONOMIE LOCALI

REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO DELLA FAMIGLIA, DELLE POLITICHE SOCIALI E DELLE AUTONOMIE LOCALI D.A. n.835 del 31.3.2004 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO DELLA FAMIGLIA, DELLE POLITICHE SOCIALI E DELLE AUTONOMIE LOCALI ISTITUZIONE DEL REGISTRO REGIONALE DELLE ASSOCIAZIONI DI SOLIDARIETÀ

Dettagli

www.blitzcomunicazione.it

www.blitzcomunicazione.it www.blitzcomunicazione.it SERVIZI Quotidianamente siamo sottoposti a dinamiche di comunicazione pubblicitaria in continuo fermento e rapida mutazione. Nasce in noi l esigenza d interpretare il messaggio

Dettagli

Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII

Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII Comune di Sotto il Monte Giovanni XXIII Regolamento comunale per l'esercizio dell'attività di estetista CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 - Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina,

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2013 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI

REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2013 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2013 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI 1. SOGGETTO PROMOTORE Tamoil Italia S.p.A., con sede legale in Via Andrea Costa 17, 20131

Dettagli

Mini guida all utilizzo del nuovo sistema on-line di Ciessevi

Mini guida all utilizzo del nuovo sistema on-line di Ciessevi 1 Mini guida all utilizzo del nuovo sistema on-line di Ciessevi Se non siete ancora registrati nel nuovo sistema on-line è necessario seguire alcuni semplici passaggi per poter accedere ai servizi. La

Dettagli

Proposta per un Piano di Azioni Positive nel Gruppo Ferrovie dello Stato

Proposta per un Piano di Azioni Positive nel Gruppo Ferrovie dello Stato Proposta per un Piano di Azioni Positive nel Gruppo Ferrovie dello Stato Roma 21 giugno 2006 PREMESSA Fin dalla loro costituzione i Comitati per le pari Opportunità del Gruppo Ferrovie dello Stato hanno

Dettagli

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco

Comune di Casatenovo Provincia di Lecco Comune di Casatenovo Provincia di Lecco REGOLAMENTO DELL ALBO DELLE ASSOCIAZIONI DI VOLONTARIATO E SENZA FINI DI LUCRO, DELLA CONCESSIONE DI BENEFICI FINANZIARI AD ENTI, GRUPPI ED ASSOCIAZIONI E DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C.

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C. REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO COLLETTIVO E-COMMERCE CERTIFICATO O.P.P.I.C. Art. 1 Premessa ed obiettivi 1.1. L Osservatorio pugliese della proprietà intellettuale concorrenza e consumo digitale- associazione

Dettagli

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità

IL MIO MONDO IL TUO MONDO. Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità IL MIO MONDO IL TUO MONDO Punto d ascolto ammalati e disabili Garante mondo disabilità L'idea di creare uno sportello d'ascolto presso il Comune di Aversa nasce da un approfondito confronto tra persone

Dettagli

ALLEGATO" A" AVVISO PUBBLICO

ALLEGATO A AVVISO PUBBLICO ALLEGATO" A" AVVISO PUBBLICO DI RICERCA E INDIVIDUAZIONE DI ASSOCIAZIONI O COOPERATIVE, CHE ABBIANO TRA I FINI STATUTARI TEMI AMBIENTALI CONNESSI ALLE ENERGIE RINNOVABILI ED AL RISPARMIO ENERGETICO, PER

Dettagli

Procedure per l attivazione di Gruppi Locali di Conservazione

Procedure per l attivazione di Gruppi Locali di Conservazione Procedure per l attivazione di Gruppi Locali di Conservazione Note esplicative e procedure Parma, gennaio 2010 Premessa Un Gruppo Locale di Conservazione è costituito da un individuo o un gruppo di individui

Dettagli

POLO YOUNG INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER L INSEDIAMENTO PRESSO L INCUBATORE CULTURALE POLO YOUNG

POLO YOUNG INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER L INSEDIAMENTO PRESSO L INCUBATORE CULTURALE POLO YOUNG POLO YOUNG INVITO A PRESENTARE PROPOSTE PROGETTUALI PER L INSEDIAMENTO PRESSO L INCUBATORE CULTURALE POLO YOUNG IL CONTESTO La valorizzazione dei beni e delle attività culturali è un tema di cui si è molto

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 12

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA. Registro delibere di Giunta N. 12 COPIA Città di Latisana Provincia di Udine VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA Registro delibere di Giunta N. 12 L anno il giorno 12 del mese di FEBBRAIO alle ore 12:00, nella Residenza Municipale di

Dettagli

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO

CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO CORPORATE GOVERNANCE EVOLUZIONE NEL CORSO DELL ESERCIZIO Il Sistema di Corporate Governance Brembo, la cui completa realizzazione è avvenuta durante gli esercizi 2000 e 2001, è stato oggetto di un ampio

Dettagli

Comune di Taurisano (Prov. di Lecce) Tel. 0833. 626400 / Fax 0833. 622442 info@comune.taurisano.le.it www.comune.taurisano.le.it

Comune di Taurisano (Prov. di Lecce) Tel. 0833. 626400 / Fax 0833. 622442 info@comune.taurisano.le.it www.comune.taurisano.le.it Comune di Taurisano (Prov. di Lecce) Tel. 0833. 626400 / Fax 0833. 622442 info@comune.taurisano.le.it www.comune.taurisano.le.it AVVISO PUBBLICO per la manifestazione di interesse per l affidamento in

Dettagli

SCHEDE DI CONSULTAZIONE SULLA FORMAZIONE DEGLI APPRENDISTI PER GLI OPERATORI DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE

SCHEDE DI CONSULTAZIONE SULLA FORMAZIONE DEGLI APPRENDISTI PER GLI OPERATORI DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE SCHEDE DI CONSULTAZIONE SULLA FORMAZIONE DEGLI APPRENDISTI PER GLI OPERATORI DEL LAVORO E DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE Maggio 2011 INDICE QUESTA GUIDA 3 COMPETENZA TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI MILANO

Dettagli

REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2012 LO by LOVABLE

REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2012 LO by LOVABLE REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2012 LO by LOVABLE DISPOSIZIONI GENERALI L operazione a premi denominata Programma Fedeltà 2012 LO by LOVABLE (di seguito l Operazione ) è indetta in Italia da BRANDED APPAREL

Dettagli

MINISTERO DELL INTERNO

MINISTERO DELL INTERNO MINISTERO DELL INTERNO DIPARTIMENTO DEI VIGILI DEL FUOCO, DEL SOCCORSO PUBBLICO E DELLA DIFESA CIVILE DIREZIONE CENTRALE PER LA PREVENZIONE E LA SICUREZZA TECNICA AREA PREVENZIONE INCENDI (Chiarimento)

Dettagli

REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2011 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI

REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2011 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI REGOLAMENTO INTEGRALE DELL OPERAZIONE A PREMI TAMOIL PROGRAMMA RISPARMIO 2011 CANALE AUTOMOBILISTI E MOTOCICLISTI 1. SOGGETTO PROMOTORE Tamoil Italia S.p.A., con sede legale in Via Andrea Costa 17, 20131

Dettagli

Portafoglio. prodotti

Portafoglio. prodotti Portafoglio prodotti 2015 Introduzione La crisi ha profondamente modificato la società: oggi non siamo più in un paese di benessere in cui il volontariato si occupava di alcune nicchie di svantaggio e

Dettagli

116] Basilicata Regione Notizie

116] Basilicata Regione Notizie 112 116] Basilicata Regione Notizie Basilicata Regione Notizie[116 LA CARTA DI MATERA UN IMPEGNO COMUNE PER CONSOLIDARE LE ATTIVITÀ DI CONTROLLO E VALUTAZIONE NELLE ASSEMBLEE LEGISLATIVE DOCUMENTO APPROVATO

Dettagli

SOSTENITORI 2008. FUMAGALLI spa: Scavi, Demolizioni Cisano B.sco Via Torchio, 5 Tel. 035782280 info@fumagallispa.com - Sito www.fumagallispa.

SOSTENITORI 2008. FUMAGALLI spa: Scavi, Demolizioni Cisano B.sco Via Torchio, 5 Tel. 035782280 info@fumagallispa.com - Sito www.fumagallispa. Un ringraziamento particolare a: FUMAGALLI spa: Scavi, Demolizioni Cisano B.sco Via Torchio, 5 Tel. 035782280 info@fumagallispa.com - Sito www.fumagallispa.com AEDES PREVITALI s.r.l.: Impresa costruzioni

Dettagli

BORSE DI STUDIO 2012/13 - CORSO TRIENNALE in COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA

BORSE DI STUDIO 2012/13 - CORSO TRIENNALE in COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA ISTITUTO EUROPEO DI DESIGN BORSE DI STUDIO 2012/13 - CORSO TRIENNALE in COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA REGOLAMENTO REGOLAMENTO [LaCasa] @ Mostra dell'artigianato di Firenze performance costruttiva/abitativa

Dettagli

Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO

Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO E=P 3 MO Osservatorio del Project Management Office in Italia P 3 MO PMO Dove siamo P 3 MO 2007 Indagine Conoscitiva sullo stato dei PMO nelle aziende italiane Milano, 12/02/2007 PMI-NIC - Tutti i diritti

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R.

PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. PROTOCOLLO D INTESA TRA M.I.U.R. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca e ItaliaNostra onlus Associazione nazionale per la tutela del patrimonio storico, artistico e naturale VISTO

Dettagli

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO

LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO LA GESTIONE DELLE RISORSE UMANE IL CONFLITTO IL GIOCO DELL INTERRELAZIONE annalisa amadi Latina Scalo 22-23 giugno 2013 1 il conflitto si esprime attraverso i comportamenti 2 il comportamento è la manifestazione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio X Bergamo SETTEMBRE GIORNO ORA LUOGO DISCIPLINA FORMATORE Mercoledì 19/09/2012 14.30 17.30

Dettagli

Una survey per testare il livello di soddisfazione sul progetto del Lab#ID. Varese SmartCity: la parola a esercenti, trialist e utenti finali

Una survey per testare il livello di soddisfazione sul progetto del Lab#ID. Varese SmartCity: la parola a esercenti, trialist e utenti finali Una survey per testare il livello di soddisfazione sul progetto del Lab#ID Varese SmartCity: la parola a esercenti, trialist e utenti finali Il Lab#ID della LIUC in prima linea per promuovere la diffusione

Dettagli

Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti

Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti allegato alla deliberazione n.04/070 del Consiglio Direttivo n.04/2008 del 28 maggio 2008 Oggetto: Comparazione costi - benefici tra modalità alternative di diffusione delle acquisizioni dei progetti Il

Dettagli

L ascolto telefonico in una società comunicazionale

L ascolto telefonico in una società comunicazionale Progetto Co.RAL Regione Lombardia L ascolto telefonico in una società comunicazionale Qualità ed integrazione dei centralini di aiuto telefonico e loro messa in rete Relazione di fine progetto a cura di

Dettagli

ATTO LA GIUNTA REGIONALE SCHEMA N... NP/6636

ATTO LA GIUNTA REGIONALE SCHEMA N... NP/6636 O GG ETTO : Istituzione elenco reg. organismi che perseguono scopi educativi, formativi nella rete dell'endimento permanente ai sensi Linee guida intervento in ordine ai servizi per l'endimento permanente

Dettagli

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA

NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA NUOVO QUADRO PROGRAMMATICO STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PER L EDUCAZIONE ALL AMBIENTE E ALLA SOSTENIBILITA Premessa Nel marzo 2007 è stato approvato dalla Conferenza Stato-Regioni

Dettagli

PROVINCIA DI NOVARA. Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DELLA GIUNTA PROVINCIALE

PROVINCIA DI NOVARA. Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DELLA GIUNTA PROVINCIALE PROVINCIA DI NOVARA Piazza Matteotti, 1 - Tel. 0321.3781 - Fax 0321.36087 ESTRATTO DEL PROCESSO VERBALE DELLA SEDUTA DELLA GIUNTA PROVINCIALE Deliberazione N. 400/2010 Proposta Politiche sociali e pubblica

Dettagli

SPORTELLO RISORSE PER IL TERRITORIO

SPORTELLO RISORSE PER IL TERRITORIO RISORSE PER IL RISORSE PER IL Il Contesto Il ricorso alle fonti di finanziamento di livello comunitario, nazionale e regionale può consentire alle Amministrazioni comunali di promuovere e sviluppare delle

Dettagli

Verbale dell incontro congiunto COMITATO e ASSOCIAZIONE GENITORI svoltosi il 29.10.2013

Verbale dell incontro congiunto COMITATO e ASSOCIAZIONE GENITORI svoltosi il 29.10.2013 Indirizzo email: coge@vittorioemanuele.org Verbale dell incontro congiunto COMITATO e ASSOCIAZIONE GENITORI svoltosi il 29.10.2013 Martedì 29 Ottobre 2013 dalle h. 20:00, presso l Aula Magna dell Istituto,

Dettagli

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico

CHI SIAMO Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue Lega Nazionale Cooperative e Mutue Legacoop Toscana OBIETTIVI sistema economico democratico Vademecum CHI SIAMO La Lega Regionale Toscana Cooperative e Mutue è un associazione di rappresentanza che cura gli interessi delle cooperative toscane da più di quarant anni. Costituita nel 1974, quale

Dettagli

Progetto Tutor. L accoglienza del newcomer come vantaggio competitivo

Progetto Tutor. L accoglienza del newcomer come vantaggio competitivo L accoglienza del newcomer come vantaggio competitivo Con il finanziamento di Con la realizzazione di Perché il progetto Newcomer & ship? La ricerca Klima,, svolta nel Comune di Bolzano nell anno 2002,

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO PROVINCIALE BERGAMO

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO PROVINCIALE BERGAMO FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO COMITATO PROVINCIALE BERGAMO COMUNICATO UFFICIALE N. 3 DEL 24 SETTEMBRE 2010 UFFICIO GARE N. 2 Campionato Regionale Under 19 Maschile Girone: Girone A 000518 003146 A.S.D.

Dettagli

RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO

RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO SEGRETERIA GENERALE UFFICIO AFFARI GENERALI RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO ULTIMA MODIFICA EFFETTUATA CON DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N. 120 DEL 26.06.2007. COORDINAMENTO

Dettagli

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto

PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto PROGETTO FIGURE STRUMENTALI PER IL SITO WEB scolastico 2012-2013 Analisi dell esistente e prospettive del sito web di Istituto AREA 1 - profilo 1 Comunicazione/ SITO WEB dell Istituto, gestire e coordinare

Dettagli

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA

INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto INNOVAZIONE GESTIONALE IN SANITA Riorganizzazione dei processi tecnico amministrativi in materia di acquisti e logistica Avv. Stefano Danieli, dirigente Area

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA INDICE

REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA INDICE Approvato con deliberazione di C.C. n. 6 del 30.01.2004 Modificato con deliberazione di C.C. n. 81 del 29.11.2004 REGOLAMENTO PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI ESTETISTA INDICE CAPO I Disposizioni generali

Dettagli

Piano d Azione CAF2010

Piano d Azione CAF2010 Settore Politiche Attive per il Lavoro Piano d Azione CAF2010 gennaio 2010 Linea 1 del Programma Operativo FSE 2007-2013: Rafforzamento dei SPI 2 Premessa Il presente documento, denominato Piano d Azione

Dettagli

10 APRILE 2011. Viale Betelli e Viale Mazzini DALMINE

10 APRILE 2011. Viale Betelli e Viale Mazzini DALMINE 10 APRILE 2011 Viale Betelli e Viale Mazzini EXPOniAMO DALMINE ARTIGIANI COMMERCIANTI PROFESSIONISTI ASSOCIATI ore 9:30 Inaugurazione Taglio del nastro e intervento delle Autorità in Viale Betelli (altezza

Dettagli

Del COMUNE DI CALCIO. Provincia di Bergamo Area Servizi alla Persona CONVENZIONE PER L INSERIMENTO DEL SIG. C. S, IN PROGETTO SOCIO-OCCUPAZIONALE

Del COMUNE DI CALCIO. Provincia di Bergamo Area Servizi alla Persona CONVENZIONE PER L INSERIMENTO DEL SIG. C. S, IN PROGETTO SOCIO-OCCUPAZIONALE Rep. scritture private nr. Del COMUNE DI CALCIO Provincia di Bergamo Area Servizi alla Persona CONVENZIONE PER L INSERIMENTO DEL SIG. C. S, IN PROGETTO SOCIO-OCCUPAZIONALE Addì del mese di dell anno in

Dettagli

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online

Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Allegato 1) Provincia di Como Piano di Informatizzazione delle Procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni online Approvato con la deliberazione del Presidente della Provincia

Dettagli

9 proposte per il commercio

9 proposte per il commercio febbraio 2015 9 proposte per il commercio Il Comune promuove con ogni mezzo lo sviluppo economico della Comunità attuando e promuovendo forme di collaborazione con aziende, enti e associazioni pubbliche

Dettagli

Regione Puglia. Allegato A

Regione Puglia. Allegato A Allegato A Percorso per l erogazione a carico del Servizio Sanitario Regionale dei prodotti privi di glutine a favore degli assistiti celiaci della regione Puglia I prodotti privi di glutine riconosciuti

Dettagli

Prot. n. 1287/14 Caltanissetta 18/11/2014

Prot. n. 1287/14 Caltanissetta 18/11/2014 Prot. n. 1287/14 Caltanissetta 18/11/2014 BANDO DI SELEZIONE PER FORMATORE Riservato agli iscritti all albo degli operatori della formazione professionale OIF I^ e II^ - Annualità 2013-2014 SEDE FORMATIVA

Dettagli

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it

CHI SIAMO. Viale Assunta 37 20063 Cernusco s/n Milano 02-92107970 info@cimscarl.it CHI SIAMO C.I.M. non è un comune consorzio ma una società consortile creata dopo approfonditi studi ed esperienze maturate da un gruppo di specialisti in grado di operare in molte aree geografiche del

Dettagli

ART. 1 FINALITA ED OGGETTO

ART. 1 FINALITA ED OGGETTO ART. 1 FINALITA ED OGGETTO 1. Il Comune di Occhiobello in attuazione dei principi fissati nell art. 2 del proprio statuto, riconosce il valore e la funzione delle associazioni rispondenti ai requisiti

Dettagli

X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007

X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007 Con il patrocinio di ANCI Signor Sindaco Milano, 20 marzo 2007 La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha indetto le X GIORNATE NAZIONALI DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI dal 6 al 13 maggio 2007 Siamo

Dettagli

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità

i giovani non sono soggetti da integrare ma parte della comunità con propri ruoli, potenzialità e responsabilità Chiara Criscuoli chiara.criscuoli@giovanisi.it Il Progetto Giovanisì: i motivi I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: -Il prolungamento della

Dettagli

1^ edizione del concorso nazionale di idee. SOGNI...D ORO; concezione di gioielli di materiali vari non necessariamente preziosi.

1^ edizione del concorso nazionale di idee. SOGNI...D ORO; concezione di gioielli di materiali vari non necessariamente preziosi. 1^ edizione del concorso nazionale di idee SOGNI...D ORO; concezione di gioielli di materiali vari non necessariamente preziosi. Presentazione. Il TAeD, Dipartimento di Tecnologie dell Architettura e Design

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE Regione Calabria Dipartimento Attività Produttive MANIFESTAZIONE DI INTERESSE per la concessione di contributi a sostegno della partecipazione ad iniziative e programmi promozionali di cui alla legge regionale

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015

Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015 Decreto Dirigenziale n. 14 del 20/03/2015 Dipartimento 51 - Programmazione e Sviluppo Economico Direzione Generale 1 - Programmazione Economica e Turismo Oggetto dell'atto: D.P.G.R. n. 2 del 06/03/2015:

Dettagli

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO

REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO REGIONE LIGURIA LEGGE REGIONALE 28-05-1992, N. 15 DISCIPLINA DEL VOLONTARIATO Preambolo IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL COMMISSARIO DEL GOVERNO Ha apposto il visto IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

TM Servizi a 360 gradi è una società che opera nel settore finanziario dal 1971, offre mutui a condizioni particolarmente vantaggiose e consulenze completamente gratuite per stabilire la capacità di rimborso

Dettagli

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna

COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME Provincia di Bologna Deliberazione n. 17 COPIA Cat. 9 Cl. 4 Fasc. 1 Prot. 0003232 del 13/02/2015 /Cg VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: CONVENZIONE

Dettagli

DATA BASE REGIONALE DEGLI OPERATORI DEL SISTEMA FORMATIVO TOSCANO

DATA BASE REGIONALE DEGLI OPERATORI DEL SISTEMA FORMATIVO TOSCANO Regione Toscana Direzione generale delle Politiche formative e dei Beni culturali Settore FSE Sistema della formazione e dell orientamento DATA BASE REGIONALE DEGLI OPERATORI DEL SISTEMA FORMATIVO TOSCANO

Dettagli

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento

STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE. CAPO I Istituzione e insediamento STATUTO DELLA CONSULTA PER LE POLITICHE GIOVANILI TITOLO I COSTITUZIONE Istituzione e insediamento Art. 1 Istituzione La Consulta per le politiche giovanili è istituita dal Comune di Floridia con deliberazione

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA

REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA Allegato B II annualità Progetto Sostegno alla genitorialità - Distretto di Carbonia REGOLAMENTO SERVIZIO DISTRETTUALE SOSTEGNO DELLA GENITORIALITA DISTRETTO CARBONIA PREMESSA - Con D.G.R. n. 40/09 del

Dettagli

EVENTI DALMINE ANNO 2007

EVENTI DALMINE ANNO 2007 CITTÀ DI DALMINE ASSESSORATO ALLA CULTURA EVENTI DALMINE ANNO 2007 GENNAIO 2007 6 gennaio 2007 Teatro "Le Muse" - Mariano - ore 16.00 Bande Musicali "CONCERTO DELL'EPIFANIA" - Corpo Bandistico S.Lorenzo

Dettagli

COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI

COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI COMUNE DI SAMUGHEO PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER L ISTITUZIONE, LA DISCIPLINA E LA GESTIONE DELL ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il Comune di Samugheo riconosce e promuove

Dettagli

Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO

Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO Marca da bollo da Euro 14,62 Alla Provincia di Treviso Settore Promozione del Territorio U.O. Organizzazione Turistica Via Cal di Breda n. 116 31100 - TREVISO OGGETTO : Richiesta autorizzazione alla sostituzione

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 PIANO DI INFORMATIZZAZIONE TRIENNIO 2015/2017 Redatto ai sensi dell articolo 24, comma 3 bis del D.L. 24 giugno 2014, n. 90. I. QUADRO NORMATIVO Il Decreto Legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito in legge

Dettagli

PATTO PER EXPO FAQ (aggiornamento del 12 maggio 2015)

PATTO PER EXPO FAQ (aggiornamento del 12 maggio 2015) PATTO PER EXPO FAQ (aggiornamento del 12 maggio 2015) 1 - INFORMATIVA GENERALE SUL PATTO 1.1 - Cos è il Patto per Expo? Si tratta di un accordo sottoscritto dal Comune di Milano e dalle principali Associazioni

Dettagli

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria

dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Progetto Approvato dal Ministero della Giustizia Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Cassa dele Ammende Il marchio Sigillo E possibile accompagnare un Ministero ad abbandonare le logiche del

Dettagli

Regolamento #timmaginiamogià

Regolamento #timmaginiamogià Regolamento #timmaginiamogià 1. Presentazione e Finalità Timmagine è un agenzia formata da 27 professionisti che offre un servizio completo nei diversi ambiti del marketing (con una certa predilezione

Dettagli

SIFORM MANUALE VOUCHER FORMATIVI A DOMANDA AZIENDALE

SIFORM MANUALE VOUCHER FORMATIVI A DOMANDA AZIENDALE SIFORM MANUALE VOUCHER FORMATIVI A DOMANDA AZIENDALE 1 Informazioni generali...2 2 Procedura di autenticazione...2 2.1 Registrazione impresa...3 3 Anagrafica impresa...4 3.1 Impresa...4 3.2 Ricerca persone

Dettagli

PROGETTO HOME AUTISMO

PROGETTO HOME AUTISMO CITTA DI CLUSONE Provincia di Bergamo Assessorato Politiche Sociali PROGETTO HOME AUTISMO Anno 2006 PREMESSA La tematica della disabilità nel territorio è articolata e trova diversificate risposte in molteplici

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA STUDENTI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA STUDENTI STRANIERI RETE SIRQ ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE ALBERTO CASTIGLIANO Sede Amministrativa: Via Martorelli, n.1 14100 Asti Tel. 0141 352984/33429 - Fax 0141 352984 - Cod.Fiscale 80005080058 E-Mail: segreteria@ipsiacastigliano.it

Dettagli

Consulenza tecnica all atto di trasferimento

Consulenza tecnica all atto di trasferimento Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica P08 Estimo e attività peritale Consulenza tecnica all atto di trasferimento Sommario Il presente documento

Dettagli

Firenze, 07/02/2014 Q.tHermo s.r.l. Via Baccio da Montelupo 52-50142 Firenze q.thermo@pec.it

Firenze, 07/02/2014 Q.tHermo s.r.l. Via Baccio da Montelupo 52-50142 Firenze q.thermo@pec.it Prot. N 0065824 Da citare nella risposta Cl. 008 Cat. 06 Cas. Invio tramite PEC Firenze, 07/02/2014 Q.tHermo s.r.l. Via Baccio da Montelupo 52-50142 Firenze q.thermo@pec.it Comune di SESTO FIORENTINO Settore

Dettagli

Comunicare con l INPS

Comunicare con l INPS Vademecum Operativo-Comportamentale la Direzione provinciale dell area metropolitana di Milano, rappresentata e diretta pro-tempore dal dott Sebastiano Musco, La Presidenza dell Ordine provinciale dei

Dettagli

Disposizioni per l affiliazione ed il tesseramento

Disposizioni per l affiliazione ed il tesseramento Circolare n.1 Tesseramento STAGIONE AGONISTICA 2015/2016 Disposizioni per l affiliazione ed il tesseramento Si forniscono con la presente circolare le informazioni inerenti gli adempimenti per ottenere

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca C.M. n. 43 Roma, 15 aprile 2009. Prot.n. 0002156 Ai Direttori Generali degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI p.c. Al Capo Giuseppe Cosentino SEDE Al Coordinatore Nazionale Assessori Regionali all

Dettagli

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2010 (ART. 54 DELIBERA CONSOB 11917/99)

DOCUMENTO DI INFORMAZIONE ANNUALE 2010 (ART. 54 DELIBERA CONSOB 11917/99) Nel presente documento sono elencate le informazioni pubblicate o rese disponibili al pubblico da Cattolica nei 12 mesi precedenti il 28 aprile 2010 ai sensi dell articolo 54 Delibera Consob n. 11971/99

Dettagli

REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2015 LOVABLE

REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2015 LOVABLE REGOLAMENTO PROGRAMMA FEDELTA 2015 LOVABLE DISPOSIZIONI GENERALI L operazione a premi denominata Programma Fedeltà 2015 LOVABLE (di seguito l Operazione ) è indetta in Italia da DBApparel Italia S.r.l.

Dettagli

Regolamento Paese Albergo

Regolamento Paese Albergo Regolamento Paese Albergo PREMESSA L'Associazione Turistica Pro loco Mistretta( d'ora in avanti denominata Pro loco ) è promotrice del progetto Paese Albergo da realizzarsi nella città di Mistretta. A

Dettagli

INFORMATIVA SULLA PRIVACY

INFORMATIVA SULLA PRIVACY INFORMATIVA SULLA PRIVACY La seguente informativa si applica al dominio unilibro.it e si riferisce al trattamento dei dati personali degli utenti che consultano tale sito e che interagiscono con i servizi

Dettagli

La politica del Registro.it sul database WHOIS

La politica del Registro.it sul database WHOIS La politica del Registro.it sul database WHOIS Versione 1.0 18 luglio 2007 1 1. PRINCIPI GENERALI La politica del Registro sulla pubblicità dei dati segue le normative tecniche dettate dagli organismi

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 01225/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 01225/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Cultura e Educazione 2013 01225/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 37 approvata il 18 marzo 2013 DETERMINAZIONE:

Dettagli