Umane risorse. Notiziario trimestrale PwC. 3 A Different Job : un grande progetto di CSR in PwC

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Umane risorse. www.pwc.com/it. Notiziario trimestrale PwC. 3 A Different Job : un grande progetto di CSR in PwC"

Transcript

1 volo Notiziario trimestrale PwC il Umane risorse 3 A Different Job : un grande progetto di CSR in PwC 10Sole rosso: il valore di una meta-responsabilità sociale 155 anni di TLS

2 scriviamo di: 6 Vive voci Le parole chiave di A Different Job 16 Energy & Utilities industry experts: la E&U Group Italian Conference 12 Blue Economy anno zeri : intervista a Gunter Pauli sommario 3 Umane risorse A Different Job : un grande progetto di CSR in PwC di Leonardo Cadeddu 6 Vive voci Uguaglianza, impegno, fatica, solidarietà, team, motivazione: le parole chiave dell evento 8 Il grazie di Farsi Prossimo di Massimo Minelli 9 Dietro le quinte di Nicoletta Alessi e Amelia Donadio 10 Sole rosso Il valore di A Different Job come meta-responsabilità sociale di Alessandro Lucchini 16 Energy & Utilities industry experts: la E&U Group Italian Conference di Angela Margherita Bellomo 17 Stage Cus4Run PwC Manager s Camp di Giorgio Rondelli Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma Perché essere partner del CUS Milano è qualcosa di più di Irene Serafica 18 Ancona e Roma Tre premiate da PwC migliori sedi universitarie di AIESEC Italia di Chiara Pizzol 19 L impresa di Fare Impresa Come sopravvivere (bene) a condizioni estreme quotidiane e raggiungere traguardi apparentemente impossibili di Veronica Boera 11 PwC per l Aquila: un adozione molto speciale 12 Blue Economy anno zeri : il convegno organizzato da Asseprim di Massimo Loiacono 13 Mission possible: intervista a Gunter Pauli 15 5 anni di TLS di Barbara Ferri il volo Notiziario trimestrale PwC SpA Registrazione n. 37 presso il Tribunale di Milano in data 22 gennaio 2007 Pubblicazione a uso interno Editore: PricewaterhouseCoopers via Monte Rosa, 91 - Milano La tassazione delle banche a cura di Fabrizio Acerbis e Alessandro Catona Direttore responsabile Fabrizio Piva Direttore editoriale Leonardo Cadeddu Coordinamento editoriale e redazione Veronica Boera Consulenza redazionale Studio Lucchini Progetto grafico, impaginazione Corinna Corradini - Corigrafica Stampa Lasergrafica Polver Novembre 2011 Stampato su carta ecologica

3 settembre 2011, al Centro di accoglienza di Monluè, Milano Umane risorse A Different Job : un grande progetto di CSR in Pwc ufficio di Milano, da estendere alle altre sedi italiane di Leonardo Cadeddu Tante volte negli ultimi anni mi è capitato di riflettere sul significato della responsabilità sociale in azienda, già in tempi non sospetti, tali da far ritenere che il sentiment fosse veramente nobile e si scongiurasse il luogo comune che parlare di responsabilità sociale dell impresa (CSR) oggi vada un po troppo di moda. Ho visto persino un autorevole accademico che è riuscito a dimostrare con un modello matematico la possibilità di dimostrare gli effetti attesi sul business dalle iniziative di CSR, roba da smanettoni della matematica. Per non parlare delle elucubrazioni sulle possibili strategie di CSR. Però allora mi incuriosivo e timidamente provavo a dare un piccolo contributo. Oggi, sfrontatamente, mi permetto di aggiungere qualche elemento dopo l esperienza del different job, con l auspicio di non creare sollevazione da parte di chi ritiene altra cosa. Una mattina dello scorso settembre, lunedì 26, dopo circa due mesi dal lancio dell iniziativa, procedevo alle ore 7.00 sul raccordo che porta in tangenziale est a Milano, in direzione Cascina Monluè. Per la precisione, e per i revisori, mi trovavo al km 32. il volo 3

4 Il sole alla mia sinistra era particolarmente rosso e, credetemi, molto più rotondo. L alba celeste con sfumature rosate, che a fine settembre è merce rara. Cionondimeno, stavo già imbottigliato nel traffico, e in quella situazione normalmente non provo particolare agiatezza, come tutti. Però c era qualcosa di diverso, mi sentivo un po confuso, stavo andando al lavoro ma in direzione opposta e senza cravatta. Mi guardavo attorno e vedevo i pendolari rivestiti con i gessati scuri e i tailleur sgargianti. Io ero lì, dentro alla mia macchina con jeans da battaglia e scarpe antinfortunistiche. Gli sguardi erano talmente insistenti, almeno così ritenevo, che avrei desiderato tirare giù il finestrino e dire «sono di PwC, però oggi non ho messo la cravatta perché vado al different job, scusatemi non sono solito vestire così, domani torno da queste parti con un abbigliamento più sobrio e rimetto a posto la coscienza». Dopo circa mezz ora arrivavo alla Cascina Monluè. Briefing organizzativo. Ecco che una parola già ti rimette sui binari professionali: se c è il briefing prima o poi ci sarà il debriefing (come il sole dopo la tempesta), e non vuoi fare un minimo di planning magari ci scappa anche un budget e un revised. Ci penso: se questo accadesse non sarebbe più different. Arrivano i colleghi, anzi i volontari, che hanno tirato fuori dagli armadi il meglio del repertorio: scarpe d annata, jeans aerodinamici e persino una straordinaria tuta verde presa in prestito da Tomas Milian nell interpretazione di Er Monezza (ho fatto una foto con il caro amico che la indossava, sono immagini che non ci limiteremo soltanto a raccontare). Non vado oltre con la cronaca della giornata: immagini, video e interviste raccontano già tutto nei dettagli. Sono in macchina in tangenziale, dopo una giornata È il tramonto, il cielo è terso, molto terso. da cambusiere (sento che dai jeans e dalla maglietta si sprigionano odori di affettati, verdure grigliate e formaggi). 1 Different Job day il volo 4

5 È sera, mi sdraio, non riesco a prendere sonno, mi domando cosa sia accaduto oggi. È successo che un gruppo di individui, straordinarie persone, hanno semplicemente smontato le regole del puzzle sociale. Sono andati lì a Monluè per essere diversi, per fare qualcosa di diverso, e invece hanno acclamato l uguaglianza. Siamo andati pensando di fare un different job e che il different fosse soddisfare per una giornata i bisogni degli altri, e invece cosa accade? Che quando ti sporchi le mani per gli altri, quando pensi di dare dignità a chi ha più bisogno, quella dignità la stai concedendo a te stesso. A Different Job alcuni numeri donne 55,5%, uomini 44,5% volontari PwC 300 stage 14 junior 93 management 58 segreteria e supporto 28 senior 59 director 14 partner 23 99,5% soddisfatti dell esperienza E quando la dignità di tutti cresce, prima o poi magari si allinea... Quindi contribuiamo alla crescita dell uguaglianza sociale. Quella dell articolo 3 della Carta Costituzionale, per intenderci. E non aggiungo altro. Poi i sofisti direbbero che dall art. 3, il salto indietro all art. 1 è breve. Democrazia fondata sul job. Che fantastica giornata! il volo 5

6 Uguaglianza, impegno, fatica, solidarietà, team, motivazione Le parole chiave dell evento SILVIA, pulizia Vive voci Li abbiamo interrotti per avere qualche commento a caldo (molto caldo!). Sono scesi dalle scale, hanno preso fiato, qualche volta deposto gli attrezzi, ma neanche sempre, e hanno testimoniato così il loro entusiasmo. ROSSELLA, pulizia Sto pulendo le finestre all interno, e togliendo il possibile dall esterno, così che non si debba pagare un impresa per pulire quello che rimane. In casa l ho sempre fatto: imbiancare, montare mobili, pulire porte e finestre. Non è del tutto un different job, rispetto a quello che so fare, ma è molto diverso rispetto al mio lavoro. Dà anche molta soddisfazione. Penso a un sacco di cose mentre lavoro, come sempre, penso soprattutto alle persone che verranno a stare qui. Da un lato sono sfortunate a non avere una casa, da un altro lato sono fortunate ad avere una struttura di accoglienza come questa. Un messaggio per loro? «Benvenuti!». E non è il classico benvenuti che trovi sullo zerbino di casa: è «siete i benvenuti, siamo felici di accogliervi». Tengo il telefonino acceso, ma oggi non rispondo ai clienti. Oggi è un regalo totale, a chi ne ha bisogno davvero. Cosa c è di diverso? molta fatica. Sono stanca, ma lo faccio con piacere. Cosa c è di simile? l organizzazione del lavoro, il fatto di dover organizzare e gestire anche un operazione di pulizia: gestire le fasi del lavoro, e soprattutto gestire le persone. Cosa sto scoprendo? Il saper fare sacrifici: se voglio davvero una cosa, ce la faccio. Se voglio pulire il pavimento e sgrassarlo bene, ce la faccio. L investimento della fatica per il risultato concreto. Che messaggio vorrei lasciare a chi verrà qui? «Potete sedervi pure per terra, ce l abbiamo messa tutta». GIANNI, MARCO, DIEGO, MARCO, montatori Siamo montatori, facciamo lavori di fatica. Montiamo letti, frigoriferi, tavoli. Spostiamo cose da una parte a un altra. Quello che c è da fare, lo facciamo. Questa giornata è più breve della nostra giornata media, ma fisicamente molto faticosa. Domani nel lavoro ci riportiamo un esperienza di team un po più variegata: oggi siamo con persone con cui normalmente non lavoriamo: è un opportunità di conoscenza tra noi, forse più ancora che in una convention. Lavorano anche i colonnelli, non c è connotazione di gerarchia, né di età né di professione. Portiamo qui la voglia di fare, la motivazione, tutti con il sorriso, tutti entusiasti. A chi verrà a dormire nei letti che stiamo montando, a chi prenderà cibi dagli armadi che stiamo montando, auguriamo «in bocca al lupo!». Noi abbiamo avuto la fortuna di poter studiare, auguriamo loro di avere buona fortuna. il volo 6 2 Different Job day

7 LEONARDO, DANIELA, MARIA CARLA, LEO, VERONICA, cambusieri Oggi abbiamo pulito il refettorio, preparato 150 panini, spaziando con la fantasia per decidere come imbottirli, poi la macedonia come merenda per il pomeriggio. Poi riordineremo tutto. Anche un bell esercizio creativo: per esempio, con uno spremiagrumi solo, avremmo fatto notte; possiamo invece duplicare la spremitura con una tecnica che viene dagli scout: infili una mano nella mezza arancia, e la usi a mo di spremiagrumi. Pure divertente :-) Il momento del pranzo è stato vissuto come scambio di impressioni e di emozioni, oltre che come pausa di ristoro. Rispetto alla normale pausa pranzo dell ufficio, è stato un bel momento di condivisione tra gente che per la prima volta si è incontrata impegnandosi in un lavoro diverso, senza differenze tra manager, partner, director. Solo persone, che sono qui per lavorare insieme con altre persone. La democrazia della solidarietà. Un sentimento vissuto nella sua concretezza. Chi ha vissuto questa esperienza ha espresso già la voglia di ritornare. Per alcuni è l inizio di un impegno nel volontariato. MARCO, pittura Credo sia stato per tutti un grande piacere riuscire a far qualcosa di utile per gli altri. I gruppi sono misti e casuali, e questo aiuta anche a mettere una sana competizione tra i gruppi, indipendentemente dalle competenze professionali. Ci siamo tuffati in un ambiente del tutto diverso dalla nostra quotidianità e che ci ha aiutato a riflettere sul fatto che il mondo non è fatto solo del nostro lavoro. Tante persone si svegliano la mattina e hanno un obiettivo molto molto diverso dal nostro. AMELIA, MASSIMO, MAURO, pittura Siamo qui da stamattina, sotto un sole fortissimo. Abbronzati, impegnati. Abbiamo scartavetrato le testiere dei letti, togliendo molta ruggine, per tutta la mattina. Poi mezza giornata per verniciare. Questo ritmo ha qualcosa a che fare con il nostro lavoro: capire dove sei messo, cosa devi fare, poi lavorarci sopra. Togliere errori e cose inutili, poi risistemare. Divertente, e molto costruttivo: l aria aperta, il sole, il poter chiacchierare con la gente. La parte fisica che è l utile, e poi la parte di socialità che è il dilettevole. Lavori con persone con cui in genere non parli. Parli di cose che in genere non affronti. In modo scherzoso, ma anche profondo. Parli di qualcosa che non rappresenta un nostro interesse specifico, ma che tocca i valori. Una giornata importante per tutti, anche per chi è arrivato da poco in PwC, e ha potuto fare conoscenze che di certo l aiuteranno domani quando sarà davanti al pc. ALBERTO, pittura È un ottima iniziativa di PwC, utile anche al nostro livello, per pensarci sopra, ed eventualmente poi darci da fare anche a livello personale. Abbiamo grattato e dipinto due pezzi di cancellata. Cosa mi porto a casa? Enormi macchie sui pantaloni, gran dolore di braccia e una soddisfazione speciale. MARCO, pittura Sono qui da stamattina e faccio una cosa per la prima volta nella mia vita. Abbiamo tagliato l edera avvinghiata alla ringhiera, preparandola per chi poi l avrebbe pitturata. È un lavoro fisico, faticoso, molto diverso dal nostro quotidiano. Grande soddisfazione quando abbiamo levato la siepe, non vedevamo l ora di tirarla giù. Poche ore fa qui non si vedeva la luce, ora la siepe non c è più, e godiamo il frutto della nostra fatica. Mentre lavoro penso a chi questa fatica la fa tutti i giorni, respirando di tutto, sporcandosi e rovinandosi le mani. Di simile, invece, al nostro quotidiano, c è il lavoro di squadra, il raggiungere degli obiettivi non facili, soprattutto con percorsi non sempre chiaramente disegnati. Si comincia ad approcciare insieme un lavoro insolito, e ci si misura passo per passo, con una dinamica di gruppo e con l impegno nel compensare gli sforzi e integrare i ruoli. Qui nessuno si è mai fermato un minuto. Anche nel tirar giù la siepe, c è la soddisfazione di creare semplicità, fluidità, chiarezza. Tra l altro, abbiamo discusso sul metodo, anche rivisitando gli obiettivi assegnati dal nostro responsabile, e non è stato un ammutinamento, ma una condivisione. Sono tanti i valori che ci portiamo via: lavoro in PwC da tanti anni, e questo è di certo uno dei giorni migliori. C è una bella serenità, e la conferma che per situazioni complesse la squadra è determinante. Io non avevo mai preso in mano una cesoia, però ci ho passato su la mattina, e sono felice. Un messaggio per chi verrà a usare questa struttura: credere sempre in quello che si fa, avere la motivazione, è quella che tiene alto il comportamento, lo orienta, dà l energia che ci spinge a migliorare. il volo 7

8 Il grazie di Farsi Prossimo Carissimi, a nome del Consorzio Farsi Prossimo e di tutte le persone che presto abiteranno il Centro di Accoglienza di Monluè, ci tenevo a ringraziare voi tutti per aver accolto con tanto entusiasmo la nostra proposta di volontariato. L impegno che avete messo nello svolgere anche le attività più piccole e faticose, la vostra disponibilità a mettervi in gioco per gli altri e il sorriso con cui l avete fatto, ci hanno davvero colpito. Vi erano stati assegnati obiettivi sfidanti e voi avete raccolto la sfida, portando a termine tutti i lavori pianificati per queste giornate con un grande gioco di squadra: complimenti! Forse qualcuno di voi, dopo la giornata trascorsa a Monluè, è tornato a casa con la sensazione di avere sì trascorso una giornata piacevole, ma di non aver contributo poi molto al progetto e alla causa. Ci tenevamo a farvi sapere che per noi, invece, il vostro tempo è stato davvero un grande regalo. Dal punto di vista simbolico, innanzitutto, perché ognuno di voi ha volontariamente scelto di dedicare una giornata ad aiutare persone alle quali - ve lo garantisco - non pensano in molti. Ma anche dal punto di vista più strettamente materiale: ogni inferriata riverniciata, vetro pulito, erbaccia sradicata e mobile montato significa per noi un risparmio di costi in vista dell ultimazione dei lavori. Dieci giorni fa l edificio era ancora un polveroso cantiere. Tra poche settimane, anche grazie al vostro lavoro, sarà una casa pulita e in ordine, pronta ad accogliere chi ha bisogno di un tetto e non se lo può permettere. Entro novembre anche la ristrutturazione delle facciate esterne sarà completata e saremo finalmente pronti per l apertura del Centro di Accoglienza. Ci auguriamo quindi che ognuno di voi si senta soddisfatto del contributo che ha dato, e felice di avere conosciuto più da vicino una nuova realtà. Speriamo che, da oggi in poi, possiate sentirla meno lontana e vivere il Centro di Monluè come un progetto anche un po vostro. Sono sicuro che questo primo passo potrà portare a nuove occasioni di incontro (mi sono giunte voci di partire di pallone, concerti, lezioni di italiano ), a partire proprio dall inaugurazione della struttura, che contiamo di organizzare nel mese di dicembre. Speriamo di avere voi tutti nostri ospiti. Vi terremo aggiornati. Ancora grazie, e a presto! Massimo Minelli Presidente Consorzio Farsi Prossimo Consorzio Farsi Prossimo Il Centro di Accoglienza di Monluè è promosso dal Consorzio Farsi Prossimo, società cooperativa sociale Onlus nata nel 1998 da Caritas Ambrosiana e costituito da 11 cooperative sociali che operano nella Diocesi di Milano. Si propone di contribuire ad alleviare la sofferenza delle persone che vivono le diverse forme di grave disagio sociale del nostro tempo restituendo loro la dignità perduta. In tal senso, il Consorzio e le Cooperative si adoperano per progettare interventi sociali, servizi e soluzioni innovative principalmente nelle aree: immigrazione e rifugiati, salute mentale, intercultura, servizi per anziani, disagio minorile, emarginazioni gravi, vittime della tratta, raccolte differenziate di abiti usati e rifiuti tecnologici, carcere, rom. La ristrutturazione del Centro di Accoglienza di Monluè è stata possibile grazie al contributo di tanti. Se vuoi sostenere il Centro di Accoglienza puoi fare una donazione a: Consorzio Farsi Prossimo, Unicredit Banca IBAN: IT 62 T PwC ringrazia per il contributo fornito all iniziativa... 3M Esselunga Facco Sutter Tecnoigiene 3 Different Job day il volo 8

9 Dietro le quinte di Nicoletta Alessi e Amelia Donadio È a giugno il primo scambio con Good Point: cominciamo a sognare una giornata differente. A luglio l incontro con Farsi Prossimo, che stava ristrutturando la casa di accoglienza, l accordo e il primo invito alle persone di PwC: si parte davvero. Definiamo le attività da svolgere: scrostare e imbiancare la cancellata; pulire le stanze, i bagni e le cucine; buttare via i mobili vecchi e montare quelli nuovi, sistemare il giardino e ripulirlo dalle erbacce di decenni. Cose di cui c era bisogno, e che il budget della ristrutturazione non copriva. Da qui parte la formulazione vera e propria del progetto: chi coinvolgere? come? quando? Ai primi di settembre tutto accelera, ritmi sempre più serrati, momenti di forte pressione, dalla collezione dei dati alle mille domande dei partecipanti. Sopralluogo a Monluè, discreta ansia, molto lavoro da fare, molto impegnativo. Timore di non riuscire a renderci utili o addirittura di rallentare i lavori in corso. Abbiamo fatto mille foto, per avere un evidenza del prima (e anche alla luce di questo, il dopo dà una soddisfazione immensa). Identificate le attività, servono strumenti e attrezzature. La compilazione della lista della spesa è impegnativa: come reperire il necessario in tempi così stretti e contenendo il budget? Il gioco di squadra fra Good Point e PwC si mette alla prova verso l esterno, proponendo una partnership a diverse aziende. Rispondono all appello cinque aziende produttrici, che in tempo record ci 14 riunioni di coordinamento staff 5 attività 5 volontari responsabili delle attività 29 squadre 29 capisquadra 29 fogli attività con compiti, obiettivi e tempi per ciascuna giornata 68 cambi di prenotazione gestiti 94 trasporti navetta garantiti dalla sede alla Cascina Monluè click su meteo.it 160 mq di cancellata scrostata e ridipinta mq di casa sgombrata e ripulita 57 stanze 6 bagni 2 cucine 12 corridoi, atri e spazi comuni 30 letti ridipinti e montati 6 scrivanie e 4 librerie montate 450 panini fatti 780 caffè preparati 820 fotografie scattate forniscono quasi tutto gratis. Il poco che manca lo acquistiamo, derivandone un inaspettata e sempre utile formazione sulle mille tipologie di vernice e di detersivi industriali. 3 giornate: Good Point e PwC si preparano a comporre il tableau con i nomi dei volontari. I partecipanti sono divisi per mestieri (imbianchino, giardiniere, cambusiere, pulitore, montatore); ogni macrogruppo è poi suddiviso in 30 squadre, ognuna con compito, obiettivo e tempi specifici; per ciascuna è identificato un caposquadra (di bassa seniority interna: è un different day!). Ci siamo divertite nel fare e rifare le squadre, a gestire le mille mail per l iscrizione e per prenotare la navetta, persone che cambiavano turno, altre che con dispiacere si cancellavano e altre che si liberavano all ultimo per essere nell avventura. Abbiamo risposto a domande di ogni tipo, dall abbigliamento fino al pranzo al sacco. Sempre incrociando le dita per scongiurare il mal tempo. Ed eccoci: lunedì 26 settembre, prima delle tre giornate. C è il sole. Dal primo momento abbiamo avuto la sensazione che la cosa avrebbe funzionato. Lo stesso nei giorni successivi, e poi, ancora, dopo, al ritorno negli uffici. Davvero un esperienza differente, per chi l ha fatta e anche per noi che l abbiamo organizzata. Abbiamo visto persone arrampicate su cancellate, altre chine sui pavimenti, altre appassionate nella pulizia cucine o nel montaggio mobili. Persone che cercavano il panino più creativo con la scopa e la paletta nell altra mano. Persone che perfezionavano con cura la pulizia dei bagni. Persone che volevano fare e fare bene, nel minor tempo possibile, ma con le migliori modalità. Dopo la prima giornata, la più grande soddisfazione sono state le persone che volevano iscriversi e partecipare nonostante non avessero aderito nei tempi stabiliti. Cos era successo? I volontari del primo giorno, tornati in ufficio, avevano trasmesso l entusiasmo ai loro colleghi. Un atmosfera strana nei corridoi. Nonostante acciacchi e dolori del day after, il sorriso era sui volti di tutti. A Different Job i numeri Prodotti utilizzati: 700 guanti pulizie e lavoro 650 spugne e panni 600 mascherine antipolvere 60 pennelli 30 secchi 30 tute coprenti 20 occhiali protettivi 15 mocho 15 attrezzi pulisci-vetri 20 scope 10 scale 10 spazzole di ottone 12 raschietti 5 forbici da giardino 1 cesoia 4 rastrelli 100 mq carta vetrata 300 l acqua 30 l tè freddo 30 l succhi di frutta 25 l vernice 10 l antiruggine Gli ultimi dieci giorni sono dedicati all organizzazione del lavoro dei volontari nelle il volo 9

10 Intervista a Marco Sala: il valore di A Different Job come meta-responsabilità sociale Sole rosso di Alessandro Lucchini 26 settembre 2011: Marco, come te la segni nella tua memoria questa giornata? «Una giornata bellissima. Bella fin dal mattino, anche meteorologicamente, con un sole rosso incredibile. Avevo un aspettativa altissima. Arrivati a sera, mi viene da dire, citando Vasco, una splendida giornata.» Splendida nel senso di aderente a un sogno? «Si, aderente a un sogno, ma che potrebbe essere la realtà della vita di ciascuno di noi. La realtà di tante persone e di un organizzazione impegnata in una responsabilità sociale vissuta, toccata. Dovrebbe essere la realtà di tutte quelle imprese che fanno del profilo etico la propria bandiera.» Che cosa c è di different in questa forma di responsabilità sociale rispetto alle altre forme che PwC ha messo in atto in questi anni? «Due cose. Da un lato, il fatto che le aziende che sentono la responsabilità sociale non possono ritenerla compiuta solo attraverso una semplice contribuzione. L attività di charity è importante, certo, ma esprime molto spesso la volontà di chi governa l azienda. Questa è invece una responsabilità sociale volontaria, fatta dai collaboratori, dalle persone che vivono nell organizzazione. Dall altro lato, perché vivi da vicino i bisogni della società, li vedi, li tocchi, ne ascolti i racconti, senza la schermatura della televisione o di altri mezzi.» Quando mi hai parlato la prima volta di questo progetto hai usato un aggettivo che mi piacerebbe documentassi ora qui: hai parlato di una CSR avveniristica. Che significa? «Questo modo di concepire la responsabilità sociale, con il coinvolgimento diretto delle persone che vivono l azienda, oggi non è frequente. Non che io con quel termine volessi arrogare a PwC una prerogativa che altri non avrebbero. Penso però che aziende come la nostra, oltre ad avere una strategia sulla responsabilità sociale, devono avere anche una responsabilità sulla il volo 10

11 responsabilità sociale. Una meta-responsabilità sociale. Dobbiamo essere un modello, per il contesto in cui operiamo e per la qualità che rappresentiamo. Dobbiamo essere un esempio, una luce che guidi il comportamento di molti altri attori del settore. E il sole rosso di stamattina è un bel simbolo di quella luce. Ho detto avveniristica perché sono convinto che il futuro della responsabilità sociale sia questo.» Mi pare che le vostre persone si siano impegnate prima in una pars destruens (togliere sterpaglie, ruggine ), poi in una pars construens (dipingere, montare ). È così diverso dal vostro lavoro quotidiano? o c è qualcosa di metaforico che potete trarre come insegnamento da quest esperienza? «Certo, c è più di un analogia. Non so se sia proprio distruggere per poi ricostruire. Di certo è vedere il problema, toccarlo, valutarlo, farsene consapevoli. E questo lo si è fatto distruggendo e ricostruendo, sì, anche, dando luce a una staccionata che era oscurata dai rovi e dalla sterpaglia. La luce che finalmente filtra. E poi il montaggio dei mobili, e tutte le altre attività svolte. Verificare i bilanci, dare luce togliendo le sterpaglie, vedere se dentro i bilanci si annida qualcosa che non va, e in quel momento tutelare un interesse sociale diffuso. Allo stesso tempo c è un ambiente e una manualità del tutto diversi. I colleghi domani rientreranno in ufficio con la consapevolezza di quanta ruggine c è sulle steccionate del mondo.» Andiamo alla settimana prossima, facciamo un esercizio di fantasia: I have a dream. Oltre la fatica, che cosa si porta via l azienda da questa esperienza? «Si porta via un sogno realizzato. La convinzione che a volte i sogni sembrano lontani, irrealizzabili, ma a volte basta mettersi in gioco, decidere di giocare. L abbiamo chiamato a different job, ma potevamo chiamarlo anche a different play.» Hai visto anche dei different player? «Sì, ho visto dei different player. Ho visto un modello organizzativo che sa smontarsi e rimontarsi. Un modello organizzativo fatto di ruoli e responsabilità che in azienda hanno un loro costrutto, ma che qui si smonta, si rimonta in modo diverso, e che funziona. Ho visto i giovani che davano delle dritte agli anziani di PwC, e ho visto persone, che hanno responsabilità rilevanti nella nostra organizzazione, svestirsi del ruolo e mettersi in gioco. Quel sole rosso di stamattina presagiva una giornata speciale, piena di un energia che è di buon auspicio. Stasera il riposo sarà per tutti meritato. Credo che la principale differenza sia questa: in azienda si parla di Risorse Umane, credo che qua ci siano Umane Risorse.» PwC per l Aquila: un adozione molto speciale Pubblichiamo la lettera di ringraziamento indirizzata ai dipendenti PwC, che hanno contribuito con donazioni spontanee al restauro della Basilica di Collemaggio. Gentilissimi, vi ringraziamo vivamente per aver accettato di adottare la parte lignea dell organo della Basilica di Collemaggio, stupendo strumento barocco rimasto gravemente danneggiato a seguito del crollo del transetto, in sostituzione della cappella dell Abate (come da convenzione stipulata in data 8 ottobre 2010). Di certo sarà nostra cura iniziare subito il restauro (la messa in sicurezza è stata già effettuata e troverete la documentazione fotografica in una jumbo mail che a breve vi invieremo) e tenervi informati di quanto si andrà portando avanti. Non sarebbe stato possibile in tempi brevi il restauro della cappella dell Abate, stante il fatto che è necessario procedere prima alla ristrutturazione di quella porzione di Basilica che ha subìto i danni maggiori. Nel ringraziare ancora una volta per la generosità dimostrata porgiamo i nostri più cordiali saluti. La Segreteria del Vice-commissario ing. Luciano Marchetti il volo 11

12 Il 19 maggio a Milano, il convegno organizzato da Asseprim Blue Economy anno zeri di Massimo Loiacono Asseprim, l Associazione servizi professionali per le imprese di Confcommercio, lo scorso 19 maggio ha organizzato a Milano il convegno intitolato Dalla Green alla Blue Economy - Scenari e prospettive in tema di sostenibilità e responsabilità sociale d impresa. Ospite d eccezione Gunter Pauli, economista belga fondatore dell Istituto ZERI, Zero Emission Research and Initiatives, rete internazionale di tecnologi ed economisti, che hanno come obiettivo lo sviluppo di attività imprenditoriali che attivino nuovi processi produttivi, in cui gli scarti di un processo possano, a cascata, essere utilizzati come materie prime per un altro, senza danni per l ambiente. «L obiettivo di ZERI è lo zero: zero incidenti, zero sprechi, zero emissioni e il Libro Bianco dell Ambiente dell Agenzia per l Ambiente del Giappone ha affermato che ZERI sarà lo standard per l industria nel 21esimo secolo». Tali concetti sono stati raccolti da Pauli in un libro intitolato Blue Economy, edito da Edizioni Ambiente di Milano. L incontro del 19 maggio è stato arricchito dai contributi di Kyoto Club, Sportello Csr di Formaper, l azienda speciale della CCIAA di Milano, e di alcune imprese, tra cui Bridge Kennedy, Campoverde Group, e anche PricewaterhouseCoopers. «Abbiamo fortissimamente voluto a Milano Gunter Pauli», ha affermato Umberto Bellini, presidente di Asseprim, e Pauli ha parlato anche di Expo 2015: «Potreste dare un messaggio forte. Sapete che utilizzando la corrente continua al posto di quella alternata si risparmia il 50% di energia?». Qualche altro esempio? «Sfruttare la forza di gravità per produrre energia, utilizzare i tralicci dell alta tensione per installare turbine eoliche ( piloni per avere da 5 a 8 GW), cellulari senza batteria alimentati dal calore del corpo e dalle vibrazioni della voce». Pauli ha concluso con uno slogan: «Alcuni sognano di fuggire dalla realtà, altri sognano di cambiare la realtà per sempre». ZERI sarà lo standard per l industria nel 21esimo secolo Agenzia per l Ambiente del Giappone il volo 12 watch?v=6plnib_7mga& feature=related

13 Intervista a Gunter Pauli Mission possible Pensare l impresa fuori dagli schemi. Creare nuovi e più competitivi modelli di business, che sappiano accumulare capitale sociale e migliorare la natura. che è arrivato il momento in cui la generazione più giovane assuma una nuova forma di leadership. Gunter Pauli è stato definito dagli amici uno Jean Monet dei nostri giorni. Ha la capacità di parlare a tutti, tenendo conto di ogni interesse, parlando la lingua della scienza con le università, la lingua degli affari con le aziende, la lingua della sostenibilità con le ONG e la lingua di un padre con i genitori. Pauli ha una missione: intraprendere un ampia gamma di iniziative basate su un principio chiaro: in quanto comunità moderna, noi dobbiamo soddisfare le necessità basilari di tutti con ciò di cui disponiamo. Nessuno l ha messo al comando di questa missione, ci si è messo da solo, ispirato dal fondatore del Club di Roma, Aurelio Peccei, ex alto dirigente Fiat e Olivetti, che un giorno gli disse che non ci sono limiti all apprendimento, che possiamo sempre fare di meglio, e Dottor Pauli, perché è così interessato al bene del mondo? «Ho creato le mie aziende e mi sono impegnato a creare un nuovo modello di business che non soltanto sia più competitivo, ma anche in grado di accumulare capitale sociale ed evolvere con la natura. Invece di proteggere la natura, l idea è di migliorarla. Forse il più grande cambiamento nel mio modo di pensare si è verificato nel 1993 quando mi sono reso conto, nel produrre sapone ecologico, che i prodotti biodegradabili che vendevo erano fatti di olio di palma, e che la crescente domanda di olio di palma stava portando alla distruzione dell habitat dell orangutan! Ciò significava che i miei prodotti biodegradabili non erano sostenibili! Decisi che era venuto il momento di andare oltre i miglioramenti, che c era bisogno di modificare radicalmente il modello di business in modo da rendere impossibili i danni collaterali.» Perché alle imprese dovrebbero interessare i principi della Blue Economy? «Nel corso degli anni ho costruito un ampia rete di scienziati, imprenditori e finanziatori che dai quattro angoli del pianeta contribuiscono con innovazioni che permettono di cambiare il modo in cui produciamo e consumiamo. Ma non m interessava il volo 13

14 semplicemente introdurre una nuova tecnologia: il mio scopo era individuare le tecnologie che rendessero possibile progettare nuovi modelli di business che contribuissero a creare il capitale sociale di un miglior modello di società, oltre alla rigenerazione di ecosistemi. Volevo capire come fosse possibile motivare gli imprenditori a impegnarsi in questa direzione. Si tratta di un approccio piuttosto profondo ma anche molto pragmatico, poiché modifica il ruolo delle aziende nella società, specie se le aziende sono in grado di far sì che vi sia una maggior quantità di cibo - con ciò che è disponibile - come dimostrato dal progetto di convertire gli scarti del caffè in funghi. Per una caffetteria come Starbucks o un produttore di caffè come Nestlé, il core business è servire caffè e produrre ingredienti di qualità per bevande al caffé. Ma entrambe queste aziende producono milioni di tonnellate di scarti di caffè, partendo dalla piantagione e arrivando alla caffetteria o alla casa privata. Ovviamente le aziende di solito rispondono che sono nel business del caffè e non in quello dei funghi, e che non è possibile cogliere queste opportunità. Inoltre i dirigenti aziendali sostengono di non avere la competenza per coltivare e lavorare i funghi. Questo argomento tradizionale del core business e della competenza core non è più valido nel 21 secolo. È quindi evidente che Starbucks in Spagna - un paese con un livello di disoccupazione tra i giovani al di sotto dei 25 anni pari al 40% - non può sostenere che non è affar suo. L azienda sa che è sua responsabilità aziendale utilizzare che qualunque azienda può fare è rendersi conto di che cosa ha. Che cosa è disponibile a livello locale che oggi non ha alcun valore? È sorprendente che un produttore di ketchup non si renda conto che la pelle del pomodoro che viene gettata può diventare una fantastica materia prima per la produzione di betacarotene naturale. Perciò mentre un azienda si preoccupa di come disfarsi di qualcosa, un altra può trovare il modo di generare denaro da questa cosa. Lo stesso vale per la produzione del titanio. Se usiamo il processo tradizionale di lavorazione, fusione e finitura otteniamo un volante della Ferrari che pesa 300 grammi da un blocco di titanio da 4 chili. Ma se cambiamo il sistema di produzione e invece di lavorare blocchi pieni ci rendiamo conto che è possibile lavorare con la polvere di titanio, e che tutta la polvere può essere utilizzata immediatamente nel prossimo volante, abbiamo un approccio diverso alla stessa realtà. Perciò qualsiasi azienda dovrebbe pensare fuori dagli schemi. E rendersi conto di quali risorse ha già in casa.» le risorse disponibili e generare posti di lavoro che sono facili da creare e sostenibili.» Che cosa si può fare nell immediato perché un impresa sia in armonia con la Blue Economy? «Qualsiasi azienda può pensare fuori dagli schemi, pensare oltre l ovvio. È un primo passo. Dopotutto, se insegniamo e condividiamo soltanto ciò che conosciamo, non potremo mai migliorare. E la concorrenza non è solo questione di sopravvivere o semplicemente competere, è questione di fare molto meglio di chiunque altro. Perciò il primo cambiamento è un cambiamento di mentalità, e del modo di porsi nei confronti del business. Il secondo passo Cos hanno in comune la Blue Economy e la Corporate Social Responsibility? Ovviamente la responsabilità sociale aziendale è uno slogan popolare tra le aziende. Tuttavia dobbiamo accertare che non sia considerata un costo aggiuntivo ma qualcosa che può far parte del modello di business. Possiamo far sì che la gestione del caffè (nel caso di Starbucks) non solo produca denaro che può essere usato per assumere una responsabilità sociale, ma anche che il modello di business sia definito in modo tale che sia possibile raggiungere allo stesso tempo obiettivi sociali nella società. Questo è ciò che Starbucks intende fare ora in Spagna: la gestione dei rifiuti - che costa denaro - viene convertita in un attività di coltivazione dei funghi che genera denaro a sufficienza da creare posti di lavoro nell economia locale. Così la responsabilità sociale diventa parte del modello di business e in quanto tale rafforza la concorrenzialità dell impresa. Immagini dal sito: dalla-green-alla-blue-economy-gunter-pauli il volo 14

15 5 anni di TLS di Barbara Ferri Lunedì mattina, 3 luglio In via Monte Rosa 91 a Milano inizia una nuova pagina nella nostra vita professionale e personale in PwC. Costituiamo, con alcuni colleghi già presenti nella firm, una nuova los dedicata ai servizi legali e fiscali, il TLS. All inizio siamo 92 professionisti, di cui 8 partner, coadiuvati da 11 persone di supporto e occupiamo provvisoriamente diverse aree dell ala di via Tempesta. L aspetto organizzativo e logistico ci travolge. Scatoloni da svuotare, procedure da sviluppare o assimilare, nomi, visi e ruoli da memorizzare e associare, l incontro con tanti colleghi con cui abbiamo collaborato in passato e con nuovi compagni di viaggio, una moltitudine di attività da ideare e implementare, documentazione da impostare ex novo e adottare quotidianamente, l inserimento di collaboratori e colleghi più senior con estenuanti sessioni di colloqui, traslochi da gestire, biblioteche da creare. Tutto questo, mentre il lavoro non ci dà tregua. PwC Tax & Legal Services il Ci colpisce la forza del network. L energia è così trainante che ci porta subito ad avere progetti di crescita, anche a breve termine, ambiziosi. Nel frattempo, e fermo restando l obiettivo di qualità del lavoro che ci siamo prefissi, produciamo una newsletter mensile, siamo attivi nelle attività editoriali, veniamo coinvolti in molteplici meeting all estero, partecipiamo a convegni, avviamo corsi interni, aderiamo alle iniziative di PwC in Italia e all estero e collaboriamo con tutte le los. All esterno cerchiamo la nostra posizione, e la conquista di un identità e del riconoscimento tra gli studi professionali concorrenti. Impariamo che la nostra forza nasce dalle sinergie che sappiamo sviluppare nel concetto di multidisciplinarietà che pervade il nostro modo di lavorare e pensare. Studiamo, produciamo e cresciamo come persone e professionisti grazie all interazione con il mondo PwC e, in questo modo, anche il TLS si evolve rapidamente e i risultati fortunatamente ci confortano. Le sedi aumentano, il lavoro e la location per molti di noi cambia, adottiamo una struttura per specializzazione più adeguata alla nostra realtà. In molti casi arranchiamo, sotto il peso di procedure che, come professionisti, facciamo fatica a sentire nostre e che occupano tanta parte del nostro tempo. La strada in questi 5 anni è stata lunga, a volte in salita, ma comunque percorsa tutta d un fiato: oggi siamo oltre 380, di cui 17 partner, le nostre sedi sono 12. Siamo sempre il TLS ma ci chiamiamo PwC Tax & Legal Services. Quest estate abbiamo festeggiato il 5 anniversario della costituzione del TLS in una bellissima serata piena di vitalità ed energia. Tutto questo perché le nostre persone mantengono entusiasmo per la professione, fiducia nelle proprie capacità e nel contributo che danno a PwC, ricercando il valore da trasferire ai clienti, nella consapevolezza che tanto è stato fatto, ma altrettanto c è ancora da fare. Buon compleanno TLS! volo 15

16 eventi eventi eventi Energy & Utilities industry experts E&U Group, Italian Conference, Milano 8 giugno 2011 di Angela Margherita Bellomo Ce l abbiamo fatta! La spinta propulsiva data dal mercato, che guarda sempre più al settore energetico quale uno dei principali motori trainanti dell economia mondiale, ci ha portati a dover rispondere prontamente alle esigenze dei nostri clienti, che riconoscono la professionalità di PwC anche nell essere industry experts. Ed è così che è nata l idea di riunire i nostri professionals impegnati al fianco di clienti del settore Energy & Utillities, per condividere esperienze, informazioni, strategie, conoscenza dei servizi PwC più innovativi o di nicchia, affrontando tematiche rilevanti per il settore di riferimento e facendo leva sul networking. Ci siamo incontrati a Milano, lo scorso 8 giugno, dando vita alla prima Italian E&U Group Conference. Abbiamo inoltre ascoltato i punti di vista di alcuni importanti operatori del settore sulle principali sfide da affrontare. La sessione mattutina è stata aperta da un intervento di Ezio Bassi sull importanza crescente dell approccio per industry, che ci permette di mantenere un elevata competitività nell attuale scenario di mercato. Di seguito, sono intervenuti: Paul Nillesen, Leader del Central Cluster Renewable Energy Group (CCREG), che ci ha fornito un interessante punto di vista sul futuro delle energie rinnovabili nel mondo comparate a quelle convenzionali. Ci ha poi illustrato le caratteristiche del CCREG e le modalità operative di questo gruppo di professionals che copre un area geografica considerevole (Europa, Middle East e Africa); Gildo Salton, presidente di Asco Holding, Pierre Vergerio, Chief Operating Officer di Edison e Fabio Albano, Partner di F2i, che hanno proposto la loro visione sul futuro del settore in Italia, secondo i differenti punti di vista (rispettivamente di una multi utility, di un operatore verticalmente integrato leader di mercato e del più importante fondo infrastrutturale italiano). Roberto Vigotti, Senior Energy Expert in PwC e vicepresidente del Gruppo di lavoro rinnovabili nella IEA (International Energy Agency) ha chiuso la mattinata presentando un punto di vista sull integrazione delle rinnovabili nel futuro mix energetico italiano. I vari interventi sono stati intervallati da sessioni di Q&A in cui i partecipanti hanno potuto confrontarsi con i relatori. La sessione pomeridiana si è focalizzata sul piano di sviluppo Cross-LoS del gruppo italiano di E&U, con un focus specifico sulle esperienze maturate e sulle strategie riferite ad alcuni importanti clienti di PwC che operano nel settore (quali ENI, Enel, Acea, Terna ecc.). Oltre alla mia diretta partecipazione, gli interventi sono stati curati da Giovanni Blasi, Gianpaolo Chimenti, Francesco Pimpinelli, Orazio Corleto, Francesco Galasso e Gianluca Pirola. Ci attendono molte sfide nel futuro, per poter essere sempre al fianco dei nostri clienti e supportarli nel miglior modo possibile. Dovremo essere in grado di rispondere alle loro esigenze, per esempio, in termini di servizi relativi al Capital Project Management, all Operational Excellence, ai vincoli legati alla necessità di ottimizzare la leva finanziaria, di migliorare l efficienza energetica e di definire le strategie in merito alla scelta del mix energetico, dello sviluppo delle fonti rinnovabili e del dilemma nucleare. Nel frattempo, mi preme fare un ringraziamento particolare all Industry Leader, Giovanni Poggio, e ai GRP, che hanno contribuito alla creazione di una community italiana dell E&U composta da circa 90 persone, tra manager, senior manager, director e partner. Un ulteriore ringraziamento va a Paola Guastella, E&U Group driver, per la supervisione e il coordinamento nell organizzazione del meeting e per il supporto nella predisposizione dei contenuti. Infine, grazie a tutti quelli che hanno partecipato all incontro e che lavoreranno insieme per far sì che dal cambiamento nascano grandi opportunità per la nostra Firm. il volo 16

17 Stage Cus4Run PwC Manager s Camp di Giorgio Rondelli Allenando tuttora e avendo allenato atleti di livello internazionale, confesso che sono rimasto sorpreso dall impegno e dalla concentrazione dei circa 40 manager, quasi equamente distribuiti fra uomini e donne, che nella splendida mattinata di domenica 2 ottobre hanno partecipato allo Stage Cus4Run- PwC Manager Camp, negli impianti del Palacus e sul circuito esterno dell Idroscalo di Milano. Una mattinata di sana fatica fisica, in cui persone che ricoprono ruoli importanti nel mondo del lavoro hanno avuto l opportunità di fare un check-up muscolare e organico quasi completo, attraverso i diversi momenti di una seduta di allenamento, in cui sono stati illustrati i mezzi di lavoro che possono essere usati da chi ha la passione per la corsa: dallo stretching alla mobilità articolare, all esecuzione di alcuni mini-circuit training, alla decodificazione dei vari ritmi di corsa e addirittura a una serie di prove ripetute sulla distanza dei 500 metri, per poi concludere con le tecniche di rilassamento. Il tutto con piena soddisfazione del sottoscritto, che ha guidato i lavori con il prezioso appoggio dei laureandi in educazione fisica Stefano Pozzi ed Elisa Cova, figlia d arte di papà Alberto campione europeo, mondiale e olimpico dei metri nella prima metà degli anni 80. Una mattinata davvero diversa, 90 minuti di full immersion. I partecipanti allo stage, organizzato dal Cus Milano e da PwC, hanno potuto toccare con mano i lati forti e le carenze del proprio fisico e apprendere i suggerimenti per migliorare il rendimento della propria macchina umana. Un Camp carico di simpatia e di voglia di sapere, che si è poi concluso con un sontuoso buffet in cui i partecipanti hanno potuto scambiare opinioni e commenti fra loro e con i tecnici, con la promessa di ritrovarsi di nuovo entro qualche mese per approfondire alcune tematiche e verificare la bontà dei consigli ricevuti in questo stage, vivificato dall entusiasmo dei partecipanti e da una magnifica giornata di sole. Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma Perché essere partner del CUS Milano è qualcosa di più di Irene Serafica responsabile area comunicazione Cus Milano Essere uno partner che si rivolge ai giovani universitari significa valorizzare chi tanto spesso risulta essere - da cronaca e giornali a noi contemporanei - la vera vittima della crisi globale. Significa costruire un ponte tra mondo del lavoro e Università, riconoscere importanza e valore alla classe dirigente di domani, all innovazione e alla freschezza di oggi. Concedere uno sguardo al mondo dello sport significa promuovere una concezione olistica della persona che contribuisce a valorizzare chi, attraverso vie non-lavorative, si struttura e cresce nel rispetto dello sforzo, del sacrificio, del sano agonismo. Significa riconoscere all energia che sprigiona lo sport la capacità di crescere e strutturare dei buoni lavoratori, dediti alla perseveranza e alla costanza. In ultimo - ma non in ordine d importanza - significa investire in quell entusiasmo in cui lo sport sa coinvolgere, nella solidarietà di gruppo, nella forza di un team, nella crescita di quella vitalità che l attività sportiva catalizza. Investire nello sport universitario è qualcosa di più di un semplice logo su una maglia. È contribuire a rendere possibile che l energia che si sprigiona sui campi da gioco diventi un domani un forte valore di cui impregnare il nostro futuro. Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma. In qualcosa di meglio, viene da pensare guardando i nostri atleti. La Celebration Night CNU - UNIVERSIADI 2011, svoltasi Lunedì 10 ottobre e offerta dal main sponsor PwC, ha testimoniato tutto questo. In una sala gremita e festante, la serata di premiazioni dei medagliati dei CNU primaverili e invernali, dei partecipanti alle Universiadi e dei partecipanti agli Europei di Basket e Judo, è stata una splendida prova di entusiasmo, coinvolgimento e soddisfazione. I 5 premi speciali assegnati ad atleti che hanno dimostrato ottime capacità sportive e accademiche durante i 6 anni di partnership hanno chiuso l evento. Grazie a PwC e al CUS Milano che hanno reso possibile tutto questo. il volo 17

18 eventi eventi eventi Ancona e Roma Tre premiate da PwC migliori sedi universitarie di AIESEC Italia di Chiara Pizzol, presidente AIESEC Italia In occasione del Congresso Nazionale di AIESEC Italia, tenutosi dal 21 al 25 settembre scorso a Caserta, PwC ha partecipato alla serata di premiazione delle due migliori sedi universitarie nel network di AIESEC Italia per il 2010/11. All università di Ancona è andato il PwC Excellence Award, a Roma Tre il PwC Sustainability Award. In particolare, rispetto all anno scorso, Ancona ha ottenuto un incremento del 455% nella realizzazione di stage internazionali e del 131% nel numero di studenti associati, e un utile d esercizio di oltre euro. Roma Tre si è distinta per un incremento del 180% nel numero di studenti associati, realizzando un utile di esercizio di oltre euro. Nella foto il momento della consegna del PwC Award ripreso da Amelia Donadio, rappresentante di PwC per la serata di premiazione, al comitato vincitore di Roma 3. Nata nel 1948 da un gruppo di studenti di diversi Paesi europei, da 62 anni AIESEC opera per favorire il pieno sviluppo del potenziale umano. Oggi è la più grande organizzazione internazionale interamente gestita da studenti, con membri in 110 paesi del mondo, e realizza progetti in collaborazione con aziende, ONG e istituzioni. In Italia, AIESEC è presente in 16 università, raggiungendo più di 800 studenti. Il suo core business è costituito dalla possibilità per i suoi membri di partecipare al programma di stage internazionale (Exchange Program), dall opportunità di gestire team di progetto e dall organizzazione di conferenze e momenti di confronto su tematiche globali come diversità, sostenibilità, istruzione, leadership e imprenditorialità. AIESEC Italia si propone come ponte tra mondo imprenditoriale, scuole e mondo accademico per promuovere l internazionalizzazione e dar voce alle idee dei giovani. In Italia, PwC collabora da diversi anni con AIESEC nella realizzazione di esperienze di grande valore per studenti italiani e internazionali, attraverso l attivazione di stage nell ambito della revisione e attraverso la partecipazione a giornate di formazione ed employer branding nelle università. il volo 18

19 Milano, 27 settembre 2011: presentato il libro Un equipaggio sotto zero, in collaborazione con PwC L impresa di Fare Impresa Come sopravvivere (bene) a condizioni estreme quotidiane e raggiungere traguardi apparentemente impossibili libri libri libri di Veronica Boera Un equipaggio con un sogno: a cento anni dalla spedizione di Roald Amudsen, ripercorrere la rotta a Nord Ovest lungo il Circolo Polare Artico. Una sfida unica per un gruppo eterogeneo di non professionisti, una forte metafora per comprendere da un nuovo punto di vista le difficoltà presenti ogni giorno in azienda. Dall esperienza vissuta tra i ghiacci del Polo, a contatto con temperature oltre i 40 gradi sotto zero, alle riflessioni contenute in un diario di viaggio, divenuto poi un libro, Un equipaggio sotto zero, edito da Lupetti, per concludere in sala nel corso di un evento formativo organizzato da PwC in collaborazione con Asseprim, espressione dello stretto sodalizio professionale tra la Firm e l associazione. Chiara Abate, Simone Bandini Muti e Manfredi Pedone, formatori della società milanese Creattività specializzata in attività ludico-formative per le aziende, davanti a una platea incuriosita, raccontano la loro singolare esperienza. Iniziata nel 2008 con l obiettivo di fornire supporto nella fase iniziale della spedizione artica, esclusivamente per le attività di selezione e formazione dell equipaggio, l avventura è proseguita oltre, concludendosi con l arruolamento all interno della squadra diretta verso il Polo. Attingendo ai contenuti raccolti nel libro, i tre giovani formatori narrano le fasi di un viaggio ai confini del mondo, tra le pieghe di una natura incontaminata, meravigliosa, ma al tempo stesso impietosa, centrando l attenzione degli interlocutori sulle dinamiche di un gruppo osservate con gli occhi e gli strumenti professionali del formatore, creando inconsueti parallelismi tra equipaggio e team di lavoro aziendale. Chiudono il dibattito in sala spunti di riflessione e suggerimenti ai manager interessati a migliorare le performance del proprio gruppo, spesso sottoposto a condizioni di forte stress. Loro lo stretto di Bering non sono riusciti a raggiungerlo. Noi, al contrario, torniamo in ufficio con degli strumenti in più per sopravvivere (bene) alla vita in azienda. La tassazione delle banche a cura di Fabrizio Acerbis e Alessandro Catona Qualche anno fa, su iniziativa dei due curatori di questo libro, un nucleo ristretto di esperti di fiscalità bancaria nei rispettivi istituti ha iniziato a incontrarsi di tanto in tanto, informalmente, nel palazzo di Monte Rosa 91, nella sede di PwC Tax & Legal Services (TLS). Lo scopo degli incontri - cui partecipano rappresentanti dei team che si occupano dell area di fiscalità corporate di alcune delle principali banche italiane, fuori da contesti istituzionali di tipo tecnico ben più importanti, cui pure molti di loro partecipano e contribuiscono in modo assiduo - è un serrato dibattito su questioni per cui non viene offerta interpretazione univoca dalla normativa (magari proprio perché questioni molto operative) e manca un interpretazione dell Amministrazione. Oppure un interpretazione esiste, ma apre a ulteriori dubbi. Normalmente gli incontri si concludono con un pranzo veloce e a volte capita addirittura che a pranzo non si parli di scadenze e di tasse. Questo libro nasce da un idea dei partecipanti a questo tavolo informale e destrutturato, privo di un agenda rigida e di verbalizzazioni, ma serio, ricco di spunti utili e di voglia di fare. Si è cercato di trasferire lo spirito del tavolo di lavoro nelle pagine. Un taglio operativo (ma non da manuale : gli argomenti impongono una certa conoscenza della materia di cui si parla), un focus specifico sulla fiscalità diretta delle banche (piuttosto che quella indiretta o quella dei prodotti), l assenza assoluta di vincoli di esaustività nella trattazione (privilegiando dove e il più possibile la chiarezza delle conclusioni). Non ultima, la competenza e l esperienza degli autori, maturata nel contesto lavorativo che solo primari operatori di mercato possono offrire. Didascalia...???????????...???? il volo 19

20

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online. chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili COME PARTIRE Una guida per avviare il tuo business e guadagnare online Questo report si pone l obiettivo di dare una concreta speranza a chi non ha un lavoro, è precario, è in condizioni economiche difficili

Dettagli

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile

INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile INNOCENTI EVASIONI Il lavoro minorile Novembre 2011 Nel primo incontro di questo giornalino ognuno di noi ha proposto la sua definizione di lavoro minorile e ha raccontato la sua esperienza. personale.

Dettagli

- 1 reference coded [0,86% Coverage]

<Documents\bo_min_9_M_18_ita_stu> - 1 reference coded [0,86% Coverage] - 1 reference coded [0,86% Coverage] Reference 1-0,86% Coverage E le altre funzioni, le fotografie, o, non so le altre cose che può offrire il cellulare sono cose che

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2014 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai?

Dettagli

Il Potere delle Affermazioni

Il Potere delle Affermazioni Louise L. Hay Il Potere delle Affermazioni Ebook Traduzione: Katia Prando Copertina e Impaginazione: Matteo Venturi 2 È così bello essere qui. Sono venuta in Italia, a Roma, tante volte, ma ogni volta

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35

belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 belotti1.indd 1 10/06/11 15:35 CLAUDIO BELOTTI LA VITA COME TU LA VUOI La belotti1.indd vita come tu 2 la vuoi_testo intero.indd 3 23/05/11 10/06/11 14.02 15:35 la vita come tu la vuoi Proprietà Letteraria

Dettagli

Maschere a Venezia CAP I

Maschere a Venezia CAP I Maschere a Venezia 7 CAP I In un pomeriggio di fine marzo Altiero Ranelli, un giovane giornalista de Il Gazzettino di Venezia, entra nell ufficio del direttore. - Ho una grande notizia. - grida contento.

Dettagli

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni?

Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Sei padrone della tua vita? Hai realizzato i tuoi sogni? Qualunque sia la tua risposta, Voglio una vita straordinaria è la strada giusta per trovare nuove energie e urlare: Voglio essere io il regista

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di

RACCONTO TRATTO DAL LIBRO. DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di RACCONTO TRATTO DAL LIBRO DONNE CHE RACCONTANO IL LAVORO a cura di Roberta Griffini, Francesca Matichecchia, Debora Roversi, Marzia Tanzini Disegno di Pat Carra Filcams Cgil Milano Margherita impiegata

Dettagli

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008

Ad A ol o esce c n e t n i t Anno 2008 nno 2008 dolescenti Prova di Comprensione della Lettura CELI 1 dolescenti 2008 PRTE PROV DI COMPRENSIONE DELL LETTUR.1 Leggere i messaggi da 1 a 4. Guardare le illustrazioni sotto i messaggi. Solo una

Dettagli

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA

CONVERSAZIONE CLINICA. Classe VA CONVERSAZIONE CLINICA Classe VA 1) Che cosa ti fa venire in mente la parola ''volontariato''? -Una persona che aiuta qualcuno in difficoltà. (Vittoria) -Una persona che si offre per aiutare e stare con

Dettagli

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi.

Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Questa è la nostra vita un figlio a tutti i costi. Una sera, dopo aver messo a letto mio figlio, stanca dopo una giornata molto impegnata, ho deciso di andare a letto presto, ma non riuscivo ad addormentarmi,

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Guida del tutor Associazione LECCO 100

Guida del tutor Associazione LECCO 100 Guida del tutor Associazione LECCO 100 Sommario INTRODUZIONE... 3 Dediche dagli allievi ai tutor... 4 GLI OBIETTIVI... 6 LE REGOLE... 7 LE ATTIVITÀ... 8 La preparazione... 8 La giornata con l'allievo...

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli

5^ Green Globe Banking Conference. 14 giugno 2011. Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Since 2006 Approved by 5^ Green Globe Banking Conference 14 giugno 2011 Touring Club Italiano Palazzo Bertarelli Il ruolo del sistema bancario italiano nell era della Green Economy: cosa chiedono Famiglie,

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 DC.DP.00.33 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE aiutare i bambini ONLUS "aiutare i bambini" è una fondazione italiana, laica e indipendente, nata

Dettagli

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI

I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT I SEGRETI DEL LAVORO PIU RICHIESTO NEGLI ANNI DELLA CRISI Come assicurarti soldi e posto di lavoro nel bel mezzo della crisi economica. www.advisortelefonica.it Complimenti! Se stai leggendo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Dicembre 2009 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi o messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo.

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt!

Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt! Domenica 12 aprile 2015 Corri, dona, vinci Corri con LILT la Milano Marathon Trasforma una passione in una Missione Solidale Corri con la tua Azienda la maratona della solidarietà con la Lilt! Il 12 aprile

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Essere felici al lavoro / Fate qualcosa per gli altri

Essere felici al lavoro / Fate qualcosa per gli altri 26/3/2015 Essere felici al lavoro / Fate qualcosa per gli altri Essere felici al lavoro / Fate qualcosa per gli altri È un dato di fatto: rispettare il prossimo e fare azioni positive nei confronti degli

Dettagli

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi

www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi www.businesstribe.it Michele Tampieri intervista Marina Osnaghi Business Coaching: Leadership & Obiettivi Ciao a tutti e benvenuti in Business Tribe, il blog che tratta argomenti di business per aumentare

Dettagli

YOUNITE YOUNITE DREAM CAMP

YOUNITE YOUNITE DREAM CAMP YOUNITE L obbiettivo di Younite è di insegnare ai ragazzi a gestire meglio se stessi, a rispondere alle proprie domande e ad aumentare la propria autostima. Durante lo Younite Camp ci impegneremo soprattutto

Dettagli

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com

IALT 9. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com IALT 9 International Academy on Leadership and Teamwork L obiettivo dell International Academy on Leadership and Teamwork è creare un cambiamento positivo nella società attraverso la crescita delle persone

Dettagli

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE

Ambiente/Beni materiali VALORE Crescita personale VALORE Svago VALORE VALUTA OGNUNA DI QUESTE DIMENSIONI LEGGI BENE LE DOMANDE, PENSA CON TRASPARENZA ED ONESTA CON TE STESSE E COMPLETA CON UN AUTOVALUTAZIONE DA A 0 PER OGNUNA. RIPORTA IL SUL GRAFICO (UTILIZZA QUELLO IN FONO

Dettagli

Mauro. Simone. Mamy Jara

Mauro. Simone. Mamy Jara Trebisonda è un programma per ragazzi su RAI 3, dove si fanno dei giochi educativi a cui partecipano ragazzi di una scuola. Stavolta è toccato alla mia classe, la 2^A, e a una di Coldirodi. Noleggiato

Dettagli

Il manuale è concentrato su questi articoli:

Il manuale è concentrato su questi articoli: Questo manuale è stato creato per aiutare i team leader e gli assistenti nel loro lavoro, dandoli una dritta specifica su alcuni dei loro doveri principali nel dirigere i propri gruppi di lavoro. La dirigenza

Dettagli

FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY

FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY Notiziario della Sezione A.R.I. di Milano FIELD DAY HF IARU REGIONE 1 - MEMORIAL I0FLY Questa volta il team di IQ2MI ha partecipato al Field Day IARU HF Regione 1 ed è stata una grande festa. Tutto é iniziato

Dettagli

Avete mai sentito parlare della corsa del topo?

Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete mai sentito parlare della corsa del topo? Avete presente il criceto che corre nella ruota fino allo sfinimento tutti i giorni? Beh, forse non ne avete piena consapevolezza ma anche voi, anche noi

Dettagli

idealfoto wedding & fashion photographers

idealfoto wedding & fashion photographers Cari Sposi, in questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di matrimonio. E importante che leggiate perchè vi daranno alcune informazioni molto utili

Dettagli

Lavorare dove inizia il futuro.

Lavorare dove inizia il futuro. Lavorare dove inizia il futuro. Volete una carriera con un futuro? Allora unitevi al team di Swiss Life. 2 Lavorare dove inizia il futuro. Swiss Life investe nel futuro dei suoi collaboratori. E voi? Chi

Dettagli

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE

FAMIGLIA ED EDUCAZIONE FAMIGLIA ED EDUCAZIONE Card. Carlo Caffarra Cari genitori, ho desiderato profondamente questo incontro con voi, il mio primo incontro con un gruppo di genitori nel mio servizio pastorale a Bologna. Sono

Dettagli

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO.

Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Uno di noi! Diventa Consulente assicurativo personale ERGO. Diventare Consulente assicurativo personale ERGO significa essere protagonista nel mercato, in uno scenario unico del panorama italiano, con

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci

L idea dunque di ritrovarsi dei tutori, per di più sconosciuti, anche in vacanza, non era il massimo. Carlo però ci aveva subito tranquillizzati, ci CAPITOLO 1 La donna della mia vita Oggi a un matrimonio ho conosciuto una donna fantastica, speciale. Vive a Palermo, ma appena se ne sente la cadenza, adora gli animali, cani e cavalli soprattutto, ma

Dettagli

Come ti immagini gi insegnanti?

Come ti immagini gi insegnanti? a Come ti immagini gi insegnanti? Quello dell insegnante è un ruolo complesso, in cui entrano in gioco diverse caratteristiche della persona che lo esercita e della posizione che l insegnante occupa nella

Dettagli

Un pinguino in seconda A o forse più di uno?

Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Un pinguino in seconda A o forse più di uno? Immaginiamo, per un momento, che una cicogna un po distratta voli con un fagotto tra le zampe. Nel fagotto c è un pinguino. Un delizioso, buffo e tenero pinguino.

Dettagli

Cerchi d acqua e policromie cristalline

Cerchi d acqua e policromie cristalline Cerchi d acqua e policromie cristalline Entriamo nella casa del lago. Vanni scruta l ambiente da esperto. Apre le grandi finestre, lasciando entrare l aria fresca e pulita. Un odore d antico c investe.

Dettagli

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale

News letter. I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Editoriale News letter Numero 7 15 gennaio 2010 Editoriale Sommario I sistemi informativi in azienda: erogatori di prestazioni o fornitori di servizi? Come sviluppare abilità per gestire i clienti interni in una

Dettagli

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché?

cercare casa unità 8: una casa nuova lezione 15: 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? unità 8: una casa nuova lezione 15: cercare casa 2. Lavora con un compagno. Secondo voi, quale casa va bene per i Carli? Perché? palazzo attico 1. Guarda la fotografia e leggi la descrizione. Questa è

Dettagli

Non sapevo veramente cosa aspettarmi Pensavo sarebbe stato qualcosa di simile a quello che avevo fatto a casa mia a Briarwood. Pensavo di trovare famiglie senza casa, gente povera, e senso di isolamento.

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

Progetto accoglienza

Progetto accoglienza ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE LUIGI EINAUDI Direzione e uffici: Via Mazenta, 51 20013 Magenta (Mi) codice fiscale n. 93035720155 e-mail: miis09100v@istruzione.it Posta Elettronica Certificata miis09100v@pec.istruzione.it

Dettagli

Il prossimo progetto

Il prossimo progetto Il prossimo progetto Probabilmente avrei dovuto usare una pietra più chiara per il pavimento. Avrebbe sottolineato la dimensione naturale della hall di ingresso, o forse è sbagliato il legno, anche se

Dettagli

VIP VERY IMPORTANT PLACED. Interviste ai Laureati che ce l hanno fatta

VIP VERY IMPORTANT PLACED. Interviste ai Laureati che ce l hanno fatta VIP VERY IMPORTANT PLACED Interviste ai Laureati che ce l hanno fatta Bernardo Bonaventura, 24 anni, una laurea in European Economy and Business Law e un lavoro come Corporate Governance Research Analyst

Dettagli

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI.

NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. Vita di Squadra Milano Comunicato Settimanale dedicato agli operatori U.P.G. S.P. N 04 del 21 Maggio 2013 NUOVE DIVISE VECCHI SISTEMI. E da tanti, troppi anni che il personale operativo attende le nuove

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda

3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda 3 Master manageriale Competenza, Convinzione, Cuore per la gestione delle risorse in azienda Sommario INTRODUZIONE... 3 LA MISSION... 4 I RUOLI... 5 Aziende e istituzioni... 5 Imprenditori e manager...

Dettagli

RISULTATI SURVEY ROCKSPOT NORDOVEST

RISULTATI SURVEY ROCKSPOT NORDOVEST Cara scalatrice, caro scalatore, associati alla palestra Rock Spot NordOvest, mesi fa ti abbiamo chiesto di aiutarci a migliorare invitandoti a rispondere ad un questionario creato allo scopo di effettuare

Dettagli

LEADERSHIP & SPORT. Essere Campioni in azienda

LEADERSHIP & SPORT. Essere Campioni in azienda FONDIRIGENTI 1/2011 Piano Formativo Innovation Leader LEADERSHIP & SPORT DESCRIZIONE EVENTO I tre Training Days sviluppano il tema della leadership attraverso le metafore dello sport, da intendersi quale

Dettagli

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO

CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO CAPITOLO CINQUE MANTENERE UNO STILE DI VITA SANO Sommario Questo capitolo l aiuterà a pensare al suo futuro. Ora che è maggiormente consapevole dei suoi comportamenti di gioco e dell impatto che l azzardo

Dettagli

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030

Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 Ass. di volontariato per portatori di handicap L.go Martiri 2 Agosto- Galliate ( NO) CF 94016410030 COPIA OMAGGIO 1 Noi come Voi è un associazione che accoglie tutti i giorni mol ti giovani con disabilità

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Documentazione delle attività di ruotine

Documentazione delle attività di ruotine Istituto Comprensivo Statale C. Tura- Pontelagoscuro- Ferrara Sezione infanzia statale G. Rossa Documentazione delle attività di ruotine La documentazione delle esperienze proposte è un aspetto molto importante

Dettagli

IALT 7. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com

IALT 7. www.leadership.it http://ialtbook.ning.com IALT 7 Campus in modalità esperienziale per lo sviluppo della Leadership e del Teamwork 20-23 Settembre 2012 A volte è più sicuro imparare senza una sedia ed insegnare senza una cattedra. Bjorn Vilhjalmsson

Dettagli

THE AUTOMOBILE SECTOR

THE AUTOMOBILE SECTOR Crisis in a Global Economy. Re-planning the Journey Pontifical Academy of Social Sciences, Acta 16, 2011 www.pass.va/content/dam/scienzesociali/pdf/acta16/acta16-montezemolo.pdf THE AUTOMOBILE SECTOR LUCA

Dettagli

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono

COLLANA VITAE. A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono COLLANA VITAE A Maria per quel dieci che ha portato a qualcosa di buono Serena Milano HO SCELTO DI GUARIRE Un viaggio dal Cancro alla Rinascita attraverso le chiavi della Metamedicina, della Psicologia,

Dettagli

NONA LEZIONE L AUTOSTOP

NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE L AUTOSTOP NONA LEZIONE 96 L autostop Scendi pure tu dalla macchina? Devo spingere anch io? Sì, se vuoi. Ma scusa, quanto è distante il distributore di benzina? Non lo so qualche chilometro.

Dettagli

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript

Italian Beginners (Section I Listening) Transcript 2013 H I G H E R S C H O O L C E R T I F I C A T E E X A M I N A T I O N Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: MARINO: RENATA: Ciao Renata.

Dettagli

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti

A- All inizio ho trovato delle difficoltà in banca per accedere ai crediti INTERVISTA 8 I- Ha avuto qualche altra esperienza lavorativa prima di mettere in piedi questa attività A- Io ho 50 anni, ho iniziato a lavorare a 17 anni e per 10 anni ho lavorato in un impresa stradale,

Dettagli

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript

2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. (Section I Listening) Transcript 2011 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners (Section I Listening) Transcript Familiarisation Text MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: MALE: FEMALE: Ciao Monica, vuoi venire al concerto di Cold

Dettagli

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno.

MARIA LUISA VASSALLO: Io sono in Brasile dalla metà del duemilauno. Lezione 7 Intervista con Maria Luisa Vassallo, lettrice del Ministero degli Affari Esteri e docente di Lingua Italiana e traduzione presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Dettagli

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com

BUSINESS DEVELOPMENT. noesisweb.com BUSINESS DEVELOPMENT noesisweb.com Guidiamo le persone nel diventare attori principali della propria realtà, costruendo, negli ambiti professionali e di vita privata, un mondo al quale sia piacevole appartenere

Dettagli

! INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE

! INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE INTRODUZIONE ALLE DINAMICHE A SPIRALE di Claudio Belotti Una teoria straordinaria per capire meglio le persone e il mondo che ci circonda Copyright 2012 Good Mood ISBN 978-88-6277-674-5 Introduzione...

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro ***

IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** IPNOTICA DOMENICA un racconto horror-splatter-sentimentale di marco montanaro *** Dormi. Lo ricordavo bene il tuo sonno: fragile e immobile di notte, inquieto e sfuggente al mattino. Ho messo su il disco

Dettagli

Intervista con Elsa Moccetti

Intervista con Elsa Moccetti Intervista con Elsa Moccetti [L intervista è condotta da Sonja Gilg di Creafactory SA. Intervengono altre due persone di cui un ospite: Antonietta Santschi] Dicevo, che è stata una mia scelta di venire

Dettagli

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta.

Scegliete la risposta che corrisponde maggiormente a ciò che voi fareste nella situazione descritta. Cognome : Nome: Data : Istruzioni Sono state elaborate sotto forma di questionario a scelta multipla alcune tipiche situazioni professionali dell assistenza domiciliare. Vengono proposte tre situazioni

Dettagli

www.scuolaitalianatehran.com

www.scuolaitalianatehran.com щ1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHRAN Corso Settembre - Dicembre 2006 ESAME FINALE LIVELLO 2 щ Nome: Cognome: Numero tessera: щ1 щ2 Leggi il testo e completa il riassunto (15 punti) Italiani in

Dettagli

JACK WELCH SUZY WELCH. Vincere sul campo. Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi

JACK WELCH SUZY WELCH. Vincere sul campo. Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi JACK WELCH SUZY WELCH Vincere sul campo Guida senza giri di parole per battere la concorrenza oggi Vincere sul campo Parte seconda LA GESTIONE DEL TEAM 8. Leadership 2.0 133 9. Costruire un team eccellente

Dettagli

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino

Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it. A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Edizioni il Molo www.edizioniilmolo.it info@edizioniilmolo.it A tutti i bambini che diverranno amici di Natalino Prima Edizione Edizioni il Molo, 2014 Via Bertacca, 207-55054 Massarosa (LU) Tel e Fax 0584.93107

Dettagli

Modulo 2. A Caccia di Risorse

Modulo 2. A Caccia di Risorse Modulo 2 A Caccia di Risorse FINALITÀ Il ciclo di attività si propone di sviluppare negli studenti la capacità di analizzare le situazioni critiche della vita quotidiana al fine di renderli consapevoli

Dettagli

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica

Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica Io a casa faccio la raccolta differenziata però non la faccio io ma la fanno mia mamma e mia sorella. Tutte le mattine del sabato e della domenica guardano cosa c è dentro al bidone poi prendono le bottiglie

Dettagli

Ad Armando Sanna Cover Mapei

Ad Armando Sanna Cover Mapei Introduzione: Ci sentiamo verso le 22 non so bene come iniziare, in fondo è un ragazzo. Un ragazzo dal viso pulito. - Pronto ciao sono Armando- - Ciao mi chiamo Gilberto, lo sai che domenica, mentre trionfavi,

Dettagli

Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti.

Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti. Il nostro scopo è avere cura dei particolari e valorizzare l immagine dei nostri clienti. INDICE Garantiamo un supporto CHIAVI IN MANO, obiettivi misurabili e concreti. Mission Corporate / Brand Identity

Dettagli

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II.

Lezione 10. Tema: La comunicazione interculturale. Parte II. Lezione 10 Intervista con la professoressa Elisabetta Pavan, docente di lingua inglese, traduzione e comunicazione interculturale dell Università Ca Foscari Venezia e dell Università di Padova. Tema: La

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio

Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Un sondaggio rivela che il 70% delle donne detesta questa ricorrenza Marte & Venere a confronto il 14 Febbraio Sapevate che sia le donne single che quelle in coppia hanno gli incubi pensando alla Festa

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità

La Biennale 2015. A Genova, dal 5 al 7 giugno 2015. Cos è la Biennale della Prossimità. Chi partecipa alla Biennale della Prossimità La Biennale 2015 Cos è la Biennale della Prossimità La Biennale della Prossimità si svolgerà a Genova dal 5 al 7 giugno 2015. È un appuntamento nazionale dedicato interamente alle comunità locali, alle

Dettagli

Questionario COMPASS*

Questionario COMPASS* Questionario COMPS* Istruzioni Il presente questionario viene utilizzato per addestrarsi a discriminare fra le varie modalità di reazione a situazioni sociali specifiche in casa e fuori. Consta di 30 casi

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

Tip #2: Come siriconosceun leader?

Tip #2: Come siriconosceun leader? Un saluto alla Federazione Italiana Tennis, all Istituto Superiore di Formazione e a tutti gli insegnanti che saranno presenti al SimposioInternazionalechesiterràilprossimo10 maggio al ForoItalico. Durante

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua!

Ora puoi studiare ed insegnare musica. nella comodità di casa tua! Ora puoi studiare ed insegnare musica nella comodità di casa tua! Se stai leggendo questo report vuol dire che ti sei iscritto alla mia lista di utenti interessati a questo nuovo progetto. Mille grazie

Dettagli

vuoto o una ferita" come dice Antonio Origgi.

vuoto o una ferita come dice Antonio Origgi. Cambiare la vita... dalla Auto-Osservazione Cambiare vita richiede prima di tutto una consapevolezza del punto reale in cui ci si trova adesso. Cambiare vita richiede poi una consapevolezza di cosa realmente

Dettagli

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri!

LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO. Dai vita ai tuoi libri! LA BIBLIOTECA DEL CLUB DEL LIBRO Dai vita ai tuoi libri! "I libri. Sono stati i miei grandi amici, perché non c è di meglio che viaggiare con qualcuno che ha fatto già la stessa strada, che ti racconta

Dettagli

n questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di un matrimonio.

n questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di un matrimonio. Cari Sposi, n questo documento troverete le domande che spesso ci vengono poste, relative al servizio fotografico di un matrimonio. E importante che le leggiate perché vi daranno alcune informazioni molto

Dettagli

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico

Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Le nuove sfide e prospettive della formazione in ambito economico Tavola rotonda del convegno del giorno 11 ottobre 2013 presso l Università di Bergamo via dei Caniana - ore 14,30 17 Domande traccia per

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli