Capitolato speciale per la fornitura di

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato speciale per la fornitura di"

Transcript

1 ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione di cui alla L.R. 8/2011 1

2 Contesto operativo e riferimenti normativi La Community Network Regionale è l insieme di servizi infrastrutturali, standard/regole condivise e meccanismi di coordinamento, istituiti da una disposizione regionale e rispondenti ai requisiti previsti in SPC (Sistema Pubblico di Connettività di cui al d.lgs. n.82/2005 CAD ), con l obiettivo di porre le condizioni per collegare i soggetti su un territorio e rendere possibile la cooperazione applicativa tra i sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni e tra queste e i cittadini e le imprese. La Community Network dell Umbria (in breve CN-Umbria) è istituita dall art.10 della legge regionale 16 settembre 2011, n. 8 "Semplificazione amministrativa e normativa dell'ordinamento regionale e degli enti locali territoriali", che riporta quanto segue: CAPO III - SVILUPPO DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE Art Servizi infrastrutturali regionali per l'amministrazione digitale 1. La Regione promuove e favorisce l'esercizio dei diritti per l'utilizzo degli strumenti informatici e telematici nei rapporti con la pubblica amministrazione da parte di cittadini e imprese, nel rispetto del disposto del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell'amministrazione digitale), garantendo i servizi infrastrutturali abilitanti per l'erogazione di servizi applicativi e telematici da parte delle pubbliche amministrazioni del territorio, compresi i servizi per la sicurezza, l'identità digitale e la cooperazione applicativa, che costituiscono la "community network regionale" a standard del Sistema Pubblico di Connettività (SPC). 2. La Regione opera per servizi integrati più efficienti e semplificati per i cittadini e le imprese sul territorio regionale concludendo, a tal fine, specifici accordi di collaborazione anche con le amministrazioni centrali, con le loro sedi sul territorio regionale nonché con le altre regioni e le province autonome. 3.La realizzazione di quanto previsto nel presente articolo costituisce svolgimento di funzioni istituzionali. Successivamente la Giunta Regionale con propria deliberazione n. 1666/2011 ha approvato il Piano per la Semplificazione Amministrativa al cui interno è stata individuata una specifica attività di verifica che riguarda le componenti di servizio della CN-Umbria. Il piano per la semplificazione riporta quanto segue: 2

3 Verifica della community network Per quanto riguarda gli strumenti di supporto tecnologico alle strategie della l.r. n.8/2011, all avvio del Piano di Semplificazione dovranno essere condotte delle attività di verifica dei servizi infrastrutturali componenti la community network regionale, individuando gli eventuali adeguamenti necessari rispetto agli standard SPC, alle disposizioni del nuovo CAD, recentemente novellato, ed agli obiettivi e alle azioni del presente Piano. A tal fine si opererà in collaborazione con il Consorzio S.I.R. Umbria, che attualmente riveste il ruolo di Centro regionale di gestione dei contratti (CG-SPC-R) nell ambito della convenzione per la Community Network dell Umbria sottoscritta dalla Regione con il Consorzio stesso, con la società in house Webred s.p.a. che attualmente riveste il ruolo di Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) per la Community Network dell Umbria, ed infine in collaborazione con DigitPA nell ambito del Protocollo d intesa per SPC sottoscritto tra Regione e DigitPA. Dovrà essere condotta anche una verifica approfondita delle soluzioni applicative sviluppate ed in uso nell ambito dei progetti e- gov e di quelle utilizzate dall Ente regione, con particolare riferimento alla soluzione di protocollo informatico e di gestione informatica di flussi e documenti, rispetto agli obiettivi di semplificazione e di dematerializzazione del presente Piano. Dovranno essere pianificati, e poi messi in atto, tutti gli interventi organizzativi, formativi e tecnologici necessari al progressivo adeguamento dei sistemi, ove necessario e secondo le priorità che saranno individuate, nonché per attivare il riuso od estendere l impiego delle soluzioni applicative già adeguate. La legge regionale n.8/2011 considera fattore strategico l'innovazione tecnologica della pubblica amministrazione e la massima diffusione di strumenti telematici nei rapporti fra i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni. La Community Network dell Umbria (CN-Umbria) è costituita dalle seguenti componenti (in parte di natura tecnologica/servizio e in parte di natura organizzativa): 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) 3

4 1.1. Trasporto dati componente di servizio 1.2. Sicurezza centrale componente di servizio 1.3. Sicurezza locale ed help desk componente di servizio 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa (CA-Umbria) 2.1. Orchestratore e Registro NICA componente di servizio 2.2. Porte di dominio componente di servizio 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi (FED-Umbria) 3.1. Sistema di identità digitale componente di servizio 3.2. PEC componente di servizio 4. Servizi tecnologici gestione sistemi (Datacenter regionali) 4.1. Piattaforme applicative condivise componente di servizio 4.2. Piattaforma tecnologica condivisa (Virtual hosting) componente di servizio 5. Servizi per la dematerializzazione (AIR-Umbria) 5.1. Piattaforma documentale condivisa componente di servizio 5.2. Conservazione file firmati digitalmente componente di servizio 6. Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) componente organizzativa 7. Centro regionale gestione contratti (CG-SPC-R) componente organizzativa 4

5 8. Comunità di pratica su temi specifici (CP) componente organizzativa Lo stato attuale di implementazione delle componenti previste dalla convenzione per la realizzazione della CN-Umbria è illustrato, in estrema sintesi, nella tabella seguente: 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) 1.1. Trasporto dati L attuale architettura di rete è stata aggiornata verso gli standard SPC sia per quanto riguarda la sicurezza che il trasporto dei dati, secondo il Piano dei fabbisogni approvato dalla Regione Umbria. E stata quindi completata la migrazione verso dispositivi di sicurezza aggiornati e tecnologicamente più performanti per tutti i punti di accesso presso gli Enti territoriali Sicurezza centrale Componente di servizio attivata ed in esercizio nel rispetto degli standard SPC Sicurezza locale ed help desk Tale componente ha avuto compimento nell affidamento dell incarico a Webred in qualità di ULS-R, e quindi per il supporto/help-desk relativamente ai problemi di connettività e di sicurezza degli Enti locali. In questo modo si è data attuazione anche alla convenzione tra DigitPA (ex-cnipa) e Regione dell Umbria per quanto riguarda la sicurezza della rete regionale. 5

6 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa (CA-Umbria) 2.1. Orchestratore e Registro NICA Sono attivi presso il Datacenter regionale di Terni (gestito da Webred) tutti i sistemi necessari al funzionamento della Cooperazione Applicativa (SPCoop) intra-regionale e extra-regionale. In particolare è attiva la porta di dominio NICA regionale (qualificata SPC presso DigitPA) necessaria alle comunicazioni in cooperazione applicativa verso le amministrazioni centrali e le altre regioni Porte di dominio Sono state dispiegate le porte di dominio di tutti gli Enti locali, delle due Province, delle Comunità Montane, dell ARPA, delle ASL, delle AO e dei medici di medicina generale e, ovviamente, quella della Regione Umbria che è stata anche qualificata SPC. Per migliorare le prestazioni e l affidabilità del sistema è stata effettuata la migrazione delle porte di dominio in piattaforma virtualizzata. 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi (FED-Umbria) 3.1. Sistema di identità Il sistema per la gestione delle identità è attualmente attivo per tutti i cittadini della Regione Umbria e, contestualmente, sono stati attivati 49 sportelli per l identificazione degli utenti. La diffusione ed attivazione del sistema in tutti i comuni è in corso nell ambito del progetto RI-Umbria (attivazione della rete regionale dei SUAP) contestualmente all avvio dei SUAP on line. 6

7 La diffusione ed attivazione del sistema in Sanità è in corso nell ambito del progetto carta operatore Nell ambito di quanto previsto nel progetto RI-Umbria sono state aggiornate alcune funzionalità del sistema. Per migliorare le prestazioni e l affidabilità del sistema è stata effettuata la migrazione del sistema di identità in piattaforma virtualizzata PEC Tutti gli enti soci del consorzio SIR sono dotati di almeno una casella PEC istituzionale nell ambito del contratto quadro stipulato dal Consorzio. 4. Servizi tecnologici gestione sistemi (Datacenter regionali) 4.1. Piattaforme applicative condivise Le principali piattaforme applicative condivise, sviluppate nell ambito dei progetti e-gov della Regione Umbria ed il cui contratto quadro per gli Enti territoriali è gestito dal Consorzio SIR Umbria, sono le seguenti: InterPA Protocollo informatico e gestione workflow documentale VBG Istanze online e gestione pratiche SUAP/SUE/Commercio ELISA (ELICAT/ELIFIS, GIT, ecc) Datawarehouse per la fiscalità 4.2. Piattaforma tecnologica condivisa (Virtual hosting) Presso il Datacenter regionale di Terni è attiva una piattaforma tecnologica condivisa virtualizzata, che ospita molti sistemi della Giunta regionale (SAP, SMG, ecc) e le piattaforme applicative condivise sviluppate nell ambito dei progetti e-gov (InterPA, VBG, ELISA). 7

8 In tale Datacenter sono a disposizione tutta una serie di servizi come la sicurezza ambientale e informatica, la gestione h24 dei server, il controllo della temperatura e umidità e tutti i servizi professionali tipici di una server farm. E attualmente in corso di progettazione il consolidamento dei server della Sanità all interno della piattaforma virtualizzata di Terni. Anche presso il Datacenter regionale di Perugia è attiva una piattaforma tecnologica condivisa virtualizzata, che ospita altri sistemi della Giunta regionale (Piattaforma documentale, Protocollo informatico, ecc). Ancora da sviluppare il tema della continuità operativa e disaster recovery dei due Datacenter, ed il rapporto con il Datacenter della Protezione Civile di Foligno. 5. Servizi per la dematerializzazione (AIR-Umbria) 5.1. Piattaforma documentale condivisa E in corso di esecuzione il progetto AIR-Umbria, che prevede la realizzazione di una piattaforma documentale condivisa e di applicativi per la completa gestione dei flussi documentali in digitale, quale evoluzione di quelle in uso Conservazione file firmati digitalmente E stata attivata tramite gara, da parte di Webred, una Convenzione quadro per la conservazione dei file firmati digitalmente a cui possono accedere tutti gli Enti territoriali dell Umbria. Attualmente ha attivato il servizio, e lo sta sperimentando, il Consorzio SIR. 8

9 6. Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) L Unità locale di sicurezza è stata attivata a fronte della convenzione con Webred per la migrazione al nuovo modello di sicurezza ed ha il compito di gestire la sicurezza della rete CN-Umbria su scala regionale, nonché di supportare le Unità locali di sicurezza territoriali (ULS-T) eventualmente attivate dai singoli Enti territoriali. E attualmente in corso di valutazione il consolidamento della rete realizzata dalla Sanità all interno del modello di sicurezza della CN-Umbria. 7. Centro regionale gestione contratti (CG-SPC-R) Nell ambito della convenzione tra la Regione Umbria ed il Consorzio SIR Umbria, quest ultimo è stato identificato come Centro regionale per la gestione dei contratti con il compito di coordinare i diversi fornitori e le attività di monitoraggio dei contratti attivati (SLA), in maniera tale da poter garantire ai propri Enti soci il rispetto di elevati standard di qualità. 8. Comunità di pratica su temi specifici (CP) Nell ambito del progetto RI-Umbria è stata attivata la Comunità di pratica per la standardizzazione dei procedimenti che ha avviato le sue attività per l uniformazione su scala regionale delle istanze per gli esercizi di vicinato e per attivare la presentazione on line di istanze ai SUAP. 9

10 Oggetto della fornitura La fornitura ha per oggetto la revisione delle sole componenti di servizio e delle componenti organizzative della Comunity Network dell'umbria. Lo scopo è produrre la documentazione necessaria a descrivere lo stato attuale della CN-Umbria (as-is) e la definizione degli scenari/casi d'uso previsti dalla normativa regionale vigente con particolare riferimento alle LR 8/2011 e LR 18/2011, ed a quanto previsto nel Codice dell'amministrazione Digitale (to-be). La revisione dovrà essere realizzata per ognuna delle componenti di servizio della CN-Umbria, secondo le seguenti tre tipologie operative: 1.Revisione documentale/organizzativa a)raccolta e revisione della documentazione funzionale esistente b)raccolta e revisione della documentazione organizzativa esistente c)proposte linee guida per l'integrazione della documentazione d)produzione di standard documentali, modulistica e modelli, finalizzati ad adottare una metodologia di gestione dei processi di assicurazione della qualità. 2.Revisione Specialistica a)raccolta e revisione della documentazione tecnica e specialistica esistente b)proposte linee guida per l'integrazione della documentazione 3.Definizione scenari operativi e/o casi d'uso a)gap analisys b)definizione e redazione degli scenari operativi c)definizione e redazione dei casi d'uso di breve e medio periodo La tabella illustra in dettaglio i prodotti minimi attesi per ognuna delle tipologie di revisione descritte sopra. 1

11 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento per la ComNet-Umbria Documento relativo al funzionamento della ComNet-Umbria ed alle sue componenti, sia per quanto riguarda il trasporto che la sicurezza Modulistica per la ComNet-Umbria Moduli per la richiesta dei servizi offerti dalla ComNet-Umbria e relative procedure di attivazione Piano dei fabbisogni della ComNet-Umbria Documento tecnico/economico con l elenco delle necessità di connettività degli Enti soci del Consorzio SIR Umbria Disciplinare ruoli e responsabilità della ComNet-Umbria Documento contenente le definizioni degli attori che partecipano alla ComNet-Umbria con riferimento ai diversi ruoli acquisiti ed alle relative responsabilità associate Evoluzione dell architettura di rete attuale, anche attraverso l implementazione di un autonomous system Integrazione dell attuale rete ComNet-Umbria basata su SPC, con la rete pubblica in fibra in corso di realizzazione da parte della società in-house Centralcom, soprattutto in riferimento alle priorità delle strutture della Sanità 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento del sistema di cooperazione applicativa Documento relativo al funzionamento della cooperazione applicativa nella Regione Umbria e relative procedure per l attivazione dei servizi tramite porta di dominio Elenco Porte di Dominio degli Enti territoriali Documento con l elenco delle porte di dominio attive presso gli Enti territoriali e relative informazioni tecniche Modulistica interoperabilità e cooperazione applicativa Moduli per l attivazione di servizi in cooperazione applicativa, compreso il modello di accordo di servizio Disciplinare ruoli e responsabilità per il Centro Servizi Regione Umbria per la Cooperazione Applicativa Documento relativo alla definizione dei soggetti interessati alla Cooperazione Applicativa regionale e associazione a ruoli e responsabilità Specifiche di integrazione con il sistema di cooperazione applicativa (framework CSRUCA CA- Umbria/ICAR) Documento tecnico riportante le informazioni relative all integrazione con il sistema di cooperazione applicativa Definizione di SLA e modalità di trasferimento automatizzato dei dati tra banche dati di diverse amministrazioni. Definizione di livelli/criteri di sicurezza & privacy per i servizi telematici erogati dai singoli enti attraverso la piattaforma di cooperazione applicativa Circolarità dei dati dell anagrafe dei residenti (INA/SAIA), da impiegare in via prioritaria in ambito sanitario (Anagrafe regionale degli assistiti) Circolarità dei dati delle imprese (Registro imprese), da impiegare in via prioritaria in ambito SUAP/SUAPE e fiscalità Circolarità dei dati del sistema ecografico-catastale regionale, da impiegare in via prioritaria in ambito SUAP/SUAPE e fiscalità 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Disciplinare ruoli e responsabilità per il sistema di identità digitale ed accesso ai servizi Guida di riferimento del sistema di identità digitale ed accesso ai servizi Integrazione del sistema di identità digitale FED-Umbria con il dominio regionale unico (active directory) e 1

12 Documento relativo al funzionamento di FED- Umbria ed alle modalità di accesso ai servizi ed all identificazione degli utenti Guida di riferimento per la posta elettronica certificata Documento relativo all utilizzo della PEC ed alle sue implicazioni legali Elenco degli sportelli degli Enti territoriali abilitati per l'identificazione nel sistema di identità digitale Documento contenente la lista degli sportelli degli Enti territoriali abilitati all identificazione degli utenti Modulistica posta elettronica certificata Moduli per l attivazione della PEC Modulistica identità digitale ed accesso ai servizi Moduli relativi alla richiesta di accesso ai servizi Documento relativo all architettura di FED-Umbria, dei moduli utilizzati nel sistema, dei ruoli e delle responsabilità degli utenti coinvolti nel processo di gestione del sistema di identità digitale Specifiche tecniche per l integrazione dei servizi telematici con il sistema di identità digitale (FED- Umbria) Documento tecnico con l indicazione dei webservices e delle interfacce necessarie per l integrazione dei servizi di backoffice con il sistema FED-Umbria Disciplinare ruoli e responsabilità per la gestione della Posta Elettronica Certificata Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità di tutti i soggetti coinvolti nella gestione e nell utilizzo della PEC con le applicazioni web della Giunta regionale, nonché implementazione organizzativa della gestione del ciclo di vita delle identità digitali Evoluzione del sistema di identità digitale, in riferimento al mantenimento delle prestazioni e della continuità operativa (anche tramite eventuali repliche installate in locale presso i singoli enti territoriali), all aggiornamento della piattaforma applicativa e all autenticazione facilitata con qualsiasi tipologia di CNS e qualsiasi browser/s.o. Evoluzione in merito a sicurezza & privacy per l utilizzo del sistema di identità digitale nelle applicazioni della sanità tramite carta operatore ed, in prospettiva, in caso di rilascio ai cittadini della tessera sanitaria formato CNS (TS-CNS) 4. Servizi tecnologici gestione sistemi Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento per le piattaforme applicative condivise Documento relativo al funzionamento delle piattaforme applicative condivise, al loro utilizzo e modalità di accesso Guida di riferimento per la piattaforma tecnologica condivisa (virtual hosting) Documento relativo al funzionamento della piattaforma tecnologica condivisa, alla sua gestione ed amministrazione Modulistica piattaforma applicativa condivisa Moduli per la richiesta di utilizzo di una piattaforma applicativa condivisa o per l implementazione di un nuovo applicativo Modulistica piattaforma tecnologica condivisa (virtual Disciplinare ruoli e responsabilità per la piattaforma applicativa condivisa Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti che intervengono nella gestione della piattaforma applicativa condivisa Disciplinare ruoli e responsabilità per la piattaforma tecnologica condivisa (virtual hosting) Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti che intervengono nella gestione della piattaforma di virtual hosting Impiego della piattaforma applicativa ELISA per gli scopi delle strutture della Giunta regionale e del Piano di semplificazione Impiego della piattaforma applicativa VBG per l uniformazione e la presentazione di istanze on line della Giunta regionale e per la trasmissione di dati via web Individuazione di un modello organizzativo e gestionale per l implementazione nei Datacenter regionali di eventuali server virtuali ad uso di un singolo ente Individuazione delle necessità hardware, software, di connettività ed organizzative per la continuità operativa ed il disaster recovery nei Datacenter regionali 1

13 hosting) Moduli per la richiesta di utilizzo del virtual hosting o per l attivazione di un nuovo server virtuale su piattaforma condivisa 5. Servizi per la dematerializzazione Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Disciplinare ruoli e responsabilità per i servizi per la dematerializzazione Documento relativo alla descrizione architetturale del sistema di dematerializzazione con indicazione dei ruoli e responsabilità dei soggetti coinvolti nel processo di dematerializzazione Guida di riferimento per la piattaforma documentale condivisa Documento relativo al funzionamento della piattaforma documentale condivisa con indicazione delle risorse messe a disposizione e delle procedure per l attivazione dei servizi Guida di riferimento per il sistema di conservazione dei file firmati digitalmente Documento relativo al funzionamento del sistema per la conservazione dei file firmati digitalmente con le procedure per l attivazione del servizio di conservazione dei file firmati digitalmente Modulistica piattaforma documentale condivisa Modulistica per la richiesta di attivazione dei servizi di archiviazione documentale Modulistica sistema di conservazione dei file firmati digitalmente Modulistica per la richiesta di attivazione dei servizi di conservazione dei file firmati digitalmente Definizione di un modello organizzativo per l'uso di una piattaforma documentale condivisa (Regione, Enti territoriali) e per la conservazione dei file firmati digitalmente. 1

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Architettura SPC e porta di dominio per le PA

Architettura SPC e porta di dominio per le PA Libro bianco sulla SOA v.1.0 Allegato 2_1 Architettura SPC e porta di dominio per le PA vs 02 marzo 2008 Gruppo di Lavoro SOA del ClubTI di Milano Premessa L architettura SPC e la relativa porta di dominio

Dettagli

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012

Il Cloud Computing. Lo strumento per un disaster recovery flessibile. Giorgio Girelli. Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Il Cloud Computing Lo strumento per un disaster recovery flessibile Giorgio Girelli Direttore Generale Actalis 12/10/2012 Agenda Il Gruppo Aruba Disaster Recovery: costo od opportunità? L esperienza Aruba

Dettagli

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE

LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE LO SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE I problemi del sistema vigente Lo Sportello Unico per le attività Produttive (SUAP) non ha avuto diffusione su tutto il territorio nazionale e non ha sostituito

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO

REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06) ALLEGATO N. 1 CARATTERISTICHE TECNICHE DEL SERVIZIO REGIONE BASILICATA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA INTEGRATO SERB ECM DELLA REGIONE BASILICATA (ART. 125 DEL D.LGS. N. 163/06)

Dettagli

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali

Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo verticale Applicazione: DoQui/Index - Motore di gestione dei contenuti digitali Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Attività relative al primo anno

Attività relative al primo anno PIANO OPERATIVO L obiettivo delle attività oggetto di convenzione è il perfezionamento dei sistemi software, l allineamento dei dati pregressi e il costante aggiornamento dei report delle partecipazioni

Dettagli

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based

Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Tematiche tecniche relative ai contratti di Housing/Hosting e Servizi Web-Based Prof. Franco Sirovich Dipartimento di Informatica Università di Torino www.di.unito.it franco.sirovich@di.unito.it 1 Definizioni

Dettagli

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu

più del mercato applicazioni dei processi modificato. Reply www.reply.eu SOA IN AMBITO TELCO Al fine di ottimizzare i costi e di migliorare la gestione dell'it, le aziende guardano, sempre più con maggiore interesse, alle problematiche di gestionee ed ottimizzazione dei processi

Dettagli

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp Come specificato dalla Direttiva N.8/2009 del Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione, la registrazione di nomi a dominio.gov.it è richiesta a tutte le Pubbliche Amministrazioni, al fine

Dettagli

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici

Ministero dell Interno Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali Direzione Centrale per i Servizi Demografici ALLEGATO TECNICO ALLA CIRCOLARE N. 23/05 Ai sensi del presente allegato tecnico si intende: a) per "S.S.C.E. il sistema di sicurezza del circuito di emissione dei documenti di identità elettronica; b)

Dettagli

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE

Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto S.I.MO.NE 1 Premessa Il presente documento ha lo scopo di facilitare la disseminazione e il riuso

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA

PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA PAGAMENTO ELETTRONICO DELLA MARCA DA BOLLO DIGITALE Allineato alla versione 1.7 delle Specifiche Attuative del Nodo dei Pagamenti-SPC Versione 1.0 - febbraio 2015 STATO DEL DOCUMENTO revisione data note

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L'EDILIZIA INDICE Art. 1 (Oggetto) Art. 2 (Definizioni) Art. 3 (Ambito di applicazione) Art. 4 (Istituzione dello Sportello Unico

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center

Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Ottimizzazione della gestione del data center con Microsoft System Center Declinazione di responsabilità e informazioni sul copyright Le informazioni contenute nel presente documento rappresentano le conoscenze

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140

DigitPA LINEE GUIDA. Centro di competenza del riuso. DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina 1 di 140 LINEE GUIDA PER L INSERIMENTO ED IL RIUSO DI PROGRAMMI INFORMATICI O PARTI DI ESSI PUBBLICATI NELLA BANCA DATI DEI PROGRAMMI INFORMATICI RIUTILIZZABILI DI DIGITPA DigitPA 00137 Roma - viale Marx, 43 Pagina

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Servizi di consulenza e soluzioni ICT

Servizi di consulenza e soluzioni ICT Servizi di consulenza e soluzioni ICT Juniortek S.r.l. Fondata nell'anno 2004, Juniortek offre consulenza e servizi nell ambito dell informatica ad imprese e professionisti. L'organizzazione dell'azienda

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE (redatto al solo fine di facilitare la lettura del Codice dell amministrazione digitale a seguito delle modifiche

Dettagli

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE

CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE DECRETO LEGISLATIVO 7 MARZO 2005, N. 82 TESTO VIGENTE (redatto al solo fine di facilitare la lettura del Codice dell amministrazione digitale a seguito delle modifiche

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments

SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI. Security for Virtual and Cloud Environments SICUREZZA SENZA COMPROMESSI PER TUTTI GLI AMBIENTI VIRTUALI Security for Virtual and Cloud Environments PROTEZIONE O PRESTAZIONI? Già nel 2009, il numero di macchine virtuali aveva superato quello dei

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione

Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Webinar: Cloud Computing e Pubblica Amministrazione Forum PA Webinar, 21 luglio 2015 Parleremo di: Il Gruppo e il network di Data Center Panoramica sul Cloud Computing Success Case: Regione Basilicata

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

I Professionisti della digitalizzazione documentale

I Professionisti della digitalizzazione documentale CON IL PATROCINIO DI PROGRAMMA MASTER COURSE ANORC MILANO, dal 3 al 26 NOVEMBRE 2015 Hotel degli Arcimboldi (Viale Sarca, n. 336) I Professionisti della digitalizzazione documentale Guida formativa per

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO -

AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - AUTOCERTIFICAZIONE DELL AGGIORNAMENTO INFORMALE - ATTIVITA PROFESSIONALE DI CUI ALL ALLEGATO A DEL REGOLAMENTO - (Art.5 c.1 e All.A del "Regolamento per l aggiornamento della competenza professionale"

Dettagli

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1

dott.ssa C.ristina Mugnai Revisione: 1 Tipo di documento: Progetto - Commissione Didattica 27 giugno 2011 Pag. 1 di 9 Premessa Il progetto nasce con l obiettivo di: a) informatizzare il processo di presentazione della domanda di laurea in analogia

Dettagli

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS

RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO 1.2. ATTIVAZIONE DELLA RICEZIONE DEL FILE CON L INPS RICEZIONE AUTOMATICA DEI CERTIFICATI DI MALATTIA 1.1. MALATTIE GESTIONE IMPORT AUTOMATICO Abbiamo predisposto il programma di studio Web per la ricezione automatica dei certificati di malattia direttamente

Dettagli

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.

TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia. TRIBUNALE DI FIRENZE Presidenza Viale Guidoni n.61-50127 Firenze -lei. 0557996279 -fax 0557996384 e-mail: presidenza.tribunale.firenze@qiustizia.it Firenze,.18. (?D.-l ~ AI SIGG.RI PRESIDENTIDEGLI ORDINI

Dettagli

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10

B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 B.P.S. Business Process Server ALLEGATO C10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE UFFICIO SISTEMA INFORMATIVO REGIONALE E STATISTICA Via V. Verrastro, n. 4 85100 Potenza tel

Dettagli

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014

Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE. Versione 1.0 24 Giugno 2014 Processi di business sovra-regionali relativi ai sistemi regionali di FSE Versione 1.0 24 Giugno 2014 1 Indice Indice... 2 Indice delle figure... 3 Indice delle tabelle... 4 Obiettivi del documento...

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

AVCP Generatore di XML

AVCP Generatore di XML AVCP Generatore di XML Perché è necessario... 2 Come Funziona... 3 Appalto... 3 Indice... 5 Anagrafiche... 6 Lotto... 7 Partecipanti... 9 Partecipante in Solitario (Partecipante)... 9 Partecipante in Raggruppamento...

Dettagli

QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE

QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE QUESITI FREQUENTI AFFERENTI LA GESTIONE DOCUMENTALE Aree tematiche: 1. Classificazione e fascicolazione 2. Conservazione & accreditamento 3. Dematerializzazione 4. Documenti informatici 5. Fatturazione

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana

In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana In Consiglio regionale della Toscana i buoni consigli di ITIL Consiglio Regione Toscana Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito di valutare /

Dettagli

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE

UN ARCHITETTURA UNITARIA. - Il nuovo modello di cooperazione SPC - PER L AGENDA DIGITALE UN ARCHITETTURA UNITARIA PER L AGENDA DIGITALE - Il nuovo modello di cooperazione SPC - documento.: INDICE ACRONIMI... 3 GLOSSARIO... 5 1. SCOPO E STRUTTURA DEL DOCUMENTO... 6 2. INTRODUZIONE... 7 2.1.

Dettagli

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale

Acronis Backup & Recovery 11. Affidabilità dei dati un requisito essenziale Protezio Protezione Protezione Protezione di tutti i dati in ogni momento Acronis Backup & Recovery 11 Affidabilità dei dati un requisito essenziale I dati sono molto più che una serie di uno e zero. Sono

Dettagli

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017

Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 Allegato 1 L AGENDA PER LA SEMPLIFICAZIONE 2015-2017 \ Premessa L obiettivo generale I settori chiave di intervento La cittadinanza digitale Il welfare e la salute Il fisco L edilizia L impresa Gli strumenti

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI dalla G.U. n. 59 del 12 marzo 2014 (s.o. n. 20) DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 3 dicembre 2013 Regole tecniche in materia di sistema di conservazione ai sensi degli articoli 20, commi

Dettagli

Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina

Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina Commissione Ingegneria dell Informazione La Firma Digitale e La PEC Come Strumenti di Comunicazione Nell era digitale GdL:Ingg Luigi Di Santo Filippo Filippella

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI

LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI LINEE GUIDA PER L'EFFETTUAZIONE DEI PAGAMENTI ELETTRONICI A FAVORE DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI E DEI GESTORI DI PUBBLICI SERVIZI ex articolo 5, comma 4 del decreto legislativo 7 marzo 2005. n. 82 e

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

G.U. 11 luglio 2002, n. 161 IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 Conoscenza e uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice

Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria. Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Progetto GOL! Giustizia On Line Distretti di Catanzaro e Reggio Calabria Il PCT per il Professionista ausiliario del Giudice Sommario INTRODUZIONE... 3 IL PROCESSO CIVILE TELEMATICO... 3 OBBLIGO DEL DEPOSITO

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria

Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria Relazione sulla qualità dei dati dell Archivio Anagrafico dell Anagrafe Tributaria e sull evoluzione della cooperazione informatica in Agenzia delle Entrate 23 febbraio 2012 1 Indice 1. QUALITÀ DATI DELL

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli

Informazioni personali

Informazioni personali Informazioni personali Nome e cognome Alessandro Melchionna Laurea Scienze Statistiche Presetaie Le mie esperienze professionali e le competenze acquisite gravitano in diversi domini, quali quello del

Dettagli

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK

Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK Nasce un nuovo modo di pensare alla posta DAL TUO PC STAMPI UN DOCUMENTO E SPEDISCI UNA BUSTA LA TUA POSTA IN UN CLICK LA TUA POSTA IN UN CLICK Clicca&Posta è una soluzione software per la gestione della

Dettagli

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati.

I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. gestione documentale I vostri documenti sempre disponibili e sincronizzati. In qualsiasi momento e da qualsiasi parte del mondo accedendo al portale Arxidoc avete la possibilità di ricercare, condividere

Dettagli

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione

Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Aspetti metodologici per lo sviluppo del software per la Gestione della formazione Software da rilasciare con licenza GPL. Componente tecnologica: Drupal Premessa Obiettivi e Linee-Guida Mettere a disposizione

Dettagli

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n.

l Agenzia per l Italia Digitale, istituita ai sensi del D.L 22 giugno 2012 n. 83, convertito con modificazioni nella Legge 7 agosto 2012 n. CONTRATTO QUADRO N. 2/2014 PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI INTERCONNESSIONE TRA SISTEMA PUBBLICO DI CONNETTIVITÀ E RETE NAZIONALE INTERBANCARIA, NELL AMBITO DEL SISTEMA INFORMATIZZATO DEI PAGAMENTI DELLA

Dettagli

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE

PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE PROPOSTE SISTEMA DI CITIZEN RELATIONSHIP MANAGEMENT (CRM) REGIONALE Versione 1.0 Via della Fisica 18/C Tel. 0971 476311 Fax 0971 476333 85100 POTENZA Via Castiglione,4 Tel. 051 7459619 Fax 051 7459619

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

Dizionario delle Forniture ICT

Dizionario delle Forniture ICT Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione Manuale operativo Dizionario delle Forniture ICT Classe di Fornitura Gestione

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli