Capitolato speciale per la fornitura di

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolato speciale per la fornitura di"

Transcript

1 ALLEGATO A Capitolato speciale per la fornitura di Servizi di verifica procedurale e funzionale delle componenti di servizio della Community Network dell'umbria nell'ambito del piano di Semplificazione di cui alla L.R. 8/2011 1

2 Contesto operativo e riferimenti normativi La Community Network Regionale è l insieme di servizi infrastrutturali, standard/regole condivise e meccanismi di coordinamento, istituiti da una disposizione regionale e rispondenti ai requisiti previsti in SPC (Sistema Pubblico di Connettività di cui al d.lgs. n.82/2005 CAD ), con l obiettivo di porre le condizioni per collegare i soggetti su un territorio e rendere possibile la cooperazione applicativa tra i sistemi informativi delle pubbliche amministrazioni e tra queste e i cittadini e le imprese. La Community Network dell Umbria (in breve CN-Umbria) è istituita dall art.10 della legge regionale 16 settembre 2011, n. 8 "Semplificazione amministrativa e normativa dell'ordinamento regionale e degli enti locali territoriali", che riporta quanto segue: CAPO III - SVILUPPO DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE Art Servizi infrastrutturali regionali per l'amministrazione digitale 1. La Regione promuove e favorisce l'esercizio dei diritti per l'utilizzo degli strumenti informatici e telematici nei rapporti con la pubblica amministrazione da parte di cittadini e imprese, nel rispetto del disposto del decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell'amministrazione digitale), garantendo i servizi infrastrutturali abilitanti per l'erogazione di servizi applicativi e telematici da parte delle pubbliche amministrazioni del territorio, compresi i servizi per la sicurezza, l'identità digitale e la cooperazione applicativa, che costituiscono la "community network regionale" a standard del Sistema Pubblico di Connettività (SPC). 2. La Regione opera per servizi integrati più efficienti e semplificati per i cittadini e le imprese sul territorio regionale concludendo, a tal fine, specifici accordi di collaborazione anche con le amministrazioni centrali, con le loro sedi sul territorio regionale nonché con le altre regioni e le province autonome. 3.La realizzazione di quanto previsto nel presente articolo costituisce svolgimento di funzioni istituzionali. Successivamente la Giunta Regionale con propria deliberazione n. 1666/2011 ha approvato il Piano per la Semplificazione Amministrativa al cui interno è stata individuata una specifica attività di verifica che riguarda le componenti di servizio della CN-Umbria. Il piano per la semplificazione riporta quanto segue: 2

3 Verifica della community network Per quanto riguarda gli strumenti di supporto tecnologico alle strategie della l.r. n.8/2011, all avvio del Piano di Semplificazione dovranno essere condotte delle attività di verifica dei servizi infrastrutturali componenti la community network regionale, individuando gli eventuali adeguamenti necessari rispetto agli standard SPC, alle disposizioni del nuovo CAD, recentemente novellato, ed agli obiettivi e alle azioni del presente Piano. A tal fine si opererà in collaborazione con il Consorzio S.I.R. Umbria, che attualmente riveste il ruolo di Centro regionale di gestione dei contratti (CG-SPC-R) nell ambito della convenzione per la Community Network dell Umbria sottoscritta dalla Regione con il Consorzio stesso, con la società in house Webred s.p.a. che attualmente riveste il ruolo di Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) per la Community Network dell Umbria, ed infine in collaborazione con DigitPA nell ambito del Protocollo d intesa per SPC sottoscritto tra Regione e DigitPA. Dovrà essere condotta anche una verifica approfondita delle soluzioni applicative sviluppate ed in uso nell ambito dei progetti e- gov e di quelle utilizzate dall Ente regione, con particolare riferimento alla soluzione di protocollo informatico e di gestione informatica di flussi e documenti, rispetto agli obiettivi di semplificazione e di dematerializzazione del presente Piano. Dovranno essere pianificati, e poi messi in atto, tutti gli interventi organizzativi, formativi e tecnologici necessari al progressivo adeguamento dei sistemi, ove necessario e secondo le priorità che saranno individuate, nonché per attivare il riuso od estendere l impiego delle soluzioni applicative già adeguate. La legge regionale n.8/2011 considera fattore strategico l'innovazione tecnologica della pubblica amministrazione e la massima diffusione di strumenti telematici nei rapporti fra i cittadini, le imprese e le pubbliche amministrazioni. La Community Network dell Umbria (CN-Umbria) è costituita dalle seguenti componenti (in parte di natura tecnologica/servizio e in parte di natura organizzativa): 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) 3

4 1.1. Trasporto dati componente di servizio 1.2. Sicurezza centrale componente di servizio 1.3. Sicurezza locale ed help desk componente di servizio 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa (CA-Umbria) 2.1. Orchestratore e Registro NICA componente di servizio 2.2. Porte di dominio componente di servizio 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi (FED-Umbria) 3.1. Sistema di identità digitale componente di servizio 3.2. PEC componente di servizio 4. Servizi tecnologici gestione sistemi (Datacenter regionali) 4.1. Piattaforme applicative condivise componente di servizio 4.2. Piattaforma tecnologica condivisa (Virtual hosting) componente di servizio 5. Servizi per la dematerializzazione (AIR-Umbria) 5.1. Piattaforma documentale condivisa componente di servizio 5.2. Conservazione file firmati digitalmente componente di servizio 6. Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) componente organizzativa 7. Centro regionale gestione contratti (CG-SPC-R) componente organizzativa 4

5 8. Comunità di pratica su temi specifici (CP) componente organizzativa Lo stato attuale di implementazione delle componenti previste dalla convenzione per la realizzazione della CN-Umbria è illustrato, in estrema sintesi, nella tabella seguente: 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) 1.1. Trasporto dati L attuale architettura di rete è stata aggiornata verso gli standard SPC sia per quanto riguarda la sicurezza che il trasporto dei dati, secondo il Piano dei fabbisogni approvato dalla Regione Umbria. E stata quindi completata la migrazione verso dispositivi di sicurezza aggiornati e tecnologicamente più performanti per tutti i punti di accesso presso gli Enti territoriali Sicurezza centrale Componente di servizio attivata ed in esercizio nel rispetto degli standard SPC Sicurezza locale ed help desk Tale componente ha avuto compimento nell affidamento dell incarico a Webred in qualità di ULS-R, e quindi per il supporto/help-desk relativamente ai problemi di connettività e di sicurezza degli Enti locali. In questo modo si è data attuazione anche alla convenzione tra DigitPA (ex-cnipa) e Regione dell Umbria per quanto riguarda la sicurezza della rete regionale. 5

6 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa (CA-Umbria) 2.1. Orchestratore e Registro NICA Sono attivi presso il Datacenter regionale di Terni (gestito da Webred) tutti i sistemi necessari al funzionamento della Cooperazione Applicativa (SPCoop) intra-regionale e extra-regionale. In particolare è attiva la porta di dominio NICA regionale (qualificata SPC presso DigitPA) necessaria alle comunicazioni in cooperazione applicativa verso le amministrazioni centrali e le altre regioni Porte di dominio Sono state dispiegate le porte di dominio di tutti gli Enti locali, delle due Province, delle Comunità Montane, dell ARPA, delle ASL, delle AO e dei medici di medicina generale e, ovviamente, quella della Regione Umbria che è stata anche qualificata SPC. Per migliorare le prestazioni e l affidabilità del sistema è stata effettuata la migrazione delle porte di dominio in piattaforma virtualizzata. 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi (FED-Umbria) 3.1. Sistema di identità Il sistema per la gestione delle identità è attualmente attivo per tutti i cittadini della Regione Umbria e, contestualmente, sono stati attivati 49 sportelli per l identificazione degli utenti. La diffusione ed attivazione del sistema in tutti i comuni è in corso nell ambito del progetto RI-Umbria (attivazione della rete regionale dei SUAP) contestualmente all avvio dei SUAP on line. 6

7 La diffusione ed attivazione del sistema in Sanità è in corso nell ambito del progetto carta operatore Nell ambito di quanto previsto nel progetto RI-Umbria sono state aggiornate alcune funzionalità del sistema. Per migliorare le prestazioni e l affidabilità del sistema è stata effettuata la migrazione del sistema di identità in piattaforma virtualizzata PEC Tutti gli enti soci del consorzio SIR sono dotati di almeno una casella PEC istituzionale nell ambito del contratto quadro stipulato dal Consorzio. 4. Servizi tecnologici gestione sistemi (Datacenter regionali) 4.1. Piattaforme applicative condivise Le principali piattaforme applicative condivise, sviluppate nell ambito dei progetti e-gov della Regione Umbria ed il cui contratto quadro per gli Enti territoriali è gestito dal Consorzio SIR Umbria, sono le seguenti: InterPA Protocollo informatico e gestione workflow documentale VBG Istanze online e gestione pratiche SUAP/SUE/Commercio ELISA (ELICAT/ELIFIS, GIT, ecc) Datawarehouse per la fiscalità 4.2. Piattaforma tecnologica condivisa (Virtual hosting) Presso il Datacenter regionale di Terni è attiva una piattaforma tecnologica condivisa virtualizzata, che ospita molti sistemi della Giunta regionale (SAP, SMG, ecc) e le piattaforme applicative condivise sviluppate nell ambito dei progetti e-gov (InterPA, VBG, ELISA). 7

8 In tale Datacenter sono a disposizione tutta una serie di servizi come la sicurezza ambientale e informatica, la gestione h24 dei server, il controllo della temperatura e umidità e tutti i servizi professionali tipici di una server farm. E attualmente in corso di progettazione il consolidamento dei server della Sanità all interno della piattaforma virtualizzata di Terni. Anche presso il Datacenter regionale di Perugia è attiva una piattaforma tecnologica condivisa virtualizzata, che ospita altri sistemi della Giunta regionale (Piattaforma documentale, Protocollo informatico, ecc). Ancora da sviluppare il tema della continuità operativa e disaster recovery dei due Datacenter, ed il rapporto con il Datacenter della Protezione Civile di Foligno. 5. Servizi per la dematerializzazione (AIR-Umbria) 5.1. Piattaforma documentale condivisa E in corso di esecuzione il progetto AIR-Umbria, che prevede la realizzazione di una piattaforma documentale condivisa e di applicativi per la completa gestione dei flussi documentali in digitale, quale evoluzione di quelle in uso Conservazione file firmati digitalmente E stata attivata tramite gara, da parte di Webred, una Convenzione quadro per la conservazione dei file firmati digitalmente a cui possono accedere tutti gli Enti territoriali dell Umbria. Attualmente ha attivato il servizio, e lo sta sperimentando, il Consorzio SIR. 8

9 6. Unità locale di sicurezza regionale (ULS-R) L Unità locale di sicurezza è stata attivata a fronte della convenzione con Webred per la migrazione al nuovo modello di sicurezza ed ha il compito di gestire la sicurezza della rete CN-Umbria su scala regionale, nonché di supportare le Unità locali di sicurezza territoriali (ULS-T) eventualmente attivate dai singoli Enti territoriali. E attualmente in corso di valutazione il consolidamento della rete realizzata dalla Sanità all interno del modello di sicurezza della CN-Umbria. 7. Centro regionale gestione contratti (CG-SPC-R) Nell ambito della convenzione tra la Regione Umbria ed il Consorzio SIR Umbria, quest ultimo è stato identificato come Centro regionale per la gestione dei contratti con il compito di coordinare i diversi fornitori e le attività di monitoraggio dei contratti attivati (SLA), in maniera tale da poter garantire ai propri Enti soci il rispetto di elevati standard di qualità. 8. Comunità di pratica su temi specifici (CP) Nell ambito del progetto RI-Umbria è stata attivata la Comunità di pratica per la standardizzazione dei procedimenti che ha avviato le sue attività per l uniformazione su scala regionale delle istanze per gli esercizi di vicinato e per attivare la presentazione on line di istanze ai SUAP. 9

10 Oggetto della fornitura La fornitura ha per oggetto la revisione delle sole componenti di servizio e delle componenti organizzative della Comunity Network dell'umbria. Lo scopo è produrre la documentazione necessaria a descrivere lo stato attuale della CN-Umbria (as-is) e la definizione degli scenari/casi d'uso previsti dalla normativa regionale vigente con particolare riferimento alle LR 8/2011 e LR 18/2011, ed a quanto previsto nel Codice dell'amministrazione Digitale (to-be). La revisione dovrà essere realizzata per ognuna delle componenti di servizio della CN-Umbria, secondo le seguenti tre tipologie operative: 1.Revisione documentale/organizzativa a)raccolta e revisione della documentazione funzionale esistente b)raccolta e revisione della documentazione organizzativa esistente c)proposte linee guida per l'integrazione della documentazione d)produzione di standard documentali, modulistica e modelli, finalizzati ad adottare una metodologia di gestione dei processi di assicurazione della qualità. 2.Revisione Specialistica a)raccolta e revisione della documentazione tecnica e specialistica esistente b)proposte linee guida per l'integrazione della documentazione 3.Definizione scenari operativi e/o casi d'uso a)gap analisys b)definizione e redazione degli scenari operativi c)definizione e redazione dei casi d'uso di breve e medio periodo La tabella illustra in dettaglio i prodotti minimi attesi per ognuna delle tipologie di revisione descritte sopra. 1

11 1. Servizi di trasporto e sicurezza (ComNet-Umbria) Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento per la ComNet-Umbria Documento relativo al funzionamento della ComNet-Umbria ed alle sue componenti, sia per quanto riguarda il trasporto che la sicurezza Modulistica per la ComNet-Umbria Moduli per la richiesta dei servizi offerti dalla ComNet-Umbria e relative procedure di attivazione Piano dei fabbisogni della ComNet-Umbria Documento tecnico/economico con l elenco delle necessità di connettività degli Enti soci del Consorzio SIR Umbria Disciplinare ruoli e responsabilità della ComNet-Umbria Documento contenente le definizioni degli attori che partecipano alla ComNet-Umbria con riferimento ai diversi ruoli acquisiti ed alle relative responsabilità associate Evoluzione dell architettura di rete attuale, anche attraverso l implementazione di un autonomous system Integrazione dell attuale rete ComNet-Umbria basata su SPC, con la rete pubblica in fibra in corso di realizzazione da parte della società in-house Centralcom, soprattutto in riferimento alle priorità delle strutture della Sanità 2. Servizi di interoperabilità e cooperazione applicativa Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento del sistema di cooperazione applicativa Documento relativo al funzionamento della cooperazione applicativa nella Regione Umbria e relative procedure per l attivazione dei servizi tramite porta di dominio Elenco Porte di Dominio degli Enti territoriali Documento con l elenco delle porte di dominio attive presso gli Enti territoriali e relative informazioni tecniche Modulistica interoperabilità e cooperazione applicativa Moduli per l attivazione di servizi in cooperazione applicativa, compreso il modello di accordo di servizio Disciplinare ruoli e responsabilità per il Centro Servizi Regione Umbria per la Cooperazione Applicativa Documento relativo alla definizione dei soggetti interessati alla Cooperazione Applicativa regionale e associazione a ruoli e responsabilità Specifiche di integrazione con il sistema di cooperazione applicativa (framework CSRUCA CA- Umbria/ICAR) Documento tecnico riportante le informazioni relative all integrazione con il sistema di cooperazione applicativa Definizione di SLA e modalità di trasferimento automatizzato dei dati tra banche dati di diverse amministrazioni. Definizione di livelli/criteri di sicurezza & privacy per i servizi telematici erogati dai singoli enti attraverso la piattaforma di cooperazione applicativa Circolarità dei dati dell anagrafe dei residenti (INA/SAIA), da impiegare in via prioritaria in ambito sanitario (Anagrafe regionale degli assistiti) Circolarità dei dati delle imprese (Registro imprese), da impiegare in via prioritaria in ambito SUAP/SUAPE e fiscalità Circolarità dei dati del sistema ecografico-catastale regionale, da impiegare in via prioritaria in ambito SUAP/SUAPE e fiscalità 3. Servizi di identità digitale ed accesso ai servizi Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Disciplinare ruoli e responsabilità per il sistema di identità digitale ed accesso ai servizi Guida di riferimento del sistema di identità digitale ed accesso ai servizi Integrazione del sistema di identità digitale FED-Umbria con il dominio regionale unico (active directory) e 1

12 Documento relativo al funzionamento di FED- Umbria ed alle modalità di accesso ai servizi ed all identificazione degli utenti Guida di riferimento per la posta elettronica certificata Documento relativo all utilizzo della PEC ed alle sue implicazioni legali Elenco degli sportelli degli Enti territoriali abilitati per l'identificazione nel sistema di identità digitale Documento contenente la lista degli sportelli degli Enti territoriali abilitati all identificazione degli utenti Modulistica posta elettronica certificata Moduli per l attivazione della PEC Modulistica identità digitale ed accesso ai servizi Moduli relativi alla richiesta di accesso ai servizi Documento relativo all architettura di FED-Umbria, dei moduli utilizzati nel sistema, dei ruoli e delle responsabilità degli utenti coinvolti nel processo di gestione del sistema di identità digitale Specifiche tecniche per l integrazione dei servizi telematici con il sistema di identità digitale (FED- Umbria) Documento tecnico con l indicazione dei webservices e delle interfacce necessarie per l integrazione dei servizi di backoffice con il sistema FED-Umbria Disciplinare ruoli e responsabilità per la gestione della Posta Elettronica Certificata Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità di tutti i soggetti coinvolti nella gestione e nell utilizzo della PEC con le applicazioni web della Giunta regionale, nonché implementazione organizzativa della gestione del ciclo di vita delle identità digitali Evoluzione del sistema di identità digitale, in riferimento al mantenimento delle prestazioni e della continuità operativa (anche tramite eventuali repliche installate in locale presso i singoli enti territoriali), all aggiornamento della piattaforma applicativa e all autenticazione facilitata con qualsiasi tipologia di CNS e qualsiasi browser/s.o. Evoluzione in merito a sicurezza & privacy per l utilizzo del sistema di identità digitale nelle applicazioni della sanità tramite carta operatore ed, in prospettiva, in caso di rilascio ai cittadini della tessera sanitaria formato CNS (TS-CNS) 4. Servizi tecnologici gestione sistemi Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Guida di riferimento per le piattaforme applicative condivise Documento relativo al funzionamento delle piattaforme applicative condivise, al loro utilizzo e modalità di accesso Guida di riferimento per la piattaforma tecnologica condivisa (virtual hosting) Documento relativo al funzionamento della piattaforma tecnologica condivisa, alla sua gestione ed amministrazione Modulistica piattaforma applicativa condivisa Moduli per la richiesta di utilizzo di una piattaforma applicativa condivisa o per l implementazione di un nuovo applicativo Modulistica piattaforma tecnologica condivisa (virtual Disciplinare ruoli e responsabilità per la piattaforma applicativa condivisa Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti che intervengono nella gestione della piattaforma applicativa condivisa Disciplinare ruoli e responsabilità per la piattaforma tecnologica condivisa (virtual hosting) Documento relativo alla definizione dei ruoli e delle responsabilità dei soggetti che intervengono nella gestione della piattaforma di virtual hosting Impiego della piattaforma applicativa ELISA per gli scopi delle strutture della Giunta regionale e del Piano di semplificazione Impiego della piattaforma applicativa VBG per l uniformazione e la presentazione di istanze on line della Giunta regionale e per la trasmissione di dati via web Individuazione di un modello organizzativo e gestionale per l implementazione nei Datacenter regionali di eventuali server virtuali ad uso di un singolo ente Individuazione delle necessità hardware, software, di connettività ed organizzative per la continuità operativa ed il disaster recovery nei Datacenter regionali 1

13 hosting) Moduli per la richiesta di utilizzo del virtual hosting o per l attivazione di un nuovo server virtuale su piattaforma condivisa 5. Servizi per la dematerializzazione Documentale/Organizzativo Specialistico Scenari/Casi d uso Disciplinare ruoli e responsabilità per i servizi per la dematerializzazione Documento relativo alla descrizione architetturale del sistema di dematerializzazione con indicazione dei ruoli e responsabilità dei soggetti coinvolti nel processo di dematerializzazione Guida di riferimento per la piattaforma documentale condivisa Documento relativo al funzionamento della piattaforma documentale condivisa con indicazione delle risorse messe a disposizione e delle procedure per l attivazione dei servizi Guida di riferimento per il sistema di conservazione dei file firmati digitalmente Documento relativo al funzionamento del sistema per la conservazione dei file firmati digitalmente con le procedure per l attivazione del servizio di conservazione dei file firmati digitalmente Modulistica piattaforma documentale condivisa Modulistica per la richiesta di attivazione dei servizi di archiviazione documentale Modulistica sistema di conservazione dei file firmati digitalmente Modulistica per la richiesta di attivazione dei servizi di conservazione dei file firmati digitalmente Definizione di un modello organizzativo per l'uso di una piattaforma documentale condivisa (Regione, Enti territoriali) e per la conservazione dei file firmati digitalmente. 1

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria.

Regione Umbria. Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni. www.umbriageo.regione.umbria. DIREZIONE AMBIENTE TERRITORIO E INFRASTRUTTURE Servizio Informatico/Informativo: geografico ambientale e territoriale Sessione tematica V: Standardizzazione ed armonizzazione interistituzionale delle informazioni

Dettagli

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria)

La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) La «Community Network dell Umbria» (CN-Umbria) Un opportunità per gli Enti territoriali della Regione Umbria 1 La riforma della Pubblica Amministrazione La trasformazione dei processi della PA: Le riforme

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

L.R. n.8/2011 capo III: sviluppo dell amministrazione digitale

L.R. n.8/2011 capo III: sviluppo dell amministrazione digitale Ambito di coordinamento Conoscenza e Welfare Servizio informativo regionale, e-government, società dell'informazione e infrastrutture tecnologiche L.R. n.8/2011 capo III: sviluppo dell amministrazione

Dettagli

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop

Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Il modello di gestione delle identità digitali in SPCoop Francesco Tortorelli Il quadro normativo e regolatorio di riferimento 2 Il codice dell amministrazione digitale (CAD) CAD Servizi Access di services

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery COMUNE DI PALOMONTE Provincia di Salerno Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n.

COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. COMUNE DI MAGIONE Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di Conversione 11 agosto 2014, n. 114 Rif. int. : Rev. : 0.0 Vers. Prec. : Sommario 1- Revisioni...

Dettagli

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano

Relazione accompagnamento Studio di Fattibilità Tecnica COMUNE DI TURRI. Provincia Medio Campidano COMUNE DI TURRI Provincia Medio Campidano Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica per la Continuità Operativa ed il Disaster Recovery ai sensi della Circolare n.58 di DigitPA del

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

Pisa Convegno Legautonomie

Pisa Convegno Legautonomie Spunti di riflessione sui nuovi scenari della amministrazione pubblica digitale Pisa Convegno Legautonomie 25 ottobre 2010 Elena Tabet Il lungo cammino dell amministrazione digitale Istituzione di un Autorità

Dettagli

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde

Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde Bando Diffusione della CRS nelle scuole lombarde 1. Premesse 1.1 Per incarico della Regione Lombardia, Lombardia Informatica S.p.A. cura la realizzazione della Carta Regionale dei Servizi (CRS) e la sua

Dettagli

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line

Agenda Digitale. Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Agenda Digitale Le azioni messe in campo dalla Regione Basilicata per lo sviluppo delle Infrastrutture telematiche e l erogazione dei servizi on-line Dott. Nicola A. Coluzzi Ufficio Società dell'informazione

Dettagli

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS

BOZZA. Attività Descrizione Competenza Raccolta e definizione delle necessità Supporto tecnico specialistico alla SdS Allegato 1 Sono stati individuati cinque macro-processi e declinati nelle relative funzioni, secondo le schema di seguito riportato: 1. Programmazione e Controllo area ICT 2. Gestione delle funzioni ICT

Dettagli

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av)

Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Relazione di accompagnamento allo Studio di Fattibilità Tecnica del Comune di Rotondi (Av) Circolare DigitPA 1 dicembre 2011 n. 58 GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA Serie generale - n. 30 del

Dettagli

Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008

Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008 Gestione Informatica delle pratiche sismiche Forlì 9 ottobre 2014 Sistema Informativo Sismica (SIS) Art. 4, comma 2, L.R. n. 19/2008 La Giunta regionale promuove «lo sviluppo di un sistema integrato che

Dettagli

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE

PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE PROTOCOLLO INFORMATICO E GESTIONE ELETTRONICA DEI DOCUMENTI: PRESENTAZIONE BASE Guglielmo LONGOBARDI Centro di Competenza Trasparenza e gestione elettronica dei documenti ALL ORIGINE DEI SISTEMI DOCUMENTARI

Dettagli

Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza

Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza Corso sull'amministrazione Digitale: dal CAD al decreto Trasparenza edizione 2013-2014 Presso il CIRSFID, Via Galliera 3, Bologna Il programma di seminari qui proposto è rivolto primariamente alle pubbliche

Dettagli

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP)

Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Provincia di Forlì-Cesena Comune di Forlì Comune di Cesena Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) Normativa di riferimento D.P.R. 20 ottobre

Dettagli

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE

TRA CONSIDERATO CHE VISTO CHE Protocollo d intesa per l utilizzo della soluzione informatica realizzata dalle Camere di Commercio, Industria e Artigianato per l esercizio delle funzioni assegnate allo Sportello Unico per le Attività

Dettagli

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015

Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Determina Ufficio Segreteria n 1 del 13.02.2015 Adozione del Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni on line. IL SEGRETARIO COMUNALE Visto

Dettagli

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it

Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it Pina Civitella pina.civitella@comune.bologna.it La timeline del quadro normativo (1) 1998 2000 2004 2005 Protocollo informatico Regole tecniche per il protocollo informatico di cui al decreto del Presidente

Dettagli

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione 11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione Approvata con delibera di Giunta regionale n. 744 del 28 Giugno 2011 Semplificazione

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni COMUNE DI SANTA GIUSTINA IN COLLE (PD) * * * Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni, segnalazioni 1 CONTESTO La realizzazione del Piano di informatizzazione

Dettagli

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014

Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 177 del 31 12 2014 50888 50889 50890 Sezione 1 - Offerta Formativa Trasversale e di Base Sezione Percorso Il sistema e le procedure degli Uffici Giudiziari Formativo Obiettivi del modulo Livello Durata (in ore) Prerequisiti

Dettagli

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO.

Scheda rilevazione sistemi ICT e strumenti ICT. Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO. Scheda rilevazione sistemi e strumenti sistemi ICT e strumenti ICT Modelli di funzionamento istituzionale, organizzativo e gestionale POLO VALLI DEL VERBANO Allegato Sommario 1 Dotazioni informatiche

Dettagli

Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82

Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 CODICE DELL AMMINISTRAZIONE DIGITALE (CAD) Decreto Legislativo 7 marzo 2005, n. 82 Modifiche ed integrazioni introdotte dal decreto-legge 22 giugno 2012 n. 83 e 6 luglio 2012 n 95 (convertiti con modificazioni,

Dettagli

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese

I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Agenda Digitale Toscana I Villaggi Digitali per i cittadini e per le imprese Laura Castellani ICT e crescita Nell Agenda Digitale Europea la Commissione ha indicato ai Paesi membri obiettivi per il 2020

Dettagli

Lavorare con il documento informatico: firme e certificati digitali, posta elettronica certificata e conservazione

Lavorare con il documento informatico: firme e certificati digitali, posta elettronica certificata e conservazione Lavorare con il documento informatico: firme e certificati digitali, posta elettronica certificata e conservazione INTRODUZIONE AL SEMINARIO Lavorare con il documento informatico: firme e certificati digitali,

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n.

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. 90/2014) Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 08 del 17.02.2015

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FORMAZIONE AVANZATA e-government 1. Premessa Oggi l innovazione nella pubblica amministrazione (PA) e, in particolare,

Dettagli

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia

Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia Quali azioni per l implementazione del FSE: l esperienza della Regione Puglia ing. Vito Bavaro email: v.bavaro@regione.puglia.it Ufficio Sistemi Informativi e Flussi Informativi Servizio Accreditamento

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE CONSORZIO SERVIZI ECOLOGIA E AMBIENTE PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... Piano informatizzazione

Dettagli

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016. Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n.

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016. Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n. PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2014-2016 Adottato con deliberazione del Presidente del Consorzio SIR Umbria 22/01/2014 n. 4 Le amministrazioni pubbliche devono adottare, in base a quanto disposto

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA

REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA COMMUNE DE GRESSAN REGOLAMENTO PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE E DICHIARAZIONI PER VIA TELEMATICA Approvazione deliberazione del Consiglio comunale n. 10 del 13/01/2012 del Consiglio comunale n. del Art.

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT)

COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) COMUNE DI TERNI DIREZIONE INNOVAZIONE PA - SERVIZI INFORMATIVI (ICT) DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE Numero 144 del 20/01/2011 OGGETTO: Micro Organizzazione Direzione Innovazione PA - Sistemi Informativi

Dettagli

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 27 settembre 2012 Regole tecniche per l'identificazione, anche in via telematica, del titolare della casella di posta elettronica certificata, ai sensi

Dettagli

Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE

Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE Benvenuti alla SESSIONE INFORMATIVA SULLA VERIFICA ALBO ON LINE 1 Programma dell incontro: Saluti Aspetti normativi La soluzione tecnologica La procedura di avviamento Il diritto all oblio 2 Legge n. 69/2009

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012

UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO. DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 UNIONE DEI COMUNI MONTANI COLLINE DEL FIORA COMPRENDENTE I COMUNI DI PITIGLIANO MANCIANO SORANO VIA UGOLINI, 83 58017 PITIGLIANO (GR) SERVIZIO SEGRETERIA COPIA DETERMINAZIONE n 20 del 11/02/2012 OGGETTO:

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Bertinoro Provincia di Forlì-Cesena PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Dettagli

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014

STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE. Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Al servizio di gente unica STRATEGIA DI SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE Restituzione e approfondimento dei risultati dei Tavoli tematici di dicembre 2014 Trieste 11 febbraio 2015 La crescita digitale in

Dettagli

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it

Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale. Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Gli strumenti del Codice dell Amministrazione Digitale Prefettura di Reggio Calabria 23-25 novembre 2010 www.vincenzocalabro.it Programma Il Codice dell Amministrazione Digitale Il Documento Informatico

Dettagli

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese)

COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) COMUNE DI BARASSO (Provincia di Varese) Approvate con delibera della Giunta Comunale n.30 del 18.05.2015 Linee guida per la disciplina di accesso e riutilizzo delle banche dati (open data) Redatte ai sensi

Dettagli

Comune di Perugia Piano di Informatizzazione ex art 24 D.L. 90/2014. Comune di Perugia PRIME DISPOSIZIONI

Comune di Perugia Piano di Informatizzazione ex art 24 D.L. 90/2014. Comune di Perugia PRIME DISPOSIZIONI Comune di Perugia Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 coordinato con la legge di conversione 11 agosto 2014, n. 114 PRIME DISPOSIZIONI Sommario 1- Revisioni... 2 2- Glossario...

Dettagli

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI

FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI FORMAZIONE AVANZATA IL CONSERVATORE DEI DOCUMENTI DIGITALI 1. Premessa Con raccomandazione del 27/10/2011 - digitalizzazione e accessibilità dei contenuti culturali e sulla conservazione digitale - la

Dettagli

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania

Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Introduzione alla Cooperazione applicativa in Campania Cos è SPICCA è una infrastruttura costituita dall insieme di risorse hardware e componenti applicative, rappresenta la piattaforma per la realizzazione

Dettagli

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n.

DigitPA. VISTI gli articoli 16 e 16 bis del decreto Legge 29 novembre 2008, n. 185 convertito con modificazioni dalla Legge 28 gennaio 2009 n. DigitPA VISTO l art. 6, comma 1 bis, del decreto legislativo 7 marzo 2005 n. 82 (indicato in seguito con l acronimo CAD), come modificato dal decreto legislativo 30 dicembre 2010 n. 235; VISTI gli articoli

Dettagli

OGGETTO DELLA FORNITURA...4

OGGETTO DELLA FORNITURA...4 Gara d appalto per la fornitura di licenze software e servizi per la realizzazione del progetto di Identity and Access Management in Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. CAPITOLATO TECNICO Indice 1 GENERALITÀ...3

Dettagli

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo

COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo Allegato alla deliberazione C.C. n. 39 del 19/9/2005 COMUNE DI BREMBILLA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER LA COMUNICAZIONE ART. 1 - PRINCIPI GENERALI... 2 ART. 2 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 ART.

Dettagli

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM

La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM La dematerializzazione, la standardizzazione, la tracciabilità e la trasparenza dei processi amministrativi. La soluzione SAP BPM Agenda 1. Dematerializzazione dei flussi amministrativi 2. Gli elementi

Dettagli

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale

MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale MCloud.Gov l infrastruttura SaaS per la Pubblica Amministrazione locale 1. Livello infrastrutturale Il Cloud, inteso come un ampio insieme di risorse e servizi fruibili da Internet che possono essere dinamicamente

Dettagli

DATI IDENTIFICATIVI DEL SUAP. Tipologia Il Comune esercita le funzioni inerenti il SUAP in associazione con altri Comuni e non e' capofila

DATI IDENTIFICATIVI DEL SUAP. Tipologia Il Comune esercita le funzioni inerenti il SUAP in associazione con altri Comuni e non e' capofila Il sottoscritto Davide Colloca, codice fiscale CLLDVD71C23I968S, in qualità di Responsabile SUAP del Comune di ZERBOLO' (PV) dichiara che il Comune ha instituito lo Sportello Unico per le Attività Produttive

Dettagli

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c.

COMUNE DI CARPEGNA. Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino. Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. COMUNE DI CARPEGNA Montefeltro Provincia di Pesaro e Urbino Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Approvato con delibera di Giunta Comunale n. 13 del 16/02/2015 Pag. 2 2.

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

e.toscana Compliance visione d insieme

e.toscana Compliance visione d insieme Direzione Generale Organizzazione e Sistema Informativo Area di Coordinamento Ingegneria dei Sistemi Informativi e della Comunicazione I.T.S.A.E. e.toscana Compliance visione d insieme Gennaio 2007 Versione

Dettagli

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese

Destinatari I destinatari del servizio sono sia gli utenti interni che i cittadini e le imprese Sintesi del progetto L evoluzione normativa ha portato il Comune di Giugliano ad una revisione del proprio sistema informatico documentale da alcuni anni. La sensibilità del Direttore Generale al miglioramento

Dettagli

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto

CST Area di Taranto. Assemblea dei Sindaci 19.09.2008. Relazione Attività Di Progetto CST Area di Taranto Assemblea dei Sindaci 19.09.2008 Relazione Attività Di Progetto Uno degli obiettivi del progetto CST Area di TARANTO è stato quello di garantire la diffusione dei servizi innovativi

Dettagli

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP

L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP Prof. Stefano Pigliapoco L AMMINISTRAZIONE PUBBLICA DIGITALE: OPPORTUNITÀ E OBBLIGHI PER GLI ENTI ERP s.pigliapoco@unimc.it La società dell informazione e della conoscenza La digitalizzazione delle comunicazioni,

Dettagli

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna

ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna ALLEGATO 1 Dichiarazione di intenti per la realizzazione ed utilizzo di datacenter in Emilia-Romagna La Regione Emilia-Romagna, nella persona dell Assessore alla Programmazione territoriale, urbanistica,

Dettagli

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso

Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3. Avviso Regione Calabria Assessorato alle Attività Produttive Dipartimento 5 Settore 1 - Servizio 3 Avviso Interventi a favore dei Comuni finalizzati allo sviluppo del sistema dei SUAP nella Regione Calabria Indagine

Dettagli

Fattura elettronica e conservazione

Fattura elettronica e conservazione Fattura elettronica e conservazione Maria Pia Giovannini Responsabile Area Regole, standard e guide tecniche Agenzia per l Italia Digitale Torino, 22 novembre 2013 1 Il contesto di riferimento Agenda digitale

Dettagli

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE per il Triennio 2015-2017

COMUNE DI CASTIGLION FIORENTINO Provincia di Arezzo. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE per il Triennio 2015-2017 COMUNE D CASTGLON FORENTNO Provincia di Arezzo PANO D NFORMATZZAZONE per il Triennio - (Art. 24 DL 90/2014 convertito con Legge 11 agosto 2014 n. 114) Premessa n ottemperanza alle disposizioni di cui all

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Prospetto Informativo on-line Standard tecnici del sistema informativo per l invio telematico del Prospetto Informativo Documento: UNIPI.StandardTecnici Revisione

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA

COMUNE DI TERNO D ISOLA COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di BERGAMO Piano triennale di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni (Art 24 comma 3bis D.L. 90/2014) INDICE 1)

Dettagli

Intervento al Corso Università digitale. Filippo D Arpa. 14 Novembre 2011

Intervento al Corso Università digitale. Filippo D Arpa. 14 Novembre 2011 Intervento al Corso Università digitale Filippo D Arpa 14 Novembre 2011 Indice Premessa Introduzione al nuovo C.A.D Le linee guida Università Digitale Le iniziative in corso in UNIPA Premessa Piano egov

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Per la realizzazione di interventi di sviluppo dei sistemi informativi della Giustizia Amministrativa

PROTOCOLLO D INTESA. Per la realizzazione di interventi di sviluppo dei sistemi informativi della Giustizia Amministrativa Il Ministro per le Riforme e le Innovazioni nella pubblica amministrazione Il Presidente del Consiglio di Stato PROTOCOLLO D INTESA Per la realizzazione di interventi di sviluppo dei sistemi informativi

Dettagli

AZIENDA PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERSITARI Viale Unità d'italia 32/A CHIETI SCALO

AZIENDA PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERSITARI Viale Unità d'italia 32/A CHIETI SCALO AZIENDA PER IL DIRITTO AGLI STUDI UNIVERTARI Viale Unità d'italia 32/A CHIETI SCALO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Premesse Riferimenti

Dettagli

Progetto RI-Umbria. Scenario Operativo e Piano di Lavoro

Progetto RI-Umbria. Scenario Operativo e Piano di Lavoro Progetto Scenario Operativo e Piano di Lavoro Indice Introduzione...3 1. Cos è il progetto RIUMBRIA...4 1.1 Finalità...4 1.2 Obiettivi...6 1.4 Strategia Attuativa...7 1.4 Risultati attesi...9 2. Governo

Dettagli

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale

Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati. Agenzia per l Italia Digitale Conservazione del documento informatico ed i conservatori accreditati Agenzia per l Italia Digitale 21-11-2014 L «ecosistema» della gestione dei documenti informatici PROTOCOLLO INFORMATICO FIRME ELETTRONICHE

Dettagli

La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive

La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive La dematerializzazione della documentazione amministrativa: situazione e prospettive Prof. Pierluigi Ridolfi Componente CNIPA Roma - 12 ottobre 2006 1 Cosa è stato fatto Gruppo di lavoro interministeriale

Dettagli

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti

MUTA Modello Unico Trasmissione Atti MUTA Modello Unico Trasmissione Atti A cura di Elisabetta Sciacca Direzione SIRE / Responsabile Progetto Muta Milano, 15 settembre 2011 SINTESI DEI CONTENUTI 1. La piattaforma MUTA 2. I servizi 3. Scenari

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE VII APPENDICE I CASI DI STUDIO Servizi pubblici territoriali online

Dettagli

Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA. La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione

Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA. La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione Convenzione per il rilascio delle credenziali di Sistema piemonte da parte delle scuole paritarie TRA La Regione Piemonte Assessorato all Istruzione e le Associazioni di rappresentanza delle scuole paritarie

Dettagli

Governance e linee guida tecnicoorganizzative

Governance e linee guida tecnicoorganizzative Allegato 1 Servizio Governance e linee guida tecnicoorganizzative del sistema ICAR-ER INDICE 1. Introduzione 3 1.1 Definizione e Acronimi 3 1.2 Scopo del documento 4 1.3 Destinatari 4 2. Il Sistema ICAR-ER

Dettagli

Appalti telematici. Fideiussione elettronica. Analisi del contesto e piano di lavoro per la sperimentazione

Appalti telematici. Fideiussione elettronica. Analisi del contesto e piano di lavoro per la sperimentazione Appalti telematici Fideiussione elettronica Analisi del contesto e piano di lavoro per la sperimentazione A cura del Gruppo tecnico costituito a seguito del Protocollo d intesa per la produzione delle

Dettagli

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di MELLE Comune di VALMALA PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione

Dettagli

Il documento informatico nel Comune di Cuneo. Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo

Il documento informatico nel Comune di Cuneo. Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo Il documento informatico nel Comune di Cuneo Francesca Imperiale Settore Segreteria Generale Servizio Archivio Comune di Cuneo 1 Firma digitale e documento informatico L acquisizione della firma digitale

Dettagli

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi

Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Una Scelta in Comune Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio di registrazione della dichiarazione di volontà sulla donazione di organi Le Linee-Guida Operative per l attivazione del servizio

Dettagli

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano

COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano COMUNE DI TREZZANO ROSA Provincia di Milano 20060 Trezzano Rosa Piazza XXV Aprile, 1 C.F. 83502090158 P.IVA 04670940156 info@comune.trezza norosa.mi.it www.comune.trezzanorosa.mi.it Tel. 02 920199 Tecnico

Dettagli

La soluzione offerta dal Consorzio Civica

La soluzione offerta dal Consorzio Civica SwG-SUAP La soluzione offerta dal Consorzio Civica Sommario - L ARCHITETTURA DEL SISTEMA - LE FUNZIONALITA - EVOLUZIONI PREVISTE - IL SITO INTERNET - REQUISITI DI UTILIZZO - CONDIZIONI COMMERCIALI - IL

Dettagli

Suap il Comune inizia la dematerializzazione dei servizi

Suap il Comune inizia la dematerializzazione dei servizi www.infocamere.it Suap il Comune inizia la dematerializzazione dei servizi ilsuap Con Maurizio Vego Scocco Bassano del Grappa 5 giugno 2013 Consulente INFOCAMERE Camere di Commercio di Pordenone e di Vicenza

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 07/2013 Procedura comparativa per il conferimento di un incarico di collaborazione coordinata e continuativa per il profilo specialistico di Esperto nei processi

Dettagli

COMUNE DI CASAVATORE. Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEL PORTALE INTERNET COMUNALE

COMUNE DI CASAVATORE. Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEL PORTALE INTERNET COMUNALE COMUNE DI CASAVATORE Provincia di Napoli REGOLAMENTO DEL PORTALE INTERNET COMUNALE INDICE Articolo 1 Oggetto del regolamento e riferimenti normativi Articolo 2 Principi generali Articolo 3 Scopo del portale

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE COMUNE DI PIEGARO Provincia di Perugia PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente

Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Comune di Padova Settore Servizi istituzionali e affari generali Servizio archivistico comunale Archivi ibridi: soluzioni operative per un problema del presente Il sistema di gestione documentale dell

Dettagli

Seminario Formativo. La Posta Elettronica Certificata (PEC)

Seminario Formativo. La Posta Elettronica Certificata (PEC) Comune di Viterbo Prefettura di Viterbo Provincia di Viterbo Coordinamento territoriale per l Amministrazione Digitale della provincia di Viterbo Seminario Formativo La Posta Elettronica Certificata: aspetti

Dettagli

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE

Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE Comune di RACCONIGI PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L EVOLUZIONE (TO-BE)... 6 Piano informatizzazione presentazione

Dettagli

SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO

SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO SISTEMA ISTEMA INFORMATIVO PRATICHE EDILIZIEDILIZIE E MONITORAGGIO SIPEM è il servizio telematico promosso da ANCI, CNGeGL e CIPAG, frutto della stretta collaborazione in sede progettuale tra ANCITEL S.p.A.

Dettagli

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini.

Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. REGIONE PIEMONTE BU32 08/08/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 2 agosto 2013, n. 37-6240 Servizi on-line: modalita' di autenticazione dei cittadini. A relazione degli Assessori Vignale, Ghiglia,

Dettagli

MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE

MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE MISURAZIONE DELLA PERFORMANCE (STRALCIO PIANO DELLA PERFORMANCE AGID 2014-2016) 1.1 ALBERO DELLA PERFORMANCE Pur perdurando il momento di profondo riordino dell assetto organizzativo e delle attività dell

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni COMUNE DI VILLA BARTOLOMEA (Provincia di Verona) Corso Fraccaroli 70, 37049 Villa Bartolomea VR Tel. 0442.659077 Fax 0442.659033 Progetto: Gestione Istanze (MyInstance) Piano di informatizzazione delle

Dettagli

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche

SITAS. Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche SITAS Sistema Informatico per la Trasparenza delle Autorizzazioni Sismiche Le procedure per l edificazione nei comuni della Regione Lazio classificati a rischio sismico soffrivano di: Complessa gestione

Dettagli

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP

Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) CUReP Sistema di Interoperabilità e di Cooperazione Applicativa Evoluta in sicurezza (SPICCA) un caso d uso Centro Integrato di Prenotazione della Regione Campania CUReP DIT WorkShop Cup on line interregionale

Dettagli

Incontro allo stand Forum PA 2010

Incontro allo stand Forum PA 2010 Innovazione e pubblica amministrazione: la Direzione Generale per l organizzazione, gli affari generali, l innovazione, il bilancio ed il personale (DG-OAGIP) Incontro allo stand Forum PA 2010 19 maggio

Dettagli

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI

CONVENZIONE. Progetto per la semplificazione amministrativa. ComUnica la tua attività commerciale COMUNE DI Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura Lecce COMUNE DI Progetto per la semplificazione amministrativa C O N V E N Z I O N E T R A - la Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

Delibera del Direttore Generale n. 290 del 14/04/2014

Delibera del Direttore Generale n. 290 del 14/04/2014 Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 Delibera del

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI

ACI Informatica S.p.A. Direzione Sviluppo Software. Capitolato tecnico per l affidamento di servizi professionali per sviluppo CRM ACI CONTROLLO DELLE COPIE Il presente documento, se non preceduto dalla pagina di controllo identificata con il numero della copia, il destinatario, la data e la firma autografa del Responsabile della Documentazione,

Dettagli

AREA: Settore Amministrativo - Area 2 Servizio Segreteria DETERMINAZIONE n.239/2015 del 22.10.2015. In data 22 ottobre 2015 nella Residenza Municipale

AREA: Settore Amministrativo - Area 2 Servizio Segreteria DETERMINAZIONE n.239/2015 del 22.10.2015. In data 22 ottobre 2015 nella Residenza Municipale PUBBLICAZIONE La presente determinazione è stata pubblicata all'albo Pretorio del Comune il 26/10/2015 e vi rimarrà fino al 05/11/2015. Comune di Mottola Provincia di Taranto Lì 26/10/2015 IL RESPONSABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL SERVIZIO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO - COMUNICAZIONE Adottato con deliberazione Consiglio Comunale n 40 del 2004 (art. 8, c. 2 - legge 150/2000) CAPO I DISPOSIZIONI

Dettagli