Relazione di revisione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione di revisione"

Transcript

1 COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI Relazione di revisione 24 novembre 2014 Claudio Mariani Membro della Commissione Controllo Societario ODCEC Milano Socio KPMG - Professore a contratto, Università Bicocca

2 Argomenti trattati Normativa di riferimento Elementi della relazione di revisione Espressione del giudizio professionale Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Coming soon. ISA Italia Novità attese in ambito ISA

3 Normativa di riferimento

4 Normativa di riferimento Art. 156 del D.Lgs. 58/1998 (TUF). Art. 14 del D.Lgs. 39/2010. ISA 700 Formazione del giudizio e relazione sul bilancio. Comunicazione Consob n del 1 dicembre 1999 Modalità di redazione della relazione della società di revisione applicabile sia agli incarichi legali che volontari. P.R. n. 002 Modalità di redazione della relazione di controllo contabile. Non raccomandato da Consob e non adattato dalle società di revisione per elementi di difformità rispetto ai Principi di Revisione Internazionali (ISA) ed alla prassi in uso. Documento di ricerca Assirevi n. 138 La relazione di revisione sul bilancio.

5 Elementi della relazione di revisione

6 Elementi della relazione di revisione Titolo: TUF, D.Lgs. 39/2010, revisione volontaria, ; Destinatari: generalmente gli Azionisti o Soci; Paragrafo introduttivo: bilancio d esercizio, consolidato, intermedio, ; periodo di riferimento; Responsabilità: degli amministratori e del revisore; Natura e portata dell incarico: PR utilizzati, finalità della revisione e modalità di svolgimento, ; Giudizio sul bilancio: rinvio; Richiami d informativa (eventuali); Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio: rinvio; Data, luogo e firma del revisore.

7 Elementi della relazione di revisione Per le società assoggettate al TUF, si esprime anche il giudizio di coerenza su alcune delle informazioni obbligatorie ex art. 123-bis TUF, presentate nella Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari predisposta in sede di redazione del bilancio.

8 Espressione del giudizio professionale

9 Espressione del giudizio professionale Il revisore esprime il proprio giudizio professionale sul bilancio sottoposto a revisione in una sezione specifica. Le tipologie di giudizio sono: Giudizio senza rilievi; Giudizio con rilievi o limitazioni; Giudizio negativo; Dichiarazione dell impossibilità di esprimere un giudizio.

10 Il giudizio senza rilievi (giudizio positivo) Può essere espresso quando: è stata effettuata una revisione contabile senza limitazioni; il bilancio è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto è stato redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria ed il risultato d esercizio della società (o del gruppo).

11 Il giudizio senza rilievi (Esempio) "A nostro giudizio, il bilancio d'esercizio della ABC S.p.A. al 31 dicembre 2014, è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della ABC S.p.A. per l'esercizio chiuso a tale data."

12 Il giudizio con rilievi Viene emesso quando sussistono: deviazioni dalle norme di legge o dai corretti principi contabili o errori significativi: nella non ottemperanza alla normativa civilistica in tema di valutazioni/classificazioni (errori significativi); nell inadeguatezza delle informazioni contenute nel bilancio. deviazioni dagli statuiti principi di revisione: impedimenti tecnici incontrati nello svolgimento delle procedure; restrizioni imposte dagli amministratori nell acquisizione di elementi probative. comunque tali da non togliere significatività al bilancio nel suo complesso.

13 Il giudizio con rilievi (Esempi) "Le rimanenze di magazzini della Società sono iscritte in bilancio per un importo di xxx. Gli amministratori non hanno valutato tali rimanenze di magazzino al minore tra il costo e il loro valore netto di realizzo ma unicamente al costo; ciò costituisce una deviazione dai corretti principi contabili. Le registrazioni della Società indicano che qualora gli amministratori avessero valutato le rimanenze di magazzino al minore tra il costo e il loro valore netto di realizzo, sarebbe stato necessario svalutare le stesse per un importo di xxx. Conseguentemente, il costo del venduto sarebbe stato superiore di xxx, e le imposte sui redditi, l'utile netto ed il patrimonio netto sarebbero stati inferiori rispettivamente di xxx, di xxx e di xxx." "A nostro giudizio, il bilancio d'esercizio della ABC S.p.A. al 31 dicembre 2014, ad eccezione del rilievo evidenziato nel precedente paragrafo 3, è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della ABC S.p.A. per l'esercizio chiuso a tale data."

14 Il giudizio con rilievi (Esempi) "Nelle note esplicative gli amministratori indicano di non disporre delle informazioni necessarie ai fini della completa informativa sulle parti correlate prevista dai principi contabili di riferimento; la mancanza di tali informazioni non ci ha consentito di completare le procedure di revisione per la verifica della correttezza dell'informativa fornita in bilancio in merito alle parti correlate." "A nostro giudizio, il bilancio separato della ABC S.p.A. al 31 dicembre 2014, ad eccezione dei possibili effetti connessi al rilievo indicato nel precedente paragrafo 3, è conforme agli International Financial Reporting Standards adottati dall'unione Europea: esso pertanto è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria, il risultato economico ed i flussi di cassa della ABC S.p.A. per l'esercizio chiuso a tale data."

15 Il giudizio negativo (giudizio avverso) Quando ci sono delle deviazioni dalle norme di legge o dai corretti principi contabili o errori il cui effetto è tale da togliere significatività al bilancio nel suo complesso. L espressione di un giudizio avverso non esime il revisore dal rilevare nella relazione eventuali altri fatti che si sarebbero concretizzati in eccezioni in aggiunta a quelli che hanno giustificato l espressione del giudizio avverso. Spesso è la concomitanza di più eccezioni che conduce al giudizio avverso.

16 Il giudizio negativo (Esempio) "A nostro giudizio, a causa dei rilievi esposti nei precedenti paragrafi 4 e 5, il bilancio d'esercizio della ABC S.p.A. al 31 dicembre 2014 non è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione; esso pertanto non è redatto con chiarezza e non rappresenta in modo veritiero e corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della ABC S.p.A.per l'esercizio chiuso a tale data."

17 Impossibilità di esprimere un giudizio Quando esistono deviazioni dagli statuiti principi di revisione di particolare gravità che rendono impossibile la formulazione di un giudizio

18 Impossibilità di esprimere un giudizio (Esempio) "A causa degli effetti connessi alle incertezze descritte nel precedente paragrafo 3 e dei possibili effetti connessi al rilievo descritto nel precedente paragrafo 4, non siamo in grado di esprimere un giudizio sul bilancio d'esercizio della ABC S.p.A. al 31 dicembre 2014."

19 Pervasività dei rilievi

20 Situazioni di incertezza Si riferiscono ad eventi futuri che non sono sotto il diretto controllo della società ed i cui riflessi sul bilancio non possono essere ragionevolmente stimati alla data della revisione. Tra le incertezze rientrano i problemi connessi alla continuità aziendale (P.R. 570). Il revisore deve verificare: l adeguatezza e ragionevolezza dei trattamenti contabili adottati; le informazioni rese in nota integrativa.

21 Situazioni di incertezza Giudizio senza rilievi: in base agli elementi acquisiti il revisore, giudica adeguato il trattamento contabile e l informativa di bilancio. Giudizio con rilievi: qualora il revisore ritenga che: l incertezza non è stata adeguatamente descritta; il trattamento contabile non appare condivisibile; sempre che la situazione di incertezza non sia così rilevante da porre dubbi sull attendibilità del bilancio nel suo complesso. Giudizio negativo: incertezza tanto rilevante da porre dubbi sull attendibilità complessiva del bilancio, con una non adeguata informativa. Impossibilità di esprimere un giudizio: quando le azioni poste in essere dagli Amministratori per superare la situazione d incertezza rilevante ed i conseguenti trattamenti contabili si basano su presupposti fortemente opinabili.

22 Richiamo di informativa E inserito dopo il paragrafo del giudizio, senza quindi alcun effetto sul giudizio stesso. Il revisore richiama i fatti di particolare importanza indicati dalla società nella nota integrativa del bilancio. Esempi: elementi di incertezza non di gravità tale da impedire un giudizio senza rilievi; cambiamento dei criteri di valutazione; norme civilistiche speciali che confliggono con le norme del bilancio; eventi particolari.

23 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio

24 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Disciplinato dal P.R Il TUF (art. 156 comma 4-bis) e il Codice Civile (art ter) richiedono al revisore di esprimere un giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio. Non è un giudizio di conformità o di rappresentazione veritiera e corretta della relazione sulla gestione rispetto alle norme di riferimento ma esclusivamente di coerenza tra le informazioni contenute nella relazione sulla gestione ed il bilancio oggetto di revisione contabile.

25 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Il revisore verifica il riscontro tra le informazioni finanziarie (solo queste) incluse nella relazione sulla gestione con il bilancio, con la contabilità generale e con le informazioni di dettaglio usate per la formazione del bilancio. Informazioni finanziarie: derivanti dal bilancio oggetto di revisione, dalla contabilità generale e dalle scritture contabili sottostanti. Altre informazioni (non finanziarie): il revisore non è tenuto ad effettuare specifiche procedure e procede unicamente con una lettura critica di tali informazioni per identificare eventuali palesi incoerenze con il bilancio (es. informazioni su previsioni di fatturato in contrasto con i piani usati per l impairment test).

26 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Esempi di informazioni finanziarie : schemi riclassificati di bilancio; indicatori alternativi di performance; ripartizione di ricavi per linea di prodotto; indicatori di risultato finanziari, ivi inclusa la posizione finanziaria; risultati operativi dei settori di attività; rapporti con parti correlate; informazioni sulle azioni proprie e sulle azioni o quote di società controllanti; informazioni finanziarie relative a fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio.

27 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Esempi di altre informazioni : informazioni sul portafoglio ordini; informazioni sulle quote di mercato; informazioni economiche generali, sul settore di appartenenza ed i competitor; informazioni sulla capacità produttiva e sul suo utilizzo; indicatori di risultato non finanziari (ad esempio indici di puntualità delle consegne, tasso di soddisfazione della clientela); informazioni previsionali; informazioni estratte da contratti; informazioni estratte da sistemi di reportistica interni; informazioni ambientali e sociali.

28 Giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio Qualora il revisore identifichi incoerenze tra la relazione sulla gestione ed il bilancio dovrà valutarne la significatività ai fini dell espressione del giudizio professionale. Viene considerata significativa un incoerenza che può influenzare le decisioni economiche che gli utilizzatori del bilancio assumono sulla base delle informazioni contenute nella relazione sulla gestione predisposta dagli amministratori.

29 Giudizio sul bilancio vs. giudizio sulla coerenza

30 Giudizio sul bilancio vs. giudizio sulla coerenza Tipologia di giudizio sul bilancio Rilievi per divergenza rispetto ai principi contabili di riferimento Rilievi per limitazioni del processo revisionale rispetto ai principi di revisione di riferimento Impossibilità di espressione del giudizio per limitazioni al procedimento di revisione o per significative incertezze Giudizio avverso Effetti sul giudizio sulla coerenza Effetto sul giudizio sulla coerenza da valutare nelle specifiche circostanze Effetto sul giudizio sulla coerenza da valutare nelle specifiche circostanze Impossibilità di espressione del giudizio sulla coerenza Impossibilità di espressione del giudizio sulla coerenza

31 Coming soon. ISA Italia

32 Coming soon ISA Italia In attesa dell'approvazione UE per l'adozione negli stati membri degli ISA, in Italia verranno adottati "a breve" gli ISA Italia. A breve?... dal 2015?... In attesa di determina da parte del MEF. Saranno gli ISA tradotti, con "localizzazioni" per adeguamento a normativa italiana (es. verifiche periodiche e coerenza con REG). Con l'introduzione degli ISA Italia avremo specifici principi di revisione che disciplineranno la relazione di revisione: PR700: Formazione del giudizio e relazione sul bilancio; PR705: Modifiche al giudizio (rilievi); PR706: Richiami d'informativa; PR710: Informazioni comparative. Gli elementi della relazione saranno in linea con art. 14 D.Lgs. 39/2010, mentre lo schema e la struttura si prevede subiranno variazioni (es. titolo e dati comparativi).

33 Novità attese in ambito ISA

34 Novità attese in ambito ISA (1/3) ISA DRAFT, verranno pubblicati in gennaio NUOVI ISA, verranno adottati dal 2016.

35 Novità attese in ambito ISA (2/3) Principali modifiche alla relazione di revisione di EIP e NON EIP: I revisori esprimono un giudizio: I. se la relazione sulla gestione è coerente con il bilancio dello stesso esercizio, e II. se la relazione sulla gestione è stata preparata in conformità dei requisiti di legge applicabili. I revisori dichiarano se, in base a ciò che hanno compreso dell'impresa e relativo contesto, hanno individuato rilevanti dichiarazioni errate nella relazione sulla gestione, fornendone una descrizione. I revisori dichiarano eventuali incertezze significative relative a eventi o a circostanze che potrebbero sollevare dubbi significativi sulla capacità dell'ente di mantenere la continuità aziendale. Qualora il bilancio d'esercizio dell'impresa madre sia allegato al bilancio consolidato, le relazioni dei revisori legali possono essere combinate. Gli Stati membri possono stabilire requisiti supplementari con riferimento al contenuto della relazione.

36 Novità attese in ambito ISA (3/3) Ulteriori modifiche alla relazione di revisione, sono previste per i soli EIP. La relazione degli EIP dovrà inoltre prevedere: Un descrizione dei più rilevanti rischi valutati di errori significativi (compresi quelli di frode), una sintesi della risposta del revisore e le osservazioni principali formulate in relazione a tali rischi. Spiega in quale misura la revisione legale dei conti sia stata ritenuta in grado di rilevare irregolarità, frodi incluse. L'indicazione di qualsiasi servizio, oltre alla revisione contabile, prestato dal revisore che non sia descritto nella relazione di gestione o in bilancio. La dichiarazione che non sono stati prestati servizi proibiti e che il revisore è rimasto indipendente nello svolgimento della revisione. Altre informazioni: da chi è stato conferito l'incarico; data di conferito; periodo ininterrotto di incarichi di revisione inclusi i rinnovi; conferma che la relazione di revisione è coerente con la relazione all'audit Committee.

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B. Indice. Oggetto del presente principio di revisione (SA Italia).1-3

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B. Indice. Oggetto del presente principio di revisione (SA Italia).1-3 PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 720B LE RESPONSABILITA DEL SOGGETTO INCARICATO DELLA REVISIONE LEGALE RELATIVAMENTE ALL ESPRESSIONE DEL GIUDIZIO SULLA COERENZA (In vigore per le revisioni contabili

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001)

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001) CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 001 (CNDCEC PR 001) IL GIUDIZIO SULLA COERENZA DELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE CON IL BILANCIO FEBBRAIO 2009

Dettagli

Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999

Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999 Comunicazione n. DAC/99088450 dell'1-12-1999 MODALITÀ DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DELLA SOCIETÀ DI REVISIONE AI SENSI DELL'ART.156 DEL D. LGS. 24.2.1998, N.58 1. Introduzione La finalità del presente

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI NELLA RELAZIONE DEL REVISORE INDIPENDENTE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 706 RICHIAMI D'INFORMATIVA E PARAGRAFI RELATIVI AD ALTRI ASPETTI (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Principi di Revisione: la Relazione. La relazione di revisione

Principi di Revisione: la Relazione. La relazione di revisione Principi di Revisione: la Relazione La relazione di revisione 1 Normativa La Consob ha emesso la comunicazione 99088450 del 1 dicembre 1999 con la quale adegua lo schema di relazione alle innovazioni introdotte

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI

CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI CONSIGLIO NAZIONALE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI PRINCIPIO DI REVISIONE 002 (CNDCEC PR 002) MODALITA DI REDAZIONE DELLA RELAZIONE DI CONTROLLO CONTABILE AI SENSI DELL ART. 2409

Dettagli

Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore

Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore Revisione legale e controllo della qualità: larelazione del revisore di Alberto Pesenato (*) Il documento finale redatto dal revisore legale è la relazione di revisione. Essa è il sigillo che conferma

Dettagli

La relazione di revisione

La relazione di revisione La relazione di revisione Corso di Audit e Governance Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli Indice Normativa e prassi professionale di riferimento in Italia I principi di revisione

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione.

SCHEMA DI SVOLGIMENTO. Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone. La relazione di revisione. TEMA N. 3 L istituto della revisione legale dei conti (TRACCIA ASSEGNATA ALL UNIVERISTÀ DI VERONA - I SESSIONE 2010) SCHEMA DI SVOLGIMENTO Revisione legale dei conti: soggetti obbligati e principi di revisone.

Dettagli

IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio

IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio IL PROCESSO DI REVISIONE. 7) Conclusioni audit e reporting: La relazione di revisione sul bilancio! " # $ %&'&$%&'' (# )*'& %&'' 1 Documento n. 560 Eventi successivi Con il termine eventi successivi si

Dettagli

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014

Principi di Revisione. Luca Bonvino 24 settembre 2014 Principi di Revisione Luca Bonvino 24 settembre 2014 1 La revisione iniziò ad affermarsi all inizio del 1900 come conseguenza del ricorso da parte delle imprese a forme di risparmio diffuso: si trattava

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 VERBALE DI RIUNIONE DEL 8 APRILE 2013 ---------- Il giorno 8 del mese di Aprile 2013 alle ore 9,00 i sottoscritti Santolini rag. Livio, Monti dott. Roberto, Ricci dott.sa Silva, sindaci revisori effettivi

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014

RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO. sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 RELAZIONE DEL REVISORE LEGALE UNICO sul BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 ai sensi dell art. 2429, comma 2 c.c. e dell art. 14 del D.Lgs. n. 39/2010 SOCIETA IPPICA DI CAGLIARI S.R.L. Bilancio al 31 dicembre

Dettagli

Relazione del Collegio dei Sindaci Revisori all'assemblea dei soci sul Bilancio al 31/12/2012

Relazione del Collegio dei Sindaci Revisori all'assemblea dei soci sul Bilancio al 31/12/2012 VERBALE DEL COLLEGIO SINDACALE Centro Servizi per il Volontariato Palermo Il giorno 10 del mese di aprile dell'anno 2013 alle ore 15,30 presso la sede del Centro Servizi per il Volontariato Palermo si

Dettagli

Indice. Presupposto della continuità aziendale...

Indice. Presupposto della continuità aziendale... Introduzione PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 570 CONTINUITÀ AZIENDALE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio

Dettagli

Moores Rowland Bompani

Moores Rowland Bompani Tel. 02 4986350-357 Fax 02 4818143 milano@bompaniaudit.com www.bompaniaudit.com VIAREGGIO PATRIMONIO S.R.L. Viareggio (LU) Relazione della Società di Revisione sul Bilancio dell'esercizio chiuso al 31

Dettagli

GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA

GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA GAL DISTRETTO RURALE BMGS SORGONO RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO AL 31.12.2013 PARTE PRIMA Controllo Contabile Giudizio sul bilancio Signori Soci, Come previsto dall art. 14 del D.lgs 39/2010

Dettagli

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti

Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti 103 Sede legale: Piazza Libertà, 1-83100 Avellino Capitale sociale: EURO 2.500.000,00 i.v. Relazione del Collegio Sindacale esercente attività di revisione legale dei conti Agli Azionisti della IRPINIAMBIENTE.

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA. Indice

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA. Indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2014

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI La continuità aziendale Novembre 2013 Indice 1. Introduzione 2. La responsabilità della Direzione 3. La responsabilità del revisore 4. Gli indicatori per valutare la continuità

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente) Indice

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente) Indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 720 LE RESPONSABILITÀ DEL REVISORE RELATIVAMENTE ALLE ALTRE INFORMAZIONI PRESENTI IN DOCUMENTI CHE CONTENGONO IL BILANCIO OGGETTO DI REVISIONE CONTABILE

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) N. 520 PROCEDURE DI ANALISI COMPARATIVA (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009

Dettagli

I nuovi principi di revisione

I nuovi principi di revisione I nuovi principi di revisione «ISA Clarified» di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Il 21 ottobre sul sito del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili sono stati pubblicati i

Dettagli

Relazione dell Organo di controllo

Relazione dell Organo di controllo FONDAZIONE REGGIO CHILDREN CENTRO LORIS MALAGUZZI Sede Legale: VIA BLIGNY 1/a - REGGIO NELL'EMILIA (RE) Iscritta al Registro Imprese di: REGGIO NELL'EMILIA C.F. e numero iscrizione: 00763100351 Iscritta

Dettagli

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C.

RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C. RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE AI SENSI DELL ARTICOLO 153 D. LGS. N. 58/1998 E DELL ARTICOLO 2429 C.C. All Assemblea degli Azionisti di Mittel SpA. Nel corso dell esercizio chiuso al 30 settembre 2012

Dettagli

REGOLAMENTO EMITTENTI

REGOLAMENTO EMITTENTI REGOLAMENTO EMITTENTI ATTESTAZIONE DEL DIRIGENTE PREPOSTO ALLA REDAZIONE DEI DOCUMENTI CONTABILI SOCIETARI E DEGLI ORGANI AMMINISTRATIVI DELEGATI SUL BILANCIO D ESERCIZIO E CONSOLIDATO E SULLA RELAZIONE

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA 580 ATTESTAZIONI SCRITTE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 580 ATTESTAZIONI SCRITTE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o successivamente)

Dettagli

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL

RELAZIONE DEL REVISORE AL BILANCIO CHIUSO IL VALSUGANA SPORT SRL Sede sociale: Borgo Valsugana (TN) Piazza Degasperi n. 20 Capitale sociale: 10.000,00 interamente versato. Registro Imprese di Trento N. 02206830222 C.C.I.A.A. di Trento R.E.A TN -

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

società LUGO CATERING SPA. È nostra competenza la responsabilità

società LUGO CATERING SPA. È nostra competenza la responsabilità Lugo Catering S.p.A. Sede legale in Lugo (Ra), via Malpighi n 15 Capitale Sociale 774.675,00 I.V. C.F. 01441410394 Iscritta al Registro Imprese presso la C.C.I.A.A. di Ravenna al n. 01441410394 RELAZIONE

Dettagli

RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI

RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI RESPONSABILITA' DEGLI ORGANI SOCIALI E DEI SOGGETTI COINVOLTI NELLE RISTRUTTURAZIONI IN TEMPI DI CRISI MARTEDI 27 NOVEMBRE 2012 PROGRAMMA Ore 14.15 Registrazione partecipanti Ore 14.30 Inizio lavori La

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 450 VALUTAZIONE DEGLI ERRORI IDENTIFICATI NEL CORSO DELLA REVISIONE CONTABILE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi

Dettagli

" COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA ". ***

 COPIA CORRISPONDENTE AI DOCUMENTI CONSERVATI PRESSO LA SOCIETA . *** " Imposta di bollo assolta in modo virtuale tramite la Camera di Commercio di Reggio Emilia, Autorizzazione n.10/e del 15/02/2001 emanata dall'ufficio delle Entrate di Reggio Emilia ". " COPIA CORRISPONDENTE

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Clienti e vendite Novembre 2013 Indice 1. Crediti e vendite 2. Obiettivi di revisione 3. Pianificazione della revisione 4. La valutazione del sistema di controllo interno

Dettagli

QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO

QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO QUESTIONARIO PER L ACCETTAZIONE DEL CLIENTE O DELL INCARICO (adattato da: Guide to Quality Control for Small- and Medium-Sized Practices, Second Edition, IFAC, ottobre 2010) A. Premessa 1. Hai ottenuto

Dettagli

MAZARS FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO IMMOBILIARE CHIUSO CRONO 31 Dicembre 2013 Relazione della società di revisione Beni Stabili Gestioni S.p.A. SGR Rendiconto annuale della Gestione al 31 dicembre 2013

Dettagli

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE

VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE VERBALE DI RIUNIONE DEL COLLEGIO SINDACALE Oggi 16 aprile 2012, alle ore 9,30, in P.le Principessa Clotilde n.6 si sono riuniti i sindaci: Dott. Pietro Giorgi Presidente Dott. Giacomo Del Corvo Sindaco

Dettagli

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente:

L ordine del giorno, pubblicato nei termini e modi di legge, in data 6 luglio 2015, è il seguente: SINTESI SOCIETA DI INVESTIMENTI E PARTECIPAZIONI S.p.A. Sede in Milano, Via Carlo Porta n. 1 Capitale sociale sottoscritto e versato Euro 721.060,67 Registro delle Imprese di Milano n. 00849720156 Sito

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE INDICE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 570 CONTINUITA AZIENDALE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva)

Dettagli

Oggetto: Raccomandazione in materia di valutazione al fair value dei beni immobili delle società immobiliari quotate

Oggetto: Raccomandazione in materia di valutazione al fair value dei beni immobili delle società immobiliari quotate Raccomandazione n. DIE/0061944 Oggetto: Raccomandazione in materia di valutazione al fair value dei beni immobili delle società immobiliari quotate Premessa I principi contabili internazionali IAS/IFRS

Dettagli

GRUPPO A.M.A.G. Relazione della Società di Revisione sulle procedure di verifica concordate relative alla predisposizione della Documentazione Economico/Finanziaria Aggiornamento Plan 2012-2015 Spettabile

Dettagli

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) INDICE

(In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 15 dicembre 2009 o da data successiva) INDICE PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA) 720 LE RESPONSABILITÀ DEL REVISORE RELATIVAMENTE ALLE ALTRE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

Revisione contabile Oggetto e finalità

Revisione contabile Oggetto e finalità Università degli Studi dell Aquila - Facoltà di Economia - Revisione contabile Oggetto e finalità L Aquila, marzo 2011 1 Oggetto e finalità della revisione contabile La revisione contabile è un processo

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE

PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE PRINCIPIO DI REVISIONE (SA Italia) 250B LE VERIFICHE DELLA REGOLARE TENUTA DELLA CONTABILITÀ SOCIALE (In vigore per le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale svolte dal 1 gennaio 2015)

Dettagli

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità

Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità Il nuovo principio di revisione (SA Italia) 250B sulle verifiche periodiche della contabilità di Fabrizio Bava e Alain Devalle (*) Le verifiche periodiche del revisore legale trovano una loro disciplina

Dettagli

PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL

PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL PROCEDURA PER L AFFIDAMENTO DI INCARICHI ALLE SOCIETÀ DI REVISIONE NELL AMBITO DEL GRUPPO ENEL Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione di Enel S.p.A. nella riunione dell 11 settembre 2012.

Dettagli

Documento di ricerca n. 190

Documento di ricerca n. 190 ASSIREVI BO Documento di ricerca n. 190 Modello di relazione della società di revisione indipendente sul bilancio sociale o di sostenibilità GRI G4 Il presente Documento di ricerca intende fornire gli

Dettagli

Comunicato stampa. Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione

Comunicato stampa. Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione Comunicato stampa Pubblicazione della Relazione della Società di Revisione Milano, 19 giugno 2015 - Investimenti e Sviluppo S.p.A. informa che la società di revisione Kreston GV Italy Audit S.r.l. ha riemesso,

Dettagli

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni...

Indice. Oggetto del presente principio di revisione internazionale (ISA Italia) 1-6 Data di entrata in vigore... 7 Obiettivi... 8. Definizioni... PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 600 LA REVISIONE DEL BILANCIO DEL GRUPPO CONSIDERAZIONI SPECIFICHE (INCLUSO IL LAVORO DEI REVISORI DELLE COMPONENTI) (In vigore per le revisioni contabili

Dettagli

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now.

Easy PDF Creator is professional software to create PDF. If you wish to remove this line, buy it now. TEA SISTEMI S.p.A. Sede in Pisa, Piazza Mazzini n.1 *** * *** RELAZIONE DEL COLLEGIO SINDACALE SUL BILANCIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2004 All Assemblea dei Soci della Società Tea Sistemi S.p.A. Signori Azionisti,

Dettagli

Le business combination (IFRS 3)

Le business combination (IFRS 3) Università degli Studi di Trieste Ragioneria Generale ed Applicata (corso magistrale) Modulo di Ragioneria Internazionale Le business combination (IFRS 3) di 1 Le business combinations Un aggregazione

Dettagli

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO

DATA ORA AULA TESTI DI RIFERIMENTO PROGRAMMA DEL CORSO DI REVISIONE AZIENDALE 1. Presentazione del corso La revisione Obiettivi del corso Programma del corso Testi consigliati PARTE I: NORMATIVA E ASPETTI GIURIDICI DEL CONTROLLO LEGALE

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MATERIE ALL ORDINE DEL GIORNO Assemblea dei Soci del 29 aprile 2015 1 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEI

Dettagli

IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories)

IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories) IAS 2 Rimanenze di magazzino (Inventories) INDICE INTRODUZIONE L EVOLUZIONE DELLO STANDARD IL RAPPORTO CON GLI ALTRI STANDARD OGETTO E FINALITÀ DELLO STANDARD AMBITO DI APPLICAZIONE DELLO STANDARD LA VALUTAZIONE

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE ALL ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI Signori Azionisti, Vi abbiamo convocato

Dettagli

Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020; deliberazioni relative.

Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020; deliberazioni relative. Assemblea ordinaria 20 aprile 2012 prima convocazione 21 aprile 2012 seconda convocazione Punto 4 dell ordine del giorno: Conferimento dell incarico di revisione legale dei conti per il periodo 2012-2020;

Dettagli

COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI

COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO COLLEGIO SINDACALE CON REVISIONE LEGALE NELLE PMI La riforma della revisione legale - D.Lgs. 39/2010, valutazione preliminare del rischio cliente, valutazione

Dettagli

Indesit Company S.p.A.

Indesit Company S.p.A. Indesit Company S.p.A. Sede Legale in Viale Aristide Merloni n. 47, 60044 Fabriano (AN) Capitale Sociale 102.759.269,40 interamente versato Iscrizione al Registro delle Imprese del Tribunale di Ancona

Dettagli

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS)

TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) TRANSIZIONE AI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IAS/IFRS) Pag. 1 1 INDICE Premessa... 3 PRIMA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI CONTABILI INTERNAZIONALI (IFRS1)... 4 RICONCILIAZIONI RICHIESTE DALL IFRS 1...

Dettagli

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009

RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE AL 30 SETTEMBRE 2009 Filatura di Pollone S.p.A. Sede in Pollone (BI), Via A. Botto n. 29 Capitale sociale: Euro 5.538.000,00 i.v. N.ro Reg. Imprese e Codice Fiscale 81020000022

Dettagli

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali

La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali La valutazione del presupposto della continuità aziendale nei Principi di revisione e contabili nazionali ed internazionali di FABIO TAVANI (BDO) Situazione attuale delle norme sulla continuità aziendale

Dettagli

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011

Pre System s.p.a. Relazione del Collegio Sindacale sul bilancio al 31/12/2011 PRE SYSTEM SPA Sede in Sedegliano (UD), SS 463 Z.I. Pannellia Capitale sociale euro 2.000.000,00 interamente versato Registro delle Imprese di Udine e Codice fiscale n. 02001710306 RELAZIONE DEL COLLEGIO

Dettagli

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v.

A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Reg. Imp. 04307560872 Rea. 287152 A.G.T. MULTISERVIZI S.R.L. Sede in VIA ROMA 197 95030 GRAVINA DI CATANIA (CT) Capitale sociale euro 80.000,00 i.v. Relazione del Revisore Unico esercente attività di revisione

Dettagli

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano

COLLEGIO dei SINDACI dell A.GE.S. S.p.A. di Paderno Dugnano A.GE.S. S.p.A. Sede in Paderno Dugnano (Mi) Via Oslavia 21 Capitale sociale euro 850.000,00 interamente versato Codice fiscale e Partita Iva : 02286490962 Iscritta al Registro delle Imprese di Milano Società

Dettagli

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA

RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA ALLEGATO RICHIESTE INSERITE NELLA SCHEDA DI CONTROLLO CON RIFERIMENTO AL CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA CONTROLLO INTERNO SULL INFORMATIVA FINANZIARIA Premessa. Le risposte alle domande

Dettagli

Organismo Italiano di Contabilità Via Poli 29, 00187 Roma

Organismo Italiano di Contabilità Via Poli 29, 00187 Roma Organismo Italiano di Contabilità 00187 Roma, Via Poli 29 Tel. 06/6976681 Fax: 06/69766830 Sito: Fondazioneoic.it Organismo Italiano di Contabilità Via Poli 29, 00187 Roma Proposte in materia di bilancio

Dettagli

Attestazione sul bilancio consolidato

Attestazione sul bilancio consolidato Attestazione sul bilancio consolidato Attestazione sul Bilancio consolidato ai sensi dell articolo 81-ter del Regolamento Consob n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche e integrazioni 1. I sottoscritti

Dettagli

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO

IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO http://www.sinedi.com ARTICOLO 27 OTTOBRE 2008 IL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO PRODUZIONE DI VALORE E RISCHIO D IMPRESA Nel corso del tempo, ogni azienda deve gestire un adeguato portafoglio di strumenti

Dettagli

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs)

EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(IFRSs) EEMSItaliaS.P.A. _ProspetiContabilidiEEMSItaliaS.P.A.al30giugno2006 _TransizioneaiPrincipiContabiliInternazionali(s) EEMS Italia S.p.A PROSPETTI CONTABILI DI EEMS ITALIA S.P.A AL 30 GIUGNO 2006 Premessa

Dettagli

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35

SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 1 SOLVENCY II: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO DELEGATO (UE) N. 2015/35 2 BRRD: PUBBLICATO NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELL UNIONE EUROPEA IL REGOLAMENTO (UE) N. 2015/63

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Unione Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Treviso L ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DI REVISIONE LEGALE 23 novembre 2010 Relatore: dott. Marco Della Putta 1 Indice: a) La pianificazione della

Dettagli

GUIDA PER L INFORMAZIONE AL MERCATO

GUIDA PER L INFORMAZIONE AL MERCATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PAVIA FACOLTA DI ECONOMIA CORSO DI LAUREA BIENNALE PERCORSO AMMINISTRAZIONE E CONTROLLO CORSO CORPORATE GOVERNANCE E CONTROLLO INTERNO ANNO ACCADEMICO 2008/2009 PERIODO: II TRIMESTRE

Dettagli

I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia)

I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) nr. 16 - Marzo 2015 I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) Gruppo di Ricerca Principi di Revisione ASSIREVI nr. 16 - Marzo 2015 I PRINCIPI DI REVISIONE INTERNAZIONALI (ISA Italia) Gruppo

Dettagli

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE

REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE REGOLAMENTO DI CONTABILITA GENERALE Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente regolamento di contabilità, adottato in applicazione dell art. 71 terdecies della Legge regionale 24 febbraio 2005, n. 40

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 300 PIANIFICAZIONE DELLA REVISIONE CONTABILE DEL BILANCIO (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano

Dettagli

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE. indice

PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE. indice PRINCIPIO DI REVISIONE INTERNAZIONALE (ISA Italia) 530 CAMPIONAMENTO DI REVISIONE (In vigore per le revisioni contabili dei bilanci relativi ai periodi amministrativi che iniziano dal 1 gennaio 2015 o

Dettagli

bilancio di esercizio l indipendenza di analisi, di valutazione e di giudizio nella funzione di controllo.

bilancio di esercizio l indipendenza di analisi, di valutazione e di giudizio nella funzione di controllo. PARTE PRIMA 1 Introduzione Il bilancio di esercizio rappresenta uno dei principali strumenti di comunicazione delle informazioni: - Patrimoniali; - Finanziarie; - Economiche; delle imprese e di tutti gli

Dettagli

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI

PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI PARTE SPECIALE D REATI SOCIETARI INDICE D.1. DESTINATARI DELLA PARTE SPECIALE E PRINCIPI GENERALI DI COMPORTAMENTO... 3 D.2. AREE POTENZIALMENTE A RISCHIO E PRINCIPI DI CONTROLLO PREVENTIVO... 5 D.3. COMPITI

Dettagli

Il principio SA Italia n. 250B 'Le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale' Fabio Vesco

Il principio SA Italia n. 250B 'Le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale' Fabio Vesco Il principio 'Le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale' Fabio Vesco Le verifiche della regolare tenuta della contabilità sociale Nell'ordinamento italiano, in base a quanto previsto

Dettagli

Anno accademico 2014-2015

Anno accademico 2014-2015 Revisione e Ragioneria societaria Modulo di Revisione Aziendale (Parte IV) Anno accademico 2014-2015 Prof.ssa Anna Paris (anna.paris@unisi.it) Dipartimento di Studi Aziendali e Giuridici Università degli

Dettagli

Investimenti e Sviluppo S.p.A.

Investimenti e Sviluppo S.p.A. MAZARS & GUÉRARD Investimenti e Sviluppo S.p.A. Relazione della società di revisione sulla congruità del prezzo di emissione delle azioni relative all aumento di Capitale Sociale con esclusione del diritto

Dettagli

Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia. di Raffaele Marcello e Laura Pedicini

Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia. di Raffaele Marcello e Laura Pedicini Obbligatori dal 2015 i principi di revisione ISA Italia di Raffaele Marcello e Laura Pedicini Con la determina della Ragioneria generale dello Stato del 23 dicembre 2014, sono stati adottati i principi

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING

CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING CODICE DI COMPORTAMENTO IN MATERIA DI INTERNAL DEALING Procedura per la comunicazione delle operazioni aventi ad oggetto azioni emesse da Bialetti Industrie S.p.A. o altri strumenti finanziari ad esse

Dettagli

E U R O T E C H S. P. A.

E U R O T E C H S. P. A. E U R O T E C H S. P. A. SED E IN AMARO (UD) VIA F RAT ELLI SOLARI, 3/A CODICE FISCALE 01791330309 ISCRITTA AL REGIST RO IMPRESE DI UDIN E AL N. 01791330309 CAPITALE SO CIALE IN EURO 8.878.946,00 I.V.

Dettagli

IL REGISTRO DEI REVISORI: ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ. Annalisa DE VIVO

IL REGISTRO DEI REVISORI: ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ. Annalisa DE VIVO : ACCESSO, FORMAZIONE E CONTROLLO DELLA QUALITÀ Annalisa DE VIVO Diretta 19 aprile 2010 ISTITUZIONE DEL REGISTRO Con il d.lgs. n. 39/2010 è istituito un UNICO REGISTRO DEI REVISORI LEGALI. L autorità pubblica

Dettagli

Il controllo interno delle imprese

Il controllo interno delle imprese Corso di International Accounting Università degli Studi di Parma - Facoltà di Economia (Modulo 1 e Modulo 2) LAMIB Il controllo interno delle imprese Anno Accademico 2009-2010 1 SISTEMA DI CONTROLLO IL

Dettagli

GRUPPO EDITORIALE L'ESPRESSO S.p.A. Procedura per Ia gestione e Ia comunicazione al pubblico delle informazioni privilegiate

GRUPPO EDITORIALE L'ESPRESSO S.p.A. Procedura per Ia gestione e Ia comunicazione al pubblico delle informazioni privilegiate GRUPPO EDITORIALE L'ESPRESSO S.p.A. Procedura per Ia gestione e Ia comunicazione al pubblico delle informazioni privilegiate aggiornamento gennaio 2013 Indice Pag. 1. Premessa....3 2. Informazioni da fornire

Dettagli

Comunicazione n. DEM/6094867 del 28-11-2006. inviata alla Pirelli & C. S.p.A.

Comunicazione n. DEM/6094867 del 28-11-2006. inviata alla Pirelli & C. S.p.A. Comunicazione n. DEM/6094867 del 28-11-2006 di chiusura del procedimento relativo all esercizio dei poteri di cui all art. 157, comma 2 del D.Lgs. n. 58/98 Comunicazione n. DEM/6094867 del 28-11-2006 inviata

Dettagli

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10

Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Introduzione ai Principi di Revisione Internazionali (ISA Italia) elaborati ai sensi dell art. 11, comma 3, del D.Lgs. 39/10 Premessa Il Decreto Legislativo 27 gennaio 2010, n. 39 Attuazione della direttiva

Dettagli

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus

La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus ASPETTI ISTITUZIONALI n.1/2006 non Onlus La disciplina dell organo di controllo nelle associazioni Onlus Modello 1 Verbale dell assemblea che nomina il collegio sindacale Il...,alle ore...,si è riunita

Dettagli

Cassa depositi e prestiti. Relazione Finanziaria Annuale 2013. Relazione del Collegio Sindacale

Cassa depositi e prestiti. Relazione Finanziaria Annuale 2013. Relazione del Collegio Sindacale Cassa depositi e prestiti Relazione Finanziaria Annuale 2013 Relazione del Collegio Sindacale Signori Azionisti, nel corso dell esercizio chiuso al 31 dicembre 2013 il Collegio Sindacale ha svolto l attività

Dettagli

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie

1. Motivazioni per le quali è richiesta l autorizzazione all acquisto e alla disposizione di azioni proprie Relazione del Consiglio di Amministrazione all Assemblea in sede ordinaria convocata per il giorno 30 aprile 2014, in unica convocazione, in merito al punto 6) dell ordine del giorno, concernente la proposta

Dettagli

L indipendenza del revisore

L indipendenza del revisore L indipendenza del revisore 4 aprile 2014 Tutte le informazioni qui fornite sono di carattere generale e non intendono prendere in considerazione fatti riguardanti persone o entità particolari. Nonostante

Dettagli

IL BILANCIO DI ESERCIZIO

IL BILANCIO DI ESERCIZIO IL BILANCIO DI ESERCIZIO CHE COS E UN BILANCIO Il bilancio è un insieme di documenti che illustrano la situazione economica, finanziaria e patrimoniale dell impresa a tutti i soggetti interessati. CHI

Dettagli

Enti e Aziende del SSN

Enti e Aziende del SSN Allegato A Enti e Aziende del SSN PERCORSI ATTUATIVI DELLA CERTIFICABILITA Ministero della Salute Ministero dell Economia e delle Finanze 48 1. Premessa Ai sensi di quanto disposto dall articolo 2 del

Dettagli

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI

LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI LA REVISIONE LEGALE DEI CONTI Comunicazione del revisore con i responsabili delle attività di governance e con il pubblico Dicembre 2013 Comunicazioni del revisore con i responsabili delle attività di

Dettagli

La continuità aziendale

La continuità aziendale La continuità aziendale Corso di revisione aziendale anno accademico 2011-2012 Università degli Studi di Bergamo Prof.ssa Stefania Servalli 1 PRINCIPI DI BILANCIO PRINCIPI FONDAMENTALI art. 2423 CHIAREZZA

Dettagli

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione

ASSEMBLEA ORDINARIA DEGLI AZIONISTI. 22 aprile 2015 - Prima Convocazione ed occorrendo 23 aprile 2015 Seconda Convocazione Servizi Italia S.p.A. Sede legale: Via S. Pietro, 59/b 43019 Castellina di Soragna (PR) Capitale sociale: Euro 28.371.486,00 i.v. Numero Iscrizione Registro Imprese di Parma, C.F. 08531760158, Partita

Dettagli

Nota interpretativa. La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali

Nota interpretativa. La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali Nota interpretativa La definizione delle imprese di dimensione minori ai fini dell applicazione dei principi di revisione internazionali Febbraio 2012 1 Mandato 2008-2012 Area di delega Consigliere Delegato

Dettagli