CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI"

Transcript

1 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL r.a. - FAX U-MC/ 13 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER 30/10/2013 U-rsp/5836/2013 i i ii i ii Circ. n. 284 /XV Sess. Ai Consigi degi Ordini degi ngegneri Loro Sedi Oggeo: sanze di inerpeo rasmesse da CN ai sensi de'ar.12 de d.gs. n.81/ quesii in maeria di saue e sicurezza de avoro - corrispondenza ra e auree ai ini de'esonero daa requenza dei corsi di ormazione - ormazione ed aggiornameno per i coordinaore per a sicurezza dei avori - possibiià di ormazione a disanza - rispose inerocuorie - invio - considerazioni - pro. CN n Con a presene si rasmeono in aegao e rispose daae 4/ 10/2013, pervenue daa Commissione per gi nerpei dea Direzione Generae per 'Aivià speiva de Minisero de Lavoro e dee Poiiche Sociai, su due quesii di ordine generae su'appicazione dea normaiva in maeria di saue e sicurezza de avoro avanzai da Consigio Nazionae ai sensi de'ar.12 de decreo egisaivo 9 aprie 2008 n.81. n enrambe e rispose, inerocuorie, - rasmesse con noa de 9 oobre si a presene a necessià di aendere 'ormai prossima concusione dea modiica de'accordo Sao-Regioni de 26 gennaio 2006, prima di poer ornire una indicazione di merio. La prima risposa ("corrispondenza ra e auree ai ini de'esonero daa requenza dei corsi di ormazione") aiene ad un

2 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER inerpeo rasmesso da CN con noa de 20/01/2010 (ricordiamo che a Commissione per gi inerpei è saa cosiuia e ha iniziao ad operare soo da 2011), in ema di corrispondenza ra ioi di sudio ai ini de'esonero daa requenza ai corsi di ormazione di cui a'ar.32, comma 2, d.gs. n.81/2008, previsi per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione (in aegao). La seconda ("risposa a quesio reaivo ae modaià di erogazione dea ormazione nei corsi di aggiornameno per i coordinaori') riguarda 'auaissimo ema dea possibiià di uiizzare a ormazione a disanza anche per 'aggiornameno dei coordinaori per a sicurezza (su cui v. a circoare CN n.232 de 29 maggio 2013). Anche in queso caso a noa de Presidene dea Commissione aerma che "A riguardo, considerao che è in ase di concusione a modiica de'accordo de 26/01/2006 sua ormazione degi RSPP, ne'ambio de quae verranno probabimene chiarie e modaià di svogimeno dei corsi di aggiornameno per i coordinaori, a Commissione riiene di doversi esprimere successivamene aa pubbicazione dea suddea revisione, a ine di acquisire ui gi eemeni necessari'. Ovvero si dà noizia che, a'inerno de prossimo Accordo raggiuno in sede di Conerenza Sao-Regioni, sarà occao ed aronao anche 'annoso probema dea ormazione in modaià e-eaming per i coordinaori per a sicurezza. *** Si cogie 'occasione - in aesa dea annunciaa prossima revisione de'accordo Sao-Regioni de 26/O1/ per inormare che, a seguio di conai inormai avui in occasione de'eveno svoosi a Roma i 18 oobre scorso con rappresenani de Minisero de Lavoro e dee Poiiche Sociai, i Consigio Nazionae conida che, in sede di Conerenza Sao-Regioni, possa prevaere a souzione più esensiva e avorevoe per gi iscrii. Consigio Nazionae ha inore auspicao e soeciao (e dae inormazioni acquisie riiene ragionevomene che ciò possa avvenire) che, in quea sede, sia inserio ne'accordo un apposio paragrao, voo a riconoscere espressamene a vaidià dei corsi di ormazione on-ine per 'aggiornameno dei coordinaori per a 2

3 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER sicurezza già reaizzai, a uea di cooro che, in buona ede, v1 hanno parecipao, dedicandovi empo e risorse economiche. Sarà cura de CN inormare pronamene degi sviuppi dea quesione, ramie circoare indirizzaa agi Ordini errioriai. Ne raempo, si rasmeono e due rispose inerocuorie ricevue. Cordiai saui. L CONS GLERE SEGRETARO (ng. Ri cardo Peegaa) L PRESDENTE (ng. A b ano) ALLEGAT: 1) sanza di inerpeo CN daaa 20/01/2010; 2) Noa Commissione per gi nerpei, de 9/10/2013, conenene e due rispose daae 4/ 10/2013, pro. 37 / e pro. 37 / MC2110Circ 3

4 .? T CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA ROMA - VA ARENULA, 71 PRESDENZA E SEGRETERA ROMA - VA V NOVEMBRE, 114 TEL r.a. - FAX Consigio Nazionae degi ngegneri /U-MC/2)10 A Minisero de Lavoro, dea Sah.r.e e dee Poiiche sociai Cornm.is.5ione per gi inerpei ep.c. A'Ordine degi ngegneri dea Provincia di Miano Corso Venezia MLANO A'Ordine degi ngegneri dea Provincia dicremrna Via Paesro i CREMONA A 'Ordine degi ngegneri dea Provincia di Lodi Corso Umbero 1, 7:1 XXJJWD A'Ordine degi ngegneri dea Provincia di Como Via A. Voa COMO A'Ordine degi ngegneri dea Provincia di Breocia Via Ceaonia 70 CrysB Paace - Piano BRESCA r

5 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER AH 'Ordine degi ngegneri dea Provincia di Manova Via.A. Moro MANTOVA Oggeo: sama di inej.peo ex ar.12 d.gs n.81/2:x}g - q~o in maeria di saue e sicurezza de avoro- corrispacrenza ra e auree ai ini de'esonero daa requema dei corsi di orrnazione - pro CN n Con a i:;resm.e si richiede 'auorevoe p:rrere dea Comrnis3ione per gi inerpei de Minisero de Lavoro, dea Saue e dee Poiiche Sociai, ai sensi de'ar.12 de d.gs. 9 aprie 2Cx:8 n.81, su di una cpesione di uiià generae in ema di appicazione dea nonnaiva in maeria di saue e sirurezza de avoro, soevaa da vari Ordini provinciai degi ngegneri (v. aegai). quesio aiene aa ~e vaidià de parere espresso daa Direzione Generae per 'Universià de Minisero de'sruzione, de'universià e dea Ricerca in ema di corrisµmdenza dei dipomi di aurea (D 1) de vecchio ordinameno in ngegneria ed in Archieura ae auree di rui ae ca$i 4, 8, 9 e 10 de DM 4/00/'XXJ, ai ini de'esonero daa requenza ai corsi di orrnazione di rui a 'ar.32, cormn 2, d.gs. 81/'.Xm, preg::rii per i J"eSX1ibii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione, inerni od eserni (in aieg:o e rinvenibie su sio 1'ar32. cormn2, prirro periodo, de d.gs. 9 aprie 2008 n.81 prescrive inai per i responsiii e gi addei ai ~ di prevenzione e proezione - ore a ~ di m ioo di su:io non ineriore a dipoma di isruzione secomaria ruperiore - a necesià di m aesao di reque112b., con veriica de 'appnnc:im.eno, a S{XCiici corsi di ormazione. A seguio dee innovazioni deae da d.gs. 3 agoso 2CE n.<n i m.iovo eso de ccmma 5 de 'ar32 ci. dispone che ~cooro che sono in ~di aurea in una dee segueni cassi : 17, 18, 19, 117, L23 e dea aurea magisrae LM26 di rui a decreo de Minisro de 'urùversià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 16 marzo 20C omissis ovvero di are aurre e auree magisrai riconosciue corrisjx'kkni ai sensi dea nonnaiva vigene con decreo de Minisro de'isruzione, ciei \miversià e dea ricerca, su p:rrere conorrre de Consigio universiario J:EZÌonae ai sensi dea mrmaiva vigene, sono esrnerai daa requenza ai corsi di ormazione di rui a comrra 2, primo periodo. Ueriori ioi di su:io ~o r 2

6 CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER essere individuai in sede di Conerenza penmna1e per i rapp:ni ra o Sao, e regioni e e prov.ince auoncme di Treno e Bozam". Aa uce dea rruxiica, inrodoa da decreo egisaivo n. i/'xm, gi Ordini degi ngegneri chiiano quindi che a Commissione per gi in~i si µurunci su seguene qu:sio : " se gi ngegneri aureai con i vecchio ordinameno siano esonerai daa requenza dei corsi di ormazione di cui a primo periodo de comma 2 de'ar.32 de d.gs. 81/2008 (Modui A e B di cui a'accordo Sao-Regioni de 26/ O i 2006) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni, essendo auamene 'equiparazione dei ioi di sudio anzidei previsa da un parere e non da un decreo". Poiché i quesio sua perdurane vaidià de çarere (aegao) dea Direzione Generae per 1Jniversià ~ di uiià generae si rasrree i chiarimeno richieso a b:neicio di ui i proeg;ionisi ingegneri oo archiei aureai seca:ro i previgene ordinam:no. n a1es:i di un oorese risconro, disini saui. L CONSGLERE SEGRETARO (Do. ng. Robero Brandi) Aegai: L PRESDENTE (Do. ng. Giovanni Roando).. /"/;) <='~vr-cr~ik 1) richiese di p:rere degi Ordini provinciai; 2) ptere Dire-Lione Generae per 1Jniversià de MUR (senza daa). \1Cnisrv02ddoc.proici\Ciam\2009\MC051 OCR.doc 3 i 1 i i i ì ~ j r [ i 1

7 \. ORDNE NGEGNER DELLA PROVNCA D CREMONA TEL FAX E-MAL V Via Paesro CREMONA '-'\,~ Consigio Nazionae degi ngegneri Spe.e Commissione per gi nerpei dì cu i a 'ar. 12 comma 2, de D. Lgs. 81/2008 Cremona, 30 seembre 2009 Pro. n 459/09 Oggeo: Corrispondenza ra i dipomi di aurea de vecchio ordinameno in ngegneria e e auree di cui ae cassi 4, 8, 9 e 1 O, dì cui a da D. M. 4/8/2000 ai ini de'esonero daa requenza dei e.orsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo, deo sesso ar. 32 (Modui A e B) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione. Viso 'accordo ra Governo e Regioni e Province auonome di cu i a'ao de 26/01 /2006 rep n 2407 e de D.Lgs : considerao i parere de 9/04/2009 de Minisero de'sruzione de'universrà e de a Ricerca in merio aa corrispondenza ra i dipomi dì aurea de vecchio. ordinameno in ngegneria ed in Archieura e e auree di cu i ae cassi 4. 8, 9 e 10. di cui a O. M. 4/8/2000, indicae ne comma 5 de'ar 32 de D Lgs. 9/4/2008 n. 81, ai ini de'esonero daa requenza dei corsi di ormazione di cui a comma 2. primo periodo, deo sesso ar. 32 (Modui A e B) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni; vise e modiiche a'ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporae da D Lgs a cui nuova ormuazione recia come segue: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L 7. LB, L9. L 17. L23. e dea aurea magisrae LM26 di cuì a decreo de Minisro de'universia e dea ricerca in daa 16 marzo 2007, pubbicao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 155 de 6 ugio o nee cassi 8. 9, 10, 4. di cui a decreo de Mmisro c1e 'universià v dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 4 agoso 2000.pubbicao ne S.O. aa GAzzeA Uiciae n. 245 de 19 oobre ovvero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ncerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001,pubbicao ne S.O aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno ovvero di are auree e auree magisrai riconosciue corrispondeni ai sensi dea normaiva vigene con decreo de Minisro

8 de'isruzione, de'universià e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiario nazionae ai sensi dea nonnaiva vigene. sono esonerai da/a requenza ai corsi di om1azione di cui a comma 2. primo periodo.... omissis... ": i sooscrio Do. ng. Adriano Faciocchi, in quaià di Presidene de'ordine degi ngegneri dea Provincia di Cremona, PORGE STANZA ainché a Spe.e Commissione si pronunci su seguene quesio aa uce dea modiica. inrodoa da D. Lgs a'ar. 32 comma 5 de D. Lgs , e auree in ngegneria de vecchio ordinameno possono essere ancora equiparae a quee di cui ae cassi 4, 8, 9 e 10 di cui a D. M essendo ae equiparazione espressa da un parere ma non da un decreo? Ciò a ine di chian re deiniivamene se gi ngegnen aureai con 11 vecchio ordinameno siano o meno esonerai daa requenza dei corsi di ormazione dì cui a comma 2. primo periodo. deo sesso ar. 32 (Modui A e 8) prescrii per i responsabii e gi addei ai senizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni. Si ringrazia vivamene per 'aenzione che a Commissione vorrà porre su quano richieso e si porgono moi deereni saui. ORDNE DEGL NGEGNER DELLA PROVNCA D CREMONA 2

9 \.L./~ ORDNE DEGL NGEGNER DELLA PROVNCA D LOD Dr LOD-CORSO UMBERTO 1, 27-TEL 0371 / FAX 0371/ e-mai: - sio: c. iscae: paria V A: ç...j.-- Pro. ~2 Lodi, 06/10/2009 /AP/ds 1 2 OTT :;r - ;r PPor. -J ': Spe.e CONSGLO NAZONALE NGEGNER Via V Novembre ROMA OGGETTO: Corrispondenza ra i dipomi di aurea "vecchio ordinameno~ in ngegneria e e cassi di aurea ciae a comma 5 de'ar. 32 de D.Lgs. 81/2008 ai ini de'esonero daa requenza de corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo de'ar. 32 sesso, presaii per i responsabii e gi addei a servizio di prevenzione e proezione n considerazione dea nuova ormuazone de'ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporaa da D.Lgs. 106/2009 soo riporaa: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L1, LB, L9, L 11, L23 e dea aurea magisrae LM26 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea Ricerca in daa 16 marzo 2007, pubbicao ne SO si/a Gazzea Uiciae n. 155 de 6 ugio 2007, o nee cassi B, 9, 10, 4, di cui a decreo de Minisro de/'unversià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 4 agoso 2000, pubbicao ne SO aa Gazzea Uiciae n. 245 de 19 oobre 2000, owero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universia e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001, pubbicao ne SO aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno 2001, ovvero di are au8e e auree magisrai riconosciue con-ispondeni ai sensi dea nonnaiva vigene con decreo de Minisro de/'sruzione, de/'unversà e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiario nazionae ai sensi dea normaiva vigene, sono esonerai daa requenza ai corsi di onnazone di cui a comma 2, primo periodo... omissis... :

10 ORDNE DEGL NGEGNER DELLA PROVNCA D LOD i sooscrio do. ing. Angeo Pozzi, in quaià di Presidene de'ordine degi ngegneri dea Provincia di Lodi PORGE STANZA ainché a speabie commissione si pronunci su seguene quesio: se i gi in9egneri aureai con i "vecchio ordinameno# siano esonerai daa requenza dei corsi di ormazionb di cui a comma 2, primo periodo, de'ar. 32 de D.Lgs (Modui A e B di ci a'accordo Sao Regioni de ) prescrii per i responsab1'i e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni. Si ringrazia vivamene per 'aenzione che a Commissione vorrà porre su quano richieso e si porgono moi de eren saui ~~~\ D:L1"'.' ~(j "' e; residene ~ LOD ;.-:. :J. do. i1 ~n Pozzi ~ e.so Umbero ' S - o~ n.27 0 ~,...-.:.. e>~o *,C}o r Pagina 2 di 2

11 ... Consigio Nazionae degi ngegneri Pro Como, 12 oobre 2009 ordine NGEGNER provincia corno Spe.e C.N.. Via V Novembre ROMA OGGETO: Trasmissione aa Commissione per gi inerpei dì cui a'ar.12 comma 2, de D.Lgs.81/08. Egregi Signori, poiché in orza de'ar. 12 de D.Lgs 81/2008 è acoà dei Consigi Nazionai degi Ordini inorare a'apposia Commissione per gi nerpei isiuia presso i Minisero de Lavoro quesii di ordine generae su'appicazione dea normaiva n maeria di saue e sicurezza de avoro, si soopone aa Vosra aenzione i quesio aegao, onnuao dai nosri esperi in maeria, reaivo aa equipoenza ra e auree "vecchio ordinameno" e acune auree de nuovo ordinameno a ine de'esenzione dei coeghi ingegneri daa requenza dei corsi obbgaor per assumere a quaiica di Responsabie de Servizio di Prevenzione e Proezione ai sensi de D.Lgs 81/2008. Corda Saui n.1 Aegao ".\ '1-. \ \ \ r.\."' ' anh i6eci CEGER deb prn111cia i COO Como ie Aenendro Voa, 62 &eono O eeax ino<c>ord1nacomo.org. ( '. i. (

12 Spe.e Commissione per gi nerpei di cui a'ar. 12 comma 2, de D. gs. 81 /2008 Daa Oggeo: 11 Corrispondenza ra dipomi di aurea vecchio ordinameno" n ngegneria a e cassi di aurea ciae a comma 5 de' ar 32 de D.Lgs 81/2008 a ini deresonero daa requenza de corsi di onnazione di cui a comma 2, primo periodo de' ar 32 sesso, prescrii per responsabii e g addei a servizio di prevenzione e proezione. n considerazione dea nuova ormuazione de'ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporaa da D.Lgs soo riporaa: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L 7, L8, L9, L 17, L23, e dea aurea magisrae LM26 di' cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca in daa 16 marzo 2007, pubbicao ne S.O. aa Gazzea Uicia/e n. 155 de 6 ugio 2007, o nee cassi 8, 9, 10, 4, di cui a decreo de Minisro de/'universià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 4 agoso 2000, pubbicao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 245 de 19 oobre 2000, owero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001, pubbicao ne S. O. aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno 2001, owero di are auree e auree magisrai riconosciue conispondeni ai sensi dea normaiva vigene con decreo de Minisro de'isruzione, de'universià e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiaria nazionae a sensi dea normaiva vigene, sono esonerai daa requenza ai corsi di ormazione di cui a comma 2, primo PBriodo.... omissis... : S PORGE STANZA ainché a Spe.e Commissione si pronunci su seguene quesio: se gi ngegneri aureai con i vecchio ordinameno" siano esonerai daa requenza dei corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo, de'ar. 32 de D.Lgs (Modui A e B di cui a/'accordo Sao Regioni de 25/ ) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione B proezione inerni ed asemi.

13 .. ' ;, r ' :~ G.. EG. ~N ' e ~~ ~... :. ' ;. ; deo provincia di Bresc i a Brescia, 6 oobre 2009 Consigio Naionae degi ngegneri Spe.e C.N.1. Via V Novembre ROMA OGGETTO: Trasmissione aa Commissione per gi inerpei di cui a'ar.12 comma 2, de D.Lgs.81/08. Egregi Signori, poiché in orza de' ar. 12 de D.Lgs 81/2008 è acoà dei Consigi Nazionai degi Ordini inorare a' apposia Commissione per gi nerpei isiuia presso i Minisero de Lavoro quesii di ordine generae su' appicazione dea normaiva in maeria di saue e sicurezza de avoro, si soopone aa Vosra aenzione i quesio aegao, ormuao dai nosri esperi in maeria, reaivo aa equipoenza ra e auree "vecchio ordinameno " ed acune auree de nuovo ordinameno a ine de' esenzione dei coeghi ingegneri daa requenza dei corsi obbigaori per assumere a quaiica di Responsabie de Servizio di Prevenzione e Proezione ai sensi de D.Lgs 81/2008. n.1 Aegao Cordiai Saui L PRESDENTE (Do. ng. Aessandro Mossi) [. J j. [ i r. ~ Brescia. Via Ccaonia, 70 Crysra Paace - Piano 11 - Td r.a. - Fax E-mai: bs.i - Codice Fiscae: O1 76

14 Spe.e Commissione per gi inerpei di cui a'ar. 12 comma 2, de D. Lgs. 81/2008 BresCia, 6 oobre 2009 Oggeo: Corrispondenza ra dipomi di aurea "vecchio ordinameno" n ngegneria e e cassi di aurea ciae a comma 5 de' ar. 32 de D.Lgs 81/2008 ai ini de'esonero daa requenza de corsi di onnazone di cui a comma 2, primo periodo de' ar. 32 sesso, prescrii per reaponsabi e g addei a servizio di prevenzione e proezione. n considerazione dea nuova ormuazione de' ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporaa da D. Lgs. 106/2009 soo riporaa: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L7, LB, L9, L17, L23, e dea aurea magisrae LM26 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca in daa 16 mano 2007, pubbicao ne S. O. aa Gazzea Uiciae n. 155 de 6 ugio 2007, o nee cassi 8, 9, 10, 4, di cui a decreo de Minisro de'universà e dea ricerca scieniica e ecnoogica n daa 4 agoso 2000,pubbicao ne S. O. aa Gazzea Uiciae n. 245 de 19 oobre 2000, owero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea n cerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001,pubbicao ne S. O. aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno 2001, ovvero di are auree e auree magisrai riconosciue corrispondeni ai sensi dea normaiva vigene con decreo de Minisro de'isruzione, de/ 'universià e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiario nazionae ai sensi dea normaiva vigene, sono esonerai daa requenza ai corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo.... omissis... "; S PORGE STANZA ainché a Spe.e Commissione si pronunci su seguene quesio: : se gi ngegneri aureai con i "vecchio ordinamenon siano esonerai da/a requenza dei corsi di onnazione di cui a comma 2, primo periodo, de/' ar. 32 de O.Lgs (Modui A e B di cui ai' accordo Sao Regioni de ) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni Brescia - Via Ccaonia, 70 - Crysra Paace - Piano 11 - Te r.a. - Fu E-mai: - Codice Fiscae:

15 e:.~ ORDNE DEGL NGEGNER DELLA PROVNCA D MLANO THE MLAN ORDER OF ENGNEERS Pro..... _....AEFimgs}cnZ.'.~ CO.iSù. \. NAZ i,,(.gner PPEHHO on. 200s PROT. N ~Q Spe.e C.N.. Via V Novembre ROMA OGGETO: Trasmissione aa Commissione per gi inerpei di cui a'ar.12 comma 2, de D.Lgs.81/08. Egregi Signori, poiché in orza de' ar. 12 de D.Lgs 81/2008 è acoà dei Consigi Nazionai degi Ordini inorare a' apposia Commissione per gi nerpei siuia presso i Minisero de Lavoro quesii di ordine generae su'appicazione dea normaiva in maeria di saue e sicurezza de avoro, si soopone aa Vosra aenzione i quesio aegao, ormuao dai nosri esperi in maeria, reaivo aa equipoenza ra e auree "vecchio ordinameno " ed acune auree de nuovo ordinameno a ine de' esenzione dei coeghi ingegneri daa requenza dei corsi obbigaori per assumere a quaiica di Responsabie de Servizio di Prevenzione e Proezione ai sensi de D.Lgs 81/2008. Cordiai Saui n.1 Aegao L PRESDENTE (Amaia Ercoi Fnzi) A~~~ - ~ Miano, 7 oobre 2009 Corso Venezia, Miiano Te r.a. Fax E-mai: in o O ordinengegneri. miano.i Hp: //

16 ' Spe.e Commissione per gi nerpei di cui a'ar. 12 comma 2, de D. Lgs. 81/2008 Miano 7 oobre 2009 Oggeo: Corrispondenza ra dipomi di aurea "vecchio ordinameno" n ngegneria e e cassi di aurea ciae a comma 5 de' ar. 32 de D.Lgs 81/2008 a ini de'esonero daa requenza de corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo de' ar. 32 sesso, prescrii per responsab e g addei a servizio di prevenzione e proezione. n considerazione dea nuova ormuazione de' ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporaa da D.Lgs. 106/2009 soo riporaa: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L 7, LB, L9, L 17, L23, e dea aurea magisrae LM26 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca n daa 16 marzo 2007, pubbicao ne S.0. aa Gazzea Uiciae n. 155 de 6 ugio 2007, o nee cassi 8, 9, 10, 4, di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 4 agoso 2000,pubbcao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 245 de 19 oobre 2000, owero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001,pubbicao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno 2001, owero di are auree e auree magisrai riconosciue corrispondeni a sensi dea normaiva vigene con decreo de Minisro de'sruzione, de'universià e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiario nazionae ai sensi dea normaiva vigene, sono esonerai daa requenza ai corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo.... omissis... "; S PORGE STANZA ainché a Spe.e Commissione si pronunci su seguene quesio: se gi ngegneri aureai con i "vecchio ordinameno" siano esonerai daa requenza dei corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo, de/' ar. 32 de D.Lgs (Modui A e B di cui ai' accordo Sao Regioni de ) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni.

17 j ' j i 1 \ i ~ ì 1 ORDNE DEGL NGEGNER DELLA PROVNCA D MANTO V A Pro. N... ).Z..8.H\pq Risposa a rogio N..... Naz\onae degi ngegneri Con go \\\D\\\11\ Manova, OC Spe.e CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER Via V Novembre n ROMA OGGETTO: Trasmissione aa Commissione per gi inerpei di cui a'ar. 12 comma 2, de D.Lgs. 81 /08. Egregi Signori, poiché in orza de' ar. 12 de D.Lgs 81/2008 è acoà dei Consigi Nazionai degi Ordini inorare a'apposia Commissione per gi nerpei isiuia presso i Minisero de Lavoro quesii di ordine generae su'appicazione dea nonnaiva in maeria di saue e sicurezza de avoro, si soopone aa Vosra aenzione i quesio aegao, ormuao dai nosri esperi in maeria, reaivo aa equipoenza ra e auree "vecchio ordinameno" ed acune auree de nuovo ordinameno a ine de'esenzione dei coeghi ingegneri daa requenza dei corsi obbigaori per assumere a quaiica di Responsabie de Servizio di Prevenzione e Proezione ai sensi de D.Lgs. 81 /2008. Cordiai Saui. ì i i., n.1 Aegao L PRESDENTE Do.ng. Tommaso Ferrane ~ r Via A. Moro 8, Manova - c.p. n.126 Sede MN -Te Fax

18 ~..' j i. j J 1.i 'J.J i. ~ ' Oggeo: Spe.e Commissione per gi nerpei di cui a'ar. 12 comma 2, de D. Lgs Corrispondenza ra dipomi di aurea ~vecchio ordinameno" in ngegneria e e cassi di aurea ciae a comma 5 de' ar. 32 de D.Lgs. 81/2008 ai ini de'esonero daa requenza dei corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo de' ar. 32 sesso, prescrii per i responsabii e gi addei a servizio di prevenzione e.proezione. n considerazione dea nuova ormuazione de'ar. 32 comma 5 de D.Lgs. 81/2008 apporaa da D.Lgs. 106/2009 soo riporaa: "Cooro che sono in possesso di aurea in una dee segueni cassi: L 7, L8, L9, L17, L23, e dea aurea magisrae LM26 di cui a decreo de Minisro de'universià e dea ricerca in daa 6 marzo 2007, pubbicao ne S. O. aa Gazzea Uiciae n. 55 de 6 ugio 2007, o nee cassi 8, 9, O, 4, di cui a decreo de Minisro de/ 'universià e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 4 agoso 2000,pubb/icao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 245 de 19 oobre 2000, ovvero nea casse 4 di cui a decreo de Minisro de'universìà e dea ricerca scieniica e ecnoogica in daa 2 aprie 2001,pubbicao ne S.O. aa Gazzea Uiciae n. 128 de 5 giugno 2001, ovvero di are auree e auree magisrai riconosciue corrispondeni ai sensi dea normaiva vigene con decreo de Minisro de/ 'isruzione, de/ 'universià e dea ricerca, su parere conorme de Consigio universiario nazionae ai sensi dea normaiva vigene, sono esonerai daa.requenza ai corsi dì ormazione di cui a comma 2, primo periodo.... omissis " S PORGE STANZA ainché a Spe.e Commissione si pronunci su seguene quesio: se gi ngegneri aureai con i "vecchio ordinameno " siano esonerai daa.requenza dei corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo, de/' ar. 32 de D.Lgs (Modui A e B di cui ai' accordo Sao Regioni de ) prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni ed eserni. ~

19 Direzione Generae per 'Univ.ersià Uicio Decreo Legisaivo 9 aprie 2008 n. 81, ar Corrispondenza dei dipomi di aurea (DL) de vecchio ordinameno in ngegneria ed Archieura ai ioi indicai a comma 5 ai ini de'esonero daa requenza ai corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo. Consigio Universiario Nazionae, inerpeao in merio aa corrispondenza ra i dipomi di aurea de vecchio ordinameno in ngegneria ed in Archieura e e auree di cui ae cassi 4, 8, 9 e 10 previse da D.M , ai ini de'esonero daa requenza ai corsi di ormazione di cui a comma 2, primo periodo de'ar. 32 de D. Lgs n. 81 prescrii per i responsabii e gi addei ai servizi di prevenzione e proezione inerni o eserni, ne'adunanza de'8 oobre 2008 ha espresso un parere avorevoe che i Minisero a proprio. L DRGENTE F.o Do. Viorio Luigi MARRE' BRUNENGH

20 '. Spgreer1a CN Da: nerpeosicurezza nviao: mercoed 9 oobre A: Segreeria CN Oggeo: nerpei su: corrispondenza Lauree e modaià di erogazione dea ormazione nei corsi di aggiornameno per i coordinaori Aegai: 55-CN.pd; 123-CN.pd Si rasmeono in aegao e rispose agi inerpei in oggeo. Cordiai Saui Segreeria Commissione per gi inerpei Mi11isero de Lavoro e i ee Poiiche Sociai Direzione Generae per 'Aivià speiva - Div. via Favia Roma Te: Fax: emai: CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER 11/10/2013 E-nd/5386/

21 Minisero de Lai'Oro e dee Poiiche Sociai ~~~~.~ (ARTCOLO 12 DEL DECRETO LEGSLATVO 9 APRLE.'.008, N. 81) Parenia. Roma, 04110/2013 Pro / MA007.A001 A Consigio Nuzionue degi ingegneri Pro. Oggeo: ur. 12. D.Lgs. n. R/2008 e,\'11<. ce.1 sive moc(ìche ec inegra=io11i - rùpo.1 a u/ quesio in maeria di saue e sicurezza cie avoro. Corri.\ponden:a ra e aurei ai ini de/'esonero daarequenza dei corsi di.ormazione. Si a rierimeno aa noa sopra evidenziaa e reaiva a'oggeo. A riguardo, considerao che è in ase di concusione a modiica de'accordo de 26/01/2006 sua onnazione degi RSPP, a Commissione riiene di doversi esprimere successivamene aa pubbicazione dea suddea revisione a ine di acquisire ui gi eemeni necessari. L PRESDENTE DELLA COMMSSONE {ng. c;ecr_;, Gi~s-epj~;) 'EGAR

22 ~~~~J~ (ARTCOLO 12 DEL DEC'RETO LEGSLATVO 9 APRLE 2008, N. ~11 ~ Minisero de Lavoro e k/e Poiice Sociai ~ Parenza ~ Roma, 04110/2013 Pro / MA007.A001 A Consigio Nuzio11ae degi ngegneri Pro. Oggeo: uri. 12, D. gs. n e,\'u''essire modìc:he ed inegrazioni - risposa u quesio reaivo ae modaià di erogazione deu.ormazione nei corsi di a;?giornumeno per i coordinaori. Si a rierimeno aa noa sopra evidenziaa e reaiva a'oggeo. A riguardo, considerao che è in ase di concusione a modiica de'accordo de 26/01/2006 sua ormazione degi RSPP, nerambio de quae verranno probabimene chiarie e modaià di svogimeno dei corsi di aggiornameno per i coordinaori, a Commissione riiene di doversi esprimere successivamene aa pubbicazione dea suddea revisione a ine di acquisire ui gi eemeni necessari. L PRESDENTE DELLA COMMSSONE

Le pensioni dal 1 gennaio 2014

Le pensioni dal 1 gennaio 2014 Argomento A cura deo Spi-Cgi de Emiia-Romagna n. 1 gennaio 2014 Le pensioni da 1 gennaio 2014 Perequazione automatica 2014 pensioni, assegni e indennità civii assistenziai importo aggiuntivo per anno 2013

Dettagli

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al

tramite della Segreteria della scuola), trasmissione dei verbali e degli atti al L verbae n"..8j... Ogg, se marzo duemaqundc, ae ore 13.00, s è runta nea sede d questa sttuzone Scoastca a commssone Eettorae così composta RBEZZO ASSUNTA Presdente; VAL SABNA Segretaro, FATORELLO GAMPETRO

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI

CONSIGLIO NAZIONALE DEGLI INGEGNERI ,j CONSGLO NAZONALE DEGL NGEGNER PRESSO L MNSTERO DELLA GUSTZA - 00llS6 ROMA VA ARENULA, 71 PRESDEl\ZA E SEGRETERA 00187 ROMA - VA V NOVEMBRE. 114 TEL. 06.6976701 r,a. - FAX 06,69767048 CONSGLO NAZONALE

Dettagli

Lezione n.7. Variabili di stato

Lezione n.7. Variabili di stato Lezione n.7 Variabili di sao 1. Variabili di sao 2. Funzione impulsiva di Dirac 3. Generaori impulsivi per variabili di sao disconinue 3.1 ondizioni iniziali e generaori impulsivi In quesa lezione inrodurremo

Dettagli

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D' APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento , ROMA CAPTALE '21M~ BANDO D GARA D' APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. N PUBBLCAZONE DAL~...1:Jj~jM.~ A L _.2 /~L-MZ: = 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento

BANDO DI GARA D'APPALTO. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale Dipartimento Po) AA/AZ ft.'f ROMA CAPTALE BANDO D GARA D'APPALTO SEZONE ) AMMNSTRAZONE AGGUDCATRCE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitae Dipartimento Sviuppo nfrastrutture e Manutenzione

Dettagli

Roma, 18 settembre 2014. Claai

Roma, 18 settembre 2014. Claai .:.ontratto Coettivo Nazionae di Lavoro per i dipendenti dae imprese artigiane esercenti Servizi di puizia, Disinfezione, Disinfestazione, Derattizzazione e Sanificazione Roma, 18 settembre 2014 Caai Si

Dettagli

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF

TEMPORIZZATORE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A. GARRO ) SCHEMA A BLOCCHI : NE555 1 T. reset (4) VCC R6 10K. C5 10uF TEMPOIZZATOE CON Ic NE 555 ( a cura del prof A GAO ) SCHEMA A BLOCCHI : M (8) NE555 00K C7 00uF STAT S 4 K C6 0uF (6) (5) () TH C T A B 0 0 Q S Q rese T DIS (7) OUT () 0 T T09*()*C7 (sec) GND () (4) 6

Dettagli

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017

NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 NOTA METODOLOGICA SUL MODELLO PREVISIVO EXCELSIOR PER GLI ANNI 2013-2017 1 SOMMARIO PREMESSA... 3 1. IL MODELLO ECONOMETRICO PER LA STIMA DEGLI STOCK SETTORIALI... 3 Foni... 3 Meodologia... 3 La formulazione

Dettagli

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE

COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE COMPORTAMENTO SISMICO DELLE STRUTTURE Durane un erreoo, le oscillazioni del erreno di fondazione provocano nelle sovrasani sruure delle oscillazioni forzae. Quando il erreoo si arresa, i ovieni della sruura

Dettagli

J yy > Jxx. l o H A R A R B

J yy > Jxx. l o H A R A R B oitecnico di Torino I cedimento di una struttura soggetta a carichi statici può avvenire in acuni casi con un meccanismo diverso da queo di superamento dei imiti di resistena de materiae. Tae meccanismo

Dettagli

Struttura dei tassi per scadenza

Struttura dei tassi per scadenza Sruura dei assi per scadenza /45-Unià 7. Definizione del modello ramie gli -coupon bonds preseni sul mercao Ipoesi di parenza Sul mercao sono preseni all isane ZCB che scadono fra,2,,n periodi Periodo:

Dettagli

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico

Il condensatore. Carica del condensatore: tempo caratteristico Il condensaore IASSUNTO: apacia ondensaori a geomeria piana, cilindrica, sferica La cosane dielerica ε r ondensaore ceramico, a cara, eleroliico Il condensaore come elemeno di circuio: ondensaori in serie

Dettagli

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO

VALORE EFFICACE DEL VOLTAGGIO Fisica generale, a.a. /4 TUTOATO 8: ALO EFFC &CCUT N A.C. ALOE EFFCE DEL OLTAGGO 8.. La leura con un mulimero digiale del volaggio ai morsei di un generaore fornisce + in coninua e 5.5 in alernaa. Tra

Dettagli

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta

Lezione 11. Inflazione, produzione e crescita della moneta Lezione 11 (BAG cap. 10) Inflazione, produzione e crescia della monea Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Universià di Pavia Tre relazioni ra produzione, disoccupazione e inflazione Legge di Okun

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Standard Internazionali di Valutazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) calcolo dei prezzi marginali BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Standard Internazionai di Vautazione (IVS) Market Comparison Approach (MCA) cacoo dei prezzi marginai Docente: geom. Antonio Eero CORSO PRATICANTI 205 I PREZZI MARGINALI I prezzo

Dettagli

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia

Una voce poco fa / Barbiere di Siviglia Una voce oco a / Barbiere di Siviglia Andante 4 3 RÔ tr tr tr 4 3 RÔ & K r # Gioachino Rossini # n 6 # R R n # n R R R R # n 8 # R R n # R R n R R & & 12 r r r # # # R Una voce oco a qui nel cor mi ri

Dettagli

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A.

Esercizio 1 ( es 1 lez 11) La matrice è diagonalizzabile: verificare, trovando la matrice diagonalizzante, che A è simile a A. Eserciio ( es le La marice è diagonaliabile: verificare, rovando la marice diagonaliane, che è simile a. Esisono re auovalori: mol.alg(- dim V - ; mol.alg( dim V ; mol.alg(- dim V -. Esise una marice simile

Dettagli

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO

TELEGESTIONE E CONTROLLO DI QUALUNQUE TIPO DI CALDAIE E BRUCIATORI PER QUALUNQUE TIPO DI IMPIANTO NUMERO 2 del 23.04.08 COSER COSER IME Applicazioni Apparecchiature Numero 2 del 23-04-08 APPLICAZIONI APPARECCHIAURE E IMPIANI LE VARIE SOLUZIONI SARANNO ELENCAE NEL MODO PIÙ SINEICO POSSIBILE. ROVAA LA

Dettagli

7 I convertitori Analogico/Digitali.

7 I convertitori Analogico/Digitali. 7 I converiori Analogico/Digiali. 7 1. Generalià Un volmero numerico, come si evince dal nome, è uno srumeno che effeua misure di ensione mediane una conversione analogicodigiale della grandezza in ingresso

Dettagli

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus

Lampade: MASTER SON-T PIA Plus 13, Seembre 10 Lampade: Plus Lampade ai vapori di sodio ad ala pressione di ala qualià realizzae con ecnologia PIA (Philips Inegraed Anenna). Vanaggi La ecnologia PIA aumena l'affidabilià e riduce il asso

Dettagli

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI

CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI DOCUMENTO PER LA CONSULTAZIONE 356/2013/R/IDR CONSULTAZIONE PUBBLICA IN MATERIA DI REGOLAZIONE TARIFFARIA DEI SERVIZI IDRICI Documeno per la consulazione nell ambio del procedimeno avviao con la deliberazione

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA C0MMISSIOHE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIRE!ZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/A._3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA DELLA COSTRUZIONE DI MACCHINE NON ELETTRICHE IN ITALIA - Costruzione

Dettagli

METODOLOGIA PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SIGNIFICATIVITA DEGLI ASPETTI AMBIENTALI

METODOLOGIA PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SIGNIFICATIVITA DEGLI ASPETTI AMBIENTALI APPENDICE I METODOLOGIA PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SIGNIFICATIVITA DEGLI ASPETTI AMBIENTALI SOMMARIO METODOLOGIA PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SIGNIFICATIVITA DEGLI ASPETTI AMBIENTALI...1 SOMMARIO...1 SINTESI...2

Dettagli

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica

Principi di ingegneria elettrica. Lezione 19 a. Conversione elettromeccanica dell'energia Trasmissione e distribuzione dell'energia elettrica Principi di ingegneria elerica Lezione 19 a Conversione eleromeccanica dell'energia Trasmissione e disribuzione dell'energia elerica acchina elerica elemenare Una barra condurice di lunghezza l immersa

Dettagli

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it

Punte a cannone. Hartner 2007. Made in Germany SEF MECCANOTECNICA. E mail: sef@sefmecc.it Web : www.sefmeccanotecnica.it Made in Germany Hartner 2007 Punte a cannone SEF MECCANOTECNICA SEE Via degi Orefici - Bocco 26 40050 FUNO (BO) ITALIA Te. 051 66.48811 Fax 051 86.30.59 FILIALE I MILANO Piazzae Martesana, 6 20128 Miano

Dettagli

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici

seguendo un trend di costante crescita, ciò grazie ad un assiduo impegno nella progettazione, nello sviluppo e nella produzione di motori elettrici OTORI A ORRENTE ONTINUA OTORIDUTTORI W W W.DAGU.IT cerificazioni Dagu s.r.l. è un azienda che si è sviluppaa negli anni con discrea rapidià, seguendo un rend di cosane crescia, ciò grazie ad un assiduo

Dettagli

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE

DIODO E RADDRIZZATORI DI PRECISIONE OO E AZZATO PECSONE raddrzzar ( refcar) sn crcu mpega per la rasfrmazne d segnal bdreznal n segnal undreznal. Usand, però, dd per raddrzzare segnal, s avrà l svanagg d nn per raddrzzare segnal la cu ampezza

Dettagli

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA

STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE DIREZIONE GENERALE DELLA CONCORRENZA IV/ A-3 STUDIO SULL' EVOLUZIONE DELLA CONCENTRAZIONE NELL' INDUSTRIA ALIMENTARE IN ITALIA - Industria aimentare in compesso - Industria

Dettagli

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione

Raduno precampionato. 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat. Il referto di gara. Indicazioni per la corre1a compilazione Raduno precampionato 7/8 Se'embre 2013 Praca2nat Il referto di gara Indicazioni per la corre1a compilazione Il referto di gara Il referto di gara rappresenta il documento che completa l incarico arbitrale:

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE

RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE COMMISSIONE DELLE. COMUNITÀ EUROPEE COMUNITÀ EUROPEA DEL CARBONE E DELL'ACCIAIO RICERCA SULLE NUOVE AZIENDE SIDERURGICHE Le maestranze deo stabiimento tasider di Taranto Atteggiamenti operai e avoro siderurgico

Dettagli

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI

MODELLI PER LA STRUTTURA A TERMINE DEI TASSI Alma Maer Sudiorum Universià di Bologna FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Maemaica Maeria di Tesi: Maemaica per le applicazioni economiche e finanziarie MODELLI PER

Dettagli

Circuiti del primo ordine

Circuiti del primo ordine Circuii del primo ordine Un circuio del primo ordine è caraerizzao da un equazione differenziale del primo ordine I circuii del primo ordine sono di due ipi: L o C Teoria dei Circuii Prof. Luca Perregrini

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

5. Limiti di funzione.

5. Limiti di funzione. Istituzioni di Matematiche - Appunti per e ezioni - Anno Accademico / 6 5. Limiti di funzione. 5.. Funzioni imitate. Una funzione y = f(x) definita in un intervao [ a b] imitata superiormente in tae intervao

Dettagli

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO

IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO IL DIRITTO ANNUALE DOVUTO ALLA CAMERA DI COMMERCIO TARDIVO OD OMESSO VERSAMENTO SANZIONI - RICORSI IL RAVVEDIMENTO - COMPENSAZIONE RIMBORSI SCHEDA N. 3 Claudio Venturi Camera di Commercio Diritto Annuale

Dettagli

I miceti: da saprofiti a patogeni

I miceti: da saprofiti a patogeni I trattamento dee micosi di più frequente riscontro in Medicina Generae Perché occuparsi di micosi superficiai? } Le micosi superficiai (che coinvogono cute e mucose) rappresentano un capitoo rievante

Dettagli

Gestione della produzione MRP e MRPII

Gestione della produzione MRP e MRPII Sommario Gesione della produzione e Inroduzione Classificazione Misure di presazione La Disina Base Logica Lo Sizing in II Inroduzione Inroduzione Def: Gesire la produzione significa generare e sfruare

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI Prot. n. 7889 del 3 Luglio 2013 COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *** *** *** IV SETTORE SERVIZIO ECONOMICO FINANZIARIO TRIBUTI ELENCO IN ORDINE CRONOLOGICO DEI PAGAMENTI DEI DEBITI DI SORTE

Dettagli

N. 68/11 del 19 ottobre 2011

N. 68/11 del 19 ottobre 2011 COPIA EDUCATORIO DELLA PROVVIDENZA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE OGGETTO: N. 68/11 del 19 ottobre 2011 ADEGU DEGUAMENTO ALLA NORMATIVA A DI PREVENZIONE INCENDI ENDI: : IMPIANTO

Dettagli

C O M U N E.Di FO R M TA

C O M U N E.Di FO R M TA C O M U N E.Di FO R M TA P r o v in c ia di L a t in a SETTO RE : POLIZIA LOCALE E SERVIZI SOCIALI SERVIZIO : UFFICIO SCUOLA e d i r i t t o a l l o s t u d i o 1 2 FEB. 2015 N. 3 o D e t e r m in a z

Dettagli

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine

Lezione 4. Risposte canoniche dei sistemi del primo e del secondo ordine Lezione 4 Ripoe canoniche dei iemi del primo e del econdo ordine Parameri caraeriici della ripoa allo calino Per ripoe canoniche i inendono le ripoe dei iemi dinamici ai egnali coiddei canonici (impulo,

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39)

REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE n.806 del 01/07/2014 REGIONE PUGLIA AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI FOGGIA (Istituita con L.R. 28/12/2006, n. 39) DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n.806 del 01/07/2014 Proposta

Dettagli

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP).

Intervista a Gabriela Stellutti, studentessa di italiano presso la Facoltà di Lettere dell Università di São Paulo (FFLCH USP). In questa lezione abbiamo ricevuto Gabriella Stellutti che ci ha parlato delle difficoltà di uno studente brasiliano che studia l italiano in Brasile. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie

Dettagli

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.

COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle. allegato alla determinazione del responsabile dell ufficio tecnico n. del COMUNE di CELLE LIGURE (Provincia di Savona) via S. Bagno 11 telefono 019 99801 telefax 019 993599 telex... e-mail lavoripubb@comunecelle.it

Dettagli

Provincia di Venezia

Provincia di Venezia Provincia di Venezia POLITICHE ATTIVE PER IL LAVORO Determinazione N. 1145 / 2014 Responsabile del procedimento: GRANDESSO NICOLETTA Oggetto: DEFINIZIONE DEL CRONO PROGRAMMA PER IL 2014/2016 RELATIVO AI

Dettagli

Valore di costo procedimen+ sinte+ci

Valore di costo procedimen+ sinte+ci Corso di valutazione es+ma+va del proge5o Clasa a.a. 2012/13 Valore di costo procedimen+ sinte+ci Docente Collaboratore prof. Stefano Stanghellini arch. Pietro Bonifaci Il mercato delle costruzioni LE

Dettagli

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla

RELAZIONE TECNICA PROTEZIONE CONTRO I FULMINI. di struttura adibita a Ufficio. relativa alla II I RELAZIONE TECNICA t relativa alla PROTEZIONE CONTRO I FULMINI di struttura adibita a Ufficio. sita nel comune di AF.EZZO (AR) PROPRIET A' AP{EZZO MULTISERVIZI SRL Valutazione del rischio dovuto al

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren.

Invece n da stu paes, come sempre, ston i solt casen, il centro è sempre pulito ed in periferia stie na latren. Cari lettori Oggi della pulizia del nostro paese vi voglio parlare, che per come funziona, troppo cara ce la fanno pagare. Pe quanda solt co senec ne fasce pagà de rummat, Putignan er a iess nu paes, splendente

Dettagli

Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina

Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina Ordine degli Ingegneri Provincia di Latina Commissione Ingegneria dell Informazione La Firma Digitale e La PEC Come Strumenti di Comunicazione Nell era digitale GdL:Ingg Luigi Di Santo Filippo Filippella

Dettagli

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.

Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA. e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov. Città Metropolitana di Roma Capitale SEGRETERIA TECNICO OPERATIVA ATO 2 LAZIO CENTRALE - ROMA e-mail: atodue@cittametropolitanaroma.gov.it Proposta n. 3560 del 03/08/2015 RIFERIMENTI CONTABILI Anno bilancio

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T.

PROGRAMMA DI RlQUALIFICAZIONE URBANA E SVILUPPO SOSTENIBILE DEL TERRlTORlO PRUSST CALIDONE. COLLEGIa DI VIGILANZA P.R.U.S.S.T. PRUSST "CALDONE" Programma di Riqualificazione Urbana e Sviluppo So sren i bi le del Terr it o r i o Collegio d i Vigilanza Via Traianc.tc- 821 ne-benevento. Tel.:0824/21549 Fax:0824/25432 Email: collegiodivigilanza@virgilio.it

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO

SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO Allegato n. 2 alla delibera n. 11 del 12.12.05 SCHEMA DI CONVENZIONE PER VERSAMENTO INCREMENTI TARIFFARI DI CUI ALLA DELIBERA CIPE 52/2001 UTENZE INDUSTRIALI DA POZZO AUTONOMO..., con sede in.., Codice

Dettagli

Distinti saluti Il responsabile

Distinti saluti Il responsabile ENTI PUBBLICI Roma, 15/05/2013 Spett.le COMUNE DI MONTAGNAREALE Posizione 000000000000001686 Rif. 2166 del 30/04/2013 Oggetto: Anticipazione di liquidità, ai sensi dell'art. 1, comma 13 del D. L. 8 aprile

Dettagli

IMMOBILI. Art.1. Art.2

IMMOBILI. Art.1. Art.2 Comune di Marta Provincia di Viterbo Piazza Umberto I n.1 010100 Marta (VT) Tel. 0769187381 Fax 0761873828 Sito web www..comune.marta.vt.it REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI

Dettagli

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO.

STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. STUDI PER LA FORMAZIONE DEL PARCO DI INTERESSE SOVRACOMUNALE DEL FIUME TORMO. Provincia di BERGAMO Comune di Arzago d'adda. Provincia di CREMONA Comuni di Agn adello, Pandino, Palazzo Pignano, Monte Cremasco,

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

Relazione di valutazione

Relazione di valutazione Tribunale Civile e Penale di Milano Esecuzioni Immobiliari N. 10967/2009 RG Giudice: dott. Boroni Valentina * * * * Con provvedimento del Giudice dott. Boroni Valentina del 24 giugno 2010 il sottoscritto

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

I Regione. ASL Lecco. Lombardia. DELIBERAZIONE N. 145 flfj 27 MARZO 2013. Finanziamento

I Regione. ASL Lecco. Lombardia. DELIBERAZIONE N. 145 flfj 27 MARZO 2013. Finanziamento Finanziamento I Regione Lombardia ASL Lecco DELIBERAZIONE N. 145 flfj 27 MARZO 2013 OGGETTO: DIPARTIMENTo DI PREVENZIONE VETERINARIA dei progetti concernenti l attuazione delle azioni programmate dalla

Dettagli

La start-up innovativa

La start-up innovativa La start-up innovativa Guida sintetica per utenti esperti sugli adempimenti societari Per maggiori informazioni: http://startup.registroimprese.it Adempimenti amministrativi ed informazioni sulle nuove

Dettagli

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B

Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA' TIPO A TIPO B CODICE PRATICA *CODICE FISCALE* GGMMAAAA HH:MM Mod. Comunale (Modello 0047 Versione 002 2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) Esercizi di commercio su aree pubbliche SUBINGRESSO IN ATTIVITA'

Dettagli

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati

Laboratorio di Algoritmi e Strutture Dati Laboraorio di Algorimi e Sruure Dai Aniello Murano hp://people.na.infn.i people.na.infn.i/ ~murano/ 1 Algorimi per il calcolo di percori minimi u un grafo 1 Un emplice problema Pr oblema: Supponiamo che

Dettagli

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni

CIRCOLARE N. 2/DF. Ai Comuni CIRCOLARE N. 2/DF MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE DIPARTIMENTO DELLE FINANZE Roma, 11 maggio 2010 DIREZIONE FEDERALISMO FISCALE PROT. 10968/2010 Ai Comuni Alle Regioni Friuli-Venezia Giulia e Valle

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013.

COMUNE DI SUELLI. Settore Tecnico SETTORE : Cirina Sergio. Responsabile: 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 NUMERAZIONE GENERALE N. 29/10/2013. COMUNE DI SUELLI SETTORE : Responsabile: Settore Tecnico Cirina Sergio NUMERAZIONE GENERALE N. 697 NUMERAZIONE SETTORIALE N. 266 in data 29/10/2013 OGGETTO: CIG: Z660B2D707 LIQUIDAZIONE ACCONTO FATTURA

Dettagli

Aggiornamento remoto della chiave hardware

Aggiornamento remoto della chiave hardware AMV S.r.l. Via San Lrenz, 106 34077 Rnchi dei Leginari (Grizia) Italy Ph. +39 0481.779.903 r.a. Fax +39 0481.777.125 E-mail: inf@amv.it www.amv.it Cap. Sc. 10.920,00 i.v. P.Iva: IT00382470318 C.F. e Iscriz.

Dettagli

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015)

Avv. Andrea Ricuperati. (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) Avv. Andrea Ricuperati (ultimo aggiornamento: 30 marzo 2015) 1 Tramite il servizio postale A mani Mediante posta elettronica certificata 2 24 maggio 2013 (= quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione

Dettagli

Decreto del Commissario Straordinario

Decreto del Commissario Straordinario Decreto del Commissario Straordinario N. 8 del Reg. Data 30/07/2014 OGGETTO: PROGETTO ESECUTIVO PER INTERVENTI DI PREVENZIONE ANTICENDIO NELLA FORESTA DEMANIALE REGIONALE DEL MONTE CARPEGNA - PSR MARCHE

Dettagli

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio.

loro sedi OGGETTO: Risposta a quesiti su questioni antincendio. Milano lì Ns. Rif.: 13 novembre 2013 820038.309 Agli Ordini e Collegi aderenti al C.I.P.I. loro sedi K:\Ufficio\07 Documenti\CIPI\820038 Comitato interpr. prevenzione incendi\820038 corrispondenza dal

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Esercizi svolti di teoria dei segnali

Esercizi svolti di teoria dei segnali Esercizi svoli di eoria dei segnali Alessia De Rosa Mauro Barni Novembre Indice Inroduzione ii Caraerisiche dei segnali deerminai Sviluppo in Serie di Fourier di segnali periodici Trasformaa di Fourier

Dettagli

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco

Va, pensiero Chorus of Hebrew Slaves from Verdi s Nabucco a, pensiero Chorus of Hebre Slaves from erdi s Nabuo a, pensiero, sull ali dorate; a, ti posa sui livi, sui olli, Ove olezzano tepide e molli L aure doli del suolo natal! Del Giordano le rive saluta, Di

Dettagli

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili

Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili Gestione della sicurezza antincendio nei cantieri temporanei e mobili RICHIAMO AL TESTO UNICO PER LA SICUREZZA D.lgs.vo 9 aprile 2008 n 81 Dott. Ing Luigi ABATE DPR N NN 37 3712 12 gennaio 1998 regolamento

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011

Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Prot. 604 SCADENZA 10 giugno 2011 Unione dei Comuni dell Anglona e della Bassa Valle del Coghinas Bulzi - Chiaramonti Erula Laerru Martis Nulvi - Perfugas S.M. Coghinas Sedini - Tergu - Valledoria - Viddalba

Dettagli

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i.

02. Nomi particolari. Nomi con plurale particolare. Gruppo in -a. Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. Nomi con plurale particolare Gruppo in -a Alcuni nomi in -a sono maschili e hanno il plurale in -i. poeta (m) poeti problema (m) problemi programma (m) programmi I nomi in -ista sono maschili e femminili.

Dettagli

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici

POS: Piano Operativo di Sicurezza. D.Lgs 81/08 art. 96 c.1. Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Servizio Prevenzione e Sicurezza degli Ambienti di Lavoro Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova D.Lgs 81/08 art. 96 c.1 Contenuti minimi del POS in presenza di rischi elettrici Azienda Sanitaria

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore

Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Smart ICT Solutions nel Real Estate: conoscere e gestire il patrimonio per creare valore Osservatorio ICT nel Real Estate Presentazione dei Risultati 2013 21 Maggio 2013 CON IL PATROCINIO DI PARTNER IN

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli