MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1"

Transcript

1 IW3 EDS Giorgio De Paoli MODULATORE AUDIO E SOMMATORE VIDEO B.B.EDS1 Per la trasmissione di segnali televisivi modulati in FM (tecnica utilizzata in "ATV".) si impiega un oscillatore Vco o Dro,che genera la portante. Sulla porta d'ingresso di modulazione viene inserito un segnale chiamato "Banda Base", corrispondente alla somma del segnale video, filtrato ed enfatizzato,e di una o piu' sottoportanti audio. Al fine di ottenere una buona qualita' del segnale video e audio trasmesso, e' necessario progettare con cura non solo l'oscillatore Vco o Dro, ma anche il sommatore video/audio. La scheda presentata in questo numero alloggia tutti i componenti per l'elaborazione del segnale video e il modulatore audio; le caratteristiche tecniche ottenute sono buone, sebbene vengano utilizzati per la sua realizzazione,componenti a basso costo per uso amatoriale. CARATTERISTICHE TECNICHE INGRESSO VIDEO : 1 V. pp su 75 Ohm USCITA B.B. : 500 mv. pp su 75 Ohm regolabile BANDA PASSANTE : Con filtro video e preenfasi 25 Hz 4,8 Mhz / 1 db COMMUTAZIONE USCITA VIDEO POSITIVA O NEGATIVA GUADAGNO IN. VIDEO USCITA MONITOR : 0 db GUADAGNO IN.RX USCITA MONITOR : 0 db INGRESSO AUDIO : 200mV. Rms a 1 Khz per 50 Khz di deviazione IMPEDENZA D'INGRESSO AUDIO : 8 10 Kohm sbilanciati BANDA PASSANTE AUDIO : 50 Hz 15 Khz DISTORSIONE AUDIO :a 100 Hz per / 50 Khz di deviazione 0,42 % : a 1 Khz per / 50 Khz di deviazione 0,4 % : a 10 Khzper / 50 Khz di deviazione 0,8 % RAPPORTO SEGNALE/RUMORE AUDIO DEMODULATO : 54,5 db a 1 Khz con filtro pesato CCIR racc : 60,5 db a 10 Khz con filtro pesato CCIR racc REGOLAZIONE LIVELLO S.C. AUDIO : da 10 a 40 db ALIMENTAZIONE : 12 V. CONSUMO : 12 V. FISSO 30 ma max : 12 V. TX 85 ma 100mA max DIMENSIONI : 120 x 65 x 16 mm DESCRIZIONE CIRCUITALE Vedi fig. 1 Il segnale video proveniente dalla sorgente (Telecamera Videoregistratore Generatore di monoscopio)e' collegato al piedino 8 del connettore CN1e transita all'ingresso di IC 1. Questo componente e' un amplificatore video e commutatore, impiegato per la commutazione video RX/TX e per fornire in uscita il segnale adatto al pilotaggio di un monitor(uscita pin 12 "CN1"). L'ingresso del segnale video,proveniente dal ricevitore, e' collegato al piedino 10 del CN1. Il segnale video, amplificato di circa 6dB, esce dal piedino 2 dell' IC1 e attraversa la rete di preenfasi formata da R9R10 R11R12C8C9L2, giungendo poi al filtro video composto da C10C11 C12C13C14 e da L3L4.L'uscita del filtro e' collegata al trimmer di regolazione del livello video (RV1). La rete di preenfasi inserita in questo modulo e' quella raccomandata dal CCIR (Racc ) vedi curva di Fig.2 Il filtro video utilizzato in questa applicazione e' una somma di filtro notch e passa basso tale da ridurre la banda video a circa 4,8 Mhz e creare un notch a 6,5 Mhz (frequenza della sottoportante audio). Figura 1

2 Figura 2 Figura 3 La curva completa ingresso/uscita del modulo B.B. e' visibile nella figura 3. La figura ci permette di verificare che la banda passante completa e' compresa entro / 1 db e si estende fino a 4,8 Mhz ( il primo marker e' posizionato a 4,433 Mhz frequenza della sottoportante colore). L'attenuazione ottenuta a 6,5Mhz e' superiore a 33 db. La misura di figura 3 e' stata effettuata utilizzando un Network ed inserendo, in fase di calibrazione, la rete di preenfasi video CCIR (fig. 2). Il filtro video utilizzato influisce notevolmente sulla qualita' del rapporto Segnale/Rumore della sottoportante audio, consentendo altresi ' una riduzione del contenuto armonico del segnale video. L'unico peggioramento, imputabile al filtro, si riscontra sul valore del "Ritardo di Gruppo", misurato in 83,7 ns (vedi Figura 4) anziche' in 50 ns (valore prescritto dalle normative vigenti).tale differenza,non visibile sull'immagine, ma verificabile solo strumentalmente, non pregiudica la qualita' del segnale video nell'uti Figura 4 lizzo Amatoriale. Figura 5 Figura 6 Per riportare il valore entro i 50 ns e' indispensabile aggiungere una rete di compensazione del ritardo di gruppo,normalmente costituita da 6 8 circuiti LC, regolabili, molto critici da tarare con strumentazione adeguata ( Network Analyzer). Nella figura 5 e' visibile lo spettro di segnale video composto da barre colorate al 75%, senza il filtro video inserito e con la sottoportante audio a 6,5 Mhz. La figura 6 mostra lo spettro del segnale in oggetto con il filtro video inserito.

3 La figura 7 mostra sovrapposte le due misure precedenti. Espandendo la misura fra 3 e 8 Mhz, si nota che nel secondo caso (filtro video inserito) si ottiene una sottoportante audio perfettamente pulita dalla modulazione video. Continuando nella descrizione circuitale,analizziamo ora la sezione audio e, successivamente, il sommatore video/audio. Il segnale audio, proveniente dalla sorgente, (microfono amplificato videoregistratore) attraversa il piedino 1 del connettore CN 1, e giunge al trimmer regolatore del livello audio, (RV3); il segnale attraversa la rete di preenfasi, formata da R28 e C45, e giunge all'ingresso di IC 6, il quale provvede ad amplificarlo di circa 20 db, al fine di compensare la perdita introdotta dalla rete di preenfasi. L'uscita del segnale (piedino 1 di IC6) giunge ai diodi varicap del Vco, attraversando un filtro passa basso. La figura 8 rappresenta la maschera di tolleranza della rete di preenfasi audio, mentre la figura 9 riporta la misura della preenfasi del modulo B.B. Come oscillatore per la sottoportante audio e' stato utilizzato un integrato 74 HC 4060 che, oltre al segnale a 6,5 Mhz, fornisce il segnale al circuito di aggancio del Pll (IC4). L'insieme di " IC 4 e IC 5 ", e componenti collegati, costituisce il modulatore audio, la cui frequenza viene stabilizzata dal quarzo " Q1 ". L'uscita di IC 5 ( piedino 9 ) fornisce il segnale RF a 6,5 Mhz modulato dal segnale audio in ingresso.il segnale attraversa un filtro passa basso, formato da L6 L7 C25 C26 C27, arriva al regolatore del livello della sottoportante audio (RV2). Una parte di IC 6 viene impiegata per il pilotaggio di un led che segnala l'aggancio dell'oscillatore audio. L'ultima parte del modulo costituisce il sommatore, formato dalla resistenze R14 R15 e da IC 3 e TR 2, utilizzati come amplificatore e pilota a 75 Ohm. Sulla schedina e' collocato il connettore J1, sul quale e' possibile inserire un ponticello per selezionare l'uscita B.B. con modulazione positiva o negativa. La costruzione e la messa a punto del modulo B.B. non presentano difficolta' particolari. Le uniche regolazioni necessarie per adattare il modulo al Vco o Dro sono quelle dei trimmer RV 1 RV 2 RV Figura MASCHERA DI TOLLERANZA PER LA CARATTERISTICA AMPIEZZA FREQUENZA CON RETE DI PREENFASI INSERITA db Hz La figura 10 riporta lo schema di collegamento, la figura 11 mostra la disposizione dei componenti sul circuito stampato. L'ultima pagina riporta tutto l'elenco dei componenti. Figura 8 Ciao e buon lavoro. IW3 EDS Figura 9

4 Figura 10 Figura 11 C32 C28 C20 R17 C19 R16 J1 R14 R13 R15 R40 CV1 Q1 R21 TR2 C23 R19 R20 L5 C22 26 C C 27 L7 RV2 L6 R18 IC3 C18 C15 C25 IC4 C31 CN2 1 2 C24 7 R6 C2 C1 12 R EDS BB1 201 C6 TR1 C5 R5 R1 C3 C3 R7 R4 IC1 C14 L4 R11 R12 C11 C12 C10 L3 L2 C13 R10 R9 RV1 R8 C8 C9 C R27 RV3 1 R28 R23 R29 R3 L1 C41 C40 C7 R25 R32 IC6 R34 C42 R37 C21 R22 L9 R26 C30 C16 IC2 R36 R37 C28 C29 IC5 C37 C43 C46 R30 R31 R33 R24 C44 C42 39 C R39 DV1 C36 C35 L9 R35 C33 C34

5 DISEGNO DEL CIRCUITO STAMPATO VISTO DAL LATO SALDATURE DIMENSIONI REALI 120 X 62 mm

6 LISTA COMPONENTI C 1 Cond. pol. 1uF L 1 Impedenza 15 uh C 2 Cond. pol. 1uF L 2 Impedenza 10 uh C 3 Cond. elett. 47uF 16 V. L 3 Impedenza 1,5 uh C 4 Cond. mult. 100 nf L 4 Impedenza 2,2 uh C 5 Cond. elett. 10uF 16 V. L 5 Impedenza 15 uh C 6 Cond.elett. 10uF 16 V. L 6 Impedenza 4,7 uh C 7 Cond. mult. 100 nf L 7 Impedenza 4,7 uh C 8 Cond.ceram. 820 pf L 8 Impedenza 15 uh C 9 Cond.ceram. 820 pf L 9 Impedenza 15 uh C 10 Cond.ceram. 120 pf Q 1 Quarzo 8 Mhz C 11 Cond.ceram. 470 pf R 1 Res. 1% 75 Ohm C 12 Cond.ceram. 470 pf R 2 Res. 1% 75 Ohm C 13 Cond.ceram. 220 pf R 3 Res. 1% 75 Ohm C 14 Cond.ceram. 220 pf R 4 Res. 22 Ohm C 15 Cond.elett. 100uF 16 v. R 5 Res. 2,2 Kohm C 16 Cond.mult. 100 nf R 6 Res. 10 Kohm C 17 Cond.mult. 100 nf R 7 Res. 2,2 Kohm C 18 Cond.pol. 1 uf R 8 Res. 1% 75 Ohm C 19 Cond.elett. 100uF 16 V. R 9 Res. 1% 301 Ohm C 20 Cond.mult. 100 nf R 10 Res. 1% 75 Ohm C 21 Cond.elett. 47 uf 16 V. R 11 Res. 1% 75 Ohm C 22 Cond.mult. 100 nf R 12 Res. 18 Ohm C 23 Cond.elett. 100 uf 16 V. R 13 Res. 330 Ohm C 24 Cond.elett. 470 uf 16 V. R 14 Res. 1% 75 Ohm C 25 Cond.ceram. 270 pf R 15 Res. 150 Ohm C 26 Cond.ceram. 470 pf R 16 Res. 1% 75 Ohm C 27 Cond.ceram. 270 pf R 17 Res. 1% 75 Ohm C 28 Cond.mult. 100 nf R 18 Res. 10 Ohm C 29 Cond.elett. 100 uf 16 V. R 19 Res. 100 Ohm C 30 Cond.ceram. 1 nf R 20 Res. 220 Ohm C 31 Cond.mult. 10 nf R 21 Res. 1 Kohm C 32 Cond.ceram. 33 PF npo R 22 Res. 10 Ohm C 33 Cond.ceram. 33 pf npo R 23 Res. 10 Kohm C 34 Cond.ceram. 470 pf R 24 Res. 3,9 Kohm C 35 Cond.ceram. 33 pf npo R 25 Res. 1 Mohm C 36 Cond.ceram. 470 pf R 26 Res. 100 Kohm C 37 Cond.pol. 100 nf R 27 Res. 1 Kohm C 38 Cond.elett. 10 uf 16 V. R 28 Res. 18 Kohm C 39 Cond.ceram. 1 nf R 29 Res. 4,7 Kohm C 40 Cond.elett. 100 uf 16 V. R 30 Res. 4,7 Kohm C 41 Cond.mult. 100 nf R 31 Res. 1 Kohm C 42 Cond.elett. 10 uf 16 V. R 32 Res. 10 Kohm C 43 Cond.elett. 10 uf 16 V. R 33 Res. 10 Kohm C 44 Cond.elett. 10 uf 16 V. R 34 Res. 4,7 Kohm C 45 Cond.ceram. 3,3 nf R 35 Res. 10 Kohm C 46 Cond.pol. 1uF CN 1 Connettore 12 poli R 36 Res. 56 Kohm CN 2 Connettore 2 poli R 37 Res. 56 Kohm CV 1 Compensatore pf R 38 Res. 10 Kohm DV 1 Diodo BB 204 R 39 Res. 1 Mohm IC 1 C.I. TEA 2124 R 40 Res. 220 Ohm IC 2 C.I. 78 L 05 RV 1 Trimmer 100 Ohm IC 3 C.I. ua 733 RV 2 Trimmer 500 Ohm IC 4 C.I. MC RV 3 Trimmer 10 Kohm IC 5 C.I. 74 HC 4060 TR 1 Trans. BC 337 IC 6 C.I. LF 353 TR 2 Trans. BC 337 J 1 Connettore 3 poli per Jumper

TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS

TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS TRASMETTITORE ATV SUI 23 CM by IZ3CTS 1. Premessa Il circuito è stato sviluppato cercando di impiegare perlopiù componentistica di facile reperibilità, sono stati utilizzati componenti "avvolti" standard,

Dettagli

Apparati di radiodiffusione AM ed FM. Tratto dal testo di Cecconelli Tomassini Le Telecomunicazioni

Apparati di radiodiffusione AM ed FM. Tratto dal testo di Cecconelli Tomassini Le Telecomunicazioni Apparati di radiodiffusione AM ed FM Tratto dal testo di Cecconelli Tomassini Le Telecomunicazioni 1 Trasmettitori a modulazione di ampiezza Un trasmettitore per radiodiffusione ha il compito di convertire

Dettagli

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db

2 Qual è il guadagno totale di due stadi amplificatori da 6 db e da 3 db : A 4,5 db B 9 db C 6 db 3.- CIRCUITI 3.1.- Combinazione dei componenti: Circuiti in serie e in parallelo di resistori, bobine, condensatori, trasformatori e diodi - Corrente e tensione nei circuiti Impedenza. 3.2.- Filtri: Filtri

Dettagli

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO. ----Impianti trasmittenti radiotelevisivi ---- Materia: Telecomunicazioni. prof. Ing. Zumpano Luigi

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO. ----Impianti trasmittenti radiotelevisivi ---- Materia: Telecomunicazioni. prof. Ing. Zumpano Luigi I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO a.s. 2010/2011 -classe III- Materia: Telecomunicazioni ----Impianti trasmittenti radiotelevisivi ---- Aunni: Filippelli Maria Fortunata Lautieri Mariacaterina prof. Ing. Zumpano

Dettagli

V.F.O. A COPERTURA CONTINUA PER H.F.

V.F.O. A COPERTURA CONTINUA PER H.F. V.F.O. A COPERTURA CONTINUA PER H.F. Credo che una delle principali difficoltà che si incontrano nella autocostruzione di apparati H.F. sia la realizzazione di un valido V.F.O. multibanda. Il circuito

Dettagli

TRASMETTITORE ATV 23cm 0,5W

TRASMETTITORE ATV 23cm 0,5W TRASMETTITORE ATV 23cm 0,5W Tratto dal meeting microonde (Treviso 2001) MANUALE PER LA REALIZZAZIONE di IW1FNW IW1DGG A.R.I. Sez. BRA Ver. 3.0 09/08/2010 versione 3.0 09/08/2010 1 Introduzione Da parecchi

Dettagli

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W

AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO AMPLIFICATORE MOSFET MONO DA 300W (cod.k4010) K4010 CARATTERISTICHE TECNICHE - POTENZA MUSICALE: 300W a 4 ohm/ 200W a 8 ohm. - POTENZA RMS: 155W a 4 ohm/100w a 8 ohm (a

Dettagli

"Convertitore CC/CA per sistemi fotovoltaici connessi alla rete: progetto e realizzazione" Ing. Pierangelo Sandri settembre 2007 siepan@libero.

Convertitore CC/CA per sistemi fotovoltaici connessi alla rete: progetto e realizzazione Ing. Pierangelo Sandri settembre 2007 siepan@libero. Capitolo 6 Collaudo 6.1 Apparecchiature per il collaudo Per poter effettuare tutte le prove necessarie a verificare il corretto funzionamento dell inverter sperimentale si è utilizzata la strumentazione

Dettagli

Gruppo. Bertelli Nicolò Miotto Filippo. Classe. 5^A Elettronica. Anno Scolastico 2013-2014 PROGETTO. Radio FM INDICE

Gruppo. Bertelli Nicolò Miotto Filippo. Classe. 5^A Elettronica. Anno Scolastico 2013-2014 PROGETTO. Radio FM INDICE Gruppo Bertelli Nicolò Miotto Filippo Classe 5^A Elettronica Anno Scolastico 2013-2014 PROGETTO Radio FM INDICE Descrizione generale schema a blocchi...pag.2 Ricevitore Cenni teorici...pag.3 Ricevitore

Dettagli

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente:

I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: I RICEVITORI IN FM Lo schema di principio di un semplice ricevitore è il seguente: Questo sistema elementare si chiama ricevitore radio ad amplificazione accordata (TRF) o ad amplificazione diretta ed

Dettagli

Update 28/05/2015 MANUALE ASSEMBLAGGIO MODULO B

Update 28/05/2015 MANUALE ASSEMBLAGGIO MODULO B Update 28/05/2015 MANUALE ASSEMBLAGGIO MODULO B Le informazioni che troviamo su questo manuale sono utili alla messa a punto del modulo B è semplificate per i meno esperti e meno dotati di strumentazione.

Dettagli

progettare & costruire di NICOLA DE CRESCENZO

progettare & costruire di NICOLA DE CRESCENZO progettare & costruire di NICOLA DE CRESCENZO GENERATORE di funzionilow-cost Vi proponiamo il progetto di un generatore di funzioni semplice ed economico, ideale per coloro che, essendo agli inizi, vogliono

Dettagli

GENERATORE UNIVERSALE BINGO CW su circuito stampato

GENERATORE UNIVERSALE BINGO CW su circuito stampato LES RÉALISATIONS DE LA **LIGNE BLEUE** *LE SAVOIR-FAIRE RADIOAMATEUR* 1 GENERATORE UNIVERSALE BINGO CW su circuito stampato di F6BCU Bernard MOUROT Una costruzione articolata sul Generatore BINGO CW Nel

Dettagli

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n

v in v out x c1 (t) Molt. di N.L. H(f) n Comunicazioni elettriche A - Prof. Giulio Colavolpe Compito n. 3 3.1 Lo schema di Fig. 1 è un modulatore FM (a banda larga). L oscillatore che genera la portante per il modulatore FM e per la conversione

Dettagli

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso

GA-11. Generatore di segnale a bassa frequenza. Manuale d uso INFORMAZIONE AGLI UTENTI ai sensi dell art. 13 del decreto legislativo 25 luglio 2005, n. 15 Attuazione delle Direttive 2002/95/ CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell uso di sostanze

Dettagli

SOMMARIO LUCI PSICHEDELICHE LX 749 5AI TIEE 1993-94. IPSIA Moretto Brescia

SOMMARIO LUCI PSICHEDELICHE LX 749 5AI TIEE 1993-94. IPSIA Moretto Brescia SOMMARIO Introduzione... 2 Schema a Blocchi... 2 Blocco Alimentazione.... 2 Blocco Preamplificatore... 2 Blocco Filtri... 2 Blocco di Potenza... 3 Curve di risposta dei tre filtri... 4 Schema Elettrico...

Dettagli

Taratura sintonia di un ricevitore HF

Taratura sintonia di un ricevitore HF Taratura sintonia di un ricevitore HF bozza 21/12/010 di Marco Ducco IK1PXM Descrivo come ho misurato l'errore di sintonia di un RTX IC-725 utilizzando come riferimento la ricezione della stazione campione

Dettagli

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN

TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN TRASMETTITORE TX-FM-MID/EN Il TX-FM-MID/EN è un modulo trasmettitore di dati digitali con modulazione FSK. PIN-OUT 10 1 CONNESSIONI Pin 1 TX Dati Ingresso dati con resistenza di ingresso di 50 kω minimi.

Dettagli

PLC51 AUTOMAZIONE. di G.Filella e C. Befera filella@tin.it

PLC51 AUTOMAZIONE. di G.Filella e C. Befera filella@tin.it PLC51 di G.Filella e C. Befera filella@tin.it Ecco il piccolo Davide, un ottimo esempio di come l elettronica si integra con l informatica: un potente PLC controllabile tramite la porta seriale di un personal

Dettagli

CARATTERISTICHE TECNICHE

CARATTERISTICHE TECNICHE HI-TECH Elettronica Innovativa CARATTERISTICHE TECNICHE Frequenza di lavoro 2,4 GHz Potenza di uscita 10 mw Canali (versione standard) 4 Ingresso segnale Video 1 Vpp Ingresso Audio Left 1 Vpp Ingresso

Dettagli

MODULAZIONI ANGOLARI

MODULAZIONI ANGOLARI MODULAZIONI ANGOLARI Una sinusoide: v(t) = V M * cos (ω * t + φ o ) = V M * cos φ(t) : t è il tempo e φ(t) = fase istantanea è identificata da: 1. Ampiezza V M o V P oppure anche dal suo valore efficace

Dettagli

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione

Min Tipico Max Unità Note Tensione di alimentazione --------------- RX-AUDIO-2.4 Caratteristiche Nessuna compressione per alta qualità del suono, latenza di 0.5 ms. Audio digitale con frequenza di campionamento a 44.1 KHz e 16-bit di risoluzione. Demodulazione

Dettagli

Un QRP sperimentale in DSB/CW per i 20 e i 40 metri

Un QRP sperimentale in DSB/CW per i 20 e i 40 metri Il progetto in sintesi Un QRP sperimentale in DSB/CW per i 20 e i 40 metri Cimentarsi oggi nella costruzione di un apparato in fonia per le bande HF non è un'impresa facile, tuttavia quello che voglio

Dettagli

Trasmettitore TX-4M10HA/V

Trasmettitore TX-4M10HA/V Trasmettitore TX-4M1HA/V TX-4M1HA/V Modulo trasmettitore con antenna integrata per applicazioni con modulazione ON-OFF di una portante RF con dati digitali. Pin-out Connessioni Pin 1 TX Dati Ingresso dati

Dettagli

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI

L amplificatore operazionale 1. Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Claudio CANCELLI L amplificatore operazionale Indice dei contenuti. L'amplificatore...3. L'amplificatore operazionale - Premesse teoriche....5 3. Circuito equivalente... 5

Dettagli

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO

I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO I.P.S.I.A. Di BOCCHIGLIERO a.s. 2010/2011 -classe III- Materia: Telecomunicazioni ---- Oscillatori ---- alunna Serafini Rossella prof. Ing. Zumpano Luigi L'oscillatore L'oscillatore è l'elemento fondamentale

Dettagli

K7000 SIGNAL TRACER CON GENERATORE. Permette di risolvere con facilità i problemi su apparecchiature audio. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

K7000 SIGNAL TRACER CON GENERATORE. Permette di risolvere con facilità i problemi su apparecchiature audio. ISTRUZIONI DI MONTAGGIO SIGNAL TRACER CON GENERATORE K7000 Permette di risolvere con facilità i problemi su apparecchiature audio. Punti di saldatura totali: 85 Livello di difficoltà: principiante 1 2 3 4 5 avanzato ISTRUZIONI

Dettagli

Elettronica per le telecomunicazioni

Elettronica per le telecomunicazioni POLITECNICO DI TORINO Elettronica per le telecomunicazioni Relazione di laboratorio Gruppo: A08 Antona Maria Gabriella Matricola: 482 Degno Angela Rita Matricola: 4855 Fiandrino Claudio Matricola: 38436

Dettagli

Simulazione n. 1 della prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli)

Simulazione n. 1 della prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli) Simulazione n. 1 della prova scritta di Telecomunicazioni per l Esame di Stato (a cura del prof. Onelio Bertazioli) Tema n 2 Si progetti un ricetrasmettitore radio modulare operante a modulazione di frequenza

Dettagli

AP 677 SPLITTER ADSL/POTS

AP 677 SPLITTER ADSL/POTS AP 677 SPLITTER ADSL/POTS MONOGRAFIA DESCRITTIVA EDIZIONE Settembre 2006 MON. 205 REV. 2.1 1 di 9 INDICE 1.0 CARATTERISTICHE PRINCIPALI DELL APPARATO 3 2.0 CARATTERISTICHE TECNICHE 3 2.1 CARATTERISTICHE

Dettagli

Limiti assoluti. Manuale d uso e istruzioni

Limiti assoluti. Manuale d uso e istruzioni Il modulo RTX-MID-3V è un ricetrasmettitore R.F di dati digitali operante nella banda ISM alla frequenza di 433,92MHz in modo half-duplex con modulazione ASK e scambio veloce TX RX ed RX TX. Ideale per

Dettagli

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO

MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO MICROFONO MANI LIBERE PER AUTO Tutto e nato dall idea di realizzare un microfono che mi permettesse di usare il ricetrasmettitore nel modo piu comodo e sicuro possibile. Navigando in rete ho trovato diverse

Dettagli

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova

Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni 1. Seconda Prova Como 3 aprile 2004 Gara nazionale qualificati Operatore elettronico per le telecomunicazioni Si consiglia di leggere attentamente il testo proposto prima di segnare la risposta. Seconda Prova La prova

Dettagli

Struttura Analizzatore di Reti

Struttura Analizzatore di Reti ANALZZATOE D ET truttura Analizzatore di eti test generazione DUT incidente riflesso trasmesso rivelazione visualizzazione e controllo ezione di Generazione Oscillatori spazzolati Oscillatori sintetizzati

Dettagli

Punti di saldatura totali: 42 Livello di difficoltà: principiante 1 2 3 4 5 avanzato PREAMPLIFICATORE UNIVERSALE STEREO K2572 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Punti di saldatura totali: 42 Livello di difficoltà: principiante 1 2 3 4 5 avanzato PREAMPLIFICATORE UNIVERSALE STEREO K2572 ISTRUZIONI DI MONTAGGIO Punti di saldatura totali: 42 Livello di difficoltà: principiante 1 2 3 4 5 avanzato PREAMPLIFICATORE UNIVERSALE STEREO K2572 Amplificatore a basso rumore ideale per piccoli segnali ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

Dettagli

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m

Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Preamplificatore per antenna in banda VHF 2m Io ho un vecchio ricetrasmettitore VHF, un piccolo strumento un po "sordo!" Aggiungendo il preamplificatore VHF come primo stadio il miglioramento della sensibilità

Dettagli

INFORMATIVA AVVERTENZE

INFORMATIVA AVVERTENZE M.M.Electronics - http://www.mmetft.it M. M. Electronics Michele Marino - michele.marino@mmetft.it Sensore di prossimità a infrarossi V 0.1 Marzo 2008 INFORMATIVA Come prescritto dall art. 1, comma 1,

Dettagli

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo

Generatori di segnale. Generatore sinusoidale BF. Generatori di funzione. Generatori sinusoidali a RF. Generatori a battimenti. Oscillatori a quarzo Generatori di segnale Generatore sinusoidale BF Generatori di funzione Generatori sinusoidali a RF Generatori a battimenti Oscillatori a quarzo Generatori per sintesi indiretta 2 2006 Politecnico di Torino

Dettagli

Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m. La storia. Il montaggio

Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m. La storia. Il montaggio Costruzione del ricetrasmettitore QRP CW SW20+ in 20m di Roberto IS0GRB Di seguito la costruzione del ricetrasmettitore QRP CW in 20m, modello SW-20+, della Small Wonder Labs, che potete trovare al seguente

Dettagli

VFO a sintesi DDS per HF

VFO a sintesi DDS per HF VFO a sintesi DDS per HF Il Progetto in due parole Si tratta di un VFO che utilizza il sintetizzatore DDS AD7008 della Analog Device controllato da un microprocessore ST62T25 della Thomson. E progettato

Dettagli

FM transceiver up-to-date per i 144 MHz

FM transceiver up-to-date per i 144 MHz FM transceiver up-to-date per i 144 MHz La nascita del progetto un progetto de ll Club Autocostruttori della sezione ARI di Padova L idea è nata durante una delle serate che la sezione dedica alle attività

Dettagli

Analisi dei segnali. Strumenti per l'analisi dei segnali: Distorsiometro. Analizzatore d'onda. Analizzatore di spettro. Analizzatore d'onda.

Analisi dei segnali. Strumenti per l'analisi dei segnali: Distorsiometro. Analizzatore d'onda. Analizzatore di spettro. Analizzatore d'onda. Analisi dei segnali. Dominio del tempo e della frequenza. Teorema di Fourier e analisi armonica. Spettro di un segnale. Spettro di forme d'onda elementari. Spettro di un impulso. Spettro di segnali non

Dettagli

IW2CEC INTRODUZIONE ATV

IW2CEC INTRODUZIONE ATV Chi ha letto il capitolo dedicato alle microonde si sarà reso conto che ho evidenziato i vantaggi delle alte frequenze vantaggi dovuti essenzialmente al ruolo che le antenne ricoprono in un sistema di

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S. MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5060S MA-5120S MA-5240S MA-5360S MA-5480S MIXER AMPLIFICATO Con player USB e Radio FM ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del

Dettagli

3B SCIENTIFIC PHYSICS

3B SCIENTIFIC PHYSICS 3B SCIENTIFIC PHYSICS Kit "Propagazione del suono in aste" 230 V, 50/60 Hz: 1018469 / U8557180-230 115 V, 50/60 Hz: 1018468 / U8557180-115 Istruzioni per l'uso 04/15 TL/UD 1. Norme di sicurezza Un utilizzo

Dettagli

Ritorno al passato: interfaccia radio-computer.

Ritorno al passato: interfaccia radio-computer. Ritorno al passato: interfaccia radio-computer. Introduzione. Parecchi anni fa alcuni consumatori si erano rivolti alla trasmissione televisiva Mi manda Lubrano per avere soddisfazione da parte della Commodore

Dettagli

The Power Owner's Manual X702

The Power Owner's Manual X702 Owner's Manual X702 X702 - Manuale d istruzione Introduzione Grazie per avere scelto un amplificatore MTX XTHUNDER. Ogni amplificatore MTX XTHUNDER è certificato CEA2006 ; questo significa che avete la

Dettagli

Corso Elettronica Industriale Anno Accademico 2005-2006. Prof Ing Lorenzo Capineri

Corso Elettronica Industriale Anno Accademico 2005-2006. Prof Ing Lorenzo Capineri AMPLIFICATORI IN CLASSE D Corso Elettronica Industriale Anno Accademico 25-26 Prof Ing Lorenzo Capineri Indice 1. Generalità degli amplificatori in Classe D 1.1 Risposta in frequenza 2. Principio di funzionamento

Dettagli

ITALIANO TVK924 / TVK924C. Sistema TVCC b/n e via radio. a colori MANUALE PER L'UTENTE

ITALIANO TVK924 / TVK924C. Sistema TVCC b/n e via radio. a colori MANUALE PER L'UTENTE ITALIANO TVK924 / TVK924C Sistema TVCC b/n e via radio a colori MANUALE PER L'UTENTE TVK924 - TVK924C - Manuale per l'utente 1 Introduzione Gentile cliente, desideriamo ringraziarla per aver acquistato

Dettagli

0.- Introduzione. 1.- Circuito integrato generatore di funzione XR-2206. 1.1. - Generalità

0.- Introduzione. 1.- Circuito integrato generatore di funzione XR-2206. 1.1. - Generalità 0.- Introduzione I generatori di segnali sono strumenti utilizzati per studiare e verificare il comportamento delle apparecchiature elettroniche, fornendo al loro ingresso tensioni o livelli di opportuna

Dettagli

Corso di orientamento. Indirizzo: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI

Corso di orientamento. Indirizzo: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI M320 ESAME DI STATO DI ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE Corso di orientamento Indirizzo: ELETTRONICA E TELECOMUNICAZIONI Tema di: ELETTRONICA (Testo valevole per i corsi di ordinamento e per i corsi sperimentali

Dettagli

N.d.C. - Codificatore Stereo 2

N.d.C. - Codificatore Stereo 2 N.d.C. - Codificatore Stereo 1 UN CODIFICATORE STEREOFONICO per Radio Libere F.M. Prima di addentrarci nella progettazione del circuito accenniamo a qualche nozione teorica che reputiamo strettamente necessaria

Dettagli

AMPLIFICAZIONI LCOMP2. manuale

AMPLIFICAZIONI LCOMP2. manuale LCOMP2 manuale LCOMP2 ATTENZIONE! riferimenti del manuale Possono essere provocate situazioni potenzialmente pericolose che possono arrecare lesioni personali. Possono essere provocate situazioni potenzialmente

Dettagli

AMPLIFICATORE STEREO PER AUTO 2 x 100 W

AMPLIFICATORE STEREO PER AUTO 2 x 100 W CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO K3503 AMPLIFICATORE STEREO PER AUTO 2 x 100 W (cod. K3503) 1 K3503 CARATTERISTICHE E FUNZIONAMENTO L amplificatore di potenza K3503 è stato progettato per essere integrato

Dettagli

Sistemi di Telecomunicazione

Sistemi di Telecomunicazione Sistemi di Telecomunicazione Parte 10: Carrier Recovery Universita Politecnica delle Marche A.A. 2013-2014 A.A. 2013-2014 Sistemi di Telecomunicazione 1/20 Schema generico di ricevitore A.A. 2013-2014

Dettagli

Prova Teorica. Test a scelta multipla. Casarano-29 Aprile 2009

Prova Teorica. Test a scelta multipla. Casarano-29 Aprile 2009 I.I.S. F. ottazzi - asarano 28-29 prile 2009 asarano-29 prile 2009 Prova Teorica Test a scelta multipla ognome Nome Scuola di provenienza 1 di 17 I.I.S. F. ottazzi - asarano 28-29 prile 2009 rgomenti della

Dettagli

DL 2513. DL 2512A Ricevitore FM. Trasmettitore FM

DL 2513. DL 2512A Ricevitore FM. Trasmettitore FM DL 2513 Trasmettitore FM Il pannello consiste in un trasmettitore FM stereo a sintesi di frequenza e modulazione diretta, operante nella banda delle trasmissioni FM commerciali. L'apparecchio è completo

Dettagli

PROGETTO ALIMENTATORE VARIABILE CON LM 317. di Adriano Gandolfo www.adrirobot.it

PROGETTO ALIMENTATORE VARIABILE CON LM 317. di Adriano Gandolfo www.adrirobot.it PROGETTO ALIMENTATORE VARIABILE CON LM 37 di Adriano Gandolfo www.adrirobot.it L'integrato LM37 Questo integrato, che ha dimensioni identiche a quelle di un normale transistor di media potenza tipo TO.0,

Dettagli

Teoria dei Segnali Modulazione di frequenza e modulazione di fase

Teoria dei Segnali Modulazione di frequenza e modulazione di fase Teoria dei Segnali Modulazione di frequenza e modulazione di fase Valentino Liberali Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Milano valentino.liberali@unimi.it Teoria dei Segnali Modulazione di

Dettagli

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO

MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO MANUALE UTENTE VIVALDI MA-5240 MA-5120 MA-5060 MIXER AMPLIFICATO ATTENZIONE: QUESTO APPARECCHIO DEVE ESSERE COLLEGATO A TERRA IMPORTANTE I conduttori del cavo di alimentazione di rete sono colorati secondo

Dettagli

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL.

P5 CONVERSIONE DI FREQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. PLL. P5 CONVERSIONE DI REQUENZA. RICEVITORI SUPERETERODINA. P. P5. Un segnale modulato in ampiezza con portante e banda di modulazione B=9 khz centrata su, deve essere convertito in frequenza su una portante

Dettagli

Qualcuno ricorda gli articoli

Qualcuno ricorda gli articoli Questo articolo è stato pubblicato su... ACCESSORI Meno di 10 euro per una interfaccia USB per modi digitali Un espediente ci permette di realizzare una interfaccia jolly per il traffico amatoriale in

Dettagli

Analisi della qualità dell energia

Analisi della qualità dell energia Analizzatore della qualità di rete per installazione fissa QNA 412 e 413 Analizzatore della qualità di rete per installazione fissa QNA 202 e 303 Analizzatore tot ale della qualità di rete 3196 Analisi

Dettagli

5 Amplificatori operazionali

5 Amplificatori operazionali 5 Amplificatori operazionali 5.1 Amplificatore operazionale: caratteristiche, ideale vs. reale - Di seguito simbolo e circuito equivalente di un amplificatore operazionale. Da notare che l amplificatore

Dettagli

Lezione B4 - DDC 2003 1

Lezione B4 - DDC 2003 1 Elettronica per le telecomunicazioni Unità B: Anelli ad aggancio di fase (PLL) Lezione B.4 Sintetizzatori, DDS, CDR, DLL principio e parametri di DDS data recovery, CDR sincronizzazione clock con DLL Elettronica

Dettagli

Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e

Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e Grazie per aver acquistato la Fenice SUMMA F ENICE SUMMA non è soltanto un preamplificatore, data l'eccezionale versatilità e pluralità di funzioni può svolgere il ruolo di centrale di un moderno impianto

Dettagli

Transverter lineare per banda S 2320MHz - 430MHz

Transverter lineare per banda S 2320MHz - 430MHz Transverter lineare per banda S 2320MHz - 430MHz (Gianfranco Sabbadini - I2SG) 1- UN ALTRO SVILUPPO PER RADIOAMATORI La realizzazione descritta nasce a distanza di 15 anni dalla costruzione dell ultimo

Dettagli

Prodotti e accessori. BOSE ControlSpace AMS-8 DIVISIONE SISTEMI PROFESSIONALI SOLUZIONI COMMERCIALI COMPLETE BOSE. Ascoltare prima di acquistare

Prodotti e accessori. BOSE ControlSpace AMS-8 DIVISIONE SISTEMI PROFESSIONALI SOLUZIONI COMMERCIALI COMPLETE BOSE. Ascoltare prima di acquistare Prodotti e accessori BOSE ControlSpace AMS-8 DIVISIONE SISTEMI PROFESSIONALI SOLUZIONI COMMERCIALI COMPLETE BOSE Il cliente protagonista Progettazione acustica Ascoltare prima di acquistare Gestione dei

Dettagli

Stabilizzatore video per lettori DVD

Stabilizzatore video per lettori DVD Stabilizzatore video per lettori DVD La necessità dei produttori di audiovisivi su videocassetta e DVD ha imposto l applicazione di metodi di protezione che, sebbene servano ad impedirne la duplicazione

Dettagli

OSCILLATORI SINUSOIDALI. Generalità

OSCILLATORI SINUSOIDALI. Generalità OSCILLATORI SINUSOIDALI Generalità Per comprendere il principio di funzionamento di un oscillatore, si consideri un amplificatore reazionato privo del segnale esterno d ingresso, e quindi privo del nodo

Dettagli

154 AUDIO / VIDEO CONTROLLO VIBRAZIONI HIGH QUALITY. www.marcucci.it

154 AUDIO / VIDEO CONTROLLO VIBRAZIONI HIGH QUALITY. www.marcucci.it 154 AUDIO / VIDEO La linea di prodotti consumer Lafayette è rivolta ad un utilizzo domestico e propone una selezione di accessori per la televisione, in special modo l ampia serie di telecomandi multifunzione,

Dettagli

T E C H N O L O G I E S STX05-PRO. Crossover Elettronico a 5 canali. Manuale di Installazione e Utilizzo

T E C H N O L O G I E S STX05-PRO. Crossover Elettronico a 5 canali. Manuale di Installazione e Utilizzo T E C H N O L O G I E S STX05-PRO Crossover Elettronico a 5 canali Manuale di Installazione e Utilizzo Introduzione Grazie per aver acquistato il Crossover Elettronico STX05-PRO. Questo prodotto è progettato

Dettagli

1.1 Introduzione. 1.2 Rumore del ricevitore

1.1 Introduzione. 1.2 Rumore del ricevitore 1.1 Introduzione La descrizione di un ricevitore HF comprende diversi parametri tecnici che devono illustrare la qualità di un blocco o di tutto il sistema HF. Per rendere più chiari tutti questi dati

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale

Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema di trasmissione allarmi su coassiale Sistema trasmissione allarmi ZVA-AV18T/R 25/07/2011- G160/1/I Caratteristiche principali Trasmissione Il sistema ZVA-AV18 utilizza lo stesso mezzo di trasmissione,

Dettagli

Un semplice timer per

Un semplice timer per Timer programmabile 50 Un semplice timer per bromografo, programmabile da 1 a 3600 sec, con visualizzazione del tempo impostato e del tempo trascorso su display LCD 16x2. Utilissimo in laboratorio per

Dettagli

Genere DATA Generalità Note Distribuzione. RADIO JAN15 VFO 40M VARICAP Agz, website

Genere DATA Generalità Note Distribuzione. RADIO JAN15 VFO 40M VARICAP Agz, website VFO7 RIFERIMENTI Genere DATA Generalità Note Distribuzione RADIO JAN15 VFO 40M VARICAP Agz, website GENERALITA Tra le cose lasciatemi da mio padre ho trovato un piccolo box destinato a diventare un ricevitore

Dettagli

MODIFICHE E AGGIORNAMENTI AI MODULI. E ALLE DEMOBOARD 1200MHz/2400MHz. Rel. 1.1.0.

MODIFICHE E AGGIORNAMENTI AI MODULI. E ALLE DEMOBOARD 1200MHz/2400MHz. Rel. 1.1.0. MODIFICHE E AGGIORNAMENTI AI MODULI E ALLE DEMOBOARD 1200MHz/2400MHz Rel. 1.1.0. Settembre 2003 1 INDICE INTRODUZIONE... 3 INFORMAZIONI... 3 MODULI... 3 DEMO BOARD... 3 DOWNLOADING DATA SCHEET... 3 MIGLIORIE

Dettagli

PROGRAMMA DI ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI RADIOAMATORE

PROGRAMMA DI ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI RADIOAMATORE PROGRAMMA DI ESAME PER IL CONSEGUIMENTO DELLA PATENTE DI RADIOAMATORE PARTE ^ - QUESTIONI RIGUARDANTI LA TECNICA, IL FUNZIONAMENTO E LA REGOLAMENTAZIONE A. - QUESTIONI DI NATURA TECNICA.- ELETTRICITA',

Dettagli

Amplificatori di potenza Hi-Fi da 25/30W realizzati con transistori Darlington

Amplificatori di potenza Hi-Fi da 25/30W realizzati con transistori Darlington Amplificatori di potenza Hi-Fi da 25/30W realizzati con transistori Darlington in contenitore TO-220 I nuovi transistori Darlington BDT 62/63 in contenitore plastico TO 220 consentono di realizzare amplificatori

Dettagli

Retroazione In lavorazione

Retroazione In lavorazione Retroazione 1 In lavorazione. Retroazione - introduzione La reazione negativa (o retroazione), consiste sostanzialmente nel confrontare il segnale di uscita e quello di ingresso di un dispositivo / circuito,

Dettagli

LA GARANZIA DI UN LIVELLO AUDIO OTTIMALE, SEMPRE LIVELLO OTTIMALE In questo caso A.L.S. provvede ad aumentare il livello audio fino al livello ottimale. LIVELLO OTTIMALE In questo caso A.L.S. non interviene

Dettagli

Sistemi di Radio-ricezione

Sistemi di Radio-ricezione Sistemi di Radio-ricezione Segnale RF B f 0 f B f 0 1 Formulazione analitica: cos sin cos s t V t t V t t V t t t RF I 0 Q 0 M 0 Inviluppo complesso (banda base): sbb t VI t jvq tvm texp jt Schema generale

Dettagli

Mixer stereo Professionale

Mixer stereo Professionale NOIZ MX 600 USB/DSP Mixer stereo Professionale Manuale d'uso WORLDWIDE DISTRIBUTION AUDIO4 & C srl - Via Polidoro da Caravaggio 33-20156 MILANO - ITALY Tel. +39-0233402760 - Fax +39-0233402221 - Web: www.audio4.it

Dettagli

Applicazioni dell amplificatore operazionale

Applicazioni dell amplificatore operazionale Capitolo 10 Applicazioni dell amplificatore operazionale Molte applicazioni dell amplificatore operazionale si basano su circuiti che sono derivati da quello dell amplificatore non invertente di fig. 9.5

Dettagli

MINI PEORY. IL PREAMPLIFICATORE: Il preamplificatore è composto come segue:

MINI PEORY. IL PREAMPLIFICATORE: Il preamplificatore è composto come segue: MINI PEORY Dopo un lungo periodo di inattività ho sfornato una nuova creatura, questa volta un po più complessa a livello di preamplificatore ma andiamo in ordine con la descrizione: Ho usato due valvole

Dettagli

Radiotecnica 4 Oscillatori e tipi di modulazione

Radiotecnica 4 Oscillatori e tipi di modulazione A.R.I. - Sezione di Parma Corso di preparazione esame di radiooperatore 2015 Radiotecnica 4 Oscillatori e tipi di modulazione Carlo Vignali, I4VIL FEEDBACK OSCILLATORE ARMSTRONG Tuned grid tuned plate

Dettagli

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE.

AUDIOSCOPE Mod. 2813-E - Guida all'uso. Rel. 1.0 DESCRIZIONE GENERALE. 1 DESCRIZIONE GENERALE. DESCRIZIONE GENERALE. L'analizzatore di spettro Mod. 2813-E consente la visualizzazione, in ampiezza e frequenza, di segnali musicali di frequenza compresa tra 20Hz. e 20KHz. in

Dettagli

I Filtri - Tipi di risposte in frequenza

I Filtri - Tipi di risposte in frequenza I Filtri - Tipi di risposte in frequenza Sommario argomenti trattati Appunti di Elettronica - Pasquale Altieri - I Filtri - Tipi di risposte in frequenza... Risposta alla Butterworth... Risposta alla Bessel...

Dettagli

Esercizi proposti durante le lezioni di Elettronica 2

Esercizi proposti durante le lezioni di Elettronica 2 Rev.13/3/2014 Esercizi proposti durante le lezioni di Elettronica 2 1. Ad un semplice integratore RC (R=10 kω, C=100 nf) viene applicato in ingresso un segnale ad onda quadra (duty-cycle 50%) proveniente

Dettagli

MHz. MHz. Fig. 1 Fig. 2

MHz. MHz. Fig. 1 Fig. 2 Esercizio 1 Il Ranger Smith del parco di Yellowstone ha deciso di rafforzare il sistema di sorveglianza a causa dei continui furti di cestini di picnic dei visitatori del parco da parte dell orso Yoghi

Dettagli

Elettronica per le telecomunicazioni

Elettronica per le telecomunicazioni POLITECNICO DI TORINO Elettronica per le telecomunicazioni Relazione di laboratorio Gruppo: A08 Antona Maria Gabriella Matricola: 148211 Degno Angela Rita Matricola: 148155 Fiandrino Claudio Matricola:

Dettagli

Elettronica per le telecomunicazioni

Elettronica per le telecomunicazioni Elettronica per le telecomunicazioni Anno Accademico 2009/2010 Fiandrino Claudio 5 maggio 2010 II Indice 1 Filtri 1 1.1 Nozioni base........................... 1 1.1.1 Definizioni.........................

Dettagli

Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata

Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata Le domande più comuni del tema di esame per radioamatore La risposta esatta è in corsivo, evidenziata e sottolineata D: La capacità di un condensatore a facce piane parallele: R1: Aumenta al diminuire

Dettagli

Elementi di teoria dei segnali /b

Elementi di teoria dei segnali /b Elementi di teoria dei segnali /b VERSIONE 29.4.01 Filtri e larghezza di banda dei canali Digitalizzazione e teorema del campionamento Capacità di canale e larghezza di banda Multiplexing e modulazioni

Dettagli

Elettronica delle Telecomunicazioni Esercizi cap 2: Circuiti con Ampl. Oper. 2.1 Analisi di amplificatore AC con Amplificatore Operazionale reale

Elettronica delle Telecomunicazioni Esercizi cap 2: Circuiti con Ampl. Oper. 2.1 Analisi di amplificatore AC con Amplificatore Operazionale reale 2. Analisi di amplificatore AC con Amplificatore Operazionale reale Un amplificatore è realizzato con un LM74, con Ad = 00 db, polo di Ad a 0 Hz. La controreazione determina un guadagno ideale pari a 00.

Dettagli

Test set radiocommunication

Test set radiocommunication LABORATORIO-STRUMENTAZIONE di Valentino Barbi I4BBO Test set radiocommunication Mini dimensioni per maxi prestazioni 3ª parte Realizzazione pratica Il progetto è destinato a chi ha già una certa esperienza

Dettagli

MISURE SU CAVI COASSIALI

MISURE SU CAVI COASSIALI MISURE SU CAVI COASSIALI Carlo Vignali I4VIL 05 RIDUZIONE DEL VSWR Il valore del VSWR del carico viene osservato di valore ridotto quando è misurato all'ingresso di una linea con attenuazione Allo stesso

Dettagli

Indice. Cap. 1 Studio di reti RLC in regime sinusoidale pag. 1

Indice. Cap. 1 Studio di reti RLC in regime sinusoidale pag. 1 Indice Cap. 1 Studio di reti RLC in regime sinusoidale pag. 1 1.1 Circuiti risonanti 1 1.2 Fattori di merito e pertide dei componenti 7 1.2.a Caso dell induttanza 8 1.2.b Caso della capacità 9 1.2.c Caso

Dettagli