Prima Età del Ferro. Un caso esemplare : Lefkandi * Antonietta Marini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prima Età del Ferro. Un caso esemplare : Lefkandi * Antonietta Marini"

Transcript

1 2007] FARFALLE NELL EGEO 25 Circolazione e consumo dei beni orientali ed élite nell Egeo della Prima Età del Ferro. Un caso esemplare : Lefkandi * Antonietta Marini i khai patr da s n ka d ma, ka ei po toi f lon e st n ei per ka m la poll n e kast rw e st Eu bo h t n per thlot tw f s e mmenai oi min i donto finché alla patria tu arrivi, alla casa, ovunque ti è caro, anche se è molto più in là dell isola Eubea, che lontanissima dice chi l ha veduta Odissea VII, Abstract During the 10 th and 9 th centuries B.C., trade between the Aegean and the Eastern Mediterranean is growing rapidly; at the same time, in many Aegean communities, élites or proto-aristocracies emerge. At Lefkandi, the two historical phenomena are closely correlated. In this study, through a contextual analysis of funerary data, we try to reconstruct the social and cultural history of this Euboean community, which maintains direct and permanent relations with the Eastern Mediterranean in the Early Iron Age. The consumption of oriental items in the funerary ritual is a form of materialization of the ideology of the élite buried in the cemetery of Toumba. L Egeo nel Mediterraneo dei ritorni : l Età di Lefkandi L immagine dell Egeo nella Prima Età del Ferro è radicalmente mutata nel corso degli ultimi decenni tanto da non rispondere più alla definizione di Dark Age; le indagini sul territorio e gli scavi condotti in numerosi abitati, necropoli e luoghi di culto permettono non solo di delineare un quadro più completo dello sviluppo storico a livello locale e regionale, ma soprattutto hanno messo definitivamente in crisi l idea di generale recessione e chiusura ai contatti esterni che stava alla base dell originaria definizione di Età Oscura. A partire almeno dalla metà del X secolo a.c., infatti, le comunità greche entrarono in contatto con le regioni del bacino orientale del Mediterraneo, con una progressiva intensificazione dei flussi commerciali che porterà, nel corso dei due secoli seguenti, alla piena integrazione dell Egeo nelle rotte pan-mediterranee, necessaria premessa al fenomeno della colonizzazione. Prima che il Mare Nostrum diventasse il Mediterraneo delle colonie, i Greci di X e IX secolo a.c. fecero esperienza del Mediterraneo dei ritorni, come spazio di incontri e scambi, lungo direttrici commerciali frequentate da genti di varia * Vorrei ringraziare in primo luogo il Prof. Filippo M. Carinci per aver stimolato, indirizzato e incoraggiato i miei studi sull apporto dell archeologia allo studio delle origini dell aristocrazia greca. Il presente lavoro rappresenta un approfondimento di alcuni spunti di ricerca della mia Tesi di Dottorato ( Circolazione e consumo dei beni orientali nell Egeo della Prima Età del Ferro: le evidenze nel rituale funerario, Venezia 2004), ricerca condotta presso l Università Ca Foscari di Venezia e in convenzione con la Scuola Archeologica Italiana di Atene. Alla Scuola Archeologica Italiana di Atene e al suo Direttore, Prof. Emanuele Greco, vanno i miei più sentiti ringraziamenti. L elaborazione finale della ricerca e la stesura del testo sono state realizzate durante l anno trascorso come assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Scienze dell Antichità e del Vicino Oriente-Università Ca Foscari di Venezia. All Istituzione e a tutti coloro che a vario titolo La rappresentano vorrei esprimere la mia più sentita riconoscenza.

2 26 ANTONIETTA MARINI [RdA nazionalità, lingua e cultura. È quella che abbiamo scelto di chiamare per l Egeo l Età di Lefkandi, per il ruolo che gli ardimentosi abitanti di questo piccolo centro costiero dell isola di Eubea ebbero nel tracciare nuove rotte verso Oriente. Quando entra nuovamente in contatto con le civiltà vicino-orientali l Egeo era oramai uscito dalla grande crisi con cui si era conclusa l Età del Bronzo e aveva acquisito una nuova e precisa fisionomia: la Grecia della Prima Età del Ferro si compone di una molteplicità di comunità locali, ciascuna con una propria identità politica, sociale e culturale. Dal punto di vista sociale e politico sono i secoli durante i quali si compie la complessa transizione dal palazzo alla polis, che passa attraverso la definizione, all interno di comunità pre-statali, di nuove forme di potere e di élite, o proto-aristocrazie, che emergono con chiarezza nella documentazione archeologica fra X e IX secolo a.c. 1. Un fenomeno questo che, seppur espressione di dinamiche storiche interne all Egeo, richiede, per una sua piena comprensione, una contestualizzazione in una prospettiva mediterranea 2. L uso e il consumo di beni orientali nel rituale funerario e, dall ottavo secolo, la loro deposizione in ambito religioso, rientrano nel processo di definizione delle élite greche della Prima Età del Ferro 3. Lo studio delle importazioni all interno della cultura materiale della società ricevente può essere condotto sotto due prospettive, spesso tenute distinte, e che vanno ad esplorare due dimensioni dello stesso oggetto, una più strettamente culturale e l altra ideologico-simbolica; nel primo caso viene approfondito il significato delle importazioni come potenziali veicoli nella trasmissione culturale, mentre nell altro l attenzione si concentra sul loro uso come diacritical insignia, ossia come oggetti il cui possesso conferisce prestigio 4. La marginalità dell Egeo nel Mediterraneo dei ritorni, e soprattutto l assenza di influssi da parte delle più raffinate culture vicino-orientali, hanno indotto a spostare l attenzione sull uso degli orientalia come beni di prestigio, considerando nullo lo scambio di informazioni 5, quasi che la Grecia dei Secoli Oscuri non fosse ancora pronta a recepire il messaggio, a livello iconografico e culturale, di cui quegli oggetti erano portatori. Lo scambio di informazioni fra due culture non necessariamente si traduce in influssi rilevabili nella cultura materiale sotto forma di imitazioni; esiste tutto un patrimonio di conoscenze, usi e pratiche che possono essere indirettamente veicolate da un oggetto importato e che rientrano a pieno titolo nell ambito degli scambi culturali. Sono queste due dimensioni dell oggetto importato, una più prettamente culturale e l altra ideologico-politica, che intendiamo esplorare parallelamente nello studio degli scambi fra Egeo e Oriente fra X e IX secolo a.c.: si tratta di due aspetti della stessa realtà, in quanto l interazione a livello culturale in questa fase storica interessa in primo luogo le élite, che utilizzano le importazioni come beni di prestigio per autodefinirsi all interno della comunità. L affacciarsi delle piccole comunità del Protogeometrico sui vasti orizzonti mediterranei non fu un fenomeno unitario né a livello geografico né dal punto di vista cronologico: vi furono comunità che mantennero un rapporto continuativo con l Oriente, come Lefkandi, Knossos e Atene, e abitati per i quali la sporadicità dei rinvenimenti lascia ipotizzare solo contatti occasionali, secondo il modello che traspare nell episodio omerico del ratto di Eu- 1 Atene rappresenta ancora, sotto questo aspetto, la realtà archeologica meglio indagata. Per l origine dell aristocrazia ateniese si rinvia ai due diversi modelli ricostruttivi elaborati da I. Morris e J. Whitley (Morris 1987; Whitley 1991a) sulla base della documentazione dell ambito funerario: mentre Whitley colloca l origine di una proto-aristocrazia ateniese alla metà del IX secolo, per Morris la società protogeometrica sarebbe già rigidamente stratificata. Il modello ateniese è stato in seguito esteso da Morris alla realtà politica e sociale di un intero settore dell Egeo, la cosiddetta Central Greece, che comprende anche l isola di Eubea: Morris 1998; Morris Sulla necessità di ripensare in termini nuovi la dialettica fra storia locale e dinamiche pan-mediterranee nella Prima Età del Ferro: Morris 1999a, pp ; Morris 1999b. 3 Per il consumo di orientalia e la definizione delle élite nella Grecia della Prima Età del Ferro vedi: Whitley 1991b, passim; Whitley 1994; Morris 1999a; Morris 1999b; Morris 2000, cap. 6; Duploy 2006, cap Per la funzione dei beni di prestigio come diacritical insignia : Dietler 1999b, p. 145, nota 10. Come emerge dall unica fonte a nostra disposizione, ossia il testo omerico, agli orientalia venivano assegnate entrambe le funzioni che lo studioso americano attribuisce ai beni di prestigio, ossia quella di circolare in una sfera economica separata ( exchange valuables ) e di avere una funzione simbolica ( diacritical insignia ). 5 Sullo studio dei contatti interculturali come scambio di beni e scambio di informazioni: Renfrew 1975.

3 ] CIRCOLAZIONE E CONSUMO DEI BENI ORIENTALI ED ÉLITE NELL EGEO 27 meo nel libro XV dell Odissea 6. Diverso fu inoltre il ruolo svolto dai diversi settori dell Egeo e il modo con il quale essi furono integrati nei circuiti mediterranei: vi furono infatti aree che per la loro posizione geografica si trovarono naturalmente inserite lungo le grandi direttrici del commercio che da Oriente muovono verso il Mediterraneo centrale, come le isole del Dodecanneso (Rodi e Kos) e Creta, e regioni che diventarono terminali di circuiti interni, come è probabilmente il caso dell Attica, e infine comunità, come Lefkandi, che ebbero un ruolo attivo negli scambi con l Oriente superando con le proprie navi i confini del mare greco 7. Parlare genericamente di contatti fra l Egeo e l Oriente, e soprattutto dei possibili effetti a livello sociale e culturale, è dunque improprio, e la ricerca in questo settore deve necessariamente scendere a livello di singola comunità. I tempi e le modalità del processo storico, pur consentendo di individuare linee comuni, variano da comunità a comunità; mai come in questi secoli la storia dell Egeo è la sommatoria, più che la sintesi, di tante piccole storie locali. Il ruolo attivo nella gestione degli scambi, unito alla ricca documentazione proveniente dall ambito funerario, che consente di ricostruire la storia sociale e politica della piccola comunità nel succedersi delle generazioni, rendono Lefkandi un osservatorio privilegiato, e in questo unico senso esemplare, per approfondire le dinamiche legate alla circolazione, all uso e al consumo degli orientalia in un abitato della Prima Età del Ferro nella fase di definizione della sua élite. Il X e IX secolo a.c. costituiscono una fase formativa anche nella genesi dei poemi omerici e rappresentano, per così dire, la protostoria del mondo degli eroi 8. Nella complessa stratigrafia del testo cercheremo tracce del Mediterraneo dei ritorni, quando gli eroi viaggiavano fra genti che parlano altre lingue con l unico scopo di poter un giorno far ritorno nella loro terra carichi di ricchezze. Il nostro obiettivo non è quello di usare il testo omerico come integrazione dei dati archeologici, ma combinare una lettura esterna delle testimonianze materiali del commercio, come può essere quella operata dallo storico moderno, con il valore che a quegli scambi e agli stessi oggetti attribuirono coloro che li avevano acquisiti, posseduti, consumati: da questo punto di vista i poemi omerici sono una fonte fondamentale e imprescindibile, e quello che, per altri settori di indagine, può rappresentare il limite nell uso storico di Omero, ossia la componente ideologica nella rappresentazione della società degli eroi e dei suoi valori, diventa la ricchezza del testo, se letto in tutte le sue stratificazioni e sfumature. Il poeta infatti non è testimone del suo tempo solo quando descrive gli oggetti di manifattura orientale che trovano corrispondenze con il materiale rinvenuto nei nostri contesti funerari di X e IX secolo a.c., ma anche quando ci apre uno spiraglio nel ricco immaginario di quel mondo, permettendoci di vedere la realtà con gli occhi di un Greco della Prima Età del Ferro. Omero diventa, in questa prospettiva, il cantore di una storia, quella dell incontro fra i Greci e gli altri, che è fatta di luci e ombre, di ammirazione e rifiuto: ci 6 Odissea XIV, Una nave fenicia approda con il suo carico di chincagliere in un isola dell Egeo, il suo equipaggio vi trascorre un lungo periodo, addirittura un anno dice il poeta, scambiando il proprio carico con prodotti locali, per salpare infine di nuovo, questa volta verso Itaca. 7 Non esiste ancora unanimità di consensi sul ruolo svolto dalla comunità euboica nei circuiti commerciali mediterranei di X e IX secolo a.c. Secondo i coniugi Sherratt, Lefkandi si sarebbe trovata inserita nell espansione commerciale fenicia di X secolo a.c. come terminale di un circuito interno all Egeo: Sherratt-Sherratt L ipotesi dei due studiosi è ripresa da J. K. Papadopoulos, che considera l abitato come una sorta di comunità aperta, nella quale vivevano, assieme alla popolazione locale, intraprendenti orientali di diversa origine (fenici, siriani e ciprioti): Papadopoulos 1997, in particolare pp , 206. Non è questa la sede per approfondire una questione così complessa, che verrà trattata solo marginalmente nel corso del presente lavoro; riteniamo tuttavia che il ruolo svolto dagli abitanti di Lefkandi non sia ininfluente nella valutazione dell impatto che i contatti con l Oriente ebbero all interno della comunità nella sfera socio-politica. La documentazione archeologica in ambito cipriota e levantino, in particolare il rinvenimento di ceramica medio protogeometrica euboica in Fenicia, confermano a nostro avviso l ipotesi di J. N. Coldstream dell esistenza di una rotta Lefkandi-Tiro, via Amathus: Coldstream 1989, fig. 1, a-c; cfr. Coldstream 1998; Coldstream Per la ceramica protogeometrica in Oriente: Lemos 2002, Appendix II; Luke 2003, pp , tab. 8. Per l attribuzione alla fase medio protogeometrica di un anfora dallo strato XI di Tiro: Lemos 2001, p Un frammento di lebete medio protogeometrico è stato recentemente rivenuto durante gli scavi di Tel Hadar: Coldstream 1998, pp ; Kopcke È probabile invece che nel Submiceneo e nelle fasi più antiche del Protogeometrico Eubea abbia mantenuto contatti diretti solo con Cipro: vedi infra. 8 Per l analisi della documentazione archeologica di X e IX secolo a.c. come protostoria della società omerica vedi: Patzek 1992, pp

4 28 ANTONIETTA MARINI [RdA narra di una società che cambia, come conseguenza anche dell apertura a mondi diversi, con i quali è costretta, ma anche desiderosa di scambiare beni, di dialogare e di confrontarsi. I due mondi, quello delle alate parole fissate per sempre nel testo di Omero, e quello dei keimelia, messi in luce dall archeologia, così distanti dal punto di vista metodologico, si rinviano costantemente l un l altro, ed è nell intreccio e nella complessità dei rimandi, e non nella loro indebita sovrapposizione, che emerge la trama storica della Prima Età del Ferro 9. L archeologia e lo studio dei contatti interculturali: gli orientalia come documenti di storia dell Alto Arcaismo greco Una delle prospettive più interessanti nell approccio archeologico allo studio del commercio, in particolare di quello interculturale, è stata offerta dal confronto a livello teorico con un settore degli studi sociali, la cosiddetta anthropology of consumption, che ha aperto nuove e promettenti prospettive di indagine nella ricostruzione della storia sociale e culturale delle comunità antiche 10. Gli studi di antropologia del consumo sottolineano il valore simbolico e sociale dei beni materiali, che sono i mezzi dei quali gli individui si servono per costruire la propria identità e comunicarla agli altri. Molteplici sono le identità della social persona che possono trovare espressione nel consumo di beni materiali, come l appartenenza a classi di età o gruppi di parentela, il genere, lo status sociale. Le pratiche del consumo non solo servono a definire l identità di una comunità nei confronti dell esterno 11, ma possono essere utilizzate da limitati settori della società, attraverso meccanismi di circolazione ristretta, come uno strumento di separazione dal resto della popolazione. I cosiddetti beni di lusso, categoria nella quale vengono automaticamente inserite le importazioni, non rappresentano in questa prospettiva una particolare classe di oggetti, quanto uno speciale registro di consumo 12 e rappresentano uno degli strumenti di riconoscimento sociale delle élite 13. La storia documentata dai nostri orientalia è, come vedremo, legata indissolubilmente a quella delle nascenti élite. I manufatti di provenienza orientale deposti nei corredi funerari greci dell Età del Ferro non possono essere considerati semplici casuali tracce lungo le rotte dalle navi che solcavano il Mediterraneo; il loro uso e consumo nel rituale funerario, prima di darci indicazioni sui circuiti di circolazione, rispecchia il modo nel quale quegli oggetti furono integrati all interno del patrimonio culturale locale o, per usare una definizione coniata da Whitley, nel sistema simbolico delle piccole comunità di X e IX secolo a.c. 14. Sono dati, per così dire, filtrati attraverso una logica che è culturalmente specifica, e la cui comprensione offre elementi preziosi per entrare nel cuore stesso del sistema sociale della società ricevente. È in questo senso che oggetti prodotti in Egitto, Siria o Fenicia costituiscono a pieno titolo documenti di storia dell Alto Arcaismo greco, testimoni dell incontro con culture altre, nonostante l assenza di influssi nel patrimonio iconografico geometrico di X e IX secolo a.c.; un assenza, que- 9 È questa la prospettiva delineata in ambito archeologico da I. Morris (Morris 1997, in particolare pp ; Morris 2001) e inserita all interno di una visione dell archeologia della Prima Età del Ferro come cultural history: Morris Mentre lo studioso inglese ritiene che una simile prospettiva sia applicabile esclusivamente alla realtà dell ottavo secolo, l approccio che intendiamo proporre in questa sede è la ricerca di possibili elementi di continuità con il X e IX secolo a.c., secondo una prospettiva di longue durée: Malkin 2004, pp Ricchissima è la bibliografia sull argomento; per limitarci alle opere oramai considerate classiche e che hanno maggiormente inciso nell elaborazione di un approccio archeologico ai consumption studies vedi: Douglas-Isherwood 1984; Appudurai 1986; Miller 1987; Miller In ambito egeo la prospettiva dell archeologia del consumo è stata applicata più alle esportazioni di ceramica micenea o protogeometrico-geometrica in Oriente (ad esempio Van Wijngaarden 2002; Crielaard 1999) che alle importazioni di orientalia (Burns 1999; Colburn 2008). Per un applicazione, purtroppo delineata soltanto a livello teorico, allo studio del commercio di età arcaica: Foxhall Si confrontino a questo proposito le riflessioni a carattere metodologico di Dietler 1999, p. 483 ss. Per il rapporto identità culturale-consumo: p. 485: culture is not a static rigid phenomenon. Culture must be understood not only as something inherited from the past, but as a continual creative project: it is a way of thinking, of perceiving, and of solving problems, including the problems of dealing with alien peoples and of incorporating alien goods and practices. 12 Appudurai 1986, p. 38 ss. 13 Sullo studio delle élite greche attraverso le forme di riconoscimento sociale vedi: Duploy 2006, in particolare pp Whitley 1991a, pp

5 ] CIRCOLAZIONE E CONSUMO DEI BENI ORIENTALI ED ÉLITE NELL EGEO 29 sta, che dovrà trovare in sede di interpretazione di storia della cultura una sua spiegazione. Lo studio degli orientalia e del loro specifico ambito di consumo, quello del rituale funerario, ha il duplice obiettivo di ricostruire le informazioni di cui gli oggetti erano portatori come veicoli culturali e di definire il valore ad essi assegnato nel sistema simbolico locale. Gli studi dell antropologa Mary Helms sul significato politico-ideologico dei contatti con culture distanti nello spazio hanno suscitato grande interesse in ambito archeologico, in particolare fra gli studiosi di protostoria 15. L oggetto prodotto in terre lontane acquisisce nel nuovo contesto un valore culturale aggiuntivo, in quanto simbolo di conoscenza e di controllo su mondi altri, posti oltre i confini, e come tale può essere soggetto a manipolazione a livello ideologico e politico 16. In assenza di fonti scritte, il rischio è tuttavia quello di fornire un interpretazione unica per un fenomeno come la costruzione simbolica dello spazio geografico, che è per sua natura culturalmente specifica e da cui deriva la valutazione di tutto ciò che si pone al di là rispetto ad un qui e ora 17. Gli studiosi di storia dell Alto Arcaismo si trovano in questo in una posizione privilegiata, in quanto i poemi omerici, in particolare modo l Odissea, offrono una possibilità unica per entrare nell immaginario etnografico di quei secoli 18. Odisseo, l eroe dei ritorni per eccellenza, traccia con i suoi viaggi e le sue avventure i confini del Mediterraneo greco di VIII secolo a.c., forse più vasti di quelli di X e IX a.c., ma, almeno per quanto riguarda l Oriente, in buona parte coincidenti. E il suo ostinato voler tornare a casa, vivere nell attesa del giorno in cui, carico di ricchezze, avrebbe rivisto il profilo della sua amata Itaca stagliarsi all orizzonte, ha in sé ancora molto dello spirito delle generazioni precedenti, che non pensavano ancora al Mediterraneo come ad uno spazio familiare. Se l Odissea rappresenta l esito finale di un processo di costruzione di un immaginario mediterraneo, è nel corso di incontri, scambi, viaggi che esso prese lentamente forma negli occhi e poi nella mente di uomini di X e IX secolo a.c., di personaggi anonimi come quelli sepolti nelle necropoli di Lefkandi. Nell immaginario omerico gli altri si collocano fra due poli opposti i Ciclopi e i Feaci, un tempo confinanti, ma al tempo di Odisseo posti agli antipodi 19 ; i Ciclopi rappresentano la natura selvaggia e la negazione dei valori della civiltà greca, i Feaci invece incarnano l ideale di perfezione di un mondo civilizzato posto in una dimensione quasi sovrannaturale, vicina a quella degli dei, che non disdegnano infatti di sedere a banchetto con loro (Odissea, VII, ). In questa cosmogonia l incontro con il mondo orientale si rifletterebbe, secondo la suggestiva ipotesi di C. Dougherthy, da una parte nell immagine negativa dei mercanti fenici come portatori di valori incompatibili con l idea le eroico e dall altra nel mondo utopico dei Feaci, la cui civiltà rappresenta la perfetta fusione del mondo greco e degli aspetti più alti della cultura levantina 20. Un ambiguità, questa, che riflette a nostro avviso tutta la complessità di un confronto con l altro che non è astrattamente culturale, ma che coinvolge più direttamente la sfera economica e materiale. 15 Helms 1988; Helms 1993; per l applicazione in ambito protostorico della prospettiva delineata dalla Helms: Kristiansenlarsson 2005; Colburn Per la definizione di valore di scambio e le sue componenti: Sherratt 1994, pp ; la quarta dimensione, dopo la convertibilità, la preziosità, il valore aggiunto, è rappresenta dal valore culturale, ossia the degree to which, within the system as a whole, an object or class of object acquires a universally recognised social or ideological significance. In generale sul valore delle importazioni nel nuovo contesto culturale si rinvia ai contributi di G.-J. Van Wijngaarden, F. A. De Mita, S. Voutsaki e T. Whitelaw in Archaeological Dialogue, 6 (1999), pp Cfr. Helms 1988, p. 10: the significance of interchanges of peoples and material goods across geographical distances can be better understood if we know something of the qualities attributed to space and distance in particular situations. 18 Dougherty 2001, p. 11; per la definizione dell Odissea come testo etnografico cfr. pp Odissea, VI, 4-10 ricorda come ai tempi di Nausithoos Ciclopi e Feaci vivevano vicini, poi l arroganza dei Ciclopi costrinse i Feaci ad abbandonare la terra di Upereia (miticamente posta oltre ) per stabilirsi a Scheria. 20 Per la costruzione del mondo dei Feaci nell immaginario omerico vedi Dougherty 2001, pp , cap. 5. Nella descrizione del palazzo di Alcinoo potrebbero essere presenti elementi derivati dalla conoscenza dei palazzi neo-assiri: Cook Nel libro VIII dell Odissea (vv ) Alcinoo ricorda ad Odisseo in che cosa i Feaci si distinguono da tutti gli altri popoli: corriamo veloci e siamo a navigare eccellenti. E sempre il festino c è caro, la cetra, la danza, vesti mutate, e bagni caldi e l amore [ ] che lo straniero narri agli amici, tornato a casa, quanto eccelliamo su tutti nell arte navale e alla corsa e nella danza e nel canto.

6 30 ANTONIETTA MARINI [RdA Il fascino ambiguo dell altro: circolazione e consumo degli orientalia nel mondo degli eroi omerici Fra gli uomini, forse, qualcuno potrà competere, o no, con me in ricchezze: dopo tanto soffrire e tanto vagare le portai sulle navi e all ottavo anno feci ritorno, dopo aver errato fino a Cipro, in Fenicia, fra gli Egizi Odissea, IV, Nella ricostruzione della storia sociale della Prima Età del Ferro il confronto fra i modelli interpretativi elaborati dall archeologia e dalla filologia omerica, reso possibile grazie al comune apporto dell antropologia, ha rappresentato negli ultimi anni un promettente campo di indagine, riaprendo il confronto dialettico fra le due discipline. Per quanto riguarda gli aspetti più propriamente economici, invece, la cosiddetta economia omerica 21 rappresenta l unico modello di cui disponiamo per ricostruire i sistemi produttivi e le forme di scambio nelle comunità della Prima Età del Ferro e al quale l analisi della documentazione archeologica non sembra essere in grado, allo stato attuale, di fornire alternative 22. Anche in questo settore il confronto dialettico fra la realtà archeologica e il testo omerico deve rappresentare un obiettivo comune ad archeologi e filologi, pur nella consapevolezza dei limiti, rappresentati dalla difficoltà di contestualizzare la società degli eroi all interno di una società in transizione come quella della Prima Età del Ferro e dagli elementi di deformazione ideologica contenuti nella rappresentazione poetica 23. Per quanto riguarda il sistema di scambi, l economia omerica risponde al modello di economia multicentrica elaborato dalla antropologia 24 : è possibile infatti distinguere una sfera di scambio legata al mondo della sussistenza, alla quale possono partecipare tutti i membri della comunità a vario livello, e un secondo circuito di natura simbolicosociale, all interno del quale vengono scambiati i tesori, o keimelia, rappresentati dai metalli, sia sotto forma di materia prima che come prodotti finiti, i tessuti, le armi 25. Si tratta di beni dall alto valore economico, ben evidenziato quando il poeta ci fornisce le equivalenze in rapporto allo standard di valore che è rappresenta nel mondo omerico dal bue 26. I tesori hanno inoltre un elevato valore culturale, che può derivare da fattori intrinseci, quali la rarità del materiale, il pregio della lavorazione o le qualità estetiche; in alcuni casi è la biografia dell oggetto, ossia la sua storia precedente, a conferirgli un valore aggiuntivo 27. I keimelia possono inoltre essere legati ad uno stile di vita a carattere élitario, come i manufatti metallici (coppe, crateri e tripodi) connessi con la sfera della commensalità, o le armi. Il possesso di questi beni non rappresenta solo una forma di accumulo di ricchezza, ma conferisce in primo luogo riconoscimento e status sociale. I keimelia possono essere acquisiti dalla élite in modi diversi: attraverso la produzione all interno 21 Sulla economia omerica fondamentale resta lo studio di W. Donlan: Donlan 1981; cfr. Donlan 1997; Van Wees 1992, pp Sui meccanismi di scambio e sull economia del dono: Mele 1979; Redfield 1986; Stanley 1986; Donlan 1989; Scheid- Tissinier 1994, cap. 3; Tandy 1997, passim; Van Wees 2002; Seaford 2004, cap Un modello puramente archeologico è quello proposto per Creta da S. Wallace: Wallace 2002; Wallace 2003; per l applicazione panellenica, non ancora suffragata, a nostro avviso, da un adeguata documentazione archeologica: Wallace Per gli elementi di deformazione ideologica contenuti nell immagine dei mercanti fenici, contrapposta all ideale eroico: Winter 1995; Patzek 1996; Dougherty 2001, in particolare pp ; cap. 5 e 6 passim. 24 Donlan 1981, pp L economia omerica è meno statica e volta alla pura autosufficienza di quanto non risulti nella ricostruzione di M. Finley e di coloro che alla sua opera si sono successivamente ispirati. Esiste infatti la possibilità di una conversione di beni dalla sfera della sussistenza a quella dei keimelia, anche se nel mondo degli eroi è volutamente messa in secondo piano: vedi a questo proposito Van Wees 1992, pp Si pensi ad esempio all episodio della vendita di vino da parte del re di Lemnos, Euneo, ai soldati achei, che lo acquistano dando in cambio bronzo, ferro, pelli, bestiame e schiavi (Iliade, VII, ). In questo contesto va interpretata anche l affermazione di Odisseo che, sotto le mentite spoglie di un mendicante, riferisce a Penelope di aver avuto notizie del marito alla reggia di Fidone, re dei Tesproti, e di aver visto nel thalamos le sue ricchezze: e mi mostrò le ricchezze che Odisseo aveva ammassate, bronzo, oro e ferro lavorato con molta fatica. Manterrebbero un uomo fino alla decima generazione (Odissea, XIV, ). È probabile che in caso di necessità i keimelia potessero essere convertiti in beni di sussistenza: in questo modo il basileus poteva garantire anche alla sua comunità sopravvivenza nei periodi di crisi (Redfield 1986, pp ). 26 Cfr. ad esempio Iliade, XXIII, vv : un tripode vale 12 buoi, mentre una schiava Per il valore aggiuntivo conferito ad un oggetto dalla sua biografia: Kopytoff Per il mondo omerico vedi da ultimo Crielaard 2003.

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia

La terra di Punt. Per saperne di più. Ricostruire la storia Ricostruire la storia La terra di Punt Tuthmosi II ebbe, come tutti gli altri faraoni, molte mogli, ma la sua preferita era Hatshepsut, da cui però ebbe soltanto figlie femmine. Alla morte di Tuthmosi

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

El valor de ser padre y de ser madre -----

El valor de ser padre y de ser madre ----- El valor de ser padre y de ser madre ----- San Luis, 27 de Octubre 2012 Vengo da un continente dove esiste una vera crisi della paternità. La figura del padre non è molto precisa, la sua autorità naturale

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Le origini della società moderna in Occidente

Le origini della società moderna in Occidente Le origini della società moderna in Occidente 1 Tra il XVI e il XIX secolo le società occidentali sono oggetto di un processo di trasformazione, che investe la sfera: - economica - politica - giuridica

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO

C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO C.5 PER UNA RIFLESSIONE TEOLOGICA SUL LAVORO 1.La nuova creazione come struttura teologica 2.L approccio pneumatologico 3. L alienazione del lavoro in prospettiva teologica 4. La spiritualità del lavoro

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Presentazione Prologo all edizione francese

Presentazione Prologo all edizione francese INDICE Presentazione Prologo all edizione francese IX XVIII PARTE PRIMA CAPITOLO I Finché portiamo noi stessi, non portiamo nulla che possa valere 3 CAPITOLO II Non dobbiamo turbarci di fronte ai nostri

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/

What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King. Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ What Is A Kahuna? Cos'è un Kahuna? By Serge Kahili King Traduzione a cura di Josaya http://www.josaya.com/ Esistono ancora moltissimi malintesi circa cos è un kahuna hawaiano. Scrivo questo articolo per

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale

Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l aldilà tra capolavori e realtà virtuale Comunicato stampa Venerdì 24 ottobre 2014 alle ore 17.30 presso Palazzo Pepoli. Museo della Storia di Bologna (via Castiglione, 8 Bologna) inaugura la mostra Il viaggio oltre la vita. Gli Etruschi e l

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda

ANDREA FONTANA. Storyselling. Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda ANDREA FONTANA Storyselling Strategie del racconto per vendere se stessi, i propri prodotti, la propria azienda Impostazione grafica di Matteo Bologna Design, NY Fotocomposizione e redazione: Studio Norma,

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità

Corona Biblica. per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Corona Biblica per chiedere a Dio, per intercessione di Maria santissima, il dono della maternità e della paternità Imprimatur S. E. Mons. Angelo Mascheroni, Ordinario Diocesano Curia Archiepiscopalis

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO

SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO SCUOLA NAZIONALE DEL BROKER MARITTIMO Presentazione del corso Istituzionale Il broker marittimo: la figura professionale Lo Shipbroker, in italiano mediatore marittimo, è colui che media fra il proprietario

Dettagli

Guai a me se non predicassi il Vangelo

Guai a me se non predicassi il Vangelo Guai a me se non predicassi il Vangelo (1 Cor 9,16) Io dunque corro 1 Cor 9,26 La missione del catechista come passione per il Vangelo Viaggio Esperienza L esperienza di Paolo è stata accompagnata da un

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina

Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina Traduzione 1 Convenzione per la protezione dei diritti dell uomo e la dignità dell essere umano riguardo alle applicazioni della biologia e della medicina (Convenzione sui diritti dell uomo e la biomedicina)

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Contesti ceramici dai Fori Imperiali

Contesti ceramici dai Fori Imperiali Contesti ceramici dai Fori Imperiali a cura di BAR International Series 2455 2013 Published by Archaeopress Publishers of British Archaeological Reports Gordon House 276 Banbury Road Oxford OX2 7ED England

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE

SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE Assemblea Nazionale Missio Giovani Roma, 10 aprile 2011 SCELTI FIN DAL GREMBO DELLA MADRE 1. STORIE DI UOMINI L immagine da cui partiamo è esplicitamente riferita all esperienza di Paolo: 15 Ma quando

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano

a cura della Commissione di diritto societario dell Ordine dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di Milano La ricostituzione della pluralità dei soci nella s.a.s. In ogni numero della rivista trattiamo una questione dibattuta a cui i nostri esperti forniscono una soluzione operativa. Una guida indispensabile

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio

Oleggio, 25/12/2009. Natività- Dipinto del Ghirlandaio 1 Oleggio, 25/12/2009 NATALE DEL SIGNORE Letture: Isaia 9, 1-6 Salmo 96 Tito 2, 11-14 Vangelo: Luca 2, 1-14 Cantori dell Amore Natività- Dipinto del Ghirlandaio Ci mettiamo alla Presenza del Signore, in

Dettagli

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO

DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO DICHIARAZIONE RELATIVA AI PRINCIPI DI DIRITTO INTERNAZIONALE, CONCERNENTI LE RELAZIONI AMICHEVOLI E LA COOPERAZIONE FRA GLI STATI, IN CONFORMITÀ CON LA CARTA DELLE NAZIONI UNITE Risoluzione dell Assemblea

Dettagli

1. una fede da far crescere nei vostri figli

1. una fede da far crescere nei vostri figli Chiediamo il Battesimo di nostro figlio 3.a tappa: dopo il Battesimo 1. una fede da far crescere nei vostri figli Parrocchia di S. Ambrogio - Via G. Di Vittorio, 23 - Mignanego (GE) Come far crescere

Dettagli

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW

La filosofia del viaggio nel tempo ROBERTA SPARROW La filosofia del viaggio nel tempo di ROBERTA SPARROW Traduzione a cura di Paolo Xabaras Montalto In lingua originale lo trovate sul sito ufficiale del film: http://www.donniedarko.com o presso il sito:

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO

CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO GRUPPOPRIMAMEDIA Scheda 03 CAPACI DI CONDIVIDERE OGNI DONO Nella chiesa generosita e condivisione Leggiamo negli Atti degli Apostoli come è nata la comunità cristiana di Antiochia. Ad Antiochia svolgono

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO

VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO VADANO PER IL MONDO ANNUNZIANDO I VIZI E LE VIRTÙ CON BREVITÀ DI DISCORSO I frati non predichino nella diocesi di alcun vescovo qualora dallo stesso vescovo sia stato loro proibito. E nessun frate osi

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5).

Oppure si lavorava l argilla con il tornio (figg. 4 5). Ceramica Nell antichità il vaso non era un semplice un semplice oggetto utile nella vita quotidiana, ma era anche merce di scambio. Il lavoro del vasaio, inizialmente era collegato alle stagioni e dunque

Dettagli

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA ORARIO DI LAVORO NEL SETTORE DEL COMMERCIO E DELLA DISTRIBUZIONE

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di

La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di La Famiglia La maggior parte delle Istituzioni religiose e politiche basa la struttura sociale dell Uomo sul Semplice racchiuso nel concetto di famiglia, e stabilisce condizioni proprie per assegnare questa

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma)

Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Valore in dogana e valore ai fini IVA da dichiarare sulla bolletta doganale (di Ubaldo Palma) Il valore imponibile a fronte di bollette doganali è oggetto di numerose liti fiscali a causa della poca chiarezza

Dettagli

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis

VALUTAZIONE DI RISULTATO E DI IMPATTO del progetto Diesis Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994).

Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). Giovanni 1:18 Nessuno ha mai visto Dio; l'unigenito Dio, che è nel seno del Padre, è quello che l'ha fatto conoscere (NR, 1994). (1) Introduzione (2) Esegesi e analisi testo (3) Contributi di vari studiosi

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli