PROGETTO TAX CREDIT PER ENTRARE DA PROTAGONISTA NEL MONDO DEL CINEMA PREMESSA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROGETTO TAX CREDIT PER ENTRARE DA PROTAGONISTA NEL MONDO DEL CINEMA PREMESSA"

Transcript

1 PROGETTO TAX CREDIT PER ENTRARE DA PROTAGONISTA NEL MONDO DEL CINEMA PREMESSA L attuale panorama legislativo italiano e i nuovi trend di mercato, che consolidano l attenzione delle aziende verso innovative forme di comunicazione, lasciano intravedere lo spazio per la presentazione di un nuovo progetto che vede FIP capofila di un iniziativa all avanguardia, a sostegno di una politica di incentivazione all attività industriale piemontese attraverso il Cinema. Il nuovo obiettivo che FIP si pone è quello di sensibilizzare realtà anche al di fuori della filiera cinematografica sui benefici fiscali e finanziari derivanti dall entrata in vigore del decreto attuativo sul tax credit esterno. Investire nel cinema può finalmente diventare un operazione alla portata di tutti; un opportunità da valorizzare poiché in grado di creare sinergie e garantire un ritorno economico e al contempo d immagine per tutti i soggetti coinvolti. Grazie all importante sostegno istituzionale di Film Commission Torino Piemonte (FCTP) l obiettivo del progetto è di mettere in atto una serie di iniziative atte a diffondere, far comprendere ed accettare la nuova realtà fiscale del panorama cinematografico italiano soprattutto ai non addetti ai lavori, informandoli sulle nuove opportunità economiche che ne deriverebbero e le metodologie di lavoro necessarie a garantirne un proficuo utilizzo.

2 IL PROGETTO FIP - Film Investimenti Piemonte nasce come struttura operativa nella quale convogliare le risorse finanziare pubbliche del Piemonte destinate alla produzione di film e mediate la quale effettuare gli Investimenti nelle produzione cinematografiche che andranno ad essere qualificate secondo dei criteri appresso suggeriti. FIP opera così trasversalmente sul territorio piemontese, quale portavoce e riferimento innovativo per tutte quelle realtà cinematografiche e non che possono avvantaggiarsi del valore istituzionale e della fitta rete di servizi e professionisti messe a disposizione e che diventano così protagoniste attive di progetti creati e modellati ad hoc. FIP offre le proprie risorse e competenze per far da tramite tra le società di produzione in cerca di nuovi investitori privati e le aziende interessate all operazione nei confronti delle quali si farà garante offrendo la propria esperienza sulla valutazione degli sviluppi editoriali, degli aspetti finanziari e del riscontro promozionale dei progetti coinvolti. Attraverso il meccanismo del tax credit esterno, che in prosieguo verrà esposto, investe denaro sui film compartecipando agli utili degli stessi ed avendo la possibilità di recuperare immediatamente il 40% dell investimento mediante il beneficio del credito d imposta. Contemporaneamente si propone come veicolo attraverso il quale degli investitori privati, imprenditori del territorio Piemonte, possono investire nelle stesse produzioni cinematografiche, tutelati nell investimento del Fondo stesso In questo modo FIP rappresenta per l investitore una doppia opportunità: in primo luogo diventa il soggetto che garantisce l imprenditore piemontese che l investimento sarà curato e seguito da uno staff di professionisti del settore, in secondo luogo acquisisce una maggior potenzialità negoziale nei confronti dei produttori cinematografici che avranno maggior interesse a girare film in Piemonte avendo la possibilità di accedere a più risorse finanziaria. Vi è poi un valore aggiunto che ogni singolo film può presentare per ogni singolo imprenditore, in una varietà e in una casistica pressoché infinita; infatti, poiché il film è un mezzo di comunicazione che in termini di marketing, di promozione e di visibilità, diventa un valore aggiunto all investimento e quindi una ulteriore opportunità per l investitore. La partecipazione alla produzione offre diversi tipi di visibilità all impresa che, tramite azione mirate, può attuare un gran numero di diverse forme di promozione, marketing e pubblicità. Da tenere presente che ognuna di queste azioni ha un valore intrinseco che in alcuni casi è facilmente quantificabile (numero dei contatti, importanza del budget pubblicitario investito) in altri meno (partecipazione a Festival, azioni di promozione per la clientela). In ogni caso tale valore, che è compreso nel valore dell investimento, rappresenta il valore aggiunto della operazione finanziaria. In termini qualitativi le sorgenti di valore aggiunto si posso identificare in: o o o attività di co-marketing o co-branding per il lancio e la promozione congiunta del film; partecipazione a Festival nazionali ed internazionali; visibilità del logo o del brand, nella pubblicità stampa, nei trailer, durante le anteprime cinematografiche e le manifestazioni collegate;

3 o aumento del brand equity (valore intrinseco del marchio). L idea del progetto Tax Credit nasce dunque dall esigenza di capitalizzare le competenze acquisite e la rete di strutture e contatti nel panorama cinematografico maturata attraverso l esperienza pluriennale degli amministratori dell azienda e la visibilità istituzionale che detiene a livello regionale. Verrà in seguito presentato un progetto di gestione ed ottimizzazione delle risorse finanziarie del Piemonte pubbliche e private, al fine di garantire l efficace ricaduta sul territorio in termini di occupazione e di immagine e sviluppo dell attività di produzione cinematografica. Gli investitori esterni, le Istituzioni locali in questo modo sono garantiti dal lavoro svolto da FIP che fa da guida in ogni fase della produzione del film e garantisce soprattutto che l investitore abbia in ogni caso un ritorno di carattere economico e di immagine. Dal punto di vista operativo, oltre ad essere un co-investitore, si propone anche come un agenzia creativa per il mondo dell entertainment, con particolare focus sul settore cinematografico e dei nuovi media. Potrà svolgere per l investitore le attività di marketing e comunicazione correlate con la commercializzazione del film, per promuovere il marchio dell investitore stesso (anche se l investitore non vorrà inserire marchi nel film avrà, essendo un associato alla produzione, un credito in evidenza nei titoli del film stesso). In FIP lavorano professionisti con alto know how in grado di finalizzare e seguire tutti gli aspetti relativi alla produzione esecutiva di prodotti audiovisivi, di verificare e gestire i costi di produzione e di fornire consulenza per applicazione benefici di legge sui film di produzione italiana in relazione a Tax Credit interno ed esterno (Tax Credit consulting). L insieme delle attività descritte integrate in questo modo sviluppano le idee e la creatività narrativa che si sposa con le più innovative tecniche di produzione che il mercato nazionale e quello internazionale possono offrire e che, a loro volta, garantiscono la qualità dell opera, in un contesto ambientale e culturale unico al mondo: la regione Piemonte.

4 IL TAX CREDIT ESTERNO La legge 244/2007 (Finanziaria 2008) ha introdotto in Italia la normativa fiscale sul Tax Credit a favore delle società esterne al settore cinematografico che intervengono finanziariamente nell attività di produzione di film di nazionalità italiana. L investitore esterno alla filiera cinematografica è il beneficiario di un credito d imposta rilevante: 40% dell apporto investito per la produzione di opere cinematografiche riconosciute di nazionalità italiana, ai sensi dell articolo 5 del decreto legislativo n. 28 del 2004 (Legge Cinema), attraverso contratti di associazione in partecipazione o cointeressenza con il produttore. Con questo meccanismo, le imprese e gli investitori privati esterni alla filiera cinematografica possono diventare partner nella produzione di un film. Il credito d imposta è concesso fino ad una soglia di 1 milione di Euro annui, corrispondenti quindi ad un massimo di 2,5 milioni di Euro di investimento. La concessione della agevolazione è soggetta al rispetto di determinati requisiti, formali e procedurali: L apporto in denaro alla produzione deve avvenire nell ambito di un contratto di associazione in partecipazione o cointeressenza registrato, che permetta al soggetto esterno di beneficiare degli utili derivanti dallo sfruttamento economico dell opera cinematografica. La stipula del contratto e l esecuzione degli apporti deve avvenire entro la data di presentazione della richiesta di rilascio del nulla osta di proiezione in pubblico. Il Produttore e l investitore devono fornire tempestivamente informazioni al Mibac circa l esistenza dell accordo entro 30 giorni dalla firma dell accordo. Il contratto deve avere una durata pari almeno a 18 mesi decorrenti dalla presentazione dell istanza prevista dal decreto produttori 2009 e alla richiesta del rilascio del nulla osta alla proiezione in pubblico. L investimento esterno e gli apporti ricevuti e riconosciuti quali aiuti di Stato non devono risultare superiori, complessivamente, al 49% del costo di produzione dell opera, al fine di lasciare sempre al produttore cinematografico il ruolo di titolare e gestore del progetto. La complessiva partecipazione agli utili degli associati non deve essere superare il 70% degli utili derivanti dallo sfruttamento dell opera. Il produttore rispetti i requisiti di territorialità spendendo sul territorio nazionale almeno l 80% dell apporto in denaro ricevuto dall investitore esterno e su cui si applica il credito d imposta. L apporto esterno da parte di un investitore privato si configura come un opportunità perché: permette di fruire di un credito d imposta di entità rilevante (40%) che opera come una sorta di ammortizzatore, riducendo in modo considerevole i rischi di subire perdite dall operazione, qualora il film avesse un bilancio complessivo in passivo. La fruizione, una volta maturato il credito d'imposta, è immediata e facilmente monetizzabile con la compensazione sul modello F24 di contributi, Iva, imposte ecc.

5 Gli eventuali utili successivi al recupero del 100% dell apporto, sono soggetti a tassazione agevolata del 5% come gli utili da partecipazione. Non si assume nessuna obbligazione nei confronti dei terzi (art c.c.) essendo il produttore l'unico responsabile della produzione del film. Pur non gestendo la produzione, l investitore ha diritto a controllarne la realizzazione e al rendiconto finale. L estrema flessibilità del contratto di associazione in partecipazione consente di pattuire clausole che possano tutelare adeguatamente l investitore (ad esempio partecipazione limitata od esclusa alle perdite, possibili way-out, percorsi privilegiati di recupero, ecc). L investimento nella produzione può essere cumulato con le attività di product placement, purché l investimento nel film sia superiore al 10% del costo del film stesso. Il Tax Credit ha la possibilità di essere utilizzato per compensare debiti fscali (IRES, IRPEF, IRAP, IVA, Contributi Previdenziali e Assicurativi) pagabili attraverso il modello F24 e potrà essere utilizzato in qualsiasi momento, senza scadenza temporale e va contabilizzato senza scadenza temporale.

6 COMPAGINE SOCIALE E ORGANICO DELLA SOCIETA FIP - Film Investimenti Piemonte S.r.l. è una società a responsabilità limitata con Socio Unico direzione e controllo Film Commission Torino Piemonte operativa dal dicembre Da luglio 2010 il Consiglio d Amministrazione di FIP è stato rinnovato ed è stato avviato un nuovo assetto societario così composto: STEFANO DELLA CASA (Presidente) Nato a Torino nel 1953, è collaboratore del quotidiano La Stampa e delle riviste Film TV, Cineforum, SegnoCinema, Direttore del Torino Film Festival dal 1999 al 2002 e Consigliere d amministrazione del Museo Nazionale del Cinema di Torino nel Dal 1994 è conduttore del programma quotidiano radiofonico Hollywood Party (RadioTre), dal 2006 Presidente della Film Commission Torino Piemonte e attualmente Direttore Artistico del Roma Fiction Fest. PAOLO TENNA (Amministratore Delegato) Nato a Torino nel 1972, inizia la sua carriera come imprenditore nel campo della comunicazione cinematografica. Nel 2005 con l entrata in vigore del Decreto Urbani sul product placement, fonda la Top Time con i registi e sceneggiatori Ricky Tognazzi e Simona Izzo ricoprendo il ruolo di amministratore delegato. MARIO GIANANI (Consigliere) Nato a Roma nel 1970, lavora come produttore delegato nel settore Fiction TV presso la Taodue con Pietro Valsecchi dal 1995 al Nel 2001 fonda Offside Srl. Come produttore realizza documentari, programmi di informazione ed intrattenimento culturale per diversi canali televisivi e tre lungometraggi per il cinema di Saverio Costanzo e uno per la regia di Marco Bellocchio. Nel luglio 2009 fonda insieme a Lorenzo Mieli e Fausto Brizzi la Wildside. LUCIANO SOVENA (Consigliere) Nato a Roma, dopo aver esercitato l'attività di avvocato nel campo del diritto d autore entra a fare parte della commissione di revisione cinematografica nel 2000 e nel 2001 di quella del credito cinematografico presso il ministero dei beni culturali. Nel 2003 viene nominato amministratore delegato dello storico Istituto luce spa dove rimane in carica sino al 2009 anno in cui a seguito della fusione per incorporazione dell istituto luce con Cinecitta holding diviene amministratore delegato della società che assume il nome Cinecitta luce.

Film Investimenti Piemonte

Film Investimenti Piemonte Regione Piemonte Film Investimenti Piemonte 1. INFORMAZIONI GENERALI... 2 Denominazione del Fondo... 2 Data di istituzione del Fondo... 2 Finalità... 2 Periodicità della pubblicazione bandi... 3 Autorità

Dettagli

BENEFICI FISCALI A SOSTEGNO DELL INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA

BENEFICI FISCALI A SOSTEGNO DELL INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA BENEFICI FISCALI A SOSTEGNO DELL INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA RIFERIMENTI NORMATIVI La Legge Finanziaria per il 2008 (n.244/2007) ha introdotto in Italia un sistema di agevolazioni fiscali, disciplinate dai

Dettagli

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011

Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali. Bari 17 novembre 2011 Cinema e Industria Capitali Privati e Benefici Fiscali Bari 17 novembre 2011 LA FILIERA CINEMATOGRAFICA SVILUPPO PRODUZIONE PROMOZIONE DISTRIBUZIONE PRE PRODUZIONE PRODUZIONE (RIPRESE) POST PRODUZIONE

Dettagli

INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA: IL TAX CREDIT ESTERNO VANTAGGI PER LE IMPRESE E PER IL TERRITORIO

INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA: IL TAX CREDIT ESTERNO VANTAGGI PER LE IMPRESE E PER IL TERRITORIO INDUSTRIA CINEMATOGRAFICA: IL TAX CREDIT ESTERNO VANTAGGI PER LE IMPRESE E PER IL TERRITORIO Gli en7 promotori Film Commission Torino Piemonte La Film Commission Torino Piemonte promuove la Regione Piemonte

Dettagli

PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO

PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO BANDO Piemonte Doc Film Fund Under 30 2012-2013 SCADENZA 30 SETTEMBRE 2013 1. OBIETTIVI 1. Il Piemonte Doc Film Fund, prima esperienza in Italia

Dettagli

PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO

PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO PIEMONTE DOC FILM FUND FONDO REGIONALE PER IL DOCUMENTARIO PRESENTAZIONE DEI PROGETTI PER L ANNO 2012 PRIMO BANDO: SCADENZA 15 GIUGNO 2012 1. OBIETTIVI 1. Il Piemonte Doc Film Fund, prima esperienza in

Dettagli

Regolamento della Ticino Film Commission Criteri di erogazione servizi e incentivi finanziari

Regolamento della Ticino Film Commission Criteri di erogazione servizi e incentivi finanziari Regolamento della Ticino Film Commission Criteri di erogazione servizi e incentivi finanziari Indice 1. Scopi della Ticino Film Commission... 2 2. Organizzazione e strategia... 2 3. Criteri di selezione

Dettagli

Bando per l erogazione di contributi a fondo perduto per il sostegno delle produzioni cinematografiche e dell audiovisivo realizzate in Lombardia

Bando per l erogazione di contributi a fondo perduto per il sostegno delle produzioni cinematografiche e dell audiovisivo realizzate in Lombardia Bando per l erogazione di contributi a fondo perduto per il sostegno delle produzioni cinematografiche e dell audiovisivo realizzate in Lombardia (Lombardia Film Fund) 1 INDICE 1. oggetto e finalità 2.

Dettagli

BLS Film Fund Alto Adige

BLS Film Fund Alto Adige Mappatura e Monitoraggio di normative e fondi regionali di sostegno al cinema Ufficio Studi ANICA Provincia Autonoma di Bolzano BLS Film Fund Alto Adige Per ogni approfondimento, fare riferimento al testo

Dettagli

Fondo Audiovisivo Friuli Venezia Giulia

Fondo Audiovisivo Friuli Venezia Giulia Mappatura e Monitoraggio di normative e fondi regionali di sostegno al cinema Ufficio Studi ANICA Regione Friuli Venezia Giulia Fondo Audiovisivo Friuli Venezia Giulia Per ogni approfondimento, fare riferimento

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE

STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.20.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE STUDIO DI SETTORE TG94U ATTIVITÀ 92.11.0 PRODUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.12.0 DISTRIBUZIONI CINEMATOGRAFICHE E DI VIDEO ATTIVITÀ 92.20.0 ATTIVITÀ RADIOTELEVISIVE Giugno 2007 PREMESSA

Dettagli

Spirit of the mountain

Spirit of the mountain Spirit of the mountain BERGAMO MILANO PONTRESINA SESTRIERE VERONA CINQUE FESTIVAL, UN GRANDE NETWORK L IDEA L'Associazione Montagna Italia nasce nel 1996 con lo scopo di promuovere il turismo, il rispetto

Dettagli

creatività in movimento

creatività in movimento creatività in movimento Marketing, Promozione e Ufficio Stampa sono Comunicazione, le nostre molteplici inclinazioni nonché obiettivi aziendali per trasformare le idee in qualcosa di concreto, toccante,

Dettagli

Regolamento erogazione contributi APULIA INTERNATIONAL FILM FUND. BANDO 2012 Apulia Film Commission

Regolamento erogazione contributi APULIA INTERNATIONAL FILM FUND. BANDO 2012 Apulia Film Commission Regolamento erogazione contributi APULIA INTERNATIONAL FILM FUND BANDO 2012 Apulia Film Commission Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 14.03.2012 Prot. Nr.1629/12/U 1 Premessa La (AFC), istituita

Dettagli

Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO

Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO Allegato A Marca da bollo Euro 14,62 Alla PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO UFFICIO STAMPA Piazza Dante, 15 38122 TRENTO Oggetto: Domanda di contributo per il sostegno del settore cinematografico e audiovisivo.

Dettagli

L AUDIOVISIVO E IL FABBISOGNO FINANZIARIO DELLE ATTIVITÀ D IMPRESA

L AUDIOVISIVO E IL FABBISOGNO FINANZIARIO DELLE ATTIVITÀ D IMPRESA L AUDIOVISIVO E IL FABBISOGNO FINANZIARIO DELLE ATTIVITÀ D IMPRESA Lamberto Mancini Segretario Generale per il seminario Il Fondo di garanzia per le PMI al servizio delle imprese cinematografiche Roma,

Dettagli

BANDO PER CONTRIBUTI PER DIFFUSIONE E DISTRIBUZIONE DI OPERE CINEMATOGRAFICHE DI INTERESSE REGIONALE (ART. 9 CC. 1-2) ANNO 2013

BANDO PER CONTRIBUTI PER DIFFUSIONE E DISTRIBUZIONE DI OPERE CINEMATOGRAFICHE DI INTERESSE REGIONALE (ART. 9 CC. 1-2) ANNO 2013 BANDO PER CONTRIBUTI PER DIFFUSIONE E DISTRIBUZIONE DI OPERE CINEMATOGRAFICHE DI INTERESSE REGIONALE (ART. 9 CC. 1-2) ANNO 2013 La Fondazione Sardegna Film Commission (di seguito Fondazione) ha lo scopo

Dettagli

Società di distribuzione operanti a livello nazionale o internazionale da almeno un triennio.

Società di distribuzione operanti a livello nazionale o internazionale da almeno un triennio. B ANDO PER CONTRIB UTI A SOCIETA DI PRODUZ IONE O DISTRIB UZ IONE PER IL LANCIO PUB B LICITARIO E PER CAMPAGNE PROMOZ IONALI E DI MARK ETING CH E AGEV OLINO LA DIFFUSIONE E LA DISTRIB UZ IONE DI OPERE

Dettagli

APPLICATION FORM - CFC

APPLICATION FORM - CFC APPLICATION FORM - CFC 1. Produzione (in caso di coproduzione o ATI, soggetto mandatario o capofila) Denominazione Nome del produttore Forma giuridica Indirizzo Partita IVA e C.F. Telefoni e Fax Email

Dettagli

LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT

LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT LE NUOVE OPPORTUNITÀ DELLA CULTURA: ART BONUS E TAX CREDIT ANTONELLA PARIGI Assessore alla Cultura e Turismo Regione Piemonte PAOLO TENNA Amministratore Delegato FIP (Film Investimenti Piemonte) PAOLA

Dettagli

DIRETTRICE e DIRETTORE DI PRODUZIONE

DIRETTRICE e DIRETTORE DI PRODUZIONE DIRETTRICE e DIRETTORE DI PRODUZIONE 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze...

Dettagli

9. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA Roma, 16 25 ottobre 2014

9. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA Roma, 16 25 ottobre 2014 9. FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA Roma, 16 25 ottobre 2014 REGOLAMENTO 1. Il 9. Festival Internazionale del Film di Roma è organizzato dalla Fondazione Cinema per Roma e si terrà all Auditorium

Dettagli

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche

Capo I disposizioni generali. Capo II contributi per il rimborso delle spese assicurative. Capo III contributi per l acquisto di attrezzature tecniche Regolamento per la concessione dei contributi a favore delle organizzazioni di volontariato, di cui agli articoli 9, 10 e 28 della legge regionale 9 novembre 2012, n. 23 (Disciplina organica sul volontariato

Dettagli

Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali

Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali ICE - AGENZIA Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Ufficio di Parigi Il mercato francese dei prodotti audiovisivi e digitali 2014 ICE Parigi Fonte : CSA

Dettagli

Soluzioni per il Futuro

Soluzioni per il Futuro srls Soluzioni per il Futuro IL NOSTRO IMPEGNO In un sistema economico sempre più complesso, ed in continua e rapida evoluzione, la capacità per l Impresa di operare con successo sul mercato dipende, in

Dettagli

documentary in europe

documentary in europe Documentary in Europe è un associazione culturale senza scopo di lucro attiva dal 1997 a Torino.suo obiettivo è valorizzare, promuovere e divulgare il cinema documentario.offre a giovani autori e registi

Dettagli

FONDO DI SVILUPPO COPRODUZIONI ITALO-BRASILIANE 2013

FONDO DI SVILUPPO COPRODUZIONI ITALO-BRASILIANE 2013 FONDO DI SVILUPPO COPRODUZIONI ITALO-BRASILIANE 2013 APPLICATION FORM Scadenza: 3 maggio 2013 Per fare richiesta di sovvenzione al FONDO DI SVILUPPO COPRODUZIONI ITALO-BRASILIANE 2013 le società richiedenti

Dettagli

1. Condizioni, requisiti e deroghe

1. Condizioni, requisiti e deroghe Sommario 1. Condizioni, requisiti e deroghe INQUADRAMENTO GENERALE 1 DEFINIZIONE E REQUISITI 2 1. Forma societaria 2 1.1 Società a responsabilità limitata semplificata (S.r.l.s.) 3 2. Requisiti cumulativi

Dettagli

Europa Creativa MEDIA

Europa Creativa MEDIA Europa Creativa MEDIA «I programmi comunitari: le opportunità per i dipartimenti universitari di scienze umane e sociali» Università degli Studi di Bari 19/11/2014 CED Media Italia Ufficio di Bari MEDIA

Dettagli

ALLEGATO A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CONTRIBUTO OSPITALITÀ

ALLEGATO A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CONTRIBUTO OSPITALITÀ ALLEGATO A DOMANDA DI PARTECIPAZIONE CONTRIBUTO OSPITALITÀ Tranche n 2013 Scadenza NOME DEL PROGETTO FILMICO Nome della produzione Legale rappresentante C. F. legale rappresentante Nome del produttore

Dettagli

SELLA PERSONAL LIFE. La tranquillità di un futuro assicurato

SELLA PERSONAL LIFE. La tranquillità di un futuro assicurato La tranquillità di un futuro assicurato LA COMPAGNIA Sella Life Ltd è la Compagnia di Assicurazione Vita di diritto irlandese del Gruppo Banca Sella, costituita a Dublino nel 1999, specializzata nel progettare

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

Roma Web Fest 2015 Panel : "Nexilia

Roma Web Fest 2015 Panel : Nexilia Roma Web Fest 2015 Panel : "Nexilia Venerdì 25 Settembre 2015 - Ore 18:00 MAXXI: MUSEO NAZIONALE DELLE ARTI DEL XXI SECOLO Sala: Auditorium La sostenibilità economica delle webseries non è un argomento

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero 443.116 del 30 settembre 2004 (Stato 1 ottobre 2014) Il Dipartimento federale dell interno (DFI), visti gli articoli 8 e 26 capoverso 2 della

Dettagli

USI IN TEMA DI PUBBLICITÀ

USI IN TEMA DI PUBBLICITÀ USI IN TEMA DI PUBBLICITÀ Sommario PUBBLICITÀ Nozione ed ambito di applicazione.............................. Art. 1 Soggetti..................................................» 2 Autodisciplina.............................................»

Dettagli

Capitolo VII PUBBLICITA

Capitolo VII PUBBLICITA Capitolo VII PUBBLICITA 1086. Nozione e ambito di applicazione. Per pubblicità si intende qualsiasi forma di comunicazione che sia diffusa nell esercizio di un attività commerciale, industriale, artigianale

Dettagli

Allegato B Alla Deliberazione Assemblea Consortile n. 6 del 02.02.2012

Allegato B Alla Deliberazione Assemblea Consortile n. 6 del 02.02.2012 Allegato B Alla Deliberazione Assemblea Consortile n. 6 del 02.02.2012 RECEPIMENTO DELIBERAZIONE GIUNTA REGIONALE N. 37-6500 DEL 23.07.2007 CRITERI PER LA COMPARTECIPAZIONE DEGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI

Dettagli

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo

Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Unità Formativa 12.1: Pianificare la disseminazione: obiettivi e processo Come tutti i progetti finanziati nell ambito del LLP, anche le azioni di mobilità transnazionale debbono prevedere attività di

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE

REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento è diretto ad individuare le

Dettagli

Documento non definitivo

Documento non definitivo STUDIO DI SETTORE UK28U ATTIVITÀ 90.01.01 ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLA RECITAZIONE ATTIVITÀ 90.02.02 ATTIVITÀ NEL CAMPO DELLA REGIA Maggio 2010 Documento non definitivo PREMESSA L evoluzione dello Studio di

Dettagli

10. FESTA DEL CINEMA DI ROMA Roma, 16 24 ottobre 2015

10. FESTA DEL CINEMA DI ROMA Roma, 16 24 ottobre 2015 10. FESTA DEL CINEMA DI ROMA Roma, 16 24 ottobre 2015 REGOLAMENTO 1.La decima edizione della Festa del Cinema di Roma è organizzata dalla Fondazione Cinema per Roma e si terrà all Auditorium Parco della

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.)

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Comune di Longare REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE (I.S.E.E.) Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 4 del 09.02.2007 IL SEGRETARIO COMUNALE Sardone

Dettagli

PACTE DE L'AUDIOVISUEL 2012-2015

PACTE DE L'AUDIOVISUEL 2012-2015 Traduzione PACTE DE L'AUDIOVISUEL 2012-2015 Accordo tra la SRG SSR e la produzione indipendente Le associazioni - Associazione svizzera dei produttori di film (SFP) - Associazione svizzera regia e sceneggiatura

Dettagli

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE

ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ DI DISTRIBUZIONE STUDIO DI SETTORE UG94U ATTIVITÀ 59.11.00 ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI ATTIVITÀ 59.12.00 ATTIVITÀ DI POST-PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI

REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI REGOLAMENTO DELLA COMPARTECIPAZIONE DEGLI UTENTI AL COSTO DEI SERVIZI Art. 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l entità della quota di compartecipazione degli utenti al costo delle

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra

PROTOCOLLO D INTESA. tra PROTOCOLLO D INTESA Puglia Promozione con sede legale in Piazza Moro 33/A 70121 Bari, C.F. 93402500727 e Consorzio Teatro Pubblico Pugliese (di seguito denominato TPP) con sede legale in via Imbriani,

Dettagli

Promozione e commercializzazione

Promozione e commercializzazione Relazione per il Gruppo di lavoro: Promozione e commercializzazione Brand, strumenti, compiti del pubblico e del privato Redatto da: Elisa Capozzi 1 anni 80: Disney cerca un luogo per un parco tematico

Dettagli

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati

Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati LE AMMINISTRAZIONI LOCALI E LA VALORIZZAZIONE E GESTIONE DEI BENI CULTURALI Le sponsorizzazione dal punto di vista dei finanziatori privati Gianluca Comin 25 febbraio 2015 Quando parliamo di settore cultura,

Dettagli

Come mettersi in proprio e strutturare una micro attività imprenditorialeˮ

Come mettersi in proprio e strutturare una micro attività imprenditorialeˮ Come mettersi in proprio e strutturare una micro attività imprenditorialeˮ Dott. Luca Castagnetti Dott. ssa Carlotta Cena 24 settembre 2014 Verona Fablab CONTENUTI 1. Da orientati al prodotto ad orientati

Dettagli

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it

Antenna Europe Direct della Regione Lombardia. europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it Antenna Europe Direct della Regione Lombardia europedirect@regione.lombardia.it www.europedirect.regione.lombardia.it La rete Europe Direct Rete ufficiale dei centri di informazione della Commissione europea.

Dettagli

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati

ALBERTI - UBINI - CASTAGNETTI Dottori Commercialisti Associati Dottori Commercialisti Associati ASSOCIATI: GIOVANNI ALBERTI Professore Ordinario di Economia Aziendale in quiescenza CLAUDIO UBINI ALBERTO CASTAGNETTI ELISABETTA UBINI PIAZZA CITTADELLA 6 37122 VERONA

Dettagli

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre

Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor. 19 settembre 4 ottobre Immagimondo Festival di viaggi, luoghi e culture 2015 18esima edizione Scheda presentazione sponsor 19 settembre 4 ottobre Patrocinato da L associazione Les Cultures Il progetto Immagimondo I numeri del

Dettagli

COMUNE DI TUENNO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SPONSORIZZAZIONI E DEGLI ACCORDI DI COLLABORAZIONE

COMUNE DI TUENNO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SPONSORIZZAZIONI E DEGLI ACCORDI DI COLLABORAZIONE COMUNE DI TUENNO PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE SPONSORIZZAZIONI E DEGLI ACCORDI DI COLLABORAZIONE Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 7 di data 19 aprile

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Casubolo Paola, Matricola n. 170453

INFORMAZIONI PERSONALI. Nome Casubolo Paola, Matricola n. 170453 SCHEMA DI CURRICULUM VITAE SEMPLIFICATO DA ALLEGARE ALLA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALLA PROCEDURA DI ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI POSIZIONE ORGANIZZATIVA/ALTA PROFESSIONALITA INFORMAZIONI PERSONALI Nome

Dettagli

Lucisano Media Group: il consiglio di amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale consolidata del Gruppo al 30 giugno 2014

Lucisano Media Group: il consiglio di amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale consolidata del Gruppo al 30 giugno 2014 COMUNICATO STAMPA Lucisano Media Group: il consiglio di amministrazione approva la relazione finanziaria semestrale consolidata del Gruppo al 30 giugno 2014 Ricavi e proventi operativi pari a 15,7 milioni

Dettagli

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione:

PROFILE. La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: PROFILE La Kick Off Group ha il suo core business in tre grandi aree di specializzazione: La Kick Off Group nasce con la prospettiva di offrire al mercato il proprio know how, basandosi sull esperienza

Dettagli

CHI SIAMO. AGESVIN è una società di consulenza in materia di finanza agevolata, innovazione e sviluppo d impresa.

CHI SIAMO. AGESVIN è una società di consulenza in materia di finanza agevolata, innovazione e sviluppo d impresa. CHI SIAMO AGESVIN è una società di consulenza in materia di finanza agevolata, innovazione e sviluppo d impresa. Ciò che cerchiamo di proporre non sono solo Soluzioni, ma Opportunità inserite in un contesto

Dettagli

ESPERIENZA, professionalità e metodo.

ESPERIENZA, professionalità e metodo. ESPERIENZA, professionalità e metodo. Lo Studio Saglietti e Associati vanta un'esperienza ultraquarantennale nel settore della proprietà industriale e intellettuale. Esso opera altresì in numerosi altri

Dettagli

START-UP INNOVATIVA SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI

START-UP INNOVATIVA SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI ! SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI START-UP INNOVATIVA! Adempimenti amministrativi ed informazioni legali sulle nuove imprese dedicate all innovazione! (Legge

Dettagli

Rai Way. Un cammino per un progetto ambizioso. Rai Way S.p.A.

Rai Way. Un cammino per un progetto ambizioso. Rai Way S.p.A. Company profile Rai Way. Un cammino per un progetto ambizioso. Rai Way S.p.A. 2 L azienda Nel gennaio 1999 RAI crea la Divisione Trasmissione e Diffusione, mentre nel luglio 1999 incorpora la società che

Dettagli

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali

La valutazione delle immobilizzazioni immateriali CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle immobilizzazioni immateriali Seconda lezione 1 DEFINIZIONE condizioni produttive controllate dall impresa, utili per l esercizio della sua gestione

Dettagli

A.T.A.M. S.p.A. Loc. Case Nuove di Ceciliano n. 49/5 52100 AREZZO. Regolamento per la concessione di patrocini, sponsorizzazioni ed agevolazioni

A.T.A.M. S.p.A. Loc. Case Nuove di Ceciliano n. 49/5 52100 AREZZO. Regolamento per la concessione di patrocini, sponsorizzazioni ed agevolazioni A.T.A.M. S.p.A. Loc. Case Nuove di Ceciliano n. 49/5 52100 AREZZO Regolamento per la concessione di patrocini, sponsorizzazioni ed agevolazioni Approvato dal Consiglio di Amministrazione di ATAM S.p.A.

Dettagli

Fondo per le attività cinematografiche

Fondo per le attività cinematografiche Regione Marche Fondo per le attività cinematografiche 1. INFORMAZIONI GENERALI... 2 Denominazione del Fondo... 2 Data di istituzione del Fondo... 2 Finalità... 2 Periodicità della pubblicazione bandi...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI AD ASSOCIAZIONI ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI Adottato con deliberazione del Consiglio comunale n. del Pratica trattata da: Barbara

Dettagli

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014

Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 Allegato A al D.D.G. n 4186 /2014 REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA, DELLO SVILUPPO RURALE E DELLA PESCA MEDITERRANEA - DIPARTIMENTO REGIONALE DELL'AGRICOLTURA

Dettagli

14/01/2014: IL BANDO DI CONCORSO E STATO PROROGATO FINO AL 10 MARZO 2014* Art. 1 Finalità

14/01/2014: IL BANDO DI CONCORSO E STATO PROROGATO FINO AL 10 MARZO 2014* Art. 1 Finalità Associazione Culturale Aprile presenta ARE YOU SERIES? Il non profit come non l avete mai visto Bando e Regolamento del Concorso per la produzione di una serie web dedicata al non profit 14/01/2014: IL

Dettagli

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36

INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO. Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO Legge N. 9/2014 - art.3 Legge N.190/2014 commi 35 e 36 CHE COS E IL CREDITO DI IMPOSTA. Il credito d imposta è una sorta di buono che l impresa e/o il cittadino

Dettagli

1. OGGETTO DELLA GARA

1. OGGETTO DELLA GARA CAPITOLATO TECNICO AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI IDEAZIONE E CREAZIONE DI MESSAGGI PUBBLICITARI, DI COORDINAMENTO E MONITORAGGIO DELLA CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE, REALIZZAZIONE DI MATERIALI PROMOZIONALI.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA ESAMI DI STATO DOTTORI COMMERCIALISTI II SESSIONE 2014 TEMI D ESAME PRIMA PROVA SCRITTA (19/11/2014) TEMA N. 1 Una società di capitali, esercente attività di fonderia, risulta produttivamente articolata

Dettagli

Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana)

Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana) FICTION DI PROTOTIPI Intervista a Fabrizio Lucherini Vicedirettore OFI (Osservatorio sulla Fiction Italiana) Le location ed i poli produttivi della serialità televisiva in Italia: un sistema romanocentrico

Dettagli

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali Visto il decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 28, di riforma della disciplina in materia di attività cinematografiche; Visto l'articolo 19 del citato decreto

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO PER L ACCESSO DEGLI UTENTI ALLE PRESTAZIONI E DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina le modalità di determinazione della quota

Dettagli

COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI.

COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI. COMUNE DI CIANCIANA (PROVINCIA DI AGRIGENTO) REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI INCENTIVANTI ALLE IMPRESE CHE PRODUCONO BENI E SERVIZI. APPROVATO CON DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N 52 DEL 19.09.1996

Dettagli

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti

Franchising Mettersi in proprio con le idee vincenti Mettersi in proprio con le idee vincenti Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA Mettersi in proprio con le idee vincenti Invitalia, l Agenzia nazionale per l

Dettagli

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO

REGIONE LAZIO GIUNTA REGIONALE STRUTTURA PROPONENTE. OGGETTO: Schema di deliberazione concernente: ASSESSORATO PROPONENTE DI CONCERTO REGIONE LAZIO DELIBERAZIONE N. DEL 418 04/08/2015 GIUNTA REGIONALE PROPOSTA N. 11972 DEL 28/07/2015 STRUTTURA PROPONENTE Direzione Regionale: Area: TERRITORIO, URBANISTICA, MOBILITA E RIFIUTI Prot. n.

Dettagli

COMUNE DI VERBANIA ART.1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE

COMUNE DI VERBANIA ART.1 OGGETTO E AMBITO DI APPLICAZIONE COMUNE DI VERBANIA REGOLAMENTO SUI CRITERI DI COMPARTECIPAZIONE DEGLI ANZIANI NON AUTOSUFFICIENTI AL COSTO DELLA RETTA DI RICOVERO SOCIO ASSISTENZIALE NELL AMBITO DI PERCORSI ASSISTENZIALI INTEGRATI DI

Dettagli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli

Comune di Marigliano Provincia di Napoli Comune di Marigliano Provincia di Napoli REGOLAMENTO DELL AMBITO TERRITORIALE N. 12 PER LA DETERMINAZIONE DELLA COMPARTECIPAZIONE AL COSTO DELLE PRESTAZIONI E L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA

REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA ALLEGATO A REGOLAMENTO SPIN OFF DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Principi generali e definizioni 1. L Università degli Studi di Genova, di seguito indicata come

Dettagli

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24. Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate

PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24. Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate PRINCIPIO CONTABILE INTERNAZIONALE N. 24 Informativa di bilancio sulle operazioni con parti correlate SOMMARIO Paragrafi Finalità 1 Ambito di applicazione 2-4 Scopo dell informativa di bilancio sulle operazioni

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

LE NUOVE SRL SEMPLIFICATE Con l introduzione dell art. 9, D.L. 28.06.2013 recante ulteriori disposizioni in materia di occupazione, è stata

LE NUOVE SRL SEMPLIFICATE Con l introduzione dell art. 9, D.L. 28.06.2013 recante ulteriori disposizioni in materia di occupazione, è stata LE NUOVE SRL SEMPLIFICATE Con l introduzione dell art. 9, D.L. 28.06.2013 recante ulteriori disposizioni in materia di occupazione, è stata modificata la previgente disciplina in tema di Srl minori comportando

Dettagli

multimediali giovanili"

multimediali giovanili REGIONE DEL VENETO Gove': _ ~ _.,,dano ~IW' Ministro.i;llt ~ ~::1 OSSERVATORIO (, r REGIONALE ~ POUTICHESOCIALI BANDO REGIONALE Il Analisi, studio e diffusione di opere culturali e multimediali giovanili"

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare

BRAND ED EVENTI. Tra queste in particolare 1 CHI SIAMO comevoi, nata nel 2011, è un'agenzia di comunicazione composta da un gruppo di soci che vantano esperienza decennale nel campo dell editoria e della comunicazione. MISSION La nostra missione

Dettagli

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA

LA TREMONTI-TER TER. Dott. Giampiero GUARNERIO AGENDA LA TREMONTI-TER TER Dott. Giampiero GUARNERIO Diretta 17 maggio 2010 AGENDA Che cosa è la Tremonti-ter Principali differenze rispetto alle precedenti versioni Quali soggetti ne possono beneficiare Quali

Dettagli

CARTELLA STAMPA. Maggio 2014. Chi Siamo Modello di business Strategia IPO Risultati economico-finanziari Library di successo Management

CARTELLA STAMPA. Maggio 2014. Chi Siamo Modello di business Strategia IPO Risultati economico-finanziari Library di successo Management CARTELLA STAMPA Maggio 2014 IR Top Consulting Media Relations & Financial Communication Via C. Cantù, 1 Milano Floriana Vitale, Domenico Gentile Tel. +39 (02) 45.47.38.84/3 f.vitale@irtop.com d.gentile@irtop.com

Dettagli

Modello E-R. Modello relazionale

Modello E-R. Modello relazionale 1 - Cinema Hollywood Si deve progettare una base di dati a supporto della programmazione cinematografica della catena di cinema Hollywood. Al momento dell acquisto di un film da proiettare vengono memorizzati

Dettagli

Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia

Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia Approvato con deliberazione di C.C. n. 33 del 29.04.2010 INDICE TITOLO I - PATROCINIO...2

Dettagli

L.R. 4/2001, art. 7 B.U.R n. 3/10/2001, n. 40. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 26 luglio 2001, n. 0281/Pres.

L.R. 4/2001, art. 7 B.U.R n. 3/10/2001, n. 40. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 26 luglio 2001, n. 0281/Pres. L.R. 4/2001, art. 7 B.U.R n. 3/10/2001, n. 40 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 26 luglio 2001, n. 0281/Pres. Regolamento per l attuazione dei prestiti partecipativi a favore delle imprese commerciali,

Dettagli

Note di stabilità finanziaria e vigilanza

Note di stabilità finanziaria e vigilanza Note di stabilità finanziaria e vigilanza N. 1 Aprile 2014 1. Il trattamento fiscale delle perdite su crediti: il vecchio regime... 2 2. Gli effetti della nuova disciplina... 4 3. Il rafforzamento dell

Dettagli

IDEAZIONE E GESTIONE DI FESTIVAL INTERNAZIONALI DELL AUDIOVISIVO (Cinema, TV, fotografia e videoarte)

IDEAZIONE E GESTIONE DI FESTIVAL INTERNAZIONALI DELL AUDIOVISIVO (Cinema, TV, fotografia e videoarte) Anno Accademico 2013-2014 BANDO DI AMMISSIONE Corso di IDEAZIONE E GESTIONE DI FESTIVAL INTERNAZIONALI DELL AUDIOVISIVO (Cinema, TV, fotografia e videoarte) Direttore: prof.ssa Silvana Buzzo Patucchi Ideatore:

Dettagli

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche

I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili ed i libri sociali delle associazioni e società sportive dilettantistiche I regimi contabili Le associazioni sportive dilettantistiche che svolgono attività commerciale hanno l'obbligo

Dettagli

FESTIVAL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE INTERNAZIONALE DEL

FESTIVAL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE INTERNAZIONALE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA VIII EDIZIONE 8 17 NOVEMBRE 2013 1 LA VIII EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 8 17 NOVEMBRE 2013 Soci Fondatori Roma Capitale Regione Lazio Provincia

Dettagli

Tremonti-ter in azione dal 2009

Tremonti-ter in azione dal 2009 Tremonti-ter in azione dal 2009 L agevolazione prevede uno sconto Irpef/Ires pari al 50% dei costi per l acquisto di nuovi macchinari L esclusione dall imposizione sul reddito d impresa del valore (pari

Dettagli

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15)

BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) BANDO PER LA PROMOZIONE DELLA CULTURA CINEMATOGRAFICA (ART. 15) La Regione, allo scopo di favorire lo sviluppo e la diffusione nel territorio della cultura cinematografica, sostiene gli organismi pubblici

Dettagli

Il video al tempo del web 2.0 dal concept alla diffusione attraverso i social media: come cambia il processo produttivo

Il video al tempo del web 2.0 dal concept alla diffusione attraverso i social media: come cambia il processo produttivo Il video al tempo del web 2.0 dal concept alla diffusione attraverso i social media: come cambia il processo produttivo Cos è il web 2.0 Web 2.0 è un termine utilizzato per indicare uno stato di evoluzione

Dettagli

START UP & INVESTMENT COMPACT

START UP & INVESTMENT COMPACT Focus on START UP & INVESTMENT COMPACT Marzo 2014 www.lascalaw.com www.iusletter.com Milano Roma Torino Bologna Firenze Ancona Vicenza Padova London Paris Hamburg Brussels Manchester Munich Dusseldorf

Dettagli

STARTUP SOCIALI. di Carmen Morrone

STARTUP SOCIALI. di Carmen Morrone STARTUP SOCIALI di Carmen Morrone Sono il fenomeno dell anno: le start up innovative in Italia sfiorano quota 2mila e crescono al ritmo di una trentina a settimana. Fra queste ci sono anche quelle a vocazione

Dettagli

Daniela Castrataro Ivana Pais 14 Maggio, 2014 - nòva24

Daniela Castrataro Ivana Pais 14 Maggio, 2014 - nòva24 CROWDFUNDING IN ITALIA: LA MAPPA AGGIORNATA In anteprima la mappa aggiornata del Crowdfunding in Italia: focus sui vantaggi del finanziamento dal basso. Daniela Castrataro Ivana Pais 14 Maggio, 2014 -

Dettagli