PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE"

Transcript

1 PROTOCOLLO di PULIZIA e DISINFEZIONE PRINCIPI GENERALI L'applicazione corretta del protocollo di pulizia e disinfezione (buone pratiche di sanificazione) nell'ambito di: RISTORAZIONE COLLETTIVA PESCHERIE e LAVORAZIONE PRODOTTI ITTICI MACELLERIE PASTIFICI comporta l'impiego di metodologie costanti, che devono essere note al personale operativo. Per chiarezza evidenziamo alcune definizioni di termini che verranno riportati nella parte applicativa. BREVI DEFINIZIONI Sporco Con la parola "sporco" si indica tutto ciò che di sudicio si fissa sulle superfici, di natura inorganica o organica, microrganismi compresi. Pulizia Detersione - Detergente Col termine "pulizia" si deve intendere l'allontanamento di sporco da una qualsiasi superficie. Il concetto di pulizia è sinonimo di "detersione". Il "detergente" è la sostanza che viene utilizzata per attuare la pulizia. Sanificazione La "sanificazione" è l'attuazione contemporanea o in due momenti distinti della pulizia e della disinfezione di qualunque superficie. Il PROCESSO di SANIFICAZIONE da attuare Nell'ambito della ristorazione collettiva è consigliabile attuare il processo di sanificazione in due momenti distinti: pulizia; disinfezione. Un idoneo allontanamento dello sporco dalle superfici permette al disinfettante di agire nel migliore dei modi contro i microrganismi rimasti. Dal punto di vista operativo occorre prevedere: - la pulizia tramite aspersione della soluzione detergente e allontanamento della soluzione detergente con acqua potabile a pressione. Questo processo permette l'eliminazione del materiale organico residuo; - l aspersione con il prodotto disinfettante a concentrazioni e tempi che saranno indicati; - il risciacquo per eliminare i residui. ATTREZZATURE e MACCHINARI in USO Per realizzare il sistema di sanificazione è bene utilizzare una macchina idropulitrice regolata nel modo seguente: - la pressione dell'aria deve essere superiore di almeno 1 bar rispetto a quella dell'acqua; - utilizzando il prodotto FADION, la temperatura dell'acqua dovrà essere intorno a C; - un trattamento medio comporta l'aspersione di circa 25 mq di superficie al minuto. - per pavimenti, piastrelle e servizi igienici è possibile utilizzare un semplice carrello MOP con strizzatore. 1

2 Il DETERGENTE in USO Il detergente specifico per il settore alimentare è denominato: FADION (impiegato in una seconda fase come disinfettante). Nell'applicazione pratica del prodotto si segnala quanto segue: il prodotto deve essere diluito al 2% (20 g per litro) con acqua potabile a temperatura ambiente; il prodotto diluito non è irritante per la pelle e per gli occhi. In caso di contatto, si consiglia di lavare, comunque, la parte con acqua; il prodotto va manipolato utilizzando sempre: - occhiali di protezione; - guanti in gomma o PVC; - grembiuli in gomma o plastica con stivali antisdrucciolo. I calzoni della tuta devono essere sempre tenuti fuori dagli stivali. Dopo il trattamento si consiglia sempre di arieggiare il locale. I DISINFETTANTI in USO I disinfettanti da utilizzare nell'ambito della ristorazione collettiva sono: FADION KASTEL di cui sono disponibili sul sito le schede tecniche di sicurezza FADION Il prodotto deve essere utilizzato ad una dose d'impiego intorno all 1% e lasciato a contatto con la superficie pulita per almeno minuti prima di effettuare il risciacquo. Il FADION è un Presidio Medico Chirurgico registrato presso il Ministero della Salute, indicato per il settore alimentare, a base di sali quaternari d'ammonio. Si consiglia di evitare il contatto del prodotto tal quale con la pelle e con gli occhi, munendosi di guanti di plastica e occhiali paraspruzzi. In caso di contatto con gli occhi o la pelle, lavare con acqua. KASTEL Il prodotto deve essere utilizzato ad una dose di impiego intorno al 5% e lasciato a contatto con la superficie pulita per almeno minuti prima di effettuare il risciacquo. Il KASTEL è un Presidio Medico Chirurgico registrato presso il Ministero della Salute a base di cloroattivo elettrolitico. Il prodotto non è caustico ma è opportuno comunque manipolarlo utilizzando: - occhiali di protezione; - guanti in gomma o PVC; - grembiuli in gomma o plastica con stivali antiscivolo antisdrucciolo. I calzoni della tuta devono essere tenuti fuori dagli stivali. Dopo il trattamento si consiglia sempre di arieggiare il locale. 2

3 SANIFICAZIONE dei MAGAZZINI Entrata degli operatori Gli operatori all'entrata devono raggiungere gli spogliatoi ed indossare idonei grembiuli in gomma, stivali in gomma o plastica antisdrucciolo, guanti in gomma o PVC ed occhiali di protezione. I calzoni della tuta devono essere tenuti fuori dagli stivali. Indi raggiungono il magazzino ed il luogo di lavaggio dei camion. Allestimento delle soluzioni Prima di preparare le soluzioni per la detersione e la disinfezione, controllare la funzionalità della macchina idropulitrice, verificando l'operatività della lancia e la pressione. Le percentuali di impiego previste sono le seguenti: - detergente FADION: 2% (ovvero 200 ml di FADION x 10 litri di acqua potabile); - disinfettante FADION: 1% (ovvero 100 ml di FADION x 10 litri di acqua potabile); - disinfettante KASTEL: 5% (ovvero 500 ml di KASTEL x 10 litri di acqua potabile). Fase 1 : svuotamento e sanificazione dei frigoriferi - Prima di effettuare la sanificazione delle celle frigorifere è necessario svuotare le celle stesse dai prodotti alimentari in esse contenuti. - Si procede aspergendo la soluzione di FADION al 2% partendo dal soffitto e terminando con il pavimento, avendo l'accortezza di cominciare dal fondo dei frigoriferi e di proseguire verso l'uscita. - Lasciare il detergente a contatto per circa 15 minuti. Terminato il trattamento delle celle, attuare la seguente procedura: - Rimuovere il FADION 2% con acqua a pressione ed aspergere la soluzione disinfettante FADION 1% o KASTEL 5% sempre seguendo la metodica che prevede di partire per le pareti dall'alto verso il basso e per il pavimento dal fondo verso l'uscita. - Lasciare a contatto per minuti e risciacquare. Fase 2 : sanificazione delle aree di carico/scarico - Dopo aver riempito nuovamente i frigoriferi, procedere alla sanificazione delle aree di carico/scarico, partendo dalla parte distale dell'area vicina alle celle e procedendo verso l'area di accesso dei camion. La buona pratica prevede anche in questo caso che vengano sanificate prima le pareti dall'alto verso il basso e poi i pavimenti dal fondo verso l'entrata. - Si prosegue aspergendo la soluzione di FADION 2% lasciando il detergente a contatto per circa 15 minuti. Si può effettuare l'aspersione di tutta l'area ed al termine attuare la seguente procedura: - Rimuovere il FADION 2% con acqua a pressione e aspergere la soluzione disinfettante di FADION 1% o KASTEL 5% sempre seguendo la metodica che prevede di partire per le pareti dall'alto verso il basso e per il pavimento dal fondo verso l'uscita. Lasciare a contatto per minuti e risciacquare. SANIFICAZIONE dei MEZZI di TRASPORTO La procedura di sanificazione dei camion è del tutto simile a quella descritta per le celle e per le aree di carico-scarico. - A camion vuoti procedere alla loro sanificazione, prevedendo anche in questo caso che vengano sanificate prima le pareti dall'alto verso il basso e poi i pavimenti dal fondo verso l'entrata; - si prosegue quindi aspergendo la soluzione di FADION 2%; - lasciare il detergente a contatto per circa 15 minuti. - rimuovere il FADION 2% con acqua a pressione ed aspergere la soluzione disinfettante di FADION 1% o KASTEL 5% sempre seguendo la metodica che prevede di partire per le pareti dall'alto verso il basso e per il pavimento dal fondo verso l'uscita. Lasciare a contatto per minuti e risciacquare. 3

4 La rotazione dei DISINFETTANTI I buoni principi di sanificazione prevedono che venga effettuata almeno una volta alla settimana la rotazione dei disinfettanti utilizzati. Questa procedura non permette ai microrganismi di realizzare adattamento e resistenza ai principi attivi dei disinfettanti. In pratica si consiglia di procedere indicativamente in questo modo: - venerdì o lunedì utilizzare il KASTEL in soluzione al 5%; - i restanti giorni della settimana utilizzare il FADION in soluzione all'1%. La SANIFICAZIONE dei SERVIZI IGIENICI Per quanto concerne la sanificazione dell'ambiente dei servizi igienici, si rimanda a quanto descritto per la sanificazione delle aree produttive e dei camion, sottolineando che, in questo caso, il prodotto da utilizzare per la fase di disinfezione dovrà essere il KASTEL al 5%. Solo una volta alla settimana (il venerdì o il lunedì) dovrà essere utilizzato come disinfettante il FADION all'1%. Per una adeguata sanificazione del lavabo e della tazza WC, si consiglia di procedere come segue: - detergere le superfici interne ed esterne con FADION 2%. Prestare particolare attenzione ai bordi interni del WC, veri punti critici del gabinetto; - risciacquare con acqua corrente e aspergere il disinfettante KASTEL al 10%; - Lasciare a contatto per almeno 20 minuti e risciacquare. - nel caso venga verificata la presenza di portatori di Salmonelle tra il personale, lasciare invariata la fase di detergenza ma utilizzare il KASTEL tal quale per 30 minuti e poi risciacquare abbondantemente. SANIFICAZIONE a carico degli ADDETTI MANI - CUTE: E' opportuno utilizzare il PHARMA SOAP MEDICAL, sapone liquido ad azione disinfettante registrato come Presidio Medico Chirurgico presso il Ministero della Salute, che risulta particolarmente indicato per gli addetti che devono manipolare gli alimenti o ne sono a diretto contatto. A base di orto-fenilfenolo e di un sale quaternario d'ammonio in associazione sinergica, il PHARMA SOAP MEDICAL garantisce una più completa eliminazione della carica microbica cutanea rispetto ai normali saponi liquidi. Il PHARMA SOAP MEDICAL contiene sostanze detergenti eudermiche di origine vegetale, glicerina e ha un ph 5,5 tipico della cute sana. Può essere pertanto essere utilizzato anche per lavaggi frequenti della cute. Va distribuito su mani e avambracci lasciando a contatto per almeno un minuto. Anche di questo prodotto è bene consultare la scheda tecnica di sicurezza. CALZATURE: Al fine di evitare la contaminazione provocata dal passaggio degli addetti è opportuno collocare in prossimità di porte e dei punti di maggiore passaggio il TAPPETO DECONTAMINANTE ANTIPOLVERE BARRIER, autoadesivo con 30 fogli a strappo numerati ad elevato potere collante. Il TAPPETO BARRIER trattiene, grazie all'adesivo, lo sporco e la polvere presenti sulle suole delle calzature e sui carrelli. Grazie ad un particolare battericida (isotiazolinone) esercita anche un'efficace azione antimicrobica. 4

5 RISTORAZIONE COLLETTIVA SANIFICAZIONE PAVIMENTI E SOFFITTI DOTAZIONI del PERSONALE di PULIZIA guanti monouso a perdere; stivali in gomma; un camice da sostituire giornalmente, meglio se a perdere; una torcia elettrica per ispezionare gli angoli più difficili. DOTAZIONI di ATTREZZI, MACCHINARI e MATERIALE una macchina lavasciuga automatica; un tanica di FADION; un ragnatore (bastone per asportare le ragnatele) un carrello mop così composto: - 1 scopa con frange o randazza; - 1 secchio contenente la medesima soluzione utilizzata per la macchina lavasciuga; - 1 secchio con acqua calda; - 1 strizzatore; - 1 raschietto. MODALITA' d' AZIONE La pulizia si effettua partendo dall'alto e procedendo verso il basso. Con il ragnatore si allontanano tutte le ragnatele dai soffitti e dagli angoli. Poi si procede all'idonea pulizia delle cappe, dei forni e delle attrezzature (v. punti successivi). Infine si trattano i pavimenti. PARTI COMUNI dei PAVIMENTI Utilizzare l'idonea macchina lavasciuga automatica caricata con soluzione detergente di FADION allo 0,5%. Una volta alla settimana utilizzare FADION 2%. ANGOLI (non raggiungibili dalla lavasciuga) Utilizzare il carrello mop nel seguente modo: - immergere la randazza nel secchio con soluzione 2% di FADION, strofinare il pavimento, strizzare la scopa con lo strizzatore; - utilizzare il raschietto per asportare i residui più tenaci; - risciacquare con acqua calda e asciugare con la scopa; - strizzare la scopa con lo strizzatore. 5

6 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: tritacarne FREQUENZA: DOPO OGNI IMPIEGO PARTI MOBILI: Infilarsi i guanti. Smontare il tritacarne nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Immergere i componenti in una soluzione al 2% di FADION per almeno 30 minuti Rimontare i componenti dopo avere pulito le parti fisse. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. PARTI FISSE: Scollegare l apparecchio; Infilarsi i guanti. Allontanare i residui organici dal corpo principale motore utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. IL TRITACARNE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCO DI CARNE PER PIU' DI 2 ORE. SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: affettatrice FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI ALIMENTO PARTI MOBILI: Smontare l'affettatrice nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. L'AFFETTATRICE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCA PER PIU' DI DUE ORE LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN UNA SOLUZIONE AL 2% DI FADION. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO. 6

7 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: coltelleria FREQUENZA: CAMBIO COLTELLERIA E OGNI ORA e MEZZA di LAVORO Aspergere a spruzzo sulle lame una soluzione 2% di FADION. Allontanare i residui organici utilizzando una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Usare particolare attenzione alla parte di collegamento tra il manico e la lama. Aspergere a spruzzo i manici con una soluzione 1% di FADION, lavare, risciacquare con abbondante acqua calda ed asciugare con carta a perdere. Inserire i coltelli nel porta-coltelli a pozzetto o in una bacinella contenente una soluzione al 2% di FADION e lasciare agire per almeno 20 minuti. La soluzione disinfettante deve ricoprire i coltelli. Infilarsi i guanti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. CONTROLLARE OGNI GIORNO il LIVELLO della SOLUZIONE di FADION nei PORTACOLTELLI. SOSTITUIRE la SOLUZIONE di FADION OGNI SETTIMANA. LASCIARE le SPUGNETTE a BAGNO in SOLUZIONE 2% di FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: cutter FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI IMPASTO e in ogni caso DOPO DUE ORE di UTILIZZO del CUTTER LAMA Togliere la lama del cutter e trasferirla nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione al 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. CESTELLO: Allontanare i residui organici dal cestello mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e carta a perdere; risciacquare ed asciugare con carta a perdere. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN SOLUZIONE 2% DI FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO 7

8 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: TRITAVERDURE FREQUENZA: DOPO DUE ORE di UTILIZZO del TRITAVERDURE PARTI MOBILI: Smontare il tritaverdure nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua. Risciacquare con abbondante acqua. Immergere la lama in una soluzione 1% di KASTEL e lasciare agire per almeno 20 minuti. Aspergere a spruzzo una soluzione 1% di FADION sulle restanti parti e lasciare agire per almeno 20 minuti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. PARTI FISSE: Allontanare i residui organici dal corpo principale mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e acqua; risciacquare. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. 1- LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN SOLUZIONE 2% DI FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO. 2- OGNI SETTIMANA RUOTARE I DISINFETTANTI OVVERO UTILIZZARE IL KASTEL AL POSTO DEL FADION E VICEVERSA. 8

9 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: CENTRIFUGA VERDURE PARTI MOBILI (CESTELLO): Smontare il cestello della centrifugaverdure e trasferirlo nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua. Risciacquare. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. PARTI FISSE: Allontanare i residui organici dal corpo principale mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e acqua; Risciacquare con abbondante acqua. Rimontare il cestello; chiudere lo scarico d'uscita dell'acqua. Riempire la centrifuga di acqua quasi fino al bordo e aggiungere 200 ml di KASTEL. Agitare l'acqua per miscelare bene il disinfettante e lasciare in immersione per almeno 2 ore. Togliere il tappo, svuotare e risciacquare con abbondante acqua fino ad eliminare ogni residuo di disinfettante. Infilarsi nuovi guanti. SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: PELAPATATE Con l'idropulitrice spruzzare all'interno del pelapatate, a pressione media e alta temperatura. Chiudere l'uscita del pelapatate, aggiungere acqua fino al bordo e FADION in ragione dell 1%. Lasciare agire per almeno 30 minuti. Aprire lo sportello d'uscita; risciacquare con abbondante acqua. SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: LAVAVERDURE AUTOMATICO Riempire di acqua il lavaverdure automatico. Aggiungere 300 ml di KASTEL e azionare la macchina per 2-3 minuti. Fermare la macchina e aspettare almeno 20 minuti. Svuotare la macchina dalla soluzione disinfettante. Risciacquare più volte con abbondante acqua fino ad eliminare i residui di disinfettante. 9

10 SANIFICAZIONE FORNI E CAPPE ASPIRANTI FORNI nfilarsi i guanti a perdere. Allontanare i residui organici utilizzando a spruzzo una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e carta a perdere. Ripetere l'operazione fino all'allontanamento completo di tutti i residui. Risciacquare con acqua a spruzzo. CAPPE PARTE ESTERNA Allontanare la polvere con carta in rotoli. Spruzzare una soluzione 2% di FADION e asciugare con carta. Ripetere l'operazione fino all'allontanamento completo di tutti i residui. PARTE INTERNA Allontanare i residui organici utilizzando a spruzzo una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e carta a perdere. Ripetere l'operazione fino all'allontanamento completo di tutti i residui. UNA VOLTA ALLA SETTIMANA UTILIZZARE DOPO LA DETERSIONE ANCHE IL DISINFETTANTE FADION ALL 1%. RISCIACQUARE CON ABBONDANTE ACQUA E ASCIUGARE CON CARTA A PERDERE. SANIFICAZIONE TEFLON Con l'idropulitrice erogare vapore a forte pressione e alta temperatura. I residui organici vengono allontanati dalla superficie. Diminuire la pressione, cambiare l'acqua dell'idropulitrice con una soluzione 1% di FADION. Aspergere sulla superficie con la lancia a bassa pressione e attendere per 20 minuti circa. Risciacquare con acqua bollente o abbondante vapore caldo, a pressione media, fino ad allontanare i residui di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. SANIFICAZIONE TAVOLI e PIANI INOX o ad ogni CAMBIO LAVORAZIONE Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION e una spugna leggermente abrasiva. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. 10

11 PESCHERIE e LAVORAZIONE PRODOTTI ITTICI SANIFICAZIONE PAVIMENTI E SOFFITTI DOTAZIONI del PERSONALE di PULIZIA guanti monouso a perdere; stivali in gomma; un camice da sostituire giornalmente, meglio se a perdere; una torcia elettrica per ispezionare gli angoli più difficili. DOTAZIONI di ATTREZZI, MACCHINARI e MATERIALE una macchina lavasciuga automatica; un tanica di FADION; un ragnatore (bastone per asportare le ragnatele) un carrello mop così composto: - 1 scopa con frange o randazza; - 1 secchio contenente la medesima soluzione utilizzata per la macchina lavasciuga; - 1 secchio con acqua calda; - 1 strizzatore; - 1 raschietto. MODALITA' d' AZIONE La pulizia si effettua partendo dall'alto e procedendo verso il basso. Con il ragnatore si allontanano tutte le ragnatele dai soffitti e dagli angoli. Poi si procede all'idonea pulizia delle cappe, dei forni e delle attrezzature (v. punti successivi). Infine si trattano i pavimenti. PARTI COMUNI dei PAVIMENTI Utilizzare l'idonea macchina lavasciuga automatica caricata con soluzione detergente di FADION allo 0,5%. Una volta alla settimana utilizzare FADION 2%. ANGOLI (non raggiungibili dalla lavasciuga) Utilizzare il carrello mop nel seguente modo: - immergere la randazza nel secchio con soluzione 2% di FADION, strofinare il pavimento, strizzare la scopa con lo strizzatore; - utilizzare il raschietto per asportare i residui più tenaci; - risciacquare con acqua calda e asciugare con la scopa; - strizzare la scopa con lo strizzatore. 11

12 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: coltelleria FREQUENZA: CAMBIO COLTELLERIA E OGNI ORA E MEZZA DI LAVORO Aspergere a spruzzo sulle lame una soluzione 2% di FADION. Allontanare i residui organici utilizzando una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Usare particolare attenzione alla parte di collegamento tra il manico e la lama. Aspergere a spruzzo i manici con una soluzione 1% di FADION, lavare, risciacquare con abbondante acqua calda ed asciugare con carta a perdere. Inserire i coltelli nel porta-coltelli a pozzetto o in una bacinella contenente una soluzione al 2% di FADION e lasciare agire per almeno 20 minuti. La soluzione disinfettante deve ricoprire i coltelli. Infilarsi i guanti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. CONTROLLARE OGNI GIORNO il LIVELLO della SOLUZIONE di FADION nei PORTACOLTELLI. SOSTITUIRE la SOLUZIONE di FADION OGNI SETTIMANA. LASCIARE le SPUGNETTE a BAGNO in SOLUZIONE 2% di FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO SANIFICAZIONE TEFLON Con l'idropulitrice erogare vapore a forte pressione e alta temperatura. I residui organici vengono allontanati dalla superficie. Diminuire la pressione, cambiare l'acqua dell'idropulitrice con una soluzione 1% di FADION. Aspergere sulla superficie con la lancia a bassa pressione e attendere per 20 minuti circa. Risciacquare con acqua bollente o abbondante vapore caldo, a pressione media, fino ad allontanare i residui di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. SANIFICAZIONE TAVOLI e PIANI INOX o ad ogni CAMBIO LAVORAZIONE Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION e una spugna leggermente abrasiva. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. 12

13 MACELLERIE SANIFICAZIONE PAVIMENTI E SOFFITTI DOTAZIONI del PERSONALE di PULIZIA guanti monouso a perdere; stivali in gomma; un camice da sostituire giornalmente, meglio se a perdere; una torcia elettrica per ispezionare gli angoli più difficili. DOTAZIONI di ATTREZZI, MACCHINARI e MATERIALE una macchina lavasciuga automatica; un tanica di FADION; un ragnatore (bastone per asportare le ragnatele) un carrello mop così composto: - 1 scopa con frange o randazza; - 1 secchio contenente la medesima soluzione utilizzata per la macchina lavasciuga; - 1 secchio con acqua calda; - 1 strizzatore; - 1 raschietto. MODALITA' d' AZIONE La pulizia si effettua partendo dall'alto e procedendo verso il basso. Con il ragnatore si allontanano tutte le ragnatele dai soffitti e dagli angoli. Poi si procede all'idonea pulizia delle cappe, dei forni e delle attrezzature (v. punti successivi). Infine si trattano i pavimenti. PARTI COMUNI dei PAVIMENTI Utilizzare l'idonea macchina lavasciuga automatica caricata con soluzione detergente di FADION allo 0,5%. Una volta alla settimana utilizzare FADION 2%. ANGOLI (non raggiungibili dalla lavasciuga) Utilizzare il carrello mop nel seguente modo: - immergere la randazza nel secchio con soluzione 2% di FADION, strofinare il pavimento, strizzare la scopa con lo strizzatore; - utilizzare il raschietto per asportare i residui più tenaci; - risciacquare con acqua calda e asciugare con la scopa; - strizzare la scopa con lo strizzatore. 13

14 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: tritacarne FREQUENZA: DOPO OGNI IMPIEGO PARTI MOBILI: Infilarsi i guanti. Smontare il tritacarne nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Immergere i componenti in una soluzione al 2% di FADION per almeno 30 minuti Rimontare i componenti dopo avere pulito le parti fisse. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. PARTI FISSE: Scollegare l apparecchio; Infilarsi i guanti. Allontanare i residui organici dal corpo principale motore utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. IL TRITACARNE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCO DI CARNE PER PIU' DI 2 ORE. SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: affettatrice FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI ALIMENTO PARTI MOBILI: Smontare l'affettatrice nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. L'AFFETTATRICE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCA PER PIU' DI DUE ORE LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN UNA SOLUZIONE AL 2% DI FADION. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO. 14

15 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: coltelleria FREQUENZA: CAMBIO COLTELLERIA E OGNI ORA e MEZZA di LAVORO Aspergere a spruzzo sulle lame una soluzione 2% di FADION. Allontanare i residui organici utilizzando una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Usare particolare attenzione alla parte di collegamento tra il manico e la lama. Aspergere a spruzzo i manici con una soluzione 1% di FADION, lavare, risciacquare con abbondante acqua calda ed asciugare con carta a perdere. Inserire i coltelli nel porta-coltelli a pozzetto o in una bacinella contenente una soluzione al 2% di FADION e lasciare agire per almeno 20 minuti. La soluzione disinfettante deve ricoprire i coltelli. Infilarsi i guanti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. CONTROLLARE OGNI GIORNO il LIVELLO della SOLUZIONE di FADION nei PORTACOLTELLI. SOSTITUIRE la SOLUZIONE di FADION OGNI SETTIMANA. LASCIARE le SPUGNETTE a BAGNO in SOLUZIONE 2% di FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: cutter FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI IMPASTO e in ogni caso DOPO DUE ORE di UTILIZZO del CUTTER LAMA Togliere la lama del cutter e trasferirla nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione al 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. CESTELLO: Allontanare i residui organici dal cestello mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e carta a perdere; risciacquare ed asciugare con carta a perdere. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN SOLUZIONE 2% DI FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO 15

16 SANIFICAZIONE TEFLON Con l'idropulitrice erogare vapore a forte pressione e alta temperatura. I residui organici vengono allontanati dalla superficie. Diminuire la pressione, cambiare l'acqua dell'idropulitrice con una soluzione 1% di FADION. Aspergere sulla superficie con la lancia a bassa pressione e attendere per 20 minuti circa. Risciacquare con acqua bollente o abbondante vapore caldo, a pressione media, fino ad allontanare i residui di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. SANIFICAZIONE TAVOLI e PIANI INOX o ad ogni CAMBIO LAVORAZIONE Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION e una spugna leggermente abrasiva. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. 16

17 PASTIFICI SANIFICAZIONE PAVIMENTI E SOFFITTI DOTAZIONI del PERSONALE di PULIZIA guanti monouso a perdere; stivali in gomma; un camice da sostituire giornalmente, meglio se a perdere; una torcia elettrica per ispezionare gli angoli più difficili. DOTAZIONI di ATTREZZI, MACCHINARI e MATERIALE una macchina lavasciuga automatica; un tanica di FADION; un ragnatore (bastone per asportare le ragnatele) un carrello mop così composto: - 1 scopa con frange o randazza; - 1 secchio contenente la medesima soluzione utilizzata per la macchina lavasciuga; - 1 secchio con acqua calda; - 1 strizzatore; - 1 raschietto. MODALITA' d' AZIONE La pulizia si effettua partendo dall'alto e procedendo verso il basso. Con il ragnatore si allontanano tutte le ragnatele dai soffitti e dagli angoli. Poi si procede all'idonea pulizia delle cappe, dei forni e delle attrezzature (v. punti successivi). Infine si trattano i pavimenti. PARTI COMUNI dei PAVIMENTI Utilizzare l'idonea macchina lavasciuga automatica caricata con soluzione detergente di FADION allo 0,5%. Una volta alla settimana utilizzare FADION 2%. ANGOLI (non raggiungibili dalla lavasciuga) Utilizzare il carrello mop nel seguente modo: - immergere la randazza nel secchio con soluzione 2% di FADION, strofinare il pavimento, strizzare la scopa con lo strizzatore; - utilizzare il raschietto per asportare i residui più tenaci; - risciacquare con acqua calda e asciugare con la scopa; - strizzare la scopa con lo strizzatore. La PULIZIA delle GRIGLIE e dei NASTRI di TRASPORTO Le griglie di trasporto sono utilizzate dal pastorizzatore per portare le paste ripiene dalla macchina raviolatrice al bagno termostatico a +95 C e, infine, verso i nastri di trasporto affluenti nell'essiccatore. Durante questo procedimento, le griglie, che sono in acciaio inox, passano anch'esse attraverso il bagno termostatico, subendo un processo di parziale sanificazione. La procedura finale di pulizia deve soltanto assicurare l'asportazione meccanica dei residui alimentari che si formano dopo il processo di pastorizzazione e che rimangono sulla griglia. I nastri, invece, trasportano i prodotti (paste ripiene e gnocchi) aspersi di farina, che deve essere allontanata meccanicamente al termine del processo produttivo. Per compiere questi procedimenti, è sufficiente utilizzare un sistema di pistole ad aria compressa accoppiato con una macchina aspiratutto. 17

18 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: tritacarne FREQUENZA: DOPO OGNI IMPIEGO PARTI MOBILI: Infilarsi i guanti. Smontare il tritacarne nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Immergere i componenti in una soluzione al 2% di FADION per almeno 30 minuti Rimontare i componenti dopo avere pulito le parti fisse. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. PARTI FISSE: Scollegare l apparecchio; Infilarsi i guanti. Allontanare i residui organici dal corpo principale motore utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spazzola di nylon e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. IL TRITACARNE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCO DI CARNE PER PIU' DI 2 ORE. SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: affettatrice FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI ALIMENTO PARTI MOBILI: Smontare l'affettatrice nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. L'AFFETTATRICE NON DOVRA' MAI RIMANERE SPORCA PER PIU' DI DUE ORE LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN UNA SOLUZIONE AL 2% DI FADION. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO. 18

19 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: coltelleria FREQUENZA: CAMBIO COLTELLERIA E OGNI ORA e MEZZA di LAVORO Aspergere a spruzzo sulle lame una soluzione 2% di FADION. Allontanare i residui organici utilizzando una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Usare particolare attenzione alla parte di collegamento tra il manico e la lama. Aspergere a spruzzo i manici con una soluzione 1% di FADION, lavare, risciacquare con abbondante acqua calda ed asciugare con carta a perdere. Inserire i coltelli nel porta-coltelli a pozzetto o in una bacinella contenente una soluzione al 2% di FADION e lasciare agire per almeno 20 minuti. La soluzione disinfettante deve ricoprire i coltelli. Infilarsi i guanti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. CONTROLLARE OGNI GIORNO il LIVELLO della SOLUZIONE di FADION nei PORTACOLTELLI. SOSTITUIRE la SOLUZIONE di FADION OGNI SETTIMANA. LASCIARE le SPUGNETTE a BAGNO in SOLUZIONE 2% di FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: cutter FREQUENZA: AD OGNI CAMBIO DI TIPO DI IMPASTO e in ogni caso DOPO DUE ORE di UTILIZZO del CUTTER LAMA Togliere la lama del cutter e trasferirla nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione al 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua calda (60 C). Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. CESTELLO: Allontanare i residui organici dal cestello mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e carta a perdere; risciacquare ed asciugare con carta a perdere. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN SOLUZIONE 2% DI FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO 19

20 SANIFICAZIONE ATTREZZATURE: TRITAVERDURE FREQUENZA: DOPO DUE ORE di UTILIZZO del TRITAVERDURE PARTI MOBILI: Smontare il tritaverdure nei suoi componenti mobili e trasferirli nel lavello. Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION, una spugna leggermente abrasiva e acqua. Risciacquare con abbondante acqua. Immergere la lama in una soluzione 1% di KASTEL e lasciare agire per almeno 20 minuti. Aspergere a spruzzo una soluzione 1% di FADION sulle restanti parti e lasciare agire per almeno 20 minuti. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. PARTI FISSE: Allontanare i residui organici dal corpo principale mediante aspersione di una soluzione 2% di FADION, utilizzando una spugnetta leggermente abrasiva e acqua; risciacquare. Prima dell'uso risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante; asciugare con carta a perdere. 1- LASCIARE LE SPUGNETTE A BAGNO IN SOLUZIONE 2% DI FADION PER 15/20. RISCIACQUARE PRIMA DELL'USO. 2- OGNI SETTIMANA RUOTARE I DISINFETTANTI OVVERO UTILIZZARE IL KASTEL AL POSTO DEL FADION E VICEVERSA. SANIFICAZIONE TEFLON Con l'idropulitrice erogare vapore a forte pressione e alta temperatura. I residui organici vengono allontanati dalla superficie. Diminuire la pressione, cambiare l'acqua dell'idropulitrice con una soluzione 1% di FADION. Aspergere sulla superficie con la lancia a bassa pressione e attendere per 20 minuti circa. Risciacquare con acqua bollente o abbondante vapore caldo, a pressione media, fino ad allontanare i residui di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. SANIFICAZIONE TAVOLI e PIANI INOX o ad ogni CAMBIO LAVORAZIONE Allontanare i residui organici utilizzando una soluzione 2% di FADION e una spugna leggermente abrasiva. Risciacquare con abbondante acqua per eliminare ogni residuo di disinfettante. Asciugare con carta a perdere o aria filtrata. 20

21 FREQUENZA delle SANIFICAZIONI su ATTREZZATURE, MACCHINARI e AMBIENTE dello STABILIMENTO di PRODUZIONE di PASTE RIPIENE e GNOCCHI Reparto CUCINA macchinari TRITACARNE IMPASTATRICE RIPIENO PENTOLE COTTURA CELLA FRIGORIFERA * frequenza sanificazioni GIORNALIERA GIORNALIERA GIORNALIERA SETTIMANALE Reparto PRODUZIONE PASTE RIPIENE macchinari frequenza sanificazioni PASTORIZZATORE: A- PARTE ESTERNA GIORNALIERA B- PARTE INTERNA QUANDO LA TEMPERATURA E' > 85 C E IN OGNI CASO MAX MENSILE MACCHINE per PASTA FRESCA e RIPIENA GIORNALIERA CELLA FRIGORIFERA * SETTIMANALE Reparto PRODUZIONE GNOCCHI macchinari MACCHINA per GNOCCHI IMPASTATRICI IMPIANTO ASCIUGATURA GNOCCHI frequenza sanificazioni GIORNALIERA GIORNALIERA SETTIMANALE ATTREZZATURE VARIE e AMBIENTE tipo attrezzatura COLTELLERIA PIANI di LAVORO GRIGLIE e NASTRI PAVIMENTI PARETI VETRI frequenza sanificazioni GIORNALIERA GIORNALIERA PULIZIA GIORNALIERA A SECCO GIORNALIERA SETTIMANALE MENSILE * La SANIFICAZIONE viene effettuata previo svuotamento della cella e immissione dei prodotti alimentari nella cella non trattata. 21

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI

DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI DIPARTIMENTO / STRUTTURA DIREZIONE SANITARIA DOCUMENTO 00 - PO DS 09 SANIFICAZIONE DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE NELLE AREE ALIMENTARI INDICE DI REVISIONE 0 SCOPO La presente procedura ha lo scopo di

Dettagli

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE

ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO 5) PIANO DI SANIFICAZIONE 1 Norme Generali Prodotti di Sanificazione RISPETTARE E AGGIORNARE IL PIANO DI SANIFICAZIONE IN MODO PERIODICO E OGNI VOLTA CHE INTERVENGONO DEI CAMBIAMENTI (indicare

Dettagli

DIVISIONE CONVIVENZE

DIVISIONE CONVIVENZE SISTEMA DI SANIFICAZIONE STOVIGLIE l) ammollo igienizzante; 2) detersione meccanica o manuale; 3) asciugatura meccanica o manuale con carta monouso o per naturale vaporazione. KEY 01 KEY 02 indicato per

Dettagli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli

Protocollo di pulizia per l'asilo Nido. II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli Protocollo di pulizia per l'asilo Nido II presente protocollo, che è parte integrante degli atti di gara, indica gli standard che dovranno essere rispettati al fine di assicurare l'adeguata pulizia dell'asilo

Dettagli

PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Pulizia e disinfezione ambienti e attrezzature PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE

PROCEDURA GESTIONALE RISTORAZIONE COLLETTIVA. Titolo : Pulizia e disinfezione ambienti e attrezzature PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE Pag. 1 di 17 PULIZIA E DISINFEZIONE AMBIENTI E ATTREZZATURE INDICE: 1 - Campo di applicazione 2 - Scopo 3 - Documenti di riferimento 4 - Definizioni e abbreviazioni 5 Responsabilità 6 - Modalità Operative

Dettagli

Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano

Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano Gara per la fornitura del Servizio Mensa per i minori ospiti dell Istituto Penale Minorenni e del Centro Prima Accoglienza di Milano ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio

Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Gruppo Operativo per la Lotta alle Infezioni Ospedaliere Protocollo Pulizia Ambientale Gruppo Operatorio Data 1^ stesura: 02:07.98 Edizione: 1 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO AUTORI: Gruppo

Dettagli

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Comune di VANZAGO. Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Comune di VANZAGO Provincia di Milano SERVIZI0 SCUOLA SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO Marzo

Dettagli

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature

Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature COMUNE DI CASTELNUOVO SCRIVIA Provincia di Alessandria SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Allegato N. 5 Operazioni di Pulizia Ordinaria Relative alle Diverse Zone e alle Attrezzature 1 1 DEFINIZIONE DELLE

Dettagli

PIANO DI SANIFICAZIONE

PIANO DI SANIFICAZIONE ALLEGATO E PIANO DI SANIFICAZIONE Data: Aprile 14 Il Documento è composto di n 07 pagine pag.1di pag totali.7 Piano di sanificazione - Cucina Centralizzata, Cucina dell asilo nido e Locali refettori nelle

Dettagli

KIT ISTRUZIONI OPERATIVE FORNI ALIMENTARI MACELLERIE ROSTICCERIE BAR

KIT ISTRUZIONI OPERATIVE FORNI ALIMENTARI MACELLERIE ROSTICCERIE BAR KIT ISTRUZIONI OPERATIVE o FORNI ALIMENTARI o MACELLERIE ROSTICCERIE o BAR BAR Interventi sulle seguenti superfici: - Bancone Bar - Tavoli / Sedie - Lavastoviglie - Vetrine esposizione - Pavimenti - Toilette

Dettagli

Giornaliero asportazione di residui e incrostazioni; lavaggio manuale accurato, con l ausilio di spazzole per la detersione successivo risciacquo

Giornaliero asportazione di residui e incrostazioni; lavaggio manuale accurato, con l ausilio di spazzole per la detersione successivo risciacquo Quarto, li 09 settembre 2014 Prot. n. Tit. Al Personale Collaboratore scolastico dell Istituto Comprensivo di Quarto Don Lorenzo Milani LORO SEDI e agli Operatori delle Ditte di Pulizia dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado

Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado PROCEDURA DI GESTIONE DELLE PULIZIE Pag. 1/7 Informazioni teoriche e pratiche per gli operatori scolastici addetti alle pulizie degli istituti scolastici di ogni ordine e grado INDICE 1. SCOPO... 2 2.

Dettagli

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine)

7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 7.7. FASE 7 - Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione 2. FASE DI LAVORAZIONE: Lavaggio e pulizia attrezzi ed utensili (manuale e con macchine) 3. CODICE

Dettagli

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria.

Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria. Gara per la fornitura del servizio di ristorazione per le mense obbligatorie di servizio per il personale della Polizia Penitenziaria. ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

Descrizione. Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 25 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 15.

Descrizione. Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 25 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 15. l Lavaggio e sanificazione stoviglie DW-SF Detergente lavaggio meccanico indicato per acque di media durezza; esente fosfati. DB2901506 DB2901124 DB2901169 Detergente lavastoviglie, Tanica Kg 12 Detergente

Dettagli

Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria

Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria Gara per la fornitura del Servizio di Ristorazione per la Mensa Obbligatoria di Servizio per il personale di Polizia Penitenziaria ALLEGATO 5 AL CAPITOLATO SPECIFICHE TECNICHE DELLE OPERAZIONI DI PULIZIA

Dettagli

LINEA CUCINA. Detergenti per lavastoviglie

LINEA CUCINA. Detergenti per lavastoviglie Detergenti per lavastoviglie 0015 - Detervit liquido Detergente liquido per macchine lavastoviglie con ottimo potere lavante. Adatto per acque dolci e medie. Conf. tanica da 25 lt. 0016 - Detervit liquido

Dettagli

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7

PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO ASL 7 PROTOCOLLO PULIZIA AMBIENTALE GRUPPO OPERATORIO 1 Criteri generali Per quanto sia stato ampiamente dimostrato che le superfici ambientali sono, di per sé, difficilmente responsabili della trasmissione

Dettagli

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI

IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI S.C. Prevenzione Rischio Infettivo IGIENE AMBIENTALE DECONTAMINAZIONE IN CASO DI SPANDIMENTO ACCIDENTALE DI LIQUIDI BIOLOGICI BIONIL GRANULI Sodio Dicloro-isocianurato Panno assorbente monouso Guanti monouso

Dettagli

Come nasce VIM Professional

Come nasce VIM Professional Come nasce VIM Professional Da oltre 100 anni il marchio VIM è conosciuto da generazioni di consumatori sia in Italia che in Europa come sinonimo di qualità pulente ed igienizzante. Per questo motivo nasce

Dettagli

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione

ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione REGIONE CALABRIA Azienda Ospedaliera Bianchi Melacrino Morelli ALLEGATO N 2 Procedure di igienizzazione Servizio pulizie - ALLEGATO N 2 Pagina 1 di 6 PULIZIA GIORNALIERA AREE AD ALTO RISCHIO 1 Servizi

Dettagli

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA

CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA CONSIGLI PER LA CURA E LA PULIZIA DELL ACCIAIO INOX E DELLE APPARECCHIATURE DI CUCINA Introduzione La qualità dell acciaio utilizzato nella costruzione delle attrezzature per le cucine professionali è

Dettagli

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio

Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Allegato 5 - Procedure per la pulizia per tipologia di rischio Il presente documento descrive le procedure per la pulizia e sanificazione ambientale dell Azienda Ospedaliera. Le imprese concorrenti potranno

Dettagli

Pulire il Rame. Pulire Ottone

Pulire il Rame. Pulire Ottone Pulire il Rame La pulizia del rame viene effettuata come facevano i vecchi.si scioglie del sale con dell aceto o con del succo di limone e si strofina con uno straccio o una spugnetta non abrasiva tutta

Dettagli

www.cleprin.it PAVIMENTI

www.cleprin.it PAVIMENTI www.cleprin.it PAVIMENTI BRILL LAVAPAVIMENTI DETERGENTE LAVAPAVIMENTI PROFUMATO Detergente lavapavimenti profumato per la manutenzione quotidiana dei pavimenti. La sua formulazione contiene particolari

Dettagli

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni

COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni COMUNE DI LIVORNO U.O.VA ATTIVITA EDUCATIVE Uff. Ristorazione, Arredi e Logistica servizi ausiliari esterni Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA E STRAORDINARIA

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE DEFINIZIONI Per pulizia si intende la rimozione meccanica dello sporco da superfici ed oggetti. Di norma viene eseguita con l impiego di acqua e detergenti diluiti

Dettagli

PULIZIA E DISINFEZIONE

PULIZIA E DISINFEZIONE Regione Piemonte - Direzione Sanità Pubblica PULIZIA E DISINFEZIONE 1 riduzione della contaminazione batterica OBIETTIVI eliminazione completa dei germi patogeni Un corretto sistema di pulizia si articola

Dettagli

101 ISEUNI-PROFI. 1 dl di 1010 ISEUNIAS in 10 l d acqua. 1010 ISEUNIAS

101 ISEUNI-PROFI. 1 dl di 1010 ISEUNIAS in 10 l d acqua. 1010 ISEUNIAS 101 ISEUNI-PROFI Detergente universale a concentrazione industriale, con potere bagnante elevato, per la pulizia di tutte le superfici lavabili (idrofile). Particolarmente adatto per la pulizia professionale

Dettagli

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare:

Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: Aspetti generali Al fine di agevolare le attività di ristorazione e offrire ai consumatori prodotti igienicamente sicuri è necessario considerare: la progettazione dei locali e delle strutture l organizzazione

Dettagli

ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche su superfici ed attrezzature nella ristorazione collettiva;

ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche su superfici ed attrezzature nella ristorazione collettiva; PROCEDURA NEGOZIATA PER L ALLESTIMENTO E LA GESTIONE TEMPORANEA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE DELLE MENSE UNIVERSITARIE DELL ERDISU DI TRIESTE (CIG N. 3218525AD7). ALLEGATO N. 6 Limiti di cariche microbiche

Dettagli

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI

PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI PRODUTTORE AUTOMATICO DI GHIACCIO A CUBETTI MANUALE DI PULIZIA E SANITIZZAZIONE RISERVATO AL MANUTENTORE AUTORIZZATO 24847 ed. 10-2007 È vietata la riproduzione, anche solo parziale, del presente manuale.

Dettagli

SUPERMERCATO - REPARTI GASTRONOMIA, SALUMERIA

SUPERMERCATO - REPARTI GASTRONOMIA, SALUMERIA SUPERMERCATO - REPARTI GASTRONOMIA, SALUMERIA AFFETTATRICI CUCINA rimuovere con Preparare una soluzione ed immergere le parti smontabili. Risciacquare. rimuovere con GASTRONOMIA SALUMERIA BANCO FRIGORIFERO

Dettagli

7.6. FASE 6 - Lavaggio e pulizia locali (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione

7.6. FASE 6 - Lavaggio e pulizia locali (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione 7.6. FASE 6 - Lavaggio e pulizia locali (manuale e con macchine) 1. COMPARTO: Ristorazione 2. FASE DI LAVORAZIONE: Lavaggio e pulizia locali (manuale e con macchine) 3. CODICE INAIL: 4. FATTORE DI RISCHIO:

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Settore Alberghiero 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura fino a 160 C possiede

Dettagli

elenco prodotti detergenti Igienizzanti PRATIKA LAVAMANI Lavamani liquido pag 138 ROSè Lavamani liquido profumato pag 139

elenco prodotti detergenti Igienizzanti PRATIKA LAVAMANI Lavamani liquido pag 138 ROSè Lavamani liquido profumato pag 139 134 elenco prodotti detergenti PRATIKA LAVAMANI Lavamani liquido pag 138 ROSè Lavamani liquido profumato pag 139 LILLIMAN Lavamani delicato profumato pag 140 Igienizzanti LILLIGEN Lavamani igienizzante

Dettagli

Operazioni di igiene e manutenzione

Operazioni di igiene e manutenzione OPERAZIONI DI IGIENE Operazioni di igiene dei visi del manichino Laerdal Si consiglia di fornire un singolo viso del manichino a ciascuno studente per eliminare la necessità di decontaminazione tra uno

Dettagli

Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente.

Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente. pagina 1/7 Biodegradabilità testata: per pulizie nel rispetto dell'ambiente. La ISE propone una linea di detergenti per le pulizie quotidiane, testati presso l'empa di San Gallo. 101 ISEUNI-PROFI Detergente

Dettagli

Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP

Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP Principi e comportamenti sui punti critici dell HACCP UOC di Riabilitazione Metabolico Nutrizionale Direttore Tecnico-Scientifico: LM Donini Dietisti: E. Castellaneta, C. Civale, P. Ceccarelli, S. Passaretti,

Dettagli

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI

LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI Casa di Cura Villa delle Querce LINEE GUIDA PULIZIE E SANIFICAZIONE AMBIENTI SANITARI PREMESSA Le pulizie e la sanificazione degli ambienti sanitari rivestono un ruolo importante non solo per il significato

Dettagli

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE SECONDO LA VALUTAZIONE DEI RISCHI

DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE SECONDO LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE SECONDO LA VALUTAZIONE DEI RISCHI (ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE ED ANALISI DEI RISCHI) PREMESSA Il presente opuscolo fornisce alcune indicazioni ritenute utili

Dettagli

SODASOLVAY. Detergente ecologico multiuso

SODASOLVAY. Detergente ecologico multiuso SODASOLVAY Detergente ecologico multiuso PROPRIETÀ DETERGE, RINFRESCA e NEUTRALIZZA gli odori; SGRASSA efficacemente; non fa SCHIUMA; è CONVENIENTE; non contiene TENSIOATTIVI, FOSFORO, COLORANTI e PROFUMI.

Dettagli

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO

Dipartimento di Prevenzione U.O.C. HACCP- RSO La presente istruzione operativa dettaglia una specifica attività/fase di un processo descritto dalla procedura Piano Interno di Intervento Emergenza Migranti. La sanificazione ambientale viene intesa

Dettagli

Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto.

Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto. Soft Top Reviver Attenzione: Non diluire o mescolare Reviver con nessun altro prodotto! Questo può limitare le prestazioni e danneggiare la vs. auto. 1. Assicuratevi che la capote sia asciutta e pulita

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Centri Fitness e Palestre 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura

Dettagli

WWW.REANO.NET. BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani. La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca.

WWW.REANO.NET. BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani. La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca. BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca. WWW.REANO.NET La linea BEN HUR per il canale Ho.Re.Ca. Prodotti per le superfici, prodotti

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Istituti Scolastici e Strutture per la Prima Infanzia

PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Istituti Scolastici e Strutture per la Prima Infanzia PROTOCOLLO DI PULIZIA E SANIFICAZIONE Istituti Scolastici e Strutture per la Prima Infanzia 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar)

Dettagli

H 2 O srl Sede Operativa: Via Enrico Medi, 14 00149 Roma Via del Bel Poggio, 375 00143 Roma Capitale Sociale 10.000 tel. 06 5010699 fax 06 5000386

H 2 O srl Sede Operativa: Via Enrico Medi, 14 00149 Roma Via del Bel Poggio, 375 00143 Roma Capitale Sociale 10.000 tel. 06 5010699 fax 06 5000386 PROCEDURA DI SANIFICAZIONE EROGATORE ALLACCIATO ALLA RETE IDRICA CON SISTEMA EVERPURE MATERIALE NECESSARIO Liquido detergente (alimentare), per la pulizia esterna dell erogatore (es: Cif) Liquido disincrostante

Dettagli

I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI

I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI I.P. C. Musatti SERVIZI ENOGASTRONOMICI CLASSI PRIME a. s. 2015/2016 Per accedere alle attività didattiche nei laboratori di CUCINA, studentesse e studenti devono indossare le seguenti divise: Giacca bianca

Dettagli

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À

Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À Comune di Amalfi Relazione tecnica servizio di pulizia immobili comunali C O M U N E di AMALFI U F F I C I O I G I E N E E S A N I T À R E L A Z I O N E T E C N I C A P E R I L S E R V I Z I O D I P U

Dettagli

PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso professionale per tutto ciò che concerne l igiene industriale.

PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso professionale per tutto ciò che concerne l igiene industriale. www.sorbex.it www.sorbex.it SORBEX è marchio di proprietà della società PDS PROFESSIONAL di Pasquale Del Sorbo. PROFESSIONAL PDS PROFESSIONAL è un azienda che seleziona e distribuisce prodotti per uso

Dettagli

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI

Pulizie Locali Punto di Prelievo REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE STATO DELLE REVISIONI REDAZIONE, VERIFICA, APPROVAZIONE, AUTORIZZAZIONE, EMISSIONE Redazione Verifica Approvazione Autorizzazione Emissione Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR Rosselli Federico Responsabile Qualità UdR

Dettagli

rischi di natura infortunistica e correlati all igiene del lavoro per il personale di cucina

rischi di natura infortunistica e correlati all igiene del lavoro per il personale di cucina rischi di natura infortunistica e correlati all igiene del lavoro per il personale di cucina Corso CUOCO Centro Studi La Base Via dei Pucci, 11 -Firenze Relatore: Geom. Enrico Clarelli www.geoclarelli.it

Dettagli

VERNICI 03. Dipingere con la pistola a spruzzo

VERNICI 03. Dipingere con la pistola a spruzzo VERNICI 03 Dipingere con la pistola a spruzzo 1 Scegliere il tipo di pittura a spruzzo Descriveremo la pittura pneumatica, ossia la pittura a spruzzo coperchio mediante un compressore. Per dipingere si

Dettagli

www.cleprin.it SGRASSANTI

www.cleprin.it SGRASSANTI SGRASSANTI SGRASSANTI SUPER SGRASSANTE UNIVERSALE ALCALINO Sgrassante alcalino concentrato, per pulire a fondo tutte le superfici lavabili sporche di grasso, sia di origine animale che vegetale. E' ideale

Dettagli

STUDIO DENTISTICO DOTT. GIUSEPPE ARENA Via S.Maria della Croce Di Gregorio (trav.priv. 5) C./mare del Golfo (TP) Tel. 0924 33466

STUDIO DENTISTICO DOTT. GIUSEPPE ARENA Via S.Maria della Croce Di Gregorio (trav.priv. 5) C./mare del Golfo (TP) Tel. 0924 33466 OGGETTO: REQUISITI ORGANIZZATIVI GENERALI STUDIO DENTISTICO MODALITA DI PULIZIA, LAVAGGIO, DISINFEZIONE E STERILIZZAZIONE DI TUTTI GLI STRUMENTI ED ACCESSORI OGNI PAZIENTE E DA CONSIDERARE POTENZIALMENTE

Dettagli

La Casalinga Ideale - CASA DOP

La Casalinga Ideale - CASA DOP La Cucina (base) tempo stimato 75' o Togli tutto quello che c'è sul piano della cucina, appoggialo sul tavolo; o Togli dal gas le griglie e i bruciatori, lasciali in ammollo in acqua e detergente. Nel

Dettagli

Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA

Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Aprile 2014 1 Sommario DEFINIZIONE DELLE AREE (NOTE)... 4 DEFINIZIONE DEI TRATTAMENTI (NOTE)... 5 SEZIONE 1 - OPERAZIONI

Dettagli

www.cleprin.it CUCINA

www.cleprin.it CUCINA www.cleprin.it CUCINA RAPID CUCINA DETERGENTE NEUTRO PER IL LAVAGGIO MANUALE DELLE STOVIGLIE RAPID è un detergente concentrato per il lavaggio manuale di stoviglie, profumato al limone. Poche gocce consentono

Dettagli

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO

Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO Allegato 3 - ELENCO PRESTAZIONI DI PULIZIA E RELATIVE FREQUENZE DI INTERVENTO LEGENDA: il numero indicato prima della indica la frequenza nel periodo considerato; la colonna gg/sett. indica i giorni lavorativi

Dettagli

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE

ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE ALLEGATO P8 NORME E MODALITA DI ESECUZIONE DELLE PULIZIE L esecuzione delle pulizie dovrà avvenire con il supporto di mezzi, tecniche e personale, in grado di garantire un elevato standard di igiene. Le

Dettagli

Azienda leader nel settore, che porta la tecnologia e l innovazione al servizio dei consumatori con prodotti mirati e di alta qualità.

Azienda leader nel settore, che porta la tecnologia e l innovazione al servizio dei consumatori con prodotti mirati e di alta qualità. PRODOTTI per pulizia professionali C È UN PROFESSIONISTA NEI TUOI PANNI. Azienda leader nel settore, che porta la tecnologia e l innovazione al servizio dei consumatori con prodotti mirati e di alta qualità.

Dettagli

1. Dati generali dell intervento

1. Dati generali dell intervento ALLEGATO F 6 Ulteriori Locali - Notifica Igienico- Sanitaria per alimenti (Reg. CE n 852/2004) 1. Dati generali dell intervento 1.1 Ubicazione intervento (Indicare il Comune e l indirizzo inseriti nel

Dettagli

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli)

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) Officina produzione propria Detergenti e Sanitizzanti Articoli, Macchinari e Prodotti

Dettagli

Misure di emergenza:( Art. 277-D. Lgs. 81/08 e s.m.i.)

Misure di emergenza:( Art. 277-D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) Misure di emergenza:( Art. 277-D. Lgs. 81/08 e s.m.i.) 1) Se si verificano incidenti che possono provocare la dispersione di un agente biologico appartenente ai gruppi 2, 3 o 4, i lavoratori debbono abbandonare

Dettagli

Informazione e Formazione. Regolamento sull uso e conservazione dei

Informazione e Formazione. Regolamento sull uso e conservazione dei Regolamento sull uso e conservazione dei prodotti di pulizia Il presente Regolamento si prefigge di fornire utili indicazioni ai collaboratori scolastici: sulla prevenzione contro il rischio chimico derivante

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n.

Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA. Allegato n. Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico GAETANO MARTINO Messina SPECIFICHE TECNICHE RELATIVE ALLE OPERAZIONI DI PULIZIA ORDINARIA Allegato n. 4 AL CAPITOLATO SPECIALE D ONERI INDICE - 1 Definizione

Dettagli

La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento

La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento La gamma dei prodotti della LINEA INDUSTRIALE permette di operare in ogni tipo di Azienda per soddisfare qualsiasi necessità tecnica: Trattamento Scarichi - Disinfettanti - Battericidi - Protettivi per

Dettagli

Obiettivi del Bollettino Tecnico A cura di Giuseppe De Lucia

Obiettivi del Bollettino Tecnico A cura di Giuseppe De Lucia ICF SRL PALAZZO PIGNANO (CR) VIA G.BENZONI N 50 Data 2/01/2007 Versione Cliente Numero 1 Bollettino tecnico Obiettivi del Bollettino Tecnico Gentilissimi Clienti, Sommario Nello spirito di voler continuamente

Dettagli

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici

PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici PROTOCOLLO DI PULIZIA A VAPORE E SANIFICAZIONE Uffici 1. PRINCIPIO: PER LA PULIZIA : Il vapore saturo secco generato da una caldaia sotto pressione (da 4 a 7 bar) ad una temperatura fino a 160 C possiede

Dettagli

Sicurezza microbiologica in impianti produttori di Prosciutto di Parma. Gestione del rischio

Sicurezza microbiologica in impianti produttori di Prosciutto di Parma. Gestione del rischio Sicurezza microbiologica in impianti produttori di Prosciutto di Parma Gestione del rischio IL DIAGRAMMA DI FLUSSO Tipicamente riporta le seguenti fasi: Fase fredda: ricevimento, salagione, riposo, lavaggio

Dettagli

I termini e i concetti fondamentali

I termini e i concetti fondamentali unità La prevenzione delle contaminazioni I termini e i concetti fondamentali 1 l igiene degli ambienti Gli esercizi di lavorazione e somministrazione di cibi e bevande, soggetti ad accertamenti dei requisiti

Dettagli

La pulizia delle attrezzature da cucina

La pulizia delle attrezzature da cucina La pulizia delle attrezzature da cucina La cucina è e sarà il nostro ambiente di lavoro, per questo dobbiamo sapere come prendercene cura anche per non compromettere la nostra salute e quella dei nostri

Dettagli

Dalla Spesa alla Tavola

Dalla Spesa alla Tavola Dalla Spesa alla Tavola L Igiene e la Salute in Cucina Dott.ssa M. Stella 1 L Acquisto attento dei Prodotti Alimentari Dott.ssa M. Stella 2 L Etichetta di un Prodotto Alimentare 1) denominazione di vendita

Dettagli

Protocollo per la pulizia, il lavaggio e la disinfezione degli strumenti e degli accessori endoscopici

Protocollo per la pulizia, il lavaggio e la disinfezione degli strumenti e degli accessori endoscopici REGIONE CALABRIA AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE VIBO VALENTIA Endoscopia Digestiva Diagnostica e Chirurgica Dr. A.Chirico Dr. V.Grasso Dr. L.Purita Protocollo per la pulizia, il lavaggio e la disinfezione

Dettagli

Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti

Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti Corso di formazione TATUAGGIO E PIERCING: ASPETTI DI IGIENE E SICUREZZA Pulizia, disinfezione e sterilizzazione degli strumenti Dott. Cagarelli Roberto Dipartimento sanità pubblica di Modena Modena, 22

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM MILLWASHING

ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM MILLWASHING E.O. OSPEDALI GALLIERA - GENOVA ISTRUZIONE OPERATIVA: USO DI LAVASTRUMENTI MOCOM PREPARATO VERIFICATO APPROVATO M.G.Tagliafico M.Nelli R.Tramalloni Data : 22/06/2011 Rev 0 Descrizione delle modifiche:

Dettagli

BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani. La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca.

BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani. La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca. BEN HUR L alleato di sempre per l hotel di domani La gamma per la pulizia professionale leader del canale Ho.Re.Ca. La linea BEN HUR Detergenti per superfici BEN HUR Barrier 7 BEN HUR Fiori 7 BEN HUR

Dettagli

Regolamento di pasticceria

Regolamento di pasticceria Regolamento di pasticceria Norme igieniche Della persona Non si possono portare orecchini, bracciali, collane e anelli in laboratorio. Avere sempre le mani pulite con unghie corte e senza smalto. Non mettere

Dettagli

NORME PER L UTILIZZO DELLA CUCINA MOBILE PROVINCIALE E DI COMPORTAMENTO NELLA MANIPOLAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PREMESSA:

NORME PER L UTILIZZO DELLA CUCINA MOBILE PROVINCIALE E DI COMPORTAMENTO NELLA MANIPOLAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PREMESSA: NORME PER L UTILIZZO DELLA CUCINA MOBILE PROVINCIALE E DI COMPORTAMENTO NELLA MANIPOLAZIONE E SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE PREMESSA: Le Norme di seguito elencate dettano le regole basilari che

Dettagli

= 1.000 litri + SI RISPARMIA

= 1.000 litri + SI RISPARMIA Acqua SI CONSUMA + SI RISPARMIA lavare i piatti igiene personale consumo giornaliero pro capite di acqua potabile i consumi contrassegnati con potrebbero essere sostituiti con acqua piovana altri utilizzi

Dettagli

UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica. Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue

UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica. Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue UOC DAIORT Direzione Assistenza Infermieristica Ostetrica Riabilitativa e Tecnica Procedura di pulizia e sanificazione della Morgue Gruppo di Lavoro CPSE- I DAIORT : Dr.ssa Liana Nanni CPSE-I DAIORT :

Dettagli

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli)

CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) CAVALLO BLU I N G R O S S O F A R M A C I V E T E R I N A R I I d e n t i f i c a ti v i B e s t i a m e (Marche e Boli) Officina produzione propria Detergenti e Sanitizzanti Articoli, Macchinari e Prodotti

Dettagli

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati

DECORAZIONE 03. Posare la carta da parati DECORAZIONE 03 Posare la carta da parati 1 Scegliere la carta da parati Oltre ai criteri estetici, una carta da parati può essere scelta in funzione del luogo e dello stato dei muri. TIPO DI VANO CARTA

Dettagli

La Casalinga Ideale - CASA DOP

La Casalinga Ideale - CASA DOP Bagno (n.1) tempo stimato 25' o Vuota gli armadietti del bagno, uno alla volta; o Butta i cosmetici scaduti o aperti da troppo tempo; o Pulisci l'interno dell'armadietto; o Riponi all'interno le cose che

Dettagli

Pulizia con ContraSept

Pulizia con ContraSept Pulizia con ContraSept Indice: Pagina 2: 145 (1994-2001) 147 (2000-2010) 156 (1997-2007) 164 (1987-1997) 166 (1998-2007) Pagina 3: Spider 916 (1994-2005) GTV (1994-2005) 147 (2000-2010) 159 (2005-2011)

Dettagli

IP.DS.22 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA.

IP.DS.22 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA. Pagina 1 di 13 ISTRUZIONE OPERATIVA DI PRESIDIO OSPEDALIERO PER LA CORRETTA PULIZIA E SANIFICAZIONE DELLA VASCA PER IL TRAVAGLIO ED IL PARTO IN ACQUA. REV. DATA AUTORIZZAZIONI REDATTO VERIFICATO APPROVATO

Dettagli

Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici

Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici Soluzioni per l igiene di pavimenti e superfici Applicare l etichetta relativa al prodotto sul contenitore spray Sicuro, veloce, e semplice da usare, grazie ad un innovativo sistema di dosaggio Riempire

Dettagli

CATALOGO GENERALE PRODOTTI PER LE PULIZIE

CATALOGO GENERALE PRODOTTI PER LE PULIZIE CATALOGO GENERALE PRODOTTI PER LE PULIZIE LINEA AMBIENTI PULI71 TRILLO Lt. 5 Detergente liquido molto profumato per la manutenzione dei pavimenti. La sua formulazione consente una pulizia rapida senza

Dettagli

DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI

DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI DETERGENTI DEODORANTI DISINCROSTANTI ACIDO MURIATICO GRIFO in flaconi da lt. 1. Contenuto collo: 15 flaconi. Cod. 85034 ACQUA DISTILLATA GRIFO in flaconi da lt. 4. Contenuto collo: 4 flaconi. Cod. 85041

Dettagli

ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE

ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE ALLEGATO D - CAPITOLATO D ONERI ELENCO GARANZIE IGIENICO-SANITARIE La ditta appaltatrice è tenuta a curare con la massima scrupolosità l osservanza di tutte le norme igienico-sanitarie che regolano il

Dettagli

Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001. Più valore all ambiente!

Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001. Più valore all ambiente! Azienda certificata ISO 9001 e ISO 14001 VERDE ECO un pulito certificato ECOLABEL Più valore all ambiente! ECOLABEL CHE COS È L ECOLABEL L ECOLABEL è il marchio ufficiale Europeo di qualità ecologica e

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

Comune di Agerola Provincia di Napoli --------

Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- 1 Comune di Agerola Provincia di Napoli -------- SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA PER SCUOLE MATERNE REQUISITI CENTRO COTTURA ALLEGATO C LOCALI: I locali devono essere distinti l uno dall altro in funzione

Dettagli

Lista di controllo La protezione della pelle nell industria alimentare e nei servizi di ristorazione collettiva e catering

Lista di controllo La protezione della pelle nell industria alimentare e nei servizi di ristorazione collettiva e catering Sicurezza realizzabile Lista di controllo La protezione della pelle nell industria alimentare e nei servizi di ristorazione collettiva e catering Potete affermare che nella vostra azienda si presta sufficiente

Dettagli

Corso di Laurea in Infermieristica sede di

Corso di Laurea in Infermieristica sede di Corso di Laurea in Infermieristica sede di ABILITA PRATICHE( SKILLS ) Igiene delle mani: lavaggio sociale Fasi e sequenza operativa Corretto Non IRR Materiale occorrente: detergente in flacone con dispenser,

Dettagli

Regolamento recante disposizioni sull uso e la conservazione dei prodotto di pulizia e sulle modalita di svolgimento delle operazioni di pulizia

Regolamento recante disposizioni sull uso e la conservazione dei prodotto di pulizia e sulle modalita di svolgimento delle operazioni di pulizia 3 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Alberto Burri Trestina Città di Castello (PG) APPENDICE G Regolamento recante disposizioni sull uso e la conservazione dei prodotto di pulizia e sulle modalita di svolgimento

Dettagli

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso)

RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) RELAZIONE DI DESCRIZIONE DEI LOCALI-IMPIANTI E DELLE ATTREZZATURE (stabilimenti di produzione, preparazione confezionamento, depositi all'ingrosso) Allegato 2 PAG. 1 ALLEGATO alla domanda di autorizzazione

Dettagli