La Casa di Vetro.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Casa di Vetro."

Transcript

1 Trimestrale di informazione a cura dell Amministrazione Comunale di Orsenigo Direttore Responsabile: Licia Viganò Numero chiuso il: 18 luglio 2008 Stampa: Com.Unica srl (Lipomo) Stampato su carta ecologica ALGA CARTA Autorizzazione Tribunale di Como n.2/9 dell La Casa di Vetro NUMERO 36 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI ORSENIGO informa LUGLIO 2008 Spedizione in abbonamento postale 70% - filiale di Como - in caso di mancata consegna si prega di restituire al mittente: Comune di Orsenigo, Via per Erba, Orsenigo All interno: 2 Urbanistica Piano di governo del territorio e Valutazione ambientale strategica 3 Lavori pubblici Quarto lotto di via per Erba Nuove rotatorie sulla statale 4 Lavori pubblici Lavori al campetto di via primo maggio Manutenzione in corso presso le scuole 5 Elezioni 6-7 Ambiente Aumenta la raccolta differenziata Piante autoctone a rischio per il tarlo asiatico 8-9 Percorsi in Brianza 10 Curiosità Il Comune acquista un francobollo storico su E-bay 11 Servizi sociali Servizio di assistenza e trasporto per anziani e malati 12 Istruzione Calendario scolastico Racconti di contorno alle scuole elementari 13 Istruzione La costituzione compie 60 anni 14 Cultura Cerri e Intra incantano Orsenigo La trionfale a Pietraligure 15 Cultura Calendario film Una serata di grande teatro 16 Dove e quando La fabbrica di cioccolato Inizieranno a breve i lavori di costruzione di una nuova azienda. Icam, nota ditta lecchese produttrice di cioccolato, ha individuato in paese la sede per il suo nuovo stabilimento. Rappresenta una realtà aziendale storica, che opera da 60 anni nel campo nella produzione di cioccolato. Oggi, l azienda è una delle poche realtà industriali al mondo a garantire il controllo dell intera filiera produttiva: un approccio industriale che consente di raggiungere e mantenere i più elevati standard qualitativi in ogni fase della produzione. Icam attualmente impegna circa 250 dipendenti e il suo insediamento in paese produrrà ricadute positive per il territorio. Orsenigo si appresta quindi a veder nascere un altra azienda, la prima del segmento alimentare, finora non presente tra le realtà produttive già operanti in paese da molti anni. La proprietà ha presentato il progetto di realizzazione di un nuovo insediamento produttivo con uno spaccio aperto al pubblico, da collocare nella zona industriale di Orsenigo, in via Caio Plinio. L impianto sorgerà in un area che il Piano Regolatore vigente classifica come Zona di espansione di attività produttive e sulla quale non sussistono vincoli di carattere naturalistico e idrogeologico. Per la costruzione della nuova struttura verranno impiegate le tecnologie più avanzate, già in uso nei centri residenziali nei paesi del Nord Europa. Particolare attenzione verrà posta all utilizzo di fonti rinnovabili e alla riduzione dei consumi energetici. Nel 2007 è stato rilasciato il parere favorevole degli esperti ambientali; il progetto è stato poi inoltro agli uffici della Regione Lombardia che hanno escluso la necessità di sottoporre il progetto alla procedura di valutazione di impatto ambientale. Nei primi mesi del 2008 l azienda ha ottenuto il parere favorevole da parte di Asl e Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente) e, prima dell avvio della produzione, la Conferenza di Servizi convocata dalla Provincia di Como per l autorizzazione alle emissioni in atmosfera dovrà esprimere la propria valutazione. La richiesta di documentazione integrativa e tutte le prescrizioni già previste rispondono all esigenza di prevedere, nei minimi dettagli, il controllo delle procedure di rilascio sia della costruzione dell edificio che della successiva attività. L azienda presume di avviare ad Orsenigo la produzione dei primi cioccolatini a partire dal il Sindaco Licia Viganò La Casa Di Vetro -

2 Urbanistica a cura dell Assessore all Urbanistica Paola Marzorati Lavori Pubblici a cura dell Assessore ai Lavori Pubblici Gianluigi Lietti Piano di governo del territorio e Valutazione ambientale strategica Il Consiglio Comunale ha approvato a maggioranza le linee guida per la redazione della Valutazione Ambientale Strategica (V.A.S.) Le procedure di Valutazione ambientale si inseriscono nell ambito del processo di costruzione del Piano di Governo del territorio ( P.G.T.) che è stato introdotto dalla legge regionale 12/2005 come strumento normativo di pianificazione territoriale in sostituzione del Piano Regolatore Generale ( P.R.G ). Il Pgt si articola nei seguenti atti: Il documento di piano, che definisce il quadro ricognitivo e programmatorio di riferimento per lo sviluppo economico e sociale del Comune, il quadro conoscitivo del territorio comunale, l assetto geologico, idrogeologico e sismico. Il piano dei servizi, che deve garantire la dotazione globale di aree per attrezzature pubbliche di interesse pubblico o generale, le eventuali aree per l edilizia residenziale pubblica, le dotazioni a verde, i corridoi ecologici e il sistema del verde di connessione tra territorio rurale e quello edificato. il piano delle regole che individua e disciplina puntualmente le differenti situazioni territoriali (territorio urbanizzato, aree agricole, immobili vincolati, ecc.). Legata al documento di piano è la Valutazione ambientale strategica (Valutazione Ambientale), un analisi che ha lo scopo di valutare anticipatamente le conseguenze ambientali delle decisioni strategiche, con l obiettivo di portare ad un urbanistica territoriale ed a politiche mirate alla sostenibilità. Il concetto di sviluppo sostenibile, proposto dalla Commissione Europea, fa riferimento ad una crescita che risponde alle esigenze del presente, senza compromettere la capacità delle generazioni future di soddisfare i propri bisogni, attraverso l integrazione delle componenti ambientali, economiche e sociali. Compito della Vas è di integrare il processo di pianificazione urbanistica, orientandolo verso la sostenibilità. Di fondamentale importanza è il processo partecipativo con gli operatori presenti sul territorio: associazioni, popolazione, attori sociali ed economici sia a livello locale sia sovracomunale, ai fini della condivisione delle scelte operate. Il Comune di Orsenigo nel dare avvio al procedimento della Valutazione Ambientale Strategica ha scelto di promuovere la partecipazione redigendo un questionario da proporre agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado per capire il loro rapporto con la realtà territoriale. La presentazione del questionario è avvenuta nel corso del Consiglio Comunale dei Ragazzi del 28 maggio Le domande rivolte ai giovani cittadini riguardano le attività che svolgono ad Orsenigo, il giudizio sugli edifici scolastici e sulle aree verdi del Comune e i suggerimenti per migliorare l ambiente in paese. Le iniziative di sensibilizzazione continueranno nei prossimi mesi, attraverso incontri pubblici e momenti di verifica e divulgazione delle attività svolte. Quarto lotto di via per Erba E stata indetta la gara di appalto per il rifacimento del quarto lotto di Via per Erba, con il quale si concluderanno i lavori per la riqualificazione dell asse viabilistico che collega Orsenigo e Parzano. Il progetto, approvato nel 2006, prevede il rifacimento della strada attuale, con un ampiezza costante di tre metri, più 30 cm per lo scolo delle acque su entrambi i lati della strada e verranno messi in sicurezza gli attraversamenti pedonali, con la posa di rilevati stradali, in calcestruzzo e cubetti di granito grigio, che avranno anche la funzione di moderatori della velocità. Verrà creato un nuovo marciapiede a monte della strada, a tutela dell accesso alle case, fino al congiungimento con Via Milanese. Durante i lavori verranno rifatte le sottoreti, sostituendo le tubature dell acquedotto, del metano, la linea a bassa tensione dell enel, la linea telefonica, si poserà la rete a fibre ottiche e si separerà la rete fognaria dalle condotte delle acque meteoriche. Come ultima operazione si procederà alla posa di nuovi pali per l illuminazione pubblica. Verrà rettificata la rotatoria del cimitero di Parzano, modificando l accesso di Via dei Dottorini e del parcheggio annesso al cimitero, e verrà riqualificato il parcheggio del cimitero stesso, ridefinendo i posti auto. L intervento è stato co-finanziato dalla Regione Lombardia tramite Frisl. Il Frisl è un fondo, istituito dalla Regione nel 1991, che sostiene finanziariamente interventi sullo sviluppo e ammodernamento della viabilità minore con contributi in conto capitale e a fondo perduto a Comuni e Province. La Regione Lombardia concederà al Comune di Orsenigo la somma di euro, che verrà rimborsata in venti anni, mentre gli interessi del mutuo saranno a carico della Regione. Il costo totale dell opera è di euro: la parte restante di euro euro è finanziata con fondi comunali. NUOVE ROTATORIE SULLA STATALE Sono in corso i lavori di realizzazione delle nuove rotatorie in territorio di Orsenigo. Il primo intervento riguarda l incrocio tra via Fermi e Via Volta, mentre in seguito verrà ridefinito il crocevia tra via Berra e via Marconi. Le rotatorie sostituiranno l attuale canalizzazione a raso che non garantisce livelli di sicurezza ottimali, soprattutto per quanto riguarda la svolta dei veicoli di grosse dimensioni che si dirigono verso la zona industriale del paese. Si sono per questo resi necessari i lavori di adeguamento mediante la realizzazione di due rotatorie di tipo europeo, che prevedono il diritto di precedenza per chi transita nell anello e che garantiscono i livelli di incidentalità più bassi. L obbligo di dare la precedenza ai veicoli impegnati nella rotatoria avrà un effetto di controllo sulla velocità dei veicoli in transito, un problema quest ultimo che sull ex statale Briantea è riscontrabile quotidianamente. Nei pressi della rotatoria che verrà realizzata all incrocio di via Fermi verranno posizionati due attraversamenti pedonali protetti, così da favorire il superamento della statale da parte dei i cittadini orsenighesi che abitano nella zona di via Volta. Per rispondere alle esigenze di sicurezza dei pendolari il Sindaco ha chiesto e ottenuto una modifica del progetto, avvicinando la fermata dell autobus di linea all abitato di Via Volta. Per coloro che transitano in bicicletta è invece prevista la realizzazione di piste ciclo- pedonali unidirezionali, della larghezza di 1,50 metri, separate dalla sede viabile da una striscia di segnaletica orizzontale. I lavori di riqualificazione e messa in sicurezza dei due incroci in territorio di Orsenigo sono previsti nell ambito dell accordo di programma firmato il 15 settembre 2005 tra la Provincia di Como ed il Comune di Orsenigo. Obiettivo dell accordo è quello di ridurre il livello di criticità, e quindi di incidentalità, degli incroci principali e delle aree poste lungo l asse stradale. Infatti l ex Statale Briantea è un arteria molto trafficata ( nelle ore di punta transitano oltre 3000 veicoli) e particolarmente a rischio, come dimostra il rapporto ACI Localizzazione degli incidenti stradali 2006, pubblicato nel 2008, che colloca l ex statale 342 tra le più pericolose della Lombardia. Per questo motivo l Amministrazione Provinciale di Como ha deciso di finanziare i lavori di sistemazione di questo importante nodo viabilistico, avvalendosi della compartecipazione economica dei Comuni che, come Orsenigo, hanno sottoscritto l accordo di programma considerando prioritaria la sicurezza dei cittadini. 2 - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro - 3

3 Lavori Pubblici a cura dell Assessore ai Lavori Pubblici Gianluigi Lietti Elezioni a cura di Ilaria Mantegazza, servizio civile volontario lavori al campetto di via primo maggio Sono stati eseguiti i lavori di manutenzione al campo sportivo di via I maggio. E stato formato un nuovo topping superficiale, a copertura della pavimentazione preesistente, di colore verde per il campo di pallavolo, rosso per la pallacanestro, con la spruzzatura di una mescola di resina poliuretanica e granulati di gomma sintetica. Sono state poi dipinte con una vernice speciale gialla le righe del campo da pallavolo, così come indicato dalle norme Fipav, e con la medesima vernice, ma di colore bianco come stabilito dalle norme Fip, le linee del campo da basket. Sono stati sostituiti i due canestri, con l installazione di due nuovi tabelloni in plexiglass, muniti di telai porta tabelloni nello stesso materiale, e di due nuovi canestri reclinabili. Per aumentare la sicurezza sono state anche rifatte le protezioni dei pali che sostengono il canestro. L intervento si è reso necessario dopo cinque anni di utilizzo quotidiano molto intenso dell impianto. Sono moltissimi infatti i giovani di Orsenigo, e dei paesi limitrofi, che, durante i mesi estivi, usufruiscono della struttura. L intervento di manutenzione realizzato dalla ditta Tipiesse è stato finanziato per Euro con fondi comunali. I lavori al campo sportivo proseguiranno nei prossimi mesi con la riverniciatura delle panchine e la pulitura della copertura in plexiglas. Le panchine del campo sportivo sono state eseguite dalla ditta Tipiesse nel 2002, su progetto originale del Comune di Orsenigo. Manutenzione in corso presso le scuole Sono in corso alle scuole elementari i lavori di ristrutturazione dei bagni e del relativo impianto idrico-sanitario e termico. L intervento ha per oggetto la manutenzione straordinaria dei servizi igienici, che verranno completamente ristrutturati per migliorarne l agibilità e per permetterne l adeguamento alla legge 13/89 sull eliminazione delle barriere architettoniche. Il progetto in atto prevede, oltre il rifacimento dei tavolati, la sostituzione di pavimenti, rivestimenti, apparecchi sanitari e il rifacimento degli impianti Verranno inoltre sostituiti i corpi scaldanti, rappresentati prima dell intervento da 13 fan-coil ad aria calda; l impianto di riscaldamento sarà costituito da radiatori in acciaio collegati all impianto generale di distribuzione dell acqua calda, così da assicurare un migliore rendimento energetico rispetto alle strutture precedenti. I lavori, iniziati l 11 giugno, termineranno entro la fine di agosto. Gli interventi relativi ai servizi sanitari proseguono il piano di intervento iniziato l anno scorso con il rifacimento dell impianto elettrico. Il costo complessivo dei due interventi è di euro: euro per le opere elettriche realizzate nel 2007 e euro per le opere edili in corso di realizzazione quest anno. I lavori sono finanziati per euro con un contributo assegnato dalla Direzione Generale Istruzione della Regione Lombardia e per la parte restante con fondi comunali. Il plesso scolastico, realizzato nel 1978, necessita di interventi di adeguamento delle attrezzature e degli impianti. In particolare l intervento ai servizi igienici rientra in un progetto complessivo di abbattimento delle barriere architettoniche, iniziato nel 2004 con il ridimensionamento dell atrio per consentire una miglior fruizione degli spazi da parte degli alunni e nel 2005 con l installazione di un ascensore. SENATO Numero voti Percentuale Popolo della libertà ,13% Lega Nord ,70% Totale coalizione ,83% Partito Democratico ,41% Italia dei Valori 74 4,23% Totale coalizione ,64% Unione di Centro 70 4,02% Sinistra Arcobaleno 33 1,88% La Destra 29 1,65% Lega Per l Autonomia- Alleanza Lombarda 13 0,74% Lista dei Grilli Parlanti 8 0,45% Partito Liberale Italiano 7 0,40% Sinistra Critica 6 0,34% Partito Comunista dei Lavoratori 5 0,28% Forza Nuova 4 0,22% Unione Democratica per i Consumatori 3 0,17% Partito socialista 3 0,17% Per il Bene Comune 2 0,11% Fronte Indipendentista Lombardia 1 0,05% Schede bianche: 15 ( 0,8 % sul totale dei votanti ) Schede nulle : 33 ( 1,8 % ). CAMERA DEI DEPUTATI Numero voti Percentuale Popolo della libertà ,94% Lega Nord ,63% Totale coalizione ,58% Partito Democratico ,09% Italia dei Valori 77 4,08% Totale coalizione ,17% Unione di Centro 76 4,09% La Destra 46 2,43% Sinistra Arcobaleno 29 1,53% Lega Per l Autonomia- Alleanza Lombarda 10 0,53% Per il Bene Comune 9 0,47% Sinistra Critica 9 0,47% Forza Nuova 9 0,47% Partito Comunista dei Lavoratori 8 0,42% Partito Liberale Italiano 6 0,31% Partito Socialista 4 0,21% Aborto? No, Grazie 3 0,15% Unione Democratica per i Consumatori 3 0,15% Elezioni politiche L 88 % degli elettori orsenighesi si è recato alle urne il13 e 14 aprile per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica. Viene così confermata l alta affluenza alle urne registrata negli anni passati in tutte le consultazioni elettorali del Comune. Alle elezioni politiche 2008 hanno votato al Senato 1797 orsenighesi su un totale di 2040 aventi diritto per un affluenza pari al 88,08%. Molto simile l affluenza alla Camera dove ha votato l 88% degli aventi diritto. Le schede valide sono state 1749 al Senato e 1886 alla Camera. Per quanto riguarda i voti non validi vi sono state per la Camera 21 schede bianche (1 % sul totale dei votanti ) e 37 nulle ( 1,9 % ), mentre per il Senato le schede bianche sono state 15 ( 0,8 % sul totale dei votanti ) e quelle nulle 33 ( 1,8 % ). Schede bianche : 21 ( 1 % sul totale dei votanti ) schede nulle : 37 ( 1,9 % ) - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro -

4 Ambiente a cura del Sindaco Licia Viganò Ambiente Aumenta la raccolta differenziata Service 24, il consorzio che gestisce la raccolta rifiuti per il Comune di Orsenigo, ha fornito tramite il proprio sito ( www. service24spa.it ) i dati sull andamento della gestione dei rifiuti urbani e delle raccolte differenziate per l anno Orsenigo si conferma tra i Comuni più virtuosi in termini di impronta ecologica, a dimostrazione dell impegno e dell attenzione che l Amministrazione comunale ha sempre rivolto alle tematiche ambientali. Per quanto riguarda le percentuali relative alla raccolta differenziata ad Orsenigo è stato raggiunto il 58,6 % di smaltimento differenziato. Confrontando il dato del Comune orsenighese con le percentuali di differenziata degli altri paesi facenti parte della società Service 24 ( che comprende, oltre ad Orsenigo, Albavilla, Albese, Capiago, Montorfano, Tavernerio e Lipomo ) emerge che solo Tavernerio registra percentuali di differenziata lievemente superiori a Orsenigo; ciò testimonia i buoni risultati raggiunti dalla raccolta differenziata nel comune orsenighese, anche se per pochi centesimi percentuali non detiene più come gli anni scorsi il primato rispetto ai Comuni del consorzio. La percentuale di raccolta differenziata è lievemente aumentata rispetto al 2006 ( 57,00%) e se si osservano i dati relativi al 2002 ( 43,00%) e al 2000 (29,52% ) si può notare come in pochi anni il valore sia cresciuto in maniera davvero notevole. Per quanto riguarda le frazioni destinate al recupero, le percentuali più alte sono quelle di carta e cartone ( 12,37% sul totale della raccolta), seguite dal verde ( 8,55% ), da imballi e materiali misti ( 8% ) metalli (7,3% ) e vetro (7,3%). Altri materiali avviati al riciclaggio La raccolta differenziata a Orsenigo e negli altri paesi aderenti a Service 24: PAESI PERCENTUALE DI PRODUZIONE PRO CAPITE DIFFERENZIATA (kg per abitante al giorno) ORSENIGO 58,6% 1,67 ALBAVILLA 50,70% 1,24 ALBESE 53,91% 1,48 CAPIAGO 55,54% 1,18 LIPOMO 46,42% 1,29 MONTORFANO 51,28% 1,56 TAVERNERIO 58,79% 1,55 (Fonte: Service 24 spa, ) sono il legno ( 4,4% ) la plastica (4,3%), gli inerti ( 3,3 %) gli ingombranti ( 1,4%) e prodotti diversi in percentuali minori, per un totale di 30 servizi di raccolta avviati. Nei prossimi anni la stima della raccolta differenziata è destinata a crescere grazie ai nuovi servizi di raccolta delle frazioni umide presso le mense e le grandi utenze ( bar, ristoranti ecc.) che sono stati avviati nel 2008 e al raddoppio della frequenza di raccolta porta a porta di carta e plastica che necessita di un periodo di transizione per entrare a La Regione Lombardia ha avviato una campagna di informazione e prevenzione contro il tarlo asiatico, un insetto innocuo per l uomo, ma molto pericoloso per le piante. Infatti questo coleottero, la cui presenza è stata rilevata da qualche anno in Lombardia, scava profonde gallerie all interno delle parti dure degli alberi e provoca la morte della pianta. E una specie che si riproduce molto velocemente e che attacca più di venti tipi di piante, in particolare aceri, faggi, betulle, carpini, ippocastani, noccioli, platani, meli e peri. Attualmente l unico rimedio conosciuto per fermare la diffusione del parassita è l abbattimento delle piante colpite e la distruzione delle radici. Le conseguenze dell eventuale insediamento definitivo di questo insetto nel nostro territorio potrebbero essere molto gravi, per questo la Regione ha avviato un intervento di sensibilizzazione dei cittadini, affinché segnalino tempestivamente eventuali casi di infestazione. Sul sito lombardia.it si possono infatti trovare tutte le informazioni sul tarlo asiatico ed è possibile scaricare un pieghevole con immagini che aiutano a riconoscere l infestazione nelle piante. Chiunque avvisti questo pericoloso insetto può chiamare il numero verde ( solo dal telefono fisso ) oppure il numero ( dai cellulari ); si può inoltre inviare una mail all indirizzo far parte delle abitudini dei cittadini e fornire così un riscontro in termini numerici. Il dato relativo alla produzione di rifiuti pro-capite è di 1,67 kg per abitante al giorno. I tratta di un valore abbastanza elevato, ma va relazionato con la presenza sul territorio di numerose industrie che producono materiali pesanti come scarto della lavorazione e quindi incidono molto sulla media di produzione al giorno. Il dato poi deve essere messo in relazione con gli ottimi risultati della differenziata, per cui a fronte di una raccolta significativa in termini di peso, la quantità di prodotti recuperati è comunque alta. Il valore della raccolta pro-capite è diminuito rispetto al 2006 ( 1,77 kg per abitante al giorno ); per quello che riguarda gli anni precedenti, nel 2001 la raccolta era di 1,17 kg pro capite, nel 2004 si è arrivati a 1,69 kg di raccolta al giorno per abitante, poi il valore è lievemente sceso ( 1,64 kg nel 2005 ) e infine si è assestato sui valori attuali. Piante autoctone a rischio per il tarlo asiatico 6 - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro -

5 Percorsi in Brianza a cura di Ilaria Mantegazza, servizio civile volontario Percorsi in Brianza Percorsi in Brianza 2008 Domenica 28 settembre avrà luogo la sesta edizione della manifestazione Percorsi in Brianza, organizzata dalle Amministrazioni comunali di Orsenigo, Albese con Cassano, Arosio, Inverigo, Lambrugo, Lurago d Erba. Il tema scelto per la rassegna di quest anno è legato a parchi e dimore storiche Percorsi in Brianza si pone come obiettivo quello di valorizzare il patrimonio storico, culturale e rurale delle comunità brianzole.. Orsenigo promuove quattro ville, Villa del Soldo, Villa Baragiola, Villa Turati Minoli, e Villa Quattro Camini a Parzano, e saranno aperte al pubblico Villa del Soldo e Villa Quattro Camini. Villa del Soldo E una splendida villa settecentesca posta sul confine dei territori di Orsenigo e Alzate. L edificio principale è inserito in un parco di circa metri quadri ricco di alberi, gruppi statuari e fontane, mentre una serie di costruzioni minori contribuisce a rendere ancora più vario e affascinante il complesso. Le prime testimonianze storiche dell esistenza della villa risalgono al Catasto Teresiano; il complesso risultava di proprietà delle Monache di San Leonardo in Como ed era adibito ad uso rurale. Nel 1810 l immobile venne acquisito da Giacomo Appiani d Aragona, che incaricò l architetto Giacomo Moraglia della costruzione della villa attuale. Nel 1849 il complesso fu acquisito dal conte Francesco Turati. Nei primi anni del 1900 la Villa passò prima ai Cella, poi al senatore Mario Crespi. Dal 1948 al 1962 il complesso fu proprietà di un convalescenziario del Sovrano Militare Ordine di Malta. Dal 1962 di proprietà dell Amministrazione Provinciale di Como, è attualmente concessa in comodato alla Comunità Mondo X di Padre Eligio. Oggi è destinata a sede stabile di ricerca nonché luogo di conduzione di attività scientifiche e sociali. Ospita convegni nazionali ed internazionali. Villa Baragiola Il complesso di Villa Baragiola si trova in centro paese, sul lato destro del piazzale della chiesa, ed è composto dalla residenza padronale e da un ala rurale, un tempo abitata dai contadini che si occupavano dei terreni annessi alla proprietà. La residenza padronale, la cui esistenza è attestata per la prima volta nel Catasto Teresiano ( ) ha subito un importante trasformazione all inizio del 1800 ad opera dell architetto milanese Giacomo Moraglia: lo stile neoclassico, sia nella facciata che negli ambienti, appare evidente in tutta la sua eleganza. Il corpo centrale della Villa e un ala laterale sono stati di recente venduti della famiglia Baragiola a dei privati, che intendono realizzare delle importanti opere di riqualifica del complesso; il corpo a sud è invece adibito ad alloggi comunali. Villa Marelli Minoli Anche l esistenza storica della proprietà Marelli Minoli è documentata nel Catasto Teresiano ( ). La proprietà, attraversata da Via IX agosto, è composta dalla casa padronale, da una piccola chiesa-oratorio dedicata alla divina Maternità di Maria e a San Giovanni Battista, la cui costruzione risale probabilmente al secolo XVIII, e da alcuni edifici minori, destinati ai contadini che lavoravano i terreni della famiglia. Caratteristico è il ponticello in pietra e ferro battuto che sovrasta la Via IX agosto e collega la villa padronale e il chiesino con l altra porzione di proprietà, che si trova al di là della strada. Villa Quattro Camini Villa Quattro Camini sorge sui resti del castello feudale di Parzano di proprietà dei Conti Parravicini; sembra che la roccaforte sia stata costruita per volontà del Vescovo Beltramino dei Parravicini, il quale fondò nella prima metà del Milletrecento la Parrocchia di Casiglio, da cui la frazione orsenighese è dipesa fino al Il castello fu modificato nel corso dei secoli fino a divenire una villa. La residenza, negli ultimi duecentocinquant anni è stata proprietà delle famiglie Ciceri, Carpani, Baglia, Maroni e Garbagnati ed è ora sede di un Istituto di Padri Somaschi. Dalla Villa Quattro Camini è possibile osservare uno splendido panorama sui laghi di Alserio e Pusiano e sulle montagne sovrastanti. La manifestazione Percorsi in Brianza, prevede, oltre alle visite culturali di domenica 28 settembre, una serie di eventi collaterali, tra i quali un convegno storico venerdì 19 settembre e una serie di concerti e spettacoli teatrali. 8 - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro -

6 Curiosità I l C o mu n e acquista u n francobollo storico su e- bay I l Comune di Orsenigo si è aggiudicato un francobollo storico, emesso dal Comitato di Orsenigo, messo in vendita nel mese di maggio sul celebre sito di aste telematiche e- bay. Nella fascia superiore la stampa raffigura lo stemma milanese, affiancato dal Carroccio del Barbarossa, chiaro riferimento alla battaglia del IX agosto 1160, in cui gli orsenighesi aiutarono i milanesi nel combattimento contro le truppe imperiali. Nella parte centrale è invece raffigurato San Martino di Tours, patrono del Comune, ed, in secondo piano, il Duomo di Milano, alla cui costruzione fornirono un contributo determinante Simone da Orsenigo e Beltramo da Orsenigo, magistri cumacini ed ingegneri della fabbrica del Duomo. Il francobollo, del valore di cinque centesimi, dovrebbe risalire al periodo della prima guerra mondiale come emerge dai documenti presenti nell archivio storico di Orsenigo. Nel 1915 gli effetti della guerra europea ormai imminente iniziarono a farsi sentire anche ad Orsenigo, con la chiamata alle armi di molti giovani e le requisizioni di animali, carri e legna per scopi bellici; Gli orsenighesi, fornirono, per esempio, all esercito 19 cavalli, 11 asini, 15 carri da equini, 34 carri da buoi e 22 buoi. Per sensibilizzare la popolazione sulla necessità di sostenere dei sacrifici, in un periodo peraltro già turbato dalla crisi economica che portò alla chiusura di due opifici in paese, il Governo Regio si impegnò in un opera di propaganda a livello nazionale che passò sotto il titolo di mobilitazione civile. Furono così emanati una serie di francobolli commemorativi, dedicati ai vari paesi che con il loro impegno avevano offerto un servizio alla patria, e anche Orsenigo ebbe la sua stampa La Casa Di Vetro Servizi Sociali a cura di Ilaria Mantegazza, servizio civile volontario Nello stesso periodo, tra l altro, nacque in paese un Comitato Comunale per i bisogni della guerra ( poi denominato Comitato di assistenza civile ) che si prefiggeva il compito di fornire aiuto agli orfani di soldati caduti e tutti a coloro che si trovavano in una situazione di indigenza. L organizzazione era costituta dai personaggi più facoltosi del paese e aveva come presidente la Dama Giulia Pizzala vedova Baragiola. Il francobollo potrebbe essere quindi anche un riconoscimento della propaganda nazionale per l impegno di questo istituto, che rivestì una notevole importanza anche a livello provinciale. Molto più difficile stabilire come il francobollo possa essere volato oltremanica, dato che l oggetto era di proprietà di un collezionista inglese, residente nella contea di West Country. Il Comune di Orsenigo ha deciso di partecipare all asta telematica per poter conservare in paese una preziosa testimonianza di storia locale, ed è riuscito ad aggiudicarsi il francobollo. a cura del Vicesindaco Marta Abinti SERVIZIO DI ASSISTENZA E TRASPORTO PER ANZIANI E MALATI L amministrazione comunale di Orsenigo ha stipulato per il 2008 una nuova convenzione con il Comitato della Croce Rossa Italiana di Montorfano per il servizio di trasporto e la fornitura di ausili sanitari a favore di persone in difficoltà residenti in paese. Nel 2007 era stata sottoscritta una convenzione tra Comune e Croce rossa per aiutare le persone anziane sole negli spostamenti verso le strutture di cura. Viste le numerose richieste anche per il 2008 L amministrazione ha ritenuto di riproporre il servizio. Il servizio prevede l accompagnamento alle strutture sanitarie di zona, nell arco di km, per anziani, disabili e persone segnalate dai Servizi Sociali; il trasporto, verrà effettuato con autoambulanza o con automezzi attrezzati per persone con problemi di deambulazione. E inoltre previsto un servizio di trasporto rivolto alle persone dializzate residenti a Orsenigo, le quali potranno ottenere dal Comune un contributo per le spese di viaggio; per il rimborso si applicheranno le tabelle contributive e le modalità utilizzate per il Servizio di Assistenza domiciliare. La convenzione tra la Croce Rossa e il Comune riguarda anche la fornitura di strumenti sanitari, quali carrozzine, stampelle, porta flebo, materassini ad acqua ecc, ai cittadini che ne hanno bisogno e il servizio di assistenza a manifestazioni sportive o culturali organizzate in paese. Attraverso la convenzione l Amministrazione Comunale conferma l impegno a favore delle fasce deboli della popolazione, cercando di fornire il sostegno necessario per fronteggiare le situazioni di difficoltà. Per informazioni è possibile rivolgersi all assistente sociale del Comune di Orsenigo il lunedì dalle 8.30 alle e il giovedì su appuntamento. E inoltre possibile inviare una mail all indirizzo o telefonare al numero La Casa Di Vetro - 11

7 Istruzione Calendario scolastico a cura del Vicesindaco Marta Abinti La Regione Lombardia ha stabilito il calendario scolastico per l anno Le lezioni inizieranno lunedì 8 settembre 2008 per terminare martedì 16 giugno I periodi di festività stabiliti sono dal 22 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009 per le vacanze natalizie e dal 9 aprile al 14 aprile per le ferie Pasquali. Sono inoltre considerate festività nazionali il 1 novembre, giorno dei Santi, l 8 dicembre, giorno dell Immacolata Concezione, il 25 Aprile, giorno della Liberazione, il 1 maggio, festa del Lavoro, il 2 giugno, festa della Repubblica. La Regione ha determinato 216 giorni utili, rispetto al minimo di 200 giorni obbligatori di lezione, per consentire alle istituzioni scolastiche di definire gli adattamenti più opportuni alle esigenze del piano di offerta formativa. Lunedì 8 settembre 2008: inizio delle lezioni Martedì 16 giugno 2009: termine delle lezioni Dal 22 dicembre 2008 al 6 gennaio 2009: vacanze natalizie Dal 9 aprile 2009 al 14 aprile 2009: vacanze pasquali 1 novembre 2008: giorno dei santi 8 dicembre 2008: giorno dell Immacolata 25 aprile 2009: festa della Liberazione 1 maggio 2009: festa dei lavoratori 2 giugno 2009: festa della Repxubblica RACCONTI DI CONTORNO ALLE SCUOLE ELEMENTARI La compagnia teatrale Teatro Invito- Teatro Città Murata giovedì 29 maggio e venerdì 30 ha messo in scena presso le scuole elementari di Orsenigo lo spettacolo Racconti di contorno. Lo spettacolo, scritto da Luca Redaelli, Mario Bianchi e Stefano Bresciani, è stato pensato come un ristorante per bambini, dove i piccoli spettatori completamente a loro agio nel ruolo di ospiti d onore, sono stati serviti da un inappuntabile maggiordomo e con un menù a loro espressamente dedicato. La rappresentazione si è avvalsa di elementi tratti dall immaginario dell infanzia, con un menù ed un atmosfera che rimandavano al mondo delle fiabe, ma nel contempo ha permesso ai bambini di scoprire il valore non solo nutrizionale ma culturale ed emozionale che il cibo può avere. Le storie raccontate parlavano, infatti, di proteine e grassi, carne e verdure, ma anche e soprattutto di fame ed abbondanza, di solitudine e di condivisione, situazione questa che ha nello stare a tavola, come del resto a teatro, la sua massima espressione. Lo speciale menù del ristorante, composto da tartine, zuppe profumate e da racconti che spaziano dal mito all attualità, è stato creato in tempo reale sulla scena dal cuoco narratore, con il suo fido aiutante, per saziare la fame e la curiosità dei bambini. Lo spettacolo è stata un occasione per avvicinare i bambini al mondo del teatro grazie ad una rappresentazione coinvolgente e creata appositamente per loro. I piccoli hanno risposto con entusiasmo all iniziativa ascoltando rapiti le storie raccontate e assaporando con gusto e meraviglia le ricette dai nomi buffi che venivano loro servite. Istruzione Il 2008 è l anno dei festeggiamenti per il sessantesimo anniversario della Carta Costituzionale italiana, scritta dall assemblea Costituente tra il 1946 e il 1947 e entrata in vigore l 1 gennaio Per ricordare l importanza dell evento l Amministrazione Comunale di Orsenigo il 25 aprile scorso, in occasione della Festa della Liberazione dal Nazi-Fascismo, ha voluto donare una copia della Costituzione agli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado residenti in paese. Si tratta di una versione moderna della Carta Costituzionale, a cura dal noto scrittore e pedagogista Mario Lodi, che spiega ai ragazzi lo straordinario valore della Costituzione per la storia D Italia e per l identità della Nazione. La prefazione dell opera distribuita ai ragazzi è stata curata dal Sindaco di Orsenigo Licia Vigano e dal Sindaco dei ragazzi Gioele Colombo, i quali hanno voluto porre l accento sulla necessità che i giovani leggano la Costituzione e ne facciano propri i valori, così da capire le nostre origini, ma anche il senso dell essere oggi cittadini italiani. Il testo della Costituzione è stato anche distribuito il 2 giugno, Festa della Repubblica, ai ragazzi di Orsenigo che compiono 18 anni nel 2008; con questo messaggio l Amministrazione Comunale vuole stimolare i neo-maggiorenni, affinché la loro partecipazione attiva alla vita politica del Paese sia accompagnata dalla consapevolezza dei principi che sono alla base della convivenza civile e del rispetto delle istituzioni. a cura del Vicesindaco Marta Abinti LA COSTITUZIONE COMPIE 60 ANNI 12 - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro - 13

8 Cultura a cura di Ilaria Mantegazza Servizio civile volontario Cultura a cura di Ilaria Mantegazza Servizio civile volontario ambulatorio CERRI E INTRA INCANTANO ORSENIGO Grande successo per il concerto jazz dei maestri Franco Cerri e Enrico Intra, che si è svolto sabato 14 giugno ad Orsenigo nell ambito della rassegna Festival lago di Como Lario Jazz & rn b. Più di trecento persone hanno reso omaggio al talento e alla professionalità dei due grandi artisti e non sono mancati da parte del pubblico applausi convinti e commenti entusiasti. A causa delle condizioni metereologiche incerte e delle basse temperature il concerto si è tenuto presso la palestra di via Primo maggio, anziché all aperto nella bella cornice di piazza Beltramo.. La coincidenza con la Notte Bianca di Como non ha fermato trecento spettatori, provenienti anche da fuori provincia che hanno assistito ad un concerto di altissimo livello. I due artisti hanno interpretato alcuni pezzi del loro repertorio e hanno saputo mantenere costante l attenzione del pubblico per la bravura e per la passione con cui si sono LA TRIONFALE A PIETRALIGURE Il 31 maggio e il 1 giugno 2008, il corpo musicale La Trionfale di Orsenigo ha celebrato il gemellaggio con la filarmonica G. Moretti di Pietraligure, una delle rappresentative musicali più antiche d Italia con i suoi 490 anni di storia. I musicisti orsenighesi si sono recati nella cittadina ligure e hanno vissuto due giornate intense e ricche di soddisfazione, sfilando per le vie del paese e partecipando ad alcuni momenti di incontro e amicizia organizzati dalla banda e dalle altre associazioni locali. Da tempo La Trionfale intrattiene vivaci rapporti con il sodalizio di Pietraligure, che ha partecipato tra l altro alle manifestazioni per il centenario del corpo musicale orsenighese nel 2006, e sviluppando questa amicizia i due gruppi hanno deciso di dar vita a un gemellaggio. Il corpo musicale di Orsenigo ha consolidato negli anni passati una serie di gemellaggi, dapprima con il corpo musicale di Castelnuovo Garfagnana ( Lu ), poi con il sodalizio di Sacrofano ( Roma ); in seguito sono stati apportati degli scambi con la Big Band di Serravalle (Repubblica di san Marino), con un gruppo musicale di Innsbruck e con la banda di Cameri ( NO). esibiti. Durante il concerto le variazioni di ritmo e di stile hanno creato un atmosfera di coinvolgimento e di grande partecipazione. Straordinario è stato anche l affiatamento tra i musicisti che hanno saputo integrare al meglio i loro strumenti per dare vita a sonorità originali e sorprendenti. Non a caso il sodalizio tra questi due grandi musicisti, nato nel 1980, ha avuto un grande successo internazionale e ha portato all organizzazione di diverse rassegne musicali. I due maestri hanno anche dato vita insieme ai Civici corsi di jazz di Milano, che tuttora dirigono e che vogliono promuovere nuovi stili musicali tra i giovani. Cerri e Intra hanno infatti la rara capacità di trasmettere la propria passione per la musica a chi li ascolta e in questo modo la musica jazz, genere di nicchia per intenditori, diventa uno stile musicale alla portata di tutti, proprio perché a proporlo sono degli artisti di valore assoluto. A Orsenigo il pubblico ha potuto vivere, grazie a questi due maestri dalle straordinarie doti artistiche e umane, una serata di grandi emozioni, attestando con la propria soddisfazione la buona riuscita dell evento. Continua quindi il successo degli spettacoli proposti a Orsenigo nell ambito della rassegna Lario Jazz, dopo gli ottimi riscontri di pubblico del concerto di Francesco Cafiso nel 2007 e di Fabrizio Bosso e nel numeri utili Sicurezza Polizia locale Pronto Intervento Carabinieri Vigili del fuoco 115 Polizia 113 Salute Ambulatorio Ambulanza 118 Guardia Medica Segnalazione guasti Acquedotto Energia Elettrica Lampioni spenti Metano Raccolta rifiuti DIVERSAMENTE CINEMA - SERATE DI SCAMBIO SULLA DIVERSITA E SUL DIALOGO INTERCULTURALE CALENDARIO FILM 12 luglio Caramel ore Piazza Beltramo 19 luglio Un tocco di zenzero ore Piazza Beltramo 25 luglio Lezioni di ciccolato ore Piazza beltramo 1 agosto All the invisibile Children ore Via Garibaldi 29 ( presso la Casetta degli Anziani ) è consigliata la visione a ragazzi maggiori di 14 anni Una serata di grande teatro Grandi emozioni per lo spettacolo teatrale Patate una parola senza denti sulla guerra rappresentato sabato 5 luglio ad Orsenigo, in Piazza Beltramo, nell ambito della rassegna Circuiti teatrali Lombardi; l elevato livello della rappresentazione ha decretato il successo della serata, che è stata caratterizzata da un atmosfera di grande partecipazione e coinvolgimento. La rappresentazione Patate, scritta da Renata Ciaravino e messa in scena della compagnia Dionisi di Milano, FRANCO ha CERRI proposto al pubblico un momento di riflessione sulla tragicità della guerra, alternando la rievocazione storica con momenti più divertenti, legati al ricordo di episodi della vita quotidiana. Lo spettacolo ha infatti per protagoniste tre anziane signore, interpretate da Katiuscia Bonato, Silvia Gallerano e Carmen Pellegrinelli, che rievocano le proprie esperienze relative alla Seconda Guerra Mondiale e descrivono il passato con uno sguardo malinconico, ma allo stesso tempo anche profondamente consapevole e realistico ; attraverso la propria semplicità e spontaneità le tre donne riescono a coinvolgere il pubblico e a trasmettere emozioni e suggestioni di un tempo che non esiste più, ma che ha ancora molto da dire alla società attuale. Lo spettacolo messo in scena ad Orsenigo ha ottenuto commenti positivi da parte degli spettatori, per la bravura e la forza emotiva delle protagoniste. Infatti le attrici, pur essendo molto giovani, hanno saputo calarsi al meglio nei panni delle anziane protagoniste e hanno reso con grande efficacia i sentimenti e le paure di queste donne coraggiose, ma anche molto fragili, in quanto segnate dalla sofferenza e dallo scorrere degli anni. La rappresentazione ha riproposto l elevato livello culturale che ha caratterizzato le precedenti rappresentazioni di Circuiti teatrali Lombardi a Orsenigo, con lo spettacolo O Mare della compagnia taverna Est di Napoli, messo in scena nel 2006, e la Leggenda dell uomo selvatico della compagnia Teatro Invito di Lecco, rappresentato nel medico Enrico Meroni Via Leopardi, 3D - Tel Lunedì Licia Viganò dr.serra Gropelli dr.tornari (solo su appuntamento telefonico allo ) Martedì Maria Noseda dr.serra Gropelli Mercoledì Marta Abinti dr.serra Gropelli dr.tornari dr.mesiti Giovedì Luigi Marzorati dr.serra Gropelli dr.menotti dr.baradel Venerdì dr.gatti dr.serra Gropelli 14 - La Casa Di Vetro La Casa Di Vetro - 15

9 Dove e quando Orari di apertura degli uffici Segreteria Anagrafe COMMERCIO Ragioneria Tributi CARTA SCONTO BENZINA relazioni con il pubblico lunedì da martedì a venerdì sabato solo Anagrafe cimiteri da mart. a dom. orario estivo (dal 1 aprile) orario invernale (dal 1 ottobre) Municipio Via per Erba 1 tel fax LA GIUNTA Ricevono su appuntamento il: Sindaco Licia Viganò: mercoledì dalle alle Vice Sindaco Marta Abinti: mercoledì dalle alle Assessore all Urbanistica Paola Marzorati: venerdì dalle 9.00 alle Assessore alle Finanze Alessandro Frigerio lunedì dalle alle Assessore ai Lavori pubblici Gianluigi Lietti mercoledì dalle alle Servizi Sociali lunedì giovedì su appuntamento Ufficio Tecnico edilizia privata mercoledì solo professionisti venerdì per i cittadini Lavori Pubblici e Urbanistica arch. Rossella Ferrari mercoledì venerdì piazzola RIFIUTI di Orsenigo martedì, giovedì e sabato corpo di polizia Locale Sede in Via Leopardi 3 tel fax lunedì, martedì, mercoledì e venerdì giovedì e sabato Pronto Intervento vigilanza attivo dalle 8 alle La Casa Di Vetro

Comune di Scansano POLITICHE ENERGETICHE

Comune di Scansano POLITICHE ENERGETICHE POLITICHE ENERGETICHE RIDUZIONE CONSUMO ENERGIA TERMICA 2004: DIMINUZIONE VOLUME LOCALI SCUOLA MEDIA DEL 25% (consumi 2005-1.080 mc, 2006-4.067 mc, 2007-1.988 mc) 2006: Realizzata una procedura per la

Dettagli

CITTADINANZA ATTIVA. Pianificazione Consapevole e Condivisa CONSULTAZIONE PUBBLICA

CITTADINANZA ATTIVA. Pianificazione Consapevole e Condivisa CONSULTAZIONE PUBBLICA COMUNE DI NOVOLI ASSESSORATO ALL URBANISTICA UFFICIO DEL PIANO Coord.Resp. Arch. Giuseppe Chiriatti PIANO URBANISTICO GENERALE URBANISTICA PARTECIPATA Per uno sviluppo condiviso del nostro Territorio A

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE COMPARTO 2 A SUD AREA BORSEA 1 CENTRO COMMERCIALE 13 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

COMUNE DI ROVIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE COMPARTO 2 A SUD AREA BORSEA 1 CENTRO COMMERCIALE 13 RELAZIONE ILLUSTRATIVA COMUNE DI ROVIGO PIANO DI LOTTIZZAZIONE COMPARTO 2 A SUD AREA BORSEA 1 CENTRO COMMERCIALE 13 RELAZIONE ILLUSTRATIVA La variante richiesta riguarda un area censita al catasto al Censuario di Grignano Polesine

Dettagli

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra

La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza. di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra La mia decisione di candidarmi a Sindaco di Petronà nasce dall esigenza di apportare un contributo di cambiamento alla storia politica della nostra cittadina. La mia candidatura rappresenta un atto di

Dettagli

COMUNE DI FORNOVO SAN GIOVANNI

COMUNE DI FORNOVO SAN GIOVANNI ATTREZZATURE RELIGIOSE NUMERO DI RIFERIMENTO 1 SERVIZIO BASILICA DI SAN GIOVANNI BATTISTA VIA/PIAZZA PIAZZA S. GIOVANNI PROPRIETA DELLA STRUTTURA Ente pubblico Privato Ente - Istituzione religiosa X Ente

Dettagli

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA

SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE. Piano Triennale Elenco annuale 2016 RELAZIONE ILLUSTRATIVA Comune di Roccastrada Settore 6 servizi tecnici opere pubbliche patrimonio ambiente manutenzioni SCHEMA PROGRAMMA DEI LAVORI PUBBLICI E OPERE PUBBLICHE Piano Triennale 2016 2018 Elenco annuale 2016 RELAZIONE

Dettagli

VIA DE CANDIA 1. PREMESSE

VIA DE CANDIA 1. PREMESSE 1. PREMESSE VIA DE CANDIA Il presente progetto Esecutivo ha per oggetto la realizzazione di un area a priorità pedonale e l abbattimento delle barriere architettoniche lungo la via Pantaleo De Candia nel

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GR SAN LUCIDO (CS) Via Strada I

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GR SAN LUCIDO (CS) Via Strada I Prot. n. / San Lucido, Lavori: PROGETTO PER LA RISTRUTTURAZIONE DELLA SCUOLA ELEMENTARE CENTRO E SCUOLA MEDIA STATALE 2007/2013 Ambienti per l Apprendimento 2007 IT 16 1 PO 004 Asse II Qualità degli ambienti

Dettagli

Comune di Binasco (Provincia di Milano)

Comune di Binasco (Provincia di Milano) Comune di Binasco (Provincia di Milano) REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI VOLONTARIATO COMUNALE (APPROVATO CON DELIBERAZIONE CC 34 DEL 26.9.2012 ) 1 INDICE Art. 1 Oggetto e finalità....pag. 3 Art. 2 Ambito

Dettagli

Comune di Albairate 9 Progetti

Comune di Albairate 9 Progetti Comune di Albairate 9 Progetti Scheda di progetto 1/9 Ufficio TECNICO Nome del progetto PISTA CICLABILE ALBAIRATE / ABBIATEGRASSO Destinatari del progetto abitanti dei Comuni limitrofi Descrizione del

Dettagli

Il ripristino della tratta Valle Aurelia Vigna Clara. 1 dicembre 2015

Il ripristino della tratta Valle Aurelia Vigna Clara. 1 dicembre 2015 Il ripristino della tratta Valle Aurelia Vigna Clara 1 dicembre 2015 Inquadramento territoriale: collegamento ferroviario Valle Aurelia Vigna Clara Vigna Clara 1940 1980 costruzione in diverse fasi della

Dettagli

L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza

L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Monza e della Brianza Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità

Dettagli

BILANCIO DI PREVISIONE 2016

BILANCIO DI PREVISIONE 2016 BILANCIO DI PREVISIONE 2016 1 Entrate Tributarie Bilancio di previsione 2016 Entrate correnti Titoli I II III (Totale. 18.454.730) 2016 24% 8.057.200,00 43% Trasferimenti 6.034.200,00 33% Entrate extra

Dettagli

La città abitata Città abitata

La città abitata Città abitata 2.2.3 Città abitata La quarta immagine del territorio di San Donato, città abitata, è legata alle molteplici dimensioni dell abitare e alle pratiche, alle aspettative e ai valori dei residenti. Si tratta

Dettagli

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio

Allegato A alle Disposizioni attuative del Piano delle regole del Piano di governo del territorio Comune di Barzio Allegato A alle Disposizioni attuative del del Piano di governo del territorio Criteri d intervento relativi agli ambiti di pianificazione convenzionata 2012 Localizzazione ecografica:

Dettagli

INFORMACITTÀ CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA.

INFORMACITTÀ CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA. PORTAVOCE DEL SINDACO, RAPPORTI CON IL CITTADINO E UFFICIO STAMPA CARTA DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI www.comune.torino.it/urp/ INFORMACITTÀ 2014 www.comune.torino.it/cartaqualita FINALITÀ DEL SERVIZIO L Informacittà

Dettagli

Allegato I. Relazione sul sistema della viabilità e mobilità. 01 Aprile 2016. 22 Giugno 2015. Arch. Franco Oggioni

Allegato I. Relazione sul sistema della viabilità e mobilità. 01 Aprile 2016. 22 Giugno 2015. Arch. Franco Oggioni Allegato I Relazione sul sistema della viabilità e mobilità Arch. Franco Oggioni 01 Aprile 2016 22 Giugno 2015 Z:\monza\via_taccona_giambelli\IN CORSO\ Premessa L area oggetto del presente Piano Attuativo

Dettagli

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO DOMICILIARE RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA NIDO FAMILIARE

COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO DOMICILIARE RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA NIDO FAMILIARE COMUNE DI CAPANNORI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO EDUCATIVO DOMICILIARE RIVOLTO ALLA PRIMA INFANZIA NIDO FAMILIARE PREMESSO che l Amministrazione Comunale intende promuovere sul proprio territorio iniziative

Dettagli

RESOCONTO QUESTIONARI DI VALUTAZIONE 7^ RASSEGNA PROVINCIALE DELL ORIENTAMENTO ORIENTALAMENTE

RESOCONTO QUESTIONARI DI VALUTAZIONE 7^ RASSEGNA PROVINCIALE DELL ORIENTAMENTO ORIENTALAMENTE Settore Formazione Professionale Istruzione - Lavoro Interventi Sociali Politiche Giovanili Servizio Istruzione Corso Matteotti, 3 23900 Lecco, Italia RESOCONTO QUESTIONARI DI VALUTAZIONE 7^ RASSEGNA PROVINCIALE

Dettagli

LA CONFERENZA DI SERVIZI NEL SETTORE AMBIENTALE

LA CONFERENZA DI SERVIZI NEL SETTORE AMBIENTALE LA CONFERENZA DI SERVIZI NEL SETTORE AMBIENTALE Giornata di formazione dell ARPA Parma, 26 aprile 2004 Rassegna dei principali strumenti di coordinamento di diversi soggetti nel processo di pianificazione

Dettagli

Francesca Dell Aquila

Francesca Dell Aquila Francesca Dell Aquila Assessore alle politiche culturali di sostenibilità Politiche culturali Dare voce, interpretare e soddisfare la molteplicità dei bisogni culturali dei cittadini. Realizzate iniziative

Dettagli

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria

Comune di Augusta. Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria Comune di Augusta Commissione Straordinaria PREFETTO: dr.ssa M.C. Librizzi SETTORI DI INTERVENTO ECONOMICO-FINANZIARIO APPARATO BUROCRATICO E GESTIONE DEL PERSONALE

Dettagli

Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani. Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie

Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani. Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie EDUCAZIONE AMBIENTALE RICCIO SPICCIO Il futuro dei rifiuti nelle nostre mani Proposte di Educazione Ambientale nelle scuole dell infanzia, primarie e secondarie Anno scolastico 2012/2013 Perché? Tutti

Dettagli

Incarichi attualmente ricoperti Dirigente del Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio, Patrimonio, Espropri

Incarichi attualmente ricoperti Dirigente del Settore Pianificazione e Sviluppo del Territorio, Patrimonio, Espropri Curriculum Dirigente settore VII Nome Cognome MASSIMO DE SANCTIS Data di nascita 27.08.1956 Luogo di nascita c.f. titoli di studio BORGOROSE (RI) DSNMSM56M27B008C LAUREA IN ARCHITETTURA esperienze professionali

Dettagli

Un piano strategico per la riduzione del randagismo canino. degli assalti ai greggi e le seconde che difendono il diritto di sopravvivenza

Un piano strategico per la riduzione del randagismo canino. degli assalti ai greggi e le seconde che difendono il diritto di sopravvivenza ORDINE DEL GIORNO L OMV DI GROSSETO E I PROGETTI LIFE IBRIWOLF E MEDWOLF Un piano strategico per la riduzione del randagismo canino La sinergia tra Ordine ed enti istituzionali valorizza il ruolo dei liberi

Dettagli

Comune di Robecco sul Naviglio. 6 Progetti

Comune di Robecco sul Naviglio. 6 Progetti Comune di Robecco sul Naviglio 6 Progetti Scheda di progetto 1/6 Assessorato Politiche Sociali BRUNO SCIASCIA Agenda 21 La consapevolezza Tutti i cittadini Elaborazione dei prodotti editoriali (depliant,

Dettagli

9.1 BANCA DATI GELSO: LE BUONE PRATICHE DI SOSTENIBILITÀ LOCALE

9.1 BANCA DATI GELSO: LE BUONE PRATICHE DI SOSTENIBILITÀ LOCALE . P. Franchini, I. Leoni, S. Viti, L. Giacchetti 9.1 BANCA DATI GELSO: LE BUONE PRATICHE DI SOSTENIBILITÀ LOCALE GELSO (GEstione Locale per la SOstenibilità) è un progetto di ISPRA che si propone di favorire

Dettagli

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Comune di Gonnosfanadiga Provincia del Medio Campidano Verbale di deliberazione della Giunta Comunale N. 32 OGGETTO: Linas da Vivere maggio giugno 2013 Del 03.04.2013 L anno Duemilatredici il giorno tre

Dettagli

realizzazione viabilità a carattere urbano complanare alla a24 da palmiro togliatti alla barriera di roma est

realizzazione viabilità a carattere urbano complanare alla a24 da palmiro togliatti alla barriera di roma est realizzazione viabilità a carattere urbano complanare alla a24 da palmiro togliatti alla barriera di roma est L intervento delle Complanari, nel suo complesso, è stato studiato e progettato per incrementare

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI: L INVENTARIO DI BASE DELLE EMISSIONI DEL COMUNE DI VERBANIA. II incontro del gruppo di lavoro Verbania 23 marzo 2015

IL PATTO DEI SINDACI: L INVENTARIO DI BASE DELLE EMISSIONI DEL COMUNE DI VERBANIA. II incontro del gruppo di lavoro Verbania 23 marzo 2015 IL PATTO DEI SINDACI: L INVENTARIO DI BASE DELLE EMISSIONI DEL COMUNE DI VERBANIA II incontro del gruppo di lavoro Verbania 23 marzo 2015 SPES Consulting srl Ing. Adriano PESSINA Arch. Andrea Ammenti Le

Dettagli

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi

Misura M19. Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi M19 Sostegno allo sviluppo locale LEADER (da art. 42 a 44) Interventi 19.1.1 Sostegno preparatorio 19.2.1 Sostegno all esecuzione degli interventi nell ambito della strategia di sviluppo locale di tipo

Dettagli

Linea tranviaria 4. Divisione Infrastrutture e Mobilità

Linea tranviaria 4. Divisione Infrastrutture e Mobilità Linea tranviaria 4 Attraverso la città con linea 4 Mirafiori sud e Falchera si avvicinano al centro. E questo il tema dominante dell evoluzione della linea tranviaria 4, che con i lavori di prolungamento

Dettagli

AREA PRIMA INFANZIA - SERVIZI EDUCATIVI

AREA PRIMA INFANZIA - SERVIZI EDUCATIVI 50 3.2 I Fattori Positivi e Critici emergenti dall analisi di domanda e offerta e dalle informazioni più significative AREA PRIMA INFANZIA - SERVIZI EDUCATIVI Domanda educativa di servizi 0 3 anni in costante

Dettagli

S.O.L. Servizi On Line L armonia dei tuoi tempi

S.O.L. Servizi On Line L armonia dei tuoi tempi S.O.L. Servizi On Line L armonia dei tuoi tempi Le Politiche temporali, il Piano dei Tempi e degli Orari, il progetto S.O.L. Schede sintetiche di presentazione Progetto finanziato dalla Legge regionale

Dettagli

Le nuove iniziative della Regione Piemonte a favore dell efficienza energetica

Le nuove iniziative della Regione Piemonte a favore dell efficienza energetica ENERGIA, INNOVAZIONE ed EFFICIENZA ENERGETICA 3 dicembre 2015 Vercelli Le nuove iniziative della Regione Piemonte a favore dell efficienza energetica 1 Ing. Mauro Bertolino Settore Sviluppo Energetico

Dettagli

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi

COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO. AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi COMUNE DI MONZA PIANO ATTUATIVO AREA SISTEMA RESIDENZIALE Via della Birona_via Perosi Allegato N Relazione sul sistema della viabilità Settembre 2014_Novembre 2014_Luglio 2015 Pietro Giulio Malvezzi Architetto

Dettagli

Saluto Dove siamo. Castel San Pietro

Saluto Dove siamo. Castel San Pietro Castel San Pietro, Ticino, Svizzera Castel San Pietro, Ticino, Svizzera Saluto Dove siamo Castel San Pietro - 2 200 abitanti, 1 200 ettari prevalentemente boschivi - da 250 m s/m a 1700 del Monte Generoso

Dettagli

AMBITO DELL'INTERVENTO

AMBITO DELL'INTERVENTO RELAZIONE TECNICA PREMESSA La presente relazione vuole evidenziare alcuni interventi a favore della sicurezza stradale da adottarsi nell ambito urbano dell abitato della Frazione di Santa Croce del Comune

Dettagli

L Italia si fa strada. Villa San Giovanni, 22 dicembre 2016

L Italia si fa strada. Villa San Giovanni, 22 dicembre 2016 L Italia si fa strada Premessa: oggi si concludono i lavori con l apertura della Galleria Laria Oggi, con l apertura al traffico della Galleria Laria, conclusi i grandi lavori per la realizzazione dell

Dettagli

Raccolta differenziata nel Comune di Pesaro. Pesaro, 1 settembre 2009

Raccolta differenziata nel Comune di Pesaro. Pesaro, 1 settembre 2009 Raccolta differenziata La nel Raccolta Comune Differenziata di Pesaro nel Comune di Pesaro Pesaro, 1 settembre 2009 Nuovi servizi di Raccolta Differenziata avviati dal 2005 In seguito all approvazione

Dettagli

DIPARTIMENTO DIPENDENZE

DIPARTIMENTO DIPENDENZE LA RETE INTERISTITUZIONALE SARONNESE PER LE PROBLEMATICHE DEL GIOCO D AZZARDO PATOLOGICO: PIANO DELLE AZIONI INFORMATIVE VS GLI ADOLESCENTI E LA CITTADINANZA PER L ANNO 2015 Fabio Reina* Maria Raffaella

Dettagli

L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ

L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ L IMPORTANZA DI ESSERE EUROPA 28 STATI, UNA REALTÀ POLITICA DI COESIONE STORIA L Unione europea (UE) comprende 28 Stati membri che costituiscono una comunità e un mercato unico di 503 milioni di cittadini.

Dettagli

AC.1 ATTREZZATURE CIVICHE. Foto 1

AC.1 ATTREZZATURE CIVICHE. Foto 1 INDICE ATTREZZATURE CIVICHE... 3 ATTREZZATURE CULTURALI E SOCIALI... 7 ATTREZZATURE SANITARIE... 11 SERVIZI RELIGIOSI... 12 SERVIZI SCOLASTICI... 20 VERDE PUBBLICO... 28 SERVIZI SPORTIVI... 54 ATTREZZATURE

Dettagli

VILLA BAGATTI VALSECCHI di VAREDO

VILLA BAGATTI VALSECCHI di VAREDO VILLA BAGATTI VALSECCHI di VAREDO Operazione volta alla salvaguardia di Villa Bagatti Valsecchi attraverso l organizzazione di due mostre, la prima di PITTURA e la seconda di SCULTURA, che potranno consentire

Dettagli

Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio

Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio Il Progetto CCM SOCIAL NET SKILLS Il contributo della Regione Lazio Dott.ssa Amalia Vitagliano Dirigente Area SanitàPubblica, Promozione della Salute, Sicurezza Alimentare e Screening Regione Lazio, 23

Dettagli

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA

ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA ASSE 3 - SVILUPPO URBANO COMUNE DI GENOVA Progetto Integrato PRA MARINA PERCORSI DEFINITI DAL VERDE SEQUENZA GIOCHI D ACQUA E RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO DI PONENTE NUOVO SPAZIO PER RIVITALIZZAZIONE COMMERCIALE

Dettagli

RIELABORAZIONE STAGE dal 24/12/12 al 06/01/13 Hotel La bussola Ristorante Il vecchio pendolo.

RIELABORAZIONE STAGE dal 24/12/12 al 06/01/13 Hotel La bussola Ristorante Il vecchio pendolo. Boretti Giulia La diversa conduzione di una cucina dedicata al bancheting- convegni e turismo di città rispetto ad una cucina dedicata al turismo stagionale per piccoli gruppi per la maggior parte stranieri

Dettagli

Comune di Trieste PRGC e VAS

Comune di Trieste PRGC e VAS Comune di Trieste PRGC e VAS ascolto dei cittadini per una Trieste dei quartieri Sala Consiglio Comunale 18 aprile 2012 1 COME SIAMO ARRIVATI FINO A QUI 22 novembre 2011 ha viste approvate dal Consiglio

Dettagli

I PROBLEMI DELLA CITTA

I PROBLEMI DELLA CITTA LA CITTA CHE COS E LA CITTA LA CITTA la città è il luogo in cui vice una popolazione numerosa, organizzata e fissa comprende uno spazio geografico, un organizzazione economica ed è luogo di relazioni sociali

Dettagli

Mario Catania. Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali

Mario Catania. Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Mario Catania Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali Perdita di terreni agricoli SAU: - 28% tra 1971 e 2010 (pari a Lombardia, Liguria ed Emilia Romagna) Ogni giorno si cementificano

Dettagli

RELAZIONE TECNICA. Via Togliatti angolo via Galilei Comune di Vicopisano Conforti Costantino, Conforti Duccio e Conforti Sara.

RELAZIONE TECNICA. Via Togliatti angolo via Galilei Comune di Vicopisano Conforti Costantino, Conforti Duccio e Conforti Sara. Geom. Claudio Biasci Via traversa Lenin 132 San Martino Ulmiano SAN GIULIANO TERME RELAZIONE TECNICA OGGETTO: UBICAZIONE: PROPRIETA : Piano di Lottizzazione di iniziativa Privata Frazione Uliveto Terme

Dettagli

Primo Sport 0246 Parco Didattico per la Prima Infanzia

Primo Sport 0246 Parco Didattico per la Prima Infanzia Progetto Primo Sport 0246 Parco Didattico per la Prima Infanzia 03 ottobre 2016 1 1. Il progetto AZIENDA PUBBLICA DI SERVIZI PER L ASSISTENZA ALL INFANZIA La Fondazione Banco Napoli per l Assistenza all

Dettagli

La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette

La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette Agenda 21 Locale EMAS: qualità, innovazione, partecipazione per un futuro sostenibile La certificazione ambientale come opportunità per una gestione partecipata e in qualità delle aree protette Lucia Naviglio,

Dettagli

Acque di prima pioggia: esperienze sul territorio e normativa. Genova, 21 novembre 2003

Acque di prima pioggia: esperienze sul territorio e normativa. Genova, 21 novembre 2003 Acque di prima pioggia: esperienze sul territorio e normativa Genova, 21 novembre 2003 La disciplina degli scarichi delle acque meteoriche: i compiti della Provincia M. Bruzzone, G. Bruzzone Area 08 Ambiente

Dettagli

Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano. Questionario cittadini Q.2

Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano. Questionario cittadini Q.2 Questionario di Consultazione Cittadini Preliminare di Piano Questionario cittadini Q.2 PROVINCIA DI SALERNO CONSULTAZIONE PUBBLICA DEL PIANO URBANISTICO COMUNALE L Amministrazione Comunale di Vibonati,

Dettagli

di Redazione Ecampania.it - 04 Marzo 2016

di Redazione Ecampania.it - 04 Marzo 2016 San Giorgio a Cremano. Naturalmente giocando con "Il giorno del gioco Rassegna dedicata al mondo dei bambini giunta alla sua XI edizione. Presente anche il sindaco Zinno di Redazione Ecampania.it - 04

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ATTIVITA ALTERNATIVA. all insegnamento della RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ATTIVITA ALTERNATIVA. all insegnamento della RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO DON F. MOTTOLA TROPEA PROGRAMMAZIONE ANNUALE ATTIVITA ALTERNATIVA all insegnamento della RELIGIONE CATTOLICA SCUOLA PRIMARIA ATTIVITA ALTERNATIVA ALL I.R.C. L esigenza di un attività

Dettagli

PERCORSO PARTECIPATIVO A.U.R.I.S. ABBIAMO UNA RISORSA INSIEME VERSO UNA BIBLIOTECA ALL ASCOLTO DEI CITTADINI

PERCORSO PARTECIPATIVO A.U.R.I.S. ABBIAMO UNA RISORSA INSIEME VERSO UNA BIBLIOTECA ALL ASCOLTO DEI CITTADINI PERCORSO PARTECIPATIVO A.U.R.I.S. ABBIAMO UNA RISORSA INSIEME VERSO UNA BIBLIOTECA ALL ASCOLTO DEI CITTADINI - APPROFONDIMENTI - Relazione sui risultati dell indagine di customer satisfaction volta a rilevare

Dettagli

COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento. AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti

COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento. AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento Allegato A AVVISO ESPLORATIVO per separate manifestazioni di interesse inerenti LA LOCAZIONE DI SPAZI PER RISTORAZIONE ESERCIZI PUBBLICI COMMERCIALI LA CESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI CITTADINI STRANIERI E DEGLI APOLIDI

REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI CITTADINI STRANIERI E DEGLI APOLIDI REGOLAMENTO DELLA CONSULTA COMUNALE DEI CITTADINI STRANIERI E DEGLI APOLIDI Regolamento approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 76 del 20.11.2008 Indice Art. 1 Principi 2 Art. 2 Istituzione 2 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA

REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO REGOLAMENTO DEL PERIODICO COMUNALE VEDUGGIO INFORMA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n 17 del 28/04/1997 Modificato con delibera di Consiglio Comunale n 10 del

Dettagli

Pianificazione Urbanistica Partecipata

Pianificazione Urbanistica Partecipata Pianificazione Urbanistica Partecipata L Amministrazione comunale di Mattinata ha avviato le procedure per la formazione del Piano Urbanistico Generale (PUG) che, ai sensi della Legge Regionale n 20/2001,

Dettagli

Presentazione Bandi Fondazione Cariplo 31 gennaio 2013

Presentazione Bandi Fondazione Cariplo 31 gennaio 2013 Presentazione Bandi Fondazione Cariplo 31 gennaio 2013 Fondazione e Cariplo Bando 2012 - Fondazione Cariplo Rafforzare il legame delle sale culturali polivalenti con il territorio SALA ARGENTIA cinema

Dettagli

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE

RELAZIONE SULLE INTERFERENZE LAVORI DI COSTRUZIONE S.P. In Località Saletti di ATESSA PROGETTO ESECUTIVO RELAZIONE SULLE INTERFERENZE Premessa Le interferenze con servizi esistenti nel caso in oggetto sono rappresentate oltre dai

Dettagli

Anffas Pavia Onlus. S.A.I.? Anffas in rete. Evento conclusivo, Roma 7 febbraio Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1

Anffas Pavia Onlus. S.A.I.? Anffas in rete. Evento conclusivo, Roma 7 febbraio Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1 Anffas Pavia Onlus S.A.I.? Anffas in rete Evento conclusivo, Roma 7 febbraio 2009 Elisabetta Carini Responsabile SAI? Anffas Pavia Onlus 1 Prima di presentare il nostro SAI? presentiamo l associazione:

Dettagli

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE:

I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: GAL Alta Marca Trevigiana Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 I BANDI A FAVORE DEL PATRIMONIO RURALE: Misura 323/a AZIONI 2 3-4 SCADENZA 26 GIUGNO 2012 Misura 323/a AZIONE 2 Recupero, riqualificazione

Dettagli

L ORGANIZZAZIONE ZONALE DI ASSOLOMBARDA per una presenza capillare sui 189 Comuni. 26 comuni 482 imprese 26.115 dipendenti

L ORGANIZZAZIONE ZONALE DI ASSOLOMBARDA per una presenza capillare sui 189 Comuni. 26 comuni 482 imprese 26.115 dipendenti LA COLLABORAZIONE TRA ISTITUZIONI E IMPRESE PER LA SICUREZZA URBANA DELLE AREE PRODUTTIVE DEL SUD MILANO Paolo Maria Montalbetti Presidente di zona Sud Assolombarda 23 marzo 2007 L ORGANIZZAZIONE ZONALE

Dettagli

CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A.

CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A. CHI SIAMO ESTRA ELETTRICITÀ S.P.A. È LA SOCIETÀ DEL GRUPPO ESTRA CHE SI OCCUPA DELLA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA A GRANDI AZIENDE, ISTITUZIONI PUBBLICHE, PICCOLE E MEDIE IMPRESE E PROFESSIONISTI. Forte

Dettagli

ADEGUAMENTO SISTEMA VIARIO A SERVIZIO PLESSO SCOLASTICO COLLE SAPONE

ADEGUAMENTO SISTEMA VIARIO A SERVIZIO PLESSO SCOLASTICO COLLE SAPONE ADEGUAMENTO SISTEMA VIARIO A SERVIZIO PLESSO SCOLASTICO COLLE SAPONE Il Presidente della Regione Dott. Gianni Chiodi il 10 agosto 2009,dopo aver tenuto apposita riunione con tutti i soggetti interessati,

Dettagli

RAPPORTO INDIVIDUALE SULL AVVIO DEL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE PER L ANNUALITÀ 2012

RAPPORTO INDIVIDUALE SULL AVVIO DEL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE PER L ANNUALITÀ 2012 Dicembre 2012 RAPPORTO INDIVIDUALE SULL AVVIO DEL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE PER L ANNUALITÀ 2012 ENTE PARCO NAZIONALE DELLA SILA Il Rapporto individuale sull avvio del ciclo di gestione della

Dettagli

Utilizzo del termine Biomasse nella gestione complessiva del Termoutilizzatore

Utilizzo del termine Biomasse nella gestione complessiva del Termoutilizzatore Utilizzo del termine Biomasse nella gestione complessiva del Termoutilizzatore ASM Brescia, con DGR del 2 agosto 1993, n. 40001, è stata autorizzata dalla Regione Lombardia alla costruzione dell impianto

Dettagli

Progetto UNA VALLE ACCESSIBILE A TUTTI COMUNE DI TERZOLAS REPORT FOTOGRAFICO. 1 a edizione- settembre

Progetto UNA VALLE ACCESSIBILE A TUTTI COMUNE DI TERZOLAS REPORT FOTOGRAFICO. 1 a edizione- settembre Progetto UNA VALLE ACCESSIBILE A TUTTI COMUNE DI TERZOLAS REPORT FOTOGRAFICO 1 a edizione- settembre 2011-0 - Prefazione Con la mappatura del paese di Terzolas si aggiunge un nuovo tassello al più grande

Dettagli

Incidentalità stradale: NUMERI, NORME, PREVENZIONE

Incidentalità stradale: NUMERI, NORME, PREVENZIONE Incidentalità stradale: NUMERI, NORME, PREVENZIONE Rapporto ACI ISTAT ANNO 2014 Conferenza Stampa Milano 19 novembre 2015 DATI STATISTICI Ogni anno ACI, grazie alla partnership con ISTAT, fornisce le statistiche

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE ALLA SCUOLA MEDIA BUSONI SECONDO STRALCIO

RISTRUTTURAZIONE ALLA SCUOLA MEDIA BUSONI SECONDO STRALCIO RELAZIONE GENERALE Il presente progetto esecutivo si riferisce ai lavori relativi al secondo stralcio del progetto di Ristrutturazione alla Scuola Media Busoni inseriti nel programma annuale dei LL. PP.

Dettagli

Il contesto normativo

Il contesto normativo Il contesto normativo Arch. Raffaella Bellino, Lions Club S.Agata - Alta Val Bisagno Prefazione Il contesto nel quale viviamo è il risultato delle numerose stratificazioni e trasformazioni operate nel

Dettagli

PROGETTARE L ACCESSIBILITA PER L ABOLIZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE. Bergamo 27 aprile 25 maggio 2011

PROGETTARE L ACCESSIBILITA PER L ABOLIZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE. Bergamo 27 aprile 25 maggio 2011 PROGETTARE L ACCESSIBILITA PER L ABOLIZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE Bergamo 27 aprile 25 maggio 2011 PROGETTARE L ACCESSIBILITA PER L ABOLIZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE 27 aprile 2011 Quadro

Dettagli

I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento.

I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento. I macro temi segnalati nella mappa sono trattati nella presentazione e fruibili attraverso schede di approfondimento. 2 L Unione Europea nel 2008 ha fissato, con il pacchetto 20-20-20, degli obiettivi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra la

PROTOCOLLO D INTESA. tra la PROTOCOLLO D INTESA tra la Direzione generale per interventi in materia di edilizia scolastica, per la gestione dei fondi strutturali per l istruzione e per l innovazione digitale del Ministero dell istruzione,

Dettagli

Smart Pisa. BUILDING Ridurre i consumi e riqualificare il costruito Obiettivi, strategie e piani del Comune di Pisa

Smart Pisa. BUILDING Ridurre i consumi e riqualificare il costruito Obiettivi, strategie e piani del Comune di Pisa Smart Pisa BUILDING Ridurre i consumi e riqualificare il costruito Obiettivi, strategie e piani del Comune di Pisa Ylenia Zambito Assessore all'urbanistica Recupero e Riuso del Patrimonio Edilizio Esistente

Dettagli

Il MANIFESTO per una mobilità sicura, sostenibile ed autonoma nei percorsi casa-scuola

Il MANIFESTO per una mobilità sicura, sostenibile ed autonoma nei percorsi casa-scuola Il MANIFESTO per una mobilità sicura, sostenibile ed autonoma nei percorsi casa-scuola Arch. Alessandro Meggiato Dirigente Servizio Politiche per la Mobilità Comune di Reggio Emilia BICIBUS e PEDIBUS Che

Dettagli

Venerdì 15 luglio 2016 P. A. E. S. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE

Venerdì 15 luglio 2016 P. A. E. S. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE Venerdì 15 luglio 2016 P. A. E. S. PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE INFORMAZIONE COMUNICAZIONE PARTECIPAZIONE GERARCHIA DELLE FONTI NORMATIVA VIGENTE E DI RIFERIMENTO PROTOCOLLO DI KYOTO Trattato

Dettagli

Lo scopo dell autovalutazione non è sanzionatorio o fiscale, ma ha una valenza professionale e progettuale per:

Lo scopo dell autovalutazione non è sanzionatorio o fiscale, ma ha una valenza professionale e progettuale per: BILANCIO SOCIALE Autovalutazione La pratica dell autovalutazione costituisce uno strumento professionale prezioso per tutti gli operatori scolastici, utile per procedere nella revisione del proprio operato;

Dettagli

C O M U N E D I C E R V I A

C O M U N E D I C E R V I A C O M U N E D I C E R V I A SISTEMAZIONE DELLA FASCIA RETROSTANTE GLI STABILIMENTI BALNEARI DA VIALE TOTI ALLA XII TRAVERSA, A MILANO MARITTIMA I STRALCIO E II STRALCIO PRIME INDICAZIONI E INDICAZIONI

Dettagli

Le buone pratiche. 16^ Conferenza Nazionale sul Mobility Management e sulla Mobilità Sostenibile. Prato Ottobre 2016

Le buone pratiche. 16^ Conferenza Nazionale sul Mobility Management e sulla Mobilità Sostenibile. Prato Ottobre 2016 Le buone pratiche 16^ Conferenza Nazionale sul Mobility Management e sulla Mobilità Sostenibile Prato 27-28 Ottobre 2016 BUMP: un progetto europeo per l incentivazione della mobilità sostenibile e la promozione

Dettagli

L isola ambientale del Villaggio Violino

L isola ambientale del Villaggio Violino Comune di Brescia XXII Conferenza Internazionale Vivere e Camminare in Città Le Periferie L isola ambientale del Villaggio Violino Assessore Mobilità e Ambiente Ettore Brunelli 10 Giugno 2005 VILLAGGIO

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA

BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA BANDO PER L AMMISSIONE AI CORSI DI FORMAZIONE IN MATERIA DI ANTICORRUZIONE E ANTIMAFIA PER I COMUNI DELLA PROVINCIA DI ROMA (con esclusione di Roma Capitale), FROSINONE, LATINA, RIETI E VITERBO CODICI

Dettagli

Partecipazione spazi verdi spazi Pubblici

Partecipazione spazi verdi spazi Pubblici Partecipazione spazi verdi spazi Pubblici Partecipazione spazi verdi spazi Pubblici Testo Claudio Palvarini Progetto grafico Magutdesign srl Stampato e rilegato da Gruppo Stampa GB - Cologno Monzese MI

Dettagli

IL PARCO LAMA. Un bosco e una campagna urbana a Carpi tra la ferrovia e il fiume Lama

IL PARCO LAMA. Un bosco e una campagna urbana a Carpi tra la ferrovia e il fiume Lama IL PARCO LAMA Un bosco e una campagna urbana a Carpi tra la ferrovia e il fiume Lama Associazione PER IL PARCO LAMA, Carpi 1 dicembre 2011 Perchè il Parco Lama? Fino a quando le differenze fra remunerazione

Dettagli

PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA

PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA Quali scenari per il Polo tecnologico di Piombino? European Awareness Scenario Workshop EASW Piombino, 19-20 novembre 2010 PIOMBINO 2015 PROGETTO CITTA FUTURA L area di Piombino citta futura Di proprietà

Dettagli

UFFICIO EUROPA. COMUNE DI PALUDI Provincia di Cosenza. Servizio Area n.4- Vigilanza- Servizi al cittadino

UFFICIO EUROPA. COMUNE DI PALUDI Provincia di Cosenza. Servizio Area n.4- Vigilanza- Servizi al cittadino COMUNE DI PALUDI Provincia di Cosenza UFFICIO EUROPA Servizio Area n.4- Vigilanza- Servizi al cittadino ID SCHEDA: 06042016- sez. Enti ed Istituzioni Bandi e avvisi di gara regionali 2016 AVVISO PUBBLICO

Dettagli

LARACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI SANNAZZARO DE BURGONDI INCONTRO PUBBLICO Mercoledì 30 Marzo 2016

LARACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI SANNAZZARO DE BURGONDI INCONTRO PUBBLICO Mercoledì 30 Marzo 2016 Comune di LARACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI SANNAZZARO DE BURGONDI INCONTRO PUBBLICO Mercoledì 30 Marzo 2016 RELATORI Direttore Generale di CLIR S.p.A. Ing. Marco Rivolta Tecnico

Dettagli

Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico

Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico P.I.I. VIA PARRI, VIA NITTI, PARCO DEI FONTANILI Nuova edilizia convenzionata, residenze universitarie, centro sportivo ed aree a parco pubblico L'ambito del progetto si trova all estrema periferia occidentale

Dettagli

Scheda di Sintesi Intervento

Scheda di Sintesi Intervento COMUNE DI CASERTA DOCUMENTO DI ORIENTAMENTO STRATEGICO ALLEGATO 5) Scheda di Sintesi Intervento Codice dell intervento : HS 2.4 SEZIONE I: IDENTIFICAZIONE DELL INTERVENTO TITOLO PROGETTO: PROGRAMMA REGIONALE

Dettagli

COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE

COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE COMUNE DI GORLA MAGGIORE REGOLAMENTO COMMISSIONE GOVERNO DEL TERRITORIO E AMBIENTE Approvato con delibera C.C. n del 2015 1 Sommario Art.1 - Istituzione... 3 Art.2 - Funzioni... 3 Art. 3 - Nomina- composizione-durata...

Dettagli

Riparazione impianto irrigazione Parco Giochi e sistemazione impianto irrigazione Pinetina

Riparazione impianto irrigazione Parco Giochi e sistemazione impianto irrigazione Pinetina AMMINISTRAZIONE COMPRENSORIO CENTRO EDILNORD PRINCIPALI LAVORI ESEGUITI PERIODO APRILE 2012 APRILE 2013 Aprile 2012 Chiusura sicurezza porta laterale Parco giochi Taglio e rimozione rami pericolanti albero

Dettagli

All. 1_Relazione Tecnica Economica

All. 1_Relazione Tecnica Economica 013 Ristrutturazione della Sala di Elettrofisiologia - U.O. Cardiologia All. 1_Relazione Tecnica Economica Sede Legale: 26013 Crema Largo Ugo Dossena 2 Tel. (0373) 2801 fax (0373) 280512 Casella Postale

Dettagli

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG

Azzonamento del PRG CALCOLO DELLA CAPACITA INSEDIATIVA DEL PRG PTCP: Calcolo della superficie urbanizzabile Ciò si traduce in una facoltà massima di prevedere 6,09 HA di nuove aree di espansione (Superficie Ammissibile delle Espansioni). Azzonamento del PRG CALCOLO

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI LECCO

GIUNTA PROVINCIALE DI LECCO COPIA GIUNTA PROVINCIALE DI LECCO Deliberazione N 257 del 16-12-2013 OGGETTO: PARCO LOCALE DI INTERESSE SOVRACOMUNALE MONTE DI BRIANZA. RICHIESTA DI RICONOSCIMENTO. DETERMINAZIONI L'anno duemilatredici,

Dettagli

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO PROVINCIA DI BERGAMO REGIONE LOMBARDIA PROGRAMMA DELLE OPERE PUBBLICHE TRIENNIO 2013 / 2014 / 2015

COMUNE DI PONTE SAN PIETRO PROVINCIA DI BERGAMO REGIONE LOMBARDIA PROGRAMMA DELLE OPERE PUBBLICHE TRIENNIO 2013 / 2014 / 2015 COMUNE DI PONTE SAN PIETRO PROVINCIA DI BERGAMO REGIONE LOMBARDIA PROGRAMMA DELLE OPERE PUBBLICHE TRIENNIO 2013 / 2014 / 2015 Ponte San Pietro, 24.06.2013 1 Programma delle opere pubbliche 2013 2014-2015

Dettagli

VALUTAZIONE DI MASSIMA delle Opere Pubbliche e di Urbanizzazione

VALUTAZIONE DI MASSIMA delle Opere Pubbliche e di Urbanizzazione VALUTAZIONE DI MASSIMA delle Opere Pubbliche e di Urbanizzazione SEZIONE 1 Opere Stradali* *La stima dei costi è stata dedotta da interventi analoghi realizzati dall amministrazione, o almeno alla fase

Dettagli