Tratto da SaluteInternazionale.info

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tratto da SaluteInternazionale.info"

Transcript

1 Tratto da SaluteInternazionale.info Una testimonianza dal Nepal :05:46 Redaz ione SI Maurizio Murru Questo terremoto, come tanti altri disastri naturali, ha fatto le sue vittime in modo selettivo, sia a Kathmandu che nei distretti rurali. A Kathmandu, la grande maggioranza di coloro che sono mort i, che hanno perdut o f amiliari, case ed averi, sono poveri. Sono quelli che abit avano in case f ragili perché non pot evano permet t ersi di cost ruirne o di abit arne di migliori. Le Nazioni Unit e hanno chiest o 423 milioni di dollari per le at t ivit à più urgent i; all 11 di maggio, ne sono st at i ricevut i 42,3 milioni, circa il 10% della somma richiest a. Scorrendo, in rete, le pagine dei più diffusi quotidiani Italiani ed Europei, l impressione, da Kat hmandu, f ino al 12 di maggio, era che il t erremot o che ha colpit o il Nepal il 25 aprile scorso (magnit udo 7.8) avesse esaurit o il suo richiamo mediat ico. Non era più f ra le prime not izie nemmeno sui sit i di BBC, Al-Jazeera, CNN e alt re import ant i f ont i di inf ormazione. Poi, la nuova scossa del 12 maggio di magnit udo 7.3, seguit a da alt re 19 scosse nel giro di una manciata di ore, ha riportato il Nepal di attualità. Ma siamo certi che non sarà per molto e non sarà con particolare enfasi. Se sarà così, è ragionevole presumere che gli aiut i che il Nepal riceverà saranno di molt o inf eriori alle necessit à. Il ruolo dei media nel det erminare il livello degli aiut i in casi di calamit à nat urali, inf at t i, è det erminant e, come si vide ai tempi dello tsunami che colpì 14 paesi il 26 dicembre 2004 facendo vit t ime[1].

2 Le Nazioni Unit e hanno chiest o 423 milioni di dollari per le at t ivit à più urgent i; all 11 di maggio, sono stati ricevuti 42,3 milioni, circa il 10% della somma richiest a[2]. Un governo liberamente eletto ma senz a credibilità Il Governo Nepalese st a t ent ando di coordinare le operazioni di soccorso ma senza molt o successo. Non gode della st ima dei donat ori e, più import ant e ancora, non gode nemmeno di quella dei suoi cittadini. Su uno dei più importanti quotidiani indipendenti in lingua inglese, il Kathmandu Post, si è scritto che Lo Stato ha ereditato strutture feudali [ ] ed ha continuato a trattare i suoi abitanti come sudditi e non come cittadini aventi uguali diritti e Mentre è opportuno non minare l autorità dello Stato, ed è necessario accrescerne le capacità, deve essere chiaro che l obiettivo non può essere quello di ricostruire o rafforzare uno Stato feudale[3]. Sullo stesso quotidiano, un altro commentatore ha scritto che quello che si è vist o f ino ad ora non è st at o un governo in azione, ma uno governo in reazione, che ha annunciat o decisioni cat egoriche per sment irle pochi giorni dopo di f ront e ad una valanga di crit iche[4]. La più clamorosa, f orse, è quella, annunciata il 6 maggio: stabiliva che tutti i fondi versati dall estero su conti bancari Nepalesi sarebbero st at i dirot t at i sul cont o del Disaster Relief Fund del Primo Minist ro. La cosa ha lasciat o perplessi governi, organizzazioni internazionali e privati cittadini e ha sollevato critiche e richieste di chiarimenti. Dopo un paio di giorni il Minist ro degli Int erni ha chiarit o che la misura avrebbe riguardat o unicament e i cont i apert i negli ult imi sei giorni. Cosa per noi sorprendent e, non lo ha chiarit o con una dichiarazione uf f iciale. Lo ha chiarit o, f ino ad ora, solo su Facebook. Non osiamo comment are. Come non osiamo comment are la dist ribuzione grat uit a di t ende ai parlament ari, bloccat a dopo che persino alcuni dei parlamentari stessi ne hanno fatto notare l inopport unit à[5]. Si legge anche di parlament ari che hanno svergognatamente dirottato verso le loro circoscrizioni aiuti destinati ad aree con necessit à maggiori e più urgent i. A quest o proposit o, un edit orialist a ha commentato Le vittime hanno urgente bisogno di cibo, di un riparo. E di un po di decenza da parte dei loro parlamentari [6]. L eloquente insuccesso della raccolta di f ondi governativa Sulla base di quant o scrit t o sopra, non st upisce che, al 13 di maggio, st ando a quant o riport at o sul suo st esso sit o web, il Prime Minister s Disaster Relief Fund abbia ricevut o donazioni per soli dollari, la maggior part e dei quali provenient e dal Minist ero del T esoro[7]. Ai prezzi at t uali, ci si possono comprare un centinaio di tende prodotte in loco. Ma occorre fare in fretta, prima che di t ende non se ne t rovino più e prima che i prezzi salgano ancora, spint i dalla domanda crescent e di organizzazioni umanit arie nazionali ed int ernazionali e di privat i cit t adini che int endono aiut are se st essi, i propri congiunti e i loro parenti nei villaggi più lontani. Inf ine, non meraviglia che i maggiori donat ori canalizzino i loro f ondi at t raverso

3 ONG di loro fiducia piuttosto che attraverso il governo. Eppure, si tratta di un governo liberamente eletto e con una confortevole maggioranza di due terzi in parlamento. A questo punto si potrebbero fare varie riflessioni di carattere storico, politico e sociale, ma ce ne manca lo spazio. E anche la voglia. L eccez ione dell esercito A 18 giorni dal primo terremoto, l unica istituzione dello Stato che ha guadagnato la stima e la riconoscenza di molti, è stato l esercito[8]. Per certi aspet t i quest o non st upisce dal moment o che dispone di uomini pront i ad essere mobilizzat i, di una gerarchia e di procedure st abilit e e di mezzi, inclusi elicot t eri, sia pure in quant it à non suf f icient e: cinque di piccole dimensioni ed uno di dimensioni maggiori. Milit ari sono giunt i, a una manciat a di ore dal t erremot o, anche da India e Cina e il coordinament o, f ra loro e con quelli locali, f ino ad ora, pare essere st at o buono. Al 12 di maggio c erano nel paese milit ari st ranieri, provenient i da 18 paesi. Il loro lavoro è st at o di grande import anza per molt e delle zone più dif f icilment e raggiungibili. Non mancano, però, le tensioni e le perplessità di fronte ad un tale dispiegamento di militari st ranieri nel paese. Specialment e per quant o riguarda quelli Indiani e Cinesi, i due scomodi gigant i f ra i quali è schiacciat o il Nepal. L 11 maggio, prima della scossa arrivat a il giorno seguent e, il Capo di St at o Maggiore dell esercit o Nepalese ha chiesto a tutte le truppe straniere di tornarsene a casa af f ermando che non c era più bisogno di loro[9]. Le previsioni sono sempre difficili. Specialmente quando riguardano il futuro (Oscar Wilde) I sismologi, Nepalesi e non, cercano di indovinare il f ut uro e f anno quant o possono. Il Geological Survey degli St at i Unit i, indiscussa aut orit à nel set t ore, aveva messo a punto una simulazione secondo la quale c era una possibilità su 200 che un t erremot o di magnit udo superiore a 7 colpisse il Nepal a pochi giorni dal 25 aprile[10]. Non impossibile, dunque, ma nemmeno altamente probabile. Ad ogni modo, è successo. Nuovi crolli e nuove vit t ime. Si parla di almeno 91 morti e più di feriti dovuti alla scossa del 12 maggio[11]. Un bilancio dest inat o a crescere quando arriveranno più accurat e inf ormazioni dai distretti più colpiti, che si trovano a circa 80 Km a nord-est della capitale. Una storia vecchia e ripetitiva: l impossibile coordinamento degli aiuti All 11di maggio, circa 330 agenzie umanitarie, nazionali e straniere, erano at t ive nel paese ed impegnat e in circa iniziat ive di assist enza[2]. A quest e vanno aggiunt e le iniziat ive di privat i cit t adini, nazionali e st ranieri, impossibili da censire. E da gest ire. Coordinare un simile universo di f ramment arie e f ramment at e iniziat ive sarebbe pressoché impossibile anche per un governo più forte, competente ed efficiente di quello Nepalese. Aggiungiamo che considerare e def inire il governo locale corrot t o ed inefficiente consente a molte organizzazioni per agire in totale indipendenza, senza consultare nemmeno quelle strutture governative periferiche che, invece, pot rebbero essere ut ili per rendere gli aiut i più equi, logici ed ef f icaci.

4 Molt i villaggi f acilment e accessibili hanno ricevut o diverse t ornat e di aiut i ment re alt ri, più dif f icili da raggiungere, non hanno ricevut o nient e[12]. Altra vecchia storia: aiuti inadeguati rispetto alle reali necessità Da notare che, in non pochi casi, difficili da raggiungere significa raggiungibili dopo due o più giorni di cammino dal punto in cui si può arrivare in auto o in camion. Da qui in poi, però, gli abitanti di villaggi lontani, se debitamente inf ormat i, sono pront i a t rasport are a piedi ciò di cui hanno bisogno. Basterebbe affidarsi, come alcuni fanno, alle autorità distrettuali e alle loro reti di comunicazione. Olt re alla non equa dist ribuzione degli aiut i, occorre anche segnalare la loro frequente inadeguatezza. Molte iniziative, tanto generose quanto disinformate e approssimative, sia di ONG che della cosiddetta società civile, dist ribuiscono mat eriali senza avere prima cercat o di capire che cosa ef f et t ivament e serva. Così, in molt i, dist ribuiscono cibo. Ma il cibo, attualmente, e per la maggior parte dei terremotati, anche in aree lontane, non è un problema. Il problema più sent it o è quello di avere un riparo e mat eriali per prepararlo in vist a delle piogge monsoniche in arrivo. T ende, lamiere ondulate da usare per i tetti e tarpaulins (teloni incerati) costituiscono le necessit à più urgent i. Le buone notiz ie non f anno notiz ia. Ma ci sono. E sono importanti Ovviament e, non t ut t i gli aiut i sono inadeguat i e non t ut t e le organizzazioni agiscono in modo sconsiderat o. Abbiamo personalment e vist o ONG (anche It aliane) lavorare in modo corret t o e prof essionale, cercare di capire e rif let t ere prima di agire, coordinarsi con le aut orit à locali. Inolt re, esist ono iniziat ive pot enzialment e ut ilissime messe in piedi da volont ari dot at i non solo di buone int enzioni ma anche di un alt o grado di professionalità specifica che possono aiutare ad evitare, per quanto possibile, sprechi e duplicazioni sciocche olt re che inique. Part icolarment e degna di not a è quella messa in piedi da Kat hmandu Living Labs (KLL), una organizzazione che, come è scrit t o nel suo sit o (kat hmandulivinglabs.org), tenta di connettere tecnologie avanzate con i più gravi problemi che la gente comune affronta. Il terremoto del 25 aprile ha reso inagibile la loro sede. Si sono trasferiti in un noto bar ristorante e hanno iniziato a produrre mappe e rapport i in grado di inf ormare sui luoghi più colpit i e le loro necessit à più urgent i. Visit ando il sit o quakemaps.org è possibile scoprire chi lavora dove e anche dove nessuno o ben pochi lavorano, dove l assist enza è scarsa o assent e. L esercit o Nepalese e quello Canadese consult ano regolarment e questo sito, così come l agenzia di aiuti Statunitense USAID ed altre organizzazioni. Per chi non abbia accesso alla ret e, mappe, rapport i ed alt ri ut ili document i vengono prodot t i e st ampat i in PDF. Un esempio prat ico: gli abit ant i di Dahal Gaun, nel Dist ret t o di Okhaldunga non possono cert o connettersi alla rete e utilizzare il sito di cui parliamo. Ma chi fosse int enzionat o a soccorrere chi più ne ha bisogno, sul sit o pot rebbe scoprire che

5 qui, secondo un telegrafico rapporto, è stato duramente colpito dal terremoto del 12 aprile ed ha urgent e bisogno di t eloni cerat i e lamiere ondulat e. Per maggiore sicurezza, i rapporti ricevuti ed elencati sono suddivisi in verificati e non verificati. Il rapporto citato è verificato. La dif f icile e tragica conta delle vittime e dei danni L epicentro del terremoto del 25 aprile che, a tutt oggi, ha fatto più vittime e danni, era a circa 80 Km ad ovest di Kat hmandu. Dei 75 dist ret t i del paese, 14 sono stati più duramente colpiti. Delle più di vittime fino ad ora accertate (bilancio è dest inat o a crescere), poco meno di si sono verif icat e nella capit ale (circa lo 0,06 della popolazione t ot ale), più di nel dist ret t o di Sindhupalchowk (più dell 1% della popolazione), a circa t re ore di aut o dalla capit ale e circa in quello di Nuwakot (0,35%), circa 700 in quello di Dhading (0,2%) [La percentuale delle vittime sulla popolazione totale dei distretti citati, è stata calcolata utilizzando, per le vittime, dati provenienti da varie fonti e per la popolazione totale dati derivati dal censimento del 2011]. I f erit i causat i dal primo t erremot o sarebbero poco meno di , circa 400 quelli con lesioni spinali e almeno quelli che riporteranno invalidità permanent i[13]. Circa case sono state completamente distrutte e altrettante gravement e danneggiat e. Si st ima che circa 27 milioni di met ri cubi di det rit i debbano essere rimossi ed eliminat i o riut ilizzat i[2]. Il Nepal ha una rete di più di unità sanitarie governative di vari livelli di cui 95 ospedali (65 dist ret t uali)[14]. Più di 500 sono st at e severament e danneggiate e 260 completamente distrutte, specialmente nei distretti più colpiti dal primo sisma[15] (mancano dati disaggregati per livelli di cura). Il t erremot o del 12 maggio ha danneggiat o severament e anche il repart o emergenze del Bir Hospit al, il più grande del paese, sit uat o a Kat hmandu. Il reparto è stato chiuso e i 14 pazienti che vi erano ricoverati sono stati trasferiti[16]. A causa della conf ormazione del paese, della seconda scossa del 12 maggio e delle difficoltà a raggiungere molte delle aree più colpite, occorreranno ancora settimane prima che si possa avere una stima ragionevolmente accurata sia delle vittime che dei danni. All 11 di maggio, persone vivono ancora in 140 campi la metà dei quali è sovraffollata e senza latrine 2. Queste stime non includono i numerosi piccoli accampament i che si vedono in giro per la cit t à ovunque ci siano spazi disponibili: nei piccoli giardini, nei cortiletti degli ubiquitari piccoli templi, nei cort ili suf f icient ement e spaziosi da accogliere anche una sola t enda, o, frequentemente, un telo teso fra quattro pali. Il pericolo di epidemie a seguito di terremoti è più un mito che una realtà[17] ma occorrerà adottare urgent ement e misure igieniche adeguat e in campi che, per f orza di cose, rest eranno in uso ancora per molt o t empo. Uno dei più grandi, quello di

6 T undikhel, a Kat hmandu, st ava svuot andosi (vi erano rimast e circa persone) ma dopo il terremoto del 12 maggio si è riempito di nuovo e i suoi ospiti sono ora più di [18]. Nei distretti più colpiti dai due terremoti, molte strade sono state rese inagibili da f rane, molt i villaggi isolat i sono raggiungibili solament e in elicot t ero e molt i pare non siano ancora st at i raggiunt i. In aggiunt a, non sono poche le aree in cui, a causa della nat ura mont agnosa del t erreno, nemmeno gli elicot t eri possono atterrare. Il 12 maggio uno dei quattro elicotteri inviati dagli Stati Uniti (olt re a cinque aerei), con sei marines e due milit ari Nepalesi a bordo, è st at o dato per disperso mentre portava aiuti al Distretto di Dolakha e, al 14 maggio, non è stato ritrovato[19]. Poteva accadere di peggio. Ed è molto probabile che accada Nonostante tutto, i sismologi affermano che quello del 25 aprile non è stato il grande t erremot o che, in Nepal, si aspet t a da anni. Quello, pare, deve ancora arrivare. E arriverà senza dubbio: potrebbe essere domani o fra 50 anni, riport a il set t imanale Nepali T imes [20] e sot t olinea l import anza di prepararsi, dal momento che, la prossima volta, potremmo non essere così fortunati. Non è certo di fortuna che si può parlare nelle circostanze attuali, ma resta il fatto che il terremoto ha colpito di sabato, festivo in Nepal, e a mezzogiorno (11.58 per la precisione). Quest o signif ica che scuole, uf f ici e molt i negozi erano chiusi e molt e persone non si t rovavano in casa. In un giorno f eriale sarebbe sicuramente stato peggio. E adesso, dopo il secondo t erremot o, def init o sorprendent e da sismologi Nepalesi[21], gli espert i af f ermano che una considerevole massa di energia è dest inat a a sprigionarsi di nuovo, molt o probabilment e, a sud di Kat hmandu (ricordiamo che il t erremot o del 25 aprile aveva il suo epicent ro 80 Km ad ovest della capitale e quello del 12 maggio 75 Km ad est). Questa previsione, la cui unica incognit a riguarda i t empi, è basat a su immagini sat ellit ari, dat i geologici e modelli predit t ivi. Preoccupa t ut t i, dalle aut orit à ai comuni cit t adini. La speranza è che ci sia tempo sufficiente per portare a termine la inevit abilment e lunga ricost ruzione. Ricostruire meglio? Forse E dovrà essere una ricost ruzione f at t a seguendo crit eri ant isismici, secondo regole precise, chiare e f at t e osservare. Un gruppo di sismologi ed ingegneri Neo Zelandesi aiut erà gli ingegneri Nepalesi a met t ere a punt o un adeguat o codice per le cost ruzioni. Per la verit à, un codice per le cost ruzioni, in Nepal, già esiste. Da anni. Il problema sta nel fatto che sono pochi i costruttori che lo hanno rispettato e nessuno pare avere avuto la forza o la volontà di farlo rispet t are (come in Italia). A Kat hmandu ci sono 11 complessi abit at ivi a set t e o più piani. Nessuno di essi è crollato interamente, ma solamente quattro sono st at i giudicat i sicuri e sono at t ualment e occupat i. Gli alt ri dovranno essere riparat i, rinf orzat i o demolit i.

7 Un popolo di migranti La ricostruzione richiederà anni. E sarà resa più lunga e difficoltosa anche dal f at t o che circa t re milioni di Nepalesi, nel pieno della loro vit a lavorat iva, con le loro energie e le loro abilit à, proprio nel set t ore delle cost ruzioni, sono emigrat i per sfuggire ad una povertà senza apparenti vie di uscita. Molti sono emigrati nei paesi del golfo e molti in India. Di questi ultimi non sono disponibili cifre accurat e ma si st ima che siano almeno [22]. Per i primi si parla di più di due milioni. Le loro rimesse cost it uiscono circa il 25% del Prodot t o Int erno Lordo Nepalese (pari a circa 20 miliardi di dollari) e circa il doppio delle ent rat e dovut e alle esport azioni[23]. Poche, inevitabili rif lessioni Concesso spazio alla cronaca e a svariate statistiche, forse interessanti ma sicurament e inaccurat e, sof f ermiamoci su poche rif lessioni. Forse scont at e ma sicurament e accurat e. Questo terremoto, come tanti altri disastri naturali prima di esso e, sicuramente, tanti altri dopo, ha fatto le sue vittime in modo selettivo, sia a Kat hmandu che nei dist ret t i rurali. A Kat hmandu, la grande maggioranza di coloro che sono mort i, che hanno perdut o f amigliari, case ed averi, sono poveri. Sono quelli che abit avano in case f ragili perché non pot evano permet t ersi di cost ruirne o di abit arne di migliori. Sono quelli che, sopravvissuti al terremoto del 25 aprile, erano rient rat i, f iduciosi per f orza di cose, in case pericolant i e pericolose. Non avevano scelta. O, meglio, la scelta era fra rientrare in case traballanti o cont inuare a dormire in campi poco organizzat i, in condizioni igieniche precarie, con le avvisaglie delle piogge monsoniche già f requent i e violent e. Nei distretti rurali la quasi totalità della popolazione è povera. Anche se è vero che pure f ra i poveri esist ono le disuguaglianze. Anche f ra i poveri ci sono i più e i meno poveri. Si sent e di f amiglie che hanno piant o quasi con la st essa disperazione la mort e di un f iglio e quella del loro unico buf alo. Prima di azzardare conclusioni sbagliat e, occorre t enere present e che quell unico buf alo avrebbe permesso di sopravvivere e di nutrire i figli rimasti. La sua morte significa un baratro di povert à più prof onda, senza speranza e senza rimedio. Si legge di uomini che hanno contratto debiti per costruire una casa e sono emigrat i, lasciando moglie e f igli, per pot er ripagare i debit i. Molt i di loro hanno perso la casa, ma non l obbligo di ripagarla. Se int endono rient rare, per rivedere e conf ort are i sopravvissut i e per i rit i f unebri, devono cont rarre prest it i per il bigliet t o aereo (pochi credono alla promessa governat iva di pagare il biglietto a chi intenda rientrare) e devono mettere in conto la perdita di mesi di salario e, forse, dello stesso lavoro faticosamente ottenuto.

8 Gli Scilla e Cariddi dei poveri sono implacabili e spiet at i. La maggior parte delle vittime dei terremoti non è stata uccisa dei terremoti st essi, ma dalla povert à eredit at a da secoli di marginalizzazione. E qui, per ora, pensiamo di poter chiudere queste note. Scritte al quinto piano di uno dei quattro complessi di Kathmandu giudicati safe for occupation. Scrivere, raccogliere fondi e, grazie a contatti nepalesi, organizzare qualche spedizione di generi di prima necessità in zone fino ad ora trascurate, è il frutto di una serie di privilegi. Anch essi ereditati. Ed è esso stesso un privilegio. Anche quando riconosciamo i nostri privilegi non siamo certo disposti a rinunciarvi. Almeno, la maggior parte di noi, compreso chi scrive, non lo è. Ma è inevitabile provare un senso di profondo imbarazzo. È inevitabile. E, in fondo, costa poco. Bibliograf ia 1. Cosgrave J. Synt hesis Report: Expanded Summary. Joint evaluat ion of the international response to the Indian Ocean tsunami. London: T sunami Evaluation Coalition, OCHA. Nepal: Earthquake Situation Report N 13 (as for 11 May 2015) 3. Seira T amang. Bureaucrat ising relief. T he Kat hmandu Post, Deepak T hapa. T ested and failed. T he Kathmandu Post, Distribution of tents among MPs halted. T he Himalayan T imes, Weena Pun. T he price of politicking. T he Kathmandu Post on Saturday, Prime Minist er s Disast er Relief Fund, consult at o il 13.o Shradha Pal. T he long due gratitude: let s give thanks, T he Himalayan T imes, No more f oreign t roops, says NA. T he Kat hmandu Post, Unsettled earth continues to rattle Nepal. BBC News, T uesday aftershock toll 91. T he Himalayan T imes, Flaws surf ace in relief dist ribut ion in lack of government coordinat ion. Repùbilca, T HE WEEK, Kamal Pariyar. Hundreds sust ained spinal injuries in killer quake. Repùblica, Annual Report Kat hmandu, Minist ry of Healt h and Populat ion. Depart ment of Healt h Services, healt h f acilit ies dest royed, T he Kat hmandu Post, Bir hospital s patients moved to trauma centre. T he Himalayan T imes, Responding t o Eart hquakes, learning f rom eart hquake relief and recovery operat ions. ALNAP, Over people back to T undikhel tents. T he Himalayan T imnes, No sign of US chopper yet, says Army. T he Kathmandu Post, Shaking t hings up. Nepali T imes,

9 21. Unique af t ershock, say scient ist s. T he Kat hmandu Post, L Emigrat ion Nepalaise, document o non pubblicat o. Aut ore anonimo, Remittances to developing countries to stay robust this year despite increased deport at ion of migrant workers, says WB. Press Release, World Bank, Consult at o il 13 maggio 2015 Facebook T witter LinkedIn

Lama Gangchen Help in Action ONLUS Fondo di Emergenza per il terremoto in Nepal. Newsletter Agosto 2015

Lama Gangchen Help in Action ONLUS Fondo di Emergenza per il terremoto in Nepal. Newsletter Agosto 2015 Lama Gangchen Help in Action ONLUS Fondo di Emergenza per il terremoto in Nepal Newsletter Agosto 2015 Il terremoto di magnitudo 7.8 con epicentro nel distretto di Gorkha - a soli 80 km a nord ovest di

Dettagli

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i

Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti. Presenta. Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i Adotta anche Tu una legge per i bambini di Haiti Presenta Modificare la legge sulle adozioni e adottare in via d emergenza i bambini dei paesi devastati da terremoti e altri disastri. Perché? Il terremoto

Dettagli

Per iniziare, guarda questo breve video:

Per iniziare, guarda questo breve video: Per iniziare, guarda questo breve video: http:///la-carestia-in-somalia.htm Per svolgere le attività proposte, ricava notizie dal tuo libro di geografia e dai seguenti siti: https://it.wikipedia.org/wiki/carestia

Dettagli

NEPAL. Emergenza Terremoto. Aggiornamento n. 2. 27 Aprile 2015. In evidenza

NEPAL. Emergenza Terremoto. Aggiornamento n. 2. 27 Aprile 2015. In evidenza Emergenza Terremoto NEPAL Aggiornamento n. 2 27 Aprile 2015 In evidenza L UNICEF programma di raggiungere 2,8 milioni di bambini, il 40% dei 7 milioni di abitanti dei 35 distretti colpiti L UNICEF Nepal

Dettagli

Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata...

Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata... Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata... Il Gruppo Idrodepurazione di Seregno porta in campo professionisti e stampa specializzata in occasione della

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

Salésiennes de Don Bosco - FMA HAITI PER CRESCERE BENE BISOGNA NUTRIRSI BENE! "Un sorriso tira l'altro"

Salésiennes de Don Bosco - FMA HAITI PER CRESCERE BENE BISOGNA NUTRIRSI BENE! Un sorriso tira l'altro Salésiennes de Don Bosco - FMA HAITI PER CRESCERE BENE BISOGNA NUTRIRSI BENE! "Un sorriso tira l'altro" Per crescere bene bisogna nutrirsi bene! CONTESTO Cinque anni fa il 12 gennaio del 2010, un violento

Dettagli

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!!

ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! ITALIA S.P.A. uno Stato Patologico Avanzato in vendita di Gianni Cavinato L Italia è in vendita! Noi no!!! A comprare il nostro Paese sono pronte le maggiori istituzioni finanziarie internazionali che,

Dettagli

Percorso raccomandato:

Percorso raccomandato: Percorso raccomandato: 1) Ottenere una diagnosi accurata. 2) Crescere il paziente come un bambino o una bambina (il consiglio dei medici è di grande aiuto in questa fase). 3) Ottenere informazioni dettagliate

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Senigallia, la Fondazione pronta a fare la sua parte

Senigallia, la Fondazione pronta a fare la sua parte Senigallia, la Fondazione pronta a fare la sua parte Una delegazione dell Enpam ha incontrato i medici e gli odontoiatri che hanno subìto danni allo studio professionale e ai macchinari a causa dell alluvione

Dettagli

INSIEME PER IL NEPAL CINEMA E SOLIDARIETÀ NEL MONDO IN OCCASIONE DELLA CHIUSURA DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA

INSIEME PER IL NEPAL CINEMA E SOLIDARIETÀ NEL MONDO IN OCCASIONE DELLA CHIUSURA DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA INSIEME PER IL NEPAL CINEMA E SOLIDARIETÀ NEL MONDO IN OCCASIONE DELLA CHIUSURA DELLA FESTA DEL CINEMA DI ROMA Cinecittà Studios, 23 Ottobre 2015 ore 20.30 Dopo gli importanti risultati di raccolta fondi

Dettagli

In caso di catastrofe AiTecc è con voi!

In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In caso di catastrofe AiTecc è con voi! In questo documento teniamo a mettere in evidenza i fattori di maggior importanza per una prevenzione ottimale. 1. Prevenzione Prevenire una situazione catastrofica

Dettagli

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato

Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Il Denaro è in cancrena e quando c'è cancrena va imputato Qui voglio fare un esempio per capire dove siamo arrivati col denaro: Ammettiamo che io non abbia a disposizione quasi nulla come denaro, ma voglio

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Popolazione italiana: milione più, milione meno.

Popolazione italiana: milione più, milione meno. Luciano Petrioli Popolazione italiana: milione più, milione meno. Che l ultimo censimento 21-22/10/2001 della popolazione italiana sia stato uno dei più travagliati non è un mistero. Ma che gli abitanti

Dettagli

La Sieropositività come condizione cronica

La Sieropositività come condizione cronica La Sieropositività come condizione cronica Alcune parti sono state tratte da: Vivere con HIV: malattia e terapia, nuove speranze e nuove difficoltà Di Maria Bolgiani Centro psicoanalitico di studio dei

Dettagli

Nord Uganda. Tra emergenza e ricostruzione. Interventi idrici nelle scuole del distretto di Kitgum

Nord Uganda. Tra emergenza e ricostruzione. Interventi idrici nelle scuole del distretto di Kitgum Nord Uganda Tra emergenza e ricostruzione Interventi idrici nelle scuole del distretto di Kitgum 1 1. NORD UGANDA. IL CONTESTO DELL INTERVENTO. Ad un anno e mezzo dall avvio dei negoziati di pace tra il

Dettagli

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA

IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA Associazione culturale per la promozione del Teatro Musicale contemporaneo P.Iva 04677120265 via Aldo Moro 6, 31055 Quinto di Treviso - Tv IL RITMO ROVINOSO CHE PORTA ALLA FOLLIA TERZA VERSIONE autore:

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

Rischi 1. Definizione di rischio nello sviluppo del software Analisi dei rischi Gestione dei rischi

Rischi 1. Definizione di rischio nello sviluppo del software Analisi dei rischi Gestione dei rischi Rischi 1 Definizione di rischio nello sviluppo del software Analisi dei rischi Gestione dei rischi Un ingegnere del software viene coinvolto direttamente nel processo di identificazione delle aree potenziali

Dettagli

Intervista a Yonous Muhammadi, President of Greek Forum of Refugees

Intervista a Yonous Muhammadi, President of Greek Forum of Refugees Carovana per i diritti dei migranti, per la dignità e la giustizia Lampedusa 22 novembre-torino 6 dicembre 2014 Ci può descrivere qual è la condizione che vivono i richiedenti asilo in Grecia? Intervista

Dettagli

Intelligenza o abilità?

Intelligenza o abilità? a Intelligenza o abilità? L apprendimento è stato spesso collegato con l intelligenza, e l intelligenza è stata misurata dagli psicologi con vari tipi di test. Ma come funziona un «tipico» test di intelligenza?

Dettagli

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42%

L OSSERVATORIO. 29 Luglio 2013 CATEGORIA: ECONOMIA L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE 29% 23% 42% L OSSERVATORIO L INCIDENZA DEI PROBLEMI PSICOLOGICI E PSICOSOMATICI EVIDENZE PSICOLOGICHE Problemi di condotta Iperattivita' 42% 31% Problemi con i propri POVERI pari 24% CHE LAVORANO 17% Difficolta' diffuse

Dettagli

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014

La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 La grande disuguaglianza? Oxfam Italia Elisa Bacciotti 13 maggio 2014 Una emergenza? L estrema diseguaglianza economica, rapidamente crescente, è stata citata dal World Economic Forum s Global Risk Report

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe.

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe. Laboratorio consigliato per la scuola primaria (II ciclo) Il grande mosaico dei diritti Hai diritto ad avere un istruzione/educazione. Art. 28 della CRC Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra

Dettagli

Conto Corrente. Offert a POS-sibile SFERA IMPRESA

Conto Corrente. Offert a POS-sibile SFERA IMPRESA Conto Corrente Offert a riservat a ai nuovi client i impresa, con fat t urat o annuo non superiore a 2.500.000, che richiedono cont est ualment e anche l at t ivazione del servizio POS. SEMPREPIU IMPRESA

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Acqua per Wharf Jeremie HAITI

Acqua per Wharf Jeremie HAITI Acqua per Wharf Jeremie HAITI Fondazione Atlante e Missione Belém vogliono portare l acqua a Wharf Jeremie, un paese di Haiti devastato dalla miseria. Haiti, un Paese martoriato Il progetto del pozzo Il

Dettagli

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo

Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alcuni casi interessanti osservati durante esperienze didattiche di tipo cooperativo Alice (15 anni, II ITIS, 8 sett. Appr. Cooperativo, marzo-aprile 2005) E una ragazzina senza alcun problema di apprendimento

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Marco Federici e i suoi "Angeli tra le Macerie"

Marco Federici e i suoi Angeli tra le Macerie "Angeli tra le macerie" aiuta la Protezione civile in Abruzzo È stato consegnato alla Protezione civile il ricavato della vendita del libro «Angeli tra le macerie», scritto dal giornalista della Gazzetta

Dettagli

Strana Italia in rete

Strana Italia in rete Strana Italia in rete Giancarlo Livraghi aprile 2007 Questa è la prima parte del numero 80 della rubrica Il mercante in rete http://gandalf.it/mercante/merca80.htm Tutte le statistiche sono sempre discutibili.

Dettagli

LA POVERTÀ NEL MONDO. Circa metà della popolazione mondiale (tre miliardi di persone) vive con meno di due dollari al giorno.

LA POVERTÀ NEL MONDO. Circa metà della popolazione mondiale (tre miliardi di persone) vive con meno di due dollari al giorno. LA POVERTÀ NEL MONDO Circa metà della popolazione mondiale (tre miliardi di persone) vive con meno di due dollari al giorno. Le persone che vivono con meno di un dollaro al giorno sono un miliardo e trecento

Dettagli

L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat

L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat L'analisi del fenomeno della violenza attraverso le rilevazioni dell'istat Maria Giuseppina Muratore Pisa, 26 novembre 2013 Gli omicidi di donne: un quadro costante nel tempo Gli omicidi risultano in forte

Dettagli

IL MIO CARO AMICO ROBERTO

IL MIO CARO AMICO ROBERTO IL MIO CARO AMICO ROBERTO Roberto è un mio caro amico, lo conosco da circa 16 anni, è un ragazzo sempre allegro, vive la vita alla giornata e anche ora che ha 25 anni il suo carattere non tende a cambiare,

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale

Le caratteristiche must have del software gestionale ideale Le caratteristiche must have del software gestionale ideale ww.microsa Quali sono i principali elementi da tenere in considerazione per la scelta del Quali software sono i ottimale? principali elementi

Dettagli

Indagine su istruzione e competenze dei diplomati e laureati italiani

Indagine su istruzione e competenze dei diplomati e laureati italiani Indagine su istruzione e competenze dei diplomati e laureati italiani Commenti all Indagine su Istruzione e Competenze dei Laureati e Diplomati Italiani Tito Boeri e Michele Pellizzari Fondazione Rodolfo

Dettagli

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia

VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia VIVERE NELLA PAURA Il circolo vizioso della violenza in Colombia Da oltre 40 anni la vita in Colombia è dominata dalla paura e dai conflitti. Migliaia di colombiani che vivono in zone remote o negli slum

Dettagli

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto HAITI

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto HAITI Congregazione Suore Ministre degli Infermi Progetto HAITI INTRODUZIONE GENERALE Noi siamo le Suore Ministre degli Infermi di San Camillo; la nostra è una congregazione missionaria che vive la missione

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

www.learningschool.it

www.learningschool.it Piano di Formazione Scuola Vendite Progetto Finanziato dal Fondo Coordinato da e Informazioni: Gli ultimi 2 anni, causati dalla profonda crisi economica internazionale, hanno visto un rallentamento del

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

RAPPORTO DI MEDICI SENZA FRONTIERE. - Sintesi - Hati, sei mesi dopo il terremoto

RAPPORTO DI MEDICI SENZA FRONTIERE. - Sintesi - Hati, sei mesi dopo il terremoto RAPPORTO DI MEDICI SENZA FRONTIERE - Sintesi - Hati, sei mesi dopo il terremoto La risposta di MSF all emergenza: scelte, ostacoli, attività e finanziamenti Luglio 2010 A sei mesi dal terremoto che ha

Dettagli

LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa

LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa LA CASA PRIMA DI TUTTO Superare l emergenza Garantire il diritto alla casa Conferenza Stampa 2 LA DOMANDA ABITATIVA A MILANO L emergenza abitativa, compresi gli sfratti, è sempre stata una componente storica

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione

Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione Legge 1329/ 65 Sabatini 2**(772 Agevolazione per l acquist o o il leasing di nuove m acchine ut ensili o di produzione %(1(),&,$5, Piccole e m edie im prese appart enent i a St at i m em bri dell Unione

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero

Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Cerimonia di conferimento della Laurea magistrale honoris causa in Scienze e Tecnologie Alimentari a Giovanni Ferrero Laudatio Prof. Giacomo Rizzolatti Parma, 24 ottobre 2015 1 Magnifico Rettore Autorità

Dettagli

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità

Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità Comunicare la RSI in tempi di crisi: criticità e opportunità di Rossella Sobrero presidente di Koinètica Come cambia la comunicazione in tempo di crisi Le imprese socialmente responsabili sanno affrontare

Dettagli

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori,

Ave Maria In Cristo Gesu tutto per il Papa! Santo Natale 2013. Carissimi Amici e Benefattori, Santo Natale 2013 Carissimi Amici e Benefattori, Per fortuna anche quest anno il Natale sta arrivando a portare nuova Speranza, che con la Certezza che ci viene dalla Fede ci assicura che l Emmanuele il

Dettagli

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI

DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI DONAZIONE e TRAPIANTO di ORGANI e di TESSUTI A cura del Coordinatore Locale Donazione e Trapianti Asl 1 dott. Ezio Szorenyi I TRAPIANTI NON ESISTONO SENZA DONAZIONI Ad oggi non è possibile sostituire un

Dettagli

Crescita della produttività e delle economie

Crescita della produttività e delle economie Lezione 21 1 Crescita della produttività e delle economie Il più spettacolare effetto della sviluppo economico è stata la crescita della produttività, ossia la quantità di prodotto per unità di lavoro.

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La salute globale. Determinanti sociali e disuguaglianze 2014-10- 17 12:10:30 Redaz ione SI PUBBLICATO SU: www.sossanita.it Sant omauro Gavino Maciocco e Francesca Il

Dettagli

Facoltà di Giurisprudenza Corso di Economia Politica. ESERCITAZIONE N.1: Equilibrio di mercato 18-04- 2011

Facoltà di Giurisprudenza Corso di Economia Politica. ESERCITAZIONE N.1: Equilibrio di mercato 18-04- 2011 ESERCITAZIONE N.1: Equilibrio di mercato 18042011 1) La seguente tabella mostra i prezzi e le quantità di un ipotetico mercato dei popcorn. Tracciate le curve di domanda e offerta Prezzo Q.tà domandata

Dettagli

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà

Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Le risorse vere del Comune,tra racconto e realtà Conoscere in maniera attendibile il debito del Comune e quindi le risorse disponibili è la base per qualsiasi ripartenza. Sinora però tutti coloro che avevano

Dettagli

Giornata Nazionale della Persona con lesion midollare

Giornata Nazionale della Persona con lesion midollare Giornata Nazionale della Persona con lesion midollare Roma 10 Aprile 2015 La salute nella Persona con Lesione Midollare stabilizzata: la rete dei servizi territoriali nella centralità del progetto individuale:

Dettagli

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme.

1. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di 40, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Esercizi difficili sul calcolo delle probabilità. Calcolare la probabilità che estratte a caso ed assieme tre carte da un mazzo di, fra di esse vi sia un solo asso, di qualunque seme. Le parole a caso

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

Tratto da SaluteInternazionale.info

Tratto da SaluteInternazionale.info Tratto da SaluteInternazionale.info La direttiva europea sul lavoro medico. Lavorare meglio! Lavorare tutti! 2015-11- 04 12:11:24 Redaz ione SI Marco Geddes da Filicaia La norma diverrà operat iva il prossimo

Dettagli

PICCOLA BIBBIA DEL CAPO DIABOLICO

PICCOLA BIBBIA DEL CAPO DIABOLICO Nicolas Caron, Frédéric Vendeuvre PICCOLA BIBBIA DEL CAPO DIABOLICO Dipendenti stanchi, infelici e depressi in sole due o tre mosse Collocare il nuovo assunto in un ambiente ostile Aspettare l ultimo momento

Dettagli

Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992

Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992 Chiesa cattolica e imposta ICI. Decaduto il decreto 163/2005 resta in vigore la legge 504/1992 Nota dell'ufficio Avvocatura della Diocesi di Milano Con la rinuncia da parte del Governo a richiedere alla

Dettagli

Insegnare relatività. nel XXI secolo

Insegnare relatività. nel XXI secolo Insegnare relatività nel XXI secolo L ' e s p e r i m e n t o d i H a f e l e e K e a t i n g È il primo dei nuovi esperimenti, realizzato nel 1971. Due orologi atomici sono stati montati su due aerei

Dettagli

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi

LA COMUNITA CINESE IN ITALIA. A cura di Federica Aurizi LA COMUNITA CINESE IN ITALIA A cura di Federica Aurizi Acquisizione ed elaborazione dei dati riassunti nelle schede sono ricavati dalle seguenti fonti: Barbagli (a cura di), 1 Rapporto sugli immigrati

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI

TEORIA DI LAMARCK O DELLA EREDITARIETA DEI CARATTERI ACQUISITI L EVOLUZIONE IN PASSATO SI PENSAVA CHE LE SPECIE ANIMALI E VEGETALI CHE OGGI POPOLANO LA TERRA AVESSERO AVUTO SEMPRE LA FORMA ATTUALE. SI CREDEVA CIOE NELLA TEORIA DELCREAZIONISMO (NELLA CREAZIONE ORIGINALE)

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento

Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ. GREEN JOBS Formazione e Orientamento Scheda 4 «Mobilità sostenibile» LA SOSTENIBILITÀ ECONOMICA DELLA MOBILITÀ GREEN JOBS Formazione e Orientamento Il tema della mobilità sostenibile può essere visto da un particolare punto di vista cioè

Dettagli

Questionario Informativo

Questionario Informativo Medicina del Dolore e Cure Palliative Questionario Informativo Gentile Signore, Gentile Signora, Le chiediamo solo pochi minuti del Suo tempo per compilare il presente questionario: poche domande che hanno

Dettagli

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi

5 - Previsioni BASE. 6.- Tre mosse per archiviare la crisi 1 2 3 INDICE 5 - Previsioni BASE 5.1 - Previsioni dell Economia Italiana 2014-2018 dopo Legge di Stabilità e Riforme Strutturali 5.2 - e se il cambio non scendesse e rimanesse all 1,33 del 2014? 6.- Tre

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel 2012 l 80% delle famiglie colpite direttamente dalla crisi, quasi il 90% dei nostri concittadini ha ridotto le spese

COMUNICATO STAMPA. Nel 2012 l 80% delle famiglie colpite direttamente dalla crisi, quasi il 90% dei nostri concittadini ha ridotto le spese Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA PROSPETTIVE 2013, SONDAGGIO CONFESERCENTI SWG: CRISI DI FIDUCIA, QUASI NOVE SU DIECI NON CREDONO IN UN MIGLIORAMENTO DELLA SITUAZIONE ECONOMICA ITALIANA. SEI SU DIECI VOGLIONO

Dettagli

Intervento di Mario Nava 1 alla Conferenza Le banche nell economia reale: ripensare ruoli, responsabilità, regole

Intervento di Mario Nava 1 alla Conferenza Le banche nell economia reale: ripensare ruoli, responsabilità, regole Intervento di Mario Nava 1 alla Conferenza Le banche nell economia reale: ripensare ruoli, responsabilità, regole Milano 7 ottobre 2013 Nel mio breve intervento per lanciare il dibattito vorrei dare essenzialmente

Dettagli

Prevenzione Formazione ed Informazione

Prevenzione Formazione ed Informazione Il Rischio Sismico Prevenzione Formazione ed Informazione Giuseppe Licata Esperto in Sistemi Informativi Territoriali e Telerilevamento. Laureando in Scienze Geologiche, curriculum rischi geologici Il

Dettagli

Alla ricerca degli antenati

Alla ricerca degli antenati Alla ricerca degli antenati Costruiamo insieme la storia Archiviazione dei microfilm di FamilySearch Documenti originali nell Archivio di Stato di Modena Progetto per le scuole superiori 2 Chi di noi non

Dettagli

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA

CONVEGNO: INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ORDINE DEGLI PSICOLOGI DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA CONVEGNO: IMPARARE DALL ESPERIENZA. L ASSISTENZA PSICOLOGICA NELLE MAXIEMERGENZE INTERVENTO DEL PREFETTO ANGELO TRANFAGLIA ZANHOTEL EUROPA VIA BOLDRINI,

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

CARGO FOR NEPAL LA NOSTRA MISSION

CARGO FOR NEPAL LA NOSTRA MISSION CARGO FOR NEPAL LA NOSTRA MISSION Panoramica di come sia nato tutto nel giro di 3 giorni: Il giorno 27 apri alle 6 del mattino squilla il telefono. Arriva un messaggio da un amico nepalese, Prem. Mi scrive

Dettagli

Perché investire in Pakistan?

Perché investire in Pakistan? Perché investire in Pakistan? Pakistan Abitanti:180.000.000 Superficie: 803.940 Km² Quarto paese al mondo per popolazione Lingue ufficiali: inglese e Urdu Quarta economia emergente Polo industriale del

Dettagli

Lo sfruttamento minorile

Lo sfruttamento minorile Lo sfruttamento minorile A noi sembra scontato avere il cibo, una casa e una famiglia che ci vuole bene ma in realtà, in altre parti del mondo, vi sono dei bambini che soffrono perché privati di questi

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA

Tabella 1 - Immatricolazioni Autocarri Pesanti (>16 t) EST Europeo - Fonte ACEA Crollo del Mercato Autocarri e del Trasporto Merci su strada in Italia, quali le cause? Rapporto 2015 Cabotaggio, concorrenza sleale, dimensioni delle Aziende di trasporto, scarsa produttività, costi del

Dettagli