Milano, 02/08/2015 BLACKBOARD. Albe e Tramonti. Introduzione pag. 2. Tassi e inflazione Fase acuta passata pag. 3

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano, 02/08/2015 BLACKBOARD. Albe e Tramonti. Introduzione pag. 2. Tassi e inflazione Fase acuta passata pag. 3"

Transcript

1 Milano, 02/08/2015 BLACKBOARD Albe e Tramonti Introduzione pag. 2 Tassi e inflazione Fase acuta passata pag. 3 Listini azionari e rotazioni Il sole sorge, ma non da Oriente pag. 4 FX Tenuta del EUR, potenziale nel USD pag. 5 R&O - Rischi ed Opportunità Opportunistica costruttività di un Mondo Sincronizzato pag. 6 R&R Rimorsi e Rimpianti Non si può aver tutto dalla vita pag. 6 Petrolio & Materie Prime Profondo rosso pag. 7 Debiti pubblici Finchè non c è inflazione e non si muove la Politica pag. 7 Assetto tattico di portafoglio Qualche cambiamento e maggiore aggressività relativa pag. 8 1

2 Introduzione I mercati finanziari sono come la superficie del mare, sempre in movimento. Ed il loro movimento è alimentato da 2 carburanti che, in Natura Finanziaria, sono moneta e previsioni. Essi hanno oggi in comune una disponibilità in estrema abbondanza. Analizziamoli. La moneta è presente in grandi quantità sui mercati, nella lunga fase contingente. Memori della lezione della Grande Depressione del 29, quando la stretta della liquidità ha acuito gli effetti della crisi, la crisi del 2008 è stata gestita con un approccio fortemente e lungamente espansivo delle politiche monetarie globali. In un mondo altamente indebitato infatti, la mancanza della keynesiana leva fiscale (la spesa pubblica) finisce con il chiedere alla sola politica monetaria il Miracolo del Riavvio. E così è stato. Abbiamo tutti sentito dei programmi di QE - Quantitative Easing attuati dalle autorità monetarie di tutto il mondo, unitamente ad un generalizzato taglio progressivo dei tassi di interesse. Ora, con una progressiva normalizzazione dei mercati, l abbondante liquidità dovrebbe essere riassorbita, ma non può essere ritirata di colpo: è necessario creare un sentiero dolce dolce di rientro, molto discrezionale ed attento, per non destabilizzare i mercati finanziari. Si comincerà dagli USA come first mover, per il resto del mondo è ancora presto. Nessuno -beninteso- vorrebbe farlo, ma risulta necessario nel medio termine per recuperare credibilità alla politica monetaria. Poi, comunque tocca mettere mano ai problemi dei debiti pubblici per recuperare margini di manovra anche alla politica fiscale Di certo è molto più facile usare la leva monetaria che cambiare il contesto politico e intraprendere cambi strutturali di politica economica e sociale, non c è dubbio alcuno. La moneta così abbondante non è però confluita nel sistema reale aziendale ma rimane bloccata sui mercati finanziari: ovvio, perché il mondo reale ha bisogno di risposte reali, non (solo) disponibilità finanziare che costituiscono condizione necessaria ma non sufficiente per lo sviluppo. J. M. Keynes -con una immagine molto efficace- disse che è possibile portare il cavallo all acqua ma non costringerlo a bere. L ingolfamento di liquidità sul mercato finanziario ha come conseguenza l abbassamento dei rendimenti obbligazionari, corsa alle emissioni obbligazionarie, crescita dei corsi azionari, aumento della leva degli intermediari (ahi ahi ahi ). Poi qualcosa può filtrare all economia reale! Le previsioni fatte dagli analisti utilizzano modelli multifattoriali e multiperiodali che, per loro stessa natura, sono volatili a minimi cambiamenti delle condizioni e dei parametri. Ci si dimentica troppo spesso l elemento psicologico insito nell attività previsionale, non fosse altro perché le previsioni vengono formulate in uno specifico contesto e a quello bisogna ascrivere urgenze, paure, desideri se indossi un paio di lenti blu (ma non lo sai), di che colore è il mondo? Chi fa le previsioni poi è anche chi guadagna dall attività di trading, di compravendita. Ah beh. In un mondo fortemente interconnesso e con informazioni diffuse, il fenomeno delle previsioni e della correlata operatività genera esplosione nei volumi ed assume anche toni di isteria collettiva. L informazione digitale e real time è un eccitante: per fare un paragone, ha effetti simili alla plastificazione della moneta, dove cioè i moderni strumenti di pagamento (carte di credito e debito e relativi servizi associabili) ne aumentano la velocità di circolazione. Tanti soggetti che fanno previsioni, montagne di dati immediatamente disponibili, un orgia informativa a tutti gli effetti, l ingegneria finanziaria che mette a disposizione infiniti e formidabili strumenti di trading: tutto questo contribuisce a moltiplicare le occasioni di trading ma a perdercisi come in un dedalo. Con riferimento non solo ai privati ma soprattutto ai professionali. Per come sono strutturati oggi, moneta e previsioni necessitano di forti meccanismi difensivi da parte dell investitore. Il paradigma di moneta e previsioni abbondanti tende a modificare i comportamenti individuali, suggerendo l esistenza di un nuovo schema Tipo di politica Interventi Principali ed immediati effetti su Effetti collaterali e derivati su Politica Economica (Governo nazionale) Regolamentazioni e riforme, spesa pubblica e politiche di bilancio Economia reale Mercati finanziari Politica Monetaria (Autorità Monetarie Nazionali) Moneta, tassi di interesse, regulation intermediari finanziari Mercati finanziari Economia reale valutativo di mercati e portafoglio, che fa saltare le antiche regole. Ma sarà proprio vero? Di certo occorre inglobare nei nostri comportamenti le irreversibili novità e saper progettarci adattivi al contesto. Ma come in ogni nuovo ambiente, meglio procedere guardinghi. In questo caso, meglio rimpianti che rimorsi. Siamo in grado di costruirci un nostro modello, assumere una propria identità personale sugli 2

3 investimenti? L uomo è un animale abitudinario ed adattivo: prendiamo il meglio da entrambe le qualità, per capire che la volatilità ed il rischio sono fattori di produzione negli investimenti, utilizzandoli e difendendosene, all occorrenza. Ma il primo ed inalienabile strumento in nostro possesso è la conoscenza/informazione unita alla capacità elaborativa autonoma. Aumentiamo entrambe, per vie interne o esterne, e troviamo connessioni corrette. Gioco fatto! I sistemi economici passati avevano le guerre e la demografia come primarie forze di sviluppo. Oggi sembra differente, ma forse la nostra visione si deve solo ad una nostra frequenza di campionamento troppo breve. Comunque sia, le urgenze che ci preoccupano sono crescita, occupazione, inflazione, in questo ordine. Tutte le economie moderne cercano la crescita come sacro totem. Alla crescita associano la diminuzione della disoccupazione (ordine e soddisfazione sociale, quindi consenso politico) ed un ragionevole livello di inflazione. Ricordiamo che l inflazione > 0, ma non troppo elevata, ha 2 effetti benefici: normalizza il ciclo di spesa di aziende e privati (spendere oggi è meglio che spendere domani) ed è amica del debitore, erodendo il valore reale del debito. La recente delocalizzazione produttiva e lo sviluppo tecnologico sono invece forze potenti deflazionistiche. Le abbiamo attivate, ora ci tocca gestirle. E non è per nulla facile. Spostare produzioni in luoghi con abbondante ed infinita mano d opera a basso costo rende vano il paradigma aumento produzione => aumenti salariali. Ed ogni società che delocalizza le produzioni a basso valore aggiunto si condanna a disoccupazione strutturale*. Anche lo sviluppo tecnologico è di per sé deflazionistico, è nel suo stesso DNA. Aggiungiamo anche, come fattore contingente. che l ampia disponibilità di moneta a basso costo favorisce lo sviluppo dei gruppi industriali per vie esterne, tramite fusioni ed acquisizioni, le quali -nelle loro prime fasi- sono sempre legate al raggiungimento di una maggiore quota di mercato ed efficienza, recuperando la redditività su ottimizzazioni e ristrutturazioni (che non sono mai labour friendly). * A meno che non si doti di un sistema scolastico superbo che sviluppi e coltivi qualità intellettuali e talenti. In quello che abbiamo descritto, ci sono tanti elementi che giustificano il titolo Albe e Tramonti. Un buon punto di partenza per l analisi anche dei fatti economici e finanziari e la soglia, il punto di passaggio, il gate. Ci torneremo su, perché esse sono importanti come un Giano Bifronte: in entrambi il soleenergia passa da un orizzonte che fa la funzione di prima-dopo. Ci sono cose che dobbiamo abbandonare, altre accogliere, nella vita e -più banalmente- nelle valutazioni del mondo economico che ci circonda e nelle decisioni di investimento. E un Bel Lavoro, è un Bel Viaggio. Tassi e inflazione Sui rendimenti obbligazionari, dalla fine di aprile 2015 hanno pesato, come noto, le considerazioni di Bill Gross (inammissibili i rendimenti nominali nulli sul Bund 10Y) e la querelle sulla situazione della Grecia. La prima condizione è stata dolorosamente annullata con il tasso sul 10 anni governativo tedesco risalito allo 0,64% attuale (ma è arrivato a toccare anche l 1%). Tutto il segmento obbligazionario europeo, di qualsiasi emittente e rating, sta vivendo una fase di graduale normalizzazione e rientro dopo aver subito un indiscriminata fase di discesa. Grafico 1. Rendimenti titoli di Stato a 10Y, dati Bloomberg. Elaborazione WNT Partners Italia La crisi greca si da per risolta nel brevissimo ma credo che qualche mal di pancia all investitore europeo potrà ancora darla nel breve. Di certo manca un intervento risolutivo nel medio termine sulla sostenibilità del 3

4 debito greco e capacità di renderlo sostenibile su un economia inconsistente. Un problema essere arrivati a tanto, un problema l ottusa resistenza, un problema la valutazione dogmatica e non pragmatica. Questi 2 temi hanno per un poco oscurato il vero grosso dilemma che riguarda l aumento dei tassi negli USA. Il balletto fra la FED ed i mercati dura da più di un anno. Il ritornello è il seguente: vogliamo aumentare i tassi -dicono alla FED- dopo oltre 7 anni di discesa, come sentiero di normalizzazione di una politica monetaria sana, ma aspettiamo a farlo fino a che i parametri di crescita, disoccupazione e inflazione siano sui target impostati. Tutto corretto. Tassi Governativi 10Y (in %) 01/08/2015 USA 2,18% SVIZZERA -0,09% GERMANIA 0,64% ITALIA 1,77% GIAPPONE 0,41% Tabella 1. Livello tassi su titoli di stato. Dati Bloomberg, elaborazione WNT Partners Italia. Complici anche i movimenti internazionali (Grecia prima, ora Cina) e la forza del Dollaro, il governatore Yellen insiste su una ragionevolissima e pragmatica prudenza: non fidiamoci della prima lettura dei dati per intervenire ma cerchiamo di capirne la qualità, la loro dinamica temporale. Parole market friendly, di certo. Nessuno vuole distruggere il cammino fatto dai mercati, poiché le mosse dalla Banca Centrale non devono essere episodiche ma disegnare un sentiero lento e coerente. Cre-di-bi-li-tà. Ricordiamoci anche che inizia il ciclo elettorale americano (votazioni per le presidenziali a novembre 2016) e nessuna amministrazione vuole arrivare all appuntamento con un mercato in contrazione. I mercati prima temevano, ora quasi invocano, che i FED funds USA aumentino. Gli americani fanno quel che promettono, ma il timing non è ancora stato definito: ottobre? Fine anno? Nel frattempo che fare? Lunghi USD e anche moderatamente lunghi duration sull obbligazionario USA perché: (1) l aumento tassi potrebbe non essere vicinissimo, e nel frattempo si guadagna un carry superiore all Eurozona governativa; (2) l aumento sarà sui tassi a breve e non è detto che quelli a lungo termine siano troppo influenzati, dandosi forse un appiattimento della curva dei rendimenti per scadenze; (3) l aumento dei tassi USA avrebbe effetti negativi sui bond globali a minore rating (fly to quality). Di fatto, pur sotto la minaccia di un rate hike, negli ultimi mesi il T Bond Usa è solo salito In assoluto silenzio mediatico, Mario Draghi continua il programma di acquisti del suo QE secondo il piano prestabilito. E ben fa per contrastare le isterie di mercati che, nell ordine: 1. non credevano all efficacia del programma QE: non serve, non basta (gennaio 2015) 2. si sono buttati a pesce negli acquisti di obbligazioni governative di eurozona con duration lunga, con intenti speculativi, con prezzi in overshooting (marzo 2015). 3. ne hanno sovrastimato gli effetti: letture di risveglio di inflazione con ipotesi di cessazione anticipata del programma, poi rientrate (maggio 2015). 4. non se ne curano (luglio 2015). Draghi invece tiene saldo il timone e continua il QE per affrontare la fase storicamente calda autunnale (i cambiamenti climatici ne sono estranei, per una volta, vivaddio): i riflessi positivi si leggeranno a fine anno 2015 con ripresa dell Eurozona. Per l inflazione, il busillis è notevole. Negli USA siamo arrivati quasi al livello ritenuto target fisiologico, mentre in Europa siamo bassi bassi, anche per il contributo deflazionistico di materie prime che costano sempre meno per uno sbilanciamento temporaneo fra domanda ed offerta. Ma anche nel mondo l inflazione è missing: sembra del resto naturale, quando manca ovunque la crescita Listini azionari e rotazione I listini raccontano storie differenti. E evidente il ritracciamento cinese (che lascia il mercato comunque in territorio positivo, per un investitore domestico) come altrettanto consistente l avanzata europea malgrado la volatilità indotta dalla situazione greca. Gli USA stanno lentamente riprendendo un sentiero positivo sugli indici. Gli stessi indici ci raccontano anche dove questo recupero USA sta avendo luogo. Mentre il Nasdaq è a +8,49% YTD2015, lo S&P 500 è a +2,22% ed il DJ negativo a -1,36%. Tralasciando la oramai bufala de il NASDAQ è l indice tecnologico, è invece vero che sono proprio le società a minore capitalizzazione ad andare forte, il settore farmaceutico, bio-tecnologico, alimentare, energie rinnovabili ed automotive ivi quotato, senza peraltro tralasciare il settore tecnologico, che però si è comportato meglio nelle grandi società leader dei segmenti. 4

5 In Europa tutti nutrono grandi aspettative e quindi occorre essere presenti, ricordando la maggiore volatilità dei listini del Vecchio Continente ed il fatto che l economia europea nel suo complesso è economia di trasformazione: trae vantaggi dal USD forte per l export ma vorrebbe USD debole per l import di materie prime, si avvantaggia di bassi costi delle materie prime e petroliferi, è sensibile alle dinamiche dell export extra-continentale. Indici 31/12/ /01/2015 perf Y /02/ /03/ /04/ /05/ /06/ /07/ /08/2015 perf YTD2015 Dow Jones IA , ,99 8,18% , , , , , , ,86-1,36% S&P , ,20 11,35% 2.050, , , , , , ,84 2,22% Nasdaq Comp 4.176, ,81 13,17% 4.727, , , , , , ,28 8,49% Russell , ,80 3,01% 1.196, , , , , , ,68 3,33% FTSE , ,80-2,98% 6.871, , , , , , ,28 2,27% SMI 8.202, ,37 9,51% 8.452, , , , , , ,17 4,95% Eurostoxx , ,44 1,24% 3.414, , , , , , ,69 14,69% DAX 9.552, ,73 2,23% , , , , , , ,99 15,81% CAC , ,29-1,02% 4.677, , , , , , ,61 19,53% FTSEMIB , ,26 0,86% , , , , , , ,03 23,04% MICEX 1.503, ,61-7,10% 1.654, , , , , , ,00 19,50% NIKKEI , ,77 7,12% , , , , , , ,24 17,96% Shanghai SSE Comp 2.115, ,68 52,87% 3.437, , , , , , ,72 13,26% SENSEX , ,90 31,92% , , , , , , ,56 0,81% IBOVESPA , ,22-5,81% , , , , , , ,77 4,85% Tabella 2. INDICI AZIONARI MONDIALI. Dati Bloomberg. Elaborazione WNT Partners Italia. Anche il Giappone è economia di forte export e quindi necessita di mercati di sbocco in sviluppo e valuta debole. Per quanto riguarda le rotazioni nei listini, esse sono davvero forti. Anche prescindendo dagli specifici fatti aziendali, il segmento farmaceutico, bio-tecnologie, benessere è interessato da forte interesse e operazioni di M&A. ma anche il segmento alimentare è in movimento ed oggi risulta interessante per le sue caratteristiche difensive e value, alla vigilia di possibili aumenti dei tassi USA. Saranno sempre più interessanti, con forte selettività sui nomi, anche i titoli tecnologici delle società leader nei rispettivi segmenti di prodotti e servizi. Grafico 2. Andamento indici azionari DJ Stoxx Europe 50, S&P 500, Shanghai SSE Comp, Nikkei 225 ed S&P 500, YTD Dati Reuters. La tecnologia è termine ampio, non legato a informatica o semi conduttori: siamo ad un punto che anche i settori tradizionali sono alla vigilia di un forte utilizzo della tecnologia, non solo per i processi produttivi, ma per modificare i loro stessi prodotti. Sono fenomeni sotterranei, non del tutto controllati, ma che faranno presto capolino in modo irreversibile nella nostra vita. FX Parità valute 02/01/ /02/ /03/ /04/ /05/ /06/ /07/ /08/2015 EURUSD 1,2003 1,1478 1,1197 1,0789 1,1199 1,0960 1,1074 1,0984 EURJPY 144,63 135,10 134,05 128,96 134,55 136,50 136,82 136,08 EURGBP 0,7831 0,7565 0,7279 0,7270 0,7393 0,7203 0,7098 0,7031 EURCHF 1,2023 1,0617 1,0710 1,0404 1,0441 1,0335 1,0494 1,0619 EURAUD 1,4837 1,4652 1,4310 1,4200 1,4263 1,4262 1,4562 1,5029 USDJPY 120,5 117,7 120,1 119,5 120,2 124,5 123,6 123,9 Tabella 3. TASSI DI CAMBIO. Dati Bloomberg. Elaborazione WNT Partners Italia. Contro EUR, nelle ultime settimane di notevole c è lo spostamento delle valute legate alle materie prime, che ovviamente si sono indebolite per la discesa del prezzo delle commodities e per le azioni 5

6 di contrasto delle relative banche centrali che hanno abbassato i tassi interni. Il USD rimane ad oscillare nell intervallo 1,12 1,09 e sembra piuttosto strano, vista la situazione di estrema tensione sul mercato Euro introdotta dalla Grecia. Per la tenuta notevole del cambio EURUSD di questi mesi le spiegazioni possono essere 2: 1. i mercati fino alla fine non credono ad una uscita della Grecia dall Euro e/o ad un effetto contagio: ci credono nel breve per generare volatilità, ma poi tutto si risolve in una marcia sul posto. 2. le autorità monetarie sono intervenute acquistando EUR per comunicare solidità della valuta europea e dare messaggio chiaro circa la sua tenuta. Personalmente credo molto alla seconda ipotesi, dal momento che nel periodo maggio-giugno abbiamo avuto 8 settimane dove scendevano in modo assolutamente sincrono obbligazionario governativo Euro core, obbligazionario governativo Euro periferico, obbligazionario euro corporate, obbligazionario euro high yield, azionario euro, mentre il cambio teneva, anzi si vedeva un EUR tonico. Ci possiamo ragionevolmente aspettare un USD in forma (francamente in pochi si azzarderebbero a vendere Dollari prima di un lungamente annunciato aumento dei tassi USA), ma anche un EUR che diventa attrattivo: l effetto netto sul cambio EURUSD non è scontato, anche se sarei più per una rivalutazione del USD. Più lungo il cammino per le commodity currencies le cui obbligazioni beneficiano di politiche monetarie espansive, di carry interessanti, ma sulla valuta occorre attendere, facendo posizione adesso però R&O - Rischi ed Opportunità Esiste il concreto rischio che non vediamo il rischio! L essere globali comporta per i mercati la traduzione in consonanza dei movimenti, la loro sincronia. I cicli obbligazionari ed azionari sono sempre stati se non antagonisti, almeno cronologicamente sfalsati. Obbligazioni da comprare nella fase bassa del ciclo e vendere nella fase di rialzo quando ci si doveva spostare sulle azioni e avanti ancora, in una logica di successione. Adesso non è così. E son guai. Gli interventi strutturali di soggetti fortissimi e potentissimi, parliamo delle Banche Centrali ed autorità monetarie in senso lato, hanno infatti introdotto forti anomalie, sincronizzando i cicli, tenendo bassi -per esempio- i tassi anche in fasi di rialzi dei mercati azionari. E questo è un elemento nuovo. Facciamoci piacere questo dirigismo monetario, sostituto della politica economica, perchè potrebbe restare con noi a lungo, certamente fino a che i debiti pubblici non si ridurranno al punto da sbloccare la leva fiscale. Ma difficilmente vedrò quel momento e, se mai dovessi vederlo, so già che non mi piacerà, perché sarà figlio di qualcosa che nemmeno voglio nominare. In un Mondo Sincronizzato, con un basso livello di inflazione, per certo il ruolo dell azionario nei portafogli deve crescere e la riduzione di volatilità viene da una diversificazione ben fatta secondo criteri non statistici ma qualitativi. Occorre da parte di chi investe anche accettare soluzioni non banali e farsi piacere portafogli che accettano strumenti nuovi. L investitore deve imparare a scegliere i dettagli ma valutare l insieme. Non esiste alternativa. I Rischi concreti sul mercato sono che la Cina rallenti oltremisura. L economia cinese non ha gli antidoti naturali per digerire il suo rallentamento e non è pronta a passare, in tempi rapidi e compatibili con le dinamiche dei mercati finanziari, da economia di produzione a economia di consumo. Non spaventano tanto gli effetti diretti, quando quelli indotti da un minore import del mercato cinese e dal suo essere minore acquirente di materie prime e Treasury Bond. Minore paura sul fatto che la FED sbagli il timing dell aumento tassi, innescando una spirale recessiva globale. Sui rischi geopolitici mondiali, siamo troppo manovrati dai media per poter dare una valutazione ex ante. Perché non si sente più parlare di Ucraina? Chi prende in mano la risoluzione del problema rappresentato dall ISIS? L immigrazione è fenomeno che si autoestingue? Per le Opportunità si cita l inutilità della componente liquida del portafoglio, se pensata in termini strutturali e non tattica al servizio di trading e rotazioni. Occorre essere costruttivi e più aggressivi del passato. La volatilità delle posizioni è forte, non nego, a tratti assurdamente artificiosa e dolorosa, eppure occorre imparare a domarla (gli strumenti ci sono). Imparare a conoscere l azionario poco alla volta. 6

7 R&R Rimorsi e Rimpianti Ritengo 3 le opportunità sprecate: (1) aver costruito posizioni sulle ipotesi che il QE della BCE avrebbe protetto anche dalla volatilità di breve; (2) aver creduto troppo che la situazione greca potesse avvilupparsi nel brevissimo e (3) non aver investito in titoli obbligazionari americani a lunga duration. Petrolio & Materie Prime Non piangere sul petrolio versato! Certo che a guardare i dati della tabella seguente, nella loro dinamica fin qui nel 2015, c è da credere di essere in un mondo bloccato, in deflazione, in piena crisi. Ma non è proprio così. Occorre tenere conto che la finanziarizzazione dei prezzi delle materie prime è una realtà molto importante, più delle esigenze di transazione sui mercati reali fisici delle merci. Quando si apre un contratto future in vendita per consegna di quantitativo di materia Materie Prime 03/02/ /03/ /04/ /05/ /06/ /07/ /08/2015 YTD 2015 Petrolio WTI 52,4 50,65 49,67 59,15 60,97 57,02 47,12-10,08% Petrolio BRENT 57,81 60,21 56,7 66,46 65,72 62,29 52,21-9,69% Oro (Gold Spot) 1263, , , , , , ,8-13,27% Argento (Silver) 17,26 16,2 16,99 16,16 16,73 15,64 14,78-14,37% Rame (Copper) 257,7 266,05 274,55 292,96 273,55 264,05 236,35-8,28% Tabella 4. Prezzi di alcune materie prime. Fonte Bloomberg. prima con scadenza a fine trimestre, si influenza il prezzo spot ma non si ha alcuna intenzione di andare in consegna del fisico. Quindi la dinamica finanziaria, rapida e potente, può oscurare quella reale che vive di navi che si spostano e magazzini o serbatoi che movimentano montagne di materie prime. Questo è un fatto. Poi la dinamica domanda-offerta nel momento contingente è influenzata dalla minore voracità della Cina e dall affacciarsi di potenziali offerenti (penso al petrolio dell Iran, prossimo alla decadenza dell embargo), nonché dall aumento di efficienza dei processi produttivi. Il petrolio vive una fase difficile che deve trovare una rapida soluzione prima che energie alternative crescano al punto da far diventare il petrolio stesso un energia alternativa! Ricordiamoci per esempio che per la produzione di energia, il petrolio è una materia prima, l energia solare è una tecnologia: la compressione potenziale dei costi di produzione della seconda e inimmaginabile comunque dalla prima. L oro subisce un generalizzato aumento della propensione per il rischio (minore sua attrattività come bene di estremo rifugio) e la minore richiesta da parte dei Paesi Emergenti e della Cina. Ma perché non provare a prendere posizione su materie prime alimentari (le cd soft commodities)? Esse non entrano nei processi produttivi industriali ma sfruttano dinamiche demografiche più vicine alla spesa basica dei redditi medi e bassi. Debiti pubblici Arriverà il momento della loro ribalta, ma ora sono un tema tralasciato. Sono 2 le componenti che possono incidere su di loro: (1) inflazione e (2) interventi della politica con politiche fiscali strutturali. Si vede bene che entrambi non sono in cima alle agende di nessun summit internazionale 7

8 Assetto tattico di portafoglio PTF tipo 2Q2015 (agg ) Obbligazionario governativo Eurozona LD Obbligazionario governativo Eurozona MHD Obbligazionario corporate/hy in EUR MHD Obbligazionario governativo/sovranazionale/corporate/hy (anche Asia) in valute non-eur MHD Azionario Europa Azionario USA Azionario Giappone Azionario Asia in % 15,0% 25,0% 15,0% 15,0% 10,0% 15,0% 2,0% 3,0% Qualche intervento in termini di rilascio della componente difensiva per spingere su duration più consistenti e ritorno ad un peso relativo maggiore all azionario USA. Vediamo il dettaglio delle singole componenti, dandone le motivazioni di detenzione: Componente valutaria PTF 33,0% Obbligazionario governativo Eurozona Low Duration. Funzione di protezione e di recupero di redditività. Non è che serva troppo di protezione in caso di fasi di discese improvvise ma un minimo valore ce l ha ancora. Le scadenze medie devono rimanere di 1,5-2 anni. Una buona diversificazione sul segmento può essere l acquisto di soli BTP. Per il resto, da costituire con fondi attivi. Portafoglio tipo per il mese di Agosto-2015 Obbligazionario governativo Eurozona Media Alta Duration. Provare ad impostare una strategia offensiva per mediare posizioni prese in passato ed oggi caratterizzare da buon rendimento a scadenza. Con la copertura del QE si rischia solo della volatilità aggiuntiva, niente altro. Obbligazionario corporate/hy in EUR Media Alta Duration. Ha subito meno i contraccolpi della discesa del Bund di maggio e giugno. Investire in nomi primari e business consolidati, su scadenze sostenibili. Gli strumenti del risparmio gestito possono aiutare molto per aumentare il fattore diversificazione ed eliminare il problema dei minimi di investimento. Ma sui fondi, attenzione al loro contenuto. Obbligazionario governativo/sovranazionale/corporate/hy (anche Asia) in valute non-eur Media Alta Duration. Esistono forti rischi in questo segmento, che il fly-to-quality indotto dall aumento dei tassi USA possa deprimere le quotazioni nel breve. Per questo motivo detenere emissioni a breve termine che hanno rendimento a scadenza interessante e subiscono meno gli effetti liquidità e liquidabilità. Azionario Europa. Restano grandi aspettative e sovrappeso sul settore da parte di tutti i gestori. La Grecia non ha inciso troppo e rimangono le opportunità di un USD forte e materie prime deboli. Incognite dalla Cina. Azionario USA. Stagione di M&A, utili abbastanza soddisfacenti, grandi possibilità di selezione su tutti i settori e scelta nei settori stessi. Ritengo che i gestori vogliano tirare su il mercato per fare le performance (ed i loro bonus) annuali Azionario Giappone. Di certo diversificante per il portafoglio, mantiene un profilo interessante per le sue capacità di innovazione ed export. Di certo da avere anche la sua dinamica violenta a poco prevedibile non piace molto Azionario Asia. Ahi ahi ahi tutta la zona è in scacco-cina ma occorre affrontarla perché questa area è energia del mondo, semmai si affronta con progressione e tatticismi. 8

9 Come sempre, non mi resta che augurarvi Buona Fortuna (cum grano salis). Per qualsiasi domanda, sono qui. Luca LUCA GIOVANELLI Mail Mobile L esperienza è il nome che si da ai propri errori, ed è il tipo di insegnante più difficile: prima ti fa l'esame, poi ti spiega la lezione. (Oscar Wilde, l impareggiabile) Abbandona il bottino facile, e combatti per l'iniziativa. (Otake Hideo) Bisogna avere dentro di sé il caos per generare una stella che danzi. (F. Nietzsche) 9

Milano, 04/07/2015 BLACKBOARD. Red. Yellow. Green. Introduzione pag. 2. Tassi e inflazione Rialzi veri o presunti pag. 3

Milano, 04/07/2015 BLACKBOARD. Red. Yellow. Green. Introduzione pag. 2. Tassi e inflazione Rialzi veri o presunti pag. 3 Milano, 04/07/2015 BLACKBOARD Red. Yellow. Green. Introduzione pag. 2 Tassi e inflazione Rialzi veri o presunti pag. 3 Listini azionari e rotazioni Dinamica comparata Europa-USA pag. 4 FX Poco da segnalare

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago. Morning Call 24 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di Borsa di Shanghai: andamento I temi del giorno Proseguono le tensioni sui mercati: questa mattina Shanghai segna un -8,7% e il Nikkei segue con

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016

Morning Call 15 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Morning Call 15 APRILE 2015 Sotto i riflettori Irs a 5 anni: andamento I temi del giorno Le nuove stime del Fondo Monetario Internazionale, Pil Italia 2015 a +0,5%, +1,1% nel 2016 Pil della Cina nel primo

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi

Morning Call 9 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Morning Call 9 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Fed: dai verbali la conferma della prudenza della Banca centrale nel rialzo dei tassi Tassi: spread

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito

Morning Call 14 GENNAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Morning Call 14 GENNAIO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: cresce la produzione industriale in Italia, in forte calo l inflazione nel Regno Unito Tassi:

Dettagli

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed.

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed. Morning Call 2 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Dow Jones: andamento I temi del giorno Macro: nella manifattura in calo l Ism (Usa), stabile il Pmi (Area euro) Fmi: il rallentamento della Cina

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Morning Call 30 MARZO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Tassi: resta sui

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 10 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Grecia, rendimento del benchmark a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: in rialzo il saldo della bilancia commerciale tedesca a 19,1 mld di euro;

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Morning Call 18 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva a scadenza dei Treasury: oggi e al 30 settembre 2015 I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Mercati

Dettagli

Osservare il Giappone

Osservare il Giappone Osservare il Giappone Troppo scontato parlare di Renzi e della politica italiana. Cerco di guardare più avanti. Parliamo quindi di Giappone. Qualcosa nel Sol Levante non sta funzionando. L Abenomics al

Dettagli

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59

Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Morning Call 4 NOVEMBRE 2014 Sotto i riflettori Eur/Jpy: andamento I temi del giorno Macro: Ism manifatturiero in rialzo ad ottobre sopra le attese a 59 Tassi: Treasury a 10 anni in lieve rialzo al 2,35%;

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio.

Europa: oggi i prezzi al consumo tedeschi e francesi e le minute della Bce. Stati Uniti: oggi le vendite al dettaglio. Morning Call 13 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Market movers Cina: terza svalutazione per lo yuan, nuova parità

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Morning Call 18 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento I temi del giorno Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Il Fomc riduce di 25bp le proiezioni

Dettagli

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua

Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Morning Call 11 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Eur/Usd: andamento a 5 giorni I temi del giorno Macro: in Italia la produzione industriale a settembre in crescita dell 1,7% su base annua Tassi: le aspettative

Dettagli

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Morning Call 10 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Cambio Usd/Yuan: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Banche centrali:

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia

Morning Call 21 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Morning Call 21 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Indie FtseMib: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Grecia, ha effettuato il rimborso per 6,8mld a Fmi, Bce e Banca di Grecia Prosegue la tendenza

Dettagli

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%.

giugno 2016 sotto lo 0,30%, il dicembre 2016 a ridosso dello 0,40%. Morning Call 12 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Schatz tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Moody s abbassa le stime per il Pil italiano: -0,1% a/a nel 2014; più ottimista l Ocse Situazione

Dettagli

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 17 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 17 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Grecia, oggi il via libera dei Paesi Ue al prestito ponte da 7mld; nuovi fondi Ela per la banche greche

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi.

Europa: oggi i prezzi al consumo nel Regno Unito. Stati Uniti: oggi le nuove costruzioni abitative ed i permessi edilizi. Morning Call 18 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Questa mattina scende di oltre il 6,0% la Borsa di Shanghai su timori di ulteriori svalutazioni

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Morning Call 23 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato

Morning Call 23 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato Morning Call 23 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva spot a scadenza dei tassi Euribor I temi del giorno Macro: Pil Usa del terzo trimestre rivisto al +2,1% trimestrale annualizzato Scambi ridotti in

Dettagli

Milano, 05/01/2015 BLACKBOARD. Welcome 2015. Premessa pag. 2 Message in a bottle. Tassi e inflazione pag. 3 Nessuna vera novità, aspettiamo

Milano, 05/01/2015 BLACKBOARD. Welcome 2015. Premessa pag. 2 Message in a bottle. Tassi e inflazione pag. 3 Nessuna vera novità, aspettiamo Milano, 05/01/2015 BLACKBOARD Welcome 2015 Premessa pag. 2 Message in a bottle Tassi e inflazione pag. 3 Nessuna vera novità, aspettiamo Listini azionari e rotazioni pag. 4 Selezione ed attenzione al consenso.

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale in Germania e la riunione della Banca d Inghilterra. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale in Germania e la riunione della Banca d Inghilterra. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 9 APRILE 2015 Sotto i riflettori Tasso implicito del future Euribor 3 mesi dic 2019: andamento I temi del giorno Macro Area euro: vendite al dettaglio in rialzo del 3,0% su base annua; deludono

Dettagli

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 3 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Usa, tasso di disoccupazione: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro Usa: rallenta la crescita dei nuovi occupati, +223mila a giugno; il tasso

Dettagli

Europa: oggi i prezzi al consumo in Francia. Stati Uniti: oggi l indice principale e la fiducia commerciale elaborata dalla Fed di Philadelphia.

Europa: oggi i prezzi al consumo in Francia. Stati Uniti: oggi l indice principale e la fiducia commerciale elaborata dalla Fed di Philadelphia. Morning Call 19 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Rendimento Treasury a 10 anni: andamento I temi del giorno Grecia: domani l Eurogruppo per trovare un compromesso; la Bce amplia a 68,3 miliardi l Ela per

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia

Morning Call 20 OTTOBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Morning Call 20 OTTOBRE 2014 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi i dati degli ordinativi e del fatturato in Italia Tassi: spread in calo dai massimi, Btp/Bund

Dettagli

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Morning Call 18 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Nuovi minimi storici per

Dettagli

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro

Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la. nell Area euro Morning Call 12 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: oggi l inflazione in Germania e Francia e la produzione industriale nell Area euro Tassi: per

Dettagli

Morning Call 19 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta dal 2009

Morning Call 19 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta dal 2009 Morning Call 19 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Pil della Cina, a/a: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: in Cina Pil nel terzo trimestre +6,9% a/a, sotto il 7,0% per la prima volta

Dettagli

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. III Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati III Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5

Dettagli

Milano, 03/05/2015 BLACKBOARD. Rumore & Musica. Introduzione Occhi spalancati: cambiamento e selezione pag. 2

Milano, 03/05/2015 BLACKBOARD. Rumore & Musica. Introduzione Occhi spalancati: cambiamento e selezione pag. 2 Milano, 03/05/2015 BLACKBOARD Rumore & Musica Introduzione Occhi spalancati: cambiamento e selezione pag. 2 Tassi e inflazione Qualcosa si muove, ed anche in modo violento pag. 3 Listini azionari e rotazioni

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 14 GENNAIO 2016 Sotto i riflettori Indice S&P500: andamento I temi del giorno Macro Area euro: calo marcato per la produzione industriale dell Area, a dicembre -0,7% su base mensile Banche

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 9 giugno 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 9 giugno 2015 View Fideuram Investimenti Scenario macroeconomico Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 I dati diffusi nelle ultime settimane mostrano che

Dettagli

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari

Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Generare valore oggi con gli investimenti obbligazionari Alessandro Pozzi Responsabile Distribuzione Retail & Wholesale Eurizon Capital Scenario di riferimento Crescita Moderata Politiche monetarie Tassi

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti. Morning Call 22 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Ibex: andamento I temi del giorno Macro: oggi il dato finale del Pil Usa del terzo trimestre Il voto spagnolo e lo stallo politico pesano su azionario

Dettagli

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato

Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Morning Call 28 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bonos a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa rivisto al rialzo, nel secondo trimestre al 3,9% annualizzato Tassi: rendimenti

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 APRILE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: nell Area euro a marzo i prezzi al consumo a -0,1% a/a, oggi i Pmi dell attività manifatturiera

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Morning Call 30 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 30 OTTOBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 30 OTTOBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Treasury a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Pil Usa del terzo trimestre a +1,5% annualizzato; meglio delle

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Morning Call 31 MARZO 2015 Sotto i riflettori Fiducia delle imprese in Italia: andamento I temi del giorno Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Tassi: nuovi

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras Morning Call 22 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta

Dettagli

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo

I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo No. 5 - Settembre 2013 2 I punti di forza del mercato azionario europeo rispetto al resto del mondo Con il mercato obbligazionario

Dettagli

ANGELO DRUSIANI Golf Club Le Robinie 24 settembre 2015

ANGELO DRUSIANI Golf Club Le Robinie 24 settembre 2015 PROSPETTIVE ECONOMICHE: QUANDO LA SPECULAZIONE TENDE A FALSIFICARLE ANGELO DRUSIANI Golf Club Le Robinie 24 settembre 2015 MERCATI FINANZIARI: SPECCHIO DELL ECONOMIA? Sempre più automatismi guidano i movimenti

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 1 Gennaio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 1 Gennaio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Considerazioni riassuntive degli indicatori analizzati

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Aprile 2015 Quo vadis, FED? Ancora una volta un trimestre è stato fortemente influenzato dalle banche centrali.

Dettagli

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS

OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA. Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi 46 BASICS 46 BASICS INVESTORS supplemento Salone del Risparmio 2015 OBBLIGAZIONI: AI CONFINI DELLA REALTÀ FINANZIARIA Il 16% dei titoli di stato mondiali offre rendimenti negativi Il problema principale che abbiamo

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 5 maggio 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. maggio A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono unicamente

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori.

Europa: oggi l Ifo e la seconda stima sul Pil in Germania. Stati Uniti: oggi le vendite delle case nuove e la fiducia dei consumatori. Morning Call 25 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Quotazione del Brent: andamento dal 2008 I temi del giorno Lunedì nero per le borse; oggi Shanghai perde ancora oltre il 7,0% ma i listini europei tentano

Dettagli

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania

Morning Call 31 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Morning Call 31 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Rendimento Treasury 2 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: ad agosto prezzi al consumo stabili al +0,1% a/a in Germania Fed: il vicepresidente

Dettagli

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed

Dettagli

Osservatori metà giugno 2013

Osservatori metà giugno 2013 Osservatori metà giugno 2013 Mercati azionari I mercati azionari hanno iniziato a correggere dal 22 maggio e prodotto nel mese rendimenti divergenti: il mercato americano poco mosso, quello europeo negativo,

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo.

Questo ciclo è esemplificativo di quelli degli altri future su indici azionari che seguo. Prima di parlare dei problemi dell Euro, facciamo prima un breve aggiornamento ciclico. Vediamo il Ciclo settimanale per l Eurostoxx future iniziato il 12 luglio intorno alle ore 16:30 (dati a 15 minuti

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto

Fonditalia Core MERCATO CARATTERISTICHE. Azionario. Obbligazionario. Valute. Strategia del prodotto 29 Settembre 2015 Fonditalia Core MERCATO Azionario Da metà aprile gli indici azionari hanno corretto al ribasso dopo il rialzo di inizio anno (prima a causa dell acuirsi della crisi greca, poi per via

Dettagli

Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90

Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90 22 maggio 2014 Mercati emergenti: molto più solidi rispetto agli anni 90 Un modello economico basato su bassi costi, massicci afflussi di capitali ma anche politiche monetarie molto espansive messe in

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati

MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati mossi da diversi fattori macroeconomici, ormai noti alla

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011 05/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Maggio 2014 2011 Maggio 2014 Analisi di scenario Mercati 22/05/2014 2 Analisi di scenario Il nuovo Conundrum Tra le principali sorprese del

Dettagli

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente

Gardoni Finanza Consulenza finanziaria indipendente Cosa ci dobbiamo aspettare dai mercati obbligazionari nel 2015? Intervista a Paul Read (Co-Head di Invesco Fixed Interest Henley Gestore di Invesco Euro Corporate Bond, Invesco Pan European High Income

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 6 giugno 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento intraday ieri e oggi I temi del giorno La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Tassi:

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

ILR con. Posizione. attuale.

ILR con. Posizione. attuale. ILR con il gestore G. Spinola del 16/04/15 Trend vs. Msci World Dal lancio ( 15/02/93 ) al 16/04/15. Posizione attuale. 63% %* in Azioni (profilo di rischio teoricoo del portafoglio mediamente in lineaa

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 10 marzo 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Nel corso delle ultime settimane abbiamo rivisto al

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Market Focus Outlook 2015 Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Indice Outlook 2015 05 Scenario 10 Asset Allocation 13 Azioni 19 Obbligazioni 25 Materie Prime 27 Real Estate e Alternativi 28

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005

Morning Call 6 AGOSTO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Morning Call 6 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Ism non manifatturiero: andamento I temi del giorno Macro: negli Usa l Ism dei servizi sopra i 60 punti ai massimi dal 2005 Rendimenti in rialzo, Bund a 10

Dettagli