PIANO ANNUALE 2014 SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIA DI LECCO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO ANNUALE 2014 SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIA DI LECCO"

Transcript

1 PIANO ANNUALE 2014 SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIA DI LECCO PREMESSA La programmazione dei servizi e delle attività del Sistema Bibliotecario Provincia di Lecco nell anno 2014 è strutturata in continuità con quanto realizzato nel La Provincia di Lecco svolge la funzione di Ente capofila del Sistema Provinciale al quale aderiscono 69 Comuni del territorio: il Comune di Lecco ha formalizzato l adesione al Sistema con deliberazione del Consiglio Comunale n. 6 del 27/01/2014. Il presente Piano è redatto tenendo conto dell assetto istituzionale attuale e sarà lo strumento di lavoro e di gestione per l anno 2014, a garanzia del servizio bibliotecario reso al territorio per la diffusione della cultura e dell informazione a tutti i cittadini. La questione del futuro del Sistema Bibliotecario, legato anche al cambiamento istituzionale prospettato, deve essere affrontata responsabilmente da tutti gli Enti che lo compongono in un tavolo di lavoro che prenda in considerazione le diverse ipotesi e permetta di condividere una strategia comune a garanzia del mantenimento del servizio. Si ribadisce che il Sistema Bibliotecario è lo strumento mediante il quale si attuano la cooperazione e l integrazione tra le biblioteche della rete provinciale, fatta salva l autonomia di ciascuna, per offrire ai cittadini dei Comuni aderenti un servizio organico e qualificato, anche nell ottica della razionalizzazione della spesa e dell effettuazione di notevoli economie di scala. Il Sistema accoglie e si fa promotore di collaborazioni con strutture e servizi socio-culturali del territorio, con particolare riguardo alla scuola per le attività di promozione della lettura. Per perseguire le finalità condivise del Sistema è necessario che ogni singolo Comune aderente favorisca lo sviluppo della propria biblioteca/punto di prestito con particolare attenzione alla presenza di personale qualificato e retribuito e all incremento annuo del patrimonio librario e multimediale, nell ottica condivisa di interscambio reciproco di competenze, professionalità e risorse. I Comuni aderenti si impegnano a prendere parte attivamente alle attività del Sistema attraverso la partecipazione dei bibliotecari e degli operatori al Comitato Tecnico dei Bibliotecari e ai gruppi di lavoro, e la partecipazione degli Assessori all Assemblea degli Amministratori e ai tavoli territoriali politici.

2 Il Comitato Tecnico dei Bibliotecari conferma che la struttura del Sistema ha bisogno di essere rafforzata con una risorsa professionale qualificata in ambito biblioteconomico per consentire la realizzazione di tutti gli obiettivi previsti nel presente Piano. METODOLOGIA DI LAVORO La modalità di lavoro ormai consolidata prevede la stretta collaborazione fra il Coordinatore e i Gruppi di Lavoro operanti su specifiche tematiche relative all organizzazione bibliotecaria (promozione della lettura, acquisto coordinato, prestito interbibliotecario) e sono composti dal personale tecnico delle biblioteche. La metodologia di lavoro dei gruppi deve consentire al Coordinatore di garantire un efficiente ed efficace condivisione con il Comitato Tecnico dei Bibliotecari e una puntuale informazione all Assemblea degli Amministratori circa le attività del Sistema. Al fine di facilitare l attività interna ai gruppi di lavoro e un adeguato raccordo con il Coordinatore, per ogni gruppo è individuato un referente con compiti di organizzazione e di connessione con i componenti del proprio gruppo di riferimento e di collaborazione tecnica e raccordo con il Coordinatore. I referenti sono individuati fra i bibliotecari coerentemente con quanto stabilito dalla Convenzione circa la partecipazione attiva dei Comuni al raggiungimento degli obiettivi del Sistema e l attività si svolgerà durante l orario di lavoro. Il Coordinatore garantisce la sintesi del lavoro dei gruppi ed è comunque responsabile del raggiungimento degli obiettivi. Il lavoro dei gruppi risulta fondamentale per consentire il raggiungimento degli obiettivi, proprio perché i bibliotecari, nella loro attività quotidiana, possono testarne gli effetti e i punti di forza e di debolezza. Il confronto e la metodologia di lavoro possono altresì risultare utili momenti formativi di condivisione di esperienze e di buone pratiche. In allegato la composizione dei gruppi di lavoro con l indicazione dei referenti. OBIETTIVI ED INTERVENTI Anche per il 2014 prioritariamente dovranno essere garantiti e messi in sicurezza i servizi centralizzati, essenziali e imprescindibili per il funzionamento quotidiano delle biblioteche: Prestito interbibliotecario Catalogazione centralizzata Programma informatico di gestione Q-Series Inoltre il Sistema gestisce a livello centralizzato le attività di promozione alla lettura e dei servizi bibliotecari e l acquisto coordinato. 2

3 1. SERVIZI CENTRALIZZATI Nel corso del 2014 si darà corso alla proroga degli appalti in scadenza per i servizi di prestito interbibliotecario e catalogazione e al rinnovo annuale del contratto con la società Mediatech per l assistenza al software di gestione delle biblioteche Q-Series. 1.1 Prestito interbibliotecario Il servizio garantisce la circolazione del materiale librario e multimediale e lo scambio di documenti tra le biblioteche e consente in tal modo agli utenti di una biblioteca di ottenere in prestito anche documenti posseduti da altre biblioteche; assicura inoltre la consegna in tempi rapidi alle biblioteche dei documenti trattati dal Centro di Catalogazione provinciale. Il servizio è stato affidato alla Ditta Boomerang di Sondrio per il periodo 1 dicembre maggio 2014 (costo complessivo ,27 per 30 mesi) e prevede: trasporto di libri, videocassette, cd, dvd e di ogni altra tipologia di documenti presenti in biblioteca, accompagnati da specifici moduli cartacei da e per le biblioteche del Sistema in raccordo con i responsabili preposti in ciascuna biblioteca e con il Coordinatore del Sistema, da e per la Biblioteca Civica di Lecco, per l Ufficio del Sistema e per il Centro di Catalogazione; smistamento di libri, videocassette, cd, dvd e di ogni altra tipologia di documenti movimentati, da effettuarsi negli spazi del Centro di Smistamento del Sistema; trasporto di materiale di servizio (moduli di iscrizione, ecc.) e promozionale di iniziative culturali patrocinate o sostenute dagli Enti aderenti al Sistema (manifesti, depliant, locandine, ecc.) destinato alle biblioteche del Sistema, alla Biblioteca Civica di Lecco, all Ufficio del Sistema e al Centro di Catalogazione Provinciale. Il numero dei passaggi settimanali nelle biblioteche è confermato a seguito della nuova organizzazione attuata nel Resta inteso che eventuali modifiche organizzative o di apertura delle biblioteche/punti di prestito, comporteranno la ridefinizione dei passaggi. Previsione di spesa: ,00 (al netto dell economia di spesa 2013 pari a 5.000,00) 1.2 Catalogazione centralizzata Il servizio garantisce la catalogazione del nuovo patrimonio librario e multimediale acquistato dalle biblioteche attraverso l immissione delle informazioni bibliografiche in una banca dati centralizzata, consultabile da tutte le biblioteche della provincia in modalità on-line. Il servizio è stato affidato alla Coop. L Indice di Robbiate per il periodo settembre 2011 agosto 2014 (costo complessivo ,00) e prevede, nel triennio, la catalogazione informatizzata di almeno libri e di almeno n DVD e altro materiale multimediale delle biblioteche aderenti al Sistema Bibliotecario Provinciale, oltre che la cancellazione dalla banca dati di almeno BID (codice identificativo della notizia bibliografica). Per adeguare il Catalogo unico provinciale agli standard nazionali ed internazionali e per garantire in futuro una collaborazione più efficace con altri Centri di catalogazione regionali e nazionali (ad es. BrianzaBiblioteche), il Centro di Catalogazione provinciale predisporrà uno studio di fattibilità per il passaggio dalla Classificazione Decimale Dewey edizione 11 ridotta, attualmente in uso presso il Sistema Bibliotecario Provinciale, alla edizione 14 ridotta. L attività del Centro di Catalogazione sarà monitorata con resoconti semestrali (giugno e dicembre) relativi all attività svolta. Previsione di spesa: ,00 3

4 1.3 Programma informatico Q-Series Si conferma la cooperazione con BRIANZABIBLIOTECHE, che, a partire dalla comune scelta dello stesso applicativo di gestione dei servizi bibliotecari, consolida un modello organizzativo che consente di condividere competenze e ottimizzare costi (gestione della Linea Dati, assistenza Server Farm, servizi di housing Server Farm, copertine e abstract per l OPAC). Per quanto concerne il servizio di assistenza alle biblioteche e al Centro di Catalogazione, si conferma il contratto con la Ditta Mediatech group s.r.l. di Milano che prevede: a. assistenza applicativa e sistemica lato server b. assistenza agli utenti in caso di impedimenti nella gestione delle procedure c. assistenza agli utenti per la realizzazione di miglioramenti del software d. servizio di reportistica ed elaborazione statistica periodica e. assunzione di responsabilità legale ai sensi della normativa vigente sulla tutela dei dati personali degli iscritti al Sistema f. servizio di formazione continua g. servizio di consulenza h. servizio di help desk Inoltre nel 2014, si darà corso: all inserimento della Biblioteca Comunale di Mandello del Lario nel catalogo centrale collettivo e nella rete telematica territoriale del Sistema Bibliotecario Provincia di Lecco all attivazione della piattaforma per l invio automatico tramite mail dei solleciti agli utenti della biblioteche. Previsione di spesa: ,00 di cui: ,00 contratto annuale Mediatech (al netto dei residui 2013 pari a 5.000,00) ,00 (fondi a BrianzaBiblioteche per cooperazione e consolidamento della rete bibliotecaria che prevede Linea Dati, Assistenza Server Farm, Servizi di Housing, Cover e Abstract per OPAC e quota parte per attività amministrative). 2. ACQUISTO COORDINATO Il servizio sistemico è essenziale per garantire varietà informativa al patrimonio documentario complessivo ed equilibrio nell acquisto delle novità editoriali. Ruolo primario in queste azioni è richiesto al gruppo di lavoro acquisti, sotto la responsabilità del Coordinatore del Sistema, per definire gli ambiti di intervento relativi alla promozione delle specializzazione delle singole biblioteche e alla copertura delle lacune documentarie. Il Sistema realizzerà almeno 5 mostre librarie nel corso dell anno (acquisto centralizzato di libri) per garantire il rinnovamento qualitativo, la revisione e l incremento del patrimonio documentario, con l obiettivo dello svecchiamento delle raccolte e dell integrazione delle dotazioni carenti a livello sistemico. I volumi, acquistati dal Sistema, vengono visionati e poi scelti dai bibliotecari durante la mostra e assegnati sulla base del n. di passaggi settimanali del prestito interbibliotecario, per garantire la massima circolazione dei volumi acquistati con i fondi del Sistema. Le biblioteche/punti di prestito che momentaneamente e per ragioni contingenti sospendono il prestito interbibliotecario non riceveranno i suddetti volumi. Il Sistema provvederà anche all acquisto di volumi e materiale di storia locale per contribuire, attraverso le biblioteche, alla valorizzazione e alla conoscenza del territorio e delle realtà che in esso operano. 4

5 Previsione di spesa: ,00 (al netto dei residui 2013 pari a 4.000,00) 3. PROMOZIONE DELLA LETTURA Si confermano anche per l anno 2014 le attività di promozione del libro e della lettura per i bambini e i ragazzi della fascia d età 6-14 anni, in sinergia con le scuole primaria e secondaria di primo grado del territorio provinciale progetto rivolto al mondo della scuola primaria che comprende la redazione, stampa e distribuzione a tutti gli alunni di una bibliografia contenente titoli di libri suddivisi per fasce d età. Il gruppo di lavoro opererà con il Coordinatore per predisporre un elenco di titoli che verranno raccolti in un libretto e proposti come letture estive ai bambini, in strettissimo raccordo con le biblioteche e con le scuole del territorio. Il Sistema procederà inoltre all acquisto dei volumi per le biblioteche progetto rivolto al mondo della scuola secondaria di primo grado che comprende la redazione, stampa e distribuzione a tutti gli alunni di una bibliografia contenente titoli di libri. Il gruppo di lavoro opererà con il Coordinatore per predisporre un elenco di titoli che verranno raccolti in un libretto e proposti come letture estive ai ragazzi, in strettissimo raccordo con le biblioteche e con le scuole del territorio. Il Sistema procederà inoltre all acquisto dei volumi per le biblioteche. Previsione di spesa: ,00 a) acquisto volumi ,00 (al netto dei residui 2013 pari a 8.000,00) b) progetto grafico libretti 1.000,00 c) stampa libretti 6.500, Nati per Leggere Il Sistema Bibliotecario ha aderito a Nati Per Leggere, progetto nazionale di promozione della lettura ad alta voce ai bambini di età compresa fra i 6 mesi e i 6 anni. Le biblioteche e i bibliotecari consigliano i genitori nella scelta di un repertorio di letture adatte e forniscono un servizio di prestito gratuito e di lettura in biblioteca. I pediatri di famiglia e delle ASL sensibilizzano i genitori sull utilità della lettura ai bambini a seconda delle diverse fasce di età. I lettori volontari e gli educatori stimolano i bambini e i genitori ad apprezzare l attività della lettura e a riproporla in un contesto familiare. Nel corso del 2014 si darà corso alla diffusione capillare del progetto sul territorio, con il coinvolgimento degli operatori nei diversi ambiti e con l effettuazione di incontri seminariali di approfondimento del tema. Ruolo particolare rivestiranno le biblioteche, che saranno il fulcro delle attività, in raccordo con gli asili nido, le scuole dell infanzia e gli operatori socio-sanitari coinvolti nel progetto. E previsto l acquisto di materiale promozionale in aggiunta a quello già distribuito. Il Sistema Bibliotecario intende sostenere altri progetti di promozione della lettura proposti da Comuni singoli o associati (es. Libri in Scena) a seguito della condivisione e dell approvazione dell Assemblea. 4. PERSONALE Si mantiene la dotazione organica di personale dipendente della Provincia secondo quanto previsto dall art. 4, comma D della Convenzione: nello specifico Il Coordinatore del Sistema (36 ore settimanali) e l istruttore amministrativo (30 ore settimanali). 5

6 Si confermano l assegnazione della prestazione di servizio per lo svolgimento di funzioni di supporto al Sistema per ciò che concerne il programma di gestione Q-SERIES e l incarico DoteComune per 6 mesi a partire da marzo Servizio Civile Nazionale: è stato approvato e finanziato dalla Regione Lombardia il progetto Biblioteca formato famiglia, ideato per identificare la biblioteca come luogo strutturato per i servizi alle famiglie attraverso la promozione della lettura e il sostegno alla attività scolastiche di bambini e ragazzi. Nel 2014 la Regione Lombardia promulgherà il bando che, a seguito dell istruttoria di selezione, porterà al Sistema Bibliotecario un volontario con funzioni di supporto all attività amministrativa ordinaria, alla gestione delle attività di informazione e comunicazione, all implementazione del sito internet e alla promozione delle bibliografie per i bambini e i ragazzi. Previsione di spesa: ,00 a) ,00 Coordinatore + istruttore amministrativo b) 2.000,00 - prestazioni di servizio per programma Q-Series (al netto dei residui 2013 pari a 2.000,00) c) 2.000,00 - continuazione incarico DoteComune. 5. PROMOZIONE DEI SERVIZI BIBLIOTECARI Le attività di promozione dei servizi bibliotecari si concretizzeranno nel 2014 con la realizzazione della nuova brochure informativa e del nuovo sito web del Sistema, strumenti fondamentali sia per informare correttamente e puntualmente coloro che sono già utenti delle biblioteche, sia per catturare nuovo pubblico attraverso la presentazione dell offerta informativa delle biblioteche. Previsione di spesa: 4.000,00 a) 3.000,00 stampa brochure b) 1.000,00 dominio e assistenza sito (realizzazione sito e progetto grafico brochure finanziate con residui 2013 pari a 5.612,00) Inoltre è prevista la partecipazione del Sistema Bibliotecario all iniziativa Leggermente, giornata nazionale di promozione della lettura, in programma dal 24 marzo al 13 aprile: il Sistema svilupperà un azione di coordinamento degli eventi delle biblioteche e di raccordo con gli organizzatori della iniziative per dare la massima visibilità e diffusione alle stesse. 6. PROGETTO GENERAZIONE 2.0 Nel corso del 2014 si concluderanno le azioni del progetto Generazione 2.0, rivolto alla fascia dai 13 ai 17 anni, sia del Sistema Bibliotecario sia dei Comuni partner (acquisto e book reader e e book), in particolare si darà corso ai seguenti interventi: Allena-Menti incontri con personaggi del mondo dello sport che raccontano i libri della loro vita e il loro rapporto con la lettura presso le biblioteche e i luoghi di aggregazione degli adolescenti Book trailer realizzazione di video per pubblicizzare e promuovere i libri della nuova bibliografia Bibliografia realizzazione, stampa e distribuzione di una nuova bibliografia Acquisto dei volumi della bibliografia da distribuire a tutte le biblioteche per la fruizione e il prestito. Previsione di spesa: ,00 (finanziamento gestione residui fondi Cariplo e fondi regionali su bando) 6

7 7. MEDIALIBRARYONLINE MLOL ( è il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali. MLOL è la piattaforma italiana per il prestito digitale (digital lending) nelle biblioteche italiane. MLOL è: un sistema per distribuire via internet, in modalità remota, ogni tipologia di oggetto digitale (audio, video, testi, banche dati a pagamento, testi storici in formato immagine, archivi iconografici, audiolibri, libri digitalizzati, e-learning, live-casting in tempo reale, etc.); un portale di Digital Asset Management per gestire tutti i problemi di licensing e copyright nei servizi di prestito digitale ; un network nazionale di biblioteche, sistemi bibliotecari e altri enti che collaborano e condividono i costi per la gestione di risorse digitali: oggi il network è formalizzato da una convenzione nazionale con un sistema capofila nominato dagli altri enti aderenti (il capofila è oggi il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord-Ovest di Milano, CSBNO). Attraverso MLOL l utente può (da casa o in biblioteca) o consultare banche dati ed enciclopedie o leggere le versioni edicola dei quotidiani o di altri periodici o ascoltare e scaricare audio musicali o visionare video in streaming o ascoltare e scaricare audiolibri o assistere in live-casting ad eventi organizzati dalle biblioteche o rivederne le registrazioni o consultare manoscritti e testi antichi in formato immagine o leggere libri digitalizzati attraverso tipologie diverse di e-book reader Nel 2014 sarà sottoscritta la nuova Convenzione fra gli Enti aderenti al network MLOL con la ridefinizione delle quote di adesione annuale alla piattaforma. Il Sistema aderirà a MLOL e procederà all acquisto dei contenuti (edicola+musica, Corriere della sera, Gazzetta dello sport, Repubblica, alfabeta2), oltre che all allocazione di risorse nello shop (e book, quotidiani). Previsione di spesa: ,00 (al netto dei residui 2013 pari a 5.000,00) VOLONTARI Relativamente alla presenza dei volontari nelle biblioteche/punti di prestito del Sistema, si conferma quanto approvato dal precedente Piano annuale. Viene riconosciuta l attività di supporto al lavoro del bibliotecario da parte dei volontari, oltre che degli operatori del Servizio Civile Nazionale. Il volontario può svolgere azioni di supporto all accoglienza ed al front office che riguardano la sorveglianza, la vigilanza, nonché la ricollocazione ed il riordino del materiale stesso, il supporto ad attività di promozione della lettura e promozionali per la conoscenza e la valorizzazione della biblioteca e del Sistema. Il Coordinatore, di concerto con il bibliotecario, valuterà l opportunità di assegnare al volontario la password di accesso alla banca dati del Sistema, previa verifica della continuità del servizio in biblioteca e dell acquisizione della competenza necessaria nell uso del software e, di conseguenza, nell esecuzione corretta delle procedure. Per l assegnazione della password di accesso alla Banca Dati, nelle biblioteche del Sistema, il volontario deve garantire una presenza settimanale di almeno 3 ore, in attività di supporto a personale regolarmente assunto. Il legale rappresentante del Comune, sotto la propria responsabilità, ai sensi del D. Lgs. 196/2003, designa il depositario della password di accesso all ambiente Q-Series (programma di gestione della biblioteca), 7

8 Le operazioni sulla Banca Dati del Sistema da parte del volontario saranno periodicamente monitorate a cura del Coordinatore. Bilancio di Previsione 2014 ENTRATE Quote adesione Comuni (0,70 cent per abitante) ,00 Contributi Regione Lombardia (contributi fiscalizzati) * ,00 Fondi Provincia di Lecco settore Cultura ,00 Fondi Provincia di Lecco spese generali e di gestione ,00 Totale ,00 * fondi vincolati all effettiva entrata da parte di Regione Lombardia USCITE Prestito interbibliotecario , Catalogazione centralizzata , Programma informatico Q-Series , Acquisto coordinato , Promozione della lettura , Personale , Promozione dei servizi bibliotecari 4.000, MediaLibraryOnLine ,00 Spese generali e di gestione ,00 Attività e servizi del Sistema 9.411,00 Totale , Progetto Generazione ,00 (finanziamento gestione residui fondi Cariplo e fondi regionali su bando) 8

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 12/06/2013 n. 38

DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 12/06/2013 n. 38 DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE del 12/06/2013 n. 38 Dipartimento II Governance Progetti e Finanza Settore IV Cultura Turismo e Sociale Area Cultura e Turismo Oggetto: L.R. 04/10 Progetto a regia provinciale

Dettagli

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI

PIANO ATTUATIVO PROVINCIALE RIPARTO DEI CONTRIBUTI REGIONALI AI SISTEMI BIBLIOTECARI LOCALI PROVINCIA DI VARESE ATTIVITA CULTURALI, TURISTICHE E PROMOZIONALI, SPORTIVE Biblioteche e audiovisivi LEGGE REGIONALE N 81/85 NORME IN MATERIA DI BIBLIOTECHE E DI ARCHIVI STORICI DI ENTI LOCALI E DI INTERESSE

Dettagli

MediaLibraryOnLine. La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (marzo 2011)

MediaLibraryOnLine. La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (marzo 2011) La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (marzo 2011) MLOL (http://www.medialibrary.it) è il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001

REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA CIVICA DI THIENE Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 408 del 27.09.2001 PRESENTAZIONE TITOLO PRIMO: Finalità del servizio TITOLO SECONDO: Direzione, personale e

Dettagli

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO

SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO SISTEMA BIBLIOSAN REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO Premessa Il Sistema Bibliosan promosso dal Ministero della Salute si avvale della rete delle biblioteche degli Enti di ricerca biomedici italiani. A Bibliosan

Dettagli

MediaLibraryOnLine. MediaLibraryOnLine La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2013)

MediaLibraryOnLine. MediaLibraryOnLine La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2013) MediaLibraryOnLine La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2013) 1 Che cos è MediaLibraryOnLine MLOL (http://www.medialibrary.it) è il primo network italiano di biblioteche

Dettagli

MediaLibraryOnLine. MediaLibraryOnLine La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2012)

MediaLibraryOnLine. MediaLibraryOnLine La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2012) La piattaforma di prestito digitale per le biblioteche italiane (febbraio 2012) 1 MLOL (http://www.medialibrary.it) è il primo network italiano di biblioteche pubbliche per la gestione di contenuti digitali.

Dettagli

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504

Allegato C Scheda progetto ENTE. Denominazione ANCI Lombardia. Città MILANO. Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121. Codice di accreditamento NZ00504 Allegato C Scheda progetto ENTE Denominazione ANCI Lombardia Città MILANO Via PIAZZA DUOMO N. 21 CAP 20121 Codice di accreditamento NZ00504 Iscrizione all albo regionale ALBO REGIONALE REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE COMUNE DI RANZANICO PROVINCIA DI BERGAMO SEDE: PIAZZA DEI CADUTI, 1 - C.A.P. 24060 - CODICE FISCALE E PARTITA I.V.A. 00579520164 TEL. (035) 829022 - FAX (035) 829268 - E-MAIL: info@comune.ranzanico.bg.it

Dettagli

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE

Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE FORUMPA SANITA' 2001 Ulss n.6 Vicenza Dipartimento/progetto dei Servizi per il Territorio VERSO UN DISTRETTO FORTE Parte 1: Anagrafica Titolo del Progetto: VERSO UN DISTRETTO FORTE Amministrazione proponente:

Dettagli

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri

L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri L adesione al progetto CEI-Bib: obiettivi, strumenti e prime esperienze di Francesca Maria D Agnelli e Giovanni Silvestri Il contributo presentato in occasione del Convegno dedicato al Progetto per le

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 929 Data: 11-12-2013. N. 929-2013 Reg. SETTORE : EDUCAZIONE, CULTURA E SPORT SERVIZIO : BIBLIOTECA

Comune di Lecco. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 929 Data: 11-12-2013. N. 929-2013 Reg. SETTORE : EDUCAZIONE, CULTURA E SPORT SERVIZIO : BIBLIOTECA Comune di Lecco Piazza Diaz, 1-23900 Lecco (LC) - Tel. 0341/ 481111 - Fax 286874 - C.F. 00623530136 N. 929-2013 Reg. DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Numero 929 Data: 11-12-2013 SETTORE : EDUCAZIONE, CULTURA

Dettagli

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA

REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA REGOLAMENTO DI BIBLIOTECA Emanato con D.R. n. 437 del 07/11/2012. Art.1 (La Biblioteca) 1. La Biblioteca è un sistema coordinato di Servizi, istituzionalmente preposto a garantire supporto alla ricerca,

Dettagli

PROVINCIA DI LECCE ASSESSORATO ALLA CULTURA SERVIZIO BIBLIOTECHE

PROVINCIA DI LECCE ASSESSORATO ALLA CULTURA SERVIZIO BIBLIOTECHE PROVINCIA DI LECCE ASSESSORATO ALLA CULTURA SERVIZIO BIBLIOTECHE PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DEL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI LECCE Bozza del PREMESSA Premesso che: - la Provincia di Lecce

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità

REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI. Art. 1 Finalità REGOLAMENTO PER LA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO I FINALITA E COMPITI Art. 1 Finalità La biblioteca del Comune di Monte Porzio Catone è istituita come servizio informativo e culturale di base da rendere alla

Dettagli

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi

SETTORE TURISMO, CULTURA, POLITICHE SOCIALI E GIOVANILI. Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi Servizio Centro Rete e Biblioteca per ragazzi D. Lgs. 33/2013 Art. 32 - costi dei servizi di Reference prestito promozione della lettura Biblioteca per Ragazzi reference, iscrizione, consultazione e prestito

Dettagli

PROVINCIA DI FOGGIA. N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì,

PROVINCIA DI FOGGIA. N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì, PROVINCIA DI FOGGIA N. del Reg. Contratti Interno Foggia lì, SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA PARTECIPAZIONE DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA DELL ISTITUTO AL SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE DI FOGGIA PREMESSO

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi

Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi Testi regolamentari dell istituzione G. Minguzzi REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECARIO INTEGRATO DELLE BIBLIOTECHE C. GENTILI DELL ISTITUTO DI PSICHIATRIA, P. OTTONELLO DELL UNIVERSITÀ DI BOLOGNA E G.

Dettagli

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015

POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna. Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 POR FESR 2014-2020 Regione Emilia-Romagna Decisione C(2015) 928 del 13 febbraio 2015 Piano di comunicazione 2015 Indice Premessa 3 Azioni di comunicazione 3 Azione propedeutica: definizione dell immagine

Dettagli

Progetto Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento

Progetto Biblioteche Ecclesiastiche. Lo strumento Progetto Biblioteche Ecclesiastiche Lo strumento CEI-Bib È un applicativo pensato per gestire sia le pratiche di catalogazione in colloquio diretto con l Indice2 di SBN, che l erogazione di servizi, come

Dettagli

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COPROGETTAZIONE DELLE ATTIVITA VOLTE ALLA PROMOZIONE DELL AFFIDO E SOSTEGNO AL SERVIZIO DEL CENTRO AFFIDI.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COPROGETTAZIONE DELLE ATTIVITA VOLTE ALLA PROMOZIONE DELL AFFIDO E SOSTEGNO AL SERVIZIO DEL CENTRO AFFIDI. MANIFESTAZIONE DI INTERESSE COPROGETTAZIONE DELLE ATTIVITA VOLTE ALLA PROMOZIONE DELL AFFIDO E SOSTEGNO AL SERVIZIO DEL CENTRO AFFIDI. CODICE CIG 7147914D3 1. PREMESSA Si intende realizzare le azioni necessarie

Dettagli

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO

CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO CITTÀ DI MORBEGNO PROVINCIA DI SONDRIO N 155 N 14052 di prot. DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto : APPROVAZIONE PROTOCOLLO D INTESA CON LA PROVINCIA DI SONDRIO RELATIVO ALLA GESTIONE COORDINATA

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA CITTADINA DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME STATALI E PARITARIE DELL INFANZIA E DEL PRIMO CICLO DI ISTRUZIONE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Finalità 1.1 Il

Dettagli

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti

REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE. Monchio delle Corti REGOLAMENTO BIBLIOTECA COMUNALE di Monchio delle Corti Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 48 del 13.10.2001 ART. 1 FINALITA Il Comune di Monchio delle Corti istituisce la Biblioteca Comunale

Dettagli

GUIDA RAPIDA all'uso

GUIDA RAPIDA all'uso GUIDA RAPIDA all'uso versione del 07.11.2010 Indice: 1. CHE COS'E' MediaLibraryOnLine? 2. GUIDA ALL'USO 2.1 Come si accede a MediaLibraryOnLine 2.2 Come navigare 2.3 Il check "Media consultabili da questa

Dettagli

Approvato con Deliberazione di G.P. n. 293 del 29/11/2005. Visto:

Approvato con Deliberazione di G.P. n. 293 del 29/11/2005. Visto: PROTOCOLLO DI INTESA TRA LA PROVINCIA DI RIMINI, L AZIENDA USL, DELEGATA ALLA GESTIONE DELLE FUNZIONI IN MATERIA DI MINORI, E GLI ENTI AUTORIZZATI PER L ATTIVITA RELATIVA ALL ADOZIONE INTERNAZIONALE Approvato

Dettagli

COMUNE DI MALÉ Provincia di Trento

COMUNE DI MALÉ Provincia di Trento COMUNE DI MALÉ Provincia di Trento COPIA Verbale di Deliberazione nr. 189 della Giunta Comunale Oggetto: ADESIONE AL PROGETTO PROVINCIALE MEDIALIBRARYONLINE (MLOL) - NOVEMBRE 2015/OTTOBRE 2016. CODICE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

Biblioteca di Segrate Guida ai Servizi

Biblioteca di Segrate Guida ai Servizi Dal 1 marzo la tua biblioteca cambia Biblioteca di Segrate Guida ai Servizi Novità! Dal 1 marzo la Biblioteca di Segrate è entrata a far parte di CUBI (Culture Biblioteche in rete), l unione del Sistema

Dettagli

E-BOOK READER Un nuovo servizio a Quercegrossa:

E-BOOK READER Un nuovo servizio a Quercegrossa: MEDIALIBRARYONLINE E PRESTITO DI E-BOOK READER Un nuovo servizio a Quercegrossa: il prestito digitale I contenuti di questo documento sono stati estratti dalla presentazione, effettuata in Quercegrossa

Dettagli

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE

SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE SISTEMA BIBLIOTECARIO PROVINCIALE NORME DI FUNZIONAMENTO DELLA RETE BIBLIOTECARIA INDICE Art. 1 - Oggetto e definizioni pag. 3 Art. 2 - Iscrizione al servizio prestito pag. 3 Art. 3 - Modalità di iscrizione

Dettagli

FINALITA DELLO STRUMENTO DI RILEVAZIONE REGIONALE INDAGINE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE BIBLIOTECHE

FINALITA DELLO STRUMENTO DI RILEVAZIONE REGIONALE INDAGINE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE BIBLIOTECHE FINALITA DELLO STRUMENTO DI RILEVAZIONE REGIONALE INDAGINE PER LA MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLE BIBLIOTECHE Premessa L esigenza di una rilevazione puntuale e condotta con criteri uniformi su tutto il

Dettagli

RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO

RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO SEGRETERIA GENERALE UFFICIO AFFARI GENERALI RACCOLTA DEGLI STATUTI E REGOLAMENTI IN VIGORE NEL COMUNE DI AREZZO ULTIMA MODIFICA EFFETTUATA CON DELIBERA CONSIGLIO COMUNALE N. 120 DEL 26.06.2007. COORDINAMENTO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 5 TITOLO DEL PROGETTO: Bibliotechiamo ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012

ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 INDICE ALLEGATO alla delibera C.P. nn. 76/67066 del 13-9-2012 L.R. 1/2000 e successive modifiche Indirizzi provinciali per lo sviluppo, il consolidamento e la qualificazione dei servizi educativi rivolti

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12.

ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00 Giovedì e sabato 9.00 12.00. ORARIO ESTIVO Martedì e venerdì 16.00 19.00 Giovedì e sabato 9.00 12. GUIDA INFORMATIVA E CARTA DEI SERVIZI Biblioteca Comunale A. Cabiati Via De Mari 28/D 17028 Bergeggi (SV) 019/25790216 b.biblioteca@comune.bergeggi.sv.it ORARIO INVERNALE Martedì e venerdì 15.00 18.00

Dettagli

P R O V I N C I A D I U D I N E

P R O V I N C I A D I U D I N E P R O V I N C I A D I U D I N E ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI U.O. SOLIDARIETA SOCIALE P R O T O C O L L O D' I N T E S A TRA PROVINCIA DI UDINE E COMUNI PER IL COORDINAMENTO DELLE PROGETTUALITA'

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) TITOLO DEL PROGETTO: Storiche biblioteche crescono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETT e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale (D)- cura e conservazione biblioteche (01) OBIETTIVI DEL

Dettagli

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di

Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Modalità e requisiti per la definizione delle forme di partecipazione e rappresentanza nei tavoli di programmazione partecipata inerenti il Piano di Zona delle Politiche sociali dell Ambito territoriale

Dettagli

Configurazione del contesto di riferimento

Configurazione del contesto di riferimento Configurazione del contesto di riferimento Il Sistema Bibliotecario di Valle Trompia, istituito nel 1992 dalla Comunità Montana di Valle Trompia, ad oggi comprende 20 comuni della zona a nord di Brescia:

Dettagli

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010

PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 PROVINCIA DI LECCO Allegato alla deliberazione della Giunta Provinciale n. 42 del 07.06.2010 All.2 Schema di Convenzione tra la Provincia di Lecco e l'azienda Sanitaria Locale di Lecco per la regolazione

Dettagli

Piano Sociale di Zona

Piano Sociale di Zona Piano Sociale di Zona 2010-12 Molfetta-Giovinazzo Protocollo Operativo Istituzione dell équipe integrata, multidisciplinare e multiprofessionale, per l affido familiare e l adozione Organizzazione, Funzioni,

Dettagli

MEDIALIBRARYONLINE CONTATTO: DOTT. GIULIO BLASI HORIZONS UNLIMITED SRL, VIA CIGNANI, 66-40128 (BOLOGNA)

MEDIALIBRARYONLINE CONTATTO: DOTT. GIULIO BLASI HORIZONS UNLIMITED SRL, VIA CIGNANI, 66-40128 (BOLOGNA) SCHEDA DI ADESIONE A MEDIALIBRARYONLINE UN SERVIZIO DI HORIZONS UNLIMITED SRL (BOLOGNA) CONTATTO: DOTT. GIULIO BLASI HORIZONS UNLIMITED SRL, VIA CIGNANI, 66-40128 (BOLOGNA) TEL. 051.37.08.87 / FAX 051.41.57.636

Dettagli

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto

Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico. 1. Oggetto Linee di indirizzo per l affidamento dei servizi di Biblioteca e Archivio storico 1. Oggetto Con il presente atto si definiscono le linee di indirizzo per l affidamento, mediante procedimento ad evidenza

Dettagli

CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST.

CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST. CONVENZIONE TRA E IL CONSORZIO SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD OVEST. L'anno, il giorno del mese di fra rappresentata dal Dirigente scolastico, prof. ed il Consorzio Sistema Bibliotecario Nord - Ovest, rappresentato

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA

SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA SCHEDA RIEPILOGATIVA DEL PROGETTO DI SERVIZIO CIVILE PIÙ BIBLIOTECA ENTE Ente proponente il progetto: COMUNE DI ITTIRI CARATTERISTICHE PROGETTO Titolo del progetto: PIÙ BIBLIOTECA Obiettivi del progetto:

Dettagli

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO

ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO ACCORDO di RETE SCUOLE AD INDIRIZZO MUSICALE PROVINCIA DI TREVISO VISTO l art. 15 della Legge 7 agosto 1990, n. 241 che prevede per le Amministrazioni Pubbliche la possibilità di concludere tra loro accordi

Dettagli

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA

Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA Dall opac a BiblioEst: i servizi di Front office del Polo TSA paola poli Abstract Perché affiancare all Opac già in uso un altro strumento di ricerca? In questo intervento vengono illustrate le ragioni

Dettagli

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5. Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.2012 OGGETTO: individuazione degli incaricati del trattamento dati personali

Dettagli

Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA LA SOCIETA COOPERATIVA C.S.C. ANYMORE ED IL COMUNE DI CALCIO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA BIBLIOTECA

Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA LA SOCIETA COOPERATIVA C.S.C. ANYMORE ED IL COMUNE DI CALCIO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNE DI CALCIO REP. N. Provincia di Bergamo CONVENZIONE TRA LA SOCIETA COOPERATIVA C.S.C. ANYMORE ED IL COMUNE DI CALCIO PER IL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE E DEI SERVIZI CULTURALI-

Dettagli

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia

COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia COMUNE DI FOSSO Provincia di Venezia R E G O L A M E N T O DELLA BIBLIOTECA COMUNALE TITOLO PRIMO Finalità Funzionamento e gestione Articolo 1 - Finalità La Biblioteca Comunale è organismo dell Ente Locale

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) DETERMINAZIONE SINDACALE N 16... del 24/01/2011 OGGETTO: Richiesta contributo per la Biblioteca Feliciana del Comune di Naro a carico del capitolo

Dettagli

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE.

Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. Comune di Castiglione del Lago (Provincia di Perugia) REGOLAMENTO PER L ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI ED ISTITUZIONE DELLE CONSULTE. INDICE TITOLO I ALBO COMUNALE DELLE ASSOCIAZIONI art. 1 Finalità

Dettagli

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO

SERVIZIO CIVILE NAZIONALE VOLONTARIO PROTOCOLLO D INTESA tra PROVINCIA di Cuneo e ENTI LOCALI, CONSORZI, SOGGETTI PUBBLICI, ENTI DEL PRIVATO SOCIALE, PARTI SOCIALI PER LA PROMOZIONE, L ELABORAZIONE, LA GESTIONE DI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE

Dettagli

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE

ASL TERAMO. (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE ASL TERAMO (Circ.ne Ragusa,1 0861/4291) REGOLAMENTO SULL ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI DI COMUNICAZIONE (ai sensi della legge 150/2000, del DPR 422/2001, e della Direttiva della Presidenza del Consiglio dei

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA

PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE DI INIZIATIVE NELL AMBITO DELL AGENDA DIGITALE LOMBARDA TRA REGIONE LOMBARDIA E UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA LOMBARDIA PROTOCOLLO DI INTESA PER L ATTUAZIONE

Dettagli

MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie

MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie Seriate, 23 maggio 2008 seminario "Nuove tecnologie e nuovi servizi in una biblioteca di pubblica lettura" MEDIA LIBRARY Biblioteca Digitale di pubblica lettura Progetto di cooperazione tra realtà bibliotecarie

Dettagli

CONVENZIONE TRA REGIONE TOSCANA TRA E RETI TERRITORIALI DI:

CONVENZIONE TRA REGIONE TOSCANA TRA E RETI TERRITORIALI DI: CONVENZIONE TRA REGIONE TOSCANA E LE RETI BIBLIOTECARIE TERRITORIALI DI: REANET(EMPOLI), SDIAF (FIRENZE), MU- GELLO (FIRENZE),PRATO, PISTOIA, PISA, LIVORNO, LUCCA, MASSA,GROSSETO SIE- NA, AREZZO per l

Dettagli

Programmi di Attività 2012

Programmi di Attività 2012 Programmi di Attività 2012 Gabinetto di Presidenza Servizio Informazione e comunicazione istituzionale Assemblea Legislativa 1 GABINETTO DI PRESIDENZA... 4 ATTIVITÀ DI RACCORDO FRA GIUNTA E ASSEMBLEA LEGISLATIVA

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

regolamento scuola primaria e secondaria

regolamento scuola primaria e secondaria regolamento scuola primaria e secondaria La mia biblioteca FINALITÀ ED OBIETTIVI GENERALI Sostenere e valorizzare gli obiettivi delineati nel progetto educativo e nel curriculo; Sviluppare e sostenere

Dettagli

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena

Competenze-chiave, futuro chiavi in mano: protagonismo giovanile e cittadinanza attiva in provincia di Modena SCHEDA-PROGETTO PER LE ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSE DA EE.LL. (PUNTO 2.2, LETTERE A. E B. DELL ALLEGATO A) FINALIZZATE AD INTERVENTI RIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI. (L.R. 14/08 "NORME IN MATERIA

Dettagli

COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA?

COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA? COME VIENE REALIZZATO UN SERVIZIO DI GESTIONE DI BIBLIOTECA? A Flusso di attività B - INPUT C Descrizione dell attività D RISULTATO E - SISTEMA PROFESSIONALE 0. Impostazione gestionale della biblioteca

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI CASERTA Sede centrale: Viale Cappiello, 23 81100 CASERTA (CE) Tel./fax 0823443641 Cod. Fiscale 93082920617 Codice Meccanografico Scuola CEEE100002 E-mail: ceee100002@istruzione.it

Dettagli

ALLEGATO 2 BANDO. Area Organizzazione e Riforma. Offerta Tecnica. dell Amministrazione Servizio E. E democracy e Cittadinanza.

ALLEGATO 2 BANDO. Area Organizzazione e Riforma. Offerta Tecnica. dell Amministrazione Servizio E. E democracy e Cittadinanza. BANDO Area Organizzazione e Riforma ALLEGATO 2 Offerta Tecnica dell Amministrazione Servizio E Government E democracy e Cittadinanza Attiva Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE BANDO GARANZIA GIOVANI Comune di Trento Servizio biblioteca e archivio storico Via Roma, 55 Trento 0461-889521 Rif: Michele Zamboni michele.zamboni@biblio.infotn.it

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO II ISTITUTO COMPRENSIVO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO II ISTITUTO COMPRENSIVO MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO II ISTITUTO COMPRENSIVO (Scuola Infanzia - Primaria- Secondaria 1 Grado) Via A. BARTOLI, 53-03013 FERENTINO

Dettagli

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE

CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE CONSULTA D AMBITO DELL ATO OCCIDENTALE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2015 2016 2017 1 allegato a) deliberazione del Consiglio di Amministrazione. n. /2015 PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

La biblioteca in cifre - Anno 2010

La biblioteca in cifre - Anno 2010 La biblioteca in cifre - Anno 2010 1.0 Patrimonio e servizi Patrimonio complessivo 61.987 documenti Patrimonio per sede e tipologia (n. di pezzi riferito a Castelfranco e Piumateca) Libri Multimediale

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 60/ 25 DEL 5.11.2008

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 60/ 25 DEL 5.11.2008 IBERAZIONE N. 60/ 25 5.11.2008 Oggetto: LR3/2008, art. 8, comma 5. Programma di interventi sulla prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali della Sardegna. Euro 4.000.000 (UPB S05.01.013)

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 CAPO II 4 PATRIMONIO E BILANCIO 4 CAPO III 5 ORGANIZZAZIONE E PERSONALE 5 REGOLAMENTO DEL SERVIZIO BIBLIOTECA 3 CAPO I: 3 PRINCIPI GENERALI 3 ART. 1 - FINALITA DEL SERVIZIO 3 ART. 2 - COOPERAZIONE INTERBIBLIOTECARIA 3 ART. 3 - DOCUMENTAZIONE DI RILEVANZA LOCALE E SEZIONE LOCALE

Dettagli

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità;

TRA PREMESSO. che il fenomeno della violenza nei confronti delle donne rappresenta un tema di grande attualità e particolare gravità; PROTOCOLLO D INTESA PER LA PROMOZIONE DI STRATEGIE CONDIVISE FINALIZZATE ALLA PREVENZIONE ED AL CONTRASTO DEL FENOMENO DELLA VIOLENZA NEI CONFRONTI DELLE DONNE TRA l Amministrazione Provinciale di Vercelli,

Dettagli

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000;

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000; CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE PIO ISTITUTO PAVONI PER LA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI SUPPORTO DOMICILIARE PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA FAVORE DEGLI ALUNNI SORDI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA. Richiamata

Dettagli

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia

Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia Sala Manzoni Palazzo delle Stelline Milano aprile ore 14.30.30 ATTI DEL SEMINARIO Linee guida per la definizione dei progetti di Servizio Civile per l anno 2007/2008 di ANCI Lombardia L Ufficio Servizio

Dettagli

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI

BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI BIBLIOTECA NAZIONALE CENTRALE FIRENZE CARTA DEI SERVIZI SECONDA EDIZIONE LA CARTA DEI SERVIZI E l impegno scritto che prendiamo con i nostri utenti e riguarda i servizi ed i progetti di miglioramento L

Dettagli

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda

ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda ACCORDO DI PARTENARIATO POLO TECNICO PROFESSIONALE M.S.M. Milano Sistema Moda Istituto di Istruzione Superiore Statale Caterina da Siena soggetto richiedente con..,.. codice fiscale:, rappresentato da:.

Dettagli

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2

IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE 8 NOVEMBRE 2000, N. 328, DELLA LEGGE REGIONALE 12 MARZO 2003, N. 2 INTEGRAZIONE ALL ACCORDO DI PROGRAMMA DEL PIANO DI ZONA 2005-2007, PER L ADOZIONE DEL PROGRAMMA ATTUATIVO 2007 DEL DISTRETTO DI CESENA VALLE SAVIO E DEI PROGRAMMI PROVINCIALI IN ATTUAZIONE DELLA LEGGE

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 740 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIO- NALE 20 dicembre 2011, n. 2883 Legge regionale n. 33/2006 Norme per lo Sviluppo dello Sport per Tutti Articolo 5 - Approvazione Protocollo d intesa e Convenzione tra

Dettagli

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015

EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 EXPLODING YOUR IDEA! DESTINATION EXPO MILANO 2015 1 CALL INTERNAZIONALE DI IDEE PER LO SVILUPPO DEL PROGRAMMA CULTURALE DEL SPAZIO ESPOSITIVO DELLA SOCIETA CIVILE IN EXPO MILANO 2015 1. PREMESSA L'assegnazione

Dettagli

LA DIFFUSIONE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE DI AZIONI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA

LA DIFFUSIONE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE DI AZIONI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA Linee guida per LA DIFFUSIONE NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE DI AZIONI DI INNOVAZIONE TECNOLOGICA NELLA DIDATTICA 1. Quadro normativo di riferimento Le azioni previste dalle presenti linee guida

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

Regolamento Comunale. per l Osservatorio Turistico di Destinazione. del Comune di Castiglione della Pescaia

Regolamento Comunale. per l Osservatorio Turistico di Destinazione. del Comune di Castiglione della Pescaia Regolamento Comunale per l Osservatorio Turistico di Destinazione del Comune di Castiglione della Pescaia CAPO I PRINCIPI ISPIRATORI... 3 Articolo 1 Principi Ispiratori e Definizioni... 3 CAPO II - ORGANIZZAZIONE

Dettagli

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012

Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 Scheda progetto Mantova e il suo territorio: un anno di servizio civile nell area culturale 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO

CONTRATTO DI SERVIZIO CONTRATTO DI SERVIZIO I servizi del Consorzio Sistema Bibliotecario Nord Ovest per l esercizio 2012 Allegato al bilancio di Previsione 2012 INTRODUZIONE Il Consorzio con le risorse e strutture disponibili

Dettagli

SERVIZI DIGITALI. Guida ai. Rete Bibliotecaria di. Romagna e San Marino. della Rete Bibliotecaria di

SERVIZI DIGITALI. Guida ai. Rete Bibliotecaria di. Romagna e San Marino. della Rete Bibliotecaria di Provincia di Ravenna Provincia di Forlì-Cesena Provincia di Rimini Repubblica di San Marino Rete Bibliotecaria di Romagna e San Marino Tel. 0544/258650 biblioteche@mail.provincia.ra.it www.bibliotecheromagna.it

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE

PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE Allegato A alla delibera di Giunta n del. PROTOCOLLO DI INTESA PER LA REALIZZAZIONE DEL PROGETTO MICROKYOTO - IMPRESE PREMESSO CHE: Il 10 dicembre 1997, nell ambito della Convenzione Quadro sui Cambiamenti

Dettagli

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO

PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE 2014-2020 PER LA SCUOLA COMPETENZE E AMBIENTI PER L APPRENDIMENTO STRATEGIA DI COMUNICAZIONE 2014-2020 La Strategia di comunicazione e gli obblighi di pubblicità 2 L attività

Dettagli

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta

La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta La Proposta Isfol di Carta dei servizi. Il CDS: impianto metodologico e struttura della Carta Isabella Pitoni Struttura di Comunicazione e Documentazione Istituzionale Roma, 7 luglio 2011 Contesto normativo

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE

REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Comune di Casalecchio di Reno Provincia di Bologna REGOLAMENTO DELLA CONFERENZA COMUNALE PERMANENTE DELLE ASSOCIAZIONI E DEI CITTADINI PER LA PACE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 2005

Dettagli

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole

Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Le reti per la promozione della cultura della sicurezza nelle scuole Uno strumento che si ritiene fondamentale per dare compiuta attuazione alle iniziative

Dettagli

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004

2) Entro Novembre. 6) Entro Marzo 2004 Documento di programmazione del progetto denominato: Realizzazione della seconda fase di sviluppo di intranet: Dall Intranet istituzionale all Intranet per la gestione e condivisione delle conoscenze.

Dettagli

BANDO DI CONCORSO. Centri di promozione della legalità. Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia

BANDO DI CONCORSO. Centri di promozione della legalità. Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia BANDO DI CONCORSO Centri di promozione della legalità Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Concorso regionale per la creazione di Centri di promozione della legalità, ai quali saranno assegnati

Dettagli

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T.

Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. 2014-16 Programma triennale per l trasparenza e l integrità Istituto Comprensivo di S. Vito al T. la trasparenza nei confronti dei cittadini e dell intera collettività, poiché rappresenta uno strumento

Dettagli

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi

Bilancio Partecipativo 2015. Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Bilancio Partecipativo 2015 Una iniziativa promossa dall Assessorato allo Sviluppo dei Processi Partecipativi Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Che cos'è il Bilancio Partecipativo? Il Bilancio Partecipativo

Dettagli

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi

REGOLAMENTO del Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Centro Territoriale di Supporto Alceo Selvi ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE PIAZZA MARCONI - VETRALLA P.

Dettagli

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi

Ministero per i beni e le attività culturali. Biblioteca Nazionale Centrale Firenze. Carta dei servizi Centrale di Firenze Pagina 1 di 10 Ministero per i beni e le attività culturali Biblioteca Nazionale Centrale Firenze Carta dei servizi Biblioteca nazionale centrale di Firenze Piazza Cavalleggeri 1 50122

Dettagli