Nicoletta orlandi NeumaNN Flavia lughezzani anna gagliano. ObIETTIvO AzIENDA. Economia aziendale per il turismo. volume 2

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nicoletta orlandi NeumaNN Flavia lughezzani anna gagliano. ObIETTIvO AzIENDA. Economia aziendale per il turismo. volume 2"

Transcript

1 Nicoletta orlandi NeumaNN Flavia lughezzani anna gagliano ObIETTIvO AzIENDA Economia aziendale per il turismo volume 2 EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO

2 Indice MODULO START In viaggio nell Economia aziendale 1 Alla scoperta del testo... 1 Come si apre il modulo... 1 Che cosa trovi nell unità di apprendimento... 2 Quali strumenti hai per esercitarti... 2 Un aiutante speciale: il suggeritore... 3 Come puoi consolidare conoscenze e competenze... 3 Per concludere il modulo esercizi Con il PC... 3 Che cosa trovi a fine libro Ripasso veloce modulo E ora tocca a te Ripasso veloce modulo E ora tocca a te Ripasso veloce modulo E ora tocca a te Ripasso veloce modulo E ora tocca a te Verifica di modulo MODULO 1 I rapporti economici e il mercato dei capitali UnItà 1 Il fabbisogno finanziario e i rapporti economici Il fabbisogno finanziario dei soggetti economici La famiglia L impresa Le aziende non profit La Pubblica Amministrazione Il resto del mondo Il fabbisogno finanziario delle imprese Lo start up aziendale Il ciclo monetario e il fabbisogno finanziario Le fonti di finanziamento Il patrimonio aziendale Correlazione tra investimenti e finanziamenti Il leasing come finanziamento I vantaggi del leasing I tipi di leasing In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 2 Il credito e il mercato dei capitali Il credito alle famiglie Il credito al consumo Il credito allo Stato I titoli pubblici Il mercato dei capitali Il credito diretto e indiretto I comparti del mercato dei capitali Il mercato mobiliare e la borsa valori I titoli privati In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te Verifica di modulo Con il PC... 93

3 MODULO 2 I calcoli finanziari UnItà 1 L interesse come remunerazione del capitale Il costo del capitale Il calcolo dell interesse semplice Il tempo nella formula dell interesse Le formule inverse dell interesse Il calcolo del montante Le formule inverse del montante L interesse netto sul deposito La ritenuta fiscale sugli interessi In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 2 Lo sconto per il pagamento anticipato Il concetto di sconto mercantile e commerciale Lo sconto mercantile Lo sconto commerciale Le formule inverse dello sconto commerciale Il valore attuale Le formule inverse del valore attuale In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 3 L unificazione e la suddivisione dei capitali nel tempo La scadenza comune stabilita La scadenza comune posticipata La scadenza comune anticipata La scadenza comune intermedia La scadenza adeguata La vendita a rate In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te Verifica di modulo Con il PC MODULO 3 Gli strumenti di pagamento e di credito UnItà 1 Il regolamento del prezzo e i titoli di credito Le modalità di regolamento del prezzo I tempi di pagamento I mezzi di pagamento e gli strumenti di credito I titoli di credito Classificazione dei titoli di credito Le caratteristiche dei titoli di credito propriamente detti I titoli che rappresentano servizi: i voucher In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 2 Gli strumenti bancari di regolamento La moneta bancaria L assegno bancario Il trasferimento dell assegno bancario Pagamento dell assegno bancario Mancato pagamento dell assegno bancario

4 6 L assegno circolare Confronto tra assegni circolari e bancari I traveller s chèque Emissione e riscossione dei traveller s chèque In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 3 La moneta elettronica Il ruolo delle banche e sua evoluzione Le funzioni della banca Le fonti di reddito della banca L intermediazione creditizia La trasparenza bancaria Il conto corrente bancario I tipi di conto corrente di corrispondenza L estratto conto Il bonifico bancario e il giroconto Le procedure RID, Ri.Ba. e M.AV Le carte di credito Modalità di utilizzo delle carte di credito Le principali tipologie di carte di credito Le carte di debito Il blocco della carta di credito o di debito I mezzi di pagamento postali In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te UnItà 4 Gli strumenti di credito cambiario La cambiale Le caratteristiche formali L imposta di bollo Il pagherò cambiario La cambiale tratta Tratta a tre persone Tratta a due persone La scadenza delle cambiali Il confronto tra cambiale pagherò e tratta Il trasferimento della cambiale Il pagamento della cambiale L avallo delle cambiali Il mancato pagamento delle cambiali Lo sconto cambiario Le fasi dell operazione di sconto cambiario Il tasso effettivo dello sconto cambiario In sintesi che cosa devo ricordare E ora tocca a te Verifica di modulo Con il PC Modulario Assegno bancario Assegno circolare Cambiale Bonifico Indice analitico

5 MODULO 2 I calcoli finanziari Rate a partire da Rate a partire da Rate a partire da 357 O I calcoli finanziari ti forniscono un bagaglio di conoscenze necessarie per capire come si determinano i costi e i ricavi connessi alle operazioni di acquisto e di vendita di un bene molto particolare: il capitale. Per rispondere alle domande di seguito proposte dovrai mettere mano alla calcolatrice e soprattutto alle tue abilità logiche. Osserva le immagini e rifletti. a) Chi decide il tasso d interesse e come si determina il costo del capitale?... b) Come si calcola il guadagno di un deposito bancario?... c) Perché conviene pagare un debito prima della scadenza?... d) Come si possono estinguere più debiti con un unico pagamento?... e) Quali rischi si corrono quando si compra a rate?...

6 U1 L interesse come remunerazione del capitale 1 Il costo del capitale 2 Il calcolo dell interesse semplice 3 Il calcolo del montante 4 L interesse netto sul deposito U2 Lo sconto per il pagamento anticipato 5 Il concetto di sconto mercantile e commerciale 6 Il valore attuale U3 L unificazione e la suddivisione dei capitali nel tempo 7 La scadenza comune stabilita 8 La scadenza adeguata 9 La vendita a rate O I n S i d Comprendere il concetto di interesse e le relazioni tra le grandezze che lo determinano Comprendere il concetto di montante Conoscere gli interessi netti bancari Riconoscere i concetti di sconto mercantile e sconto commerciale Comprendere il concetto di valore attuale Conoscere l utilizzo della scadenza comune Conoscere l utilizzo della scadenza adeguata Comprendere il concetto di credito al consumo Applicare la formula dell interesse e le formule inverse Risolvere problemi con il calcolo del montante Calcolare gli interessi lordi e netti Impostare le proporzioni per lo sconto mercantile e le formule per quello commerciale Risolvere problemi con il calcolo del valore attuale Calcolare il capitale unico a scadenza Calcolare la data media di unificazione dei capitali Calcolare l interesse complessivo e la rata

7 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Q?Riflettiamo sul caso Decidi di metterti in affari e guadagnare qualche soldo per pagarti gli studi e divertirti un po senza pesare sulla famiglia. La pizzeria sotto casa fa servizio di consegna a domicilio e ha bisogno di un pony-express: un ottima occasione! È necessario, però, uno scooter e ne hai adocchiato uno usato che puoi comprare al prezzo di 900,00. Il proprietario della pizzeria ti anticipa subito la cifra a patto che, tra un anno, tu gli restituisca 945,00. Fatti i tuoi calcoli ritieni vantaggiosa la proposta e accetti il prestito. Rifletti sulle seguenti domande.? Quanto ti è costato ricorrere al credito?? Ti sei mai domandato se i prestiti sono un vantaggio per tutti?? Sai a che cosa si riferisce il reato di usura?? Il telegiornale comunica i nuovi tassi decisi dalla Banca Centrale Europea (BCE). Ne sai qualcosa?? Sei in grado di calcolare il tasso d interesse che ti è stato applicato sul prestito?? Quanto avresti restituito allo stesso tasso d interesse se il prestito fosse durato 6 mesi? Queste sono alcune domande a cui sarai in grado di rispondere dopo aver studiato l unità didattica che presenta il seguente percorso di apprendimento. INTERESSE COME REMUNERAZIONE DEL CAPITALE Pagamento differito Interesse semplice Formule inverse del capitale del tasso Montante Formule inverse del capitale del tasso del tempo Interesse netto sul deposito del tempo All indirizzo puoi trovare materiali didattici relativi a questa unità

8 1 Il costo del capitale UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Interessi dilatori Sono gli interessi per il pagamento differito della fattura concordati tra le parti. Interessi moratori Sono dovuti in caso di ritardo nel pagamento per l inadempienza contrattuale. Mercato finanziario Dove si scambiano i capitali in forme e con scadenze diverse. i BCE Dal 1999 i Paesi dell area dell euro sono sottoposti a un unica autorità monetaria: la Banca Centrale Europea che, in modo unificato fissa il TUR. Usura Ogni tre mesi la Gazzetta Ufficiale pubblica i valori medi dei tassi effettivi globali applicati dalle banche. Se aumentati della metà, costituiscono il livello massimo oltre il quale si configura il reato di usura. I soggetti economici possono ottenere finanziamenti sia ricorrendo al credito per procurarsi risorse finanziarie con accensione di prestiti, sia ottenendo forniture di beni o servizi con pagamento differito. Nel primo caso, il debitore s impegna a restituire la somma iniziale ottenuta aumentata dell interesse, che compensa la controparte per la rinuncia temporanea al suo capitale. Nel secondo caso, il prezzo della fornitura tiene conto di interessi espliciti o impliciti che variano in base al tempo di dilazione. L interesse è la somma dovuta come compenso a colui che presta una certa somma, il capitale (C), a un certo tasso di interesse (r) per un certo periodo di tempo (t). L interesse pagato annualmente su euro di capitale inizialmente prestato è il tasso di interesse percentuale, detto anche ragione o saggio. I tassi d interesse indicano il costo del denaro sul mercato finanziario. Il prezzo di riferimento nello scambio dei capitali è il Tasso ufficiale di riferimento (TUR) stabilito dalla Banca Centrale Europea. Esso è il tasso con cui la BCE concede prestiti alle altre banche e rappresenta il tasso guida sulla base del quale le banche stesse determinano i tassi sui conti correnti e sui prestiti. Il creditore che applica tassi d interesse considerati illegali, socialmente riprovevoli e tali da rendere il loro rimborso molto difficile o impossibile, è definito usuraio ed è perseguibile penalmente perché pratica l usura. 2 Il calcolo dell interesse semplice L interesse si calcola utilizzando il tasso percentuale annuo (r) che fa riferimento a euro di capitale (C) ipotizzando che la durata del prestito sia di un anno (t). I dati che occorrono per calcolare l interesse sono dunque: C = capitale iniziale dato in prestito r = tasso di interesse espresso in percentuale per un anno t = tempo espresso in anni Se indichiamo con I l interesse, vale a dire quanto può rendere C in un anno, possiamo impostare questa proporzione: : r = C : I ponendo come incognita l interesse da determinare, la soluzione è: I = C r Per calcolare l interesse quando il capitale è investito per più di un anno, è necessario inserire nella formula l espressione del tempo. La formula fondamentale dell interesse con il tempo espresso in anni diventa: : r t = C : I I = C r t Visualizza la parola c a r o t a e lascia cadere le vocali! Quello che rimane (C r t) ti aiuta a ricordare la formula dell interesse. 99

9 MODULO 2 I calcoli finanziari Interesse Capitale Interesse C 0 t 0 1 anno 2 anni 3 anni t n Tempo Osservando la formula I = C r t si deduce che l interesse è direttamente proporzionale: al capitale investito, maggiore è la somma, maggiore sarà l interesse; al tasso d interesse, più è elevato il tasso, maggiore sarà l entità dell interesse; alla durata, quanto maggiore è il tempo che trascorre fino alla restituzione del prestito, tanto maggiore è il compenso che spetta al creditore. Il calcolo dell interesse semplice PROVIAMOINSIEME Un azienda ha ottenuto un prestito di ,00 da restituire dopo 2 anni al tasso del 6%. I dati che abbiamo sono i seguenti: C = ,00 r = 6% t = 2 anni La proporzione sarà: Capitale : Tasso d interesse = Capitale : Interesse : 6 2 anni = ,00 : I Quindi: I = C r t = , = 6.000,00 Interesse sul prestito 2 anni C 0 = ,00 6% C 1 Nel grafico indichiamo con C 0 il capitale iniziale e con C 1 il capitale futuro. Nella formula il capitale C da considerare è quello iniziale, ovvero C 0. Calcolare l interesse semplice con il tempo espresso in anni PROVATU Hai deciso di acquistare un nuovo computer che costa 930,00. Disponi solo di 600,00 quindi chiedi un prestito di 330,00 al maggiore dei tuoi fratelli. Il prestito della durata di un anno ti è concesso al tasso d interesse del 2%. Calcola l interesse che devi pagare al tuo creditore. I dati sono i seguenti: C = 330,00 r = 2% t = 1 anno Capitale : =... : I : = 330,00 :... 1 anno C 0 =......% C 1 I = C r t = =... Interesse sul prestito

10 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Beni durevoli Sono beni che non esauriscono la loro utilità con un unico atto di consumo e perciò hanno una vita utile superiore all anno. Breve, medio e lungo termine Solitamente il breve termine riguarda finanziamenti fino ai 12 mesi, il medio termine quelli da 1 a 5 anni e lungo termine i prestiti oltre i 5 anni. Il tempo nella formula dell interesse Le operazioni di finanziamento possono prevedere tempi diversi dall anno: infatti, per l acquisto di beni durevoli si ricorre a finanziamenti di medio/lungo periodo, che hanno durata di 5, 10, 15 fino a 30 anni, ma spesso, specie in azienda, i debiti relativi all acquisto di merci, materiali di consumo e servizi sono a breve termine, talvolta addirittura a pochi giorni. Nella formula base dell interesse dovremo operare delle modifiche per rendere omogeneo il tasso annuale con il tempo espresso in giorni o mesi. Poiché r è annuale anche il tempo deve essere riferito all anno, se invece è espresso in mesi, si avrà: : r annuo t mesi 12 = C : I i Anno standard Secondo la normativa europea solo per il credito al consumo è consentito il calcolo dell anno standard la cui durata in giorni risulta: ( ) : 4 = 365,25 C r annuo I = t mesi 12 = C r t Allo stesso modo se il tempo è espresso in giorni la formula diventa: I = : r annuo t giorni 365 = C : I C r annuo t giorni 365 = C r t Il calcolo dell interesse con il tempo espresso in giorni può essere svolto secondo tre modalità. Procedimento dell anno civile con il calcolo dei giorni effettivi da calendario e al denominatore ( se l anno è bisestile). Procedimento dell anno commerciale con il calcolo dei giorni che considera convenzionalmente i mesi di 30 giorni ciascuno (totale 360 giorni all anno) e al denominatore. Procedimento misto che prevede al numeratore il calcolo dei giorni come da calendario e al denominatore Le formule da utilizzare sono quindi le seguenti: I = C r g I = C r g I = C r... I = C r t I = C r m

11 MODULO 2 I calcoli finanziari L interesse con il tempo espresso in giorni PROVIAMOINSIEME Il 04/05 la titolare di un agenzia di viaggi, ottiene da un fornitore una dilazione di pagamento per un importo di 6.450,00 con scadenza il 04/09, applicando il tasso d interesse del 3,50%. Calcola i giorni di durata del finanziamento, l interesse maturato e il valore totale rimborsato alla scadenza. I dati sono i seguenti: C = 6.450,00 r = 3,50% t = dal 04/05 al 04/09 Per calcolare la durata del prestito in giorni, dobbiamo procedere considerando il calendario: maggio (31-4) = 27 gg giugno = 30 gg luglio = 31 gg agosto = 31 gg settembre = 4 gg Totale 123 gg I = C r g = 6.450,00 3, = 76,07 Interessi 76, ,00 = 6.526,07 Valore totale rimborsato (C 1 ) Tieni i giorni in pugno Per ricordare i giorni di ogni mese ti puoi aiutare utilizzando le nocche della mano: assegna alla nocca del dito indice il mese di gennaio (31 giorni), nell avallamento considera febbraio (28 giorni) e poi sulla nocca marzo (31 giorni) e così via 123 giorni C 0 = 6.450,00 3,50% C 1 Calcolare l interesse con il tempo espresso in mesi e giorni PROVATU 1. Caterina ha letto la promozione per l acquisto di un utilitaria al prezzo di 8.600,00. Pagando un anticipo di 4.600,00 è possibile finanziare la differenza al tasso del 5% per la durata di 36 mesi. Calcola l interesse sul finanziamento e quanto verrebbe a costare complessivamente l automobile tenendo conto degli interessi. Il capitale da ottenere in prestito è la differenza tra il costo dell automobile e l anticipo: 8.600, ,00 = 4.000,00 I dati da inserire nella formula dell interesse sono i seguenti: C = 4.000,00 r = 5% t = 36 mesi I = 4.000,00 5 annuo 36 mesi 12 I = =... Interessi sul finanziamento L automobile acquistata con il finanziamento costerà complessivamente: Quest anno, come premio per la promozione, chiederai di poterti iscrivere in palestra. Il costo complessivo è di 780,00 all anno da pagarsi versando in anticipo 250,00 e il rimanente a saldo dopo 180 giorni con interessi al 4% per la dilazione di pagamento. Calcola l interesse e valuta se conviene il pagamento dilazionato in considerazione dell interesse che matura (procedimento anno commerciale). Il capitale da ottenere in prestito è la differenza tra il costo dell iscrizione e l anticipo: 780,00 250,00 = 530,00 102

12 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale I dati da inserire nella formula dell interesse sono i seguenti: C = 530,00 r = 4% t = 180 giorni I = 530,00 4 annuo 180 giorni 360 I = C r g... = =... Interessi 3. Nella tabella leggi il problema, individua i dati, trascrivi la formula e completa scrivendo il risultato. Problema Termini noti Formula Risultato Hai acquistato attrezzature sportive ottenendo un prestito per 2 anni di 3.500,00 al tasso d interesse del 2,50%. L abbonamento alla palestra costa 420,00 da pa gare fra 4 mesi con interessi al tasso del 3%. Hai acquistato le attrezzature da sci con un finanziamento di 3.600,00 che restituirai tra 8 mesi al tasso del 3,50%. Il brevetto da sub costa 2.600,00 che pagherai tra 65 giorni applicando il tasso d interesse del 3% (procedimento anno civile). Hai chiesto un prestito di 6.000,00 che restituirai tra 2 anni con un interesse calcolato al tasso del 2,50%. Hai acquistato un viaggio al prezzo di 5.000,00 ottenendo un credito al consumo per 184 giorni al tasso d interesse del 2% (procedimento del tempo standard). Capitale, tempo e... I = I =... Capitale,... e tasso I = I =......, tempo e tasso I = I =... Capitale,... e tasso Capitale, tempo e... I = I =... I = I =......, tempo e tasso I = I =... i Secondo principio di equivalenza Moltiplicando o dividendo entrambi i membri di un equazione per una stessa quantità diversa da zero l equazione resta equivalente a quella data. Le formule inverse dell interesse Nella pratica commerciale può accadere che l interesse sia noto e che si debbano calcolare il capitale investito, o il tasso, oppure il tempo. In questi casi, si applica la regola risolutiva dell equazione: si moltiplicano ambo i membri per, si dividono per i fattori che moltiplicano il dato incognito; infine si semplificano i termini al numeratore e al denominatore. Calcolo del capitale Calcolo del tasso Calcolo del tempo I = C r t I = C r t I = C r t I r t = C r t r t I C t = C r t C t I C r = C r t C r C = I r t r = I C t t = I C r 103

13 MODULO 2 I calcoli finanziari Formule inverse con il tempo espresso in mesi e giorni. Tempo in mesi C = I r m r = I C m m = I C r Tempo gg anno civile C = I r g r = I C g g = I C r Tempo gg anno commerciale C = I r g r = I C g g = I C r Il calcolo del tasso PROVIAMOINSIEME Il prestito di 900,00 ottenuto per l acquisto dello scooter usato sarà rimborsato dopo un anno pagando complessivamente 945,00. Calcoliamo il tasso d interesse applicato. I dati che possediamo sono i seguenti: C = 900,00 tempo = 1 anno r =... L ammontare da restituire è di 945,00, quindi l interesse maturato è dato dalla differenza: 945,00 900,00 = 45,00 Interesse Per calcolare il tasso d interesse si applica la formula inversa. r = I C t = 45,00 900,00 1 = 5% 1 anno C 0 = 900,00 5% C 1 = 945,00 Il creditore ha applicato un tasso d interesse molto diverso dal TUR dell 1,25% indicato dalla Banca Centrale Europea (BCE). Calcolare il tempo PROVATU In data 05/09 si effettua un investimento di ,00 al tasso di interesse del 3,25% ottenendo alla scadenza una remunerazione di 268,57. Calcola la durata dell investimento e individua il giorno di scadenza. I dati che possediamo sono i seguenti: C =... I =... r =... t =... Durata dell investimento Per calcolare il tempo si applica la formula inversa. 05/09 C 0 = ,00... giorni 3,25%... t = = =... Giorni Sommando... giorni al 05/09 si ottiene la scadenza dell investimento che corrisponde al...; infatti, considerando il calendario: settembre (30 5) =... gg ottobre =... gg novembre =... gg dicembre =... gg Totale... gg Ricorda che, se non è espressamente richiesto il calcolo del tempo in anni o in mesi, è preferibile determinare il tempo in giorni con procedimento dell anno civile, così da ottenere il risultato senza cifre decimali. 104

14 3 Il calcolo del montante UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Il montante è dato dalla somma del capitale iniziale e degli interessi maturati sull investimento. Capitalizzazione La legge di capitalizzazione serve a determinare il valore futuro di un capitale disponibile oggi, ottenuto sommando al capitale iniziale gli interessi maturati. Il montante, che indichiamo con il simbolo M, è calcolato: come somma del capitale iniziale e dell interesse (capitalizzazione degli interessi); Capitale C 1 C + I Montante Montante I C 0 Capitale iniziale t 0 1 anno 2 anni 3 anni t n Tempo con una formula diretta ottenuta sostituendo all interesse la sua formula risolutiva e procedendo algebricamente con la soluzione dell equazione. C + I C + C r t ( C) + (C r t) C ( + r t) i Formula del montante con anno standard Anche per la formula del montante con il calcolo dell anno standard la durata in giorni risulta 365,25 e nella formula scriveremo Anche per il calcolo del montante nelle formule il tempo è espresso in mesi e giorni (con procedimento dell anno civile e commerciale). C ( r m) C ( + r t) C ( r g) C ( r g)

15 MODULO 2 I calcoli finanziari Il calcolo del montante PROVIAMOINSIEME Un commerciante ottiene un prestito di 8.600,00 per un anno al tasso d interesse del 4%. Calcoliamo il montante alla scadenza del prestito applicando la formula diretta. I dati che possediamo sono i seguenti: C = 8.600,00 r = 4% t = 1 anno C ( + r t) 8.600,00 ( + 4 1) = 8.944,00 1 anno C 0 = 8.600,00 4% C 1 = 8.944,00 Nel grafico indichiamo con C 0 il capitale iniziale e con C 1 il capitale futuro, ovvero il montante. Calcolare il montante PROVATU 1. In data 07/05 un albergatore ha acquistato materiali di consumo per 7.750,00 e ha ottenuto una dilazione di pagamento di 3 mesi al tasso d interesse del 2%. Calcola il montante e la data di scadenza del prestito applicando la formula con il tempo espresso in mesi. Confronta tale montante con quello che otterresti applicando il procedimento dell anno civile. I dati che possediamo sono i seguenti: C = 7.750,00 Capitale r = 2%... t = 3 mesi... ( t) ( )... Sommando 3 mesi al 07/05, la scadenza risulta il... Considerando il calendario, i giorni sono...: maggio (......) =... gg giugno luglio agosto Totale =... gg =... gg =... gg... gg =... Applica ora la formula del montante con il tempo espresso in (36.500, )... 07/05 C 0 =... 07/05 C 0 = mesi...%... C 1 = giorni...%... C 1 =... = 7.789,07 Montante maturato con procedimento dell anno civile 2. Un tour operator ottiene un finanziamento dal 16/02 al 18/05 di ,00 al tasso d interesse del 2,50%. Calcola il montante versato alla scadenza (procedimento dell anno civile). I dati sono i seguenti: C = ,00 r = 2,50%... t = dal... al 18/05 =... Giorni 16/02 C 0 = giorni...% 18/05 C 1 =

16 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Considerando il calendario, calcola i giorni: febbraio (......) =... gg marzo =... gg aprile =... gg maggio =... gg Con la calcolatrice puoi ottenere il risultato finale in modo più veloce e sicuro nel modo descritto di seguito. 2, : = ,73 Totale... gg C (... + r g) ,00 ( ) =... ( ) = Nella tabella leggi il problema, individua i dati, trascrivi la formula e completa scrivendo il risultato. Problema Formula Risultato Hai chiesto un prestito di 9.000,00 che restituirai fra 3 anni con un tasso d interesse del 4,50%. L abbonamento al corso di danza costa 580,00 che pagherai fra 4 mesi comprensivo di interessi al tasso del 3,50%. Hai acquistato una cyclette spinning con un finanziamento di 2.800,00 che restituirai fra 5 mesi con interessi maturati al tasso del 4%. Il tuo nuovo computer è costato 650,00 che pagherai fra 75 giorni con interessi maturati al tasso del 3% (procedimento misto). Il 05/03 hai acquistato materiali informatici per 2.000,00 con una dilazione di pagamento di 3 mesi al tasso del 2,50% (procedimento anno civile). Hai ottenuto un finanziamento di 3.800,00 da restituire tra 60 giorni, comprensivo di interessi al tasso del 3,50% (procedimento del tempo standard) Le formule inverse del montante Dato il montante è possibile determinare il capitale investito applicando la formula inversa del montante che si ottiene moltiplicando ambo i membri dell equazione per e dividendo per ( + r t ): C ( + r t) M C ( + r t) = ( + r t) ( + r t) C = M ( + r t) 107

17 MODULO 2 I calcoli finanziari Con questa formula è possibile calcolare il capitale quando il montante, il tasso e il tempo sono termini noti. Se il tempo è espresso in mesi, in giorni (con procedimento dell anno civile o dell anno commerciale), le formule sono le seguenti: Tempo in mesi Tempo gg anno civile Tempo gg anno commerciale C = M ( r m) C = M ( r g) C = M ( r g) Se l incognita è rappresentata dal tempo o dal tasso, bisogna calcolare prima l interesse come differenza tra il montante e il capitale (I = M C) e successivamente applicare le formule inverse dell interesse per determinare il tasso e il tempo come mostrato nello schema di p Dal montante al calcolo del capitale PROVIAMOINSIEME In data 28/10 un commerciante restituisce un prestito ottenuto il 15/05 sul quale sono maturati interessi al tasso del 5,75% pagando al creditore ,20. Calcoliamo il capitale iniziale applicando il procedimento dell anno civile. I dati che possediamo sono i seguenti: ,20 r = 5,75% t = dal 15/05 al 28/10 = 166 giorni C = M ( r t) = , ( ,75 166) = ,00 15/05 C 0 = giorni 5,75% 28/10 C 1 = ,20 Applicare i calcoli inversi del montante PROVATU 1. In data 15/04 un imprenditore paga una fattura scaduta il 09/01 sulla quale sono maturati interessi moratori al tasso del 6,75% pagando al fornitore ,40. Calcola l importo della fattura applicando il procedimento dell anno civile. I dati che possediamo sono i seguenti:... r = t = dal... al... =... Giorni Considerando il calendario, calcola i giorni: gennaio (......) =... gg febbraio =... gg marzo =... gg aprile =... gg 09/01 C 0 = giorni 6,75% 15/04 C 1 = ,40 Totale... gg C = ,00 ( t) = =... Importo della fattura ( )

18 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale 2. Compri un surf ottenendo un prestito di 450,00 che restituirai dopo 10 mesi pagando 459,00. Calcola il tasso d interesse applicato. I dati che abbiamo sono i seguenti: 459,00... =... Interesse t = 10 mesi C = mesi C 0 = 450,00...% C 1 = 459,00 r = r = I t 9, =...% 3. Hai acquistato 20 abbonamenti per il campionato della squadra del cuore, il costo è 4.250,00 ma pagherai dopo un certo numero di mesi. Il tasso d interesse applicato è pari al 3% e il montante è pari a 4.292,50. Calcola il tempo di dilazione. I dati che abbiamo sono i seguenti: 4.292,50... =... Interesse r = 3% Tasso d interesse Adesso che conosci l interesse puoi applicare la formula inversa: t = I r = =... Mesi 4.250, mesi C 0 =......% C 1 = 4.292,50 4 L interesse netto sul deposito I risparmiatori che depositano i propri risparmi presso banche o al banco posta, in un libretto di deposito o in conto corrente, di fatto prestano il proprio capitale all istituto di credito. Quest ultimo a sua volta utilizzerà le somme ricevute dai clienti in operazioni di finanziamento a soggetti in disavanzo, che potranno così effettuare investimenti nel sistema produttivo, o utilizzare i prestiti ottenuti per acquistare i beni e i servizi di cui necessitano. La presenza di elevati volumi di risparmio e l attività degli intermediari del credito, quindi, mettono in moto l intero sistema economico. Soggetti in disavanzo Il termine indica coloro che hanno necessità di capitali e perciò richiedono prestiti; sono detti anche prenditori di fondi e, sul mercato dei capitali rappresentano la domanda di capitale. Soggetti in avanzo Il termine indica i risparmiatori che dispongono di capitali in quantità superiore alle esigenze di consumo; sul mercato dei capitali essi rappresentano l offerta di capitale. 109

19 MODULO 2 I calcoli finanziari La banca remunera il risparmiatore per le somme depositate con interessi calcolati, periodicamente o alla scadenza del deposito, in base al tasso d interesse e alla durata del prestito. Per la banca l interesse pagato rappresenta il costo sostenuto per approvvigionarsi del capitale. Allo stesso tempo, l istituto di credito riceve dai debitori interessi e commissioni sui capitali prestati, che rappresentano i ricavi derivanti dall attività di finanziamento. I tassi d interesse che la banca applica sui depositi ottenuti sono di gran lunga più bassi di quelli che riceve sui prestiti concessi: tale differenza determina un guadagno per la banca. La banca infatti applica tassi non reciproci. La ritenuta fiscale sugli interessi Per il creditore gli interessi sui depositi sono il guadagno ottenuto dal risparmio investito, e quindi rappresentano un reddito da capitale. Al momento del loro pagamento, o dell accredito in conto corrente, la banca deve detrarre la ritenuta fiscale del 27% calcolata sugli interessi lordi, che verserà poi all Erario. Interessi lordi Ritenuta fiscale Interessi lordi Ritenuta fiscale : 27 = S : P Il calcolo dell interesse e del tasso netto PROVIAMOINSIEME In data 20/06 un risparmiatore deposita il capitale di ,00 presso la propria banca che applica il tasso d interesse lordo dell 1,50%. Determina il montante ritirato dopo 6 mesi, considerando la ritenuta fiscale del 27%. I dati del problema sono: C = ,00 r = 1,50% t = dal 20/06 al 20/12 = 183 I = C r t Deposito iniziale Tasso lordo Giorni = ,00 1, Ritenuta fiscale del 27% su 112,81 30,46 Interesse netto maturato 82,35 = 112,81 Interesse lordo Otterremmo lo stesso risultato con un calcolo sotto cento, in cui la base della percentuale è l interesse lordo. S 112,81 Interesse lordo 27 P Ritenuta fiscale = 27 S P Interesse netto Risolviamo perciò la seguente proporzione: Interessi lordi Interessi netti Interessi lordi Interessi netti x = : 73 = 112,81 : x 112,81 73 = 82,35 Interessi netti Otteniamo il montante ritirato alla scadenza sommando al capitale gli interessi bancari netti , ,35 = ,35 In base alle norme sulla trasparenza bancaria, gli interessi sui depositi si calcolano con il procedimento dell anno civile.

20 UNITÀ 1 L interesse come remunerazione del capitale Se volessimo determinare direttamente il montante, senza calcolare né gli interessi lordi, né la ritenuta fiscale, dovremmo prima calcolare il tasso bancario netto e poi applicare la formula diretta del montante. Applichiamo nuovamente il calcolo sotto cento già visto, ma questa volta la base di calcolo è il tasso lordo dell 1,50. S 1,50 Tasso lordo 27 P Ritenuta fiscale = 27 S P Tasso netto Tasso lordo Tasso netto Tasso lordo Tasso netto : 73 = 1,50 : x Rifletti. Non puoi calcolare il montante applicando il tasso lordo e poi togliere la ritenuta fiscale sul totale, perché così facendo applicheresti l imposta del 27% anche sul valore del capitale di ,00, e invece la ritenuta colpisce solo i redditi cioè gli interessi lordi. x = 1,50 73 = 1,095% Tasso netto Ora possiamo completare la formula del montante con i dati noti del problema. C ( r t) = ,00 ( , ) = ,35 Montante ritirato Calcolare l importo del deposito dato il montante PROVATU Il 15/9 un risparmiatore ritira il montante di ,04 per l estinzione di un deposito bancario effettuato 4 mesi prima, sul quale sono stati applicati interessi al tasso lordo del 2%. Determina l importo depositato inizialmente (ritenuta fiscale 27%). I dati del problema sono: C = deposito iniziale termine incognito r = 2% Tasso d interesse lordo t = dal... al 15/09 = ,04 Giorni.../... C 0 = giorni 2% 15/09 C 1 = ,04 Per calcolare il capitale dovrai applicare la formula inversa del montante, ma prima è necessario determinare il tasso d interesse al netto della ritenuta fiscale del 27%. Tasso lordo Tasso netto Tasso lordo Tasso netto : 73 =... : x x = 2,00... =...% Tasso netto Ora completa la formula con i dati del problema. C = M ( ) = ( ,46 123) =... Deposito iniziale 111

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT

FINANZIAMENTI IMPORT Aggiornato al 01/01/2015 N release 0004 Pagina 1 di 8 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica: BANCA INTERPROVINCIALE S.p.A. Forma giuridica: Società per Azioni Sede legale e amministrativa:

Dettagli

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002)

del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) Legge federale sul credito al consumo (LCC) 221.214.1 del 23 marzo 2001 (Stato 10 dicembre 2002) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera, visti gli articoli 97 e 122 della Costituzione federale

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito

Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Principio contabile internazionale n. 12 Imposte sul reddito Finalità La finalità del presente Principio è quella di definire il trattamento contabile delle imposte sul reddito. L aspetto principale della

Dettagli

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011

CIRCOLARE N. 45/E. Roma, 12 ottobre 2011 CIRCOLARE N. 45/E Roma, 12 ottobre 2011 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Aumento dell aliquota IVA ordinaria dal 20 al 21 per cento - Articolo 2, commi da 2-bis a 2-quater, decreto legge 13 agosto

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO

MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO FOGLIO INFORMATIVO NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI MUTUO CHIROGRAFARIO OPERATORI ECONOMICI TASSO FISSO INFORMAZIONI SULLA BANCA UNIPOL BANCA S.p.A. SEDE LEGALE

Dettagli

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti)

Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Capitalizzazione semplice e composta (sul libro a pag. 386 e seguenti) Operazione finanziaria = un operazione in cui avviene uno scambio di denaro in tempi diversi. Mutuante o creditore = chi concede il

Dettagli

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2.

Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. Imprese individuali e società Le aziende possono essere distinte in: 1. aziende individuali, quando il soggetto giuridico è una persona fisica; 2. aziende collettive, quando il soggetto giuridico è costituito

Dettagli

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me.

Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Informazioni sulla banca. Foglio informativo n. 178/003. Prestito personale Viaggia con Me. Intesa Sanpaolo S.p.A. Sede legale e amministrativa: Piazza San Carlo 156-10121 Torino. Tel.: 800.303.306 (Privati),

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC

Le vendite e il loro regolamento. Classe III ITC Le vendite e il loro regolamento Classe III ITC La vendita di merci La vendita di beni e servizi rappresenta un operazione di disinvestimento, per mezzo della quale l impresa recupera i mezzi finanziari

Dettagli

Il mutuo per la casa in parole semplici

Il mutuo per la casa in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il mutuo per la casa in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il mutuo dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN 2283-5989 (online)

Dettagli

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI

INFORMAZIONI EUROPEE DI BASE SUL CREDITO AI CONSUMATORI 1. IDENTITÀ E CONTATTI DEL FINANZIATORE/ INTERMEDIARIO DEL CREDITO Finanziatore/Emittente CartaSi S.p.A. Indirizzo Corso Sempione, 55-20145 Milano Telefono 02.3488.1 Fax 02.3488.4115 Sito web www.cartasi.it

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

La guida del pensionato

La guida del pensionato La guida del pensionato Vuole sapere in che giorno del mese le viene pagata la pensione? Se ci sono aumenti periodici? Se le viene inviato un avviso di pagamento mensile? Cosa deve fare se ha persone a

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z

Il Credito. in parole semplici. La SCELTA e i COSTI. I DIRITTI del cliente. I CONTATTI utili. Il credito ai consumatori dalla A alla Z LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il Credito ai consumatori in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il credito ai consumatori dalla A alla Z ISSN 2384-8871 (stampa) ISSN

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE

GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE GUIDA ALL ESTRATTO DI CONTO CORRENTE Tutto quello che c è da sapere per comprendere meglio l estratto di conto corrente. In collaborazione con la Banca MPS e le Associazioni dei Consumatori: Acu Adiconsum

Dettagli

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche

Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... 12 disegni per sorridere e riflettere su come sarebbe il mondo senza le banche Se la Banca non ci fosse... Come accade per tutte quelle aziende che servono in ogni momento

Dettagli

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE

ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE Pag. 1 / 5 Anticipi import export ANTICIPI IMPORT EXPORT IN EURO E/O VALUTA ESTERA FINANZIAMENTI IN VALUTA ESTERA SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

FASI DI VITA DELL AZIENDA

FASI DI VITA DELL AZIENDA AZIENDA ORGANIZZAZIONE DI PERSONE E BENI CHE SVOLGE ATTIVITA ECONOMICA IN VISTA DEL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI. Dalla definizione si estraggono le 3 componenti principali dell azienda. Abbiamo ciò

Dettagli

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di

Gli indici per l analisi di bilancio. Relazione di Gli indici per l analisi di bilancio Relazione di Giorgio Caprioli Gli indici di solidità Gli indici di solidità studiano il rapporto tra le parti alte dello Stato Patrimoniale, ossia tra Capitale proprio

Dettagli

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed

Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed Appunti di Economia Capitolo 8 Analisi di bilancio Introduzione... 2 GLI INDICI DI BILANCIO... 2 Classificazione... 2 Indici finanziari... 3 Indici (finanziari) patrimoniali... 3 Indebitamento ed indipendenza

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT

FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT FOGLIO INFORMATIVO relativo al FINANZIAMENTO IMPORT INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA CREMASCA Credito Cooperativo Società Cooperativa Piazza Garibaldi 29 26013 Crema (CR) Tel.: 0373/8771 Fax: 0373/259562

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC

Il bilancio con dati a scelta. Classe V ITC Il bilancio con dati a scelta Classe V ITC Il metodo da seguire Premesso che per la costruzione di un bilancio con dati a scelta si possono seguire diversi metodi, tutti ugualmente validi, negli esempi

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati

FOGLIO INFORMATIVO. 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati Pagina 1/8 FOGLIO INFORMATIVO 4g - Altri finanziamenti non cambiari a privati INFORMAZIONI SULLA BANCA CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA S.p.A. Sede Legale: Piazza dei Priori, 16/18 56048 Volterra (PI) Tel.:

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale

Lezione 8. Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale Lezione 8 Ciclo gestionale e sintesi economico-patrimoniale L AZIENDA SVOLGE UN PROCESSO DI TRASFORMAZIONE RISORSE PROCESSO DI PRODOTTI E SERVIZI TRASFORMAZIONE Valore di mercato delle risorse impiegate

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA

FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTO IMPORT IN EURO O DIVISA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI Redatto ai sensi del decreto legislativo 1 settembre 1993, titolo VI del Testo Unico ed ai sensi delle Istruzioni di Vigilanza

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

Aggiornato al 19/12/2014 1

Aggiornato al 19/12/2014 1 SERVIZI Estero Foglio Informativo n. 041108 Finanziamenti Import TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI Titolo VI (artt. 115-128) Testo Unico Bancario FOGLI INFORMATIVI INFORMAZIONI SULLA BANCA

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI

SCHEDA INFORMATIVA PRODOTTO: DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI : DELEGAZIONE DI PAGAMENTO RETRIBUZIONE NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI E FINANZIARI INFORMAZIONE SULL INTERMEDIARIO INFORMAZIONI SUL FINANZIATORE ISTITUTO BANCARIO DEL

Dettagli

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi

3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO. Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi 3 PASSI NELL IMPRESA E NEL LAVORO AUONOMO Gli elementi utili per aprire un attività imprenditoriale Rovigo, 14 maggio 2008 Appunti di Finanza Aziendale Dott. Vulpinari Gianluigi La scelta di intraprendere

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli

FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli FOGLIO INFORMATIVO Apertura di credito per finanziamenti a fronte di certificati/dichiarazioni di conformità di autoveicoli INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Credito Emiliano SpA Iscrizione in albi

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO

FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO relativo a SCONTO DI PORTAFOGLIO BANCA DEGLI ERNICI di Credito Cooperativo SCpA VIA ROMANA SELVA, SNC - 03039 - SORA (FR) Tel. : 07768520 - Fax: 0776852030 Email:info@bancadegliernici.it

Dettagli

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO

OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO I NUOVI PRINCIPI CONTABILI. LA DISCIPLINA GENERALE DEL BILANCIO DI ESERCIZIO E CONSOLIDATO. OIC 10 RENDICONTO FINANZIARIO GABRIELE SANDRETTI MILANO, SALA

Dettagli

CREDITO AI CONSUMATORI

CREDITO AI CONSUMATORI CREDITO AI CONSUMATORI DOMANDE E RISPOSTE con la collaborazione scientifica di 1 L utente di queste FAQ è inteso essere il consumatore medio, con una competenza finanziaria ridotta (molto spesso aggravata

Dettagli

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI

CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI CONTRATTO DI PROCACCIAMENTO D AFFARI eprice s.r.l. con Socio Unico (di seguito denominata "SITONLINE") con sede legale in Milano, via degli Olivetani 10/12, 20123 - Italia, Codice Fiscale e Partita I.V.A

Dettagli

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido

IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido IL PRINCIPIO CONTABILE N. 10 RENDICONTO FINANZIARIO di Nicola Lucido Sommario: 1. Il rendiconto finanziario 2. L OIC 10 ed il suo contenuto 3. La costruzione del rendiconto finanziario: il metodo diretto

Dettagli

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO

FINANZIAMENTI ALTRI ESTERO Data release 01/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante:

Regolamento delle fatture di acquisto. Esempio 1 pagamento con denaro contante: Regolamento delle fatture di acquisto. Quando paghiamo una fattura di acquisto il nostro patrimonio netto non subisce variazione dal punto di vista quantitativo, ma solo qualitativo. Se paghiamo in contante

Dettagli

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG)

Tasso Annuo Effettivo Globale (TAEG) INFORMAZIONI SULLA BANCA FOGLIO INFORMATIVO BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI LOCOROTONDO Cassa Rurale ed Artigiana - Società Cooperativa Piazza Marconi, 28-70010 Locorotondo (BA) Tel.: 0804351311 - Fax:

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI );

CONVENZIONE TRA. Associazione Bancaria Italiana, con sede in Roma, Piazza del Gesù 49, Codice fiscale n. 02088180589 (di seguito l ABI ); CONVENZIONE TRA il Ministero dello Sviluppo Economico, con sede in Roma, Via Vittorio Veneto 33, Codice fiscale n. 80230390587 (di seguito il Ministero ); E Associazione Bancaria Italiana, con sede in

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT

MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT MUTUO CHIROGRAFARIO IMPRESA BPER FINANZIAMENTO TURISMO MT INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena

Dettagli

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013

postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 postafuturo partecipa special Ed. ottobre 2013 Contratto di assicurazione sulla vita con partecipazione agli utili Il presente Fascicolo Informativo contenente la Scheda Sintetica, la Nota Informativa,

Dettagli

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio

RISCONTO ATTIVO = Costo sospeso = costo che riguarda il futuro esercizio LE SCRITTURE DI RETTIFICA: Attraverso le scritture di rettifica si rinviano al futuro esercizio componenti positivi e negativi di reddito che si sono manifestati nell esercizio, e quindi sono stati in

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*)

0,00 EUR Canone mensile. 0,00 EUR Canone/forfait/spese trimestrali. 0,00 EUR Spese annue per conteggio interessi e competenze (*) CONTO CORRENTE WEBANK L offerta commerciale della Banca contempla prodotti, servizi e attività differenti che si contraddistinguono per specifiche caratteristiche (es. i prodotti contraddistinti dal marchio

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari

Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari Circ.-CFB 98/2 Commerciante di valori mobiliari Pagina 1 Circolare della Commissione federale delle banche: Precisazioni sulla nozione di commerciante di valori mobiliari (Commerciante di valori mobiliari)

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO DI VENDITA DI PACCHETTI TURISTICI 1) NOZIONE DI PACCHETTO TURISTICO La nozione di pacchetto turistico è la seguente: i pacchetti turistici hanno ad oggetto i viaggi, le

Dettagli

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE

RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE RETTIFICHE SU ACQUISTI E SU VENDITE Le rettifiche su acquisti (vendite) determinano componenti positivi (negativi) di reddito corrispondenti ad una riduzione dei costi di acquisto (ricavi di vendita) rilevati

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014

STAGIONE SPORTIVA 2014/2015. CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 STAGIONE SPORTIVA 2014/2015 CONTRIBUTI A CARICO DELLE SOCIETÀ NON PROFESSIONISTICHE E CENTRI MINIBASKET Consiglio federale n. 6 del 10 maggio 2014 COMUNICATO UFFICIALE N. 1097 del 10 maggio 2014 Indice

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life

Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life Regolamento per depositi azionisti di Swiss Life 3 Indice 1. Autorizzazione e valori depositati 4 2. Apertura di un deposito 4 3. Autorizzazione di iscrizione

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi

Economia e Finanza delle. Assicurazioni. Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative. Mario Parisi Economia e Finanza delle Assicurazioni Università di Macerata Facoltà di Economia Mario Parisi Aspetti economico-finanziari delle gestioni assicurative 1 aspetti economici * gestione assicurativa * gestione

Dettagli

Cosa e' la percentuale e come si calcola

Cosa e' la percentuale e come si calcola Cosa e' la percentuale e come si calcola La percentuale e' un calcolo molto semplice che permette di valutare la forza di un evento questo simbolo % si legge percento. il 20% di 90 si calcola cosi 20/100*90

Dettagli

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche

Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Modulo di richiesta chiusura conto corrente BancoPosta Persone Fisiche Il presente modulo, sottoscritto e corredato della documentazione necessaria, può essere: consegnato in un qualunque Ufficio Postale

Dettagli

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio.

Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell esercizio. IL BILANCIO DELLE IMPRESE Le imprese sono aziende che hanno come fine il profitto. Il bilancio delle imprese è un documento contabile che descrive la situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dell

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE

REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE REGOLAMENTO PER L'EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE PICCOLE IMPRESE INDICE Art. 1 - Oggetto e finalità del regolamento Art. 2 - Requisiti di ammissibilità al contributo Art. 3 - Tipologie di spese ammissibili

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIREZIONE GENERALE PER GLI INCENTIVI ALLE IMPRESE Circolare 10 febbraio 2014, n. 4567 Termini e modalità di presentazione delle domande per la concessione e l erogazione

Dettagli