Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 4 all O.d.G.: Variazione aliquota. dell addizionale comunale all IRPEF. Come sappiamo, l assetto

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 4 all O.d.G.: Variazione aliquota. dell addizionale comunale all IRPEF. Come sappiamo, l assetto"

Transcript

1 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Punto n. 4 all O.d.G.: Variazione aliquota dell addizionale comunale all IRPEF. Come sappiamo, l assetto finanziario del Comune, e dei Comuni della Regione, in genere, ha subito un drastico ridimensionamento nel Vi è ben noto che di punto in bianco la Regione ha comunicato che nel 2013 al Comune di Buja saranno assegnate risorse in meno per circa Non è una cosa da poco, non è una cosa che si possa assorbire con riduzioni e tagli in pochi mesi perché, chiaramente, in meno per il nostro bilancio sono una cifra di tutto riguardo. Ed è ben nota la vicenda della Casa di Riposo, che qui abbiamo risolto. Dal dibattito nazionale e anche in alcune che io chiamo pseudo promesse, non saprei come dire, affermazioni da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri, l IMU per le prime case, salvo le case di lusso, castelli o ville, adesso vedremo quello che sarà classificato, come verrà classificato, non si pagherà, per cui probabilmente, a quanto sentiamo, il cittadino comune non pagherà l IMU della prima casa. Però io riporto cose non mie, cose che tutti abbiamo sentito sui giornali, sui telegiornali, eccetera. Quando decideranno di farlo. Perché spero non accada quando i bilanci Ma abbiamo visto che ormai i bilanci li hanno prorogati a settembre. Ormai non mi meraviglierei che li prorogassero a dicembre, per cui tutte (interruzione fine nastro) il Comune di Buja forse ha fatto un po il furbo, nel senso che ci dovremmo trattenere una maggior quota di fondi di solidarietà. Ecco. Quindi un operazione logica. Per quanto riguarda l addizionale IRPEF, purtroppo, a seguito di questo drastico taglio di risorse, è necessario allinearsi, e comunque rimaniamo sempre un po più bassi di tutti gli altri Comuni della zona, eccetto Osoppo, perché Osoppo beneficia del conguaglio IMU, cioè del fondo di riserva IMU. Siccome tutti i soldi della zona

2 2 industriale di Osoppo vanno a Roma, vengono ripianati con i fondi di solidarietà, per cui Osoppo, che è un piccolo Comune, ottiene una massa, una grande quantità di risorse dall IMU, che un altro Comune di pari dimensioni non ha, non ha tutti quei soldi lì, e da una parte glieli porta via lo Stato, perché l IMU della zona industriale va a Roma, dall altro la Regione li compensa. Cioè, anche con i soldi di Buja andremo a compensare, tutti gli altri Comuni andranno a compensare queste risorse. Per cui il Comune di Osoppo rimane molto ricco e non ha necessità di addizionali IRPEF. Il Comune di Gemona ha un addizionale IRPEF a scalare, che negli ultimi scaglioni arriva addirittura vicino al 7 per mille e quindi si attesta mediamente oltre al 5 per mille. Il Comune di Majano ha un addizionale del 5 per mille e tutti gli altri Comuni della zona comunque viaggiano tra il 4 e il 5 per mille. Quindi giocoforza in questa situazione dobbiamo allinearci a quella che è l addizionale dei Comuni della zona per generare appunto un entrata che serve a compensare i tagli operati dalla Regione, perché altrimenti non c è altro modo per chiudere il bilancio. Questo è un fatto che, a seguito del repentino taglio di risorse, si rende necessario per equilibrare questo tipo di risorse. Specifico che anche per il Comune di Buja della zona industriale e della zona artigianale, cioè tutti i fabbricati D, i fabbricati produttivi, vanno tutti a Roma, cioè non entrano nelle casse del Comune, e poiché il Comune di Buja ha un entrata IMU superiore all entrata storica ICI, non c è nessun conguaglio, cioè il Comune di Buja non beneficia di nessun conguaglio. Questi soldi vanno, , e non entrano nelle casse comunali. Oltre a questo dobbiamo mettere una riserva di per il fondo di solidarietà, per altri Comuni come Osoppo, perché ovviamente la Regione ragiona solo sull IMU, non ragiona su altri tipi di introiti.

3 3 Non possiamo utilizzare l avanzo di amministrazione, pratica che è stata sempre correntemente usata negli anni passati, quindi non possiamo utilizzare l avanzo di amministrazione perché ci è vietato. Sapete che nel consuntivo abbiamo approvato di avanzo, però dobbiamo lasciarli lì, non li possiamo toccare e non possiamo metterli sul bilancio di quest anno, non possiamo inserirli come posta spendibile. Poi mi ripeto, ma per estrema chiarezza c è il taglio di del finanziamento regionale. Quindi, da una parte se ne vanno, sono stati tagliati dalla Regione, devono essere messi a fondo di riserva, i fondi dell avanzo di amministrazione non possono essere utilizzati: non c è altro modo di chiudere il bilancio Cioè, o anche noi ben bene decidiamo di arrivare a settembre e poi a dicembre, sperando nello spirito santo, non so, che cambino le norme, che succeda qualcosa, ma questo ovviamente vuol dire paralizzare l attività della macchina comunale, vuol dire bloccare qualsiasi tipo di intervento che non sia la mera e ordinaria amministrazione o l urgenza. Io non mi sento di fare questa cosa. Quindi ci portiamo in linea con altre Amministrazioni comunali che da anni hanno questo tipo di aliquota. Noi eravamo più bassi e siamo stati anche tra gli ultimi ad introdurla. La portiamo allo 0,4 per mille. E questo è un fatto che si rende necessario per garantire il funzionamento della macchina comunale, delle scuole, di tutti i servizi pubblici, assistenza sociale e quant altro, di tutti i servizi pubbliche che il Comune intende garantire. Credo che in questo modo Mi rendo conto che non è bel segnale, ma d altronde la situazione è ben nota, la situazione generale dei Comuni è ben nota, e tutta la crisi finanziaria. La Regione ha fatto questo tipo di politica: ha mantenuto, non ha ridotto minimamente il finanziamento nella sanità, che è rimasto integro; sono stati bloccati gli

4 4 investimenti immobiliari, cioè rinviati, diciamo, per cui gli interventi del grande ospedale di Pordenone e quant altro vedrete che verranno realizzati in seguito, quando avranno le idee più chiare, però la quota sul finanziamento sanitario non è stata toccata. Però lo Stato ha tagliato alla Regione 2 miliardi di euro e quindi questi milioni in meno la Regione li ha scaricati sui Comuni e ha tagliato un po le sue attività. Quindi il grande impatto di questa crisi finanziaria viene portato dai Comuni, i quali non hanno altro modo, per galleggiare, che aumentare leggermente le tasse. Questa è una politica che si sta facendo, quella di far mostrare la faccia ai Sindaci, ma poi i soldi vanno da altre parti. Cioè una politica che viene fatta in questo modo qua: vi tagliamo i fondi, se volete arrangiatevi, sennò vedetevela un po voi. Quando euro o quando quasi un milione, se penso anche al fondo di riserva, di tasse della comunità bujese vanno da altre parti, non so cosa devo dirvi di più. Cioè, se questi soldi rimanessero qui, noi non avremmo bisogno di alcun trasferimento regionale. Non avremmo bisogno né di trasferimenti regionali né di quant altro, ci basterebbe tenere le nostre tasse, le tasse che paga la comunità per gestire tutti i servizi in modo adeguato. Questa è la situazione. I dati sono riscontrabili. È la situazione di molti altri Comuni. Ripeto, noi approviamo il bilancio, altri forse non arriveranno ad approvarli a settembre perché chiedono ulteriori rinvii, molti Comuni sono in una situazione peggiore della nostra. Io credo, per garantire il funzionamento delle scuole, per garantire i servizi sociali e tutti quei servizi che vengono erogati dal Comune in questo momento di particolare difficoltà, che questo sia un passo necessario ed inevitabile. Prego, Rudi.

5 5 Cons. FASIOLO Rudi Che la situazione sia drammatica, noi più volte, devo dire, da questi banchi l abbiamo detto anche in tempi non recentissimi. Ma, siccome lo faceva l opposizione, allora poteva essere la voce di chi vede sempre in termini negativi. Secondo me la situazione è veramente drammatica. Io sono convinto che la situazione non sia drammatica soltanto per i Comuni. Devo dire, fra parentesi, che più volte il revisore negli ultimi anni ci ha tranquillizzato sulla situazione economica del nostro Comune. Ma dal punto di vista economico e finanziario, certamente noi abbiamo la fortuna di avere i conti a posto, come Comune. Ma la situazione è drammatica. È drammatica. E per rispondere a questa situazione drammatica io credo che bisogna prendere dei provvedimenti anche impopolari, come in questo caso l aumento dell addizionale, ma dobbiamo ripensare, dobbiamo fare uno sforzo noi a tutti i livelli. E faccio un discorso che poi non voglio ripetere in sede di approvazione del bilancio. Nel giro di 5-6 anni i tributi, cioè le entrate del Comune derivanti da tributi sono aumentate di circa 1 milione, che sono andati a sopperire alla riduzione dei trasferimenti dalla Regione, dalla Provincia, dallo Stato. Quindi negli ultimi anni in più occasioni siamo intervenuti, è intervenuta l Amministrazione, è intervenuto il Consiglio comunale per introdurre, per aumentare le imposte, i tributi che i cittadini pagano. Le spese correnti non dico che sono aumentate nella stessa misura, perché non sarebbe vero, però le spese correnti, le spese generali, le spese dell attività della macchina del Comune non siamo riusciti a ridurle. Io credo, siccome la situazione è drammatica, che noi dobbiamo fare uno sforzo per trovare in tutti i modi il modo di ridurre anche le spese correnti. Poi naturalmente ci sono delle priorità, ci sono delle cose sulle quali non Abbiamo appena parlato della Casa di Riposo. Naturalmente si

6 6 discute sulle priorità. Però dobbiamo fare uno sforzo per ridurre le spese correnti. E in una situazione particolare anche noi dobbiamo dare dei segnali, come Consiglio comunale. Quando noi abbiamo fatto la proposta mesi fa di non acquisire il gettone di presenza, era un segnale, abbiamo ammesso, simbolico non risolve, certamente però va nella direzione di un coinvolgimento della popolazione in questa drammaticità. Quando tu vai ad aumentare l addizionale, il cittadino si trova a subire un aumento di un imposta e, se noi continuiamo a dire, come volte succede al Sindaco: ma, tutto sommato, noi stiamo bene, il rischio è che il cittadino non capisca. Io credo che dobbiamo essere molto chiari nel dire che la situazione è veramente drammatica. E dobbiamo ripensare l intera nostro modo di concepire l attività dell ente. Naturalmente non è una cosa che si inventa da un giorno all altro, però secondo me è in questa direzione che dobbiamo andare. Detto questo, nello specifico io propongo che l addizionale, a numeri immutati, cioè garantendo il gettito che è stato calcolato e previsto, l addizionale venga applicata a scaglioni, mantenendo l esenzione fino a di reddito imponibile e poi, da in su - mi pare che ci siano degli scaglioni che non possono essere inventati dal Consiglio comunale di Buja, ma sono già stati fissati si fissino delle percentuali di addizionale progressive perché chi ha di più deve dare proporzionalmente di più, in una situazione drammatica. Quindi la proposta è che la somma che viene ricavata dall addizionale IRPEF rimanga quella che avete previsto, ma che questa addizionale venga applicata seguendo gli scaglioni che sono quelli da a , da a , da a e oltre i , garantendo naturalmente bisogna fare un calcolo la

7 7 quota che è stata indicata come quota necessaria per coprire il bilancio. Sindaco BERGAGNA Stefano Grazie. Accolgo l indicazione, un indicazione che era stata studiata e credo che in qualche riunione mi ricordo bene, Giacomini, che gli ho fatto vedere anche i dati dello studio, quando nelle riunioni ha voluto vedere i dati, e ne abbiamo parlato era stata considerata dall Amministrazione comunale. Però, voglio dire, nessun Consigliere mi ha fatto pervenire un indicazione scritta, un indicazione di questo genere qualche giorno fa, almeno giorni fa, magari per condividere questo tipo di scelta. Perché ormai siamo in sede deliberante, questo è un atto necessario per approvare il bilancio, non è che posso cambiarlo così. Comunque nello studio che era stato fatto bisognava applicare delle aliquote. Non è vero che sono così fisse. Gli scaglioni sono definiti, ma le aliquote da applicare allo scaglione le decide il Consiglio comunale. Per andare a generare il gettito che serve, comunque fin dai bassissimi redditi bisognava arrivare immediatamente sul 3,5-4 per mille. Per cui ad un certo punto si è detto: va bene. Poi c è un altro problema tecnico. Il problema tecnico è sempre quello degli uffici centrali di Roma. Io non sono uno di quelli che accusano lo Stato. Anzi. Però scattano delle difficoltà applicative. Cioè, sul gettito a scaglioni in termini di verifiche e quant altro ci sono delle difficoltà applicative e quindi questo avrebbe considerato la possibilità di non poter verificare in modo adeguato il pagamento. Bisogna comunque considerare che l imposta è già proporzionale. Non sarà progressiva, ma è proporzionale. Perché chi ha un reddito di euro, se paga 4 euro ogni 1.000, quanto paga? 400? Non lo so. Adesso non mi ricordo. Credo che sia così. Chi

8 8 guadagna euro paga 100 euro. Forse meno. Sì, sono 4 euro ogni euro di reddito lordo. Quindi l imposta è già proporzionale al reddito. Non è progressiva. Però, come dico, si era valutato questo fatto. Chiaramente, su redditi che superano i euro, Gemona arriva ad aliquote che sfiorano l 8. Non so quanto sia equa una cosa di questo genere, dal mio punto di vista. Se poi non è neanche facilmente accertabile e comunque rischi che i soldi non vengano restituiti ai Comuni, ma si fermino a Roma, per questo tipo di difficoltà di accertamento, come mi è stato riferito, allora a questo punto è meglio tenere Abbiamo fatto un esenzione a 7.500, chi ha un reddito di non pagherà niente, non pagherà l addizionale IRPEF, per gli altri sarà un aliquota uguale, per tutti uguale. Chiaramente, più uno guadagna più paga. C è già la proporzionalità. E questo implica comunque una equità migliore anche dal punto di vista dell accertamento perché sappiamo che c è anche una difficoltà di accertare le cose. C è un evasione fisiologica in ogni tipo di tributi. Dal calcoli che abbiamo fatto anche lo scorso anno, che era il primo anno di applicazione dell IMU, c è stata una certa percentuale di evasione, che comunque verrà in gran parte individuata. Magari la cartella ti arriverà dopo due anni, ma verrà individuata. Perché equità significa poi anche cercare chi non paga. Magari non tutti fanno i furbi, qualcuno ha anche dei problemi a pagare e va bene. Però l equità vuole che non sia lasciato alla libera iniziativa, ma ci sia poi anche un controllo affinché tutti rispettino le regole. Ripeto, l aliquota a scaglioni non so fino a che punto è equa, ma sicuramente crea difficoltà nella fase di accertamento. Comunque, se da parte dei Consiglieri di minoranza quando oltre un mese fa ho mostrato le carte, ho mostrato le analisi e i dati che erano stati elaborati, mi fosse stata fatta una proposta

9 9 per tempo, avremmo anche potuto condividere questo percorso. Avete visto che sul tema scuole, sul tema Casa di Riposo la condivisione è stata ampia, ma non mi venga a presentare in Consiglio comunale la possibilità di cambiare le carte in seduta deliberante. Voglio dire, questo mi è tecnicamente impossibile. Prego, Santi. Cons. SANTI Stefano effettivamente la situazione è molto difficile. Lo hanno detto tutti, lo scrivono tutti. Le lamentazioni sono all ordine del giorno. E giusto che vengano fatte. Ma, una volta che sono fatte, basta, cioè diciamo cosa intendiamo fare. Abbiamo un ruolo proattivo per indicare la via che questa Amministrazione e questo Consiglio comunale vogliono adottare in presenza dello scenario odierno e anche quello prevedibile per i prossimi anni. Perché chi è stato eletto è stato eletto per trovare soluzioni. Ecco. Le difficoltà si sanno, ma, appunto, cerchiamo di voltare pagina e andare avanti. Di fronte alla mancanza di risorse si interviene attraverso imposte, tributi. Quindi questo totem di non mettere le mani nelle tasche dei cittadini, che è stato per anni un mantra ripetuto dalle forze di centro-destra, si è sfaldato come neve al sole, perché era qualcosa di assolutamente irrealizzabile. Era ripetuto fino a poco tempo fa, quando, ricordiamo, il capo non dell ultimo governo passato, ma del penultimo governo, in presenza di una crisi internazionale continuava a dire che la crisi non c era, i voli erano pieni, i ristoranti erano pieni e così via. Per cui responsabilità politiche ci sono e non è che va tutto lavato con un colpo di spugna. Detto questo, però, noi ci troviamo a dover deliberare sullo specifico. Sullo specifico riteniamo come gruppo che sia un passaggio obbligato, questo dell aumento dell IRPEF, quindi di incamerare, mi pare, una quota ulteriore di , se ho letto

10 10 bene il bilancio. Se vogliamo mantenere gli equilibri di bilancio come sono stati presentati, possiamo lavorare attraverso un sistema che è proporzionale e non progressivo oppure proporzionale e progressivo. Il secondo sicuramente garantisce maggiore equità; maggiore equità rispetto a una situazione sociale in cui la forbice fra i redditi più bassi, le nuove povertà e i redditi più alti è aumentata in maniera molto sostanziosa negli ultimi anni. Per cui la proposta di Fasiolo è una proposta non dico solo condivisibile, ma deve venire naturale in questo periodo in cui chi ha, in genere ha molto e chi non ha, ha poco o niente. E attraverso questo meccanismo di proporzionalità e di progressività andiamo effettivamente a garantire equità. A garantire equità anche non mettendo nelle condizioni di non poter pagare chi effettivamente non ha. Non penso che il problema dei controlli sia il problema centrale della questione. Sicuramente i controlli ci devono essere, sicuramente devono essere agevolati, ma non possiamo, né per questioni tecniche né per questioni di controllo, evitare di capire qual è il cuore del problema. E sul fatto che la proposta venga presentata questa sera, non vedo niente di così terribile dal momento che mi ricordo che durante l ultimo Consiglio comunale è stata chiesta da parte del Sindaco la disponibilità ai Consiglieri, pur non essendoci tempi tecnici, di arrivare stasera alla discussione ed eventuale approvazione del bilancio. Per cui non si venga a tirar fuori Noi non abbiamo presentato alcun emendamento. Non abbiamo presentato emendamenti perché non ci sono stati i tempi per poterlo fare e perché non ci sembrava il caso di andare a scardinare un bilancio che era stato presentato secondo una certa concezione. Per cui la proposta di Fasiolo è una proposta che va sia nella direzione della salvaguardia degli equilibri di bilancio così come scritti nel

11 11 bilancio presentato da questa Amministrazione, sia nella direzione dell equità. In questo caso penso sia da mettere una mano sul cuore proprio da parte di tutti i Consiglieri per poter dare delle risposte che riescano effettivamente a salvaguardare quelle che sono le fasce più a rischio. E mi ricordo che il Sindaco ha detto più volte che persone vanno da lui a chiedere lavoro, a chiedere la possibilità di avere un livello di qualità della vita decente, che sta sfuggendo di mano a molte persone. Questo è lo strumento che abbiamo a disposizione. Adoperiamolo. Cons. FASIOLO Rudi (interviene a microfono spento non si sente la registrazione). Sindaco BERGAGNA Stefano Allora, ripeto, le valutazioni e le analisi sono state fatte. Non ci sarebbe stata una grande differenza per i redditi medi o medio-bassi perché fin da subito, per una questione di numeri, di matematica l ho fatto vedere anche a Giacomini nel dettaglio si avrebbe dovuto arrivare ad aliquote del 3,5-4, già su redditi di Quindi già da redditi medio-bassi si dovrebbe intervenire con un certo tipo di aliquota. Quindi c era già questo elemento. Il secondo elemento: invece gli uffici mi dicono che ci sono problemi di accertamento, che si rischia che alla fin fine poi le entrate non arrivino in modo esatto. Quindi questi due elementi mi hanno portato E poi anche la complessità dell aliquota crea anche un po di problemi applicativi ai vari operativi che poi la devono applicare. Quindi si è cercata una linea che alla fin fine con l esenzione a salvaguardasse i redditi più bassi e anche una linea chiara, netta che creasse il minor numero possibile di fraintendimenti applicativi, di errori, di difficoltà anche di

12 12 accertamento e di riscossione. Questa è stata la scelta. E vi ripeto che non so, magari fosse giunta una proposta per tempo, se sarebbe stata buttata, perché queste mi sembrano ragioni chiare, cioè ragioni su cui trovare C è una scelta in questa logica. In questa logica c è una scelta. Prima cosa. Seconda cosa, sui tagli di cui Fasiolo nell introduzione del suo discorso ha accennato. Ha detto: sì, dobbiamo tagliare, dobbiamo ridurre i costi. Io dico che è facile dire di tagliare, ma poi, quando si va a tagliare davvero, tutti cominciano ad alzare il livello di protesta. Abbiamo visto che tipo di reazione c è stato quando un certo tipo di impostazione più drastica era stato messo sulla Casa di Riposo. C è stata una reazione immediata. Su alcune linee della via pubblica ad una certa ora della notte l illuminazione si spegne in modo alternato, scatta lo spegnimento alternato. E questa è una misura di razionalizzazione. Voi non lo sapete, ma ve lo dico io, qual è il livello di protesta del cittadino che dice: a me non me ne frega niente, pago quello che devo pagare di tasse, ma io voglio avere la luce sotto casa perché la sera ho paura che vengano i ladri. Cioè, questo mi capita frequentemente, ovvero molti cittadini o signore di una certa età che mi avvicinano e dicono: ma come mai la luce si spegne? Allora, sì, razionalizzare va bene: togliamo un po di pubblica in giro, riduciamo Cioè, razionalizzare o ridurre le spese correnti vuol dire tagliare servizi. Vuol dire tagliare dei servizi che i cittadini adesso hanno. Vogliamo licenziare qualche dipendente comunale? Dobbiamo arrivare a questo? Comunque anche lì vuol dire tagliare un servizio. Vuol dire che dei lavoratori, che la forza lavoro cala, per cui in qualche settore di apriranno delle falle, delle debolezze. Cioè, voglio dire, è facile dire: tagliare. Ma dov è la proposta concreta per tagliare? Cioè, questa non è un Amministrazione che ha

13 13 sprechi. Non c è nessuno spreco. Tagliare. Tagliare vuol dire tagliare servizi. Vogliamo chiudere la Casa di Riposo? Si tagliano subito un po di soldi. Vogliamo chiudere qualche struttura? Vogliamo chiudere un po di illuminazione pubblica alla sera, più di quello che già stiamo facendo? Dove sono le proposte concrete? Sì, finché parliamo di proposte simboliche Ma i numeri dove sono? Prego, Fasiolo. Cons. FASIOLO Rudi (interviene a microfono spento non si sente la registrazione) l Amministrazione potrebbe dirmi: noi questo sforzo lo stiamo già facendo. Io dico, da opposizione, che secondo me, se sta facendo lo sforzo, non è uno sforzo sufficiente. Dobbiamo - e io mi ci metto, cioè non sto dicendo semplicemente che bisogna tagliare in maniera generica dico che dobbiamo fare uno sforzo sistematico per capire dove possiamo effettivamente tagliare. Dove possiamo. Perché il Sindaco dice: questo è un Comune che non spreca. Siamo sicuri di questo? Io credo che il livello di spreco cambi a seconda delle situazioni. Più la situazione è drammatica, più ciò che prima non era uno spreco diventa uno spreco. E siccome noi dobbiamo pensare al futuro, cioè dobbiamo pensare a quelli che Cioè, io ho 54 anni e ormai non credo Non sono in pensione. Però io sono preoccupato per chi ne ha 20, per chi ne ha 15 e cerco di pensare, naturalmente nel mio piccolo, a quello che sarà per quella generazione. E mi chiedo: cosa possiamo fare? E non è che per me sia facile, non è che io ho la soluzione, però sono convinto, ed è un invito che naturalmente faccio a questo Consiglio, sono convinto che dobbiamo fare uno sforzo per capire come riuscire a spendere meno, a spendere meglio, investire. Perché sull aspetto dell energia, poi si potrà discutere sul come, su cosa fare, però sull energia siamo d accordo,

14 14 è un investimento. Dobbiamo fare uno sforzo ulteriore. Credo che molti, dappertutto destra, sinistra molti non siano ancora consapevoli della drammaticità della situazione. Perché la nostra situazione non deriva da una condizione particolare, da una situazione in cui si trova il paese Italia; deriva da dinamiche che vanno ben oltre la situazione italiana, in cui certamente l Italia si trova immersa. Sindaco BERGAGNA Stefano Bene. Raccolgo l invito ad un maggiore sforzo, che sicuramente verrà fatto. Io credo che sia stata la preoccupazione costante dell Amministrazione, a volte esponendosi. La dinamica della Casa di Riposo: io ho sempre detto che lì c erano delle risorse che si mettevano in gioco e che ormai non potevano più essere sostenute in questo modo. Cioè, c era già un cambio rispetto al passato. E abbiamo visto, rispetto ad una posta molto grossa del bilancio, che tipo di dinamica si è innescata, per dopo trovare sono d accordo una soluzione condivisa. Va bene. Però vi posso dire un altra cosa: che quello che i cittadini mi dicono, me l hanno detto anche quando era stata tolta l ICI la prima volta, è che, se le tasse restano nel nostro comune, se servono per asfaltare le strade, se servono per dare i servizi che la gente chiede, l illuminazione pubblica, la gestione corretta dei rifiuti, per far funzionare bene le scuole, gli scuolabus, tutto il sistema sociale per gli anzianiabbiamo visto che abbiamo attivati nuovi servizi, come il trasporto - la gente le tasse le paga. Però, se deve pagare e questi soldi non si sa dove vanno, prendono altre vie, non restano nella comunità, la gente dice: be, per cosa sto pagando? Non vedo niente, alla fin fine mi trovo le strade con le buche, alla fin fine ancora un po mi spegnete le luce, se devo andare in ospedale devo pagarmi la visita.

15 15 Cioè, uno dice: perché pago le tasse? Se poi non vede dei servizi. Allora, quando da Buja 1 milione di euro adesso questa operazione è per tirar fuori, per mettere a bilancio , l addizionale IRPEF getterà quando 1 milione di euro delle tasse prodotte a Buja parte per i fabbricati D, zona industriale, artigianale, eccetera, fondi di riserva per fondi di solidarietà, eccetera 1 milione di euro non resta più qua, il cittadino dice: perché? Dove vanno questi soldi? Dove sono i servizi sul territorio? E lì che il cittadino si arrabbia e comincia a dire: qui pago, per avere che cosa? Per avere che cosa? Cioè, dal mio punto di vista sarebbe più drammatico andare a tagliare perché questo vuol dire, vuol dire togliere, vuol dire Da qualche parte devi togliere. O cominci a dire: bene, prendo gli anziani della Casa di Riposo, li mando in altre strutture della zona e lì chiudo. Oppure puoi cominciare a dire: bene, su qualche via a mezzanotte si spengono le luci in modo alternato e, invece che spegnere in modo alternato, spegniamo del tutto a una certa ora. E vedi che tipo di reazione c è. Oppure si comincia a dire: diamo una mano alle due bande che fanno attività giovanile, diamo una mano alle associazioni ciclistiche, alle varie associazioni sportive, alla scuola di musica, alle varie attività che tengono in piedi un paese? Non si dà più, tagliamo, tagliamo lì. Oppure possiamo tagliare le scuole dove abbiamo un forte livello di attività riconosciuta alla direttrice didattica, dove abbiamo un buon servizio, anche con dei corsi integrativi in lingua inglese e quant altro. Tagliamo. Voglio dire, da qualche parte bisogna tagliare. Però vi dico che il cittadino prima di subire il taglio dei servizi a cui è abituato dice: ma perché mi tagli? Cioè, io anche pago la tassa che devo pagare se vedo un risultato, se vedo che il servizio della raccolta dei rifiuti funziona, se vedo che le

16 16 cose nel Comune vanno, se vedo che vengono fatti anche degli investimenti che servono per la comunità, anche per tenere su la Casa di Riposo, sono pronto. Il nostro cittadino è un cittadino che ha un senso di civiltà. Il problema viene fuori quando il cittadino paga e non si sa perché paga, quando si chiede: per avere che cosa? Perché non riesce a vedere che cosa gli viene dato. Perché, se va in ospedale deve pagare, paghi e ti trovi l illuminazione sì e no, le strade Abbiamo già detto. Eccetera. Perché? Perché i soldi non restano nella comunità. Questo è il problema. Questo è il vero problema. Io dico, attenzione che questa minima forma di contributo è purtroppo quello che avviene nelle altre Amministrazioni a Tarcento, con livelli anche più alti, e da altre parti per garantire quell equilibrio sociale Perché c è un servizio sociale che stiamo tenendo in piedi, e costa. Voi non lo sapete quanto costa un servizio sociale, quante persone handicappate sono trattenute in istituti speciali, volgarmente, passatemi il termine, chiuse in manicomio, però con problemi di salute mentale, minori che sono gestiti in istituti particolari. Tutte somme che paga il Comune. Cioè, non è che il sociale finisce nella Casa di Riposo, il sociale è molto più ampio. E questo tipo di interventi si stanno attuando. Allora è facile, si fa presto a dire: taglia. Però dopo, appena tagli Avete già provato che tipo di dinamica scatta. Chiudi la Casa di Riposo Ohi! Allora è facile dire di tagliare, ma io dico: manteniamo i servizi. Purtroppo, se i soldi delle nostre tasse vanno da altre parti e non rimangono in Comune, questo è il disegno che chi tira la fila dall alto, il legislatore Le tasse, i tributi, non possono neanche essere oggetto di referendum per la Costituzione. Cioè, le norme tributarie non possono essere oggetto di referendum, per la Costituzione. Per cui a Roma si tirano le fila. Ed è calcolato

17 17 che qui noi mostriamo la faccia e qualcuno tira i fili. Purtroppo questo è il gioco e così è. Giusto o sbagliato, non lo so. Perché non so neanche cosa accadrebbe se un domani da parte dello Stato qualcuno dicesse: adesso non paghiamo più le pensioni. Sì, questa è la drammaticità del Paese. In Grecia è successo. Stiamo ponendo dei rimedi in sede locale a situazioni grandi, a equilibri che, come si diceva, sono mutati a livello internazionale, ad una situazione Paese che è cambiata. Tecnicamente, accolgo l invito a rivedere, a razionalizzare, a ridurre, però sappiate che ogni tipo di razionalizzazione ha dei contraccolpi, ha delle conseguenze, nulla è indolore. Ecco, raccolgo, chiaramente, questo invito. Ripeto che non mi è possibile in questa sede cambiare, passare al sistema progressivo, perché non mi è stata presentata alcuna proposta e anche perché l Amministrazione, lo dico chiaramente, non condivide questa scelta per i motivi sia di tipo accertamento, sia per complessità di applicazione e anche perché non vedo quei grandi effetti sui redditi più bassi che comunque si troverebbero a pagare l aliquota per far tornare i conti, che viaggia immediatamente al 3,5-4. Per cui non vedo nessun effetto benefico da un operazione di questo genere. Quindi mantengo la proposta che è stata presentata agli atti del Consiglio. Prego, Aita Sonia. Cons. AITA Sonia (interruzione fine nastro) è evidente perché, se è vero che in sede di riunioni per la Casa di Riposo era stata abbozzata questa ipotesi dell IRPEF a questa percentuale, noi stessi avevamo ipotizzato la proposta, fatta formalmente a voce, questo tipo di proposta e quindi avevamo ventilato la possibilità. Quindi non c è più sordo di chi non vuol sentire. Per cui la proposta era arrivata alle orecchie del Sindaco. Aggiungo che noi abbiamo

18 18 avuto i documenti il 25, quindi abbiamo dato la nostra disponibilità a far approvare il bilancio, pur non avendo i tempi tecnici. Per cui, insomma, mettiamo insieme i vari elementi. L IRPEF a scalare è un segnale, cioè è semplicemente dire: in un momento di grande difficoltà è stato detto e ribadito è giusto che chi ha di più paghi di più. Ma come segnale, quindi al di là delle cifre che poi vengono conteggiate. Sindaco BERGAGNA Stefano Chi ha di più paga di più. Cons. AITA Sonia No. Be, paga di più, ma non in percentuale. Cons. FASIOLO Rudi Ma dai, non puoi dire che 100 euro per chi ha di reddito sono molto meno dei 20 euro per chi ha euro di reddito. Cons. AITA Sonia Ma è una questione anche di segnale, ma anche di scelta, di scelta politica. Di scelta. (Voci confuse). Allora, io penso che questa cosa non sia stata neanche, volutamente, presa in considerazione. Quindi detto questo, preso atto di questo, insomma Sindaco BERGAGNA Stefano Direi che è stata valutata. Cons. AITA Sonia Be, se fosse stata valutata, potevano essere messe le due opzioni. Le due opzioni potevano essere messe in Consiglio comunale e potevano essere discusse e messe ai voti. Sindaco BERGAGNA Stefano Va bene. Zontone, prego.

19 19 Cons. ZONTONE Marco Io vorrei fare solo un intervento velocissimo perché qua i punti sono tanti, sennò stasera viene veramente tardi. Un esempio di risparmio che l Amministrazione ha fatto nell ultimo anno: un po di mesi fa dai banchi dell opposizione è stata fatta richiesta sembrava che dovesse essere essenziale, di vitale importanza di costruire la casa dell acqua. E lì si parlava di euro, più o meno finanziati, ma comunque sempre di una spesa di euro. Questa Amministrazione, valutando le cose, è riuscita a far realizzare o comunque farà realizzare da un privato questa casa dell acqua e quindi l Amministrazione risparmierà euro in un esercizio che penso, con i tempi che ci sono, non siano una cosa da poco. Questo è un esempio di un risparmio che abbiamo fatto nell ultimo anno. (Voci confuse). Il costo era di , che dopo veniva ripartito sempre e comunque tra i cittadini. Cons. AITA Sonia Però precisi: sulle cifre dell Amministrazione erano euro. Se poi vogliamo farli diventare , va bene, ma il Comune ne metteva Cons. ZONTONE Marco Il costo era di Comunque il cittadino, pagando l acqua al CAFC, pagava anche una parte di questa quota. Cons. AITA Sonia Il cittadino pagherà Cioè, è passato un anno e ancora mi pare che non ci sia la casa dell acqua, quindi Cons. ZONTONE Marco La piattaforma I tubi sono stati tirati, quindi non credo che vada per le lunghe.

20 20 Cons. AITA Sonia Il cittadino pagherà di più che non al CAFC perché la tariffa di erogazione, così, stando alle voci, se al CAFC è di 5 centesimi al litro e la naturale è gratis, sarà di 7 e 2 centesimi. Per cui il cittadino pagherà di più. Però non volevo Sindaco BERGAGNA Stefano Quindi era giusto sprecare euro. E gli altri enti pubblici? Il CAFC è un ente pubblico. L ATO è un ente pubblico. Quindi in totale erano euro di soldi pubblici. Voglio dire, a volte bisogna Io ho cambiato anche idea, non ho avuto Bisogna anche avere il coraggio di dire, di cambiare idea. Rudi è molto più corretto da questo punto di vista. Mi spiace dirlo. Ma non se ne prende meriti, è una questione solo di onestà intellettuale, mica altro, che io ho sempre riconosciuto a Rudi, ad altri un po meno. Altri interventi? Prego. Cons. MOLINARO Roberto Sul punto dell intervento proporzionale rispetto al reddito, è un punto che mi vede favorevole. Mi vede favorevole, però, alla luce di una situazione di fatto reale, nitida, trasparente, nel senso che io penso che, se Buja ha il dato statistico rilevato a livello nazionale, andrebbe considerato anche il lavoro sommerso, il lavoro nero. Cioè, praticamente, tutti quei redditi che vengono percepiti e che non vengono dichiarati. Non credo che Buja sia un Comune che vada esente da questa problematica. Se facciamo riferimento a quello che è l ambito dei liberi professionisti, per esempio, io vedo che la tassazione che si paga a livello nazionale del 60-65% effettivamente è un dato concreto. Allora, io dico, ma questa proporzionalità in relazione al guadagno ha un senso di esistere, alla luce di tutte queste sfaccettature che ha il problema, voglio dire? Perché vogliamo andare a cavillare sul

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO

INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO 916 INTERVENTI DELL ON. RENATO BRUNETTA E DELL ON. LAURA RAVETTO Comunicazioni del presidente del Consiglio dei Ministri in vista del Consiglio europeo straordinario del 23 aprile 2015 22 aprile 2015 a

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE

IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE IL SISTEMA TRIBUTARIO INTRODUZIONE Sistema tributario Insieme di tributi intesi come prestazioni di denaro obbligatorie (art. 53 Costituzione) L obbligatorietà vs. la contribuzione volontaria dovrebbe

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia

Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Ripartire dai poveri: l ottavo rapporto su povertà ed esclusione sociale in Italia Tiziano Vecchiato Da dove partire Ripartire dai poveri (2008) è la risposta all interrogativo «Rassegnarsi alla povertà?».

Dettagli

LA PENSIONE DI VECCHIAIA

LA PENSIONE DI VECCHIAIA Le pensioni di vecchiaia e di invalidità specifica per i lavoratori dello spettacolo (Categorie elencate nei numeri da 1 a 14 dell art. 3 del Dlgs CPS n.708/1947) Questa scheda vuole essere un primo contributo

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO

QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO QUELL ATTIMO INFINITAMENTE SIMMETRICO Illustrazione di Matteo Pericoli 2002 Lui. Onroignoub! Lei. Come dice, scusi? Lui. Ouroignoub. Ah, mi perdoni. Buongiorno. Credevo che si fosse tutti d accordo a parlare

Dettagli

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo?

GIORGIO MOTTOLA Chiedo scusa, io avevo preso il biglietto ad Alta Velocità per il treno delle 14.20. Posso prendere questo? IL BIGLIETTO INFLESSIBILE di Giorgio Mottola CLAUDIA DI PASQUALE Tutto si gioca sull Alta Velocità. Intanto i pendolari si devono arrangiare perché sembra che non interessino a nessuno. Ma i passeggeri

Dettagli

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione

3. Determinazione dei servizi a domanda individuale e relativi costi di gestione 1. Approvazione addendum al contratto di concessione della progettazione, realizzazione e gestione di impianti fotovoltaici asserviti ad immobili di proprietà del Comune di Casapinta 2. Verifica quantità

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE

COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE COMUNE DI FOGGIA I.U.C. Imposta Unica Comunale 2015 L AMMINISTRAZIONE COMUNALE VISTO l art. 1, comma 639 della Legge 27 dicembre 2013, n. 147, che ha istituito, a decorrere dal 1 gennaio 2014, l imposta

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012

IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 IMU Come si applica l imposta municipale propria per l anno 2012 OGGETTO DELL IMU L IMU sostituisce l ICI e, per la componente immobiliare, l IRPEF e le relative addizionali regionali e comunali, dovute

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI

Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI Comune di Cerignola Provincia di Foggia Regolamento per la disciplina del tributo per i servizi indivisibili. TASI INDICE Art. 1 - Art. 2 - Art. 3 - Art. 4 - Art. 5 - Art. 6 - Art. 7 - Art. 8 - Art. 9

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM)

CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? Fabio Pammolli (Direttore CeRM) Fabio Pammolli (Direttore CeRM) CHE FINE HA FATTO IL FEDERALISMO IN SANITÀ? E CHI SE NE STA OCCUPANDO? 1 CeRM Competitività, Regole, Mercati Dopo anni di dibattito e anche qualche tentativo non riuscito,

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto

Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Progetto di legge di iniziativa popolare: Per un fisco più equo e giusto Negli ultimi mesi lo scenario europeo ha avuto un'evoluzione nuova e positiva. I margini di flessibilità del Fiscal Compact sono

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio?

Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Il mistero dei muoni: perché arrivano sulla terra e cosa c entra la relatività del tempo e dello spazio? Carlo Cosmelli, Dipartimento di Fisica, Sapienza Università di Roma Abbiamo un problema, un grosso

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

COMUNE DI NE Provincia di Genova

COMUNE DI NE Provincia di Genova COMUNE DI NE Provincia di Genova COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza del 28.04.2014 Reg. Verb. N. 5 OGGETTO: GESTIONE COMPONENTE TASI (TRIBUTO SERVIZI INDIVISIBILI) ANNO 2014. L anno duemilaquattordici

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona?

Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Chi può prendere decisioni riguardo alla salute di un altra persona? Nel Western Australia, la legge permette di redigere una dichiarazione anticipata di trattamento per stabilire quali cure si vogliono

Dettagli

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale

Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale COMUNE DI CESENA Processo verbale delle deliberazioni del Consiglio Comunale Seduta del 31/07/2014 - delibera n. 57 OGGETTO: TRIBUTO PER I SERVIZI INDIVISIBILI (IUC-TASI) - ALIQUOTE E ALTRE MISURE APPLICATIVE

Dettagli

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO

COMUNE DI MAGLIANO IN TOSCANA PROVINCIA DI GROSSETO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ADUNANZA STRAORDINARIA DI 1 CONVOCAZIONE SEDUTA PUBBLICA N 25 DEL 14/08/2014 COPIA Oggetto: Tributo per i Servizi Indivisibili (TASI) - Aliquote per l'anno

Dettagli

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi:

GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: GRAMMATICA IL MODO CONGIUNTIVO - 1 Osserva i seguenti esempi: Sono certo che Carlo è in ufficio perché mi ha appena telefonato. So che Maria ha superato brillantemente l esame. L ho appena incontrata nel

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Unità 1. I Numeri Relativi

Unità 1. I Numeri Relativi Unità 1 I Numeri Relativi Allinizio della prima abbiamo introdotto i 0numeri 1 naturali: 2 3 4 5 6... E quattro operazioni basilari per operare con essi + : - : Ci siamo però accorti che la somma e la

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione

Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Alberto Bartoli Presidente Corso di Studi Ingegneria Informatica Coordinatore Dottorato di Ricerca Ingegneria dell Informazione Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università di Trieste

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente»

«Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Conferenza stampa annuale del 17 giugno 2014 Anne Héritier Lachat, presidente del Consiglio di amministrazione «Abbiamo un margine di manovra sufficiente» Gentili Signore, egregi Signori, sono ormai trascorsi

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI

IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI IL MONOPOLIO NATURALE E LA GESTIONE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI SOMMARIO 1. COS E IL MONOPOLIO NATURALE 2. LE DIVERSE OPZIONI DI GESTIONE a) gestione diretta b) regolamentazione c) gara d appalto 3. I

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE COMUNALE DI CONTROLLO DI CUI ALL ART. 15 DELLO STATUTO (Approvato con delibera del Consiglio

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI

PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI DIREZIONE GENERALE PER flash 29 L INCLUSIONE E LE POLITICHE SOCIALI PRIMI DATI SULLA SPERIMENTAZIONE DEL SOSTEGNO PER L INCLUSIONE ATTIVA (SIA) NEI GRANDI COMUNI Roma, 1 settembre 2014 Il punto di partenza:

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010

CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 CONSIGLIO COMUNALE DI OLGIATE COMASCO DEL 12/05/2010 SINDACO BOVI ROBERTO: Buonasera. Innanzitutto mi fa piacere che finalmente abbiamo dei microfoni che mi auguro, senz altro, anzi sono certo che funzioneranno

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche

Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Fabio Ragaini, Gruppo Solidarietà Tariffe a carico degli utenti nella RSA Anni Azzurri di Ancona. La sospensiva del TAR Marche Con Ordinanza 189/2010, www.grusol.it/informazioni/12-04-10.pdf, Il Tar delle

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

1 - Sulla preghiera apostolica

1 - Sulla preghiera apostolica 1 - Sulla preghiera apostolica Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Do una piccola istruzione di metodo sulla preghiera apostolica. Adesso faccio qualche premessa sulla preghiera apostolica,

Dettagli

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio.

Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Luigino Bruni Milano-Bicocca e Sophia (Firenze) Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio. Per crescere un bambino ci vuole l intero villaggio, recita un noto proverbio africano. Perché la famiglia

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP)

Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Una nuova riforma?...no, meglio applicare quella già approvata Elsa Fornero (Università di Torino e CeRP) Che il sistema previdenziale italiano sia un cantiere sempre aperto testimonia la profonda discrasia

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli