Avere un bambino. Guida al percorso nascita nella AUSL 2. USL n 2 Azieda Sanitaria Regionale dell Umbria. Prima della gravidanza.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Avere un bambino. Guida al percorso nascita nella AUSL 2. USL n 2 Azieda Sanitaria Regionale dell Umbria. Prima della gravidanza."

Transcript

1 USL n 2 Azieda Sanitaria Regionale dell Umbria Prima della gravidanza La Gravidanza Il Parto Avere un bambino Il Ritorno a casa Guida al percorso nascita nella AUSL 2

2

3 Avere un bambino Negli ultimi anni l Azienda Sanitaria USL n. 2 si è fortemente impegnata nel miglioramento e nell umanizzazione del percorso nascita, vale a dire di tutti i servizi che assicurano la preparazione e l assistenza all evento nascita. Abbiamo investito nel rendere più confortevoli e adeguate sia le sedi dei Consultori e gli ambienti dove si svolgono i Corsi di preparazione al parto sia i tre Punti Nascita degli Ospedali di Assisi, Castiglione del Lago e Marsciano. Attraverso la formazione continua dei nostri operatori, la promozione della qualità nell assistenza al parto ed il sostegno dell allattamento al seno, abbiamo voluto puntare alla tutela della gravidanza e del parto intesi come eventi naturali, ma sempre più sicuri e garantiti. Ci auguriamo quindi che questa guida, rappresenti un valido aiuto per conoscere questi servizi dedicati al percorso nascita e per consentirne una scelta consapevole; e accompagni la donna e la coppia durante quello che viene considerato il più intenso ed emozionante momento della loro vita. Il Direttore Generale Walter Orlandi

4 Avere un bambino Indice Prima della gravidanza Cosa è utile sapere Dove andare e a chi rivolgersi La gravidanza Il monitoraggio della gravidanza Cosa è utile sapere Dove andare e a chi rivolgersi I Corsi di preparazione al parto Dove andare e a chi rivolgersi Tutela della maternità Dove andare e a chi rivolgersi Il Parto e la Nascita Cosa è utile sapere Punti Nascita Il ritorno a casa Cosa è utile sapere Dove andare e a chi rivolgersi pag.05 pag.05 pag.06 pag.08 pag.08 pag.08 pag.12 pag.13 pag.14 pag.15 pag.16 pag.17 pag.17 pag.17 pag.20 pag.20 pag.20 Sedi e recapiti pag.21/22

5 Prima della gravidanza Prima della gravidanza Cosa è utile sapere? Prima di affrontare una gravidanza, è opportuno, qualora non sia già stato fatto, consultare un ginecologo per una valutazione dell apparato riproduttivo, al fine di: accertare malattie preesistenti e condizioni di rischio che possano pregiudicare la gravidanza; prevenire malattie pericolose per la donna e per il feto. Può essere opportuna, secondo le indicazioni del ginecologo, anche una consulenza genetica, per verificare se sussista il rischio di una malattia ereditaria in famiglia o il rischio di comparsa di una patologia (legata alla assunzione di farmaci o alla esposizione ad agenti fisici, chimici o infettivi), che possa determinare malformazioni nel nascituro. Tale consulenza si realizza mediante un colloquio con professionisti esperti. 05

6 Prima della gravidanza * Dove andare e a chi rivolgersi? Consultori Il Servizio Consultoriale, ha il compito di tutelare la salute della donna per problemi inerenti la fertilità, il concepimento, la salute sessuale e per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse. I Consultori hanno sede presso i Centri di Salute di ogni Distretto. Per indirizzi e recapiti telefonici dei consultori vedi pag. 21/22. Procedure e ticket Il servizio Consultoriale è gratuito; per accedere: non occorre prescrizione medica non occorre prenotazione al CUP è sufficiente prendere appuntamento per telefono o di persona. Ambulatori ospedalieri * Anche gli ambulatori ospedalieri effettuano prestazioni per problemi inerenti la fertilità, il concepimento e la salute sessuale e per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse. Gli ambulatori di ostetricia e ginecologia dell Azienda USL n 2 hanno sede presso gli ospedali di Assisi, Castiglione del Lago, Città della Pieve, Marsciano e Todi. Per indirizzi e recapiti telefonici degli ambulatori ospedalieri vedi pag. 21/22 Procedure e ticket La visita ginecologica in ospedale: si prenota presso il CUP è soggetta al pagamento di un ticket 06

7 Prima della gravidanza Ambulatorio genetico * La consulenza genetica, per verificare il rischio di malattie ereditarie, si effettua nell ambulatorio genetico che ha sede nel Centro di Salute di Bastia Umbra. Procedure e ticket Per accedere ad una consulenza genetica di primo livello occorre: la richiesta redatta su ricettario regionale da parte del medico curante o dallo specialista di struttura pubblica; una prenotazione telefonica diretta: - al tel venerdì dalle 8.30 alle al tel negli altri giorni della settimana la consulenza preconcezionale e gli esami preconcezionali più importanti sono esenti da ticket 07

8 La Gravidanza La gravidanza Cosa é utile sapere? Il monitoraggio della gravidanza La gravidanza è un evento fisiologico, e normalmente evolve sino al compimento senza particolari problemi; però è un evento della vita della donna che comporta notevoli modificazioni sia sul piano fisico che emotivo; quindi deve essere adeguatamente seguita, anche con visite periodiche, analisi ematochimiche ed accertamenti strumentali. In una gravidanza normale vengono consigliati esami, efficaci a tutelare la salute della donna e lo sviluppo del feto e quindi gratuiti, per tutte le donne che si rivolgono alle strutture pubbliche. In alcuni casi il ginecologo può ritenere opportuno effettuare anche ulteriori esami, che potrebbero essere soggetti al pagamento di un ticket. Gli esami da fare cambiano nelle diverse fasi della gravidanza, perché sono diversi gli elementi di rischio da tenere sotto controllo. Nel primo trimestre della gravidanza Gli esami in questa fase hanno l obiettivo principale di controllare lo stato di salute della donna, per individuare per tempo eventuali fattori di rischio per lei e il suo bambino; servono inoltre ad accertare l epoca della gravidanza. Nel secondo trimestre della gravidanza Gli esami, in questa fase, hanno l obiettivo di valutare l evoluzione del feto allo scopo di accertarne il regolare sviluppo ed effettuare la diagnosi precoce di eventuali malformazioni. Nelle situazioni più gravi il ginecologo fornisce alla donna ed al partner tutti gli elementi per la scelta su un eventuale interruzione di gravidanza, che, in questi casi, entro la 24 settimana, è legalmente possibile. 08

9 La Gravidanza Durante la visita ginecologica, è utile anche effettuare un esame del seno, per valutarne le condizioni ed avere le indicazioni utili per favorire l allattamento al seno del proprio bambino. Per le donne con età uguale o superiore a 35 anni o per le situazioni in cui esistano in famiglia una sindrome di Down o altre alterazioni cromosomiche si prenderà in considerazione l opportunità di fare un amniocentesi tra la 16 e la 18 settimana. Questa permette, con il prelievo del liquido amniotico attraverso la parete addominale, di esaminare i cromosomi delle cellule fetali in esso contenute. Per la risposta ci vuole un pò di tempo e l esame, a tutt oggi, mantiene un certo rischio di abortività. Nel terzo trimestre della gravidanza Durante il terzo trimestre, gli esami proposti hanno lo scopo di controllare sia la salute della gravida che l accrescimento e il benessere fetale. Abitudini di vita In gravidanza oltre fare i controlli periodici, è altrettanto importante adottare e mantenere uno stile di vita sano: con una buona alimentazione e con l interruzione di abitudini a rischio (il fumo in primo luogo, un pericolo reale per il feto). Per qualunque dubbio in merito a: pratica di uno sport, viaggi e spostamenti, rapporti sessuali, cure del corpo (parrucchiere,ecc) ci si può rivolgere all ostetrica o al ginecologo del consultorio o dell ambulatorio ospedaliero. Inoltre chi frequenta i Corsi di Preparazione al Parto ed alla Nascita organizzati dalla Azienda USL n 2 (vedi pagina 14) avrà l occasione di apprendere tutto ciò che può aiutare ad adottare comportamenti favorevoli alla salute della donna e del bambino. 09

10 La Gravidanza Esami da effettuare Nel primo trimestre della gravidanza Controllo del peso Pressione Arteriosa Visita ginecologica (ed eventuale pap-test) Ecografia Gruppo sanguigno Fattore Rh Test di Coombs indiretto (ricerca anticorpi antiglobuli rossi in donne Rh negative) Emocromo con piastrine Glicemia Transaminasi Azotemia e creatininemia VDRL e TPHA (test sierologici per la sifilide) Anticorpi anti HIV (test sierologico per l AIDS) Anticorpi anti Toxoplasma Anticorpi anti Rosolia Anticorpi anti Citomegalovirus Esame delle urine Nel secondo trimestre della gravidanza Controllo del peso Pressione arteriosa Visita ginecologica Battito Cardiaco Fetale Ecografia Emocromo Glicemia Anticorpi anti Toxoplasma (se risultati negativi nel trimestre precedente) Test di Coombs indiretto (se risultato negativo nel trimestre precedente) Esame urine Urinocoltura 10

11 La Gravidanza Esami da effettuare Nel terzo trimestre della gravidanza Controllo del peso Pressione arteriosa Visita ginecologica Misura sinfisi - fondo Ecografia Movimenti Attivi Fetali Battito Cardiaco Fetale Emocromo (con ferritina in caso di ridotto volume dei globuli rossi) Glicemia Azotemia e creatininemia Transaminasi Markers per epatite B e C Anticorpi anti HIV (ricerca anticorpi per AIDS) Anticorpi anti Toxoplasma (se risultati negativi nel trimestre precedente) Test di Coombs indiretto (se risultato negativo nel trimestre precedente) Esame urine Tampone vaginale 11

12 La Gravidanza Dove andare e a chi rivolgersi Sia gli operatori del consultorio che gli operatori degli ambulatori ostetrici ospedalieri si prendono cura della gestante fin dai primi giorni, affrontando insieme alla donna ed al suo partner eventuali dubbi, effettuando i controlli previsti in gravidanza e prescrivendo gli accertamenti necessari. * Consultori Sono dislocati in tutto il territorio dell Azienda USL n 2. Per indirizzi e recapiti telefonici dei consultori vedi pag.21/22. Procedure e ticket tutte le prestazioni per la gravidanza sono gratuite non occorre prescrizione medica non occorre prenotazione al CUP è sufficiente prendere appuntamento per telefono o di persona Ogni gestante avrà la propria scheda di gravidanza (diario puntuale sull andamento della gravidanza e sugli esami effettuati), come proprio promemoria e come documentazione da consegnare agli operatori ospedalieri al momento del parto. Ambulatori ostetrici ospedalieri * Gli ambulatori ove si effettua il monitoraggio della gravidanza sono presso gli ospedali di Assisi, Castiglione del Lago, Città della Pieve, Marsciano e Todi. Per indirizzi e recapiti telefonici degli ambulatori ospedalieri vedi pag.21/22. Procedure e ticket non occorre prescrizione medica è necessario prenotare le visite e gli accertamenti indicati alle pagine 10/11 sono gratuite 12

13 La Gravidanza I Corsi di Preparazione al Parto e alla Nascita Per accompagnare la donna ed il suo partner in un momento così centrale della propria esperienza di vita la Azienda USL n 2 organizza i Corsi di Preparazione al Parto ed alla Nascita, con l obiettivo di: aumentare la capacità della donna di collaborare attivamente al travaglio e di controllare il dolore, poiché se nel parto naturale è impossibile eliminarlo, è tuttavia possibile imparare ad affrontarlo e gestirlo; sostenere il senso di adeguatezza delle gestanti e dei loro partner nell assumere i propri ruoli, sia durante la gravidanza, (in cui profonde modificazioni segnano il corpo e la vita emotiva della donna) sia come neo genitori. I Corsi vengono svolti secondo un modello aziendale teso a garantire qualità ed efficacia e forniscono informazioni corrette ed aggiornate sulla gravidanza, sull espletamento del travaglio e del parto e sulle cure al neonato. Ogni corso ha la durata di circa due mesi, con uno o due incontri settimanali e si rivolge a gruppi di gestanti di numero variabile secondo la sede. Ogni incontro prevede sia momenti informativi e di confronto tra gestanti e operatori, sia l apprendimento di tecniche di rilassamento per la gestione del dolore durante il travaglio e il parto. La condivisione nel gruppo dei vissuti della gravidanza e la discussione sulle informazioni fa sì che progressivamente il gruppo stesso diventi strumento di aiuto reciproco e consenta l instaurarsi di relazioni di aiuto e solidarietà tra le gestanti, anche al di fuori della esperienza del corso. Gli operatori che conducono i corsi sono ostetriche, ginecologi, pediatri e assistenti sociali. E bene informarsi e programmare per tempo la partecipazione ad un corso di preparazione al parto ed alla nascita, in modo da non iniziarlo oltre il 7 mese. 13

14 La Gravidanza Dove andare e a chi rivolgersi I Corsi si tengono presso le seguenti sedi consultoriali e ospedaliere: Perugia Centro Residenziale Le Fornaci San Marco tel Magione Centro di salute tel Castiglione del Lago Ospedale - Unità Operativa di Ostetricia tel Deruta Centro di salute tel Marsciano Ospedale - Unità Operativa di Ostetricia tel Todi Ospedale - Centro di monitoraggio della Gravidanza tel Assisi Ospedale - Unità Operativa di Ostetricia tel Procedure e ticket I Corsi sono completamente gratuiti. Per iscriversi o avere ulteriori informazioni rivolgersi all ostetrica delle sedi indicate. 14

15 La Gravidanza Tutela della maternità I diritti fondamentali della donna e della lavoratrice in gravidanza sono regolati dagli anni 70 dalla legge n.1204 del 31 dicembre 1971, ma attualmente è il Testo Unico n 151/2001 la norma che disciplina i congedi, i riposi, i permessi e la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori, connessi alla maternità e paternità, e che regola il sostegno economico alla maternità e paternità. Per lavoratrice o lavoratore si intendono i dipendenti (compresi quelli in apprendistato) di amministrazioni pubbliche e di datori di lavoro privati, oltre che i soci lavoratori di cooperative. La legge italiana prevede inoltre disposizioni a tutela della sicurezza e della salute delle lavoratrici durante la gravidanza e fino al 7 mese di vita del bambino. I diritti dei neo-genitori sono: congedo per maternità, ossia astensione obbligatoria dal lavoro della lavoratrice: il periodo complessivo è di 5 mesi e decorre dal compimento del 7 mese di gravidanza, ma la gestante, se non ha problemi di salute, può posticipare l inizio del congedo al compimento dell 8 mese, prolungandolo dopo la nascita fino al 4 mese di vita del bambino. La lavoratrice percepisce un indennità giornaliera pari all 80% della retribuzione, per tutto il periodo di congedo congedo per paternità, ossia astensione dal lavoro del lavoratore quando la lavoratrice madre non può utilizzare il congedo per un suo grave impedimento personale: il padre lavoratore può utilizzare la parte di astensione obbligatoria successiva alla nascita (3 mesi) Il trattamento economico è lo stesso previsto per il congedo di maternità congedo parentale, ossia astensione facoltativa dal lavoro della lavoratrice o del lavoratore: per ogni bambino fino ad 8 anni di vita ciascun genitore ha diritto di astenersi dal lavoro per un periodo complessivo di 10 mesi (11 qualora il padre usufruisca di congedo continuativo o frazionato non inferiore a 3 mesi) L indennità economica è pari al 30% della retribuzione fino al 3 anno di vita del bambino e per un periodo massimo complessivo 15

16 La Gravidanza di 6 mesi di congedo; per il restante periodo di astensione facoltativa l indennità è correlata al reddito del singolo genitore interessato congedo per malattia del figlio, cioè astensione facoltativa dal lavoro della lavoratrice o del lavoratore in relazione ad una malattia del figlio: entrambi i genitori hanno diritto ad astenersi dal lavoro (alternandosi fra loro) in caso di malattie dei figli di ètà non superiore a 3 anni. Per i figli di età fra 3 e 8 anni i genitori possono astenersi dal lavoro per un massimo di 5 giorni lavorativi all anno I periodi di congedo di malattia non danno diritto a copertura economica ma solo previdenziale riposi e permessi; durante il primo anno di vita del bambino la lavoratrice madre (o il lavoratore padre in alcuni casi particolari) ha diritto al riposo giornaliero di 1 o 2 ore, a seconda che l orario di lavoro sia inferiore o pari a 6 ore al giorno. In caso di parto plurimo i periodi di riposo sono raddoppiati e le ore aggiunte possono essere utilizzate anche dal padre. L indennità economica per i periodi di riposo o permessi è pari al 100% della retribuzione assegno di maternità; per ogni figlio nato dal 1 gennaio 2001 è concesso alle madri residenti (cittadine italiane o comunitarie o in possesso di carta di soggiorno) che non beneficiano di altre indennità di maternità un assegno di maternità di 1291,14 euro ( ) complessivi. Dove andare e a chi rivolgersi Per informazioni in merito alle disposizioni di legge e agli interventi socio-assistenziali a sostegno del nucleo familiare si possono contattare i servizi sociali dei consultori e dei centri di salute della propria zona di residenza. Indirizzi e recapiti telefonici sono alle pag. 21/22 16

17 Il Parto e la nascita Il Parto La Gravidanza Cosa é utile sapere? Dopo una gravidanza normale, il parto è di solito un evento naturale, che però va seguito con continuità ed attenzione e nel rispetto del suo andamento spontaneo. Per offrire alle partorienti ed ai loro bambini un assistenza appropriata ed efficace, bisogna garantire un attento monitoraggio del travaglio e parto; ed al tempo stesso bisogna assicurare un aiuto concreto ed un sostegno emotivo costante alla donna; tutto ciò permetterà di avere un parto a misura delle sue esigenze e alla coppia di vivere serenamente e da protagonista questo momento. Punti Nascita I Punti Nascita della Azienda USL n 2 sono presso gli Ospedali di Assisi, Castiglione del Lago e Marsciano. Cosa offrono Un accoglienza attenta e cordiale: gli operatori forniscono tutte le informazioni desiderate e spiegano le procedure di assistenza praticate. La facilità di comunicazione con medici, ostetriche e infermiere e la disponibilità all ascolto, sono parte integrante del clima e dello stile di lavoro; tutto ciò è favorito dalle dimensioni contenute delle strutture, che contribuiscono a creare un ambiente familiare, dove è più facile realizzare un assistenza su misura e dare spazio alle esigenze della donna e della sua famiglia. Punto Nascita di Assisi: l ostetrica accoglie in reparto la coppia 17

18 Il Parto Il supporto costante dell ostetrica che: mette a disposizione della gestante la sua esperienza e i suoi consigli, perché ogni donna li faccia propri e conduca in prima persona i ritmi e i tempi del proprio travaglio; infonde sicurezza controllando con pazienza, senza fretta, l andamento del travaglio e le condizioni della madre e del bambino; aiuta a ricordare e applicare le tecniche per il rilassamento e il controllo del dolore. Il partner o una persona di fiducia sempre accanto. Un travaglio personalizzato: con la possibilità di muoversi liberamente e di assumere le posizioni che si sentono più naturali (a Castiglione del Lago viene offerta anche la possibilità di effettuare sia il travaglio sia il parto in acqua). La presenza del pediatra in sala parto. Punto Nascita di Castiglione del Lago: la sala con la vasca per il parto in acqua 18

19 Il Parto Alla nascita: la pratica del contatto pelle a pelle, appoggiando sul grembo della madre il bimbo appena nato, per favorire il riconoscimento dei reciproci odori e consentire l attaccamento precoce al seno materno. Il sostegno costante di tutto il personale per favorire l allattamento al seno. Un ambiente confortevole dal punto di vista alberghiero: per ritrovare la privacy e la comodità di casa propria; perché i neogenitori possano stare nell intimità con il proprio figlio, imparando da subito a prendersene cura sotto la guida discreta dei sanitari. La possibilità del rooming in: ovvero il neonato da subito accanto alla mamma, per consentire di attaccarlo al seno ogni volta che lo richieda, favorendo così la montata lattea e un allattamento materno senza problemi. Punto Nascita di Marsciano: rooming in - la culla del bambino accanto alla madre 19

20 Il Ritorno a casa Il ritorno a casa Cosa é utile sapere? Dopo la dimissione dall ospedale i servizi sanitari della Azienda USL n 2 continuano a garantire assistenza e sostegno alla madre ed al bambino. Dove andare e a chi rivolgersi la puerpera potrà rivolgersi all ostetrica o al ginecologo del Punto Nascita dove ha partorito o al consultorio a lei più vicino. Oltre a controllare l andamento del puerperio, gli operatori consultoriali, ove possibile, potranno essere di aiuto anche a domicilio, per supportare la coppia di fronte ai primi problemi e sostenere la madre nel favorire un corretto allattamento al seno per il bambino sarà il pediatra del Punto Nascita che, alla dimissione, programmerà un primo controllo dopo una settimana ed un secondo dopo un mese; è però importante che prima possibile venga scelto il pediatra di base, in modo che questo possa cominciare a seguire il bambino fin di primi giorni di vita inoltre nelle sedi dei Corsi di Preparazione al Parto vengono organizzati incontri di gruppo con le madri/coppie anche dopo la nascita, per fornire informazioni e consigli utili sul rientro a casa e occasioni di confronto con esperti ed altri neo genitori. 20

21 Sedi e recapiti Avere un bambino Consultori c/o Centri di salute DISTRETTO DEL PERUGINO Via XIV Settembre Madonna Alta San Marco San Sisto Castel del Piano Ellera Ponte Felcino Ponte Pattoli Ponte Valleceppi Ponte San Giovanni Torgiano DISTRETTO DELL ASSISANO Santa Maria degli Angeli - Via San B. da Siena Valfabbrica - Via Roma Bastia Umbra - Via Bernabei Cannara - Piazza Marconi Bettona - Passaggio di Bettona, via Perugia DISTRETTO DELLA MEDIA VALLE DEL TEVERE Deruta - Via Benincasa Marsciano - Via Piccolotti e Corneli c/o Ospedale Todi - Via XXV aprile, quartiere Europa DISTRETTO DEL TRASIMENO Magione - Loc.Caserino, Passignano sul Trasimeno - Via della Pieve, Tavernelle - Via Martin L. King,

22 Avere un bambino Sedi e recapiti Ambulatori Ospedalieri Ospedale di Assisi U.O. di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Castiglione del Lago U.O. di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Città della Pieve Centro di monitoraggio della Gravidanza Ospedale di Marsciano U.O. di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Todi Centro di monitoraggio della Gravidanza Punti Nascita Ospedale di Assisi U.O. di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Castiglione del Lago U.O. di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Marsciano U.O. di Ostetricia e Ginecologia Per informazioni più dettagliate sui servizi della Azienda USL n 2, si può consultare anche il sito Internet all indirizzo: http//:www.ausl2.umbria.it alle voci OSPEDALE, DISTRETTI E CENTRI DI SALUTE, oppure alla voce SALUTE DONNA. 22

23 Avere un bambino Testi: Rita Bedont - Assistente sociale Centro di Salute San Sisto Lauretta Bulletti - Assistente sociale Centro di Salute Ponte San Govanni Mario Cirulli - Pediatra U.O. Pediatria Ospedale di Castiglione del Lago Lisetta Di Marino - Ostetrica U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Marsciano Francesca Fiandra - Ostetrica U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Assisi Fernanda Garghella - Pediatra U.O. Pediatria Ospedale di Marsciano Mauro Lucarelli - Ginecologo Responsabile U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Marsciano Maria Marri - Pediatra Responsabile Servizi Consultoriali AUSL 2 dell Umbria Michela Orsillo - Ostetrica U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Castiglione del Lago Maria Rita Pallottelli - Ostetrica U.O. Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Assisi Maria Rossi - Medico Responsabile Serv. Consultoriali del Distretto del Trasimeno Dalia Scorsipa - Ginecologo Consultorio Ellera - San Sisto Donatella Seppoloni - Medico Responsabile Dir. San. Ospedali di Assisi e Castiglione del Lago Luisella Toppetti - Pediatra Responsabile U.O. Pediatria e Neonatologia Ospedale di Assisi Coordinamento: Staff Qualità e Promozione della Salute Responsabile: Manuela Pioppo Responsabili redazionali: Daniela Barzanti Daniela Ranocchia Progetto grafico: Promovideo ADV Stampa: Tipografia Tuderte

24 Avere un bambino Guida al percorso nascita nella AUSL 2 Anno 2002 USL n 2 Azieda Sanitaria Regionale dell Umbria

DIARIO della GRAVIDANZA

DIARIO della GRAVIDANZA DIARIO della GRAVIDANZA Guida ai controlli Calendario degli appuntamenti Gentile signora, la nascita di un figlio è una occasione di grande cambiamento e crescita, per gli individui e per la società. L

Dettagli

GUIDA ALLA GRAVIDANZA (presente sul sito www.aslbassano.it)

GUIDA ALLA GRAVIDANZA (presente sul sito www.aslbassano.it) GUIDA ALLA GRAVIDANZA (presente sul sito www.aslbassano.it) DIVENTEREMO MAMMA E PAPA' Breve guida ai controlli e durante la gravidanza e ai diritti dei neo-genitori 1 INDICE Introduzione Prestazioni specialistiche

Dettagli

2-3-2 Percorso Neonatale

2-3-2 Percorso Neonatale 2-3-2 Percorso Neonatale Primo accesso percorso Colloquio di informazione e di accoglienza Consegna libretto protocollo esami previsti per la gravidanza Consegna opuscolo informativo tradotto in più lingue

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia

Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009. Ambulatorio ostetrico-ginecologico Albero di Gaia Carta dei Servizi rev. 2 del 20 maggio 2009 Ambulatorio Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Ospedale di Villafranca Monoblocco - Primo piano Direttore: dott. Alberto Ottaviani

Dettagli

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo

Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009. Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia Ospedale di Bussolengo Carta dei Servizi rev. 1 del 15 aprile 2009 Unità Operativa di Azienda ULSS n. 22 Bussolengo VR Dipartimento Materno Infantile Unità Operativa di Ostetricia Ginecologia Monoblocco - Terzo piano Direttore:

Dettagli

Decreto Legge 10 settembre 1998

Decreto Legge 10 settembre 1998 Decreto Legge 10 settembre 1998 Protocolli di accesso ad esami di Laboratorio e di Diagnostica strumentale delle donne in stato di gravidanza ed a tutela della maternità (Gazzetta Ufficiale 20 ottobre

Dettagli

Consultorio Familiare

Consultorio Familiare Distretto Sanitario di Trebisacce Consultorio Familiare Botero: Famiglia Il Consultorio Familiare Il Consultorio Familiare è un presidio socio-sanitario pubblico che offre interventi di tutela e di prevenzione

Dettagli

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici 1 PRESENTAZIONE Il Consultorio Familiare garantisce le cure primarie nell area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna e per la coppia, con equipe costituite da ostetriche,

Dettagli

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare

Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Progetto Labor - Linea 4 Emersì Sicurezza nei luoghi di lavoro ed Emersione del lavoro irregolare Prevenzione e promozione della sicurezza Tutela della maternità e della paternità 1 LA TUTELA DELLA MATERNITA

Dettagli

Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia

Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia ASL DI VALLECAMONICA-SEBINO PRESIDIO OSPEDALIERO E DIPARTIMENTO A.S.S.I. Servizio Famiglia Questo opuscolo si rivolge a tutte le donne in gravidanza, siano esse in coppia o sole, felici o preoccupate per

Dettagli

> Gravidanza > Parto > Puerperio

> Gravidanza > Parto > Puerperio 1 > Gravidanza > Parto > Puerperio accompagnamento ad una assistenza appropriata 2 1 3 > La gravidanza 4 2 GRAVIDANZA E UN EVENTO BIO - PSICO - SOCIALE 5 BISOGNI BIOLOGICI: RIGUARDANO IL CORPO, QUINDI

Dettagli

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie.

GENETICA MEDICA. Analisi genetiche per oltre 400 geni testabili vengono inviati a strutture pubbliche esterne, ospedaliere e universitarie. GENETICA MEDICA PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA L ambulatorio di Genetica Medica fa parte del Dipartimento Materno Infantile. Essa collabora ed interagisce strettamente con le Strutture del Dipartimento

Dettagli

VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI

VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI VALUTAZIONE DEI RISCHI E TUTELA DELLE LAVORATRICI MADRI AI SENSI DEL DLGS 151/2001 E DLGS 81/2008 ISTITUTO COMPRENSIVO PIERACCINI FIRENZE- SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE D ISTITUTO PREMESSA La gravidanza

Dettagli

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE

BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE BILANCI DI SALUTE Il Bilancio di Salute è il risultato dell incontro tra la donna e il professionista che segue la sua gravidanza. Durante tale incontro la donna fornisce tutte le informazioni sulla sua

Dettagli

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno

gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno gravidanza nascita maternità paternità allattamento al seno Quando il primo bambino al mondo rise per la prima volta, il suo riso si ruppe in mille frammenti che se ne andarono saltando tutto intorno.

Dettagli

Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche

Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche Convegno Salute e Genere ipotesi di lavoro per le Marche IL PERCORSO ASSISTENZIALE DELLA GRAVIDANZA A BASSO RISCHIO L integrazione Ospedale-Territorio. L esperienza del Consultorio familiare di Loreto

Dettagli

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 20 ottobre 1998, n. 245) IL MINISTRO DELLA SANITÀ

(Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 20 ottobre 1998, n. 245) IL MINISTRO DELLA SANITÀ D.M. 10 SETTEMBRE 1998 Aggiornamento del d.m. 6 marzo 1995 concernente l'aggiornamento del d.m. 14 aprile 1984 recante protocolli di accesso agli esami di laboratorio e di diagnostica strumentale per le

Dettagli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli

ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Gustav Klimt, 1905) CONSULTORIO FAMILIARE RIETI Responsabile: Dr. Attilio Mozzetti ORGANIZZAZIONE CORSI Referente: D.ssa Anna Incelli (Immagini tratte dal web e utilizzate per finalità istituzionali)

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè

COMUNICATO STAMPA. Il Percorso Nascita integrato Cuorgnè-Ciriè UFFICIO COMUNICAZIONE Responsabile: dott.ssa Tiziana Guidetto tel. 0125 414726 011 9176594 cell. 335 5812438 fax 0125 641248 e-mail: tguidetto@aslto4.piemonte.it COMUNICATO STAMPA Il Percorso Nascita integrato

Dettagli

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia

Atmosfera in sala travaglio. Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Atmosfera in sala travaglio Presenza del marito o persona di fiducia durante il travaglio Clistere e tricotomia Libertà di movimento in travaglio Assunzione cibi e liquidi Monitoraggio continuo o intermittente?

Dettagli

PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA TUTELA DELLA MATERNITA RESPONSABILE, ESCLUSE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE

PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA TUTELA DELLA MATERNITA RESPONSABILE, ESCLUSE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE ALLEGATO A PRESTAZIONI SPECIALISTICHE PER LA TUTELA DELLA MATERNITA RESPONSABILE, ESCLUSE DALLA PARTECIPAZIONE AL COSTO IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE 1. Prestazioni specialistiche per la donna 89.26.1 PRIMA

Dettagli

CONTROLLO LABORATORISTICO E STRUMENTALE DELLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA

CONTROLLO LABORATORISTICO E STRUMENTALE DELLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA Dipartimento di Scienze Ginecologiche, Ostetriche e della Riproduzione CONTROLLO LABORATORISTICO E STRUMENTALE DELLA GRAVIDANZA FISIOLOGICA Prof. Nicola Colacurci ESAMI DI LABORATORIO E STRUMENTALI NELLA

Dettagli

Consultori familiari

Consultori familiari Consultori familiari Le prestazioni del consultorio corsi di accompagnamento alla nascita rivolti ad entrambi i genitori assistenza a domicilio a mamma e neonato dopo il parto (Servizio di Dimissione protetta):

Dettagli

LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine

LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine LA DIAGNOSTICA PRENATALE: dal Test Combinato alle ecografie di routine ECOGRAFIA FETO NUMERO e VITALITA CORIONICITA AMBIENTE FETALE ACCRESCIMENTO MORFOLOGIA e FUNZIONALITA PLACENTA LOCALIZZAZIONE FUNZIONALITA

Dettagli

CARTELLA DELLA GRAVIDANZA

CARTELLA DELLA GRAVIDANZA CARTELLA DELLA GRAVIDANZA Portare tutta la documentazione ad ogni visita ed al ricovero N 20.. Cognome.Nome.... Nata a. il. età.. Residente via/piazza. Comune.. Prov tel/cel.. Professione. Tessera Sanitaria.

Dettagli

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale

Il percorso nascita dell'ausl di Rimini. U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi. Rete Consultoriale Provinciale Il percorso nascita dell'ausl di Rimini U.O. Ostetricia e Gin. H.Infermi Rete Consultoriale Provinciale Risorse e Organizzazione dell U.O. 43 Letti di Ostetricia 12 Letti di Ginecologia 8 Letti DH 6 Sale

Dettagli

Decreto Ministeriale - Ministero della Sanità - 10 settembre 1998. (pubblicato in G.U. 20 ottobre 1998, n. 245)

Decreto Ministeriale - Ministero della Sanità - 10 settembre 1998. (pubblicato in G.U. 20 ottobre 1998, n. 245) Decreto Ministeriale - Ministero della Sanità - 10 settembre 1998 "Aggiornamento del decreto ministeriale 6 marzo 1995 concernente l'aggiornamento del decreto ministeriale 14 aprile 1984 recante i protocolli

Dettagli

Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative. Evoluzione scientifica e tecnologica

Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative. Evoluzione scientifica e tecnologica I percorsi formativi per lo sviluppo dell assistenza infermieristica territoriale Aumento dell età media Aumento popolazione con fragilità Aumento popolazione con malattie cronicodegenerative Evoluzione

Dettagli

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO

Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO Struttura Semplice Dipartimentale GENETICA MEDICA - OSPEDALE SAN BASSIANO PRESENTAZIONE DELLA STRUTTURA La Struttura Semplice Dipartimentale di genetica medica fa parte del Dipartimento di Medicina dei

Dettagli

Carta delle ESENZIONI

Carta delle ESENZIONI Pagina 1 di 6 ESENZIONE PER REDDITO Ai sensi della Legge 24.12.1993 n 537, modificata dalla Legge 23.12.1994 n 724 e dalla Legge 28.12.1995 n 549, prevede i seguenti casi e situazioni soggettive con sottoscrizione

Dettagli

ANNO DEL NEONATO. il futuro del tuo bambino è nelle tue mani GUIDA AI SERVIZI DEL PERCORSO NASCITA NEL DISTRETTO DI FIDENZA.

ANNO DEL NEONATO. il futuro del tuo bambino è nelle tue mani GUIDA AI SERVIZI DEL PERCORSO NASCITA NEL DISTRETTO DI FIDENZA. Comune di Fidenza Comune di Salsomaggiore ANNO DEL NEONATO il futuro del tuo bambino è nelle tue mani GUIDA AI SERVIZI DEL PERCORSO NASCITA NEL DISTRETTO DI FIDENZA A cura di Distretto di Fidenza - Ospedale

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

"La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale".

La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale. LEGGE REGIONALE 8 maggio 1987, N. 16 "La tutela della partoriente e la tutela del bambino in ospedale". (BURL n. 19, 1º suppl. ord. del 13 Maggio 1987 ) urn:nir:regione.lombardia:legge:1987-05-08;16 Titolo

Dettagli

30 MARZO 2 APRILE 2004

30 MARZO 2 APRILE 2004 CORSO DI AGGIORNAMENTO SUL SISTEMA INFORMATIVO DELL ASSISTENZA SPECIALISTICA AMBULATORIALE ED IL CENTRO UNICO DI PRENOTAZIONE SIAS - CUP 30 MARZO 2 APRILE 2004 La prescrizione di prestazioni specialistiche

Dettagli

Unità funzionale Attività Consultoriali

Unità funzionale Attività Consultoriali Asl8_Carta accoglienza consultorio:layout 1 07/05/14 20:30 Pagina 1 Unità funzionale Attività Consultoriali Zona Distretto Valdarno Responsabile Edi Bonci Carta dei servizi Asl8_Carta accoglienza consultorio:layout

Dettagli

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Casa Internazionale della Donna Roma, 24 giugno 2011 INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Ostetrica Antonella Bernardini INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L INTEGRAZIONE TRA LE STRUTTURE OSPEDALIERE E QUELLE

Dettagli

PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni. Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia. Ost.

PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni. Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia. Ost. PAROLE CHE CURANO. SEMPRE. Le applicazioni Sciogliere i nodi nel Dipartimento Materno Infantile In Ostetricia Ost. Ferrero Federica Cuneo 18-19 ottobre 2012 QUALI I BISOGNI PSICOLOGICI IN OSTETRICIA QUALI

Dettagli

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA.

LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. LA TUTELA DELLA SALUTE DELLA DONNA E DEL NEONATO: IL PERCORSO NASCITA. Partecipanti al gruppo di redazione Serra Giovanni, direttore U.O. Patologia Neonatale-Centro Neonati a Rischio, Istituto G.Gaslini,

Dettagli

Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita.

Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita. PERCORSO NASCITA Proseguono, si rinnovano e si arricchiscono nel corso del 2012 le proposte dei Consultori Familiari dell ASL nell ambito del Percorso Nascita. L attenzione a questa importante fase del

Dettagli

IL NUOVO PROTOCOLLO REGIONALE DI ACCESSO AGLI ESAMI DI LABORATORIO E STRUMENTALI PER LA GRAVIDANZA FISIOLOGICA

IL NUOVO PROTOCOLLO REGIONALE DI ACCESSO AGLI ESAMI DI LABORATORIO E STRUMENTALI PER LA GRAVIDANZA FISIOLOGICA REGIONE TOSCANA Allegato a) CONSIGLIO SANITARIO REGIONALE IL NUOVO PROTOCOLLO REGIONALE DI ACCESSO AGLI ESAMI DI LABORATORIO E STRUMENTALI PER LA GRAVIDANZA FISIOLOGICA Le proposte e le indicazioni che

Dettagli

Carta del Servizio di Consultorio Familiare

Carta del Servizio di Consultorio Familiare Carta del Servizio di Consultorio Familiare SOS Dpt Consultorio Familiare Tutela Minori e Adolescenza Azienda Ulss 18 Rovigo 1 Premessa La Carta del Servizio di Consultorio Familiare rappresenta un aggiornato

Dettagli

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso

Diventerò genitore. Istruzioni per l uso Diventerò genitore Istruzioni per l uso 1 Diventare genitore Tutela della salute della donna e del bambino è un grande evento, e ti esprimiamo tutte le nostre più vive congratulazioni. La tutela riconosciuta

Dettagli

Diagnosi precoce della depressione post-partum e. multidimensionale

Diagnosi precoce della depressione post-partum e. multidimensionale Diagnosi precoce della depressione post-partum e trattamento multidimensionale Genova, 25 maggio 2013 Direttore S.C.Assistenza Consultoriale Dr.ssa Angela Lidia Grondona SEDI CONSULTORI Percorso nascita

Dettagli

Ministero Della Salute Salute Della Donna e Del Bambino

Ministero Della Salute Salute Della Donna e Del Bambino Salute Della Donna e Del Bambino 14/07/2006 (Livello 2) Ministero Della Salute Salute Della Donna e Del Bambino Testo Del Disegno Di Legge Relazione Illustrativa Relazione Tecnica file:///c /Documenti/rett00.htm

Dettagli

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno Azienda Usl 7 di Siena Azienda Sanitaria delle zone Senese, Alta Val d'elsa, Amiata Val d'orcia e Valdichiana Senese DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Il libretto è stato elaborato dal gruppo di lavoro multidisciplinare

Dettagli

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides»

26/05/2016. Importanza di definire dall inizio una gravidanza come fisiologica. «piramide rovesciata di Nicolaides» Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Il percorso diagnostico nella gravidanza fisiologica Rosalba Giacchello Responsabile SSD Ecografia ostetrico-ginecologica e diagnosi prenatale ASL Cn1

Dettagli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli

Mamma & Papà al lavoro. Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Mamma & Papà al lavoro Opportunità e diritti per un equilibrio tra tempo di lavoro e di cura dei figli Congedi per lavoratrici/lavoratori dipendenti Certificato di gravidanza Il certificato di gravidanza,

Dettagli

Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare

Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare Dalla Diagnosi Prenatale di Cardiopatia Congenita alla Care della famiglia: un percorso multidisciplinare Filomena GIAMMETTA Daniela SPINA I.R.C.C.S. G.GASLINI GENOVA U.O. CARDIOLOGIA U.O. OSTETRICIA e

Dettagli

Carta del Servizio di Consultorio Familiare

Carta del Servizio di Consultorio Familiare Carta del Servizio di Consultorio Familiare UOSD infanzia Adolescenza e Famiglia Azienda Ulss 18 Rovigo 1 Premessa La Carta del Servizio di Consultorio Familiare rappresenta un aggiornato e chiaro strumento

Dettagli

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari

A cura della UOC Audit Clinico e Sistemi informativi Sanitari Ingressi L ingresso al percorso può essere: - Sanità Territoriale: PUA, servizio sociale distrettuale, consultorio famigliare e materno infantile, servizio dipendenze, DSM - Territorio (sociale): Servizi

Dettagli

CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA

CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA 1 Le indicazioni contenute nella normativa, che regolamenta il Percorso Nascita, guidano e orientano verso un approccio finalizzato all integrazione

Dettagli

CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA

CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA CASA DI CURA CANDELA CARTA DEI SERVIZI DEL PUNTO NASCITA 1 Le indicazioni contenute nella normativa, che regolamenta il Percorso Nascita, guidano e orientano verso un approccio finalizzato all integrazione

Dettagli

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010

PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 REGIONE LAZIO AZIENDA UNITÀ SANITARIA LOCALE RIETI PIANO ATTUATIVO LOCALE 2008-2010 Allegato n 3 PROGRAMMA DI PRESA IN CARICO DELLE DONNE IN GRAVIDANZA E NEONATI A RISCHIO SOCIALE Dipartimento Programma

Dettagli

ESENZIONI PER GRAVIDANZA (D.M. 10.09.98)

ESENZIONI PER GRAVIDANZA (D.M. 10.09.98) IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE 400 Prestazioni prescrivibili per la donna 89.26.2 VITA GINECOLOGICA DI CONTROLLO. Incluso: eventuale rimozione di dispositivo contraccettivo intrauterino, eventuale rimozione

Dettagli

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese

Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese REGIONE LIGURIA Azienda Sanitaria Locale 4 Guida per le future mamme ed i futuri papà dipendenti della ASL 4 Chiavarese Indice Premessa pag. 3 Parte Prima: i diritti dei genitori 1. Permessi per controlli

Dettagli

Introduzione PAG. 3. Permessi per esami prenatali PAG. 5. Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6. Congedo di maternità PAG. 7

Introduzione PAG. 3. Permessi per esami prenatali PAG. 5. Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6. Congedo di maternità PAG. 7 SOMMARIO Introduzione PAG. 3 DIRITTI DELLA MAMMA QUANDO E IN ATTESA Permessi per esami prenatali PAG. 5 Astensione anticipata dal lavoro PAG. 6 Congedo di maternità PAG. 7 DIRITTI DEI GENITORI FINO AL

Dettagli

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 )

PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) PROGETTO OBIETTIVO MATERNO INFANTILE (PIANO SANITARIO NAZIONALE 1998 2000 ) INDICE DOCUMENTO PRECEDENTE LEGENDA SIGLE E ABBREVIAZIONI SUCCESSIVA 2. IL PERCORSO NASCITA La gravidanza ed il parto sono eventi

Dettagli

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna)

MATERNITÀ E CONGEDI. A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) MATERNITÀ E CONGEDI A cura di Monica Lattanzi (Coordinatrice Uffici Vertenze CISL USR Emilia Romagna) Astensione Obbligatoria o Congedo di Maternità La tutela accordata dalla legge alle lavoratrici madri

Dettagli

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio "Informanascita"- linea telefonica

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio Informanascita- linea telefonica 1A - Attività Differenza Maternità 1 Associazione responsabile e collaborazioni. Rete/Partners coinvolti Associazione Differenza Maternità Descrizione intervento / prodotto 2 Denominazione Informamamma:

Dettagli

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali

LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali LE GUIDE DELLA FABI Maternità e congedi parentali 1 1. LA GRAVIDANZA 1.1. QUANDO COMUNICARE IL PROPRIO STATO La legge non stabilisce alcun obbligo di comunicare il proprio stato prima degli ultimi due

Dettagli

ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO

ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO ESSERE MAMMA E PAPÀ: QUALI DIRITTI, SERVIZI E AIUTI DAL TERRITORIO BARBARA BUSI Consigliera di Parità della provincia di Bologna 13 Aprile 2010 Pieve di Cento Sala Dafni Carletti LAVORO E VITA FAMILIARE

Dettagli

ESENZIONI PER GRAVIDANZA (D.M. 10.09.98)

ESENZIONI PER GRAVIDANZA (D.M. 10.09.98) IN FUNZIONE PRECONCEZIONALE 400 Prestazioni prescrivibili per la donna 89.01 ANAMNE E VALUTAZIONE, DEFINITE BREVI Storia e valutazione abbreviata, Visita successiva alla prima Consulenza ginecologica -

Dettagli

L analgesia nel travaglio di parto. Ospedale San Paolo Savona U.O. Anestesia Rianimazione e Terapia Antalgica U.O. Ostetricia e Ginecologia SAVONESE

L analgesia nel travaglio di parto. Ospedale San Paolo Savona U.O. Anestesia Rianimazione e Terapia Antalgica U.O. Ostetricia e Ginecologia SAVONESE AZIENDA SANITARIA LOCALE N. 2 SAVONESE Ospedale San Paolo Savona U.O. Anestesia Rianimazione e Terapia Antalgica U.O. Ostetricia e Ginecologia L analgesia nel travaglio di parto AZIENDA SANITARIA LOCALE

Dettagli

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti

ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI GHIRETTI GIORGIA ARGONNE, 7 PARMA (ITALIA) +390521994165 +393338581037 +390521702473 giorgia.ghiretti@unipr.it www.unipr.it Skype g.ghiretti Sesso Femminile Data

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI

DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI DIAGNOSI PRENATALE GUIDA INFORMATIVA DNA, GENI E CROMOSOMI Ogni individuo possiede un proprio patrimonio genetico che lo rende unico e diverso da tutti gli altri. Il patrimonio genetico è costituito da

Dettagli

Programmazione territoriale per il benessere e la salute: quale ruolo per il consultorio

Programmazione territoriale per il benessere e la salute: quale ruolo per il consultorio Programmazione territoriale per il benessere e la salute: quale ruolo per il consultorio Dott.ssa Simona Arletti Assessore alla Salute e Pari Opportunità Comune di Modena Funzione dei consultori familiari

Dettagli

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna

I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna I Centri per le Famiglie dell Emilia-Romagna Sono 33. Obiettivo: un CpF per ogni distretto sanitario. 10 sono in Romagna Aree di attività dei CpF: Informazione (risorse e servizi per bambini e genitori,

Dettagli

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara.

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara. Convegno Regione Piemonte Le buone pratiche sanitarie e la gestione del territorio Relazione presentata a Torino il 29.9.2007 Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia

Dettagli

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe

dei Servizi La Carta del Punto Nascita dell Ospedale San Giuseppe PER LA VOSTRA SALUTE GUIDE PRATICHE Centro Unico di Prenotazione (CUP): Servizio Sanitario Nazionale: tel. 02 86 87 88 89 A pagamento, con Fondi e/o Assicurazioni: tel. 02 999 61 999 Per orari e caratteristiche

Dettagli

O.N.DA Milano 17 novembre 2014

O.N.DA Milano 17 novembre 2014 O.N.DA Milano 17 novembre 2014 Miriam Guana Presidente Federazione Nazionale Collegi Ostetriche Caterina Masè - Presidente Collegio Ostetriche Trento PREGRAVIDICO COUNSELLING PRECONCENZIONALE STILI DI

Dettagli

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0

PRESENTAZIONE INFORMAZIONI GENERALI DELL U.O. Numero annuale nuovi nati anno 2010: circa 1000 Tasso di mortalità neonatale annuale: anno 2010 = 0 1 PRESENTAZIONE Il settore di Neonatologia dell U. O. C. di Pediatria dell Ospedale di Vibo Valentia attualmente è rappresentato dal Nido. In questa struttura si accolgono tutti i nati sani all interno

Dettagli

CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO CONTRATTO DI APPRENDISTATO CONTRATTO DI INSERIMENTO CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO NOTA: In linea di principio sono applicabili integralmente le norme del Testo Unico (D.Legs. 151/2001) su maternità e paternità

Dettagli

SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI

SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI SCREENING PRENATALE ED ESAMI DIAGNOSTICI PRENATALI Opuscolo elaborato delle Ostetriche Territoriali e validato dal DMI. Gli argomenti trattati in questa breve dispensa, possono aiutare i futuri genitori

Dettagli

La tutela delle lavoratrici madri

La tutela delle lavoratrici madri angela cavallo* Molte donne al giorno d oggi non conoscono ancora tutti i diritti che la legge pone a loro favore al fine di proteggerle nella delicata fase della gravidanza e al fine di supportarle nel

Dettagli

Laboratorio Analisi Cliniche Calabrò S.r.l. Via Brigata Sassari, 3 09013 Carbonia (CI) ALLEGATI Carta dei Servizi Sanitari

Laboratorio Analisi Cliniche Calabrò S.r.l. Via Brigata Sassari, 3 09013 Carbonia (CI) ALLEGATI Carta dei Servizi Sanitari ALLEGATI Carta dei Servizi Sanitari Rev. 01 05/07/2011 1.1 PER REDDITO E PER ETA (DM 11 Dicembre 2009 Gazzetta Ufficiale n.302 del 30/12/2009) L'esenzione dal pagamento del ticket per prestazioni specialistiche

Dettagli

FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s

FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s FONDAZIONE Centro per la Famiglia Cardinal C.M. Martini o.n.l.u.s Nove mesi di attesa.. Diventare mamma, diventare papà: un meraviglioso desiderio, un esperienza gratificante. É il continuo della vita!

Dettagli

PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO

PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO PROGETTO PERCORSO NASCITA - ASL 5 SPEZZINO INTRODUZIONE: La nascita è un evento biologico, sociale ed affettivo che abbraccia l esperienza umana e che non può essere disgiunto dai momenti della gestazione

Dettagli

LA NASCITA PRESSO L AULSS 21

LA NASCITA PRESSO L AULSS 21 A cura di: U.O.S. TUTELA FAMIGLIA / CONSULTORI FAMILIARI Responsabile: Dott.ssa Alessandra Paganella Con la collaborazione di: U.O.C. OSTETRICIA/GINECOLOGIA Direttore: Dott. Pietro Catapano U.O.C. PEDIATRIA

Dettagli

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4

OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO. Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 OFFERTA FORMATIVA DELLA SEDE DI TIROCINIO Cure Domiciliari Distretto Circoscrizione 4 Contesto Tutor clinico Contatti e riferimenti Nome ANNALISA Cognome LOMBARDO Telefono O11/4395744 e-mail annalisa.lombardo@unito.it

Dettagli

Laura De Vitt. Per darvi un idea più precisa del mio percorso formativo vi fornisco alcune informazioni specifiche.

Laura De Vitt. Per darvi un idea più precisa del mio percorso formativo vi fornisco alcune informazioni specifiche. Laura De Vitt Laura De Vitt inizia l attività di ostetrica nel 1997 presso il reparto di Ostetricia dell Ospedale Civile Santa Maria degli Angeli di Pordenone, dopo aver maturato un esperienza decennale

Dettagli

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA

OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA OSPEDALE DI VOGHERA U.O. DI OSTERICIA E GINECOLOGIA DIRETTORE Struttura Complessa dott. Marco Galbusera STAFF ATTIVITÀ PRINCIPALI Medici Ostetrica Coordinatore Ostetriche Infermieri dott. Graziano Gabetta

Dettagli

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO Questo volume e stato realizzato con il contributo della Dssa Patrizia Vergani, i medici del reparto ostetricia, gli amministrativi e l ostetrica e interprete Amal

Dettagli

L.R. 11 aprile 1990, n. 35 (1). Norme per la tutela della salute e del benessere psicofisico della donna partoriente e del neonato.

L.R. 11 aprile 1990, n. 35 (1). Norme per la tutela della salute e del benessere psicofisico della donna partoriente e del neonato. L.R. 11 aprile 1990, n. 35 (1). Norme per la tutela della salute e del benessere psicofisico della donna partoriente e del neonato. (1) Pubblicata nel B.U. 5 giugno 1990, n. 14. Art. 1 La Regione Abruzzo

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione

Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione Federazione Nazionale Assicuratori Guida alla maternità Per il personale dipendente da imprese di assicurazione A CURA DELLA COMMISSIONE FEMMINILE...hanno collaborato: Carla Prassoli Rita Mazzarella Armando

Dettagli

La rosolia nella donna in gravidanza

La rosolia nella donna in gravidanza La rosolia nella donna in gravidanza ROSOLIA Trasmissione materno-fetale Trasmissione transplacentare Nel corso della fase viremica con o senza manifestazioni cliniche L infezione fetale dopo reinfezione

Dettagli

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO

CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO REGIONE VENETO OSSERVATORIO REGIONALE PER LA PATOLOGIA IN ETÀ PEDIATRICA CERTIFICATO DI ASSISTENZA AL PARTO Regione Istituto/Azienda Ospedaliera Azienda USL Comune di evento Sezione Generale COGNOME della

Dettagli

Sebben che siamo. (Dis)Occupazione e maternità

Sebben che siamo. (Dis)Occupazione e maternità Sebben che siamo mamme (Dis)Occupazione e maternità ISCRITTI INPGI PER FASCE DI ETA' E PER SESSO - AL 31/12/2012 Classe Età Sesso Iscritti Gestione Sostitutiva dell'ago Iscritti Gestione Separata Iscritti

Dettagli

MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino

MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino MATERNITÀ permessi, congedi, riposi e malattia del bambino Il comma 14 dell art. 19 Ccnl 2003 finalmente sancisce quello che sosteniamo da tempo: al personale con contratto a tempo determinato si applica

Dettagli

Consultori Familiari Integrati

Consultori Familiari Integrati Consultori Familiari Integrati Carta dei Servizi Anno 2014 La carta dei servizi E uno strumento di informazione e di orientamento nell ambito delle offerte dei servizi prestati nei Consultori. Ha la finalità

Dettagli

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA

400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA 400 TUTELA DELLA MATERNITA E DELLA PATERNITA Le norme in materia sono contenute nel d. lgs. 151/2001 e, per ciò che riguarda le disposizioni relative ai minori in adozione o affidamento, sono state introdotte

Dettagli

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO.

Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22. B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Legge Regionale Marche 27/7/1998 n.22 B.U.R. 4/8/1998 n.66 DIRITTI DELLA PARTORIENTE, DEL NUOVO NATO E DEL BAMBINO SPEDALIZZATO. Articolo 1 Fnalità 1. La Regione favorisce il benessere psicofisico della

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MILANO N. 1 CARTA DEI SERVIZI

AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MILANO N. 1 CARTA DEI SERVIZI AZIENDA SANITARIA LOCALE DELLA PROVINCIA DI MILANO N. 1 CARTA DEI SERVIZI - Consultorio Familiare ARLUNO Via Deportati di Mauthausen s.n.c. Carta dei Servizi dei C.F. Indice 1. Definizione 2. Status giuridico

Dettagli

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE

DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE SERVIZIO DI ECOGRAFIA E DIAGNOSI PRENATALE DIAGNOSI PRENATALE DELLE ANOMALIE CROMOSOMICHE 1 CROMOSOMI Cosa sono i cromosomi? I cromosomi si trovano nel nucleo della cellula, sono costituiti da proteine

Dettagli

PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE

PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE Casa di Cura Città di Roma via Maidalchini, 20 00152 Roma Servizio di Anestesia e Rianimazione dipartimento.anestesia@gruppogarofalo.com tel: 06.58471/204 PARTORIRE SENZA DOLORE IN MODO NATURALE Il Punto

Dettagli

PRESENTAZIONE. Il Direttore Generale Prof. Paolo Menduni

PRESENTAZIONE. Il Direttore Generale Prof. Paolo Menduni PRESENTAZIONE L ASL Caserta ha predisposto questa Guida al Percorso Nascita come strumento di tutela della salute della madre e del bambino e di promozione della genitorialità. La Guida fornisce tutte

Dettagli