GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL"

Transcript

1 CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE GUIDA OPERATIVA ALLA PUBBLICITA DEI TRASFERIMENTI DI PARTECIPAZIONE DI SRL Ottobre 2010 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV2 GUIDA/TRASF/SRL2 1

2 LA PARTECIPAZIONE SOCIETARIA NELLE SRL La partecipazione societaria (quota) rappresenta la posizione contrattuale del socio nella società, cioè l insieme dei diritti e doveri ad esso attribuiti dall atto costitutivo e non può essere rappresentata da azioni. Ciascun socio è titolare di una sola quota, il cui ammontare è di regola proporzionale al conferimento effettuato (salva diversa disposizione statutaria) e può essere di ammontare diverso tra i soci. Le quote, salva diversa disposizione statutaria, sono divisibili, sia nel caso di alienazione che in quello di trasferimento mortis causa: nell ipotesi di indivisibilità, spetterà in comunione ai successori del socio (i diritti dei comproprietari devono essere allora esercitati da un rappresentante comune), art c.c. Le partecipazioni sono liberamente trasferibili per atto tra vivi e per successione a causa di morte, ma l atto costitutivo può contenere clausole che ne sanciscono l intrasferibilità o che pongono limiti al trasferimento (ad esempio clausole di gradimento o di prelazione): in tal caso spetta al socio il diritto di recesso (art.2469 c.c.). Con L.310/93 è stata introdotta la pubblicità tramite il registro imprese di ogni singola ipotesi di cessione di quote di Srl, sia per atto tra vivi che a causa di morte del socio, disciplinata dall art.2470 c.c.: la pubblicità nel registro imprese si attua entro 30 giorni dalla data dell atto e rende opponibile il trasferimento ai terzi, mentre gli effetti nei confronti della società decorrono, ai sensi dell art.16 co. 12quater L.2/09, dal momento del deposito dell atto stesso al registro imprese. La riforma del diritto societario ha altresì disciplinato l ipotesi dell alienazione della stessa quota con successivi contratti a più persone, sancendo il principio della prevalenza di chi per primo ottiene l iscrizione del titolo traslativo, anche se di data successiva, nel registro imprese. La partecipazione può altresì formare oggetto di pegno, usufrutto e sequestro (art.2471 bis c.c.) e di espropriazione (art.2471 c.c.): anche tali fattispecie sono oggetto di pubblicità al registro imprese (espressamente prevista dal legislatore della riforma per l espropriazione). 2

3 SCHEDA N.1: TRASFERIMENTO QUOTE PER ATTO TRA VIVI Ufficio competente Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Riferimenti Art.2470 c.c.; art.36, co.1bis L.133/08 normativi Termine 30 giorni dalla data dell atto Soggetti obbligati/legittimati Notaio; professionista incaricato ex art.31, co.2 quater L.340/2000 Allegati Copia informatica dell atto di trasferimento, sottoscritto digitalmente dal notaio; o originale elettronico del contratto sottoscritto digitalmente dal cedente e cessionario e dal professionista incaricato ex art.31, co.2 quater L.340/2000 (si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Modelli S, sottoscritto digitalmente dal soggetto obbligato (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Codice e data atto A18; data dell atto notarile/data dell apposizione della marcatura temporale all originale informatico sottoscritto digitalmente dalle parti contraenti e dal professionista incaricato. Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto (cioè il negozio), in base al quale avviene il trasferimento (atto tra vivi, compravendita, permuta, donazione); 3

4 indicare il valore nominale della quota oggetto del trasferimento ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (cedente) e dell avente causa (cessionario), inserendo anche il domicilio; 4

5 ed il titolo del trasferimento (proprietà) tra quelli indicati, selezionando il binocolo. 5

6 Nel caso di contitolarità della quota pro indiviso tra più soggetti, compilare nel riquadro relativo al dante causa/avente causa tante righe quanti sono i contitolari, e la frazione rappresentativa della quota ideale, compilando il campo in ragione ; in questo caso deve essere indicato il domicilio del rappresentante comune della quota 6

7 ed il titolo del trasferimento (proprietà) tra quelli indicati, selezionando il binocolo. 7

8 8

9 SCHEDA N.2: TRASFERIMENTO QUOTE MORTIS CAUSA Ufficio competente Riferimenti normativi Termine Soggetti obbligati/legittimati Allegati Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2470 c.c. Nessun termine Eredi e/o legatari Si rinvia alle istruzioni di dettaglio Modelli S, sottoscritto digitalmente dagli eredi/legatari (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Codice e data atto A18 (nella descrizione dell atto indicare trasferimento mortis causa ); la data è quella del decesso. Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto (cioè il negozio), in base al quale avviene il trasferimento (successione) 9

10 indicare il valore nominale della quota oggetto del trasferimento ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (de cuius) e dell avente causa (erede), inserendo anche il domicilio; nel caso di contitolarità della quota pro indiviso tra gli eredi, indicare nel riquadro relativo all avente causa tante righe quanti sono gli eredi, e la frazione rappresentativa della quota ideale, compilando il campo in ragione ; in questo caso deve essere indicato il domicilio del rappresentante comune della quota 10

11 ed il titolo del trasferimento (proprietà) tra quelli indicati, selezionando il binocolo. 11

12 SCHEDA N.3: PIGNORAMENTO QUOTE (COSTITUZIONE-MODIFICAZIONE- ESTINZIONE) Ufficio competente Riferimenti normativi Termine Soggetti obbligati/legittimati Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2471 c.c. Nessun termine Creditore pignorante; avvocato; amministratore o altro soggetto interessato Allegati Copia informatica dell atto di espropriazione con prova dell avvenuta notifica al debitore e alla società, sottoscritta digitalmente dal soggetto legittimato, con dichiarazione di conformità di cui all art.19 DPR 445/2000 Modelli S, sottoscritto digitalmente dal soggetto legittimato (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Codice e data atto A18 (nella descrizione dell atto indicare pignoramento ); la data è quella dell atto di espropriazione. Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione pignoramento nel conseguente campo libero 12

13 indicare il valore nominale della quota oggetto di espropriazione ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (debitore) e dell avente causa (creditore pignorante), inserendo anche il domicilio; 13

14 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo pignoramento, cod.06, nel caso di costituzione pignoramento, cod.16, nel caso di modificazione. Nel caso di estinzione del pignoramento, il dante causa è rappresentato dal creditore pignorante ed il titolo del trasferimento è pignoramento, cod.17, estinzione; l avente causa dal debitore ed il titolo è proprietà (cod.1). 14

15 Nel caso di nomina di custode delle quote, riportare nel riquadro delle note la data ed il tipo del provvedimento di nomina, nonché il nominativo del custode. 15

16 SCHEDA N.4: PEGNO SU QUOTE (COSTITUZIONE-MODIFICAZIONE- ESTINZIONE) Ufficio competente Riferimenti normativi Termine Soggetti obbligati/legittimati Allegati Modelli Codice e data atto Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2471 bis c.c. Nessun termine Notaio Copia informatica dell atto dichiarata conforme e sottoscritta digitalmente dal notaio (scrittura privata autenticata o atto pubblico) S, sottoscritto digitalmente dal notaio (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) A18 (nella descrizione dell atto indicare pegno ); la data è quella dell atto notarile Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione pegno nel conseguente campo libero 16

17 indicare il valore nominale della quota oggetto di pegno ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (debitore) e dell avente causa (creditore pignoratizio), inserendo anche il domicilio; 17

18 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo pegno, cod.03, nel caso di costituzione pegno, cod.12, nel caso di modificazione. Nel caso di estinzione del pegno, il dante causa è rappresentato dal creditore pignoratizio ed il titolo del trasferimento è pegno (cod.08 estinzione) ; l avente causa dal debitore ed il titolo è proprietà (cod.1). 18

19 19

20 SCHEDA N.5: USUFRUTTO SU QUOTE (COSTITUZIONE-MODIFICAZIONE- ESTINZIONE) Ufficio competente Riferimenti normativi Termine Soggetti obbligati/legittimati Allegati Modelli Codice e data atto Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2471 bis c.c. Nessun termine Notaio Copia informatica dell atto dichiarata conforme e sottoscritta digitalmente dal notaio (scrittura privata autenticata o atto pubblico) S, sottoscritto digitalmente dal notaio (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) A18 (nella descrizione dell atto indicare usufrutto ); la data è quella dell atto notarile Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo *Estinzione del diritto di usufrutto per decesso dell usufruttuario: in caso di morte dell usufruttuario, il diritto di usufrutto si estingue automaticamente (art.979 c.c.). Pertanto in tal caso la relativa comunicazione al Registro Imprese della riunione del diritto di nuda proprietà e di usufrutto viene effettuata dall amministratore con il solo modello S, codice atto A18, data atto pari alla data del decesso; nel riquadro XX note della distinta Fedra deve essere inserita dichiarazione sostitutiva di atto notorio ai sensi dell art.47 D.P.R.445/2000 attestante la data del decesso dell usufruttuario (o in alternativa deve essere allegata copia informatica del certificato di morte, dichiarata conforme ai sensi dell art.19 D.P.R.445/2000 e sottoscritta digitalmente dal soggetto obbligato). Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella S; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 01 (Atto tra vivi) 20

21 indicare il valore nominale della quota oggetto di usufrutto ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario) e dell avente causa (usufruttuario), inserendo anche il domicilio; 21

22 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo usufrutto, cod.02, nel caso di costituzione usufrutto, cod.12, nel caso di modificazione. Nel caso di estinzione del diritto di usufrutto, il dante causa è rappresentato dall usufruttuario ed il titolo del trasferimento è usufrutto, cod.13, estinzione ; l avente causa dal debitore ed il titolo è proprietà (cod.1). Oggetto del trasferimento può essere anche il diritto di usufrutto, se non è vietato dal titolo costitutivo (art.980 c.c.): in tal caso il dante causa è il cedente dell usufrutto e l avente causa è il cessionario dello stesso diritto (nuovo usufruttuario); indicare nel riquadro relativo al dante causa ed all avente causa il titolo usufrutto (cod.02). 22

23 23

24 SCHEDA N.6: SEQUESTRO SU QUOTE (COSTITUZIONE- ESTINZIONE) Ufficio competente Riferimenti normativi Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2471 bis c.c.; artt.670, 671 c.p.c.; art.321 c.p.p. Termine Nessun termine Soggetti Amministratore, socio, custode obbligati/legittimati nominato dal giudice, avvocato, parti processuali (creditore, nel caso di sequestro conservativo ex art.671 c.p.c.) Allegati Copia informatica dell atto giudiziario che dispone il sequestro, sottoscritta digitalmente dal soggetto legittimato, con dichiarazione di conformità di cui all art.19 DPR. 445/2000 Modelli S, sottoscritto digitalmente dal soggetto legittimato (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Codice e data atto A18 (nella descrizione dell atto indicare sequestro ); la data è quella dell atto giudiziario Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo La normativa prevede vari tipi di sequestro: 1. Giudiziario (art.670 c.p.c.): quando è controversa la proprietà o il possesso di una quota ed è opportuno provvedere alla sua custodia o gestione temporanea; è autorizzato dal giudice; nel disporre il sequestro il giudice nomina il custode. Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione sequestro giudiziario nel conseguente campo libero 24

25 indicare il valore nominale della quota oggetto di sequestro ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario) e dell avente causa (custode), inserendo anche il domicilio; 25

26 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo sequestro giudiziario, cod.10, nel caso di costituzione, sequestro giudiziario, cod.18, nel caso di modificazione. Nel caso di estinzione del sequestro giudiziario, il dante causa è rappresentato dal custode ed il titolo del trasferimento è sequestro giudiziario, cod.19, estinzione ; l avente causa dal proprietario ed il titolo è proprietà, cod.01 26

27 Riportare nel riquadro delle note la data ed il tipo del provvedimento di nomina, nonché il nominativo del custode. 2. Sequestro conservativo (art.671 c.p.c.): quando il creditore ha fondato timore di perdere la garanzia del proprio credito; è autorizzato dal giudice su istanza del creditore, nei limiti in cui la legge ne permette il pignoramento; si esegue secondo le norme stabilite per il pignoramento presso il debitore o presso terzi. Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione sequestro conservativo nel conseguente campo libero 27

28 indicare il valore nominale della quota oggetto di sequestro ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario/debitore) e dell avente causa (creditore istante), inserendo anche il domicilio; 28

29 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo sequestro conservativo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione; Nel caso di revoca del sequestro conservativo (disposta dal giudice su istanza del debitore, che presti idonea cauzione) il dante causa è rappresentato dal creditore istante ed il titolo del trasferimento è sequestro conservativo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione; l avente causa dal proprietario/debitore ed il titolo è proprietà, cod.01 29

30 Nel caso di nomina di custode delle quote, riportare nel riquadro delle note la data ed il tipo del provvedimento di nomina, nonché il nominativo del custode. 3. Sequestro conservativo ex artt c.p.p.: è disposto dal giudice con ordinanza, sulla quota dell imputato, nei limiti in cui la legge ne consente il pignoramento, su istanza del pubblico ministero, se vi è fondata ragione di ritenere che manchino o si disperdano le garanzie per il pagamento della pena pecuniaria, delle spese di procedimento e di ogni altra somma dovuta all erario; su istanza della parte civile, se vi è fondata ragione di ritenere che manchino o si disperdano le garanzie delle obbligazioni civili derivanti dal reato. Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione sequestro conservativo nel conseguente campo libero 30

31 indicare il valore nominale della quota oggetto di sequestro ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario/imputato) e dell avente causa (custode/amministratore della quota), indicando anche il domicilio; 31

32 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo sequestro conservativo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione; Nel caso di revoca del sequestro conservativo (disposta dal giudice su istanza dell imputato, che presti idonea cauzione) il dante causa è rappresentato dal custode/amministratore della quota ed il titolo del trasferimento è sequestro conservativo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione; l avente causa dal proprietario/imputato ed il titolo è proprietà, cod.01 32

33 Riportare nel riquadro delle note la data ed il tipo del provvedimento di nomina, nonché il nominativo del custode. 4. Sequestro preventivo ex artt c.p.p.: è disposto con decreto motivato del giudice, a richiesta del pubblico ministero, quando vi è pericolo che la libera disponibilità di una cosa pertinente al reato possa aggravare o protrarre le conseguenze di esso ovvero agevolare la commissione di altri reati; con decreto motivato del pubblico ministero o degli ufficiali di polizia giudiziaria, quando nel corso delle indagini preliminari non è possibile, per la situazione di urgenza, attendere il provvedimento del giudice. In quest ultimo caso il provvedimento deve essere trasmesso al giudice, entro le 48 ore successive, per l ordinanza di convalida, che deve essere emessa nei 10 giorni successivi. Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione sequestro preventivo nel conseguente campo libero 33

34 indicare il valore nominale della quota oggetto di sequestro ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario/imputato) e dell avente causa (custode/amministratore della quota), inserendo anche il domicilio; 34

35 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo sequestro preventivo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione; Nel caso di revoca del sequestro preventivo (disposta dal giudice su istanza dell imputato o del pubblico ministero, quando risultano mancanti, anche per fatti sopravvenuti, le condizioni che vi hanno dato luogo) il dante causa è rappresentato dal custode/amministratore della quota ed il titolo del trasferimento è sequestro preventivo, cod.99 (altro) con la relativa descrizione, l avente causa dal proprietario/imputato ed il titolo è proprietà, cod.01 35

36 Riportare nel riquadro delle note la data ed il tipo del provvedimento di nomina, nonché il nominativo del custode. Nel caso di sequestro preventivo disposto con decreto motivato del pubblico ministero, nel corso delle indagini preliminari per motivi di urgenza, o dagli ufficiali di polizia giudiziaria, prima dell intervento del pubblico ministero, ai sensi dell art.321 c.p.p. co.3bis, costituisce oggetto di pubblicità al registro imprese sia il decreto motivato del pubblico ministero/provvedimento degli ufficiali di polizia giudiziaria che l ordinanza di convalida emessa dal giudice nei dieci giorni successivi (seguire le stesse modalità di caricamento in entrambi i casi). N.B. Seguire le stesse modalità di caricamento indicate per la revoca anche nel caso in cui l ordinanza di sequestro diventi inefficace, se non sono stati osservati i termini sopraindicati (rispettivamente 48 ore e 10 giorni). 36

37 SCHEDA N.7: INTESTAZIONE E REINTESTAZIONE FIDUCIARIA DI QUOTE Ufficio competente Riferimenti normativi Registro Imprese della provincia ove è ubicata la sede sociale Art.2470 c.c.; L.23 novembre 1939, n.1966; art.36, co.1bis L.133/08 Termine Nessun termine Soggetti obbligati/legittimati Notaio; professionista incaricato ex art.31, co.2 quater L.340/2000 Allegati Copia informatica dell atto dichiarata conforme e sottoscritta digitalmente dal notaio (scrittura privata autenticata o atto pubblico) o originale elettronico del contratto sottoscritto digitalmente dalle parti e dal professionista incaricato ex art.31, co.2 quater L.340/2000 (si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Modelli S, sottoscritto digitalmente dal soggetto obbligato (per la compilazione si rinvia alle istruzioni di dettaglio) Codice e data atto A18 (nella descrizione dell atto indicare intestazione/reintestazione fiduciaria ); la data è quella dell atto notarile/ data dell apposizione della marcatura temporale all originale informatico sottoscritto digitalmente dalle parti contraenti e dal professionista incaricato. Diritti di segreteria 90.00; (supporto informatico digitale) Imposta di bollo Per intestazione fiduciaria si intende l intestazione di quote a favore di una società fiduciaria, affinchè amministri, per conto del proprietario della quota stessa, la sua partecipazione nella società. La società fiduciaria risulterà quindi l unica intestataria della quota, pur non essendone proprietaria. Non costituiscono oggetto di pubblicità al registro imprese gli atti compiuti dalla società fiduciaria in nome e per conto del fiduciante, in virtù dell incarico conferito. Procedere al caricamento dei dati in Quorum, secondo le seguenti modalità: dall applet Scriba si accede alla banca dati quorum (nuovo quorum) e si seleziona la cartella variazione di quote ; selezionare il n. Rea o il n. di protocollo di riferimento; al riquadro n.1 indicare il tipo di atto, in base al quale avviene il trasferimento (selezionare il codice 99 (altro) ed inserire la descrizione intestazione/reintestazione fiduciaria nel conseguente campo libero 37

38 indicare il valore nominale della quota oggetto di intestazione/reintestazione fiduciaria ed il valore del versamento relativo alla singola quota, nell apposito riquadro ( versato ); i dati anagrafici del dante causa (proprietario) e dell avente causa (società fiduciaria), inserendo anche il domicilio; 38

39 ed il titolo tra quelli indicati, selezionando il binocolo: indicare nel riquadro relativo al dante causa il titolo proprietà (cod.01); nel riquadro relativo all avente causa il titolo intestazione fiduciaria, cod.09, nel caso di costituzione intestazione fiduciaria, cod.20, nel caso di modificazione. Nel caso di reintestazione fiduciaria, il dante causa è rappresentato dalla società fiduciaria ed il titolo del trasferimento è reintestazione fiduciaria (cod.11); l avente causa dal proprietario ed il titolo è proprietà (cod.01). 39

40 40

Registro Imprese IL MODELLO S

Registro Imprese IL MODELLO S Registro Imprese IL MODELLO S Schede sintetiche degli adempimenti riguardanti le quote di s.r.l. Indice Atto costitutivo di S.r.l... 3 Atto di trasformazione di S.r.l. da società di persone... 4 Variazione

Dettagli

Guida. Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa. Aggiornamento Aprile 2013

Guida. Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa. Aggiornamento Aprile 2013 Guida Agli Adempimenti Operativi Trasferimenti di Quote di S.R.L. Inter Vivos e Mortis Causa Aggiornamento Aprile 2013 Il Conservatore del R.I. di Cagliari Rossella Pinna 1 Sommario Trasferimento quote

Dettagli

GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA GUIDA PER L ISCRIZIONE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO QUOTE SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA A CURA DEL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO DI ISCRIZIONE D.SSA. ANNA PETIRRO 1 PREMESSA Alla luce della l. 2/2009,

Dettagli

MODELLO S6 Iscrizione nel Registro Imprese di atto di trasferimento di quote sociali di s.r.l. (L. n. 310/1993) Avvertenze Generali Si raccomanda di indicare nell apposito spazio, in alto sulla 1ª pagina,

Dettagli

Registri delle Imprese della LIGURIA

Registri delle Imprese della LIGURIA Registri delle Imprese della LIGURIA ISTRUZIONI per l iscrizione nel Registro delle Imprese degli atti di: trasferimento di partecipazioni di S.R.L. recesso di socio di S.R.L. trasferimento sede sociale

Dettagli

ERRORI RICORRENTI RISCONTRATI NELLA COMPILAZIONE DI PRATICHE MODELLO S RELATIVI AI TRASFERIMENTI DI QUOTE SOCIALI DI S.R.L.

ERRORI RICORRENTI RISCONTRATI NELLA COMPILAZIONE DI PRATICHE MODELLO S RELATIVI AI TRASFERIMENTI DI QUOTE SOCIALI DI S.R.L. REGISTRO DELLE IMPRESE ERRORI RICORRENTI RISCONTRATI NELLA COMPILAZIONE DI PRATICHE MODELLO S RELATIVI AI TRASFERIMENTI DI QUOTE SOCIALI DI S.R.L. 1) VARIAZIONE DOMICILIO SOCIO/AMMINISTRATORE SRL.....

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO S

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO S Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura Asti CAMERE DI COMMERCIO DI ALESSANDRIA, ASTI, BIELLA, VERCELLI UFFICIO DEL REGISTRO DELLE IMPRESE ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO S Maggio

Dettagli

TRASFERIMENTO ED ALTRE OPERAZIONI SULLE QUOTE DI SRL

TRASFERIMENTO ED ALTRE OPERAZIONI SULLE QUOTE DI SRL UFFICIO REGISTRO IMPRESE TRASFERIMENTO ED ALTRE OPERAZIONI SULLE QUOTE DI SRL Rev. 3 - ottobre 2014 1 TRASFERIMENTO QUOTE DI S.R.L. Riferimenti normativi: artt. 2469, 2470, 2471 bis c.c., - Legge 12.8.1993

Dettagli

DISCIPLINA DELL AZIENDA

DISCIPLINA DELL AZIENDA Prefazione alla seconda edizione....................... VII Prefazione alla prima edizione........................ IX Avvertenze................................ XIII PARTE PRIMA DISCIPLINA DELL AZIENDA

Dettagli

A.1) per riportare, allegandolo al modello S1, i dati essenziali dei soci al momento della costituzione della società e, allegandolo al modello S2 i

A.1) per riportare, allegandolo al modello S1, i dati essenziali dei soci al momento della costituzione della società e, allegandolo al modello S2 i MODELLO INT. S Elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni o quote sociali Avvertenze generali Soggetti utilizzatori del modello Società a responsabilità limitata, anche unipersonali Società

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA Prontuario Assetti sociali di s.r.l. Linee guida per la presentazione delle istanze telematiche IV edizione 16 luglio 2015 (gli aggiornamenti alle pagine 5, 6, 7, 8, 10,

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA Prontuario Assetti sociali di s.r.l. Linee guida per la presentazione delle istanze telematiche III edizione 18 novembre 2011 (gli aggiornamenti alle pagine 11, 12, 13, 14,

Dettagli

ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI

ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI ISCRIZIONE AL REGISTRO IMPRESE DEGLI ATTI DI TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL A CURA DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEI NOTAI Ottobre 2008 1 Art. 36 comma 1-bis legge 133/2008 e suo coordinamento con le norme

Dettagli

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE

LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE REGISTRO DELLE IMPRESE LE OPERAZIONI SUL CAPITALE SOCIALE DELLE SOCIETA DI CAPITALE 1/2006 marzo 2006 www.an.camcom.it INDICE PREMESSA...3 INTRODUZIONE...3 1. DELIBERA DI AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE...3

Dettagli

Avvertenze per i singoli riquadri

Avvertenze per i singoli riquadri MODULO INTERCALARE S Elenco dei soci e degli altri titolari di diritti su azioni o quote sociali - Pubblicità delle società soggette all'altrui attività di direzione e coordinamento AVVERTENZE GENERALI

Dettagli

Pignoramento e cessione della retribuzione: istruzioni per l uso. Annalisa Cristellon Area Lavoro, Previdenza ed Education Vicenza, 23 aprile 2015

Pignoramento e cessione della retribuzione: istruzioni per l uso. Annalisa Cristellon Area Lavoro, Previdenza ed Education Vicenza, 23 aprile 2015 Pignoramento e cessione della retribuzione: istruzioni per l uso Annalisa Cristellon Area Lavoro, Previdenza ed Education Vicenza, 23 aprile 2015 CESSIONE DEL CREDITO DPR n. 180/1950 (e successive modifiche)

Dettagli

Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali

Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali Caratteri delle azioni come partecipazioni sociali Indivisibilità = necessaria unità e non frazionabilità dei diritti inerenti all azione effetti sul rapporto tra i comproprietari e la società (per i rapporti

Dettagli

Manuale Operativo. Trasferimenti di Azioni e Quote

Manuale Operativo. Trasferimenti di Azioni e Quote Manuale Operativo Trasferimenti di Azioni e Quote UR1003102000 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi

Dettagli

4. La cessione della contraenza può essere disposta in favore di uno soltanto tra gli eredi testamentari o legittimi del contraente deceduto.

4. La cessione della contraenza può essere disposta in favore di uno soltanto tra gli eredi testamentari o legittimi del contraente deceduto. SUBENTRO nella CONTRAENZA per PREMORIENZA Elenco documentazione necessaria Si ricorda che il subentro nella contraenza mortis causa può essere effettuato in caso di decesso del contraente - allorchè la

Dettagli

ISTITUZIONE, MODIFICA, CANCELLAZIONE DI SEDE SECONDARIA

ISTITUZIONE, MODIFICA, CANCELLAZIONE DI SEDE SECONDARIA CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTITUZIONE, MODIFICA, CANCELLAZIONE DI SEDE SECONDARIA OTTOBRE 2010 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV 1 IST/SEDESEC/1 SEDI SECONDARIE

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)... 3 2. Dichiarazione

Dettagli

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag. 21 2. L

Dettagli

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale

Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Alleanza Assicurazioni S.p.A. appartenente al Gruppo Generali Contratto di capitalizzazione a premio unico con rivalutazione annua del capitale Condizioni Contrattuali Regolamento Gestione interna separata

Dettagli

LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA LE QUOTE NELLA NUOVA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA di Claudio Venturi Sommario: - 1. Le quote e i diritti dei soci. 1.1. Le quote sociali secondo l attuale normativa. - 1.2. Le quote sociali secondo

Dettagli

Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei. Articolo. 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie.

Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei. Articolo. 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie. Capitale - Azioni - Strumenti finanziari - Finanziamenti dei soci Articolo 1. Il capitale sociale è determinato in Euro 2. Il capitale sociale è diviso in n. azioni ordinarie del valore nominale di euro

Dettagli

PROPOSTA DI ADESIONE AL SERVIZIO CONTO CORRENTE WEB

PROPOSTA DI ADESIONE AL SERVIZIO CONTO CORRENTE WEB BANCA IFIGEST S.p.A. Piazza Santa Maria Soprarno, 1-50125 Firenze - Reg. Impr. Firenze n. 03712110588 - REA 425733 Codice Fiscale 03712110588 - Partita IVA 04337180485 Aderente al Fondo Interbancario per

Dettagli

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito

TRASCRIZIONI. Istruzioni e modalità di deposito TRASCRIZIONI Istruzioni e modalità di deposito Napoli, Corso Meridionale, 58 2 piano tel. 081-7607404 e-mail: ufficio.brevetti@na.camcom.it sito internet: www.na.camcom.it fax: 081-5547557 1 Istanze di

Dettagli

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI

INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI INDICE PARTE PRIMA INDICAZIONI GENERALI 1. Scrittura privata avente ad oggetto il conferimento dell incarico professionale (fac-simile predisposto dal consiglio nazionale forense)...3 2. Dichiarazione

Dettagli

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI

STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1 REGISTRO DELLE IMPRESE STRUMENTI FINANZIARI, TITOLI DI DEBITO e PATRIMONI DESTINATI 1/2006 febbraio 2006 www.an.camcom.it 1 2 INDICE PREMESSA... 3 1. SOCIETA PER AZIONI: STRUMENTI FINANZIARI... 3 1.1

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO. Sommario

NORMATIVA DI RIFERIMENTO. Sommario NORMATIVA DI RIFERIMENTO Sommario Decreto legislativo 24 febbraio 1998, n. 58, e successive modificazioni... 2 Art. 127-quinquies (Maggiorazione del voto)... 2 Regolamento di attuazione del decreto legislativo

Dettagli

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE

SOMMARIO PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE SOMMARIO Prefazione pag. 1 PARTE I IL RECUPERO DEI CREDITI IN AMBITO NAZIONALE CAPITOLO PRIMO FASE STRAGIUDIZIALE pag. 5 1. Aspetti preliminari pag. 7 F.1 Lettera di richiesta di certificato di residenza

Dettagli

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO

Indice analitico. Capitolo I. Sezione Prima IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 491 Prefazione... p. 9 Capitolo I IL TITOLO ESECUTIVO ED IL PRECETTO 1. Premessa...» 11 2. Il titolo esecutivo, definizione e funzione (art. 474 c.p.c.)...» 11 2.1 Contenuto del titolo esecutivo...» 12

Dettagli

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108)

Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Fusione transfrontaliera tra società di capitali (Decreto Legislativo 30 maggio 2008, n. 108) Adempimenti presso il Registro delle imprese 1) Iscrizione progetto comune di fusione transfrontaliera (della

Dettagli

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa

Art. 2 - Condizioni per il deposito di prestito sociale presso la Cooperativa REGOLAMENTO DEI PRESTITI SOCIALI Art. 1 - Definizione dei prestiti sociali 1. I depositi in denaro effettuati da soci esclusivamente per il conseguimento dell oggetto sociale con obbligo di rimborso per

Dettagli

LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA

LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA LA SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA INTRODUZIONE 1) Generalità Limitazione della responsabilità dei soci; Cenni storici: codice del 1942 (piccola s.p.a., rinvio alle norme); riforma 2003 (soc. di persone,

Dettagli

PCT E PROCESSO ESECUTIVO

PCT E PROCESSO ESECUTIVO PROCESSO CIVILE TELEMATICO: evoluzione e novità legislative Reggio Emilia 25 settembre 2015 PCT E PROCESSO ESECUTIVO Avv. Erika Cavezzale Ordine Avvocati di Rimini Commissione PCT Art. 16-bis, comma 2,

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DELL ALBO DELLE SOCIETA TRA PROFESSIONISTI

DOMANDA DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DELL ALBO DELLE SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Marca da Bollo 16,00 Spett.le ORDINE MEDICI-CHIRURGHI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI FOGGIA DOMANDA DI ISCRIZIONE NELLA SEZIONE SPECIALE DELL ALBO DELLE SOCIETA TRA PROFESSIONISTI Informativa ai

Dettagli

Le novità sulle istruzioni ministeriali per la compilazione della modulistica elettronica da parte dei Notai

Le novità sulle istruzioni ministeriali per la compilazione della modulistica elettronica da parte dei Notai CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE Le novità sulle istruzioni ministeriali per la compilazione della modulistica elettronica da parte dei Notai Maggio 2014 Conservatore R.I.: Dott.

Dettagli

Ultimo aggiornamento giugno 2013*

Ultimo aggiornamento giugno 2013* Ultimo aggiornamento giugno 2013* * N.B.:la presente guida pubblicata dalla CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA è stata parzialmente modificata a seguito delle novità introdotte dal DECRETO 26/01/2015 1 INDICE

Dettagli

Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente

Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente Agenzia delle Entrate Direzione Regionale della Sicilia Direzione Gestione Tributi Ufficio Servizi al Contribuente DETRAZIONI DEGLI INTERESSI PASSIVI DERIVANTI DA MUTUI IPOTECARI PER L ACQUISTO E LA COSTRUZIONE

Dettagli

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve

Introduzione. Trascrizioni Annotazioni Comunicazioni Varie Scioglimento Riserve Introduzione Le istanze connesse ai titoli di proprietà industriale, denominate anche seguiti brevettuali, vengono depositate successivamente alla domanda originaria. Sono necessarie in caso di trasferimenti

Dettagli

LEZIONE 20 dicembre 2013

LEZIONE 20 dicembre 2013 1 LEZIONE 20 dicembre 2013 Società per azioni (S.P.A.) > è una persona giuridica, cioè un soggetto di diritto autonomo, dotato di capacità giuridica e di agire e di autonomia patrimoniale perfetta. La

Dettagli

OGGETTO: Domanda/Comunicazione per

OGGETTO: Domanda/Comunicazione per MODELLO UNICO COMMERCIO AREE PUBBLICHE IN FORMA ITINERANTE (TIP. B) (La marca da bollo deve essere applicata solamente nel caso di richiesta di nuova autorizzazione) Marca da bollo da 14.62 AL COMUNE di

Dettagli

PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME

PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME Il presente foglio informativo non costituisce offerta al pubblico ai sensi dell art. 1336 Cod.Civ. PEGNO SU STRUMENTI FINANZIARI TITOLI CARTACEI BENI O CREDITI VALORE DELL INSIEME Sezione I - Informazioni

Dettagli

MODELLO TA Atto di trasferimento proprietà o godimento di azienda

MODELLO TA Atto di trasferimento proprietà o godimento di azienda MODELLO TA Atto di trasferimento proprietà o godimento di azienda Premessa Il modello TA deve essere utilizzato per depositare i contratti di cui all' art. 2556 c.c., che hanno per oggetto il trasferimento

Dettagli

SOCIETA : ATTI E FATTI MODIFICATIVI

SOCIETA : ATTI E FATTI MODIFICATIVI Anagrafe Economica registro.imprese@an.camcom.it SOCIETA : ATTI E FATTI MODIFICATIVI Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it Versione 1 - ottobre

Dettagli

ERRORI PIU FREQUENTI RISCONTRATI SULLE PRATICHE DI RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI DEPOSITATE AL REGISTRO DELLE IMPRESE

ERRORI PIU FREQUENTI RISCONTRATI SULLE PRATICHE DI RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI DEPOSITATE AL REGISTRO DELLE IMPRESE ERRORI PIU FREQUENTI RISCONTRATI SULLE PRATICHE DI RINNOVO DEGLI ORGANI SOCIALI DEPOSITATE AL REGISTRO SOMMARIO 1) VISURA DELLA SOCIETA... 2 2) COMPILAZIONE DELLA DISTINTA... 2 3) COMPILAZIONE DEI MODELLI...

Dettagli

Redatto dall Ufficio Registro delle Imprese di Reggio Emilia

Redatto dall Ufficio Registro delle Imprese di Reggio Emilia SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE PRATICHE TELEMATICHE Redatto dall Ufficio Registro delle Imprese di Reggio Emilia GIUGNO 2013 1 PREMESSA 3 VARIAZIONE DOMICILIO SOCIO/AMMINISTRATORE SRL 4 COMUNICAZIONE SOCIO

Dettagli

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali

Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Regolamento per la gestione dei Prestiti Sociali Art. 1 Scopo Il presente Regolamento disciplina la raccolta di prestiti da Soci, sia persone fisiche che giuridiche, in conformità all art. 4 dello Statuto

Dettagli

TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE

TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE TRIBUNALE di MASSA DISPOSIZIONI RELATIVE ALLE VENDITE GIUDIZIARIE Tutti, tranne il debitore, possono partecipare alle vendite giudiziarie. Non occorre assistenza legale. Ogni immobile è stimato da un perito

Dettagli

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008

CIRCOLARE N. 58/E. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. Roma 17 ottobre 2008 CIRCOLARE N. 58/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma 17 ottobre 2008 Oggetto: Trasferimento di quote di S.r.l. Art. 36 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni,

Dettagli

S E G N A L A la seguente operazione:

S E G N A L A la seguente operazione: CAPBP42C.rtf - (12/2015) SERVIZI ALLA PERSONA ESERCIZI DI TATUAGGIO E PIERCING S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cog Nome

Dettagli

dott. Enrico ZANETTI

dott. Enrico ZANETTI TRASFERIMENTI DI QUOTE DI SRL PROCEDURA CON FIRMA DIGITALE dott. Enrico ZANETTI Diretta 27 ottobre 2008 PROFILI INTRODUTTIVI CO. 1-BIS DELL ART. 36 DEL DL 112/2008 L ATTO DI TRASFERIMENTO DI CUI AL SECONDO

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE

Capitolo III IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE 1. IMPOSTA IPOTECARIA IMPOSTE IPOTECARIA E CATASTALE Vi sono soggette le formalità di trascrizione, iscrizione, rinnovazione ed annotazione eseguite nei pubblici registri immobiliari. Per quanto riguarda

Dettagli

PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE

PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE PROPOSTA DI ACQUISTO IMMOBILIARE Destinata a divenire contratto PRELIMINARE DI COMPRAVENDITA in caso di accettazione del venditore Agenzia Immobiliare : STUDIO IMMOBILIARE RICCIO di RICCIO ENRICO Sede

Dettagli

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo IL DIRIGENTE DEL SETTORE 4 dr. Mauro Sfreddo Documento redatto 25/11/2008 A cura del Registro Imprese Responsabile U.O. Letteria Cucinotta Operatore addetto Sig.ra Giovanna Maietti 1 GUIDA ALLA CANCELLAZIONE

Dettagli

In particolare, occorre soffermarsi su due nuovi aspetti legati all introduzione della Comunicazione Unica relativamente alle ditte individuali :

In particolare, occorre soffermarsi su due nuovi aspetti legati all introduzione della Comunicazione Unica relativamente alle ditte individuali : N U O V E I N D I C A Z I O N I O P E R A T I V E per la compilazione della modulistica e la trasmissione delle pratiche al Registro delle Imprese con la Comunicazione Unica Come noto, la Comunicazione

Dettagli

Le fasi iniziali del processo esecutivo

Le fasi iniziali del processo esecutivo Capitolo 4 Le fasi iniziali del processo esecutivo Caso 4.1 Come si procede alla stima dei beni pignorati? A norma dell art. 569, comma 1, c.p.c. il giudice nomina l esperto per procedere alla stima del

Dettagli

S E G N A L A di iniziare l attività di commercio al minuto a seguito:

S E G N A L A di iniziare l attività di commercio al minuto a seguito: COMMERCIO AL DETTAGLIO DISTRIBUTORI AUTOMATICI SETTORE NON ALIMENTARE S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attivita AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F.

Dettagli

Somministrazione di alimenti e bevande per mezzo di Distributori Automatici (non effettuata in apposito locale)

Somministrazione di alimenti e bevande per mezzo di Distributori Automatici (non effettuata in apposito locale) Somministrazione di alimenti e bevande per mezzo di Distributori Automatici (non effettuata in apposito locale) S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT...l... sottoscritt...:

Dettagli

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti

FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO. PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO. Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti FONDAZIONE STUDI CONSULENTI DEL LAVORO I PARERI IN MATERIA TRIBUTARIA PARERE N. 02 DEL 12 gennaio 2011 IL QUESITO Unica Partecipazione in SRL appartenente a più soggetti Quando più eredi acquisiscono la

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO SPACCI INTERNI. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

COMMERCIO AL DETTAGLIO SPACCI INTERNI. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F COMMERCIO AL DETTAGLIO SPACCI INTERNI S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT _ _ _ _ _ _...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale

CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA. Modifiche e cancellazione dell impresa individuale CAMERA DI COMMERCIO DI ANCONA Modifiche e cancellazione dell impresa individuale Guida a cura del Registro delle Imprese di Ancona Per informazioni registro.imprese@an.camcom.it versione 2 del 10 gennaio

Dettagli

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca

ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE. A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca ESPROPRIAZIONE IMMOBILIARE A cura della dott.ssa Giuseppina Luciana Barreca La fase introduttiva del processo Contenuto e forma dell atto di pignoramento Art. 492 cod. proc. civ. Corte di Cassazione n.

Dettagli

6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI

6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI 6 IL TRASFERIMENTO DEI BENI AZIENDALI L IMPRESA è L ATTIVITA SVOLTA DALL IMPRENDITORE IN MODO PROFESSIONALE ED ORGANIZZATO DIVERSO è IL CONCETTO DI AZIENDA AZIENDA COMPLESSO DI BENI ORGANIZZATI DALL IMPRENDITORE

Dettagli

ESERCIZI DI VICINATO S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività

ESERCIZI DI VICINATO S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività Copia per il Comune COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZI DI VICINATO S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL S.U.A.P. DEL COMUNE DI Cod. ISTAT Il/La sottoscritto/a: Cognome C.F. Data di nascita

Dettagli

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI

MODULO S3 AVVERTENZE GENERALI MODULO S3 Scioglimento, liquidazione, cancellazione dal Registro Imprese AVVERTENZE GENERALI Finalità del modulo Il modulo va utilizzato per l iscrizione nel Registro Imprese dei seguenti atti: scioglimento

Dettagli

I NUOVI CERTIFICATI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE

I NUOVI CERTIFICATI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE CAMERA DI COMMERCIO DI LIVORNO UFFICIO REGISTRO IMPRESE I NUOVI CERTIFICATI DEL REGISTRO DELLE IMPRESE Ottobre 2014 Conservatore R.I.: Dott. Pierluigi Giuntoli REV3 IST/CERT/1 1 1. Premessa I CERTIFICATI

Dettagli

MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA

MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA MODELLO PER INTERMEDIARI/BANCHE PER LA COSTITUZIONE DI DEPOSITO VINCOLATO IN TITOLI DI STATO O GARANTITI DALLO STATO PER IL RIMBORSO DELL IVA Finalità Utilizzo Compilazione e consegna Tipo di garanzia

Dettagli

SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE PRATICHE TELEMATICHE

SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE PRATICHE TELEMATICHE SUPPORTO ALLA COMPILAZIONE PRATICHE TELEMATICHE Redatto dall Ufficio Registro delle Imprese di Reggio Emilia APRILE 2014 1 PREMESSA.. 4 ADEMPIMENTI SOCIETARI VARIAZIONE DOMICILIO SOCIO/AMMINISTRATORE SRL

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XV Introduzione...» XXIII

INDICE - SOMMARIO. Prefazione... pag. XV Introduzione...» XXIII INDICE - SOMMARIO Prefazione... pag. XV Introduzione...» XXIII CAPITOLO I: La riforma della riscossione 1. La riforma della riscossione... pag. 1 2. L agente della riscossione: Riscossione s.p.a. ed il

Dettagli

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41

Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 REGOLAMENTO PER LA RACCOLTA DEL PRESTITO SOCIALE Consorzio Granterre Società Cooperativa Agricola Via Polonia 30/33 41100 Modena TEL. 059-31.21.62 FAX 059-45.04.41 www.granterre.it Art. 1 Il presente Regolamento

Dettagli

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA.

PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. COMUNE DI SANT URBANO PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L ACQUISTO, COSTRUZIONE, RISTRUTTURAZIONE E RECUPERO PRIMA CASA. Allegato alla Delibera di Consiglio

Dettagli

PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI

PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI Valore Prassi VERONA PROTOCOLLO DELLE ESECUZIONI IMMOBILIARI - PARTE PRIMA - 1) Art. 474 c.p.c.: titolo esecutivo. 1.a) Le scritture private autenticate vanno integralmente trascritte nell atto di precetto.

Dettagli

L ESPROPRIAZIONE FORZATA

L ESPROPRIAZIONE FORZATA Capitolo XXIV L ESPROPRIAZIONE FORZATA Sommario: 1. Il pignoramento. 2. Le singole modalità di pignoramento. 3. Gli effetti del pignoramento. 4. Le vicende oggettive e soggettive del pignoramento. 5. L

Dettagli

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA

PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA PATRIMONIA SUMMIT 2 0 1 4 SUNT SERVANDA Wealth(Planning(di(Azimut( come(risposta(alle(esigenze(di( passaggio(generazionale(dei( nostri(clienti 2 PARTE I TRUST La struttura giuridica Il Trust è un istituto

Dettagli

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI.

PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. PATTO DI FAMIGLIA L'IMPRENDITORE SCEGLIE IL SUCCESSORE NELL AZIENDA a cura del Dott. G. Fiore - RE.FI. La legge 14 febbraio 2006, n. 55 ha introdotto l istituto del patto di famiglia. Il nuovo istituto

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l..

CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. COPIA PER IL RICHIEDENTE CONTRATTO DI PRESTITO SOCIALE della Cooperativa Solidarietà Soc. Coop. di Volontariato Sociale a r.l.. Il sottoscritto.............., codice fiscale., nato a......, il / /, domiciliato

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE LE SEDI SECONDARIE. Versione 1/2006 Febbraio 2006. www.an.camcom.it

REGISTRO DELLE IMPRESE LE SEDI SECONDARIE. Versione 1/2006 Febbraio 2006. www.an.camcom.it REGISTRO DELLE IMPRESE LE SEDI SECONDARIE Versione 1/2006 Febbraio 2006 www.an.camcom.it PREMESSA...3 1. SEDI SECONDARIE...3 1.1 SEDE SECONDARIA DI SOCIETA ITALIANA...3 1.1.1 ISCRIZIONE...3 1.1.2 MODIFICAZIONE...4

Dettagli

COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE *******************************************************

COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ******************************************************* 1 COMUNE DI BIELLA SPORTELLO UNICO ATTIVITA PRODUTTIVE ******************************************************* S.C.I.A. - (SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ) DI ESERCIZIO PUNTO VENDITA NON ESCLUSIVO

Dettagli

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP:

Allo Sportello Unico delle Attività Produttive Comune / Comunità / Unione Identificativo SUAP: CODICE PRATICA Mod. Comunale (Modello 0237 Versione 002-2014) Segnalazione certificata di inizio attività (SCIA) ESERCIZIO di AMBULATORIO - POLIAMBULATORIO MEDICO E/O ODONTOIATRICO SUBINGRESSO (a esclusione

Dettagli

INDICE. Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E

INDICE. Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E INDICE Art. 768-bis (Nozione) SEZIONE I: CARATTERI GENERALI DEL PATTO DI FAMIGLIA: INTERESSI TUTELATI E PRESUPPOSTI SOGGETTIVI DI APPLICAZIONE DELLA NUOVA DISCIPLINA 1. Ratio della riforma: garantire la

Dettagli

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata

DOCUMENTI ARISTEIA. documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata DOCUMENTI ARISTEIA documento n. 41 La nuova disciplina delle quote di partecipazione nella società a responsabilità limitata gennaio 2004 LA NUOVA DISCIPLINA DELLE QUOTE DI PARTECIPAZIONE NELLA SOCIETÀ

Dettagli

IMPRENDITORI AGRICOLI - VENDITA DIRETTA

IMPRENDITORI AGRICOLI - VENDITA DIRETTA SCIA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ (ai sensi dell art. 4 D.Lgs. 228/2001 come modificato dal DL n 69/2013 convertito in legge) IMPRENDITORI AGRICOLI - VENDITA DIRETTA AL COMUNE DI SILVI (TE)...l...

Dettagli

INDICE. Premessa...2. 1. Rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni e dei terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2003...

INDICE. Premessa...2. 1. Rideterminazione dei valori di acquisto delle partecipazioni e dei terreni posseduti alla data del 1 gennaio 2003... Direzione Centrale Normativa e Contenzioso CIRCOLARE N. 27/E Roma, 9 maggio 2003 Oggetto: Rideterminazione dei valori dei terreni e delle partecipazioni. Articolo 2, comma 2, del decreto-legge 24 dicembre

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI VERCELLI UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE COOPERATIVE

CAMERA DI COMMERCIO DI VERCELLI UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE COOPERATIVE CAMERA DI COMMERCIO DI VERCELLI UFFICIO REGISTRO IMPRESE ISTRUZIONI PER LA DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DELLE COOPERATIVE Aggiornamento GIUGNO 2005 NOVITA RISPETTO ALLA PRECEDENTE VERSIONE DICEMBRE 2004

Dettagli

Delega per l intervento in Assemblea

Delega per l intervento in Assemblea Delega per l intervento in Assemblea Il/La sottoscritto/a 1 Telefono *Indirizzo di residenza o sede legale Avente diritto al voto su numero azioni di Space S.p.A. delega con facoltà di essere sostituito

Dettagli

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.

INDICE - SOMMARIO. CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c. INDICE - SOMMARIO CAPITOLO PRIMO IL TITOLO ESECUTIVO (artt. 474 475 476 478 c.p.c.) 1. Il titolo esecutivo... Pag. 1 CAPITOLO SECONDO IL PRECETTO (artt. 477 479 480 481 482 c.p.c.) 1. Il precetto... Pag.

Dettagli

MODELLO UNICO COMMERCIO AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO (FIERE E MERCATO)

MODELLO UNICO COMMERCIO AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO (FIERE E MERCATO) MODELLO UNICO COMMERCIO AREE PUBBLICHE SU POSTEGGIO (FIERE E MERCATO) AL COMUNE DI BORGO A MOZZANO UFFICIO COMMERCIO AREE PUBBLICHE OGGETTO: Domanda per sub ingresso in autorizzazione/concessione decennale

Dettagli

Documento informatico e firme elettroniche

Documento informatico e firme elettroniche Documento informatico e firme elettroniche Prof. Avv. Giusella Finocchiaro Studio legale Finocchiaro www.studiolegalefinocchiaro.it www.blogstudiolegalefinocchiaro.it Le firme elettroniche Il documento

Dettagli

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP

AVVISO D ASTA N... DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP AVVISO D ASTA N... Allegato 1 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL ASTA DELL UNITÀ IMMOBILIARE A DESTINAZIONE NON RESIDENZIALE DI PROPRIETÀ DELL INPDAP Il/la sottoscritto/a Cognome Nome Comune di nascita Provincia

Dettagli

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO

IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO REGISTRO DELLE IMPRESE IL PRESTITO OBBLIGAZIONARIO 1/2006 febbraio 2006 www.an.camcom.it Indice PREMESSA...3 1. EMISSIONE DI PRESTITO OBBLIGAZIONARIO...3 1.1 Emissione di prestito obbligazionario NON convertibile...3

Dettagli

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21)

LICENZA TAXI (L. 15.1.1992 n. 21) 1 ESTREMI DI ISCRIZIONE DELLA DICHIARAZIONE (A CURA DELL UFFICIO) Ufficio ricevente Presentata il Modalità di inoltro Data protocollo Num. Prot fax a mano posta via telematica NUMERO ASSEGNATO ALLA PRATICA

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL VOTO MAGGIORATO

REGOLAMENTO PER IL VOTO MAGGIORATO Via Brera 21, 20121 Milano Capitale sociale i.v. Euro 306.612.100 Codice fiscale, Partita IVA ed iscrizione al Registro imprese di Milano n. 07918170015 Soggetta ad attività di direzione e coordinamento

Dettagli

Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età. Da 14 a 18 anni. Da 12 a 14 anni. Vincolo: Riservato ai minori

Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età. Da 14 a 18 anni. Da 12 a 14 anni. Vincolo: Riservato ai minori Foglio Informativo n 78 Versione 1/16 Baby Young Teenager Deposito a Risparmio Dedicato ai Minori Nominativo vincolato alla maggiore età Da 0 a 12 anni Da 12 a 14 anni Da 14 a 18 anni Vincolo: Riservato

Dettagli

CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE. (Modello 976)

CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE. (Modello 976) CONTRATTI DI CAPITALIZZAZIONE T.F.M. Ramo 156 RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE (Modello 976) UNIPOL ASSICURAZIONI S.p.A. VITA E PREVIDENZA INTEGRATIVA Liquidazioni Collettive e Rendite Via Stalingrado 45-40128

Dettagli

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZI DI VICINATO. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F

COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZI DI VICINATO. S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso: M F COMMERCIO AL DETTAGLIO ESERCIZI DI VICINATO S.C.I.A. - Segnalazione Certificata di Inizio Attività AL COMUNE DI Cod. ISTAT...l... sottoscritt...: Cognome Nome C.F. Data di nascita / / Cittadinanza Sesso:

Dettagli

REGOLAMENTO SALE PUBBLICHE DA GIOCO

REGOLAMENTO SALE PUBBLICHE DA GIOCO CITTÀ DI BORGOMANERO PROVINCIA DI NOVARA REGOLAMENTO SALE PUBBLICHE DA GIOCO APPROVATO CON ATTO C.C. N. 38 DEL 07/07/2008 Il presente Regolamento è entrato in vigore il 07/07/2008 INDICE Art. 1 Definizione

Dettagli

Diritto tributario, fisco e leggi finanziarie

Diritto tributario, fisco e leggi finanziarie Diritto tributario fisco e leggi finanziarie Decreto legislativo 31 ottobre 1990 n. 347 Approvazione del testo unico delle disposizioni concernenti le imposte ipotecaria e catastale. (in Gazz. Uff. 27

Dettagli