FOCUS 12/10/09. Tema: SGUARDI FEMMINILI. LA CITTÀ DAL PUNTO DI VISTA DELLE DONNE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FOCUS 12/10/09. Tema: SGUARDI FEMMINILI. LA CITTÀ DAL PUNTO DI VISTA DELLE DONNE"

Transcript

1 FOCUS 12/10/09 Tema: SGUARDI FEMMINILI. LA CITTÀ DAL PUNTO DI VISTA DELLE DONNE Presenti all incontro: Gina Angiolini, Daniela Ascari, Luana Gheduzzi, Lilliana Manicardi, Valentina Parenti, Pamela Tavernari, Agher Vaccari, Gea Zoda. Coordinamento: dott.sa Micaela Deriu (facilitatore), Elena Mariotti ed Eva Ansaloni (staff Ufficio di Piano Comune di Nonantola), Marco Bernardi e Pasquale Polito (tirocinanti Università di Bologna) Metodologia: l incontro si è sviluppato tramite discussione collettiva finalizzata alla promozione di una riflessione comune sulla realtà presente e su ipotesi di sviluppo del contesto nonatolano. Il report a cura del facilitatore è rivisto dai partecipanti, prima di renderlo fruibile pubblicamente. Struttura del report: i contenuti emersi liberamente nella discussione tra i partecipanti sono stati raggruppati per temi principali. Per ciascun argomento si evidenziano le criticità e le proposte correlate. Indice dei temi discussi: 1. Piano strutturale comunale. 2. Nonantola ieri, oggi, domani. 3. Abitare Nonantola al femminile (e non solo). 4. Servizi alla persona e mobilità. Approfondimenti richiesti: i focus sono anche l occasione per esplicitare interessi e curiosità in merito agli studi in corso che fanno parte del Quadro Conoscitivo e che verranno presentati prossimamente. Chi avesse interessi e richieste di approfondimento è invitato a comunicarli a: 1

2 FOCUS SGUARDI FEMMINILI Tema criticità opportunità PSC Nei primi incontri e anche in questo, la partecipazione è stata buona per qualità ma non per quantità. Cosa è meglio fare per pubblicizzare il processo partecipativo? Cosa è mancato fino ad ora? Le attività saranno ancora molte quindi bisogna trovare un modo per informare coloro che non ne sanno nulla. Per promuovere la partecipazione alle iniziative e agli incontri, si potrebbero sfruttare una serie di soluzioni oltre le e la bacheca comunale, quali: automobile con altoparlante che gira per i quartieri, pubblicità vicina ai necrologi, grandi tabelloni pubblicitari a ridosso delle strade principali,pubblicità simili a quelle per la fiera, volantinaggio e punto informazioni al mercato del giovedì, volantini fuori le scuole elementari e dentro le scuole materne, volantini nelle sedi delle associazioni. Spiegare il senso e le finalità degli incontri e di tutto il processo partecipativo è un modo per invogliare la gente ad interessarsi. NONANTOLA IERI, OGGI E DOMANI Dopo gli anni 60 si assiste ad uno spostamento verso la città, dove si va per acquisti, divertimento, studio, lavoro ecc. Comincia a diminuire il lavoro in campagna ed aumentano i lavori a domicilio femminili: mondine e magliaie influiranno molto sull'organizzazione familiare nonantolana. Quando una città cresce troppo velocemente, non ci si conosce gradualmente, e si crea un circolo vizioso per cui chi arriva da fuori trova un ambiente molto diffidente che si è chiuso a riccio. Nei panni di uno straniero, anche noi dobbiamo ammettere che di fronte ad una situazione estranea, cercheremmo un luogo più familiare e omogeneo possibile,dentro il quale confinarci almeno nei primi tempi; e questo vale anche per italiani. Nel dopo guerra le persone dalle campagne andarono nelle periferie della città principale; oggi tornano a farsi una casa a Nonantola. 2 Negli anni 60, nuove piccole e medie imprese, oltre che nuove vie di comunicazione hanno portato cambiamenti forzando l'apertura della comunità locale. Vi fu un'integrazione attiva fra questa e le nuove persone. Nonantola era un paese piccolo, agricolo, solidale, civile e con una solida comunità, per cui chi veniva da fuori diventava per forza nonantolano. In questa comunità forte e strutturata vigevano regole non scritte che hanno favorito l'integrazione; compromesso fra potere politico e potere religioso hanno caratterizzato per decenni questa città. A quest'epoca si viveva ancora molto il paese, dopodiché vi fu un cambiamento. Vi erano molte istituzioni però che permetterono alle donne di lavorare, soprattutto servizi per bambini e anziani. Sono durate decenni, e le conquiste

3 arrivarono una dopo l'altra: asilo nido, ludoteca, fonoteca, centro di educazione ambientale, ecc. Oggi Nonantola non è un paese di anziani, eppure i giovani non si vedono. Si pensi che i 5000 abitanti arrivati negli ultimi anni sono per la maggior parte giovani coppie. Vi è un problema socioculturale : oggi le persone si fidano sempre meno dei giovani. I giovani non vengono visti anche per il loro potenziale. Oggi sembra mancare sempre più la voglia delle persone di mettersi in gioco direttamente: esistono molte associazioni servizi e risorse di ogni tipo, ma spesso si propongono tante cose che rimangono solo teoriche. Occorre creare per il futuro luoghi adatti a promuovere conoscenza fra le persone. Inoltre sarebbero utili incentivi per l'imprenditoria giovanile locale, proprio per valorizzare le loro potenzialità. Immaginiamo una Nonantola piena di luoghi come scuole, parchi e negozi, collegati da percorsi ciclopedonali. Sicuramente fra 15 anni i bisogni delle persone saranno diversi e la città dovrà assicurare integrazione fra età e generi. Oggi la piazza Liberazione è svuotata di qualsiasi funzione, mentre anni fa era un vero e proprio centro commerciale e artigianale. Nonantola ha molto: bisogna riscoprire e valorizzare l'esistente. Speriamo che in futuro Nonantola non cresca più, dal punto di vista edilizio, e che si possano riutilizzare aree abbandonate e malridotte, in modo da mantenere la campagna, che è un bene per la città e la sua identità. ABITARE NONANTOLA AL FEMMINILE E NON SOLO Oggi bambini e ragazzi sono molto meno indipendenti rispetto ad un tempo: non si possono muovere da soli ad esempio. Qualcuno dice che ci si preoccupa troppo per loro ma in realtà ci sono pericoli oggettivi come l'enorme mole di traffico. Non ci sono luoghi di incontro, come librerie, cinema, teatro e gli eventi di cineforum del passato organizzati in biblioteca non ci sono più. 3 Le comunità sicure sono quelle che si conoscono nel loro interno, che hanno porte di casa aperte e non hanno paura dell'altro. Una città sicura dovrebbe essere una città in cui i bambini girano da soli tranquillamente. Fra 15 anni Nonantola sarà una realtà davvero multiculturale perciò bisogna puntare sulla conoscenza per superare l'attuale momento buio di intolleranza. Mettere insieme necessità e storie diverse aiuterà a ricreare una vera

4 comunità. È triste vedere famiglie e giovani la domenica andare al centro commerciale. Da quando abito a Nonantola un aspetto che mi è mancato è il passeggio, che è un momento in cui si incontrano persone, ci si rilassa.. In futuro sarebbe bello avere un anello di passeggio più largo del centro storico in modo da non isolarlo dato che è davvero piccolo; questo dovrebbe ospitare funzioni culturali e commerciali,mentre le piazze non dovranno essere parcheggi e la vista da questo anello dovrà comprendere la campagna. Il rumore dovrà essere legato alle persone e non ai veicoli. Le frazioni vanno rivitalizzate: necessitano di spazi comuni. SERVIZI ALLA PERSONA E MOBILITA' C erano molti più servizi in passato che oggi; il comune non riesce a reggerne più alcuni in maniera autonoma, come l'asilo nido. I servizi per le persone non sono aumentati all'aumentare di popolazione. Occorreva progettare ampliamento di servizi prima di progettare ampliamenti. Anche se si riconosce che da quando si tagliano i fondi ai comuni, il controllo e la progettazione del territorio è sempre più difficile. In alcune realtà, come quella tedesca, si progettano e realizzano prima le strade e i servizi pubblici, poi le abitazioni (è vero che i contesti legislativi e normativi sono differenti, ma si dovrebbe tentare di andare verso questa direzione). Occorre ritrovare la carica pionieristica di Nonantola per dar luogo a molti nuovi e vecchi servizi. Servirebbe migliorare la rete, anche di informazione, che colleghi diversi luoghi e servizi, soprattutto per i giovani. Una nuova biblioteca potrebbe diventare un vero centro culturale, con molte funzioni, in modo che i giovani abbiano altri posti, oltre la parrocchia, dove ritrovarsi. Se le scuole rimanessero aperte anche dopo l'orario prettamente scolastico potrebbero ospitare altre funzioni e diventare dei luoghi più vissuti. A Nonantola le scuole si fermano alle medie inferiori, per tutto il resto si va in città. Si dorme a Nonantola e si vive a Modena e si fanno code immense sulle strade di collegamento. Oggi muoversi in bicicletta è davvero difficile a causa del traffico: molti hanno paura. Addirittura ci sono difficoltà anche ad accedere al centro storico dalla prima fascia di periferia: le persone 4 Occorre una pianificazione del traffico e della mobilità con obiettivi di ricerca della qualità della vita. I trasporti pubblici vanno potenziati, dato che ad oggi sono gli stessi di molti anni fa. Si dovrebbe avere il modo di andare a Modena sia in autobus che in bicicletta.

5 preferiscono allora salire in macchina ed andare al centro commerciale. 5

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte

In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte In questi mesi ho chiesto a ciascuno di voi di contribuire alla redazione del programma per il futuro di Torino. Mi sono rivolto direttamente a tutte le donne e agli uomini che vivono in questa nostra

Dettagli

Programma amministrativo

Programma amministrativo Programma amministrativo AMBIENTE E SOSTENIBILITA Riduzione dei rifiuti: Redazione del Piano Comunale per la Riduzione della Produzione dei Rifiuti. Il Piano è uno strumento necessario per individuare

Dettagli

Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA

Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA Stefania Elibani ADULTI E BAMBINI IN CITTA : EMOZIONI, CONSAPEVOLEZZA E RESPONSABILITA Nel titolo di questa giornata, Bambini e bambine nella loro città, si usa un aggettivo possessivo che suona improprio;

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

Comune di Udine LUDOTECA

Comune di Udine LUDOTECA Comune di Udine LUDOTECA RISULTATI QUESTIONARI CARTACEI Riposte: 53 8.a Può motivare la sua risposta? Buona alternativa alla giornata (domenica) che molti passano nei negozi C'è molto poco per i

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9.

Sintesi degli incontri di ascolto pubblici. Terzo incontro di ascolto in Zona 2. Casa delle Associazioni, via Miramare 9. Sintesi degli incontri di ascolto pubblici Terzo incontro di ascolto in Zona 2 Casa delle Associazioni, via Miramare 9 16 Settembre 2015 Il terzo incontro di ascolto con i cittadini della zona 2 ha avuto

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

INIZIATIVE PILOTA NEI COMUNI TRENTINI: I PROGETTI A PIEDI SICURI DA CASA A SCUOLA

INIZIATIVE PILOTA NEI COMUNI TRENTINI: I PROGETTI A PIEDI SICURI DA CASA A SCUOLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO AGENZIA PROVINCIALE PER LA PROTEZIONE DELL AMBIENTE SETTORE INFORMAZIONE E QUALITA DELL AMBIENTE RETE TRENTINA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE INIZIATIVE

Dettagli

REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015

REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015 REPORT WORLD CAFÈ 07 E 14 MARZO 2015 Facciamo Centro è un percorso partecipativo promosso dal Comune di Reggiolo per costruire con i cittadini una decisione condivisa sulla rigenerazione e sul rilancio

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO I GNAZIOM ARI NO.IT Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma. La nostra città mi piace molto, ma negli ultimi

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO.

DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE PER CAMBIARE DAVVERO. PROGRAMMA ELETTORALE DEL CANDIDATO SINDACO LORELLA PERETTI E LISTE: PD PER ARZIGNANO, LISTA CIVICA PERETTI SINDACO, NOSTRARZIGNANO E ARZIGNANO AL CENTRO DIRE IL VERO, FARE SUL SERIO. L IMPEGNO CHE SERVE

Dettagli

PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO!

PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA REPORT INCONTRO DEL 21/11/2012 COORDINAMENTO del Laboratorio: Micaela Deriu, Cinzia

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Lorenzo Testa Supervisione di Chiara Marra

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici

Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Tavolo Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici Premessa Monitoraggio degli spostamenti casa scuola, a. s. 2014-15 CHIVASSO Il monitoraggio degli spostamenti casa scuola è

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

SINTESI DEL PROGRAMMA #IoScelgoClaudio #Castelfranco2015

SINTESI DEL PROGRAMMA #IoScelgoClaudio #Castelfranco2015 Primarie Castelfranco Veneto Claudio Beltramello Sindaco #Castelfranco2015 SINTESI DEL PROGRAMMA #IoScelgoClaudio #Castelfranco2015 È ora di ripartire Castelfranco Veneto ha urgente necessità di un rilancio:

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi

Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Comune di Bologna Settore Programmazione, Controlli e Statistica Come si spostano le donne e gli uomini bolognesi Analisi di alcuni indicatori statistici relativi alla mobilità Marzo 2008 Direttore Gianluigi

Dettagli

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano

5 modi. Boeri. per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. www.stefanoboeri.it. Stefano www.stefanoboeri.it 5 modi per cambiare città restando a Milano. I Milanesi si riprendono la città. Scopri come. Stefano Boeri Cambiamo città. Restiamo a Milano. 5 PROPOSTE. Un altra Milano comincia da

Dettagli

Tenersi per mano nella società dell incertezza.

Tenersi per mano nella società dell incertezza. Tenersi per mano nella società dell incertezza. Ricerca Spi Cgil Lombardia-AASter, settembre 2004 Discorsi sugli anziani. Viviamo, anziani e non anziani, nel postmoderno. Che in prima approssimazione si

Dettagli

PIANO di GOVERNO del TERRITORIO

PIANO di GOVERNO del TERRITORIO Comune di Albairate Comune di Albairate via C. Battisti 2-20080 Albairate (MI) Ufficio Tecnico: tel. 02/94.981.326 fax 02/94.981.324 e-mail: sportello.utc@comune.albairate.mi.it PIANO di GOVERNO del TERRITORIO

Dettagli

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2000-2001. Il progetto si raccorda a Scuola X Famiglie Territorio

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2000-2001. Il progetto si raccorda a Scuola X Famiglie Territorio Comune sede progetto: Bianzano AT n. 5 - Val Cavallina Progetto: Spazio compiti - Spazio giochi - Spazio Medie Sede presso Scuola Primaria Via degli orti Tel. 035 814015 fax 035 816556 e-mail Tipologia

Dettagli

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA

SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE LUCIA NON LO SA SETTIMA LEZIONE 72 Lucia non lo sa Claudia Claudia Come? Avete fatto conoscenza in ascensore? Non ti credo. Eppure devi credermi, perché è la verità. E quando? Un ora fa.

Dettagli

Programma amministrativo elezioni 2011

Programma amministrativo elezioni 2011 Candidato Sindaco: Mauro Bordin Liste collegate: Lega Nord Bossi - Ieri Oggi Domani per Palazzolo - Alleanza per Bordin Programma amministrativo elezioni 2011 Per la famiglia Al centro dell azione amministrativa

Dettagli

La mappa delle esigenze del territorio

La mappa delle esigenze del territorio La mappa delle esigenze del territorio Settembre - Ottobre 2014 Luoghi di aggregazione Valorizzando strutture già esistenti, serve la creazione di nuovi luoghi di socializzazione e integrazione, per favorire

Dettagli

MANIFESTO PER PARMA UNITA

MANIFESTO PER PARMA UNITA MANIFESTO PER PARMA UNITA Parma è una città piena di risorse, ricca di intelligenze vivaci, di saperi e cultura, fatta da persone intraprendenti che non possono non avvertire la responsabilità di questo

Dettagli

Donna, una parola, mille ruoli Questionario

Donna, una parola, mille ruoli Questionario Donna, una parola, mille ruoli Questionario sul ruolo femminile a Cavour, nella società, nella famiglia, nel lavoro Gent.ma cittadina, Fino agli anni sessanta, la donna ha avuto un ruolo subalterno nella

Dettagli

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film)

CULTURA ITALIANA. (5 minuti di proiezione del film) CULTURA ITALIANA Introduzione Bologna è una città medievale, dove la bellezza è nascosta, bisogna scoprirla. Ma ha anche dei segreti, per esempio la qualità della cucina. Il tortellino è il principe della

Dettagli

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada

Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Studenti di oggi cittadini di domani: lezioni di mobilità e sicurezza in strada Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Agenzia per la Mobilità EDUCAZIONE STRADALE TRA SCUOLA E FAMIGLIA L educazione

Dettagli

ESAME FINALE D'ITALIANO A1

ESAME FINALE D'ITALIANO A1 ESAME FINALE D'ITALIANO A1 TOTALE / 80 I. COMPRENSIONE DELL'ASCOLTO (0 10) 80-73,5 pkt 5 73-67 pkt 4,5 66,5-61 pkt 4 60,5-54 pkt 3,5 53,5-41 pkt 3 Ascolta e segna una risposta corretta. / 10 1. Le persone

Dettagli

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA.

TEST LIVELLO B1 QCE COMPRENSIONE ORALE DETTATO ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. TEST LIVELLO B1 QCE NOME COGNOME. CLASSE.. DATA.. COMPRENSIONE ORALE DETTATO. ASCOLTA IL DIALOGO E POI SCEGLI LA RISPOSTA. 1.. Fabio e Barbara si incontrano A) alla stazione di Pisa. B) all aeroporto di

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ!

POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! POLLICINO NELLA RETE EDUCARE A UNA NAVIGAZIONE SICURA: SI PUÒ! Introduzione pag. 2 Strumenti utili per aiutare Pollicino a non perdersi nella Rete pag. 3 A cura di Symantec Consigli utili per aiutare Pollicino

Dettagli

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi

Gruppo di lavoro territorio. I questionari conoscitivi Gruppo di lavoro territorio I questionari conoscitivi Aprile 2010 Presentazione Questionario sul "Puc Partecipato" a cura di Alessia Fracchia e Valentina Rivera In previsione della redazione del nuovo

Dettagli

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile

Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Piedibus, piccoli passi per una città più sostenibile Gianluigi Trento I Piedibus di Bassano SSL-ERATE ESPERIENZE E PERCORSI DI SOSTENIBILITA URBANA Bassano del Grappa 29/04/2014 Che cosa è un Piedibus

Dettagli

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo

contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo città di venaria reale contratto di quartiere II un quartiere ad altezza d uomo obiettivo generale promuovere l integrazione del quartiere con il resto del tessuto urbano attraverso la riqualificazione

Dettagli

Nella Mia Città si Respira!

Nella Mia Città si Respira! Nella Mia Città si Respira! Un Programma Scolastico per le Scuole Medie Superiori della Provincia di Torino Unità didattica 11 La Pianificazione della Mobilità in città: misure di sostegno alla mobilità

Dettagli

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI

PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI PROGETTARE LA MEDITAZIONE NELLE SCUOLE, NELLE COMUNITÁ E NEI CENTRI DI AGGREGAZIONE, PER BAMBINI E ADOLESCENTI, INSEGNANTI ED EDUCATORI Cos è la meditazione e a cosa serve nel processo educativo La meditazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena Livello B1

Università per Stranieri di Siena Livello B1 Unità 4 Fare la spesa al mercato In questa unità imparerai: a capire testi che danno informazioni e consigli su come fare la spesa al mercato e risparmiare parole relative agli acquisti e ai consumi gli

Dettagli

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B

Il Quotidiano in Classe. Classe III sez. B Il Quotidiano in Classe Classe III sez. B Report degli articoli pubblicati Dagli studenti sul HYPERLINK "iloquotidiano.it" Ilquotidianoinclasse.it Allestimento di Ottavia Ferrannini Supervisione di Chiara

Dettagli

AUTO MUTUO AIUTO cos è?

AUTO MUTUO AIUTO cos è? AUTO MUTUO AIUTO cos è? L Auto Mutuo Aiuto è un processo, un modo di trattare i problemi concreti che ciascuno si trova a fronteggiare nella propria vita: malattie, separazioni, lutti, disturbi alimentari,

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA AMMINISTRATIVE 2014 TERRITORIO Potenziamento delle strutture sul territorio : Realizzazione di progetti ex novo e di ristrutturazione affiancati da richieste di assegnazione di fondi europei,

Dettagli

DOMENICA 27 GENNAIO Ore 11.15 (al termine della S. Messa delle 10.00)

DOMENICA 27 GENNAIO Ore 11.15 (al termine della S. Messa delle 10.00) Cammini di sobrietà. Trasporti e sobrietà: binomio possibile? DOMENICA 27 GENNAIO Ore 11.15 (al termine della S. Messa delle 10.00) TEATRO QOELET Trasporti e Sobrietà: binomio possibile? Mobilità e Ambiente

Dettagli

RICICLO LABOFFICINA SINTESI DI PROGETTO. 1. Oggetto e finalità del progetto. Premessa. Obiettivi

RICICLO LABOFFICINA SINTESI DI PROGETTO. 1. Oggetto e finalità del progetto. Premessa. Obiettivi RICICLO LABOFFICINA per dare una seconda possibilità alle biciclette, ai saperi ed alle competenze abbandonate SINTESI DI PROGETTO 1. Oggetto e finalità del progetto Premessa Il progetto RiCiclo si propone

Dettagli

Progetto Spazio sociale a Lamezia. Indice

Progetto Spazio sociale a Lamezia. Indice Indice Sommario 1. Manifesto... 2 2. Attività e progetti... 3 2.1. Attività per i giovani... 3 2.2. Attività per i bambini... 3 2.3. Attività per anziani... 4 2.4. Progetti nel lungo periodo... 4 3. La

Dettagli

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO

L OCCHIO RIVELATORE. Scritto e diretto da MARCO CASSINI. Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO L OCCHIO RIVELATORE Scritto e diretto da MARCO CASSINI Con EUGENIA ROFI MATTIA BELLA PIERGIUSEPPE DI TANNO VALENTINA COZZI JULIA ESPOSITO Assistente alla regia MATTIA BELLA Cast SPAZIO TRE TEATRO Hanno

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

1. Diversi Mezzi di Trasporto

1. Diversi Mezzi di Trasporto 1. Diversi Mezzi di Trasporto Introduzione Oggi vorrei parlare del traffico e dei mezzi di trasporto: si può p.es. viaggiare in macchina, in treno, in aereo e in pullman. Chi vuole fare un viaggio turistico

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

AAA Automuniti cercasi

AAA Automuniti cercasi AAA Automuniti cercasi I vecchi scooter hanno stancato. Smart, pratica e maneggevole. Mini Cooper, per nostalgici. minicar, gioiellini in serie limitata. Il lusso passa dalle auto, meglio se di piccola

Dettagli

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI ELEZIONI AMMINISTRATIVE 26-27 MAGGIO 2013 COMUNE DI ORBASSANO PROGRAMMA AMMINISTRATIVO 2013-2018 CANDIDATO SINDACO DOMENICO GUARNERI Il cittadino sarà al centro dell attività amministrativa dei Socialisti:

Dettagli

Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento

Progetto ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune) Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente Comune di TORRE PELLICE Settore d'intervento Educazione e promozione culturale - Animazione sul territorio Obiettivi del progetto Coinvolgere i giovani,

Dettagli

IL QUESTIONARIO PER UNA CITTA' AMICA DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI. - Risultati - A cura di: Gruppo di lavoro Bambinfestival Bambini, tempi e spazi amici

IL QUESTIONARIO PER UNA CITTA' AMICA DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI. - Risultati - A cura di: Gruppo di lavoro Bambinfestival Bambini, tempi e spazi amici IL QUESTIONARIO PER UNA CITTA' AMICA DEI BAMBINI E DEI RAGAZZI - Risultati - A cura di: Gruppo di lavoro Bambinfestival Bambini, tempi e spazi amici Costruzione questionario a cura del gruppo di lavoro

Dettagli

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea

Christian, Riccardo, Camilla, Andrea Giovedì pomeriggio ci siamo recati in biblioteca per fare una ricerca sull'illuminismo. Cercavamo un libro abbastanza antico, non trovandolo la bibliotecaria ci ha portati nell'archivio e ci ha dato un

Dettagli

Un anno per il sociale in provincia di Sondrio 2012

Un anno per il sociale in provincia di Sondrio 2012 Scheda progetto Un anno per il sociale in provincia di Sondrio 2012 ANCI Lombardia coordina e organizza le azioni degli enti associati in materia di servizio civile definendo una precisa strategia metodologica

Dettagli

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è?

5CHIACCIERE5. Quartiere, dove è? 5CHIACCIERE5 Anno 2014 2015 Quartiere, dove è? Non è sparito, c è e lavora, anche se avrebbe bisogno di più persone che diano il loro contributo. Partiamo da qua per affermare che spesso confondiamo un

Dettagli

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009

Programma Partito Democratico di Pergine Elezioni amministrative 2009 Secondo noi amministrare una città vuol dire: PENSARE AI BISOGNI DI TUTTI AGIRE IN MODO TRASPARENTE INTRECCIARE RAGIONAMENTI DIVERSI IN UNA SINTESI COMUNE PORSI OBIETTIVI DI BENESSERE SOCIALE LAVORARE

Dettagli

Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano

Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano Questionario sulla sicurezza stradale a Lanciano Comune di Lanciano Assessorato urbanistica settore IV programmazione urbanistica Progetto messa in sicurezza SP82 VIA per Treglio, incrocio Quartiere S.Rita

Dettagli

... RocCaffè. Una seconda Piazza per Pieve. Pieve di Cento, 03 marzo 2012. La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca:

... RocCaffè. Una seconda Piazza per Pieve. Pieve di Cento, 03 marzo 2012. La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca: ...... RocCaffè Pieve di Cento, 03 marzo 2012 La riqualificazione dell area fra Porta Bologna e la Rocca: Una seconda Piazza per Pieve Percorso di consultazione partecipata della cittadinanza Rapporto

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

TEST D INGRESSO ITALIANO L2

TEST D INGRESSO ITALIANO L2 Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013 Annualità 2011 Azione 3 Convenzione di Sovvenzione N. 2011/FEI/PROG-100430 CUP: F33D12000380008 TEST D INGRESSO ITALIANO L2 Scuola

Dettagli

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI

Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI Un nuovo modello di sviluppo LA CENTRALITA DELLA PICCOLA E MEDIA IMPRESA CASTAGNETO CARDUCCI AGRICOLTURA COMMERCIO TURISMO ARTIGIANATO In questi anni l Amministrazione Comunale ha portato avanti l azione

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1

VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 VERIFICA PARROCCHIALE DEL 9 GIUGNO GRUPPO 1 Presenti: Lucia, Emma, Gabriella, Nadia, Fabrizia, Anna, Gabriele, Vittorio, Mauro, Alberto, Massimo, Anna, Valeria, Elisa. 1. Si ritiene necessaria e importante

Dettagli

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA

LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA ADEM LAB- UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA LE DETERMINANTI DEL COMPORTAMENTO DI CONSUMO E DI ACQUISTO DEI PRODOTTI BIOLOGICI IN ITALIA: I RISULTATI DELLA RICERCA Silvia Bellini Università degli Studi di

Dettagli

Piano Giovani di Zona di Valle dei Laghi piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Tessera della Partecipazione (VLG_15_2012)...

Piano Giovani di Zona di Valle dei Laghi piano operativo giovani anno 2012 Sommario. Tessera della Partecipazione (VLG_15_2012)... Piano Giovani di Zona di Valle dei Laghi piano operativo giovani anno 2012 Sommario Tessera della Partecipazione (VLG_15_2012)... 1 5-11-2012 SCHEDA di presentazione progetti 1 Codice progetto 1 VLG_15_2012

Dettagli

Indice: Che cos è? Perché studiare le lingue? La nostra filosofia. I nostri servizi. Per i bambini: scuola e doposcuola

Indice: Che cos è? Perché studiare le lingue? La nostra filosofia. I nostri servizi. Per i bambini: scuola e doposcuola Indice: Che cos è? Perché studiare le lingue? La nostra filosofia I nostri servizi Per i bambini: scuola e doposcuola Per i ragazzi delle scuole superiori Per tutti gli adulti Per le aziende e gli enti

Dettagli

il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele

il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele il progetto scatenati contro il mercato di bici rubate a cura de L Altra Babele cos è Un progetto per promuovere l uso della bicicletta legale a Bologna, contro il mercato di biciclette rubate e per la

Dettagli

Oggetto: verso una città sostenibile dei bambini e delle bambine strade per bambini, strade per tutti

Oggetto: verso una città sostenibile dei bambini e delle bambine strade per bambini, strade per tutti Alla cortese attenzione - del Sindaco, la d.ssa Annamaria Morelli - dell Assessore alla cultura e pubblica istruzione, la d.ssa Perlita Serra - e.p.c. al dirigente scolastico, la d.ssa Daniela Carminati

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA

IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA IL PIANO TERRITORIALE DEGLI ORARI DEL COMUNE DI CARONNO PERTUSELLA dal Progetto PIU.M.A. alle politiche temporali Progetto cofinanziato dalla Regione Lombardia, ex art 6 Legge Regionale 28/2004 Politiche

Dettagli

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali

SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali SERVIZI SOCIALI A cura di Ivan Alborghetti Assessore alle Politiche sociali Il settore dei servizi sociali comprende varie aree: anziani, handicap, minori, disagio. AREA ANZIANI L'assistenza alle persone

Dettagli

INTERVENTO IN CLASSE E DINTORNI di Edo Dozio, capogruppo SSP/SM Rivista del Servizio di sostegno pedagogico, no. 13, dic. 95 pag.

INTERVENTO IN CLASSE E DINTORNI di Edo Dozio, capogruppo SSP/SM Rivista del Servizio di sostegno pedagogico, no. 13, dic. 95 pag. INTERVENTO IN CLASSE E DINTORNI di Edo Dozio, capogruppo SSP/SM Rivista del Servizio di sostegno pedagogico, no. 13, dic. 95 pag. 28-33 La scommessa della scuola di oggi è di riuscire a formare in modo

Dettagli

Alcuni dati sul sistema di welfare bolognese

Alcuni dati sul sistema di welfare bolognese Alcuni dati sul sistema di welfare bolognese Sulla base dei dati del consuntivo di Contabilità Analitica 2009 pubblicati dal Comune di Bologna è possibile individuare le risorse dedicate dall Amministrazione

Dettagli

ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/12

ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/12 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATO B Dgr n. del pag. 1/12 SCHEDE DI VALUTAZIONE AREA STRUTTURALE INDICATORE DELLA PLURALIZZAZIONE DELLE OFFERTE TARIFFARIE Descrizione delle microazioni Agevolazione

Dettagli

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città!

Progetto Raccogliamo Miglia Verdi. Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! Progetto Raccogliamo Miglia Verdi Andiamo a Kyoto, prendiamo il Protocollo e riportiamolo nella nostra città! PREMESSA Nel 2003, in concomitanza alla Nona Conferenza Mondiale sul Clima (COP 9), l associazione

Dettagli

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi

In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi In questa foto si vede l antica chiesa di Creola che si trovava nel vecchio borgo del paese. La strada non è asfaltata e ci sono delle persone che vi camminano in mezzo. A destra si nota una macchina d

Dettagli

Il garage Informazioni per il PD

Il garage Informazioni per il PD Informazioni per il PD 1/8 Compito Gli alunni imparano come funziona un moderno garage e che profili professionali hanno le persone che vi lavorano. Obiettivo Gli alunni conoscono un garage. Materiale

Dettagli

Scuole dell'infanzia Statali: LA GIRANDOLA di Castelfranco Emilia A.FRANK" di Panzano MAGGIOLINO di Gaggio in piano A.S. 2008-2009

Scuole dell'infanzia Statali: LA GIRANDOLA di Castelfranco Emilia A.FRANK di Panzano MAGGIOLINO di Gaggio in piano A.S. 2008-2009 Scuole dell'infanzia Statali: LA GIRANDOLA di Castelfranco Emilia A.FRANK" di Panzano MAGGIOLINO di Gaggio in piano CHI BEN COMINCIA È A METÀ DELL OPERA A.S. 2008-2009 L'accoglienza nelle Scuole dell'infanzia

Dettagli

Il nuovo progetto. per la. mobilità sostenibile in Emilia-Romagna

Il nuovo progetto. per la. mobilità sostenibile in Emilia-Romagna Il nuovo progetto per la mobilità sostenibile in Emilia-Romagna flash _ La regione Emilia-Romagna ha circa 4,5 milioni di abitanti. _ La densità di auto per abitante è superiore alla media nazionale ed

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione Il progetto Il risultato

SOMMARIO. Presentazione Il progetto Il risultato SOMMARIO Presentazione Il progetto Il risultato PARTE I - Identità Le origini del nome La storia Ragusa patrimonio dell umanità Le persone Il territorio L amministrazione - Gli organi di governo - La struttura

Dettagli

3.7 La Città per la sicurezza

3.7 La Città per la sicurezza 3.7 La Città per la sicurezza 3.7.1 Gli obiettivi di mandato «Vogliamo una città aperta perché libera e sicura, una città dove la sicurezza non sia rappresentata solo dal controllo del territorio esercitato

Dettagli

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI

IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI IL CAPPELLO MAGICO RITA SABATINI Da quando il signor Bartolomeo aveva perso tutti i suoi capelli era diventato molto triste. Dapprima i capelli erano diventati grigi e avevano iniziato a diradarsi. Poi

Dettagli

Asse di intervento A. Recupero degli edifici rurali

Asse di intervento A. Recupero degli edifici rurali Progetto 3P Tavolo Paesaggio dell edilizia rurale Verbale dell incontro del 23 aprile 2008 Presenti: Nome Lino Balotti Ivan Bernardi Lorenzo Cervelli Alessia Chiappini Renato Marchesi Marcella Salvetti

Dettagli

INDAGINE SUGLI SPOSTAMENTI CASA - SCUOLA. Progetto pilota 1 In bici o a piedi, io vado a scuola. Piano Territoriale degli Orari

INDAGINE SUGLI SPOSTAMENTI CASA - SCUOLA. Progetto pilota 1 In bici o a piedi, io vado a scuola. Piano Territoriale degli Orari Piano Territoriale degli Orari Progetto pilota In bici o a piedi, io vado a scuola INDAGINE SUGLI SPOSTAMENTI CASA - SCUOLA Risultati Anno scolastico - A cura di ABCittà s.c.s. INDICE > PREMESSA _. IL

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00

CONVENZIONE NUOVO E RINNOVO GIOVANI ASS.STRADALE 49,00 43,00 Araba Fenice Veneto www.cralaraba.com - E-mail : cralaraba@virgilio.it fax 0498995614 CONVENZIONE Anche quest anno proponiamo ai nostri soci la convenzione con il Touring Club Italiano. Con l iscrizione

Dettagli

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago.

Sono presenti i ragazzi della Scuola Primaria, della Scuola Secondaria di 1 grado e del Collegio S. Antonio di Busnago. 31 gennaio 2009 Consiglio comunale ragazzi Verbale Consiglio Comunale dei di sabato 31 gennaio 2009 La riunione si apre alle ore 11.05 con il seguente Ordine del Giorno: 1. Elezione del Sindaco 2. Varie

Dettagli

http://www.sprachkurse-hochschule.de

http://www.sprachkurse-hochschule.de Lingua: Italiana Livello: A1/A2 1. Buongiorno, sono Sandra, sono di Monaco. (a) Buongiorno, sono Sandra, sono da Monaco. Buongiorno, sono Sandra, sono in Monaco. 2. Mia sorella chiama Kerstin. (a) Mia

Dettagli

I 3 ELEMENTI: 2- PAGINA DOVE L UTENTE O SI ISCRIVE O SE NE VA. SE SI ISCRIVE USUFRUISCE DI UN TUO INCENTIVO GRATUITO

I 3 ELEMENTI: 2- PAGINA DOVE L UTENTE O SI ISCRIVE O SE NE VA. SE SI ISCRIVE USUFRUISCE DI UN TUO INCENTIVO GRATUITO I 3 ELEMENTI: 1- PUBBLICITA TARGHETTIZZATA 2- PAGINA DOVE L UTENTE O SI ISCRIVE O SE NE VA. SE SI ISCRIVE USUFRUISCE DI UN TUO INCENTIVO GRATUITO 3- SEQUENZA DI EMAIL CHE EDUCA IL TUO POTENZIALE CLIENTE

Dettagli

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013

RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RENDICONTO DELLA GESTIONE esercizio 2013 RELAZIONE ILLUSTRATIVA AL RENDICONTO DELLA GESTIONE ESERCIZIO 2013 (Art. 151 comma 6 D.to Lgs. 267/2000) Premessa: L art.151 c.6 del D.to Lgs. 267/2000 prevede

Dettagli

INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI NUOVA GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI: INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI

INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI NUOVA GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI: INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI INTEGRAZIONE E SERVIZI SOCALI Proponente n. Azione Principale area di competenza (Nome e Cognome) 1 NUOVA GESTIONE ED ORGANIZZAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI: PRIORITA': 1 altissima 2 alta 3 media 4 bassa FATTIBILITA': 1 Breve = entro un

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli