PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE"

Transcript

1 1 Allegato 5

2 PIANO NAZIONALE SCUOLA DIGITALE Il Piano Nazionale per la Scuola Digitale (PNSD), è un documento pensato per guidare le scuole in un percorso di innovazione e digitalizzazione, come previsto nella riforma della Scuola (legge 107/2015 La Buona Scuola). Il documento ha funzione di indirizzo; punta a introdurre le nuove tecnologie nelle scuole, a diffondere l idea di apprendimento permanente (life-long learning) ed estendere il concetto di scuola dal luogo fisico a spazi di apprendimento virtuali. Il Piano ha valenza pluriennale, si sviluppa su quattro ambiti articolati in 35 azioni complessive. Le azioni previste, già finanziate con le risorse messe a disposizione dalla legge La Buona Scuola e dai Fondi strutturali europei (PON ), saranno attuate nel loro insieme entro il AZIONE #1 - Fibra per banda ultra-larga alla porta di ogni scuola Obiettivi: Ogni scuola deve essere raggiunta da fibra ottica, o comunque da una connessione in banda larga o ultra-larga, sufficientemente veloce per permettere, ad esempio, l uso di soluzioni cloud per la didattica e l uso di contenuti di apprendimento multimediali. Gli interventi sono in corso e proseguiranno fino al 2020: l obiettivo è che entro questa data tutte le scuole saranno raggiunte dalla fibra ottica in via prioritaria rispetto agli altri interventi del Piano Nazionale Banda Ultra Larga, e tutte le scuole potranno ricevere dai diversi operatori un offerta di connettività in banda larga o ultra larga Interventi realizzati :la nostra Scuola, articolata su più plessi, attualmente risulta, in buona parte, cablata mediante rete ADSL in modalità Wi-Fi. Ad eccezione di qualche piccola realtà locale, tutti i plessi hanno un punto fisso di accesso al servizio, tale da consentire la fruizione dei principali servizi interattivi; ciò permette agli operatori scolastici, sia in ambito didattico, che per i servizi di segreteria, di svolgere più agevolmente le proprie attività. Interventi da realizzare: sulla base del Piano Nazionale Banda Ultralarga del Ministero per lo Sviluppo Economico (MISE) e in concomitanza con la realizzazione sul territorio comunale di una rete di trasmissione dati mediante fibra ottica, la nostra Scuola richiederà ai competenti organi amministrativi di avvalersi di tale servizio, onde accelerare il processo di innovazione già pianificato. Poter usufruire di una siffatta rete di comunicazione, permetterà alla nostra istituzione di migliorare la propria attività, sia nei servizi di segreteria, che in ambito didattico. AZIONE #3 - Canone di connettività: il diritto a Internet parte a scuola Obiettivi: Il Miur vuole riconoscere alle scuole un contributo di 10 milioni di euro in più all anno (per una media di euro a scuola) a partire dal 2016, specificamente dedicato al canone per la connessione a Internet, con l obiettivo di potenziare le connessioni esistenti e mettere le scuole in grado di abilitare l attività didattica attraverso le tecnologie digitali. Il contributo è destinato a servizi di connettività di base, e a servizi di connettività evoluta. Interventi realizzati: l attuale connettività ADSL, che serve le nostre strutture, è assicurata mediante convenzione con la Mediatek, una società locale che opera nel settore dell Information and Communication Technologies (ICT); i costi di fornitura

3 gravano sul bilancio del comune di Sessa Aurunca, proprietario delle strutture edilizie asservite alla nostra scuola. Tale connettività, in funzione della rete territoriale, non sempre risulta adeguata alle esigenze dei srvizi richiesti, e, pertanto, non permette alla Scuola il pieno ed ottimale utilizzo delle proprie dotazioni digitali. Interventi da realizzare: attraverso l azione in oggetto si richiederanno al MIUR i contributi economici previsti per la copertura dei servizi di connettività evoluta; il potenziamento della connessione esistente permetterà di abilitare davvero l attività didattica mediante le tecnologie digitali e la Rete. AZIONE #10 - Un profilo digitale per ogni docente Obiettivi: La Carta del Docente è un profilo personale del docente che conterrà le molteplici informazioni e interazioni amministrative (fascicolo del docente), oltre che quelle relative alla crescita professionale. Interventi realizzati: per quanto attiene la figura del docente, esiste il fascicolo personale del docente nel quale viene raccolta la sola documentazione amministrativa della persona. Tale archiviazione di tipo cartaceo, metodologicamente anacronistica, rtisulta onerosa sia a livello economico, che a livello logistico. Interventi da realizzare: mediante i mezzi previsti dalla Legge 107/2015 ( Carta del Docente)la Scuola potrà raccogliere in un unica identità digitale i dati informativi dell esistente fascicolo personale con la raccolta delle esperienza formative e dei prodotti professionali (portfolio) che ogni docente sviluppa nell arco della propria carriera. AZIONE #11 - Digitalizzazione amministrativa della scuola Obiettivi: L amministrazione digitale della scuola consiste: nella fatturazione e pagamenti elettronici; nella procedura di dematerializzazione dei contratti del personale (supplenze brevi); nell estensione alla formazione professionale (delle Regioni interessate) già a partire dall anno scolastico Interventi realizzati: da tempo nelle istituzioni scolastiche è in atto un processo di digitalizzazione amministrativa (Piano ICT- Infomration and Communications Technology) per la fatturazione e per i pagamenti elettronici, nonché una procedura di de materializzazione dei contratti del personale (supplenze brevi). Nella nostra scuola talke processo è supportato dall applicazione Argo ( sistema software per la scuola e la Pubblica Amministrazione) mediante cui i servizi di segreteria gestiscono l area didattica (ANAGRAFE ALUNNI/ classi), l 0area del personale ( docenti e ATA), l area contabile ( bilancio e gestione finanziaria) e l area generale (protocollo, archivio e gestione patrimoniale) Interventi da realizzare: con l avvio de processo di revisione e miglioramento dei canali di comunicazione fra scuole e tra scuole e ministero, come previsto dalla legge 107/2015, è nostro intendimento partecipare alle sperimentazioni previste ( pagamento delle tasse scolastiche e dei contributi volontari). Inoltre, al fine di migliorare la comunicazione interna (dirigente/segreteria/docenti), nonché il processo di de materializzazione in atto, sarà creata una Mail-list di tutti i docenti, mediante cui ottemperare alle comunicazioni e/o alla trasmissione delle documentazioni personali. 3

4 AZIONE #12 - Registro elettronico Obiettivi: Pur essendo obbligatorio (DL 95/2012), non tutte le scuole lo hanno adottato. L obiettivo è estenderlo al 100% delle classi. Interventi realizzati: nell anno scolastico 2014/2015 sono stati svolti due brevi corsi di formazione per l adozione del registro elettronico che sarà utilizzato, in via sperimentale, nel secondo quadrimestre del corrente anno scolastico( 2015/2016) in modo da rodare il software prescelto in previsione dell adozione nel prossimo anno scolastico. Interventi da realizzare: con l avvio del nuovo anno scolastico,esaurita la fase di sperimentazione, viene attivato il registro elettronico, avvalendosi ove possibile anche dei fondi PON Per la scuola Sarà questo uno strumento di comunicazione immediata per le famiglie che, tramite una mail list redatta dalla scuola avranno tutte le informazioni utili per raggiungere la piena consapevolezza della vita scolastica dei propri figli. AZIONE #13 - Strategia Dati della scuola Obiettivi: A partire da settembre 2016 si procederà con la pubblicazione online dei dati relativi a: i bilanci delle scuole, i dati pubblici afferenti al Sistema nazionale di valutazione, l Anagrafe dell edilizia scolastica, i dati in forma aggregata dell Anagrafe degli studenti, i provvedimenti di incarico di docenza, i piani dell offerta formativa, i dati dell Osservatorio tecnologico, i materiali didattici e le opere autoprodotte dagli istituti scolastici e rilasciati in formato aperto Interventi realizzati: da tempo la nostra scuola, tramite il sito internet ( pubblica molteplici dati ed informazioni afferenti la propria attività amministrativa e gestionale degli alunni e del personale, assolvendo al giusto compito di trasparenza e responsabilizzazione della P.A. Interventi da realizzare: la nostra scuola intende potenziare la propria attività di trasparenza amministrativa tramite i propri mezzi e quelli messi a disposizione del ministero. Pertanto si procederà alla pubblicazione dei dati relativi al bilancio, ai dati pubblici afferenti al sistema nazionale di valutazione, l anagrafe dell edilizia scolastica, i dati in forma aggregata dell anagrafe degli studenti, i provvedimenti di incarico di docenza, i piani dell offerta formativa, i dati dell osservatorio tecnologico, i materiali didattici e le opere autoprodotte e rilasciate in formato aperto. AZIONE #17- Portare il pensiero computazionale nella scuola primaria Obiettivi: Per permettere a ogni studente della scuola primaria di svolgere un corpus di 10 ore annuali di logica e pensiero computazionale, sarà estesa l iniziativa Programma il Futuro, sia tramite allargamento del partenariato, che arricchendo i percorsi didattici disponibili, anche includendo progetti satellite con missione affini. Interventi realizzati:abbiamo analizzato le linee guida sulle competenze digitali che,rielaborate,sono state inserite nel curricolo verticale Interventi da realizzare: la nostra scuola intende aderire all iniziativa congiunta MIUR-CINI Programma il futuro per consentire a ogni studente della scuola primaria di svolgere un corpus di dieci ore annuali di logica e pensiero computazionale. Ciò permetterà alla nostra scuola di sperimentare l introduzione strutturale dei concetti 4

5 di base dell informatica attraverso la programmazione (coding) usando strumento di facile utilizzo e che non richiedono un abilità avanzata nell uso del computer. Sarà attivato un percorso di informatica che coinvolgerà tutte le classi dell Istituto Comprensivo (scuole primarie e secondaria di I grado ). Il progetto riguarda la messa a punto di un programma di sviluppo delle tecnologie didattiche comprendente itinerari di lavoro che prevedono l uso della multimedialità nell arco degli anni della Scuola Primaria e Secondaria di I grado con l obiettivo di educare gli alunni alla multimedialità, alla comunicazione e, al miglioramento dell efficacia dell insegnamento e dell apprendimento delle discipline. Il contesto culturale odierno è profondamente condizionato da un rapido sviluppo delle tecnologie dell informatica e della comunicazione, e la constatazione che molti alunni hanno le case invase da computer, apparecchi televisivi con accessori digitali e satellitari, lettori DVD, fa riflettere sulla posizione che l Istituto deve assumere e su quali progetti educativi proporre. Imparare attraverso il computer deve diventare per la scuola una nuova risorsa; l uso del computer non dovrà essere concepito come semplice strumento al servizio di un insegnamento tradizionale, ma anzi un ambiente per l esplorazione, per la ricerca, per la simulazione, per l espressione, per la comunicazione. AZIONE #18 - Aggiornare il curricolo di tecnologia nella scuola secondaria di primo grado Obiettivi: L insegnamento di Tecnologia nelle scuole medie deve essere aggiornato per includere nel curricolo le tecniche e applicazioni digitali. Interventi realizzati: agli inizi dell anno scolastico 2014/2015, al pari delle altre discipline, anche per tecnologia, seguendo le linee del POF d istituto e le Indicazioni nazionali per il curricolo nella scuola dell infanzia e del primo ciclo d istruzione, di cui alla nota 5559 del 5 settembre 2012, e successive modificazioni e/o integrazioni, emanate da parte del MIUR, è stato rivisto il relativo curricolo, strutturando il piano educativo didattico annuale sull acquisizione di specifiche competenze da parte dell alunno e non sulle mere conoscenze. In tal senso sono state potenziate le unità didattiche alle nuove tecnologie (CFR, UD4-TIC); peraltro sulla scorta delle recenti esperienze è stato ampliato l utilizzo delle piattaforme quali Questbase, per sviluppo e lo svolgimento online delle verifiche strutturate che hanno riscosso il pieno consenso e il gradimento da parte degli alunni. Interventi da realizzare: l avvenuto aggiornamento del curricolo, con l inserimento delle competenze digitali, parte integrante delle competenze chiave di cui alle raccomandazioni del Parlamento europeo e del consiglio dell Unione Europea (18 dicembre 2006), permetterà una rimodulazione delle UD e dei contenuti adeguandoli alle nuove prospettive della realtà digitale (realizzazione di classi virtuali, utilizzo di piattaforme informatiche, disegno computerizzato mediante specifici software free, applicazione digitali nel lavoro corrente degli alunni). AZIONE #27 - Rafforzare la formazione iniziale sull innovazione didattica Obiettivi: Rafforzare le iniziative di formazione per sviluppare soprattutto quelle che sono le competenze di innovazione e sperimentazione didattica. Interventi realizzati: Interventi formativi rivolti ai docenti e al personale della scuola, sulle nuove tecnologie della comunicazione. 5

6 Competenze nell'utilizzo delle tecnologie della didattica (Corsi realizzati con i Fondi PON) A PASSO CON I TEMPI annualità INFORMATICA E DIDATTICA annualità INFORMATICA E DIDATTICA 2 annualità NON E' MAI TROPPO TARDI annualità EIPASS LIM annualità DAL GESSO AL TOUCH annualità Interventi da realizzare: iniziative di formazione per rendere più semplice, immediato l impiego di dispositivi e contenuti, i docenti dovranno essere messi nelle giuste condizioni per agire come facilitatori di percorsi didattici innovativi basati su contenuti più familiari per gli alunni. Il mondo del lavoro, e la società, richiedono sempre più competenze trasversali, come il problem solving, il pensiero laterale e la capacità di apprendere. In questo, il digitale offre un traino fondamentale, occorre,pertanto, valorizzare la produzione e distribuzione di conoscenza, nonché la creatività digitale. La formazione dei docenti deve essere centrata sull innovazione didattica, intendendo le tecnologie digitali come sostegno per la realizzazione dei nuovi paradigmi educativi e la progettazione operativa di attività. La nostra scuola intende,quindi, rafforzare la preparazione del personale in materia di competenze digitali, raggiungendo tutti gli attori della comunità scolastica, promuovere il legame tra innovazione didattica e tecnologie digitali. AZIONE # 28 Un animatore digitale in ogni scuola Obiettivi: L animatore digitale è un docente che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, ha un ruolo strategico nella diffusione dell innovazione a scuola. Ad ogni scuola saranno assegnati euro all anno, che saranno vincolati alle attività dell animatore nell ambito della formazione interna del personale, del coinvolgimento della comunità scolastica e nella creazione di soluzioni innovative. Interventi realizzati: in ottemperanza alla nota MIUR prot. numero del 19/11/2015, è stato individuato e comunicato oil nominativo del docente designato quale animatore digitale che, insieme al dirigente scolastico e al direttore amministrativo, ha un ruolo strategico nella diffusione dell innovazione a scuola. Interventi da realizzare: attivare tutte le iniziative finalizzate alla formazione interna del personale, al coinvolgimento della comunità scolastica sui temi del PNSD e della fruizione di soluzioni innovative metodologiche e tecnologiche da diffondere all interno degli ambienti della scuola (uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata; la pratica di una metodologia comune; informazione su innovazioni esistenti in altre scuole; un laboratorio di coding per tutti 6