Corso di Storia delle Arti visive. 11. Il secondo Ottocento

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Corso di Storia delle Arti visive. 11. Il secondo Ottocento"

Transcript

1 Corso di Storia delle Arti visive 11. Il secondo Ottocento 1

2 Il secondo Ottocento: il primato della scienza La seconda metà dell Ottocento è contrassegnata dai moti rivoluzionari del 1848, dall affermarsi del processo di industrializzazione della società europea e dai notevoli progressi in campo scientifico Nel clima di fiducia nella scienza e nella modernità nasceva la società contemporanea Si diffuse il pensiero positivista, che esaltava il progresso e che divenne il pensiero filosofico dominante nella cultura borghese e influenzò anche la produzione artistica: gli artisti rappresentarono la realtà attraverso un analisi scientifica che spesso li spingeva ad entrare in conflitto con una società dominata dall economia, dallo sviluppo industriale e dal successo finanziario Tempio positivista, Porto Alegre (Brasile) con l iscrizione sul frontone degli ideali positivisti: L'amore per principio, l'ordine per fondamento, il progresso per fine Frontespizio della prima edizione del 1859 de L'origine delle specie di Charles Darwin 2

3 Il secondo Ottocento: il Realismo Rappresentare la realtà in modo oggettivo fu il principio degli artisti del Realismo Nelle loro opere, raccontavano la vita dei contadini, della gente comune e della borghesia, spesso con una adesione ideologica alle rivendicazioni delle classi più umili Dopo il 1860 nasce il movimento Impressionista. Gli impressionisti non si occupavano di problemi sociali, rappresentavano ciò che di meglio offriva la società del loro tempo La loro rivoluzione fu soprattutto tecnica, e riguardò il modo di raffigurare la realtà, utilizzando una scoperta destinata a cambiare il mondo dell arte, la fotografia Gustave Courbet, Gli spaccapietre, Courbet rappresenta la condizione di abbrutimento in cui i due uomini lavorano. Courbet denuncia, con un linguaggio obiettivo, la reale situazione di questi lavoratori. Claude Monet, Impression, soleil levant, Monet voleva descrivere, con accuratezza scientifica, le variazioni di luminosità che si possono osservare al tramonto. 3

4 Opere d arte caratteristiche Nella seconda metà dell ottocento i progressi della tecnologia i nuovi materiali come l acciaio, il calcestruzzo e il vetro le nuove tecniche costruttive permisero di realizzare opere architettoniche innovative Si diffuse l architettura del ferro Negli Stati Uniti furono realizzati i primi grattacieli Gli artisti del realismo, dell impressionismo e del postimpressionismo, intendevano l arte come una continua sperimentazione, in bilico tra la rappresentazione di una natura idilliaca e l applicazione di nuovi principi scientifici, caratterizzata una espressione più libera e personale La scultura, nel corso dell Ottocento, aveva mantenuto la funzione monumentale e celebrativa, ispirata ai modelli classici. La svolta moderna avviene con Auguste Rodin e Medardo Rosso, che, alla fine del secolo, esplorarono nuovi linguaggi e sperimentano nuovo materiali. 1- Medardo Rosso, Bimbo malato. 2- Auguste Rodin, Il pensatore In Europa si diffuse il pensiero Modernista, un atteggiamento moderno che ebbe diverse denominazioni nei paesi europei: Modernismo, Liberty, Art Noveau, e riguardò soprattutto le arti applicate Il modernismo voleva reagire alla scadente qualità estetica dei prodotti dell industria e 4 delle realizzazioni architettoniche dell epoca

5 Il Realismo: la rappresentazione della quotidianità Gustave Courbet, Funerale a Ornans L opera venne rifiutata all Esposizione Universale dl 1855 fu giudicata brutta e volgare perchè troppo vera Courbet voleva rappresentare la realtà così come è, lasciando allo spettatore il compito di giudicare Verso la metà dell Ottocento diminuì l interesse per la pittura romantica e gli artisti scelsero di interessarsi alla realtà sociale del proprio tempo senza sentimentalismi e dopo il 1840 si sviluppa in Francia la corrente artistica del Realismo Nelle opere realiste veniva descritta la vita delle persone umili e si esprimeva una critica delle loro condizioni sociali Il grande protagonista del realismo francese fu Gustave Courbet per il quale rappresentare la realtà equivaleva a una denuncia sociale. Jean-François Millet, Le spigolatrici, 1857 Quello raffigurato dal pittore era uno dei mestieri più umili Il quadro è anche uno dei primi esempi di utilizzo della fotografia in arte, infatti sembra una istantanea fotografica. 5

6 Il Realismo: Gustave Courbet Gustave Courbet, Autoritratto come uomo disperato L ideale di Courbet era raccontare la vita della gente reale in modo obiettivo, anche quando era dura, sgradevole o deforme Sfidava le convenzioni del culto del bello e del sublime e affermava la sua poetica della bruttezza Era riconosciuto come il leader del movimento realista e sostenne pubblicamente gli ideali democratici e socialisti scrivendo anche saggi politici Gustave Courbet, L'atelier, E una allegoria del mestiere del pittore. Egli si ritrae al cavalletto e tutto intorno dipinge circa trenta figure allegoriche. La donna nuda, simbolo della verità e un bambino, simbolo dell innocenza A destra il suo pubblico, i committenti, i letterati e i filosofi A sinistra la realtà, la gente normale, che erano la sua fonte di ispirazione. L opera è un manifesto del realismo.

7 La fotografia: uno strumento moderno per ritrarre la realtà Il 6 gennaio 1839 fu presentata sul quotidiano Gazette de France la scoperta della fotografia Nel corso dell Ottocento la fotografia trasformò il modo di documentare la realtà, essa veniva utilizzata per denunciare le situazioni di degrado dei sobborghi delle città e la condizione di povertà della gran parte della popolazione Permetteva di ritrarre le persone in modo più rapido con un risultato naturalistico Nel corso dell Ottocento la fotografia trasformò il modo di documentare la realtà, essa viene utilizzata per denunciare le situazioni di degrado dei sobborghi delle città e la condizione di povertà della gran parte della popolazione. Permette di ritrarre le persone in modo più rapido con un risultato naturalistico Fotografia giapponese della fine dell Ottocento. La fotografia è colorata a mano, e unisce la fotografia con le tecniche grafiche tradizionali giapponesi. Nadar, ritratti di famosi artisti. Testimonia la diffusione planetaria della fotografia.

8 La fotografia nell arte figurativa Edouard Manet, Colazione sull erba, Questo quadro di Edouard Manet venne rifiutato dalla giuria al Salon del 1863, e fu presentato al Salon dés Refusée Il quadro scandalizzava sia a causa del soggetto che per lo stile con cui il pittore lo aveva dipinto e la critica fu comunque negativa Era soprattutto il nudo della donna che infastidiva i visitatori perché appariva troppo fotografico La nudità rendeva troppo volgare un soggetto tipicamente borghese, come la colazione sull erba Effettivamente questo soggetto era solo un pretesto, ideato da Manet, per attirare l attenzione sulla novità del suo stile pittorico che voleva esprimere la sensazione della luce en plein air Visto da vicino quadro sembrava solo un insieme di macchie di colore e la tecnica di Manet appariva poco elaborata e rozza rispetto alla pittura accademica di quegli anni Ma fu proprio questo aspetto che suscitò l interesse dei giovani artisti, la pittura di Manet esprimeva immediatezza e rapidità, era arte moderna. 8

9 I Macchiaioli Silvestro Lega, Il pergolato, 1868 Nel 1850 a Firenze,nel caffè Michelangelo, un gruppo di pittori diede vita al movimento artistico dei Macchiaioli Essi volevano opporsi all accademismo della pittura italiana, legato agli schemi classici e romantici Questo movimento si collocava nell ambito del verismo La loro pittura si basava sui contrasti di luce e ombra, ottenuti con l accostamento di diverse tonalità di colore, le macchie, che davano la percezione della realtà I Macchiaioli si avvalevano della tecnica dello specchio nero, in cui riflettevano il paesaggio In questo modo i contrasti di chiaro e scuro apparivano esaltati e perdeva importanza la linea di contorno delle forme che, secondo i Macchiaioli, in natura non esiste Anche nei soggetti, i Macchiaioli abbandonarono le classiche tematiche storiche per rappresentare la vita quotidiana e ritrarre amici e parenti Giovanni Fattori, Il riposo, 1887 Telemaco Signorini, Sulle colline a Settignano, 1885 Giovanni Fattori, La libecciata,

10 L Impressionismo Claude Monet, Impression, soleil levant, 1872 Il dipinto raffigura il porto di Le Havre all alba, ed è stato dipinto dal vero, en-plein-air Monet non si cura di definire le forme o la prospettiva, Riproduce solo ciò che l occhio vede: la luce e i colori. Il pittore vuole cogliere la percezione di un istante particolare, una suggestione che egli ha colto con la sua sensibilità di artista Nell opera ci sono già tutti gli elementi dello stile impressionista, l attenzione alla luce e ai sui riflessi nell atmosfera, l esecuzione rapida per cogliere l attimo fuggente La vicenda artistica dell Impressionismo ha prodotto una rivoluzione, tecnica e culturale, che ha segnato tutte le esperienze artistiche successive Gli impressionisti dipingevano all aperto e, con il cavalletto o con la macchina fotografica registravano ciò che in quel preciso momento, appariva ai loro occhi come un immagine unica e irripetibile Il dipinto doveva esser eseguito in pochi attimi, perché la luce, mutevole, cambiava la scena e quel momento si sarebbe perso, è la poetica impressionista dell attimo fuggente 1- Pierre Auguste Renoir, l Bar alle Fllie Bergere, Eduard Manet La colazione dei canottieri, Pierre Auguste Renoir, L altalena,

11 L Impressionismo: gli artisti Nell'Impressionismo c è l applicazione di un nuovo modo di vedere la realtà: l espressione dell'attimo che passa la luce in tutte le sue mutazioni la descrizione dei cambiamenti che essa provoca nelle cose Tecnicamente è importante il modo in cui tutto questo viene registrato dal pittore in quel preciso istante E così che nasce il quadro impressionista Gli impressionisti sono stati i pittori della vita moderna perché hanno colto i loro soggetti nelle gite lungo la Senna, nei Caffè e nei ristoranti, specialmente all'aperto La tecnologia del loro tempo incise fortemente sulla costruzione dell estetica impressionista: i colori in tubetti che consentivano loro di lavorare all aperto e di realizzare rapidamente i dipinti la fotografia, e le scoperte scientifiche nel campo dell ottica Gli artisti più importanti dell'impressionismo furono: Claude Monet, Edgar Degas, Pierre-Auguste Renoir, Alfred Sisley e Camille Pissarro 11

12 Dipingere la luce Dal febbraio del 1892 all aprile del 1894, Monet dipinge la facciata della Cattedrale di Rouen Realizzò 30 di dipinti per rappresentare le differenze cromatiche che le condizioni atmosferiche provocavano sulla facciata della chiesa Monet documentò come lo stesso oggetto possa dare luogo a immagini differenti e dimostrò una delle basi fondamentali del Impressionismo nella percezione della realtà il continuo fluire e mutare della luce e del movimento rendeva ogni istante diverso l uno dall altro Claude Monet La Cattedrale di Rouen in pieno sole 1894, Musée d'orsay di Parigi. Gli effetti di luce che Monet osservava cambiavano continuamente e allora decise di registrare la successione dei mutamenti in una serie di tele, creandone una per ciascun effetto specifico. La ripetizione del soggetto, la sua continua rielaborazione ad ogni cambiamento di luminosità permisero a Monet di ottenere la rappresentazione dell istantaneità.

13 Il Post-impressionismo Georges Seurat, Una domenica pomeriggio sull'isola della Grande- Jatte, L opera rappresenta la giornata di svago di una folla di parigini in un giorno di festa la grande novità dell arte di Seurat era la luce che si sprigiona dai suoi colori L artista aveva adottato la tecnica della mescolanza ottica dei colori per cui ogni colore accostato al suo complementare ne intensifica la luminosità Questa tecnica è chiamata puntinismo Il termine Post-impressionismo identifica alcune tendenze artistiche che si svilupparono dopo l Impressionismo I protagonisti del Post - impressionismo sono: Georges Seurat, Paul Cezanne e Vincent Van Gogh e Paul Gauguin Il cui intento fu di andare oltre gli effetti luminosi dell Impressionismo e rappresentare la realtà da un punto di vista molto più soggettivo

14 Il divisionismo Georges Seurat, Il becco d Oca, a Grandcamp, 1885 Questo dipinto è un esempio della tecnica pittorica di Seurat, chiamata puntinismo (pointillisme) La tecnica caratterizzata dalla scomposizione delle tonalità cromatiche in piccoli punti di colore puro accostati sulla tela, i punti, consentono ad una certa distanza di vedere tutte le sfumature cromatiche E chiamata mescolanza ottica I colori devono essere accostati per creare un contrasto simultaneo, per cui si fondono nell occhio dell osservatore Dal puntinismo prese spunto il Divisionismo, un movimento che si sviluppò soprattutto in Italia nell ultimo decennio dell Ottocento I divisionisti rivalutarono la natura e si contrapposero al Positivismo, dipingevano paesaggi e trattavano problematiche sociali, il principale esponente del movimento fu Giuseppe Pellizza da Volpedo 1- Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il sole nascente, Giuseppe Pellizza da Volpedo, Il quarto stato, 1901.

15 Il Post-impressionismo: gli artisti Paul Cézanne, I giocatori di carte, 1898 Il dipinto rappresenta due uomini in un'osteria che stanno giocando a carte Le due figure sono dipinte come dei solidi geometrici, e sono raffigurate con due prospettive diverse manca la prospettiva tradizionale e solo le linee della tovaglia danno l idea della profondità Quest opera influenzò Picasso nella sua ricerca di un nuovo metodo di rappresentazione dello spazio Le nuove ricerche post- impressioniste portarono gli artisti a diverse conclusioni: Seurat pensava che realtà si potesse rappresentare con una tecnica innovativa e più scientifica Paul Cezanne voleva raffigurare il paesaggio nella sua plasticità, attraverso forme geometriche essenziali, più classiche ed oggettive Gauguin, perennemente insoddisfatto sia della vita che dell arte, troverà la sua dimensione abbandonando la modernità e, alla ricerca di una spiritualità primordiale, fuggirà nelle isole del Pacifico Infine Van Gogh, figura emblematica del disagio vissuto da artisti alla fine del secolo e prototipo dell artista geniale ma folle, alla fine sarà sopraffatto dalla realtà e si suiciderà L Ottocento si chiude con profonde crisi, umane e artistiche, ma anche con la consapevolezza degli artisti che lo scopo del loro lavoro non fosse più di rappresentare la realtà visibile, ma di interpretarla

16 Verso l astrazione Paul Cézanne La montagna Sainte-Victoire, 1888 Il dipinto raffigura il massiccio del Sainte Victorie, tema a cui Cézanne lavorò per oltre vent'anni Cézanne voleva esprimere la natura attraverso l ordine e l equilibrio della geometria Nel corso dei vent anni in cui ha lavorato a questo soggetto il suo modo di rappresentarla si è trasformato in macchie di colore che divenivano via via più astratte. Cezanne dipingeva gli elementi essenziali, i volumi e le geometrie della montagna In questo modo si perdevano i contorni e la fisionomia Egli lasciava poi che l immagine si formasse nella percezione dell osservatore, attraverso un processo di ricostruzione mentale che gli consentiva di individuarne nuovamente la fisionomia.

17 Verso l Espressionismo Vincent Van Gogh, Campo di grano con volo di corvi, 1890 Si tratta di uno degli ultimi quadri dipinti da Van Gogh prima di morire E considerato una rappresentazione dei tormenti psicologici del pittore Sono campi estesi di grano sotto cieli agitati, e non avevo bisogno di uscire dalla mia condizione per esprimere tristezza e solitudine estrema E un opera che esprime in modo molto efficace una situazione emotiva estrema Vincent Van Gogh nelle sue opere ha cercato di raccontare il mondo attraverso la sua sensibilità, utilizzando dei colori e uno stile che rappresentavano i suoi stati d animo Nel paesaggio Campo di grano con corvi egli raffigura una natura inquietante, stravolta dal suo stato d animo Il quadro è privo di luminosità, i colori sono cupi e stesi con pennellate rabbiose, come coltellate inferte alla tela 1- Vincenti Van Gogh, La chiesa di Auvers, Vincenti Van Gogh, I girasoli, Vincenti Van Gogh, Il caffè di notte, 1888

18 Espressività e simbolismo: il rifiuto del progresso e il ritorno alle origini Paul Gauguin, Cristo giallo, 1889 L opera rappresenta il tema della crocifissione che Gauguin ambienta nella contemporaneità La composizione è ispirata alla pittura giapponese mentre la figura di Cristo ricorda i crocifissi medievali Le figure sono contornate da un linea scura, un riferimento alle vetrate gotiche I colori sono stesi in modo uniforme, privo di chiaroscuro e utilizzati nel modo più astratto possibile, perche Gauguin li considerava più espressivi Paul Gauguin è un artista dell artista che vuole fuggire dalla società moderna e ritrovare un mondo puro e incontaminato, Era mosso da una continua insoddisfazione che lo portò a viaggiare per il mondo I suoi colori, accesi e astratti, e l intensità simbolica delle sue immagini antinaturalistiche suggestionarono una intera generazione di artisti. Gauguin, Da dove veniamo? Chi siamo?, Dove andiamo? Il dipinto è una metafora della vita, dall infanzia alla vecchiaia e una riflessione sul significato dell esistenza E concepita come il fregio di un tempio e si legge da destra a sinistra, all orientale Quest opera fu dipinta da Gauguin in un momento della vita in cui viveva un forte isolamento sia umano che artistico.

19 Medardo Rosso, l antiscultura Medardo Rosso, Ecce Puer, 1906 Ecce Puer è l'ultima scultura di Medardo Rosso l viso del ragazzino sembra modellato dalla luce, con i lineamenti che si intravedono come attraverso un velo Lo scultore ha voluto fissare nella cera l impressione del volto del ragazzo così come gli Impressionisti fermavano l attimo fuggente sulla tela Per lo scultore rappresentava lo stupore di un bambino Le sculture di Medardo Rosso testimoniano il cambiamento del linguaggio della scultura ottocentesca. Le sue opere sono di piccolo formato, lontane dalle state monumentali, di ispirazione classica, che ancora dominavano il gusto estetico dell epoca Nel 1884, aveva fatto un viaggio a Parigi ed era entrato in contatto con gli impressionisti In seguito a questa esperienza il suo stile acquisì le qualità della pittura e riuscì a tradurre l impressionismo nella scultura L artista voleva che le sue opere fossero guardate da un unico punto di vista come dei dipinti 1- Medardo Rosso, Donna con la veletta, Medardo Rosso, Carne altrui, Medardo Rosso, Bambina che ride, Medardo Rosso, Malato all ospedale, 1889

20 Auguste Rodin: esprimere il sentimento Auguste Rodin, La porta dell inferno, La bellezza, nell arte, equivale all espressività Rodin esprime con chiarezza questo concetto nell opera a la Porta dell inferno L artista vi rappresenta le sofferenze dell umanità disponendo una grande varietà di figure nude in uno spazio senza architetture, ispirato al Giudizio Universale di Michelangelo Molte delle figure che ornano la porta sono in realtà dei bozzetti di sculture precedentemente realizzate dall artista, riprodotte a stampo e collocate in varie disposizioni, Esse esprimono, attraverso gesti convulsi, il dolore e la disperazione dell umanità Replicando la stessa figura e collocandola in posizioni diverse Rodin creò un opera moderna, difficile da apprezzare e comprendere dai suoi contemporanei Ogni elemento, nell opera di Rodin, aveva un valore simbolico e manifestava, con una libertà mai vista prima, l espressività del corpo umano Auguste Rodin, Colei che fu la bella Elmiera, La scultura è ispirata ad una poesia di Baudelaire che descrive la morte della sua amante come una carogna mangiata dai vermi, e confronta la bellezza, che si vorrebbe eterna, e il disfacimento del corpo, dovuto alla vecchia Auguste Rodin, Il pensatore, Rodin rappresenta la figura del pensatore come un eroe michelangiolesco che medita sul suo passato e si chiede quale sarà il suo futuro. In questa opera di Rodin la figura è animata da una inquietudine che rappresenta la condizione del uomo moderno

21 Il Modernismo Alfons Mucha, Frutta, 1897 Alla fine dell'ottocento la ricerca di novità nel campo artistico diede origine ad un movimento dichiaratamene moderno sorretto da una incrollabile fiducia nel progresso I modernisti volevano rimediare al degrado urbano dei i quartieri periferici della grandi metropoli industriali, e al degrado estetico della scadente qualità dei prodotti dell industria Il principale obiettivo del modernismo divenne la progettazione globale, cioè l applicazione delle procedure dell arte a tutta la produzione artigianale e industriale per con lo scopo di rendere esteticamente più piacevole la vita dell uomo moderno Il modernismo si diffuse a livello mondiale assumendo denominazioni diverse a seconda dei paesi: Art Nouveau in Francia, Liberty in Italia, Jugendstil in Germania, Modern Style in Inghjilterra, Secessione in Austria, Modernismo in Spagna, Scuola di Chicago negli Stati Uniti Le caratteristiche dello stile modernista l ispirazione alla natura, vista nelle sue forme sinuose e aggraziate, la ricerca di un eleganza raffinata, tendente all astrazione, l uso di accostamenti di colore originali, che esprimessero il senso della preziosità, la cura dei dettagli e la predilezione per la produzione artigianale

22 Il Modernismo: Gaudì Antoni Gaudì, Casa Batlló, 1907 Quasi tutta l'opera di Gaudì è legata a Barcellona, Egli fu il principale esponente del Modernismo catalano La sua opera è caratterizzata dall'elaborazione di forme fantasiose e Imprevedibili realizzate utilizzando i più diversi materiali dal mattone alla pietra, dalla ceramica al vetro e al ferro Il concetto che guidò sempre il suo lavoro fu che qualsiasi edificio era un organismo e quindi doveva essere il più naturale possibile 22 Antoni Gaudí, Sagrada Família Antoni Gaudì, Parco Güell, Antoni Gaudì, Casa Milà (detta La Pedrera,)

23 L Art Noveau: Gustav Klimt Gistav Klimt, Il bacio, 1908 Quest'opera, di stile Liberty, è un omaggio all arte bizantina, molto ammirata da Klimt e rispecchia il gusto per la decorazione, di moda nei primi anni del Novecento Nel dipinto il viso e gli arti delle figure sono dipinti con molto realismo, mentre gli abiti sono astratti, in sintonia con il gusto decorativo dell epoca Il fondo oro ricorda i dipinti di epoca medievale, così come le stilizzazioni geometriche degli abiti e del prato 1- Gustav Klimt, Giardino di campagna con girasoli, Gran parte della pittura di Klimt è dedicata al paesaggio e alla rappresentazione della natura In quest opera Klimt mette a fuoco una parte del giardino. La composizione è priva di profondità e i colori dei fiori la trasformano in un elemento decorativo 2- Gustav Klimt, Ritratto di Emilia Floge, 1902

24 Il Liberty: Galileo Chini Galileo Chini, La primavera, 1914 Alla fine del XIX secolo si diffusero nei negozi e nelle case di tutta l Europa i vasi, le piastrelle e i piatti della manifattura Arte della Ceramica L azienda fondata da Galileo Chini che ebbe un enorme successo perché i suoi prodotti erano tra i più raffinati del Modernismo Attraverso il lavoro artigianale gli artisti sarebbero tornati artigiani, e gli artigiani sarebbero divenuti artisti Si sarebbe realizzando così il sogno modernista di migliorare la qualità estetica dei prodotti di consumo attraverso lo progettazione artistica applicata alla produzione artigianale Opere di Galileo Chini

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione

Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Classe V A a.s. 2012/2013 Liceo Classico Vitruvio Pollione Algebra Geometria Il triangolo è una figura piana chiusa, delimitata da tre rette che si incontrano in tre vertici. I triangoli possono essere

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE)

MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) MODULO 3 LEZIONE 23 FORMAZIONE DEL MOVIMENTO (SECONDA PARTE) Contenuti Michelene Chi Livello ottimale di sviluppo L. S. Vygotskij Jerome Bruner Human Information Processing Teorie della Mente Contrapposizione

Dettagli

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567

NEOCLASSICISMO. Vol III, pp. 532-567 NEOCLASSICISMO Vol III, pp. 532-567 567 Le premesse L illuminismo La rivoluzione industriale La rivoluzione francese Neoclassicismo il fascino dell antico Dagli inizi del Settecento a Roma si aprono vari

Dettagli

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO

IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO IL DIALOGO NELL ARTE - L ARTE DEL DIALOGO P. F. Fumagalli, 31.10.2104 Il Dialogo è una componente essenziale dell essere umano nel mondo, in qualsiasi cultura alla quale si voglia fare riferimento: si

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia

IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia IL CIELO PER GLI ANTICHI I fenomeni celesti più appariscenti e l influsso che hanno avuto sulla storia Affronteremo un breve viaggio per scoprire il significato che la volta celeste aveva per i popoli

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima

Poco tempo dopo la sua costituzione, promossa dalle Generali nel 1890, l Anonima Boccasile e altri 110 L ANONImA GrANDINE NEGLI ANNI trenta Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: manifesto con disegno di Ballerio (1935); calendario murale e manifesto con illustrazione di

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti

Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO: L attore alla scoperta del proprio Clown. di Giovanni Fusetti Giovanni Fusetti racconta il ruolo del Clown nella sua pedagogia teatrale Articolo apparso sulla rivista del Piccolo Teatro Sperimentale della Versilia Parte Prima: DALL MASCHERA NEUTRA AL NASO ROSSO:

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

PER LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA

PER LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA PER LE SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA ArteMa propone alcuni percorsi-gioco e attività pratico-creative rivolte al mondo dell infanzia, ai bambini della scuola primaria e agli alunni della scuola

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

DALL ALTRA PARTE DEL MARE

DALL ALTRA PARTE DEL MARE PIANO DI LETTURA dai 9 anni DALL ALTRA PARTE DEL MARE ERMINIA DELL ORO Illustrazioni di Giulia Sagramola Serie Arancio n 149 Pagine: 128 Codice: 566-3278-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE La scrittrice

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar.

Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutt uno con la natura: godetevi le squisite specialità di speck e salumi dalle falde del Massiccio dello Sciliar. Tutto il fascino delle montagne dell Alto Adige, catturato nelle specialità L Alto Adige,

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE

I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE I COLORI DEL CIELO: COME SI FORMANO LE IMMAGINI ASTRONOMICHE Nell ultima notte di osservazione abbiamo visto bellissime immagini della Galassia, delle sue stelle e delle nubi di gas che la compongono.

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

ALOIS RIEGL (1858-1905)

ALOIS RIEGL (1858-1905) ALOIS RIEGL (1858-1903 DER MODERNE DENKMALKULTUS : IL CULTO MODERNO DEI MONUMENTI ANTICHI... NEGLI ULTIMI ANNI SI E VERIFICATO UN PROFONDO CAMBIAMENTO NELLE NOSTRE CONCEZIONI SULLA NATURA E LE ESIGENZE

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS

VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS : VENICE-SIMPLON ORIENT-EXPRESS Un Viaggio indimenticabile attraverso la Storia Venice-Simplon Orient-Express è il treno più famoso del mondo, con una storia ultracentenaria che nasce nel 1864 e prosegue

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp.

Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. RECENSIONI&REPORTS recensione Erwin Schrödinger Che cos è la vita? La cellula vivente dal punto di vista fisico tr. it. a cura di M. Ageno, Adelphi, Milano 2008, pp. 154, 12 «Il vasto e importante e molto

Dettagli

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1

Indice. Giuseppe Galli Presentazione... 1 Indice Presentazione... 1 Livelli di realtà... 5 1. Realtà fisica e realtà fenomenica... 5 2. Annullamento dell identità numerica tra oggetto fisico e oggetto fenomenico... 8 3. Individualità degli oggetti

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s.

Atelier SottoSopra. Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. Atelier SottoSopra Proposte di laboratori artistici esperienziali: fare arte tra colori, segni e disegni per la scuola primaria a.s. 2014-2015 Obiettivi delle varie proposte: - permettere ai bambini di

Dettagli

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.

S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp. CATTANEO & Co. - BG SC_I 01/2005 S.p.a. 24050 ZANICA (BG) Italia Via Stezzano, 16 tel +39 035 671 013 fax +39 035 672 265 www.styl-comp.it infostylcomp@styl-comp.it Realizzare un connubio perfetto fra

Dettagli

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista

LEGGERE UN OPERA D ARTE. Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista LEGGERE UN OPERA D ARTE Come individuare gli indicatori di periodo storico, stile e artista Cos è un opera d arte Leggere un opera d arte 2 Leggere un opera d arte 3 Cos è un opera d arte In origine arte

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese

Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Romite Ambrosiane Monastero di S. Maria del Monte sopra Varese Celebriamo Colui che tu, o Vergine, hai portato a Elisabetta Sulla Visitazione della beata vergine Maria Festa del Signore Appunti dell incontro

Dettagli

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre

Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Il lavoro nell Europa medievale La bottega artigiana come luogo dell'apprendere e del produrre Botteghe artigiane. Partic. da Ambrogio Lorenzetti, Effetti del buon governo nella città Palazzo Pubblico,

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust)

Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) IL TEMPO DI MENTINA Potrei dire a quell attimo: fermati dunque, sei così bello! Goethe (Faust) E tempo di occuparci di Mentina, la mia cuginetta che mi somiglia tantissimo; l unica differenza sta nella

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA.

ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT DECORATIVI FINITURA DECORATIVA PER INTERNI CHE CONFERISCE L ASPETTO E IL TATTO DELLA SETA. ALPHA ORIENT ALPHA ORIENT Il colore è ovunque, basta saperlo cercare. Finitura altamente decorativa

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine

La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine La realtà e la sua rappresentazione Ipotesi di progettazione didattica in arte e immagine Insegnante Chiara Zanotto Istituto Comprensivo Gianni Rodari di Rossano Veneto Anno scolastico 2014/2015 Disciplina

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

Il mondo in cui viviamo

Il mondo in cui viviamo Il mondo in cui viviamo Il modo in cui lo vediamo/ conosciamo Dalle esperienze alle idee Dalle idee alla comunicazione delle idee Quando sono curioso di una cosa, matematica o no, io le faccio delle domande.

Dettagli

2. Fabula e intreccio

2. Fabula e intreccio 2. Fabula e intreccio Abbiamo detto che un testo narrativo racconta una storia. Ora dobbiamo però precisare, all interno della storia, ciò che viene narrato e il modo in cui viene narrato. Bisogna infatti

Dettagli

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1

ore in presenza C:\Users\Sabina01\Desktop\CONSIGLIO ACCADEMICO\CA 2014\Delibere 2014\Delibere CA del 17 Marzo 2014\piani di studio PAS all 1 1 GRUPPO 07/A Arte della fotografia e della grafica pubblicitaria 10/D ARTE DELLA FOTOGRAFIA E DELLA CINEMATOGRAFIA 65/A tecnica fotografica 13/D ARTE DELLA TIPOGRAFIA E DELLA GRAFICA PUBBLICITARIA Laboratori

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova

Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Di cosa parliamo quando parliamo di quote Alisa Del Re Università di Padova Il capo del Governo Da almeno una decina d anni mi sono convinto che il passaggio delle quote è inevitabile. Una volta cambiato

Dettagli

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES

STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES STORIA DELL USO DELL ENERGIA IN ITALIA Cesare Silvi Presidente GSES NEW LIGHT ON ROME, ROMA, MERCATI DI TRAIANO, 2000 ARTISTA PETER ERSKINE Gruppo per la storia dell'energia solare (GSES) www.gses.it

Dettagli

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico

La rappresentazione dello spazio nel mondo antico La rappresentazione dello spazio nel mondo antico L esigenza di creare uno spazio all interno del quale coordinare diversi elementi figurativi comincia a farsi sentire nella cultura egizia e in quella

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e

Oltre che alla grande visibilità pubblica degli avvisi murali scritti, dei manifesti e Piccola ma efficace 134 L ALtrA réclame: CArtOLINE, CALENDArIEttI, FIGUrINE, OPUSCOLI Nella pagina a fronte, dall alto in senso orario: blocco per annotazioni e corrispondenza delle Generali destinato

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO RELAZIONE MOSTRA: FOOD, LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO La mostra è allestita nelle sale del Museo di Storia Naturale di Milano dal 28 Novembre 2014 al 28 Giugno 2015. Affronta il complesso tema del cibo

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Il paracadute di Leonardo

Il paracadute di Leonardo Davide Russo Il paracadute di Leonardo Il sogno del volo dell'uomo si perde nella notte dei tempi. La storia è piena di miti e leggende di uomini che hanno sognato di librarsi nel cielo imitando il volo

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento

IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento Scritture di movimenti Autori bambine e bambini dai 5 ai 6 anni IL CORPO E LA SUA DANZA Primo percorso di formazione per atelieristi del movimento IL CORPO E LA SUA DANZA Incontri di studio per la formazione

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli